Cerca nel blog

2006/04/21

L’aggiornamento di Windows s’impalla su hardware HP, firewall Kerio e Office

Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "francesco.lac***" e "robi_kali".
L'articolo è stato aggiornato rispetto alla sua pubblicazione iniziale.

Zio Bill comunica che l'aggiornamento di sicurezza di aprile per Windows XP, denominato MS06-015, ha un po' di problemi. Se avete installato quest'aggiornamento e vi siete accorti, per esempio, che non potete più accedere alla vostra cartella Documenti, o che Internet Explorer non risponde ai comandi, la probabile causa è l'aggiornamento fallato.

Tutti i sintomi sono descritti da Microsoft anche in italiano e includono, oltre a quelli accennati sopra, problemi nel salvare e aprire i file di Office se si trovano nella cartella Documenti; il blocco dell'applicazione se scegliete di aprire un file usando File > Apri; e la mancanza di risposta di Windows quando si espande una cartella in Esplora Risorse.

L'aggiornamento causa inoltre problemi con il software Share-to-Web di HP, allegato fino a poco tempo fa a scanner, stampanti, masterizzatori e fotocamere Hewlett-Packard.

Ci sono noie anche con il firewall Kerio, della Sunbelt Software, che blocca un componente nuovo di Windows installato dall'aggiornamento, denominato verclsid.exe. E' necessario dire a Kerio di accettare i tentativi di esecuzione di questo componente. Sospetto che il nome verclsid richiami i famosi e controversi CLSID che descrissi tempo fa.

La soluzione ai problemi prodotti dall'aggiornamento consiste nel modificare a manina il Registro, cosa da evitare se non si è esperti; in alternativa, si può attendere il prossimo aggiornamento di Windows, che (si spera) porrà rimedio a questi difetti. The Inquirer prevede che la correzione all'aggiornamento verrà distribuita la prossima settimana, e ZDNet indica martedì come data di distribuzione, aggiungendo che ci sono anche problemi con i driver Nvidia di versioni precedenti la 61.94. Eweek conferma la data di martedì 25 aprile e segnala anche problemi con Outlook.

Secondo una prassi comune da qualche tempo, Microsoft usa un programma di traduzione automatica per pubblicare inizialmente questi bollettini nelle lingue diverse dall'inglese e poi fa rivedere la traduzione da un traduttore umano. Il bollettino italiano riguardante questa falla è già stato riveduto, ma ho fatto in tempo a coglierne la versione originale e ho visto riconfermare una teoria che propongo da tempo: non solo il traduttore umano non rischia di essere rimpiazzato da una macchina, come sento periodicamente annunciare da oltre vent'anni, ma il vero pregio della traduzione automatica è che sa rivelare delle verità davvero profonde.

Per esempio, il bollettino Microsoft inglese dice, verso la fine, che "The third-party products that this article discusses are manufactured by companies that are independent of Microsoft." La traduzione pubblicata ora da Microsoft è abbastanza corretta: "I prodotti di terze parti citati in questo articolo sono forniti da produttori indipendenti". Ma la traduzione automatica aveva generato questa versione ben più pregna di significato, che potete vedere cliccando sulla cattura della pagina Web in alto a sinistra in quest'articolo: "Le società che sono indipendenti di Microsoft producono."

Non avrei saputo dirlo meglio.

19 commenti:

Anonimo ha detto...

*rotolo*

Anonimo ha detto...

Le macchine stanno prendendo forma e stanno conquistando l'intelligenza che fino ad ora mancava... le prime macchine a ribellarsi al sistema sono proprio i traduttori di microsoft...

Attenti a voi tutti ... windows Vista ha richiesto 50 anni di programmazione in più proprio per integrare le API (ovviamente bacate pure quelle) del fattore intelligenza!... Quindi non lamentatevi se un domani il PC vi dirà che non ha voglia di accendersi perchè si sente inutile rispetto ad altri sistemi operativi!... Un domani però... prima dovranno correggere i bug che governa questa decisione!...

hehehe... ;)

Anonimo ha detto...

Proprio ieri sono stato chiamato in un ufficio a risolvere questo problema. La persona che mi ha chiamato aveva innaspettatamente perso il file a cui lavorava da piu' di un ora. Per risolvere il problema ho perso almeno 2 ore (per fortuna e per puro caso ho letto di questa patch casinara su il software.it altrimenti le ore sarebbero state di piu'). Caro Bill: l'ora persa dalla segretaria e le due ore perse da me per risolvere il problema chi ce le paga (forse tu che sei l'uomo piu' ricco del mondo ?). Ma la cosa che piu' mi ha amareggiato non e' tanto la patch sbagliata (sbagliare e' umano) quanto il non averene avuto notizia ne dalla microsoft (eppure la pubblicita' mi arriva sempre) e neppure dalla HP presso cui ho registrato tutti i prodotti (scanner e fotocamera) installata in quel PC il cui software contribuiva al problema.

Un linuxiuano sempre piu' convinto ...

Anonimo ha detto...

Quando si dice "i casi della vita"!

Ieri (giovedì 20) ho approfittato del mio giorno di riposo settimanale per andare a comprare uno scanner nuovo. Il precedente, un Norteek 2400, era infatti agonizzante da qualche settimana, e, nonostante i ripetuti tentativi (andati a vuoto) di riportarlo in vita, ho alla fine deciso di interrompere l'"accanimento terapeutico" e l'ho lasciato al suo destino.

La mia scelta è caduta su un hp scanjet 3530c, acquistato per una cinquantina di euro in un negozio vicino casa.

Dopo aver installato il relativo software dal cd allegato alla confezione, sono comparse sul desktop due icone di collegamento: HP Director e (eccola qua) Share-to-web. Lanciando la prima si accede alla normale finestra di utilizzo dello scanner (che, come detto, funziona perfettamente), mentre invece lanciando la seconda il pc va "in palla". O, meglio, diciamo parzialmente in palla, in quanto il mouse risulta ancora funzionante così come la barra delle applicazioni; tutto il resto non risponde.

Naturalmente ho subito pensato che si trattasse di un problema generato dallo scanner, ma non sono riuscito all'inizio a capirne l'origine esatta neppure consultando l'elenco delle applicazioni in esecuzione nel task manager. L'unico modo per sbloccare la situazione era riavviare il pc. Oggi, girovagando un pò in rete, ho poi capito l'origine del problema.

Un paio di considerazioni si impongono: la prima riguarda la pagina Microsft tradotta dall'originale inglese da un programma. Ma, scusate, dico io, possibile che zio Bill, l'uomo più ricco del mondo, non riesca a organizzare un servizio di traduzione degno di questo nome mettendo qualche traduttore tecnico in carne e ossa? Cos'è, forse costa troppo?

La seconda: è possibile che l'utente medio debba essere costretto a "smanettare" nel registro (la metà di chi utilizza windows non sa manco cos'è) per rimediare al casino combinato da una patch sfornata dal produttore dello stesso sistema operativo?

Ragazzi, prendiamo il coraggio a due mani, Linux è lì che ci aspetta.

Anonimo ha detto...

"Le società che sono indipendenti di Microsoft producono."
Non avrei saputo dirlo meglio.

Quali società, la Apple di cui all'articolo precedente?
L'ho notato solo io o anche qualcun altro che gli articoli di denuncia delle falle o dei problemi di privacy (sempre piu' numerosi) di Apple sono sempre asettici, mentre quelli analoghi per Microsoft sono sempre ricchi di battute, ammiccamenti ironici e inviti a passare ad altro prodotto? Chiederei piu' par condicio...

Paolo Attivissimo ha detto...

Quando anche Apple sarà monopolista conclamata e condannata con sentenza da un tribunale, quando anche Apple pubblicherà traduzioni maccheroniche ma involontariamente profonde, quando anche Apple nasconderà funzioni non documentate che nuocciono agli utenti, allora sarà possibile la par condicio. Non è colpa mia se Microsoft porge il fianco molto più di Apple alle critiche.

Forse ti sei perso il mio articolo non certo tenero con Apple per la presenza del chip TPM ("Palladium").

Anonimo ha detto...

No, Paolo, non l'ho perso. Ma forse non l'ho capito, perche' mi pareva che dicesse proprio che Apple 'nasconde funzioni non documentate che nuocciono agli utenti'.

Paolo Attivissimo ha detto...

Giusto. Infatti questo del chip TPM e della relativa mancata comunicazione e trasparenza di Apple è stato uno scivolone davvero grave. Una condizione su tre è soddisfatta; ne restano ancora due, per cui la par condicio non c'è ancora. Non temere: se ce ne sarà occasione e motivo, non mancherò di punzecchiare anche zio Steve oltre a zio Bill.

Agnese ha detto...

Scusatemi, magari non c'entra nulla, ma dai primi di aprile sto lottando contro una "malattia della schermata blu" che il mio PC HP ha sviluppato improvvisamente... in alcuni momenti, senza che io stia facendo niente di particolarmente diverso dal solito, si pianta tutto, lo schermata appare e non riesco mai a "leggere" il problema. Succede almeno 3 volte in fila dopo il riavvio, circa 5 min dopo il login. Dopo, basta anche x giorni!!! Formattare non è servito...
Può esserci un collegamento secondo voi? E in generale, se avete suggerimenti contattatemi...! Grazie! Anny

Anonimo ha detto...

Mi permetto a proposito di microsoft di farti notare questa chicca

http://folk.ntnu.no/shane/stasj/pics/humor/div/46.html

un'ottima scelta di spyware

Anonimo ha detto...

Pensa un po', io ho sia l'aggiornamento sia hp share-to-web, ma nessunissimo problema di quelli citati... :D
Mentre vedo che la presunta inviolabilità dei mac viene continuamente meno.. :)

Anonimo ha detto...

@ annypan

Controlla che non sia un banco ram difettoso o l'hard disk. Se dici che anche dopo la formattazione ti capita, credo sia quello il problema.

Anonimo ha detto...

un domani il PC vi dirà che non ha voglia di accendersi perchè si sente inutile rispetto ad altri sistemi operativi!

A ben guardare in effetti è l'unica cosa che un sistema operativo Windows non abbia ancora fatto vedere :-D

Anonimo ha detto...

Qui non si parla dell'aggiornamento di sicurezza per Outlook, ma io la settimana scorsa l'ho dovuto disinstallare per ben due volte (la prima volta avevo dimenticato di "disinnestarlo" e si è ricaricarato da sé, senza chiedere permesso): appena effettuato l'aggiornamento in questione mi rendeva impossibile leggere qualsiasi e-mail. In cambio del mancato aggiornamento rischierei, secondo le info microsoft, che qualcuno prenda possesso del mio pc...

Anonimo ha detto...

a me il problema in effetti si è presentato dopo l'aggiornamento ed ho risolto installando open office e firefox.. come dire..:"due piccioni con una fava (gratuita)"

lello ha detto...

in seguito a suddetto aggiornamento,
non mi funzionava praticamernte piu il tasto dx del mause,dopo avere scoperto che il tutto dipendeva dal file verclsid.exe insatallato da detto aggirnamento, ho rimosso detto flie e tutto funzionava , ma la vurnerabilita
che doveva correggere restava, il sito dello zio bill, dice che dipende dal soft hp,che io non ho assolutamente,allora siccome sono testardo, cerco una soluzione,(1 avvio in modalita provvisoria,)
stessa cosa,
allora non e un soft esterno!!!
mi viene l ispirazione,(visto che il problema principale e sul desktop,
disistallo i driver della scheda video, : nvidea ge force go 5700,
(ho un portatile acer1520,)rifiuto al riavvio di installare i driver e magia, tutto funziona perfettamente,
allora reistallo i driver , hai noi!! stessa cosa, vorrei aggiornare i driver ad una versione successiva , ma la nvidia non fornisce driver per le cpu con "go" nel nome; cioe i portatili; per cui sono costretto a ricorrere ad una forzatura e cercando qua e la trovo il modo per installare una versione leggermente successiva dei driver e riesco a risolvere il problema, quello che mi fa specie e che il sito microsoft non da alcun aiuto , dicono che il problema potrebbe essere causato anche da altre applicazioni che non siano il famoso soft h.p, ma non dice come trovarle, il sottoscritto anche se non espertissimo come il signor paolo
ha una discreta esperienza e vi assicuro che non e stata una passegiata, per cui immagino i problemi per coloro che hanno una conoscenza media di windows , alla fine il il risultato sara che non intalleranno piu alcun aggiornamento,
no, con estrema allegria di creatori di virus e et simili,

p.s. gentile sig paolo, a quando il capitolo "per veri smanettoni? "
il suo libro l ho comperato e l'ho
letto con piacere soprendo cosi anche questo blog

Agnese ha detto...

X Anomimo:
Grazie, controllerò!
Ricordo bene che qualche anno fa non sono riuscita x settimane ad usare il masterizzatore di un PC fisso perchè mi dava errori assurdi x poi scoprire che era colpa di un connettore impolverato e semistaccato...:-)
Speriamo che non sia l'HD perchè non ho idea di come potrei fare a sistemare il portatile...! Guarda caso questi errori escono sempre 2 giorni dopo la fine della garanzia... chissà come mai...! E' la seconda volta che mi succede una cosa del genere con un prodotto HP... credo di aver imparato la lezione, preferisco pensare che sia solo un caso ma non credo darò loro ancora fiducia... visto anche il trattamento riservatomi dal servizio clienti in passato.
Scusate lo sfogo e l'OT :-)

Anonimo ha detto...

Mi permetto a proposito di microsoft di farti notare questa chicca

http://folk.ntnu.no/shane/stasj/pics/humor/div/46.html

un'ottima scelta di spyware

Divertentissimo il messaggio correlato: "Mozilla Firefox is an alternative browser which may be vulnerable to a lack of security updates and may perform operations differently than the default browser.
This is a high risk threat and should be removed immediately as to prevent harm to your computer and privacy."
Mi sono perso qualcosa, o dovrebbe essere il sistema stesso che è più vulnerabile per mancanza di aggiornamenti, e più spesso se si usa il browser default invece di un altro? E l'effettuare le operazioni diversamente dal "default browser" (splendido eufemismo per IE) non dovrebbe essere un pregio, visto come funziona di solito?
Scherzi a parte, sarebbe il caso che i creatori di browser di terze parti si incazzassero un pò e facessero rimuovere tale classificazione...
BENINTESO, AMMETTENDO che quell'immagine sia autentica; cosa che, vedendo le altre immagini in quel sito, potrebbe non essere così ovvia.

Anonimo ha detto...

Un'osservazione importante per Paolo sempre a proposito degli aggiornamenti di XP, ovvero una cosa di cui mi sono accorto proprio stamattina.
Accendo il computer e vedo in tray la simpatica iconcina dello scudo giallo, segno che, come da mie impostazioni, sta scaricando gli aggiornamenti. Difatti un minuto dopo mi dice "aggiornamenti scaricati. Fare clic qui per installare". Siccome mi piace vedere che cosa va sul mio computer clicco "personalizzata" e leggo la descrizione dell'aggiornamento, poi mi prende il dubbio "sarà necessario e sopratutto sicuro?", così avvio Firefox e vengo qui a leggermi il blog per vedere se ci sono avvertimenti di un WinUpdate difettoso. Ci sono stati, può capitare... e in effetti l'avvertimento c'è, ma dopo un controllo al link di Paolo al sito della Microsoft mi accorgo che non è quello. Sono più tranquillo, continuo a leggere le note tecniche e le altre notizie sul blog, quando ad un tratto... il disco comincia a lavorare ed un'iconcina scompare. Cos'è successo? Molto semplice: il programma di aggiornamento che avevo lasciato aperto in attesa di conferme, evidentemente si era stufato di aspettare e con un certo timeout tutto suo ha deciso di fare da solo, ed è partito applicando l'aggiornamento anche senza il mio consenso. Per me è poco male dato che avevo già verificato fosse innocuo, ma se invece di me era qualcuno con modem 56k, molto più lento? Se era qualcuno che si era perso nella labirintica knowledge base di Microsoft per cercare quelle stesse conferme, o per un qualsiasi altro motivo ci aveva messo un pò più di tempo, poteva ritrovarsi installato senza volerlo un aggiornamento di windows. Che magari interferiva con la sua stampante HP... davvero poco intelligente inserire un comportamento del genere nel programma di aggiornamento a mio avviso, tanto più che mentre aggiorna ogni finestra e controllo di WindowsUpdate scompare, impedendoti di annullare alcunchè.
Mi piacerebbe avere il parere di Paolo su questa cosa.
Ciao, Dan