Cerca nel blog

2009/10/15

Le cose che non colsi - 20091015

Viaggiare nel tempo? Si può, purché nudi e con 99 palloncini; e altre chicche in breve


"La televisione è piena di trasmissioni tipo 'Stargate' o 'Voyager', mentre in Rete si premia un sito personale serio e scientifico che smonta presunti misteri occulti e complotti globali. Meno male che a essere poco seri e scarsamente affidabili dovevano essere i blog". Bella frase di Alessandro Gilioli sull'Espresso online a proposito dei Macchianera Blog Awards.

Gilioli parla anche del 2012 cercando di ragionare (invano) con un tassista catastrofista. Ne hanno piene le tasche anche i Maya, o almeno i loro discendenti, come riferisce La Stampa. Anche la Associated Press ne scrive, aggiungendo che esiste un "Monumento numero sei", scoperto nel sud del Messico negli anni Sessanta durante la costruzione di un'autostrada, che è l'unico reperto Maya contenente la data del 2012 (o meglio, il suo equivalente nel calendario maya). La tavoletta di pietra dice che nel 2012 succederà qualcosa che riguarda Bolon Yokte, un "misterioso dio maya associato sia alla guerra, sia alla creazione", dice la AP. Ma l'erosione e una crepa rendono quasi illeggibile la fine dell'annuncio, che secondo l'archeologo Guillermo Bernal potrebbe significare "Egli scenderà dal cielo". Ma comunque niente fine del mondo: ci sono altre iscrizioni presso siti Maya che parlano di date dopo il 2012, compresa una che parla dell'anno 4772. Altri dettagli sono su BoingBoing.


Sapevate che anche le navi producono scie di condensazione in cielo? Aspettate che lo scoprano gli sciachimisti.


Qualcuno si ricorda Nena, la cantante di 99 Luftballons? Pare che si sia presa una sbandata per i Damanhur, secondo Bild, tanto da andare a visitarli e includere il loro simbolo segreto sulla copertina del suo nuovo album. I Damanhur sono una setta di circa 700 eccentrici che vivono rintanati in una valle piemontese. Il loro fondatore, Oberto Airaudi, sostiene di poter impiantare gli spiriti dei defunti nei bambini non ancora nati e di avere una macchina del tempo funzionante. L'importante è usarla quando si è nudi, altrimenti non va. Schwarzenegger lo sa bene. L'articolo di Bild contiene foto del tempio sontuoso dei Damanhur e della loro macchina per togliere le "energie negative". Da non perdere. Fark.com ha qualche foto d'epoca e recente di Nena.


Un'idea originale per estendere l'autonomia delle auto elettriche: ricaricarle mentre vanno, tramite sistemi a induzione collocati sotto il manto stradale.


Nuove frontiere del genio umano emergono grazie a Facebook. Tale Maxi Sopo, 26 anni, era riuscito a ottenere fraudolentemente 200.000 dollari di credito da alcune banche statunitensi (e poi ci si chiede perché le banche fanno crac) e se l'era svignata. Ma non ha saputo resistere alla tentazione di annunciare sulla propria pagina Facebook che se la stava spassando a Cancun, in Messico. Come se non bastasse, ha aggiunto alla propria lista di amici un ex funzionario del Dipartimento di Giustizia statunitense, che è riuscito a scoprire dove abitava Sopo e a comunicarlo alle autorità messicane. Ora il maestro del crimine è in carcere a Città del Messico. Lo riferisce la BBC.


Le doppie barre dell'ormai notissimo prefisso "http://" furono un errore e uno spreco, secondo il loro padre nonché inventore del Web, Tim Berners-Lee (insieme a Robert Caillau). Ne parla in un video qui; si scusa sul Telegraph qui; ma la notizia non è proprio nuova, perché Berners-Lee diceva già nel 2006 che col senno di poi avrebbe fatto a meno delle due barre, e avrebbe anche creato dei nomi di dominio alla rovescia: "I would have skipped on the double slash - there's no need for it. Also I would have put the domain name in the reverse order - in order of size so, for example, the BCS address would read: http:uk/org/bcs/members. This would mean the BCS could have one server for the whole site or have one specific to members and the URL wouldn't have to be different." Se lo dice lui.


E per finire, qualche spezzone della recente apparizione di John Billingsley, attore di Star Trek Enterprise, a Bologna:

48 commenti:

Jena Plisskin ha detto...

"foto del tempo sontuoso dei Damanhur"

Ciao Paolo, forse intendevi tempio ? Altrimenti beati loro che l'hanno sontuoso, io ce 'ho sempre tiranno :-)

axlman ha detto...

Sapevate che anche le navi producono scie di condensazione in cielo? Aspettate che lo scoprano gli sciachimisti.

Veramente sono anni che scrivono boiate anche sulle ship trail.
Certo, ne parlano molto meno delle contrail per il semplice fatto che, formandosi in mare aperto, sono molto più difficili da vedere coi propri occhi dalla gente comune, mentre le contrail si formano ovunque, sono visibili a tutti e come spauracchio per gonzi funzionano meglio.

Grezzo ha detto...

Forte, delle ship tracks c'è anche una voce sulla wiki inglese. A quanto pare erano già conosciute dagli anni '60. Ma sicuramente per gli sciachimisti sono apparse solo l'altro giorno ;-)

Per il "genio" del crimine: ROTFL per almeno due minuti XD

Paolo Attivissimo ha detto...

Jena, refuso sistemato, grazie!

Axlman, grazie: chissà perché pensavo che le shiptrails degli sciachimisti fossero le scie lasciate dalle navi in acqua, non in aria. I complottisti sono sempre troppo avanti: qualunque scemenza uno inventi, loro ci sono già arrivati :-)

Jena Plisskin ha detto...

@axlman: evidentemente c'è un terrazzo che non ha vista sul mare :-D

axlman ha detto...

Paolo, le chiamano apposta ship trail invece che con il loro vero nome, ship track, non perché siano cose diverse ma per evitare che, sia mai a uno dei seguaci venga un mezzo dubio, usando il nome farlocco difficilmente si trova la documentazione che contiene la vera spiegazione, scientifica e seria, di quello che sono in realtà.

Così loro possono dire che il meccanismo che sottende alla loro formazione è preciso identico a quello delle contrail ed che quindi tutto quanto è falso e le scie sono prodotte artificialmente perché le scie di condensazione aeronautiche (quelle da gas combusti, che ne esistono anche altri tipi seppure più rare e sempre poco persistenti), a livello del mare (o poco più su) non possono formarsi.

Un po' come quando su sciechimiche.org insistevano a scrivere cumuloLembi invece di cumuloNembi: tutto solo per confondere le idee e rendere difficoltosa la ricerca a chi è completamente a digiuno di certe materie.

puffolottiaccident ha detto...

Un'idea originale per estendere l'autonomia delle auto elettriche: ricaricarle mentre vanno, tramite sistemi a induzione collocati sotto il manto stradale.

ü, ne ho sentito parlare, si chiama "Tram" tipo un omnibus con un motore elettrico al posto del cavallo.

JohnWayneJr ha detto...

"Un'idea originale per estendere l'autonomia delle auto elettriche: ricaricarle mentre vanno, tramite sistemi a induzione collocati sotto il manto stradale."

Un'idea originale in Svizzera forse, ma in Italia sarebbe solo l'ennesimo modo per Anas e amici per riaprire strade appena finite. E poi comunque non funzionerebbe: una volta sarebbe sbagliato il voltaggio, un'altra avrebbero messo i cavi troppo in profondità, un'altra ancora avrebbero richiuso la strada dimenticandosi di infilarci i fili.
E poi se l'elettricità diventasse combustibile, il nostro solerte Stato non potrebbe che prendere la palla al balzo e farci pagare le accise sui carburanti direttamente in bolletta.

So' L'enigmista ha detto...

La storia del tassista-2012 mi ha fatto venire subito in mente il libro sulle leggende metropolitane che ho da poco finito di leggere, "Taxi legends", dello psichiatra Ciaravolo (quello delle magliette-cintura!) !

Kruaxi ha detto...

Il vero dramma di questo thread è il vedere che è uscito il blu ray del film di JJ su Star Trek... Per 'completezza' (ho tutto...) mi tocca comprarlo, pur se il film lo ritengo blasfemo ed odioso...

Salute e Latinum per tutti !

Carol ha detto...

Uffa, Bild non mi fa vedere la foto della macchina del tempo: mi dice che questa immagine non è più disponibile. Colpa dei blocchi internettiani aziendali o succede anche a voi? (Nel senso che sulla stessa pagina ho elementi che non vengono visualizzati e per i quali dovrei chiedere il permesso, suppongo siano video, di solito è così)

L'economa domestica ha detto...

I danni di Facebook ormai sono ubiqui, povero truffatore...

Claudio ha detto...

ho fatto una veloce googlata sui Damanhur e ho scoperto che hanno costruito il loro tempio sotterraneo senza nessun permesso o autorizzazione, tant'è che giustamente le forze locali hanno fatto un raid ed è stato dato l'ordine di demolizione (anche se non mi è ben chiaro come si fa a demolire una costruzione sotterranea eheh) che STRANAMENTE alla fine è stato revocato, da qualche parte hanno scritto perchè il governo italiano l'ha reputato la "ottava meraviglia del mondo"... premesso che mi sembra una stron... cavolata, sta di fatto che alla fine il tempio abusivo è ancora lì...

tarallucci e vino, come al solito

Pisto Lotto ha detto...

Caroline, la foto e` stata censurata. Capisci, la macchina del tempo che si puo` usare solo quando si e` nudi... :-)

lucky141 ha detto...

Una macchina del tempo a forma di gabbia in cui ci si può infilare solo nudi... sono io che penso male o è una scusa per fare riti iniziatici non raccontabili in un blog per famiglie?

Rodri ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Rodri ha detto...

La foto censurata (?) della Bild è qui:
(link diretto)

http://tinyurl.com/yzbcooe

Niente più di una gabbia per pappagalli.

sreafea ha detto...

uurgh... l'esperienza sconvolgente del viaggio nel tempo resa ancora pi� interessante dall'inevitabile ricerca di scarpe e mutande della propria taglia... possibilmente pulite.. ridateci Quantum Leap e il Time Traveler dei Micronauti :-)

Rodri ha detto...

Magari facendola funzionare riappare il beagle dell'ammiraglio Archer :-D

Terenzio il Troll ha detto...

La macchina del tempo... perso?

Ma funziona solo se COMPLETAMENTE nudi? Tipo: io che porto gli occhiali, dovrei toglierli? No, perche' non vedrei proprio l'ora di provare...

Sembra una gabbia per scoiattoli: sara' per questo che nei film di fanta scienza si vedono sempre tutti quei fulmini quando qualcuno viaggia nel tempo?

Carol ha detto...

Grazie Rodri!

Ma come, la mostrano senza candidato viaggiatore????

Pitone ha detto...

ma il progetto per la ricarica delle auto elettriche chi la sviluppa? Polistil?

Willy ha detto...

Rodri: Niente più di una gabbia per pappagalli.

A me sembra una gabbia per grandi POLLI. :D

mattia ha detto...

Paolo, non ho tempo di leggete l'articolo adesso... ma sei sicuro che il sistema per caricare le macchine con sistemi a induzione sotto l'asfalto, non sia una bufala?
Dopo leggo l'articolo, ma a naso mi puzza un po'...

Gwilbor ha detto...

x Mattia: teoricamente è possibile, il problema è realizzare qualcosa di pratico e non solo una prova di concetto. So ad esempio che vorrebbero sfruttare il sistema per fare un caricabatterie del cellulare senza filo: una spece di portaoggetti dove ci appoggi il tuo portatile e comincia a caricarsi subito. Se fosse facile, sarebbe già in commercio, invece ci stanno ancora lavorando. Ma chissà, forse fra qualche anno...

Gwilbor ha detto...

x Mattia: teoricamente è possibile, il problema è realizzare qualcosa di pratico e non solo una prova di concetto. So ad esempio che vorrebbero sfruttare il sistema per fare un caricabatterie del cellulare senza filo: una spece di portaoggetti dove ci appoggi il tuo portatile e comincia a caricarsi subito. Se fosse facile, sarebbe già in commercio, invece ci stanno ancora lavorando. Ma chissà, forse fra qualche anno...

Stepan Mussorgsky ha detto...

Damanhur...il mio amico New Age (quello dell'acqua diamante) ne è attratto, prendendolo in giro forse l'ho convinto a non approfondire O_o

mattia ha detto...

@Gwilbor

Ma lo so che teoricamente possibile. La trasmissione a distanza di energia è studiata negli ultimi anni dal MIT che mi sembra abbia già un prototipo (del tipo menzionato per caricare il cellulare).
Avevo sentito parlare di un sistema che per aumentare l'efficienza, trasmetteva in risonanza...
Ma si tratta sempre di quantitativi modesti di energia, magari per caricare un cellulare, ma non una macchina!
E poi considera che i cavi emettono in tutta la lunghezza e non solo dove c'è la macchina, quindi per la gran parte della loro lunghezza emettono energia che non viene raccolta dalle macchine: quindi il rendimento va a farsi benedire.

E cose succede se la macchina non è centrata sui cavi? Che il campo magnetico cade come l'inverso della distanza, quindi devi stare attento a seguire sempre il centro della strada...

Sì, un futuro... un futuro potranno anche fare il trapiano di pisello e mettermi una cosa tipo Rocco Siffredi. Per adesso mi accontento così :D

E ripeto... devo ancora leggere l'articolo.

Rado il Figo ha detto...

"Sapevate che anche le navi producono scie di condensazione in cielo? Aspettate che lo scoprano gli sciachimisti"

Ih! Quanto sei indietro: la Premiata Ditta F.lli Marcianò ha appena sfornato la sua ultima cazzata:
"Spargeranno il virus in un treno e poi applicheranno la vaccinazione coatta."

in arrivo le train trail!!

p.s.: battuta e neologismo non miei

yos ha detto...


Sì, un futuro... un futuro potranno anche fare il trapiano di pisello e mettermi una cosa tipo Rocco Siffredi. Per adesso mi accontento così :D


I cinesi lo hanno già fatto.
Anche se era un film.
Ed il protagonista del film, si è fatto mettere non la brutta copia del membro di Siffredi, ma direttamente quello di un cavallo :!
( Quando si dice Sex and Zen ;)

Rado il Figo ha detto...

Yos

Perché scomodare i cinesi ed i loro film, quando abbiamo da noi il precursore: "La dottoressa ci sta con il colonnello" dove il chirurgo medico Lino Banfi, ossessionato dalle ridotte dimensioni, e volendo fare un figurone colla professoressa sudafricana Nadia Cassini, si fa trapiantare (a sua insaputa) il membro assai più virile di Alvaro Vitali?
Coi risultati che tutti noi ricordiamo :-)

L'economa domestica ha detto...

@ Rado il Figo

Coi risultati che tutti noi ricordiamo :-)

Io non me li ricordo...

Comunque ragazzi, sull'influenza ne ho sentite in cinemascope, ed una peggio dell'altra.

Stepan Mussorgsky ha detto...

"Coi risultati che tutti noi ricordiamo :-)"

E' quel film dove c'è una anglofona che chiama Banfi "coglionello"? :D

Rado il Figo ha detto...

Esattamente, e dove la moglie lo chiama affettuosamente "Cletino", in quanto il suo nome è Anacleto Punzone (colonello medico).

Economa domestica: effettuato lo scambio di membri colla recluta Mazzancolla (Vitali), superate le 24 ore ove vi sarebbe potuto essere una crisi di rigetto, Punzone si apparta colla dottoressa Russell (Cassini) in un'ambulanza solo per... vederselo rotolare a terra!!
Entrato a far parte del coro delle voci bianche, Punzone è costretto a vedere Mazzancolla - trasformatosi in una specie di lupo mannaro per l'enorme peluria spuntatagli un po' dovunque dopo l'operazione - darsi da fare sia colla moglie che colla dottoressa.

Altro che i film cinesi! :-)))

L'economa domestica ha detto...

@ Rado il Figo

Noooo, qualche settimana l'hanno dato in tv e ne ho visto la fine (mi alzo alle 5,30 quindi devono averlo iniziato alle 3,30).
Ho visto solo la scena Banfi/Nadia Cassini finale e il coro delle voci bianche, ma non avevo capito la trama.

yos ha detto...

5:30 ?!?!?!?

Ed io che mi lamentavo poiché mi alzavo alle 5:51 ...

Anonimo ha detto...

Trasmissione della potenza eletrica via induzione: non è assolutamente fantascienza, anzi è una tecnologia già utilizzata industrialmente da anni.
Primo link di Google con ricerca: "induction power"

http://en.wikipedia.org/wiki/Wireless_energy_transfer

yoghsothoth ha detto...

Scusate e salve a tutti, solo per una precisazione sul ricaricare a distanza un cellulare. Il PRE della palm lo fa già.

Morpheu5 ha detto...

Fatemi capire. Nell'articolo della Stampa si cita l'allineamento del Sole col centro della galassia.

Stanno parlando anche loro di due punti su una retta, sì? O c'è qualcosa che mi sfugge?

mattia ha detto...

@Bando

Mai detto che sia fantascienza.

Non ho alcun problema a capire che si possa trasmette energia senza fili.

Il problema è capire quanto sia attuabile nel caso specifico di una macchina che gira in autostrada. Perché puoi anche farlo, ma se butti via il 99% dell'energia, emettendola dove la macchina non c'è... allora è una cosa inutile.

Gwilbor ha detto...

x Mattia

Suppongo che lo faranno in bassa frequenza come i 50 Hz della rete elettrica, quindi nessuna energia irradiata, solo campi reattivi.

Gwilbor ha detto...

Trasmissione della potenza eletrica via induzione: non è assolutamente fantascienza, anzi è una tecnologia già utilizzata industrialmente da anni.

Beh, direi da quando esistono i trasformatori! :-)

Peppe ha detto...

Per quanto riguarda l'induzione: so che alcune metropolitane (che non funzionano a induzione ma a contatto) esiste la tecnologia necessaria per apportare la tensione localmente nel punto dove sta passando il convoglio. Magari si può estendere la stessa tecnologia.

puffolottiaccident ha detto...

bü, ogni tanto quando piove si vedono megawatt di energia attraversare dai 5 ai 200 Km di aria (10-15 g/l) senza grossi problemi.

Il mio dubbio é come assicurarsi che una cosa che attraversa che so, 3? 5? Diciamo "Alcuni centimetri di una qualche sostanza permeabile all´elettricitá" non attraversi poi 7-8 metri di aria o acqua impregnata da ceneri di carburanti varii per poi infilarsi nelle scarpe di qualcuno che passa di lí per caso.

Gwilbor ha detto...

bü, ogni tanto quando piove si vedono megawatt di energia attraversare dai 5 ai 200 Km di aria (10-15 g/l) senza grossi problemi

Stai parlando di tensioni altissime, diversi megavolt! Nessun elettrodotto arriva a tanto, un po' perché è oggettivamente difficile realizzarle, un po' appunto perché non è sicuro. Inoltre, anche se in aria si può formare un canale ionizzato, nell'asfalto non credo proprio!

Il mio dubbio é come assicurarsi che una cosa che attraversa che so, 3? 5? Diciamo "Alcuni centimetri di una qualche sostanza permeabile all´elettricitá"

Attenzione: permeabile ai campi elettromagnetici != permeabile all'elettricità. Anzi, empiricamente, verrebbe da dire che si escludono a vicenda. Il teflon ed il legno sono ottimi isolanti, ma dal punto di vista dei campi e.m. sono tra i materiali più simili all'aria. Al contrario un metallo è il conduttore per eccellenza, ma è anche lo schermo perfetto (vedi forno a microonde).

non attraversi poi 7-8 metri di aria o acqua impregnata da ceneri di carburanti varii per poi infilarsi nelle scarpe di qualcuno che passa di lí per caso.

Ovviamente dei cavi sotterranei devono essere ben isolati elettricamente, altrimenti c'è il rischio che facciano "Zot!". Ma questo non ha niente a che vedere con la permeabilità ai campi.

mav ha detto...

"Se lo dice lui".
Sbaglierò, ma ho la vaga impressione che Berners Lee ci abbia pensato su 20 anni per dire una stupidaggine.
Ok, se il doppio slash forse in origine aveva una funzione, non è mai stata usata, quindi non serve.
Però.
Come funziona la risoluzione di un indirizzo?
es (senza //)
http:bcs.org.uk/members
(oppure http:www.blogger.com/members)
1) il protocollo è http
2) il server è bcs.org.uk
3) richiesta al DNS: che ip ha bcs.org.uk ? risposta: 11.22.33.44
4) richiesta al server 11.22.33.44: dammi la pagina /members nel dominio bcs.org.uk
5) eventualmente la pagina redirige su http:members.bcs.org.uk, rivai al punto 1.

Se si vuole che il server sia lo stesso basta configurare il DNS in modo che bcs.org.uk e members.bcs.org.uk abbiano lo stesso indirizzo, altrimenti ip diversi.
È vero, la url è diversa, ma col suo metodo come funziona?
http:uk/org/bcs/members

1) devo chiedere al dns l'ip del server, che è.. uhm... boh. partiamo dalla fine
1.1) ipotesi: uk/org/bcs/members = members.bcs.org.uk
Che ip ha members.bcs.org.uk ?
ip -> fine
non esiste -> vai avanti

1.2) uk/org/bcs/members = bcs.org.uk/members
Che ip ha bcs.org.uk ?
ip -> fine
non esiste -> vai avanti

1.3) uk/org/bcs/members = org.uk/bcs/members
Che ip ha org.uk ?
ip -> fine
non esiste -> vai avanti

1.4) uk/org/bcs/members = uk/org/bcs/members
uk è un suffisso internazionale oppure una macchina nella mia LAN (uk.mybusiness.it)? proviamo. Che ip ha uk ?
ip -> fine
non esiste -> non esiste!!!

Mi sembra ottimizzato.
Tra l'altro, se ho un server god.save.us (= us/save/god) non posso avere una pagina o directory god sul server save.us (alias us/save) perché non ci sarebbe modo di disambiguare.
anche il VICEVERSA!
se ho una pagina dailywtf.org/vipwtf/tbl (org/dailywtf/vipwtf/tbl) non sarà più visibile da quando metto su il server vipwtf.dailywtf.org/tbl (org/dailywtf/vipwtf/tbl), almeno seguendo l'algoritmo di cui sopra.
sbaglio?

giorgian ha detto...

@mav: sbagli. l'idea è che tu sei responsabile di tutto quello che c'è nel tuo albero (ché il web è una jungla), ad esempio com/mav. quando uno cerca com/mav/cose/strane/e/meno/strane, il ns sa che sono affari di com/mav, il quale poi saprà se c'è un server cose, un server strane, etc.

moise ha detto...

Adoro questi zibaldoni di stramberie che pubblichi ogni tanto!