Cerca nel blog

2009/01/08

Debutta Windows 7 beta

Windows 7: hasta la vista, Vista?


Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di Marco Malatesta e "massimo.so****". L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

A partire da mezzogiorno di oggi, ora del Pacifico (le 21 in Italia), sarà scaricabile legalmente e gratuitamente al pubblico l'anteprima ufficiale di Windows 7, il successore di Windows Vista. Chi l'ha già provato dice che è molto simile a Vista, ma più veloce (anche all'avvio), semplificato, meno avido di risorse (girerà anche sui netbook) e meno rompiscatole, con taskbar e interfaccia ridisegnati e accesso più facile a foto, video e musica. Non una rivoluzione, quindi, ma un'evoluzione. Anche Steve Ballmer ha indicato chiaramente che non si tratta di uno stacco netto, definendolo semplicemente "Vista, ma parecchio migliorato".

Si tratta, è meglio ricordarlo, di una versione beta, quindi non ancora rifinita e non necessariamente stabile: non va utilizzata quindi per lavoro o in situazioni in cui dovete essere sicuri di non perdere dati o di trovarvi con il computer piantato. La installate a vostro rischio e pericolo, ed è il buon senso a rammentarvi che prima di provarci è sacrosanto un backup integrale del computer (anche perché, per esempio, Windows 7 beta ha un baco che in alcuni casi rimuove l'inizio dei file MP3). Soprattutto, questa versione gratuita cesserà di funzionare il primo agosto 2009.

La versione definitiva dovrebbe essere disponibile a partire da settembre-ottobre 2009, ma si tratta di una data non ufficiale. Per chi volesse assaggiare l'anteprima, i requisiti minimi sono un processore da 1 GHz, 1 GB di memoria, 16 GB di spazio libero su disco e 128 MB di memoria grafica su hardware in grado di gestire grafica DirectX 9: praticamente gli stessi requisiti delle attuali versioni di Vista a parte la Home Basic.

E' indispensabile un masterizzatore di DVD, perché Windows 7 beta si scarica come immagine ISO da masterizzare , e il computer sul quale installate deve avere già Windows Vista con Service Pack 1, perché quello che scaricate è un upgrade: non è Windows 7 integrale. Correzione: contrariamente a quanto scritto dalle fonti che ho consultato, l'immagine ISO consente di installare anche su un computer privo di Windows.

Il file da scaricare (da www.microsoft.com/windows7) dovrebbe pesare circa 2,5 GB per la versione a 32 bit e 3,15 GB per la versione a 64 bit. Sarà disponibile in inglese, tedesco, giapponese, arabo e hindi (quest'ultimo solo in versione 32 bit). Una volta masterizzato il file, lo lanciate dal CD e rispondete alle solite domande d'installazione: fatto questo, siete pronti ad esplorare il futuro secondo Microsoft, con l'integrazione di Facebook e Windows Live, la predisposizione alle interfacce tattili e varie rifiniture intelligenti, come la "liberazione" dei gadget dalla barra laterale, lo spegnimento delle porte non utilizzate e l'autoapprendimento del tempo ottimale di abbassamento della luminosità dello schermo. Altri dettagli delle migliorie di Windows 7 rispetto a Vista sono nelle fonti citate qui sotto.

Buon divertimento.

Fonti: Computerworld, The Telegraph, Punto Informatico, The Register, BBC.

28 commenti:

mattia ha detto...

16 GB? E lo vuoi mettere su netbook?

lore ha detto...

Io ho sempre lavorato con tutti i SO di ms e posseduto mac. Uso per lavoro Linux da anni e ho fatto passare mia madre di 65 anni su Ubuntu.
Si trova molto bene, meglio che su Win Vista o XP.
Stessa cosa per colleghi e morosa.
È relativamente facile, basta prendere il loro Pc con toolbar di Explorer che gli escono anche dalle usb e fargli girare Ubuntu live da cd.
"Ecco, adesso parte da cd, provalo un po', vedi se va tutto, e che magari è un po' lento da CD eh"...
Ovviamente nessuno vuol ritornare su Win.

In realtà ci fai molte cose con Win anche carine (per una ditta soluzioni come exchange han un loro valore assodato) però la dominanza del mercato avviene soprattutto per il fatto che tutti usavano Win e che se lo trovano sul Pc.
Chi ha provato Ubuntu preinstallato su un Dell sa che una oem gode di vantaggi incredibili...

La domanda quindi non è "Posso passare senza problemi a Linux avendo sempre usato Win?" perché la risposta è "NO".
La domanda è "Voglio usare il mio Pc con win senza cambiare una virgola per tutta la vita e senza imparare nulla della gestione di Win, senza chimare un tecnico o il moroso della figlia, senza reinstallare e..." a questo punto si fa prima a passare a Ubuntu o un altro Linux.

Il problema è che la stragrande maggioranza degli utenti di un computer appena vede un'icona fuori posto non capisce più nulla. Anche passando da un Xp a un altro Xp. Figuriamoci Linux o Mac...

lore ha detto...

:D

http://xkcd.com/528/

Rodri ha detto...

Uh? Integrazione di Facebook?

Se dall'obbligo di avere Internet Explorer siamo passati all'obbligo di avere Facebook non mi sembra un grande progresso :-D

Kash ha detto...

La versione di sever che dovrebbe girare sui netbook sara' comunque una versione alleggerita di vari fronzoli... e cmq girera' sui netbook che usciranno nel periodo in cui seven verra' rilasciato in versione definitiva.
Non so quanti siano oggi i netbook con una scheda video con 128 mega di ram dedicata...

Baron Beer ha detto...

non va utilizzata quindi per lavoro o in situazioni in cui dovete essere sicuri di non perdere dati o di trovarvi con il computer piantato

E che differenza c'è con le versioni precedenti?

Alfred Borden ha detto...

computer sul quale installate deve avere già Windows Vista con Service Pack 1, perché quello che scaricate è un upgrade: non è Windows 7 integrale.

Nei giorni scorsi ho scaricato, installato e usato con molto gaudio quella che dovrebbe essere la build che verrà rilasciata ufficialmente oggi (la 7000) ed era il SO completo.

Comunque, pur essendo una beta, è incredibilmente stabile. Ora l'ho cancellata per far posto alla versione a 64 bit.

Sheldon Pax ha detto...

La virtualizziamo?

...quasi, quasi!

(da come ne parli pare proprio la bella copia di Vista) :-)

Unknown ha detto...

Io ho installato questa build 7000 su un netbook samsung nc 10, confermo che si tratta di una versione completa e non di un upgrade ed e' possibile installare da una chiavetta usb su cui semplicemente si siano estratti i files della iso.

devo dire che anch'io l'ho trovato molto veloce (uso Vista) sia nel boot sia nell'operativita' nonostante la macchina abbia solo 1 GB di RAM proc Atom a 1.60 e disco che non e' proprio una scheggia.. anzi, vi diro' che l'ho trovato persino piu' veloce dell'xp preinstallato sulla macchina.

Unknown ha detto...

Non si sta creando troppa aspettativa attorno a windows7 ?
Impressioni mie forse..

Poi se è vero che alla fine si tratta di un "vista" migliorato e leggermente ritoccato esteticamente, considerando che ho un "vista" preinstallato sul pc mi fa rabbia l'idea di trovarlo prossimamente in vendita e non distribuito come aggiornamento per "vista". la penso solo io così ??

Giorgio Loi ha detto...

Se quel che dicono è vero, questo Windows 7 è il VERO Vista. Solo che probabilmente uscire nel tardo 2009 con l'evoluzione ufficiale di XP che è del 2001 sarebbe stato uno smacco esagerato, e così hanno messo insieme alla bell'e meglio una versione non ottimizzata (Vista) per arrivare nei negozi a inizio 2007.

Praticamente chi usa Vista sta facendo beta testing (a pagamento) da due anni.

Se fossero onesti dovrebbero almeno proporre l'aggiornamento a Win7 a un prezzo poco più che simbolico, ma forse la mia premessa è un po' troppo azzardata. ;-)

Giorgio Loi ha detto...

lore:
"Ecco, adesso parte da cd, provalo un po', vedi se va tutto, e che magari è un po' lento da CD eh"...
Ovviamente nessuno vuol ritornare su Win.


Forse sono l'unico, ma dopo aver provato, installato e costantemente aggiornato Ubuntu 8.04 per mesi, alla fine l'ho lasciato nel vecchio PC, dove probabilmente lo riprenderò ma unicamente per amore di sperimentazione. Nonostante tutti i casini di Windows, per me è ancora la soluzione più pratica.

IlPixelMatto ha detto...

Windows 7? non vedo l'ora...
Chissà quanti secondi passeranno da quando uno lo installa a quando andrà in crash... mi sà pochi...
;-)
Paolo, hai sbagliato a scrivere, hai messo una s al posto di una a quando parli delle versioni di win7
--> "per la versione s 32 bit" <--

Paolo Attivissimo ha detto...

Riccardo,

ops, grazie, sistemato!

Paolo Attivissimo ha detto...

Mattia,

sono 16 GB di disco, molti netbook hanno HD da 100 e passa giga.

Sihaya B16 ha detto...

Il problema è che la stragrande maggioranza degli utenti di un computer appena vede un'icona fuori posto non capisce più nulla. Anche passando da un Xp a un altro Xp. Figuriamoci Linux o Mac...

Quoto!
Ma non è che questo mirabolante Win7 sia la brutta (e instabile) copia del mac?

Sihaya B16 ha detto...

Il problema è che la stragrande maggioranza degli utenti di un computer appena vede un'icona fuori posto non capisce più nulla. Anche passando da un Xp a un altro Xp. Figuriamoci Linux o Mac...

Quoto!
Ma non è che questo mirabolante Win7 sia la brutta (e instabile) copia del mac?

Paolo ha detto...

Ho provato un po' Win7 su una macchina virtuale, quindi niente Aero ma grazie alle "Guest Additions" tutto il resto gira benissimo... Che dire...

La taskbar nuova, criticata da pochi e osannata da molti, è una schifezza inusabile e sprecona, fortunatamente con un paio di click si può tornare al vecchio tipo, anche il "pin" delle applicazioni sulla taskbar è pressochè inutile nell'implementazione attuale, fortunatamente basta creare una nuova toolbar per avere di nuovo una sorta di "avvio veloce" con le stesse funzionalità...

Non avendo mai usato Vista per più di qualche ora sono rimasto colpito nel notare una cartella (WinSxS) da quasi 7GB copiata sul disco, leggete cos'è, è spaventoso. Praticamente questa cartella contiene tutto il sistema che prima stava sul CD (così non devi più tenere sottomano il CD di Windows, e questo è comodo, ma a che prezzo...) e ogni possibile versione di librerie (anche più versioni della stessa libreria) per far funzionare quei programmi scritti talmente male che se cambia una libreria non riescono più a girare...

Paolo ha detto...

Per Sihaya B16: quando uscì Win95 tutti dissero che scopiazzava il Mac, era vero per carità, ma molti pensarono "perchè non scopiazzare qualcosa di meglio, tipo AmigaOS?" :) Oggi non è cambiato molto: cosa scopiazza dal Mac Win7? La robustezza e l'installazione semplicissima della applicazioni? L'estetica "stilosa ed elegante"? Nooo... scopiazza il Dock, una delle interfacce meno funzionali della storia! Ma vi pare che se ho quattro o cinque finestre di Explorer aperte devo scorrere una serie di thumbnail per trovare quella che mi serve?!? Ma i nomi scritti sono passati di moda? ;D

rob ha detto...

Sono d'accordo con Robert e Giorgio Loi. E' indecente che chi ha Vista non possa passare a Windows 7 almeno a un prezzo simbolico.
Vorrei capire meglio: se io scarico e installo ora Win7, mi toccherà comunque pagarlo quando uscirà la versione non beta, per scaricare gli aggiornamenti?

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

@Paolo 9/1/09 20:18

La tecnologica Side-by-side Assemblies è un miglioramento.
I manifesti legati ai programmi aumentanto l'ordine e la stabilità del sistema.
Per approfondire: http://msdn.microsoft.com/en-us/library/aa376307.aspx

Paolo ha detto...

Side by Side sarà anche un miglioramento, ma il fatto che sia necessario questo miglioramento è mostruoso, vuol dire anni di cattive pratiche di programmazione, o di librerie scarsamente retrocompatibili...

Tornando ad esempio ad AmigaOS, in questo ambiente ogni programma poteva usare versioni customizzate delle librerie, e bastava un "assign" per far capire al sistema quali librerie servivano a chi. Quando il programma non serviva più si cancellava la cartella, eliminando così la sua cartella libs, e tutto andava a meraviglia.

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

@ Paolo

e vabè così non vale, AmigaOS è su un altro livello.. :)

a proposito, giusto per fare un po' di pubblicità gratuita (ma secondo me se lo meritano), c'è una azienda italiana che produce una piattaforma hardware AmigaOS 4 compatibile.
Per chi vuole approfondire:
http://www.acube-systems.biz/ita/sam.php

Dan ha detto...

Sempre detto io che Vista era iil nuovo Windows ME... in pratica hanno messo fuori Vista per non fare figuracce, e intanto hanno guadagnato un paio d'anni di sviluppo per finire il vero Vista (ovvero "come avrebbe dovuto essere davvero Vista"...).
Oddio, ma se adesso Vista va fuori commercio non è che a Orboveggente viene un colpo? Orbo, rispondi!

Comunque basterà aspettare, e tante altre caratteristiche del MacOS verranno copiate, ops volevo dire "serviranno da ispirazione" per tante altre feature degli OS Microsoft... quella di premere un tasto e accedere ad un'altra schermata piena di widget, per esempio...

IlPixelMatto ha detto...

Adesso faccio una cosa di cui mi pentirò, provo windows 7!! Ma lo farò girare su una macchina virtuale ;-)
così almeno non mi distruggo il pc.
Poi vi saprò dire!!

Federica ha detto...

Quelli di Microsoft sì che hanno capito tutto dalla vita: tu, in pratica, fai loro gratuitamente da beta-tester fino ad agosto, segnalando eventualmente quello che non va. Poi, ad agosto, quando non servi più, non ti fanno più utilizzare gratuitamente nemmeno la versione beta!

Io Windows non l'ho ancora abbandonato (anche se vorrei); per il momento, comunque, sono passata ad open office e a firefox e la mia vita telematica è già migliore...

Unknown ha detto...

io sto provando la beta di windows 7 e per quel poco che l'ho usato per ora mi ritengo molto soddisfatto, il sistema regge quasi fosse una versione ufficiale (dico quasi perchè i test forti li devo ancora fare, proverò a installare 3ds max o qualche videogioco in modo da verificarne la stabilità e la compatibilità). La compatibilità coi programmi che girano ora è ottima, nessun errore, nessun crash (cosa che con vista inizialmente creò abbastanza problemi, anche con programmi base...tipo firefox ecc).

Non capisco invece perchè questo accanimento di alcuni contro la nuova taskbar, comodissima, compressa e basta passare sopra il mouse sull'icona della cartella, ad esempio, per vedere tutte le cartelle aperte (con sopra scritti i nomi) in anteprima, un'ottima alternativa anche all'alt-tab che sinceramente con troppe cose aperte ogni tanto da sui nervi. hanno semplicemente ottimizzato lo spazio e mi sembra un'ottima iniziativa.

Unknown ha detto...

windows può migliorare quanto vuole ma il miglior SO rimane sempre il mac