Cerca nel blog

2007/01/22

Antibufala: il caso John Titor

John Titor, "viaggiatore nel tempo"


Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "massimo.so****" e "cele81".
L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Come accennato in una puntata recente del Disinformatico radiofonico, mi sto occupando del caso di John Titor, il presunto viaggiatore nel tempo comparso su Internet nel 2000, per conto della televisione svizzera TSI e per rispondere alle vostre numerose richieste in proposito.

Se avete (o sapete dove reperire, anche presso un museo) un computer IBM 5100, annata 1975, come quello mostrato nella foto qui sopra, scrivetemi: la TSI lo sta cercando come oggetto di scena per il programma che tratterà la storia di Titor. Aggiornamento: grazie anche al suggerimento di DYK RedWind, è stato reperito a tempo di record.

L'IBM 5100 è infatti uno degli elementi chiave della vicenda: il viaggio nel tempo di John Titor, infatti, sarebbe stato iniziato allo scopo di procurarsi uno di questi computer per portarlo nel 2036, dove serviva per fare il debug ad alcuni vecchi programmi.

Sia ben chiaro: la probabilità che Titor fosse realmente un crononauta è praticamente nulla. L'indagine svolta fin qui punta invece ad un'operazione commerciale concepita per creare un mistero a tavolino e venderne i diritti a Hollywood o agli ingenui, secondo un modello di marketing di grande successo (basti pensare a Charles Berlitz con il libro Bermuda: il triangolo maledetto o al recente Codice da Vinci); finora ha dato vita a un business di magliette, un libro e un'opera teatrale. Qualche tempo fa si parlava anche di un film.

Ma il modo in cui si dipana la vicenda, con la sua sofisticazione nel fornire dettagli intriganti (fotografie comprese) e creare una premessa non falsificabile grazie alla giustificazione delle linee temporali multiple, merita attenzione comunque per il suo fascino. Di certo non è la fantasia di un dilettante.


La storia


Il 2 novembre 2000, una persona che sceglie l'appellativo Timetravel_0 inizia a scrivere messaggi in vari forum di Internet dedicati ai viaggi nel tempo (fra cui Timetravelinstitute.com) e dichiara di essere un viaggiatore nel tempo proveniente dal 2036. Successivamente cambia appellativo e si fa chiamare John Titor, anche se a quanto pare si tratta di uno pseudonimo.

Titor dichiara di essere un soldato e di lavorare per un progetto governativo: è stato inviato dapprima nel 1975 per recuperare dal nonno, ingegnere dell'IBM a Rochester, un computer trasportabile IBM 5100, che a suo dire contiene funzioni non documentate che gli permettono di svolgere un'operazione vitale per il mondo del 2036: effettuare conversioni fra i vecchi sistemi IBM e UNIX e (secondo alcuni suoi interpreti) permettere così all'epoca di Titor di sopravvivere al collasso dei sistemi UNIX previsto per il 2038. Dopo aver recuperato il computer, Titor sta facendo sosta nell'anno 2000 per far visita alla propria famiglia e a se stesso da bambino e per vedere di persona gli effetti (secondo lui disastrosi) del Millennium Bug del 2000.

Nei suoi molti messaggi, Titor dichiara di non voler convincere nessuno dell'autenticità della propria storia, ma di voler semplicemente saggiare la reazione delle persone alla possibilità di incontrare un crononauta. Risponde estesamente alle domande dei partecipanti ai forum e fornisce dettagli tecnici e anche immagini della sua "macchina del tempo": un modello C204, fabbricato dalla General Electrics nel 2034, pesante circa 250 chili e trasportato in una Chevrolet Corvette cabriolet del 1966 (successivamente scambiata con un furgone a quattro ruote motrici del 1987).

Il 24 marzo 2001, John Titor annuncia il proprio ritorno a casa, al 2036. Da allora non si è più fatto sentire.


L'indagine


L'analisi dei messaggi di Titor (ottimi punti di partenza sono Time Travel Portal e Above Top Secret) produce risultati ambigui. Le immagini della sua "macchina del tempo" sono pessime e il "manuale" sembra veramente dilettantesco (specialmente se si considera che è stampato nel 2030 e passa), eppure Titor ha dimostrato una notevole padronanza della terminologia della fisica avanzata e dell'informatica.

Titor ha previsto erroneamente che vi sarebbe stata una guerra civile in USA dal 2004 al 2015 e che l'edizione finale delle Olimpiadi sarebbe stata nel 2004 (mentre le Olimpiadi Invernali del 2006 si sono tenute); ma si è coperto le spalle "spiegando" che esistono molti mondi paralleli al nostro e che in ciascuno di questi mondi gli eventi sono leggermente differenti; lui proverrebbe in realtà da uno di questi mondi e avrebbe raccontato la cronologia di quel mondo, che può essere divergente rispetto alla nostra. Le previsioni di Titor sono piuttosto catastrofiche, come si conviene al buon profeta: la Terza Guerra Mondiale fa 3 miliardi di morti nel 2015, la Russia bombarda le citta americane, europee e cinesi, e la Microsoft non esiste più (non tutto il male vien per nuocere, insomma).

Un aspetto interessante della sua storia è appunto la questione dell'IBM 5100: infatti le funzioni non documentate descritte da John Titor esistono realmente ed erano effettivamente segrete all'epoca della commercializzazione di questo modello di computer. Ne parla un articolo del Rochester Magazine di agosto 2004, che intervista Bob Dubke, uno dei tecnici che progettò l'IBM 5100 e ne realizzò specificamente l'interfaccia fra il suo codice assembly e l'emulatore 360 inglobato nel sistema. IBM tenne segreta quest'emulazione perché temeva che la concorrenza ne approfittasse, dato che permetteva ai programmatori di accedere alle funzioni dei mastodontici computer IBM degli anni Sessanta.

Secondo l'articolo, Dubke non aveva mai sentito della storia di Titor: quando gli fu raccontata, la sua prima reazione fu chiedersi quale membro del suo gruppo di sviluppo all'IBM poteva avere il senso dell'umorismo necessario per architettare un putiferio mediatico del genere. Gli venne anche in mente un possibile candidato, ma analizzando i messaggi di Titor osservò che erano "troppo semplici" per essere il parto di un suo collega, che fra l'altro non avrebbe mai usato l'espressione "legacy code" usata da Titor. La congettura di Dubke è che la "conoscenza segreta" di John Titor derivi da informazioni reperite frugando in Internet.


Tracce di speculazione


Un paio di indizi puntano a un piano di sfruttamento commerciale della vicenda Titor. Certo questo di per sé non significa che la storia di Titor debba essere falsa, ma quando ci si mette di mezzo il vil denaro, le bugie nascono e crescono più rigogliose. Semmai, la storia è con tutta probabilità una bella bufala perché sarebbe stato facilissimo per Titor autenticarla, per esempio lasciando nel nostro tempo un oggetto fabbricato con la tecnologia del 2030. In questo modo, anche se le sue previsioni fossero risultate sballate a causa delle linee temporali divergenti, avremmo comunque avuto sempre un oggetto verificabile e studiabile.

Il primo indizio è che il libro scritto nel 2003 dalla "mamma" di John Titor, John Titor - A Time Traveler's Tale, è pubblicato da Instantpublisher.com, sito di una mini-casa editrice del Tennessee specializzata in vanity edition: le edizioni che l'autore paga per farsi pubblicare. Il sito è registrato a nome della Fundcraft Publishing, Inc., specializzata in libri di cucina. Può darsi, come ipotizza un commento su Amazon.com, che si tratti di un tentativo dell'editore di diversificarsi e risollevare le proprie fortune, visto che il mercato dei libri di cucina è piuttosto inflazionato e c'è la concorrenza delle ricette scaricabili da Internet. Quello che è certo è che il libro non è garantito da una casa editrice di spicco, che avrebbe dovuto intrattenere rapporti con la "mamma" e decidere se presentare la storia come fiction o come realtà, pena conseguenze legali e d'immagine molto serie.

Il secondo indizio è l'assidua presenza di un avvocato, Larry Haber, in vari aspetti della vicenda. Come spiegato su ConspiracyCafe.net, Haber, intervistato nel programma radio Coast to Coast del 14 febbraio 2006, è un avvocato "specializzato negli aspetti legali dell'entertainment". Non ha mai incontrato nessuna delle persone coinvolte nella storia (ha soltanto parlato con "mamma Titor" per telefono), ma ha dichiarato di aver curato le questioni di diritto d'autore per la pubblicazione del libro citato prima.

Il nome di Haber salta fuori anche in relazione a un possibile film sulla vicenda Titor (Haber ne ha inviato alcune immagini a Time Travel Portal) e a un documentario, Obsessed and Scientific, in vendita su Johntitorweb.com, dove è reclamizzato anche un fumetto. E' anche un produzione un altro "documentario" sul tema, intitolato Timetravel_0.

Sembra insomma abbastanza chiaro che intorno a John Titor si cerchi in ogni modo di far girare dei soldi. Vera o falsa, la storia è indubbiamente abbastanza accattivante, con il suo misto di catastrofismo con possibilità di redenzione, Terminator, L'esercito delle 12 scimmie e complottismo (c'è chi riesce persino a tirare in ballo l'11 settembre "previsto" da Titor e dichiarare che gli USA sono già in regime di guerra civile ma non se ne sono accorti), da attirare certamente la curiosità di Hollywood. Staremo a vedere.


La trasmissione


La TSI ha completato e trasmesso la puntata di Storie dedicata a John Titor: è stata trasmessa il 15 aprile 2007 ed è disponibile in streaming qui.

194 commenti:

MrPatol ha detto...

uhm, a questa eventualità non avevo ancora pensato, potrebbe essere una verità ...che verrà inesorabilmente svelata al momento che qualcuno venderà i diritti a qualcun'altro. Io ho acquistato il libro un anno fa, ma non aggiunge nulla a quello che si trova gia online.
Cio non toglie che in alcune previsioni ci ha azzeccato.
É tuttavia l'opera di una sola persona oppure di un gruppo di persone ? Ovvero JT ha una personalità multipla essendo la marionetta di un team organizzato oppure il genio di una persona ?

Paolo Zago ha detto...

La "motivazione" del viaggio nel tempo mi sembra piuttosto inverosimile: tornare indietro nel tempo per reperire un computer da usare per fare dei backup, ma se gia' oggi abbiamo a disposizione emulatori e virtualizzatori per far girare praticamente qualunque cosa...

Paolo

Hammer ha detto...

Paolo,
credo che ci sia un errore di battitura nel testo.

Hai scritto: "legacy code2
Ma immagino che fosse "legacy code"

...cioè ti è scappato un 2 al posto di ".
Giusto?

Ciao

kizoushaidan ha detto...

per paolo zago.
Ci sono due programmi che uso abitualmente su un vecchio 486, di cui non ho trovato alcun modo per farli girare su windows xp, ho chiesto in giro fra quanti ci hanno provato, e nessuno ci è riuscito.
Pare non ci sia emulatore che tenga, di solito quando cerco di avviarli, l'emulatore si "abbassa" e appare il messaggio d'errore del sistema operativo installato sul computer.
Non che questo renda verosimile la storia...

marko ha detto...

Se in autostrada sono in quinta e riesco ad infilare la retromarcia viaggio anche io nel tempo a ritroso! :)

Marco ha detto...

Non c'e' dubbio, l'argomento e' interessante e afascinante xo qualcosa non mi torna:
se davvero ci sono mondi paralleli con "piccole" differenze tipo una guerra di 11 anni ke senso avrebbe andare a vedere la propria famiglia nel mondo "sbagliato"??? la piccola differenza potrebbe essere ke i genitori sono serial killer o due provette
Sull'argomento non sono informato, ho letto solo la notiza di Paolo

ciao
Dj Spesso

john_wayne ha detto...

Certo, può essere che il viaggio del tempo sia vero.

E può anche essere che la pranoterapia sia utile, l'astrologia funzioni e i miracoli succedano.

Però, finché nessuno mostra le prove, non ci credo. Anzi, fin'ora mi sembra che tutte le prove siano a favore dello scetticismo...

Però a Titor non interessava che noi gli credessimo giusto? Beh, questo lo sollevava dalla responsabilità di doverci spiegare un sacco di cose, e la storia dei mondi possibili? E' vero che ogni scelta determina la creazione di un universo ogni volta diverso (ma non quanto certi benpensanti vogliono farci credere, ad esempio se torno indietro milioni di anni e uccido un dinosauro non cambia un...); però la storia di lui che torna indietro in un mondo a caso mi puzza un po' tanto di altra toppa fantascientifica.

Adesso che se n'é tornato nel 2036, in quale 2036 é tornato? Nel suo con la popolazione mondiale dimezzata o nel nostro con le Olmipiadi e "solo" la guerra in Iraq?

john_wayne ha detto...

"Se in autostrada sono in quinta e riesco ad infilare la retromarcia viaggio anche io nel tempo a ritroso! :) "

Anch'io: devo ricominicare a pagare il mutuo della macchina da capo!!!!! :-D

Anonimo ha detto...

per paolo zago:
Al giorno d'oggi abbiamo un paio di emulatori discretamente funzionanti per emulare sistemi contemporanei o sistemi passati di enorme valore commerciale, ma ancora quasi niente a livello di virtualizzazione (rispetto a quello che sarebbe possibile).
Alcuni di quelli che chiamiamo emulatori possono "creare un ambiente simile", ma non certo leggere il codice scritto per quell'architettura. Solo 20 anni fa c'erano ancora numerose architetture diverse sparse per il mondo, e la grande maggioranza dei programmi scritti per quelle è al momento inutilizzabile.
La motivazione del computer da recuperare non è quindi tanto facilmente screditabile, altrimenti non ci sarebbero stati tutti questi dubbi.
L'obiezione di Dj Spesso è effettivamente interessante, anche se lui avrebbe replicato che voleva appunto vedere che ne era stato della sua famiglia in questo mondo.

Ivan

Anonimo ha detto...

ma non sarebbe stato sufficiente chedergli data e luogo di nascita e poi andare a verificare?

abs ha detto...

>Le previsioni di Titor sono
> piuttosto catastrofiche, come si
> conviene al buon profeta: la
> Terza Guerra Mondiale fa 3
> miliardi di morti nel 2015, la
> Russia bombarda le citta
> americane, europee e cinesi, e
> la Microsoft non esiste più.

... MA cosa ci sarebbe di catastrofico se la M. non esistesse + ?
( Io sogno un mondo di pinguini ... )

m1979 ha detto...

Secondo me ha ragione john wayne, quando dice in che 2036 è tornato? nel suo catastrofico o nel nostro normale? perchè se sarebbe tornato nel nostro, beh la sua missione sarebbe inutile, no? Quindi che senso avrebbe farlo mandare nel passato, per poi modificarlo e finire in un futuro diverso? non avrebbe senso...ricordate la serie ritorno al apssato?

LastHope ha detto...

Estremamente OT: Paolo, cosa ne pensi del seguente articolo di Repubblica?
http://www.repubblica.it/2007/01/speciale/altri/2007decennale/veltroni-web/veltroni-web.html
Non è un po' "forzato" il termine "banda larga"? Si stanno per caso riferendo al Wi-max?

Anonimo ha detto...

ma per viaggiare nel tempo serve 1 macchina del tempo,ma se la macchina la costruisci oggi puoi viaggiare da domani fino a oggi ,ma non da oogi a ieri,perche' ieri la macchina non esisteva ..e non puoi + tornare a oggi....chiaro no?...:)

Andrea Guida ha detto...

Eheh il buon Paolo non manca mai di mandare frecciatine a Microsoft.
Un "mondo di pinguini" per me sarebbe la vera catastrofe!

Anonimo ha detto...

Ma se gli serviva un computer del 1975, perchè è tornato nel 2000?

Anonimo ha detto...

Il Caso di "john Titor" l'ho letto la prima volta in un articolo della rivista Focus.

Anonimo ha detto...

Non dimentichiamoci di Ethan (o Jensen) Titor:
http://it.wikipedia.org/wiki/John_Titor#Ethan_Titor

Fry Simpson ha detto...

E non dimentichiamoci che

"[...]di Silvio il parente,
corruttibile ancora, ad immortale
secolo andò, e fu sensibilmente."

Espedienti letterari vecchi quanto la letteratura... anzi di più: vecchi quanto la mitologia tramandata orlamente.

Ok, invece che nel tempo viaggiavano nell'aldilà... ma il principio non è molto diverso e ha un solo nome: fantasia.

MrPatol ha detto...

A me sembra simile alla storia dei Maya. Come i Maya sono esistiti ed hanno lasciato il loro calendario "senza il libretto delle istruzioni" su cui qualcuno sta speculando, potrebbe essere vero (dico potrebbe) che JT sia davvero un crononauta e che qualcun'altro ci stia speculando sopra. I post sono pubblici in fondo.

Per tutti coloro che si stanno scervellando sulle teorie del viaggio nel tempo consiglio di leggere i post di JT che spiega tutto o quasi secondo la teoria degli universi paralleli.

Fry Simpson ha detto...

Io sono scettico "a prescindere" sui viaggi nel tempo.

Suppongo che non saranno mai possibili, perché se fossero possibili in un lontano futuro, da quel momento in poi la tecnologia necessaria si potrebbe spedire indietro nel tempo fino che so io... fino al 1700 e dal 1700 in poi sarebbero automaticamente disponibili tutte le tecnologie di tutto il futuro...

Universi paralleli?

Sì, letterariamente affascinante, ma sul piano del reale io rimango quantomeno "ignostico".

Anonimo ha detto...

OI paolo..
nel disinformatico farai uan puntata dedicata a John Titor??
Mi interessa molto kuesta storia!!

rodri ha detto...

Crederò ai viaggi nel tempo quando vedrò un klingon fare la spesa al supermercato.

...O un Maya.

Michele Marino ha detto...

Mrpatol: in quali previsioni di preciso ci ha azzeccato? Paolo non ne parla.

E comunque mi chiedo (e chiedo a Paolo), perchè non fare dare un'occhiata agli schemi della macchina da parte di qualche fisico ed ascoltare il suo diretto parere, potrebbe essere una buona prova no?

Perchè, se il fisico non scoppia a ridere, l'ipotesi della campagna pubblicitaria è seriamente minata dal momento che:
1- non c'è un film uscito
2- non c'è nessun libro con grandi case editrici
3- lo studio per il personaggio,la costruzione fisica della macchina,lo studio scientifico per una macchina del tempo plausibile e il reperimento di informazioni interne dell'ibm, costerebbero sicuramente di più dei soldi guadagnati finora, non credi Paolo?

E poi visto che nell'articolo non si capisce bene, mi chiedo, chi è la "mamma" di Titor?...

Quanto ci scommetete che se si fa un indagine su di lei si risolve il mistero?



azzardo un profilo:

- un filmmaker non lo è, se no avrebbe realizzato lui un film.Hacker forse, vista la segretezza delle informazioni. E magari anche nell'IT da tempo a livello professionale, vista la dimestichezza coi mainframe.
Appassionato del fai da te e dell'elettronica (per la realizzazione dell'auto e della macchina), lui stesso un bravo fisico o amico di un bravo fisico coinvolto nel progetto, d'accordo per dividersi i guadagni di un eventuale contratto cinematografico o per fare uno scherzo elaborato,impressionati dalla strategia di The Blair Witch Project di un paio di anni prima.

Buffalo ha detto...

In effetti, se si pensa quei due ragazzetti con quella stronzatella in 8 millimetri che putiferio hanno creato, non sembra improbabile o neanche tanto da scemi provarci con qualcosa di simile...
Anche se qui l'impegno mi sembra maggiore, e la risonanza più su internet che su altri canali come cinemI e pubblicità sensazionaliste varie...

MrPatol ha detto...

Scusami Michele per il delay: (ho fatto un giro nel passato prossimo :-)

ecco un buon link:
http://censored.strategicbrains.com/

Anonimo ha detto...

Secondo me la chiave di volta della vicenda è scoprire cosè realmente l'oggetto spacciato come macchina del tempo.

I punto è che disegnare da zero lo schema tecnico è una faticaccia, è più probabile che JT ne abbia preso uno reale e abbia adattato il resto per farlo combaciare.

A me sembra un vecchio modello di defibrillatore (a causa dei cilindri che sono probabilmente condensatori), o altra apparecchiatura paramedica un po' antiquata.

A nessuno di voi risulta famigliare?

paulatz

Anonimo ha detto...

La mia indagine procede:
lo scatolotto giallo che si vede sopra la "macchina del tempo" in questa immagine: http://timetravelportal.com/images/JTTimeMachine01.jpg
è un contatore geiger vecchio modello, tipo questo: http://commons.wikimedia.org/wiki/Image:Geigerz%C3%A4hler2.jpg

Quindi lo schema tecnico è probabilmente stato preso in qualche cassetto polveroso di un laboratorio di fisica o di radiologia.

Cosa potrebbe essere?

Pierangelo Tendas ha detto...

Okay, allora... c'è una cosa (TRA LE TANTE!) che mi fa dubitare, ed è qualcosa che in molti non hanno considerato perchè non l'hanno notato o non sono esperti. Ma io, in quanto collaboratore della rivista DIANA ARMI, credo di avere le mie "cartucce da sparare" al riguardo (scusatemi la battuta).
Il "sig. Titor" afferma di usare nel futuro, o se non sbaglio di avere con se', un Mossberg 590 (per maggiori informazioni al riguardo, digitate "John Titor Mossberg 590" su Google). Il Mossberg 590 è un fucile ad anima liscia calibro 12 (cartucce da caccia, insomma) di fabbricazione USA, con funzionamento a caricamento successivo e singolo: per i profani, un fucile a pompa.
Ora, il Mossberg 590 è stato negli ultimi 15 anni lo "Shotgun" (così lo chiamano) d'ordinanza delle Forze Armate USA. Ma già al momento è in fase di rimpiazzo. Inoltre, non è certo il modello più avanzato del mondo, ce ne sono mille altri preferibili per molti motivi, e chissà quali altri modelli, che ora noi "del campo" conosciamo solo come prototipi, entreranno in produzione entro il 2015 o il 2035. Senza contare che i fucili a pompa non sono certamente il massimo in combattimento, a meno che non si tratti di combattimenti a distanza ravvicinata, né sono il massimo in quanto a portatilità.
Tutto questo pistolotto che cosa vuol dire? Che al 99,9% (non esiste nulla di sicuro al 100% in questo mondo folle) siamo di fronte al delirio di un lunatico, o a una truffa ben organizzata. L'arma in questione non è difficile da ottenere, non certo negli USA, dov'è diffusissimo, né nel resto del mondo (nella maggior parte dei paesi in cui i cittadini possono avere un porto d'armi i fucili a pompa sono legalissimi). Da un "viaggiatore del tempo", membro di un'unità scientifica/militare d'élite, ci si aspetterebbe una pistola, una carabina, o una "PDW" ("Personal Defence Weapon", o "Arma per Difesa Personale": in pratica una mitraglietta di dimensioni ridottissime che spari una cartuccia speciale, ad esempio FN P90 o Heckler&Koch MP7-A1).
Pensateci: è come dire che un viaggiatore del tempo si presentasse dall'epoca del film di "Ritorno al Futuro", con in braccio un moschetto della Seconda Guerra Mondiale dicendo che è "arma d'ordinanza" ai suoi tempi.

Si, come no. E cos'altro ti sei fumato?

Anonimo ha detto...

Proprio carina questa notizia.
Un'ottimo spunto anche per qualche bel romanzo istruttivo.

Ciao!!
--
www.pranoterapia.tk

kentaromiura ha detto...

eh, qualcuno sostiene che JT in realtà fosse douglas adams, ciò e' possibile,
e spiegherebbe un po di cose come, ad esempio, l'essere a conoscenza di svariate cose relative a settori abbastanza diversi, D.A. aveva certamente molti ammiratori e amici
chi puo' dire che qualcuno che lavora al CERN non abbia spifferato qualche informazione relativa alla creazione di buchi neri in laboratorio?

chi puo' dire che Adams non fosse a conoscenza del 'segreto' del vecchio PC Ibm ?

poi rimane sempre l'ipotesi meno probabile, che JT in realtà fosse un vero 'TimeTravel'

kenji86 ha detto...

riguardo all'accelleratore di particelle l'LHC progettato ed installato dalla CERN proprio come diceva John Titor.
se volete guardarlo questo e il link http://newton.corriere.it/PrimoPiano/News/2007/03_Marzo/05/magnete.shtml

kenji86

Manwë ha detto...

ATTENZIONE! Qui ci si dimentica che Titor parla nei dettagli delle scoperte del CERN di Ginevra sulla creazione di "buchi neri", scoperta avvenuta solo nel 2002 stando a sentire gli scienziati che lavorano nel centro. Si parla anche dell'invasione dell'Iraq nel 2003 da parte degli Stati Uniti d'America.
Non voglio dire che la storia di Titor sia realtà, ma necessità di maggior attenzione ai dettagli e non l'ommissione dei fatti.

Marco ha detto...

Ivan mi ha commentato come interessante e ha detto ..
"lui avrebbe replicato che voleva appunto vedere che ne era stato della sua famiglia in questo mondo."

in questo quale??
Visto che mi pare di capire che e' facile scegliere il periodo ma non la linea temporale ... quale famiglia, in quale linea temporale andrebbe mai a trovare??

E sempre a proposito di linee temporali ... se tutta questa storia fosse vera non sarebbe sensato andare a prendere un pc in una linea temporale qualunque perche' essendoci piccolissime differenze (come una guerra pluriennale), queste potrebbero pure verificarsi nella matematica, o nella programmazione dei computer.. per esempio in una realta' alternativa si potrebbero usare le "u" al posto delle "a" o magari in un'altra 1+1 fa 2.02 o meglio ancora si una il simbolo "-" per indicare il nostro "+"

Altra cosa: guardate un po' questo link (fornito a suo tempo da paolo): http://www.timetravelinstitute.com/
...
la volete una maglietta??

Dj Spesso

"[...] DEVI PENSARE QUADRIMENSIONALMENTE! [...]

Massimo ha detto...


Ivan mi ha commentato come interessante e ha detto ..
"lui avrebbe replicato che voleva appunto vedere che ne era stato della sua famiglia in questo mondo."

in questo quale??
Visto che mi pare di capire che e' facile scegliere il periodo ma non la linea temporale ... quale famiglia, in quale linea temporale andrebbe mai a trovare??

E sempre a proposito di linee temporali ... se tutta questa storia fosse vera non sarebbe sensato andare a prendere un pc in una linea temporale qualunque perche' essendoci piccolissime differenze (come una guerra pluriennale), queste potrebbero pure verificarsi nella matematica, o nella programmazione dei computer.. per esempio in una realta' alternativa si potrebbero usare le "u" al posto delle "a" o magari in un'altra 1+1 fa 2.02 o meglio ancora si una il simbolo "-" per indicare il nostro "+"


Il mondo dove 1+1 fa 2,02 mi sa che e' questo ...
Ricordate gli errori del Pentium e della Calcolatrice di Windows?? :)
http://support.microsoft.com/kb/126455/it
http://support.microsoft.com/kb/124345/it
Siamo nel mondo sbagliato ...

evy_flo ha detto...

hey Paolo, e gli aggiornamenti che ci avevi promesso dopo la puntata di storie del 15 aprile?

Flash ha detto...

si attende (sempre secondo Titor) l'attacco cinese a Taiwan che finirà con l'occupazione cinese. Successivamente Titor ha previsto l'invasione della Corea del Sud (non si hanno date però, cmq prima del 2015 anno della III Guerra Mondiale) e per ultimo l'invasione cinese sul Giappone (da cui dovrebbe poi iniziare la III Guerra mondiale) che poi vedrebbe fronteggiarsi Usa e Cina... poi non è chiaro... cmq si conclude con un attacco Nucleare della Russia su USA e mi sembra Cina (ma su quest'ultimo devo rivedere). A questo punto l'europa attacca con l'esercito unico europeo (oggi non esiste ancora) la Russia, ma si ribecca altri missili nucleari. Fine. Vittoria tragica Russa (tragica anche x lei). Mondo distrutto. 3 miliardi di morti e l'europa sarà il continente più danneggiato. "Un caos" secondo Titor. COMUNQUE CAZZAROLA C'E' UN VOLONTARIO CHE TRADUCE I POST DI TITOR DEL 2001 IN ITALIANO CORRETTO????????
Concludo confidandovi che non credevo a Titor perchè la Russia non era un pericolo...anzi era talmente amica di USa e NAto e Europa che non era possibile immaginare ciò che disse Titor e tantomeno quello che succede oggi da gennaio 2007... in 8 mesi si è ricreata la Guerra Fredda, ma stavolta è diverso... c'è la Cina Potente Economicamente che regge l'Asia... se in 8 è successo questo, in 7 anni pùò succedere tutto, anche perchè effettivamente ci sono due blocchi contrapposti su un fronte POLONIA- REP. CECA - TURCHIA - AFGHANISTAN - IRAQ - ARABIA SAUDITA: un blocco in occidente è la NATo e l'altro ad oriente che è lo SCO ("Shangai Cooperation Organization" detto Gruppo di Shangai) il termine Shangai Cooperation Organization cercatelo in wikipedia e leggete ragazzi leggete... è un blocco Cina Russia e ora Iran alleate contro la NATO! Saputo questo e visto la Russia cosa sta facendo mi viene da pensare che Titor anche se fosse uno scherzo si sta avverando pericolosamente!

Fall ha detto...

se la microsoft non fosse mai esistita probabilmente il mondo sarebbe una merda.

Tutti quanti a criticare come sempre...

Filippo ha detto...

Ottimo articolo ho appena visto il filmato obssesed and scentific, e sto leggendo in giro su JT, ma per quanto riguarda la scoperta del CERN un addetto ai lavori, o solo chi legge un po' del campo scientifico, può sapere con largo anticipo le scoperte dei centri di ricerca,ma forse JT ha detto oltre la scoperta anche il nome specifico del CERN,per quanto riguarda hai fatti storici, non è difficile prevedere il futuro basta un po' di conoscenza della politica mondiale,l'alzata di cresta della Russia contro USA era prevedibile studiando i suoi capi politici e la situazione economica mondiale con almeno 5 anni di anticipo,invito chi è interessato all'argomento di dedicare un po' di tempo a cercare in rete(una risorsa inesauribile)un po' di nozioni di scienza di frontiera, poi non dimenticate quello che leggete e fra qualche anno quando i vostri amici si stupiranno delle nuove scoperte voi, direte lo sapevo già, oppure prendeteli in giro dicendo che avete fatto in giro nel futuro, e chiedegli di aspettare qualche tempo, e certo ad una prima analisi (se si ricorderanno ancora)verrete creduti

edux ha detto...

Anonimo ha detto...
La mia indagine procede:
lo scatolotto giallo che si vede sopra la "macchina del tempo" in questa immagine: http://timetravelportal.com/images/JTTimeMachine01.jpg
è un contatore geiger vecchio modello, tipo questo: http://commons.wikimedia.org/wiki/Image:Geigerz%C3%A4hler2.jpg

Quindi lo schema tecnico è probabilmente stato preso in qualche cassetto polveroso di un laboratorio di fisica o di radiologia.

Cosa potrebbe essere?


risposta.., nella foto postata nn si vede nulla perchè è tutto sfocato ma su www.johntitor.com c'è un video chiarissimo dove si vede perfettamente che il coso giallo è il contatore geiger come diceva il nostro amico, cosa sono gli altri oggetti? basterebbe torvarli x somntare il mito, ma non trovate starano che si metta un vekkio contatore su una macchina cosi sofisticata, magari nel 2036 non si troverà neanche +, e comunque a cosa potrebbe servire? deve pagare la bolletta alla macchina???
edo

IVAN ha detto...

ammesso che sia tutto vero o tutto falso!!io personalmente non ho le conoscenze per potere dire la mia!!come mai nessuno ha fatto domande sugli ufo!!non voglio essere banale ma e' uno degli argomenti piu' caldi degli ultimi cent'anni!almeno un sedicente uomo del futuro poteva dirci piu'!!visto la tecnologia che hanno raggiunto e sopratutto E' UN MILITARE!!!!ammesso che anche questo argomento sia vero o una bufala!!!!

Kaone ha detto...

Ma nel 2036 si userà ancora il JPEG per le immagini digitali?

Qualcuno ha provato a vedere se nelle immagini postate ci siano indicazioni dell'applicativo usato per salvarle? (o della fotocamera... dati EXIF?)

dexter ha detto...

é poco che sento parlare di jt,ma le domande che mi frullano in mente sono tantissime,una per esempio è : e stato mai mensionato L'11 settembre?,avra un ricordo di questo!!!.

Francesca ha detto...

E' vero, gli aggiornamenti promessi dopo il 15 aprile? Io nn riesco a prendere la tsi!

Emanuela ha detto...

E'da poco tempo che mi sono appassionata al caso JT ma ho cercato di reperire più informazioni possibili sulla sua sua storia e tra le tantecose, ho letto tutti i vostri commenti. ecco quello che penso: è evidente che il nome JT sia uno pseudonimo: pensateci bene, voi direste il vostro "vero" nome esponendo così la vostra famiglia al biasimo della società, sapendo che (dai vostri commenti è evidente) nessuno o comunque poche persone vi crederanno? io no! ed è possibile che tutto questo sia stata una trovata pubblicitaria, ma sicuramente è stata condotta male, e se è vero che questa è stata un'operazione programmata da tempo non ha assolutamente senso, non vi pare? organizzare qualcosa di così complesso come entrare nei documenti di varie società (IBM, la CERN e tutte le altre società dalle quali JT ha reperito le informazioni necessarie per essere creduto) senza però saper poi fare tutto il resto per pubblicizzarlo! Non ha assolutamente senso! E in più: se è un haker così bravo per essere entrato nei documenti di tante società, non avrebbe potuto entrare in altre e reperire informazioni ancora più esatte, tanto da far credere a tutti, senza ombra di dubbio, la veridicità delle sue affermazioni. e sul fatto di avere amici all'IBM, dovrebbe avere mooooolti cari amici disposti a passargli informazioni tanto segrete da incorrere in rischi qualora venissero scoperti. detto tutto ciò, vorrei rispondere a dexer dicendo che no, JT non ha mai menzionato l'11 settembre, anche se ha predetto la guerra in Iraq e la ricerca senza successo delle armi di distruzione di massa come un pretesto da parte degli USA alla guerra ma, come ho detto prima non sono una scienziata enon ho piena visione dei fatti ma è possibile che nel suo "universo parallelo" gli Stati Uniti, accortasi dei due aerei dirottati (Come è successo realmente) abbiano preso la decisione giusta e quindi, mettendo da parte manie di grandezza, abbiano abbattuto subito i due aerei, e quindi è probabile che JT non se ne ricordi più (così come la maggior parte delle persone non si ricorda quasi più che l'11 settembre c'era stato il dirottamento di un altro aereo sul Pentagono, ma abbattuto in tempo).
E per MrPatol: è vero che i Maya hanno lasciato un calendario senza il "libretto d'istruzioni" come hai detto tu, ma recentemente è stato decifrato: prevede la fine del mondo per il 23 dicembre 2012. informati prima di parlare.
Detto tutto questo, io non so se JT sia o meno un crononauta, ma visto che in questo mondo niente è sicuro al 100% non escludo nessun'ipotesi e sono più propensa a credere alla veridicità delle sue affermazioni piuttosto che il contrario. comunque sia il messaggio che ci ha lasciato JT è grande ed importante: il futuro è nelle nostre mani e non possiamo aspettare che tutto cambi da solo. dobbiamo agire noi in prima persona. siamo noi gli artefici del nostro destino!

un saluto a tutti voi

manu

cosyprison ha detto...

Da qualche tempo seguo la storia di JT ... e un mio nuovo libro in allestimento prenderà qualche riga per lui ... reale o fasullo che sia ...
Quoto quanto esposto da Emanuela, riflessione ben articolata ...
Tuttavia tutta questa storia non mi induce a pensare se sarà fattibile iaggiare nel tempo ... personalmente non lo auguro per il mondo, perchè si toglierebbe la straordinaria bellezza di vivere il nostro tempo ...
Le riflessioni di JT sul futuro del pianeta le prendo come monito per quanto, ogni giorno, facciamo (non facciamo) per il nostro pianeta ... una miscela di salvaguardia del pianeta, della natura, degli animali, dei rapporti umani, dell'amore per il prossimo ...
Viviamo spesso in un'indifferenza totale e le problematiche ambientali e sociali le rimandiamo alle istituzioni... Mi auguro che tutti insieme si possa prendere coscienza che le tecnologie sono una ricchezza infinita se sapremo sfruttarle nella giusta collocazione di essere umani, altrimenti la terza guerra mondiale prospettata da JT non sarà nel 2015, ma bensi è già un conto alla rovescia autodistruttore.
Bufala o no sono contento che sia esploso questo "mito" JT, se non altro per guardare al futuro, al di là della nostra quotidianità e sperare che il mondo cambi e la smetta di farsi questa guerra fraticida.
Per il futuro ho comunque speranza e gli avvenimenti spero cambiano radicalmente, specialmente quando l'uomo prende coscienza che il cuore di chi ha un altro Dio, un altro passaporto, o un altro tempo è lo stesso per tutti ...

Zack Mc Kracken ha detto...

Splendida idea, qualla di far nascere un JT e scatenare un putiferio su internet! Speriamo che il mondo comprenda il messaggio che, volontariamente i no, ci manda su come migliorare il nostro futuro. Ho scritto un post al riguardo nel mio blog: www.area3000.net

Daniele ha detto...

WWW.JOHNTITOR.4000.IT è un ottimo sito! Si parla anche di politica internazionale e ha anche un bel forum!

Davide88 ha detto...

Salve, in merito a tutto questo vorrei dire solo una cosa...che se Titor avrebbe citato anche solo una volta le parole "11 Settembre 2001" io sarei stato il primo a credergli...ma tralasciare o scordare un avvenimento così importante che ha cambiato la storia del mondo...è impossibile. Tutto il resto poteva essere prevedibile, parlo specialmente per quanto riguarda l'Iraq. Con ciò per ora non credo alle sue parole, e penso che sia soltanto un cosidetto "GENIO" che ha passato la sua intera vita a pensare come prendere in giro il mondo intero. Quindi apparte tutto, lo reputerei un uomo da stimare...almeno per ora!
Ciao Titor...ti aspetto a casa mia, così mi dai qualche spiegazione faccia a faccia :D

Lucas ha detto...

ok, è vero non ha detto 11 settembre, ma ha detto questa frase:
For a change, I have a question for all of you. I want you to think…think very hard. What major disaster was expected and prepared for in the last year and a half that never happened?
Presupponendo il mio inglese mediocre, dice:
in cambio, vorrei porvi io una domanda, poi avanti non capisco,
disaster=disastro
that never happened= potrebbe significare che non è mai satto attaccato?
Gli usa se non sbaglio prima dell'11 settembre non sono satti mai attaccati da nazioni estere?

Anonimo ha detto...

E se avessimo già cambiato la nostra storia. e se Bush avesse tirato giù le torri gemelle per attuare una politica lesiva della libertà personale senza far si che si creasse una guerra civile? Usare lo spauracchio del terrorismo per togliere la libertà ai cittadini americani. Beh tutto questo è realtà... http://www.supercom.it/web/001528/00152846.html
Titor disse inoltre che israele avrebbe attaccato gli arabi con l'atomica favorendo in questo modo le condizioni per l'inizio della WWIII. Quella di Bush è si una guerra preventiva ma contro cosa? A voi la risposta.

guest ha detto...

Salve a tutti. E'da qualche anno che leggo di Titor e devo ammettere che la sua storia sia dfficilmente attaccabile. Tuttavia dall'espszione della sua teoria e dal suo racconto emergono dei dubbi e delle contraddizioni.Lui afferma che l'esistenza del Multiverso permette la creazione di infinite linee temporali...ognuna soggetta alle decisioni collettive di chi le popola. Poi dice che lui col suo viaggio ha già modficato la nostra linea temporale. A questo punto mi sorgono delle domande: come ha fatto allora a visitare per due volte in momenti diversi la stessa linea temporale? E come ha fatto a ritornare nella sua linea temporale già modificata da lui dal momento che ha intrapreso il viaggio nel passato?
A questo punto mi verrebbe da pensare che lui ha una linea temporale tutta sua dfficilmente condivisibile con chiunque...Anzi, ognuno di noi ne ha una propria che modifica ogni volta che prende delle decisioni...Affascinante ma inverosimile.
Poi ancora: lui afferma che nel 2034 viene messa a punto la macchina del tempo e nel 2036 lui parte in missione nel tempo...Con tutta la filosofia possibile, mi riesce diffcile pensare che dopo una guerra mondiale, nel giro di 2 anni, uno vaggia nel tempo in maniera così disinvolta per recuperare un computer!!!
Comunque nella vita tutto può essere, non mi sorprendo più di nulla. Magari gli UFO sono realmente viaggiatori del tempo del futuro.

dizzasab ha detto...

Ciao.. vorrei aggiungere un dubbio.
ammetto che ho visto la puntata di voyager e ho riso !
beh il Johnny BBello ha detto che nel SUO presente del 2036 faceva il contadino... giuro ho ascoltato bene .
domanda ma perché cavolo l'america dopo una 3° guerra mondiale dovrebbe mandare un lavoratore della terra che legge molto e vive in campagna a prendere un vecchio IBM (che si potrebbe reperire in un museo !) e lo lascia pure scorrazzare nel tempo a sparger segreti ndustriali su internet nel 2000 e se ne va prima del crollo delle torri gemelle e dello tsunami ?????

dizzasab ha detto...

A si ... e poi non salta fuori a dire "Ve l'avevo detto !!! pappappero !!!"

alex - gela - ha detto...

Non mi credereste mai, ma anche io viaggio nel tempo e nello spazio, dopo una bella nottata di sesso.......................AHH AHH...SALUTATEMI A JOHN SE LO VEDETE..........................

accul ha detto...

...sapevate che nel 2001 a John fu chiesto qualcosa sul futuro della letteratura come prova del fatto ch'egli venisse dal 2036? Egli prese a recitare una poesia che non era stata ancora scritta di cui si ricordava solo le prime righe. Era intitolata "A Soldier's Winter", soldato d'inverno. Raccontò che era stata scritta da un soldato, pubblicata dopo la sua morte e adottata come simbolo per il futuro.

Ora, succede che un ufficiale in pensione delle forze armate statunitensi ha scritto una poesia intitolata "A Soldier's Winter", dopo che John disse che sarebbe stata scritta. Larry Cluck, questo è il nome dell'ufficiale, ha 62 anni e ha scritto la poesia "soldati d'inverno" alla fine del 2005 o all'inizio del 2006... Non ricorda bene. L'ha pubblicata on-line nel 2007 e non aveva mai sentito parlare di John Titor sino a che non era stato portato alla sua attenzione.

E per quanto la cosa possa sembrare imbarazzante, questa novità, sta scatenando un rinnovato interesse per John Titor, l'uomo che viene dal futuro e per la poesia, di cui da parte di John, si conoscono solo queste brevi righe:
"The day before it wasn't snowing.
The trees are strangers, leering, disapproving in the ash of winter ..my world, my life, my wandering path.
I pray God's eyes may once again gaze upon me and remind me that I am still His child. "

E questa è la poesia per intero di Larry Cluck...



The day before it wasn’t snowing. The trees are strangers, leering, disapproving in the ash of winter. My world, my life, my wandering path. I pray that God’s eyes may once again gaze upon me and remind me that I am still His child.

Winter has a way of moving quickly and catching you unaware of the approaching season. A soldier’s thought is only to remember how we have laughed a thousand times and sheds a thousand tears for no reason.

It seems like only yesterday that I was young and free. I became a soldier like my dad many winters ago. Though countless seasons have passed me by and I don’t remember them all. But I know I must have lived them because so many soldiers still call and say, “Do you remember when?” I do have glimpses of how it was back then, with all my ambition and objectives. But here it is the winter of my life and it has caught me like a mission with no perspectives.

How did I get here so fast? Where did the years go and where did all the soldiers go? Where did my youth go? I remember seeing older NCO's and officers through the years. I am thinking that those soldiers were years away from me, and that winter was so far off, that I could not fathom it, or imagine how it would be.

I’ve lived through so many conflicts, so many operations, so many maneuvers, and so many funerals. I’ve seen the happiness and the sadness that has come with each. I’ve seen accomplishments, I’ve tasted success, and I’ve experienced failures. Through it all my buddies, my family was standing beside me. But winter has come so fast, I only have the memories of the years that have passed.

They say a soldier’s day is never done, when the last boot is shined, when the last order is signed, the last inspection is made, the last salute has fallen, we will hear the evening cannon fire, we will hear the bugle play, we will see old glory folded, and know winter is on its way.

Each day now of the coming season seems to be getting shorter and shorter. Sunrises and sunsets seem closer and closer together, winter is approaching much too fast! All my skills, all my training, all my abilities as a solider can’t stop it; all we can do is have memories of the past.

Now I enter into this season of my life. Unprepared for all the aches and pains that I feel, the loss of old friends, the loss of old soldiers who’s winter caught them off guard, and the ability to perform the duties of a soldier are very hard.

But I do know that though winter has come, and I’m not sure how long it will last. This is for sure when it’s over; it’s over!
Yes, I have regrets! There are things I wish I hadn’t done, things I should have done. But indeed, there are many things I’m blissful to have done. It’s all in a lifetime of a soldier I once was.

So, if you're not in your winter yet, let me remind to you, that it will be here faster than you think. So, whatever you would like to accomplish in your life, do it quickly! Winter comes so fast! So do what you can today, because you will never know if this could be your last!

God has made us no promise that we will see all the seasons of life again. So live for today, and say all the things that you want to say. So your buddies and your loved ones will remember what you say every day. “Being a soldier is a gift. The way you live your life is your legacy to those who came after you. Make the most of it.”

Live it well! Winter is on its way! Larry Cluck

quindi ci possono essere secondo me le seguenti ipotesi
1)Titor è vero e viene dal futuro
2) Titor è un personaggio di fantascienza inventato da Cluck e ha recitato il pezzo di poesia che aveva appena scritto.e poi quando ha ritenuto giusto l'ha pubblicata per intero.
Comunque queste storie sia vere sia false sono sempre interessanti,
Voglio fare una prova pare che Titor abbia dato come presidente US A Hilarry Clinton nel 2009 bene se è vero allora crederò tanto basta aspettare novembre 2008 e le elezioni presidenziali. altrimenti vado io avanti nel tempo e lo bacchetto.

dizzasab ha detto...

un paio di righe ? non è un po' vago ?
beh comunque rimane valida la profezia su Hillary Clinton ... Mi sembra un po' Nostradamus da cui estraggono veramente di tutto !!!!

TeknoKraut ha detto...

Non ho letto i post originali di John Titor, ma da quello che posso vedere non mi sembra che sia facile credergli. Se io tornassi indietro, da oggi al 1990, e volessi convincere qualcuno che vengo dal futuro, allora direi molto chiaramente quali sono gli eventi più importanti di ogni anno, dal 1990 al 2007. Ma eventi chiari, non fumosi.

Penso che per ogni anno si possa individuare facilmente un evento (vado a memoria: 1990 invasione del Kuwait, 1991 prima guerra del golfo, 1992 golpe contro Gorbaciov, eccetera eccetera).

Invece, dare indicazioni troppo generiche sembra più uno stile da oracolo che da storico. E anche mettere eventi veramente grossi solo al 2015 significa assicurarsi 15 anni di respiro (dal 2000 al 2015).

Mi ricordo un libro di tali Gribbin e Plagelmann, che negli anni 70 promettevano la fine del mondo per il 1982, causato da un allineamento dei pianeti che avrebbe causato terremoti, inondazioni e non mi ricordo che altro. Chiaramente si parlava anche del terzo mistero di Fatima eccetera, tanto non guastava. Era chiaramente un libro a tempo, ma fino al 1982 qualche copia l'avrà venduta. (Tra parentesi, nessuna ipotesi scientifica - dico SCIENTIFICA - prevede disastri causati dagli effetti gravitazionali dei pianeti allineati; per inciso, il fatto che nel 1982 ci sarebbe stato l'allineamento dei pianeti era comunque una balla, bella bella...).

A parte queste considerazioni sulle strategie di autosostentamento delle leggende, volevo fare un'altra osservazione: pur non avendo letto i post originali, non mi pare che le conoscenze scientifiche di Titor vadano oltre quelle di un lettore di una buona divulgazione scientifica, a livello di Le Scienze o dei libri di Hawking.

Per concludere, è vero che si potrebbe obiettare che:
1) Titor appartiene a una linea temporale diversa dalla nostra e quindi non può dare dettagli troppo precisi (ma così, scusatemi, è troppo comodo...)
2) Titor è un soldato contadino e quindi non può avere conoscenze troppo approfondite di scienza (ma anche questo mi pare troppo comodo).

Ma a parte queste obiezioni, alle quali ho contro-obiettato, vorrei chiedere: cosa è più semplice,
* pensare ad una simpatica creazione, fatta per burla o per interesse venale da una persona come me o come te,
* o pensare ad una realtà complessa, fatta di viaggi nel tempo, terze guerre mondiali, guerre civili americane?

Io uso il rasoio di Occam, e scelgo la soluzione più semplice, anche se purtroppo più prosaica.

Concludo veramente, ora, con una barzelletta che faceva da sottotitolo ad un capitolo di un vecchio libro degli anni 70 (Il Mistero dei Dischi Volanti):
"Il mio gatto è cascato dal dodicesimo piano e non si è fatto niente. Se non ci credete, vi faccio vedere il gatto".

Saluti, TK

PS: accipicchia, il mio primo post! Mi sa che per lunghezza ho violato tutta la Netiquette....

Luca B ha detto...

Ma perchè caspita è tornato indietro a prendere un IBM 5100..

Non poteva fare in modo che si evitassero grandi catastrofi o evitare attacchi terroristici ???

Perchè al posto di portarsi via un pc del '75 non ha portato indietro la tecnologia del 2036 ???

Valeria ha detto...

Ma se fosse davvero un uomo venuto dal futuro nel 1975 per salvare il mondo di 60 anni più tardi, avrebbe davvero fatto la gitarella dalla famiglia nel 2000? Rischiando di danneggiare la macchina del tempo, o di danneggiare se stesso??
Penso che in una operazione top secret dell'esercito americano del 2036 tutto questo non sarebbe stato previsto, anzi...
Il tutto, se fosse vero, sarebbe avvenuto nel massimo riserbo...
E se, mentre era a trovare la famiglia, si fosse rotto una gamba o un braccio, o fosse stato investito da un'auto e non avesse potuto tornare nel 2036?
Un militare viaggiatore del tempo dell'esercito USA che scrive su forum pubblici su internet lo vedo molto poco verosimile.
Magari potrei credere che abbia avuto colloqui top secret con il presidente USA, ma non con persone comuni su un forum.
Viaggiare nel tempo magari sarà davvero possibile nel futuro, ma credo che la cosa verrà gestita a livelli talmente alti che noi nemmeno lo sapremo, o comunque, non lo sapremo tramite un forum...

Vale

Valeria ha detto...

Ma se fosse davvero un uomo venuto dal futuro nel 1975 per salvare il mondo di 60 anni più tardi, avrebbe davvero fatto la gitarella dalla famiglia nel 2000? Rischiando di danneggiare la macchina del tempo, o di danneggiare se stesso??
Penso che in una operazione top secret dell'esercito americano del 2036 tutto questo non sarebbe stato previsto, anzi...
Il tutto, se fosse vero, sarebbe avvenuto nel massimo riserbo...
E se, mentre era a trovare la famiglia, si fosse rotto una gamba o un braccio, o fosse stato investito da un'auto e non avesse potuto tornare nel 2036?
Un militare viaggiatore del tempo dell'esercito USA che scrive su forum pubblici su internet lo vedo molto poco verosimile.
Magari potrei credere che abbia avuto colloqui top secret con il presidente USA, ma non con persone comuni su un forum.
Viaggiare nel tempo magari sarà davvero possibile nel futuro, ma credo che la cosa verrà gestita a livelli talmente alti che noi nemmeno lo sapremo, o comunque, non lo sapremo tramite un forum...

Vale

akhen ha detto...

la cosa certa è che questo è il settimo anno che se ne parla. Quando un'energia produce questi effetti duraturi, ma soprattutto riesce ad instillare un dubbio sulla marea di certezze, non fa altro che smuovere le coscenze e fare in modo che le persone progrediscano., o quanto meno: cerchino di farlo

Gigi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Gigi ha detto...

Tutto il dire di John in merito al nostro futuro è comunque in parte anche leggibile nella bibbia o nelle dichiarazioni di Nostradamus che, tralaltro, risalgono a tempi ben più antichi di lui. Noi ne leggiamo le profezie e ne traiamo le nostre conclusioni. Non potrebbe essere ciò che Titor ha fatto? Visto che alcune delle sue "storie" sono simili ai profeti di altri tempi, cosa ci impedisce di credere che anche lui sia solo un buon lettore?
Poi mi chiedo......è possibile che tutto ciò che dovrebbe accadere secondo lui è strettamente legato a dei film trasmessi alla tv? Per me significa che oltre ad essere un bravo lettore è anche un buon telespettatore!!!!!!

Abbiamo tuttora una tecnologia in grado di sbalordire chiunque, credete davvero che non si sia in grado di riprodurre un vecchio compiuter come quello che Titor cerca? Poi, noi conservatori, con tutti i musei che apriamo per conservare tutto quello che è la storia, possibile che non si sia a disposizione del primo pc portatile nel suo tempo?
Il mio non è scetticismo ma voglia di capire perchè con queste affermazioni non si scherza!!!!

$erob@n ha detto...

ma..ma..
se devo recuperare un oggetto creato nel 1975, perchè mai viaggio indietro nel tempo nell'anno 2000?

mi sembra una cazzata, ben architettata ma una cazzata :D

Gandalf88bis ha detto...

Scusate, io sono scettico per natura e allo stesso tempo speranzoso sia religiosamente che scentificamente.

Titor ha detto di venire dal futuro e da una linea temporale che possiamo definire X. Se noi fossimo per ipotesi su una linea del tempo Y, come faremmo a verificare se quello che john titor (o meglio l'uomo che si nasconde dietro a questo acronimo) ha detto sia vero?

E se fosse realmente un viaggiatore del tempo, ma nel nostro futuro non si riuscisse a completare una costruzione di una macchina del tempo? o se per caso si riuscisse a costruire, ma non si riuscisse a costruire quello che lui definisce come VGL (variable gravity lock) e quindi verrebbe abbandonato il progetto? O ancora, se adesso degli scenziati verrebbero intimati di abbandonare i loro studi in quanto le forze di sicurezza della nostra epoca definirebbero troppo pericoloso permettere alle persone di viaggiare nel tempo e qundi commettere crimini in modo incontrollato?

Secondo me, sempre ipotizzando che titor sia veramente un viaggiatore del tempo, ha profondamente distorto il nostro tempo volontariamente pubblicandosi su internet, venendo meno alla logica regola che dovrebbe essere stata posta nel caso di viaggi nel tempo, di non farsi scoprire.

Miki76 ha detto...

Il fatto è che, cio' che dice l'entità "J. Titor" non è attualmente smentibile, nè confermabile.
Il fatto che possa andare indietro o avanti al massimo di 60 anni nel tempo è dovuto alle maggiori probabilità di divergenza spazio-temporale, se andasse indietro di 2000 anni, ad esempio, magari troverebbe il mondo conquistato dai galli invece che dai romani.
Immaginatevi due coni convergenti nel vertice e opposti, il fulcro è il momento attuale e le inifinte rette che passano tra le due estremità dei coni le linee temporali.
Più ci si allontana dal fulcro più probabilità di incappare in una linea temporale distante ci sono.
Il multiverso è una teoria affascinante che scientificamente è plausibile, difatti nella relatività lo spazio-tempo sono una unica variabile, poichè spazio e tempo sono fortemente connaturate tra loro come lo sono le 3 dimensioni che conosciamo. Difatti, non esiste nel mondo un oggetto unidimensionale o bidimensionale, ma solo tridimensionale PER cio' che oggi è accertato.
Ora, ammettendo che il tempo sia la quarta dimensione, non si puo' pensare che in realtà non esistano oggetti tridimensionali ma solo quadridimensionali?
cioè che la rappresentazione di ogni oggetto possa essere fatta solo in funzione del tempo?
Io ora sono qui SOLO perchè in questo istante gli avvenimenti passati si sono evoluti in un certo modo.
Secondo la scienza, le variabili che possono influenzare lo spazio-tempo sono due: la velocità e la forza di gravità.
la velocità è stato dimostrato con gli aerei che avevano a bordo gli orologi atomici, la gravità è dimostrato che possa curvare lo spazio-tempo (principio del buco nero).
Se si superasse la velocità della luce, secondo calcoli teorici, lo scorrere del tempo si invertirebbe (difatti si annulla a velocità C).
Mentre più si tende a velocità zero più il tempo di allunga, fino a tendere a infinito a velocità 0.
Ora, la terra gira intorno al sole e il sistema solare gira intorno alla galassia, la galassia si sposta, la terra si stima trasli nello spazio a seguito di questi moti a circa 256 Km/secondo.
Quindi noi siamo sottoposti a una velocità "assoluta" e costante di 256 Km/secondo, ecco perchè il nostro spazio-tempo scorre come noi lo conosciamo e sentiamo (modificando lo spazio che la terra occupa ogni istante difatti modificheremo la velocità...).
L'altra variabile è la forza di gravità, che si è visto curva lo spazio-tempo (principio di star trek :))
In ogni caso, Il problema vero è che agire sulla velocità è tutt'ora impossibile, difatti per tornare indietro nel tempo bisognerebbe raggiungere velocità superiori alla luce.
Mentre agire sulla gravità richiederebbe energia (o massa) assolutamente improponibile, poichè per avere anche solo una piccolissima distorsione dello spazio-tempo servirebbe una quantità di energia (o massa) che probabilmente và oltre la produzione mondiale giornaliera.
quindi, ciò che Titor dice è più che plausibile, ma solo teoricamente.

dizzasab ha detto...

Pertanto è una bufala !!!!

James_ ha detto...

mbo e se doveva rimanere per forza nel passato per far si ke si rikarikassero le stilo della sua makkina del tempo..

fattibile no?

e cmq vero o no..io esisto tu esisti perke "lui" no :>

e cmq, se io fossi un militare del futuro, oh chiunque altro, e viaggiassi da solo nel tempo, cazzo mi fregherei di quelli del futuro, mi divertirei un po nel passato :>

Fabrizio ha detto...

credo che il caso Titor tornerà a far parlare di se anche "in futuro", un po' come la Franzoni!!! ahahah
Ma la domanda fondamentale resta: "Chi era costui???"

io ho qualche dubbio...sul fatto che menta...

Lo PseudoSauro ha detto...

Possibile che qualcuno che NON e' fisico nucleare, che NON e' matematico, che NON e' (soprattutto) americano, che NON e' militare, che NON e' poliziotto (e qui s'intende qualcosa di diverso dall'Italia), che forse NON ha nemmeno un diploma superiore... pretenda di scovare bufale in una storia che, se falsa, e' stata partorita, come minimo, alla NASA o al MIT ? Chiunque sia, si tratta di uno con le palle e qui non vedo niente di nemmeno lontanamente simile, solo presunzione e ignoranza.

C'e' una miriade di informazioni nei dialoghi del tizio che si sono rivelate esatte. Se e' fasullo, e' comunque un "etico": vuole che il suo messaggio abbia una valenza politico-sociale, ma questo sarebbe comunque il legittimo desiderio di chiunque, potendo viaggiare nel tempo, sperasse di evitare disastri i cui effetti ha conosciuto sulla sua pelle. L'etica di chi si preoccupa del passato o del futuro e' esattamente la stessa, per un solo buon motivo: non e' tempo per l'ottimismo il nostro. Di terza guerra mondiale ne abbiamo sentito parlare dai piu' alti vertici politici, gia' da tempo. E ancora ne dubitiamo? pertanto: pedalare, mangiare meno, imparare a difendersi, non scopare con sconosciuti e tenersi pronti. Vero o falso che sia J. Titor, io lo vedo un buon consiglio.

piaipier ha detto...

Per chi ama questo genere ho pronto un un video in youtube e un libro on-line che ho scritto ancora prima di conoscere il caso di Titor.
Naturalmente si tratta di fantascienza.Ma è un messaggio forte.
John Ethan Titor 2 è stato proiettato dal lontano 2345 nel 21° secolo grazie ad una macchina del tempo molto sofisticata,
Titor 2 ha potuto rimaterializzare il suo corpo assumendo le sembianze di un tranquillo ragazzo di campagna per non dare nell'occhio.Così ha potuto elaborare il suo report...
Il testo del racconto fantascientifico si trova nel sito
http://www.friulicrea.it

el-GU ha detto...

per quanti (es Miki76) che credono plausibile un futuro di viaggi velocissimi prossimi alla velocià della luce e che pertanto trovano quantomeno teoricamente possibile il viaggio nel tempo di JT
(come dice Miki76)
"(...) quindi, ciò che Titor dice è più che plausibile, ma solo teoricamente."
Ricordo che NON c'è niente di plausibile-neanche teoricamente:

Vi dimenticate un "dettaglio" molto "pesante"..e dico pesante non a caso, perchè interviene la massa dell'oggetto che vorreste far viaggiare.
NON riuscirete mai a tornare indietro nel tempo a velocità vicine, uguali o maggiori della luce perchè:
E=MC2 è la formula che per la teoria della relatività di Einstein si mette in relazione un rapporto diretto tra energia, massa e la velocità della luce..ma non è questa che spiega il comportamento di una massa al variare della velocità.

Il raggiungere e (peggio) superare la velocità della luce è determinata dalla formula della relatività:
la Massa è uguale alla massa(a velocità zero) diviso la radice quadrata di 1 meno il modulo della velocità diviso la velocita della luce.
Pertanto:
se la velocità è uguale alla velocità della luce, avremo sotto radice 1-1=0
quindi: Massa Diviso Zero = massa infinita !!!
MA il problema si pone anche a velocità che si avvicinano alla velocità della luce:
questo perchè nell'equazione, la massa(a velocità zero)sarebbe divisa per valori sempre più vicino allo zero tanto più mi spingo alla velocità della luce...e il risultato sarebbe un'espansione della massa che tende all'infinito..
ERGO:
qualsiasi astronave/automobile in tali condizioni, perderebbe sempre più le caratteristiche fisiche che la determinano raggiungendo una massa infinita...forse disintegrandosi in una sorta di radiazione.
...di conseguenza lasciamo che alla velocità della luce viaggino solo gli autori di hollywood!
..da El-GU

bose ha detto...

Perchè non si sono fatte alcune analisi, come quella del DNA,delle impronte digitali ecc.. tra il Titor del futuro ed il Titor bambino del 2000 per verificare la veridicità che si tratti della stessa persona?

Anonimo ha detto...

Ho letto un po tutti i vostri commenti, alcuni davvero interessanti, e vorrei dire anch'io la mia, con umiltà.

Dunque, innanzitutto vorrei rispondere a colui che (giustamente) ha fatto l'osservazione dell'arma obsoleta detta "fucile a pompa".
Mi chiedo, se una guerra nucleare dovesse davvero accadere, cosa rimarrebbe del vecchio mondo?
Armi? Tecnologie moderne? vestiti? o ancora ... musei dove reperire macchine IBM 5100? non credo proprio.
insomma, suppongo che non rimarrebbe nulla, macerie, distruzione a perdita d'occhio e soprattutto ... radiazioni.
Ricordate che Timetravel_0 afferma che lui non si sposta, nessuno si sposta (a parte con le biciclette nel raggio massimo di 100 miglia) perché è pericoloso.
I pericoli ci sarebbero eccome!
Radiazioni in primis, ma peggio ancora, infezioni, malattie, rischio di epidemia, ecc...
Ora, dove potrebbero mai reperire armi moderne?
Timetravel_0 dice che la "milizia delle campagne" vincerà la guerra civile.
Ebbene, che cavolo di armamento volete mai che possa avere una milizia di campagna? perciò, ritengo che un vecchio fucile a pompa sia fattibile, ma anche una pseudo balestra fatta a mano, come bombe fatte in casa ecc...
Seconda cosa, qualcuno afferma che Timetravel_0 avrebbe potuto lasciare qualcosa. E' vero... ma perché mai? in fin dei conti, sapeva che non gli avremmo creduto neanche con le prove più evidenti, e poi a che pro? Lascia documenti, foto e anche una cassetta. Sono stati accertati, verificati, ma ... ancora una volta, screditati.
Timetravel_0 afferma che il nostro essere "egocentrici" gli mette paura, e chi non l'avrebbe cresciuto in un contesto del genere, dove il nostro tempo ha creato le loro disgrazie.
Poi c'è la domanda che mi lascia perplesso:
-Possibile che nessuno si faccia la domanda giusta?-
-Perché il millenium bugs non è accaduto?-
Ecco, e su questa domanda Timetravel_0 fa un'altra considerazione:
Se tu potessi tornare indietro nel tempo, e avvertire la base di perl arbour, cosa diresti al radarista?
-Dai una seconda occhiata al radar?
Ebbene, cosi facendo, la tua azione "eroica" non avrebbe spinto l'america a quell'impeto di riscatto tale da correre e anticipare i tempi per la progettazione della bomba atomica, la quale poi, ha decretato quel riconoscimento di superiorità militare e la coseguente resa della Germania Nazista. Avresti così permesso a Hitler di vincere la sua campagna e ottenere un evento ancora peggiore.
Continua affermando che c'è un collegamente tra il millenium bug e qualcosa che apparentemente pare essere una "perl arbour" ma produrrà una reazione tale per cui un evento peggiore potrà verificarsi.
Ora, io ho contemplato attentamente queste frasi, mi hanno colpito immediatamente (da buon enigmista) e, ho supposto che dato che il millenium bug non si è verificato, (a quanto pare Jhon rimane attonito del fatto che nessuno si è posta la giusta domanda del perché non è successo nulla allo scadere della mezzanotte del 1999) ciò ha permesso, ho permetterà una catastrofe ancor più grande.
La grande attività in rete e sul web di preparazione all'attacco terroristico alle Twin Towers?
Potrebbe essere!
Doveva essere colpito anche il pentagono e la casa bianca.
Ma non è questo secondo me l'enigma ... cosa questa evidente "perl arbour" del millenium bug comporterà al nostro futuro? tale che ciò comporterà un disastro ancor peggiore?

Chi è l'Hitler della situazione?

dal suo post:
^^^^^^^^^^^^^^^
I have a question for all of you. I want you to think…think very hard. What major disaster was expected and prepared for in the last year and a half that never happened?

traduco:
^^^^^^^^^^^^^^^^

Io ho una domanda per tutti voi. Voglio che voi ci pensiate ... pensiate molto attentamente.
Quale grave catastrofe era stata prevista, e ci era preparati per un anno e mezzo che MAI SI E' VERIFICATO?


Il millenium bug?!!!

E quindi, cosa ci si deve ora aspettare dato che perl arbour non è stata BOMBARDATA!!!

Ricordate le sue parole?
Mi sono arruolato nella fanteria "miliziana" dei Diamondbacks a 13 anni. (2011)
tre anni prima il padre decide di lasciare la città perché la situazione è diventata esasperante per la continua violazione della libertà personale. Tre anni prima!!! (2008)
Cosa accade nel 2008 che stiamo aspettando?
L'elezione del presidente degli stati uniti.
Se vincerà Obama sapete tutti che lo uccideranno immediatamente, questo sarà sufficiente a scatenare una rivolta nel paese?
La gente accetterà che il paese che esporta la sua democrazia a colpi di fucile non rispetterà la libera e democratica elezione di un presidente "nero"?
Sarà sufficiente questo per far scoppiare una "rivolta civile?".
Se invece, come qualcuno sostiene egli ha detto che vincerà la Hillary, allora ... (da nostradamus) perché lei sarà la colpevole a causa della sua debolezza a far cadere il sistema?
Infine, perché ... il millenium bug era così importante che fosse successo?
Non è forse in mano ai computers il comando missilistico mondiale?
Non è forse a causa di un bug, che war games interpreta il gioco di un bambino e decide che l'america sta subendo un attacco?
Non potrebbe essere forse una eventualità possibile che le forze terroristiche di Al Quaeda possano instillare nel sistema dei computers delle superpotenze un "comando" Mortale per l'Europa e ... l'america?
Mi pare che in tutto questo, l'unico paese che scampa è proprio ... L'islam!
Non so, ma sento nella pelle che c'è qualcosa di codificato che ha un senso nelle parole di uno strano bluf speculativo.
Che dite: mi sbaglio?

Meditate.

el-GU ha detto...

per Ghostview e chi come lui cade nel facile tranello di scovare dubbi e artificiosi legami tra argomenti, come un minestrone di
film+fantapolitica+letteratura futurista, mi permetto di dire che
volendo si può trovare SEMPRE un flebile legame tra tante vicende e persone, arrivanto anche a dimostrare che i puffi sono stati creati come propaganda comunista (come girava tempo fa sul web).
Pertanto agite e pensate con i fatti, perchè la fantasia va bene solo per i libri di Urania.

Ma tornando al ns.Titor-
a monte di tutto:
Contraddizione 1) SE è stato d'intenzione non lasciare prove inconfutabili, perchè voleva che il destino avesse il suo corso, stile "Pearl Harbor",
QUINDI non aveva senso lasciare schemi+foto della sua macchina del tempo,perchè (se, come dice, sono veritiere) avrebbero dato credito ai suoi avvertimenti (scongiurando "Pearl Harbor")..

contraddizione 2) mi arriva il sig.X dal futuro e ci lascia degli schemi così generici e dubbi che stile fumetto serie B anni '60..e le foto? una d'insieme dell'auto no, vero?..
Il fatto è che voleva veramente darci una prova del suo veicolo.Ma gli mancava forse una buona digitale?
Che sia tornato indietro nel tempo per prenderne una?

E poi che credito dare a chi si ci fa credere che nel 2038 la macchina del tempo sarà montata dentro un automobile già ad oggi quasi rottame, curiosamente con nostalgia de "ritorno al futuro?". siamo seri, dai!!!
Forse un buon falso ad hoc, gli sarebbe costato molto di più..anche in termini di capacità, visto che a quanto pare l'unica dimostazione del buon Titor è usare bene la Chat!!! (non male per un adulto del 2038)

forse perchè la nostra Pearl Harbor sarà La Moratti rieletta ministro dell'istruzione, con conseguente disastro della cultura dei ns.successori, che riporteranno i John Titor del futuro ad istruirsi leggendo "Focus" e con pessime qualità di fotoritocchisti...ma bravissimi a chattare però.

Ecco questo sì che mi pare un quadro plausibilmente in linea con i dati concreti che ci ha lasciato il gent.mo Sig.Titor.

smentite me, se avete le prove.
Saluti!!

NIBIRU ha detto...

EL-GU
QUANTA SICUREZZA CHE HAI DI TE STESSO........

Anonimo ha detto...

Contraddizione: 1
Se è stato d'intenzione non lasciare prove inconfutabili, perchè voleva che il destino avesse il suo corso, stile "Pearl Harbor",quindi non aveva senso lasciare schemi e foto della sua macchina del tempo, perchè (se, come dice, sono veritiere) avrebbero dato credito ai suoi avvertimenti (scongiurando "Pearl Harbor")..


Non te la prendere, ma non capisco la tua domanda, fatico a trovare il senso.

Pearl Harbour era una parodia per spiegare che lui aveva già fatto un errore. Aveva già modificato il nostro tempo con una sua azione.

Mi spiego meglio:

Se lui NON avesse involontariamente modificato il difetto del millenium bugs, -come sempre più si sospetta- e quindi modificato l'effetto "Pearl Harbour" della prevista catastrofe che le software house avevano annunciato allo scadere della mezzanotte del 31 dicembre 1999, la stessa si sarebbe dovuta verificare.
E questo fatto, cioè il verificarsi della catastrofe del millenium bugs, non avrebbe variato il nostro corso della storia.

Invece il millenium bugs non accade, e lui afferma:

- Perché non vi viene in mente che forse ... io, seppur contro gli ordini ricevuti, abbia già inavvertitamente ... modificato la vostra linea temporale ?"-

e questa sua infausta azione è tale che ha già determinato un cambiamento nella nostra linea temporale.

Si deduce anche che la sua azione è fatta in virtù della promessa fatta nel 1975 al - cito testualmente - "padre di suo padre", il quale era - come si è poi rivelato - uno dei noti programmatore della IBM.

Ma va oltre quando gli chiedono:
- "vorresti dire che ora, dato che il millenium bugs non si è verificato, dobbiamo aspettarci una catastrofe peggiore? cosa dobbiamo aspettarci quindi?" -

... e poi l'ultima post che scrive, è una questione lasciata in sospeso che sembra proprio riferirsi a questo suo imperdonabile errore, infatti Titor dice:

- "la cosa che mi lascia più sconcertato è perché mai, gli abitanti di questa linea temporale non si sono domandati perché mai il millenium bugs non si è verificato? perché mai la catastrofe preannunciata non si sia verificata?

... e ancora, come ho già postato:

- Quale grave catastrofe era stata prevista, e ci era preparati per un anno e mezzo che MAI SI E' VERIFICATO?

Il Millenium Bugs, ovvero, la Pearl Habour che doveva esserci, e che invece per colpa sua non c'è stata.

Sono concordi quasi tutti nella undernet che nessuna azienda ha in realtà prodotto una patch risolutiva per il Millenium Bugs, ma tutte le maggiori Software House sono state intente per più di un anno e mezzo solo a monitarare il fenomeno che si sarebbe dovuto verificare ... e che per qualche ignoto caso ... non si verificò.

Tutto qua? ... Dici poco.


Poi, ci sono cose che mi lasciano perplesso, come per esempio quando asserisce - cito il suo post originale -:


The Constitution was changed after the war. We have 5 presidents that are voted in and out on different term periods. The vice president is the president of the senate and they are voted separately.

Ecco, perché eleggere 5 presidenti, se non per il motivo che il potere centralizzato è stata la causa?
Inoltre, non ho qui il post originale, ma lo cito a voce, quando gli si chiede il motivo, spiega che è proprio per decentralizzare il potere in mano ad un uomo solo, perché ciò è considerato ora -2036- pericoloso.

PERCHE'? il motivo sembra proprio confermare il sospetto che il potere esecutivo dato in mano al presidente è la causa scatenante.

Afferma inoltre che la costituzione è stata cambiata... perché?

La costituzione americana è incentrata sulla libertà, sulla ricerca della felicità che è un diritto di ricerca di ogni uomo.
Poiché proprio questo è il punto che scatenerebbe la guerra civile contro - guarda un pò- i federali e la guardia nazionale, la costituzione - dice Titor- è stata cambiata.
Il potere esecutivo è stato suddiviso in cinque membri votati ciclicamente, i due partiti democratici e repubblicani non esistono più, ma sono stati soppiantati da 10 partiti rappresentativi delle volontà popolari, - pare il nostro ordinamento politico ah ah - ciò, impedisce un uomo al potere, così come la nostra costituzione impedisce, di fatto, - dovuto al post fasciscismo- che un uomo possa prendere l'intere potere esecutivo.
Ecco perché facendo due conti ritengo che il problema sia centrato alle elezioni fine 2008, Obama è il potere esecutivo, ma Obama ha già spiegato che vuol cambiare il sistema, e il congresso non lo permetterà MAI, farà la fine di Nikson, assassinato. Ma stavolta gli americani hanno paura, temono una esclation di privazione delle libertà, cosa che va nettamente in contrasto con la loro costituzione. - di cui l'emblema è la stessa statua della libertà -

El-Gu scrive:
contraddizione 2 mi arriva il sig.X dal futuro e ci lascia degli schemi così generici e dubbi che stile fumetto serie B anni '60..e le foto? una d'insieme dell'auto no, vero?..
Il fatto è che voleva veramente darci una prova del suo veicolo.Ma gli mancava forse una buona digitale?
Che sia tornato indietro nel tempo per prenderne una?

Jhon non ha mai dichiarato di voler dare delle prove oggettive, ma solo a scopo ingegneristico.
Le macchine digitali sono rare, mal funzionanti, lo dice in un suo post molto prima di pubblicare le foto, e le macchine non ci sono più, sono tutte distrutte, il trasporto nel suo tempo è in bicicletta, e pubblico tramite una sorta di treno rapido che corre da una zona all'altra rurale via binario.
I viaggi nel tempo servono proprio per recuperare oggetti dal passato, i quali servono per ripristinare una certa normalità nel suo tempo... trovo normale che le foto siano di qualità scadenti.
Io stesso ho una digitale che ha pile difettose ... o insufficienti, e quando sono a metà carica fanno delle foto schifosamente sbiavde e sgranate.
Comunque il punto è un altro, perché mai allora, gli ingegneri a cui sono state presentate, hanno dichiarato che i disegni di John sono - dal punto di vista ingegneristico - esatti, congrui e ... realizzabili, pur se non comprendono alcuni congegni?

Spiegami questo fatto, ma tieni presente che non è una sfida tra me e te, a me non frega nulla di convincerti.

In quanto alle sue previsioni non dette, ti cito ciò che il fantasmagorico viaggiatore del tempo ha postato personalmente quando gli ponevano domande particolari sul futuro:

1. I will not disclose any information that will cause someone to personally gain by its knowledge. This means no stock or sports tips.

2. I will not disclose any detailed information that would allow someone to avoid death by probability. This means no earthquake or bombing information.

3. I will not disclose any information that may compromise any future actions by individual people or threaten their family and well-being.

L'unica cosa che si è sbilanciato, e che si è rivelata per ben tre volte vera è stata:

- la dichiarazione sulla scoperta che sarebbe di fatto accaduto per caso al CERN di Berna nel 2001 - cosa che ... toh!? ... si è avverato davvero nel 2001 durante la sperimentazione sull'accellerazione delle particelle positroniche.
- esperimento LEP - Large Electron Positron -

- La dichiarazione della casuale scoperta pochi anni dopo dei micro buchi neri sempre allo stesso Istituto CERN di Berna a Ginevra nel 2008.
A gennaio di quest'anno è stato annunciato l'inizio di questa sperimentazione, preparata dal 2004, a cui non si credeva davvero possibile il risultato, ... ma c'era tanta aspettativa.

Ebbene, l'esperimento a fine gennaio 2008 sembra essere stato un successo -

Il progetto LHC "Large Hadron Collider" ha prodotto proprio ciò che Titor affermava nel 1999, ovvero piccole particelle di Protoni e ioni pesanti - ovvero nuclei di piombo- sono state fatte collidere ad altissima velocità nell'accelleratore di BERNA producendo proprio una grande energia e .... "buchi neri instabili".

E la cosa pazzesca è che solo alla fine del 2006 si è formulata la teoria che facendo collidere queste particelle si sarebbero potuti formare i buchi neri instabili. Ora il passo successivo è raggiungere una stabilità. I fisici sperimentali non si aspettavano davvero il pieno successo dell'esperimento, e molti erano dubbiosi.

Ora buchi neri instabili hanno creano i primi possibili passaggi temporali, e anche se per pochissimi decimi di secondi questi collassi temporali hanno dato luogo proprio ... "a passaggi ad universi paralleli possibili".

http://en.wikipedia.org/wiki/Large_Hadron_Collider.

- Titor affermava che solo nel 2034 sarà possibile raggiungere l'obbiettivo del primo viaggio nel tempo, non voglio dire altro.

- Infine, la storia della mucca pazza, pre-annunciata da lui.
ed infine, dai suoi post, leggendolo mi sono convinto che c'è qualcosa che non so dirti, ma stranamente sento che torna.
Come questo suo piccolo briefing sulla sua vita passata:



When the civil "conflict" started and got worse, people generally decided to either stay in the cities and lose most of their civil rights under the guise of security or leave the cities for more isolated and rural areas.
Our home was searched once and the neighbor across the street was arrested for some unknown reason.
That convinced my father to leave the city.

- L'anno non lo dice, ma tieni a mente questo.

From the age of 8 to 12,

- sono quattro anni.

we lived away from the cities and spent most of our time in a farm community with other families avoiding conflict with the federal police and National Guard.

- nota anche questo particolare, la polizia federale, non di contea, ma la federale.
I FEDERALI sono al comando del congresso, che è l'unico che ha in mano la CIA, colei che pare essere colpevole di parecchi turpi assassinii insabbiati - eg. http://it.wikipedia.org/wiki/Assassinio_di_John_F._Kennedy -

By that time, it was pretty clear that we were not going back to what we had and the division between the "cities" and the "country" was well defined. My father made a living by putting together 12-volt electrical systems and sailing "commodities" up and down the coast of Florida. I spent most of my time helping him.


Outright open fighting was common by then and I joined a shotgun infantry unit in 2011.

Lui asserisce che un pò prima che si unisse alle forze di fanteria contadine la situazione era già ad un punto che si capiva che non ci sarebbe più stato ritorno.

tra l'inizio del 2011, e la fine del 2008 ci stanno proprio quei quattro anni che lui dice di essere andato via dalla città perché suo padre si era spaventato dell'arresto dei vicini, della soppressione delle libertà.
Dice che erano iniziate le proteste cittadine e le insurrezioni popolari, la gente era inviperita, e il giro di vite della polizia federale alle libertà dei cittadini era già cominciato in maniera pesante.

E qui che mi suona strano, nulla ... se non ciò che ho già asserito, può portare l'america ad una tale situazione. Un'insurrezione popolare oggi, è impossibile in america, a meno di ... un secondo assassinio del presidente americano.

Obama è un ottimo candidato a fare la fine di Kennedy, e nulla può cambiare la costituzione americana se non una reale presa di coscienza degli americani stessi.
L'evidente potere esecutivo del paese non è in mano al popolo che elegge democraticamente, ma del congresso, attraverso una democrazia indiretta, pilotata, e controllata dalle multinazionali, gestita dai potenti e tenuta al guinzaglio dalla CIA.

Il marcio che ci sta dietro diventerebbe evidente ad ogni singolo cittadino americano, un potere accentrato ad un solo uomo allora, diventerebbe troppo rischioso,- proprio come i padri della costituzione italiana, che impedirono l'accentramento del potere ad un solo uomo per via dell'esperienza fascista di Mussolini- e se questo potere non può essere scelto dalla gente comune in virtù di una pseduo democrazia, allora il rischio di avere un uomo sbagliato che non fa gli interessi del popolo ma dei congressisti corrotti dalle multinazionali americane e dal consumismo sfrenato è evidente.
Ecco cosa può portare ad un evidente paradosso della costituzione americana, ecco perché mi suona strano la sua asserzione:
- La costituzione americana verrà cambiata
- Ci saranno Cinque presidenti ed il potere verrà distribuito tra loro cinque.
Decentramento del potere esecutivo.

Il presidente degli stati uniti, a questo punto diventa pericolosamente un dittatore o ... viveversa, un pericoloso comunista per i congressisti.
Se egli vuole cambiare il sistema economico, avendo potere esecutivo e scegliendo il proprio esecutivo tra chi vuole, lo può davvero fare. Ma, non è proprio su quel sistema che si basa la ricchezza e il potere dell'america?
- sfruttamento del terzo mondo?
Ecco perché i rancori verso l'america, il terrorismo e l'islam, l'attacco alle torri gemelle, hanno portato al potere Obama e non Hillary, la gente ha paura, non vuole più un'altro 11 settembre.
Ma che penserà il congresso? meglio disfarsene subito con un bell'assassinio organizzato e fanculo la democrazia fittizia.


I served with the "Fighting Diamondbacks" for about 4 years.

-2011, 2015 e qui ci siamo.

(Hearing in my right ear isn't as good as I would like it).

The civil war ended in 2015 when Russia attacked the U.S. cities (our enemy), China and Europe.

Questo poi sconvolge. La Russia attaccherà le città, ovvero i Federali, (i nostri nemici) ma a quanto pare è alleata alle milizie partigiane !!
E l'europa ? alleata con la cina? ... qui invece mi puzza di brutto!!
Ma è possibile mai che la Cina si faccia corrompere dagli imperialisti congressisti americani, e vada a braccetto con gli Europei - che già è più facile che appoggino il congresso - e abbraccino l'ideale di una politica di controllo del congresso? mah ... tutto potrebbe essere ... ma la Cina ... mmhh!!

As unusual and bad as my childhood might seem, I wouldn't trade it for anything.

Se lo dici tu!? ah ah ah


Africa is not a pleasant place to be in 2036 although I would characterize it as recovering.


E poi c'è sto mistero qui:
Vallo mo a sfatare.


Do you remember any poetry after 2001 in your past?


A Soldier's Winter


The day before it wasn't snowing.
The trees are strangers, leering, disapproving in the ash of winter ..my
world, my life, my wandering path.
I pray God's eyes may once again gaze upon me and remind me that I am still
His child.

Nel 2004 o giù di lì, un soldato veterano, scrisse un libro di poesie, poco tempo dopo 2005/2006
un suo amico leggendo il libro da lui scritto al fronte, lo convinse a pubblicarlo.

La casa editrice è poco nota, piccola e con pochi soldi, ma tra le tante poesie della casa editrice,
qualcuno si accorse di una poesia in particolare intitolata proprio:

- A soldier's winter


Le frasi della poesia iniziavano proprio come quelle che John aveva citato nei primi mesi del 2000 e
proseguivano dalla metà in poi con le altre che John ricordava appena.

- Here's the original post about this poetry.


I only (think) I remember the first line but the last one I remember. It has quite a few more lines that I don't remember. It is rumored this was written first as a letter by a soldier. After he died it was added to and edited by others. In my opinion, it has become a symbol for the collective guilt my parents' generation feels for what became of the world.


Ciao

TeknoKraut ha detto...

Su John Titor ho già detto in precedenza, in sintesi non ci credo perchè è molto più "facile" che sia una burla o una balla ed è molto più "difficile" che sia vero (macchine del tempo, guerre nucleari, rivoluzioni in America ecc).

Ricordatevi, per favore, il Rasoio di Occam, aiuta a mettere ordine nel caos e nella complessità.

Chiaramente le ipotesi "difficili" sono più affascinanti (e infatti eccoci qui a leggerci e a scriverci...) ma peccano di irrealtà, come gli inferni di Erigena (non c'entra ma mi piaceva dirlo).

Invece, questo post lo dedico al Millennium Bug, visto che la dietrologia arriva anche a questo.

Lo so, è OT, ma penso possa interessare, ogni tanto, avere informazioni di prima mano da chi lavora nel ramo.

Infatti, io lavoro nel ramo del SW, per una multinazionale che ovviamente non vi sto a dire.

Bene, il millennium bug era stato preso dannatamente sul serio e c'erano task force, qui in Italia e in tutti gli altri paesi, che hanno passato alcuni mesi ad analizzare il SW, insieme alla task force della Corporate, alla ricerca di tutti i pezzi di codice che avrebbero potuto creare problemi per il Millennium Bug.

Abbiamo prodotto molte patch per correggere i problemi potenziali e tutto è andato liscio, ma solo perchè ci abbiamo lavorato sodo per mesi (forse un anno, oramai è passato tanto tempo), e come noi immagino tutte le altre compagnie che fanno SW.

Scrivendo queste righe, mi ricordo anche gli aspetti flokloristici e, se mi permettete, affascinanti: infatti, a parte le task force sul SW, c'erano anche quelle operative, cioè i presidii che il 31 dicembre stavano con "le mani sui sistemi", pronti a intervenire per risolvere i problemi imprevisti, appena si fossero verificati: la prima task force aveva il baricentro in Australia, poichè il nuovo millennio cominciava da lì. Si stava tutti in attesa di capire se scoppiava il casino in New Zealand o alle Fiji, per esempio, pronti a passarsi la parola e a dare le indicazioni ai colleghi del fuso orario successivo, per evitare i casini.

Se qualcuno si ricorda "Notturno" di Asimov...

Per fortuna (mi sarei fregato il capodanno...) non ho partecipato in prima persona al progetto e alle task force ma vi assicuro che ho visto con i miei occhi il codice e le patch rilasciate per risolvere i problemi. E vi assicuro che i clienti non ci avrebbero pagato se non avessimo fatto un lavoro vero...

Ancora una considerazione, molto prosaica, per portarvi "down to earth": non crediate che il Millennium Bug avrebbe bloccato le macchine, gli ascensori, i telefoni, le centrali elettriche, una specie di bomba al neutrone o di raggio della morte. No, il problema poteva essere quello, senz'altro, ma c'erano cose da mettere a posto molto più prosaiche e molto più sensibili.

Vi faccio un esempio. Immaginate un programma bancario che calcoli gli interessi sui mutui: che succederebbe se il programma si sbagliasse di un giorno di interessi (in più o in meno), moltiplicato per tutti i mutui? Ecco, questo, credetemi, è un buon motivo per risolvere il Millennium Bug.

Un ultimo commento: terrorismo informatico? Boh, non saprei, certo che se vi ricordate che uno dei primi worm mise in ginocchio la vecchia DarpaNet, e neanche fatto apposta... Staremo a vedere. Francamente, non temo che qualcuno si impadronisca dei sistemi missilistici (Skynet, Terminator???) ma che piuttosto qualcuno possa mettere in ginocchio la Rete. Secondo me, la tecnologia c'è: BotNet, RootKit, DDoS hanno tutti un utilizzo potenzialmente militare. Non sto dicendo nulla di esoterico, lo sanno tutti. Al momento, se ne fa un utilizzo commerciale (crimine informatico organizzato). Manca l'esigenza, ancora, di usarli militarmente.

Speriamo bene...

TK

Klodjo ha detto...

wa ho letto i vostri commenti,diciamo ke ne smonto il 90%_
un esempio è per quel poveretto k ha kiesto in tono sarcastico"ma perchè nessuno ha kiesto degli U.F.O."beh mi dispiace ma la domanda gli è stata posta ben 4 volte in quei 5 mesi e non ci sono state scoperte a riguardo anche se lui non da molta importanza al caso.
poi un altro ha chiesto "ma che senso ha tornare indietro alla sua famiglia?" beh John dal 1975 è dovuto andare nel 1999_non per vedere gli effetti catastrofici del millennium bug_ma per una promessa fatta al nonno e poi per reperire foto di famiglia perse durante la guerra!nel 1975 ci va per i bomputer dell'ibm che realmente serve,dato che molti pc o emulatori non sanno fare ciò che facevano altri pc(un pò come il discorso di uno che ha una cassetta da vedere ma può usare solo lettori dvd)

Klodjo ha detto...

cmq sentite lasciate scrivere chi fa gli articoli,se volete fare domande nei post che siano almeno serie e senza tutto lo scetticismo di questo mondo.informatevi prima

Giovanni ha detto...

Quando si fa un intervento per sbeffeggiare una notizia (verosimile o assurda che sia) bisognerebbe stare attenti a non "allargarsi" troppo per non tracimare nella grettezza mentale.
A prescindere da quello che si pensi sulla vicenda del Time Traveler, non si può allegramente sputtanare la teoria degli universi paralleli, che è una teoria astrofisica che al pari delle altre viene studiata e approfondita costantemente da migliaia di scienziati in tutto il mondo.
Se la ricerca a pagamento della "bufala" sconfina SEMPRE nella chiusura mentale, allora forse è il caso che ci si occupi di altro...

ruggero ha detto...

.....guagliù.....a'mmè me pare 'na strùnzata.
O no?
Ssc-cùsate 'o 'ddistùrbo.

R.

Paolo Attivissimo ha detto...

Giovanni,

seguo la fisica forse anche più di te, e ho la mente apertissima per quanto riguarda i risultati concreti.

Ma avere la mente aperta non significa lasciare che il cervello caschi di fuori.

Se un signore mi si presenta a casa dicendo di aver realizzato la macchina del tempo, l'ipotesi più probabile è che sia matto come un cavallo o voglia fregarmi. Non è che siccome la fisica dice che i viaggi temporali sono possibili, tutti quelli che dicono di essere viaggiatori nel tempo sono automaticamente affidabili.

E' come dire che siccome Napoleone è esistito, allora tutti i matti che credono di essere Napoleone sono davvero Bonaparte reincarnato.

Se il signore mi dimostra scientificamente di aver viaggiato nel tempo, allora accetto il fatto: ma fino a quel momento, abbi pazienza, ma la prudenza insegna che non è il caso di farsi prendere per il naso.

Titor, sulla base delle evidenze, rientra in quest'ultima categoria. Dirlo non è questione di chiusura mentale: è quello che emerge dai fatti.

mirko ha detto...

Se è vero quello che ha detto Titor che è stato qui nel 2000 chi lo puo dimostrare???

mirko ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Ghostview, complimenti per la tua dettagliata analisi. Però, pur ammettendo che Titor non ricordasse bene le date d'inizio della "guerra civile" (lui parla infatti di 2004-05) e confondesse le elezioni del 2004 con quelle di quest'anno...Nonostante questo mi sembra piuttosto inverosimile che, anche se Obama venisse assassinato (tocchiamoci), questo possa generare una disastrosa guerra civile all'interno del popolo americano...
E a parte queste questioni cronologiche e di previsioni, c'è un particolare che smonta tutta quanta la faccenda: IL DR. ROBERT G. BROWN, FISICO DELLA DUKE UNIVERSITY (UNA DELLE PIU' PRESTIGIOSE NEGLI USA) HA SPIEGATO CHE GLI ARGOMENTI SCIENTIFICI DI TINTOR, PER QUANTO FORNITI DI UN VOCABOLARIO SPECIALISTICO, SONO IMPOSSIBILI, SIA IN TEORIA SIA IN PRATICA. E LO ARGOMENTA PIUTTOSTO DETTAGLIATAMENTE (Vedi questo link: http://communities.anomalies.net/forum/ubbthreads.php/ubb/showflat/Number/13443#Post13443). Quindi peccato, la saga di John Titor si esaurisce qui.

Anonimo ha detto...

Caro Marco, ho letto con piacere la discussione e, a questo punto, credo effettivamente che ci siano delle incongruenze sul fatto Titor.

L'altra sera poi, ho visto che c'è stato un programma su RAI 3 di "Voyager" sul caso Titor. E' interessante il fatto che quelli di "Voyager" avevano assunto un investigatore per recuperare informazioni sulla famiglia di John, e che il detective non avesse trovato nessuna traccia in merito of any Titor o Kay Titor - ammesso che questo fosse stato il suo vero cognome -.
A questo punto, nonostante la mia convinzione, ho cominciato a nutrire alcuni dubbi sull'autenticità del caso "Titor".

Successivamente il detective è andato alla ricerca di cosa o chi ci fosse dietro la storia Titor. Purtroppo, a causa della spossatezza della dura giornata d'ufficio, mi sono addormentato sul più bello senza neanche accorgermene.

Lancio un appello! Se qualcuno ha visto per intero il programma "Voyager" sarei davvero curioso di sapere a cosa sono giunti... e se è davvero una gran bella bufala.

Infine, mi pongo una domanda che credo sia un pò la domanda di chi ha creduto in Titor, e credo sia la cosa che mi lascia maggiormente perplessi. - il movente -

Se, come pare che sia, è una gran bufala, il racconto di per sè non ha senso. Nè sul piano commerciale, o sul merchandising. Mi chiedo: A che scopo tirar fuori una frottola di questo livello? Non certo per far soldi, poiché non è stato venduto nulla - fake apart - fino a che il caso non è diventato di una certa notorietà nell'ambiente del world wide web.

In effetti, neanche ora c'è una commercializzazione di tale prodotto o storia - a parte un libretto che raccoglie i post di John ma che è possibile trovare sul net - e quindi? a che pro?
Rimane un fatto totalemente privo di senso.
A meno che non sia stata una specie di "comunicazione stile new-age" gettata lì, nello stagno del net ... per sollecitare il pubblico senso dello stillicidio.

Mah, comunque sia, rimane una storia davvero strana ...
Grazie comunque per la delucidazione.
Un saluto al blog

Anonimo ha detto...

sono un appassionato e studioso di viaggi nel tempo da 16 anni, l'argomento tempo è troppo vasto da spiegare, comunque sia.

tantissimi commenti per smontare la tesi del crononauta, ne basta una!

"qualsiasi azione fatta antecedentemente ad un azione premeditata ora è la matematica impossibilità della premeditazione stessa"

più facile di così

ovvero, palesemente, se io(attuale) incontrassi io(giovane) cambierei il suo spaziotemporale facendo cambiare anche il mio spaziotemporale così da rendere impossibile il fatto che io(attuale) abbia parlato con io(giovane).

se volete ulteriori spiegazioni scrivetemi a chad@ticino.com

inetion ha detto...

Il caso di Jon Titor e una fantasia di una persona depressa catastrofico sociale, che intende ricavarne vantaggi economici con i diritti d'autore. La fantasia oltretutto poco fantascentifica, pubblicizza un computer IBM e un sistema operativo UNIX
e di una teoria quantistica ancora inapplicabile per velocità di calcolo dei backup al decimo di secondo quadrimensionale, velocità, spazio, tempo e relativo calcolo della forza gravitazionale di questo universo materiale, per il viaggio di ritorno, inoltre occorrono delle facoltà mentali di capacità di teoria da sperimentale a pratica, per comprendere dai numeri di calcolo in quale backup spazio temporale siamo. Occorre un campo magnetico protettivo delle persone e materiale di bordo come un disco volante, mentre la macchina del tempo consente solo il viaggio d'andata verso il passato i futuro, perchè dall'altra parte non esiste una macchina per il ritorno. In ultimo occorre una quantità d'energia che qualora fossimo in grado di produrla da utilizzare per il bene degl'Esseri Umani Terra, anzichè ipotizzare guerre civili e mondiali, che viviamo tutti i giorni con il Caos Mondiale.
www.italialibera.net

Step ha detto...

Non so se qualcuno ha visto l'ultima puntata di Voyager! Comuqnue è tutta una bufala! L'avvocato si sta solo divertendo...addirittura qualcuno crede che sia suo figlio il famoso Titor, e lui ci mangia su.

Anonimo ha detto...

step.. paolo non solo è un esperto di bufale ma ha introdotto questo argomento proprio perchè è una bufala...

so che la teoria semplice non vi piace =) allora vi rimando sul più interessante, aspetto scientifico.

Sul focus di 2 settimane fa parlavano del CERN di ginevra e sull'esperimento che si terrà tra 2-3 settimane.

Pilrick ha detto...

Quella che vi riporto è una strana coincidenza. La missione principale di Titor era quella di portare nel 2036 il pc portatile IBM 5100. Caratteristica per la quale è stato scelto, è quella che supporta due linguaggi. Notizia, all'epoca, tenuta segreta. Pertanto, si può definire "segreto industriale". I segreti industriali hanno una scadenza, per esempio in Italia è di 20 anni. Quella degli USA non ne sono a conoscenza. Questa è una notizia che ha creato scalpore e ha dato credibilità a Titor.
La coincidenza che vi riporto è la seguente:
se cercate John Titor nelle pagine bianche USA e allargate la ricerca su tutto il territorio nazionale risulta essercene uno solo e vive ad Armonk nello stato di New York. Tra le notizie personali, oltre il numero di telefono, viene menzionata l'attività. Casualmente risulta essere ingegnere dell'IBM. Lascio a voi tutti le conclusioni, io mi limito a dire che è una strana coincidenza.

Anonimo ha detto...

aparte l'impossibilità che avevo spiegato in precedenza, la domanda è lecita.

te la smonto, il nome è stato apposta scelto per la storiella.

era già stato scelto prima, ad ogni modo la storia del titor reale che esiste ha una cronologia totalmente diversa dal titor dopo inventato.

laroccaconte ha detto...

Ok, dopo la puntata di Voyager di qualche giorno fa è ufficiale (almeno per me) che la storia di Titor sia una bufala, il fratello dell'avvocato che gestisce i diritti della Titor Foundation è un esperto di tecnologie informatiche, è voluto essere presente all'intervista del fratello (prendendo un aereo apposta) per essere sicuro che non si contraddicesse...

Che poi, scusate, un militare viene qui, non vuole provocare danni alla nostra linea temporale e poi scrive per qualche mese su un forum, lascia materiale sulla macchina del tempo (tra l'altro decisamente dilettantesco) ed un'ipotetica registrazione video del suo viaggio!! Se non altera il tempo questo... XD

cd1 ha detto...

Riguardo Titor, è presumibile che nel suo soggiorno abbia incontrato Bill Clinton, che era alla fine del suo mandato presidenziale, per dirgli qualcosa che dovrà succedere a breve, nel 2008 o inizio 2009, in base a cui sua moglie Hillary sarebbe diventata presidentessa. Probabilmente è questo fatto che spinge Hillary a non ritirarsi dalla contesa con Barac Hobama, come lei stessa si è lasciato sfuggire in una conferenza stampa di pochi giorni or sono. Questo fatto potrebbe accadere nel giugno 2008, che a dire di Hillary è per tradizione un mese in cui "succede qualcosa", sul tipo dell'assassinio di Bob Kennedy. Per quanto riguarda la guerra civile americana, che sembra non succedere ancora, ciò può essere determinato dalle azioni governative conseguenti alla conoscenza di fatti più reali e concreti di quelli apparsi in Internet, dati da Titor a Bill Clinton od ad altre persone che contavano nel 2000. Probabilmente tra questi fatti predetti c'è la rivelazione del disastro delle torri gemelle, che è ugualmente avvenuto, proprio perché non furono presi sul serio gli avvertimenti già a conoscenza allora di parte dei servizi segreti americani. E' un pò come la guerra del 2015, predetta ma non creduta, su cui Titor ha detto che nella nostra linea temporale è possibile evitare, ma ... l'umanità lo farà? Io spero proprio che da probabili colloqui segreti di Titor con la gente che conta sul serio siano emerse tante predizioni che si avvereranno interamente, tanto da convicere le persone che contano ad agire per evitare la catastrofe della guerra mondiale.

TwoFools ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
TwoFools ha detto...

Perdonate, non sono ne un fisico ne altro, ho studiato filosofia...

ma quello che mi chiedo è: se ogni atto crea un universo parallelo, la cui linea temporale varia più o meno leggermente, allora il suo timore di svelare segreti e cambiare le linee temporali non ha senso...

se questa teoria è vera, lui può dire tutto quello che vuole perchè tanto le "modifiche" stanno già avvenendo o avverranno.

In un universo simile, tutto può accadere ed infatti sta accadendo. Perciò se anche lui svela qualche segreto, in un'altra linea temporale questo non accade, ed in un'altra ancora titor svela ogni singolo evento, e comunque questo non ha importanza, perchè tutte le combinazioni possibili accadrebbero ed accadranno comunque...

Quindi, per come la vedo io, questa sua preoccupazione è immotivata...

cd1 ha detto...

Il fatto è che non tutte le linee temporali sono "compatibili" tra di loro, nel senso che alcune sono talmente distanti, ossia diverse, tra di loro che ogni intersezione (evento in comune) tra di esse è impossible. Noi abbiamo in comune con la linea di Titor alcuni fatti che egli considera per assodati, essendo successi nel proprio passato: Gesù Cristo ed il cristianesimo come religione predominante in occidente, la seconda guerra mondiale, ed in particolare Perl Harbur, la vittoria dell'America e dei suoi alleati contro Hitler e il Giappone, lo sviluppo dell'informatica fino al 1975, con l'IBM linea 5100, la stessa nascita di Titor nel 1998, ed altri. Ciò ci dice che la nostra linea è molto sovrapposta a quella di Titor, dividendosi da essa per l'1 o 2%. E' da indagare se, dopo la venuta di Titor, questa percentuale di diversità sia bruscamente salita a valori più alti, il che si spiegherebbe con iniziative più che collettive, soprattutto governative, per dividere la nostra linea temporale da quella di titor. Supponendo che questo viaggiatore nel tempo sia veritiero e reale, il che conviene fare, per le implicazioni terribili che si avrebbero a non farlo ed i possibili rimorsi di coscienza conseguenti all'aver saputo le cose in tempo senza aver fatto niente per modificarle, è molto probabile che, oltre che chattare in un blog, in qualche modo abbia avvertito le autorità del tempo, quantomeno per metterle sull'avviso, dando delle prove più convincenti di quelle, già tali da far riflettere, date sul blog. Ora, chi era l'autorità mondiale più potente del tempo? Correggetemi se sbaglio, ma era Bill Clinton, alla fine del suo mandato presidenziale. Supponiamo che volente o nolente, Titor abbia avuto un colloquio con lui (io al suo posto l'avrei avuto), non pensate che abbia potuto rivelare altri particolari interessanti? Il suo fine era sicuramente quello di scongiurare la guerra civile americana, non nella sua dimensione temporale, ma in quella in cui stava operando. In effetti, il suo passato non poteva essere cambiato, ma il nostro futuro si. E che ne pensae sul fatto che la guerra civile americana non è ancora scoppiata nella sua interezza? Se io fossi stato Bill Clinton o il suo successore alla casa Bianca, avrei riunito uno speciale gabinetto "per cambiare il futuro". Probabilmente tale gabinetto mi avrebbe dato una linea di condotta: evitare la guerra interna, con il fare una guerra esterna, il che è avvenuto con la guerra all'Iraq di Saddam. Infatti, cosa c'è di meglio per compattare un paese che un pericolo esterno? Io non sto dicendo che la distruzione delle Torri Gemelle di New York sia stato architettato apposta dalla CIA, ma che probabilmente poteva essere prevenuto e che non lo è stato per calcolo, fino al punto di sfuggire di mano a chi già sapeva. La guerra in Iraq doveva essere incominciata, per scongiurare gravi divisioni interne alla società americana, che l'avrebbero minata alle basi e portato ad una guerra civile. Il fatto è che tale guerra, non risolvendosi in tempi brevi, è come una bomba ad orologeria, che può portare una grave deflagrazione di problemi in America, che si manifesteranno tra breve, con il nuovo presidente. Sotto questo riguardo, gli scenari sono due: Obama presidente ed Illary vicepresidente, in tal caso subito dopo il primo sarebbe ucciso ed Illary ne prenderebbe il posto, ovvero Illary subito presidente, il che è improbabile. La Clinton sembra credere alla sua presidenza più di quanto è umanamente possibile. Sembra che sappia qualcosa che noi non sappiamo a cui si aggrappa fortemente, attendendo che si possa realizzare. Se conosce qualcosa, chi glielo ha detto, anche indirettamente, se non Titor? Vedremo il 3 di giugno cosa succederà. Il bello è che di questo evento non c'è più sicurezza, dato che la nostra linea temporale può divergere totalmente e per sempre da quella delineata come passato di Titor. Io ritengo che a provocare tali divergenze siano alcuni eventi "mastri", come il fatto che non c'è stato il millennium bag ed invece c'è stato, forse come conseguenza del non esserci del primo, l'11 sett. 2001. Tali eventi mastri sono come delle bombe lungo le linee temporali, da cui si ha la divergenza di molte di esse: la prima divergenza è il si/no dell'evento millennium bag, che ha diviso le linee temporali fin là pressocché sovrapposte in due fasci a raggi verso due tipi di futuro. Noi apparteniamo ad uno di essi, mente Titor non appartiene al nostro stesso insieme di fasci temporali propri.
Ora debbo andare. Ciao al blog. cd1

TwoFools ha detto...

senza offesa, cd1, ma queste spiegazioni mi sembrano... troppo "comode".
In questo modo, se una "previsione" è azzeccata , allora Titor è un profeta, se non è azzeccata si tirano in ballo le divergenze temporali... quello di Titor mi sembra sempre più una specie di culto di Nostradamus, con le profezie talmente vaghe che possono essere qualsiasi cosa...

TwoFools ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
cd1 ha detto...

Riguardo alla profezia, essa è solo una proposta data da Dio all'uomo di svolgimento futuro del tempo. Un vero profeta potrebbe anche non vedere realizzata la sua vera profezia. Un esempio a questo proposito è il famoso Giona, che stette tre giorni in pancia al pesce, poi si convinse a profetizzare la possibile distruzione di Ninive, che non avvenne, perché i Niniviti si ravvidero e cambiarono. Ma senza bisogno di scomodare i profeti biblici, sia chiaro che io non ritengo Titor un profeta, ma al massimo una specie di cronista-storico dilettante, che di propria iniziativa e, forse, sotto pressione di una persona di famiglia molto influente su di lui (il nonno) si decide a modificare il proprio itinerario temporale per scongiurare il millennium bag e, dato che ormai, con questo, ha cambiato la nostra linea temporale, con il darci alcune indicazioni per poter sfuggire ad avvenimenti catastrofici imminenti. Se tutta la storia è vera (ed io posso ammettere che sia verosimile) ciò non implica affatto che succedano le cose come dette da Titor, perché ormai le cose sono cambiate irrimediabilmente, almeno per noi che viviamo nella linea temporale modificata proprio, se è vero, dal viaggiatore nel tempo. E' chiaro, inoltre il suo messaggio: Titor non ci guadagna niente a modificare la nostra linea temporale in meglio (o in peggio, nonostante i suoi buoni propositi), anzi egli addirittura non vedrà mai gli effetti di quello che ha fatto, ritornando nella sua linea temporale. Infatti, il suo passato (ossia il suo vissuto precedente) non lo può modificare almeno per due motivi: ormai lo ha vissuto e lui stesso è il frutto di quello che è stato prima nel suo tempo: Titor che ha incominciato il viaggio verso il nostro tempo era in quel modo in cui era perché aveva avuto il suo particolare passato, e proprio quel Titor ci siamo ritrovati (se è vero) nel nostro presente, non un altro che avrebbe avuto un passato diverso. Secondo, egli non fa un viaggio all'indietro nella sua linea temporale, ma in un'altra che, per quanto simile è diversa, pertanto non potrà mai modificare la sua linea temporale propria. Forse potremmo essere noi a farlo, e non è detto che tale proposta Titor non l'abbia fatta al Pentagono, magari rivelando i segreti della sua macchina del tempo: sul tipo "io faccio una cosa a te e tu fai una cosa a me". Ma in ogni caso, anche se noi riuscissimo a modificare la linea temporale in cui ha vissuto Titor, andando nel suo passato, non faremmo altro che instaurare una nuova linea temporale, mentre quella personale di Titor non verrebbe affatto modificata, perché appartiene ormai al suo "vissuto" e nessuno può cambiare il vissuto di un altro. In questo è la validità del principio di causalità e quanto detto da titor riguardo il fatto che i paradossi, in effetti non esistono. Noi non posssiamo fare altro che aspettare e vedere quanti pezzi del puzzle descritto da Titor vanno al loro posto e quanti invece no. Ciò non deve significare una attesa fatalista e non fattiva, ed è questo che vorrei mettere all'attenzione di tutti. Al di là della vericidità di Titor esiste una vera situazione generale che puzza di eventi catastrofici, su cui in qualche modo si può ancora intervenire, ma solo se si finisce di discutere sul fatto se Titor è vero o no, incominciando, invece, a discutere su come evitare catastrofi immani che potrebbero presentarsi presto, ovvero su come potersi salvaguardare personalmente. Non è una cattiva idea quella di Titor di farsi ognuno una rete di cinque persone di cui fidarsi ciecamente nel raggio di 100 miglia. Se ognuno di dieci persone di questo blog lo facesse, già sarebbe una rete notevole di persone amiche in qualche modo preparate a pensare in maniera diversa con il proprio cervello.
Ci sentiamo. ciao da cd1.

cd1 ha detto...

Un'aggiunta. Vogliamo domandarci seriamente quali sono i meccanismi che si sono messi in moto per cui non c'è stato il millennium bag? Ognuno che legge dia la sua risposta, che è quella che Titor ha più volte sollecitato. Vogliate nel frattempo ascoltare la mia. 1)Titor era a conoscenza di come evitarlo, tanto che lo rivelò al nonno nel 1975, il quale gli fece promettere che lo avrebbe fatto; 2)E' impossibile che lo abbia potuto evitare da solo, in maniera un po' magica; 3) nel 1999 ha incontrato qualcuno in grado di avere sufficiente autorità da accettare e poter mettere in pratica la sua soluzione del problma. Conseguenza, Titor non ha agito da solo, ma con il consenso e l'aiuto di persone potenti. Il nonno era un ingegnere informatico, che prima di morire avrà potuto avvertire qualcuno, cui Titor si doveva rivolgere, o un altro andamento delle cose, tale però da essere efficace. L'ipotesi che passa nella mia mente è sempre quella di Bill e Hillary Clinton, che sono oggi in campo, con la variante Obhama, che è nel frattempo intervenuta.
Ciao ancora da cd1.

PoLaR ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
PoLaR ha detto...

cd1, analisi interessante la tua, ma in realtà mi trovo d'accordo con twofools.
Imho non è che possiamo dare retta ad ogni personaggio che affermi di venire dal futuro solo per evitare "rimorsi di coscienza", come sai dopo timetraveler_0 ne sono usciti diversi sulla rete, dovremmo prenderli tutti per buoni?
Sul Millenium Bug è facile dire "come mai non è successo niente?", in realtà sono stati spesi fior di quattrini per mettere a posto la situazione. Il videoregistratore che va in tilt o il tostapane che non tosta sono idiozie (ho molti elettrodomestici anteY2K e funzionano alla perfezione), è quando c'è un interesse forte che si interviene in maniera decisa, come nel caso delle banche: riuscite a pensare a quanti soldi avrebbero perso se i loro sistemi avessero sbagliato a calcolare, per esempio, i tassi d'interesse anche solo di 1 giorno per cliente?? L'opera di debugging è partita già agli inizi del 1999 e si è arrivati al 1 gennaio 2000 con la situazione perfettamente sotto controllo. La maggiorparte delle persone ignora questi particolari, vuoi perchè i media, scampato il pericolo, hanno fatto andare la faccenda nel dimenticatoio, vuoi perchè è un argomento poco interessante...
E poi c'è la questione del nonno, che francamente sembra faccia parte della sceneggiatura di un B-Movie catastrofico, di quelli che a volte mandano in onda il pomeriggio su canale5... :)

cd1 ha detto...

Penso che conviene fare il seguente ragionamento per assurdo: supponiamo che nella nostra linea temporale (una delle infinite soluzione dell'eq. di Schroedinger, l'unica che abbiamo a disposizione per trattare con problemi quantistici del continuum spazio-temporale) sia venuto casualmente un tizio dal futuro. Come ha fatto? E' entrato in una scatola buia in cui tutte le soluzioni lineari della eq. di Schr. esistono contemporaneamente, fino a quando non si apre la scatola e tutte queste possibilità quantistiche collassano in una sola di esse, presa a caso tra tante aventi caratteristiche simili, la nostra realtà .... Fino ad ora niente da dire .... E' tutto teoricamente possibile (chi vuole si può informare in rete sulla scatola nera in cui è racchiuso il gatto di Schr.). Questo tizio è unico o ce ne possono essere altri prima o dopo? Dipende: una volta che il primo è venuto, come fare a chiudere questo "stargate" apertosi? La nostra linea temporale era sconosciuta a titor prima di arrivarci, ma non dopo e lui conosce la strada per ritornarci o mandarci qualcun altro. A me, nei suoi panni, in cui vive in un mondo contaminato da radiazioni e con il pericolo sviluppato sulla mucca pazza, forse non ci sarei più tornato, ma ... al cuore non si comanda, perché probabilmente lui ha persone che ama in quello spazio-tempo. A proposito di mucca pazza, non avete sentito quello che ha detto uno dei delegati al congresso della FAO sulla fame nel mondo? Ha detto che vietando di dare mangimi animali (per non fare diffondere la mucca pazza) abbiamo privato il mondo di tanti mangimi vegetali che potrebbero sfamare tanti che muoiono di fame. Siamo sulla strada di ritornare ai mangimi animali? Ossia: il morbo della mucca pazza potrà essere riacceso in un prossimo futuro, così come predetto da titor?
Ritornando al discorso per assurdo con cui ho incominciato: supponiamo per assurdo che Titor esista veramente dal futuro, e che si sia sbilanciato a dire cose strane: quale sarà la prossima, quella per cui potremo farcene un'idea più vera? E' chiaro che sono le elezioni americane: se la Clinton annuncia di appoggiare Obama accettando di essere il suo vicepresidente, siamo sulla strada predetta dal viaggiatore: se vince Obama, ma poi succede qualcosa sul tipo di Bob Kennedy (ovvero succede quanto prima qualcosa che toglie di mezzo Obama) e la Clinton diventa presidente? Ci sarebbero tutti gli ingredienti anche per scatenare parecchi disordini in America (guerra civile?). Ma poi, ritornando all'appena vissuto di questi ultimi anni, la Clinton e l'attuale presidente Bush non li vedete come dei marziani? La prima si è preparata puntigliosamente per anni in tutti i campi dell'amministrazione, come se sapesse di essere investita da un compito speciale, che deve adempiere prossimamente: essere presidente. E' solo il suo personale carattere a spingerla a ciò o la consapevolezza di essere una "prescelta"? Bush, lo sappiamo, è un cristiano rigenerato, che si sente scelto da Dio per un compito speciale, quello d'essere il "comandante in capo". Ma chi glielo ha detto? Forse un altro cristiano rigenerato, venuto da un epoca in cui la religione è una cosa seria? Titor delinea un campo, quello religioso, molto differente da quello che si conosce in Europa ed in America oggi. Non più grandi Chiese con grandi capi, ma piccole chiese decentrate e capillarmente diffuse, in cui si è tornato ai comandamenti come sono scritti nella Bibbia, in Esodo, ecc. Non so se voi conoscete i sabbatisti di oggi: basta trovare sull'antenna uno dei loro canali e seguirlo un po'. Parlano di avvenimenti escatologici, predicano la sanità del corpo, hanno pure un programma di ginnastica, spesso fanno vedere donne che cucinano cibi naturali. In America, se vogliono fare degli studi su gente che da generazioni non fuma spesso scelgono loro. Ci sono tutti gli ingredienti per attirare su questo gruppo l'attenzione e la simpatia di un mondo appena passato attraverso avvenimenti apocalittici e desideroso solo delle vecchie e sane vivande di un tempo!
Se dunque quel tale fosse venuto dal futuro veramente .... allora capirei meglio alcune cose e dove portano. Ma forse è questo che alcuni non vogliono proprio: capire. Ciao, cd1.

TwoFools ha detto...

Si, certo, ma senza offesa, se inizio anche io con i "se" posso pensare a qualunque scenario e realizzarlo...

cd1 ha detto...

Tra il dire ed il fare c'è di mezzo il mare. Io personalmente posso solo pensare, magari stimolato dalla storia di Titor, vera o falsa che sia, ma non sarò certo io a fare scoppiare la presunta guerra civile americana. E poi, sinceramente, desidero che tali fatti non avvengano, non certo che avvengano ... ma cogito ergo sum, direbbe Cartesio. Possiamo passare tutta la giornata a dire che tu non credi alla storia e che io la credo possibile, e ciò non cambierà niente di niente. Forse faremmo meglio ad accogliere l'invito datoci dal sedicente viaggiatore, quando ha detto che faremmo meglio a non interessarci tanto di lui e, magari, un po' seriamente dei nostri problemi. Ciò non toglie che l'unico modo per vedere se la storia è vera è quella che ho detto: fare delle ipotesi in linea con il racconto di Titor e aspettare se si rivelano reali. Solo che poi, anche se non si verificano le ipotesi di Titor, lo stesso non possiamo dire che è un falso, dato che non viviamo nella sua stessa linea temporale, quantomeno da quando è arrivato lui. Ciò non vuol dire che possiamo affermare tutto ed il contrario di tutto. Pur restando nel principio d'indeterminazione di Heinsemberg, ci sono degli spazi e dei tempi impossibili. Così ci sono eventi impossibili ed altri possibili. Di questi ultimi alcuni sono più probabili di altri. Man mano che ci avviciniamo al loro svolgersi le cose sono più chiare. Se per esempio Titor non ne azzeccherà una da quì a una decina di anni, allora non ci crederemo più nessuno, anche se, putacaso, egli fosse veramente quello che affermava di essere.
Saluti da cd1.

TwoFools ha detto...

E dalle ultime notizie, Hillary se non altro non vincerà le elezioni... non vi parteciperà nemmeno... vicepresidente? mah...

WM - Pianeta Sport ha detto...

Si parla anche di un Ehtan Titor, viaggiatore crononauta di II livello, che arriverebbe dal 2118 e spiega che Jhon verrà arrestato dal suo governo per essersi fermato nel 2000. Di certo è che in futuro la macchina del tempo sarà realizzata e allora perchè non pensare che i viaggiatori siano già in giro?

Anonimo ha detto...

ho letto un po' di commenti e un botta risposta.

diversi utenti mi avevano chiesto spiegazioni sulla teoria dell'impossibilità di un contatto extratemporale.

Vi stampo l'email così come l'ho mandata ad un utente.

""inizio""
premettendo che questa "teoria" funziona solo su una realtà uguale, non
parallela, anche perchè in una realtà parallela non si cambierebbe il
corso di nessuna delle due realtà in conflitto.

???

Spieghiamo il concetto, usiamo una linea temporale la quale va in avanti
o indietro nel tempo sulla linea del tempo della nostra realtà, come noi
la conosciamo, come nel film "Ritorno al futuro" per intenderci.

Immagina di tornare indietro di 10 anni, ed incontrare te stesso,
l'azione di incontrare te stesso sarebbe abbastanza catastrofica da
cambiare l'intero spaziotemporale, sia tuo (attuale) che tuo ("bambino),
perchè?!

Perchè, immagina di essere bambino (12 anni), ed incontrare te stesso,
la tua percezione della vita, del mondo e di tutto l'universo
cambierebbe, il te bambino potrebbe pensare "ah, un giorno navigherò
nello spazio, un giorno tra 10 anni sarò ancora vivo, allora posso fare
tutto quello che voglio, tanto so che tra 10 anni sarò ancora vivo"
questo cambierebbe il corso della realtà, il tuo bambino potrebbe fare
tutt'altro che inventare la macchina del tempo, siccome sa che lo farà
così da distruggere il fatto che tu abbia inventato una macchina del
tempo.

Oppure il tu bambino potrebbe (non lo augurerei mai) morire.

Questa concezione del cambiare tutta una realtà con un piccolissimo
gesto funziona quando agisci in qualche maniera cambiando qualcosa,
dicendo qualcosa, spostando un oggetto, impedendo qualcosa di accadere,
ecc.

Una persona andando indietro nel tempo, cambiando qualcosa e
(teoricamente) tornando al suo tempo, potrebbe:
a. trovarsi in una realtà non più sua, anche completamente diversa
b. non esistere più, immagina se lui morisse nel passato
c. ritrovarsi esattamente come prima ma senza aver cambiato nulla perchè
ciò che ha cambiato ha preso un'altra realtà

Questo spiega l'impossibilità, il paradosso, di poter parlare con se
stessi, o cambiare un evento, anche piccolissimo, e tornare "a casa
propria" senza problemi.
(paradossalmente la "casa" non esisterebbe più comunque =D )

Spero di essere stato chiaro, è parecchio complesso come discorso in
effetti, questo per ciò che riguarda la linea temporale della stessa
"ipotetica" realtà.

Immaginiamo invece, che, come sostiene qualcuno, andando indietro ed
avanti nel tempo, ci troveremmo in realtà diverse, dove non esistono
femmine, o dove non è mai stata fatta una guerra, ecc...

Immagine se tu attuale tornassi indietro di 10 anni, in una realtà
diversa dalla tua, (se sarebbe una realtà diversa lo sarebbe totalmente,
poi ti spiego perchè al punto *1) quindi tu se cambieresti anche
tantissime cose di quella realtà, uccideresti una persona
rivoluzionaria, parleresti con tutte le persone esistenti ecc.
cambieresti quella realtà ma non la tua, tu esisteresti sempre come
signor xy essere umano abitante della terra della realtà 01.

Se invece il signor xy essere alieno abitante di zk della realtà di 02
venisse a trovarci, ci rivoluzionerebbe il mondo e tornasse, lui sarebbe
illeso, noi cambieremmo la nostra realtà.

Tutto li, non ci si accorgerebbe nemmeno di aver viaggiato nel tempo,
sarebbe come viaggiare su un altro pianeta.

Riprendendo il discorso *1, le realtà, teoricamente secondo alcuni,
infinite, ci sarebbero infinite realtà parallele, sarebbero sempre
diverse, completamente, perchè ogni realtà inizia dal principio,
dall'inizio del tempo, (big bang se vuoi, anche se non teoricamente
corretto).

Quindi, immaginiamo che dal big bang, il quale potrebbe già implodere
diversamente per ogni realtà, si creino i pianeti, ogni pianeta diverso
dalle altre realtà, si creerebbe la terra (ipotizzando che in alcune
realtà si formi), quindi nascerebbe il primo essere vivente, uno
potrebbe evolversi con 2 gambe, un altro con 3 gambe, quello con 2 gambe
diventerebbe anfibio quello con 3 un'altra cosa, capisci che tutti
questi piccolissimi cambiamenti di ogni atomo di ogni realtà
moltiplicata per 4.5 miliardi di anni, dove ogni secondo potrebbe
rivoluzionare l'intera realtà.

È facile fare 1+1 e capire che ogni realtà sarebbe completamente diversa
una dall'altra, anche se.

Mi potresti dire, si però ci sono infinite possibilità, quindi magari
una realtà uguale alla nostra ma che invece di avere i capelli marroni
li hanno blu potrebbe esistere, certo ma tornando indietro nel tempo hai
altrettante infinite possibilità di incappare in quella realtà e ad ogni
modo varrebbe il discorso delle realtà diverse.


Spero di essere stato per lo meno semichiaro =/
So che spesso parto in quinta e non si capisce, ho riletto e ritoccato
un po' per una lettura migliore, dimmi pure se non capisci dei concetti.

Ti allego uno schizzo fatto veloce che spiega la realtà identica e le
multirealtà.


Se vuoi ulteriori chiarimenti scrivimi pure.

Ciao! chad@ticino.com

""fine""

lo schizzo dovrei rifarlo, è chiaro che è tutta teoria, ci sarebbe il discorso del fatto, e se qualcuno viaggiasse comunque a suo scapito?, teoria parecchio più lunga e complessa, andremmo sul fisico-quantistico, ma anch'essa impossibile come azione.

PoLaR ha detto...

Ethan Titor afferma che John Titor fu arrestato per essersi fermato nel 2000, ma John affermò che non c'era modo per i suoi superiori di sapere cosa avrebbe fatto, per loro sarebbe scomparso e ricomparso nel giro di pochi istanti.
Comunque sia di presunti successori di JT ce ne sono a bizzeffe e tutti dicono di sapere la sua storia! (immagino che così basti rispondere alla sua stessa maniera sulle domande "scottanti") Ma dico io, gli universi sono infiniti e nel nostro arrivano solo da quello di JT?? XD

Anonimo ha detto...

Ma dico io, gli universi sono infiniti e nel nostro arrivano solo da quello di JT?? XD

polar ti rispondo con il post precedente.

mi sembra "strano/assurdo" trovare una risposta, è come chiedersi come sarebbe vivere con 8 teste e 50 gambe sapendo che è impossibile... avete in mente il cane che cerca di mordersi la cosa?

el-GU ha detto...

un consiglio sincero:
non perdete tempo con chi vi parla di viaggi nel tempo, anche se astrofisico..
per chè perdete tempo con fantasie o, se preferite, congetture basate sulla congettura più classica che ci sia e cioè il TEMPO.
Perchè?!
Semplicemente perchè il tempo è solo un modo per misurare il cambio di stato della materia..
o di scandire i passaggi da uno stato ad un altro:
bicchiere che si rompe..panino che si secca..acqua che evapora..bambino che diventa uomo..pianeti che girano intorno ad un sole..
sono solo cambiamenti di stato/situazione ed il tempo serve per scandire la progressione dell'evoluzione del fenomeno.
Nient'altro.
Fisicamente non esiste..come non esiste il metro, sul quale siamo tutti d’accordo che è “”solo”” un modo di misurare lo Spazio.
Vi state arrabattando su ragionamenti basati su una congettura chiamata Tempo, che di per sé è solo un unità di misura.

Non è così evidente ma è lo stesso concetto che applicate quando (esempio) misurate il vostro peso (kg)..se oggi siete 70 kg e domani 75 kg, cosa state misurando? Il peso. Di cosa? Della massa.
Ma cosa esiste in realtà? La massa.
E il peso è uno dei modi di misurare la massa, ma di per sé non è un’entità fisica.
Come non è un’entità fisica il metro che uso per misurare lo spazio, che in realtà esiste.
Come non è un entità fisica il tempo che uso per misurare una sequenza di fenomeni..
Per misurare il cambiamento quasi nullo degli atomi quasi immobili di un cristallo..
o degli atomi in movimento di una pianta che cresce.
Pertanto anche il TEMPO è “””solo””” un’unità di misura dello stato della materia..
Cosa di più?

Di conseguenza come faccio a viaggiare nel tempo????
Sarebbe come dire:
- faccio regredire o progredire lo stato materiale di un oggetto
- reimposto tutti gli atomi del mondo intorno a me allo stato in cui erano 50 anni fa!
(tranne i miei atomi perché giustamente devo andare a prendere un computer!)
- ovviamente do per scontato che gli atomi che compongono il mondo sappiano come organizzarsi per ricomporsi com’erano 50 anni prima..che memoria!!

Sto obiettando ai viaggi nel tempo non perché, come si sente dire “non siamo ancora pronti”
..ma perchè è concettualmente impossibile visto il Tempo di per sé NON esiste, allo stesso modo in cui in natura NON esiste il metro..Non esiste il Kg o il litro..e nemmeno John Titor!
El-GU

Anonimo ha detto...

ah ok qualcuno mi parla di impossibilità e comincio ad essere d'accordo con qualcuno finalmente.

Molto interessante la teoria (e pratica) del deterioramento della materia.

La vorrebbero contestare dicendo che in una realtà parallela la mela non è ancora caduta dall'albero, ma in tal caso la realtà sarebbe, sarebbe, parallela.

Comunque si, altra dimostrazione dell'impossibilità di viaggi nel tempo.

Il tempo, poeticamente parlando, è astratto e relativo, (come lo definì A.Einstein se non erro), per me umano son passati 5 teorici secondi, per il moscerino sul mio naso nello stesso lasso di tempo son passati 6 anni.

PoLaR ha detto...

progalba, scusami ma non ho ben capito la tua risposta, forse mi sono espresso male io... :)
La mia frase voleva sottolineare il fatto che tutti i timetravelers post2001 si fossero basati sulla storia di John Titor e questo non aiuta certo a renderli più credibili...

El-gu, il tuo è un buon ragionamento ma mi sembra più vicino alla filosofia che alla scienza. In fondo non siamo noi che parliamo della possibilità di viaggiare nel tempo ma i migliori scienziati del pianeta. Gli stessi fisici del Cern ipotizzano che, in seguito al loro esperimento con il LHC, una particella di materia possa arrivare dal futuro...

Anonimo ha detto...

maah.. il mio discorso è anche scentifico, spiega che praticamente anche riuscendo a viaggiare nel tempo, anche facendocela, paradossalmente è impossibile. Sfida leggi scientifiche parecchio grosse.

Ho letto del Cern di ginevra, anni fa l'intero progetto era destinato ad altro... mi lascia parecchio scettico, sembra quasi che ci credino per non dover ammettere di aver "usato" milioni e milioni di euro nel progetto.

Inteso che il massimo risultato che al Cern potranno raggiungere sarebbe il trasporto di un raggio di luce dal futuro, qualcosa di quasi incalcolabile, addirittura hanno ammesso che potrebbero non accorgesi di aver strappato qualcosa al futuro.

Ipotizzando i viaggi nel tempo, ci sarebbero tra talmente tanti anni che non saremmo più umani come ci conosciamo ora.

Ad ogni modo, inerente la possibilità di viaggiarci, a livello scientifico, vedo parecchio impossibile la possibilità di stortare un intero asse spaziale per poterci far cadere dentro qualcosa...

Io vi ho dato l'impossibilità di un viaggio effettuato, l'azione di farlo credo si annulli da solo...

Come ha detto bene el-gu è impossibile rimaterializzare qualcosa che è già mutato, il tempo non è definito, è del tutto relativo, fin qua siam tutti d'accordo...

bho, vi sfido a convincermi che sia possibile

PoLaR ha detto...

Il discorso filosofico era quello di el-gu, non il tuo! ;)

Gli esperimenti del Cern non sono mirati a "viaggiare nel tempo", ma hanno altri obiettivi (tipo la conferma del "bosone di Higgs" o altre cose sulle quali non ci capisco niente... :) ). L'arrivo di qualcosa dal futuro sarebbe semmai un "effetto collaterale".

Sulla relatività del tempo sono d'accordo, ma alla fine una qualche convenzione deve pur esserci...

Anonimo ha detto...

non lo so, probabilmente non siamo ancora abbastanza evoluti per poter capire dei concetti, se non ci auto-estinguiamo prima ci evolveremo...

cd1 ha detto...

Non possiamo confondere le grandezze fisiche con le loro unità di misura. C'è lo spazio-tempo, che esiste, e le due unità di misura, che sono il metro ed il secondo. Le unità di misura sono nate storicamente, ma potrebbero essere diverse, invece lo spazio-tempo rimane com'è, anche se noi non lo conosciamo. Non esiste lo spazio assoluto ed il tempo assoluto, ma esistono lo spazio relativo ed il tempo relativo al sistema di riferimento scelto. Il tempo ha pure a che fare con la curvatura dell'universo, provocata dalla gravità. Lo scorrere del tempo è modificato sia da velocità prossime a quelle della luce, sia da gravità molto elevate (buchi neri). Si parla di cono temporale, che è come un ombrello che apriamo, stando da una parte di esso, quella interna. Noi non camminiamo sotto la pioggia tenendo un ombrello dalla punta ma dal manico. Così noi siamo costretti a "camminare" nel tempo lungo le linee del cono temporale interne, ossia verso il futuro. In prossimità di un buco nero si può verificare, però, per effetto dell'enorme gravità, l'inversione del cono temporale, cioè noi possiamo passare dall'altra parte dell'ombrello, viaggiando verso il passato. Se al CERN hanno fatto già dei piccolissimi buchi neri, è probabile che già abbiano aperto dei varchi verso il passato, della durata di infinitesimi di secondo. La macchina del tempo di cui Titor ha dato il disegno, sembra prevedere una coppia di buchi neri, che in un certo senso si sinergizzano lavorando in tandem. Questo succede in elettricità ed in elettromagnetismo, con coppie di cariche elettriche o magnetiche molto vicine (dipolo elettrico o magnetico), con campi elettrici e magnetici particolari. Perché qualcosa di simile non dovrebbe succedere in gravità? Il campo gravitazionale di due singolarità messe insieme, come due buchi neri piccolissimi, tanto da poterli generare e mantenere in vita, potrebbe avere degli effetti deflettenti sul tempo, tanto da permettere di tornare indietro. E' come se l'ombrello a causa del vento si ribaltasse. Noi possiamo continuare a tenerlo dal manico, ma le sue aste sono piegate al contrario, verso l'alto, non più verso il basso, mentre noi siamo trascinati dal vento nella stessa direzione.
Ciao, cd1.

Anonimo ha detto...

non so se hai risposto alla mia sfida, ma sono ancora più convinto di prima che sia impossibile viaggiare in qualsiasi modo nel "tempo", o è tutto calcolato scientificamente o è tutto relativo.

Assolutamente troppi se, ma, in teoria, scientificamente.

Ho molto presente tutte le teorie dei buchi neri, varchi nello spazio, e le spiegazioni di come inclinare l'asse spaziale, ma non danno assolutamente una piccola risposta certa.

Io la darei 1 a 1, teoricamente/scientificamente potrebbe essere possibile, praticamente è impossibile.

cd1 ha detto...

A proglalba. A dire la verità io non raccolgo sfide né faccio sfide, ma rifletto sulle cose che accadono e su quello che sento, anche in questo blog. Non mi piace l'eccessivo pressappochismo, che richiede una necessità di precisare le cose, cui non riesco ad esimermi. Riguardo l'impossibilità di viaggi nel tempo, essi già avvengono da parecchio tempo, regolarmente previsti e scientificamente registrati, per molte particelle elementari, nei laboratori di accelerazione. In questo caso la teoria è già stata suffragata da prove sperimentali riconosciute scientificamente valide. Se poi vuoi intendere il fatto che l'uomo del nostro universo ancora non sia riuscito a fare tali viaggi, mi trovi d'accordo e non vedo chi ti possa contraddire. Questo non significa affatto che altri universi non li abbiano già realizzati o che noi non possiamo realizzarli in futuro. Ciò è implicito sia nella teoria della relatività generale che nella fisica quantistica e, ripeto, ci sono già state particelle che nel nostro universo hanno viaggiato nel tempo. Se non ti fidi di me basterà che ti informi bene. Per quanto riguarda il tempo, esso non è un'unità di misura, ma il secondo è la sua unità di misura. La differenza che c'è tra peso e massa è che il primo è la forza cui è soggetta una massa in un campo gravitazionale in cui l'accelerazione è g=9,8 m/s*s. La massa è una quantità di materia e si fa distinzione tra Kg peso e Kg massa, a causa del fatto che nel mezzo c'è l'accelerazione di gravità. Ma per chiarirti le idee basterà che riprendi in mano qualche libro scolastico di fisica delle prime classi. Non me ne volere male, ma l'argomento è per me troppo serio, tanto che vorrei che ciascuno del Blog ci possa riflettere, avendo magari tutte le informazioni giuste per poter tirare una conclusione con la propria testa. Ciao, cd1.

Anonimo ha detto...

Mi sarò espresso male, era una sfida nel lato sano della cosa, son poi le sfide che hanno aiutato a "sfidare" leggi fisiche/scentifiche.

Ok, ammetto che scientificamente non posso discuterne tantissimo quanto filosoficamente, cosi anticipatamente precisato. Quindi mi correggo e mi leggo qualche cosa. Tu hai link di qualche sito inerente e/o sito che venda i libri?

el-GU ha detto...

CD1 tra le tante cose dicevi:
“..Non mi piace l'eccessivo pressappochismo, che richiede una necessità di precisare le cose, cui non riesco ad esimermi. ..”

Giusto e lecito..
MA ribattere con (x lo spazio-tempo rif.metro/secondo):
Le unità di misura sono nate storicamente, ma potrebbero essere diverse, invece lo spazio-tempo rimane com'è, anche se noi non lo conosciamo… “

Parti da un luogo molto comune e alquanto pressapochista(come dici tu):

Lo spazio esiste, in quanto è dimostrabile scientificamente l’esistenza (lo spazio che occupi tu, ad esempio).
il tempo Invece, non è una grandezza fisicamente esistente, ma è un concetto creato dalla mente umana, per MISURARE gli intervalli, pertanto astratto…e questa NON è filosofia.
Non è la legge fisica che lega lo spazio/tempo che ti dimostra l’esistenza del tempo..
Xchè ti dimostra “”solo”” che lo spazio e la materia mutano e che per “misurare/osservare” questo fenomeno ci si serve di una congettura mentale che mi faccia misurare come e quanto muta/cambia..
niente di meglio che suddividere in intervalli le sequenze di questo cambiamento e dargli il nome di Tempo!
Ma non per questo il tempo esiste fisicamente!
..come NON esiste il peso..xchè è una ns.convenzione per misurare la massa di un corpo!

Inoltre, dici:
“Il tempo ha pure a che fare con la curvatura dell'universo, provocata dalla gravità. ..”
Vero..peccato che sia “””solo””” x misurare il fenomeno del movimento della massa in queste condizioni critiche.
CD1, dici anche:
“In prossimità di un buco nero si può verificare, però, per effetto dell'enorme gravità, l'inversione del cono temporale, cioè noi possiamo passare dall'altra parte dell'ombrello, viaggiando verso il passato… “
Ti chiedo: chi l’ha mai dimostrato ?!
1) l’unico fenomeno dimostrato scientificamente è l’esistenza dei buchi neri e della curvatura dello spazio all’interno degli stessi (rilevato comunque sempre indirettamente, grazie all’osservazione della curvatura dei raggi di luce ecc.)
2) tutto il resto, es.che l’ombrello si apra poi da un’altra parte, sono SOLO ipotesi, dimostrate solo nei film.
3) che poi grazie all’altro cono (sempre ammesso che esista) si viaggi nel passato, anche questo lo lascerei a Spielberg e compagnia bella.
Nemmeno l’insigne Professor Zichichi s’azzerderebbe mai anche solo a ipotizzare una cosa del genere!
Poi, perdonami, ma a proposito di libri scolastici da rivedere, se giustamente dici:
“..La differenza che c'è tra peso e massa è che il primo è la forza cui è soggetta una massa in un campo gravitazionale in cui l'accelerazione è g=9,8 m/s*s. La massa è una quantità di materia e si fa distinzione tra Kg peso e Kg massa, a causa del fatto che nel mezzo c'è l'accelerazione di gravità…”

non hai fatto altro che dire che il peso è una grandezza derivata dalla massa, in funzione della sua velocità nello spazio..come ho detto io, niente di più.

E poi, seconde me CD1 potevi risparmiarti:
“…Riguardo l'impossibilità di viaggi nel tempo, essi già avvengono da parecchio tempo, regolarmente previsti e scientificamente registrati, per molte particelle elementari, nei laboratori di accelerazione. In questo caso la teoria è già stata suffragata da prove sperimentali riconosciute scientificamente valide…”

MA chi mai l’ha detto o documentato???!
Se sei così convinto posta almeno un link ad una articolo scientifico (es.del CERN), altrimenti non infarcire il Blog con sparate alla John Titor, che per fantasia ha già contribuito molto.

L’unico fenomeno che è avvenuto durante un’esperimento è stato il “”probabile”” Teletrasporto di un fotone, MA che è ancora oggetto di studio..MA ben lungi dall’essere realtà scientifica.

Non vorrei sembrare il “Morpheus” della situazione! Vorrei soltanto farvi riflettere, fuori dagli schemi mentali (spesso viziati dai film) a cui siamo abituati da “tempo” (!)
Cordialmente
El-Gu

cd1 ha detto...

Per Progalba. un buon sito di Fisica è "La Fisica Moderna" di Attilio Maccari: www.utenti.lycos.it/solitoni/indice.htm. La troverai quasi tutto ciò che serve per capirne di più, anche senza bisogno d'avere un gran bagaglio matematico. Buon studio! E sono sempre a disposizione per gente come te che vuol migliorare.
Per un certo el-Gu. Detesto la polemica basata sull'ignoranza. Ti consiglio di approfondirti un po' di più e ... tra qualche mese ci risentiremo. Riguardo al tempo basterà che tu comprenda la differenza tra le trasformate di Galileo e quelle di Lorentz, per avere un approccio sufficiente a QUESTA GRANDEZZA FISICA, che non è né fantasia, né filosofia. Il fatto che il tempo esista ha delle implicazioni evidenti, come il fatto che si invecchia, ecc. Tra l'altro, noi siamo immersi nel tempo, tanto che esiste il principio di casualità (causa-effetto) che regola la nostra vita normale. Se non esistesse il tempo tutto sarebbe avvolto in una nebbia confusa, in cui presente, passato e futuro sarebbero mescolati in maniera indistinta e la realtà sarebbe ben diversa da quella che viviamo, ma sembrerebbe più che altro un sogno strano e pieno di incubi. Nel tuo ragionamento che fai per dimostrare che il tempo non esiste, parti da concetti che richiedono già a priori l'ammissione della sua esistenza. Per esempio parli di intervallo e dici che il tempo è un concetto per misurarli. Ma di quali intervalli stai parlando? Non stai per caso parlando di intervalli temporali? Anche io sono caduto in simili incongruenze, quando volevo dimostrare l'esistenza di rette parallele che non si incontrano mai (geometria classica) servendomi di teoremi che erano conseguenze di tale "postulato". Capita a tutti sbagliare, purché lo si riconosca onestamente. Infine ti ricordo che una grandezza si definisce fisica quando è misurabile, ed il tempo lo è, mediante, appunto, gli intervalli, ossia il tempo esistente tra un evento ed un altro in determinati fenomeni periodici, come il pendolo, gli orologi a bilanciere, quelli atomici ecc. Per quanto riguarda il peso, è una forza che esiste veramente, ma che varia al variare della gravità. Sulla luna pesiamo circa cinque volte meno che sulla terra. Esistono, è vero, certe forze fittizzie, come quella di Coriolis, ma nel caso del peso è una forza reale, che si manifesta, seppur diversamente, in ogni angolo dell'universo. Il peso non è un buon misuratore della massa di un corpo, che, essendo una quantità di materia non varia al variare della gravità: sulla luna abbiamo la stessa massa che sulla terra, ma pesiamo circa cinque volte di meno. Per il resto che dici neanche lo capisco. Che significa che il tempo "sia solo x misurare il fenomeno del movimento della massa in queste condizioni critiche"? L'esempio dell'ombrello è un esempio che ho inventato io lì per lì, mentre scrivevo, per dare un'idea visiva a qualcuno interessato. Del resto siamo in un blog, non in una pubblicazione scientifica, e cavolate, scusami proprio, ne ho lette più di questa mia, se la vuoi considerare come tale. Il resto avrebbe bisogno di esposizioni più profonde, che mi riservo eventualmente di fare in seguito.
Per il resto del blog. Se questo è un blog che parte a priori con l'idea di dimostrare che i viaggi nel tempo sono impossibili e che un tipo come Titor non può esistere, ditelo chiaramente e tanti come me vi lasceranno cuocere nel vostro brodo.
Ciao a tutti.

Anonimo ha detto...

ottimo, grazie, ora scarico e mi leggo tutto. poi ritornerò =D

non mi darò pace così facilmente dopo tutti questi anni che ci sto dietro.

el-GU ha detto...

Per "un certo" CD1 che dice:
"Detesto la polemica basata sull'ignoranza..tra qualche mese ci risentiremo."
VA bene:
allora facciamo così:
io mi prendo "mesi" come dici tu per approfondire
MA tu In questi mesi,
cerca di trovare fondamenti quantomeno credibili, alle TUE FANTASIE tipo:
1a citazione CD1)
"…Riguardo l'impossibilità di viaggi nel tempo, essi già avvengono da parecchio tempo, regolarmente previsti e scientificamente registrati, per molte particelle elementari.."

2a citazione CD1)
"In prossimità di un buco nero si può verificare, però, per effetto dell'enorme gravità, l'inversione del cono temporale, cioè noi possiamo passare dall'altra parte dell'ombrello, viaggiando verso il passato."

CD1 Vedi troppi film..
guarda invece un po’ di Discovery Channel che ti farebbe bene.

per la mia frase che non comprendi
(dal post precedente)
CD1:“Il tempo ha pure a che fare con la curvatura dell'universo, provocata dalla gravità. ..”
El-Gu:"Vero..peccato che sia “””solo””” x misurare il fenomeno del movimento della massa in queste condizioni critiche."
riscrivo in altre parole:
che il tempo sia necessario per valutare la curvatura dell'univarso, non c'è dubbio.
Come non c’è dubbio che serve a tutti nella vita di tutti i giorni, Non l’ho mai negato (come ipotizzi tu).
Ma dal constatare che è implicato necessariamente nella fisica, non si può automaticamente dedurre che esiste in quanto tale, perché è solo un metodo, un concetto creato dall’uomo per misurare l’evoluzione/variazione dello spazio.
Se i libri ti sono ostili, vai su Wikipedia:
“…In fisica, il tempo è definito come distanza tra gli eventi calcolata nelle coordinate spaziotemporali quadridimensionali…”
in questo senso parlavo d’intervalli, come momenti per valutare un fenomeno che cambia.
e l’astrazione del tempo mi è necessaria per valutarela velocità degli eventi…niente di più.
Ma in realtà cosa esiste: la materia e lo spazio in cui si evolve. (e basta—senza entrare in campo teologico!)

Per ultimo, continua a cuocerti TU nel brodo della convinzione che Mr.Titor sia arrivato a trovarci, quando addirittura Voyager (che di misteri ci sguazza) ha smascherato che dietro non c'è nulla, nemmeno un fantomatico adolescente di nome John Titor, ma solo un furbo avvocato che si tiene stretti-stretti i diritti su eventuali film o simili, Certissimo di fare soldi grazie alla gente CREDULONA come te.

Anonimo ha detto...

ma peta el-gu, che titor non esista lo sanno tutti, il post "il caso john titor" è nato appunto per discutere sul fatto che sia falso, e fin li non ci piove.

cd1 non dice che lui ha ragione, così fosse non sarebbe qui a parlarne su un forum, così come nemmeno te o io o altri.

Son solo oppinioni, io le accolgo tutte perchè a loro modo tutte interessanti, già solo dal punti di vista "idea".

Io ho dato la mia pallida teoria molto filosofica, altri altre.
Se qualcuno volesse a tutti i costi, avere ragione su una teoria, in questo forum sicuramente ha da fare Alt+F4.
Nessuna è giusta, tutte sono interessanti.

Non accanirlo che poi non mi scrive più =D

el-GU ha detto...

Progalba,
che tu sia conscio che titor sia solo un fenomeno mediatico, mi fa piacere (ma solo per "amor" di realtà oggettiva) ma non son certo che in questo blog siano tutti disillusi..sperem..
sul fatto d'avere ragione a priori la frase di CD1, mi pare molto in questo senso:
"Per il resto del blog. Se questo è un blog che parte a priori con l'idea di dimostrare che i viaggi nel tempo sono impossibili e che un tipo come Titor non può esistere, ditelo chiaramente e tanti come me vi lasceranno cuocere nel vostro brodo."
Mi pare una chiara presa di posizione pro-Titor, senza riserve..non trovi?

comunque se CD1 non ti risponde non prendertela con me..è che starà cercando "per mesi" le risposte alle mie questioni..poi in qualche modo tornerà, tranquillo.
;-)

Anonimo ha detto...

si, ho capito in che senso lo diceva cd1, non lo ha detto in modo letterale.

Dal momento che nessuno sa di per certo niente di concreto sul viaggiare nel tempo, cd1 può proteggere l'idea del "fattibile" e spero altri (come me) dell'"impossibile".

Spero ce ne siano molti altri che la pensino come cd1 almeno andremo avanti, pensa se nel 700 avessero detto "no no viaggiare più veloce di un cavallo è impossibile" e nessuno avesse contradetto e sfidato.

Io sono uno di quelli che sfida =D

Intando mi sto guardando il link di cd1 e analogie di quel link, se tu ne hai altri che dimostrino la tua teoria pf postali che mi interessano parecchio.

el-GU ha detto...

Progalba,
condivido appieno che l'esigenza di evolversi è indissolubilmente legata all'istinto umano di migliorarsi sempre più, e fantasticare ti fa vedere oltre i limiti convenzionali, perchè no?! Jules Verne o il Ns.Leonardo Da Vinci ad esempio..
Metterei il Però su 2 cose:
1) presupporre qualcosa a tutti i costi (come i viaggi nel tempo) non deve essere un accettare a priori tanti presupposti della fisica, mescolarli bene, addizionare di star-trek e servire freddo!
come ho visto spesso in questo Blog.
2) tu dici giustamente che ti sembra lecito:
"proteggere l'idea del "fattibile" e spero altri (come me) dell'"impossibile".
Ma non hai pensato che anch'io con le mie(ma non solo mie x fortuna!!) supposizioni sullo smontare l'idea convenzionale del tempo, contribuisco come te a "proteggere l'idea dell'impossibile" ?!
forse è + difficile perchè esce dagli schemi classici, ma credo che nel campo delle ipotesi (perchè ad oggi solo questo si può dire) anche oltre porte comunemente conosciute ci possa essere lo sbocco per nuove conoscenze..
Chi può dire il contrario?
Cordialmente..

Anonimo ha detto...

giustissimo, concordo, era proprio quello che intendevo!

cd1 ha detto...

Per el-Gu. Prendi nota: dal L. D. LANDAU - E. M. LIFSITS "TEORIA DEI CAMPI" - FISICA TEORICA 2 - EDITORI RIUNITI - EDIZIONI MIR - 1975 TIP. N. 7 MOSCA (U.R.S.S.).
Cap. 1 "PRINCIPIO DI RELATIVITA'" PARAGRAFO 1: "Per la descrizione dei processi che avvengono nella natura occorre un sistema di riferimento. Con sistema di riferimento si intende l'insieme di un sistema di coordinate, che serve a determinare la posizione delle particelle nello spazio, e di un orologio per indicare IL TEMPO legato al sistema stesso".
Cap. XII PAR. 100. "CAMPO GRAVITAZIONALE A SIMMETRIA CENTRALE", PAG.394: "In tal modo, a distanze finite dalle masse si verifica un "rallentamento" del tempo rispetto al tempo che si misura all'infinito."
Stesso capitolo, par. 102. "Collasso gravitazionale di un corpo sferico", pag. 408: "Così, dal punto di vista dell'osservatore lontano il collasso gravitazionale genera la comparsa un corpo "congelato" che non emette nello spazio circostante nessun segnale ed interagisce con il mondo esterno soltanto con il suo campo gravitazionale statico. Un sistema materiale siffatto vien chiamato buco nero."
Stesso capitolo, par.104 "Collasso gravitazionale di corpi non sferici e di corpi rotanti", pag. 421: "Il campo gravitazionale del buco nero rotante è dato invece dalla seguente metrica stazionaria a simmetria assiale di Kerr:
ds2=(1-rgr/p2)dt2 - ....... (104,2).
Più in basso nella stessa pagina: "Notiamo anche che la forma (104,2) è simmetrica rispetto all'INVERSIONE DEL TEMPO: questa trasformazione (t in -t) inverte anche la direzione di rotazione, cioè il segno del momento angolare (a in -a) e, di conseguenza, ds2 rimane invariato."
A pag. 423, (essendo rg il raggio gravitazionale del buco nero), leggiamo: "Per a>rg/2 il carattere della metrica (104,2) cambia radicalmente, e in essa appaiono proprietà fisiche inaccettabili che violano il principio di causalità." A questo punto c'è una nota a pié di pagina: "Queste violazioni implicano la comparsa di linee d'universo chiuse del genere tempo che permetterebbero di andare nel passato e di tornare poi nel futuro. ..."
A pag. 424: "Consideriamo ora le proprietà della superficie S0 e lo spazio tra quest'ultima e l'orizzonte (questa regione del campo di Kerr si chiama ergosfera)....La proprietà fondamentale dell'ergosfera è che nessuna particella può restare in esse in quiete rispetto al sistema dell'osservatore lontano: per r, teta, fi, costanti si ha ds2<0, cioé l'intervallo non è del genere tempo come dovrebbe essere per la linea d'universo di una particella: la variabile t PERDE IL SUO CARATTERE TEMPORALE. ... Nell'ergosfera del campo di Kerr ... le particelle debbono necessariamente ruotare intorno all'asse di simmetria, ma per essa è possibile r=costante. Inoltre, le particelle (e i raggi di luce) possono muoversi sia diminuendo sia aumentando il valore di r. uscendo dall'ergosfera nello spazio esterno. Con quest'ultimo risultato si accorda anche la possibilità per una particella proveniente dallo spazio esterno, di raggiungere l'ergosfera: il tempo necessario a questa particella (o ad un raggio di luce) per raggiungere la superficie S0, misurato con l'orologio t dell'osservatore lontano, per tutta la S0 è un intervallo finito tranne che per i suoi poli."
Pag. 426: "Il fatto che la variabile t (il tempo indicato dall'orologio dell'osservatore lontano) non ha un carattere temporale nell'ergosfera crea una situazione singolare .... e la grandezza E0 può essere negativa. Poiché nello spazio esterno, dove t è il tempo, l'energia E0 non può essere negativa, una particella con E0<0 non può entrare nell'ergosfera dall'esterno. Una sorgente possibile di formazione di questa particella è la scomposizione, per esempio, in due parti di un corpo capitato nell'ergosfera, di cui una sia catturata sull'orbita con "energia negativa". Questa parte non può ormai uscire dall'ergosfera e va a finire sotto l'orizzonte (n.d.r. degli eventi). La seconda parte invece può tornare nello spazio esterno: poiché E0 è una grandezza additiva conservativa, l'energia di questa parte risulterà inoltre maggiore dell'energia iniziale del corpo: avverrà cioé l'estrazione d'energia dal buco nero rotante (R. Penrose, 1969)."
Per ora ci fermiamo quì. C'è abbastanza cibo da digerire per mesi interi. Ciao cd1.

cd1 ha detto...

Per progalba. E per chi voglia avere un approccio divulgativo-didattico (comprensibilissimo) sui bn:
www.fmboschetto.it/didattica/buchi_neri/Index.html. Ciao da cd1.

el-GU ha detto...

CD1, il tuo post è un buon sunto di tanti principi della fisica legati al Tempo, peccato Però che la mia richiesta NON fosse quella,

difatti ti chiedevo:
A) quale autorevole scienziato potesse aver affermato di essere certi di:
- aver fatto viaggiare della materia nel tempo;
- che i buchi neri hanno la conicità simmetrica;
- che oltre l’orizzonte degli eventi, si viaggi nel tempo o nelle dimensioni..
fino ad ora sono solo speculazioni teoriche, mai dimostrate, e mai con una dimostrazione.

Chi ipotizza ciò, facci caso, usa il condizionale, ESEMPIO (dal tuo testo)
“.. Queste violazioni implicano la comparsa di linee d'universo chiuse del genere tempo che PERMETTEREBBERO di andare nel passato e di tornare poi nel futuro. ..”
..
POI ti chiedevo
B) come fai ad essere certo che il tempo esiste al pari della massa o dello spazio, e che non sia solo una pura congettura per aiutarci a comprendere l’evoluzione dei fenomeni fisici.
Difatti anche leggendo la tua pappardella, NON si evince che il tempo è un fenomeno fisico della natura.mi spiace..ad esempio (dal tuo post)
“Per la descrizione dei processi che avvengono nella natura occorre un sistema di riferimento
…di un orologio per indicare IL TEMPO legato al sistema stesso.”
Vedi, il tempo serve “per la descrizione”..pertanto il tempo è un invenzione che ci aiuta a capire i processi naturali!
Inoltre non ho mai detto che il tempo NON serve o non è utile..basta avere la pasta che bolle per accorgersene,dai!

Difatti, anche se si parla di (3 esempi, sempre dal tuo post)
"..rallentamento" del tempo..”
“!..la variabile t PERDE IL SUO CARATTERE TEMPORALE…”
“il tempo necessario a questa particella (o ad un raggio di luce) per raggiungere la superficie S0, misurato con l'orologio t dell'osservatore lontano, per tutta la S0 è un intervallo finito tranne che per i suoi poli."

Significa Necessariamente che il tempo esiste in natura?
X me no..
X me esiste il fenomeno del susseguirsi degli eventi (innegabile) e il Tempo misura “”Solo”” la velocità del fenomeno.
Prova tu a rileggere il tuo post in questa chiave, senza pregiudizi di fisica classica, e fammi sapere.
Cmq…x tua conoscenza, visto che il tempo è relativo, i “mesi”che ritenevi necessari per approfondire il tuo post li ho già DIGERITI in qualche minuto (..ti risparmio il rumore ;-)
Non x altro..gli argomenti postati, sono concetti ormai triti e ritriti, da “tempo” !
Saluti
El-Gu

cd1 ha detto...

Egregio El-gu. E' evidente che non hai bene afferrato i concetti espressi nel precedente post, che non sono "pappardella", ma profondissimi studi di Fisica Teorica, fatti da famosi scienziati. Potevo andare sul recente, ma ho preferito citarti degli autori che hanno scritto già da decenni, per indicarti come le basi teoriche dei possibilissimi viaggi nel tempo già esistevano allora. Quello che difetta è la tecnica ingegneristica. Non so quanto tempo passerà prima di ovviare a tale inconveniente, ma sono convinto che prima o poi l'uomo riuscirà a viaggiare nel tempo. Per le domande che ancora mi ripeti speciosamente, anche di cose che io non ho mai detto e che dovrei dimostrarti, non c'è bisogno di risponderti, dato che dici di essere ormai a perfetta conoscenza di tutto, tanto che hai digerito i concetti espressi da Dirac in un istante. Pertanto, non hai bisogno di ulteriori chiarimenti, che del resto io non ti potrei dare con le mie "pappardelle". Per altri del blog che fossero più umili e meno scioccamente montati, sono invece a disposizione. Del resto, ho già indicato dei siti in cui si possono avere abbastanza notizie non falsate e dei testi assai validi. Saluti al blog da cd1.

Anonimo ha detto...

infatti.. el-gu, nulla contro èh, però sei passato a scrivere dalla forma risoluta alla forma personale.

Ovvero nei post precedenti scrivevi "È cosi e basta" mentre ora sei più sul "per me è cosi" o "X me".

Il che dimostrerebbe che in effetti puntavi sul "chi più grida la vince", così si perdono credenziali di botto.

cd1 è lineare e a quanto pare ha davvero ottimo materiale, al quale tra l'altro do subito un occhiata e ricerca. thx.

el-GU ha detto...

Progalba:
"el-gu, nulla contro èh, però sei passato a scrivere dalla forma risoluta alla forma personale."

Rileggi con calma :
esempio da vecchio post:
"..(il tempo)perché è solo un metodo, un concetto creato dall’uomo per misurare.."
ultimo post:
"X me esiste il fenomeno del susseguirsi degli eventi"

Se ti vuoi divertire a fare l'avvocato grammaticale è un conto, perchè altra faccenda è capire il concetto che x il "Tempo" nessuno può dire "IO so cos'è" .. ma solo (su base + scientifica possibile) esporre +/- serie deduzioni, con +/- convinzione (Ma su questa non mi pare di aver declinato!)
Se ci pensi il Tempo è uno di quei pochi temi che ancora da secoli innesca (non solo qui)dibattiti
che vanno dal filosofico allo scientifico.
Altra faccenda è esporre concetti basati su certezze scientifiche (esempio post prec.)
"Ma in realtà cosa esiste: la materia e lo spazio in cui si evolve. (E BASTA—senza entrare in campo teologico!)"
-meno male che abbiamo anche certezze-
Mi pare Piuttosto che la coerenza manchi piuttosto a CD1, che nega asserzioni scritte proprio in questo forum..che dire...

E poi CD1 mi parli che ho:
"digerito i concetti espressi da Dirac in un istante"
certo, perchè secondo te espongono ipotesi seriamente argomentate con calcoli che dimostrano che in condizioni X si viaggia nel tempo?
Allora rileggitele che è meglio.

e poi CD1 parli di
"..basi teoriche dei possibilissimi viaggi nel tempo.."
(a parte il "possibilissimi" che lo dici non so su che base scientifica)
Ma che te ne fai di "basi teoriche" non suffragate da alcuna dimostrazione, che finchè parlano di compressione spazio/temporale o orizzonte degli eventi o
comparsa di linee d'universo chiuse
(siamo ancora nel campo scientifico e dimostrabile)
ma il dedurre che da ciò anche solo un fotone può viaggiare nel tempo, NESSUNO lo ha mai DIMOSTRATO.
Sono solo pure speculazioni teoriche, come il teorizzare che ci sono universi paralleli..
Tu sbagli perchè pensi che basta partire da un presupposto scientifico X per essere CERTI che un teorico evento Y conseguente sia possibile.

Visto che ti vedi ben certo della possibilità dei viaggi nel tempo,
pubbica su questo forum anche solo 1 teoria scientifica che sulla base di analisi e calcoli ci enunci un metodo per viaggiare nel tempo.
Tu ti confondi MOLTO tra pure e semplici opinioni o divagazioni(anche se di ragguardevole autorevolezza come gli autori citati)
e dimostrazioni scientifiche.
Sono aspetti MOLTO diversi, peccato che ti perda in questo bicchiere d'acqua.
NON ti confondere:
NON basta che lo scienziato X dica
(come nel tuo rec.post)
"..Queste violazioni implicano la comparsa di linee d'universo chiuse del genere tempo che PERMETTEREBBERO di andare nel passato e di tornare poi nel futuro. ..."
Perchè col condizionale nessuno è mai andato da nessuna parte..
ad ogni modo non dimostri assolutamente con tutta quella pappardella che il tempo esiste come fenomeno naturale e che non è un'utilissima astrazione mentale.
-riflettici prima di rispondere-

Anonimo ha detto...

come sei aggressivo, per un blog... su un po' di autostima..

Ad ogni modo cd1 mi sembri parecchio più disponibile e bene o male porti esempi link o libri concreti, mi mandi anche uno spazio vuoto a chad@ticino.com, almeno ti aggiunto alla rubrica, così che posso quittare qui?

thx, adios

el-GU ha detto...

Progalba, Peccato che non capisci che chi se ti contraddico, forse è per amor di verità e non per orgoglio.
Non capisco cosa puoi apprezzare degli argomenti di CD1, quando:
il dibattito era:
il tempo esiste? (per smontare dall'inizio i viaggi nel tempo e quindi mr.Titor)
e CD1 risponde con un'autorevole pappardella di citazioni scientifiche nelle quali (OVVIAMENTE) il tempo è argomento, perchè è normale che lo sia, ma NON è la dimostrazione che è un fenomeno naturale e quindi NON un invenzione umana..
come dire ho chiesto "mele"
e CD1 risponde con delle argomentatissime "pere"
..BAH..
INOLTRE non ha ancora risposto alla richiesta di
"..pubbica su questo forum anche solo 1 teoria scientifica che sulla base di analisi e calcoli ci enunci un metodo per viaggiare nel tempo.
Tu ti confondi MOLTO tra pure e SEMPLICI OPINIONI o divagazioni(anche se di ragguardevole autorevolezza come gli autori citati)
e dimostrazioni scientifiche..."

Forse è chiedere troppo!
basterebbe ammetterlo.
-Adios anche a te-

cd1 ha detto...

Viaggiare nel tempo è possibile
redazione ECplanet

Viaggiare nel tempo è possibile, almeno in via teorica. Lo sostiene Amos Ori del Technion, l'Istituto di tecnologia di Haifa, in un articolo pubblicato sulla rivista “Physical Review Letters” e disponibile sull'archivio di preprint arXiv. I viaggi nel tempo sono il sogno di molti scienziati da quando Einstein ha spiegato che masse molto grandi possono curvare lo spazio e il tempo. E a velocità prossime a quelle della luce, in effetti si sperimentano fenomeni in cui il tempo scorre per il viaggiatore più lentamente.

Il problema è tornare indietro nel tempo. Ori ha risolto la questione sostenendo che secondo le teorie di Einstein è possibile attorcigliare lo spazio su se stesso fino a formare un campo gravitazionale a forma di ciambella. E i calcoli dimostrano che ogni periodo di tempo tra il momento in cui è stata creata la ciambella e il momento presente dovrebbe essere contenuto nel vuoto all'interno della ciambella.

In teoria quindi sarebbe possibile viaggiare indietro nel tempo fino al momento in cui è stata costruita la ciambella. Rimane il problema di come costruire una ciambella gravitazionale. Ori non lo spiega anche se ipotizza che sia possibile muovendo masse molto grandi in moto circolare molto rapido. “Si tratta di un modello interessante che introduce alcuni miglioramenti rispetto a quelli precedenti”, spiega il fisico australiano Paul Davies, autore di un libro molto popolare intitolato Come costruire la macchina del tempo.

Fino a oggi le teorie più accreditate prevedevano l'uso dei cosiddetti wormhole, specie di cunicoli che dovrebbero bucherellare lo spaziotempo. Collegando un cunicolo a un capo alla Terra e l'altro a una stella di neutroni molto massiccia, e quindi con una grande gravità, ci dovrebbe essere una differenza temporale tra le due estremità. Un orologio sulla superficie della stella infatti girerebbe a una velocità del 30% inferiore rispetto a quanto accade sulla Terra. Per quanto riguarda le ciambelle gravitazionali, forse il cuore del problema è che sono molto instabili e le fluttazioni quantiche potrebbero facilmente distruggerle.

Istituzioni correlate all'articolo:

A new time-machine model with compact vacuum core

Paul Davies, scienziato australiano

White Holes and Wormholes

Da cd1.

cd1 ha detto...

Paul Davies e la macchina del tempo !

Paul Davies è noto in tutto il mondo per le sue ricerche nel campo dei buchi neri, della cosmologia e della teoria quantistica. Ha insegnato nelle università di Londra, Cambridge, Newcastle e Adelaide. Ha scritto, tra l’altro, L’universo che fugge (1979), Universi possibili (1981), Dio e la nuova fisica (1984), Sull’orlo dell’infinito (1985), Superforza (1986), Il cosmo intelligente (1989), La mente di Dio (1993), I misteri del tempo (1996, premio Rhone-Poulenc), Da dove viene la vita (2000). Nel 1995 ha vinto il prestigioso Premio Templeton; e di recente è stato insignito della Medaglia Kelvin da parte dell’UK Institute of Physics e del Faraday Award della Royal Society.


Ecco un curioso e buon libro di Paul Davies dal titolo “Come costruire una macchina del tempo” edizioni Mondadori, 2003, pp.153, 15 euro.


Costruire una macchina del tempo
(Fonte: “Newton Scoperte”, luglio 2003)

By: http://members.xoom.virgilio.it/fisicaeoltre/fisica/TMachine/timemachine2.htm

Un grande scienziato, Paul Davies, spiega a Newton come si può viaggiare nel passato e nel futuro: con una macchina che crea strade cosmiche verso tempi lontani. E l'ha anche progettata, sfruttando solamente tecnologie già conosciute.
Viaggiare nel tempo è possibile e sappiamo come farlo”: esordisce così Paul Davies, probabilmente il fisico più famoso dopo Stephen Hawking, mentre ci fa accomodare nel suo ufficio di Sydney, dove vive e lavora. Siamo andati fino in Australia per incontrarlo, perché lo scienziato inglese ha ideato la prima macchina del tempo, e ha scritto come costruirla nel suo ultimo libro. La macchina non è ancora stata realizzata, perché ci sono prima da risolvere un po' di problemi tecnici e politici, ma il progetto è già pronto. Anche gran parte dei pezzi che la compongono esistono già, sparsi nei più avanzati laboratori di ricerca di tutto il mondo. Camicia a quadretti con le maniche corte, capelli e baffi ben curati, faccia rassicurante e inequivocabilmente inglese, Paul Davies parla dei viaggi nel tempo come di un'opportunità che non abbiamo ancora sfruttato per pigrizia, come se la macchina fosse già pronta a far partire i primi “temponauti”. Il punto di partenza è il concetto che il tempo è una dimensione variabile, come lo sono le tre spaziali. Si tratta dell'idea centrale della Teoria della Relatività, formulata da Einstein nel 1905, per questo, secondo Davies, abbiamo in mano addirittura da quasi un secolo la formula per viaggiare nel tempo.



Professor Davies, come si fa a viaggiare nel tempo ?
“La Teoria della Relatività ci fornisce ben due metodi per viaggiare nel futuro. Il primo è muoversi ad alta velocità, sfruttando la distorsione del tempo dovuta al moto, prevista dalla Relatività ristretta. Se disponessimo di un'astronave che viaggiasse al 99,99999 per cento della velocità della luce, potremmo raggiungere l'anno 3000 in meno di sei mesi”. Questo tipo di viaggio è una conseguenza della Relatività, che ha a che fare con il celebre paradosso dei gemelli, una conseguenza poco intuitiva della teoria einsteiniana. Uno di due gemelli, Castore, parte per un viaggio spaziale a una velocità vicina a quella della luce, il fratello Polluce resta a casa. Castore raggiunge la sua meta, distante dieci anni luce, e torna subito indietro con la stessa velocità. Per Polluce, che è rimasto a Terra, sono passati poco più di venti anni, tanto infatti ha impiegato il fratello a percorrere 20 anni luce a una velocità vicinissima a quella della luce. Per Castore invece, che era in viaggio, il tempo è trascorso molto più lentamente. La Relatività infatti ci dice che aumentando la velocità il tempo rallenta. Per Castore sono passati solo tre anni, quindi, quando torna a Terra, si ritrova ad aver fatto un salto di 17 anni nel futuro.



Queste teorie prevedono che si possa viaggiare a velocità molto vicine a quella della luce. Ma nella realtà è possibile raggiungere velocità così elevate?

Non c'è nulla che lo vieti, è solo un problema di costi. Per accelerare un carico di 10 tonnellate al 99,9 per cento della velocità della luce sono necessari dieci miliardi di miliardi di joule, una quantità di energia equivalente all'intera produzione energetica dell'umanità di diversi mesi”. Avvicinarsi ulteriormente ai 300 mila chilometri al secondo della luce diventa ancora più costoso.



Quindi se avessimo a disposizione il capitale necessario potremmo partire verso il futuro?

“Non escludo che ci si riesca. Esistono nello spazio fonti di energia illimitate che basterebbe decidere di sfruttare. In realtà si tratta di un problema politico: decidere di investire nella ricerca e sviluppo delle tecnologie per sfruttare le fonti energetiche che abbondano nello spazio. Ma c'è un altro problema. I viaggi nel tempo fatti con il sistema dell'alta velocità possono solo andare nel futuro, e non tornare indietro. Infatti se la nostra superastronave una volta arrivata nel tremila rifacesse il viaggio a ritroso, otterrebbe solo di fare un ulteriore salto nel futuro terrestre”.Questo perché il salto nel tempo non è dato dalla direzione del moto, ma solo dalla velocità a cui si viaggia.



Qual è il secondo metodo previsto dalla Relatività?
“E suggerito dalla Relatività generale, formulata da Einstein nel 1908, che estende la Relatività ristretta e include gli effetti della gravità sullo spazio-tempo. La sorprendente conclusione di questa teoria è che la gravità rallenta il tempo. E noi possiamo verificarlo. Per esempio, la forza gravitazionale della Terra rallenta gli orologi di un microsecondo ogni trecento anni. Nel 1976 i fisici Robert Vessot e Martin Levine lanciarono nello spazio con un razzo un orologio e videro che questo guadagnò un decimo di microsecondo rispetto a orologi uguali rimasti sulla Terra. Per spostarsi nel futuro, basterebbe sfruttare campi gravitazionali molto più intensi di quello terrestre, come quelli esercitati dalle stelle di neutroni. Sono stelle che, avendo esaurito il combustibile, si contraggono a causa della loro massa riducendosi a una piccolissima frazione del volume originario, ma mantengono una massa elevatissima; alcune di esse sono poco più grandi di una nostra città, ma hanno una massa superiore a quella del Sole. La loro gravità è talmente elevata che i loro atomi sono ridotti a una poltiglia di neutroni. Una gravità tanto forte provoca sugli orologi una distorsione temporale molto più percettibile di quella della gravità terrestre: sette anni su una stella di neutroni corrisponderebbero a dieci sulla Terra. Basterebbe quindi raggiungere con la nostra astronave una stella di neutroni (per esempio quella che si trova nella Nebulosa del Granchio) per compiere un consistente balzo in avanti nel tempo. Il problema è costruire un mezzo capace di resistere alle condizioni proibitive presenti in prossimità di una stella di neutroni. E anche in questo caso non potremmo comunque tornare indietro dal futuro”.



E se volessimo visitare il passato?
“La Relatività consente anche il viaggio nel passato. Per la Relatività generale, infatti, lo spazio­tempo può essere curvato fino al punto di riconnettersi con se stesso, e quindi creare "curve chiuse" sia nello spazio sia nel tempo. Il primo a tracciare curve temporali chiuse fu un amico di Einstein, il grande logico e matematico austriaco Kurt Gödel. Gödel risolvendo le equazioni della Relatività che descrivono i campi gravitazionali, scoprì che nello spazio era possibile trovare orbite che si avvolgono a spirale in un universo in rotazione. La sua soluzione presupponeva però che l'universo fosse in rotazione, mentre oggi si ritiene che l'universo non ruoti. Tuttavia, ha il merito di dimostrare che la Teoria della Relatività non esclude che una particella di materia, e quindi in teoria anche un essere umano, possa raggiungere il passato e tornare indietro dal futuro”. Gödel scrisse infatti: “Effettuando un percorso di andata e ritorno a bordo di un'astronave lungo una rotta sufficientemente ampia, è possibile viaggiare in qualunque regione del passato, presente e futuro e tornare indietro”. Dopo aver letto i risultati dell'amico matematico, Einstein confessò che la prospettiva di uno spazio-tempo che permettesse curve temporali chiuse, e quindi di tornare indietro nel tempo, lo aveva tormentato durante la formulazione della Teoria della Relatività generale.



L'idea di Gödel però si basa su un presupposto sbagliato, quello dell'universo in rotazione. Come facciamo a visitare il passati , allora?

“La rotazione di Gödel non è l'unico modo per fare visita ai nostri nonni. Una delle idee più recenti è il wormhole [cunicolo di tarlo], termine coniato dall'astrofisico americano John Wheeler, che ha anche battezzato i buchi neri. Un wormhole è una "scorciatoia" nella struttura dello spazio che permette di collegare due punti molto distanti, prima che la luce abbia avuto la possibilità di arrivarci, e quindi è un modo per andare indietro nel tempo attraverso una scorciatoia nello spazio”.La velocità della luce infatti è un limite invalicabile. Niente, neppure le informazioni, possono muoversi più velocemente. Quindi se noi riuscissimo ad arrivare in un posto prima che siano arrivate le notizie del nostro punto di partenza compiremmo un viaggio a ritroso nel tempo. Perché dopo un po' che siamo arrivati verremmo raggiunti dal nostro passato, o se si preferisce, ci raggiungerebbero le informazioni del tempo in cui siamo partiti. Ma come facciamo a raggiungere un punto prima delle informazioni, se queste viaggiano alla velocità della luce? Prendiamo una scorciatoia che la luce non conosce e facciamo meno strada. I wormhole sono proprio questo: scorciatoie tra due punti dell'universo che la luce non percorre. Ma è possibile creare wormhole a piacere?



Dalla fantascienza alla scienza

Nel romanzo Contact scritto dall'astrofisico americano Carl Sagan negli anni Ottanta, reso poi noto dall'omonimo film con Jodie Foster, un gruppo di scienziati riceve un messaggio radio proveniente da una civiltà aliena più avanzata. Il messaggio contiene le istruzioni per costruire una macchina capace di creare un wormhole tra la Terra e la stella Vega, distante ventisei anni luce. Nella storia la protagonista sale a bordo di una capsula e viene inghiottita in un turbine simile a una gigantesca centrifuga per poi sfrecciare in una galleria e riemergere al centro della galassia, dove si trova Vega, in pochi minuti. Nel romanzo Sagan non aveva approfondito in dettaglio come si potesse creare un simile tunnel. Chiese così al suo amico Kip Thorne, fisico teorico del Caltech in California, se la sua fantasiosa idea di sfruttare un wormhole come scorciatoia nello spazio-tempo fosse fondata. Stimolati dalla fantasia scientifica di Sagan, Thorne e i suoi collaboratori si misero a studiare i dettagli del funzionamento di questo tipo di wormhole, che collega due regioni distanti nello spazio­tempo. Alla fine riuscirono a creare modelli teorici di wormhole che rimanessero aperti abbastanza a lungo da essere attraversati da un lato all'altro da un “temponauta”, senza che venisse annientato dalle immense forse gravitazionali interne. Serviva qualcosa che si opponesse alla forza di gravità e tenesse il wormhole aperto.
La soluzione di Thorne fu l' antigravità. La materia anti-gravitante (prevista fra l'altro dalla stessa Teoria generale della Relatività) permette di tenere aperto il wormhole. I modelli di Thorne e colleghi non trovarono ostacoli da parte delle teorie fisiche note, e questa ricerca generò una quantità di studi che tuttora proliferano. Uno di questi è l'idea di Paul Davies di costruire una macchina che crei in laboratorio i wormhole necessari a viaggiare nel tempo.



Paradossi storici

La possibilità di visitare il passato crea veri paradossi, affascinanti e apparentemente impossibili da risolvere. Il più semplice è questo: un viaggiatore torna nel passato e uccide sua madre ancora bambina. Quindi non sarebbe più potuto nascere e neanche commettere l'omicidio. I paradossi mettono in crisi il concetto di causalità, cioè le relazioni tra causa ed effetto, e quindi la scienza. Stephen Hawking ha messo una toppa al problema con la sua “congettura della protezione cronologica”: la natura troverà sempre il modo per impedire i viaggi nel passato. Paul Davies invece accetta che eventi successivi possano influire su eventi precedenti, ma postula che le linee temporali si possano chiudere solo tra eventi che non creino problemi di causalità. Un esempio è quello di un ricco signore la cui fortuna deriva da un benefattore che aiutò la sua bisnonna un secolo prima. Con la macchina del tempo parte per scoprire chi è il benefattore. Una volta incontrata la bisnonna, le rivela la propria identità di viaggiatore del tempo e le mostra un giornale che ha portato dal futuro. La bisnonna legge il listino della borsa ed investe di conseguenza. Gli investimenti sono l'origine della fortuna del ricco signore, che scopre così di essere il benefattore di se stesso. Questo per Davies non è problematico. Quello del viaggiatore che uccide sua madre invece è irrisolvibile, quindi nessuno può uccidere un suo antenato. David Deutsch, esperto di viaggi nel tempo, risolve i paradossi con le leggi della fisica quantistica. Nel mondo subatomico regna l'indeterminazione quantistica: un elettrone che urta un protone può deviare verso sinistra o verso destra senza una regola. Secondo alcuni fisici l'indeterminatezza si risolve con la moltiplicazione degli universi. Ogni volta che un elettrone va a destra si forma un nuovo universo con un elettrone che va a sinistra. Per Deutsch i paradossi si risolvono allo stesso modo: se un viaggiatore del passato interferisce con la storia, l'universo si biforca in due o più rami, e la madre uccisa va a finire in un universo parallelo, non in quello da cui lui proviene.



Come si costruisce la macchina del tempo
A differenza delle macchine del tempo di romanzi e film, quella di Paul Davies non si sposta nel tempo, ma modifica la struttura dell'universo per costruire un percorso chiuso nello spazio. Crea un wormhole artificiale che consente al viaggiatore di andare nel passato e tornare indietro. E può essere realizzata con le tecnologie già oggi disponibili.

1° Il primo strumento necessario per realizzare un wormhole artificiale è un collisore, cioè un acceleratore di particelle. Queste macchine permettono di ricreare le condizioni dell'universo a circa un microsecondo dopo il Big Bang, quando la temperatura era di dieci trilioni di gradi e l'universo era in uno stato definito plasma di quark e gluoni (particelle subatomiche).Proprio da una bolla di questa materia ad altissima energia si estraggono i wormhole “virtuali”. Questi però compaiono solo per tempi brevissimi, per poi scomparire nel vuoto che si trova all'interno degli acceleratori.

2° Il passo successivo è trasformare i wormhole virtuali in reali, iniettando l'energia sufficiente per evitare che riscompaiano. È un fenomeno noto della fisica, per esempio si utilizza nella trasmissione di onde radio. Intorno a un elettrone girano fotoni virtuali, formando il campo elettrico. Se si accelera l'elettrone, facendolo passare in un filo, i fotoni virtuali acquistano energia e si trasformano in fotoni reali allontanandosi dal filo sotto forma di onderadio. Tuttavia, l'energia del plasma di quark e gluoni non basta per raggiungere le temperature richieste per trasformare questa “schiuma” spazio-temporale in vero wormhole. II secondo strumento per fabbricare la macchina del tempo di Davies è un dispositivo dl implosione che dà alla bolla di quark e gluoni l'energia necessaria per comprimerla di un fattore pari a un miliardo di miliardi. Questo per elevarne la temperatura consentendo la trasformazione della bolla in un embrione di wormhole. La difficoltà non è nella quantità di energia necessaria (circa dieci miliardi di joule, la produzione di una centrale elettrica in qualche secondo), quanto nella concentrazione dell'energia su dimensioni così piccole.

3° Per portare il wormhole dallo stato embrionale a dimensioni utili occorre utilizzare un dilatatore , che ne accresca le dimensioni e lo mantenga aperto per consentire al temponauta di passarvi senza problemi Per fare questo Paul Davies ipotizza di servirsi dell'antigravità, una forza repulsiva che può essere prodotta dal cosiddetto “ effetto Casimir ”. Due piastre conduttrici variano i campi elettromagnetici dello spazio, creando una forza repulsiva, l’antigravità appunto.

4° L'ultima fase consiste nel trasformare il wormhole, ormai portato alla taglia giusta, in una macchina del tempo. E cioè stabilire una differenza temporale permanente tra le sue estremità. Il compito è affidato al differenziatore e la tecnica suggerita è la dilatazione temporale che si osserva nell'effetto dei gemelli. Ancora una volta si ricorre a un acceleratore di particelle, in questo caso per far circolare una delle estremità del cunicolo a velocità prossime a quella della luce, per un periodo sufficientemente lungo da provocare una discrepanza temporale fra le due estremità. Così si può viaggiare indietro nel tempo. La macchina del tempo è pronta. Bisogna ancora risolvere qualche problema tecnico, ma esiste un progetto da seguire.
Saluti da cd1

el-GU ha detto...

CD1, le disquisizioni teoriche riportate fanno acqua da una parte, nel senso che mi sorprende molto che uno scienziato come Davies si esponga a BUFALATE come (dal TUO post):
-DOMANDA a Prof.Davies:
"Queste teorie prevedono che si possa viaggiare a velocità molto vicine a quella della luce. Ma nella realtà è possibile raggiungere velocità così elevate?
-Prof.Davies:
"Non c'è nulla che lo vieti, è solo un problema di costi...."

SOLO un problema Di costi?!?!!!!
ma forse Davies e sostenitori vari dei viaggi alle velocità prossime alla luce gli piace sentirsi novelli Jules Verne..
MAHHH e sarebbero teorie serie?!

e a te CD1, ti sembra serio riportare teorie (basate su velocità prossime alla luce) che si dimenticano
della formula della relatività che (basta fare 2 calcoli) ti rendi conto che una massa x non può viaggare a tale velocità (massa infinita=ferma)
comunque, avevo già stroncato queste leggende metropolitane in un post precedente:
(riporto)
"..Il raggiungere e (peggio) superare la velocità della luce è determinata dalla formula della relatività:
la Massa è uguale alla massa(a velocità zero) diviso la radice quadrata di 1 meno il modulo della velocità diviso la velocita della luce.
Pertanto:
se la velocità è uguale alla velocità della luce, avremo sotto radice 1-1=0
quindi: Massa Diviso Zero = massa infinita !!!
MA il problema si pone anche a velocità che si avvicinano alla velocità della luce:
questo perchè nell'equazione, la massa(a velocità zero)sarebbe divisa per valori sempre più vicino allo zero tanto più mi spingo alla velocità della luce...e il risultato sarebbe un'espansione della massa che tende all'infinito..
ERGO:
qualsiasi astronave/automobile in tali condizioni, perderebbe sempre più le caratteristiche fisiche che la determinano raggiungendo una massa infinita...forse disintegrandosi in una sorta di radiazione.
...di conseguenza lasciamo che alla velocità della luce viaggino solo gli autori di hollywood!..."

CD1 un consiglio: leggi meno, ma con più spirito critico!

..da El-GU

el-GU ha detto...

giusto per chiarezza e x citare un esempio da wikipedia a
http://it.wikipedia.org/wiki/Relativit%C3%A0_ristretta
così tutti possono approfondire ""facilmente""la questione
(basata sulla relatività ristretta,
in riferimento all'equazione di Lorenz, precedentemete citata)

"Alle alte velocità (v sempre più prossimo a alla velocità della luce c), la contrazione spaziale tende allo zero, mentre la dilatazione temporale tende all'infinito. Ciò equivale ad affermare che alla velocità della luce il tempo "non passa".

La dilatazione del tempo in particolare impone la velocità della luce come limite massimo raggiungibile (discutendo il denominatore diverso da zero).

Velocità superiori a quelle della luce porterebbero all'ulteriore problema di un radicando negativo, e di un radicale (misura di L e T) numero immaginario: il problema è che per i numeri complessi e immaginari non è possibile creare un ordinamento e non ha senso parlare di misure fisiche. "

"
NESSUN CORPO può assumere velocità uguali o superiori a c; le trasformazioni di Lorentz per v ≥ c non sono definite (i valori sotto radice diventano nulli o negativi). Il valore nullo non è accettabile, in quanto compare nel denominatore delle formule: un corpo può essere accelerato in tempo finito solo ad una frazione della velocità della luce minore di 1. I corpi senza massa materiale, come i fotoni stessi, viaggiano sin dalla loro emissione alla velocità della luce. Da ciò si può dedurre che qualsiasi elemento di massa zero, si muoverebbe alla velocità della luce. Eventuali particelle più veloci della luce (dette tachioni) non potrebbero invece rallentare al di sotto della velocità della luce.

ciò è altresì confermato da (v.link)
http://it.wikipedia.org/wiki/Teoria_della_relativit%C3%A0
(partendo dalla formula estesa di E=M*C^2 )
"..In altre parole, la massa relativistica non è una proprietà indipendente dalla velocità v, ma cresce con questa. Quando la velocità si approssima a quella della luce, la massa del corpo tende all'infinito..."

credo che sia abbastanza x mettere da parte acceleratori di particelle che sognano di fare viaggiare materia vicina alla velocità della luce.
Saluti..El-GU

cd1 ha detto...

E' opinione comune che la relatività di Einstein prescriva che nessun oggetto possa muoversi più velocemente della luce. Questo è vero, almeno in un certo senso, ma il concetto dev'essere considerato in maniera più sottile e ampia. Ciò che in realtà vuole significare l'ipotesi di Einstein, è che nessun oggetto che si sia mosso (almeno una volta nella sua esistenza) più lentamente di quanto faccia la luce, potrà mai superare la velocità della luce stessa. Quello su cui il postulato invece non si pronuncia è sull'esistenza di oggetti che vanno comunemente sempre più veloci della luce, ovvero non rallentano mai al di sotto del valore limite di 300.000 km/s. Secondo questo approccio, la velocità della luce costituirebbe un confine tra due realtà materiali del nostro universo, la prima in cui gli oggetti si muovono tutti e sempre al di sotto della velocità della luce, la seconda in cui la materia si muove sempre al di sopra della velocità della luce. E la luce, in mezzo, a fare da muro invalicabile. Tenendo presente questo contesto, nel 1967 l'americano Gerald Feinberg coniò il termine tachione (in greco tachys sta per veloce), per indicare tutte le particelle che si spostano sempre a velocità ultraluce (dette anche ultraluminali), contrapposte ai tardioni, quelle piu lente, come ad esempio i comuni protoni ed elettroni, che però possono venire accelerate a velocità molto prossime a quella della luce. I fotoni, i neutrini e molto probabilmente i gravitoni, le particelle, tuttora ipotetiche responsabili della forza di gravità, vengono invece denominate luxoni per il fatto che sono capaci di muoversi esclusivamente alla velocità della luce.
Dicevamo dunque dei tachioni.
Muovendosi più veloci della luce, tali particelle si sposterebbero all'indietro nel tempo, dando così la possibilità se non di muoverci nel tempo noi stessi, almeno di poter trasmettere messaggi ai nostri antenati-progenitori utilizzando qualcosa di simile a un codice Morse inviato per mezzo di un segnale tachionico.
Come nel caso del romanzo di Benford, un espediente del genere potrebbe essere assai utile per avvertire i terrestri del passato, di un pericolo annidato nel loro futuro come per esempio una terribile catastrofe ecologica.
A prima vista questa soluzione avrebbe il grande pregio che, vietando comunque agli esseri umani di viaggiare all'indietro nel tempo, ma lasciando solo a particelle il compito di messaggeri dal futuro, potrebbe evitare lo scontro con il paradosso e la violazione del Principio di Causalità, secondo il quale le cause devono sempre precedere gli effetti e che, nel caso di viaggi nel tempo, è il primo argomento di attacco da parte degli scienziati e dei filosofi maggiormente scettici. Ma in teoria non serve andare fisicamente nel passato per violare il Principio di Causalità. Anche un semplice messaggio inviato a vostro padre potrebbe essere sufficiente a fare in modo che egli non sposi vostra madre, e che quindi impedisca la vostra nascita.
Per questo, sono molti infatti coloro che postulano l'esistenza di una "Congettura di protezione cronologica", ovvero di un meccanismo intrinseco al nostro universo che protegge dal viaggio nel tempo e garantisce l'impossibilità di violare il Principio di Causalità. E' quasi superfluo dire che, ovviamente, c'è già chi ha pensato anche a questo, e che per costoro il viaggio nel tempo potrebbe essere effettuato con assoluta tranquillità senza alcun timore di violare la causalità.
cd1

cd1 ha detto...

La possibilità di Viaggiare nel tempo, che fino ai primi del '900 ha solo affascinato le menti più prolifiche e fantasione di

romanzieri e filosofi, ma anche di comuni mortali, senza alcuna possibilità di essere nè verificata, nè semplicemente

provata, è oggi ritenuta non più impossibile anche da gran parte degli scienziati moderni.
Ciò che prima sembrava solo pura fantasia, è oggi ritenuto "possibile" dalla scienza ufficiale, pertanto vale ben la pena di

affrontare seriamente quest'argomento, facendo insieme un viaggio senza preconcetti tra le teorie e gli "strani" fenomeni ed

oggetti della fisica moderna, come la relatività generale, la meccanica quantistica, i buchi neri rotanti, i cunicoli

spazio-temporali e le particelle ultraluminali.
Il terreno del nostro viaggio è dunque il tempo; ma, analogamente a Don Ferrante dei Promessi Sposi (un letterato di grande classe: aveva tanti libri e la sua attenzione si fermava su scienze come l'astrologia e la duellistica, dove era diventato un'autorità. Era il tipo di letterato astratto, inutile, formalistica, che non sa legare scienza e realtà, cultura e società.), che, disputando tra sé sulla natura della peste, giunse alla conclusione che essa non esisteva, al punto però di morirne, ci sono oggi alcuni che sostengono che il tempo non esiste, non riconoscendo neppure che esso è il loro fantomatico killer, col suo implacabile trascorrere.
Mettiamoci seriamente a cercare di capire meglio, dunque, l'enigmatico, sfuggente e quasi etereo soggetto di tanta disputa.
"Se NON mi chiedono che cos'è il tempo, lo so - disse una volta Norbert Elias - ma se me lo chiedono, non lo so più". Con

questa suggestiva frase il sociologo e storico tedesco di grande fama introduce il suo Saggio sul Tempo, presentando subito e

bene l'assoluta enigmaticità e ambiguità del concetto di "tempo", rispetto al punto di vista umano. Il tempo è un elemento

davvero strano: tutti noi, in natura, viviamo immersi in esso, come i pesci nell'oceano; ma esso è pure parte integrante di

ciò che siamo, della materia che ci compone e del mondo che ci circonda. Noi siamo nel tempo ed il tempo è in noi! Ogni

giorno sperimentiamo, così, le sue leggi inflessibili e tiranniche, mentre il ticchettio silenzioso dell'orologio che teniamo

al polso ci è familiare, rendendolo a noi consueto più di un vecchio soprammobile.
Un tempo fa scrivevo:

Prorompe nella mente un'idea
di sguardi tessuti di niente,
di volti fissati nel sole,
abbagliati da lungo meriggio ...

E l'incedere flessuoso del tempo in secondi ineguali.

Tra servi palmizi seduto il mio corpo
disperde il suo calore,
col vociare del vento,
portato da bianche ali, increspate nel mare.

(cd1, "Poesie d'un tempo che fu").

Passando, però, dalla poesia alla realtà, è tutt'altro che facile attribuire al tempo una definizione soddisfacente, perché

ci siamo affogati dentro e non lo possiamo osservare dall'esterno in maniera obiettiva.
Possiamo cogliere l'essenza del tempo, intuirlo, avvertirlo, ma se lo vogliamo delimitare in qualche modo, per osservarlo

meglio, ecco che esce fuori dalla staccionata che gli abbiamo costruito intorno.
Il tempo ci spiazza talmente, che qualcuno si chiede se non sia solo una nostra invenzione ed è convinto che non esisterebbe

senza l'uomo, che lo avrebbe costruito per sua comodità, ma anche per sua disperazione.
Il problema è veramente serio: se vogliamo viaggiarci dentro, dovremmo capire almeno di che si parla, il che significa, in

pratica cercare di capire se ha senso dire dove o quando vogliamo andare.
Dice il dizionario Zingarelli che il tempo è "l'inarrestabile trascorrere delle cose in una successione illimitata di

istanti", ma questa è solo una tautologia, non una definizione, dato che vuol definire il tempo con due concetti: successione

ed istanti. Una successione è un insieme ordinato di elementi, cui diamo un posto preciso, uno dietro l'altro. Ovvero è

un'applicazione biunivoca dell'insieme dei Naturali sul nostro insieme di istanti. E fin quì ci siamo, perché abbiamo detto

che deve esiste un principio di causalità, in modo tale da non uscirci pazzi, in un mondo pieno di situazioni assurde. Ma,

poi, andando sempre allo stesso dizionario, per trovare la definizione d'"istante", ecco che leggiamo che esso è un "momento

brevissimo di tempo". Conclusione: il tempo è una successione illimitata di momenti brevissimi di tempo! Per cui, a questo

punto, dopo aver abbandonato in un angolo oscuro il vecchio dizionario, mettiamo ci seriamente a cercare di capire meglio

quale è il complice nascosto e sfuggente del nostro viaggio: l'enigmatico tempo, col suo "incedere flessuoso in secondi

ineguali".

Rex Regum ha detto...

Mi piace molto il lavoro di Paolo: smentire le bufale è DOVERE verso i più creduloni.

Ma in questo caso mi pare sia tutto inutile: non me ne intendo nè di fisica nè di matematica, ma da un punto di vista strettamente logico la storia di Titor non può essere nè ritenuta vera nè ritenuta falsa. Ogni altra speculazione è inutile e forzata (da ambo le parti, sia da coloro che la vogliono vera sia da coloro che vogliono dimostrarne la falsità).

Con la storia dei mondi paralleli, non è possibile smentirlo in alcun modo. Non possiamo sapere insomma se è una persona molto fantasiosa o un vero viaggiatore del tempo.

A seconda della nostra sensibilità possiamo solo farci delle opinioni circa la falsità o l'onesta dei suoi interventi, ma non con altri elementi. Forse possiamo valutare il campo dell'"utilità" del suo viaggio/finzione, al fine di dedurre la probabilità della veridicità del suo viaggio.

A cosa è servito il suo viaggio e come ha influito sulla nostra vita? Perchè ha parlato con noi uomini di inizio secolo se era un viaggio segreto? perchè ha spifferato tante informazioni e taciuto su molte altre? Perchè usare un semplice strumento in rete e non un mezzo di comunicazione più ad ampio raggio? Che significa fermarsi nel 2000 quando l'intenzione è quella di prendere un computer del 1975? Com'è possibile che in un tempo ove sia facile viaggiare attraverso le ere non ci sia alcun modo per risolvere un "bug" se non quello di andare 50 anni prima nel tempo? Perchè Titor lascia solo "scritto" nessuna immagine realmente convincente? Se la sua intenzione non è quella di farci credere a ciò che dice, perchè continuava a scrivere?

Queste domande non smentiscono il viaggio in sè, ma possono gettare qualche dubbio sulla figura alquanto ambigua di Titor...

Certo si potrebbe obiettare che se fosse stato un finto viaggiatore, non sarebbe scomparso all'improvviso o che avrebbe quanto meno osato di più nelle previsioni. Ma forse il trucco è tutto qui: il suo piacere è stato quello di divenire un anonimo caso mediatico.

Il discorso sui guadagni che qui si porta a sostegno della falsità della storia, non funziona molto: anche sull'Olocausto (evento accaduto realmente) si specula tantissimo, ma non per questo è falso. Il fatto che ci siano "interessi" non esclude la veridicità delle frasi di Titor.

Titor è come Dio: vero o non vero non ci è dato di saperlo.

Quale maggiore soddisfazione da ciò?

dizzasab ha detto...

Rex Regum ha finalmente commentato il caso "John Titor" senza tirare in ballo la fanta tecnica.. finalmente un punto di vista che abbraccia il caso e non la (fanta)scienza, mi alleo e ridomando : come fa un militare a sfuggire per anni a dei servizi segreti andando a zonzo nel tempo e spifferando all'intera rete che viene dal futuro, che non gli è permesso di parlare ma ci racconta tutta la situazione del 2012 e poi vi pare che per un'azione di importanza storica (sbloccare il famigerato millenium bug) mandano un "contadino-soldato" come lui stesso si definisce e non uno scienziato vero e proprio ?? Che poi un soldato vada a spifferare di guerre civili americane senza citare il crollo delle torri gemelle ? Mi par che la bufala si sveli da sola...

el-GU ha detto...

@ Rex Regum:
peccato che dopo un post così equilibrato e convincente,
l'unica vera prova a Sfavore di Titor (grazie a Voyager)
il famigerato Avvocato che risulta l'unica prova tangibile riconducibile a Titor che, guarda caso, si riserva tutti i diritti su guadagni derivanti da film, libri e comunque l'uso del personaggio,
questo discorso lo smentisci con
"non funziona molto
anche sull'Olocausto (evento accaduto realmente) si specula tantissimo, ma non per questo è falso.
Il fatto che ci siano "interessi" non esclude la veridicità delle frasi di Titor."

Peccato però che dell'olocausto OLTRE alle speculazioni ci siano ancora oggi Prove Ineccepibili: lager, familiari di persone deportate, filmati, documenti storici ufficiali di stato..
Ma per Titor solo un avvocato!
e neanche la madre che lo avrebbe già dovuto concepire..
Per cui porta almeno esempi più rispettosi!..
Cordialmente, El-Gu

michele ha detto...

ho letto tutti i post (eh si ho impiegato un bel pezzo) e tranne gli ultimi che sfociano in un "tu hai detto che io ho detto" che è inevitabile dopo discussioni così lunghe,mi è piaciuto molto come si è sviluppata la discussione. a dire il vero ho già mentito,gli utlimi post li ho solo sbirciati ma volevo portare il mio contributo al discorso. El-gu non voglio ASSOLUTAMENTE fare il sapientone o cose del genere, ma che il tempo è una grandezza fisica è dimostrato dall'esistenza delle particelle chiamate mesoni. Ovvero,spiego meglio cosa intendo con "dimostrato". Queste particelle hanno una "vita", ovvero un lasso di tempo (o un tot di istanti come vuoi chiamarlo) prima di decadere. Visto fisicamente (non sono un appassionato di fisica,ma i mesoni mi hanno veramente preso un sacco) è il passaggio dallo stato in cui esiste come mesone,a quando diventando instabile si "dissolve". Ora, che succede? Questi mesoni arrivano dallo spazio e data la loro breve "esistenza" noi NON dovremmo assolutamente poterli individuare! Ti faccio l'esempio che hanno fatto a me per capire che il tessuto spazio temporale esiste: il mesone fingiamo viva 10 secondi,e viaggia a 1 metro al secondo.Da quando "appare" a quando diventa instabile e si disintegra percorre 10 metri. Ma perchè io a 20 metri dal punto in cui "si orgina" lo registro? NON ha senso nella fisica classica. Perchè il mesone viaggiando a velocità prossime a quella della luce "distorce" lo spazio tempo ovvero: per il mesone il tempo è uguale ma a noi sembra che viva di più! Infatti i mesoni vengono registrati in laboratori posti al suolo a più di 6000km dall'atmosfera!Ora se hai voglia e come me sei curioso su internet lo trovi di sicuro spiegato meglio e coi dati corretti. In ogni caso il tessuto spazio temporale esiste! Il paradosso dei gemelli è stato dimostrato con 2 orologi atomici. Quindi perchè i mesoni esistano (e sono stati registrati)e affinchè i 2 orologi divergano (ed è stato registrato) occorre ammettere che il tessuto spazio temporale esista, che la gravità e la velocità possono "curvare" il tempo.Io sono convinto, e questo è un parere mio personalissimo, che sia POSSIBILE ma INATTUABILE viaggiare nel tempo. So che sembra stupido ma se un gallo avesse detto a un romano, un giorno avremo un macchinario che ci permette di fare buchi nei monti lunghi qualche chilometro, il romano avrebbe riso per dei giorni. Le gallerie sono attuali.Quando einstein ipotizzò la curvatura della luce molti risero.Con la successiva eclissi fu dimostrato.Altri esempi sono la precessione del perielio di Mercurio (è molto + semplice di quanto dica il nome) o il red shift gravitazionale o anche semplicemente il fatto che einstein dimostri che un evento non è più simultaneo per due viaggiatori in moto rispetto all'evento.Probabilmente ho errato qualcosa,non sono una cima in fisica ma sono ancora fresco di mesoni e relatività quindi spero di aver detto poche cavolate.Io rimango convinto che prima o poi sarà possibile imbrigliare l'energia di una stella a neutroni...abbiamo scoperto la fusione nucleare, penso che ci siamo evoluti rispetto a quando abbiamo inventato la ruota.Molte cose ci sembrano impossibili perchè non riusciamo a concepirle mentalmente, ma moltissime invenzioni che oggi usiamo fino a qualche secolo fà sarebbero state considerate impossibili. L'unica cosa è che la difficoltà aumenta, se il fuoco poteva scoprirlo chiunque per puro caso, capire come stabilizzare un buco nero non lo è. In ogni caso sono andato oltre,spero di averti dimostrato che la dimensione temporale "esiste" realmente. accetto critiche o correzzioni all'esposizione di quanto detto ^^

michele

el-GU ha detto...

@Michele,
mi pare buona e pertinente la considerazione
“moltissime invenzioni che oggi usiamo fino a qualche secolo fà sarebbero state considerate impossibili. L'unica cosa è che la difficoltà aumenta, se il fuoco poteva scoprirlo chiunque per puro caso, capire come stabilizzare un buco nero non lo è…”
Motivo per cui purtroppo alla fine questo Blog e tante nostre congetture probabilmente rimarranno più nel campo filosofico (o di fantasia) che nello scientifico..

Invece, in merito a:
“Quindi perchè i mesoni esistano (e sono stati registrati) affinchè i 2 orologi divergano (ed è stato registrato) occorre ammettere che il tessuto spazio temporale esista, che la gravità e la velocità possono "curvare" il tempo..”
Sei sicuro che è il tempo che si curva..e non lo spazio??
Io ritengo possibile che le variazioni del tempo siano una conseguenza, tangibile e misurabile.
..come se su un palloncino sgonfio ho delle tacche x misurare la dilatazione: se lo gonfio, le tacche aumentano, ma in realtà è un impressione perché è la massa d’aria (spazio) ad aumentare..indipendentemente dalle tacche (tempo).. il palloncino e l’aria esistono..ma un misuratore graduato (come il tempo) è una congettura che esiste, ci è indispensabile è anche UNA GRANDEZZA FISICA, ma non per questo esiste di per sé, come lo spazio e la materia.

Con i miei post la mia intenzione era (ed è) riflettere fuori dagli schemi, senza scadere però nell’impossibile..difatti ritengo possibile che il tempo sia da considerare come un misuratore del cambio di stato della materia nello spazio…in quest’ottica anche i mesoni risultano sempre con le loro proprietà, nel tessuto spazio temporale, e che come dici tu:
“che la gravità e la velocità possono "curvare" il tempo” (io direi lo spazio) e con il tempo misuro quando si è curvato…istante X = situazione Y … istante Q = situazione Z.
Quindi prendere come riferimento il tempo per viaggiare mi pare stridente, improprio.
Perché credo che nella natura non ci sia una memoria degli eventi a cui fare riferimento con degli strumenti e dire: voglio l’istante X…
la realtà è come se fosse costituita infiniti istanti che si sovrappongono cancellando il precedente (lo puoi vedere con l’evoluzione di un’albero..ogni istante nuovi rami e nuove foglie cambiano lo stato attuale aggiornandolo, ma perdendo irreparabilmente lo stato precedente..
al limite..ma proprio al limite si potrebbe ipotizzare per l’albero di riprogrammare il DNA (l’unica memoria che conosco in natura) delle cellule per fare ritornare la cellula/molecola..atomo..indietro allo stato X, ma vorrebbe dire anche annullare gli eventi che hanno interagito (esempio un taglio di ramo) e comandare a tutte le cellule/molecole/(…) di sincronizzarsi….Accidenti questa si che mi pare estrema fantascienza..ma più reale dei viaggi nel tempo stile “ritorno al futuro” alla John Titor..
e voi?!

simo 78 ha detto...

Io credo fermamente alla possibilità dei viaggi del tempo e anche al fatto che esistano dimensioni parallele, ma questa storia sembra essere tanto una montatura, geniale e ben progettata, ma pur sempre una balla.

cd1 ha detto...

Se esiste la possibilità dei viaggi nel tempo ed esistono infinite dimensioni, allora ci saranno quelle in cui essi sono stati già realizzati. Si tratta di vedere qual'è la probabilità che la nostra linea temporale attuale sia visitata da uno di questi viaggiatori. Essa è molto bassa o alta? E chi lo può dire? Dipende dalla tecnologia di coloro che nella loro linea temporale sono giunti a poter fare i viaggi nel tempo e dall'interesse che in essi può suscitare il nostro mondo, inserito nel suo tempo, o dalla capacità che hanno di poterci arrivare a piacimento. Ma se per caso qualcuno di questi viaggiatori è arrivato da noi, ecco che niente e nessuno possono più escludere la possibilità che altri arrivino. E' come un'isola sconosciuta, che appena scoperta non lo è più e diventa luogo d'approdo e/o d'arrivo per altre navi, nel nostro caso lungo le rotte delle dimensioni dei mondi e dei tempi.
Ciao al blog da cd1.

Hydromac ha detto...

Ciao a tutti,
e' 2 anni che giro i forum su JT e ormai le ho sentite tutte.
JT non e' niente altro che l'ennesima esca economica all'americana...ve lo garantisco.
Piuttosto interessiamoci di piu' di casa nostra e facciamo ricerche sul Cronovisore inventato da padre Ernetti che giace smontato pezzo per pezzo nei sotterranei del Vaticano per paura di far troppa luce su quello che siamo,eravamo e da dove veniamo.
Vi lascio con questo enigma.
Che fine ha fatto Kay Titor e la videocassetta dove si vede JT che tiene in braccio se stesso nel 2001?
Ciao
Hydromac

Hydromac ha detto...

Ciao a tutti,
e' 2 anni che giro i forum su JT e ormai le ho sentite tutte.
JT non e' niente altro che l'ennesima esca economica all'americana...ve lo garantisco.
Piuttosto interessiamoci di piu' di casa nostra e facciamo ricerche sul Cronovisore inventato da padre Ernetti che giace smontato pezzo per pezzo nei sotterranei del Vaticano per paura di far troppa luce su quello che siamo,eravamo e da dove veniamo.
Vi lascio con questo enigma.
Che fine ha fatto Kay Titor e la videocassetta dove si vede JT che tiene in braccio se stesso nel 2001?
Ciao
Hydromac

luca ha detto...

assurdo !
Secondo lui (jhon titor) esistendo moltissimi (se non infiniti) universi paralleli in ognuno di questi (ne bastano anche pochi se sono infiniti) ci sarebbero infiniti viaggiatori del tempo che finiscono in altri universi con la conseguenza che in ogni mondo di ogni universo parallelo ci finirebbero viaggiatori del tempo in quantità indescrivibile con il risultato che non riusciremmo a stare sulla terra perchè lo spazio fisico non ci sarebbe !!! ma smettiamola di dire cazzate !! ecco, in un'universo parallelo saresti nato senza lingua e cosi' non avresti detto piu' queste panzanate giganti!!

Duke

cd1 ha detto...

Parlando di infiniti si deve stare bene attenti a ciò che si dice. Gli infiniti non possono essere trattati come numeri consueti. E' indispensabile, confrontando due infiniti, vedere il loro ordine di grandezza. Ora, l'infinito rappresentato dai possibili viaggiatori nel tempo, provenienti dagli infiniti continuum spazio-temporali, è sicuramente d'ordine minore od uguale dell'infinito che rappresenta il "numero" di tali dimensioni. Il risultato è che il limite del loro rapporto, tendendo ad una singola dimensione ben precisata da t=t0, x,y,z = x0,y0,z0, è un numero finito positivo, uguale o addirittura minore di 1 (vedi l'Hopital di Analisi 1). In parole semplici, in ogni dimensione può anche non esserci nessun viaggiatore del tempo, perché non da tutte le dimensioni partono viaggiatori del tempo. L'assurdo presentato da Luca è uno di quelli impossibili che la natura non ammette. E', inoltre, da rilevare che la massa generale dell'universo deve essere conservata, dunque, per preservare questa legge c'è da pensare che nel momento che un viaggiatore del tempo entra, supponiamo, nel nostro universo, ecco che dal nostro universo dovrebbe determinarsi un travaso di una massa uguale verso l'universo di provenienza del viaggiatore, ovvero si innescherebbe un circuito di travasi tra varie dimensioni, fino ad esaurirsi nel momento in cui la legge di conservazione di Lavoiser fosse totalmente soddisfatta: "nulla si crea, nulla si distrugge".
Ciao a tutti del blog.

musico ha detto...

Buongiorno a tutti. Leggere tutto ciò che è stato qui scritto è stata un'impresa non da poco a livello di tempo – a proposito di tempo... time is illusion, vero elgu? :-) - ma devo dire che ne è valsa la pena sia perchè ho potuto leggere scambi e confronti interessantissimi su argomenti scientifici scritti da chi ha senz'altro colmato un po' della mia ignoranza al riguardo, sia perchè ho comunque potuto approfondire la mia idea sul famosissimo JT che però già conoscevo.
Da una parte vorrei che la storia fosse reale perché mi piacerebbe se un domani si potesse viaggiare nel tempo (perché no?), da un’altra parte, invece, vorrei che fosse fasullo perché le sue predizioni sul futuro nostro sono inquietanti e sapere prima di un futuro imminente fatto di guerre, distruzioni, fame e violenze non è una bella cosa. L’unico vantaggio, se così fosse, sarebbe almeno quello di sapere le cose prima per poi cercare di cambiare il cambiabile… ma pure questa dal mio piccolo punto di vista di piccolo uomo del piccolo pianeta terra, mi pare una cosa difficilissima. Insomma bufala o non bufala? Fintanto che non si arriverà al 2015 (e speriamo di arrivarci in armonia mondiale) non sapremo mai, e se poi nulla accadrà entro quella data ci sarà sempre chi continuerà a parlare di universi paralleli… che mettono al riparo qualsiasi previsore su ciò che accade o meno. L’avesse pensata nostradamus, la faccenda degli universi paralleli, chissà che avrebbe combinato!
Detto questo, la mia personalissima opinione sul personaggio è che sono contento di credere ad una splendida bufala col fischio e col botto, anche se non mi è ben chiara la finalità, se non quella di creare un fermento di rete (riuscito molto) e forse pure mediatico (riuscito meno) sull'argomento, finalizzato pure alla soddisfazione di chi inventa una storia intrigantissima, e poi si bea nel leggere tutto ciò che può determinare nel vasto mondo delle menti umane, inclusi noi. Insomma pure nella psicologia c’entra la fisica: è il classico sasso nello stagno con l’osservazione degli effetti che produce.

p.s. sasso nello stagno, ehm... trattasi di forza di gravità e poi centrifuga, questa la so anch'io!
ciaociao

ricordache ha detto...

mi spiace vedere che ad ottobre finiscono i commenti di questa storia affascinante che mi ha condotto a riprendere libri scordati e a fare ricerche per aggiornarmi.L'ultimo commento esprime benissimo anche la mia posizione d'incertezza.Se qualcuno ha inventato questa storia è un genio.Ma come sapeva che nel 2008 si sarebbe verificata la fine di un ciclo e che ci saremmo resi conto che il mondo sarebbe cambiato?(vedi post di JT) ci conviene tornare alle biciclette come suggerisce ?Spero che la discussione non termini fino al 2016!

phalko ha detto...

Ciao a tutti!! Ho letto a grandi linee il discorso. Mi sembra che sulla storia di Titor non ci sia più niente da dire: bufala o no ormai fa parte del passato :D .
Poi ho visto che c'è gente che mette in discussione la fisica in favore della filosofia... ma questa distinzione è già stata fatta secoli fa cari miei. Che il tempo e lo spazio esistano è ben vero e non teorico. Che sia teorico il viaggio nel tempo ne implica una sua possibilità. Che in Russia abbiano sperimentato viaggi nel tempo è scritto da qualche parte...ma hanno insabbiato tutto...tanto da non distinguere più la realtà dalla fantasia. Ho letto da qualche parte che alcuni scienziati in russia hanno perfino documentato un viaggio con tanto di sparizione...una cosa agghiacciante: i tizi di cui parlo prima di morire (probabilmente) hanno documentato un loro viaggio e hanno ammesso una cosa del tipo "stiamo per morire" e poi non se n'è saputo più niente!! Cercate...aspetta che ho appena cercato qualcosa...qui http://pizeroblog.splinder.com/post/19513561/Esperimenti+sui+viaggi+nel+tem ne parlano (non so quanto ci sia di vero ma è perfino uscita in una rivista in inglese...boh...).
A parte tutta la pappardella precedente, per essere più moderni e recenti come non ricordare il recente esperimento tenuto al Cern...che dovrebbe essere riattivato a breve. E' stato definito come l'anno zero di una nuova conoscenza, l'esperimento più grande della storia dell'uomo che implicherà cambiamenti tutt'ora fantascientifici...non ultima la possibilità di viaggiare nel tempo, cari miei scetticoni!! Ma cavolo...se Leonardo da Vinci teorizzava(senza l'effettiva possibilita di realizzazione) di poter volare perchè noi oggi non possiamo credere di POTERE...e ripeto... POTERE... viaggiare nel tempo?? Il fatto che non possiamo oggi non implica il non potremo mai!! E poi non capisco chi si accanisce a voler smontare la fisica con il puro filosofeggiare!! Ma mi sembra ovvio che la filosofia che si basava sul nulla è stata superata da una nuova forma di filosofia mista alla scienza...chi teorizza nel campo della fisica altro non fa che filosofeggiare...con la differenza di basare le proprie fantasie su una base solida com'è appunto la sperimentazione scientifica. Secondo me i futuri filosofi sono i fisici...quelli che fantasticano su teorie strampalate azzeccandoci o sparandola grossa!! Ora mi sono stressato...mi sa che per oggi concludo...un saluto a tutti!!

cd1 ha detto...

Ed allora, com'è andata a finire con la gente di questo blog? A nessuno interessa più la storia di Titor? Ecco che vi dico la mia: nella nostra dimensione spazio-temporale si è instaurata uno slittamento o sfasamento di eventi contemporanei. Infatti, la contemporaneità di eventi è relativo alla velocità dell'osservatore, così due eventi saranno contemporanei per un osservatore e non lo saranno per un altro che si muove rispetto al primo con una velocità apprezzabile. Il tempo locale, ossia il nostro tempo, è stato in qualche modo distorto rispetto alla contemporaneità, tanto che eventi contemporanei non lo sono più e tutto è stato mescolato, tanto che cose di prima sono oggi e cose di oggi dovevano già essere da tempo, mentre altre non si sono ancora verificate. Le cause di tutto ciò sono molteplici: influenze esterne ed interne, volute o subite dal nostro continuum temporale. Qualunque siano le cause, c'è da rimanere lucidi, perché la variante della crisi economica, introdotta da tali cause, doveva essere successiva a gravi catastrofi o guerre. Con la crisi le sue cause diventeranno le sue immediate conseguenze: sommovimenti popolari, disordini, ecc. Quando Obama "verrà scomparso", ecco che si aprirà in America un forte antagonismo città-campagne, che sfocierà in una guerra civile. Cari amici, bisogna rimettere sulla scacchiera i vari pezzi in modo nuovo, per capirci un po'.
Ciao a tutti del blog.

mazzeo ha detto...

cosa è successo a questo blog è stato oscurato o censurato?

Paolo Attivissimo ha detto...

Mazzeo, Cd1,

nessuna censura e nessun oscuramento. Semplicemente c'è la moderazione su commenti.

Cd1, la tua teoria è ricca di termini apparentemente scientifici ma povera di un elemento essenziale: i fatti.

E' un bell'esercizio di pensiero, ma a parte quello, lascia il tempo che trova. Servono prove. Non ce ne sono.

Paolo Attivissimo ha detto...

Phalko,

per favore credi un po' meno alle tante storielle che girano su Internet e studia la materia seriamente. Laureati in fisica, per esempio.

Che una cosa sia uscita su una rivista non la rende automaticamente vera. Siamo seri.

phalko ha detto...

Si...ammetto che la storia dello scienziato russo non è da prendere sul serio... era una semplice provocazione... infatti ho detto che è scritto da qualche parte e ne parlano in un sacco di siti ma non ci credo neanche io....però serve a confermare che già da tempo in campo militare stanno prendendo in considerazione la ricerca sugli spostamenti nel tempo (infatti lui eseguì effettivamente degli studi ufficiali sul tempo prima della laurea).
Probabilmente ciò si deve considerare come la volontà di avvantaggiarsi sull'avversario(e si sa che i militari sono capaci di tutto pur di vincere). Sappiamo bene che la stessa esistenza di internet è un derivato dalle ricerche in campo militare su come migliorare la comunicazione e rendere più efficienti le varie fasi operative della macchina bellica. Sign. Attivissimo non serve certo una laurea in Fisica per capire che si tratta più di questioni politiche che altro! Probabilmente la storia di John Titor altro non è che una bella trovata per fare un pò di soldi... ma le tecnologie in campo militare sono almeno venti anni avanti e in alcuni campi anche più: molte tecnologie già scoperte non hanno ancora la loro nicchia di mercato o sono semplicemente troppo avanti per i comuni esseri umani! Basta pensare alla tecnologia moderna per comprendere quanto sia più avanti rispetto a solo 20 o anche 10 anni fa... ci troviamo semplicemente davanti al tanto discusso processo di avanzamento scientifico dell'uomo che non procede in modo graduale e lento (perfino Darwin sarebbe rimasto a bocca aperta) ma, secondo studi che ho letto da qualche parte(vi fidate?:D), in modo quasi esponenziale (e questo lo si può semplicemente percepire empiricamente nella vita di tutti i giorni)! Ciò significa che se oggi abbiamo migliaia di novità scientifiche non ci dovremo meravigliare se già domani avessimo diecimila novità e così via nel tempo.
A proposito di fisica, senza il bisogno d'essere preso per pazzo o per credulone, esistono effettivamente molti fisici che credono nella possibile esistenza di realtà parallele e cose simili ("addirittura" all'esistenza puramente teorica di undici dimensioni in contemporanea e non il semplice 3D che siamo in grado di percepire) e se non credete a me, perfetto sconosciuto, fatevi delle ricerche di fisica quantistica o... non so...guardate in giro per capire che non mele sto inventando queste cose(è fondamentale non dare per oro colato ciò che scrivono gli altri, me compreso!)!
Concludendo... la mia personalissima idea, alla luce delle mie attuali conoscenze, è che se un domani fosse possibile viaggiare nel tempo non ci dovremmo meravigliare (come se fosse possibile non meravigliarsi). Il resto ai veri scienziati. Ciao!

cd1 ha detto...

Se avessi la prova che sono già stati fatti viaggi nel tempo dalla nostra dimensione spazio-temporale, è chiaro che concorrerei al nobel per la fisica, se fosse una prova scientifica, ovvero farei lo scoop del secolo, se fosse una prova giornalistica. Forse qualcuno non si è accorto che non si sta discutendo se i viaggi nel tempo siano già avvenuti, ma se essi sono possibili. E quanto a questa ipotesi, è più di una credenza metropolitana ed a condividerla c'è un po' po' di gente piuttosto quotata scientificamente. Le basi teoriche ci sono, la realizzazione pratica verrà o è già venuta, solo che è top secret, come tante altre notizie. Del resto, se io, come scienziato, fossi in grado di escogitare un marchingegno capace di viaggiare nel tempo, probabilmente dovrei affidarmi, per la sua realizzazione a qualche organizzazione statale, ovvero di qualche altro genere. Personalmente io non lo direi a nessuno e cercherei di farmi arrivare dal passato qualcuno dei tesori perduti e, poi, con i fondi ricavati, cercherei di trasformare in meglio questa linea temporale, se possibile, agendo nell'anonimato. Speriamo che cotali e cotanti segreti non vadano a cadere in mani disoneste. Per il resto, parlando di fatti, è un fatto che oggi al telegiornale un vip abbia detto che dal 2008 il mondo non potrà mai più essere lo stesso. Chi sa se anche costui ha letto i post di Titor? Oppure è solo una coincidenza? Ma anche le coincidenze sono dei fatti reali, che succedono e che possono essere indizi della realtà di altri fatti ancora, anche se ancora non sono prove. Del resto, l'investigation è in corso e si basa su indizi, congetture, ragionamenti che possono anche sembrare cervellotici, alcuni dei quali si riveleranno falsi. Non sempre, poi, il caso è risolto ed il colpevole è preso. Io mi auguro che siano tutte cavolate, queste dei viaggi nel tempo e che la realtà sia una sola, la nostra in cui viviamo, e che le altre siano solo dei sogni e dei prodotti di fantasie troppo fervide, ma quello che succede attorno a me mi fa vedere dei fatti strani, che sembrano spingere le cose verso previsioni strane e poco credibili, ma reali, perché espresse veramente. Pertanto, ancora si può navigare con ipotesi e congetture, indizi e riflessioni. Per le prove, chi le vuole dovrà aspettare, come tutti quanti noi. Ciao a tutti.

Saul Tigh ha detto...

Ciao a tutti, leggo per la prima volta tutti questi post ai quali sono arrivato da un link perchè un collega mi aveva parlato di questo fantomatico "John Titor" e curiosamente stamattina ho deciso di indagare un po. A onor del vero avevo gia sentito qualche tempo fa questa storiella, ma per la natura scettica che il buon Dio ha voluto donarmi, non ho dato troppo peso a questa, direi ormai, leggenda metropolitana. Comunque ritornando al discorso, io come la maggior parte di voi sono dotato di un certo senso di curiosità, di una dose massiccia di infarinatura scientifica farcita da fantascienza dilagante e quindi come la maggior parte di voi potrei citare tutta una serie di argomentazioni parascientifiche di comodo che sarebbero per lo meno discutibili, probabilmente a differenza di tanti sono anche cosciente che la scienza non è un giocattolo di natale tra le mani di un bambino, scartato il 25 dicembre, giocato per una settimana e definitivamente accantonato con la stessa velocità con la quale ha creato entusiasmo. La scienza è una cosa seria, anni e anni di studio anche per una sola teoria non bastano a decretarne la decisiva veridicità, per esempio, forse uno dei più illustri, Einstein ha impiegato tanti anni, ma proprio tanti, a elaborare le sue teorie, per anni i suoi calcoli hanno portato a risultati contraddittori e la comunità scientifica non ha accettato fino all'ultimo le sue teorie proprio perchè scardinavano duecento anni di scienza, solo quando i suoi calcoli matematici hanno mostrato inconfutabilmente la veridicità delle teorie proposte, Einstein ha potuto accreditare le proprie teorie nel mondo scientifico e penso che sia giusto cosi, ripeto la scienza è matematica, fisica, chimica non barzellete che ci possiamo raccontiamo al bar. Questo per dire che non credo neanchè un po alle teorie di un uomo che viene del passato che racconta di come è venuto a fare quello piuttosto che quell'altro, per favore viviamo in un contesto di cultura generalizzata, trovo insensato credere a cose che pur non potendo essere smentite totalmente non hanno il benchè minimo fondamento scientifico e a oggi qualunque scienziato che possa fregiarsi di questo titolo non si sognerebbe mai di dire che i viaggi nel tempo sono fattibili per il semplice fatto che è una fesseria pazzesca (scusate la franchezza) il massimo che la comunità scientifica si spinge a supporre è che sia possibile allungare lo sguardo al passato riferendosi a eventi macrocosmici, nascita e morte di galassie, novae e big bang, in realtà qualunque astrofisico dirà che gia è possibile un viaggio nel passato, ad ogni istante che guardiamo il cielo abbiamo una foto di quello che è stato migliaia, milioni e miliardi di anni fa, semplicemente perchè visto che la luce ha un limite non indifferente, cioè quello di viaggiare a una velocità finita che è di circa 300000km/s, permette di vedere eventi che sono succeduti milioni di anni fa, punto, questo è scienza e non fandonie, non sono chiacchiere venute da chissà quale viaggiatore dello spaziotempo e questo è l'unico viaggio nel tempo che si possa fare e su questo non voglio nemmeno discutere, perchè il voler discutere questo vuol dire mettere in discussione la stessa natura dell'universo il chè implica voler essere arroganti, presuntuosi senza avere neanche una infarinatura di base di scienza, in pratica idioti. C'è l'insana abitudine di noi, piccoli e mediocri esseri umani di continuare a credere di essere il caldo ombellico del creato, anche chi non è credente, pensando che l'intera esistenza della natura graviti intorno all'uomo, vorrei ricordare a tutti che l'universo è andato avanti occhio e croce 15 miliardi di anni senza l'esistenza dell'uomo e che probabilmente continuerà ad andare avanti per tanto, tanto, ma proprio tanto tempo, anche quando l'uomo tra qualche centinaio di anni o migliaia di anni, è indifferente, si estinguerà, questo per riportare sulla terra i viaggiatori di Chronos che pur di dimostrare le loro fantasticherie sono pronti a sovvertire le leggi universali, dimenticando che queste non cambiano solo perchè l'uomo vuole cosi. L'umanità che piaccia o meno, è un'inezia di fronte all'universo, le sue regole non esitono perchè le abbiamo create con la matematica o la fisica, queste scienze infatti cercano di spiegare quello che è intrinseco nella natura universale, cioè per essere più banali queste regole sulle quali l'intera esistenza è fondata, per le quali si sono formate stelle, pianeti, galassie, esistono a prescindere che l'uomo le capisca o meno e queste dicono che il viaggio nel tempo inteso come invertire il continuum spazio-temporale per permettere all'uomo di cambiare alcuni o tutti gli eventi che ne hanno caratterizzato la storia è impossibile, non perchè lo dico io o qualche illustre scienziato, ma perchè lo dice la natura dell'universo che non torna indietro solo per accontentare qualche vezzo di una misera razza che esiste per cosi breve tempo da non poterne neanche scrivere una pagina nell'enciclopedia della storia universale, poi se vogliamo parlare di fantascienza, di storielle, di fantasmi e di grandi fantasie, facciamolo pure, è utile per la natura umana che vive anche di queste stupidaggini, ma per favore evitiamo di prendere posizioni assolute in cose cosi importanti delle quali a malapena ne abbiamo un barlume di luce. (N.B. le mie non sono posizioni assolutistiche per uso e consumo personale, ma basate sulle attuali conoscienze scientifiche) Per tutti quelli che hanno fatto della storia di John Titor e/o dei viaggi nel mondo delle avventure di Chronos, una ragione di vita, dico di non demordere, non è volere mio nè di qualunque "miscredente", distruggere i vostri sogni, ma per amor di scienza e della verità non cercate di convincere il mondo e l'intera umanità che nel 2036 incontreremo l'allegro Titor nell'allegra fattoria, perchè è per lo meno una forzatura a qualunque principio di discussione intelligente. Ultima cosa prima di chiudere un intervento che non vuole essere risolutivo nè portare alcuna verità, sto solo dicendo cosa penso dati alla mano, non so perchè questo uomo "burloso" abbia voluto raccontare questa "burlosa" storiella, di gente strana che popola questo nostro "burloso" pianeta ce n'è davvero tanta, ma una cosa che mi piace credere è che abbia voluto dire cosa pensava a maniera sua, cioè che la società cosi com'è non va, ai vari Nostradamus non credo semplicemente perchè non si può dire quello che ancora non è successo, le profezie lasciano il tempo che trovano e di sicuro non ci vuole un genio per capire che qualcosa di storto nella nostra società c'è. In generale la società dei consumi è per sua natura una società destinata al collasso, chiunque abbia dei rudimenti di economia sa bene che una società capitalista basata sul continuo aumento di produttività e quindi di consumi non può reggere a lungo, (pensate solo a questo giusto per cercare di banalizzare il tutto, in natura nulla è infinito, tutto si trasforma, nulla viene creato e a queste regole universali neanche l'economia può sfuggire, se a ogni passo cerco di aumentarne la sua quantità singolare, ci sarà un momento in cui il passo sarà più lungo della gamba e seguirà l'inevitabile caduta, ma gia qualche passo prima inizierò a essere instabile, questo è in parole molto semplici quello che sta succedendo all'economia globale.) in generale viviamo in un contesto in cui la perdità di valori base, l'allontanamento dai principi umani, facendo percepire ancora più in maniera tangibile una crisi esistenziale molto profonda, niente paura, non credo che il mondo stia finendo come qualche catastrofista vorrebbe far credere, credo piuttosto che siamo ad un punto di svolta, credo che l'esistenza umana sia a un bivio importante e che tra una ventina di anni probabilmente il modo di concepire la vita sarà profondamente diverso da oggi, forse è più una speranza che altro, ma penso che non sia necessario scomodare i viaggi temporali per poter denunciare una crisi profonda di tutto il sistema occidentale e in generale globale, piuttosto credo possa essere più importante concentrarsi sulle cause e gli effetti di un sistema che in un centinaio di anni ha portato più devastazione che nell'intera esistenza umana, insomma non vuole essere una critica sterile al sistema ma un punto di partenza di riflessione su temi un po più seri e scottanti che non il discutere banalmente di fantascienza. Saluti a tutti

ganjalf ha detto...

scusate ma secondo la teoria del multiverso 2 universi "paralleli" sono esattamente uguali, tranne per un evento che porterà una catena di conseguenze piu o meno vasta. in questo caso l'evento è la comparsa di john titor, e non mi sembra che questo possa causare la continuazione delle olimpiadi oltre il 2004(anno in cui lui ha detto ci sarebbero state le ultime).magari dopo 200 anni la reazione a catena degli effetti avrebbe potuto creare un divario di tale portata ma sicuramente non dopo 4 anni...

Anonimo ha detto...

Scusatemi se dico la mia, ma, vorrei informare il sig El-gu che gia' e' stato compiuto un esperimento di viaggio nel tempo, sebbene limitato ad alcuni fotoni, basterebbe infatti cercare su internet, per trovare un gruppo di scienziati che ha visto in pratica (non ricordo esattamente) la macchina, emettere il raggio laser dal'anodo verso il catodo, cioe' all'opposto della norma, e questo appunto perche' il raggio sarebbe "entrato" nella macchina prima di "uscirne".
Senza addentrarmi in campi molto complicati comunque, basterebbe uan semplice deduzione che fece Einstein anni fa per capire quanto sia aggiraibile la sua formula ( che lui stesso la odiava.) , ossia
che una profonda distorisione del campo di gravita', genera a sua volta una distorsione della linea del tempo ( e smettiamola di dire fandonie che il tempo non esiste, Einstein vi rimproverebbe, il tempo e' una grandezza, una dimensione, e per la precisione la quarta, dopo lunghezza larghezza e profondita', e in quanto tale misurabile, e modificabile, e siccome basato solo sulla percezione che uno ne ha, allo stesso modo della lunghezza, come a un moscerino un albero sembra un grattacielo di 200 piani, tutto il nostro intendere il tempo varia solo dal punto di vista in cui lo si osserva, dire che non esiste e' una cantonata.).
Pensando infatti allo spazio-tempo come un telo di un tavolo da biliardo, se immaginiamo di togliere il fondo sotto duro, le palline, esattamente come i pianeti, formerebbero in base alla loro massa (gravita' deriva da -peso-) delle piccole fossette, in cui la luce viene deviata, e allungata, rispetto alla ipotetica traiettoria lineare.
E' facile quindi evincere come all'aumentare vertiginoso della gravita' ,corrsiponda un altrettanto visibile piega del tessuto, e quindi rallentamento della luce, o dilatazione del tempo, esattamente l'opposto di quello che si fa ora al Cern, dove i magneti sono repulsivi, ossia spingono le particelle a velocita' semiluminali.
Se unito a cio' immaginiamo che, dato che in poco meno di 30 anni, siamo passati da un processore da qualche byte a unita' da 13'000 e passa core, in grado di elaborare calcoli nell'ordine di petaflop, non vedo perche' in altri 30 anni non si potrebbero generare sistemi in grado di manipolare la gravita' in campo ristretto, per studi di questa portata. Tuttavia la parte piu' importante di Titor risiede
proprio nella campagna di merchandising e smascheramento che e' stata fatta, che a mio avviso rafforza invece l'ipotesi di qualcosa che sia realmente accaduto,(perdonatemi ma non ho mai creduto che programmi della portata di "voyager" possano modificare le mie idee personali...) ma un po' troppo particolare -ovvio che la missione primaria non era certo il recupero del pc...-, e riservato, per poter essere approfondito dal vasto pubblico. In realta' ancora per alcuni anni, non potremo sapere se le sue affermazioni abbiano -gia'- cambiato il modo di pensare o la coscienza di qualcuno, magari davvero evitando avvenimenti peggiori, ma facendone accadere alcuni senza i quali certe mentalita' non si sarebbero sviluppate (continuo a credere che per rafforzare l'unita' di un popolo, non ci sia niente di piu' potente che fare fronte comune, contro un nemico esterno,-ed ecco svelate subito un paio di postille sul complotto 9/11- e gia' che siamo perche' non trovare un nemico che magari sia anche ricco.).

Chiudo solo dicendo che ho letto con piacere saul tigh e non ho niente contro chi esprime posizioni diverse dalle mie ma senza arroganza, l'unica cosa ti vorrei solo consigliare di mettere
qualche virgola, avevo la lingua di fuori :)

Jack ha detto...

John Titor è un personaggio fittizio, frutto della fantasia di due fratelli americani.
Conosco il futuro dell'umanità e posso tranquillizzarvi sul fatto che non avverrà una terza guerra mondiale, come predetto da Titor.

Prima della comparsa di John Titor e di me, è esistito davvero nel vostro tempo un crononauta proveniente dal futuro.

Io sono il suo successore, potete chiamarmi Jack.

Se volete parlare con me, potete trovarmi su Facebook sotto il nome "Jack Will"

w4tashi ha detto...

è una bufala! E si giustamente uno viene dal futuro e si collega a www.viaggineltempo.com XD e guarda caso non ha una minima prova, nè un oggetto del futuro!!! La guerra di Iraq? Ah perchè era tanto difficile nel 2000 prevedere un nuovo scontro? Ma per favore...

andrea ha detto...

ciao a tutti, devo dire che ho letto con interesse questo articolo e io ho un'idea... secondo me non c'e' nulla di cosi fantascentifico alla base di tutta questa storia.Qualcuno di voi sicuramente conoscera' un gioco che sta andando molto di moda in questo periodo, sto parlando di frammenti. Io credo che quesat storia di john titor sia stato un esperimento del genere, ovvero un gioco che coinvolgesse persone vere sparse per il mondo lasciando indizi per arrivare a qualcosa, con la sfortuna di essere stato male interpretato dalle persone che hanno creduto fosse qualcosa di reale. a causa di questo poi e' sfuggita di mano la situazione credo, a causa di servizi nei documentari e cosi via... e ora non sanno dove sbattere la testa secondo me

Alessandro ha detto...

scusate il ritardo, ma sapete cosa c'è che non torna sul serio?
che sia tornato indietro per prelevare un computer che in una linea temporale diversa dalla sua poteva anche non esistere. giusto?
ha rischiato di fare un fiasco e di mandare alla malora un'altra linea temporale (la nostra).
comunque non si può escludere che John Titor abbia viaggiato nel tempo. dopotutto i cervelli dei malati di mente concepiscono il tempo in modo diverso dalla maggior parte della gente "normale".
...o siamo noi i pazzi? mmmmm ecco il vero problema... :D

Alessandro ha detto...

PS: cambiate la data al server!!! diamo avanti di circa 3 anni!!!

Paolo Attivissimo ha detto...

PS: cambiate la data al server!!! diamo avanti di circa 3 anni!!!

Quale server?

Daniele Battisti ha detto...

relativamente alla guerra civile 2004 (che Titor intende essere una specie di rivoluzione popolare contro le forze governative) c'è una imprecisione da parte vostra e di wiki:
leggendo i suoi post in uno successivo spiega che intende il 2004 come fondazione di organizzazioni ribelli contro il governo (in effetti dal 2004 sono iniziate le prime proteste per l'Iraq mentre dal 2001 al 2004 si può dire che il consenso per il governo era cresciuto)e che solo dal 2012 diventa militare ( e che descrive come una serie di eventi stile "Waco"... ricerchina su google).
Quindi io aspetto di vedere quello che accade o non accade in america nel 2012 per poter tirare un sospiro di sollievo...

Poi rimane il problema che sì ha sbagliato la data del 2008 delle olimpiadi, ma rimane il fatto che ha imbroccato la data del 2008 dicendo "capirete che il mondo in cui pensavate di vivere non è piu' lo stesso o che forse non è mai esistito"( si riferiva agli americani in un forum e i suo post vanno da nov 2000 a mar 2001)....direi che la crisi economica nata da una bolla speculativa artificiale coincide bene con la sua frase misteriosa.

Anonimo ha detto...

Per Daniele Battisti

"capirete che il mondo in cui pensavate di vivere non è piu' lo stesso o che forse non è mai esistito"( si riferiva agli americani in un forum e i suo post vanno da nov 2000 a mar 2001)....direi che la crisi economica nata da una bolla speculativa artificiale coincide bene con la sua frase misteriosa.

Tsk tsk, la Sibilla faceva anche di meglio: ibis redibis non morieris in bello.

Marcy2 ha detto...

l'ibm collabora dal 2003 con il cern http://press.web.cern.ch/press/pressreleases/releases2003/PR02.03EOpenlabIBM.html
...titor è quindi SICURAMENTE un'ingegnere ibm coinvolto nel progetto.
Mi spiace per chi ancora oggi crede in questa bufala.

ciccobulua ha detto...

non c'è più il video..

Anonimo ha detto...

Allora, secondo philip schneider, viaggiatori del tempo esistono ma sono alieni. Philip ha lavorato nell'area 51 e la S4 e in una sua conferenza ha mostrato un pezzo di roccia o credo fossile dove vi era la forma liscia di un ogetto artificiale, tipo qualche ingranaggio, insomma risalente a 200 miglioni di anni fa (l'era dei dinosauri) probabilmente rettiliani in cerca di DNA. Quanto alla storia di Titor, mi pare una bufala perchè è stato scoperto che si trattava di un esperto di computer; quanto Al Bielek (altro crononauta)si dice che Bielek abbia rubato l'identità di un ufficiale della marina e spacciato per suo padre. Ma sarà vero? Bisognerebbe ancora investigare.

Anonimo ha detto...

Allora, secondo philip schneider, viaggiatori del tempo esistono ma sono alieni. Philip ha lavorato nell'area 51 e la S4 e in una sua conferenza ha mostrato un pezzo di roccia o credo fossile dove vi era la forma liscia di un ogetto artificiale, tipo qualche ingranaggio, insomma risalente a 200 miglioni di anni fa (l'era dei dinosauri) probabilmente rettiliani in cerca di DNA. Quanto alla storia di Titor, mi pare una bufala perchè è stato scoperto che si trattava di un esperto di computer; quanto Al Bielek (altro crononauta)si dice che Bielek abbia rubato l'identità di un ufficiale della marina e spacciato per suo padre. Ma sarà vero? Bisognerebbe ancora investigare.

Paolo Attivissimo ha detto...

Rofex,

in scienza la parola di Tizio o di Caio non vale nulla. Valgono le prove. C'è un oggetto artificiale di 200 "miglioni" di anni fa? Bene, analizziamolo. Senza prove non c'è storia, solo tanta aria fritta.

Epsilon ha detto...

Rofex è l'acronimo di "Rosario Futures Exchange".
Detto questo o è il caso di concatenamento di coincidenze più incredibile della Storia (c'è dentro Marcianò, viaggi nel tempo, scambi di oggetti nel tempo) o chi di noi ha trollato è un genio incompreso
:o)

Stupidocane ha detto...

"Le stelle sono tante
miglioni di miglioni
'a stella 'e sti ..."

olsen toska ha detto...

John Titor il mio shyigamy mi dice che tu ai avuto il quaderno prima di me anche dopo
ma mi a detto che non ai mai usato il quaderno alla 3 guerra mondiale ma perché io non lo usato mai a me non mi serve ma perche tu non ai mai usato il quaderno? poi io ho gli occhi degli shyigamy e la foto mi dice che john non e il tuo vero nome o e perche avevi paura che ti uccidevano ma questo non e mai successo io sono una specie di 4 L forse ci siamo gia incontrati, uno in america mi aveva detto che si chiama John Titor ma da allora non ci siamo piu incontarti ma allora non avevo ne il quaderno ne gli occhi dello shyigamy quindi non potevo riconoscerti ma la mia domanda e perche non ai mai usato il quaderno?

Uso i blocknotes ha detto...

Caro Paolo, ti segnalo che alcuni dei link che usi sono saltati, tutti quelli di time portal e pure quello del Rochester Magazine: che sia un complotto? LOL
a presto
Marzio

michelangelo giacomelli ha detto...

Si può commentare dopo tanti anni di distanza?
Ci provo.
non sapevo di questa storia ma mi pare una grande pu%%anata.
A partire dall'ibm 5100.
Su un mio vecchio libro di architettura degli elaboratori sicuramente antecedente al 2000 c'era già l'esempio di IBM e di questo modello, per non stare a riscrivere un interprete apl efficiente l'IBM prese una soluzione più onerosa economicamente ma più sicura a livello del software, portare il microcodice necessario all'interprete apl come scheda addizionale del chip palm (infatti la configurazione col basic con aveva questa scheda ma un altra analoga, anche perché pure per l'interprete basic fecero la stessa scelta).
Ora praticamente vogliono far credere che l'IBM 5100 abbia un emulatore dei mainframe IBM 360 del 60-70 ma questo non è vero c'è solo una piccola parte del microcodie del 360, la minima che serve all'interprete apl.
Al massimo puoi vedere il 5100 come un desktop portabile che può eseguire un solo software progettato per il mainframe S/360, fondamentalmente perché ha proprio solo il microcodice strettamente necessario.
ok magari c'è pure qualche altro software che sfrutta esattamente lo stesso microcodice necessario all'apl o un sottoinsieme di questo, ma da qui a dire che ci puoi debuggare un equivalente S/360 ah ah ah. manco po u cazzo.
Anche perché le installazioni più piccole del 360 avevano 256k di ram, mentre il 5100 nella configurazione massima ne ha 64 (e nella minima 16, il 5100 era molto modulare e ve ne erano ben 12 configurazioni possibili)
Nel manuale dell'IBM 5100 (del 75) viene descritto il funzionamento e nei diagrammi viene ben spiegato che la modalità apl e basic necessitano di un ROS con storato il microcodice necessario (il ros è read only storage), anche se da nessuna parte è detto che questo fondamentalmente è preso paro paro dal 360.
Ci sono mille ragioni per questo motivo, ad esempio che la serie S/360 quando è uscito il 5100 c'era già l's/370 e magari poteva essere visto come qualcosa di commercialmente sbagliato associare una macchina appena uscita ai mainframe di una generazione precedente e non per chissa quale segreto occulto.
Anzi che veniva usato un emulatore hardware per apl e basic è proprio detto nel manuale:
"the language emulator microprograms in executable ros, these microprograms analyze the input data from language interpreter so the controller can perform APL or BASIC operation requested by user"
Non sarebbe certo semplice farci girare codice binario S/360 dovresti intervenire nella rom per cambiare l'indirizzo dell'interprete apl con un tuo software caricato in ram e sperare che quel poco del 360 emulato basti. (in teoria mi pare pure impossibile perchè il ros accetta solo indirizzi rom)
Quindi con il 5100 al massimo ci si pulisce il mulo non ci debugga certo unix sto minchione.

il manuale sta qua:
http://bitsavers.informatik.uni-stuttgart.de/pdf/ibm/5100/SY31-0405-3_5100maint_Oct79.pdf
(la sezione 4-19 describe l'executable ros per interpreti apl e basic)

michelangelo giacomelli ha detto...

Allora visto che sono un precisino della fungia e non riesco a trovare il riferimento sul mio manuale di architettura degli elaboratori riporto un estratto:
"The production machine was designed at IBM’sGeneral Systems Division laboratory at Rochester,Minnesota, and was made available as a product,the IBM 5100 machine, in 1974-less than a yearand a half from the start. This remarkably shortdevelopment cycle for such a complex new productcan be attributed in large part to the fact that em-ulation was used again, even in the final product.This time, however, although the same Palm inter-nal engine was used, System/360 architecture wasemulated rather than 1130 architecture, so that theup-to-date APLSV product system could be used asthe APL facility with virtuallyno modification"
e adesso la fonte:
IBM System Journal Vol 30, n 40, anno 1991.
mille e novecento novantuno, quindi questa informazione era ben risaputa dai sistemisti almeno 10 anni prima di titor!
Sono riuscito pure a trovare il numero online:
http://www.codework.it/listing/apl/IBMAPLfamily%20pdf.pdf
mazza che antibufalino sto a diventà!

tomasticciati ha detto...

Buonasera a tutti. Spero che si possa ancora commentare e soprattutto di ricevere qualche risposta.

Ho visto che su questo forum un tale dice di essere Titor, voi che ne pensate ?? : http://www.godlikeproductions.com/forum1/message1629543/pg1

i messaggi vanno dal 2011 a oggi

grazie di tutto in anticipo

Van Fanel ha detto...

E allora? Anche qui su questo blog ci sono utenti che si firmano John Titor ...

Gion Titor ha detto...

Mavalà... Davvero? Chi?

martinobri ha detto...

Stu... piantala, che ti sgamano subito

Guido Pisano ha detto...

....rileggere i commenti ad un po' di anni di distanza e' esilarante... :) tipo che JT si e' arruolato nel 2011 in una milizia che ad oggi non esiste e tutto il resto... Ma davvero c'e' gente che ci crede? Peccato non sia ancora uscito il film, se fatto bene con attenzione agli aspetti tecnici poteva venir fuori qualcosa di molto interessante e accattivante...

abfio ha detto...

complice un anime oggi 31/12/2015 ho beccato qualcuno che crede ancora alla bufala di john titor. Da ridere