Cerca nel blog

2008/01/29

Antibufala Classic: il ritorno della Danza Lenta

"Danza lenta" diventa un Powerpoint e riesplode, tormentando i suoi garanti apparenti


Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "d_psionic" e "gaetano.b****".

Mi sono già occupato (qui e qui) dell'appello-bufala intitolato "Danza lenta", ma torno sull'argomento perché è di nuovo in cima alla classifica delle bufale circolanti, secondo i rilevamenti di Google Adsense.

In breve: l'appello parla di una poesia che "è stata scritta da una adolescente malata terminale di cancro. E' stata spedita da un medico. Accertati di leggere anche ciò che c´è scritto nelle frasi finali dopo la poesia".

Eccone l'inizio:

DANZA LENTA

Hai mai guardato I bambini in un girotondo?
O ascoltato il rumore della pioggia quando cade a terra?
O seguito mai lo svolazzare irregolare di una farfalla?
O osservato il sole allo svanire della notte?
Faresti meglio a rallentare.
Non danzare cosi veloce.
Il tempo è breve.
La musica non durerà....

Al termine della poesia c'è questo invito del tutto fasullo:

Vi prego spedite questa email a tutti quelli che conoscete... è la richiesta di una ragazzina speciale che presto lascerà questo mondo a causa del cancro... Se spedisci questa email al maggior numero di persone possibili, potrai dare a lei ed alla sua famiglia una piccola speranza, perché per ogni nome a cui verrà inviata, The American Cancer Society donerà 1 cent per pagare le sue cure e il piano di guarigione.

Non esiste alcuna ragazzina autrice di questa poesia e non c'è alcuna colletta da parte dell'American Cancer Society per guarirla. L'autore è in realtà uno psicologo dell'infanzia, David Weatherford, e l'originale inglese è qui.

La novità è che ora l'appello circola sotto forma di presentazione PowerPoint con il preambolo "Cicognani è il direttore del dipartimento di pediatria dell' Ospedale Sant'orsola di Bologna" e termina con la frase "Questo è un Certificato di Abbraccio!!" seguita dal nome, cognome, indirizzo, numero di telefono e numero di fax del professor Cicognani.

Ma Cicognani, come raccontava lui stesso otto mesi fa al Disinformatico, è soltanto un garante involontario, la cui unica colpa è di aver gradito la poesia quando l'ha ricevuta (senza i suoi estremi) e di averla inoltrata ai suoi amici, includendo le proprie coordinate, come fanno spesso automaticamente i programmi di posta. Gli amici hanno interpretato l'invio come una garanzia di autenticità, vista l'attività pediatrica del professore, e lo hanno inoltrato ai loro amici, e così via.

Ora qualcuno ha preso l'appello, l'ha trasformato in una presentazione PowerPoint da mezzo megabyte (l'equivalente di cinquecento e-mail, poi non lamentiamoci che Internet è intasata) e ha scatenato di nuovo l'inoltro a catena. Fra l'altro, all'interno del file Powerpoint ci sono alcuni dati che puntano verso il suo possibile autore: sarebbe "Andrew the Magic" e la sua organizzazione sarebbe il M.I.U.R. Se lo conoscete, dategli uno scappellotto da parte mia per la sua incoscienza, visto che ora il professor Cicognani ricomincia il suo calvario di telefonate, fax ed e-mail di smentita.

È proprio vero: nessuna buona azione rimane a lungo impunita.

41 commenti:

Mattia ha detto...

Ma il MIUR non è mica il Ministero per Università e la Ricerca?

Pietro ha detto...

Infatti.. l'ho pensato anche io..

Salvatore ha detto...

Il MIUR coordina (...) e finanzia (...) i vari enti di ricerca in Italia (lo so perchè ci lavoro). Molti di noi non hanno molto da fare nella giornata............

ria gasparoni ha detto...

di bufale ne circolano a iosa e alcune sono veramente fastidiose e ricattatorie,ti inducono ad essere superstiziosa.
per non continuare le catene ho sulla testa 100anni di disgrazie.
mi potete spiegare a che scopo vengono messe in giro? Riri

Vara ha detto...

riri,
solo cento? io ti batto, allora! ne avrò almeno mille di anni di disgrazia, anche di più :-)))

Marco De Filippis ha detto...

Possibile che il popolo degli "inoltra-mail" sia così pecorone da cascarci ancora? Possibile che a nessuno sia venuto in mente di controllare? Bastava cercare su paginebianche.it il numero dello studio del professore per vedere che non esisteva... Popolo degli "inoltra-mail", ti rendi conto a cosa porta la leggerezza del "cuore tenero"? Sono veramente basito dalla stoltezza di questa gente... Scusate lo sfogo, ma spero venga letto da chi di dovere!

Ernesto ha detto...

Be io ho mandato una mail all'ufficio stampa dell'ospedale, che molto gentilmente mi ha richiamato confermando tale bufala.
Ho provveduto ad informare chi mi ha mandato la mail, spero che la prossima volta abbia l'accortezza di verificare la fonte prima di diffondere certe notizie.

Roberto ha detto...

Vedo che i commenti a questa bufala sono anche recenti.. e in effetti il Powerpoint è ritornato.
Me lo ha inoltrato un amico illustre, a cui ho prontamente risposto. Temo che tanti siano ancora all'oscuro del meccanismo di questi appelli, e pensino in buona fede che sia importante ri-diffonderli.

spaik1981 ha detto...

Pur sapendo ke la notizia della donazione in denaro era falsa ho fatto girare la mail comunque a quasi tutti i miei contatti.
Xkè diffondere il bel messaggio contenuto nella poesia, qualunque sia la sua origine, Vale più di qualsiasi cifra.

Ciao a tutti

Van Fanel ha detto...

E gli spammer ringraziano!

martinobri ha detto...

il BEL messaggio contenuto nella poesia

De gustibus...

Rosanna ha detto...

Cose così serie meritano un controllo prima di essere inoltrate e bene ho fatto perchè è un vergognoso inganno.

Lorenzo ha detto...

@spaik1981
non ci posso credere: SAPEVI che era un falso e l'hai inoltrato lo stesso. :-|
se ti piaceva tanto la poesia, avresti potuto estrarla e inoltrare solo quella (invece di mezzo mega di PPT pieno di fanfaluche).

Anonimo ha detto...

Io propongo di rimandarle indietro con una spiegazione al mittente, che da quel giorno in poi ci penserà due volte prima di inoltrarle, se tutti facciamo così lo spamming morirà subito... almeno questà è la mia idea; questo è l'esempio del mio testo quando l'ho restituita al mittente:
ora guardate questo link, è il sito ufficiale del S.Orsola a Bologna.
http://www.aosp.bo.it/content/precisazioni-su-una-mail-cui-citato-il-prof-alessandro-cicognani
la mail inviata in precedenza è proprio una bella panzanata
alla faccia dei bambini che stanno male davvero, cancella sempre queste mail e mandale indietro a chi te le ha mandate,
anche se è un tuo amico.

avremo mail con meno spamming se tutti le mandiamo indietro al mittente, capirà di non farlo piu'

NICOLA CROCI

great star ha detto...

A volte ritornano.
L'ho ri-ri-ricevuto proprio oggi.
Aspettatevi di ritrovarvelo nella casella di posta nei prossimi giorni!

silvia ha detto...

Questa mail sta girando su Fb, credo sia difficile arrestare il fenomeno...e come questo ce ne sono a centinaia purtroppo!
Silvia

chicca ha detto...

....e oggi l'ho ricevuto pure io.... è bastato mettere su google le prime tre parole della poesia e poi il nome del professore citato per scoprire la bufala. E il mittente si è trovato una bella mail con i link delle due pagine.
Anche io sono di quelli che hanno svariati millenni di disgrazie sulla groppa per non aver inoltrato le catene. Ho imparato a cancellarle dopo aver letto le prime righe, così non arrivo agli anni di disgrazie e malattie varie....

mrblakdragon ha detto...

mi rammarico con me stesso di essere caduto nella trappola.ma sono lieto che sia una bufala. non ho inoltrato e mail a nessuno mi ero preoccupato solamente della bambina e ho fatto un video. di certo togliero' il commento fatto ed il nome del proff. Cicognani.
con le dovute scuse....Marco

marisa,raffaella, lucia.franca,irene, mariella sofia anna,giusy, patrizia angela etc.. ha detto...

grazie!, per fortuna non ero ancora riuscita ad inviarla per mia incapacità ad inserire più destinatari!...ciao marisa

Antonio Santorsola ha detto...

Mi è appena arrivata la versione in pdf ed ho inserito un link a questo blog

mariaclaudia ha detto...

ciao.... ebbene sì, anche io che non inoltro mai queste insulse catene, ci sono cascata..... mi sono "insospettita" quando, ad intervalli più o meno regolari, mi ricompariva questo messaggio da parte di più persone ....
vorrei solo che qualcuno mi spiegasse cosa ci guadagna chi fa circolare queste bufale o le stupide catene che intasano la posta ....

Erika ha detto...

L'ho ricevuta stamattina e ho fatto dei controlli. Visto che era una bufala non l'ho inoltrata. C'e' una domanda alla quale nessuno ha ancora risposto e gradirei anch'io sapere qual e' lo scopo di queste catene e chi ci guadagna e cosa. Se fossero sms potremmo incolpare le compagnie telefoniche ma in questo caso dove sta il guadagno?

MR ha detto...

Spunti di riflessione in merito qui:

http://attivissimo.blogspot.com/p/faq-antibufala.html

Gwilbor ha detto...

L'unica ipotesi che mi viene in mente è che sono un modo molto a basso costo di raccattare indirizzi email per lo spamming. Visto che queste catene si diffondono a macchia d'olio, prima o poi arrivano nella casella di posta dello spammer che raccoglie gli indirizzi email di tutti i destinatari lasciati in chiaro.

Oppure semplicemente non c'è guadagno: semplicemente c'è qualcuno che nel suo tempo libero si è inventato questa balla, e poi la storia si propaga in modo spontaneo in completo accordo alla teoria dei memi.

È come per le leggende metropolitane: sono semplciemente storie troppo intriganti per non essere divulgate.

Anonimo ha detto...

l'unica cosa che faccio e comunicarlo subito a tutta la mail list che è una bufala!! in questo modo uno ci pensa 2 volte prima di spedire una mail-spam. Eppure è molto semplice trovare che sia una bufala: basta fare un copia e incolla di tutto il testo e inserirlo in google e la maggior parte delle volte si viene reindirizzati in questo blog-sito.

Avevo sentito parlare che queste mail-catena servono ad hacher o chicchessia per "leggere" il tuo pc e per poi mandarti altre mail, di vero spam pericoloso dove ti chiedono di inserire i codici della tua carta di credito o poste pay o di virus.

verdesperanza ha detto...

Ciao, anch'io tempo fa ho ricevuta Danza lenta in formato power point, sono contento sia una bufala e che la bambina non esiste. Però devo dire che questa bufala, sapendo (e sottolineo) che per fortuna non è un caso autentico, mi piace :-) chi ha fatto il power point ha avuto un bel tocco, parole e immagini mi piacciono molto. Sono contento che me l'abbiano mandata...

erica ha detto...

l'unica cosa che mi sembra saggia è di NON mandare MAI queste e-mail (anche quelle volendo attendibili dopo aver verificato la FONTE) con l'indirizzo in chiaro. questo è il punto, si tratta di VIOLAZIONE DELLA PRIVACY... la tua e-mail finisce nelle mani prima o poi di chi le usa senza il tuo permesso, e magari per cose poco simpatiche come spam ecc. eccomò. io per fortuna tendo a non gradire queste e-mail di pietismo spinto, ma comunque ho verificato e sono finita qui. mandi, erica

erica ha detto...

l unica cosa che mi sembra saggia in questi casi (anche se non si tratta di bufale...) è di NON inviare MAI gli indirizzi in chiaro... si tratta di VIOLAZIONE DELLA PRIVACY!!! per favore NON FATELOOO! ne ho ricevute a migliaia oltretutto piene di pietismo da 4 soldi o malauguri di ogni sorta. BASTAAAAA! erica

laura ha detto...

sta tornando anche in questi giorni. ho appena ricevuto una mail a proposito...

Circe Bianca ha detto...

Ri-eccola fra le mail inutili che fan perder tempo a tutti.
Ancora ci sono persone che ci cascano???????

Roberto Beretta ha detto...

meno male che c'è l'archivio a cui fare riferimento per interrompere queste cicliche catene .....
Non ci sono delle classifiche delle Bufale più longeve e di quelle più ricorrenti ?

anna ha detto...

E va ancora in giro, impensabile!
Mi è arrivato oggi, ma prima di tutto ho fatto una ricerca su internet e sono arrivata qui, grazie per la precisazione.
Buon 2013

esperanto ha detto...

Oggi (22/01/2013) mi è arrivata in formato PDF. Le proprietà del file recano: creazione, 31/10/2012; autore, Marinella. Altro scappellotto, mi sa...
Cordiali saluti, Carlo:

oui, c'est moi ha detto...

Ancora gira, uffa!

Tedebus ha detto...

Ma una bella legge a riguardo sulla posta non desiderata?
Se uno invia una mail dovrebbe assumersi la responsabilità del contenuto!
Tu mi invii delle cose false? Io ti denuncio come spammer al servizio che ti fornisce la casella posta elettronica (Gmail, Yahoo o chi sia). Quando collezioni un tot di segnalazioni, ti chiudono la casella in modo coercitivo (o te la sospendono per 30 giorni).
La prossima volta ti informi meglio prima di inviare immondizia!
Ragiono male?

anonimo ha detto...

Mi è arrivata oggi tramite wathsapp.

Monica Paoletti ha detto...

rieccoci.....l'ho ricevuta oggi su wathsapp. mi fa imbestialire soprattutto perchè passo la meta della mia giornata con persone malate di cancro.

ha detto...

Anch'io l'ho ricevuta l'altra sera su wathsapp, uffa!

Annalu58 ha detto...

Io l'ho ricevuta oggi tramite whatsapp... Ancora gira... E una mia cara amica si è offesa perché le ho detto che è una bufala! Ecco a cosa è servita a me!

Unknown ha detto...

...adesso è ritornata anche su whats'up!!

Anima ha detto...

Ma queste persone hanno una minima idea di quanto diffondono in rete,coinvolgendo persone che cercano ogni giorno di aiutare e sostenere chi vive nella malattia.