Cerca nel blog

2007/01/18

Due chiacchiere alla radio con Beppe Grillo [UPD 2013/03/06]

Stamattina, grazie a Radio Città del Capo, ho avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere in diretta radiofonica con l'über-blogger italiano, Beppe Grillo, sia pure con l'ingrato compito di dovergli fare le pulci per alcune storie che aveva pubblicato, visto che si parlava di bufale mediatiche e il tema della trasmissione, intitolata Angolo B, era proprio “Vi fidate di Beppe Grillo?”

Abbiamo discusso insieme del cellulare cuociuova (il suo post; la mia indagine) e di 11 settembre (il suo post della lettera di Giulietto Chiesa, che scatenò in Italia tutta la questione del complottismo; le mie indagini e il relativo blog), e di come non soltanto il lettore, ma anche il blogger come pure il giornalista tradizionale, deve avere sempre più attenzione per la verifica delle informazioni e abituarsi a usare gli strumenti disponibili per fare queste verifiche. Può sembrare incredibile, ma spesso basterebbe una banale ricerca in Google per evitare figuracce.

Ho citato anche un paio di perle di testate “tradizionali” come Repubblica, con i suoi 235 milioni di morti ogni anno sulle strade e la falsa foto del grande blackout italiano del 2003, per far notare che non è affatto vero che l'informazione convenzionale è più affidabile di quella online; anzi, spesso è vero il contrario.

Chiaramente un articolo-bufala non invalida tutto il resto del lavoro giornalistico o “bloggeristico”, per cui non vorrei aver dato l'impressione di voler screditare Grillo in blocco; più semplicemente, ho cercato di ribadire la necessità di qualche verifica in più prima di pubblicare una notizia che può suscitare allarme o essere male interpretata. Anche a costo di rinunciare, ogni tanto, a qualche presunto scoop. Se ci riesce un bloggerino come me, a maggior ragione ci devono poter riuscire le corazzate dell'informazione.

Aggiornamento: La redazione mi dice che la registrazione del programma dovrebbe essere presente sul sito entro breve. Io per ora non l'ho trovata, ma sono di corsa: se siete più bravi di me, postate il link nei commenti, grazie!

Aggiornamento: Eccola.

Aggiornamento (2013/03/06): la versione di Radio Città del Capo non è più disponibile, per cui ho caricato la mia copia (MP3, circa 47 megabyte). Il confronto con Grillo, principalmente sulla metodologia d'indagine sull'11 settembre, parte a 10:00 circa.

82 commenti:

Anonimo ha detto...

X Attivissimo:

che dici Grillo se l'è presa
o ha accettato le critiche ?

Per meglio dire e' ormai preso da
un delirio di onnipotenza o ha ancora un piede sulla terra ?

Paolo Attivissimo ha detto...

Da due chiacchiere per telefono, in un contesto pubblico come quello di una radio, è difficile capirlo. A me sembra che abbia preso le distanze dalla questione del complottismo sull'11 settembre, mentre è rimasto convinto della teoria dei cellulari cuociuova, sia pure con alcune correzioni che spero di poter verificare con lui.

Spero comunque di poter avere la registrazione della chiacchierata, così potrai valutare tu stesso.

Fry Simpson ha detto...

Hihihihi...

azzeccatissima la definizione di über-blogger per Beppe "tutto-ciò-che-sapete-è-falso (tranne-quello-che-vi-ho-detto-io)" Grillo...

Anonimo ha detto...

Dov'è la registrazione audio del programma?

Gian Piero Biancoli ha detto...

Ne aggiungo qualcun altra io :
Beppe Grillo pensava che il SUO BLOG fosse stato oscurato per i dipendenti dell'Eni, quando invece l'Eni utilizza una normalissima e comprensibilissima politica aziendale di filtrare gli accessi a Internet ai dipendenti
http://www.beppegrillo.it/2006/03/non_posso_non_d.html

Beppe Grillo ha tuonato contro il comune di Barrafranca e tutte le istituzioni per aver lasciato solo un bambino che aveva avuto il coraggio di testimoniare contro due mafiosi. Lo aveva letto sul Corriere della Sera per cui doveva essere vero.

http://www.beppegrillo.it/2006/12/un_ragazzino_solo.html
La smentita è http://www.beppegrillo.it/2006/12/un_ragazzino_so.html

In entrambi i casi Beppe Grillo ha pubblicato comunque le lettere pervenutegli dalle controparti facendo quindi una sorta di mea culpa.

Alla fine dei conti il Beppe è un informatore abbastanza onesto, molto divertente, tende un po' ad ingigantire e tende un po' troppo a fidarsi (specialmente del Corriere) senza verificare.

Salutoni a tutti e state benone.

whalehunter ha detto...

A proposito di telefonini e calore, su Punto Informatico è comparsa questa notizia:
http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1853013&r=PI
riguardo un fenomeno di autocombustione di uomo e telefonino.
E' tecnicamente possibile o è una balla?
Qualcuno potrebbe associarlo con il cellulare cuociuova.

Zappa ha detto...

@whalehunter:
Ti dico solo una cosa: spera che MAI succeda che la batteria del tuo cellulare, per un guasto interno, vada in corto circuito!
Semplicemente esplode! (non sto scherzando!)
ciao
Zappa

rodri ha detto...

Credo molto di più all'autocombustione di un telefono cellulare che di un essere umano :-D

Comunque il Cicap ne parla, a grandi linee:
http://www.cicap.org/enciclop/at100077.htm

Paolo Attivissimo ha detto...

>Dov'è la registrazione audio del programma?

Ho parlato con la redazione, mi dicono che dovrebbe essere disponibile sul sito a breve. Appena la trovo, metto il link nell'articolo.

Andrea Guida ha detto...

http://www.rcdc.it/audio/grillo.ram

Questo è il link alla registrazione. ;-)

Anonimo ha detto...

Il conduttore radiofonico ha interrotto la discussione tra Grillo e Attivissimo proprio nel momento in cui il "dibattito" tra loro stava diventando molto interessante.

I 2 conduttori della trasmissione han perso un'eccellente occasione per far affiorare interessantissime considerazioni, unicamente per la loro totale incompetenza sulla moderazione radiofonica. Peccato. Ma vabbé, era prevedibile, è il classico risultato delle radio di voler costruire qualcosa di gigante prendendo due grandi persone per metterle in uno spazio ridottissimo, solo per farsi pubblicità a spese zero. E chi se ne frega se la trasmissione diventa moscia, tanto poi ci piazzan la toppa con pubblicità e musica.

rodri ha detto...

Uff.
Gli ultimi 18 minuti li ho saltati a piedi pari, Grillo si è perso nei suoi discorsi e non ce la facevo più.

Mi è parso di capire Grillo ci imbrocca (alla grande) per tutto ciò che c'è di marcio dentro i confini italiani, ma nel ruolo di sbufalatore e su materie extra-italiane ci imbrocca di meno.

L'uovo? "Questione di tempo" dice Grillo... Tante grazie, forse pure io riesco a farlo diventare sodo, alitandoci addosso per una settimana.

Vabbeh, comunque l'inizio è stato interessante ;-)

whalehunter ha detto...

x zappa:
Grazie della delucidazione, così aggiungo una fobia in più alle mie giornate!...

Certo che pensare che un cellulare l'uovo non lo cuoce, ma l'uomo si, la trovo un'ingiustizia della fisica.

Scherzi a parte, spero solo che questi fatti abbiano una bassa incidenza statistica.

Ciao
WH

Rollino ha detto...

Ho postatoqui l'intervento di Massimo Mantellini, prima di Paolo Attivissimo e Beppe Grillo. Ciao Paolo! Grazie!

Rollino ha detto...

Scusate, c'è qualche priblema con il codice. Volevo dire qui: http://www.rollino.splinder.com/post/10597824/Angolo+B+%28Blog%21%29

Maurizio Grillini ha detto...

Sono senza parole. Paolo Attivissimo e Beppe Grillo sono tra i pochi in Italia a parlare senza peli sulla lingua e senza servilismi delle tante truffe che ogni giorno ci vengono propinate, cercando di aprire gli occhi a un popolo di emeriti boccaloni. Mi dispiace soprattutto che Grillo non conosca per niente Paolo.
Insieme potereste fare molto...

Francesco ha detto...

Ce l'ho fatta a pupparmi tutta la trasmissione! Fino in fondo! Dove, però, il Beppe nazionale fa una partaccia al Nostro Paolo (parafrasando: "mi fate parlare con questo qui che punta il dito sulle pirlate quando io mi occupo di Ben Altro!").
Io immagino che i radiocronisti fossero in buona fede, e che solo la sudditanza psicologica che li ha sopraffatti gli abbia impedito una tua più proficua difesa, mettendoti, di fatto, "di mezzo".
Mi chiedo però perchè non venga mai fuori quello che, personalmente, ritengo essere il nocciolo della questione ovvero che una notizia non documentata o addirittura una bufala, seppur in buona fede, rischia di screditare tutto il Ben Altro! Oltre ad offrire il fianco agli immancabili contestatori. Oltre al fatto che trovo inutile e, appunto, controproducente voler per forza fare un post al giorno (ma qui si va sul personalissimo).
Sto postando su questo blog e non sul Suo (oltre all'ovvio terrore per i fanatici che lo assiepano) perchè mi sarebbe piaciuto sentire Paolo dire che il problema non è che Grillo parli dei dubbi di G.etto Chiesa sull'11 settembre, ma che questi sviino l'attenzione su altri e più leciti dubbi; che tirare fuori la balla delle uova cotte col cellulare fa dubitare di lui anche quando poi va a parlare dell'aviaria (...e magari questo non sarebbe neppure un male) o di altre sue battaglie sulle quali è più competente nonchè più osteggiato. E che in questo sta l'importanza delle ricerche accurate e delle sbufalature.
Scusate lo sproloquio, ciao

Anonimo ha detto...

LA CENSURA SU WORDPRESS. ATTENTATO ALLA LIBERTA DEI BLOGGERS.

LEGGI:

http://pasquale2.wordpress.com/2007/01/18/wordpress-mi-ha-cancellato-il-blog-senza-motivo/

ohp ha detto...

Mi dispiace soprattutto che Grillo non conosca per niente Paolo.
Insieme potereste fare molto...


Sarebbe sicuramente interessante metterli su di un palco entrambi per un paio d'ore senza moderatori incapaci, ma al di là di questo NON vedo bene una collaborazione.

Grillo sguazza per la politica e il marciume ad essa correlata, Paolo mi pare che ne stia bene alla larga dall'interessarsene (e fa benissimo). L'Antibufala di Paolo ha uno stampo ben preciso, che diverge di parecchio dallo stile di Grillo che mette il naso in qualsiasi cosa capiti a tiro. Grillo parla della convenienza di Skype, Paolo parla dei problemi tecnici di Skype. Grillo dà voce a Chiesa e ne fa un vice-Grillo, Paolo mette insieme persone serie e capaci per scrivere articoli competenti. Sono due modi di fare molto, troppo differenti.

Non potrebbero mai farsi da reciproco complemento, fanno entrambi un ottimo lavoro ma sono troppo diversi e secondo me è anche meglio così.

Anonimo ha detto...

i vostri commenti critici verso Grillo la dicono lunga su di voi

puntate tutto sulla precisione, sulla padronanza maniacale dell'argomento e delle fonti, sul mito dell' infallibilità del giornalista eticamente e professionalmente corretto

che ha come corollario che se uno dice 100 verità e 1 cazzata, allora è un cazzaro integrale (quanto vi farebbe comodo ,vero, se fosse così?)

voi invece vivete nell'autocompiacimento di essere infallibili e documentati, ma in concreto non dite niente, vi aggrappate agli sbagli di sintassi e non cogliete l'essenza del discorso, come un maestrino dell'800

e se in voi riesce a farsi spazio questa consapevolezza, pur di dar contro a uno come Grillo trovate la vostra soluzione prediletta: "si è vero fa un sacco di cose positive, ma lo fa solo per vendere DVD e fare i milioni con gli spettacoli, quel bieco sfruttatore populista delle masse bovine"

contenti voi... :D

ohp ha detto...

Hai difeso e smontato Grillo in un solo intervento.
Gli anonimi non finiscono mai di stupire!

Maurizio Grillini ha detto...

Sarebbe sicuramente interessante metterli su di un palco entrambi per un paio d'ore senza moderatori incapaci, ma al di là di questo NON vedo bene una collaborazione...
...Non potrebbero mai farsi da reciproco complemento, fanno entrambi un ottimo lavoro ma sono troppo diversi e secondo me è anche meglio così.


Hai perfettamente ragione, ohp, ognuno deve fare il proprio mestiere: Paolo Attivissimo il 'giornalista informatico e cacciatore di bufale' e Beppe Grillo il comico che apre gli occhi a un popolo bove. Anche se con obiettivi diversi, l'effetto di quanto fanno e' identico: invitare a pensare col proprio cervello prima di accettare a occhi chiusi quanto viene propinato dai media.

Beppe Grillo ha bisogno di esagerazioni, ha colto una informazione senza citazioni chiare ('alcuni ricercatori...' e una immagine dal sito cinese zol.com.cn) e l'ha girata a suo favore per parlare dell'elettrosmog. Peccato che pochi dei suoi lettori l'abbiano capito e l'attenzione si sia spostata sulla bufala. Se Beppe Grillo avesse contattato Paolo e gli avesse chiesto chiarimenti, gli sarebbe bastato aggiungere due righe di spiegazione sul suo blog (come del resto Paolo ha fatto sul suo dedicato al cuociuova: due righe di aggiornamento con tanto di data).

Non sempre condivido le campagne di Beppe Grillo, ma spesso colpisce nel segno, e proprio per questo ha molti nemici: gli conviene sbandierare una (presunta) bufala? Direi di no...

Quello che mi lascia molto amaro in bocca e' che Beppe Grillo afferma di non conoscere Paolo. Questo si, che mi fa inca**are.

john_wayne ha detto...

"se uno dice 100 verità e 1 cazzata, allora è un cazzaro integrale (quanto vi farebbe comodo ,vero, se fosse così?)"

ehm... non per fare il precisino pignolo rompiballe, però a me sembra di leggere nel post di Paolo (quello che TU hai commentato):

"Chiaramente un articolo-bufala non invalida tutto il resto del lavoro giornalistico o "bloggeristico", per cui non vorrei aver dato l'impressione di voler screditare Grillo in blocco"

Esattamente che cosa non é chiaro nell'affermazione di Paolo??

Monty ha detto...

Beppe sta sicuramente facedo un ottimo lavoro vista la situazione dell'informazione in Italia.
L'unico appunto è il senzazionalismo che è costretto ad utilizzare (forse per poter sfondare la corazza di indifferenza che si è formata attorno al cevello della maggioranza degli italiani).
Ho notato che se leggo un suo argomento riguardo a una cosa di cui so poco o niente rimango profondamente colpito e spesso indignato.
Se leggo riguardo argomenti che conosco bene noto molta superficialità e spesso affermazioni sbagliate.
Ma penso che comunque vada bene così, meglio che niente.

Anonimo ha detto...

Che noia questa gente sul blog di Grillo che accsano tutti di non "voler vedere le cose come stanno". Queste affermazioni hanno il sapore di "o la vedi come noi o non capisci un cavolo della vita". Io penso che Paolo sta facendo un bel lavoro, si appella ad un principio banale.."Pensa e VERIFICA ciò che dici" tutto qui.

Mi fà sorridere che con il tempo si sono creati gli estremisti di Grillo..

mastrocigliegia ha detto...

Ne aggiungo qualcun altra io :
Beppe Grillo pensava che il SUO BLOG fosse stato oscurato per i dipendenti dell'Eni...


Se è per questo anche il blog di Attivissimo è "oscurato" dai filtri Eni.

Dài Paolo.
Piangi, strilla e fatti sentire. Impara a fare il martire in Nome della Verità.
E' così che si diventa famosi e ci si fa ascoltare.

mc

Anonimo ha detto...

una mia amica ha sentito la trasmissione ed è rimasta piuttosto stupefatta della trasmissione, e mi ha mandato una mail con le sue impressioni.
l'ho pubblicata sul blog,
http://www.generazioneblog.it/2007/01/18/grillo-si-grillo-no/
ed è cmq confermata la mia idea che grillo voglia fare il capopopolo, più che il blogger serio. è un peccato, cmq sarebbe interessante uno studio serio sul blog di grillo e chi lo legge
fede mello

senza_nick ha detto...

Sinceramente non ce la faccio ad ascoltarla in questo momento (però lo farò a breve termine... :-D): devo dire che ci vuole Grillo, ma fino ad un certo punto. Infatti, il rischio di "Populismo Ad Oltranza" non mi pare un'esagerazione: alcune volte ci sta (vedi il caso di Vicenza, fosse per me impacchetterei americani e atomiche e li manderei indietro con la FedEx :-P), altre volte no (di tecnologia non è molto ferrato, lo dice anche lui... per cui tutto quello che scrive a riguardo va preso non con le pinze, con la tuta ignifuga).

Francesco Sblendorio ha detto...

Ciò che rende credibilità è il saper dire di aver sbagliato ed avere il coraggio di chiedere scusa.

Anonimo ha detto...

Ciao Attivissimo
Ultimamente Grillo mi sembra un po' piu' "guruzzante" per questo ero interesato se a tuo giudizio avesse ancora un piede sulla terra

Quindi grazie della prima risposta .

Credo che alla fine Grillo sia un comico (come dice sempre lui) e questo puo' far accettare
anche dichiarazioni non sempre perfette.

Anzi la nota negativa e' che solo da un comico si possano sentire certe notizie

Poi deve far presa su un pubblico vasto , per nulla tecnologico e poco interessato alle parole oltre le 20

Cambia anche idea (cosa positiva)
Clamorosamente sul PC e' passato dal distruggerne fisicamente uno a fine spettacolo a primo blogger d'Italia.

Come avrai capito mi e' simpatico
almeno quanto per me , tu sia il piu' attendibile e imparziale in giro sul web
Mi piacerebbe vedervi collaborare

FridayChild ha detto...

Una stretta di mano virtuale a Paolo Attivissimo. Finalmente una testimonianza audio di qualcuno che con calma, precisione (la dote principale di Paolo) e senza preconcetti ha mosso a Grillo una critica sacrosanta. Il Beppe ha il merito indiscutibile di essere uno che pone problemi, induce chi e' propenso a riflettere a farlo, a mettere in discussione le verita' ufficiali. Ma piu' di una volta si e' macchiato di superficialita' nel riferire possibilita', voci, ipotesi. E non tutti i lettori hanno l'abitudine di andare a documentarsi a fondo dopo avere letto qualcosa di intrigante sul blog di turno. Molti prendono per buono pari pari tutto perche' lui e' lui. Non si tratta solo dell'uovo sodo, a Grillo direi che faccia difetto in gran parte la disposizione mentale di Attivissimo del dubitare di tutto fino a prova contraria, accertare bene le fonti e non dare conclusioni affrettate. Grillo invece mi sembra che abbia spesso una sorta di ansia di affrettare le conclusioni, perche' parte da un presupposto: "ci stanno cacciando un sacco di balle". Il punto e' che non e' detto che sia sempre cosi', e in tutti i casi va verificato fino a che punto.
Per finire mi spiace che Grillo abbia liquidato Attivissimo come un newcomer della blogosfera, a fronte dei suoi 30 anni di "servizio"... io sono anni che seguo, non mi pare proprio che Paolo sia l'ultimo arrivato.

Nicola ha detto...

Prendersela con Grillo per i suoi deliri di onnipotenza secondo me denota una certa ristrettezza mentale: che ci deve fregare se lui in fondo nel suo personale rimane permaloso e megalomane? Ammesso e non concesso che sia vero, siamo noi che dobbiamo prendere tutto con senso critico e capire che se anche Grillo avesse ragione su qualcosa, o anche se avesse ragione su tutto, questo non lo trasformerebbe automaticamente nella nostra coscienza. Se ha ragione ha ragione, se ha torto ha torto.

E poi scusate, qualunque nullità umana che ha i suoi 5 minuti di notorietà in tv diventa megalomane. Lui che è stato nominato "eroe europeo" dal time si pretende che non lo sia?

Dal canto suo ammiro Paolo che, invece, nonostante sia piuttosto celebre (anche se solamente tra gli italiani che navigano abbastanza in rete), ha sempre mantenuto un basso profilo nel tono dei suoi interventi. Tanto per la cronaca, comunque, i complottisti l'hanno più volte tacciato di saccenteria, ma se ha ragione con i fatti (e le prove) ha ragione e basta. Mi viene in mente il caso in cui lui stesso ha "bollato" con abbastanza sufficienza l'iniziativa di Andrea D'Ambra per i costi di ricarica, per il fatto che formalmente non aveva nessun valore vincolante. Stiamo vedendo che è stata un po' una cantonata.

Non permettete a nessuno di sostituire il vostro senso critico, ma permettete alle persone di dire la loro e anche di mettervi qualche pulce nell'orecchio. Se poi sbagliano passate oltre.

ohp ha detto...

Spezzo una lancia per Grillo, che un po' ingiustamente viene passato al tritacarne. Sia chiaro che la mia posizione rimane invariata, ma di Grillo va detta una cosa: non credo che lui possa lavorare come Paolo.

Grillo è famoso per andare a portare alla luce (...delle masse) meccanismi marci, cose che funzionano storte, cose che non funzionano per niente. Ma non può citare la fonte che spiega perché un politico si è fatto corrompere per un appalto, non può pubblicare elucubrazioni su società di copertura e collegamenti politici, non c'è uno snopes.com che gli dà un riferimento temporale che dica da quando in Italia è cominciata la moda del voler fregare il prossimo.

Difatti, sono due metodi molto diversi di lavoro, su campi quindi un po' differenti (esempi vedi post in precedenza), e di conseguenza anche il lavoro è strutturato in maniera diversa.

Paolo fa un'analisi e la serve su un vassoio alla portata di tutti, Grillo prepara il pastone poi carica il cannone e spara ad alzo zero.

Ma non è giusto dire che Grilli è, per esempio, approssimativo. Semplicemente non può fare molto di meglio. Anche perché comunque il suo ruolo, il suo stampo, è poi quello, e se improvvisamente si mettesse a fare analisi certosine per presentarle, i suoi show dovrebbero durare 18 ore e sarebbero improponibili.

Detto questo la mia NETTA preferenza rimane comunque il lavoro e il metodo di Paolo, perché (dice Grillo) "la gente è diffidente" e appunto per questo (come fa Paolo) ha bisogno di informazioni _chiare_. Altrimenti diventiamo tutti complottisti e basta.

kizoushaidan ha detto...

Personalmente sono perfettamente d'accordo con Paolo alcuni concetti, in questo caso, per parafrasare:
"La diffusione di notizie false è inevitabilmente nociva a prescindere dalla nobiltà del fine."
Beppe grillo sta all' Informazione come il Wrestling sta alle arti di combattimento ed auto-difesa.
Può divertire, ma chiunque abbia almeno due neuroni funzionanti non può che convenire che la sua opera è totalmente inutile a qualsiasi fine culturale o informativo.
Quanto alla questione del cellulare che cucina le uova, sarei felicissimo se fosse vero, sarebbe la risposta definitiva a tutti i problemi energetici del mondo: significherebbe che una batteria può restituire più energia di quanta le è stata impressa.

Anonimo ha detto...

john wayne

quando risapondi , non attivizzarti

io parlavo di certi commenti di facile critica satirica a Grillo, non parlavo del post dell'"über-giornalisten" Attivissimo

ma di certa gente che ironizza facilmente su una persona che avrà il delirio di onnipotenza certo, ma di sicuro su 100 che ne dice 90 sono vere, mentre chi ironizza su Grillo e poi idolatra il buon Atti e si fa seghe quando parla di calendari maya e amenità del genere...

rispetto (con un pizzico di avversione) all' 'über-giornalisten" frontaliero elvetico, ma prima di sparare sterili e facilone bordate su Grillo, , magari fermiamoci a riflettere e rapportiamo Grillo alla desolante situazione attuale, italiana e non, e sopratutto chiediamoci cosa noi singoli facciamo nel lettone, più o meno pulciosi, perchè anche se siamo eruditi, certosini, intelligenti, professionali, pignoli ma in concreto non facciamo un cazzo, allora dobbiamo essere MOLTO comprensivi e umili verso chi magari a volte sbaglia, ma nel concreto FA, e non mascherare il nostro anti-interventismo nel mito del professorino greco , nel precettore erudito che nella sostanza non conta nulla.... o volete fare i politici? ^_^

Grillo ha 57 anni

sì sì li vedo i vostri strali "lo fa solo per vendere dvd e spettacoli quello stronzoneeee!!!! noi siamo onesti noi che.... noi che sappiamo la verità perchè ci documentiamo fino alla paranoia... e poi? e poi che vuoi!? basta questo a elevearci nell'Olimpo Dei Giornalisti Seri Esseri Superiori"

siete importanti, non siete perfetti nè superiori, è importante che esistiate anche voi, ma se toccate Grillo siete come un notaio che critica Ghandi

e se un notaio critica Ghandi automaticamente mi sta sullle balle

ma non dico come voi fate per i vostri avversari, che "è un cazzaro
"
è intelligente , si documenta, ma fa il saccente e si crede depositario della verità assoluta

quindi

la risposta al vostro "tipo" è

"va bene hai ragione, non è nemmeno il caso di intraprendere una discussione tanto so il tuo orientamento-DNA da cui non puoi minimamente astrarti"

come quando - per dirla col più moderato dei vostri, ovvero il caro (caro davvero, mi è caro) henry62 - dite " ah i complottari si perdono negli alieni quando BEN ALTRE sarebbero le cose su cui discutere"

quali?

tutto per voi è giustificato :)

e se anche come dite voi gli usa sono un gran Paese di coglioni impreparati

che c'è da discutere?

sono stati dei pirloni che hanno sottovalutato un rischio che pur sospettavano :)

fine. cioè. se la conclusione è questa non c'è proprio niente da indagare, da discutere :)

siete proprio strani ^_^

giorgio ha detto...

tutto molto interessante.
trovo però ingeneroso per i fan dell'uno o dell'altro prendersela con la radio: certo quando grillo é sbottato hanno faticato a tenere in mano la trasmissione che doveva essere un microfono aperto col pubblico e invece è diventata un monologo.
l'idea iniziale però era buona: fare un confronto libero su quello che si dice e si pubblica, senza voler fare la predica a nessuno ma anche senza sconti.

radio città del capo ci ha provato, quante testate giornalistiche nazionali pensate che lo facciano, pur avendo più mezzi?

Alex80 ha detto...

Ci sarebbe da discutere troppo a lungo, cercherò di sintetizzare.

1) «se uno dice 100 verità e 1 cazzata, allora è un cazzaro integrale (quanto vi farebbe comodo, vero, se fosse così?)»

Beh, Paolo è il primo a dire che non condanna "in toto" il blog di Grillo. Ben diversamente la pensano altri, ci sono certi siti anti-Grillo così pieni di veleno che, se gli insulti potessero uccidere saremmo già tutti morti.
Ci sarebbe da discutere su certe iniziative, come la raccolta firme di Andrea D'Ambra (o la pagina su "Repubblica" contro l'ex governatore di Bankitalia, Fazio). Molti di voi le trovano inutili, dicendo che "tanto non è cambiato niente". Personalmente trovo che, solo il fatto che la notizia sia finita su giornali e TV (cosa non affatto scontata) sia già un risultato. [Sono anche d'accordo che D'Ambra sbaglia a considerare quelle firme tutte valide, alcuni hanno ammesso esplicitamente d'aver firmato più volte.] L'Italia ha già troppe persone "rincoglionite" (scusate il termine") da calcio e reality show, che un po' di gente s'interessi di tutela dei consumatori o di lotta alla corruzione e ai privilegi non fa certo male.

«[Grillo] è rimasto convinto della teoria dei cellulari cuociuova, sia pure con alcune correzioni che spero di poter verificare con lui.»

A me la bufala (o meglio, la figuraccia) dell'uovo non è piaciuta per nulla, spero che non si ripeta più. Meglio un post ogni 2 giorni che una pagliacciata al giorno.
Qualcuno la giustifica col tono scherzoso del Beppe («Esiste poi una prova inconfutabile dei gravissimi danni provocati dalle radiazioni: Francesco Cossiga.»), ma non c'è dubbio che per il comico genovese sia una certezza, non un ipotesi, il collegamento tra elettrosmog e il cancro. («Io uso il cellulare, è un vizio che cercherò di eliminare o almeno di contenere.». Come se il telefonino fosse l'equivalente di una sigaretta).
Se Paolo riesce a far rinsavire Grillo, a limitare certi post malriusciti, gli faccio un monumento.
Vorrei ricordare quanto siano state utili certe denunce del comico sul costo eccessivo dell'892*** e quanto abbiano risparmiato parecchi italiani sulle chiamate internazionali con Skype [certo, esistono anche altri software VOIP, come Voipstunt, ma si sa che nella guerra degli standard "the winner takes all". Del resto anche Paolo parla solo del browser Firefox come alternativa ad Explorer, se parlasse anche di Opera nessuno capierbbe una cippa.

«pignoli, ma in concreto non facciamo un c###o»

Personalmente certe volte non so cosa farei senza il sito di Paolo, sapeste quanto è comodo zittire il contaballe di turno con link a una sua indagine (es. La bufala del piccolo iracheno, usata da un sito di destra a scopo xenofobo), così come con gli articoli di Marco Travaglio puoi smontare le balle di qualsiasi tangentaro.
Però una piccola critica gliela faccio: se una bufala è bufala al 50%, che si capisca fin dal titolo! Non basta dire "il lettore dovrebbe leggersi l'indagine fino in fondo".
Es. "la bufala sugli stipendi dei parlamentari."
Solo perché qualche cifra è gonfiata, sarebbe falso che i nostri politici sono i più ricchi in Europa e hanno perfino il barbiere gratis (cosa confermata da troppe fonti)? E la scritta "mandiamoli a lavorare!" (come se il politico fosse pagato per dormire) è chiaramente satirica. Io avrei titolato "mezza bufala".
Es. 2: "Il digitale terrestre."
ti pare corretto mettere in fondo all'articolo e senza rilievo la notizia che la maggior parte delle antenne TV italiane non sono adatte al digitale (indagine di Focus) e che quindi il costo è ben più di quello del solo decoder scontato? Dopo che si è detto all'inizio dell'indagine che in UK hanno già il digitale...
Chissà quanti milioni gli hanno sganciato i politici per 'sti due articoli, soprattutto per quello che consente loro di triplicarsi lo stipendio in santa pace. Ma davvero credevate che Paolino si mantenesse a donazioni e interviste [SCHERZO..]?

kizoushaidan ha detto...

"ma di certa gente che ironizza facilmente su una persona che avrà il delirio di onnipotenza certo, ma di sicuro su 100 che ne dice 90 sono vere"

Come per ogni salita c'e' una discesa, su 100 che ne dice 50 sono vere.

L'esempio più lampante è la questione del detersivo e del tergicristallo.

Il genovese si chiede in un' occasione perchè le confezioni in generale siano più pesanti di quello che LUI ritiene necessario, e critica i trasporti delle derrate.

In un'altra occasione si chiede perchè se deve cambiare la spazzola del tergicristallo, non riesce a trovare [in negozio] il pezzo di ricambio, ma gli tocca prendere tutto il tergicristallo (con conseguente confezione dedicata e peso pagante relativosu un mezzo di trasporto)

In realtà ne azzecca meno, del 50% in quanto il mio esempio rappresenta un' opzione booleana, ma nel mondo reale moltissime opzioni, (specialmente sulla risoluzione dei problemi) sono opzioni varianti nidificate e concatenate.
Beppe Grillo in fondo si limita ad enumerare tutte quelle che non disturbano quello che ha deciso essere il suo target.

ohp ha detto...

Gandhi.

Si scrive Gandhi.

Con la "h" tra la "d" e la "i".

Santo cielo.

paperina ha detto...

Se l'è presa, se l'è presa...E' per questo che il conduttore ha chiuso con molta diplomazia la telefonata. Comunque si capiva chiaramente che Beppe stava cercando in tutti i modi di glissare le tue "pulcette". P.S. Caro Paolo, non sapevo che avessi una voce cosi sexy! Rimani sempre il migliore.

Matz ha detto...

@alex80

Relativamente ai tuoi esempi:
1) Quella degli stipendi ai parlamentari è una bufala intera: si fa riferimento ad un articolo che non esiste, si sparano cifre non vere. Io non so se i nostri parlamentari sono i più ricchi d'europa, ma se anche fosse questo non toglie che l'appello contiene dei dati falsi.

2)l'articolo sul digitale terrestre dice chiaramente che si tratta di una quasi bufala, anche se l'affermazione che tutti i televisori di un edificio sono costretti ad essere sintonizzati sul canale del decoder è chiaramente falso.

Quindi mi sembrano nell'ordine una bufala al 100% ed una al 70%.

P.S. per paolo: non si può usare un captcha un po' più leggibile?

Gino Lucrezi ha detto...

A proposito di voci sexy... Paolo Attivissimo spesso alle convention su Star Trek dona la sua voce in italiano agli attori anglofoni.

Paperina, vieni e ti divertirai anche tu

Maurizio Carrer ha detto...

Caro Paolo, ascolto sempre volentieri i tuoi interventi alla radio svizzera e ho ascoltato anche il tuo intervento con Beppe Grillo. Pur essendo fondamentalmente d'accordo con te, spero converrai che è veramente difficile verificare l'autenticità di ciò che viene detto sulla rete, anche perchè spesso non c'è un bianco e nero ma opinioni e dibattiti. Perciò ben vengano gli interventi di Beppe Grillo, lui fa comunicazione e lo fa molto bene credimi. Spetta a noi, e tu lo fai bene, verificarne e commentare l'autenticità.

Fare le pulci su alcuni post, quando ce ne sono moltissimi ottimi e pregevoli invece non fa bene nè alla rete, nè alla libertà d'espressione, non trovi?

Ciao e buon lavoro

Anonimo ha detto...

A me sembra che abbia preso le distanze dalla questione del complottismo sull'11 settembre
---------------------------------

Evidentemente ricordi e/o hai udito male:

Grillo non ha preso le distanze.....ha dei dubbi sul 9/11, quelli che hai la prestesa di non avere te. Non distorcere la realta'.

Gino Lucrezi ha detto...

Maurizio, io trovo che fare le pulci ad alcuni post sia invece utilissimo.

Diro` di piu`.. se Beppe Grillo, con la sua capacita` comunicativa, collaborasse di piu` con Paolo, diventerebbe inarrestabile.

Tutti e due insieme potrebbero fare qualcosa in piu` per questa italietta..

Domenico ha detto...

Ormai Grillo si comporta come fosse un profeta ... lui dice cose ''buone e giuste'' e noi dobbiamo prenderle come tali.
Si inventa ridicole iniziative, tipo la Share Action oppure la lettera a Napolitano sull'Iraq e aggiunge ''obiettivo raggiunto'', quando basta leggere quele poche righe per capire che l'obiettivo principale era un'altro.
Per esempio ha deciso che Telecom Italia è male, ovviamente s'è guardato bene dal dirci quale tra gli altri 3/4 operatori di telefonia in Italia è bene.
Ha deciso che è Skype la soluzione, quando programma porta dentro di se mali peggiori di Telecom Italia, ma forse non essendo di un italiano a lui antipatico allora può andar bene.
Ci sono decine di software VoIP, e lui ci consiglia probabilmente il peggiore.
Appena puoi potresti farci capire, con la tua consueta competenza, qualcosa di serio sui software VoIP?
Io penso che se uno è un comico deve fare il comico, e non lo scienziato che ci illumina con le sue ''perle di saggezza''.

kizoushaidan ha detto...

Battuta totalmente off topic:
Non so dire se la voce di un uomo è sexy o no, ma mi chiedo se ci si può fidare del giudizio di una che si fa chiamare
"Paperina"

Anonimo ha detto...

<< Ormai Grillo si comporta come fosse un profeta ... lui dice cose ''buone e giuste'' e noi dobbiamo prenderle come tali.
Si inventa ridicole iniziative, tipo la Share Action oppure la lettera a Napolitano sull'Iraq e aggiunge ''obiettivo raggiunto'', quando basta leggere quele poche righe per capire che l'obiettivo principale era un'altro >>

Accidenti questa tua affermazione ha scaturito in me un impressionante parallelismo con l'attuale presidente USA e col suo "mission accomplished" di qualche tempo fa...

con la differenza che Grillo non è pericoloso per nessuno, meno male!

per chi mi ha giustamente corretto ringrazio:Gandhi non Ghandi

è importante

così come non "missione di pace", ma "appoggio a invasione militare"

così come non "guerra al terrorismo" ma "strategia e petrolio"

buon proseguimento

kizoushaidan ha detto...

con la differenza che Grillo non è pericoloso per nessuno, meno male!

Caso Nestlè: grazie all' intervento del comico, la Nestlè ha specificato che è meglio allattare naturalmente...
Il problema è che il corpo della madre per allattare deve nutrirsi... ma è quasi secondario rispetto al problema della diffusione della sieropositività nel mittel-africa.

Risultato: 4 o 5 volte i morti che ha alzato la guerra in iraq, + sieropositività per una marea di poppanti che avevano schivato il contagio attraverso il cordone ombelicale. quasi tutti per definizione sotto i 5 anni d'età...

si, il dato che ha detto grillo era corretto: 60000 morti fra setticemia e infezioni di vario tipo...
ma si è scordato di dire quanti ne morivano prima della faccenda.

kizoushaidan ha detto...

Fra l'altro...
La cadenza con cui si muore in Iraq è attualmente un quinto di quella che era prima dell' attacco americano...
Questo stando ai pacifinti, a cui va fra l'altro il merito di aver dimostrato inoppugnabilmente che l'Iraq possedeva armi di distruzione di massa.

Eh si.
Nella guerra Iran-Iraq... gli antiamericani hanno strillato a gran voce che l'infame America aveva regalato a Saddam Hussein veleni tremendoidali.

Quindi quelle armi la cui esistenza è stata dimostrata dai tuoi pards, caro Domenico... da qualche parte devono pur essere, nicht war???

Domenico ha detto...

X kizoushaidan, hai scritto:
Quindi quelle armi la cui esistenza è stata dimostrata dai tuoi pards, caro Domenico... da qualche parte devono pur essere, nicht war???
visto che l'unico Domenico che ha postato sono io, ti riferivi certamente a me, a che proposito mi sfugge ...
Io, sottoliavo la stupidità della campagna di Grillo ''Scrivi a Napolitano'' dove c'è scritto ''di far tornare immediatamente i nostri ''costruttori di pace'' dall'Iraq e di mandare al loro posto i costruttori di menzogne che sono al governo., ora, poiché i primi sono tornati ma i secondi non sono andati, l'obiettivo non è propriamente raggiunto. Io sottolineavo solo questo.

Critico ad esempio lo sparare a zero su Telecom Italia e il santificare Skype senza spiegare il perché.

Ogni giorno lancia la sua ''perla'', non mi pare che si spenda molto in verifiche, confronti, ect. lui intanto spara, poi si vedrà.

Tanto è un comico, mica un giornalista.
Appunto è un comico, non un giornalista!

Osmar P. ha detto...

Leggendo gli articoli di questo blog non mi resta che preferire quello di Grillo che almeno mi solleva dubbi fondati e mi incita a non soffermarmi sui dettagli che mi vengono proposti.

P.S.
Complimenti x il gatto ed il post sull'11 sett. è molto discutibile.
Ciao.

Osmar P. ha detto...

Domenico ha detto...

Critico ad esempio lo sparare a zero su Telecom Italia e il santificare Skype senza spiegare il perché.

Non ti è passato in mente che fosse solo un modo per far conoscere il voip?

P.S.
Dopo skype adesso uso Voipcheap e chiamo tutti i tel. fissi gratuitamente ed i cell. a 0,116 cent. min con un credito min. di 10 Euro ogni 4 mesi (prima con telecom ce ne volevano 130 Eur. ogni 2 mesi).
Grande Grillo continua ad informare la gente!

ohp ha detto...

Leggendo gli articoli di questo blog non mi resta che preferire quello di Grillo che almeno mi solleva dubbi fondati e mi incita a non soffermarmi sui dettagli che mi vengono proposti.

P.S.
Complimenti x il gatto ed il post sull'11 sett. è molto discutibile.
Ciao.


(ROTFL!)

Ecco la differenza tra Grillo e Paolo, cotta e mangiata in mezzo secondo.

Ci sono persone tagliate per gli articoli Grillo, e ci sono persone tagliete per gli articoli di Paolo; è solo una questione di testa e di scelta.

Anonimo ha detto...

SIETE PENOSI!!!

Anonimo ha detto...

Beppe Grillo dice le cose come sono e di sicuro a gente come voi fà male la verità!
Un amico di Grillo

kizoushaidan ha detto...

La verità sta più nella matematica che nella letteratura, sig. anonimo.

Domenico, gli ignoranti in scranno hanno da sempre fatto più danni dei militari in guerra.

Basta pensare alle assurde cure mediche basate sull' ossido di mercurio, oppure agli pseudo-scienziati che sostengono di curare malattie infettive, dicono che un paziente è sano, e poi lo mandano ad infettare altra gente...

Poi c'e' la sgradevole "strumentalizzazione della sfiga"
che porta al paradosso che meno un volontario è utile in sito più diventa famoso in quanto volontario, disperdendo in cene e vacanze gli aiuti che potrebbero andare a chi si limita ad aiutare e non si preoccupa se alle elezioni vincerà Prodi o Berlusconi.
Io capisco che chi porti un fucile appresso venga più facilmente associato a "muerte y destruction" (muerte y destruction che se fa soffrire il mondo occidentale non disturba gli estimatori di Grillo)
Ma non è affatto vero che le guerre fanno più danno degli ignoranti che si mettono ad arringare le folle.

Dan ha detto...

No. Tu non sei un amico di Grillo.
Anzi, con il tuo cieco qualunquismo sei il suo peggiore nemico, così come di Attivissimo, e di qualsiasi essere senziente sulla faccia della Terra!
C'è una nuova moda in città, che si chiama "leggere, capire, ragionare". Guarda se ti sta bene addosso.

Sai qual'è la cosa triste? Che di gente che faceva di codesti interventi ce n'era anche negli articoli sull'undici settembre. Interessante parallelismo, nevvero?

Che tristezza.

Dan ha detto...

"sì sì li vedo i vostri strali "lo fa solo per vendere dvd e spettacoli quello stronzoneeee!!!! noi siamo onesti noi che.... noi che sappiamo la verità perchè ci documentiamo fino alla paranoia... e poi?"
Scusa ma... dov'è che l'avresti vista un'affermazione del genere? L'unica volta che è stata fatta è stato verso gli imbroglioni che vendono libri e DVD su 9/11, esoterismo e assurdità varie...
Se ti dai il disturbo di leggere quel che c'è scritto qui, noterai che ci sono solo leggere critiche al metodo di lavoro di Beppe Grillo, forse un pò troppo "superficiale" a volte... ma che io imputo più al suo carattere, avventato e impulsivo che ad altro; lui è sempre stato abituato a scagliarsi con forza contro le ingiustizie, talvolta forse parte in quarta un pò troppo facilmente quando dovrebbe invece aspettare un momento e verificare due cose. D'altronde lo sappiamo tutti che è un pò "incazzoso"...
Per il resto l'utilità e il lavoro di Grillo lo riconosce anche Paolo, quindi cos'avete da indignarvi tano tutti quanti? Primo, passate per un branco di estremisti di Grillo che ricordano un pò troppo quelli per il complotto 9/11, secondo, Paolo NON ha dato addosso o screditato Grillo...
Su diamoci una calmata ragazzi, che stiamo tutti dalla stessa parte.

Anonimo ha detto...

x Attivissimo:
Sei distante anni luce dal dimostrare, a chiunque sia minimamente informato e in grado di ragionare, che le tesi alternative sul 9/11 e sulle scie chimiche sono delle bufale.
Sarebbe ora che riflettessi un pò prima di sparare cavolate.
Per credere alla versione ufficiale bisogna avere dei problemi cognitivi.
Mi chiedo spesso perchè tu la debba difendere.

Osmar P. ha detto...

Il suo modo "incazzoso" serve a far "incazzare" la gente che oramai subisce senza reagire.
I metodi moderati di discussione (che per tanto tempo ci hanno preso in giro) sono arrivati al culmine.
Non ci sentiamo più rappresentati da nessuno e non siamo più solidali l'uno con l'altro.
Non dimentichiamo inoltre che l'Italia è popolata in maggioranza da persone semplici che magari non sanno neanche cos'è un blog.
I metodi di Grillo sono rivolti più a quelle persone,che hanno bisogno di quel tipo di incitamento per svegliarsi.
Queste persone si immedesimano in lui che è più vicino al loro modo di pensare e magari si fanno anche qualche risata.
Quindi se Grillo sbaglia che ben venga! l'importante è la sostanza.
Inoltre sono anche felice che si facciano discussioni su dei suoi errori perchè vuol dire che qualcosa si muove e qualcuno inizia a pensare con la propria testa.

P.S.
Eddai che il 9/11 è stato un complotto oramai è troppo evidente.
La storia inventata per vendere libri o dvd!? ma vi faccio presente che sono iniziati a circolare su internet e totalmente gratuiti i filmati che mettono in discussione l'accaduto con prove visive,scientifiche e testimonianze dell'accaduto che non hanno mai avuto smentita.
Dopo la tragedia sono usciti anchè libri e dvd editi da fonti giornalistiche dell'accaduto.
E qui mi viene da pensare..."che siano stati anche loro daccordo con chi ha causato la strage per vendere libri o dvd?".
Il mondo è incerto e tutto va messo in discussione...w Grillo.

Anonimo ha detto...

Grande Osmar P.!
Secondo te perchè Attivissimo non si accorge del complotto relativo al 9/11?

Anonimo ha detto...

Caso Nestlè: grazie all' intervento del comico, la Nestlè ha specificato che è meglio allattare naturalmente...
Il problema è che il corpo della madre per allattare deve nutrirsi... ma è quasi secondario rispetto al problema della diffusione della sieropositività nel mittel-africa.


Ragazzi questa è eccezionale, adesso Grillo ha fatto ammalare di aids centinaia di migliaia di bambini in Africa ahhaahhaahahah

scusa , ti faccio presente che l'aids al 90% è diffuso nelle popolazioni povere del mittel-africa come lo chiami tu, dove le madri allattano COMUNQUE i propri figli con le tette, perchè sono l'unica cosa che hanno per allattarli

poi la teoria secondo cui sia moltyo più facile contrarre l'aids dalla poppata piuttosto che dal cordone ombelicale è tutta da dimostrare

e poi cosa sono queste idee al limite della follia che l'uomo col fucile fa meno vittime dell'arringatore di folle? sei per caso un militare che difende la sua categoria? allora vai in Iraq di persona a constatarlo!

secondo me stai confondendo Grillo con Bush

Carlo ha detto...

A mio modesto parere, Grillo sempre più spesso esagera nel cavalcare in maniera populista le proteste "di moda", senza porsi il problema di presentare le questioni che tratta in maniera obiettiva. Lo ha fatto con la TAV in Val di Susa, con l'11 settembre, e anche con la sperimentazione animale. Ciò detto, il suo ruolo è utile a mettere in evidenza questioni non affrontate dai canali informativi convenzionali (TV e giornali). Credo tuttavia che proprio per l'importante ruolo che ha assunto, dovrebbe sforzarsi di essere più documentato e obiettivo, abbandonando i toni demagogici da tribuno della plebe.

Maurizio Grillini ha detto...

Ritorno su questo blog dopo qualche giorno di assenza. Su questo blog perche' su quello di Beppe Grillo non ho avuto il piacere di trovare il mio messaggio del 18 gennaio, e con grande rammarico dal momento che sono un suo fan (ammetto la possibilita' di problemi tecnici, naturalmente). Essere fan non significa prendere per oro colato tutto quel che dice, naturalmente.
Come ho gia' detto, e come hanno affermato altri (Gino Lucrezi, per esempio), una collaborazione su alcuni temi puo' solo essere positiva per quest'Italietta. A Beppe Grillo volevo ricordare la mail di Manuela Ferracin (data: 07.07.06, ora: 16:49): Caro Beppe, perchè tu e Paolo...non cercate di essere più amici??? Entrambi fate un lavoro ottimo e indispensabile... , associandomi alla richiesta. Dal 7 luglio sono passati piu' di 6 mesi ma mi viene il dubbio che il mio intervento non sarebbe servito a nulla.

A quanto vedo il blog di Beppe Grillo e' purtroppo un'arena dove viene lanciato il sasso e poi tocca ai gladiatori scannarsi tra di loro. Mentre Paolo interviene attivamente, Beppe sparisce e probabilmente non leggera' mai gli interventi dei blogger. E' vero che deve fare spettacolo, ma se avesse l'umilta' di inserire aggiornamenti e rettifiche, eviterebbe di tirarsi dietro tante critiche (e qui in Emilia se ne sta tirando dietro molte), e avrebbe maggiore credibilita'.

kizoushaidan ha detto...

e poi cosa sono queste idee al limite della follia che l'uomo col fucile fa meno vittime dell'arringatore di folle?

In qualunque caso, l'uomo col fucile risponde all' arringatore di folle.
Comunque è certo, l'ignoranza fa più vittime della guerra.
Specialmente per come si combatte oggi la guerra.

Evidentemente IGNORI che una madre può avere un gruppo sanguigno diverso da quello del figlio.
Per qualche motivo, tutt'ora non del tutto noto, gli anticorpi di un corpo, non aggrediscono l'altro.
Non ci avevi mai pensato?
Magari una madre con sangue A+ ha in gestazione un figlio con sangue B-, porterà a termine la gravidanza senza problemi.
Il latte invece, non ha alcun impedimento, quello che c'e' nel latte della madre viene poppato dal figlio as it is.

Le cose che dici "sono da dimostrare" sono ampiamente dimostrate, sig. anonimo.
solo che le IGNORI.

Tornando al discorso dei due bloggers, si può tornare in topic.
Sono certo che se paolo attivissimo apprendesse che una madre in gravidanza non può avere antigeni che mancano al figlio, lo direbbe.

Beppe Grillo è stato zitto su molte cose.

Luca ha detto...

Beppe Grillo fa della buona informazione, di cui c'è bisogno in un paese come il nostro in cui pochi giornalisti sanno/riescono a fare bene il proprio mestiere. Purtroppo si è montato la testa si è dato un po' il ruolo di auctoritas del blogging, anche perché ha un feedback di centinaia di migliaia di persone che gli danno retta, ragione e gli riempiono i teatri. La differenza sostanziale con Paolo è attivissimo.net fà dell'ottima informazione, rigorosa in fonti e metodo come solo un esperto del mestiere può fare (dà notare il grandissimo scivolone di Beppe che reputa Paolo un novellino del campo che gli fa le pulci per guadagnarsi un po' di pubblicità, non sapendo che la newsletter lavorava a regime mentre Grillo non sapeva manco cosa fosse internet). Inoltre Paolo può mantenere quell'aria di imparzialità e autorevolezza assoluta lavorando senza redazione (che Grillo invece ha) e stando lontano dalla politica. Un lavoro di ottima fattura come undicisettembre.blogspot.com Grillo se lo sogna

kizoushaidan ha detto...

Non son mai stato diplomatico, luca, ma penso che se uno vuole informarsi sa che non trova le informazioni che gli servono in un monolito piovuto nel giardino da non si sa dove...
A mio avviso chi cerca di informarsi presso santoni e teatranti semplicemente non ha la testa per consultare un manuale, una pubblicazione o un esperto.
Un dato serve a ben poco se non se ne conosce la funzione, e penso che quello di cui ci sia bisogno, da 15 miliardi di anni (circa) a questa parte è che la gente si renda conto che non esistono miracoli che fanno crescere i muscoli o la cultura in 5 minuti.
Soprattutto, chi ancora non ne è persuaso dovrebbe persuadersi che l'analisi a partire dai dati è superiore all' analisi a partire dalla tesi.

Anonimo ha detto...

grande stima per Paolo. Ottimo sbufalatore. ma sbufalare è più facile che debunkare. Purtroppo per quanto possa essere metodico e preciso è ben lontano dall' essere pienamente convincente sulle 2 questioni che forse gli stanno più a cuore: Luna e 11/9. Ma nessuno è perfetto, nè Paolo, nè Beppe. Tantomeno il sottoscritto, ovviamente. Dario

Anonimo ha detto...

si io IGNORO caro il mio esaltato saccente . mi dispiace ma fin quando esisteranno tipi come me, tipi pazzoidi come te non avranno vita facile

sproloquia pure qui ma le boiate che dici trovereanno sempre una valida controdeduzione

l'uomo col fucile uccide

oggi in iraq ci sono 30 morti di media al giorno

non c'erano sotto Saddam

questo è un fatto

il duro prezzo da pagare per la libertà? la libertà di chi? chi ci dà il diritto di arbitrare cose che non ci sono proprie?

mi dai dell'ignorante? sia pure

tu che difendi l'uomo col fucile fammi vedere questa civiltà, questa utilità

altrimenti continua coi tuoi vaneggiamenti

voglio vedere l'espressione sul tuo volto quando capiterà a te

non dirai più "mittel", dirai "merda!"

kizoushaidan@hotmail.com ha detto...

Lo scandalo "Oil for food" è chiamato così perchè ce ne erano molti di più per fame e malattie.
Semza contare che, come ben sai le ceneri sono associate a molti tipi di tumori, e i goliardoni che hanno dato fuoco ai pozzi ne hanno riversate parecchie in zona.

Non è il prezzo da pagare per la loro libertà, è il prezzo da pagare per la nostra, più precisamente per la tua.
Triste, ma i Ns. governanti ci bastano ed avanzano, senza dover prendere ordini da svariati colonnelli.

Se non avessi un mezzo motorizzato ed una casa riscaldata saresti il primo a lamentarti. Io ho già vissuto in una casa non riscaldata e non ci vedo nessun problema. Tu quasi di certo non hai le nozioni di fisica e medicina necessarie per sopravvivere a <+5° costanti.

Anonimo ha detto...

Se non avessi un mezzo motorizzato ed una casa riscaldata saresti il primo a lamentarti. Io ho già vissuto in una casa non riscaldata e non ci vedo nessun problema. Tu quasi di certo non hai le nozioni di fisica e medicina necessarie per sopravvivere a <+5° costanti

Adesso ti improvvisi anche indovino?

Non ho un mezzo motorizzato e posso vivere tranquillamente con 5 gradi di temperatura, anche se non è tra i miei desideri più ardenti

comunque adesso ho capito l'origine dei tuoi vaneggiamenti: il freddo ti ha dato alla testa ^_^

kizoushaidan ha detto...

Oh, vivi per caso (ma solo per caso) con i genitori?
scemo io a perdere tempo, in tal caso :D

mAx ha detto...

Sto ascoltando la trasmissione mentre scrivo, e da poco Paolo è stato bellamente "cassato" da uno speaker in evidente debito d'ossigeno (gli trema la voce: non voglio pensare sia dovuto a una sudditanza verso l'ospite "importante", quindi dev'essere per forza la carenza di aria nello studio, ma sì, dai).

E sto provando profondissima tristezza per Grillo. Non mi sta neanche facendo innervosire. E' solo triste, molto, molto triste.

Peccato. Peccato sul serio. E lo dico da suo fan, da persona che va ai suoi spettacoli. Da persona che sperava che i buoni intenti non dovessero essere sempre - per forza - accompagnati da boriosa tracotanza.

Luca ha detto...

Nemmeno io sono solito ricorrere alla diplomazia ma vorrei puntualizzare una cosa: non credo che leggere il blog di Beppe Grillo o assistere al suo spettacolo possa portare ad alcuna forma di cultura da 5 minuti o di altro genere. D'altro canto però Beppe presenta al grande pubblico dei temi e delle notizie che vengono sistematicamente ignorate dai media principali e lo fa con una certa dose di attendibilità (vedi ricostruzione della Galassia Telecom grazie alla sua redazione o altre "inchieste"). Nelle persone dotate di un minimo di coscienza critica quello che pubblica spinge a porsi almeno qualche domanda (e in questo assomiglia a Paolo). Nessuna pubblicazione specialistica tratterebbe così tanti temi e raggiungerebbe mai un pubblico così ampio. Di certo Beppe si compiace e fa in qualche modo uso di coloro che prendono quello che dice per oro colato e non accetta di mettersi in discussione, forse per paura di venire screditato. Ma preferisco un santone in più che ogni tanto prende qualche cantonata che migliaia di persone che credono a tutto ciò che dice la televisione.

Maurizio Grillini ha detto...

Luca, hai ragione, ma un blog come quello di Grillo non puo' permettersi di essere usato in quella maniera: ti aizzo il pubblico con informazioni non verificate, le spaccio per vere anche se mi dicono che non lo sono, poi quelli si scornano e io vado avanti con il prossimo scandalo. In questo modo non si progredisce e si arriva all'assuefazione da scandalo. A questo punto, tornando al titolo della trasmissione, "Vi fidate di Beppe Grillo?" (che ha fatto nascere questa discussione), mi posso io fidare di Beppe Grillo? Puo' servire a qualcosa dirgli che d'estate l'uovo si cuoce anche sul cofano dell'automobile, che non irradia onde elettromagnetiche? Puo' servire a qualcosa scrivere sul suo blog che 15 mesi fa, quando si comincio' a parlare di skype, Bill Gates volo' in Italia allo SMAU per parlare con Capitalia e i dirigenti Telecom "con cui stiamo testando nuove tecnologie"?
(Articolo de Il Corriere della Sera del 24 ottobre 2005, pag. 17)
Nuove tecnologie a noi? E dove sono finite? Ecco le nostre tecnologie:
http://blog.quintarelli.it/2006/09/ed_una_pessima_.html
(basta leggere il primo commento)

Su questa rete ballerina vorrebbe usare Skype? Posso ricordare a Beppe Grillo che Skype ha bisogno di una linea ADSL? Che se contemporaneamente voglio usare il computer questa deve essere veloce? E questa ADSL chi me la da? La signora ultimo-miglio? Quella che mi ha lasciato a piedi per una settimana e alla mia richiesta di rimborso mi ha risposto che il rimborso e' solo per la linea voce?

Puo' servire a qualcosa dire che si sta consumando l'ennesimo sperpero di soldi dei contribuenti nel nome dell'Open Source?

A chi le dico queste cose? A gente che copre la discussione con gridolini isterici?

Fine dello sfogo, torniamo alla normalita'. Spero si sia capito che ci tengo a Beppe Grillo, uno dei pochi che resta fori dal coro. Ma ci tengo anche alla verita': ci sono troppi boccaloni che prendono per oro colato le sue esagerazioni. Ho scritto a Beppe Grillo, adesso vediamo se il blog e' una periferica di output oppure se accetta anche dei suggerimenti.

dodo ha detto...

Ho trovato un tantino penosa una parte della "difesa" di grillo, attaccarsi a frasi del tipo "io faccio questo lavoro da trent'anni, attivissimo non lo conosco, penso che sia un bravo ragazzo, [...] arrivato adesso..."
bah...

Anonimo ha detto...

Buonasera,
mi ci è voluto un pò di tempo, devo dire, ma sono riuscita a leggere tutti i Vostri messaggi di questa discussione (sbanf, sbanf!! :) :) :) )
e ho avuto, correggetemi se sbaglio, la vaga sensazione che si tenda un pochino a erigere "fazioni" (Vi prego di passarmi il termine :) ) e "scuole di pensiero" a favore di Paolo Attivissimo da una parte, e di Beppe Grillo dall'altra.
Se così fosse sarebbe un peccato, perché sono ampiamente in sintonia, invece, con chi di voi invitava il signor Grillo e il signor Attivissimo a collaborare parallelamente. Eh, si, la penso anch'io così: è vero, pur essendo molto diversi i loro stili e i modi di lavorare, sono comunque due importantissimi professionisti. Sicuramente imperfetti (e chi non lo è? ':) ma entrambi operano con una bontà, serietà, e onestà d'intenti, risultando utilissimi, poiché seppur con modalità diverse, riescono a raggiungere entrambi lo stesso obiettivo: informarci e/o controinformarci (termine palesemente sconosciuto agli abulici e paralizzati mass media tradizionali, con svantaggio ovviamente per noi italiani che siamo in mezzo e dobbiamo capire cosa succede e dove stà la verità.)
Eh si, perché purtroppo non dobbiamo dimenticarci che la nostra "Italietta" è ahimè purtroppo composta da troppe persone cresciute a pane di televisione e carta stampata; due mezzi notoriamente strumentalizzati, faziosi, politicizzati (checché cerchino di negarlo con tutte le loro forze, ma la gente non è scema e ragiona con la sua testa..)che hanno subito l'usura del tempo e sono diventati presto vecchi, inadeguati a tempi e fuorvianti e anche tante volte ingannatori, anche, con il risultato che il povero cittadino non sempre riesce a sapere quali sono i suoi diritti e i fatti reali che succedeno intorno a sé.
Ecco, quindi, nella sventura (siamo tutti sulla stessa barca) abbiamo la fortuna di avere finalmente un mezzo democratico e unico come il Web, che nel bene e nel male, ci ha liberato, almeno un pò da quella deleteria e distruttiva pigrizia mentale in cui quei piccoli velenosi mostriciattolini mediatici tradizionali ci hanno per troppo tempo fatto vivere, sperando di poter così continuare indisturbati a minare le nostre menti spesso facilmente influenzabili.. Grazie al cielo questa cosa si è a un dato momento fermata, grazie a Internet, e abbiamo cominciato a svegliarci, perchè non siamo mica scemi. Dopotutto ci piace interessarci alle cose ed è vero che siamo "appassionati di ogni discussione" (per citare il grande Gaber) (spesso avvelenandoci), però, se l'informazione non ci basta o non ci torna chiediamo spiegazioni, e grazie a questo ottimo strumento sappiamo tutti che basta spulciare e si trovano tutte le alternative che vogliamo per riflettere con i nostri cervelli.
Quindi c'è ampio spazio per tutti: Il sito e il blog di Attivissimo e il blog di Beppe Grillo non si escludono, e poi non ci sono mica solo loro. Il Web è talmente grande che se uno vuole si abbuffa letteralmente di ricerche.
In conclusione. Ringrazio Paolo Attivissimo per il Suo preciso, rigoroso, concreto ed educatissimo ma efficacissimo contributo al nostro sapere, e come fan del grande Beppe ringrazio per tutto il resto: anche se non sempre preciso e accurato, grazie per le sue accorate ricerche, la pazienza, il cuore, l'onestà, l'anima, la rabbia, le incazzature che da 30 anni vive per il Suo Paese, e per tutta la sua voglia di cimentarsi a portarci l'informazione il più a occhi aperti possibile.

E grazie anche a Voi per aver avuto la pazienza di leggere il fiume di parole, grazie.

Vale76

federico ha detto...

Io invece non ci ho neanche provato a leggerli tutti i commenti (spesso però lo faccio, perchè penso che i "commenti", più che commenti, siano interventi di una discussione sull'articolo).

Ti faccio una domandona bella scomoda:Tu cosa ne pensi di beppe grillo, tutto considerato?

ciao!

Paolo Attivissimo ha detto...

>Ti faccio una domandona bella scomoda:Tu cosa ne pensi di beppe grillo, tutto considerato?

Credo sia una persona partita in buona fede, che però si trova ora sotto troppa pressione per produrre ogni giorno qualcosa di sensazionale e per via della sua popolarità finisce per essere attorniato da persone poco obiettive.

In parole povere: il successo è una brutta bestia ed è facile farsi incornare e perdere per strada il senso della realtà.

Marco ha detto...

Ciao,
con quale programma posso aprire il file .ram che ho scaricato alla fine dell'articolo?

Grazie :)

gu ha detto...

ciao! volevo sentirmi la registrazione di grillo, ma non e' piu' disponibile. Quindi se hai un altro link mettilo, altrimenti togli quello vecchio almeno uno non prova invano.

ciao
gu