Cerca nel blog

2009/10/16

Mac OS X, account ospite cancellatutto

Occhio all'account ospite in Snow Leopard, cancella i dati degli altri account


Magagne per gli utenti Mac: da un mese a questa parte circola la segnalazione di alcuni utenti che, dopo aver effettuato la migrazione da Leopard a Snow Leopard, si sono trovati tutti i dati personali cancellati.

Il numero di utenti pubblicamente coinvolti è piccolo, circa un centinaio, ma l'imbarazzo è grande, perché questo genere di disastro non dovrebbe avvenire, soprattutto in un sistema operativo che pubblicizza così assiduamente la propria affidabilità.

Il problema si presenta quando un utente che ha cambiato da Leopard a Snow Leopard accede all'account ospite, intenzionalmente o per distrazione, e poi ne esce per rientrare nel proprio account normale. I dati dell'account normale risultano cancellati, come se l'account fosse stato azzerato (e in effetti è vuoto), e i dati non sono recuperabili se non si dispone di una copia di scorta.

Come rimediare? Apple dice di essere al corrente e al lavoro per risolvere il problema, che sarebbe molto raro: intanto è opportuno disabilitare l'account ospite. Se serve un account temporaneo da usare per gli ospiti, conviene crearne uno apposito e attivare i controlli censura o ridurne i privilegi.

Come sempre, la regola per sopravvivere è la solita: backup, backup e ancora backup. Perché prevenire è molto più facile che curare anche in informatica.

Fonti: The Register, Cnet, Cnet, BBC, Neowin.net.

176 commenti:

mattia ha detto...

Paolo, ci dici però come fare tecnicamente un backup sicuro?

Cosa usi come supporto?

Io uso dischi fissi esterni, ma non so se faccio bene.

Tipo: l'altra sera me lo stavo dimenticando in birreria (dove peraltro era in uno zaino che ha rischiato di essere trapassato più volte da una stecca da bigliardo...)

markogts ha detto...

Mi accodo alla domanda di Mattia. Backup dei soli file della cartella documenti? Backup immagine del computer intero? DVD? Nastri? Dischi esterni?

Io per il momento sono "religioso" solo nel backup delle foto: doppio backup su DVD "archival grade" e disco rigido esterno. Ma per il resto sono un pelino approssimativo. Soprattutto non mi è chiaro se copiare meramente i file da una parte all'altra possa considerarsi tecnicamente "backup". Dovrei salvare in qualche maniera l'intera configurazione del PC, programmi e impostazioni e mail (come si fa il backup delle mail?!?)?

El ha detto...

Ero intenzionato a passare dal 10.5 al 10.6, ma tra incompatibilita' e altre magagne credo che aspettero' ancora un po'. Questa e' indifendibile comunque!

BTW, per il backup del MPB io utilizzo la doppia copia su hard disk esterno: su un disco faccio un backup incrementale di tutto il computer ogni sera con carboncopy cloner, una volta alla settimana clono il disco di backup su un altro disco. I dischi sono in due posti diversi e una volta al mese backup su dvd.

Camicius ha detto...

@mattia
io uso dischi fissi, ma ci son servizi online che a costi relativamente modesti (per il cliente domestico) fanno backup online. Ovvio che a quel punto la qualità della linea dati deve essere buona...

@marko
Il backup è su vari livelli: puoi backuppare i dati o il pc.
Per il pc esistono dei software commerciali (Norton Ghost) e anche delle alternative libere (partimage o un banale dd)
Per il backup della posta dipende dal programma che usi, con thunderbird basta migrare il profilo.

Van Fanel ha detto...

Non sapevo che anche Mac avesse il "terribile account ospite"...

Sui backup, io una volta ho fatto il backup integrale del mio pc Windows... usando Linux! No, non ho una configurazione dual boot con Windows+Linux, ho solo Windows. Ma basta avviare il pc tenendo dentro un "live cd" di Linux...
Il backup integrale ti garantisce di salvare tutto, ma proprio tutto, ma proprio tutto tutto tutto... la cosa noiosa è che più è capiente l'hard disk, più sarà lento, inoltre il backup occuperà esattamente la dimensione dell'hard disk di partenza, anche se magari è pieno a metà - esistono tool più sofisticati che backuppano solo la parte di dati effettivamente usata, come Partimage, ma io mi sono accontentato del caro vecchio... dd.

Van Fanel ha detto...

Camicius mi ha preceduto di un istante ;)

Elena ha detto...

Un po' di idee: innanzitutto quando si fanno i backup controllare che la procedura abbia funzionato veramente, e che i file siano recuperabili correttamente.

Per quello che riguarda il supporto, non credo che il nastro valga la pena per un uso casalingo, una combinazione di hard disk, dvd ed eventualmente memorie flash puo` essere piu` che sufficiente. E` prudente usare almeno due metodi distinti, in modo da diminuire le probabilita` di doppio fallimento contemporneo.

Per quello che riguarda la configurazione del pc, dipende da quanto tempo si suppone di aver bisogno per rifare un'installazione e configurazione completa: se si usa un sistema abbastanza standard per cui in un'oretta di lavoro si riesce a reinstallare ed essere pronti a lavorarci non e` detto che sia strettamente necessaria.

Puo` valere la pena prendere in considerazione l'ipotesi di un backup remoto, almeno dei dati a cui si tiene maggiormente: dei dvd lasciati a parenti di fiducia che vivano a qualche decina di km di distanza permette di recuperare i dati in caso di catastrofi. Ovviamente parlo di dati personali / casalinghi: una ditta non puo` lasciare tutti i dati dei clienti a casa della zia, ma dovra` provvedere al backup remoto in modo piu` sicuro.

Infine, se un supporto su cui si fa un backup e` a rischio manomissioni si puo` pensare a crittografare i dati; io pero` terrei anche una copia in chiaro in luogo sicuro, anche se magari meno comodo (ad esempio: backup quotidiano su disco esterno crittografato che si tiene sempre sottomano, e backup settimanale in chiaro lasciato a casa sotto chiave)

Un'osservazione empirica dice che il numero di backup e` inversamente proporzionale alla probabilita` di averne bisogno: i dati non backuppati sono quelli che si danneggiano, mentre i supporti con dati di cui si hanno 5 copie al sicuro su diversi supporti e in diversi luoghi tendono a diventare eterni :)

Claudio ha detto...

uuu questo si che è un baco come si deve

la cosa eccezionale che nessuno - per lo meno che abbia letto io fin'ora - ha rilevato è che apple ha passato i lustri a dire come mac os x fosse sicuro in virtù del MODELLO DI PERMESSI E GESTIONE DEGLI UTENTI UNIX e ora esce un baco degno del modello di permessi di windows 95

la mia domanda è: ma in un qualsiasi sistema operativo moderno (per lo meno di questo millennio) la gestione dei permessi è profondamente radicata... già un utente normale di default non ha accesso A LIVELLO DI FILESYSTEM alle cartelle degli altri, FIGURATI UN UTENTE GUEST, più sfigato di lui c'è solo "nobody". COME DIAVOLO PUO' ACCADERE che da guest vengano piallati i dati di un utente qualsiasi?

questo è il bug più clamoroso che si sia mai visto negli ultimi 10 anni (se non di più)... e la cosa drammatica è che lascia intravedere un problema molto più ampio... mah

personalmente lo reputo la dimostrazione lampante di quello che sostengo da sempre, ovvero che apple in os x cura solamente ciò che si percepisce e tutto il resto lo lascia se avanza tempo. non a caso gli investimenti in R&D che fa alla voce "os x" sono ridicoli - a mio avviso un errore che alla lunga andrà a pagare

cloddo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimous ha detto...

@Claudio

osx quando esci dall'utente guest cancella tutti i dati della sessione (file,cache, etc) solo che per questo grave baco cancella tutti i dati, anche quelli degli altri utenti. quindi no è l'utente guest che cancella i dati, ma osx.

Marco Casati ha detto...

Time Machine?

Nessuno ne parla?

http://www.apple.com/it/macosx/what-is-macosx/time-machine.html

io poi ho il Time Capsule che è na figata assurda

Marco Casati ha detto...

Time Machine?

Nessuno ne parla?

http://www.apple.com/it/macosx/what-is-macosx/time-machine.html

io poi ho il Time Capsule che è na figata assurda

Anonimo ha detto...

coff coff...

E poi la gente mi chiede come mai spendo tanti soldi in più per evitare di usare Windows e il software Microsoft in generale.
(cit.)

Anonimo ha detto...

>>>io poi ho il Time Capsule che è na figata assurda

Questo Time Capsule?
http://timecapsuledead.org/

in bocca al lupo allora!

Claudio ha detto...

Anonimous: i dati temporanei sono una cosa, la cartella dell'utente è un'altra; in un sistema unix / windows nt fino a ieri era reputato impossibile un baco del genere, essendo che i dati sono "protetti" a livello di filesystem

Paolo Attivissimo ha detto...

Backup: dischi rigidi multipli usati in GDG (a rotazione), sui quali scrivo un'immagine dell'area dati (il mio account) e, una volta al mese, un'immagine completa dell'HD del laptop.

I grandi archivi (film, programmi, video, dossier d'indagine) sono su dischi esterni in copia multipla.


coff coff...

Spiritoso :-) Preferisco comunque le magagne occasionali del Mac al bombardamento continuo di malware per Windows.

Mu ha detto...

eccomi di ritorno da un viaggio spaziale che mi ha reso vincolato a un'aliena con occhi a mandorla, in tempo per dirvi come faccio il back up dei miei preziosi dati. Siccome nessuno usa tutto quello che ha nell'hd ecco la mia soluzione:
file essenziali al mio lavoro. Back up ogni spessissimo su chiavette, cd, dvd, papiro, e quello che trovo. Poi mescolare e spargere per casa.
File del tipo programmi (se non ho il cd original): cpia su dvd... ogni tot meglio controllare che siano recuperabili sul serio
File meno essenziali (foto porno, test trovati su internet) no copia
file decisamente inutili: no copia
L'hd esterno l'ho usato solouna volta per reinstallare il so e poi rimettere solo ciò che mi serviva

Ma tenete conto che sono un disordinato cronico...

Ah, e poi aggiorno il so solo quando sta per uscire quello ancora successivo

John Wayne jr. ha detto...

Beh, l'utente guest su windows non cancella niente perché non ne ha bisogno: l'utente windows medio accede al PC direttamente con un account supervisore!

theDRaKKaR ha detto...

madonna mia ma è impressionante

cioè mi immagino il tizio che si è c connesso con l'account guest, si è disconnesso e poi si è riconnesso, allegro e ignaro, col suo utente

è una storia dell'orrore (informatico)

al di là di tutte le diatribe windows mac linux vic20 (ognuno ha le sue croci) è una vera e propria mostruosità

produce orripilazione, insomma

Claudio ha detto...

Paolo: sulla diatriba pc e mac non andremo mai d'accordo, e qui permettimi fai parzialmente parte di quella metà di terra a cui appartengono anche gli scialchimisti

l'argomentazione che poni è fallace in quanto nel mondo reale con una semplice protezione gratuita (consiglio Avira) non avrai mai modo di vedere in vita tua un problema; mentre tu con la tua affermazione sottintendi implicitamente che il malware rappresenti un elemento di preoccupazione concreta perfino per l'utente smaliziato quale tu sei

al di là della battuta che preferisco correre il rischio che sia un malware a cancellare la mia cartella home piuttosto che lo faccia il sistema operativo stesso

tra il non fare sesso per evitare il rischio di prendersi del malware e farlo tranquillamente usando una semplice e banale precauzione beh io preferisco la seconda =)

anche perchè il grave problema di fondo è che vi crogiolate in un falso senso di sicurezza: potenzialmente è molto più facile attaccare un mac user di un pc user in quanto il primo sarà più propenso a dare "confidenza" in quanto "non ci sono virus per mac", mentre il secondo oltre ad un certo grado di diffidenza ha molto probabilmente anche uno scanner euristico che cerca di bloccare anche malware confezionati ad hoc

tra l'altro confezionare malware ad hoc per mac è di una semplicità estrema, con 2 righe di applescript avevo fatto ai tempi un bel binarietto che segava tutta... la cartella home (feature peraltro inclusa nella ultima release di os x hihihi).

la realtà è che questo bug testimonia non che os x ha "magagne", ma che dietro la facciata posticcia c'è molto di meno di quanto si vuol far credere... parlate con qualcuno che ha dovuto scrivere roba a basso livello, tipo driver, per os x e chiedetegli un parere su com'è fatto

eerf-asu ha detto...

"Come sempre, la regola per sopravvivere è la solita: backup, backup e ancora backup."

Voleva dire bacàp, bacàp e ancora bacàp! :)

Paolo Attivissimo ha detto...

Claudio,

nel mondo reale con una semplice protezione gratuita (consiglio Avira) non avrai mai modo di vedere in vita tua un problema

In che modo Avira mi avrebbe protetto dall'elefantiaca lentezza di Windows Vista?

Conosci qualche antivirus che protegga contro le falle di Internet Explorer?

Mi daresti una buona ragione per usare il sistema operativo e le applicazioni prese maggiormente di mira dai produttori di malware?


sottintendi implicitamente che il malware rappresenti un elemento di preoccupazione concreta perfino per l'utente smaliziato quale tu sei

Certo che lo è. Non sono così borioso da pensare di essere invulnerabile.


tra il non fare sesso per evitare il rischio di prendersi del malware e farlo tranquillamente usando una semplice e banale precauzione beh io preferisco la seconda =)

Proseguendo la tua coitale metafora, esiste una terza via: farlo con qualcuno che conosci bene e che è meno vulnerabile degli altri potenziali partner alle infezioni. E di cui conosci le preferenze, particolarità e anche le magagne.


con 2 righe di applescript avevo fatto ai tempi un bel binarietto che segava tutta... la cartella home

Potevi risparmiarti la fatica e chiedere all'utente di aprire una shell e usare rm :-)

Gianni Perfetti ha detto...

Urca!!! Mackisti come sciakimisti??? Eccomi iscritto d'ufficio al partito "complottista"!! A parte amenità varie (tra l'altro, perché prendersela tanto? Io uso Mac, se qualcuno vuole usare WIndows.... sono fatti suoi!)
volevo chiederti un particolare, Paolo.

Se io ho il mio account e basta, corro qualche rischio?

Paolo Attivissimo ha detto...

Se io ho il mio account e basta, corro qualche rischio?

Si corre sempre qualche rischio quando c'è di mezzo l'informatica :-)

Non corri questo specifico rischio se disabiliti l'account ospite. Se non ci puoi entrare, non puoi causare le condizioni che scatenano il disastro.

AlbySpace ha detto...

A me è successo tutto questo un mese fa. Avevo l'utente guest e ci sono entrato (per sbaglio). Dopo ho perso le cartelle dei documenti (ma non della musica o delle foto) dei download e anche qualche preferenza dei programmi Adobe.

Dopo lo shock iniziale (4 secondi netti) ho ripristinato quello che mancava dal backup di Time Machine in un paio di minuti.

Due settimane dopo ho capito perchè mi era successo :)

@Claudio: rimani tranquillamente su windows, se passate tutti quanti dall'altra parte della barricata poi per chi proveremo compassione? :-)

Domenico ha detto...

Nuova bufala giornalistica-sensazionalistica sul corriere:
Creato un buco nero in laboratorio
http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/09_ottobre_15/primo-buco-nero-laboratorio_0e3dc760-b98e-11de-880c-00144f02aabc.shtml

Tutti gli oggetti capaci di assorbire la luce senza rifletterla e diffonderla si chiamano “corpi neri”. Dunque anche questo oggetto caso mai è un corpo nero e NON un buco nero e per giunta limitato alle microonde . MA si sa la stampa (il corriere in questo caso) deve fare titoli sesazionalistici per attirare l’attenzione.

Federico ha detto...

In che modo Avira mi avrebbe protetto dall'elefantiaca lentezza di Windows Vista?

Vista purtroppo è pesante sul serio... un po' si riesce a migliorare, ma fino ad un certo punto... però hai cambiato argomento! :-)

e poi ci sono anche gli antivirus che rallentano moltissimo il sistema, aspetta di doverne installare uno sul Mac... :-)

Conosci qualche antivirus che protegga contro le falle di Internet Explorer?

Tutto il software è fallato!
Forse il vero problema è che un sacco di gente usa ancora IE6... pensa se tutti usassero ancora FireFox 1.5, non saremmo messi meglio sicuramente!

e non è che i plug-in di FireFox siano meno pericolosi degli ActiveX di IE... anzi, sono addirittura multi piattaforma!
:-P
Mi daresti una buona ragione per usare il sistema operativo e le applicazioni prese maggiormente di mira dai produttori di malware?

perché è più testato dai produttori di malware, e quindi più sicuro! invece nel software meno preso di mira ci sono ancora molte falle da scoprire :-)

(uhm la butto giù in maniera ironica, ma un fondo di verità in questa frase c'è sul serio!)

dipende insomma da chi ti vuoi proteggere! vuoi proteggerti da chi spara nel mucchio? allora MacOS è davvero più sicuro. Ma se qualcuno vuole attaccare davvero te, uhm non è detto che sia la soluzione migliore!

Certo che lo è. Non sono così borioso da pensare di essere invulnerabile.

beh io non capisco come faccia la gente a prendersi tutto questo malware... io in genere non passo il tempo a configurare i pc degli amici, ma i pochi che ho configurato io sono inattaccabili!
;-)

ah comunque se Apple dice che sui Mac un antivirus non serve, sono (quasi) perfettamente d'accordo. Però sono (quasi) dell'idea che un antivirus non serva neanche su di un PC... se un antivirus rileva qualche cosa, secondo me è già troppo tardi!!!

questo in linea teorica, ovviamente... bisognerebbe approfondire :-) ma nel frattempo, meglio un antivirus piuttosto di niente!

theDRaKKaR ha detto...

vogliamo approfondire il discorso sul baco specifico?

Claudio ha scritto
la mia domanda è: ma in un qualsiasi sistema operativo moderno (per lo meno di questo millennio) la gestione dei permessi è profondamente radicata... già un utente normale di default non ha accesso A LIVELLO DI FILESYSTEM alle cartelle degli altri, FIGURATI UN UTENTE GUEST, più sfigato di lui c'è solo "nobody". COME DIAVOLO PUO' ACCADERE che da guest vengano piallati i dati di un utente qualsiasi?

ed è effettivamente vero

Anonimous ha osservato che
osx quando esci dall'utente guest cancella tutti i dati della sessione (file,cache, etc) solo che per questo grave baco cancella tutti i dati, anche quelli degli altri utenti. quindi no è l'utente guest che cancella i dati, ma osx.

ma questa osservazione, a vedere bene, non ha nessun senso

un sistema operativo non è una entità astratta ma un insieme di istruzioni, ci sono le istruzioni per gestire il mouse e la tastiera e le istruzioni per cancellare i dati di un utente: tutte insieme formano il cuore del sistema operativo, il kernel. Qualsiasi software, anche altre parti dello stesso sistema operativo, per fare qualcosa ha due strade: o usa le istruzioni fornite dal kernel oppure ne crea di sue, bypassando il sistema operativo e lavorando a più basso livello (livello che evidentemente usa anche il kernel).

Si tratta insomma di decidere se usare la ruota già pronta oppure reinventarla. Noi escludiamo la seconda ipotesi per vari motivi, tra cui il principale è che a cancellare i dati utente è un "pezzo", un modulo, del sistema operativo, e non un software esterno di terze parti che avrebbe potuto in potenziale bypassare il sistema operativo.

Ora quindi lo scenario è che un modulo, una parte del sistema operativo, ha richiamato delle istruzioni del kernel per cancellare i dati di un utente. Ma le ha richiamate male oppure l'errore è nelle istruzioni del kernel?

Mi spiego meglio, le istruzioni sono incapsulate in nomi mnemonici che il programmatore può ricordare e scrivere facilmente. In Windows NT server per esempio per cancellare un utente si può usare

NET_API_STATUS NetUserDel(
__in LPCWSTR servername,
__in LPCWSTR username
);

e il secondo argomento è proprio il nome dell'utente.

A questo punto la domanda è: (P1) il modulo del sistema operativo ha chiamato l'equivalente di NetUserDel col nome sbagliato (cioé non guest ma il nome dell'account usato dall'utente) oppure (P2) il bug è dentro all'equivalente di NetUserDel, cioé il modulo ha chiamato le istruzione con i giusti dati, ma le istruzioni hanno cancellato l'utente sbagliato?

Nel caso 1 è un errore più banale, il dato passato alla istruzione era sbagliato, magari una variabile al posto di un'altra, succede. Ma nel secondo caso è la istruzione del kernel in sé ad essere sbagliato e lì il problema diventa più grande: il kernel infatti è il cuore del sistema operativo e dovrebbe essere super collaudato. Errori lì, su pezzi poi così importanti, come le funzioni di gestione utenti, non devono assolutamente esserci, anche perché se ce ne sono chi mi dice che non ce ne sono in altre parti come la gestione dei file?..

Secondo voi di che si tratta?

theDRaKKaR ha detto...

scusate ho dimenticato un aspetto importante

se il modulo ha chiamato la cancellazione dell'utente sbagliato, essendo il modulo eseguito da guest, il kernel gli avrebbe dovuto dire "figurati se per te che sei guest cancello un utente"

ciò non è avvenuto quindi si presuppone che o il controllo utenti del kernel è fallato (se un modulo eseguito da guest chiama una funzione delicata non esiste che venga eseguita) o sono fallate le istruzioni di cancellazione utente del kernel, che gli dici di cancellare A e invece cancella B

in entrambi in casi si tratta di un problema gravissimo

lo scenario è infaustissimo

Massimo ha detto...

Ahahah! :D
E poi hanno il coraggio di dire certe cose: http://www.tomshw.it/news.php?newsid=19737

dyk74 ha detto...

Tornando sul punto di Avira io sono dell'idea che un antivirus sia necessario quando si usano prodotti Microsoft ma e' altrettanto vero che la prima sicurezza sta tra la tastiera e la sedia e solo DOPO si puo' usare un buon software. Io che uso 4 sistemi operativi DIVERSI posso senz'altro dire che MAC e' quello che si adatta meglio alle mie richieste. NON sto dicendo che e' perfetto, perche' come ogni software NON e' esente da bug, ma fino ad oggi non ho trovato e non ho avuto cosi tanti problemi come VISTA.

CIAO CIAO

puffolottiaccident ha detto...

Programmi portabili in doppia copia su chiavette USB, hard disk esterno su cui salvare i files, altra chiavetta usb per salvare i lavori correnti. Sul computer solo il sistema operativo stesso.
Con i costi che hanno oggi chiavette USB ed hard disk esterni é (per il privato) una soluzione rapida e relativamente sicura. Se succede qualcosa di losco puoi cremare l´hard disk senza timori.

Se succede qualcosa di molto losco, consegni l´hard disk alla cortese attenzione dei barracuda e te ne compri un´altro.

Massimo ha detto...

Io sono un vecchio utente di Windows Vista, e senza dubbio è il terzo sistema operativo più fallimentare prodotto da casa Microsoft (davanti a lui ci sono Windows ME e Windows 95), però ho installato Windows 7 (perchè me ne avevano parlato bene) e fino ad ora non ho riscontrato un problema che sia uno... E' velocissimo nei caricamenti e ad oggi non si è ancora piantato nemmeno una volta...

Volendo fare un'ipotesi azzardata probabilmente in futuro potrebbe benissimo prendere il posto di XP (sempre che gli utenti ne sentano il bisogno)...

usa-free ha detto...

"però ho installato Windows 7 (perchè me ne avevano parlato bene) e fino ad ora non ho riscontrato un problema che sia uno... E' velocissimo nei caricamenti e ad oggi non si è ancora piantato nemmeno una volta..."

Non l'ho ancora usato in maniera intensiva (presto lo farò...) ma devo dire che ho già potuto verificare un netto miglioramento rispetto a Vista

Rubio ha detto...

OT:
Non so se qualcuno ha visto la notizia sulla creazione di un "buco nero" in laboratorio a Nanchino, da utilizzarsi per migliorare i pannelli solari. Sono andato nel sito del corriere e ne parlano in un articolo
(http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/09_ottobre_15/primo-buco-nero-laboratorio_0e3dc760-b98e-11de-880c-00144f02aabc.shtml)
tutt'altro che chiaro.
Qualcuno è un po' meglio informato?

markogts ha detto...

@ Rubio: notevole perla di divulgazione scientifica, fatnastica l'ultima frase che nega tutto il resto dell'articolo.

Il pdf teorico è disponibile qui ma io non ho un account e non ho voglia di pagare, cmq mi son fatto la seguente idea (che può essere sbagliata al 100%, sia chiaro):

se metto delle lenti o dei vetri sul cammino ottico, ogni volta che la luce passa un'interfaccia di diverso indice di rifrazione, una parte si riflette indietro perché l'onda che passa deve "accordarsi" con quella che entra. Se però si fa un indice di rifrazione che progressivamente passa da quello dell'aria a quello del punto di arrivo, non ci dovrebbero essere perdite. Pare che siano riusciti a fare una cosa simile a livello di microonde, lavorando di fino sulla distribuzione di fili di rame. La faccenda deve essere ben più complicata di quanto ho scritto qua, ma spero di aver centrato la sostanza. In ogni caso, niente densità infinite, nè singolarità geometriche, orizzonti degli eventi né evaporazioni Hawkingiane: solo una questione ottica, la possibilità di assorbire la luce senza riemetterne neanche un briciolo.

Rubio ha detto...

appunto, come pensavo! prima o poi scriverò a quello che fa articoli del genere, e ha anche il coraggio di mettere il suo nome alla fine -_-
se un mio compagno di classe non me ne parlava io neanche me ne fregavo di sta cavolata :)

alessandro ha detto...

ne ho piene le scatole di gente che ad ogni bug riscontrato sul mac inizia a pontificare sul "crogiolarsi su un falso senso di sicurezza..." e consimili...
intanto la apple non ha mai sfornato delle emerite schifezze come windows ME e vista...
siete voi utonti windows che avete usato per anni un sistema SCARSO a dir poco.
la microsoft ha creato xp, e poi (per i molti utenti che hanno skippato vista) lo sviluppo si è fermato dal 2001 al 2006...5 anni di sviluppo per fare quella schifezza di vista...più altri 3 anni per correggere quella schifezza e trasformarla in seven.
in pratica otto anni di lavoro per creare seven, che nonostante tutto ha ancora il registry, ha ancora la frammentazione dei files...
continuate pure a credere quello che vi pare, tanto io indietro non ci torno...

Bruno ha detto...

Io ho 6 pc in ufficio, collegati in rete (tutti con W2K SP4)
Per i backup ho escogitato una procedura inserita nelle operazioni pianificate ogni 4 ore
Premesso che ogni pc ha una funzione specifica e che tutti i propri dati sono conservati in un'apposita directory.
Ogni 4 ore a partire della mattina i dati vengono "zippati" e posizionati all'interno dello stesso disco in una directory chiamata "backup/nome del pc".Questa operazione viene eseguita su ogni macchina
Nel passo successivo viene ripetuta la stessa opereazione, ma alla fine ogni macchina "copia" la sua directory di backup sulle altre 5 macchine accessibili in rete (ovviamente il tutto è scalato di 5 minuti per evitare di sovraccaricare la rete che per quanto sia a 1Gbps oltre un certo limite non va).Alla fine viene copiato anche su una macchina con Linux, dotata di 2 dischi da 500gb in Raid 1.
Questo mi permette tramite il file zippato di "recuperare" un eventuale file cancellato sia localmente sia dalle macchine remote.
Di tutte le macchine, una volta configurate, eseguo un'immagine della stessa tramite Acronis True Image.
Un guasto di una macchina mi permette in breve tempo di ripartire sia con eventuali dischi nuovi sia di poter ripristinare i dati su una macchina "muletto".
Le macchine sono messe in locali diversi e quella "linux" è messa in un locale apposito.
Inutile dire che i dischi in Raid 1 vengono "copiati" integralmente 1 volta al giorno su un disco usb esterno.
Ogni 30 giorni i dischi Raid vengono "copiati" su uno dei 4 HD montati su slitta estraibile (vengono usati in sequenza 1-2-3-4) e archiviati in un'edificio diverso, oltre ad archiviare i file zippati di backup (che vengono archiviati e ricreati una volta al mese con un nome diveerso) su dei dvd esterni.
Il sistema finora ha permesso di "salvare" parecchie situazioni oltre a permettermi di avere delle "immagini" dello stato del lavoro mese per mese.
I files zippati possono essere facilmente leggibili senza l'uso di particolari programmi

puffolottiaccident ha detto...

alessandro, vorrei che sia ben chiaro che se usi un sistema operativo realizzato dai reclusi del manicomio militare di Mogadiscio e ne sei soddisfatto,
sono sinceramente felice.

Il linux lo trovo un irriferibile giocattolo di pannocchia che non si pianta mai ma (su un mio computer) funziona costantemente come windows impestato, e pertanto ritengo i suoi utenti dei genii epocali.

Per quanto riguarda gli utenti Apple, in un testa a testa li *****, li mangio e se sono di buon´umore li uccido nei miei campi di operazione, invece nei loro campi di operazione, in un testa a testa sono loro che *******, mangiano e se sono di buon´umore uccidono me.

Anyway...
Per me chi viene preso a morsi da un pesce rosso é piú tonto di chi viene preso a morsi da un cane.

markogts ha detto...

Quindi non siete atei, solo che credete a delle Chiese un po' diverse :-P

Dài, visto che probabilmente sarò originale, dico anch'io la mia:

se tutti i produttori di hardware facessero driver anche per linux, il nome dell'eden sarebbe ubuntu. Purtoppo certe applicazioni vivono bene solo in winzozz. Io non sento ancora l'esigenza di cambiare da XP, e sono contento di aver evitato Vista, vedremo seven (ricorda un film...). Però la leggerezza di ubuntu, che sta donando nuova vita a un ferrovecchio di quasi dieci anni è un fattore non trascurabile da un punto di vista economico e ambientale.

Infine Apple: provati solo marginalmente in un luogo dove dovevano spendere il doppio del necessario sui computer per giustificare e mantenere i finanziamenti pubblici. Mouse senza tasti? Dopo un quarto d'ora, la mano destra era un unico crampo. Esperienza talmente traumatica che ancora adesso, se vedo una "i" davanti a "pod" o "phone", ho attacchi di panico. Tenetevelo. :-)

Marco Casati ha detto...

:) Mouse senza tasti?

Il problema è che se provi un mac senza nessuno che ti spieghi nulla finisce che la gente non capisce nulla...

I mouse della Apple hanno ben 4 tasti. Il tasto destro e sinistro funzionano esattamente come su Windows. Forse ne hai provato uno di 4-5 anni fa...

Non c'è differenza di uso tra mac e pc, cambia l'esperienza di uso.

Non pensare a virus, antivirus, deframmentazione, scandisk, pulitura di registro, riformattazione, rallentamenti del computer, minuti di attesa all'accensione...
Se poi vedi una volta iLife... Prova a passare in un negozio o rivenditore per capire la differenza, sooò fai solo figuracce :)

Solo chi prova VERAMENTE ad usare un mac capisce l'enorme differenza di uso.

Ovviamente chi vede un mac e dice che "costa il doppio" non capisce granché di tecnologia.

Iilaiel ha detto...

@Puffolottiaccident

Dai! Se un utonta come me è riuscita, e più di una volta, a farsi delle installazioni funzionante di gentoo.... to con ubuntu puoi fare i miracolo!!! :D

Scherzi a parte. Io preferisco i sistemi *nix per stabilità, velocità e sistema di gestione dei dati. Mi ci trovo meglio.
Non ho problemi ad ammettere che win Xp fù un gran passo avanti e un sistema niente male. Infatti da Vista mi aspettavo altrettanti progressi. Trovarmi difronte ME 2 la vendetta è stata una delusiane colossale. A parte la cappella colossale di programmare tutto ciò che non è kernel in Csharp che lo rende pesantissimo, ci ho visto poche novità sostanizali e molta fuffa. Ho aprezzato il sistema di sicurezza spaventa utonti, ma tutte quelle risorse ciucciate da giochini schemi (aero, side bar) per aver sotto un Xp buggoso e stra lento mi ha fatto cascare le braccia.
Adesso sto cercando di convincere il boss, a lavoro, a passare a seven.

Microsoft dovrebbe mettersi in testa che deve:
- fare una bella pulizia profonda del kernel e mettere un sistema di hardware dectetion dengo di tale nome (in modo da no trovarsi un miolne di moduli intuli installati).

- scrivere il sistema in modo che non richieda l'ahrdware della nasa.

- migliorare la sicurezza

Sull'harware.... ragazzi quardate in linux Beryl e Compiz (interfacce veramente 3D) che richieste harware hanno. Meno di un quarto di aero.
Zio bill deve smettere di fare inutili guerre legali al mondo *nix e iniziare a ispirarcisi.

puffolottiaccident ha detto...

Marco casati, se ti chiedessi di farmi un file SFF con una sola palette per M.U.G.E.N. a 4 bit da 820 celluloidi a 24 bits... ricavate da scansione.

Quanti soldi vorresti?
Che tipo di computer useresti?


Condizioni del cliente:

"Quattro ******* bits, palette condivisa, niente puntini colorati sullo sfondo della celluloide"

Nel caso invece ti servisse in quanto in studio hai solo mac e nessun PC, tolta la chiamata, te lo faccio per 16 euro, tanto ci metto 3 minuti a lanciare la macro.

haarpeggio ha detto...

Non credo si possa dire che tutto ciò che non è kernel, in Vista, sia codice managed.

Secondo questo articolo (http://tinyurl.com/nj5ds) il codice .NET distribuito con l'OS è meno del 4% e non mi è sembrato che si trovasse in aree che potessero compromettere le performance.

Anche dando un occhiata con il Process Explorer di Russinovich, che permette di evidenziare i processi .NET, ad una macchina Vista appena avviata, di fatto non ho visti codice managed in esecuzione. Solo qualche modulo per il monitoraggio dei contatori di performance dei processi .NET stessi.

Domenico ha detto...

No, no, noooooooooooooo! AAARGH!

Ho visto la pubblicità!!! MISTERO Ricomincia!!!!

Preparate le munizioni!!!

Nello spot fanno vedere immagini di alieni e dicono di avere nuove e sconvolgenti prove della loro esistenza!!!!


Poveri italiani, le mie più sentite condoglianze....

Marco Casati ha detto...

Puffolo, non so di cosa tu stia parlando, ma spero tu sappia ormai che se hai esigenza di usare un'applicazione che funziona solo su windows puoi farlo benissimo anche con un mac.

http://www.apple.com/it/macosx/what-is-macosx/compatibility.html

Anche perché windows su mac funziona meglio, non lo fai navigare in internet e non devi installarci antivirus e roba varia...

puffolottiaccident ha detto...

Le religioni andrebbero abolite...

Comunque, mi suona come che se mi compro un elicottero posso metterci dentro la mia Peugeot 107 ed andrá molto piú veloce....

Io ho bisogno di una Peugeot 107, quindi non so che farmene di un elicottero, visto che posso comprare la peugeot 107.

puffolottiaccident ha detto...

Poi scusa, non prenderla sul personale, ma ho da poco comprato la macchina, e ho ancora sú l´irritazione a causa del fatto che son stato mezz´ora a litigare col coltello su un ponte di corda in fiamme col tipo per avere una Stra******* e onesta P107 quando mi proponeva di comperare il colosseo con l´enterprise di startrek dentro.

Marco Casati ha detto...

beh certo, se devi solo fare quello va benissimo un pc.

il problema è quando con quel computer devi anche navigarci in internet, gestire mail, installare applicazioni varie...

un mac funziona meglio di un pc per ovvi motivi. Il sistema operativo è ottimizzato per l'hardware. Più sicuro e stabile si rallenta molto meno... Ecc ecc...

Purtroppo chi non conosce non può capire e non posso convincere una persona a parole.
Ne ho conferma con tutte le persone che ho "convertito" se la reputi una religione.
Tutte mi ringraziano. Si trovano meglio. Anche se sono costrette a usare anche Windows.

Io non dico che tutti dovrebbero usare Macintosh, ma sentir dire che "costa solo di più" mi da fastidio.

Claudio Casonato ha detto...

Io ho usato IBM 36, MD DOS 4, 5, 6, MS Windoes 3, 3.1, 95, 98, 98SE, ME, XP, Vista.
Per motivi vari traffico con 3 diverse versioni di Linux, ed ho anche usato un MAC per un po di tempo.

Alla fine, tutti vanno bene (per qualche particolare) e tutti hanno i loro difetti.

Il difetto principale di MAC è il prezzo, e la conseguente scarsa diffusione di programmi (o meglio giochi) compatibili.

Linux è zavorrato dal fatto di essere free. Se hai bisogno di assistenza (anche su software sviluppati per Linux) in genere devi arrangiarti.

Windows è sotto attacco dagli hacker, ma se aziende mutlinazionali continuano a scegliere le soluzioni Microsoft (con costi mica da ridere) un qualche motivo di sarà...

theDRaKKaR ha detto...

ma perché nessuno discute con me riguardo al "posizionamento" del bug?

:-(

come ha detto qualcuno qui dentro, sono molto egocentrico e quando vengo ignorato mi incazzo moltissimo ^__^

@alessandro
la tua apologia del Mac dovrebbe essere perlomeno accompagnata dai motivi per cui questo bug non è così grave.................

markogts ha detto...

sentir dire che "costa solo di più" mi da fastidio.-

Ho punto nel vivo >:-> Avevo esordito dicendo che mi sa tanto di guerra di religione.

Scherzo! Io sono assolutamente inesperto, ma quanto riportato è assolutamente vero. Sì, erano mac del periodo 2000-2003, i primi col monitor a forma di bidet orizzontale e quelli ancora prima. Oh, non è vero che non si inchiodavano, si inchiodavano eccome! E il mouse aveva la forma di una focaccina/ciabattina di plastica e l'unico "effetto tasto" si otteneva schiacciandolo completamente sul tavolo.

Scherzi a parte, penso che siamo tutti d'accordo che il Mac ha sempre voluto darsi un'immagine "da fighetti". L'utente tipico di ubuntu non è il target di Jobs, sì o no? E io sono tendenzialmente ubuntofilo, salvo certe limitazioni di cui sopra.

Adriano Esposito ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
theDRaKKaR ha detto...

@markogts

l'ad e la di lui figlia di un'azienda in cui lavoravano si compravano i mac e poi facevano girare winzozz dentro perché erano abituati a usare quello a lavoro, con outcock, worm, axel eccetera...

ma vaffanculo va... che idioti :)

e un vaffa anche al multiaccounting :)

Anonimous ha detto...

nulla è piu noioso di leggere le dentronate tra macachi e winari.

Da utilizzatore di entrami i sistemi, posso dire tranquillamente che entrami funzionano e fanno il loro lavoro le differenze sono tanto sottili da passare da problemi di sesso degli angeli.

uso portatili apple per la miglior qualità costruttiva, uso desktop Dell con vistaSP2 per il rapporto costo/prestazioni e il servizio post vendita.

tutto il resto è noia.

theDRaKKaR ha detto...

@anonimous

sarà discutere del sesso degli angeli ma quel che dici tu lo diceva anche il buon de La Palice :-D

puffolottiaccident ha detto...

De la palisse credo che abbia detto: "un quadrello nel polmone, Ahlamdulillah* mi sa che schivo il prossimo cenone di natale con le zie ricche"
O qualcosa di simile, non so cosa é che lo ha ucciso né dove lo ha colpito.

Marco Casati, é un po´come la pesca o lo sci.
Fermo restando che con i suoi soldi uno ci fa quello che gli pare, se si parla di Hobby, potrei farmi fare un übercomputer che disegna 5000 celluloidi di pioggia sulla parrucca di una motociclista nuda da 50´000 capelli NURBS con base a 32 lati e 200 sezioni per capello (vietando compenetrazioni e attraversamenti in emulazione di tracciati non discreti) attraverso la "teoria dei corpi soffici" in 1/1000 secondi.

A spanne mi costerebbe credo almeno 2 o 3 Bilioni di euro, nel caso fosse fattibile.

Non avendo quei soldi mi attrezzo in funzione della passione che ho per un hobby oppure dei soldi che mi aspetto di fare con il lavoro per il quale compro gli attrezzi.

Il macintosh per quello a cui mi serve un computer costa troppo, neanche mi pongo problemi sulla longevitá.

Riguardo a linux, utenti che non sanno programmare neanche la preparazione di un toast senza mayonnaise mi dicono che le richieste basali sono cosí modeste che rimangono un sacco di risorse per farci girare i programmi che fanno ´ste cosacce.

Bene, ottimo, stupendo.
Dove mi procuro questi programmi?

I pazzi del manicomio militare di Mogadiscio** hanno fatto qualcosa che si chiama "Blender" che con 3 settimane di studio per la serie: "merkavai, sempre merkavai, fortissimamente merkavai" ho imparato a trasformare un parallelepipedo a 24 facce in un parallelepipedo a 24 facce di volume diverso.

E sono riuscito ad installare solo su windows.

*A Dio piacendo

**Termine per indicare un congegnatore con le idee tutto sommato un po´confuse sulle relazioni fra le funzioni di compilazione e l´interfaccia utente.

Alex Meka ha detto...

x Paolo:

>>coff coff...

>Spiritoso :-) Preferisco comunque le >magagne occasionali del Mac al >bombardamento continuo di malware >per Windows.
in effetti l'utente mi ha anticipato, ma la stoccata era inevitabile quanto puntuale. ti ricordo, poi, che non conta il bombardamento in sé, quanto la possibilità o meno che questi malware "attecchiscano". E Windows 7, sotto questo profilo, offre un'eccellente sicurezza. Il fatto che ci siano tanti malware Windows non significa che si tratta di un sistema operativo scadente, bensì estremamente diffuso. Sbaglio o avevi detto che avresti passato il 2009 a imparare le cose che avevi acquisito di corsa? forza, hai ancora 3 mesi ;)

Paolo Attivissimo ha detto...

Sbaglio o avevi detto che avresti passato il 2009 a imparare le cose che avevi acquisito di corsa? forza, hai ancora 3 mesi ;)

Assolutamente. Ho imparato che grazie al Mac ho le funzioni, la facilità d'uso, l'affidabilità e la sicurezza di Windows 7 già dal 2004.

Pax ha detto...

Backup... Tecnicamente nessun supporto e' sicuro al 100% per questo si fanno backup su supporti multipli con politiche di rotazione tali da ridurre al minimo il danno. Generalmente si fanno backup incrementali giornalieri, un backup settimanale incrementale rispetto alla settimana precedente e un backup completo mensile. Almeno questa e' una delle politiche piu' usate. Se uno vuole ridurre i danni a ZERO dovrebbe fare un backup praticamente ogni volta che un file viene modificato o creato. E questo per tutte le copie, il backup di riferimento e la copia del backup stesso. Gia', si fanno anche le copie dei backup.

Per esempio non e' inusuale che si faccia il backup e si tenga a disposizione in ufficio e la sua copia invece vada in cassaforte a casa del proprietario dell'azienda o del responsabile dei sistemi informativi o in un altro posto lontano dagli uffici. Un disastro per essere cosi' esteso da colpire zone distanti fra loro deve essere una calamita' naturale, ma il quel caso uno ha problemi generalmente piu' grossi di ripristinare i propri dati. Altra soluzione sono i backup offerti da aziende dove tutta la gestione e' a carico loro e generalmente si paga per avere la matematica certezza di avere i propri dati indietro anche in caso di disastri naturali. Ma per i backup casalinghi fai da te beh, come sempre, un po' di buon senso aiuta. Io, personalmente, ho tutti file dei progetti a cui lavoro archiviati in tre posti differenti con tre programmi di gestione delle versioni differenti, sistemi di backup piu' leggeri per file la cui importanza e' minore (tipo una copia su hard disk esterno che poi ripongo gelosamente in un cassetto) e per file la cui perdita e' trascurabile, beh, se e' trascurabile non mi prendo nemmeno la pena di salvarli su altri supporti.

puffolottiaccident ha detto...

Io ho acquistato la mia Peugeot 107 perché é, insieme alla sorella Citroen C1, l´auto scelta da praticamente tutti i servizi di consegna pappa pronta a domicilio.

questi hanno speso notti insonni a calcolare consumi, usura dei pezzi, costi assicurativi, confrontando i vari modelli di automobile, stabilendo che l´opel corsa é longeva non per una migliore integritá strutturale ma perché attira un certo tipo di acquirenti, e che la smart, al di lá di una maggiore possibilitá di parcheggi alla starsky ed hutch beve come un´armata di cosacchi in libera uscita e si rompe da sola senza una ragione apparente.

Quindi faccio una domanda nuova: Perché i "vincenti" dal punto di vista edonistico dell´uomo economico non son migrati a mac e linux??

Perché chi é ossessionato dal fare i soldi ed ha dimostrato in mille modi di saperli fare continua a preferire Microsoft?

L´unica azienda pinguinista che mi viene in mente é l´Edeka.

Pax ha detto...

@ markogts
Scusami se forse ripeto quello qualcun altro puo' aver gia' detto ma non riesco a leggere tutti i commenti ma la tua domanda ha bisogno di una risposta. Ti daro' alcune dritte ma se vuoi possiamo
scambiarci gli indirizzi di posta elettronica e ti
posso dare qualche consiglio piu' mirato alle tue
esigenze...

Le mail generalmente vengono salvate in files specifici sull'hard disk che possono essere copiati senza problemi. Per esempio windows+outlook salva i file in una cartella nascosta (ma accessbile) nel tuo ramo di directory "Documents and Settings".

Su altri sistemi operativi o con altri client di posta elettronica (vedi Mail o Thunderbird) il discorso e' simile.

Back up completo del disco o delle cartelle importanti?

Fare una immagine del disco e poi ripristinarla ti permette di ritornare a lavorare senza reinstallare tutto da zero e senza riconfigurazione. Norton Ghost e' uno di quei programmi ma se cerchi in rete troverai varie soluzioni. Ti ho dato un nome
giusto come punto di partenza per la tua ricerca,
non dico affatto che quello e' IL programma.

Personalmente non mi preoccupo di fare un'immagine del disco ma salvo miratamente
quello che so che mi serve in base al mio modo
di utilizzare il computer. Riduco il volume di backup e posso permettermi di farlo piu' frequentemente. Pero' mi sono scritto e mi tengo
sottomano una guida al ripristino completo del MIO
ambiente di lavoro, in pratica mi sono scritto da parte le configurazioni dei clients di posta, le users
e le passwords che uso, configurazioni varie per il
mio lavoro (tipo come connettermi al server aziendale ecc. ecc.), il tutto condito da un pratico
step-by-step che mi dice cosa fare. In passato mi
ha aiutato molto, adesso non la guardo piu' perche'
ormai le informazioni si sono piantate in testa ma
credo che possa essere un utile punto di partenza.

Del resto in tutti i piani di disaster and recovery che ho redatto per aziende, la lista di recovery
step-by-step che anche un profano della materia
puo' eseguire e' un must.

btw la mia mail e' manuel.passarella@gmail.com

Pax ha detto...

@puffolottiaccident

Dipende, il tuo ragionamento e' buono ma troppo restrittivo. Non e' vero che tutte le aziende che fanno soldi usano solo Microsoft. Lavorando come freelance ne ho viste di tutti i colori, per esempio l'intero sistema centrale di Banca Intesa-San Paolo gira ancora con procedure scritte in cobol per abienti CICS (IBM su server Mainframe / AS400) E cosi' molte banche italiane, l'unica che mi viene in mente che gira su ambienti Microsoft era la Banca Sella. Tante aziende di stampa (Ilte / Fratelli Pozzo) per fare due esempi in Italia ma anche The Age / The Herald Sun (lo so perche' vivo a Melbourne e un mio amico e' responsabile della logistica di The Age) hanno molti sistemi che girano su UNIX - Solaris (e' come amano dire i puristi Linux non e' Unix dall'acronimo L.I.N.U.X. = Linux is not Unix) Senza contare che la piattaforma preferita di quasi la totalita' delle agenzie di stampa e pubblicita' e' Mac. La stessa Fiat ha tutti i sistemi core su piattaforma CICS della IBM.

Probabilmente quello che volevi sottolineare era che il sistema operativo del computer della segretaria o del boss o C.E.O. e' generalmente un Windows (qualsiasi sia la versione installata sopra) ma anche qui e' un discorso generale.

A livello infrastrutturale c'e' molta piu' eterogeneita' di sistemi operativi di quanta potevi pensare e ti ho fatto solo alcuni esempi.

Personalmente lavoro e uso costantemente 4 diverse famiglie di sistemi operativi:

Gli UNIX-AIX-Solaris
I Linux (distribuzioni preferite Ubuntu, Fedora, Red-Hat, Debian)
I Mac, il mio portatile e' un MacBookPro
I Windows, precisamente ho usato in passato dalla versione 3.1 fino a 98se e adesso dalla 2000 alla 7 per i desktop e dalla 2003 alla 2008 per i server.

In realta' la questione non e' quale e' il sistema operativo migliore in assoluto, ogni azienda promuovera' il suo prodotto come il migliore, quelle che si chiamano "marketing hypes"... La domanda che ti devi porre e': Cosa soddisfa i miei bisogni? Quale sistema operativo mi permette di fare BENE quello che voglio fare con il mio computer? E poi semplicemente scegli quello che fa per te...

John Wayne jr. ha detto...

"Riguardo a linux, utenti che non sanno programmare neanche la preparazione di un toast senza mayonnaise"

"Stavate parlando di me?" ((c)Paolo Bitta)

@TheDrakkar
Secondo me la tua posizione sulla posizione del bug è del tutto sbagliata. Non posso dirti come né perché, d'altronde se ancora non l'hai capito ancora che te lo dico a fare? Sappi comunque che c'entrano gli alieni, i servizi segreti USA e delle persone che in realtà sono rettili.

PS: Io ci ho provato, mi dispiaceva vederti così disperato (sì, vedi? In fondo anch'io ho un cuore, sebbene sia di 3 taglie più piccolo), allora mi sono inventato il "complottista del bug". D'altronde uso Linux ma ho solo una conoscenza molto superficiale del kernel, quindi non potrei mai affrontarti su un piano tecnologico.
Ma anni di frequentazione di questo blog e simili mi hanno insegnato che non serve affatto essere esperti in un campo per essere definiti tali!

Poorman ha detto...

Un'osservazione empirica dice che il numero di backup e` inversamente proporzionale alla probabilita` di averne bisogno: i dati non backuppati sono quelli che si danneggiano, mentre i supporti con dati di cui si hanno 5 copie al sicuro su diversi supporti e in diversi luoghi tendono a diventare eterni :)

Più che osservazione empirica si chiama Legge di Murphy! :D

Willy ha detto...

@puffolotti:I pazzi del manicomio militare di Mogadiscio** hanno fatto qualcosa che si chiama "Blender" che con 3 settimane di studio per la serie: "merkavai, sempre merkavai, fortissimamente merkavai" ho imparato a trasformare un parallelepipedo a 24 facce in un parallelepipedo a 24 facce di volume diverso.

Non ho capito questo discorso.
Ma stai parlando del software di grafica/animazione 3D?
Se sì ci sono innumerevoli video-tutorial online.
L'"omino di pan di zenzero" è il primo e si riesce ad ottenere qualcosa in un paio di ore.


E sono riuscito ad installare solo su windows.

Su Mac e Linux (ubuntu 64bit virtualizzato) non c'è neanche bisogno di installare: è bastato estrarre l'archivio e lanciare (ovviamente devi avere installato python).

puffolottiaccident ha detto...

Pax, io sono quello che parlava bene del fortran (che é un linguaggio)

Ho visto compagnie di spedizione che hanno il server con sistema operativo linux, ma parliamo delle cose che lasciano perplessi:

Ho visto uffici con terminali (relativamente)stupidi da 300 dollari... (senza tastiera, video, mouse) Queste preferenze sono bizzarre, e viene da chiedersi se chi diventa ricco "nonostante" preferenze apparentemente strane non abbia capito qualcosa che a chi non diventa mai neanche tranquillo sfugge.

Un po´come quando alla partita di calcio in TV un ciccione che non ha mai fatto sport grida al giocatore überpagato: "cretino, quel passaggio l´avrebbe preso anche mia nonna!"

puffolottiaccident ha detto...

willy, metodo "personale": prima studio un´attimino come é l´interfaccia.

Poi, eventualmente faccio l´omino di pandizenzero.

Dico: pazzi del manicomio militare di mogadiscio perché...

Suvvia, cos´hanno le interfacce autodesk che non va??

é come inventarsi nuovi modi di mettere i cavi su un veliero per il gusto di farlo, o nuovi modi di mettere i comandi sull´automobile.
Tipo: noi siamo fighi e ti mettiamo il freno a pedale dietro lo specchietto retrovisore, che é sul poggiatesta del sedile del morto.

Ora, mi si dice: ci sono dei tutorial che spiegano come si guida questa fantastica macchina.

bé, vedi, é esattamente quando vedo i primi 3 minuti di tutorial che dico "No, non stanno parlando con me"
Non voglio tutorials, voglio lavorare.

markogts ha detto...

é come inventarsi nuovi modi di mettere i cavi su un veliero per il gusto di farlo, o nuovi modi di mettere i comandi sull´automobile.-

Capisco benissimo cosa dici: ho sperimentato questo patimento con Office 2007 e il succitato Mac monotasto, nonché l'interfaccia KDE di dieci anni fa sui computer dell'università. Ubuntu ha successo perché sotto questo profilo è molto windows-like, cioé esattamente quello che serve per poter essere un'alternativa per gli utenti windows.

Se ormai il tasto destro del mouse ha quella funzione per il 90% degli utenti, per carità, magari non è la soluzione ottimale, ma perché dobbiamo fare altro casino?

markogts ha detto...

Grazie Pax per le dritte, ci penserò su e poi casomai mi farò vivo.

Anonimo ha detto...

>> l'affidabilità e la sicurezza di Windows 7 già dal 2004.

Proprio, come l'aslr assente e implementato a fallo di segugio in Snow Leopard? (e chiaramente rippato da Windows) o come le presunte "falle" di Internet Explorer 8 (che, se non lo sapessi, già a partire dalla versione 7 built-in in Vista, può girare in Sandbox, ancor meglio se su Vista o 7 x64), che tra l'altro nella versione 8 è l'unico browser in giro a disporre di meccanismi di rilevazione XSS builtin (su Firefox solo se installi l'estensione NoScript. Di quel giocattolino che pretende di essere un browser e che risponde al nome di Safari non parlo nemmeno ;) )

Claudio ha detto...

Paolo: Assolutamente. Ho imparato che grazie al Mac ho le funzioni, la facilità d'uso, l'affidabilità e la sicurezza di Windows 7 già dal 2004.

vedi? quello che dicevo. rispondi per spot, chiudi la discussione sottointendendo la tua tesi, come gli scialchimisti.

permettimi ma sulla questione mac sei bocciato: non sei oggettivo e si vede che hai un'esperienza limitata su uno dei due fronti

non a caso tiri fuori i vantaggi di una parte e gli svantaggi dell'altra

per di più, punti il dito su svantaggi presunti dando per dato di fatto quello che è in realtà il sentore comune, senza che di fondo vi siano dei rilevamenti oggettivi con condizioni di test corrette

insomma, come mac user sei... il solito mac user. lui è figo, il resto è lento

AlbySpace ha detto...

Le solite battaglie fra clan... È meglio questo... No, quest'altro...
Dato che tutti sembra abbiano ragione, perché ognuno non si usa il sistema operativo che preferisce?
Chi ha Windows schifa il Mac, chi ha il Mac non rimpiange Windows e fin qui siamo tutti d'accordo. Perché la storia dovrebbe cambiare col proseguire di questa discussione?

david ha detto...

"Ovviamente chi vede un mac e dice che "costa il doppio" non capisce granché di tecnologia."

Oppure non c'ha 1799 euri!(prezzo minimo per uno schermo che non ti faccia perdere gradualmente la vista!)...

"Ho imparato che grazie al Mac ho le funzioni, la facilità d'uso, l'affidabilità e la sicurezza di Windows 7 già dal 2004."

Io invece con Windows ho imparato...a risparmiare!Spese di gestione?...2 trojan in 4 anni..

Marco Casati ha detto...

Secondo me state travisando come "i soliti anti-mac"

Il discorso è che chi conosce bene entrambi generalmente sceglie mac.
Fermo restando le limitazioni economiche e lavorative.

Né io né Paolo abbiamo mai affermato che TUTTI dovrebbero passare a mac. Ma per la mia esperienza (e a quanto pare anche la sua) di ex utilizzatori windows c'è n'è di differenza tra un mac e un pc.

E nn è solo il costo.

Purtroppo c'è chi 'ha provato un attimo o chi non l'ha mai usato affatto e si mette a discuterne, senza realmente sapere la differenza. Se avete amici che lo usano chiedete a loro. Fatevelo spiegare.

Ho consigliato Mac a molti e ad altri che mi hanno chiesto se per loro valeva la pena ho detto di no.

Hardcore Gamers per esempio, non hanno senso di prendere un mac.

Ma molta gente che pensa sia una spesa inutile ne avrebbero eccome di vantaggi.

theDRaKKaR ha detto...

credo che l'unica cosa che siamo riusciti a dimostrare in questo dibattito è che il 90% degli utenti non capisce cosa scrive puffolotti (lui è compreso nella quota) e il restante 10% è composto da rettiliani

^________^

puffolottiaccident ha detto...

theDRaKKaR, sono stato dimesso dal manicomio militare di mogadiscio, pertanto sono sano.

Paolo Attivissimo ha detto...

Claudio,

vedi? quello che dicevo. rispondi per spot, chiudi la discussione sottointendendo la tua tesi, come gli scialchimisti.

No, parlo per la mia personale esperienza, che è stata positiva con i Mac e negativa con Windows, e a differenza degli sciachimisti non impongo le mie idee a nessuno e non accuso chi non la pensa come me di essere un venduto con impianti bioplasmatici :-)

Che ti devo dire: io con il Mac mi trovo molto meglio che con Windows. Tu no? Va benissimo. Possiamo convivere sullo stesso pianeta senza problemi.

Paolo Attivissimo ha detto...

David,

Io invece con Windows ho imparato...a risparmiare!Spese di gestione?...2 trojan in 4 anni..

Si vede che hai tempo da spendere al posto del denaro (e in questo ti invidio). Ma a me 2 trojan che fanno perdere una giornata di lavoro ciascuno e compromettono la riservatezza dei miei clienti costerebbero molto di più di un Mac.

E poi i miei problemi con Windows non erano virali, ma di stabilità e di affidabilità del software (Word in particolare) e del sistema operativo.

theDRaKKaR ha detto...

Paolo, ma qual è l'ultima versione di Windows su cui hai lavorato con continuità?

Paolo Attivissimo ha detto...

XP SP2.

puffolottiaccident ha detto...

Comunque, paolo, l´intolleranza religiosa pur non essendo prerogativa dei pinguinisti o dei... esiste un soprannome collettivo per gli utenti apple? non si riscontra nei microsoftisti.

Anche questo thread come quelli che lo hanno preceduto evidenzia che se in tutti e tre i sistemi del trittico (oddio, potremmo paragonare il mac all´ebraismo, MS al cristianesimo e il linux all´islam? o fare altri abbinamenti?)

In generale la filosofia di tolleranza: "se uno usa un´altro strumento sará perché ha altre esigenze" é propria di ogni utente microsoft, mentre negli utenti mac e linux non é diffusa al 100%

In generale gli argomenti dei microsofisti nelle guerre religiose non sono tanto su una "supposta" complessitá di linux o rigiditá di mac, quanto sull´atteggiamento che pinguinisti e utenti apple hanno gratuitamente nei confronti degli utenti microsoft.

Se guardate le mie stesse battute, in generale parlo delle mie atroci esperienze con linux, e sono prodigo di complimenti per chi lo mette in ordine di marcia sul proprio computer, parlo dell´onestá intellettuale di utenti apple che mi hanno detto che con il sistema di apple non posso proprio svolgere i lavori che svolgo col pc.

L´utente microsoft medio non esprime intrinseco disprezzo per gli altri sistemi operativi.

markogts ha detto...

Mac=Ebraismo? Ma non si diceva che era il sistema più caro? :-P

Io Ubuntu lo vedo come Pastafarianesimo...

Marco Casati ha detto...

"L´utente microsoft medio non esprime intrinseco disprezzo per gli altri sistemi operativi."

Perché non li conosce :) e disprezza gli utenti che invece hanno scelto altro e continuano a dirgli che forse Windows non è la scelta giusta.

Fortunatamente i mac si stanno diffondendo. Non perché "sono più fighi" ma perché "me l'ha consigliato un mio parente/amico/collega che si è trovato benissimo e non vuole più tornare a Windows"

Quello che non sopportavo di windows è che dopo 2 mesi diventava veramente troppo lento. E la continua manutenzione.

Prez ha detto...

L´utente microsoft medio non esprime intrinseco disprezzo per gli altri sistemi operativi.

L'utente Microsoft medio a malapena sa che il "coso" dentro al pc che disegna le finestre sullo schermo (e spesso va in tilt) si chiama sistema operativo.
"I computer si bloccano, è normale che sia così"

L'utente Microsoft medio se non trova il pulsante start in basso a sinistra viene colto da una crisi di panico.
"Ma ecsel craccato funziona sul tuo pc?"

L'utente Microsoft medio è pigro.
"Non ho mica tempo da perdere, io devo lavorare!"

L'utente Microsoft medio si merita Windows e le sue magagne. Il resto è aria fritta.

theDRaKKaR ha detto...

@Prez

conosco un sacco di maccisti e l'utente mac medio è ignorantone quanto l'utente windows medio

parola di un modesto e banale professionista informatico

PS l'utente linux è mediamente più evoluto ma non lo dirò mai, perché è anche saccente :-D

puffolottiaccident ha detto...

theDRaKKaR, quando parli di "±evoluto" parli di "matematica pura".

Non risolve i triangoli, ma mette la tipa che stai intortando da 3 ore in una disposizione d´animo tale che il primo "analfabeta informatico" che le passa vicino lo zompa e lo stupra davanti ai tuoi occhi.

Ovvero:

Mette la tipa che stai intortando da 3 ore in una disposizione d´animo tale che il primo "analfabeta informatico" che le passa vicino lo zompa e lo stupra davanti ai tuoi occhi.

E non risolve i triangoli.
----

Claudio ha detto...

ho scritto un commento più lungo di 4096 caratteri, come faccio a inviarlo? =)

Paolo Attivissimo ha detto...

Claudio,

dividilo in due parti.

John Wayne jr. ha detto...

"Mette la tipa che stai intortando da 3 ore in una disposizione d´animo tale che il primo "analfabeta informatico" che le passa vicino lo zompa e lo stupra davanti ai tuoi occhi."

Uff, io sono un utOntO linux, ma la situazione che descrivi è impossibile. Quando la tipa è nel posto A con A diverso da casa mia, è impossibile che ci incontriamo proprio, perché io sono a casa a cercare di fare funzionare la mia nuovissima chiavetta internet/USB sulla mia distro. E se anche ci riuscissi poi ci sarebbero la scheda TV Hauppauge, la scheda video ATI, la scheda audio Sound Blaster etc.
Non ho tempo per intortare nè annoiare nessuna tipa. ;-)

Claudio ha detto...

mamma mia, possibile che diciate TUTTI SEMPRE LE SOLITE COSE?

i computer li uso per lavoro, lavoro per conto mio:
sui desktop c'è windows
per i video c'è un mac pro
per il resto (dai server ai giocattoli embedded) c'è linux

il mio approccio a "quale os è migliore", nei fatti ma anche nel consiglio a chi mi chiede, è proprio "DIPENDE CHE CI DEVI FARE"

mi permetto la presunzione di dire che ho un buon livello di conoscenza dei tre mondi - su altre cose taccio perchè ammetto la mia ignoranza, ma qui pur non potendomi assolutamente definire un guru posso dire di intendermene

ho premesso questo per dire che "CHI CONOSCE BENE ENTRAMBI SCEGLIE MAC" è una fesseria che sento dire, puta caso, da tutti i sostenitori mac. I MOTIVI PER CUI L'UTENTE MEDIO SCEGLIE MAC SONO PRETTAMENTE EMOZIONALI, e non a caso apple punta IN PRIMIS su quello.

dal punto di vista meramente tecnico os x ha delle lacune che voi non immaginate nemmeno proprio perchè la vostra definizione di "conoscere bene" riguarda il mero impiego. certo, non contesto il fatto che è quello che vi interessa; però non venitemi a parlare di TECNICA.

faccio il solito paragone automobilistico. ci sono macchine che ti danno un feeling esagerato, ma questo non comporta necessariamente che sotto abbiano una tecnica altrettanto esagerata. ci sono macchine spartane dal punto di vista dell'"utente" che in realtà sono estremamente raffinate ed evolute dal punto di vista meccanico.

la differenza tra un automobilista qualsiasi e un mac user è che il primo mai si sognerebbe di elogiare la tecnica della sua macchina sulla base del feeling, capendone sostanzialmente di capire poco niente di quello che c'è sotto; il secondo invece, dato che si informa e legge quattro cose CHE ARRIVANO TUTTE DA FONTI DI INFORMAZIONI ASSOLUTAMENTE INADEGUATE (tradotto: va su siti pro-apple che esaltano i pregi e camuffano i difetti, se proprio è inevitabile parlarne), si sente parte di questa elite che ha visto la luce e quindi il dovere di diffondere il verbo. MA IL PROBLEMA MAGGIORE E' LA MANCANZA DI PREPARAZIONE: i mac user che poi vanno in giro a dire quant'è figo il mac e quant'è il sistema più avanzato del mondo os x cosa fanno? gli informatici? i programmatori? no: fanno i grafici, i giornalisti, lavorano con i video, lo usano per casa, eccetera.

la dimostrazione CLAMOROSA viene fuori dai commenti al baco epocale dell'articolo: il fatto che non cogliate minimamente la portata di questo baco, in virtù di come è strutturato un sistema operativo moderno (forse non vi siete accorti che non è l'utente privilegiato che cancella le cose di guest ma il rovescio), è evidenza che mancano delle conoscenze tecniche DI BASE.

questa non vuol essere una critica, per carità. sono cose che giustamente non sapete e NON DOVETE NEMMENO SAPERE, da utenti finali. la critica è tutta rivolta al fatto che NE PARLIATE A VANVERA, non tanto del baco specifico (anche se si fa un po' di chiacchera da bar a riguardo poco male), ma di questa tecnica sopraffina che avrebbe os x, la qualità costruttiva dei mac eccetera eccetera

sono tutte balle. quello che contraddistingue os x e i prodotti apple in generale è IL FEELING, dal punto di vista tecnico ci sono luci ed ombre così come windows e linux.

Claudio ha detto...

mi permetto di fare una digressione storica molto veloce. sotto os x c'è un BSD (darwin) con qualche interverenza di Mach. perchè c'è BSD? perchè è figo, sicuro e potente? no.

apple con os 9, col quale ci ho avuto a che fare e qualche problemino serio ce lo aveva, si è trovata di fronte alla necessità di fare un salto generazionale, quello per inciso che microsoft ha fatto passando dalla branchia windows 9x (95, 98, ME) alla branchia NT, aperta al grande pubblico con XP. le risorse per sviluppare un sistema operativo di nuova generazione erano fuori dalla portata (prima ancora dalla volontà) di apple: questo è il motivo di un BSD come parte immersa dell'iceberg. un BSD difatti viene proposto con la licenza BSD, la quale è L'UNICA che consente di PRENDERE, DISFARE, RIFARE, MODIFICARE, VENDERE senza dover riconoscere una lira all'autore. in altri termini, era l'unica opzione di mettere sotto a mac os una base solida spendendo praticamente niente. con linux ad esempio mai avrebbe potuto fare la stessa cosa, proprio per via della licenza GNU che ha un approccio radicalmente diverso.

perchè di mach? per il semplice motivo che jobs ha posto come condizione al suo ritorno che apple recuperasse (spendendo cifre importanti) questo suo progetto che non stava sicuramente riscontrando il successo sperato. sostanzialmente quindi il motivo per cui c'è qualche pezzo di mach nel kernel di os x non è per ragioni tecniche, manco lontanamente: è solo un dictat di jobs.

e qui sono sicuro che voi la sapevate in modo diverso: Mach è un microkernel e quindi è figo, os x doveva avere un kernel figo quindi hanno messo sotto mach.

ci sono due considerazioni:
1) non c'è il kernel Mach ma di questo sono state recuperate parti
2) era meglio se non lo facevano perchè vedendo le performance di un kernel BSD / linux 2.6 e quelle del kernel os x questo ultimo paga non poco in termini prestazionali (si parla ovviamente di chiamate alle funzioni a più basso livello del sistema operativo); d'altronde la questione microkernel o kernel monolitico si è risolta un bel po' di tempo fa con una certa discussione e una certa iniziativa che coinvolse linus torvald... in parole povere il microkernel è a livello concettuale la soluzione più elegante, ma in pratica è il kernel monolitico (per lo meno in una certa misura) quello che offre il miglior compromesso con le performance.

potrei andare avanti, ma penso che il mio scopo sia stato raggiunto: evidenziare come le scelte ALLA BASE di os x abbiano motivazioni COMMERCIALI e non tecniche.

altra palese evidenza è la scelta della CPU: fino a ieri gli x86 erano l'ultima delle merde e improvvisamente diventano QUATTROPER, 4 volte più potenti dei powerpc.

apple non fa il sistema operativo più avanzato al mondo, e i suoi computer sono sostanzialmente dei pc comuni (piccola frecciata: ma con schede video scarse); quello che la contraddistingue davvero è:
1) il marketing, per cui è presa come esempio in tutto il mondo: il fatto che ci siano delle comunità che fanno PROPAGANDA E PUBBLICITA', al punto che alcuni vengono definiti "evangelisti", a dei prodotti commerciali significa che da questo punto di vista fa veramente un buon lavoro
2) il feeling, per cui indipendentemente dai difetti costruttivi che il tuo portatile apple può avere (cosa non così rara, per lo meno per la mia esperienza personale), comunque lo percepisci come un prodotto DI QUALITA'. invece, un acer fa cagare a priori. magari è 5 anni che ce l'hai, lo hai sbattuto ovunque e va ancora senza un problema ma comunque è fatto col culo.

insomma, il mio è un invito a smetterla con questi toni fastidiosi da illuminati dell'informatica (che, mi spiace dirlo, non siete: siete solo i testimoni di geova dell'informatica): os x, windows, linux sono tutti sistemi sostanzialmente validi e semplicemente ci sono ambiti di impiego più congeniali all'uno, all'altro o all'altro ancora.

Claudio ha detto...

Paolo: se ci fermiamo al fatto che tu abbia avuto un'esperienza negativa siamo a posto. il mac pro è stato l'unico computer che ho dovuto formattare DA ZERO dopo averle tentate tutte (se vi state chiedendo "ma hai provato a", SI, ho provato, anche il ripristino dell'os, che non ha risolto il problema) prima perchè mi andava in kernel panic al boot dopo un aggiornamento di os x 10.5. e ti garantisco che stare in ufficio fino a notte tarda per farlo resuscitare + reinstallare i programmi perchè la mattina dopo ti sarebbe servito per lavoro non è proprio il massimo.

e tieni conto che era l'installazione di os x "di fabbrica" su cui si è installato solo final cut studio e altri due programmi

da questo però non vado in giro a dire che il mac dà problemi. capisco che è una situazione anomala e la prendo come tale. non fa parte sicuramente del tuo ruolo di approfondimento e ricerca del vero (suona un po' pomposo ma il tuo servizio di antibufala fa questo) credere che un windows xp (fosse della serie 9x capirei) si possa inchiodare di suo, così.

sai da quando ho rivalutato windows? da quando ho iniziato, anni e anni fa, a lavorare con linux. ho scoperto che i problemi ci sono anche lì, solo che con windows dicevo "windows merda", con linux non potevo più dirlo e così andavo a vedere cos'era e... ta daaaa... erano di semplice soluzione.

windows rallenta? windows merda
linux o os x rallentano? c'è un processo che succhia risorse, ammazzalo che risolvi

allo stesso modo, lo stesso problema ti si fosse posto con il mac avresti switchato a linux? non credo, penso che avresti cercato una soluzione o avresti chiesto.

alla fine è molto più semplice di quanto non si pensi. se ti si inchioda c'è qualcosa che non va. e nei sistemi operativi moderni difficilmente è il sistema operativo in sè. ad es. può capitare di vedere dei kernel panic, si pensa sia il kernel ma moooooolto più facilmente il problema è di un driver in kernel space (scheda video). il driver della scheda video è a posto e si inchioda tutto uguale, e siamo sicuri che il sistema operativo non sia compromesso (nel senso: siamo sicuro di non aver paciugato in lungo e in largo con driver, interrompendo installazioni di aggiornamenti o stupidate del genere)? allora un pensierino all'hardware ce lo farei, capita.

il motivo però c'è sempre. un os x, un windows, un linux instabili per conto loro sono una favoletta.

l'altro giorno m'è arrivato un server della dell... gli tolgo il suo disco, ne metto altri 4, accendo e mi dà un problema sul riconoscimento degli stessi. ctrl-alt-cance e... funziona tutto. installo linux senza problemi, riavvio e di nuovo quel problema. e cosa fai? windows di merda quando è un problema a livello di bios e comunque c'è installato linux?

CHIAMI LA DELL. sono arrivati i tecnici, in 15 minuti mi hanno cambiato scheda madre e alimentatore, e ora liscio come l'olio (mi gratto in segno scaramantico eheh).

capita anche questo. ma che un sistema operativo si inchiodi senza un motivo scatenante... no, non capita. o per lo meno capita con una frequenza talmente bassa che è da escludere a propri.

scusate se sono stato prolisso, giuro che non lo faccio più. =)

John Wayne jr. ha detto...

"siete solo i testimoni di geova dell'informatica"

Ummmmm.... Ti risulta per caso che qualcuno di noi sia venuto sul tuo blog a suonare il campanello e cercare di convincerti delle sue idee?
Tu sei venuto da noi predicando che non abbiamo capito un tubo: sei una specie di missionario cattolico e noi al massimo possiamo essere i pagani dell'informatica.

John Wayne jr. ha detto...

Comunque adesso mi sono procurato anch'io un nuovo Mac ! Non mi è costato poi molto, comunque faccio un po' di prove e poi vi dico!

puffolottiaccident ha detto...

Personalmente ho imparato a pigiare i tasti del computer per osmosi (Mio padre é una cintura color buco nero con velocitá di fuga warp 10E23) ma neanche so esattamente che cosa so e che cosa non so fare...
Quando mi é stato chiesto "avrei bisogno di un programma che fa questo", ho sempre, e sinceramente, risposto: non ho idea di come si faccia, ma se altri han fatto qualcosa di simile, posso provarci.

E benché fossi io a scrivere il codice, l´emisfero sinistro del mio cervello non ha mai detto all´area corticale che cavolo stessi facendo, ma in qualche modo i programmi saltavano fuori.

Alla fine da qualche parte nella mia materia grigia devastata da afri-cola & sushi, devo avere un´area preposta a non far cazzate quando uso Microsoft, forse il fatto che ho giocherellato con ogni sistema operativo realizzato da zio billy (cioé da marcatamente prima di prendere la licenza elementare) mi previene dal fare robacce che neanche Paris hilton* si sarebbe sognata, del tipo chiudere una finestra via mouse§ o robe ancora piú peggiori** che qui sono irriferibili in quanto questo é un blog per famiglie.

Ogni tanto un programma installato di fresco non parte, e neanche mi rendo conto che per molti utenti l´indicazione dell´errore sono piú o meno cifre a caso...

Quindi penso che windows non mi dia problemi perché ormai le cazzate che combina quella manica di squinternati nel definire i comandi le ho scolpite in ogni cellula del mio sistema nervoso.

Parliamo di qualcosa tipo 25 anni, e io ne ho 32;

Impensabile raggiungere la stessa sintonia con qualcosa di diverso.

§Non so se i critini che mettono l´annullamento via tastiera e quelli che scrivono il codice sull´evento _click vengono da due galassie diverse, ma ogni tanto i due comandi sono circa equivalenti ma non lo stesso.
Possono esserci dei problemi quando una finestra chiudendosi convoca la finestra successiva, piú migliore mi sembra che la nuova finestra chiuda la vecchia appena ha preso il fuoco, per poi andare "in posizione di guardia"

*Ma poi che ha fatto di tanto terrificante? cioé, caccio la battuta, ma mi pare di aver capito che chiunque abbia messo al mondo un figlio ha fatto altrettanto, anche se non ho ancora ben compreso il meccanismo.

**Licenza poetica.

Ale ha detto...

@ Claudio
i mac user che poi vanno in giro a dire quant'è figo il mac e quant'è il sistema più avanzato del mondo os x cosa fanno? gli informatici? i programmatori? no: fanno i grafici, i giornalisti, lavorano con i video, lo usano per casa, eccetera.

Non entro nel merito della discussione su quale sia il SO migliore perché non ne capisco niente, non è il mio campo. Io non sono un mac user, uso un vecchio pc con ubuntu. Mi è stato consigliato il mac, e sai da chi? da 5 o 6 persone del ramo informatico. Tra tutti gli informatici che conosco c'è gente che consiglia mac e gente che consiglia linux, nessuno che consiglia windows.

Poi magari i mac saranno usati molto dai grafici (non ne conosco) o da giornalisti (ne conosco qualcuno ma usano tutti windows), però dal tuo discorso sembra che gli informatici non possano sopportare la vista di un prodotto apple e, per la mia esperienza, non mi pare proprio così.

Mousse ha detto...

@Paolo: da utente di tre quarti dei sistemi operativi consumer posso dirti che ognuno ha i suoi pregi e i suoi difetti.

Sulla lentezza di sVista posso darti ragione, ma solo in parte. Per usare Photoshop ho infilato nel mio PC 3 GB di RAM DDR2 e devo dire che Vista è diventato decisamente veloce.
Nettamente più veloce di OSX su un G5 con lo stesso clock e la stessa quantità di RAM.
E rispetto a XP la differenza non è praticamente avvertibile.

Unico fastidio, Impiega SECOLI a fare il boot.

Sulla stessa macchina ho Linux 64 bit ma purtroppo non posso fare un confronto dato che Wine non supporta Photoshop, in compenso World of Warcraft gira agli stessi identici FPS.

E comunque, anche io sono tra quelli che preferisco perdere un pò di prestazioni in favore di beta test seri e non "per finta"..

Riguardo a "usare il sistema operativo più preso di mira dai produttore di malware" la cosa potrebbe non essere così scema come sembra: se c'è molto malware ci sarà anche altrettanta attenzione alla sicurezza.

Tra l'altro anche Linux è pieno di exploit (in particolare i vari "servizi" tipo exim, apache, mysql, per cui escono patch a intervalli più o meno regolari.

Le release semestrali di Ubuntu sono praticamente Service Pack... (senza dimenticare gli update automatici di 100 o 200 mega).

E sono sempre più convinto che le release .x di OSX siano un ottimo modo di far pagare le raccolte degli aggiornamenti..

david ha detto...

"conosco un sacco di maccisti e l'utente mac medio è ignorantone quanto l'utente windows medio"

Concordo.
Perchè?
Per un semplice motivo: l'utente mac medio non smanetta col mac, non lo customizza, non apre/non chiude il case ogni 2 giorni, installa poco o niente. Il mac "potrebbe essere usato anche da un bambino" dicono.E' intuitivo, semplice, non s'impalla, c'ha tutto, e tutto va alla grande..
Poi se c'è un problemino..ahi ahi ahi...apple store? centro assistenza? forum su forum?
Non sapete a quanti amici macachi ho dovuto spiegare come inserire i sottotitoli su di un video!.."...ma era facile col pc!". Era, baby. Era.

Mousse ha detto...

Gli informatici consigliano Linux perchè gli piace smanettare.

Seguo Linux da anni e certamente non è ancora pronto per l'"utonto" qualsiasi. Assolutamente. Le interfacce grafiche, sebbene abbiano avuto una evoluzione dagli esordi, non sono ancora abbastanza coerenti e ci sono TROPPE situazioni in cui non puoi usarle.

E sempre gli informatici che vogliono fare gli alternativi consigliano tutto meno che Windows perchè "è di moda". La scelta del sistema operativo per l'utente casalingo è tutta questione di preferenza personale, per le cose "serie" è il tipo di lavoro che ti condiziona nella scelta. E spesso ti impedisce di cambiare.

Adriano Esposito ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
theDRaKKaR ha detto...

branchia windows 9x?!?!??!? branchia NT!??!?!!?

famose un fritto misto e tutto si sistema

UAHAHAHAHAHAHAHAHAHA

PS ride bene chi ride ultimo! porc! maled!

puffolottiaccident ha detto...

Sulle branche* ci sono le scimmie di terra...

sulle branchie ci sono le scimmie di mare.

Le famose E*-branche

xor...

Sopra la branca zio billy campa, sotto la branca il pinguino crepa.

* theDRaKKaR un pochino di berserker barrage quando provi a fare battute micidiali.

puffolottiaccident ha detto...

Comunque per me, sotto sotto son tutti d´accordo a non dare troppa potenza di calcolo all´utente medio.

Non credo che sarebbe poi cosí difficile tornare a far funzionare le care vecchie applicationi a 16 bits fuori da una shells, se cosí non fosse.

Cioé, pure sotterrando le versioni originali e cambiando... cioé, quante stringhe puó avere da cambiare, un programma da 237 Kb ??

Computer con:
4 mega di ram, 33 Mhz lo mando a farmi un elenco numerorum* giusto per vedere quanto sta, fra i 2 e i 3 secondi.

Computer con:
32 mega di ram, 233 Mhz, quanto sta?
Fra i 2 e i 3 secondi... col nuovo programma.

provo il vecchio programma, non va, vado a tirare un po´di cravatte al telefono... si, il vecchio programma non funziona piú, ma le abbiamo messo quello nuovo che va a 16´777´216 bits, e il gattino sembra molto piú soffice, e il "miao" lo ha fatto il negro di "balle spaziali" in persona.

Qua per me c´é qualcuno che ci ha pensato su ed ha detto: dobbiamo zavorrare i personal computers altrimenti ...

Non so cosa c´é dopo "l´altrimenti" ma sono convinto che la velocitá costante di una famiglia di computer dai tempi del 486 nasca da una decisione ponderata.

Cioé, dicevano che il 486 era il computer definitivo, e per quanto posso percepire, la velocitá con cui il computer fa i calcoli comandati... é circa la stessa da 15 anni.

Non stento a credere che quelli basali siano piú veloci, ma a me interessa quanto sta a fare i calcoli che gli chiedo io.)

Sinceramente credo che se la faccenda fosse diversa per Mac o Linux... si sarebbero diffusi molto meglio.
Cioé, se il DSL, figo in quanto avrebbe il metabolismo basale di una spora del tetano in letargo, mollasse sul serio il resto della ram nelle mani del pinguinista... avrebbe giá piantato una bandierina da cocktail su Saturno.

*un´operazione che uso per "misurare" a occhio quanto é realmente veloce un computer.

Mousse ha detto...

@puffo&more :p

Il discorso è che se col 486 tu usavi solo, per dire, Word, col PC che hai adesso stai usando Word ma in background LUI sta:

1. indicizzando i file
2. deframmentando il disco
3. tenendo su la connessione di rete
4. l'antivirus fa analisi euristica di quel che stai facendo
5. hai 102394320324 connessioni di rete che non vedi
6. hai la condiivìsione file e stampanti che espone 5 o 6 share
7. hai il server MS SQL (che non so a che cavolo serve..)
8. hai il client di messaggi istantanei
9. hai l'email il background
eccetera eccetera.
10. stai sentendo la radio in streaming

Poi è OVVIO che il programma (che di base dipende dai TUOI input, gira alla stessa velocità.. Ma ti ricordo che un 486/33 faceva andare gli mp3 a 96 khz in MONO perchè non aveva abbastanza potenza di "number crunching".

Mousse ha detto...

@markogts: a naso basta che copi la cartella utente da qualche parte..

Marco Casati ha detto...

intanto usciti nuovi iMac....

spettacolari...

theDRaKKaR ha detto...

@puffo

è imbarazzante, ma.. io non capisco i tuoi messaggi.. ovviamente per mia colpa..

Prez ha detto...

@ theDRaKKaR

Se ti può consolare, siamo in due.

Pax ha detto...

@ALL

Vorrei tentare di riassumere, se possibile.
Il baco rilevato su Mac e' un GROSSO baco, non c'e' da scherzare.

Diatriba Win-Linux-Mac? Ogni sistema operativo HA i suoi punti di forza e HA i suoi punti deboli.

Don't swallow the marketing hypes!

La cosa importante e' identificare per cosa si usa il computer e scegliere cosa fa per noi.

Esempio lampante? Se vuoi giocare con i videogiochi e non vuoi comprare una console l'unica alternativa per goderti le ultimissime novita' e' un personal computer con Windows installato sopra. Fine. Per Mac non c'e' la stessa varieta' di giochi che c'e' per Windows... Linux non si avvicina nemmeno al livello che c'e' per Mac figuriamoci per Windows. E' un dato di fatto, fatevi un giro in un apple store a vedere quanti e quali giochi ci sono per Mac e poi andate da EG games JB-HiFi, Harvey Norman o qualsiasi altra catena di grossa distribuzione (magari avrei dovuto citare MediaWorld, scusate) e traete le debite conclusioni.

Ripeto

Don't swallow the marketing hypes!

La cosa importante e' identificare per cosa si usa il computer e scegliere cosa fa per noi. E per alcuni magari la soluzione migliore e' avere TUTTI e TRE le famiglie di sistemi operativi!

Uso casalingo per scrivere 2 documenti di testo e quattro spreadsheet, browsing the internet e vedersi i video su youtube, stare attaccati a faccialibro-facebook (sono sarcastico qui, facebook sarebbe in realta' l'annuario scolastico con le foto di chi frequentava quella scuola in quell'anno) e magari chattare con un client IM? Basilarmente tutti e tre fanno questo.

Scegliete quello che volete e beccatevi tutti i pregi e i difetti.

Ciao mates

Pax ha detto...

@everyone invece di @all

Avrei dovuto dire... Scusate ma non ho ancora preso il venticinquesimo caffe' della giornata e non sono ancora sveglio...

Ciao mates

Marco Casati ha detto...

Sul fatto che ogni OS ha pregi e difetti penso siamo tutti d'accordo

Nessuno ha mai affermato che il sistema operativo che usa debba essere usato da tutti.

Marco Casati ha detto...

sul fatto che i macuser poi non ammettino i difetti del proprio os...

beh Paolo ne è una chiara e lampante dimostrazione.

:)

puffolottiaccident ha detto...

Pax, l´utente "guest" non andrebbe usato per alcun motivo al mondo.

é karma cattivo.

Comunque in questi giorni ho sentito l´opinione di una giovane vietnamita secondo il quale il computer andrebbe usato solo per lavoro (e solo se costretti a viva forza), il suo punto di vista é molto interessante.

Pax ha detto...

@puffo

fammi sapere l'opinione sono curioso

Pax ha detto...

@Marco Casati

E' vero molti macuser non lo ammettono.

Io uso un Mac per lavorare. Mi trovo bene anche se ho avuto i miei problemi (pochi veramente ma fastidiosi) nella migrazione da Leopard a Snow Leopard (tipo i drivers di stampa e il fatto che il MySQL Workbench non mi funziona piu', soluzione? Reinstallato i drivers e il workbench)

Personalmente mi ha un po' infastidito il fatto che dopo oltre un anno senza problemi mi sono ritrovato con queste piccole magagne.

Devo dire che dopo essere stato abituato bene, il mio livello di sopportazione verso i bachi e' diminuito parecchio ergo mi infastidisco prima per cose triviali.

Pax ha detto...

@puffo e marco casati ma anche al Paolo per antonomasia

Su UN solo computer io faccio il FONDAMENTALISTA RELIGIOSO!

IL COMMODORE 64! Il piu' venduto computer di TUTTI I TEMPI! Scusate, mettetevi da parte, lasciate passare!

1 Mhz di microprocessore!
la RAM era talmente poca che non ha senso menzionarla.
Hard disks? E chi ne aveva bisogno? C'erano i floppy che si chiamavano cosi' perche' erano veramente floppy! :-D

(MAI 1 CRASH!) Tra parentesi

Love it! :-D

E parliamo della GUI, per quelle donnicciole che non sapevano digitare i comandi sulla schermatona BLU?

Ecco a voi GEOS!

Link

Un altro link

P.S.
Scusate ma il C-64 e' una fede!

puffolottiaccident ha detto...

Bé, faccio il pizzaboy per ragioni simili, comunque premesso che sa usare bene o male tutto il pacchetto office, ed ha una notevole proprietá delle lingue inglese e tedesca (cioé non é una cozzara che non ci é neanche mai arrivata vicino e non sa di cosa parla)sostiene che il tipo di pensiero che si sviluppa quando si programma porta la persona ad astrarsi sia dai problemi, sia dalle gioie del mondo pratico.

Questo é un riassunto molto stringato, il discorso é molto piú esaustivo, e tratta molto specificatamente le modifiche che i vari utilizzi del computer operano su piú o meno tutto il modo di pensare.

Una dissertazione molto acuta, ma difficile da riassumere.

Pax ha detto...

@puffo

Interessante...

Pax ha detto...

@puffo

Mi considero fortunato perche' mi piace il mio lavoro ma esiste sempre un limite. Tipo mi sono trovato in situazioni dove le persone per scambiarsi le opinioni usavano sistemi di messaggistica istantanea (e fin qua tutto bene se fossero stati in uffici diversi magari su piani diversi della stessa palazzina) invece che di parlarsi, ed erano vicini di scrivania... Questo per me e' troppo...

puffolottiaccident ha detto...

Bü, mi pare estremamente forte, quindi se acquisisco quello che mi insegna dovrei diventare piú forte.

puffolottiaccident ha detto...

Conosco la sensazione, comunque finisco il progetto su cui sono impegnato al momento, (che tra l´altro non é un "lavoro", si tratta di un videogioco di combattimento 2D modulare) poi faró solo il pizzaboy

theDRaKKaR ha detto...

GEOS ce l'avevo.. a 11 anni.. e non ci ho fatto molto, preferivo le cassette e le cartucce coi giochi :-)


e udite udite ho capito quasi completamente gli ultimi 3 post di puffolotti!!

Pax ha detto...

@drakkar

Io giocavo ai libri game di Lupo Solitario (mitica edizioni Elle)

Cmq era per far vedere che il GEOS aveva gia' molto (tutto per quell'epoca) di quello che serve per la gestione casalinga...

Disegno, Videoscrittura, Foglio di calcolo e altro ancora... GRANDE! :-D

P.S. Anche io giocavo con i videogiochi, i migliori su tutti?

R-Type, Turrican e Yie-ar Kung-Fu

John Wayne jr. ha detto...

"il tipo di pensiero che si sviluppa quando si programma porta la persona ad astrarsi sia dai problemi, sia dalle gioie del mondo pratico."

Devo assolutamente imparare a programmare. Il mondo pratico mi ha sempre dato più problemi, che gioie.
Che la programmazione sia la nuova meditazione?

Claudio ha detto...

puffolotti: premesso che faccio parte anch'io di quelli che non ha capito niente dei tuoi post precedenti, ti dico solo che la forma mentis del programmatore - che fa il suo mestiere sapendolo fare e senza sfociare nel nerd - ha invece una marcia in più nel mondo reale.

una qualità importante che infatti nel mondo vedo molto poca diffuse sono le capacità di analisi e sintesi, ovvero la capacità di individuare e cogliere i tratti fondamentali di un discorso / situazione / contesto. le fallay, i ragionamenti fallaci, pervadono invece - purtroppo - ogni discorso e ogni testa, dal bar alla politica.

[nota: dalla capacità di sintesi / analisi deriva anche la capacità di mettere in relazione causa / effetto, cosa in cui veramente pochi sanno fare dei ragionamenti seri]

anche in questi stessi commenti ne sono usciti parecchi, in ogni discorso ne saltano sempre fuori a mucchi

in genere vedo che il ragionamento fallace fa profondamente parte dell'umanità; se una volta tenevano la massa lontana dalla cultura perchè governare gli ignoranti è sempre stato enormemente più facile, adesso i libri si danno (e ci si scrive sopra che una volta non si davano per tenere la massa ignorante, così che si possa credere di vivere in tempi così migliori) ma nel contempo si ha la premura di mantenere i ragionamenti che governano le menti al livello animale o poco più

basti vedere i profondi argomenti che vengono spesi durante le campagne elettorali per capire quali enormi progressi abbiamo fatto in millenni di storia; oppure su quali perni faccia leva il marketing

torno sulla figura del programmatore. il bravo programmatore di lavoro fa proprio analisi e sintesi. analizza il problema, lo sintetizza e quindi lo codifica. il programmatore stupido pensa che la parte più importante sia quest'ultima, ma non è affatto così. sono le capacità di analisi e sintesi che contraddistinguono il bravo programmatore, unite a una buona dose di fantasia che è indispensabile per trovare il passaggio migliore dall'una all'altra fase (che non è necessariamente quello più diretto, per quello serve fantasia).

mi sono capitate diverse discussioni in cui trovavo qualcuno che "ragionava bene", e puta caso... spesso era un programmatore.

poi, certo... con "programmatore" definisci un ampio spettro di personaggi di cui una fetta consistente non sono quelli che definisco "bravi programmatori"; da questi sicuramente mi aspetto che possano avere dei vizi opposti alle qualità che citavo.

John Wayne jr. ha detto...

"se una volta tenevano la massa lontana dalla cultura perchè governare gli ignoranti è sempre stato enormemente più facile, adesso i libri si danno (e ci si scrive sopra che una volta non si davano per tenere la massa ignorante, così che si possa credere di vivere in tempi così migliori) ma nel contempo si ha la premura di mantenere i ragionamenti che governano le menti al livello animale o poco più"

Oh, no. E' molto più semplice di così. Le forze oscure che ci governano hanno semplicemente scoperto che la massa ignorante è ignorante perché vuole essere e rimanere ignorante.
Prove? Accendi la televisione alle 3 del pomeriggio. Scegli pure il canale che preferisci.
Oppure vai al mercato, dal medico, in farmacia, dal tabaccaio... gira un po' nel mondo e ascolta semplicemente il livello medio dei discorsi "seri".

puffolottiaccident ha detto...

Preferisco prendere il meglio da entrambe le cose e scartare il peggio.

theDRaKKaR ha detto...

ma il peggio si scarta come un cioccolatino? ;-)

puffolottiaccident ha detto...

john wayne Jr. il livello medio della conversazione, dalle gattive é:

Charlie-"tu sai immaginarti il colore quando leggi quei numeri?" (6volte 4 bits)

Rimba-"si, piú o meno istantaneamente"

Charlie-"quindi puoi fare quel lavoro(palette swap, ma non sa come si chiama) con il blocco note? non sono esperta di computer ma penso che risparmieresti tempo"

In anni e anni non mi sono mai reso conto che avrei potuto scrivere le variazioni delle tavolozze sul notepad, ed ho rivalutato molto il concetto di "pastore del granico" (quello che passa di lí solo per svuotare i cestini della carta straccia o annaffiare le piante e trova la soluzione che ribalta le sorti del mondo tecnologico... e neanche gli interessa)

Il mio criterio per distinguere un pastorello del granico da un semplice "fallito nella propria ottica E collezionista di vittorie morali" in un posteggio di taxi o in un caffé é fargli una domanda di politica locale, italiana, del suo paese o internazionale.

Se sentendo nominare Berlusconi, Bush, Veltroni, Merkel, Bin Laden, ecc. ecc. fa spallucce e dice che sono ininfluenti, allora é un vero pastore del granico.
Se invece mi spiega vita morte, miracoli, segreti, e intenzioni occultate che per qualche motivo lui ha scoperto laddove nugoli di agenti segreti hanno fallito con onore... allora é solo uno sventurato che si tormenta perché neanche comprende che cosa desidera realmente e ci perde tempo, e salvo cronaca locale tipo chi si ***** chi nella cittá, non ho niente di importante da imparare da lui.

puffolottiaccident ha detto...

wow, ho risposto pertinentemente a 3 interlocutori che parlano di cose diverse con un solo post.

-come tenere il meglio.

-Come un meta-programmatore puro (che non sa di esserlo) puó essere d´aiuto ad un miserabile bube

-come un meta-programmatore puro si tiene fuori dai problemi.

Immagino che ad un programmatore faccia gola la capacitá di elaborare i dati di un problema in un campo totalmente sconosciuto in base ad immissioni casuali, e anche se non intendo rimettermi a programmare per mestiere, una simile capacitá di certo aiuta non poco nella vita.

Mousse ha detto...

No, momento. L'utente guest è un utente come tutti gli altri. L'unica cosa, quando fa il logout cancella la propria home. Ed è utile assai: meno privilegi ha l'utente sulla macchina meno danni può fare.. Non a caso unix usa questa filosofia da 25 anni!

Ma ovviamente sul Mac dev'essere tutto diverso. Premete ALT-V all'avvio della macchina, siete root e non dovete manco mettere la password... no comment!

Camicius ha detto...

@mousse

se hai l'accesso fisico illimitato, nessuna macchina è sicura, a meno di crittografare tutto il sistema operativo...
per esempio...

Mousse ha detto...

@Pax:

"Personalmente mi ha un po' infastidito il fatto che dopo oltre un anno senza problemi mi sono ritrovato con queste piccole magagne."

Beh se continuate a chiamare "piccole magagne" la cancellazione di un account utente da parte di un altro che non dovrebbe manco vederlo, credo che sia perfettamente inutile parlare di pro e di contro di questo o quel sistema operativo.

Fosse successa la stessa cosa a un qualsiasi prodotto Microsoft ci sarebbero state folle inferocite che chiedevano la testa di Ballmer.

Succede a OSX e son tutti contenti e anzi ringraziano "per averci ricordato la necessità dei backup".

Il bug dell'account guest è inaccettabile per QUALSIASI sistema operativo. Punto. Dovremmo riconoscerlo.

Mi sembra d'essere tornato ai tempi di Amiga vs Atari. O Commodore vs MSX. Allora però si faceva a gara per proporre nuove funzioni e migliri prestazioni.. adesso ci si limita a fare a gara a chi la fa più lontano.

puffolottiaccident ha detto...

"adesso ci si limita a fare a gara a chi la fa più lontano."

Sarebbe qualcosa... speriamo che non sia invece una gara a chi dice di farla piú lontano...

O forse c´é chi elogia i propri acquisti in pubblico ma nel privato della sua connessione, dove nessuno lo vede, é un campione di tiro alla cravatta che segnala 1000 bugs, glitches, gremlins, al giorno, responsabile dell´80% delle innovazioni in ogni ambiente di sviluppo che abbia mai visto.

Non mi permetterei mai di accusare qualcuno di elogiare un acquisto del piffero per nascondere campi di incompetenza, d´altra parte é un meccanismo di difesa ovvio: si nasconde le turlupinate soprattutto per non esporsi come bersagli per turlupinate successive.

Uno acquista la piú atroce tavanata mai vista, dice che va come il pugno di Dio (e in effetti inm privato bestemmia come se Dio lo stesse prendendo a pugni)...

E questo non finisce in tramoggia per fare statistiche.

theDRaKKaR ha detto...

Fosse successa la stessa cosa a un qualsiasi prodotto Microsoft ci sarebbero state folle inferocite che chiedevano la testa di Ballmer.

per dirla proprio tutta nei sistemi 9X alla maschera di login premevi Annulla e accedevi a tutte le cartelle di tutti i dischi

cioè "abbiamo fatto la multiutenza, ma abbiamo scherzato... è finta"

eheheheh

@puffo: berserk barrage done :-P

Pax ha detto...

@Mousse

Leggi bene

Ho detto che il problema dell'account e' un GROSSO problema

Io ho ravvisato "piccole magagne" nel MIO passare da Leopard a Snow Leopard come i drivers della stampante e il non funzionamento del MySQL Workbench che e' bastato reinstallare.

Ti riposto il mio intero post

**************
"Io uso un Mac per lavorare. Mi trovo bene anche se ho avuto i miei problemi (pochi veramente ma fastidiosi) nella migrazione da Leopard a Snow Leopard (tipo i drivers di stampa e il fatto che il MySQL Workbench non mi funziona piu', soluzione? Reinstallato i drivers e il workbench)

Personalmente mi ha un po' infastidito il fatto che dopo oltre un anno senza problemi mi sono ritrovato con queste piccole magagne.

Devo dire che dopo essere stato abituato bene, il mio livello di sopportazione verso i bachi e' diminuito parecchio ergo mi infastidisco prima per cose triviali."
***************

Come puoi notare le "piccole magagne" erano riferite alla mia migrazione non erano un commento sul problema relativo a questo thread.

A me il problema dell'account guest non e' toccato perche' me lo sono disattivato da MESI! Mi ha comunque sconvolto perche' e' inaccettabile infatti dico in un altro post dove tento di riassumere


*******************
Vorrei tentare di riassumere, se possibile.
Il baco rilevato su Mac e' un GROSSO baco, non c'e' da scherzare.
*******************

Poi continuo una dissertazione sui sistemi operativi in generale.

Allora se citi abbi per favore la cura di leggere il contesto di un post. Non far dire ad altri cose che non hanno detto.

puffolottiaccident ha detto...

Chi é che qui ritiene possibile la sicurezza estrinseca assoluta?

Pax ha detto...

Estrinseca come manifesta o manifestata?

Pax ha detto...

Puffo, sei un funanbolo del lemma

puffolottiaccident ha detto...

"manifestata"

Pax ha detto...

@puffo

Un altra domanda perche' non sono sicuro di essere uno che pensa che sia possibile la sicurezza estrinseca. O meglio vorrei saperlo pure io se lo penso... :-D

Ehm...

Per manifestata intendi che il livello di sicurezza debba essere percettibile all'occhio del utente generico?

puffolottiaccident ha detto...

ma giá che ci siamo... non é che possiamo stabilire subito, se esiste la sicurezza "manifesta"?

Credo di no.

per supposizione é meglio essere coperti da cecchini nascosti che da ragazzoni muscolosi intorno, i secondi, pur non suggerendo l´esistenza dei primi, permettono a chi volesse bucare la "sicurezza" di elaborare una strategia specifica, per lo meno contro essi stessi.

puffolottiaccident ha detto...

Io un metodo per rendere inviolabile il sistema operativo ce la avrei: kernel fisico.

Li non potrebbe mettererci un virus neanche Dio.

Pax ha detto...

Mmm...
Diciamo che la sicurezza estrinseca "potrebbe" essere la UAC di Vista dove ti chiede conferma per ogni operazione.

Che ne pensi?

puffolottiaccident ha detto...

Ecco perché non puó esistere: le obbiezioni sono inesauribili in quanto si originano dalle motivazioni degli accorgimenti.

Inoltre lo studio delle statistiche sugli infortuni sul lavoro evidenza alquanto incontrovertibilmente che il falso senso di sicurezza dato dalle procedure anti infortunistiche é deleterio, fra i vari motivi anche perché per qualche strana ragione, l´operatore che lo bypassa manomettendo l´avviamento poi tende a comportarsi come se si affidasse al meccanismo escluso.

Non mi pare ci siano motivi per considerare un tornio diverso da un computer, in questo senso.

Pax ha detto...

mmm

Adesso rispondo con una verita' assoluta e incontrovertibile che arriva da un grande guru dei nostri tempi la cui religione sta cambiando il mondo

"La risposta non la devi trovare fuori, la risposta e' dentro di te... e pero' e'... SBAGLIATA!"

(La Parola di Quelo - Corrado Guzzanti)

puffolottiaccident ha detto...

Pare strano che il cervello umano abbia dei bugs che lo affliggono piú pesantemente quando funziona normalmente?

é proprio quando funziona normalmente che queste contraddizioni non saltano all´occhio.

Pax ha detto...

Kernel fisico?

Quello che facevano una volta con i sistemi proprietari tipo la Amstrad o la Commodore. Tutto su un chip.

Volevi il nuovo sistema operativo, ti cambiavi il pc o al peggio il componente. Non si cracca, sai esattamente quante licenze vendi (licenze vendute = chip venduti)...

Magari si ritorna a quel vecchio metodo.

theDRaKKaR ha detto...

@Pax

Exec di Amiga! Risiedeva nella ROM

ragazzi le vostre disquisizioni tecniche sono vertiginose e spesso non ne sono all'altezza

tuttavia non è che puffo intendesse qualcosa di più di del codice inserito in una ROM? Magari intendeva con "kernel fisico" l'accezione di "circuito elettronico che svolge le operazioni svolte tradizionalmente da istruzioni logiche"

Pax ha detto...

@Drakkar,

Stai attento che adesso uso la Spada del Sole! (Drakkar sa a cosa mi riferisco :-D)

A questo punto ritorniamo ai calcolatori a valvole termoioniche! Oppure ai calcolatori con gli anelli di ferrite... O comunque a qualcosa hardcore, circuiti miniaturizzati. Ma a questo punto perdiamo la flessibilita' del codice scritto. La grande invenzione e' stata quella di avere la possibilita' di usare micro-istruzioni (elementari) da poter mettere nell'ordine desiderato per raggiungere un fine. Questo e' il programma (software) chiamato soft (soffice-flessibile) proprio perche' puo' assumere la forma da noi desiderata mentre l'hardware no. Altrimenti non sarebbe hard (duro). Significherebbe avere, anche con il livello di miniaturizzazione attuale, una, passatemi il termine, CPU enorme!

theDRaKKaR ha detto...

ehi sommerliano anche te soffri di insonnia?

sai quando divoro più di due nani di bor, poi la notte non dormo

la tua visione è corretta ma alcune istruzioni del kernel sono sempre le stesse e infatti la tendenza nei processori moderni è CISC non RISC cioè creare circuiti nella CPU che svolgano istruzioni complesse (e non, quindi, comporre per via logica istruzioni complesse usando istruzioni semplici).

A questo punto, ma qui vado nella pura teoria, un circuito con le istruzioni complesse tipo "spostare un file" o "eseguire un processo" sarebbe solo il passo successivo.

Certo è un po' meno flessibile nell'aggiornamento ^____^

Già mi vedo un tizio che truffaldinamente apre il PC e alla tua domanda "ma cosa sta facendo?!" risponde "zitto, sono un virus, sto modificando il sistema in modo malevolo".... un po' come il virus albanese "In questa momenta voi avere ricevuto "virus albanese".

Siccome noi nela Albania no ha esperienza di softuer

e programmaziona, questo virus albanese funziona su principio

di fiducia e cooperazione.

Allora, noi prega voi adesso cancela tutti i file di vostro ar disc

e spedisce questo virus a tutti amici di vostra rubrica.

Grazia per fiducia e cooperazione. "

:-P

per gli albanesi: lo so, è poco politicamente corretta, non è mia e chiedo scusa se qualcuno si sente offeso

Pax ha detto...

@Drakkar

Non soffro di insonnia... Vivo a testa in giu' che e' diverso sono le 2:44 di pomeriggio di giovedi' 20 ottobre. Sono al lavoro e parte scrivere delle stored procedures per aiutare un mio collega non c'e' molto da fare! :-D

Abito a Melbourne in Australia :-D

Pero' l'ideona del SuperNocciolo non sarebbe male...

(Kernel = Nocciolo)

theDRaKKaR ha detto...

qui sono le 6 del mattino :( allora vado a farmi un'oretta se riesco... notte :)

Pax ha detto...

@drakkar

Notte

puffolottiaccident ha detto...

questione di moduli.

Se fai il "cuore" di cioccolato, gli sviluppatori vorranno scriverci dentro le loro porcate irriferibili, in quanto inetti, per lo piú. ma se dici: "il cuore muore, se muore, cosí come é nato, e se muore, clic-clac e tutto torna come prima" gli sviluppatori si adatteranno.

Mousse ha detto...

"questione di moduli"

Ma così non ti limiti a spostare il problema del codice malfatto ad un altro livello?

theDRaKKaR ha detto...

@Mousse

la rigidità porta sì ad una mancanza di cambiamenti, ma questo vale sia per i miglioramenti sia per i peggioramenti

John Wayne jr. ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
John Wayne jr. ha detto...

La questione qui � puramente filosofica e per niente pratica.
Stiamo cercando il sistema operativo perfetto: veloce, sicuro ed affidabile.
Non siamo disposti ad accettare nessun bug, nessun malfunzionamento, tutto deve essere sempre facile, user-friendly e veloce. Oltre che inattaccabile dall'esterno.
Realt� No di certo.

Se fosse anche possibile creare tale gioiello, arriver� prima o poi (in informatica ormai un giorno � un tempo infinito) qualche programma (software) o qualche pezzo (hardware) che render� il SO obsoleto o incompleto e vorr� sfruttare nuove funzioni. Bisognerebbe riscrivere tutto da capo? Possibile, ma a che prezzo? Un notevole rallentamento del progresso.

E poi, diciamoci la verit� c'� gente che trucca il motorino, gente che "pimpa" l'auto, gente che colleziona francobolli... e poi c'� gente che installa e disinstalla programmi e cambia pezzi del PC con una frequenza estrema.
Voglio dire, noi pretendiamo che il nostro PC sia sempre perfettamente integro pur spingendo sempre al massimo nella sperimentazione di nuove soluzioni.
Come se una macchina di Formula1 uscisse di strada e allora si dicesse che quella macchina � un catorcio.
O come se si dicesse che Valentino Rossi non � un gran motociclista perch� in fondo qualche volta � caduto.
Quando "cade" il nostro SO siamo pronti a sputare sentenze come se chi scrive il codice non dovesse tener conto delle infinite variabili nelle combinazioni tra user, software, hardware ed esigenze di utilizzo.

Vorremmo un PC che fosse perfetto per il lavoro che facciamo e anche per i giochi, sul quale sperimentare un sacco di cazzate e che dopo continue installazioni e disinstallazioni fosse ancora come nuovo.
E in tutto questo se uno sbaglia una riga di codice, ecco che ora zio Bill, ora Ballmer, ora Jobs, ora il Pinguino (tutti possono scrivere il codice nei sistemi GNU/Linux!) sono definiti "inferiori" rispetto alla concorrenza!

L'unica recriminazione che possono fare gli utenti Microsoft e Mac � che loro hanno pagato per il software, d'altro canto loro hanno anche diritto all'assistenza da parte di personale che dovrebbe essere qualificato.

La storia della "guerra" tra SO mi sembra un po' una baggianata (almeno per chi non lavora all'ufficio commerciale Microsoft o Apple): al massimo ognuno discutere di quale sia il migliore PER LUI, un po' come l'auto, e non a caso Puffolotti ha usato l'esempio della Peugeot. A lui serve una Peugeot, a Paolo un elicottero, a me una Station Wagon, a mio cugino il furgone, a Hamilton un'auto da Formula1 e cos� via. Sarebbe assurdo se io venissi a lavorare con l'auto da Formula 1 (ma che figata per�...) e Hamilton corresse con la Peugeot di Puffolotti!!

theDRaKKaR ha detto...

@john

tutti quei punti esclamativi dentro un rombo nero sono un messaggio subliminale? ^____^

puffolottiaccident ha detto...

mousse, vediamo un po´cosa possiamo farci stare in 32 megs... pari a 4 MB

http://tinyurl.com/yh53d2f

Dunque, Disp183 occupa 1,64 MB, e contiene tutti i filtri raster che val la pena di avere.
Un lettore DVD/CD/mp3, vabbé, lí il chip dice alla periferica: "sei te l´esperto, occupatene tu," ma dubito che superi 1,6 mega.

Io mi ricordo un periodo in cui c´era una cosa che si chiamava "Dos4gw" o qualcosa del genere... praticamente tutti i programmi che apparivano diversi dalle schermate di prompt lo lanciavano dal comando .bat, e se uno provava a lanciare il comando .exe il computer strillava che senza dos4gw non sapeva che pesci pigliare (Vacche cotogne?! mwhahaha, che simpatico che sono).

Poi chi da via un programma con un improbabile formato interno che ha nominato dietro ad una motocicletta giapponese... comunica al kernel come va letto dal proprio modulo.

Una volta piú o meno tutti i programmi funzionavano cosí...ad esempio per prevenire lo sprite/ripping gli sviluppatori di videogiochi dovevano per prima cosa rendere gli SSF illeggibili dai programmi in circolazione, quello che interpretava e compilava lo sprite per il gioco in questione stava nel gioco stesso, non nel sistema operativo.
(parlo di giochi perché nel periodo di cui parlo i programmi raramente possedevano un´interfaccia graficaio)

theDRaKKaR ha detto...

SSF? Singapore Sailing Federation o Svenska Scoutförbundet? :-P

theDRaKKaR ha detto...

il DOS4GW precisamente era un framework per usare la memoria estesa sotto DOS ed era in dotazione al compilatore C Watcom

per i giochi era praticamente fondamentale (a meno di non costruirsi le proprie funzioni)

tutto questo perché il DOS aveva una gestione della memoria... aveva una gestione della memoria? no.. :)

Mousse ha detto...

Dire che il DOS aveva una gestione della memoria (sopra i 640k) era come dire che ce l'aveva MacOS pre-X. In entrambi contava l'ORDINE in cui caricavi i programmi residenti Su OS9 era terribile: aprivi Photoshop che allocava, che so 50MB e se te ne dimenticavi e aprivi un altro programma e poi chiudevi photoshop, quei 50 mega erano inaccessibili perchè avevi allocato della RAM "più in alto".

C'erano più utility di gestione della memoria che editor di testo, sotto DOS.. Tanto che Windows ne aveva una gestione tutta sua ma dovevi installare un driver DOS (che usava l'interrupt della tastiera non mi ricordo per far cosa alla RAM tra i 640K e 1MB).

Fine dell'Amarcord informatico, peraltro OT.

Vado a rimontare l'AMIGA1200 prima che Paolo mi banni :p

Pax ha detto...

@mousse @drakkar @puffo e in generale a tutti...

Comunque ci sono troppe grosse sviste da tutte le parti, qualsiasi sia il sistema operativo.

Io ancora lo devo trovare un sistema operativo che
appena esce dalla casa NON ha nemmeno UN
aggiornamento da fare post installazione.

Riguardo agli errori alcuni ne commettono di piu', altri di meno, altri semplicemente di diversa entita' o gravita'.

Pace bisognera' conviverci.

P.S. Don't swallow marketing hypes anyway!

Pax ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Mousse ha detto...

Guardate che non è un MALE assoluto che il sistema operativo richieda correzioni dopo l'installazione.

Soprattutto nel mondo PC con hardware "aperto" ci sono talmente tante combinazioni di periferiche differenti che trovare qualche cosa da correggere perchè il software non va d'accordo con l'hardware è perfettamente normale.

Anzi, non fare correzioni può voler dire non che il sistema è solido, ma che il produttore se ne frega, tanto ormai la copia è stata venduta.

Se poi ci aggiungi le variabilità che può introdurre un software particolare non ne esci più: i produttori di software NON POSSONO sapere in anticipo quale programma installerai nè su che macchina finirà il sistema operativo.. Quindi spesso si fanno aggiornamenti non sulla base dell'installato ma sulla base di una "configurazione generica".

Oltretutto i programmi restano sugli scaffali per mesi o anche per anni, mentre il resto del mondo va avanti.

Con sistemi più "chiusi" diciamo, tipo SGI, SUN, ecc... le cose sono decisamente più semplici (e anche loro hanno i loro problemi) perchè bene o male hai una idea più precisa di cosa ci installeranno.

Poi nulla è perfetto e bug o problemi di programmazione, con la complessità delle applicazioni attuali, sono SEMPRE in agguato (quando poi non ci si mette l'utOntO a fare danni).

L'importante è che da parte dei produttori non si minimizzi la gravità dei problemi (come sembra che stia facendo Apple per il bug in oggetto: non so se SL sia stato patchato, ma stando ai forum pare di NO) per non fare "brutta figura".

Poi, un OS piuttosto che un altro .... questione di preferenza personale e di necessità d'uso.

Pax ha detto...

@mousse

Si' hai ragione, pero' per una volta sai avere qualcosa che non richieda, almeno nell'immediatissimo (tipo i primi 10 minuti) un update sarebbe bello, no? Almeno sarebbe bello per me ma penso anche per altri.

I clienti generalmente vogliono un progetto che sia stabile ed esente da bachi e pagano (ormai non piu' tanto profumatamente) le consulenze tecniche. Loro pagano e pretendono.

Ora anche io sono un cliente della casa produttrice di software X, perche' non posso almeno poter pretendere di avere un software scritto come si deve? La mia e' una domanda lecita no?

Uno dei fattori e' che quando una azienda scuce 300.000 o 400.000 euro fino anche a 1.000.000 di euro per una ristrutturazione di un solo dipartimento PRETENDE che tutto sia perfetto.

Quando io scucio 100 euro per un s.o. non ho la stessa forza contrattuale.

Ho visto aziende che hanno comprato PACCHI di licenze dalla microsoft che, solo per il fatto che hanno speso quei soldi, non installano nemmeno le patch e le service packs, gli arriva l'omino microsoft che gli risolve il problema in loco!

Ora ovviamente non chiedo lo stesso livello di trattamento ma almeno la possibilita' di avere un S.O. testato e sufficientemente stabile si.

Ho fatto l'esempio di Microsoft ma questo VALE anche per Apple. Anzi VALE ancora di PIU' per Apple perche' io non compro il computer da un produttore e il software dall'altro. Loro non possono accampare la scusa di dover essere compatibili con qualsiasi hardware. Loro ti danno l'hardware su cui il loro software gira ed e' scritto per.

Ecco il mio era solo uno sfogo verso queste aziende. E credimi sono dell'ambiente e sono sick and tired di vedere le stesse cose accadere da ANNI. So perfettamente cosa sta dietro ad un passaggio in produzione o ad una release e a volte mi chiedo del perche' ci siano disparita' di trattamento come nei casi sopramenzionati.

Pax ha detto...

Me lo chiedo ma ovviamente lo so... e la cosa mi fa arrabbiare ancora di piu' se mi ci soffermo a pensare

John Wayne jr. ha detto...

"@john

tutti quei punti esclamativi dentro un rombo nero sono un messaggio subliminale? ^____^ "


Ma figurati! Cambiando discorso, ti è mica venuta voglia leggendolo di bere una certa marca di birra vero? ;-)

Mousse ha detto...

@Pax: il punto è che se per te che installi il sistema operativo è "nuovo" ma in realtà quello stesso sistema operativo è sullo scaffale da mesi o magari anche anni.

Riguardo al servizio clienti ti dò ragione in pieno, ma come mella maggior parte dei casi una volta che l'azienda ha venduto il prodotto se ne disinteressa, lasciando l'acquirente a risolversi gli eventuali problemi.

Quando assemblavo PC ci sono stati diversi casi di dispositivi DOA (Dead on Arrival): c'erasempre da litigare per farmeli sostituire dal grossista..

Onestamente però devo dire che le due volte che ho contattato il servizio clienti di Microsoft sono stati in grado di aiutarmi.

Pax ha detto...

@mousse

@mousse

Vero, pero' ti dico questa che forse e' la cosa che ha fatto traboccare il vaso.
Esce Snow Leopard e lo compro, appena uscito, dopo l'installazione controllo per puro sfizio gli aggiornamenti online e non me ne trovo 1 da 10 mega? Cosa simile con Windows 7... Assurdo!

E la mia azienda ha la technet subscription quindi l'ho scaricato in tempo reale... Sono cose sconcertanti.

theDRaKKaR ha detto...

concordo Pax, va bene gli aggiornamenti sono una gran cosa.. ma cavolo si sono fatti prendere la mano! ora aggiornamenti significa rilasciare qualsiasi feccia tanto POI ci mettiamo la pezza, ma intanto ci fanno usare delle ciofeche

PS e comunque questa cosa di rilasciare feccia è più una questione di marketing, che altro: pur di rilasciare "il sistema operativo superbrilluccicante" che hanno annunciato
peccato che è spesso un mezzo autogol, vedi vista che per rilasciarlo hanno rilasciato un mostro.. se fra XP e Windows 7 non avessero rilasciato nulla avrebbero fatto una gran figura.. ma non avrebbero intascato la marea di dindi che hanno intascato vendendo le licenze di vista..
azz un PS più lungo del messaggio che lo contiene!..

theDRaKKaR ha detto...

ho tentato di scrivere puffolotti style (anche se senza le sue raffinatissime citazioni) e nessuno se ne è accorto :(