Cerca nel blog

2005/08/09

Rientro Discovery in diretta

Tutti gli orari indicati sono quelli italiani salvo indicazione diversa.
Potete seguire la posizione del Discovery in tempo reale e il canale NASA TV:
-- pagina di smistamento
-- link diretto per chi usa Real Player (consigliato per utenti Mac e Linux)
-- link diretto (non testato) per chi usa Windows Media Player


14.40. NASA TV sta per ritrasmettere le fasi salienti del rientro, riprese anche da altre telecamere. Con questo si conclude la mia piccola "blogocronaca" del ritorno del Discovery. Grazie a tutti, spero che vi siate divertiti quanto me.

14.20. L'equipaggio uscirà dal Discovery fra circa mezz'ora.

14.15. Il consueto convoglio di veicoli per il supporto e l'assistenza post-volo si sta avvicinando al Discovery, fermo sulla pista. L'equipaggio rimane dentro il Discovery e sta ora eseguendo le normali procedure per la messa in sicurezza della navetta.

14.11. Carrello fuori, contatto con il terreno, paracadute fuori, tutti i tre carrelli hanno contattato il suolo, Discovery è a casa.


Credit: NASA.


14.09. Quota: 5 km. Eileen Collins avvista la pista. Il Discovery ha virato per allinearsi con la pista.

14.08. Il Discovery rallenta a meno della velocità del suono e inizia il pilotaggio manuale condiviso fra Collins e Kelly.

14.03. Contatto visivo con la navetta. 5100 km/h, inizia la quarta virata.

14.02. 8200 km/h, 460 km dalla pista. La planata continua come previsto.

14.01. Il comandante Eileen Collins comunica con Houston.

14.00. 14000 km/h, 53 km di quota. Inizia la terza virata, stavolta verso sinistra.

13.56. A 1600 km dalla pista, il Discovery vola a 17 volte la velocità del suono (Mach 17), pari a 18500 km/h.

13.53. 66 km di quota, 23300 km/h, 2300 km alla pista. Inizia la controvirata, verso destra con ali ad un angolo di 75°, la seconda di quattro virate che vengono effettuate per frenare.

13.51. 24700 km/h, quota 70 km. Tutti i sistemi di bordo funzionano correttamente.

13.48. 72km quota, 25900 km/h, 400o km dalla pista.

13.47. 75 km di quota. Inizio della prima virata, verso sinistra. Ali inclinate a 80°. 27,000 km/h; 5600 km dalla pista.

13.44. Sopra il Pacifico, a 90 km di quota, 27.300 km/h; 28 minuti all'atterraggio.

13.40. 115 km di quota, 27.300 km/h di velocità, 7800 km dalla pista.

13.37. 160 km di quota. 9500 km dalla pista di atterraggio.

13.33. 6 minuti al contatto con l'atmosfera, quando il Discovery sarà circondato da un muro d'aria ad altissima temperatura, che lo frenerà.

13.29. Il Discovery è in assetto di rientro corretto, col muso inclinato in su di 40°, e sta sorvolando la Nuova Zelanda.

13.25. L'impatto con l'atmosfera avverrrà fra 15 minuti, sopra le isole Cook, nel Pacifico del Sud. La quota del Discovery è ora 281 km.

13.19. Il Discovery sta ora ruotando per assumere la posizione di rientro "a pancia in avanti", dopo aver effettuato l'accensione dei motori "in retromarcia" (col naso indietro e i motori avanti). La corretta posizione di rientro è fondamentale per sopravvivere al calore dell'attraversamento dell'atmosfera ad altissima velocità.

13.11. L'accensione dei motori per il rientro è stata completata con successo, tanto da non richiedere correzioni d'assetto. La velocità del Discovery è stata ridotta di circa 300 km/h. Il veicolo si trova ora a circa 354 km di quota. Cadrà per circa mezz'ora prima di incontrare l'atmosfera alle 13.40 circa. L'atterraggio è previsto alle 14.12.

13.10. Il Discovery ha acceso i motori per il rientro. Tutto procede regolarmente.

11.40. Alle 13.06, quando accenderà i motori in caso di rientro, il Discovery sarà sopra il Madagascar. Alle 13.40 circa raggiungerà gli strati superiori dell'atmosfera a una quota di 400.000 piedi (circa 122 km). Effettuerà quattro virate e passerà a nord di Los Angeles, per atterrare a Edwards circa 53 minuti prima del sorgere del sole.

11.22. Se il Discovery atterra a Edwards al primo tentativo, la missione sarà durata 13 giorni, 21 ore, 32 minuti e 48 secondi e si tratterà del cinquantesimo atterraggio di una navetta a Edwards.
Il Capcom Ken Ham, a Houston, sta seguendo con Jim Kelly, pilota del Discovery, la lista dei controlli preliminari al rientro.
L'accensione per il rientro, se viene dato l'OK, durerà 2 minuti e 43 secondi, a partire dalle 13.06 italiane.

11.15. Ecco una mappa della nuova traiettoria prevista per il rientro, se viene dato l'OK per la prima possibilità di atterraggio a Edwards.



11.06. Continua il maltempo instabile in Florida, per cui è annullato il rientro al KSC. Ora ci si concentra sull'opzione di atterraggio in California, a Edwards, dove il meteo è ottimo. In caso di OK per Edwards, l'accensione è prevista per le 13.06, con atterraggio alle 14.12.
Saluto i lettori di Libero che si sono agganciati a questo blog.

10.45. Se viene dato l'OK entro i prossimi minuti, l'accensione dei motori avverrà alle 11.17 e l'impatto con l'atmosfera avverrà alle 12.10 a un'altezza di 75 miglia (120 km).

10.39. Il meteo in Florida va migliorando e c'è ancora notevole speranza di atterraggio all'ora prevista, cinque minuti prima dell'alba locale. L'equipaggio ha ricevuto l'ordine di proseguire con i preparativi per il rientro. Fra 20 minuti ci sarà la decisione finale.

10.15. Fra circa 20 minuti verrà presa la decisione se atterrare o meno al KSC.

9.50. Continua ad essere prevista l'accensione dei motori alle 5.37 EDT (4.37 CDT, 11.37 italiane), sopra l'Oceano Indiano, per il secondo tentativo di atterraggio al KSC, previsto per le 12.43. I motori verranno accesi per 2 minuti e 43 secondi. Il contatto con l'atmosfera avverrà sopra le isole della Polinesia Francese, nell'Oceano Pacifico.

9.40. Il Discovery sta sorvolando l'Europa. Continuano i preparativi per il possibile rientro alle 11.37.

9.05. La prima opzione di rientro al KSC è stata rinviata causa maltempo in Florida. Il Discovery compirà un'altra orbita (circa 90 minuti) intorno alla Terra nella speranza che il maltempo si sposti. Se si sposta, il rientro inizierà con un'accensione dei motori alle 11.37 con atterraggio in Florida alle 12.43; questa è l'opzione preferita. In alternativa, il meteo a Edwards è ottimo e viene quindi considerata l'opzione di un'accensione alle 13.06 con atterraggio alle 14.12 a Edwards.

9.00 Gli astronauti sono sopra l'Oceano Pacifico e stanno bevendo liquidi per prepararsi al rientro (il corpo perde liquidi quando è in assenza di peso ed è opportuno reintegrarli per rendere più facile il riadattamento alle condizioni a terra). Per il momento, tutto è predisposto per l'accensione dei motori alle 10.01, che produrrebbe un atterraggio al Kennedy Space Center alle 11.07.
Sono state allertate le tre basi statunitensi di rientro: il Kennedy Space Center, in Florida (destinazione preferita), la Edwards Air Force Base in California e il White Sands Space nel New Mexico. Ciascuna destinazione ha due possibilità di atterraggio.
Il meteo per il Kennedy Space Center è ancora incerto, con possibili piogge al largo della costa. Edwards ha un meteo accettabile per l'atterraggio, mentre White Sands prevede possibili piogge.
Le altre opzioni di rientro di oggi sono:
-- accensione alle 11.33 con atterraggio alle 12.39 a White Sands
-- accensione alle 11.37 con atterraggio alle 12.43 al KSC
-- accensione alle 13.06 con atterraggio alle 14.12 a Edwards
-- accensione alle 13.09 con atterraggio alle 14.13 a White Sands
-- accensione alle 14.44 con atterraggio alle 15.47 a Edwards.

10 commenti:

Bruno Viteritti ha detto...

Ciao Paolo, se può interessare sto seguendo la diretta con WMP, usando Internet ExploDer.
La qualità è molto buona, i tempi di caricamente rapidi, ed il flusso è fluido. ;)

Anonimo ha detto...

E come al solito non viene fornito mai un formato aperto per gli streaming...

Anonimo ha detto...

prima virata?

Anonimo ha detto...

seconda virata

Anonimo ha detto...

Grazie per la precisa telecronaca!

Quale ha detto...

C'è qualcuno che ha idea di come faranno a trasportare il Discovery dalla California alla Florida?

Anonimo ha detto...

Wew! Sono contento. Da come si era messa non avrei per una volta voluto essere al loro posto...

Grazie per la webbocronaca, in bocca al lupo per il tuo futuro lavoro!

Paolo Attivissimo ha detto...

La navetta viene caricata sul dorso di un apposito Boeing 747 e trasportata in volo.

Ciao da Paolo.

Anonimo ha detto...

A Paolo, i miei piu' vivi complimenti.

Anonimo ha detto...

Bravissimo, interessante la weblogcronaca, a quando la prossima??? :-)))