skip to main | skip to sidebar
231 commenti (ultimi)

Antibufala: bicarbonato per curare il cancro

Oncologi tutti a casa: il cancro si batte col bicarbonato


L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. Vignetta di Moise, pubblicata inizialmente su AFNews e ripubblicata qui per gentile concessione dell'autore.

Su Giornalettismo.com è uscito un articolo che mi ha lasciato incredulo quando mi è stato segnalato: poi ho verificato la realtà dei fatti descritti e mi sono dovuto arrendere all'evidenza dello squallore. C'è chi sostiene che per debellare il cancro basta usare il bicarbonato e addirittura presenta in video un caso di guarigione avvenuta con questo metodo.

Certo, chi lo sostiene è Massimo Mazzucco, che non solo non è un oncologo (è un fotografo e occasionale regista) ma è noto per il suo sostegno ad altre teorie eccentriche come le scie chimiche, la negazione dello sbarco sulla Luna, l'ufologia e le teorie di complotto intorno all'11 settembre. Ne ho dimenticata qualcuna? Ah, sì: la Terra cava (noi vivremmo sulla superficie interna di una sfera che contiene l'intero universo; googlate "concezione endosferica" e piangete). Ma molta gente che s'imbatte in questo suo video non sa quale genere di idee sponsorizza il suo autore e di fronte all'impatto emotivo di una testimonianza visiva può convincersi di essere di fronte a una rivoluzione medica, soppressa dai grandi interessi delle società farmaceutiche.

Se poi viene a sapere dal video che la terapia col bicarbonato è addirittura consigliata da un medico, Tullio Simoncini, l'opera di persuasione diventa ancora più forte.

Ora, finché si vuole speculare sullo sbarco sulla Luna o sui morti dell'11 settembre o vendere film di ufologia, pazienza; ma giocare con la disperazione di chi è colpito dal cancro o di chi vede un suo familiare subire questa malattia è troppo.

Perché di gioco si tratta: un gioco squallido e pericoloso. Per fortuna è condotto dilettantescamente da chi vorrebbe far pagare agli altri il prezzo dei propri deliri. John B, il debunker di Giornalettismo.com, analizza il filmato nella versione ad alta risoluzione e scopre che sono addirittura i documenti presentati in video a sostegno della terapia del bicarbonato a sbufalare la testimone, una certa Lorna del Queensland, in Australia.

Lorna non ha affatto mollato la terapia medica convenzionale, come invece dichiara nel video, ma ha subito un intervento chirurgico denominato TURBT: la resezione transuretrale del tumore alla vescica che le era stato diagnosticato. Altro che bicarbonato. Questo dettaglio cruciale non si vede nella versione a bassa risoluzione del video, ma si legge chiaramente in quella ad alta risoluzione a 14 secondi dall'inizio:



Anche se la nostra attenzione viene sviata dalle parole evidenziate da Mazzucco, leggiamo la prima riga dattiloscritta: "...today after her TURBT last week. She tolerated the procedure well". In altre parole, si è fatta operare secondo una procedura chirurgica assolutamente tradizionale e convenzionale, di cui può non essersi accorta per via della sua natura microinvasiva (si passa dall'uretra, senza quindi aprire il paziente).

Il video si sbufala da solo, insomma: ma quanti se ne accorgerebbero, specialmente guardando la versione a bassa risoluzione, in cui le parole sono illeggibili?

E Simoncini? Condannato per omicidio colposo e truffa aggravata e radiato dall'albo per aver somministrato acqua e bicarbonato a due malati di cancro, facendo spendere 7500 euro a testa, e per aver prodotto una letale lacerazione dell'intestino a un paziente iniettando il suo cocktail nella massa tumorale. E' convinto che il cancro sia un fungo.


2009/02/15


Dai commenti alla prima stesura di quest'articolo è emerso il ruolo importantissimo di un utente medico, WeWee, nello sbufalamento della vicenda. La sua discussione con gli utenti di Luogocomune.net e Massimo Mazzucco è pubblicata qui ed è molto educativa sia sulla vicenda medica descritta, sia sul modo di comportarsi di Mazzucco quando viene colto a pubblicare una bufala.


2009/02/18


Ecco le scansioni dei documenti medici mostrati nel video di Mazzucco. Sono tratte da Luogocomune.net, rispettivamente qui e qui, e sono cliccabili per ingrandirle.





A questo punto la menzogna è purtroppo ineludibile.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi.
Siate civili e verrete pubblicati, qualunque sia la vostra opinione: gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo sito. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti.
Commenti
Commenti (231)
Perché non facciamo ingollare un paio di kg di bicarbonato a Mazzucco e Simoncini? Se serve a guarire, male non dovrebbero stare, magari guarisce pure i neuroni stanchi :-)
È veramente vergognoso spargere false teorie su una cosa tragica come il cancro... Poi magari le persone malate abbandanono le chemio o le radio terapie per utilizzare il bicarbonato: so bene cosa si passa in certi momenti, in preda alla disperazione uno cerca di provare tutto quello che si può.
Chi propaga queste false informazioni dovrebbe essere denunciato!
Che schifo, questi sono veri criminali, a mio parere. Molto di piu' dei ladri e pure degli assassini.

Un assassino uccide una persona, ma dopo che questa e' morta, al massimo c'e' il dolore di chi resta.
Giocare con la mente, e rovinare la vita, delle persone, e' molto peggio.
Io sono semplicemente basito e mi domando dove possa arrivare la scempiaggine umana.

Capisco che una persona nel dolore e disperazione derivante dalla prospettiva di una morte imminente possa aggrapparsi a tutto, anche agli stergoni, ai riti woodoo; ma che lo faccia una persona apparentemente sana e razionale, no. Non lo tollero.

Adesso sono curioso di conoscere le spiegazioni di Mazzucco in proposito. Immagino sarà colpa del solito complotto.


--Alex
C'è stata un'ampia discussione sul sito di mazzucco (luogocomune) a seguito di questo articolo.
Semplicemente non ammette nemmeno l'evidenza.
Queste persone mi fanno letteralmente schifo.
Non lo fate sapere ai nostri politici!! Altrimenti presto qualcuno cavalcherà la tigre (le speranze dei malati) ed esigerà che la sanità pubblica sperimenti la cura su malati in carne ed ossa. Di Bella docet.
Non ho parole...
Beh, se pensate che la cosiddetta "cura Di Bella" (che una decina d'anni fa ha fatto buttare nel cesso miliardi su miliardi di soldi pubblici, grazie Bindi) si basava sostanzialmente sulla somministrazione di un po' di vitamine... bisogna sempre tenere la guardia altissima e prendere queste cose molto sul serio, non liquidarle come i semplici delirii di un cialtrone, perché spesso i delirii vengono acclamati a furor di popolo.
Io sono allibito; posso capire l'ottusità di chi crede che ogni cosa che accada sia legata ad eventi creati ad hoc da enti e/o gruppi dediti alla conquista del mondo, ma qui si oltrepassa il limite, si specula con le insicurezze e sofferenze delle persone. Sarebbero da mandare in galera.
Disgraziatamente il fenomeno e' diffusissimo.
Se frequentaste il newsgroup it.salute ed altri come it-alt.salute.tumori e it-alt.salute.medicina alternativa trovereste decine di persone che cercano di proporre tesi come queste ed altre persino piu' sconvolgenti nella speranza di poter acchiappare e spennare persone disperate: visitate questo sito delirante!
http://www.mednat.org/index.htm
gestito da un soggetto ben noto
http://www.arcetri.astro.it/~comore/skeptic/vanoli_faq.html
interessantissimo il vangelo di Mazzucco su intuizione e deduzione.

in sintesi egli dice che "noi" siamo portati a non credere al bicarbonato poichè assumiamo DOGMATICAMENTE che una malattia incurabile non sia debellabile cosi' facilmente.

E quindi "lui" ci fa notare DOGMATICAMENTE che 18 guarigioni in 25 anni sono la prova che il bicarbonato è la risposta.

domandine:
- come fai a dare per assodate scientificamente queste guarigioni ?
- 18 non sono pochini?
- quanti morti contro 18 vivi ?
- ma erano ammalati davvero ?
- 18 in 25 anni non è l'esatta proporzione dei casi di remissione spontanea ? per la serie, potevano anche bere acqua fresca che sarebbero guariti ?

ma specialmente:

- se mio zio medico scrivesse a Mazzucco una email dicendogli che ha guarito 18 persone in 25 anni dall'aids grazie alla creme brule', c'e' la possibilità che mio zio diventi famoso ????
- se mio zio medico scrivesse a Mazzucco una email dicendogli che ha guarito 18 persone in 25 anni dall'aids grazie alla creme brule', c'e' la possibilità che mio zio diventi famoso ????

Crème brulé --> Paziente felice --> Morale alto --> Maggior possibilità di guarigione spontanea

Tuo zio un pochino ha ragione!!! :D
Almeno Di Bella (in persona) non si faceva pagare...mentre gli altri suoi adepti sì e tanto anche!

Già visto a Striscia e ... non ricordo dove...
Paolo, hai visto che nel finale del pezzo ci stanno pure i "mitici" fratelli Marcianò?

E ti pare che in una teoria sconclusionata (questa pure pericolosa) non trovino il modo di infilarsi pure loro? ;)

justfrank

giornalettismo.com
Le leggende in campo medico mi fanno inc***are come una bestia. Non sono un medico, di terapie so poco, ma sono biologo e qualcosa, di reazioni dell'organismo, ne capisco.

Questa gente non è vergognosa, questa gente non è da compatire, questa gente è un gruppo di pazzi criminali che andrebbero internati a vita in isolamento per evitare anche solo che incrocino lo sguardo con qualcuno a cui potrebbero fare del male. La cosa che mi fa più schifo è che non sono affatto d'accordo quando dici che si tratta di un gioco. Non è un gioco: sono assolutamente convinti di quello che dicono e che divulgano, altrimenti il signor Simoncini (radiato dall'albo, chiamarlo dottore sembra un po' tanto) non avrebbe provato su cavie umane le sue teorie.

Sono pazzi criminali, non approfittatori
....ma chi me lo fa fà!

Mi raccomando, Paolo, sempre al servizio dell'ordine costituito.

"E Simoncini? Condannato per omicidio colposo e truffa aggravata e radiato dall'albo per aver somministrato acqua e bicarbonato a due malati di cancro, facendo spendere 7500 euro a testa."

Mi dici quanta gente, ogni anno, muore con le cure TRADIZIONALI?

Mi dici, perciò, quanti "luminari" dovrebbero essere condannati per omicidio?

Non ti rendi conto di quanti TUOI simili vengono a mancare nonostante seguano il solito iter per "sconfiggere" il cancro?

Non ti sarà capitato di avere parenti e/o amici/conoscenti che hanno avuto un caso di cancro in famiglia?

Non ti rode per la mancanza di una cura contro questa malattia?

Statti bene.

Luka78
@Luka78: e tu non sai nulla della sperimentazione che porta ad una terapia, quindi evita di parlare di cose che non sai. La gente muore di cancro anche con le cure attuali, figuriamoci con un "rimedio" come quello del bicarbonato, che più che far passare il mal di pancia non fa.

Per favore, abbi rispetto dell'intelligenza umana
Ma avete letto il forum del sito di Simoncini? Cose allucinanti.. io quella gente la ammazzerei tutta.. a dare false speranze alla gente disperata..
solo un pò di carcere ci vorrebbe. Semplice ed essenziale.
@luka

torna quando avrai notizia di qualcuno realmente guarito con la cura al bicarbonato. Guarigione verificabile e documentata.

Siccome persino Mazzucco è dovuto ricorrere ad un video contraffatto, dubito che tu avrai miglior fortuna.

Nessuno dice che le cure "tradizionali" siano definitive contro il cancro, anzi è scritto chiaramente che sono efficaci più che altro nelle fasi iniziali, e l'efficacia varia da caso a caso.

Il bicarbonato è una palla, e Simoncini ha un bel sito sul quale vende un libro che spiega che "il cancro è un fungo", quando la scienza medica sa benissimo che non è affatto così. Guadagna sulla disperazione della gente.

A te non fa schifo uno così?
Luka78, non vale neppure la pena di risponderti, non so perche' lo faccio...

Ma sei in grado di ragionare?
Da condannare e' chi tenta di uccidere una persona, non chi tenta di salvarla e non ci riesce!

Volete infallibilita' dai medici (o meglio dalla scienza in generale), ma poi preferite credere a chi neppure fornisce prove a suffragio delle proprie teorie.
Articoli come quello che ti è stato segnalato, Paolo, fanno male. Anzi, fanno star male, perché dimostrano che esistono tante cose, fatti e, putroppo, personaggi senza i quali il mondo sarebbe non dico perfetto, ma sicuramente migliore.

E dispiace, purtroppo, constatare come alcuni di questi personaggi si annidino proprio tra i commentatori di questo tuo articolo.
non rispondo nemmeno al tale che si fida del bicarbonato, ma ero a conoscenza di questa bufala già da diverso tempo purtroppo. Ho visto anche dei figuri in tv mi pare, ma non ricordo purtroppo dove ed in quale occasione o veste. Già che ci sono vi segnalo un articolo che ho scritto a proposito di un'altra "miracolosa" cura per il cancro che promette benissimo (di essere una bufala)
@ Giuliano:
"@Luka78: e tu non sai nulla della sperimentazione che porta ad una terapia, quindi evita di parlare di cose che non sai."

Bè, allora, su questo mondo, dovrebbe parlare solo chi è del mestiere? Pensa che libertà d'espressione!

""Per favore, abbi rispetto dell'intelligenza umana"

Infatti ho rispetto per l'intelligenza umana. Ed è appunto per questo che mi incavolo quando certi rimedi non vanno a buon fine e non se ne trovano altri, a distanza di decenni, per sconfiggere il cancro. Non che sia facile, ma che diamine, passano i decenni e stiamo sempre punte e a capo. Non è che ormai, nella faccenda cancro, c'è di mezzo il businness?

@ Redazione:
"Il bicarbonato è una palla, e Simoncini ha un bel sito sul quale vende un libro che spiega che "il cancro è un fungo", quando la scienza medica sa benissimo che non è affatto così. Guadagna sulla disperazione della gente.

A te non fa schifo uno così?
"

A me fa schifo qualsiasi essere umano che approfitti dei suoi simili in qualsiasi circostanza.
Chiarito questo, Simoncini, secondo te, non starà facendo dei tentativi per guarire, non dico definitivamente, ma anche per dare più dignità a chi, ormai, gli è rimasto da vivere ancora per poco?
Ritornando a quanto scritto a Giuliano, non è che ha toccato il "nervo" dell'eventuale businness che si trova dietro alla "cura del cancro"?

@ Psionic:
"Luka78, non vale neppure la pena di risponderti, non so perche' lo faccio..."

Non sei obbligato. Le mie erano domande che mi faccio quando vedo - come voi tutti - gente che muore per il cancro.

"Ma sei in grado di ragionare?
Da condannare e' chi tenta di uccidere una persona, non chi tenta di salvarla e non ci riesce!
"

Scusa, ma secondo te cercare cure ( cosiddette ) "alternative non significa tentare di salvare una persona?

"Volete infallibilita' dai medici (o meglio dalla scienza in generale), ma poi preferite credere a chi neppure fornisce prove a suffragio delle proprie teorie."

Simoncini non ha detto che per lui il cancro è un fungo?
Questo è uno dei motivi per cui occorre lottare contro il Cialtronismo.

Grazie Paolo.
"noi vivremmo sulla superficie interna di una sfera che contiene l'intero universo; googlate "concezione endosferica" e piangete"

Abbi pazienza, ma su questa sono d'accordo con loro.
E' come la storia del matematico che doveva catturare 100 cavalli scappati: ha fatto un recinto di un metro quadrato attorno a se' stesso, e ha detto "dichiaro me stesso punto esterno al recinto".
Quindi, "dichiaro me stesso punto esterno alla Terra", ed eccomi all'interno di una sfera negativa che contiene tutto l'Universo.
@luka78

qui non è che si mette in dubbio una cura alternativa ma è che non si considerano le azioni dei truffatori.

E non tanto perchè Simoncini è stato condannato, ma perchè la comunità scientifica considera ridicola la pratica del bicarbonato.

sai, è un po come per l'11 settembre: si sono messi tutti d'accordo ? tutti i medici dell'universo nascondono l'uovo di colombo ? le famigerate multinazionali pagano tutti ? chiunque ? CHIUNQUE ?

e per far mie parole di Paolo, possibile che nessun medico anche in punto di morte dica che è vero ? ancora meglio: esistono medici che contratto un cancro si spalmano di bicarbonato ? e se guarissero, tutti zitti ?

quello che rimane è la verità. una verità semplice e triste allo stesso tempo, SCIENTIFICA
non è possibile... mi verrebbe da dire che questa storia è tutta inventata.. il cancro un fungo? bicarbonato ?? e questo era un medico?????
@Luka78:

Scusa, ma secondo te cercare cure ( cosiddette ) "alternative non significa tentare di salvare una persona?

Chiediti solo, e perche', vengono definite "alternative": Una cura e' una cura. E, soprattutto, una cura, o qualsiasi cosa, diventa tale quando ne viene provata l'efficacia (ed efficacia non vuol dire "infallibilita'". L'infallibilita' non esiste, in nulla)

Simoncini non ha detto che per lui il cancro è un fungo?
Questa e' la tesi, la teoria. E quale sarebbe la prova, di grazia?
Che ne so, una biopsia... un confronto istologico tra le cellule di un fungo e quelle tumorali. Queste sono cose tangibili, cose che ognuno puo' vedere e dire: "si', e' cosi'", "no non e' cosi'".

Tra l'altro, permettimi di dirtelo, il fatto che i tumori siano cosi' difficili da guarire, e' un costo per la societa', non certo un vantaggio. E' brutta metterla su questi termini perche' ovviamente sono piu' importanti le persone dei soldi, ma visto che avanzi la solita ipotesi di complotto, pensa solo che una persona ammalata di tumore e' "inutile" alla societa' e in piu' richiede assistenza, tempo, denaro, persone. Tutte cose che utilizzane in altro modo nella societa', sarebbero sicuramente piu' proficue.

P.S.
Ti chiedo un'altra cosa che non c'entra con l'argomento, ma e' tanto per farti riflettere: quanto meglio sarebbe se nei blog tipo TankerEnemy si potesse discutere in questo modo? Perche' secondo te non e' possibile?
Per colpa delle persone che commentano? Quelle stesse persone, tu ed io, stanno commentanto in questo blog in maniera assolutamente civile, non vedo perche' non potrebbero farlo allo stesso modo da altre parti...
@Luka78: No, dovrebbe parlare chi ha competenza, non è necessario essere del mestiere. La competenza si acquisisce anche studiando, non si può avere un'opinione su qualcosa che non si conosce. E la libertà d'espressione c'entra come il cavolo a merenda: non si è liberi di divulgare idee dannose, almeno non più di quanto si sia liberi di andare in giro e passare tutti i semafori con il rosso, per lo stesso motivo: si fanno danni.

Il cancro, come lo chiami tu e come lo chiama chiunque non abbia studiato, è qualcosa che va al di là di una semplice cura, per due motivi: prima di tutto non esiste "il cancro", ma esistono una serie di malattie che hanno in comune il proliferare incontrollato delle cellule, che sono scatenate da cose differenti e quindi non possono essere trattate tutte alla stessa maniera. Secondo: un tumore origina dalle cellule del corpo, quindi combattere un tumore è combattere qualcosa che è difficile (chimicamente) da distinguere dalle cellule del corpo.

L'intelligenza umana non è rispettata quando si pensa che bastino pochi mesi per curare "il cancro", quando da mille anni esiste il raffreddore ancora non c'è un vaccino.
@Luka78: dimenticavo: anche il businness c'entra come i cavoli a merenda. Sai quanto è pagato un ricercatore qui in italia? Fatti un'idea, se va bene (ma proprio tanto bene) fa 2000 euro lordi al mese.
Certa gente fa solo PENA, andrebbe aiutata.

Si tratta di persone che probabilmente non hanno nulla dalla vita, il cui unico motivo di gioia è credere in "qualcosa" e convincere gli altri.

Non hanno amici, vivono semplicemente nel loro mondo, l'unico che gli da gioia.

Una persona che crede nelle scie chimiche o che cerca di difendere queste "cure alternative" o è un grandissimo ignorante (cosa, ahimé, sempre possibile) o è una persona che ha bisogno di credere in queste cose, perché non ha più nulla in cui credere.
@ Giuliano:

Anch'io, come qualcun'altro con me, ti dico la stessa cosa: non vale neppure la pena di risponderti"
Tu sarai senz'altro una persona intelligente che invece di "cancro" dice TUMORE.
Bravo l'intelligentone mio!

@ Psionic:
"Tra l'altro, permettimi di dirtelo, il fatto che i tumori siano cosi' difficili da guarire, e' un costo per la societa', non certo un vantaggio. E' brutta metterla su questi termini perche' ovviamente sono piu' importanti le persone dei soldi, ma visto che avanzi la solita ipotesi di complotto, pensa solo che una persona ammalata di tumore e' "inutile" alla societa' e in piu' richiede assistenza, tempo, denaro, persone. Tutte cose che utilizzane in altro modo nella societa', sarebbero sicuramente piu' proficue."

Tu mettila come businness per qualcun'altro e non per lo stato che, senza dubbio, spende soldi per l'assistenza. Tanto lo stato - lo dovresti sapere - campa con le tasse che noi comuni mortali sganciamo mese dopo mese.

Ognuno si rapporta come meglio crede. Quando gli argomenti vengono fatti scadere, si può anche avere la voglia di non discutere più di tanto con chi ti prende in giro.
@luka78: ma hai capito cosa ti ho detto? Chiamalo cancro, tumore, neoplasia, come ti pare, ma NON E' POSSIBILE curarli tutti come fossero un'unica malattia. Esiste il retinoblastoma, esiste il canro del fegato, esiste il cancro del pancreas e ne esistono altre decine. Ognuno diverso dall'altro. Ora dimmi, sei riuscito a capire?
@Luka78

Bè, allora, su questo mondo, dovrebbe parlare solo chi è del mestiere? Pensa che libertà d'espressione!

Sì, domani io apro uno studio medico e curo il mal di schiena con il Viacal. E a chi mi dice qualcosa replico invocando la libertà d'espressione.

Caro Luca, è evidente che non sai di cosa parli, ma tu almeno non fai male a nessuno. A meno che tu non sia un politico!

Quello che preoccupa è proprio quella che io definirei come "arroganza degli ignoranti", che prende sempre più piede nella politica e nell'informazione, che mette sullo stesso piano medici e santoni, astronomi e astrologi, letterati e veline.

Mi preoccupa questa lacuna logica: ci sono centinaia di migliaia di medici che dedicano la vita intera a studiare una certa patologia. Arriva lo sborone di turno, dice che son tutti degli str*** e che lo sa lui come si cura il cancro. Alcuni malati gli credono: li capisco. Ma i politici, i giornalisti no, che diamine!!
@Giuliano:

lascia stare... film già visto... ho assistito a mille dibattiti simili, si finisce sempre per far domande a cui non si hanno risposte, a vedere i paladini dell'eguaglianza dei pensieri (ma il loro un po di piu'!) scaldarsi, e si finisce come al solito...

pietà :-)
@stell: hai ragione. Film già visto anche per me. Ma se si parla di roba medica ho gli strumenti per capire e rispondere e... è più forte di me :-)
Luka78,
mi auguro sentitamente che ne tu ne nessuno dei tuoi vi troviate mai nelle condizioni di dover lottare contro un tumore.

Ma se per tua disgrazia un giorno dovessi trovarti in questa terribile situazione facci sapere come ti sarai indirizzato per le cure: se verso la cosiddetta medicina 'tradizionale', imperfetta ma con risultati provati, oppure verso le terapie 'alternative' a base di cristalli, bicarbonato e vitamine.

Saluti
@Giuliano:

ti capisco! per me vale lo stesso per l'informatica :-)

@luka78

personalmente, ci divide questa leggera differenza.

tu assumi che la libertà impone di accettare la teoria del bicarbonato.

Anche per me è così, ma ci aggiungo "se viene dimostrato scientificamente".
Poichè così non è, il discorso è chiuso.
@ Brazov:
Ciò che scrivi è giusto ( non riporto tutto il tuo post ). Ma qui non si mette in dubbio il "mazzo" che si fanno coloro che studiano tutta la vita nel campo - in questo caso - della medicina, ma l'arroganza con cui vengono apostrofati certi medici che...escono fuori dal seminato perchè così vogliono fare, perchè, chissà, stufi di un certo clichè ( si scrive così? ) per la cura del cancro.
Qui non si vuole dire che bisogna dare retta al primo che si alza e manda a quel paese il lavoro svolto dagli altri ( troppo facile, ma anche da pazzi ), ma solo il perchè non si riesce a trovare una cura per il TUMORE ( scritto bene, Giulià? ).
Poi, mettila/mettetela come vi pare.
Di mezzo non c'è nessun santone/imbonitore da salvare. Non servono a nulla.

Un saluto.
@luka78: sì, è scritto bene. Ma è meglio neoplasia.
@ stell:
"tu assumi che la libertà impone di accettare la teoria del bicarbonato."

NO e non far finta di non capire :-)
La libertà, se è tale, NON deve imporre nulla. Ti deve dare la possibilità di poter scegliere ciò che si ritiene possa andare bene.
Quindi, visto che potrebbe essere un rimedio - anche se non definitivo - perchè non posso essere libero di scegliere?
Sì, domani io apro uno studio medico e curo il mal di schiena con il Viacal. E a chi mi dice qualcosa replico invocando la libertà d'espressione.

Giusto, e allora domani io sai cosa faccio? Riempio una pallina di plastica con delle palline di ceramica più piccole e dico che con quella si può lavare senza usare il detersivo che inquina...! E la vendo a 1000 volte il suo costo.

...

Come? L'hanno già fatto???
@Giuliano:

sono OT, sorry, ma pensavo:
se mai mi venisse il brutto male, spero ardentemente che non mi si dica "lei ha una neoplasia", perchè tirerei un sospiro di sollievo e chiederei che pastiglia prendere!

pero' si ricollega al blog di paolo ed al potere del suono delle parole conosciute e non: TUMORE fa paura, NEOPLASIA... una parola pastica, innocua... se non la si conosce
Luka78,

Mi raccomando, Paolo, sempre al servizio dell'ordine costituito.

Non c'è che dire, un bell'esordio. Spalare letame addosso alla gente che osa chiedere la verità funziona sempre, vedo. Evita di dover pensare.



Non ti sarà capitato di avere parenti e/o amici/conoscenti che hanno avuto un caso di cancro in famiglia?

Visto che hai toccato questo tasto, sì. Ho un parente in cura per il cancro e sta bene. Ho avuto un parente morto di cancro. Era un medico. Secondo te, perché a lui non è venuto in mente di usare la cura del bicarbonato? Ligio al Grande Complotto Farmaceutico fino all'ultimo?

Ti conviene ritirarti dalla discussione ora, prima di partorire altre squallide scemenze e insultare i morti.
@Luka78:

hai fatto un esercizio grammaticale.
il succo non cambia.
Sei libero di scegliere. come ho detto, tu sei libero e scegli il bicarbonato.
io sono libero e scelgo il bicarbonato. Se è dimostrato scientificamente. Ops, non è cosi'. non lo scelgo piu'.
A te invece continua a stare bene ? libero. appunto.
@ Paolo Attivissimo:
"Ti conviene ritirarti dalla discussione ora, prima di partorire altre squallide scemenze e insultare i morti."

Non ti allargare!
Per quanto riguarda il "partorire scemenze"...
Ma siamo al solito discorso: tu puoi parlare, tu sai tutto, tu sei intelligente e puoi dire tutto di tutti anche se non sei del mestiere. Gli altri non sanno nulla, dicono cavolate e non sono del mestiere. Bò!

Ciao.
@luka78:

che noia, si finisce sempre cosi'...

paolo, meno male che ci sei tu, altrimenti qualcuno non avrebbe più scuse per uscire da un discorso...

sei il male assoluto!!! :-) :-) :-)
Luka,
tutti hanno diritto di parola.

Se portano argomenti verificati o verificabili, di cui hanno una conoscenza apprezzabile, le loro parole hanno un peso.

Se portano argomenti non provati, idee non falsificabili, senza esperienza ne studi in materia, allora le loro parole non hanno peso.

Vedi, se parli sapendo qualcosa dell'argomento, allora il contributo è utile, anche se è solo una singola esperienza personale.
Se invece riporti dei sentito dire, senza una conoscenza diretta e senza prove.... hai solo sprecato del tempo ed hai fatto la figura dell'allocco....

La parola chiave è sempre la stessa: PROVE!!!!

Ciao
Luka.. come sempre è una questione di metodo.
Uno non può sapere tutto, ma se si rapporta ad una cosa che non sa con il metodo corretto, fa un servizio a se stesso e agli altri.
Ma siamo al solito discorso: tu puoi parlare, tu sai tutto, tu sei intelligente e puoi dire tutto di tutti anche se non sei del mestiere. Gli altri non sanno nulla, dicono cavolate e non sono del mestiere. Bò!

E' abbastanza inutile tentare di buttarla sul piano personale delle accuse contro di me. E' un copione già visto, e non attacca.

Io non mi atteggio a fonte del sapere. Io chiedo agli esperti, quelli che fanno queste cose per mestiere. E chiedo prove concrete di fronte a una terapia miracolosa e rivoluzionaria, come farebbe chiunque si trovasse di fronte un santone che afferma di fare miracoli con il bicarbonato. Se arrivano, accetto e plaudo; se non arrivano, ne deduco che è un pacco.

Tu preferisci fidarti di una terapia non documentata, non confermata, non spiegata e che ti fa costare 7500 euro del bicarbonato? Accomodati. Sicuramente in questo modo ciascuno avrà la terapia che si merita.
Quindi, visto che potrebbe essere un rimedio - anche se non definitivo - perchè non posso essere libero di scegliere

Perche' la proprio liberta' termina dove comincia quella degli altri.

E' ancora una volta, lo stesso motivo per cui non puoi avere la liberta' di schiantarti in macchina contro qualcun altro, ma puoi farlo contro un muro, se proprio vuoi. Anche se comunque, in questo caso, a qualcuno probabilmente farai male (indirettamente e non fisicamente) lo stesso.

Per la stessa ragione, uno ha diritto a provare il bicarbonato su se stesso, se vuole, ma non su altri, non prima di avere una qualche ragione valida per pensare che possa funzionare
@ Claudio Casonato:
"Luka78,
mi auguro sentitamente che ne tu ne nessuno dei tuoi vi troviate mai nelle condizioni di dover lottare contro un tumore.
"

Ti ringrazio e lo spero anche per te e tutti quelli che stanno leggendo questo blog!

"Ma se per tua disgrazia un giorno dovessi trovarti in questa terribile situazione facci sapere come ti sarai indirizzato per le cure: se verso la cosiddetta medicina 'tradizionale', imperfetta ma con risultati provati, oppure verso le terapie 'alternative' a base di cristalli, bicarbonato e vitamine."

Intanto, come prima cosa, facciamo le corna! Non si risolve nulla, ma è pura scaramanzia.
Dici bene: che cure effettuare? Me lo sono domandato varie volte. Proprio cinque giorni fa è deceduto un mio collega di tumore. Se ne era reso conto da un 14 giorni e chissà, forse anche per puro caso.
Un'altro collega andato via così, come, purtroppo, altre persone che conoscevo. Ma queste brutte esperienze capitano a tutti noi.
E appunto per questo che uno vorrebbe una cura al tumore. Qualsiasi idea, fatta da chi di dovere, per me è cosa buona.
Ma da quello che vedo...
A me sembrate solo un branco di invasati. Non vedo nulla di male in ciò che dice Simoncini, sono un medico, ho una certa apertura mentale, e quindi sono una pazza criminale anche io. Ma datevi una calmata e abbiate la pazienza di documentarvi civilmente su quello che una persona controcorrente faticosamente afferma, potrebbe tornare utile a tutti noi. Sempre con questa caccia al mostro e alle streghe, e sveglia.
@Luka: Qualsiasi idea? Ok, allora imbottisci un malato di nicotina endovena. E' un'idea come un'altra.
@ Enza
Ciao. Enza.
Le tue sono giuste parole. Hai riassunto quello che penso. Se si creano muri, non si fa nulla. E non si va da nessuna parte.
C'è che li erige per una propria convinzione, chi per difendere certi interessi ( non è il caso dei lettori di questo blog ), ecc...
Quel minimo di apertura mentale, che non significa - così come ho scritto qualche post fa - dare voce al primo che si alza e non crea nulla di costruttivo, è quello che ci vuole.
Un saluto.

Luka78
@ Giuliano:
"@Luka: Qualsiasi idea? Ok, allora imbottisci un malato di nicotina endovena. E' un'idea come un'altra"

Vedo che non vuoi capire.
Contento tu. E contenti tutti quelli che sono ad un passo dalla morte grazie a questo modo becero di vedere le cose!
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Enza, spero tu stia scherzando (o che tu sia un troll, visto che questo e' solo il tuo terzo post da quando hai creato questo account). Di "medici" truffatori/imbonitori/ignoranti bastano gia' quei (per fortuna) pochi che ci sono
@Enza: è proprio di medici che credono a queste fandonie che ho paura io, perché hanno in mano la salute della gente. E qualcosa la so anche io.
Enza,

guarda che chi fa la caccia al mostro e alle streghe è chi sostiene che vi sia un complotto per occultare queste mirabolanti terapie.

Io mi limito a chiedere delle prove che queste terapie alternative funzionino. Non mi pare una pretesa eccessiva. Ti metto in mano la vita mia o di un familiare, scusa se voglio sapere che cosa di preciso gli vuoi fare.

Visto che dici di essere un medico, ci puoi spiegare il principio di funzionamento del metodo del bicarbonato? Hai dei trial clinici in doppio cieco che ne confermino l'efficacia?

Limitiamoci ai fatti, senza polemiche inutili, e vediamo cosa viene fuori. Io sarei il primo a festeggiare se il bicarbonato sconfiggesse il cancro (anzi, tutti i cancri), ma visto che le fregature in questo campo abbondano, vorrei prima avere delle prove. Tu le hai?
Luka. Ma cosa credi che la ricerca di nuovi principi attivi o di nuove terapie antitumorali si sia fossilizzata da trent'anni sui soliti chemioterapici?
Ma hai una vaga idea di che cosa si fa nei laboratori di ricerca di tutto il mondo? Credi che non vengano prese in considerazione ogni giorno centinaia di diverse nuove strade e strategie?
@Luka78: quale parte di "l'idea va sperimentata e verificata scientificamente" non ti è chiara?
ehm, lo so che ci sono milioni di argomentazioni tutte valide per rispondere a queste uscite, ma "do not feed the troll!" Utilizziamo gli spazi intelligentemente per cortesia!
Enza ha scritto: sono un medico

ancora per poco temo.. la professione medica non è compatibile con le speculazioni filosofiche e c'è la radiazione dall'albo e la proibizione ad effettuare qualsiasi pratica medica
voglio farvi cadere la mascella, leggete queste righe e inorridite

Tullio Simoncini, è un medico chirurgo romano, specializzato in oncologia e in diabetologia e malattie del ricambio, è anche dottore in filosofia. La sua nota distintiva caratteriale è l’insofferenza per la falsità e la menzogna. A livello scientifico ciò si traduce in una forte opposizione contro ogni tipo di conformismo intellettuale.
Se si considera il totale fallimento dell’oncologia ufficiale, si capisce la sua posizione estremamente critica nei confronti di un sistema planetario scientificamente morto e produttore di morti. È uno sportivo che cura costantemente il suo stato fisico cercando di obbedire alle elementari regole della natura: sana alimentazione, attività fisica e responsabilità morale. Pratica costantemente jogging e, quando è possibile, sci e calcio.
La sua naturale tendenza alla sintesi deriva anche da una sensibilità che tende a percepire l’armonia del “tutto”, distintamente dal valore delle parti. Questo suo istinto è stato rafforzato dalla sua propensione musicale, coltivata e rafforzata dal fatto che ha suonato vari strumenti come il pianoforte, la chitarra classica e quella moderna. Quest’ultima lo ha portato a formare, quando era studente al liceo classico e poi all’università, varie band musicali che si esibivano nel centro Italia.
Tutta la sua personalità, inoltre, è pervasa da una forte umanità, la vera molla che lo ha portato a chiedersi, di fronte allo straziante dolore dei malati, quanto misere e insignificanti fossero le nozioni fondamentali della medicina. Negli anni di professione medica ha elaborato una sua teoria sul "male del secolo".
Ha partecipato a diverse conferenze e dibattiti ed è stato, tra l’altro, relatore al convegno "Firenze-Medicina 2000" (18-19 settembre 1999) e al "Congresso Internazionale di Oncologia" di Treviso (15-16-17 ottobre 1999). Invitato a varie trasmissioni televisive di tv private, ha dibattuto le problematiche della medicina ufficiale e di quella alternativa e ha esposto le sue teorie sul cancro. Ha partecipato a importanti conferenze e in quella del 4 marzo 2000 svoltasi a Perugia, era presente come relatore anche il Prof. Luigi Di Bella. E' presidente del comitato scientifico di una federazione di associazioni per la libertà di cura. Dedicatosi da tempo alla studio e cura dei tumori, presenta una teoria molto interessante sull’eziopatogenesi della malattia cancerosa. Sostiene infatti che il cancro non dipende, come afferma la medicina ufficiale, da cause genetiche, ecc., ma è il risultato di un'affezione fungina "non visualizzata né studiata nella sua dimensione intima connettivale".Secondo la sua teoria, suffragata dai tanti casi risolti, responsabile del cancro è appunto la Candida.

tratto dal sito del signore in questione
Dico anche io la mia. Non sono affatto d'accordo con chi afferma, come fanno Enza e Luka78, che qualsiasi sforzo per trovare una cura è apprezzabile e che ognuno dovrebbe essere libero di scegliere la cura che desidera. Per due motivi:
1. Investire tempo, risorse umane e finanziarie su una soluzione che parte da un concetto errato porta solo danni perchè toglie risorse alla ricerca utile. Prima dovrebbe dimostrare oggettivamente che il cancro è realmente solo un fungo, altrimenti è una perdita di tempo stare dietro alle sue teorie.
2. La medicina, come altre materie, NON è di cultura generale. Inoltre, in casi come il cancro, i pazienti sono emotivamente sconvolti. Quindi è palese che il paziente non potrà mai "scegliere" realmente, ma si fiderà solo dell'opinione del medico. Quindi è obbligo morale ed etico del medico non proporre cure non sperimentate al puro scopo di usare il malato come topo di laboratorio.
scusate non resisto..

Tutto ebbe inizio alle lezioni introduttive di Istologia quando, alle parole del professore che descriveva il tumore come un mostro tremendo e misterioso, avvertii come una reazione d’orgoglio, alla maniera di chi si senta sfidare: nessuno può far niente contro di me – era il monito implicito del cancro – perché non sono alla portata delle vostre menti.
In quel momento cominciò una guerra, la mia guerra personale contro il cancro, consapevole di poterla vincere solo se riuscivo a convogliare tutte le mie risorse ed energie mentali, consce e inconsce, verso la giusta direzione, che poteva essere individuata a mio avviso solo con un atteggiamento critico riguardo alle concezioni ufficiali, fondate su molti se ma su poche certezze.
Lo sforzo più grande quindi consisteva prima di tutto nell’acquisire le nozioni necessarie per gli studi, operando però contemporaneamente un’analisi critica di quello che studiavo; cioè tenendo bene a mente che il tutto poteva essere molto probabilmente falso.


cioè sto tipo va a fare il corso di Istologia, sente il professore che dice, noi (la scienza medica) non ne sappiamo quasi nulla e si mette in testa che lui, studentello di medicina, sarà il messia che capirà il cancro?! e che tutto ciò che la scienza medica ha detto finora sul cancro è falso?
ma possibile che nessuno si renda conto del delirio che c'è in queste righe?
per la vostra gioia vi link tutto il testo :(

http://www.curenaturalicancro.org/percorso_di_ricerca_personale.htm
Io spero dipenda dal mio browser... non ho mai visto una pagina impostata così: lo scritto occupa il 100% dello spazio! Ma è illeggibile!
@Giuliano

non è il tuo browser...
Micosi e neoplasie

Le infezioni da funghi rappresentano una diffusa causa di malattia, le cui modulazioni di gravità dipendono anche e in particolar modo dalle condizioni dell’ospite parassitato.

E’ per questo che in malattie fortemente debilitanti, come le neoplasie, esse costituiscano un'importante causa di morbilità e mortalità, particolarmente in pazienti affetti da malattie linfoproliferative e in quelli sottoposti a trapianto di midollo osseo.


da qui

Eh, la morbilità...
Luka78

Infatti ho rispetto per l'intelligenza umana. Ed è appunto per questo che mi incavolo quando certi rimedi non vanno a buon fine e non se ne trovano altri, a distanza di decenni, per sconfiggere il cancro. Non che sia facile, ma che diamine, passano i decenni e stiamo sempre punte e a capo. Non è che ormai, nella faccenda cancro, c'è di mezzo il businness?


Ci sono una pletora di altre malattie, anche mortali, che non riusciamo ancora a guarire. Da secoli. Non è che ormai c'è di mezzo il business?

Ad esempio, il raffreddore non si cura, guarisce da solo. Come mai non siamo ancora riusciti a debellarlo? E l'epatite? E la sclerosi multipla?

Ecco, ora che ho riformulato la tua stessa frase applicandola non solo alla malattia che ti fa così tanto scalpore, ma anche a tutte le altre, ti chiedo se per caso noti l'errore di fondo del tuo ragionamento, cioè dire che siccome non siamo ancora riusciti a trovare una soluzione, allora forse c'è di mezzo un complotto.

Le due cose in realtà non hanno alcun legame logico.

La libertà, se è tale, NON deve imporre nulla. Ti deve dare la possibilità di poter scegliere ciò che si ritiene possa andare bene.

Cos'è la libertà? Per me la libertà non può prescindere dall'informazione. Se chi scegli non è bene informato, non ha in mano tutti gli elementi disponibili, non può decidere davvero liberamente, ma sarà sempre mutilato nella sua libertà da tutto quello che non conosce.

Se poi l'informazione è falsa, la libertà di scelta non esiste più. C'è solo la libertà di essere truffati.

Enza

A me sembrate solo un branco di invasati. Non vedo nulla di male in ciò che dice Simoncini, sono un medico, ho una certa apertura mentale, e quindi sono una pazza criminale anche io. Ma datevi una calmata e abbiate la pazienza di documentarvi civilmente su quello che una persona controcorrente faticosamente afferma, potrebbe tornare utile a tutti noi. Sempre con questa caccia al mostro e alle streghe, e sveglia.


In relazione a quanto ho scritto poche righe fa, e riproponendo la richiesta di Paolo Attivissimo, ti chiedo se hai qualche prova scientifica, qualche test, qualche elemento di giudizio oggettivo, o non stai semplicemente abusando di quella che dici essere la tua professione per darti un tono e un'autorità che ancora, dal punto di vista fattuale, non hai concretizzato.

In attesa.
Secondo Del Favero A. (Int J Antimicrob Agents 2000 Oct;16(2):135-7) negli ultimi anni si è assistito, in pazienti neoplastici e neutropenici, ad un progressivo incremento delle micosi sistemiche, specialmente da candida e aspergillo (che può essere considerato una variante di candida), dovute ad un insieme di fattori compreso lo scadimento delle difese dell’ospite e il tipo di malattia associata.

Stessa pagina di prima.

Oh mio dio. Candida e Aspergillo sono la stessa cosa? Ora se la prende anche con la botanica?
@giuliano

morbosità! però non è l'unico che sbaglia.. forse perché morbosità in inglese si dice morbidity (che tra l'altro è un falso amico) dove la pronuncia della d si confonde con quella della l...
Oh mio dio. Candida e Aspergillo sono la stessa cosa? Ora se la prende anche con la botanica?

è che lui è un tipo disinvolto..

"l'aspergillo è una candida, il cancro è un fungo, io sono medico.."
Ritiro ciò che ho detto. Si può essere sconvolti quanto si vuole, ma se si affida la propria vita ad un medico che pubblica sul suo sito le terapie "fai da te" per curare il cancro ( http://www.curenaturalicancro.org/terapia_fai_da_te.htm ), ci si merita ogni singola conseguenza.
a chi interessa una sintesi chiarificatrice:

http://it.wikipedia.org/wiki/Il_cancro_è_un_fungo
In ogni caso ho dato un'occhiata agli studi che segnala come basi per le sue teorie, a questo punto ho due domande:

1) Lui stesso afferma che candida e altri funghi sono spesso infezioni opportunistiche che si approfittano del calo di difese immunitarie del malato di cancro per proliferare. Allora perché si stupisce se si trova qualche micosi nei malati di cancro? O meglio, perché rovescia la cosa dicendo che è la candida (o altri funghi) a causare il cancro?

2) Non ho ovviamente letto tutti gli articoli che segnala, ma da quel che ho capito ogni articolo segnala la presenza di funghi in malati o in colture derivate da questi malati. Ebbene, perché la sola presenza (visto che sono funghi comunissimi deve essere vista come causa e non come infezione opportunistica?

Mah...

@theDRaKKaR: ROTFL
facendo un discorso pacato, mi pare che quì si perdano di vista i fatti, come era accaduto nella discussione sulla BWB.
il punto NON è se è giusto sperimentare in nuovi campi, ma il punto E' se sta storia del bicarbonato può funzionare.
il metodo scientifico presuppone che si portino delle prove, dei test (oltre che chi fa i test dev'essere competente) e quasi sicuramente se si trova una cura che funziona davvero, le famigerate multinazionali dei farmaci si fionderanno a capofitto per accaparrarsi la possibilità di produrre quest'eventuale medicinale o cura.

le prove non ci sono, se non un video di mazzucco che come al solito dice il falso, dunque questione chiusa.
ho realizzato solo ora (vedendo il video) che quel criminale "cura" le persone per email!!! Io purtroppo capisco la disperazione delle persone che tentano di tutto di fronte a prospettive agghiaccianti come ad esempio la chemioterapia continuata. Io penso che se a mio padre avessero detto: "invece della dialisi puoi prendere queste speciali mentine che ti ripuliranno il sangue e ti rimetteranno in sesto i reni" lui avrebbe accettato di corsa. Non disprezzo i malati quando si comportano da stupidi. Io stesso non sarei sicuro di essere capace di razionalizzare. Il mio disprezzo si riversa tutto su chi invece usa la disperazione altrui per i propri fini.
Francesco Contini,
sono d'accordo con ogni singola parola del tuo post.
@francesco contini

come non essere d'accordo con te?

super-OT

Giacobbo ne ha fatta un'altra delle sue nella sua trasmissione Boyager: anche Aldo Grasso ora lo prende per il culo!

clic: http://www.corriere.it/spettacoli/09_febbraio_13/grasso_db1614ea-f995-11dd-b292-00144f02aabc.shtml
Poteva mancare il gruppo su Facebook per questa boiata?
NO!

http://www.facebook.com/group.php?sid=fb15f643a9fa7f2aefd1b31e31630ec3&gid=30399238873

E ha pure 99 iscritti. :(

Ma io perchè devo farmi venire il sangue cattivo a constatare quanta imbecillità c'è nel mondo leggendo queste cose? Sarò masochista anche io eh!
Bah... Tre lettere per esprimere il mio dissenso a queste terapie "straordinarie ed economiche"...
@Luka78

Ok proverò a spiegartelo... non ci sarà mai un cura per IL tumore, perchè IL tumore non esiste.

Ciò che chiamiamo cancro o tumore è una serie di malattie con origini estremamente diverse fra di loro e che in comune hanno solo e unicamente la proliferazione incontrollata di cellule.

Ci sono tumori causati da virus (ad esempio il tumore al collo dell'utero causato dallo HPV).

Tumori causati da predisposizioni genetiche (cancro al seno, tumore alla prostata ecc).

Tumori causati da condizioni ambientali (radiazioni, campi elettromagnetici molto forti, esposizione a sostanze chimiche).

Ogni tipologia di tumore ha un decorso clinico diverso. Alcuni danno sintomi fin da principio, altri invece danno sintomi solo in fase terminale.

Per questo ogni tipologia di tumore viene affrontata con terapie specifiche.

Quanto al fatto che la ricerca nel campo sia inutile... stai offendendo un bel po' di gene.

10 anni fà i tassi di sopravvienza al cancro del seno erano del 25% oggi sono attorno al 70%. Mica poco no?

Sono nate nueve tecniche come la radio terapia sterotassica, la teapia che usa positroni, ecc... Tutte terapie che man mano riducono l'invesività dell'intervento, aumentando i tassi di spravvivenza. Frutto di anni di studi, nalisi scientifiche e prove trovate.


Alzarsi la mattina è dire il cancro è un fungo e io la bacchetta magica per curarlo, senza la benchè minima prova, è solo e unicamente una truffa ai danni dei malati.
Sono perfettamente d'accordo.
Non sono una dottoressa e fortunatamente non ho mai avuto esperienze personali, però ho mio suocero che fu operato di cancro al colon: dovette subire la chemioterapia con tutti gli annessi e connessi (perdita dei capelli, nausea etc.) ma ora STA BENE e la nipotina nata in quel periodo (mia figlia Sofia) sta per finire la terza media...
Certo, col bicarbonato avrebbe sofferto meno, ma non so il risultato quale sarebbe stato...
@Luka
[quote]
NO e non far finta di non capire :-)
La libertà, se è tale, NON deve imporre nulla. Ti deve dare la possibilità di poter scegliere ciò che si ritiene possa andare bene.
Quindi, visto che potrebbe essere un rimedio - anche se non definitivo - perchè non posso essere libero di scegliere?
[/quote]

Uno è liberissimo di scegliere le terapie che preferisce. Semplicemente, si vieta ai medici di proporre teorie non dimostrate. Se i medici credono che le loro intuizioni funzionino, hanno un metodo semplicissimo: fanno i test sulle cavie, e se danno risultati positivi (e vengono rispettati i protocolli di test), allora si annuncia la scoperta e si inizia la sperimentazione sulle persone.

MI chiedo perché di TUTTI quelli che hanno una cura miracolosa, nessuno segua questa procedura.

Pape
a proposito di raffreddori incurabili e di come si fa ricerca: da repubblica
Sono WeWee, il medico che nel forum di Luogocomune ha scoperto il falso di quel video.

Prima del mio "occhio di lince" sul referto del video, c'era già chi gridava al miracolo e comunque (come ho già scritto nel forum di Luogocomune) praticamente tutti i video di "testimonianza" a favore di Simoncini, presentano errori, inesattezze e spesso "falsi", come questo del tumore alla vescica.

Oltretutto la Redazione non ha nemmeno corretto il titolo del post, nonostante avessi smentito con i fatti ogni loro affermazione, mi sono anzi sorbito insulti, prese in giro e commenti sarcastici (non un'obiezione oggettiva).

Non sono stato citato nè qui, nè nell'articolo di Giornalettismo, ma va bene, non fosse stato almeno per le ore che ho perso studiando le teorie di Simoncini.

Il "metodo Simoncini" non ha basi scientifiche nè pratiche, Simoncini non ha mai mostrato una prova attendibile o minimamente interessante.
Ho comunque messo a disposizione del suo team la mia professionalità per "provare" in qualsiasi modo vogliano loro, ma in maniera ufficiale e controllata, la sua idea.
Da quel giorno il silenzio.

Lo dico per dovere di cronaca.

Ciao!
@WeeWee

(Ho appena letto anche il tuo ultimo post sul sito di LuCom)

Ci tenevo a farti i miei più sinceri apprezzamenti per il modo con cui hai affrontato la questione su Luogo Comune.

Ho apprezzato tantissimo la tua piena disponibilità a controllare e fare test sul metodo Simoncini.

E devo dire che non mi ha affatto stupito la assoluta assenza di risposte da parte di Mazzucco e di Fefochip alla tua disponibilità.

(Anche se, dopo il tuo ultimo post, è probabile che risponderanno in una qualche maniera)

Spero vivamente di leggere ancora i tuoi commenti su LuCom.
Anche se è probabile che se ti ostinerai continuare a mostrare le contraddizioni e gli "errori" di Mazzucco, sarai bannato da LuCom.

Ciao yos
@WeWee

Ho seguito la tua discussione su Luogocomune e ti faccio i miei complimenti per come hai espresso le tue opinioni, in modo pacato e comprensibile anche ad un profano come me.
Purtroppo discutere con qualcuno che si vanta di prenderti per il cu-o non è certo facile, ma questo dimostra solo che il tuo interlocutore, che se ho capito bene era l'autore dell'articolo, sapeva di essere in malafede.

Saluti :)
Questa gente mi fa veramente schifo.

Scusate il giudizio lapidario, ma non si può scherzare con una malattia che ogni anno uccide migliaia di persone.

Non ci sono parole, a parte domandarsi come faccia la gente a non avere scrupoli fino a questo punto.
Davvero, è ignobile.
Faccio anch'io i complimenti a WeeWee, che in effetti avrebbe meritato una menzione in questa vicenda.
Luka,
Sinceramente mi fai paura.
Mi fa paura il tono da "accerchiato, vittima di molteplici complotti" che usi.

Come puoi parlare di "libertà" in un caso come questo?
Qui si parla della vita delle persone.

E' vero, la scienza tradizionale non riesce a curare TUTTI.
Ma facciamo una statistica: qual è la percentuale di guariti con le cure tradizionali, rispetto ai guariti col bicarbonato?
Tu te lo cureresti un tumore col bicarbonato? Io no. Io mi affiderei alla medicina tradizionale, che in molti casi ha dato buoni esisti: mio nonno, per esempio, ha avuto un tumore all'intestino ed è guarito.

Non è giusto giocare con la pelle delle persone.
Qui non si tratta di un battibecco sulla biowashball, per cui alla peggio se non funziona vai in giro con la camicia sporca.
Qui si tratta di gente che rischia seriamente di morire laddove, magari, se curata adeguatamente sarebbe sopravvissuta. Tu ci staresti a essere uno di questi? Io no.

Qualcuno ha citato la cura Di Bella.
Io sono stata d'accordo con la Bindi, quando ha deciso di sperimentarla. Stava suscitando un gran clamore e se semplicemente si fossero chiusi gli occhi tutti avrebbero gridato al complotto e allo scandalo.
Invece l'hanno sperimentata, hanno pubblicato gli esisti e ne hanno dimostato la scarsa efficacia. Chi vi si vuole affidare è certamente libero di farlo, ma con le carte in tavola.

Ed è questo il punto: una cura, prima di essere definita tale, deve essere sperimentata e gli esiti devono essere pubblicati.
Può emergere che la percentuale dei guariti sia lo 0,01% e io posso decidere di cercare di rientrare in quello 0,01%.
Certo, sono libera.
Ma PRIMA devo essere avvisata di cosa sto per fare e farlo coscientemente.

Dire che il tumore è un fungo e si guarisce col bicarbonato, portando per prove dei documenti falsificati, non mi pare segno né di limpidezza né di serietà.
Mi pare piuttosto un tentativo di TRUFFARE chi sta male, chi rischia di morire.

Per cui, magari, prima di parlare sempre e comunque di complotti conduciamoli test e sperimentazioni, poi ognuno decida per sé con coscienza.
E invece di vedere complotti ovunque, per una volta, proviamo anche a metterci nell'ottica che al mondo esistono più truffatori che complottatori.

Se fosse tutto un grande complotto mi domanderei come mai uno come Agnelli sia morto di cancro, piuttosto che farsi curare in gran segreto col bicarbonato.
O i morti illustri sono eroi che si sacrificano alla grande causa del complotto, fingendo di dimostrare con la propria pelle che la cura definitiva in effetti non esiste?

Via bimbi, torniamo coi piedi per terra.
http://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/video.shtml?1276
Buongiorno a tutti, nonostante segua l'attività di Paolo Attivissimo da molto tempo, non ho mai pensato di intervenire in discussioni avviatesi nei commenti alle sue inchieste (non so Paolo se sia il termine giusto, correggimi se sbaglio) ma mi sento di poterlo fare per la prima volta qui in quanto pur essendo giovane e non ancora laureato (in biotecnologie mediche e farmaceutiche che molto a che fare hanno con i tumori) credo comunque di aver qualcosa da dire: a nessuno è venuto in mente di fare un giro su PubMed (per chi non lo sapesse è un sito che raccoglie la stragrande maggioranza delle pubblicazioni scientifiche in campo biomedico) e cercare articoli sul bicarbonato e su Simoncini?

Io l'ho fatto e mi dispiace dire che non ho trovato nulla.
Mi dispiace soprattutto perchè in questo modo non si può nemmeno capire realmente su che basi scientifiche poggi la teoria di Simoncini, che ovunque è esposta in modo tutt'altro che dettagliato, in maniera troppo divulgativa.
Proprio perchè non sono stato ancora "dogmatizzato" come qualcuno sostiene che i medici facciano, mi sarebbe piaciuto confrontarmi con idee scientifiche di cui non avevo mai sentito parlare, ma in questo caso non mi è possibile.
Se qualcuno avesse a disposizione una pubblicazione scientifica o la cosa che più vi si avvicina, mi piacerebbe che la condividesse, per non lasciare che la discussione si basi su accuse e controaccuse solo ed esclusivamente di natura ideologica.

Concludo con i miei complimenti a Paolo per questo blog sempre interessantissimo e che rende veramente giustizia alla potenza di internet e alla possibilità di interazione che si può raggiungere con questo mezzo e saluto tutti i partecipanti alla discussione.
Ciao
@blinktia:

le accuse non sono ideologiche proprio perché senza nessun test clinico, o nemmeno una ricerchina alle spalle, questo tizio pretende di curare la gente. Lo "studio" più serio che viene portato a favore è una presunta serie di conferenze "molto importanti" alle quali il professore ha partecipato. D'altronde è difficile fare una pubblicazione scientifica su un'idea balzana. Il massimo che mi posso aspettare da questo tipo qui è che abbia dimostrato di poter trovare infezioni da candida nei tumori in incidenza maggiore del normale, ma da qui a dire che l'eziologia dei tumori è la candida ce ne passa... Se qualcuno ha invece prove che dimostrino il contrario, ovvero uno studio clinico non un'opinione di complotto, lo dimostri citando la pubblicazione. Almeno l'abstract e le conclusioni dovrebbero essere liberamente disponibili, no? Le ipotesi vanno dimostrate positivamente, non vanno credute "fino a prova contraria", soprattutto in questi casi delicati!
Ma allora mi domando...chi ha pensato di dar credito a questa persona che non ha alcuna referenza? Com'è possibile che si diffondano queste idee senza fondamento? Forse il "complotto" è proprio di quelli che dicono di subirlo: in un bel gruppetto si mettono tutti d'accordo a sostenere una cosa che non sta nè in cielo nè in terra...
Perchè obiettivamente mettersi di punto in bianco a credere ad una cosa detta così, alla buona, senza prove lo trovo molto difficile, almeno per il mio modo di pensare...(con un occhio di riguardo ovviamente per i malati che sono giustamente disperati per la loro condizione)
forse paolo può farti meglio di me un elenco delle cose strampalate che la gente crede, io ti faccio il mio: complotto del signoraggio, scie chimiche, complotti lunari vari, UFO, cerchi nel grano, astrologia, cartomanzia, madonnine piangenti, pareidolie varie, complotti dell'undici settembre vari, teorie del dottor Hamer (c'è da piangere anche e forse di più su quest'individuo), complotto dell'AIDS, nubiru e la fine del mondo, il mago otelma, le stimmate di padre pio, il sangue di san gennaro, il crudele governatore della galassia Xenu e potrei continuare...
Il profano legge una notizia su Internet e si chiede: "E se fosse vero?", legge che una donna è "guarita dal cancro con il bicarbonato" e si chiede: "E se fosse vero?". Poi, un giorno, disperato per te o per una persona cara, si ricorda di quella cosa che ha letto e ci si aggrappa con tutte le forze come ultima speranza. Non ne hai altre e chiunque potrebbe convincerti.

In queste settimane ho "studiato" il caso Simoncini fino a fondo e ci sono aspetti della sua vicenda, preoccupanti ed agghiaccianti. Ma io non sono un disperato ed ho la freddezza di poter analizzare l'operato ed il pensiero di chi dice di aver trovato la chiave della malattia più grave esistente oggi.

Ne aggiungo un'altra: sapete cosa afferma Simoncini sul come ha fatto a capire che il cancro è causato dalla candida? Perchè il cancro è di colore bianco (cosa oltretutto non vera).

Sapete cosa ha risposto Simoncini a chi gli chiedeva "ha mai cercato la candida in un tessuto tumorale?", risposta: "No, non ho mai fatto ricerche del genere". Parole sue, dovrebbero bastare.

Eppure c'è gente che lo ritiene un genio incompreso.
Non lo è per la medicina e per la giustizia. Per loro è un truffatore.

Perchè stupirsi, anche da parte nostre c'è molta prevenzione, restiamo orripilati perchè si parla di cancro e la sola parola fa paura, ma quello che succede è un fenomeno quotidiano e umanissimo.
Ci sono pure i fans di Wanna Marchi e quelli che comprano l'oroscopo di Branco.

Eppure nessuno si scandalizza.
Sono d'accordissimo con te WeWee...è vero che tutti noi crediamo a tante altre cose meno importanti, ma quando si tratta della vita, propria o di un'altra persona, bisognerebbe andare un po'più coi piedi di piombo sulla questione, verificando, confrontando, informandosi, ecc.
Forse sono solo troppo giovane e ne ha viste ancora poche di ste robe nella mia "breve" (spero solo x adesso!) vita, quindi non riesco ancora a capacitarmi di ciò che può per la testa delle persone...grazie delle delucidazioni!

p.s. forse avrei dovuto studiare psicologia!
La cosa più incredibile è che hanno già fatto degli studi su questo metodo, e hanno scoperto che l'effetto è esattamente opposto a quello desiderato:

"Interestingly, nontransformed gastric mucosa in the operated rats receiving a carbonate-supplemented diet showed a pronounced increase in ODC expression that was strongly correlated with a further enhanced cell proliferation. These results indicate that carbonate ions, which represent a major constituent of intestinal reflux into the stomach, increase the expression of ODC and thereby enhance cell proliferation in nontransformed mucosa, and consequently elevate the risk of gastric cancer."
(Division of Pathology, Department of Laboratory Medicine of Lund University, Malmö University Hospital, Malmö, Sweden)

http://tinyurl.com/chfzyd

E' giusto e doveroso formulare nuove teorie per cercare nuove strade, ma queste teorie prima di trasformarsi in cure devono affrontare una serie di studi che possano validarle. se questo non succede se ne formulano delle altre, accettando con umiltà che la propria idea possa rivelarsi non corretta.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Buongiorno, sono un medico e da qualche settimana anche una paziente oncologica. Mi è stato asportato un piccolo carcinoma al seno (chiamatelo cancro, neoplasia o come volete) tre giorni fa e ora sono in attesa di sapere, in base alla biopsia, quali saranno le terapie che dovrò fare. In base alle statistiche ufficiali, ho quasi il 100 per 100 delle probabilità di cavarmela, mentre solo 20 anni fa le prospettive erano molto meno brillanti. Questo perché la medicina ha fatto passi da gigante per lo meno nella cura di alcuni tumori: il melanoma, tumore della pelle, ora è curabilissimo, e qualche decina di anni fa non lo era, come pure molte leucemie. Ringrazio Paolo per il lavoro prezioso che sta facendo.Se qualcuno preferisce inventarsi strani riti voodoo con bicarbonato, denti di lupo e zampe di gallina nera, lo faccia pure esercitandosi su se stesso, senza sfruttare la disperazione delle persone.
non so se Simoncini sia un truffatore, ma la processo una ventina di ex malati hanno testimoniato di essere guariti da varie forme di carcinoma...

Balle anche queste? Forse... o forse no... Del resto anche a DiBella hanno fatto vedere i i sorci verdi...
http://archiviostorico.corriere.it/2006/maggio/21/Medico_condannato_omicidio_colposo_co_10_060521029.shtml

Simoncini è stato condannato per truffa e per omicidio colposo. Lui e il fratello si facevano pagare, e profumatamente, per i trattamenti al bicarbonato.
Quanto ai pazienti guariti, pare che le prove che avessero veramente il cancro non ci fossero. Il caso Di Bella è diverso, lui non si faceva pagare, credeva a quello che faceva, anche se purtroppo i suoi trattamenti NON si sono dimostrati efficaci, e comunque trattava malati terminali, per i quali la medicina ufficiale si era arresa.
@wild56: "Balle anche queste?"

Se lo hanno condannato, evidentemente si.

Per la medicina e la giustizia, Simoncini è un truffatore, aspettiamo ancora da parte sua, la prova contraria.
Simoncini "cura" il melanoma con la tintura di iodio.
Io mi chiedo invece come faccia Arcoris Tv ad esporre una roba del genere, e lasciarla sotto la voce "Medicina"...

Almeno che la mettano sotto "Umorismo" o "Video per adulti".
Oh mamma! Ad averlo saputo prima invece di farmi aprire la cassa toracica andavo a comprarmi una mezza chilata di bicarbonato quando mi hanno operato per un tumore invasivo a 18 anni. Ma questa gente, quando si alza la mattina e si guarda allo specchio, ogni tanto, non ha voglia di sputarsi in faccia?
La cosa più grave di questi pseudometodi è che molte persone, spaventate dalle cure allopatiche (quelle con un fondamento scientifico, per intenderci), si rivolgono a questi signori perdendo tempo prezioso che, nel caso di malattie degenerative o neoplastiche è fondamentale.

@ Franca: purtroppo nel periodo Di Bella molte persone con neoplasie in fase iniziale hanno seguito la sua pseudocura invece che le cure tradizionali, con risultati a volte letali. E soprattutto IN BOCCA AL LUPO!
"Dire che il tumore è un fungo e si guarisce col bicarbonato, portando per prove dei documenti falsificati, non mi pare segno né di limpidezza né di serietà.
Mi pare piuttosto un tentativo di TRUFFARE chi sta male, chi rischia di morire."

E' per questa ragione che sono persone totalmente da disprezzare. Come anche la pletora di tristissimi figuri che frequenta Luogocomune, e che crede a qualsiasi assurdità solo perchè l'ha detto Mazzucco o il loro allucinato guru di turno.
Si dice che non bisogna augurare il male. Ma io non sono una persona buona a tal punto. Io ho toccato con mano cosa significa il cancro ai propri cari, e quindi non ho nessuna remora a dire quello che segue.
A tutto quel povero branco di rintronati che crede, convinti e determinati, che quel criminale di Simoncini sia un incompreso sperimentatore controcorrente, e che il cancro si possa davvero curare con il bicarbonato: vi auguro un tumore.
Sì, avete letto bene: io vi auguro di prendervi un bel cancro, un tumore maligno in locazione a vostra scelta. Così potrete far vedere a tutti quanto siete convinti della terapia Simoncini, e comunque non è gran cosa perchè sapete già come curarvi comodamente a casa vostra. E soprattutto, per come è fatto il vostro cervello, forse quando lo sperimenterete personalmente sulla vostra pelle capirete finalmente che quella cura non funziona.
E che è solo un'assurdità senza fondamento, partorita da un pazzo megalomane per alimentare il suo delirio di onnipotenza... oppure da un truffatore per spillare quattrini ai moribondi.
Rimpinzatevi di bicarbonato per fermare le metastasi, e buon pro vi faccia, illusi.
La vera bufala è pensare che ci sia un solo tipo di cancro e che la medicina ufficiale non sia in grado di curare, mentre negli ultimi 50 anni ci sono stati veramente tanti progressi; su questa ignoranza speculano i truffatori.A loro auguro di continuare a vivere nel mondo grigio che si sono creati, dove l'uomo non è mai stato sulla Luna e ogni persona inganna il prossimo e complotta per il potere. Per fortuna il mio mondo è a colori e ci sto benone (con gli occhi aperti, ovviamente)
@wild56,

Una volta mi sono sognata il numero 70 e, abitando io in Toscana, ho detto a mia madre di giocarlo su Firenze (cosa che mia mamma non ha fatto).
Il 70 su Firenze è effettivamente uscito.
Ne consegue che sono un'indovina?
No, ne consegue che è stato un caso, infatti a volte mi sogno numeri che non escono affatto.

Venti persone curate secondo te sono un buon risultato?
Sì, peccato che poi non ci facciano sapere anche il numero dei morti e di quelli che sono tornati alla medicina tradizionale.

Lo hanno radiato dall'albo, non ti basta?
La prova fornita nel video è contraffatta, cos'altro ti serve per capire che è una truffa?

Io veramente non capisco questa mania di vedere tutto come un gigantesco complotto dove chiunque voglia fregarvi.
Scusate, ma siete proprio degli ottenebrati.
Di quelle venti persone curate ci sono le cartelle cliniche, c'è una pubblicazione ufficiale che attesti che sono effettivamente guarite SOLO col bicarbonato?

No, perché anch'io a sto punto posso mettermi a dire di aver curato trenta persone facendo mangiare loro spaghetti al pomodoro.
Tanto chi mi può smentire?
Non porto uno straccio di prova!
Lasciando perdere le stronzate avanzate da qualcuno (affanculo il politically correct, si tratta di stronzate, e mi riferisco in particolare a Luka78 e ad Enza), ringrazio la buona sorte che ha impedito che qualche bastardo cialtrone potesse avvicinare due miei parenti, entrambi ammalati di CANCRO (non tumore), entrambi operati e sottoposti a cicli di chemioterapia, ora sono entrambi VIVI e VEGETI. Purtroppo al momento non è possibile guarire da tutti i tipi di cancro o tumore, ma chi dice che la ricerca sul cancro non ha mai portato a dei passi avanti è solo un ignorante o mente sapendo di mentire per cercare di venderci del bicarbonato. Queste persone devono essere processate e arrestate, non si può giocare con la vita degli altri, per giunta lucrando spudoratamente SAPENDO COMUNQUE CHE LA CURA CHE GLI PROPONE PORTERA' ALLA MORTE. Guarire dal cancro è possibile, se si riesce a prendere in tempo, e se non si tratta di un tipo estremamente ostico, quindi Mazzocchi e Simoncini sono a tutti gli effetti degli ASSASSINI, e chi li difende e difende altri cialtroni come loro sono solo dei patetici miserabili.

Scusate la rozzezza, ma è la pura e semplice verità.
quindi Mazzocchi e Simoncini sono a tutti gli effetti degli ASSASSINI

Stavo pensando la stessa cosa.
Concordo con Cesco.

E poi ribadisco: un conto è fidarsi della biowashball, che al massimo vai in giro con la camicia sporca.
Un altro è giocare con la vita della gente.

Il malato che non si cura da subito rischia di perdere giorni preziosi che possono DAVVERO costargli la vita!

Io di uno così butterei via la chiave.
Che poi non la mette nell'ottica della sperimentazione ancora in corso, ma della cura che funziona di sicuro.
Non si può non vedere la malafede di un uomo simile.
@Paolo
Ho letto per intero il thread su LuoCo, e anch'io come altri ho ammirato moltissimo WeWee, il vero debunker della situazione (e non John B, appropriatosi del caso senza neppure citare chi ha fatto luce sulla vicenda).
Non sarebbe opportuno un aggiornamento?
Secondo me qui Paolo sta facendo "disinformazione" accomunando Mazzucco e Simoncini.

Per dovere di cronaca, bisognerebbe ascoltare anche altre testimonianze, prima di dare giudizi affrettati.

guardate questo video
http://vimeo.com/1748243
>SirEdward ha detto...
>Enza

...
>In relazione a quanto ho scritto
>poche righe fa,
>e riproponendo la richiesta
>di Paolo Attivissimo,
>ti chiedo se hai qualche prova
>scientifica, qualche test,
>qualche elemento di giudizio
>oggettivo...

>In attesa.

Hai voglia ad attendere.
Stiamo ancora aspettando qualche cosa di serio dagli SciaChimicisti.

Il fatto tangibile e' che di gente che crede a qualsiasi cosa giri per la rete (ed a volte oltre) di strano, ce ne sara' sempre.
E' piu facile alzare la voce verso il nulla che esporre prove tangibibili sussurrando umilmente.

Se questo e' il metodo scientifico che va di moda in questi ultimi anni, Galileo si rivoltera' nella tomba.

Ivo
WeWee,

grazie della tua segnalazione. Non sapevo del tuo ruolo nella vicenda e lo segnalo con piacere nell'aggiornamento dell'articolo. Ho saputo del caso Simoncini dall'articolo di Giornalettismo.com.
Sapete una cosa...
...mi preoccupa un po che questo parlarne via rete non faccia altro che far aumentarne la notorieta', ovvero aumentarne il numero di disperati che vi si aggrapperanno.

Un conto e' l'aumento delle persone che credono quasi "per fede" alle scie chimiche...
...ma qui si parla di persone la cui aspettativa di vita a volte e' cosi' bassa che si agrappano a qualsiasi cosa... e lucrare su questo e' veramente da delinquenti (per essere leggeri).

Ivo
Grazie per la citazione della mia presenza nella vicenda, mi è costata un bel po' di tempo.

Tanto per completare: per conoscere meglio Simoncini, ho studiato tutto il suo sito ed i casi di "guarigione" presentati, questo perchè è bene informarsi sul contesto, prima di dare dei giudizi e così ho fatto.

I casi presentati sono tutti o falsi o che non mostrano (per scarsità di documentazione, inadeguatezza o poca chiarezza dei documenti ed altro) nessun effetto positivo del bicarbonato.
Sto raccogliendo uno ad uno tutti i casi presentati da Simoncini e non ce n'è uno solo che faccia venire il sospetto di una qualche efficacia della sua idea (piuttosto audace devo dire...).

In certi casi viene anche il sospetto di una forte malafede. Si trattasse di un ignorante in materia, qualcosa potrei giustificarlo ma ci sono casi nei quali Simoncini sembra non saper leggere un referto ecografico e radiologico traendo conclusioni a suo favore che non sono per niente quelle dei documenti.

Sto continuando a raccogliere altri elementi (se mi va li metto su internet, ma esiste un sito di debunking medico?) e devo dire che c'è da restare allibiti.
Soprattutto se si pensa che questa persona (ormai non più un medico) ormai non agisce quasi più in Italia ma in giro per il mondo.
Ciao!
Ciao a tutti, ciao WeWee.
Ho letto il thread su LuCom.
Anzitutto, mi unisco anch'io ai complimenti per il tuo lavoro: credo che tu stia salvando la pelle ad un bel po'di gente, seguendo la vicenda di Simoncini (non offenderti, Paolo: vale anche per te, ma la cosa e' partita da lui).
Vorrei approfittarne per farti una domanda, relativa ad alcuni interventi che ho letto sull'altro blog.

Riassumo anche per gli altri lettori.
Ad un certo punto, hanno citato il caso di un ragazzo affetto da un sospetto melanoma, apparentmente curato con pennelature di tintura di iodio. Ti hanno chiesto, piu' o meno, come si fa a provare l'efficacia del "metodo" Simoncini, visto che l'unica certezza nella diagnosi di un melanoma e' la biopsia: se fai la biopsia, allora te lo hanno asportato e quindi non c'e' bisogno della tintura, se invece usi la tintura e guarisci non c'e' modo di sapere se era un tumore.

A me sembra un falso problema posto in maniera errata: ero curioso di leggere la tua opinione, visto che mi sembra che questo punto (relativamente minore) sia stato lasciato cadere per seguire il filo del discorso principale.

Prima di arrivare all'uso sull'uomo, un "metodo" come quello Simoncini dovrebbe passare una serie di sperimentazioni, no?
Mi aspetterei che si cominci con degli studi in vitro, per controllare l'efficacia del bicarbonato (o della tintura di iodio) su colture selezionate di cellule tumorali. Poi si dovrebbe passare ai test sugli animali, sia per la tossicita' che per l'efficacia. Infine, arrivare all'uomo.
Di tutto questo lavoro dovrebbero esserci tracce sotto forma di pubblicazioni: e' buffo che Simoncini non abbia nulla al suo attivo, su questo fronte.

Se aggiungiamo quello che hai appena scritto (che Simoncini non ha neppure cercato effettivamente la candida nei tessuti dei suoi pazienti)...

Ad ogni modo, mi sembra che i potenziali "fan" di Simoncini commettano un errore: sono convinti che le leggi, le procedure, i protocolli di test, ecc. siano li' solo per coprire il "complottone" ed impedire ai "liberi pensatori" di giungere alla verita'.
Invece assolvono a due funzioni fondamentali: garantire che le nuove cure non facciano piu' male che bene e garantire che facciano quello che dicono.
Per inciso (spero di non aprire un flame), e' il motivo per cui non mi fido dei medicinali omeopatici: in Italia, se non sbaglio, non sono soggetti ai protocolli di validazione del ministero cui sono sottoposti i farmaci "normali".

A proposito, magari non e' la stessa cosa, ma Simoncini e' in buona compagnia.
Mi è venuta in mente questa cosa cercando una risposta wild56, ma...e la signora Lorna?
Da quel che ho capito Lorna è convinta in assoluta buona fede di essere stata curata da Simoncini col bicarbonato. Tant'è che si fa intervistare mostrando i referti medici che invece dicono l'esatto contrario (fosse in malafede o pagata credo che l'ultima cosa che farebbe sarebbe proprio quella di...dare indizi per farsi sbufalare).

Messa così credo che Lorna possa essere annoverata come un'eventuale... 21ª testimone a favore di Simoncini in un processo.

Al che mi viene un'inquietante domanda: ma nessuno ha mai avvisato Lorna di come è stata consapevolmente usata?
Per WeWee: fra i casi che stai trattando c'è anche quello della madre di MMZZ?

A proposito: per quanto anch'io abbia avuto il padre ucciso da un tumore (al collo) mi dissocio da chi ha augurato in questa sede ai vari Simoncini, elleccini e compagnia cantante di prendersi tale malattia e di curarsi col bicarbonato. La morte non si augura a nessuno.
@ Rado il Figo

Nel filmato Lorna afferma di aver voluto aprire un sito internet per rendere pubblica la propria guarigione.
Non l'ho trovato.
Pero' in un sito australiano (Lorna e' australiana) che tratta di Simoncini, si tratta pure di Galileo in questi termini:
"Galileo Was Wrong: The Church Was Right".
Buona fortuna.
Il link postato da Dario è altrettanto inquietante...avevo sentito delle campagne anti-vaccini, ma non conoscevo cosa c'era dietro...Questo tizio ha pubblicato su Lancet (che non è Vanity Fair o Donna Moderna o l'Topolino) un articolo in cui non c'è praticamente un risultato che non sia modificato deliberatamente per far quadrare la sua teoria...è pazzesco.
Io mi domando: ma chi gli ha permesso di pubblicarlo?? i reviewers dov'erano quando l'hanno controllato??

Praticamente questo qua ha accusato la sanità mondiale di avere organizzato un complotto di chi sa quale tipo per far credere che i vaccini facciano bene basandosi su un complotto organizzato da lui per sostenere il contrario? Non ho parole...

Un'altra cosa: secondo voi andando avanti così con questi pseudoscienziati e pseudomedici non arriveremo presto ad un punto di rottura in cui nessuno avrà più fiducia nella scienza e nella medicina? E come finiremo a curarci?
Non lo so...forse ci rimarrà solo il bicarbonato.
"(googlate "concezione endosferica" e piangete)"
hahaha grande Paolo.

Tu pensa, sono stati spesi un sacco di soldi e anni in ricerca per non essere arrivati ancora alla cura e poi bastava un pò di bicarbonato.
Ahh che pazienza...
Mi sembra di aver già sentito il nome di questo Simoncini a Mi Manda Raitre qualche hanno fa... Crede davvero che il tumore sia un fungo, che tristezza...
ho letto il delirante scambio di battute redazione - weewee. c'è da restar allibiti!! ma questa libertà di espressione non deve avere un limite? questa gente è da incarcerare!!
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Non sono d'accordo. Libertà di cure e di terapia, se qualcuno pensa che trattare tumori con il bicarbonato possa essere una buona soluzione, buon pro gli faccia, certo, se non lo afferma seguendo criteri scientifici, non si aspetti che la comunità scientifica o l'ordine dei medici lo appoggi. Questa gente non è criminale, ha solo una loro ipotesi di cura, se pensate che questa cura non funzioni fate benissimo a criticarli, ma tutta la vostra cattiveria mi pare gratuita, non mi risulta che queste persone fossero truffatori simili a Vanna Marchi.

Saluti
@Arthur

7500 euro per una terapia a base di bicarbonato non è una truffa?

Propagandare e VENDERE una cura sostenuta da basi fumose, inventandosi risultati e travisando letteratura scientifica, in pratica con prove zero, ti sembra poco?

La 'terapia' è stata sperimentata senza nessun successo, cos'altro ti serve ancora?
Come è stato detto, qui non si rischia di girare con la camicia sporca come per la biowashball, qui si rischia la pelle!
Questa gente gioca con la vita delle persone, altro che cattiveria, bisogna impedir loro di nuocere!
Tutti hanno diritto di parola. La censura è una mostruosità. Pure ate così hanno cittadinanza nel mondo della libertà di epsressione.
Libertà e verità è avere la possibilità di discutere le ate e di smentirle, non pretendere vi si applichi una censura preventiva.
Simoncini e' stato condannato per TRUFFA. 16 mesi.

Dall'archivio del Corriere della Sera:

"7.500 euro per l' inutile cocktail di acqua e bicarbonato somministrato nella clinica «Madonna della fiducia», all' Appio, dove Simoncini faceva ricoverare i malati terminali che si affidavano alle sue mani"

"Dunque per Simoncini, 54 anni, radiato dall' Ordine, tre anni per omicidio colposo, per aver provocato la lacerazione dell' intestino a un malato terminale. Sedici mesi, inoltre, l' imputato dovrà scontarli per aver truffato due pazienti insieme al fratello Angelo, anch' egli medico".

(21 maggio 2006)
Si 7500 Euro mi sembrano molti non gli fa molto onore, comunque la cura era scritta ed a disposizione di tutti a gratis.
Lui credeva in una teoria, ha fatto bene l'ordine dei medici a radiarlo, perchè la teoria che utilizzava, non era supportata da abbastanza prove.
Del resto per me è giusto che un malato sia libero di curarsi con il bicarbonato piuttosto che con la chemio o la cura di Bella, o gli ultrasuoni, oppure anche di ammazzarsi se è quello che davvero vuole.
@Arthur

Capisco quello che intendi, la libertà di scelta delle persone è fondamentale. Questo lo condivido. Ma come è già stato detto, la vera libertà non c'è se non si hanno tutte le informazioni per potersi formare un'opinione e decidere in merito. Se qualcuno capitasse sul sito di Simoncini senza sapere altro della vicenda, potrebbe fidarsi ciecamente e affidare la propria vita a un truffatore riconosciuto. Per questo è importante parlarne su internet, per avere altri riscontri da google, per questo bisognerebbe non dico bloccare il suo sito ma almeno mettere un bell'avviso come sui pacchetti di sigarette: 'nuoce gravemente alla salute'.
@Arthur

Va bene la libertà di scegliere la propria terapia, ma ci sono metodi molto meno costosi per suicidarsi, scusa la franchezza. Qua stiamo perdendo di vista il fatto che scegliere il bicarbonato non significa scegliere tra una terapia o un'altra, tipo tra il trattamento con soli farmaci chemioterapici o trattamento chirurgico o entrambi, qua si tratta di scegliare tra una possibilità concreta di guarigione e la MORTE, caro Arthur, perchè se pensi di guarire dal cancro con bicarbonato e preghiere stai molto fresco. Semplicemente la possibilità di scegliere quello scellerato di Simoncini NON DEVE ESISTERE. Costa molto meno un overdose di morfina, che gli risparmierebbe atroci sofferenze prima della morte. Cattiveria gratuita? E come ci si dovrebbe comportare con una persona che lucra sulla morte? Gli facciamo un monumento? Simoncini è un truffatore e un potenziale assassino, non oso immaginare quanta gente abbia rinunciato alle cure tradizionali per affidarsi a questo bastardo e ora, convinta che gli faccia bene qualche iniezione di bicarbonato, stia morendo. Cattiveria? Siamo fin troppo buoni, ed è già fortunato che qualcuno non sia andato personalmente da lui a mischiargli le ossa.
su Mazzucco e soci, vi siete dimenticati che secondo loro l'AIDS non esiste...
http://tinyurl.com/d3wmas
Se uno di questi personaggi si ammalasse di tumore e si sparasse del bicarbonato, guadagnerebbe il Darwin Awards sbaragliando la concorrenza...
Simoncini e Mazzucco vogliono partire in pole position per i prossimi Darwin Awards? :))

Peccato che vogliano tirarsi nella bara tanta gente chiedendole di scegliere su cose che non conosce in momenti di crisi...

Temo che l'Italia, dando alla scienza un ruolo di serie B, si sia resa vulnerabile alle recenti correnti pseudo o antiscientifiche. Queste, a furia di mischiarsi con la politica, lo spettacolo e la psicosi di alcuni, sono ormai diffuse a tutti i livelli.
@Antonio:

ho letto per intero il documento sull'aids inesistente che hai linkato, suggerisco a Paolo una sezione dedicata all'uopo perchè:

a) se è vero (ma si, diamo una possibilità a mazzucco & c.!) è terribile
b) se non è vero, è terribile lo stesso che qualcuno possa aver scritto cose simili!!!
Arthur, Simoncini non è stato radiato e condannato per aver proposto una ipotesi di cura a base di bicarbonato, né per averla testata sulle persone. E' stato condannato per aver dichiarato ai pazienti che la cura al bicarbonato funziona, cosa che non corrisponde al vero.

Simoncini è stato condannato perché è un bugiardo, non perché tenta di curare il cancro con il bicarbonato. E' stato condannato perché attraverso le bugie è riuscito a convincere delle persone a pagarlo per tentare un trattamento che NON FUNZIONA, cioè Simoncini ha ingannato i suoi pazienti, e tramite l'inganno li ha convinti a dargli dei soldi, cioè li ha truffati. Tra l'altro si trattava di persone in difficoltà, cosa che rende il reato ancora più agghiacciante.

Simoncini quindi ha: mentito, abusato della sua posizione di medico, truffato delle persone e, spinto dall'avidità, ha allontanato queste stesse persone da terapie che avrebbero, forse, potuto salvarle, cioè le ha condannate a morte; in alcuni casi le terapie proposte da Simoncini hanno addirittura avuto effetti diretti negativi sui pazienti.

Dov'è la libertà qui, Arthur? L'unica libertà che vedo, anzi, che non vedo, dal momento che è stata negata, è quella dei pazienti ad avere informazioni veritiere, precise, complete e poter scegliere autonomamente e liberamente come comportarsi di fronte a una malattia molto grave.

Simoncini le ha private di questa libertà, e della dignità che alla libertà è connessa, e proprio nel momento per loro più difficile.

Ha tolto loro la salute, con una terapia che non funziona ma spacciata per buona, la dignità, mentendo e truffandoli e impedendo loro di scegliere liberamente, il denaro, facendosi pagare profumatamente per le sue menzogne, e la vita, impedendo loro di tentare cure che avrebbero potuto salvarli.

Tu hai detto una cosa giusta, Arthur: tutti devono essere liberi, e la libertà è sacra. Ma ti rifaccio la domanda, ricordandoti ancora che la libertà di una persona finisce dove comincia quella di un'altra: dov'è, qui, la libertà?
sir Edward

La libertà è che nessuno li ha obbligati mi pare abbastanza ovvio, hanno avuto un colloquio, lui ha esposto il suo metodo e le sue credenziali (sulle quali anche io avrei avuto qualche perplessità), hanno deciso di provare quella terapia a loro rischio e pericolo.

La non libertà è il sistema sanitario nazionale che ti impone obbligatoriamente vaccinazioni senza chiederti cosa ne pensi in merito, la scelta lì non esiste, poihè se non le fai ti vengono prendere a casa. Questa è la differenza.
Se la mettiamo sul fatto che non siano stati obbligati, allora nessuno è stato obbligato a telefonare alla Marchi... Fino a prova contraria se vendo un prodotto che non fa quello che dico è truffa.
Per le vaccinazioni ti ricordo che esiste un bene principale per lo stato, cioè la salute pubblica, per cui se vi sono i casi di rischio epidemia il vaccino può essere reso obbligatorio per evitare lo sviluppo della stessa.
scusate: io non sono d'accordo che si deve "essere liberi"!

La salute è più importante della "libertà", e la stupidità non è una colpa punibile con la morte!

giusto per dire che non la pensiamo tutti allo stesso modo.

PS
mazzucco mi fa vomitare ogni giorno di più!!!
@ Arthur
Il malato per me dovrebbe assolutamente avere la libertà di fare quello che vuole, ma la medicina occidentale prevede che un medico per definirsi tale non dica palle, ma pratichi secondo scienza e coscienza.

Il problema di queste pseudoscienze, secondo me, è che sostengono di essere scientifiche quando non lo sono. Anzi, usano il fatto di essere rimbalzate dalla dottrina ufficiale come dimostrazione della loro correttezza.
Arthur, credo che il tuo concetto di liberta' ed il mio siano abbastanza diversi.

I tuoi figli (se ne hai) vengono vaccinati in eta' tale da non poter prendere decisioni coscienti.
Se salti le vaccinazioni obbligatorie e ti vengono a prendere a casa (cosa che per altro non fanno...), non stanno violando la tua liberta', ma salvaguardano quella dei tuoi figli.
La loro liberta' di non passare il resto della loro vita sulle stampelle per la polio, o di finirla in un letto di ospedale, in preda alle convulsioni per la meningite.

Allo stesso modo, potresti considerare la scuola dell'obbligo una violazione della liberta' di rimanere ignoranti.
Ma se sei ignorante, non sei libero perche' non sei in grado di decidere formandoti una tua opinione ragionata.
Ed aspettare la maggiore eta' per farti decidere autonomamente se imparare a leggere e scrivere o meno, non e' che sia una gran strategia...

Detto questo, liberissimo di pensarla come vuoi, tra l'altro.
Parlare di tolleranza e di libertà, in un caso come questo, è riempirsi la bocca di parole di cui NON si conosce il significato.
Noi NON SIAMO liberi di fare QUALSIASI cosa.

Altrimenti io potrei scendere in strada e dar fuoco alle macchine che incontro per dare libero sfogo alla mia libertà, non trovate?

Bisogna fare due distinguo:
- Il paziente che si rivolge al medico nella maggior parte dei casi non è un medico a sua volta.
- La libertà di scegliere una cura piuttosto che un'altra, o di non curarsi affatto, e altro rispetto a questo caso.


1. Il "profano" non può sapere che il medico lo sta ingannando.
Il profano va da Simoncini, in quale - medico, dunque autorità nel campo - gli dice che il cancro è un fungo e si cura col bicarbonato.
Non dice "è una mia teoria, la sto ancora sperimentando".
La butta lì come certezza.
Siamo sicuri che il paziente a questo punto sia libero di scegliere? Siamo sicuri che non subentri un "ma è medico, saprà quello che dice"? Siamo sicuri che non si fidi a causa della sua, perdonate, "ignoranza"?
E' libero di scegliere chi non ha tutte le carte in tavola tra cui scegliere?

2. Anni fa una donna milanese si ritrovò a scegliere tra farsi amputare un piede e morire. Scelse di morire.
Follia?
Forse, ma lo scelse lei.
Il punto fu che i medici la misero dinnanzi a tutte le possibilità, le esposero le conseguenze e lei scelse.

Qui detta libertà non c'è.
Perché Simonicini di certo non va a dire al paziente: "Guardi, le possibilità di guarire sono maggiori con la medicina tradizionale", né fa notare loro che finora solo in venti sono guariti (e non si sa in quanti siano attendibili!).
Per cui dov'è la libertà, chiedo di nuovo? Non c'è libertà se si gioca con l'ignoranza e la disperazione della gente.
E Simoncini lo fa o non sarebbe né stato radiato dall'albo, né sarebbe stato condannato, né avrebbe bisogno di un video contraffatto.


Quanto a Vanna Marchi quest'uomo è molto PEGGIORE di lei, perché NESSUNO era OBBLIGATO a telefonare a Vanna Marchi. Nessuno. Chi si è fatto fregare si è incastrato con le proprie mani: sono stati loro a contattare il truffatore per primi, non è avvenuto il contrario. Non avevano nemmeno l'effettivo BISOGNO di contattarla, a veder bene.

Chi si ammala di cancro, invece, ha l'obbligo e la necessità di rivolgersi a un medico se vuole guarire. E avrebbe il DIRITTO di ritrovarsi dinnanzi un medico ONESTO che dicesse chiaramente le cose come stanno.
Ma che dica effettivamente tutto, così che poi il paziente possa scegliere. Lo ribadisco: io posso decidere di seguire una cura con lo 0,01% di possibilità di riuscita, ma prima DEVO sapere che questa cura ha lo 0,01% di possibilità di riuscita. Poi se decido di seguirla lo stesso cavoli miei, ma consapevolmente non pensando che le possibilità di riuscita siano ottime.

Questa è una truffa, peggio, ma molto peggio di quella della Marchi. La Marchi ha raggirato e truffato, ma qui si parla della vita.

Infine la testimone che sembra non sapere come sia stata curata non mi stupisce affatto.
Mai pensato che possa essere stata pagata per dire certe cose? Non mi sembra sia poi così difficile corrompere qualcuno... no?
> Giuliano47 ha detto...
> Simoncini e' stato condannato
> per TRUFFA. 16 mesi.

> Dall'archivio del
> Corriere della Sera:

> ...
> "Dunque per Simoncini, ...,
> tre anni per omicidio colposo,
> ...
> Sedici mesi, inoltre,...
> (21 maggio 2006)

Tre anni piu 16 mesi, fanno piu di 4 anni.
Non dovrebbe essere dentro fino all'anno prossimo questo Simoncini?

Possibile che in Italia, chi ha condanne penali, sia sempre in giro a continuar a far danni?

Ivo
Federica: mi ripeto, ma secondo me Lorna crede veramente di essere stata curata dal bicarbonato. Tant'è che mostra senza esitazione il referto medico dove si afferma che è stata curata coi metodi tradizionali.

Fosse stata in malafede e/o pagata, avrebbe prestato un minimo di attenzione sul non fare apparire tale dettaglio.

Semmai è MMZZ a doversi candidare al premio "Comunardo Niccolai 2008/09" per aver ripreso le prove che lo stavano sbugiardando. E questo perché semplicemente non sapendo una renga di medicina e tumori manco sapeva cosa c'era scritto nei referti ripresi. Ma, come dice Luka78: basta con questa oppressione per cui solo i medici posso parlare di medicina....
Ivo, hai dimentica dell'indulto che ha sottratto tre anni di pena?

Ammesso e non concesso, poi, che fin dall'inizio la pena di Simoncini non fosse stata detentiva.
@stell: l'AIDS esiste ed è causato da HIV, quello che dicono i complottisti sono solo palle.

Ma se proprio non ci si fida di un semplice laureato in biologia (con tesi su HIV) ma si vogliono fonti più autorevoli allora eccole

La dichiarazione di Durban

L'evidenza che HIV provoca l'AIDS

Leggende e realtà
Dario
il mio concetto di libertà è quello giusto il tuo è quello sbagliato tutto qua.
Libero è colui che non è sotoposto all'altrui volontà. Ora, immagino che raggiungere la piena libertà sia un discorso complesso da tirare in ballo ora, ma ciò che tu dici dimostra che hai perso il concetto di libertà.
La scuola dell'obbligo è una limitazione di libertà.
Con ciò non voglio dire che la scuola e le vaccinazioni sono sbagliate, voglio dire che siccome sono obbligatorie, allora sono una limitazione di libertà.
Siamo tutti degli ignoranti, ogni tanto bisongerebbe ammetterlo.
Inoltre non vi può essere libertà se il primo obbiettivo è l'uguaglianza mi sembra abbastanza chiaro da capire.
secondo me la libertà non c'entra un cavolo. Io non sono libero di scegliere se apprezzo o no il fascismo se non lo conosco, così come non sono libero di scegliere di bere vino al posto dell'acqua tutti i giorni, se non so a cosa vado incontro, così come non sono libero di scegliermi una cura se non conosco la medicina.

Le scelte fatte in condizioni di ignoranza della materia sono emotive, e come per il fascismo, il vino e le cure esse andrebbero fatte solo razionalmente, non emotivamente
errata corrige:

* e per cose come il fascismo etc...
@Arthur:

il mio concetto di libertà è quello giusto il tuo è quello sbagliato tutto qua.

Mi pare che questo dica tutto...

Per inciso, ho avuto un Linfoma Non-Hodgkin, curato con una "sana" chemio e un trapianto di midollo... Magari col bicarbonato...

E*
Scusami, Rado, forse non solo i medici possono parlare di medicina, ma di certo chi propone una cura a un paziente dovrebbe avere un minimo di onestà, dato che il paziente rischia seriamente di morirne.
Quanto a Lorna perché non potrebbe essere pagata? Forse speravano che nessuno notasse il trucchetto, in fin dei conti non era poi così evidente...?

Arthur, a me gente come te fa sinceramente paura.
A questo punto anche chi stupra una ragazza in gruppo sta solo facendo valere la propria libertà di divertirsi come meglio crede? Fammi capire.

Nella società esistono delle leggi messe lì per permettere a tutti noi di vivere nel modo migliore. E' il rispetto delle leggi della comunità che ci porta ad essere veramente liberi, perché fa sì che nessuno prevarichi sull'altro o lo danneggi.

Nessuno deve essere "libero" di proporre una cura non sperimentata e con esiti disastrosi come una cura che dà buoni esisti.
Questa non è libertà, è un crimine.

E' un crimine esattamente come chi stupra in gruppo una ragazza perché sì, è vero, loro hanno diritto di divertirsi... ma anch'io ho il sacrosanto diritto di uscire di casa senza dover temere che qualcuno, in nome della sua libertà, possa violentarmi e rovinarmi l'esistenza.
Arthur

La libertà è che nessuno li ha obbligati mi pare abbastanza ovvio, hanno avuto un colloquio, lui ha esposto il suo metodo e le sue credenziali (sulle quali anche io avrei avuto qualche perplessità), hanno deciso di provare quella terapia a loro rischio e pericolo.


Arthur, come mai non hai letto il mio messaggio? I pazienti di Simoncini si sono visti sottrarre la propria libertà, non hanno potuto scegliere.

Come fai a "scegliere" se non hai le informazioni necessarie, o se quelle informazioni sono false? Come fai a essere libero se sei sottoposto alla volontà truffaldina di un manipolatore che agisce sulla tua psicologia per estorcerti denaro?

Ti faccio un esempio più chiaro:

Immagina di possedere una villetta monofamiliare, su uno dei muri portanti della quale si è aperta un grossa fessura. Devi fare qualcosa per stabilizzare la struttura, e cerchi in giro. ti viene risposto che l'intervento è lungo, è complesso, è molto costoso e in alcuni casi non riesce a salvare l'edificio, troppo lesionato. in più probabilmente dovrai passare un lungo periodo fuori casa. Ma l'ultimo "esperto" al quale ti rivolgi ti dice: "non si preoccupi, ho la soluzione che fa al caso suo. Vede, io uso una nuova tecnologia, che pochi conoscono e che viene osteggiata, anche se funziona sempre, perché costa molto meno e richiede meno manodopera, quindi porta meno soldi nelle casse delle imprese di ristrutturazione. Ma funziona. Sempre.

Quale sceglieresti? Chi non sceglierebbe la seconda ipotesi?

Bene. Dopo un po' scopri però che quello che l'ultimo "esperto" ha fatto è stato semplicemente di chiudere la fessura con dello stucco, cosa che ha fatto sparire la crepa... ma non la causa della crepa. E la tua casa crolla. quell'"esperto", sapeva benissimo quello che ti stava proponendo, ma te lo ha proposto lo stesso, spinto dall'avidità.

Dov'è la tua libertà? Libertà di farti truffare? con la tua libertà se ne vanno la tua dignità di persona libera e uguale agli altri, in cambio dello status di burattino manipolato, i tuoi soldi, e la tua casa.

La verità è che la tua libertà è nel cesso, e ci è stata messa dall'"esperto" truffatore, lo stesso che ti ha convinto a tirare lo sciacquone.

O no?

Non evitare di nuovo le parti scomede dei miei commenti: mi dispiacerebbe dover pensare che tu stia "liberamente" ignorando quello che ti scrivo.
Federica, su Lorna sono solo ipotesi personali: la mia è valida quanto la tua, coi dati che abbiamo in mano entrambi. Io credo che operando in malafede, con tanto di medico oncologo, per quanto radiato, che l'avrebbe pagata, di certo non avrebbe fatto comparire un referto medico tanto "compromettente".

Non transigo sul fatto però che solo i medici debbano parlare di medicina. Altrimenti tanto vale parlare del campionato di calcio dei Puffi, se tutti devono parlare anche di quello che non sanno.
Rado, scusa, avevo capito male (deve essere la febbre!) ovvero che "non solo i medici possono parlare di medicina".
Sul fatto che solo i medici possano parlare di medicina sono invece concorde. Certo è che un medico radiato è stato radiato da altri medici e che noi, più che parlare dell'aspetto medico, parliamo del metodo.
Ovvero proporre a qualcuno una cura non sperimentata e non "validata" dalla comunità medica, proporla come una cura che funziona, far pagare 7'500 euro per acqua e bicarbonato rischiando di uccidere il paziente (assistendolo via e-mail!), dato che un cancro non è un raffreddore.
Secondo me non serve essere medico per capire che uno così è un truffatore.
A ogni modo è stato radiato e persino condannato penalmente, per cui di quali altri elementi abbiamo bisogno per capire quale sia il soggetto che abbiamo dinnanzi?

Certo, su Lorna entrambe le ipotesi sono valide...
Però, perdonami, io credo che lei sapesse di essere stata operata, no? Per cui io ci vedo della malafede in una persona che dice "tutto merito suo" quando, invece, sa benissimo che la medicina tradizionale è intervenuta chirurgicamente. Dubito anche che il medico che l'ha operata non le abbia detto come fosse andata l'operazione...
Ieri ho avuto a che fare con la mia cervicale, ho preso un aulin per ridurre il dolore.
Oggi ho fatto colazione con un cappuccino, la cervicale non mi fa ancora male.
Posso quindi affermare che il cappuccino previene il dolore cervicale.
Salute
Avete ragione, non ha senso farsi curare da uno che non guarisce la gente. Comunque la libertà di cura deve essere importante.

Emi bro

Non ho detto che il bicarbonato fosse la cura

Sir Edward

Mica quello che ti offre la soluzione più semplice è quello giusto, del quale ti devi fidare, lo si è sempre saputo. E poi puoi anche fare seza casa.

Federica, perchè dovrei stupare una donna contro la sua volontà?
Arthur

Mica quello che ti offre la soluzione più semplice è quello giusto, del quale ti devi fidare, lo si è sempre saputo. E poi puoi anche fare seza casa.


tradotto per chi non avesse capito: "c***i loro". Se uno scegli la cura sbagliata, chi se ne impipa, no?

Com'è che quando parli di libertà sei idealista e quando parli di cose concrete diventi cinico? Un ideale difeso cinicamente è uno scudo di ipocrisia per dare i propri comodi.

In questo caso, come fai a sapere qual'è la scelta giusta? Come fai a decidere per il meglio?

Se non sei in grado di distinguere la soluzione migliore perché non sei abbastanza competente, a maggior ragione dovresti avere a disposizione informazioni veritiere e complete. Almeno non perderesti tempo a cercare di stabilire da solo se un metodo funziona o no, cosa che ti è impossibile perché non conosci l'argomento.

Simoncini ha giocato proprio su queste cose. Ha raccontato balle alla gente per manipolarne le scelte, le ha ingannate facendo loro credere che il suo trattamento, che NON FUNZIONA, fosse miracoloso. Ha sfruttato la loro umana ignoranza (non si può sapere tutto di tutto), il loro dolore, le loro paure, la loro speranza, per rubar loro dei soldi.

E' come andare da un anziano, dirgli che ha una sospetta fuga di gas in casa e convincerlo che la cosa migliore da fare è mettere tutti i soldi e i preziosi sul tavolo, poi mandarlo in un'altra stanza e scappare col malloppo.

Secondo la tua visione del mondo, mica è detto che chi ti offre una soluzione sia la persona giusta, della quale fidarsi. Cioè, in soldoni, C***i suoi...

Purtroppo no, Arthur. Io ti auguro di non venire mai truffato, è un'esperienza penosa accorgersi di essere stati ingannati. E chi inganna è un truffatore, un criminale.

Ingannare la gente significa togliere ad essa la libertà, che sia libertà di scegliere, di decidere, di conoscere, di migliorare le proprie condizioni, di determinarsi, di vivere. A te piace tanto la libertà, com'è che non te ne accorgi?
A posto Federica: ci siamo capiti.

Arthur mi da l'impressione di quello che vuole essere libero di fare quello che vuole salvo poi piangere perché la polizia non fa nulla appena viene truffato.
mi viene da ridere solo perchè sto dicendo che le terapie non convenzionali non sono perfette, solo perchè sto dicendo che uno deve essere libero di scegliere anche se questo significa sbagliare, vi sentite minati nelle vostre sicurezze ed allora viene fuori che:

- Io avrei detto che la cura al bicarbonato funziona mentre la cura tradizionale no.

- Io sono quello di cui avere paura, che magari potrebbe stuprare la ragazze coi suoi amici.

- Io sono quello che vuol fare quello che vuole ma poi va piangere dalla polizia quando viene truffato.

- Io sono idealista quando parlo di libertà ma con le cose concrete divento cinico (in realtà l'ideale è sempre quello, la libertà di scegliere nel bene e nel male)

Pensateci bene su quello che avete detto senza neanche conoscermi, solo perchè mino le vostre certezze.
Potreste imparare qualcosa
Arthur ha detto:

Pensateci bene su quello che avete detto senza neanche conoscermi, solo perchè mino le vostre certezze.
Potreste imparare qualcosa


Mi spiace deluderti, ma non hai affatto minato le mie certezze. Hai detto solo tutta una serie di cose che sono opinabili. Come l'infelice uscita sulla libertà (ti ricito: il mio concetto di libertà è quello giusto il tuo è quello sbagliato tutto qua.
Libero è colui che non è sotoposto all'altrui volontà
) Che dalle mie parti vuol dire che "io" ho ragione e "tu" hai torto, e che ognuno deve poter essere libero di fare quello che gli pare (Stuprare, uccidere, rubare, fra l'altro...), e che nessuno si deve azardare a dire nulla...

Poi siamo noi (sono io) che non capiamo...

E*
A mio modesto avviso la libertà centra ben poco con questa vicenda. Qui si tratta di un "medico" che cerca di spacciare per buone cure di nessuna efficacia. Non sono un esperto di giurisprudenza, ma qui siamo alla truffa o all'abuso di credulità popolare.
In più non so da un punto di vista giuridico, ma da un punto di vista morale che si cerchi di approfittare della disperazione è indegno
MIRACOLO!!!!!


massimo mazzucco AMMETTE DI ESSERE UN BUGIARDO!!!!!!

"Prendiamo esempio dalla medicina ufficiale: ricerce distorte, menzogne, percentuali falsate, nessuna verificabilità. Abbiamo imparato da loro."

voi cosa ne dite: ho interpretato male la frase?
Federico,
puoi essere più preciso? un linkuccio? Sarebbe una notizia
basta che vai sull'articolo di luogocomune incriminato.
non voglio incasinare il commento con un link chilometrico: basta che vai nella pagina linkata da questo articolo.
@Gatonegro

Federico si riferiva alla risposta del "webmaster" (che se ho capito bene è Mazzucco) a questa domanda: E la verifica della fonte? L'analisi? Lo studio dei documenti e delle testimonianze?

Sempre in riferimento al post del "bicarbonato"
Qui il link

Commento del 17/2/2009 0:25
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
mi viene da ridere solo perchè sto dicendo che le terapie non convenzionali non sono perfette,

Qui il problema non è la non perfezione delle terapie non convenzionali, il problema è che il metodo Simoncini NON FUNZIONA PER NULLA. Questo è l'unico dato certo di tutta la faccenda.

Se continui a far finta che le cose stiano diversamente, temo che passerai ben presto dal ruolo di persona che ignora gli appunti altrui a quello di persona che volontariamente nega la realtà.


solo perchè sto dicendo che uno deve essere libero di scegliere anche se questo significa sbagliare

Non si è liberi di scegliere se non si hanno in mano infromazioni corrette. La libertà PREVEDE la conscenza, e la conoscenza è essa stessa libertà.

Se chi sceglie non possiede informazioni, non conosce la realtà, ed è limitato nella sua libertà di scelta

Se chi sceglie possiede informazioni sbagliate, come in questo caso, conosce non la realtà, ma una fantasia inventata da qualcun altro, e quindi è totalmente privato della sua libertà di scelta.

In questo caso preciso, il malato è privato della libertà di scegliere la terapia funzionante, perché è stato ingannato e portato a credere che il metodo NON FUNZIONANTE fosse migliore.


, vi sentite minati nelle vostre sicurezze ed allora viene fuori che:

- Io avrei detto che la cura al bicarbonato funziona mentre la cura tradizionale no.


Non è che lo "avresti" fatto, lo "HAI" fatto. All'inizio di questo tuo commmento, tu hai detto:

"sto dicendo che le terapie non convenzionali non sono perfette"

Ma qui il punto è che il metodo Simoncini (diventerò ripetitivo) NON FUNZIONA AFFATTO.

Non mettere delle possiiblità che non esistono.


- Io sono quello di cui avere paura, che magari potrebbe stuprare la ragazze coi suoi amici.

- Io sono quello che vuol fare quello che vuole ma poi va piangere dalla polizia quando viene truffato.

- Io sono idealista quando parlo di libertà ma con le cose concrete divento cinico (in realtà l'ideale è sempre quello, la libertà di scegliere nel bene e nel male)


Certamente sì. Come ho già detto, chi ha ricevuto informazioni FALSE non è libero di scegliere.

Ripeto una domanda alla quale ti sei ben guardato dal rispondere: dov'è finita la libertà dei pazienti, ingannati da Simoncini, ai quali sono state raccontate balle per indurli a pagare per un metodo che NON FUNZIONA?


Pensateci bene su quello che avete detto senza neanche conoscermi, solo perchè mino le vostre certezze.
Potreste imparare qualcosa


Le persone si conoscono da quello che dicono, da quello che fanno, da come si comportano. Tu qui hai parlato, e noi abbiamo conosciuto quello che tu hai mostrato di te stesso.

Tu ti dichiari un idealista della libertà, ma probabilmente sei un falso idealista, dal momento che la libertà dei malati truffati non ti preoccupa minimamente. Ti piace la libertà di dire e fare quello che ti pare, anche di ignorare le domande più volte ripetute come se nulla fosse, ma non ti importa niente della libertà altrui. E' un comportamento abbastanza meschino, nella mia opinione.

Ancora: sei uno che ama avere ragione, e che pur di averla non esita a non rispondere, a cambiare argomento, ad atteggiarsi a vittima, a mascherarsi dietro concetti in cui non crede, a non ascoltare gli altri.

Io da solo ti ho posto un paio di volte delle domande alle quali non hai risposto, e ti ho portato degli esempi e dei ragionamenti che hai ignorato. E non sono il solo ad aver fatto così. Cosa dovrei pensare di te, ora? Che sei una persona brava e corretta? No, penso quello che tu hai voluto mostrarmi, che sei cinico, ipocrita, chiuso al dialogo, vittimista.

Non è un bel ritratto? Non è mica colpa mia. Sono le tue parole a condannarti.
Rispondo unicamente alla parte che mi riguarda, perché al resto hanno pensato altri:

* * *

mi viene da ridere solo perchè sto dicendo che le terapie non convenzionali non sono perfette, solo perchè sto dicendo che uno deve essere libero di scegliere anche se questo significa sbagliare, vi sentite minati nelle vostre sicurezze ed allora viene fuori che:

[...]

- Io sono quello di cui avere paura, che magari potrebbe stuprare la ragazze coi suoi amici.

* * *


Francamente non hai minato alcuna delle mie sicurezze. Lo so da sola che le cure convenzionali non sempre funzionano. Sai, conosco anch'io casi di gente morta di cancro.

...E quindi? Siccome le cure tradizionali NON SEMPRE funzionano (ma in molti casi sì!) è giusto attaccarsi a qualsiasi cura alternativa, non sperimentata, le cui possibilità di riuscita siano inferiori a quelle della medicina tradizionale, spacciata per "soluzione miracolosa"?

Fammi capire, perché mi sfugge.
Tu vivi nell'ottica del: "Siccome la medicina tradizionale non ha tutte le risposte, potrebbe avercele il primo cialtrone che mi passa davanti"?
Passi, ma permetti che se la medicina tradizionale mi garantisce il 70% di possibilità di guarire (percentuale buttata a caso) e il cialtrone lo 0,01% io debba essere adeguatamente informata della cosa per poter scegliere CONSAPEVOLMENTE cosa fare della mia vita?

Io, poi, non ho mai detto che tu vada in giro a stuprare la gente.
Ho detto che il tuo discorso sulla libertà a ogni costo è pericoloso, perché potrebbe anche legittimare chi, in nome della propria libertà, decida di commettere un crimine quale, per esempio, stuprare in gruppo una donna.
E volevo farti notare che la libertà di Caio di violentare Tizia cozza un po' (!) contro la libertà di Tizia e il suo diritto alla felicità. Era un esempio estremo per farti capire che ergersi a paladini della libertà, in alcuni casi come questo di Simoncini, è improprio.

Noi non siamo liberi di fare tutto quello che ci pare. La nostra libertà ha dei limiti. DEVE avere dei limiti, altrimenti la nostra società andrebbe in rovina.

Un medico che spacci la propria scoperta come "cura certa e definitiva" al problema del cancro non esercita la propria libertà, né permette al paziente di esercitare la propria, ma truffa un disperato e commette un crimine. Punto. Parlare di "libertà" è improprio.

Detto questo, quoto SirEdward.
dov'è finita la libertà dei pazienti, ingannati da Simoncini, ai quali sono state raccontate balle per indurli a pagare per un metodo che NON FUNZIONA?
Non lo so, soprattutto se sono morti, comunque hanno scelto autonomamente. Io non sto dicendo che si può fare ciò che si vuole sto dicendo che la libertà nel limite del possibile, e nel rispetto degli altri è da salvaguardare, altrimenti vivermmo in un mondo di merda, dove non si può neanche decidere di che morte morire.
A questo punto, seguendo il tuo ragionamento toglierei anche il diritto di voto, affiderei direttamente lo stato alle persone con il Q.I. più alto, tanto gli elettori vengono presi in giro ogni giorno e per la maggior parte non sanno nulla della vera politica.

Non continuerò a commentare.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
@Arthur:
Non continuerò a commentare.

Se continui a dire che la gente è libera di curarsi come vuole anche se non conosce la differenza tra influenza e meningite, è meglio.
Ma infatti mica doveva commentare, doveva rispondere: se per lui la libertà è anche quella di farsi liberamente truffare, giacché nessuno lo ha costretto a farsi truffare, d'accordo. Poi sono sicuro che se dovesse venir truffato andrebbe di corsa a piangere dalla polizia.
Ciao Arthur,
anzitutto mi spiace di avere scatenato un putiferio nei tuoi confronti.
Non era mia intenzione accendere la miccia di un flame: semplicemente constatavo che abbiamo due idee diverse del concetto di liberta'. Ripeto, e ne sono convinto, che puoi liberamente pensarla come ti pare ed esprimere il tuo pensiero.
Tu dici che la mia idea di liberta' e' sbagliata: puo' darsi, ma ci sono affezionato e sono di parte, quindi a me sembra sbagliata la tua (per la precisone, mi sembra limitante e problematica, piu' che errata come definizione).

Non sono d'accordo con te quando dici, nel tuo ultimo commento, "comunque hanno scelto autonomamente".
Anche qui il discorso e' subdolo: letteralmente, e' vero.
Nessuno ha messo loro una pistola alla tempia per far loro preferie una terapia ad un'altra.

Ma sono state fornite loro informazioni errate o parziali, in modo da manipolare la loro decisione. Questo vuol dire che hanno liberamente scelto tanto quanto una persona, di fronte a due porte di cui una nascosta da una libreria, sceglie liberamente l'unica porta che vede.
Sono stati loro a compiere la scelta, ma non sapevano di avere alternative valide, molto probabilmente.
A questo va aggiunto che la scelta libera non era tra due alternative onestamente presentate, ma una in cui una delle due era anche esposta in maniera truffaldina: come funzionante quando non lo era.
Secondo il mio concetto sbagliato di liberta', questa non e' liberta' e loro non hanno scelto liberamente.

Tutto il resto che e' stato detto di o su di te, secondo me, e' in buona parte OT o gratuito.
Io non sto dicendo che si può fare ciò che si vuole sto dicendo che la libertà nel limite del possibile, e nel rispetto degli altri è da salvaguardare, altrimenti vivermmo in un mondo di merda, dove non si può neanche decidere di che morte morire.

* * *

Ma la libertà di essere truffati da uno che ti propone una cura, assicurandoti che funziona, e pur sapendo benissimo che invece NON funziona non è affatto da salvaguardare.

Uno è anche libero di rifiutare le cure e morire. Eccome no? Però rifiutando le cure deve sapere che va incontro alla morte, sennò non è libero per niente.

Chi ha scelto la cura di Simoncini lo ha fatto sperando nel miracolo che lo avrebbe guarito. Miracolo che gli era stato assicurato.
Non ha scelto di morire, ha scelto di curarsi!
Solo che gli è stata messa davanti una falsa soluzione che non sapeva fosse falsa.
A federico:

più che un'ammissione di colpa mi sembra la classica non risposta da complottaro alla MMZZ:
"io sono l'unico che vi dico la verità, ma se mento comunque gli altri hanno fatto peggio per cui rimango il migliore"

Tipo quegli scrutinatori che taroccano le schede perché non vinca la fazione opposta perché "è a fin di bene e gli altri fanno lo stesso".
Federica:

Chi ha scelto la cura di Simoncini lo ha fatto sperando nel miracolo che lo avrebbe guarito. Miracolo che gli era stato assicurato.
Non ha scelto di morire, ha scelto di curarsi!
Solo che gli è stata messa davanti una falsa soluzione che non sapeva fosse falsa.


Non posso fare altro che quotare.

Federica ha espresso molto più chiarmente di me quello che da molti post continuo a ripetere.

I pazienti di Simoncini hanno scelto di guarire, non di morire! Hanno scelto Simoncini perché credevano che sarebbero guariti, non perché hanno scelto liberamente di morire.

Dov'è finita la loro libertà? Credi davvero che abbiano potuto scegliere liberamente?
Le domande del messaggio precedente sono ovviamente rivolte ad Arthur.
"A proposito: per quanto anch'io abbia avuto il padre ucciso da un tumore (al collo) mi dissocio da chi ha augurato in questa sede ai vari Simoncini, elleccini e compagnia cantante di prendersi tale malattia e di curarsi col bicarbonato. La morte non si augura a nessuno."
No..?
Guarda che anch'io so di cosa stiamo parlando: ho perso due parenti stretti a pochi mesi di distanza, entrambi per tumore. Ed è anche per questo che questa "terapia" rivoluzinaria mi fa così rabbia. Rado, considera che qui abbiamo un tizio che nel migliore dei casi è un pazzo esaltato con deliri di grandezza, e nel peggiore è un Mazzucco che invece di vendere magliette e DVD illude la gente e la ammazza. Tu lo lasceresti in vita uno così, utile solo ai lavori forzati? Io no. E lo stesso tutti quelli che, per interesse o per stupidità, dicono di credergli e gli vanno dietro. Se lo meritano tutto, il tumore che ridicolizzano e riducono a raffreddore da guarire col rimedio della nonna.

"Un'altra cosa: secondo voi andando avanti così con questi pseudoscienziati e pseudomedici non arriveremo presto ad un punto di rottura in cui nessuno avrà più fiducia nella scienza e nella medicina? E come finiremo a curarci?
Non lo so...forse ci rimarrà solo il bicarbonato."

Cinicamente, potrei risponderti con: selezione naturale. Chi sarà così ingenuo, idiota, o purtroppo disperato da prestare orecchio alle terapie da stregone finirà per morire in numero maggiore di quelli che si curano. Certo, se chi vende cure o rimedi contro il malocchio venisse sbattuto in galera a vita, la questione non si porrebbe, ma tant'è...

"...tre anni per omicidio colposo, per aver provocato la lacerazione dell' intestino a un malato terminale. Sedici mesi, inoltre, l' imputato dovrà scontarli per aver truffato due pazienti insieme al fratello Angelo, anch' egli medico"
Quindi se ho ben capito, per quello che ha fatto questo tizio si è preso solo quattro anni e mezzo di carcere? Wow. Questo sì che lo farà punirà, lo farà pentire del suo operato e rinunciare a proseguire su quella strada... (vedi risposta precedente). Quanto scommettiamo che ce lo ritroveremo da qualche altra parte, medico con millantato titolo, che continua tranquillamente ad ammazzare la gente con i suoi deliri?

"Dario, il mio concetto di libertà è quello giusto il tuo è quello sbagliato tutto qua."
Questa è da incorniciare...
E' un po' come dire "Io ho ragione e tu no. Perchè? Perchè sì." Qui i casi sono due: o sei un sostenitore di Simoncini in incognito che con i giri di parole vuol far passare l'idea che lui poverino non ha sbagliato, perchè sia lui che il malato erano liberi di scegliere quel che volevano, oppure sei un anarchico che si è buttato con i suoi sproloqui non appena ha fiutato la parola "libertà". Arthur, basta per favore. Stai sminuendo la tua e la nostra inteligenza con questi discorsi.
a proposito di libertà (caro arthur non leggere queste righe sennò ti viene qualcosa al fegato..) perché il sito di questo simoncini è on-line?
non è un sito di un truffatore? non dovrebbe essere chiuso?
guardate cosa ci si trova:

In pratica, posizionando un catetere nell’arteria afferente al tessuto degenerato, somministro la cosa più velenosa per le colonie tumorali, cioè il bicarbonato di sodio, direttamente sulle masse, con effetti devastanti.
E’ così che ho trattato gli epatocarcinomi che ho drasticamente ridimensionato, utilizzando la via d’accesso delle arterie epatiche.

Tumore della vescica: È il più facile da trattare e risponde sempre. Occorre posizionare dentro la vescica un catetere vescicale, mediante il quale somministrare le soluzioni di bicarbonato di sodio al 5%, alla dose di 100-250 cc. al giorno per 5 giorni. Il ciclo può essere ripetuto più volte, con intervalli di sospensione di 7-10 giorni. Continuando, gli intervalli vanno gradatamente allungati fino alla fine della terapia.

Durante le somministrazioni è bene far ruotare il paziente in tutte le posizioni, per consentire alla soluzione di bicarbonato di arrivare in tutte le parti della vescica.

Tumore della lingua, delle gengive, del palato e delle tonsille. In questi casi, se la lesione neoplastica è superficiale, basta fare degli sciacqui con bicarbonato di sodio (1 cucchiaino in un bicchiere d’acqua; 10 minuti 2 volte al giorno).

Tumore del polmone. Spesso le masse polmonari regrediscono con le soluzioni di bicarbonato di sodio al 5% per via endovenosa. In particolare sono più sensibili quelle di dimensioni inferiori a 4 cm e le lesioni metastatiche. Il ciclo di terapia è di 6 giorni (500 cc. a goccia veloce) e 6 giorni di pausa; vanno fatti totalmente 4 cicli poi il controllo tac.

Tumori del cervello. Anche queste neoplasie, primitive o metastatiche, sono estremamente sensibili al bicarbonato di sodio al 5% endovena, da somministrarsi con le stesse modalità del tumore polmonare.

Tumori dello stomaco. Se la neoplasia è sviluppata solo dentro la cavità dell’organo, in genere regredisce con l’assunzione di 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio in un bicchiere d’acqua, 2 volte al giorno, al mattino a digiuno e prima di cena.

Tumori della pelle. Tutti i tipi istologici delle neoplasie della pelle come melanomi, epiteliomi e altri, regrediscono spesso fino alla guarigione, mediante spennellature di tintura di iodio, da effettuarsi due volte al dì per 20-30 giorni sulla lesione. Il ciclo va ripetuto per tre volte ogni volta che cade l’escara formata dalle applicazioni precedenti.
TheDrakkar,
Si potrebbe segnalare il sito alla postale.

Durante le somministrazioni è bene far ruotare il paziente in tutte le posizioni, per consentire alla soluzione di bicarbonato di arrivare in tutte le parti della vescica.

Perché, invece, non chiamiamo due culturisti alti almeno due metri, chiediamo loro di acchiappare il paziente l'uno per le gambe e l'altro per le spalle e non facciano dare al suddetto una bella shakerata? Così siamo sicuri che il bicarbonato arrivi dappertutto!


A Simoncini, a quanto ho capito, hanno dato solo quattro anni perché i parenti di coloro che lo hanno denunciato erano parenti di malati ormai terminali e non si può dimostrare che sia stato lui a dare il colpo di grazia.
Per esempio a uno, a quanto ho letto, si è lacerato il fegato il giorno dopo un'iniezione a opera di Simoncini, ma non hanno potuto avere la certezza matematica che la colpa fosse di Simoncini e non del tumore giunto alla fase terminale.

Insomma, Simoncini ha un buon avvocato...
e ridaje... http://tinyurl.com/cn8lmm
anche questo "medico" dice di esser prima stato operato, e quindi di aver fatto la terapia al bicarbonato.
e inoltre, confonde il fatto che il tumore attechisca in topi singenici (cloni) o pnudi (privi di linfociti) con un generico "il tumore attechisce sempre".

si vabbè, e allora dovremmo vietare ai malati di cancro una lunga serie di lavori... patetici
Vi segnalo anche la più recente testimonianza, sempre di luogocomune, circa la terapia simoncini. Oltre alle solite mancanze di prove oggettive e ai dubbi che possano venire fuori, vorrei far notare tutti i "movimenti ombra" che fa l'intervistato. Uno psicologo più esperto del sottoscritto potrebbe forse dirne più di me, ma, per quel che ne so, sono facilmente riconducibili a chi non sta dicendo le cose esattamente come stanno e tenta di ricordare qualcosa di concordato, ma non vissuto.
ciao wewee

scusami, ma se ho ben capito intendi pubblicare qualcuna delle tue ricerche...

Hai un sito personale?

mi piacerebbe sentire quello che hai da dire, ma non so come...


grazie!

PS
mazzucco è uno schifoso a non risponderti: è incredibile la pervicacia con cui certa gente pensa di avere ragione!!!!!
Sto preparando un piccolo sito dove raccogliere tutto quello che ho trovato studiando il caso Simoncini. Visti i particolari emersi (disarmanti, ci sono pesantissime manipolazioni ed un'approsimazione spaventosa) mi sembra giusto rendere pubblico a tutti quello che questa persona propone in giro per il mondo.
Il sito è in preparazione.
E la storia si è conclusa con la prevedibile "espulsione" dal sito Luogocomune.

Quando si smaschera un truffatore, i suoi complici corrono subito in suo aiuto.

Io credo che Redazione abbia fatto un autogol clamoroso, ma non mi aspettavo di più, è tutto alla luce del sole, si sono incartati da soli.
Ciao!
Ciao WeWee, e complimenti per il lavoro che ti sei preso la briga di sobbarcarti.
La tua espulsione da Luogocomune era questione di ore, e anzi, conoscendo l'ambiente sei durato anche troppo.

Tienici informati sull'apertura del tuo sito!


Ciao!
WeWee,

benvenuto sulla Nave dei Bannati :-)


Hai dimostrato meglio di ogni disquisizione medico-etica di che squallida pasta sono fatti i luogocomunesi.
Piena solidarietà a WeeWee.
Benvenuto tra i più (i bannati di Lc)!
E avvisaci appena pronto il sito!
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
@WeWee

Vedo con Google che i siti in lingua inglese che trattano di Simoncini sono circa 28.000
Parole chiave: "Simoncini" "cancer"

Sarebbe utile se il tuo sito fosse bilingue.
Solidarietà anche da parte mia.

Spero che tu pubblichi al più presto tutto il materiale che hai raccolto.
Ma l'apologia di reato non e' a sua volta un reato, in Italia?
C'e' qualche avvocato in questo thread?