skip to main | skip to sidebar
0 commenti

Telecamere IP vulnerabili permettono di guardarvi in casa

Questo articolo era stato pubblicato inizialmente l'1/2/2013 sul sito della Rete Tre della Radiotelevisione Svizzera, dove attualmente non è più disponibile. Viene ripubblicato qui per mantenerlo a disposizione per la consultazione.

Le cosiddette telecamere IP, ossia telecamere di sorveglianza pensate per essere collegate senza fili (tramite WiFi) o via cavo di rete con un computer che le coordina, sono molto pratiche: si installano facilmente, costano spesso meno dei sistemi tradizionali e si interfacciano bene con Internet, permettendo di ricevere avvisi e di effettuare monitoraggi a distanza anche tramite telefoni cellulari.

Purtroppo, però, il loro uso dell'informatica per abbattere i costi non sempre è corretto e ogni tanto emergono i casi di telecamere che invece di consentire al proprietario di sorvegliare la propria abitazione permettono agli aspiranti ladri di spiare dentro la casa apparentemente protetta. Per esempio, pochi giorni fa è stata annunciata una vulnerabilità che permette a un intruso digitale non solo di vedere quello che vedono queste telecamere di alcune marche anche molto conosciute, ma anche di osservare e cancellare quello che è stato registrato dalla centralina dell'impianto di sorveglianza. Una ricerca opportunamente confezionata ha rivelato circa 58.000 di questi impianti che sono accessibili via Internet.

Forbes.com ha pubblicato i nomi delle marche coinvolte: in attesa che vengano distribuiti degli aggiornamenti correttivi, il consiglio degli esperti è disattivare temporaneamente la funzione UPnP dei propri router per impedire che l'impianto di sorveglianza si renda accessibile via Internet.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).