Cerca nel blog

2009/02/20

Truffa alla nigeriana, 300˙000 dollari spillati per amore

"Ma chi vuoi che ci caschi?" Lo dicono tutti, fino a quando ci cascano loro


La truffa alla nigeriana è un classico di Internet, ma non cessa mai di funzionare e di mietere vittime nonostante sia, vista da fuori, una trappola fin troppo evidente. Eppure quando ci si è coinvolti personalmente la si vive in modo completamente diverso.

Ne è un esempio recente la vicenda di un gruppo di donne di Edmonton, in Canada, segnalata da un quotidiano locale, l'Edmonton Sun. I truffatori usano i dati personali pubblicati dagli utenti su siti di social networking come Myspace, Facebook e simili (specialmente quelli dedicati alla ricerca di partner sentimentali) per selezionare le vittime potenziali: in questo caso, donne divorziate non più giovanissime.

Dopo la selezione, i truffatori trascorrono mesi a chattare e a scambiare mail di corrispondenza amorosa con la vittima, spacciandosi per uomini d'affari più giovani in viaggio per il mondo con frequenti tappe in Nigeria (dove in realtà risiedono). Promettono di venire a trovare il loro "partner" e di sposarlo e creano una vera e propria dipendenza emotiva, come racconta efficacemente una delle vittime canadesi:

Non vedi l'ora di tornare a casa dal lavoro per scambiare messaggi con loro... non sono come un partner nella vita reale: loro sono sempre lì a disposizione, e dicono sempre cose positive. Mai niente di brutto. È quello che vogliono sentirsi dire tutti.

Una volta che hanno incastrato sentimentalmente la propria vittima, questi criminali procedono implacabilmente al passo successivo: scrivono dicendo di avere improvvisamente bisogno di soldi perché sono intrappolati in Nigeria o per via di un'emergenza medica o di un problema con l'acquisto dei biglietti aerei. E la vittima, anche se messa in guardia dagli amici, abbocca.

Ho avuto tantissimi amici che mi hanno detto "Non mandare soldi", ma ami quella persona e le credi e non ti vuoi fermare.... pensi di essere più furba dei delinquenti, ma non lo sei: può capitare a chiunque.

Viste da dentro, insomma, queste truffe sono molto meno evidenti di quel che potreste pensare, perché giocano tutto sui sentimenti e le emozioni. Tutti pensano "tanto a me non capita": e invece capita eccome. Oltretutto, le speranze di recuperare il maltolto sono sostanzialmente nulle, e i truffatori sono incentivati a tessere trame sentimentali lunghe, complesse e persuasive da questa loro impunità e dai guadagni ingenti che ne traggono. Le signore di Edmonton, stando al Sun, hanno dato loro in tutto circa 300.000 dollari canadesi (190.000 euro; 280.000 franchi svizzeri).

44 commenti:

Rodri ha detto...

Considerando che quei 300'000 dollari canadesi saranno solo una parte dei soldi che hanno, meriterebbero di essere obbligate a darne altrettanti in beneficienza, tanto per essere sicuri che non ci caschino un'altra volta.

Hanno peraltro un concetto di principe azzurro molto curioso.

Unknown ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Unknown ha detto...

domanda stupida...
ma non ho capito come mai sempre in nigeria...
cioè ok truffa alla nigeriana pensavo perchè nata da parte di truffatori nigeriani eccetera...
ma ora che si è 'globalizzata' mi aspettavo potesse accadere ovunque invece ogni volta che ne leggo è sempre in nigeria che accade
si sa il motivo?
leggi particolari in nigeria?

Thomas Morton ha detto...

Bastardi.
@ozio: a quanto ne so i nigeriani si sono specializzati in questo tipo di truffa perché possono godere di una certe complicità presso le alte sfere. Si parla di uomini d'affari che dopo gli scambi di e-mail sono stati ricevuti nei palazzi del governo e che avrebbero parlato con "ministri" che poi sono spariti con i loro soldi.

Dan ha detto...

Forse perchè le leggi in Nigeria non prevedono l'equivalente della nostra Polizia Postale, e/o la maggior parte dei truffatori è ancora nigeriano. Ovviamente ciò non toglie che possano solo spacciarsi per nigeriani per sfruttare la fama della truffa classica, oppure che il denaro venga soltanto fatto passare attraverso la Nigeria sfruttando una qualche legislazione carente in tal senso.
Diciamo che è un po' come chiedersi perchè la maggior parte dei conti segreti dei criminali sono in banche svizzere, o delle isole Cayman e posti del genere. Evidentemente è perchè ci sono condizioni favorevoli.

Unknown ha detto...

@thomas grazie mille
@dan non ho capito cosa intendi con 'Ovviamente ciò non toglie che possano solo spacciarsi per nigeriani per sfruttare la fama della truffa classica' .... cioè se ti voglio truffare evito di pubblicizzare la cosa.. cioè a che gli serve la fama in questo caso?
per il resto l'avevo ipotizzato anche io..ma mentre per le banche svizzere lo so per certo per la nigeria chiedevo maggiori info certe... :)

Unknown ha detto...

Sono daccordo con Rodri: dare altrettanti soldi in beneficenza per evitare di cascarci ancora :)

Comunque lo ripeto e lo ridico e lo firmo: selezione naturale.

Anzi, quasi quasi mi trasferisco in nigeria, si fanno buoni affari :)

Anonimo ha detto...

Ma dai, mi sa che cambio lavoro e faccio il finto amante online intrappolato in Nigeria.

A parte gli scherzi, purtroppo queste cose accadono ogni giorno, carpire la fiducia di chi è debole e indifeso, o semplicemente ha bisogno di qualcosa che porti un pò di luce nella propria vita è la preda prediletta per questi bastardi, e lo dimostra il proliferare di maghi, astrologhi, guaritori eccetera, che ogni anno muovono in Italia milioni di euro.

Stefano Nicoletti ha detto...

I nigeriani parlano bene inglese e si spacciano facilmente per inglesi.
Però ho letto di un caso italiano, identico.
Era un lui che aveva adescato una lei.

PTendas ha detto...

Il motivo per cui la maggior parte di queste truffe ha origine nell'Africa occidentale (non solo in Nigeria, ma anche in paesi limitrofi) non è un "vuoto legislativo" (si tratta di un reato anche lì, semmai principalmente la diffusa corruzione che permette ai truffatori di "reinvestire" una parte dei loro proventi per guadagnarsi coperture anche molto influenti. Senza contare che secondo Wikipedia (http://en.wikipedia.org/wiki/Advance_fee_fraud) vi sono motivi "ambientali", ad esempio Internet Point che permettono ai truffatori di operare in orario di chiusura e il basso costo delle schede SIM pre-pagate.

sgerwk ha detto...

In effetti, non si tratta di una truffa alla nigeriana, che sarebbe quella "dammi 1000 dollari, cosi' poi te ne faccio arrivare 100000". Questi qui invece prendevano i soldi sfruttando la debolezza delle loro vittime.

La teoria che la colpa e' anche della vittima e' una cazzata che gira da secoli. Spesso va a braccetto con l'altrettando intelligente idea che i truffatori, in fondo, si stanno solo vendicando del colonialismo.

Pluto ha detto...

tu non hai idea di quanti messaggi di scam ci siano su internet
e' incredibile che la gente si faccia ancora fregar soldi

Nodens ha detto...

Casimiro ha detto...
Sono daccordo con Rodri: dare altrettanti soldi in beneficenza per evitare di cascarci ancora :)

Comunque lo ripeto e lo ridico e lo firmo: selezione naturale.

Anzi, quasi quasi mi trasferisco in nigeria, si fanno buoni affari :)


Sono in totale disaccordo con quanto qui espresso. Seguo Attivissimo da parecchio ed ho sempre considerato la comunita qui formatisi esemplare ma commenti come quello che ho riportato stanno apparendo sempre piu spesso.
Non stiamo parlando di seguici di Mazzucco che, anche di fronte all'evidenza, si rifiutano di vedere.
Stiamo parlando di persone truffate! di persone prese in un momento di debolezza, sole, che cercavano un po' di affetto.
a questo punto dovremo scusare anche la biowashball che in fondo spilla solo 50 euro a persona. o i vari guru complottisti... non sono dei "dritti" anche loro?
questo dispregio per i truffati e questa vena di sottile ammirazione per i truffatori mi inquieta profondamente.
Saluti
Marc

Unknown ha detto...

concordo con nodens appieno... nulla da aggiungere ha espresso benissimo quello che penso anche io

www.polidoroweb.it ha detto...

E' successo pochi mesi fa, a un mio cliente (uomo) la stessa identica storia.
Aveva conosciuto in chat una ragazza dell'est, con la quale aveva stretto una "amicizia" via internet, dopo pochi giorni lei gli chiese di venire in italia da lui, perchè lo amava.
Lui ha accettato, chiarendo subito che le sue condizioni finanziare non era agiate.
Lei diceva che non le interessava il denaro, ma cercava l'amore.
Chiedeva "solo" i soldi per il biglietto, dapprima, poi, i soldi per i premessi neccessari per arrivare in italia, poi altri soldi ancora sempre per problemi burocratici.
In poche settimane era riuscita a spillare qualche migliaio di €.
Quando sarebbe dovuta arrivare in italia, all'areoporto lui non trovo nessuna "lei".
Alle mail non rispondeva più, dopo poco il ragazzo si è reso conto di essere stato truffato.
Con un'altro indirizzo mail contatto la ragazza, che, come prima, si innamorò di lui!
Grassa delusione, di amore e di soldi.

www.polidoroweb.it ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Rodri ha detto...

Nodens, qui non si parla di ammirare il truffatore, si tratta di non voler compatire il truffato. C'è un limite a tutto, anche a quanto si può "lasciar passare" alla più sprovveduta delle persone.

A quelli che vengono truffati con gli assegni perché li incassano senza sapere cosa vuol dire la sigla SBF, ecco lì io piazzo un incondizionato "Ben ti sta!", senza che me ne freghi qualcosa di avere "sottili ammirazioni" (??) per i truffatori. Idem per altri tipi di truffe.

marl ha detto...

La maggior parte risiede in UK e sono "bianchi" (vedi in romancescam.com), con nr cell ri-diretti 4470xx o 23470xx o 23480xx.
Non è necessario aver perso la testa per essere alleggeriti: ho voluto acquistare un cellulare prima che fosse disponibile qui xkè il mio si era rotto, dopo averlo pagato dicono che devi prenderne altri 3-4 xké la fabbrica non può darne fuori solo 1, esiti, allora aggiunge 1 N96 regalato, ti dici che tanto li piazzi, paghi, poi dovresti pagare royalties e quant'altro per la dogana, non ci stai, "ma dai che hai già pagato e riceverai 5 cell",ti mandano foto del pacco, fai 4 calcoli, paghi, poi cambiano lo spedizioniere e dovrei ripagare per l'invio, a quel punto chiudo la trattativa! Allora il segretario-venditore viene licenzato senza preavviso e senza paga dal nuovo padrone della ditta,il nuovo boss mi intima di pagare per l'invio o non riceverò nulla! infatti non manda niente. L'altro è divorziato con un bimbo di 9 anni, a casa non ha connessione al net ma dobbiamo rimanere in contatto xké LUI SA come fargliela pagare e farmi riavere il maltolto ... poco dopo il figlio è all'ospedale e deve comprare medicine, passata questa hanno un incidente in taxi, tutt'e due all'ospedale! Poi subentra l'amico UK in Nigeria che procura l'avvocato e il primo parte in NG per rappresentarmi, vende la moto ma non basta e chiede un contributo alle spese di viaggio e soggiorno, "non ti preoccupare, sarai rimborsata del doppio!",ricevo il testo della denuncia, poi tergiversano (per mia fortuna!)sul come farmi avere TANTI $$$ e torna in UK, mi manda una sentenza ... falsificata, a quel punto capisco che sto per cadere in una variante della frode nigeriana 419! Tutto questo da maggio a dicembre. Da pochi giorni è tutto in mano alla Pol Federale.
Come vedete il cuore può anche non essere coinvolto, il buoncuore sì.
Inoltre 1.non conoscevo il vocabolo SCAM e le ricerche con tracciamento (ragazzi! ho quasi 64 anni), 2.da noi la frode 419 è nota come emailscam o qualche anno fà via lettera. Ora però bagno il naso a molti, ho perfino trovato i docs originali dei falsi ricevuti, e ho trovato il mio uomo in myspace sotto altro nome!
perdonatemi per aver condensato di getto questa lunga storia.
Con questo esposto spero aver dato utili informazioni e avvertimenti.
Vi saluti tutti e a chi ha la critica facile dico:
MAI DIRE MAI !!

Vedo ora l'ultimo commento pubblicato da Rodri che preferirei chiamare SBF! Mi chiedo se non sei uno che quando arriva a casa dopo una giornata di lavoro mette solo le gambe sotto il tavolo poi si accovaccia sul divano ... scusami,non per mancarti di rispetto, ma forse bisogna aver toccato con mano per capire le tempistiche usate da questi scammer, e mi fermo qui!!
La tua supponenza mi ha rovinato la serata!

Lurkos ha detto...

Il punto può essere solo separatore decimale.
Paolo, perché non correggi il titolo dell'articolo?
http://www.bipm.org/jsp/en/ViewCGPMResolution.jsp?CGPM=22&RES=10
http://www.bipm.org/en/CGPM/db/9/7/

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

@rodri

si tratta di non voler compatire il truffato

frase completamente errata..
credo che in questo caso dovresti rivedere la tua scala di valori

chi si approfitta di ingenuità, malcomprensioni, debolezze, momenti di defaillance (di cui tutti, anche tu, siamo vittime) è da condannare non solo dal punto di vista legale, ma da quello morale

non è concepibile pensare di dover vivere in una società dove appena abbassi la guardia potresti venire fregato: devi concepire la società in modo opposto! Appena cerchi di fregarmi, tu riesca o meno, devo prenderti e farti molto male (giuridicamente parlando).

Poi nel caso specifico è ancora più triste pensare che le vittime non sono "giovani e forti" (che poi secondo me non esiste tale categorie), ma signore sole e con carenze affettive

Abusare di queste persone è un'aggravante di un già grave delitto che è quello di abusare della fiducia delle persone.

Le vittime sono sempre da compatire perché sono vittime di persone infami, di merde in forma umana.

(Altra questione è la truffa di chi vuole truffare, ma credo che non c'entri nulla in questo caso).

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

@rodri

aggiungo, il tuo modo di pensare è molto italiano. In paesi come gli USA il solo mentire ti qualifica come merda e sei out. Viceversa qui in italia c'è una specie di mitologia per il furbo, quello che trova tra le pieghe delle leggi, quello che ;-)

Dove nelle civiltà avanzate si paga il giornale o il pedaggio gettando in un cesto il proprio soldo, in italia si cercare di rubare al prossimo in tutte le maniere.

Ecco, diciamo che il truffatore viene consapevolmente o inconsapevolmente visto come il furbo carismatico che riesce a convincere una persona.
Invece è solo cacca in forma umana che si approfitta di debolezze altrui.
Manca proprio un'etica secondo me, che porta a dire cose tipo non compatire le vittime oppure quasi mi trasferisco in nigeria.

A me viene in mente invece che pezzi di merda, vorrei averli tra le mani 5 minuti, poi mi calmo e dico, gli basterà una bella condanna e un po' di galera.

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

ecco mi è venuta (scusate è stato un parto..): truffare una persona in condizioni disagevoli (e in questo caso il disagio è fin troppo ovvio) è come rubare le sue cose ad un malato in ospedale

come la mettiamo ora?

Rado il Figo ha detto...

Come tutte le cose (altra frase fatta), bisogna andare caso per caso.
Come il non compatire (userei un altro termine ma ripeto quello fin qui adoperato) i truffati: un conto sono quelli che, per rimanere ai nigeriani, sono convinti di sbiancare banconote di taglio minore per crearne altre di taglio maggiore; altri quelli vittime delle Wanne Marchi e Simoncini del genere.

Non sempre, però, è così netta la differenza: se penso alla truffa del Toblerone o di quella in cui hai vinto vagonate di soldi in una lotteria a cui non hai mai partecipato, di primo acchito pensa al truffato vittima oltre che del truffatore anche della propria avidità. Però può anche essere che sia stato colto in un momento di difficoltà economica che gli abbia "annebbiato la vista".

Alla fin fine dipende sempre da persona a persona. A me è successo col dirigente della squadra di calcetto che, formalmente, è rimasto truffato dal presidente, in realtà ne è stato quasi un complice fino all'ultimo.


p.s.: non so se avete visto la punta di Mi Manda Rai TRE di ieri sera, dove un avvocato portava avanti come tesi difensiva per la sua assistita...che i suoi clienti erano stati troppo allocchi e quindi non le si poteva muovere alcun addebito.

JohnWayneJr ha detto...

Eh, no! Cosa c'entra rubare le cose a un ammalato? Quello mica può difendersi!
Invece in questo caso sono le vittime che hanno dato VOLONTARIAMENTE i loro soldi ai truffatori! Se permettete, é un bel po' diverso.

Comunque, vediamola così: quelle erano povere anzianotte in cerca d'amore, giusto? Beh, l'attaccamento alle cose materiali é un ostacolo al compimento dello spirito e al raggiungimento dell'illuminazione attraverso l'amore universale.
Liberandole dal fardello del denaro il truffatore ha gettato la zavorra dallo spirito di queste che ora sono più vicine al Nirvana.
Quindi, in fondo, ha fatto loro un favore.

Unknown ha detto...

@John Wayne jr.
eh no non scherziamo...
"quelle erano povere anzianotte in cerca d'amore, giusto? ecc.. "
non ci scherziamo!
Ci sono molte realtà nel mondo... c'è gente che per amore si suicida o fa errori ben peggiori.. chi impazzisce...questa ironia nel confronto di queste persone non la capisco.. potrai credere che a te non capiti mai (e te lo auguro), ma la depressione non raramente nasce da queste situazioni e la depressione è una malattia che va curata... e non è da sottovalutare
il tuo cinico commento è molto fuori luogo secondo me.. posso concordare con chi fa un 'distinguo' verso chi viene fregato perchè a sua volta voleva fregare (come diceva rado il figo sulla storia delle banconote) ma accusare chi soffre è sbagliato a prescindere da cosa causa la sofferenza... c'è chi soffre per via della solitudine, e allora? questo lo rende 'ridicolo' o 'colpevole di qualcosa'?

pardan ha detto...

Purtroppo queste persone ciniche e inqualificabili giocano sul bisogno di affetto di donne sole, insicure, depresse. Una volta almeno dovevano metterci la faccia (i gigolò, i cacciatori di dote), ora si possono inventare quello che vogliono. Quelle che si fanno ingannare non sono deficienti o schifosamente ricche ( e quindi meritevoli di punizione?). Le donne non più giovani, magari separate o divorziate, vivono delle situazioni di solitudine e avvilimento che per un giovane sono difficili da immaginare. Se dopo anni di routine casa-lavoro irrompe una storia romantica le poverette ci cascano, anche perché i "nigeriani" invece sono freddi, controllati, e sanno bene come manipolarle.

JohnWayneJr ha detto...

Punto primo. Io sono relativamente giovane (28, decidete voi), ma sono solo. E vi assicuro che sto benissimo da solo. Si sta benissimo nella routine casa - lavoro etc (certo, se fosse solo casa sarebbe un gran meglio, ma non mi posso lamentare neanche così). L'amore inteso come due persone prigioniere l'una nella vita dell'altra é largamente sopravvalutato. Di solito si cerca nell'altra persona quell'amore che non siamo capaci di dare a noi stessi, ma sto andando troppo OT.
Non pretendo certo che il mio modello sia universalmente condiviso (e ci mancherebbe), solo cerco di capire che razza di "amore" dovrebbe essere quello tra due persone che stanno a quindicimila km (forse più?) di distanza e qual é la differenza con l'essere soli (soli poi neanche tanto, visto che la donnetta aveva anche degli amici che sembrano perfino persone intelligenti visti i consigli dati...)

Punto secondo: tutti sbagliano. Quello che non ti uccide ti fortifica. Cosa hanno perso queste donnette? Solo soldi. Soldi che evidentemente non gli servivano, dal momento che se ne sono disfatte con una facilità disarmante (io anche volendo non POTREI spedire soldi a chiccessia, perché il mio conto corrente raggiunge al massimo la considerevole cifra di un migliaio di euro. Quando ci sono "troppi" soldi, semplicemente li spendo. Per ME).

Punto terzo (un po' il completamento del punto secondo): in fondo queste donnette possono tranquillamente continuare a vivere, non é stata usata contro di loro nessuna violenza, né fisica né morale. Hanno peccato di troppa fiducia, tutto qui. GLi esseri umani mentono, Dr House docet.

Punto quarto: parlo di donnette perché é questo il caso, non per qualche strana forma di misoginia. Userei lo stesso tono indisponente, dispregiativo e supponente anche se si trattasse di omuncoli.

Punto quinto: in casi come questi é difficile dire dove stiano i criminali. In fondo nessuno ha costretto nessuno a fare niente: semplicemente delle persone hanno dato volontariamente denaro ad altre persone. Perché l'hanno fatto, sono fatti loro.
Qualcuno qui sopra confonde un po' le acque chiedendosi allora che differenza c'é tra questi e quelli che si fanno fregare da Mazzucco, Straker e Wanne Marchi in generale. Risposta: nessuna.
Nel 2009 i mezzi per difendersi da questi [mettete qui l'espressione volgare che preferite] ci sono, non ultimo il blog di Paolo Attivissimo.
Ma anche il CICAP e un sacco di scienziati pronti a chiarire i vostri dubbi smontando certe fesserie.
(Addirittura l'anzianotta era stata messa in guardia dagli amici!!!! Ma si sa, é meglio accordare la fiducia a uno sconosciuto su internet, che a una persona che ti é vicina, questo si che é amore romantico!)

Concludendo, come dicevo, non si può più invocare l'ignoranza o la disperazione, né in casi "leggeri" come questi né in casi più gravi come quelli dei sapientoni che sospendono le cure per il cancro fidandosi di maghi e santoni. Nell'epoca della comunicazione di massa, abbiamo accesso a una miriade sconfinata di informazioni che dovrebbe facilmente mettere in ginocchio gli "alternativi". Benvengano i blog come questi, destinati però a chi vuole capire.
Per chi vuole credere, beh, detto fuori dai denti, si arrangino.

Unknown ha detto...

28 anni uomo e solo vs donne di mezza età sole = distanza abissale... non credo che in fondo tu non lo sappia
già fra un uomo di mezza età solo e una donna di mezza età sola c'è una distanza abissale su come la cosa viene vissuta...

oltre questo
"tutti sbagliano. Quello che non ti uccide ti fortifica. Cosa hanno perso queste donnette? Solo soldi."

non ci metterei la mano sul fuoco... non sono poche le persone che se in situazioni di particolare debolezza depressione e frustrazione dopo un caso del genere possano decidere di fare qualche *grossa* sciocchezza (per non dire estrema) le cronache ne sono piene
questo credo che basti per capire che sono vittime e basta queste persone... te forse la immagini come solo la voglia di uno 'sfogo' fisico... o altro... ma è ben di più quello che cercano... e sono così disperate che lo cercano nei posti sbagliati..siamo d'accordo..ma sempre disperate sono...

Nodens ha detto...

John Wayne jr. ha detto...
Punto primo. Io sono relativamente giovane (28, decidete voi), ma sono solo. E vi assicuro che sto benissimo da solo.

Per cui se "tu" stai benissimo da solo tutti possono stare benissimo da soli. Quello che non è una tua debolezza non esiste?!? bravo


Punto secondo: tutti sbagliano. Quello che non ti uccide ti fortifica. Cosa hanno perso queste donnette? Solo soldi. Soldi che evidentemente non gli servivano, dal momento che se ne sono disfatte con una facilità disarmante

Qui ti dimostri anche un poco paragnosta. Come tu faccia a sapere se per quelle persone sia state facile separarsi dai loro averi e quanto quei soldi potessero servire è un mistero.


Punto terzo (un po' il completamento del punto secondo): in fondo queste donnette possono tranquillamente continuare a vivere, non é stata usata contro di loro nessuna violenza, né fisica né morale. Hanno peccato di troppa fiducia, tutto qui. GLi esseri umani mentono, Dr House docet.

qui si tocca un punto fondamentale. per te e per molti altri apparentemente la truffa è atto che non fa violenza. ti assicuro che non è così. Io sono originario di Napoli e cosi, per quanto sia riuscito ad evitare truffe eclatanti come il nigerian scam, sono state spesso preso di mira, ed anche fregato, da questi loschi figuri che pultroppo li abbondano. immagino che non mi crederai ma quando capisci di essere stato preso per i fondelli, ci stai male molto. é una violenza morale, una profonda vergogna di se stessi. per questo aprezzo molto Mari che ha avuto il coraggio di uscire allo scoperto e raccontare la sua storia.

Punto quarto: parlo di donnette perché é questo il caso, non per qualche strana forma di misoginia. Userei lo stesso tono indisponente, dispregiativo e supponente anche se si trattasse di omuncoli.

per cu tu vai anche oltre. Non si tratta solamente di "non compatire". queste persone non solo sono state truffate. devono anche essere soggette al tuo disprezzo! Hanno subito, non si sono riuscite a difendere e tu le attacchi anche!

Punto quinto: in casi come questi é difficile dire dove stiano i criminali. In fondo nessuno ha costretto nessuno a fare niente: semplicemente delle persone hanno dato volontariamente denaro ad altre persone. Perché l'hanno fatto, sono fatti loro.

per cui riassumendo truffare qualcuno non è un crimine. è un attivita leggittima. nessuno si fa male e sono loro che ti mettono i soldi in mano...

Qualcuno qui sopra confonde un po' le acque chiedendosi allora che differenza c'é tra questi e quelli che si fanno fregare da Mazzucco, Straker e Wanne Marchi in generale. Risposta: nessuna.

quel qualcuno sono io. ed a questo punto mi chiedo perche leggi questo blog. In fondo Attivissimo mette in guardia le persone da gente come Mazzucco che sfruttano la tragedia del 11 settembre per spillare qualche soldo in giro. tu mi dici che tra mazzucco ed i nigeriani non vi è differenza e che in fondo il nigerian scam non è sta gran cattiveria. per cui quello che fa Mazzucco per te è leggittimo. Fessi quelli che ci cascano e stupido Attivissimo a perdere tempo in giro per avvertire le persone.

Concludendo, come dicevo, non si può più invocare l'ignoranza o la disperazione, né in casi "leggeri" come questi né in casi più gravi come quelli dei sapientoni che sospendono le cure per il cancro fidandosi di maghi e santoni.

concludiamo si. se una persona è ignorante non solo merita di essere truffata, merita di morire. agghiacciante...

un'osservazione generale e poi chiudo questo post chilometrico. la truffa è una violenza. una violenza intelletuale ed emotiva.
é come essere sopraffatti da un ladro che ti entra in casa solo che invece di usare un grimaldello quello si è guadagnato la tua fiducia poco a poco per poi fotterti.
chi dice che le vittime dovevano essere più sveglie e più informate ( come se si potesse essere sempre all'erta e sapere tutto) al prossimo furto che sente dovrebbe dire che la vittima doveva avere una pistola in casa, avere un rottweiler in camera da letto e l'allarme collegato direttamente con la polizia. e naturalmente pistola e cane se li deve portare sempre dietro. altrimenti si merita tutto quel che di cattivo puo succedere al mondo.

Saluti

P.S. mi rendo conto di aver usato un tono piuttosto duro. non voglio iniziare un flame e che l'argomento mi colpisce molto. Paolo nel caso posso fermarmi qui.

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

@john

Giuro che non capisco.. tu non sembri proprio una persona superficiale eppure non ti vedo considerare i problemi psicologici delle persone.

Io purtroppo in passato ho avuto esperienza diretta di situazioni in cui soggetti lucidi (e anche molto intelligenti) a causa di difficoltà esistenziali, si sono ridotti a fare cose che, una volta fortunatamente usciti dalle difficoltà, non avrebbero fatto neanche sotto la peggiore tortura

Purtroppo ognuno ha la sua sessualità e i suoi sentimenti (e variano anche nel corso stesso della propria vita)
c'è chi può vivere decenni tranquillamente senza fare sesso (ma sono pochi..) e chi invece ha necessità quasi fisica di dividere la sua vita con un'altra persona

Chiaro che dal tuo punto di vista attuale è risibile e incomprensibile essere turlupinati così come le signore in questione. Ma se consideri che a questo mondo siamo in tanti e tutti diversi e che c'è gente che per sport fa ciò che per te è fonte del terrore più nero, allora hai una buona chiave di lettura di queste situazioni.

Infine, ci sono molti trattati scientifici che descrivono minuziosamente gli stati alterati di coscienza indotti sia da sostanze psicotrope che da situazioni ambientale (o un mix di esse). Poco ci vuole per un truffatore usare questi mezzi: e così infatti fanno codesti.

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

ah aggiungo che se non erro nel codice italiano c'è qualcosa che si imputa in qualche modo il truffato, se l'essere truffato è derivato da un suo tentativo di fare il colpaccio: si chiama incauto acquisto

non mi pare invece ci sia una imputazione di incauta fiducia..

ma passo la palla agli azzeccagarbugli che leggono il blog di Paolo :)

marl ha detto...

A questo punto devo proprio rimettermi alla tastiera per ringraziare chi con tanta tenacia intende far ragionare i "testoni"!
È pure bello notare che persone provate dalla vita hanno conservato umanità e generosa comprensione verso il loro prossimo anche sconosciuto, hanno calore nei loro cuori, una fiamma che non si deve mai spegnere perchè aiuterà SEMPRE a superare TUTTO!

Sì, siamo usciti dal seminato:
il blog di Paolo vuol essere informativo, in questo caso con fini preventivi - GRAZIE Paolo!

Comunque fate un giro nei forum in inglese quali scamwarners o romancescam e vedrete che non ci sono solo vecchiette che si fanno abbindolare! ci sono anche giovani e uomini... ma và??

Per favore, se avete ancora qualcosa da dire attenetevi al seminato ... costruttivo.
Vi saluto.

JohnWayneJr ha detto...

Allora forse non sono stato chiaro, mi scuso e riformulo.
Ho scritto che sono maschio e ho 28 anni proprio per far capire la differenza fra me e le vittime di QUESTO caso, sono sicurissimo che ci sono maschi della mia età e anche più giovani che si fanno fregare anche più facilmente (ne conosco anche un paio che mandavano soldi uno a una brasiliana e uno a una rumena, entrambi erano sposati e benestanti prima, separati e in grossi guai dopo).
E, come ho già scritto, non voglio dire che siccome io sto benissimo da solo il resto del mondo dovrebbe fare lo stesso, semplicemente si può anche stare da soli. E, come ho già scritto, mi risulta che le anzianotte in questione non fossero proprio sole sole, visto che gli amici li avevano, e le avevano pure avvertite (chi é causa del suo mal...)


Sembra quasi che pensiate che io ammiri i truffatori: sbagliato, sono esseri spregevoli che meriterebbero di finire all'inferno o quantomeno in miseria.
La mia critica sta proprio qui: questa piaga (almeno nelle sue forme più basse, magari qualche porfessionista di alto livello resisterebbe) potrebbe essere facilmente debellata domani mattina, e invece ci sono ancora allocchi che abboccano a certe sciocchezze.
Il blog di Paolo Attivissimo SERVE ECCOME!!! E' proprio grazie a blog come questo, a siti come quello del CICAP e a siti internazionali come quelli citati qui sopra che fermare questa gente é semplice!
Se un ladro mi entra in casa usa violenza nei miei confronti, e io devo essere preparato fisicamente e mentalmente. Se uno mi chiede dei soldi, basta non darglieli e il gioco é fatto. Come potete paragonare le due cose?

Se un cretino mi telefona (o mi manda un'email) minacciando di mandarmi una maledizione, se ci casco sono proprio un allocco! Siamo nel 2009, che diamine!
E' ben diverso da uno che mi punta una pistola in faccia no?

Qualcuno mi parla di Napoli, a me vengono in mente il gioco delle tre carte e il "pacco" in autogrill. Io dico: ne hanno parlato in TV, sui giornali, su internet, ovunque, se ci caschi é perché ci vuoi cascare, non ci sono altri motivi!

Quanto al fatto che queste persone "meritino" quello che capita loro (addirittura "meritano di morire"), é una forzatura delle mie parole: nessuno merita cose spiacevoli, tutti meritano la felicità e una bella vita.
Ora, abbiamo la consapevolezza che ad ogni nostra azione corrisponde una conseguenza, e che più azioni buone facciamo più é facile che le conseguenze siano buone (che é più o meno la spiegazione del Karma).
Si dice anche "meglio prevenire che curare", e allora si danno i mezzi a tutti per prevenire: si fa informazione capillare, si martella su giornali e TV, su internet etc., e si mette in guardia la gente.
Quando, dopo che gli sono stati forniti tutti i mezzi necessari, qualcuno ancora decide che "a lui non capita", beh, é una naturale conseguenza che gli accada quello che gli accade.

Io farei un altro paragone: se io vi dico che a buttarvi nel pozzo vi fate male, vi fornissi le prove di quello che dico, facessi una dimostrazione simulata e vi facessi parlare con delle persone che nel pozzo si sono buttate e hanno le gambe a pezzi o la testa aperta in due (scusate mi sono lasciato prendere), e voi vi buttaste nel pozzo perché qualcuno lì accanto vi sta dicendo che vi sono spuntate le ali, e voi vi buttaste lo stesso nel pozzo, non vorreste almeno lasciarmi la soddisfazione di dirvi: "te l'avevo detto"?

marl ha detto...

John, sei un caro ragazzo un tantino complicato e vivi meglio da solo almeno fin che non ridimensioni le s.. mentali (non ti offendere, impegnati a relativizzare, ci si può correggere, credimi!).

TRUFFA NIGERIANA 419 (dal nr di legge varata):
- compri o vendi qualcosa, presti dei soldi a qualcuno, fin qui nulla da ridire;
- vieni pagato o rimborsato per una cifra maggiore a mezzo assegno
e qui INIZIA la truffa:
- la gente onesta ritorna l'eccedenza, oppure in caso di vendita ti chiedono di pagare tu il trasportatore;
- tu, onesto, ti esegui senza aspettare il Buon Fine dell'assegno ricevuto (che poi risulta essere falso) percui rimani con uno scoperto non indifferente (non è il mio caso, per fortuna!);
perché ci caschi? perché riescono a convincerti tanto sono furbi, scaltri e tempestivi!
non c'è età che tenga, vedi su PATTICHIARI qualche italiano ci è cascato vendendo l'auto.

Mò il CONSIGLIO primario: non versare soldi via Moneygram o Wester Union, ma non è una garanzia per non cadere nella truffa !!!!
La W-Union mi aveva chiesto se conoscevo bene la persona, dissi di si perché riescono a stabilire un rapporto di fiducia!!! ripeto: non c'è età che tenga!
2. consiglio: non rimborsare eccedenze ma avvisare l'istituto finanziario e le autorità.

Tutto chiaro ora?
Buona domenica

JohnWayneJr ha detto...

Seghe mentali io? E le tardone che si fanno infinocchiare da gente lontana migliaia di km sono solo poverine? Mah!

Comunque per quanto riguarda gli assegni la cosa é molto più semplice: non si accettano pagamenti con assegni dagli sconosciuti, punto e basta.
La banca accredita la cifra "salvo buon fine", cioé lei ti da i soldi, salvo poi riprenderseli se la banca del traente (cioé quella dove é tratto l'assegno) non paga.
Anche chiedere il "benefondi" non é una pratica sicura: così noi sappiamo solo che il conto esiste e ci sono i soldi sopra: ma se il traente fa un prelievo o chiude il conto prima che l'assegno arrivi alla propria banca (di solito due o tre giorni lavorativi dopo il versamento) siamo punto e accapo.

Non ci si fida degli sconosciuti (ah, le mamme di una volta, come avevano ragione!!).

Sihaya B16 ha detto...

I miei "2 cents"
Spesso si cerca troppo lontano quello chi può avere vicino: perchè non frequentare un'associazione di volontariato, un cineforum, un corso di cucina, ecc. se ci si sente soli invece di cercare l'anima gemella nell'altro capo del mondo? Perchè farsi fregare dal nigeriano o dalla rumena quando si potrebbero conoscere eprsone simpatiche nella propria città, anche con un semplice annuncio su un quotidiano?
Le signore sono state consigliate dagli amici ma se sono infischiate dei consigli: se avessero frequentato più gli amici avrebbero aumentato le chances di fare nuove conoscenze tra persone vere, non anonimi dietro una tastiera! Dire che quelle signore (così come gli uomini che si fanno incastrare dalle rumene o dalle russe) sono state sprovvedute non significa essere contenti che sono state truffate o che si fa il tifo per i "mariuoli"!! E' una critica legittima affinchè la prossima volta stiano più attente!
@marl
Scusa, ma perchè non sei andata a comprare il telefonino nel negozio sotto casa? Penso che fra l'altro sia buona cosa aspattare che un nuovo prodotto non solo esca in Italia ma sia anche provato e valutato dagli utenti prima di fare un acquisto, soprattutto se costoso!!
Secondo me "l'ultimo modello" va sempre evitato, meglio aspettare!!

pardan ha detto...

Un corso di cucina o la canasta con le amiche difficilmente sono paragonabili a una storia romantica, anche virtuale. Se una ha l'età di Madonna (50), o anche di Patty Pravo (60), al giorno d'oggi non si rassegna a fare la calzetta davanti al camino e spesso gli amici "reali" sono acciaccati e parlano del loro colesterolo, quindi sono poco appetibili.
Comunque hai ragione a dire che ci vuole prudenza, ed essere informati sulle possibili truffe aumenta il livello di attenzione ed evita delusioni dolorose.

Lady O ha detto...

Concordo con Nodens, theDrakkar e altri: la vittima di una truffa è sempre una vittima. A volte sì, la vittima se l'è andata a cercare, specialmente se è entrata in gioco l'avidità, come nella "classica" truffa nigeriana. Ma in questo caso non è andata così.

Tutti possiamo cascare nei raggiri: se non in questo, cascheremo in altri, che non ci aspettiamo, quando avremo la guardia abbassata. E farà male, oh, se farà male, lo so, una volta sono stata imbrogliata anch'io. E quando si diventa vittime, non è bello che si gridi "selezione naturale".

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

credo che ancora non sia stato realizzato in questi commenti che nella truffa c'è qualcosa di più di un soggetto "non sveglio"

ci sono meccanismi psicologici simili a quelli che intervengono nelle fobie irrazionali: sappiamo che sono irrazionali ma non possiamo fare a meno di provarle

ecco alcuni di noi sanno che è estremamente probabile finire truffati ma non possono fare a meno di cadere nelle truffe

questa la situazione di chi si trova ad essere truffato e se si pensa di aiutare un amico in una tale situazione dicendogli "oh è una truffa" si è ingenui e illusi..

c'è bisogno di educazione e rieducazione, di strumenti che vadano ad agire in profondità

altrimenti è come cercare di guarire sè stessi o qualcun altro da una fobia con la forza di volontà: quante volte ci si riesce?

happyblubble ha detto...

Dico la verità, sono molto dispiaciuta nel leggere queste risposte nella triste circostanza in cui si trovano le persone truffate. Forse si è smesso di ascoltare, valutare, comprendere a scapito del GIUDICARE e criticare!
Il fatto che voi dite di lasciare altrettanti soldi in beneficenza mi sembra fuori luogo e poco pertinente sull’argomento. Chiunque ha il diritto di spendere i propri soldi come desidera.
Se dovessimo stabilire tutto ciò che la gente fa di sbagliato, cosa ne dite di chi getta via i soldi giocando? O andando a donne?
Se infatti giudichiamo chi si fa prendere dalla “dolcezza” di ritrovare una persona che dà delle attenzioni, sensazioni piacevoli e parole felici non deve essere così duramente criticata.

A me sembra che qui si faccia un mix tra principi stile “principe azzurro” e fatti che possono accadere realmente a chiunque.
Questo blog penso sia stato creato per fermare o meglio x informare.
Questi consigli gratuiti di dare in beneficenza dei soldi mi sembrano di cattivo gusto o meglio cosa ne sapete se effettivamente queste persone non siano di buon cuore e che non facciano regolarmente della beneficenza?

E' chiaro che non ci sia aspetta di cascare nella rete delle truffe, ma se questo messaggio può servire ad altre persone per avvisare di non cadere in queste tristi esche ben vengano.
Il fatto che ci siano molte donne che ci ruzzolano è sintomo di solitudine, malinconia, volontà di sentirsi dire parole confortanti, e desiderio di essere ascoltate o di avere una situazione felice.

Ciò che serve per non cadere in queste persone di poca umanità e miserabili, è di non perdere mai l’obbiettività della situazione questo criterio è fondamentale.
Chi ha piacere di chattare e vuole farlo lo faccia ma comunque sempre con una dovuta COERENZA poiché si sa che lo scambiarsi delle opinioni o raccontarsi degli eventi è costruttivo, ma pensare di sposarsi online questo forse meno. Un sorriso

tata ha detto...

leggendo tutti i commenti ho notato una "assenza". Mi chiedo da persona che ne ha viste, lette, sentite, vissute... di tutti i colori mi pongo un quesito (ma solo io me lo chiedo?) come è mai possibile innamorarsi di "una persona" mai vista di persona o sentita... io se chatto o msn o simili vedo solo parole scorrere su uno schermo... mica mi innamoro di parole. Di certo le belle parole piace leggerle a chiunque ma da li ad innamorarsi... allora se lego un libro (e ne leggo tabti!) dovrei permanentemente essere tra le nuvole rosa dell'amore... io amo solo persone reali in carne ed ossa che posso guardare sentire e toccare... sarÒ demodée??? son curiosa dei pareri in merito Ah. scordavo sono approdata qui oggi perchè ad una mia amica é successo di cascare nella frode (senza innamoramento ma x carità cristiana) e pure oggi leggendo un quotidiano ho trvato un articolo su paolo e su questo sito che prontamente ho passato alla mia amica. Grazie Paolo, mi ha detto di aver già avuto risposta. non posso fare offerte sonanti ma se passi dalle mie parti ti offro un pranzetto semplice ma DOC come lo é il tuo sito. un abbraccio e poi.... ogni tanto un po' ingenui lo saimo tutti no?

Sihaya B16 ha detto...

Tata, sono perfettamente d'accordo con te!!

Unknown ha detto...

Sono stata contattata da un falso Gen. Peter Pace età 69 anni Americano.......ma io non ciò creduto era impossibile crederci.

Bugiardo e incosciente ha detto...

Sono stata vittima di una truffa sentimentale alla nigeriana ed ho perso 1000 euro, anche se me ne erano stati chiesti 5000. Sono stata messa in guardia dalla mia banca e sono riuscita a contenere in parte i danni. Noi truffati non siamo degli stupidi, né dei creduloni, come tanti hanno scritto. Ho due lauree ed ho sempre lavorato in ambito finanziario, ma una brutta malattia neurodegenerativa mi ha resa fragile ed insicura. Sappiamo benissimo che potremmo iscriverci a corsi per il tempo libero per conoscere persone, ma la depressione ti blocca e ti.impedisce di rialzarti. A tutti quelli che pontificano, vorrei augurare di non trovarsi mai con una brutta diagnosi da soli. Molte delle loro certezze potrebbero crollare in poco tempo. Saluti