Cerca nel blog

2009/02/02

GooglePANICO!!

Forza, chi è stato a digitare "Google" in Google e rompere Internet?


Momenti di panico l'altroieri in tutta la Rete: Google segnalava tutti i siti Internet come potenzialmente pericolosi: "Questo sito potrebbe arrecare danni al tuo computer", recitava infatti minacciosa ogni pagina di risultati di Google, compresa quella che elencava Google stessa.

Il blog ufficiale di Google ha presto spiegato l'accaduto. L'avviso di allerta compare normalmente per un dato sito se Google sa che quel sito ospita software potenzialmente insidioso. Google collabora con una società senza scopo di lucro, StopBadware.org, per definire dei criteri di generazione e manutenzione dell'elenco dei siti ritenuti a rischio. Durante un aggiornamento periodico di questa lista, un operatore di Google ha immesso nella lista il carattere "/", che nella sintassi della lista significa "qualsiasi URL". Stopbadware ha pubblicato un ulteriore chiarimento per far capire che non è tutta colpa sua.

Sono stati momenti di panico per tutto il mondo online, ma l'episodio si è risolto entro una cinquantina di minuti in tutto, in fasce orarie leggermente variabili a seconda della zona geografica. Nulla di rotto, insomma, ma l'incidente ha messo in luce quanto siamo dipendenti da Google per il nostro uso della Rete.

26 commenti:

QuakePC ha detto...

Capita anche ai colossi di fare errori così grossolani, per fortuna google non ha il monopolio, ma vi sono anche altri motori di ricerca.

Il problema più grande secondo me è che la gente non si rende conto che il servizio di google non gli è dovuto, quindi se non funziona non ci si può lamentare.

Unknown ha detto...

Strano no avessero previsto una procedura di test: sarebbe bastato andare su un sito 'pulito' e su uno 'a rischio' per verificare che l'aggiornamento non era andato a buon fine. Un controllo del genere si può anche fare in maniera automatica senza neppure necessità d i intervento umano. La cultura del test manca pure a così alti livelli!

Unknown ha detto...

ahah bellissima... chi ha rotto l'internet?

Stepan Mussorgsky ha detto...

Panico...insomma...le ricerche si potevano fare, e poi bastava copiare gli indirizzi in calce ai siti trovati nella barra degli indirizzi del browser.

fabrix ha detto...

attenzione che a cercare google in google si puo' rompere l'internet...

Federico ha detto...

Panico...insomma...le ricerche si potevano fare, e poi bastava copiare gli indirizzi in calce ai siti trovati nella barra degli indirizzi del browser

esatto...!
anzi io sono abituato a fare così praticamente sempre, perché non voglio far sapere a google su quale dei risultati ho cliccato (ovviamente google-analytics.com l'ho disabilitato), e non voglio far sapere ai siti su cui mi collego quali parole chiave ho utilizzato per trovarli. Ovviamente in questo modo google prenderà anche meno soldi di pubblicita! :-)

Nico ha detto...

Rosario Marcianò è riuscito a dire che era tutto orchestrato contro di lui... :P

http://www.tankerenemy.com/2009/01/scie-chimiche-la-distruzione-dei-cumuli.html#c4274089219668965461

Stepan Mussorgsky ha detto...

Sì, ma il bello è che si è reso conto che il problema riguardava TUTTI i siti fuori tempo massimo...l'arguzia di quell'uomo mi sorprende ogni giorno di più ;)

Daniele ha detto...

Comunque... Il problema si è verificato solo con google Italia, perche' appunto quel giorno ho utilizzato google.com per le mie ricerche che funzionava perfetto.

panda88 ha detto...

a me invece e' capitato di imbattermi in una falla su youtube, il quale gentilmente rispondeva:Abbiamo già provveduto a inviare in ricognizione una squadra di scimmie altamente addestrate per risolvere il problema.

Gabryella Costa Fdd ha detto...

Gia',peccato che io,al contrario ha voluto metterli alla prova e cosi' mi sono collegata al link che Google dava, e mi sono ritrovata(nonostante i mille e + controlli che eseguo sempre,nel mio p.c., assolutamente a posto)
a dover scaricare un antivirus poichè dopo il controllo effettuato in rete,sembrava che il mio computer fosse il centro di tutti i virus del mondo,e il loro antivirus, ventilato gratuito,al contrario era ed è a pagamento-Questo mi ha insospettito assai,ho aggirato il problema semplicemente cambiamento l'home page di accesso ad Internet(usavo Google)con altra pagina e tutto è andato a posto-Io farei attenzione a pensare SEMPRE troppo bene,o al contrario a pensare sempre che è stato un semplice errore di un operatore di Google-
Qualcuno,un tempo,soleva dire
[a pensare male si fa peccato,ma spesso ci si azzecca]
Naturalmente la prova l'ho fatta propio per verificare se scaricare da quel dato sito indicato era VERAMENTE GRATUITO,nisba,come scritto sopra, era una bufala perchè il download,dopo la verifica(mille allarmi inutili e stupidi)era ed è a pagamento!!

Mazzolator ha detto...

@Daniele: no, non era solo in Italia.
Io non sono in Italia ma ho incontrato il problema.

Giorgio Loi ha detto...

Ho avuto la sventura di seguire il link di Nico e mi sono letto una ventina di messaggi di Straker & Co.

Ma quelli sono fuori di cervello! O__O

Devo essere rimasto indietro. A me pareva che le scie chimiche, fossero la causa di un controllo artificiale del clima, ovviamente guidato dagli USA, e che, non più tardi di un anno fa, si scrivesse da tutte le parti che erano la causa della desertificazione in atto. Beh, siccome oggi basta guardare fuori dalla finestra per capire la portata di quella str***ata, ora si scopre che le suddette scie sono responsabili di herpes e mal di testa, ovviamente al fine di favorire i profitti delle case (meglio: multinazionali) farmaceutiche.

Sugli effetti al cervello di certa gente, tuttavia, non ho mai avuto dubbi. :-)

Niebla ha detto...

@Giorgio:

la ricetta è: prendi un fenomeno esistente, molto variabile e difficile da misurare se non si ha la strumentazione adeguata. insinua dubbi nella mente della gente e dai un nome antipatico al fenomeno.
a quel punto si formeranno gruppi di sostenitori e presto il fenomeno sarà per loro la causa di ogni male che avviene nella quotidianità.. si formeranno varie teorie di complotto..

A proposito, qui c'è una scia grigia che copre tutto il cielo oscurando il sole.. normalmente penserei ad una nube.. :)

ps: google m'ha dato l'avviso che il mio account è disabilitato.. si tratta di un complotto anche in questo caso, tentavano di oscurare le cavolate che stavo scrivendo ma sono riuscito a scriverle comunque ritentando il login :)

IlPixelMatto ha detto...

nooooo!!!! Sono stato io!!!!
Paolo prestami un avvocato!!!!
hahahaha

Anonimo ha detto...

Ricordo che quel giorno stavo cercando il sito della microsoft...Ho tirato un sospiro di sollievo quando mi diceva "Questo sito potrebbe arrecare danni al tuo computer" :-)

suz ha detto...

Alcuni hanno descritto il fenomeno per quello che è: un normale errore temporaneo di routine. Altri invece, ma non faccio nomi (il giornali ad esempio...) lo hanno descritto come un virus che può colpire pure i migliori.
Ma informarsi?

suz ha detto...

il giornale volevo dire... scusate.

Slowly ha detto...

Hanno lavato Google con la biowashball.

Unknown ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
OperationOne ha detto...

someone divided by zero, eh? :D

Dan ha detto...

"Ho avuto la sventura di seguire il link di Nico e mi sono letto una ventina di messaggi di Straker & Co.

Ma quelli sono fuori di cervello! O__O"

Lo so, li ho letti anch'io, e anche se li conosco abbastanza bene, devo ammettere che è allucinante: a guardare come ne discutono mi è venuto subito in mente "Ma questi ci credono veramente a quello che dicono..." (a parte i guru commercianti ovviamente)
E che ci sia in giro gente come quella è una cosa, appunto, allucinante secondo me.

Quanto a Google, in effetti vedere una schermata del genere può gettare nel panico un utente inesperto; uno più pratico penserà "aspetta un po', qui c'è qualcosa che non funziona", ma gli altri è comprensibile che rimangano come minimo interdetti.

Marco ha detto...

«un operatore di Google ha immesso nella lista il carattere "/"»

Sarà ancora dipendente di Google quell'uomo?

O_O

Giorgio Loi ha detto...

Devo dire che la banalità dell'errore è forse ancora più preoccupante delle conseguenze dell'errore stesso.

Chissà quando l'intero pianeta resterà in black-out per 24 ore perché qualcuno ha digitato una chiocciola al posto di un asterisco.

Michele ha detto...

Una mia amica, che doveva entrare nel sito Ryanair, non ci è riuscita per colpa del fenomeno. Ha commentato che solo dopo mezz'ora si è ricordata che esistono altri motori di ricerca. Google-addicted.

Lanf ha detto...

Possiamo sfatare il mito che digitando "google" (senza le virgolette) nella pagina di ricerca do Google esploda Internet:
Risultati 1 - 10 su circa 2.730.000.000 per google. (0,21 secondi)

Lanf
P.S. ma quanto cxxxo è veloce?