Cerca nel blog

2007/03/20

Antivirus Microsoft, sistemata la magagna mangiaposta

OneCare, l'antivirus Microsoft non mangia più la posta


Microsoft ha sistemato il problema del suo antivirus Windows Live OneCare che metteva in quarantena l'archivio di Outlook se conteneva un virus, dando l'impressione che fosse stata cancellata tutta la posta. Ricevo da Microsoft e giro queste istruzioni per risolvere l'intoppo.

Domenica 11 Marzo, il team di Windows Live OneCare ha rilasciato un
aggiornamento del modulo anti-malware atto a risolvere la problematica relativa
al comportamento di OneCare che faceva si che alcuni file di Outlook (.pst) o
Outlook Express (.dbx) contenenti file infetti, venissero erroneamente messi in
quarantena.

Gli utenti di Windows Live OneCare che dispongono di una connessione ad
Internet hanno ricevuto (o riceveranno alla prima connessione) l’aggiornamento
automaticamente. Ci scusiamo per ogni inconveniente che questo problema possa
aver causato.

Grazie alla sua funzionalità di aggiornamento automatico, non solo della
definizione Virus e Spyware, ma anche dei moduli che compongono il client
stesso, Windows Live OneCare si aggiorna automaticamente e non è richiesta
alcuna azione all’utente.

Per chi volesse verificare manualmente l’avvenuto aggiornamento è possibile
farlo seguendo la procedura qui indicata:
  1. Fare clic su “Modifica impostazioni di Windows Live OneCare” nella colonna
    di sinistra della schermata principale di OneCare
  2. Fare clic sulla scheda “Registro Eventi” in alto a destra
  3. Fare clic su “Crea registro di supporto”
  4. Scorrere “Protezione da Virus e Spyware” e verificare la versione del
    “Modulo di gestione AM”. Se il numero che compare è pari o superiore a “2306” (dopo 1.1 – come ad esempio: Modulo di gestione AM:(1.1.2306.0) – il modulo è stato già aggiornato. In caso contrario il modulo necessita di essere
    aggiornato. Per effettuare l’aggiornamento, verificare che il computer sia
    connesso a Internet, fare clic su “Controlla aggiornamenti” nella sezione
    Protezione avanzata della schermata principale di Windows Live OneCare. OneCare scaricherà ed installerà gli aggiornamenti.
Raccomandiamo agli utenti ai quali i file .pst di Outlook o .dbx di Outlook Express dovessero essere stati messi in quarantena, prima che l’aggiornamento fosse stato distribuito, di procedere al ripristino delle proprie e-mail seguendo i passi sotto elencati:
  1. Chiudere Outlook o Outlook Express
  2. Fare clic su “Modifica impostazioni di Windows Live OneCare” nella colonna
    di sinistra della schermata principale di OneCare
  3. Fare clic sulla scheda “Virus e spyware” in alto
  4. Fare clic su quarantena in basso a sinistra. Selezionare il file .pst o .dbx e fare clic su Ripristina.

Le info in inglese sono qui.

5 commenti:

Riccardo ha detto...

Ma non era Linux quello complicato da usare?

Chaos ha detto...

Grande Riccardo...

Anonimo ha detto...

OT ieri ho installato un router ADSL a casa mia, l'ho configurato e ho attaccato i miei 2 comp windows. Ho dovuto fare la configurazione guidata nuova rete e dire che il comp era connesso ad internet tramite un hub. Riavviato il comp nonostante fosse win XP e il tutto ha funzionato perfettamente.
Ho attaccato il mio computer Linux (Ubuntu Dapper Drake) ho CONTROLLATO che la scheda di rete fosse a DHCP e BASTA finito. Il computer è pronto x andare in internet e in intranet.
Non era linux quello complicato da usare (tanto x citare Riccardo)?

avisintini ha detto...

per Guido. mi sa che ti sei voluto complicare la vita. se fosse come dici tu non potrei collegare ogni giorno il mio laptop xp ad una rete diversa. e poi i pc non sono "connessi ad internet tramite hub". semmai sono fisicamente connessi al router tramite hub. il che, non e' certo un problema di windows. non volete complicarvi la vita? lasciate stare i wizard. lo stack tcp/ip e' li. ed e' (piu o meno) uguale su tutti gli os.

Anonimo ha detto...

@avisintini
ho riportato la dicitura windowsiana...