Cerca nel blog

2005/08/01

Quando la stampante fa la spia

Avete una stampante laser a colori? Be', prima di usarla per stampare qualcosa di cui potreste pentirvi (immagini porno o volantini sovversivi), pensateci bene.

Secondo la Electronic Frontier Foundation,

http://www.eff.org/Privacy/printers/

molte stampanti laser a colori includono automaticamente, in ogni documento stampato, un codice segreto utilizzabile per identificare la stampante e quindi l'autore del documento.

Nel tentativo di bloccare i falsari di banconote, infatti, il governo USA ha convinto alcuni fabbricanti di queste stampanti a fare in modo che le stampanti includano una codifica personalizzata in ogni stampa, presumibilmente nella disposizione dei retini o dei pixel di colore.

Quindi comportatevi bene!

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Sono molti anni ormai che ero a conoscenza di una simile notizia resami nota da un grossista di particolarissime stampanti laser a colori. Massino

Anonimo ha detto...

I hope you are well!

Anonimo ha detto...

Avevo sentito già qualcosa del genere su un telegiornale in merito ad un serial killer che era stato rintracciato a causa della sua stampante, ma se non ricordo male si trattava di una stampante a getto d'inchiostro! Comunque grazie per la dritta...
Andrea