skip to main | skip to sidebar
58 commenti

Catastrofi a scelta: Apophis, l’asteroide che distruggerà la Terra

Asteroide in rotta di collisione nel 2029?


Una collina volante, un macigno di 350 metri di diametro, sfiorerà la Terra venerdì 13 aprile 2029 e forse si schianterà: questo è l'annuncio drammatico che circola in Rete. Sempre che il mondo non finisca prima nel 2012, s'intende. I catastrofisti esultano: in un modo o nell'altro, siamo spacciati.

Ci sarebbe da aprire un lungo discorso sul perché certa gente goda nel credere che moriremo tutti a una data prestabilita in un'ecatombe immane e spettacolare, e sul perché altra gente si prodighi a diffondere queste dicerie dementi, ma lasciamo stare. Il modo migliore per sbugiardare questi menagramo è guardare i fatti.

La storia inizia nel giugno 2004. Due astronomi professionisti, David Tholen e Roy Tucker, annunciano la scoperta di un oggetto celeste che si muove rispetto alle stelle fisse, e lo fanno prima ancora di averne calcolato con precisione traiettoria e dimensioni (con buona pace di chi crede alla congiura del silenzio degli astronomi a proposito di Nibiru, il pianeta che sarebbe in rotta verso la Terra). Quando i colleghi confermano l'avvistamento dell'oggetto e ne calcolano la traiettoria, salta fuori che secondo i primi calcoli le probabilità d'impatto con la Terra sono le più alte mai stimate per un asteroide. La notizia, supportata da un primo rapporto della NASA (sempre alla faccia della congiura del silenzio), suscita enorme clamore: uno schianto causerebbe oltre dieci milioni di morti.

A Tholen e Tucker spetta il diritto di battezzare l'asteroide, catalogato formalmente come 2004 MN4: scelgono il nome Apophis, che è il nome greco del maligno e serpentiforme dio egizio dell'oscurità e della distruzione, Apep. Bambi non suonava bene. Fra l'altro, i due astronomi sono, a quanto pare, fan della serie di fantascienza Stargate SG-1, nella quale c'era un alieno di nome Apophis che mirava a distruggere la Terra.

Quello che i catastrofisti non dicono è che dopo questi calcoli preliminari, i rilevamenti della traiettoria di Apophis sono stati affinati dal lavoro collettivo degli astronomi di tutto il mondo e quindi si è scoperto che le probabilità di impatto nel 2029 sono in realtà zero: quello del 13 aprile 2029 sarà soltanto un passaggio ravvicinato e Apophis mancherà la Terra di almeno 29.000 chilometri, come mostrato nel grafico qui sotto, tratto da Wikipedia, che dà un'idea delle distanze in gioco rispetto alle dimensioni del nostro pianeta. La riga bianca indica il margine d'incertezza dei calcoli.



E' comunque un passaggio abbastanza ravvicinato, se consideriamo che i satelliti geostazionari per telecomunicazioni (quelli verso i quali sono puntate le parabole per ricevere la TV) sono alla stessa distanza dalla Terra. La NASA ha già chiarito che il rischio d'impatto di Apophis con uno di questi satelliti artificiali è insignificante, quindi non rischiate di vedervi interrompere la partita della squadra del cuore.

Il 13 aprile 2029, insomma, non succederà nulla: Apophis sarà soltanto un fioco puntino che si sposta lentamente nel cielo e sarà a malapena visibile ad occhio nudo. L'unica cosa di cui meravigliarsi sarà la precisione con la quale gli astronomi riescono a fare previsioni di questo genere: il tracciamento di Apophis viene mantenuto tuttora e viene aggiornato in questa pagina della NASA. Ma tutto questo non metterà a tacere i catastrofisti, perché il passaggio ravvicinato del 2029 altererà la traiettoria in un modo che per ora non è calcolabile con precisione sufficiente, per cui un possibile impatto successivo durante i passaggi ravvicinati del 2036, del 2037 e del 2069 non può essere ancora escluso del tutto, ma già ora è una probabilità estremamente modesta.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi.
Siate civili e verrete pubblicati, qualunque sia la vostra opinione: gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE: l'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo sito. Ciò significa che per poterla visualizzare senza problemi dovete assicurarvi che il vostro browser (tramite l'azione di qualche estensione, tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o altri programmi di protezione (antimalware, tipo Kaspersky) non la blocchino per qualche motivo e inoltre che sia permesso accettare i cookie da terze parti.
Commenti
Commenti (58)
Ce n'é a sufficenza, appunto, per scatenare i catastrofisti già preoccupati di rimanere disoccupati dopo il dicembre 2012...

La mamma degli imbecilli ... non conosce gli anticoncezionali.
"Bambi non suonava bene."

ho riso per 15 minuti.
:-)
"Apophis mancherà la Terra di almeno 29.000 chilometri, come mostrato nel grafico qui sotto, tratto da Wikipedia, che dà un'idea delle distanze in gioco rispetto alle dimensioni del nostro pianeta"

Ah be', se lo dice UIcchipedia allora sto tranquillo! Se non sanno neanche chi va in Champions League, fatti conto se azzeccano dove finisce un asteroide...
Figone, a me sembra che è il grafico ad esser stato tratto da Uicchipedia, non la notizia.
Negli ultimi giorni non ho provato, però un po' di mesi fa cercavo notizie su Apophis, e su google uno dei primi risultati in italiano era un articolo del Corriere della sera del 2005, quando ancora i calcoli non escludevano probabilità molto più elevate di impatto. Anche il fatto che notizie così datate continuino restino rintracciabili e spesso molto visibili su internet secondo me contribuisce a mantenere alta la tensione su queste cose...
io non sono catastrofista... ma c'è sinceramente da avere un po' paura per ste cose... stavolta ci è andato abbastanza vicino!! La distanza è circa 4 volte il raggio terrestre...

brrr!
Only for SG1 fans

Apophis in arrivo!
Jaffa, krii! Tel nekt!

/Only for SG1 fans

Scusate ma sto finendo di vedere le 10 serie e non ho resistito...
notizie così datate continuino restino rintracciabili e spesso molto visibili su internet

E' uno dei problemi dell'informazione su internet e del meccanismo che sta alla base delle ricerche attraverso i motori di indicizzazione.
La facile reperibilità di nozioni superate e/o errate.

C'è di peggio, comunque! ;)
"Bambi non suonava bene."

ho riso per 15 minuti.
:-)


IDEM
Rodri, lo so benissimo: mica sono un uicchipediano. Bastava leggere. Alla prossima figura...ccia. :-))
A quel che ricordo, per asteroidi passati ben più lontano ci fu più preoccupazione. 29.000 km sono davvero pochi su queste scale. Penso che sarà visibile ad occhio nudo. 350 metri, mumble mumble, un'area dieci-venti volte superiore a quella della ISS, mumble mumble, distanza cento volte maggiore, mumble mumble... una magnitudine 3?
perché il passaggio ravvicinato del 2029 altererà la traiettoria in un modo che per ora non è calcolabile con precisione sufficiente

Come dice Odifreddi, il problema dei tre corpi non è risolvibile né in matematica né nella vita di coppia.
OT: non c'entra assolutamente nulla con il topic, ma per tutti gli appassionati di tecnologia e fantascienza, avete visto gli scarabei cyborg?
Trattandosi di Nasa, spero che quelli che hanno calcolato la traiettoria di Apophis non siano gli stessi che si sono occupati della sonda Climate Orbiter ?

Comunque sarò un po' paranoico ma concordo con il premio Nobel Mullis: investiamo molto in armamenti o in ricerche nel mondo dell'infinitamente piccolo. Due dollari/"euri" per studiare un "ombrello" anti asteroidi non sarebbero spesi male.
Il problema è che poi queste notizie le rilanciano i quotidiani,infarcendole d'inesattezze e di date tratte da calendari maya.
Qulache giorno fa hai parlato delle conseguenze di una tempesta magnetica. La stampa di torino è riuscita a fare un articolo dove dava per certa la cosa... guarda caso nel 2012. Naturalmente lo stesso articolo è stato ripreso da qualche catastrofista e citato come fonte certa...
Beh, prima di tutto E' COMUNQUE BELLO GROSSO ! 350 metri farebbero un massacro, altro che 10 milioni di morti...specie se beccassero una metropoli, o il mare...

Comunqne, non ho capito perchè, dopo quello del 29, ci dovrebbero essere due passaggi di nuovo a distanza DI UN SOLO ANNO uno dall'altro (2036 e 2037)...

Com'è possibile ? E quello successivo nel 2069 ?!?!
Se sto Apophis mi spegne sky mentre c'è la partita io gli faccio una faccia così! :D
beh mi accodo a quanto detto da markogts: 29 mila km sono incredibilmente pochi, e ricordo pure io toni decisamente più allarmisti in passato per passaggi meno ravvicinati

in ogni caso possiamo stare tranquilli: nel 2029 avremmo già lo scudo spaziale... peccato solo che servirà unicamente per far giocare alla guerra questi esseri originali che popolano la terra, che non sapendo andare d'accordo sono talmente presi dal difendersi da loro stessi da ignorare le colline volanti che possono cascargli in testa, d'altronde si sa, le colline non hanno mai fatto male a nessuno
Ma secondo voi lascerà una scia chimica?
...Ora che guardo meglio l'immagine non è che c'è proprio da stare allegri, infatti l'incerteza verso la terra è pari ad 1/3 della distanza terra-apophis stimata per il passaggio, e a me pare francamente un'incertezza abbastanza elevata....
Bruce Willis si sarà fatto vecchio per allora e non riuscirà a metterci una bomba atomica dentro. Dobbiamo ingaggiare qualcun altro!
Il mio pensiero deviante cmq immaginava un satellite che rimbalzava (come su un materasso) sull'atmosfera e nel farlo si brucia un po'. Poi in un altro paio di giri (2035, 36, 45, 69, etc) si riduceva a una pietra di sole. Alla homer simpson per intenderci.
Baci!
Porca zozza. Se hanno ragione i Maya si rischia di non vedere nemmeno l'uscita di Windows 7!!! ^__^
Porca zozza. Se hanno ragione i Maya si rischia di non vedere nemmeno l'uscita di Windows 7!!! ^__^

è Windows 7 la catastrofe prevista dai Maya :D
Un motore a ioni... Abbiamo ancora 20 anni. Qualche nanopascal per tutto questo tempo può far miracoli.
Francesco,
commento spettacolare !

direi quasi certamente lascerà una scia chimica, ma altrettanto certamente CIA, NASA, Governo americano, Unione Europea ecc.ecc. faranno in modo che NESSUNO se ne accorga... tranne i soliti !
Qualche nota.

E' vero che passa vicino, ma 29.000 km su un raggio di 6400 sono sempre tanti. Dato il rapporto tra le aree, un oggetto tipo Apophis ogni 20 becca la Terra. Apophis sicuramente no.

La cosa è complicata dal fatto che l'orbita di Apophis ha un periodo molto vicino ad un anno. La modifica dovuta al passaggio ravvicinato potrebbe metterlo in un'orbita "risonante", di esattamente un anno. Il che significherebbe che ci ripassa vicino ogni anno, e in un tempo dell'ordine del secolo si schianta di sicuro. Le probabilità che questo succeda erano state valutate come molto basse, ma il processo e' caotico, e le regioni del parametro di impatto (l'area che Apophis potrebbe occupare alla minima distanza dalla Terra) per cui succede formano un bellissimo frattale.

Infine anche se si potesse spedire qualche bomba da 10 megaton su Apophis prima dell'ìmpatto, non si guadagnerebbe nulla, anzi.... E' molto peggio, sia in termini di danni all'atmosfera che al suolo, essere colpiti da una miriade di sassolini che dalla stessa quantita' di materia sotto forma di una singola collina.
bell'articolo,dovrebbero seguirne degli altri sugli asteroidi che ci fanno tremare

la gente purtroppo non ha termini di paragoni sugli asteroidi e sulle probabilità

Quanto era grande l'asteroide che ha estinto i dinosauri?
Quanto era grande l'asteroide di Tunguska?
Quanto è grande AD1951?


E più probabile vincere il supernenalotto che Apophis ci caschi in testa?
l'asteroide che intendevo ha la sigla 1950 DA

la sua storia è qui:
http://neo.jpl.nasa.gov/1950da/

ps:quest'anno è l'anno internazionale dell'astronomia mi pare, vero?
OOOOHHHHOOOOO

Qualcuno mi può dire come potrà fare un passaggio nel 2029 e poi due collegati nel 36 e nel 37 ?
lucky141
è Windows 7 la catastrofe prevista dai Maya :D

Questa è da oscar! :)

E se consideriamo i due annetti di ritardo che ci saranno sicuramente per il rilascio del suddetto, ci stiamo anche con i tempi. ;)
@MARMIST:

Dipende da come viene influenzato dalla gravita' terrestre. nel 2029, passera' molto vicino (e 29000 km sono MOLTO vicino, come fatto notare, appunto, sono meno della distanza dei satelliti geostazionari), di conseguenza, ricevera' una modesta accelerazione da parte della terra, che lo portera' in una pseudo orbita (non so se sia il termine corretto, voglio dire che non e' in orbita, ma comunque ritornera' vicino alla terra) maggiore.

Poi probabilmente nel 36 passera' vicino alla terra in modo che la sua gravita' ne rallenti il moto, e quindi riduca la (pseudo) orbita, da qui il successivo passaggio gia' l'anno successivo. E poi una nuova spinta fino al 2069.

Ma ovviamente e' tutto molto incerto, perche' ad ogni passaggio ravvicinato, piccolissime variazioni portano a notevoli divergenze nella traiettoria successiva.
@DigitalJail:

Beh, l'incertezza in fisica e' normalmente calcolata come l'intervallo in cui il valore vero ha la possibilita' di trovarsi al 99,7% di probabilita'. Ora bisognerebbe vedere se quel margine di incertezza e' effettivamente calcolato secondo questi parametri, ma io penso proprio di si'.

Quindi questo vuol dire che la probabilita' che il valore vero sia al di fuori di quell'intervallo, e' dello 0,3%, e naturalmente piu' ci allontaniamo, e minore e' la probabilita'. E cala con andamento esponenziale, quindi mooolto velocemente.

Un calcolo molto empirico, mi dice che la probabilita' che la traiettoria vera finisca sulla terra, e' piu' o meno (in realta', sicuramente meno) dello 0.0000001%
Cioe', uno su un miliardo.

E' quattro volte meno piu' probabile che tu sia colpito da un fulmine (1 su 250'000'000)
Se dobbiamo morire tutti il 13 aprile del 2029 va bene ma, per favore, fatemi sapere anche l'orario.
In quanto il 13 aprile è il mio compleanno e io vorrei sapere entro che ora soffiare sulle mie 46 candeline :p

Comunque 10'000'000 di morti, eventualmente - per quanto non siano pochi! - non sono proprio come dire che tutta l'umanità si estinguerà.

E poi, che ce frega?
Voglio dire, se non c'è rischio è inutile preoccuparsi.
Se c'è rischio ma si può far qualcosa è inutile che ce ne preoccupiamo noi "comuni mortali".
Se c'è rischio e non si può far niente... sti ca**i!

Magari domani esco per strada pensando al terribile asteroide che mi ucciderà nel 2029 (ribadisco: proprio nel giorno del mio compleanno!) e, causa distrazione, mi investe un camion e tanti saluti mondo.
C'è un video in inglese molto divertente, in cui un simpatico astronomo spiega cosa succederebbe se Apophis cascasse sulla Terra nel 2036 (cadrebbe in mezzo al Pacifico tra l'altro).
Spiega anche come morirebbe uno che cade dentro un buco nero :D

http://fora.tv/2008/02/19/Neil_DeGrasse_Tyson_Death_by_Black_Hole
"Magari domani esco per strada pensando al terribile asteroide che mi ucciderà nel 2029 (ribadisco: proprio nel giorno del mio compleanno!) e, causa distrazione, mi investe un camion e tanti saluti mondo".

O_O Adoro l'ottimismo! :D

Sapete se c'è un modo per inviare al tapino sassiforme le coordinate di casa della mia ex?
@Funz quel video sarà anche divertente, ma sentire *un astrofisico* che dice che niente esce da un buco nero perche' non ha sufficiente velocità (e facendo il parallelo con la mela e i razzi sulla terra) fa un (bel) po' cascare i mar... ehm... le braccia :(
@Oscaracciato

Tu come l'avresti reso in termini comprensibili?
In sostanza è proprio così: un oggetto sfugge al campo gravitazionale se ha una velocità sufficiente. Più è forte il campo, maggiore la velocità necessaria.
Se il campo è tanto intenso che la sua velocità di fuga è maggiore di c, nulla può più sfuggire, e si ha un buco nero.
Slowly,

Intendevo dire che è un po' inutile preoccuparsi di cosa succederà da qui a vent'anni... preoccupiamoci piuttosto di quello che succederà nel futuro prossimo, che da qui a vent'anni tutto può cambiare (in meglio o in peggio!) :D
ECCOLO! Neil De Grasse: è lui che diceva la storia di Bambi come cattiva scelta del nome... non ricordavo dove l'avevo sentita. Grazie!
Ciao a tutti.
La cosa che mi pare di aver capito leggendo il documento che si scarica al link segnalato da Paolo, e' che si sta studiando un possibile metodo per deviare l'asteroide sfruttando una modifica dell'albedo, che determinerebbe una variazione della pressione di radiazione tale da far deviare l'asteroide nel giro di pochi anni. Ovviamente ci sono molte imprecisioni per ora nei calcoli che verranno in parte eliminate con le osservazioni nei futuri anni, ma mi stupiva il metodo di intervento.
Mi sembra incredibile che il semplice effetto della pressione della luce possa spostare l'orbita dell'asteroide: e' vero che si tratta di effetti caotici e che quindi una piccola modifica in un valore di oggi si amplifica in un'enorme variazione tra N anni, pero' non e' che rischiamo di tirarcelo addosso da soli?? :)
Qualcuno ne sa qualcosa di piu'?
Neil De Grasse: "Come si chiama la morte dentro un buco nero? Spaghettification"
Oddio... sto ancora ridendo!
Perchè in Italia non abbiamo della gente così in televisione?

Lanf
@Lanf, non se l'e' inventato lui:
Spaghettificazione
Spaghettification

@Funz, AFAIK nel caso del buco nero non è questa la spiegazione: i fotoni sono privi di massa, quindi non ha senso dire che "se la velocità di fuga è maggiore di c allora i fotoni non possono uscire", mentre -sempre AFAIK- è il proprio lo spazio-tempo che si "incurva" su se stesso, sotto l'effetto del campo gravitazionale; tanto è vero che se il BN è in rotazione, l'orizzonte degli eventi non è una sfera.
@Oscaracciato:

Beh, lui ha reso l'effetto della gravita'. Spiegare con la mela la curvatura della spazio tempo sarebbe stato difficile :-)

Io non la trovo una spiegazione sbagliata, e' quello che effettivamente succede. D'altra parte, la traiettoria di qualsiasi particella o corpo macroscopico in un campo gravitazionale e' determinata dalla sua velocita' (vettoriale) non dalla sua massa. A patto, ovviamente, che quell'oggetto non modifichi il campo stesso (cioe' che il suo campo gravitazionale sia insignificante rispetta a quello in cui e' immerso). Cosa che chiaramente e' vera per i fotoni. Quindi, paradossalmente, quello che ha detto e' piu' vero per i fotoni, che per la materia ordinaria.
DeGrasse è un grandissimo!
psionic, AFAIK è esattamente il contrario di quello che hai scritto, sempre che non abbia frainteso io, leggendoti..
un fotone non ha peso e quindi non è attratto dalla gravità.
Che poi DeGrasse sia un grande fisico ed una persona che buca lo schermo, per carità, non lo metto in dubbio perchè -non ne so sicuramente manco un decimilionesimo di quanta ne sa lui -riconosco quanto riesce a "prendere" il modo in cui lui spiega.
La spiegazione della velocità di fuga > c è comunque dichiaratamente sbagliata, come scritto in qualsiasi testo di fisica.
"un fotone non ha peso e quindi non è attratto dalla gravità."

io non sono esperto, ma credo che un corpo, finché la sua massa è abbastanza piccola, subisce in un dato campo gravitazionale esattamente la stessa accelerazione indipendentemente dalla massa!

Infatti, è vero che se un corpo è piccolo il campo gravitazionale lo attrae con poca forza, ma questo effetto è esattamente compensato dal fatto di avere poca massa e quindi poca inerzia!

Insomma, mi sembra che qui si stia facendo lo stesso errore degli scienziati pregalileiani, che pensavano che un sasso più pesante precipità con maggiore velocità!

Quindi, secondo la fisica classica, nel caso di una particella priva di massa, si avrebbe una "forma indeterminata".

Secondo la fisica moderna, invece, non è vero che la luce non subisce accelerazione in un campo gravitazionele: mai sentito parlare di "lenti gravitazionali"?
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
edit:
ovviamente si, ed è anche per quello che sto dicendo che la velocità di fuga non c'entra nulla con il fatto che dai buchi neri (o meglio, dalla regione all'interno della superficie denominata orizzonte degli eventi) non possa raggiungerci nemmeno la luce.
tra l'altro la deflessione della luce, proprio nella lente gravitazionale, non segue la traiettoria data dalla soluzione della fisica classima ma segue quella data dalla relatività generale, che ad esempio dimostra l'orbita di mercurio che la fisica classica non può dimostrare e la deflessione della luce in prossimità di corpi massivi come il sole (prima schiacciante dimostrazione a favore della relatività, 1919). così come non si dimostra il redshift gravitazionale, visto che il fotone non ha peso, eccetera eccetera..
ed ancora, AFAIK, se fosse vero che l'orizzonte degli eventi è sato solo dalla velocità di fuga, dovrebbe essere identico in caso di BN rotante o meno, carico elettricamente o no, cosa non vera..
quanto vorrei che un fisico vero intervenisse, a questo punto.. :(
(ps: non voglio assolutamente apparire arrogante, mi spiego:
vorrei che intervenisse un fisico vero non per darmi ragione, chè so di aver sicuramente scritto strafalcioni, ma per spiegare per bene le cose come stanno.)
Ringrazio Funz per avermi fatto scoprire fora.tv, un sito grandioso pieno zeppo di filmati eccezionali. Ieri ne ho guardato uno del professor Ian Morison. parlava proprio della relatività:

http://fora.tv/2008/02/21/Prof__Ian_Morison_on_Proving_Einstein_Right

Dura un'ora, ma è veramente utile per capire qualcosa di più.

La cosa fondamentale (in questa discussione) che Morison spiega è che la gravità è una forza apparente, esattamente come quella centrifuga, o quella che sembra sollevarci quando l'ascensore frena (mentre la forza vera sta in realtà proprio frenando l'ascensore lasciando noi continuare come prima). Siamo noi che la "costruiamo" per semplificarci la vita. In realtà gli oggetti curvano lo spazio-tempo attorno a loro, facendo sì che gli altri oggetti, luce compresa, percorrano lo spazio curvato. Il professor Morison spiega chiaramente, ad esempio, che la terra non gira intorno al sole perché è attratta da esso, ma perché sta in realtà procedendo in linea retta in uno spazio-tempo curvo.

Lo spazio-tempo è tanto più curvo quanto più vicino all'oggetto che genera la curvatura, e se l'oggetto che ne subisce un'influenza non ha abbastanza velocità, seguirà la curvatura sempre più fino a dirigersi direttamente sul corpo che genera la curvatura stessa. Nel caso dei buchi neri la curvatura è tanto estrema che nemmeno un oggetto che viaggia alla velocità della luce riesce ad allontanarsi prima che la curvatura dello spazio-tempo la devi abbastanza da indirizzarla direttamente verso il buco nero.

Così per lo meno ho capito io. Spero di non aver commesso errori.
Quindi sì, la luce viene deviata dalla curvatura dello spazio-tempo ai cui effetti diamo il nome di gravità.
Non sono un 'fisico vero', ma qualcosa lo posso dire:
1) il fotone è una piccolissima frazione di energia, quindi per l'equivalenza massa-energia una massa la possiede, anche se infinitesimale.
2) a quel che ricordo, l'attrazione gravitazionale è un effetto della massa che deforma lo spazio attorno a sè; quindi discutere se i fotoni vengano deviati perchè hanno massa o perchè lo spazio si incurva mi sembra inutile, succedono entrambe le cose.
sempre assolutamente AFAIK:
gravità e curvatura dello spaziotempo sono correlate ma separate. Nel calcolare la traiettoria della terra attorno al sole non c'è bisogno della relatività in quanto gli effetti della curvatura dello spaziotempo è talmente bassa da non essere misurabile.
Quando invece si passò a studiare il moto di Mercurio attorno al sole, la gravità da sola non bastava più a spiegarne la traiettoria (si ipotizzò un ulteriore pianeta interno: Vulcano, e si fecero ipotesi ad hoc, complicate e scartate), la relatività invece ne spiegò (e le misure nel '19 diedero una prima importante conferma, seguite poi da altre misurazioni) il moto, proprio con la curvatura dello spaziotempo ad opera del sole nelle proprie vicinanze. i fotoni non hanno massa rilevabile sperimentalmente, la luce deflette per effetto della curvatura:
http://www.theory.caltech.edu/people/patricia/lclens.html
Che strano, nel 1974 già si parlava di asteroidi. O meglio, di "finti nemici", giusto per avere un pretesto per militarizzare lo Spazio.

Curioso come Wehrner Von Braun avesse previsto tutto. Nell'ordine:
- SOVIETICI (Verificato)
- TERRORISMO (11 settembre)
- STATI CANAGLIA (Iran, curioso è che sia il terzo Paese più ricco di petrolio al Mondo...)
- ASTEROIDI (sto benedetto Apophis)
- ALIENI (E.T.? hihihi)

Grazie Paolo per sto pezzo. Almeno mi hai rallegrato una giornata poco piacevole al lavoro ;)
Se Apophis ci casca adosso, i morti potrebbero essere anche alcuni miliardi, pensate se casca in Francia e becca pure un pò di centrali nucleari.

Tutti s'interrogano se la potenza dell'impatto sarebbe sia più vicina a 115.000 o a 65.000 bombe atomiche come quella di Hiroshima.

Un asteroide piccolo di circa 50 metri è capace di disintegrare un area con un diametro di 5 km.
Dato che la massa aumenta con legge cubica rispetto al raggio, Apophis con diametro di 390 metri risulta avere una potenza 470 volte maggiore (195/25)^3.
Ne consegue che Apophis potrebbe distruggere un'area con un diametro di oltre 2.000 km praticamente cancellare l'intera Europa, senza tralasciare il fatto che per anni il cielo si potrebbe oscurare a causa della polvere e delle ceneri mandate in atmosfera, con conseguente brusco abbassamento della temperatura ed altri problemi vari.

Non mi sembra sia il caso di scherzare su Apophis.
1 credo che se qualcosa non va o qualcosa dai loro calcoli li risulta che adesso l asteroide ha la traiettoria per entrare in colisione con la terra di certo noi civili non lo veniamo a sapere e comunque mancano 20 anni e ti dicono gia la traiettoria che farà va a una velocità che credo si aabbastanza elevata poi in 20 anni navigando per lo spazio dovra risentire di gravità di altri pianeti mi sa di aver letto che sfiorera marte..domanda...ma essendo piu grande marte dell asteroide potrebbe modificarli un po la traiettoria??questa è una domanda rivolta achi ha studiato e puo rispondere....non ho studiato infatti sto esprimendo miei pareri in base a quel poco che so....magari siamo cosi fortunati che l asteroide cambia direzzione in base a tempeste magnetiche create dal sole cosi da guidarla dritta dritta sulla terra...hahah(piu fortunati)
> La NASA ha già chiarito che il rischio
> d'impatto di Apophis con uno di questi
> satelliti artificiali è insignificante,
> quindi non rischiate di vedervi inter-
> rompere la partita della squadra del cuore.

Ho capito, il satellite di Sky me lo devo abbattere da solo...
Odifreddi (Markogts, commento 12) ha torto e ragione perchè, a certe condizioni, in matematica il problema dei 3 corpi è risolvibile; nella vita di coppia basta aggiungerne un terzo senza badare al sesso: non est disputandum. E veniamo al nostro Apophis, o chi per lui, magari 3 o 4 volte più grande: Cerere, il maggiore degli asteroidi tra Marte e Giove misuta 1.000 km per diametro. Viene avvistato e sappiamo di andare a sbatterci contro. La scienza si muove, è trovato il rimedio per depistare l'oggetto teppista: cari, care, si va a ramengo. Perchè manca la grana, el dinero, non le teste pensanti, che pure costano, ma la grana per finanziare l'impresa. La stessa grana che non muove un dito per raddrizzare questo pianeta, che non spende un euro, o un dollaro,etc, per cercare altrove ciò che dissipiamo quaggiù. E chi muore di fame? Basta, per rispetto al blog. Care, cari, se il buon Apophis ci piomberà tra capo e collo per finanziaria inerzia, sarà giusto ce noi coglioni si vada tutti a ramengo. Ahimè.