Cerca nel blog

2005/08/12

[IxT] Microsoft rinuncia al sistema antipirati; troppo colabrodo

Questa newsletter vi arriva grazie alle gentili donazioni di "grandi.m", "Beppe61nky" e "Riccardo.Gall***".

Secondo quanto riportato dal Sydney Morning Herald (sito che richiede registrazione gratuita), il sistema Windows Genuine Advantage, che avrebbe dovuto impedire agli utenti di copie illegali di Windows XP di scaricare gli aggiornamenti del sistema operativo, è tutto da rifare.

WGA esaminava la chiave di licenza di Windows per determinare se si trattava di una copia legale, ma come descritto in una newsletter precedente, aggirare questo controllo richiedeva una sola riga di codice.

In altre parole, il decantato sistema anticopia si è rivelato soltanto una scocciatura in più per gli utenti regolari e non ha fermato la pirateria, ed è l'ennesimo tentativo all'acqua di rose di dare l'impressione che Microsoft sia attiva contro la pirateria, quando sa benissimo che le copie pirata di Windows la aiutano a mantenere il monopolio (essendo facili da piratare, gli utenti le usano e si abituano a conoscere Windows, rendendo meno attraente la migrazione alle alternative).

Un portavoce di Microsoft ha dichiarato che il WGA non era progettato per individuare i pirati o bloccare i tentativi di elusione del controllo. Ma allora di preciso a che serviva? Ah, ecco: "Il suo scopo è aiutare i clienti innocenti a comprendere il pieno valore del software Windows autentico, proteggendo nel contempo gli investimenti fatti dai nostri partner", ha dichiarato il portavoce.

Quindi, amici che avete seguito tutte le istruzioni e le operazioni richieste dal programma Windows Genuine Advantage per autenticare il vostro software regolarmente pagato, avete fatto tutto per nulla, perché il programma verrà rifatto da capo e intanto i pirati continueranno a poter usare Windows senza alcun problema. Avete ora compreso "il pieno valore del software Windows autentico"?

Ciao da Paolo.

[Grazie a Silver per aver snidato un refuso - avevo scritto "firmato la pirateria"... lapsus freudiano?]
-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-
(C) 2005 by Paolo Attivissimo (www.attivissimo.net).
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

"Il suo scopo è aiutare i clienti innocenti a comprendere il pieno valore del software Windows autentico, proteggendo nel contempo gli investimenti fatti dai nostri partner" questo è decisamente divertente! poteva cavarsela più dignitosamente sostenendo che questo sistema non era fatto per bloccare la pirateria spicciola (quella dei ragazzini che si passano il CD), ma per contrastare quella fatta dai rivenditori di computer che a volte installano copie non originali di Windows (e questo è un furto vero e proprio). Ho un paio di conoscenti che 'grazie' al WGA, hanno scoperto di avere copie contraffatte di windows, che credevano di aver comprato insieme al computer e hanno 'denunciato' il rivenditore attraverso il sito MS.
In questo il WGA è stato efficace

Anonimo ha detto...

Sono in possesso di un Xp originale con relativa licenza (al quale ho da un annetto affiancato Linux). Recentemente mi sono collegato al sito di Windows Update: tutta la nuova procedura per il riconoscimento della genuinità del software, oltre a essere una bega aggiuntiva, penalizza notevolmente gli utenti come me che abitano in una zona non ancora coperta dal servizio adsl. L'espletamento di questa procedura infatti (verifica dell'originalità del software), richiede l'apertura di un numero elevato di pagine aggiuntive e di controlli ActiveX che richiedono ancora più tempo a chi non è possibilitato a fruire di una connessione veloce.

Grazie zio Bill.

Anonimo ha detto...

Avete ora compreso "il pieno valore del software Windows autentico"?
Certo che lo abbiamo compreso, ma non c'era bisogno di questo "accocchio", bastava vedere come è facilmente preda dei virus... E non ci vengano a raccontare la balla della diffusione, se fosse così i server che tengono su internet e non utilizzano MS (e sono circa il 70%) sarebbero facile preda, come il restante con prodotti di zio bill, ma coì non è!
E che dire dei concept virus già esistenti per Window svista?


Vale56

Unknown ha detto...

salve mi chiedevo se il sistema di riconoscimeno di copie contraffatte windows, scaricate in modo casalingo, comporta multe o altri seri problemi. Mi accingo a comprare la copia originale online, ma prima di farlo vorrei capire se è tutto vero. grazie paolo