Cerca nel blog

2008/01/08

Piccolo test di tracciamento

Seguitemi per testare un software gratuito di tracciamento volontario


Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "papaf" e "lorenzo.r****".

Come già accennato qualche tempo fa, sto testando Eriadne, un programma gratuito che si installa sui cellulari dotati di GPS (interno o esterno) e permette di inviare periodicamente le proprie coordinate a una pagina Web, che è condivisibile con chiunque o proteggibile tramite password.

Il primo test non è stato un grande successo a causa del consumo eccessivo di batterie derivante da un mio errore di configurazione: andando in roaming, il cellulare non ha saputo cambiare impostazioni per la trasmissione automatica dei dati e io non l'ho corretto manualmente, per cui ha tentato ossessivamente di connettersi, senza riuscirci, fino a che si sono scaricate le batterie.

Domenica è andata molto meglio e sono riuscito a tracciare un tour dal Maniero Digitale fino a Pavia e ritorno, come potete vedere qui sopra nell'immagine statica e (ancora per qualche ora) in versione interattiva direttamente sul sito di Eriadne: basta immettere il mio indirizzo di posta topone chiocciola pobox punto com senza password nella mappa in fondo alla pagina del sito di Eriadne, oppure seguire questo link diretto.

Il percorso è segnato con discreta precisione sulla mappa zoomabile di Google Maps, tranne qua e là quando ci sono dei salti improvvisi dovuti alla periodicità del rilevamento GPS, e include anche l'altimetria e i tempi progressivi. E' un percorso di andata e ritorno, per cui non stupitevi se fra un marcatore e l'altro il minutaggio cambia in modo apparentemente anomalo.

Se vi interessa, potete seguirmi stamattina mentre vado da casa alla sede della RSI (radio svizzera di lingua italiana) e ritorno per la puntata di oggi del Disinformatico: partirò intorno alle 9.20 e aggiornerò il tracciamento ogni cinque minuti. Andate al sito di Eriadne e immettete il mio indirizzo di e-mail, senza password, poi cliccate su Show.

Il software gratuito Eriadne è pensato per chi fa escursioni e vuole essere localizzabile in caso d'emergenza (permette anche di mandare un SMS con le coordinate correnti ai servizi di soccorso), ma si presta anche a molte altre applicazioni ed è in evoluzione, per cui le vostre impressioni e idee sono preziose; potete anche scaricarlo e usarlo per conto vostro, seguendo le apposite istruzioni, e realizzare tracciamenti pubblici o privati (per renderli privati basta usare una password e affidarla solo a chi volete comunicare i vostri spostamenti). Si tratta di software realizzato in Svizzera, ma può essere utilizzato in qualsiasi paese.

Chiaramente Eriadne richiede un GPS e l'uso dei servizi di trasmissione dati della rete cellulare, per cui è opportuno avere un contratto dati forfetario per evitare salassi e bisogna fare attenzione alle tariffe di roaming. L'elenco dei cellulari supportati è nella pagina principale del sito.

A parte i test tecnici, la parte interessante di questo genere di software è quella psicologica: che effetto fa sapere di poter tracciare o essere tracciati in tempo quasi reale, anche se si tratta di un tracciamento volontario? Per esempio, gli spericolati del volante sarebbero meno spavaldi se sapessero che i dati possono essere usati per vedere a che velocità vanno? Sareste disposti a farvi tracciare in cambio di uno sconto sull'assicurazione auto o infortuni?

E poi ci sono le applicazioni sociali. Il software potrebbe essere ampliato per creare una comunità geolocalizzata interattiva: gli utenti potrebbero scegliere di essere allertati in modo da sapere se un loro amico è inaspettatamente nelle vicinanze e potrebbero quindi raggiungerlo (o evitarlo!). Coordinare un'escursione di gruppo sarebbe molto più facile e intuitivo, avendo a disposizione la mappa di dove si trova ogni partecipante, e potrebbero nascere nuovi giochi (infatti già esiste il geocaching), e così via.

Si potrebbe creare un log con i propri spostamenti quotidiani, per esempio per calcolare le proprie percorrenze (a piedi, in auto, in bici, in barca). Un rappresentante o un autotrasportatore potrebbe essere localizzato dalla sua ditta per ottimizzarne gli spostamenti. Si potrebbe anche pensare alla validità giuridica di questo tracciamento: potrebbe contribuire a formare un alibi a un innocente o a incastrare un colpevole?

Quando pensiamo al tracciamento evochiamo subito istintivamente immagini da Grande Fratello orwelliano, ma le applicazioni alternative sono moltissime: saranno gli utenti a decidere quali emergeranno, ovviamente se gli operatori telefonici attiveranno i propri neuroni e forniranno tariffe dati sensate. L'importante è fornire strumenti neutrali e accessibili a tutti, senza barriere proprietarie, che facciano da terreno fertile per lo sviluppo di nuove idee, nuovi giochi, nuove socialità e nuove occasioni di business.

20 commenti:

john_wayne ha detto...

Eh, Paolo, come sei ingenuo a volte!!! Se tutte le mogli fossero tracciabili (e tracciate), addio divertimento!!! ;-)

Come al solito, chi si dichiarerà contrario a queste nuove tecnologie sarà chi ha qualcosa da nascondere (vedi intercettazioni telefoniche, privacy, etc.)

PS: Mi piace l'idea, solo non vorrei dover seguire le vacanze dei miei amici "on-air": mi bastano le ore di foto e filmini al ritorno!

Luigi Rosa ha detto...

Ci sono applicazioni per flotte di aziende commerciali che costano una cifra imbarazzante di soldi e sono molto meno precise di Eriadne. Niente male davvero, pero' se vieni a casa mia spegni quel coso! :) :) :)

dyk74 ha detto...

come avevo gia' detto anche io nel post che aveva pubblicato paolo un po' di tempo fa, il software non e' male ma mancano alcune cose che lo renderebbero ottimo, io ho creato qualcosa di simile nel mio sito (purtroppo per ora e' sulla mia linea casalinga ADSL e quindi lenta) ma in piu' c'e' la gestione delle foto e altre piccole amenita'. entro una settimana sara' disponibile la versione definitiva.
Per chi volesse il mio sito attuale e' http://dyk74.dyndns.org
commenti e suggerimenti sono sembre ben accetti!

CIAO CIAO

Pedro ha detto...

In italia purtroppo mancano ancora convincenti tariffe flat per i dispositivi mobili edge e utms. A parte questa piccola limitazione tutta italiana, il software sembra davvero ben fatto, ha solo il difetto di non essere open! :-D

Riccardo ha detto...

[Leggermente OT]

Beh, ma non c'è mica bisogno di cose così sofisticate per tracciare la gente! A me ieri sono arrivati gli auguri di un albergo di Cagnes (Francia), dove sono stato in Novembre, (fortunatamente) con mia moglie, che si porta dietro una novantina di indirizzi con tanto di nome e cognome in chiaro.
Immagino siano tutti i loro clienti italiani dell'anno scorso!

[Fine OT]

@Pedro: sarebbe interessante sapere quanti dati vengono effettivamente trasmessi. E' vero che in Italia non ci sono tariffe flat, ma io per esempio uso una tariffa W**d (8 euro al mese per 1500 euro "virtuali" di traffico) e non riesco mai a consumarne altro che una piccolissima parte, anche se mi impegno.

MrPatol ha detto...

Carissimi, sul fatto di open ci stiamo lavorando ... perlomeno è gratuito!

Posso aggiungere che il prossimo weekend verrà fatta un'istruzione in seno ad un corso specifico sul soccorso alpino per guide alpine Club Alpino Svizzero e Club Alpino Italiano, colonne di soccorso, REGA, polizia cantonale e pompieri.

Con l'uso di Eriadne potrete essere certi che, in caso di necessità, i preposti gruppi di soccorso potranno venire in vostro aiuto più velocemente (premessa naturalmente la copertura GSM per mandare almeno un SMS)

Se vi fossero altri gruppi (qualsiasi tipo di attività all'esterno) interessati all'istruzione siamo a completa disposizione: eriadne@cryms.com

MrPatol ha detto...

Riguardo ai costi (domanda frequente) di trasmissione dei dati e dell'utilizzo di Eriadne vi sono alcuni hints:
- Per i cellulari con l'assisted GPS (AGPS): è consigliato disabilitare tale funzione, specialmodo se ci si trova in roaming in qualche altro paese, può causare costi esorbitanti per avere come beneficio il risparmio di un po di calcoli e tempo (pochi minuti) che può effettuare benissimo il GPS da solo. Per i GPS esterni (bluetooth) non sussiste questo pericolo.
- I costi di spedizione dei percorsi possono variare dal singolo centesimo a ca. 10ct ogni volta che si inviano i dati; questo a dipendenza del piano tariffale dell'operatore.
In Svizzera S****com fattura ogni "sessione" 10 ct (pari a 10Kb) anche se si inviano 10 bytes (di recente hanno introdotto degli abbonamenti convenienti per avere 50Mb con 10.-/mese), altri operatori invece hanno la granularità di tariffazione di 1Kb come Or***e e Su***se.
Eriadne genera ca. 8Kb/ora di traffico dati, per cui a dipendenza dell'operatore è utile scegliere adeguatamente la periodicità di invio dei dati in automatico (se necessaria ovviamente)
Sw****om -> ogni ora
Or***e e Su***se -> ogni 15 min

Tino ha detto...

Molto carino. Peccato però che non funzioni col mio HTC ... :(

dyk74 ha detto...

@tino: con l'htc 3300 (quello che ho io) puoi usare ARIADNE... se hai visitato il mio sito (Route 66->Pagina di test) puoi vedere il risultato.
Devi solo aver pazienza perche' e' lento...

CIAO CIAO

Riccardo ha detto...

Paolo ti ho seguito passo passo ;) :

http://ricir.tumblr.com/post/23271031

Mi pare che funzioni. Quello sull'immagine mi par sia il ritorno a casa?

Gino Lucrezi ha detto...

Chiedi: quanti sarebbero disposti ad avere un dispositivo del genere sulla propria auto in cambio di uno sconto sull'assicurazione?

Io, che mi reputo un guidatore prudente, almeno per ora preferirei evitare di avere una cosa del genere che, in caso di incidente, potrebbe solo portare informazioni a mio carico. Ma aspetto di vedere come si evolvera` la giurisprudenza a riguardo.

Dispositivi del genere possono essere usati, sulle automobili, per rilevare le condizioni del traffico, come visibile, ad esempio, qui: http://anas.octotelematics.it/

Roby ha detto...

Vorrei segnalare che con amici in ambito universitario abbiamo realizzato una applicazione molto simile (se non identica). Ci siamo accorti poi che per localizzare una persona non era necessario che questa possedesse un ricevitore GPS, la localizzazione poteva infatti essere fatta attraverso le celle a cui il cellulare si connette per poter stare sotto copertura, e con una precisione leggermente inferiore al GPS, ma decisamente meno dispendiosa in termini di energia e apparati utilizzati, si potevano offrire gli stessi servizi che hai citato tu.
Il progetto si è dovuto bloccare perché gli operatori di telefonia mobili italiana (TUTTI) non offrono informazioni sulla posizione geografica della cella. Visto che dalle compagnie non arrivavano risposte a queste domande abbiamo effettuato un po' di ricerche, e nella maggior parte dei paesi europei, questo dato non viene fornito dalle compagnie telefoniche mobili.
Tengo solo a precisare che non ci sono ragioni economiche o di sovraccaricamento della rete per queste informazioni, perché si tratta di pochi bit di informazione che devono essere passate a richiesta.

Dadone ha detto...

Per chi fosse interessato ma ha un telefono S60 3rd, Nokia ha rilasciato un applicativo simile (non in real time) qui:
http://sportstracker.nokia.com/nts/main/index.do
Ovviamente serve l'antenna esterna o un nokia con GPS integrato.

Stefano ha detto...

Interessante. Come a Luigi, mi viene in mente qualche applicazione per flotte di aziende commerciali, ma penso anche ad un mio amico che lavora nelle disinfestazioni (zanzare tigre!) e probabilmente deve tenere traccia dei percorsi effettuati dai vari disinfestatori.

Complimenti per il blog, l'ho inserito tra i miei preferiti..

Ciao !

MrPatol ha detto...

Roby: hai ragione, mediante l'ID di cella è possibile ottenere una posizione approssimativa (nei nostri test fra i 500m e 1Km). Vi sono delle banche dati open che possono fornire la posizione in base alla cella, ma si ottiene comunque la posizione dell'antenna e non del cellulare. Con la triangolazione, la direzione di provenienza e la potenza del segnale si può determinare meglio la locazione, ma sono metodi empirici.
Noi pensiamo che chi va in montagna con cognizione di causa è disposto a spendere 30-60 euro di GPS.

Approfitto del blog per un annuncio :-) : PER CHI AVESSE UN HTC CON GPS E/O BLACKBERRY CON GPS ANCHE DI SECONDA MANO DA SVENDERE CI CONTATTI PF! GRAZIE!

dyk74 ha detto...

@Mr.Patrol: io ho un HTC (che non vendo pero' se ti posso aiutare a sviluppare eriadne su win Mobile 5 ti do volentieri una mano.
Faccio anche io un annuncio: entro settimana prox il mio sito verra' hostato su un server + veloce. E chi vuole puo' lasciarmi dei messaggi nel guestbook. Aspetto volentieri consigli, suggerimenti e anche insulti (spero di no...)

CIAO CIAO

Roby ha detto...

MRPATOL:
non so dove hai condotto esperimenti, e capisco che per una escursione in montagna sia più affidabile affidarsi al gps. Io parlavo solo di tutti i servizi che aveva indicato Attivissimo nel post, che possono essere tranquillamente sostituiti da gps a cella del gsm. Comunque anche noi abbiamo condotto un po' di esperimenti, e l'errore che abbiamo rilevato era ben diverso: circa 10-15 metri in città dove le antenne sono più fitte e dai 20 ai 40 fuori città dove ci sono meno antenne. tieni conto che del segnale puoi misurare tante cose ti fanno più precisamente sapere dove 6.

la mia risposta di prima era comunque solo per mettere in luce una grande lacuna delle compagnie telefoniche.

ciao ;)

Rodri ha detto...

Da nascondere nello zaino dei figli... :-)

dyk74 ha detto...

Per info, come promesso ho hostato il sito e adesso e' MOOLTO piu' veloce. il link nuovo e' http://www.dyk74.org suggerimenti e consigli sul guestbook o quello che volete sono graditi.

CIAO e a presto.

MrPatol ha detto...

Per Roby:
mi scuso per la latenza. Mi piacerebbe saperne di più sui tuoi esperimenti. Sarebbe possibile contattarti ? -> eriadne[at]cryms.com

Grazie Infinite !