Cerca nel blog

2009/10/25

Le cose che non colsi - 2009/10/25

Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "paolocata****" e "licia pan****". L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Volare con i falchi. Uno straordinario video di parahawking: si va in quota con un parapendio, portando con sé un falco. Poi lo si libera e si aspetta che trovi le correnti ascensionali e lo si segue. E ogni tanto si tende il braccio e il falco addestrato vi atterra sopra, come su una portaerei volante. Oh, dimenticavo: il parapendio è biposto e quindi potete fare i passeggeri. Lo voglio.

Sarah Connor incontra il Prigioniero. Questa cosa è una via di mezzo fra il Rover, l'inquietante palla bianca assassina del Prigioniero, e la materia liquida del T1000 di Terminator 2. Fa abbastanza schifo, ma è una demo di un nuovo principio di locomozione per robot.

Il chip nel cervello. Se non vi siete schifati con la chicca precedente, preparatevi ai coleotteri radiocomandati lunghi 20 centimetri: i ricercatori del DARPA hanno impiantato dei neurostimolatori, un radiocomando e una batteria in alcuni coleotteri e adesso ne controllano a distanza il decollo, l'atterraggio e la direzione di volo. Con video.

Memoria di moscerino. Sapevate che i moscerini della frutta hanno una memoria? Neanche io. Ma ce l'hanno, e all'Università di Oxford hanno anche trovato il modo di selezionarne geneticamente una stirpe alla quale si possono impiantare dei falsi ricordi attivabili a comando. Blade Runner formato tascabile, insomma: o almeno così pare, anche se nei commenti qui sotto ci sono alcuni dubbi. I dettagli sono qui.

Questo puzzava già fuori, dentro poi è una fogna. Solo per malati di Guerre Stellari: una torta matrimoniale a forma di tauntaun sventrato, con tanto di Luke Skywalker messo al caldo, da L'impero colpisce ancora. Se proponete al vostro partner questa torta e accetta, sposatelo: non avete bisogno di altre prove d'amore.

Un'ultima foto prima di schiantarsi. La sonda lunare giapponese Kaguya ha terminato la propria missione con un volo radente sopra la superficie lunare fino allo schianto finale. L'agenzia spaziale giapponese ha pubblicato nuovi fotogrammi degli ultimi istanti del volo. Spettrali e affascinanti per la loro desolazione.

Scienza come magia da Saturno. The Big Picture ha raccolto queste fantastiche immagini di Saturno e del suo sistema di satelliti e anelli, che ne rivelano trame, ondulazioni, scie gravitazionali e altre meraviglie. Sono un sostenitore della necessità dei voli spaziali umani, ma quando vedo queste cose mi rendo conto che con i budget striminziti di oggi, realisticamente solo un veicolo automatico potrebbe restituirci questi risultati affascinanti.

L'uomo su Marte? Anche subito, basta che sia un viaggio di sola andata. Un gruppo di tecnici che include l'astronauta lunare Buzz Aldrin ha fatto i conti: non c'è la minima speranza, con i finanziamenti attuali, di portare un uomo su Marte e portarlo a casa. Ma se si rinuncia al viaggio di ritorno, si può stabilire una colonia permanente (anzi, definitiva) su Marte con i soldi che sono a disposizione adesso. Evitare il viaggio di ritorno riduce del 90% i costi della missione. E c'è gente disposta ad accettare il rischio. Ci andreste? I dettagli sono qui.

La Terra vista da Marte. Una foto non nuova ma affascinante del Mars Global Surveyor mostra Giove, la Terra e la Luna insieme nel cielo marziano, e si vedono i continenti. Perché ovviamente gli allineamenti planetari che secondo certi menagramo spaziali annuncerebbero catastrofi sono spesso solo questione di punto di vista e ogni pianeta ha i suoi.

Niente Luna ieri per Moonscape. A proposito di foto, ieri è fallita per maltempo la sessione di riprese lunari per Moonscape. Su Flickr trovate qualche immagine. Se qualcuno volesse donare una propria foto di una falce di Luna, gliene sarei grato.

Ritorno alla Luna? La NASA ha messo sulla rampa di lancio il primo esemplare di collaudo del nuovo vettore Ares. E' orrendo, pare un applicatore per assorbenti interni progettato da un sadico. E dato che una delle regole non scritte dell'aerodinamica è che se non è bello non vola bene, il giudizio estetico non è secondario. Altre foto sono qui, qui e qui.

102.400 ISO, non è un refuso. Sempre in tema fotografico, che ne dite di una fotocamera da 102.400 ISO? La nuova battaglia commerciale delle fotocamere digitali passa dai megapixel agli ISO, con una serie di macchine ultrasensibili che permettono foto in condizioni di luce proibitive. Ecco qualche foto fatta con la Nikon D3s. Guardatele prima di guardare il prezzo della fotocamera.

Poster aeronautici d'epoca. Lustratevi gli occhi con questa collezione dal museo Smithsonian e con il dietro le quinte della realizzazione.

Indiana Jones e il... Sacro Catino? No, non è la Jacuzzi di Harrison Ford: è un reperto che si dice essere il piatto dal quale Gesù mangiò durante l'Ultima Cena. Sta a Genova. Aspettate che lo scopra Giacobbo.

Evoluzione dimostrata sperimentalmente. Per tutti gli ottusi che non hanno ancora capito che l'evoluzione biologica è un fatto, su Nature c'è un articolo di Richard Lenski, che nel suo laboratorio nel Michigan ha coltivato il batterio E. coli per 21 anni e ha documentato le modificazioni genetiche adattative e casuali di 40.000 generazioni del batterio.

Ebook in Europa, meglio stare alla larga. Debutta il Kindle europeo, ma fortemente menomato rispetto all'originale USA. Intanto arriva il Nook di Barnes & Noble, che pare molto più interessante (a partire dal touchscreen secondario a colori) e dall'idea di "prestare" i libri digitali).

147 commenti:

Sbronzo di Riace ha detto...

preparate pop corn e bibite varie

grande puntatona sugli ufo stasera su italia unooooooooooooooooo

studio aperto e mistero uniti per svelare la verità

non perdetela mi raccomando Fox Mulder non ve lo perdonerebbe :-)

Nonno ha detto...

facciamo così datemi birra patatine fritte e Melissa Satta e ci vado io su marte.

Marco ha detto...

Oh, per forza il vettore ARES è brutto... stavolta non hanno chiesto nessuna consulenza ai tecnici di Hollywood :)

Unknown ha detto...

a proposito di aerodinamica bella e figa, guardate se vi garba il nostro nuovo aeroplanino:

http://friendfeed-media.com/c0b6a3620d3b893366c4585bfa0326fe0d75ce9f

T. Fulvio ha detto...

In realtà la wingbox non serve a nulla ma dentro 2 ali si nasconde molto più bario che dentro una sola :-)

Slowly ha detto...

Ciao a tutti, ciao Paolo!

Ma non c'era il Disinformatico radiofonico ieri?

Gwilbor ha detto...

Sarah Connor incontra il Prigioniero: a me ha fatto pensare di più ai lavori di Croneneberg o di HR Giger, sembra proprio alieno.

Il chip nel cervello.: Orribile, l'unica cosa che mi ha fatto "accettare" gli esperimenti nei video è stata l'idea delle possibili dei progressi nella scienza medica.

torta matrimoniale a forma di tauntaun sventrato: Ma una ballerina che fa la danza del ventre col costume da schiava di Jabba no, eh?

Ares I-X: Aspetta a preoccuparti, il razzo Ares potrebbe venir cancellato da un momento all'altro. E la cosa brutta è che nessuno sa di preciso se la cosa sarebbe un bene od un male.

102.400 ISO: Uhm, forse era meglio se come unità di misura per lo standard ISO fossero stati scelti i DIN e non gli ASA (scala logaritmica e non lineare).

Slowly ha detto...

DrSpot, m'hai letto nel pensiero!
Doppia birra, doppie patatine, Melissa Satta e Angelina Jolie e ci vengo anch'io.

Posso portare la PSP si? Non ho ancora finito GTA! :D

Quella del cuscinetto d'aria è geniale: "semplice" ma funzionale.
Un potenziale mezzo di locomozione non solo per gli automi.

Replicante Cattivo ha detto...

Le immagini di Saturno mi hanno provocato lo stesso effetto di un giornalino porno a 12 anni. E' grave?

Ora vorrei avere 15 pc per poter mettere tutte quelle immagini come sfondo dei rispettivi desktop.

Riccardo (D.O.C.) ha detto...

Parahawking: la scorsa estate mi è capitato di farlo con un'aquila (che ovviamente non si sognava di posarsi sul mio braccio). E' stata un'esperienza esaltante: anch'io ero in paratandem, e l'istruttore mi ha passato i comandi e mi ha detto "valle dietro, che lei è del mestiere". Ovviamente però a trovare le ascendenze era molto più brava l'aquila...

Lardelly ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Lardelly ha detto...

Volare con i falchi: ecco l'esempio di uno sport che vorrei praticare.

Sarah Connor incontra il Prigioniero: interessantissimo perchè va al di là di tutti i preconcetti che abbiamo sui robot. Non riesco però ad immaginare applicazioni veramente utili di questo aggeggio.

Il chip nel cervello: credo che il principio di funzionamento di questi aggeggi non sia una novità, e non dev'essere nemmeno troppo complicato da produrre. Mi ricordo di avere letto di esperimenti del genere sulle scimmie già negli anni '40. Ovviamente erano ben diversi dal farne vere e proprie marionette come in questo caso. A me però dispiace che i poveri coleotteri, per quanto siano obiettivamente brutti, siano ancora vivi. Se si trovasse un modo di muovere membra inanimate, sarebbe fantastico.

Scienza come magia da Saturno: mi sono sempre chiesto come facciano le sonde interplanetarie a fare fotografie così belle. Certo, magari gliene esce una ogni diecimila che vengono scattate, ma così è troppo!

L'uomo su Marte? Anche subito, basta che sia un viaggio di sola andata: hmm... non ci avevo mai pensato. In effetti costruire una base su Marte sarebbe molto più semplice che sulla Luna, dato che c'è una atmosfera anche un po' di acqua. I volontari si trovano di sicuro. Su 6 miliardi di persone ci saranno pure 10 matti che vogliono trasferirsi su Marte, o no?

La Terra vista da Marte: vedere la Terra come una stella azzurra è uno dei motivi principali per cui mi presterei per due anni ad un viaggio verso Venere o Marte.

Ritorno alla Luna?: per caso è stato progettato da ingegneri russi?

Unknown ha detto...

ovviamente. Sto progettando il serbatoio di dietro appositamente ;) Più bario per tutti

mattia ha detto...

Quella dei moscherini non è proprio così. E' stata mezza sbufalata giovedì scorso a "La banda" di RadioPopolare
Podcast qui

http://www.radiopopolare.it/fileadmin/notiziario/banda_22_10_2009.mp3

a partire da 28:10.

sreafea ha detto...

stasera non me lo perdo "mistero"... se sulla luna c'è la base di Re Vega vuol dire che Goldrake esiste, e QUESTA è una buona notizia :-)

Paolo Attivissimo ha detto...

mattia,

sono di corsa, mi faresti un sunto della storia dei moscerini? Grazie!

Elle ha detto...

Gwilbor ha detto...

Il chip nel cervello.: Orribile, l'unica cosa che mi ha fatto "accettare" gli esperimenti nei video è stata l'idea dei possibili progressi nella scienza medica.

Mike J. Lardelly ha detto...

A me però dispiace che i poveri coleotteri, per quanto siano obiettivamente brutti, siano ancora vivi. Se si trovasse un modo di muovere membra inanimate, sarebbe fantastico.


Non capisco queste perplessità. :-(

mattia ha detto...

Tu metti dei moscerini in una gabbietta e fai correre aria con un odore, quando il moscerino si avvicina tu di dai un elettroshock e questo impara a non andarci più.
Lo stesso lo ottieni se, invece di usare un impulso elettrico, stimoli alcuni neuroni specifici. E questo era per dimostrare che quei neuroni sono quelli che vengono stimolati dalla scarica elettrica.
Ma ciò non significa, come viene detto sui giornali, che viene innestato il ricordo di un elettroshock. QUello che rimane al moscerino è la connessione odore-attivazione di quei neuroni, che vengono attivati - combinazione - anche dall'elettroshock. Ma non è che si ricordano di un elettroshock mai avvenuto.

mattia ha detto...

Correggo... a partire da 35.00

Paolo Attivissimo ha detto...

Grazie Mattia!

Paolo Attivissimo ha detto...

Slowly,

c'era eccome ieri: io mi ricordo di averlo fatto, spero non sia una falsa memoria impiantata :-) Come mai chiedi?

Mattia Poletti (Rebel Ekonomist) ha detto...

mmmh beh io su Marte ci andrei..tanto Giacobbo dice che ci sono gli alieni...quindi l'acqua c'è...il cibo...spero che gli alieni siano commestibili...e bom ahahah

mattia ha detto...

Giusto per essere precisi, ho riportato l'opinione del prof. Riccardo Fesce. Per me potresti mettergli anche in memoria un DVD completo che non avrei nulla da dire :D

Gwilbor ha detto...

x Elle: Ovviamente non mi metto a gridare allo scandalo, perché si tratta solo di insetti e perché c'è uno scopo di ricerca. Anche se un coleottero ha una consapevolezza infima rispetto a noi umani, comunque nel suo piccolo soffre (e forse si incazza anche, come le formiche di una vecchia battuta).

Gwilbor ha detto...

ps per Elle, facciamo un piccolo test: stai camminando nel deserto, ed ad un certo punto trovi una tartaruga. La giri sulla schiena, e la osservi mentre cerca di raddrizzarsi, ma non ce la fa, ha bisogno del tuo aiuto. Ma tu non l'aiuti. Perché no?

Alfred Borden ha detto...

Dell'esperimento sui moscerini ne ha parlato anche Le scienze in una articolo della settimana scorsa: Creati falsi ricordi agendo sui neuroni.
Qui, invece, c'è la pubblicazione.

Dell'esperimento su Escherichia coli ricordo di aver letto qualcosa già parecchio tempo fa: non pensavo che i risultati dello studio fossero stati pubblicati solo di recente.

Replicante Cattivo ha detto...

@ Gwilbor

Il tuo test sulla tartaruga l'hanno fatto pure a me. Poi mi hanno fatto una domanda su mia madre e ho ucciso l'esaminatore. Non si parla di mia madre >:)

E comunque ricordo di aver preso lezioni di pianoforte.

Unknown ha detto...

Lo so che qualcuno l'ha già detto, ma stasera non perdete lo speciale ufo su italia uno con ruggeri-studio aperto. Hanno una scalatte allucinante, tenteranno di spacciare per vere delle bufale sbufalate dagli ufologi già da tempo.
Mi domando come si documentino, visto che è oggettivamente difficile trovare un sito italiano che spacci quelle vecchie cretinate per vere.

io sono sempre dell'idea che tutte queste trasmissioni puntano sul fatto che esistano persone così gonze da prendere per vero qualsiasi cosa dicanom, e quindi non si sbattono neanche nel cercare di presentare storie con qualcosa di reale, sarebbe fatica sprecata secondo la loro ottica.

L'economa domestica ha detto...

Uh, ho appena visto la torta nuziale dei sogni di un malato di mente...
E pensare che dopo quella di Super Mario ritenevo di aver visto la peggiore!!! (Eh sì, una donna è sempre attratta dalle parole "torta nuziale")

Marco ha detto...

Posso dire "poveri coleotteri" o passo per un pietista lagnoso? A me hanno fatto una gran pena.

Riccardo (D.O.C.) ha detto...

@ marco:
c'è di peggio, anche se poi la realtà non è così terribile come sembra a prima vista.

Comunque la roboetica è una faccenda seria.

Slowly ha detto...

Ciao Paolo, scusa l'off topic.
Chiedevo perchè di solito il venerdì stesso c'è già il podcast disponibile.

Mo accendo la PSP e guardo se l'hanno messo.

Grazie e scusa.

martinobri ha detto...

Ma la macchina fotografica quanto costa?

Ilsk ha detto...

Come calcolare l'altezza degli aerei, semplice ma efficace: CLICCA QUI

Riccardo (D.O.C.) ha detto...

Una sola domanda: colui che ha scritto quel post è per caso allievo del Prof. Antonio Marcianò?

Elle ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Elle ha detto...

Gwilbor ha detto...

ps per Elle, facciamo un piccolo test: stai camminando nel deserto, ed ad un certo punto trovi una tartaruga. La giri sulla schiena, e la osservi mentre cerca di raddrizzarsi, ma non ce la fa, ha bisogno del tuo aiuto. Ma tu non l'aiuti. Perché no?

25/10/09 14:46



Innanzitutto mi verrebbe da chiederti se esistono specie di tartarughe che vivono nel deserto :D Heheh!
Suppongo che non posso chiedere ulteriori dettagli, che devo basarmi solo sulle informazioni contenute nel quesito ecc. ecc.
Dunque....perchè non la aiuto?
Forse sarebbe meglio capire perchè prima l'ho girata sulla schiena: se non l'aiuto a girarsi è perchè (si capisce) ho proprio voluto metterla in quella posizione.

1) Potrebbe essere un animale velenoso che, così facendo, ho neutralizzato; evitando che potesse comunque venirmi dietro e raggiungermi.
2) Stando nel deserto, presumibilmente senza utensili e provviste e preferendo per pranzo una tartaruga cruda al niente, girandola la condannerei a morte certa.....
3) Potrei averla ri-girata per vendetta: probabilmente l'avevo trovata in difficoltà ed ero corsa a girarla ma quella per tutta risposta mi aveva dato un morso.
4) Potrei semplicemente stare giocando ad un videogioco in cui (nella realtà seduta davanti al mio computer come mi trovo ora) devo girare le tartarughe nel deserto.
5) E che ne so? :D Potrei scrivere diverse decine di risposte!

Lardelly ha detto...

stai camminando nel deserto, ed ad un certo punto trovi una tartaruga. La giri sulla schiena, e la osservi mentre cerca di raddrizzarsi, ma non ce la fa, ha bisogno del tuo aiuto. Ma tu non l'aiuti. Perché no?

Non vorrei correre il rischio che la tartaruga mi sorpassi...

Elle ha detto...

@ Riccardo (D.O.C):

Riccardo (D.O.C.) ha detto...

@ marco:
c'è di peggio, anche se poi la realtà non è così terribile come sembra a prima vista.

Comunque la roboetica è una faccenda seria.

25/10/09 17:09


Professore ma.....linkando tale materiale può spaventare il "topone" padrone di casa..... :D

Fabrizio Mele ha detto...

paolo, ti invio una e-mail con una falce lunare fatta qualche mese fa.

yos ha detto...

Scusate, c'è qualcun altro che (utilizzando Firefox 3.5 ) non riesco a vedere la torta?

(Con I.E. si vede
)

rob ha detto...

Auguro di tutto cuore ai ricercatori del DARPA che vengano loro impiantati quanto prima dei neurostimolatori, un radiocomando e una batteria a testa, e che qualche sadico ne controlli a distanza le funzioni e il comportamento in modi da far arrossire Berlusconi e Matarazzo insieme. Stesso augurio a chi li finanzia e a quelli cui è venuta l'idea di fare questo esperimento.
E spero che prestissimo ai favolosi ricercatori dell'università di Oxford impiantino dei (falsi?) ricordi sulla vera professione delle loro mamme.

Willy ha detto...

Qui su FF 3.5 (e flock 2.53) nessun problema.

axlman ha detto...

Ilsk, di' la verità, hai postato quel link per farci fare due risate vero?
No, perché mi risulta che il rombo di un aereo, sempre che si riesca a sentire, arriva prima dell'aereo, cresce di intensità mano a mano che l'aereo si avvicina e poi decresce quando si allontana: non si comincia certo a sentire solo dopo che l'aereo è passato sopra la nostra verticale. O parli di aerei supersonici?

Un modo decente di misurare l'altezza di un aereo è stato presentato parecchie volte, e si basa sull'analisi di fotografie scattate quando l'aereo è sulla verticale, come spiegato ad esempio qui.

Anche i Marcianò Bros avevano descritto tale metodo (qui), copiandolo spudoratamente da un utente di sciechimiche.org che lo aveva proposto nel forum. Ma poi, guarda caso, hanno fatto finta di non averne mai parlato e non c'è stata una volta che sia una in cui abbiano presentato dei risultati basati su tale metodo.
Le possibilità sono due:

— non ci hanno capito un tubo e non riescono a usarlo;

— lo hanno capito ma ogni volta che provano a usarlo trovano risultati che non gli piacciono e non quindi non li pubblicano.

Infatti chi lo ha capito e lo usa in buona fede, cioè dando tutti i risultati che trova e non solo quelli che fanno comodo, non ha mai trovato un aereo con scia che volasse a bassa quota ma sempre sopra i sette/otto chilometri (comunque la regola è che di solito sono ben più un alto): vedere ad esempio il già già citato «Scie persistenti su Milano» o anche «Il cielo su Vicenza»).

Elle ha detto...

rob ha detto...

Auguro di tutto cuore ai ricercatori del DARPA che vengano loro impiantati quanto prima dei neurostimolatori, un radiocomando e una batteria a testa, e che qualche sadico ne controlli a distanza le funzioni e il comportamento in modi da far arrossire Berlusconi e Matarazzo insieme. Stesso augurio a chi li finanzia e a quelli cui è venuta l'idea di fare questo esperimento.
E spero che prestissimo ai favolosi ricercatori dell'università di Oxford impiantino dei (falsi?) ricordi sulla vera professione delle loro mamme.

25/10/09 20:35


Eh già, vero: questi ricercatori sono solo persone cattive e sadiche.
La loro non è ricerca, è solo violenza gratuita....come no....

Anonimo ha detto...

E' iniziato lo speciale di Mistero...meno di 3 minuti ed è già l'apoteosi del congiuntivo!!! :D

Elle ha detto...

Sto guardando italia 1..........stanno quasi superando Voyager.

Massimo Cassinari ha detto...

Scusate l'OT, ma su Mistero...

hanno tradotto unless come anche se???

La frase diceva
A meno che non troviamo prove non è il caso di investigare oltre..

E lo hanno tradotto come:
Anche se troviamo prove non è il caso di investigare oltre..

Ditemi che ho capito male!!!!!

Elle ha detto...

Ma sti alieni vengono tutti qua?

Elle ha detto...

Ma perchè non capita mai a me di incontrarli?
Eh?
Perchè?

Anonimo ha detto...

Ma questa gente un minimo di dignità non ce l'ha?! ...ma che schifezza assurda

lory2k ha detto...

Paolo ti segnalo che il parahawking si fa con dei normalissimi parapendio o parapendio biposto, non si tratta di paracadute manovrabili. Il paracadute è una cosa, il paracadute manovrabile un'altra, il parapendio un'altra ancora. Se vuoi posso organizzare un volo in biposto qui a Roma...troppo lontano??

Dai un'occhiata anche qui: Parahawking Outdoorblog.it

Paolo Attivissimo ha detto...

lory2k,

grazie della precisazione, correggo subito. Sì, Roma è lontanuccia, ma mi tenti...

Anonimo ha detto...

Paolo non riescia vedere almeno un pezzo della trasmissione su Italia 1? ...mi piacerebbe leggere un tuo commento...

Elle ha detto...

Ice, è una tristezza così triste che non fa nemmeno ridere.....

Massimo Cassinari ha detto...

Elle:
La cosa più triste è che qualcuno ci crede...
Adesso salta fuori che sulla luna ci siamo andati, ma di nascosto....

Elle ha detto...

Ma che disco volante e disco volante!
Quell'aggeggio sulla faccia nascosta della Luna che stanno inquadrando or ora è roba di Chtulu!
Stanno facendo confusione! :D

Elle ha detto...

Il tipo che sta parlando ha una copia di X-Times sulla scrivania.

Unknown ha detto...

Madonna dei sbufalatori, hanno stuprato in diretta la credulità dei telespettatori di italia 1.
Paolo Attivissimo probabilmente non ha visto ma la parte della bufala lunare Apollo 20 è di quanto più idiota mai andato in onda su una televisione italiana.
Che poi gli stesi ufologi avevano dimostrato che era un falso...

Elle ha detto...

Debunkers?
Occhio............

Anonimo ha detto...

Ragionamenti tragicomici...

Unknown ha detto...

qualcuno ha il link vcast della trasmissione? non posso perdermi report per mistero, ma mi mettete curiosità

fede ha detto...

Mio dio ma sono pazzi a mandare in onda una simile porcheria.

Difficile da debunkare perchè praticamente è una cazzata ogni secondo.

Ogni puntino in una ripresa è un ufo per sta gente.

Imbarazzante.

Unknown ha detto...

vabbé in questo momento hanno stuprato anche la Nasa e gli sbarchi lunari con cose a cui neanche gli ufologi credono più

Elle ha detto...

Mi aspettavo che caricassero a testa bassa contro i Debs invece :D ............

lory2k ha detto...

Ragazzi, dimenticate che Mistero è un programma per bambini.

Paolo, hai dimenticato un "paracadute" da correggere.
Per il volo in biposto, quando vuoi, basta mandarmi una email...

Paolo Attivissimo ha detto...

lory2k, grazie, sistemato.


Mirko,

quando la tua vita è stata rovinata da qualcosa che quando la racconti ti dicono che sei un fesso contaballe, comincia ad incazzarti

Certo. Perché quando tutti ti dicono che sei un fesso contaballe, la reazione giusta è incazzarsi. Non certo chiedersi "e se avessero ragione?" o "Come posso dimostrare di avere ragione io"?

questo blog che ogni tanto guardo per fare il mio "quarto d'ora d'odio" (Orwell docet)>

Mirko, se vuoi darti arie citando i classici, citali giusti, altrimenti sono un autogol. Sei fuori solo di 7,5 volte :-)

Non fai che confermare quello che dicevo sugli ufologi. Addirittura vieni qua per aizzarti l'odio? Sei messo maluccio.

Noi scettici, invece, siamo gente allegra: passeggiamo per le meraviglie dell'universo su matematiche ali di realtà e scopriamo cose che nessun ufonauta ha mai trovato. Chiediti il perché anche di questo.

Domenico_T ha detto...

*segnaposto*

Pax ha detto...

@Paolo

Senti Paolo ma perche' non mandiamo una mail alla redazione di Boyager con il link del sacro catino e vediamo se in tempi brevi ne fanno sopra una puntata?

Eh? Che ne dici?

Come esperimento

Paolo Attivissimo ha detto...

erche' non mandiamo una mail alla redazione di Boyager

Ma anche no.

Pax ha detto...

@Paolo

Ma giusto per vedere di nascosto l'effetto che fa... :-D

Van Fanel ha detto...

Mitico il Sacro Catino! E pensare che ci sono un sacco di genovesi che non lo conoscono (in effetti nemmeno io che sono nato a Genova ho mai visitati tutti i musei di Genova... e io stesso ammetto di non aver mai notato che il Catino era raffigurato sulla facciata di Palazzo San Giorgio, pur essendoci passato davanti un sacco di volte).

Una precisazione: il nome "Sacro Catino" può suonare ridicolo, visto cosa intendiamo oggi per catino, ma in latino catinus voleva dire piatto, vassoio.

Avvisare Giacobbo? Non è necessario, purtroppo: il Catino è uno dei numerosi "Graal-wannabe" sparsi per l'Europa, quindi visto che Giacobbo probabilmente vorrà passarseli tutti, temo che prima o poi a Genova ci arriverà per i fatti suoi!

A proposito, avete mai notato che la Lanterna di Genova è perfettamente "allineata" con un cestino della spazzatura a rennes le chateau? ;)

Pax ha detto...

@Van Fanel

Senza contare che fa triangolo mistico con piazza del beli'n a Savona!

:-D

L'economa domestica ha detto...

Ah, se volete organizzare della fuffa pseudo archeologica da mandare a Boyager sono disponibile con la mia (scarsa) esperienza. Potremmo veramente divertirci.

Van Fanel ha detto...

1) Potrebbe essere un animale velenoso che, così facendo, ho neutralizzato; evitando che potesse comunque venirmi dietro e raggiungermi.


Ma che era, la tartaruga velocista di Achille? :)

Pax ha detto...

@L'economa domestica

Dannatamente Off Topic

Buona la ricetta dei tartufini... :-D Vado a stupire un paio di ragazze australiane con questa bonta' targata Italia...

Love it!

L'economa domestica ha detto...

@ Pax
OT prego! Salutami l'Australia (come vorrei venirci...). Una curiosità: si trova il lievito di birra in cubetti?

Pax ha detto...

@L'economa domestica

Ehy certo che si trova... Oddio non e' che abitiamo dall'altra parte del mondo! :-D

O si?

Comunque si trova si trova...
L'unica cosa che mi ha sconvolto e' il prezzo dello speck... costa sui 50 euro al chilo (prezzo convertito dai dollari australiani), perche' non c'e' molta importazione.

L'economa domestica ha detto...

@ Pax

OT Pensa che avevo saputo che a Parigi si trova solo dai fornai (ti vendono il loro). Per lo Speck, dovrebbe essere uno di quei cibi per cui ci sono particolari cautele igieniche alla dogana.

Turz ha detto...

Se proponete al vostro partner questa torta e accetta, sposatelo: non avete bisogno di altre prove d'amore.

Se però il vostro partner aveva intenzione di sposarvi, dopo aver ricevuto questa proposta c'è il forte rischio che cambi idea.

Van Fanel ha detto...

Paolo, mi sa che la tua risposta a Mirko andava in un altro post....

Paolo Attivissimo ha detto...

Ops, grazie Van, ho ripostato nel thread corretto.

otello ha detto...

paolo

visto che quella di marte e bigpicture son piaciute, ora allora ti mando anche una foto a tema star wars...
vedrai :D

Turz ha detto...

OT Pensa che avevo saputo che a Parigi si trova solo dai fornai (ti vendono il loro).

In Germania è dannatamente difficile trovarlo, ma qualche supermercato ce l'ha, per la mia massima gioia pizzaiola.

Sheldon Pax ha detto...

Se Aldrin e compagni mi garantissero i rifornimenti o mi dessero i mezzi per ricavarli dal pianeta parto per Marte anche subito, anche usando un Ares (basta che mi porti a destinazione ;-) ).

Quando ho letto della D3s sulla newsletter Nikon ho pensato al modello che "ancora deve arrivare", quello che monterà lo stesso sensore e costerà di meno :-). Vedi a circondarti di canonisti che succede, niente test di persona :-) (immagina solo le foto astronomiche che ci si potrebbero fare)

Elle ha detto...

Van Fanel ha detto...

1) Potrebbe essere un animale velenoso che, così facendo, ho neutralizzato; evitando che potesse comunque venirmi dietro e raggiungermi.


Ma che era, la tartaruga velocista di Achille? :)


Hehehe no :-)
Non vorrei correre il rischio che, addormentandomi, quella zitta zitta mi raggiunga mentro sto ferma.

Fiz ha detto...

Grazie Paolo un insieme di notizie tutte di livello altissimo. La più incredibile per me è il coleottero cyborg, ma anche la nuova Nikon... Sei un grande!

Daniele ha detto...

Nella foto dell'allineamento Terra-Giove ciò che stupisce di più èla dimensione apparente, relativa, dei pianeti.
Voglio dire: nonostante la terra sia relativamente molto vicina, e giove relativamente molto lontano (ricordiamo che, in quella foto, è al di là del sole), comunque giove appare più grande della terra. Non l'avrei dato per scontato.

Ilsk ha detto...

Rispondo ad axlman, parecchi post sopra di me.
Prima di tutto vorrei chiarire che quel metodo non lo hanno inventato i Marcianò, ma lo suggerii io a Zret (che ammetto essere mio ex professore) mesi fa senza mai sapere che ci avesse scrittosopra un articolo, comunque se leggete quell'articolo in fondo troverete un ringraziamento a me dedicato.

Mi è parso di capire che di sfuggono alcuni dettagli di questo "complicatissimo" ragionamento.
Rispiego: tu vedi un bel aereoplanino passare proprio sopra la tua testa e invece di scappare dalla pioggia di bario ti metti a contare i secondi. Naturalmente in quel momento il suono non lo sentirai provenire dall'alto, ma lo sentirai provenire da lato perché (non lo dire a nessuno) la luce viaggia più veloce del suono, quindi il suono che senti è quello emesso dall'aereo un bel po' ti tempo prima, prima che ti passasse sulla testa.
Ti basterà contare i secondi sino a quando non sentirai il rumore provenire proprio da sopra di te, quando l'intesità del suono è massima (a quel punto l'aereo sara già lontanuccio). Se sei riuscito a contare bene saprai quanto ci ha messo in più il suono rispetto alla luce a giungere a te, e ringraziando dio noi tutti sappiamo che il suono viaggia a circa 340 m/s circa. A questo punto il calcolo è estremamente semplice: numero di secondo per 340 m/s e avrai la distanza in metri.

E' lo stesso metodo che si usa per calcolare la distanza dei fulmini, non mi aspettavo che destasse tante difficoltà nella comprensione.

rob ha detto...

Elle ha detto:

Eh già, vero: questi ricercatori sono solo persone cattive e sadiche.
La loro non è ricerca, è solo violenza gratuita....come no....

Ma no, Elle, sono persone che amano la vita e le creature che popolano l'universo.
Anche il dott. Mengele faceva ricerca, ad Auschwitz. Ti saresti offerta come cavia da lui, per il bene della ricerca? O prenderesti il posto dei coleotteri e dei moscerini della frutta?

Elragno ha detto...

Sul quesito della tartaruga ne deserto, io ragionerei così (poi mi date il profilo psicologico però :))
Giro la tartaruga per due motivi:
1)Per farla morire e mangiarmela.
2)Per vedere se riesce a girarsi con le sue forze. Se riesce in questa impresa quasi impossibile significa che anche io nel deserto ho la speranza di riuscire a "girarmi" e sopravvivere anche quando tutto sembra perduto.

Sui coleotteri "radiocomandati" posso dire solo una cosa (come appassionato allevatore di coleotteri): è abbastanza un obbrobrio, anche se molto affascinante dal punto di vista tecnologico/medico.
Queste ricerche potrebbero essere molto utili per il progresso scientifico...ma molto probabilmente verranno utilizzate per altri scopi (bellici molto probabilmente, anche se gli insetti sono armi vietate nella lotta con armi chimiche e batteriologiche). Esattamente come per il nucleare...

Unknown ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Unknown ha detto...

Complimenti per il blog...ho appena fatto questa foto alla luna http://tinyurl.com/yfn8uvo , se fa comodo per Moonscape posso inviaterla per email

Elle ha detto...

@rob:

Anche il dott. Mengele faceva ricerca, ad Auschwitz. Ti saresti offerta come cavia da lui, per il bene della ricerca?

Solo due cose:
Primo, darò per scontato che questa frase sia ironica.
Secondo, vorrei esprimerti le mie profonde sorpresa e perplessità nel trovarmi di fronte ad una persona che, evidentemente,

ama la vita e le creature che popolano l'universo

e contemporaneamente fa ironia usando tali paragoni con tanta leggerezza.


@ElRagno:

Queste ricerche potrebbero essere molto utili per il progresso scientifico...ma molto probabilmente verranno utilizzate per altri scopi (bellici molto probabilmente, anche se gli insetti sono armi vietate nella lotta con armi chimiche e batteriologiche). Esattamente come per il nucleare...

Questo senza dubbio.
Me ne sono venute in mente un paio terribili.....veramente terribili.....
E se sono venute in mente a me, figurati che cosa è già venuto in mente a persone molto più intelligenti di me, riguardo al loro utilizzo.

Alfred Borden ha detto...

Sui coleotteri "radiocomandati" posso dire solo una cosa (come appassionato allevatore di coleotteri)

Per curiosità, che specie allevi, Elragno? Io mi limito a fotografarli per poi determinarli, però l'idea di provare ad allevarne qualcuno mi era venuta.

@Gwilbor

Ma è uno di quei quesiti di lateral thinking?

Elle ha detto...

Attendo anch'io i risultati del test sulla tartaruga :-)

E se qualcuno ha altri quesiti psicologici........

Elle ha detto...

Ah, "Mistero" di ieri sera è già online.

http://www.youtube.com/watch?v=BixtZvpND_E

Paolo Attivissimo ha detto...

Daniele,

complimenti e invidia per la foto! Sto cercando una falce di luna per la locandina, ma se comunque mi dai il permesso di usare la tua foto e me la mandi via mail, ti ringrazio: indicami anche come vuoi essere citato.

Unknown ha detto...

@elle, grazie mille per il link. Me lo sorbisco insieme ad una zuppa di fatto stasera a cena

Alfred Borden ha detto...

Che cos'è quell'alone bluastro attorno alla Luna nella foto di Daniele?

Riccardo (D.O.C.) ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Riccardo (D.O.C.) ha detto...

@ilsk:

Veramente ero io che mi interrogavo sulla formazione scolastica dell'autore di quel pezzo, perché non riuscivo a capire come qualcuno uscito da un liceo classico potesse scrivere in un italiano così sgrammaticato. Ma adesso che so di chi sei stato allievo capisco tutto.

Per quanto riguarda il metodo, invece, rientro nel mio vestito da ingegnere per dirti che a) non c'entra nulla con la misurazione della distanza dei lampi (a meno che l'aereo non esploda), e b) che è impossibile, a orecchio, valutare con una approssimazione decente la direzione di provenienza di un suono, soprattutto quando esso ha uno spettro ampio come quello dei motori di un aereo, è irradiato anisotropicamente ed è oltretutto inquinato da riflessioni multiple contro edifici, montagne e perfino, udite udite, nuvole. E' già difficilissimo, ad occhio, valutare quando l'aereo è allo zenit, figuriamoci capire quando il rumore proviene da quella direzione.

Fozzillo ha detto...

Ce l'ho una falce di Luna!

Non credo che sia "da copertina", ma è una falce.

falce di Luna

e un'altra,

Falce di Luna tra i rami

L'idea di fornire una foto mia mi piace... Mi applicherò per farne una migliore, queste erano per provare la macchina nuova.

Stupidocane ha detto...

Mmh, ho come il sospetto che quel cuscinetto ad aria che si gonfia a comando potrebbe far felice qualche geometra...

Qualsiasi riferimento a cose o geometri realmente esistenti è puramente casuale.

@ tuttiquellichecercanodirisponderealquesitodellatartaruga

mai visto Blade Runner?

Paolo Attivissimo ha detto...

Fozzillo,

sono molto belle entrambe! La falce, in particolare, è perfetta. Me le manderesti alla risoluzione originale con il permesso di usarle e con l'indicazione di come vuoi essere citato?

Grazie!

Fozzillo ha detto...

Con immenso piacere!

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

@ilsk

il giochino si può fare col fulmine e non con l'aereo

perché? vediamo un po' se riesco a spiegartelo...

secondo te il lampo, cioè la parte luminosa del fulmine, viaggia nell'aria alla stessa velocità di un aereo?... no, il lampo viaggia alla velocità della luce, 300.000 kms e l'aereo viaggia alla velocità.. dell'aereo cioè per un Boeing diciamo attorno agli 0,2 km/s

e quindi corretto affermare che questa differenza fa sì che il lampo arrivi prima del tuono e l'aereo arrivi leggermente dopo il rumore del suo motore

E' lo stesso metodo che si usa per calcolare la distanza dei fulmini, non mi aspettavo che destasse tante difficoltà nella comprensione.

a noi fa impressione che tu possa aver scritto una cosa del genere... il metodo si usa con i fulmini perché il lampo va a 300.000 km/s e il tuono a 034 km/s e quindi calcolando il tempo che intercorre fra il primo e il secondo puoi stimare la distanza

CHE CAPPERO C'ENTRA L'AEREO MALEDIZIONE!??!? :)

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

niente non riesco a postare una versione con le velocità corrette

siccome non voglio spedire per la terza volta lo stesso messaggio posto qui solo le velocità

abbiate pazienza

luce 300.000 km/s
suono 0,34 km/s
boeing 0,2 km/s

Stupidocane ha detto...

manca la velocità di propagazione del fulmine:

la scarica si propaga a scatti che si "muovono" a circa 10.000 km/sec ogni 10 microsecondi, mentre la velocità di propagazione della scarica elettrica va dai 100 km/sec ai 300 km/sec

faccio le pulci, io... stupidocane non per caso...

Fozzillo ha detto...

Il suono del fulmine non è un botto istantaneo, lo percepiamo "allungato" per una serie di motivi.

Primo perché è prodotto su tutta la lunghezza de fulmine, quindi la botta iniziale ci arriva da distanze diverse in tempi diversi.

Secondo perché il suono viene riflesso come ha spiegato Riccardo per il suono dell'aereo.

rob ha detto...

@elle:

Primo, darò per scontato che questa frase sia ironica.

No, è un tentativo di farti esprimere qualche considerazione in merito ai limiti che la ricerca deve avere, sempre se pensi che debbano essercene.

Secondo, vorrei esprimerti le mie profonde sorpresa e perplessità nel trovarmi di fronte ad una persona che, evidentemente,

ama la vita e le creature che popolano l'universo

e contemporaneamente fa ironia usando tali paragoni con tanta leggerezza.

Il problema è che non argomenti in merito. Se volevi difendere i ricercatori di coleotteri e moscerini, sto ancora aspettando i tuoi argomenti, perché sinora hai solo ironizzato e fatto supposizioni su di me. E la mia ironia è solo una risposta alla tua, quindi non dovresti lamentartene. Se vuoi una discussione seria, beh, io sto aspettando da un po' il tuo contributo.

Ilsk ha detto...

@ theDRaKKaR
come ho scritto anche sul forum a velocità dell'aereo è totalmente ininfluente, io l'aereo lo prendo in considerazione nell'istante in cui è sopra di me, tutto il resto non conta nulla. Io vedo un immagine e vedo dopo quanto tempo arriva il sonoro, punto. Se l'aereo è supersonoco o se va a 10 Km/h non cambia assolutamente nulla.
La gara non è tra l'aereo e il suono ma tra la luce riflessa dall'aereo e il suono che esso produce.

Se poi mi dite che i vostri sensi non sono abbastanza sensibili vi posso anche dare ragione, ma se vi munite di una telecamera e di un buon registratore i dati diventano molto più accurati e precisi.
Analizzando il video potrete vedere l'aereo allo zenit quando appare più grande, analizzando il sonoro potrete stipulare quando il suono è più intenso, anche senza disporre di software tanto sofisticati.

Willy ha detto...

Meglio ancora un telemetro.
Chi mi finanzia per l'acquisto di almeno un paio di telemetri?

Unknown ha detto...

ilsk,
non c'è maniera di distinguere il rumore dell'aereo prima che arrivi allo zenit (se mai ci arrivasse, comunque), da quello che arriva dopo, figuriamoci capire esattamente il rumore sullo zenit. Non è invece dannatamente più semplice fare una banale fotografia all'aereo e proporzionare la lunghezza, o l'apertura alare? boh. Benedetto senso pratico, che fine hai fatto..

Riccardo (D.O.C.) ha detto...

@ ilsk

No, accidenti, no e poi no! Anche così (prima avevi detto un'altra cosa) è sbagliato. Capito? SBA-GLIA-TO! Non è vero che il rumore percepito è massimo quando l'aereo è alla distanza minima. Punto. Se non ci credi cerca i diagrammi di rumorosità degli aerei, fa' i conti con l'attenuazione, modellizza l'eco e vedrai se non è vero.
La cosa divertente è che, così com'è descritto, questo metodo sbaglia sempre per eccesso, cioè fornisce distanze maggiori della realtà. Se lo scopre zret ti scomunica.

Elle ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Elle ha detto...

@elle:

Primo, darò per scontato che questa frase sia ironica.

No, è un tentativo di farti esprimere qualche considerazione in merito ai limiti che la ricerca deve avere, sempre se pensi che debbano essercene.

Secondo, vorrei esprimerti le mie profonde sorpresa e perplessità nel trovarmi di fronte ad una persona che, evidentemente,

ama la vita e le creature che popolano l'universo

e contemporaneamente fa ironia usando tali paragoni con tanta leggerezza.

Il problema è che non argomenti in merito. Se volevi difendere i ricercatori di coleotteri e moscerini, sto ancora aspettando i tuoi argomenti, perché sinora hai solo ironizzato e fatto supposizioni su di me. E la mia ironia è solo una risposta alla tua, quindi non dovresti lamentartene. Se vuoi una discussione seria, beh, io sto aspettando da un po' il tuo contributo.


Mi è piaciuta la tua risposta.
Si, da semplice spettatrice non addetta ai lavori mi sento di difendere i ricercatori che violano in quel modo degli esseri viventi, indipendentemente dal fatto che tali esseri abbiano o meno le capacità neurologiche di soffrire e di rendersi conto di ciò che succede loro.

Perchè quella violazione così profonda non è gratuita e, "purtroppo", viene fatta su animali (comunque la legge impone di limitare al massimo le loro sofferenze) proprio perchè, per umanamente sacri ed intoccabili principi etici, non è possibile esercitarla sugli appartenenti alla specie Homo Sapiens.

Lascio stare il discorso sulle applicazioni: è una storia a parte.

Per quanto riguarda la roboetica: immagino che uno dei primi problemi da porsi sia stabilire se se è lecito trattare singole cellule viventi (o interi organismi) alla stregua di componenti elettronici.

Tenuto conto di quanto detto prima e per quel (poco) che so, non ci vedo nulla di sbagliato.

Elragno ha detto...

@Alfred Borden:
Allevo come coleotteri: Dorcus parallelepipedus, Carabus intricatus (nostrani)ed Eudicella euthalia (esotiche).
Poi insetti stecco (Extatosoma tiaratum) e poi principalmente ragni (nostrani in prevalenza, data una legge ingiusta e inapplicabile...).

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

La gara non è tra l'aereo e il suono ma tra la luce riflessa dall'aereo e il suono che esso produce.

ascolta.. il discorso del fulmine ti confonde: lì si tratta di un evento che produce in un dato istante due "cose", luce e suono che uno dopo l'altro arrivano all'osservatore.

L'aereo invece è un OGGETTO IN MOVIMENTO CHE PRODUCE VIBRAZIONI CIOÈ SUONO IN CONTINUAZIONE

L'onda sonora parte dall'aereo e lo supera arrivando a te prima di esso e così tutte le onde prodotte dall'aereo fino a che l'aereo non arriva al tuo zenit: la frequenza "di arrivo" è così sempre più alta sempre più alta sempre più alta e poi appena ti passa sempre più bassa sempre più bassa sempre più bassa. Riesci a immaginarlo? Tu senti prima un rombo sempre più alto e poi un rombo sempre più basso. Proprio come con la famosa e paradigmatica ambulanza.

Quindi l'unica cosa che riesci a "calcolare" è se l'aereo si sta avvicinando o allontanando: se il suo cresce in altezza, si fa più "acuto" l'aereo viene verso di te, altrimenti si allontana (per semplicità non consideriamo il fatto che l'aereo oltre a venire verso di te è più in alto di te, quindi le onde ti arrivano anche in diagonale, e stabiliamo che l'aereo non ha movimento verso l'alto e il basso, perché il risultato cambierebbe di poco ed è inutile ai fini della comprensione della dinamica).

Capisci? Non c'è un momento di produzione del suono e un arrivo di aereo e suono, ma una produzione continua di rombo e "aereo in avvicinamento".

Ancora, possiamo immaginare due cose: un aereo non supersonico il cui motore fa un bang in un dato momento e un aereo supersonico il cui motore fa bang in un dato momento.

Nel primo caso poiché le velocità sono quasi simili percepiresti il bang virtualmente in contemporanea all'aereo (in realtà arriverebbe prima il bang ma si tratterebbe veramente di una cosa non percettibile): non riusciresti minimamente a capire a che distanza è l'aereo. Nel secondo caso ponendo l'aereo a Mach 2 tu percepiresti il bang dopo aver visto l'aereo produrlo (vedi l'aereo nel momento del bang ma il bang ti arriva dopo, anche lì non immaginarti chissà che distanze temporali): forse con strumenti sofisticati potresti valutare la distanza... ma insomma..
Solo la velocità della luce ci fa apprezzare ben bene questo scarto, ed è proprio il caso del lampo e del tuono.

E se per ipotesi il lampo producesse rumore PER TUTTO IL TRAGITTO VERSO L'OSSERVATORE così come fa l'aereo? beh succederebbe una cosa pazzesca... dopo un tot di tempo dall'arrivo del lampo le onde sonore arriverebbero tutte assieme all'osservatore con un boato spaventoso, inimmaginabile...

come vedi ho cercato di farti capire che le due cose sono molto diverse, spero di averti almeno messo sulla buona strada, non sono un gran divulgatore...

rob ha detto...

@ elle,

ma come fai a citarmi nella risposta? Io copio e incollo, ma viene male.

Ho capito cosa intendi. La mia posizione è questa: la ricerca, sacrosanta, non vale la vita e nemmeno la sofferenza di un moscerino. Non va bene nemmeno ferire la sua dignità di essere vivente. I "sacri e intoccabili principi etici" che giustamente richiami andrebbero applicati anche a tutti gli animali, non solo agli uomini. Questo è il mondo che vorrei. Una volta non esistevano nemmeno i diritti umani, poi con grande fatica e tra mille resistenze sono entrati nel patrimonio culturale di quasi tutte le nazioni, speriamo per restarci. Il passo successivo è il riconoscere gli stessi diritti agli animali.

Credo che troppo poco sforzo si faccia, in generale, per ricercare e sfruttare forme alternative di ricerca che non comportino l'uso di animali. Penso che le possibilità di ricerca produttiva ci sarebbero comunque.

Vorrei aggiungere anche che io non dormirei bene se fossi uno di quei ricercatori.

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

manca la velocità di propagazione del fulmine:

la scarica si propaga a scatti che si "muovono" a circa 10.000 km/sec ogni 10 microsecondi, mentre la velocità di propagazione della scarica elettrica va dai 100 km/sec ai 300 km/sec


be' caspita se fai le pulci! comunque ai fini dell'"arrivo" della luce all'osservatore il fatto che magari la scarica si sta muovendo verso di noi (che culo) è ininfluente perché non si somma, giacché il fotone non può andare più veloce di 300000 km/s

invece velocità dell'aereo e velocità del suono prodotto dall'aereo si sommano (o sottraggono) allegramente, cosa che ilsk non ha neanche considerato :(

Alfred Borden ha detto...

@Elragno

Bellissimi. Prima o poi dovrò provare pure io e seguirne l'intero ciclo vitale.

Willy ha detto...

@Elragno,
[mi pare di averti già fatto questa domanda, ma non mi ricordo la risposta]

perché non posti qualche foto dei tuoi animaletti?
Son curioso di vedere come si allevano "cuccioli" di questo tipo ;)

Stupidocane ha detto...

Riguardo la velocità di propagazione del fulmine, era una boutade, nata però da una considerazione veramente al limite della sega mentale. Senti un po':

L'influenza che può avere la velocità di propagazione del fulmine giustamente non quantifica in nessun modo la differenza di tempo nella percezione del lampo. Infatti il lampo, che si propaga alle velocità (da me reperite sul web, non sono un fulminologo) è comunque un'emissione di radiazione luminosa, sia nell'intervallo 0/1 microsecondo (quando il fulmine è "corto") che nell'intervallo temporale di estensione massima. Quindi bisognerebbe poter misurare l'intensità luminosa massima per poter definire il lampo come "lo spazio-tempo necessario perchè il lampo stesso raggiunga la massima luminosità". Di li la misurazione del tempo dalla massima luminosità percepita e la conseguente onda sonica derivante. Che a sua volta non è un botto secco, ma un crepitìo che copia la propagazione elettrico-luminosa del fulmine, quindi la differenza tra l'inizio del tuono e la sua fine ecc... ecc... a questo punto mi sono dato uno schiaffo da solo.

Eeh?! Non male come prova di onanismo cerebrale, o no? :-D

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

sai che se lo legge ilsk siamo rovinati? chissà cosa ci tira fuori :-)

PS dalla parola "Quindi" non riesco più a seguire il "ragionamento". Ma non sono andato troppo male, vero?..
PPS non darteli troppo forte gli schiaffi, sii clemente con te stesso ^___^

Elle ha detto...

@ elle,

ma come fai a citarmi nella risposta? Io copio e incollo, ma viene male.


Uso un paio di tag Html: fai copia-incolla e poi, per fare il corsivo, scrivi <@i@> all'inizio e <@/@i@> alla fine del testo.
(riporta i caratteri senza le chiocciole: le ho messe perchè sennò vedresti le parole "all'inizio e" scritte in corsivo).
Se cerchi su internet "tag html" ne trovi moltissimi.

Ho capito cosa intendi. La mia posizione è questa: la ricerca, sacrosanta, non vale la vita e nemmeno la sofferenza di un moscerino. Non va bene nemmeno ferire la sua dignità di essere vivente. I "sacri e intoccabili principi etici" che giustamente richiami andrebbero applicati anche a tutti gli animali, non solo agli uomini. Questo è il mondo che vorrei. Una volta non esistevano nemmeno i diritti umani, poi con grande fatica e tra mille resistenze sono entrati nel patrimonio culturale di quasi tutte le nazioni, speriamo per restarci. Il passo successivo è il riconoscere gli stessi diritti agli animali.

Posso capire la tua visione del mondo e le tue speranze ma temo proprio, rob, che queste verranno messe a durissima prova dalla realtà in cui viviamo e perdona il mio cinismo: i diritti umani sono oggi molto di moda e patrimonio culturale sulla carta.
In questa situazione comunque privilegiata in cui si vive bene, ci si è arrivati proprio grazie al benessere generato dal progresso (culturale e scientifico) che ha reso, in genere, obsoleto l'uso dell'uomo come bestia da soma.

L'idea di estendere i diritti umani agli animali....io non la capisco. :-)
Ma anche se accadesse, non reggerebbe a lungo: attualmente è ancora difficile garantirli agli stessi uomini, figurati agli animali........

Credo che troppo poco sforzo si faccia, in generale, per ricercare e sfruttare forme alternative di ricerca che non comportino l'uso di animali. Penso che le possibilità di ricerca produttiva ci sarebbero comunque.

Ho sentito anch'io che c'è un dibattito al riguardo.
Il problema è che gli animali saranno difficilmente sostituibili e per trovare alternative.....bisogna appunto fare ricerca.

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

L'idea di estendere i diritti umani agli animali....io non la capisco. :-)

effettivamente riconoscere gli stessi diritti che ha l'uomo (occidentale) agli animali non ha senso..

però gli animali hanno il diritto di venire essere uccisi o feriti solo se realmente necessario

cosa voglio dire?

uccidere un cane per divertimento è moralmente accettabile? ovviamente no

uccidere un maiale per farne cibo? lo è (nota: ci sono minoranze che pensano che non lo sia, ma non importa: ci sono minoranze che pensano che uccidere un animale per divertimento sia accettabile)

allora la questione è una questione etica

in questo case era eticamente accettabile seviziare coleotteri per sperimentare l'apparecchiatura?

Pax ha detto...

@Tutti... ma anche no. :-D

Chtulu? State attenti che Nyarlathotep sta per arrivare e con lui tutti gli altri dei esterni!

Cmq...

Perche' non puo' essere invece che i Pink Floyd (rimasti) stiano facendo le prove del loro nuovo palco? Sapete sul "lato oscuro della luna"... In fondo con tutti i soldi che hanno questo e' assolutamente possibile.

E poi, come ha portato all'attenzione qualcuno, ma che abbiamo di cosi' speciale che invoglia questi alieni ad invaderci?

L'unica cosa plausibile e' l'ACQUA! Come nella serie originale di "Visitors".

Ma con tanti pianeti da terraformare, da vandalizzare, ma propio a noi vogliono rompere le scatole? :-D

Mah...

Vabbe'...

Io la butto li', ma non e' che questo concetto del "arrivano gli alieni" salta fuori da una inconscia cognizione umano-centrica dell'universo?

Cheers

Pax ha detto...

@Drakkar

Pensi che seviziare i politici corrotti sia moralmente accettabile? :-D

Unknown ha detto...

L'idea di estendere alcuni diritti agli animali si chiama "postspecismo" e non è un'idea balzana. Viene dalla semplice considerazione che la dignità che attribuiamo ad ogni forma di vita è ragionevolmente proporzionale alla capacità che attribuiamo a quella forma di vita di soffrire e far soffrire. Del resto considerare soltanto la specie umana degna di dignità (perdonate il gioco di parole) è un'assunzione altrettanto priva di fondamento, se si eliminano alcune credenze religiose.

Stupidocane ha detto...

@ drakkar sui "ragionamenti"

Tralasciando quanto da me scritto, mi rendo sempre più conto come sia difficile spiegare un concetto fisico-matematico con il linguaggio naturale.

Per far capire ciò che ho scritto avrei dovuto usare un linguaggio più tecnico, matematico appunto, attraverso il quale semplificare i concetti.

Fossi stato matematico lo avrebbi faciuto ma non lo fotti. Quindi scappellotti come piovesse...

Fossi figo, fossi figooo (EELST docet)

Elle ha detto...

@Stupidocane:

Seratinava e patti e pipistrani sfarfagliando succhievano i tresetti, sbufulavano tutti i baffigiani, e stralunavan druci fra vottetti.

Stupidocane ha detto...

Oh, beh, per quel che vale...

S'era a cocce e i ligli tarri
girtrellavan nel pischetto,
tutti losci i cencinarri
suffuggiavan longe stetto.

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

ma cosa?!

Stupidocane ha detto...

Colpa d'Elle che tostè
startossi la balfurda
mento gli onti della bella
che guatasti non per urna

Elle ha detto...

"Guardati, figlio mio, dal Giabbervocco,
che t'azzanna e t'artiglia atrocemente!
Attento pure al notturnino Allocco
e al Bandersmacco iroso, parimente".

Elle ha detto...

Cambiando argomento:

Quando, talor frattanto,
forse sebben così,
giammai piuttosto alquanto,
come perché bensì.

Ecco repente altronde,
quasi eziandio perciò,
anzi altresì laonde
purtroppo, invan però.

Ma se perfin mediante
quantunque attesoché
ahi! sempre nonostante,
conciossiacosaché.

rob ha detto...

Elle,

cosa saremmo senza i sogni? Come si farebbe, senza, a immaginare un mondo diverso, migliore? Accettare la realtà così com'è, senza nemmeno dire come la si vorrebbe non significa, alla fine, diventarne complici?

So' L'enigmista ha detto...

!?!?!?!?!?!?

Turz ha detto...

Perché state scrivendo queste cose perifrastiche come se fosse antani?

Mi si segua, nell'iperpiano ma anche ottana di baliatico. Pregasi non spolverare oltreclacsonato alla direttrice, nonché codesti qualsivoglia, traviando intorno a antipodi avvertinte su un nonnulla in affondo, quasi a palatarsi scandimente come fosse una cosetta per tre. Ma in seguito... la mi riposa a sinistra come sa. Sempre droppato!

Stupidocane ha detto...

Qui starta scrimessa in neolingua.
Socing bisplusapprova.

So' L'enigmista ha detto...

Ah, la supercazzola... ho sempre sognato di saperla fare come Tognazzi!

Elragno ha detto...

Per chi mi ha chiesto le foto, queste sono di alcuni dei miei animali (le foto fanno davvero schifo, sono fatte con il cellulare):
http://img266.imageshack.us/gal.php?g=abcd0017g.jpg
http://img408.imageshack.us/gal.php?g=abcd0009g.jpg
Moolto nerd!

Willy ha detto...

Elragno:
Per chi mi ha chiesto le foto...

Eccomi, eccomi :D
Grazie per aver nutrito la mia curiosità morbosa.
Belli i ragnetti pelosi (anche se di quelle dimensioni mi fanno un po' paura)!
Io intorno casa invece ho un sacco di questi.

Ecco! 5 minuti per caricarla e mi son dimenticato di eliminare il watermark :(


PS: Visto che di "scarafaggi" te ne intendi: che ne pensi dell'imminente estinzione dello Stercorarius Sanremesis?

Elragno ha detto...

@ Willy:
Quelli dovrebbero essere dei bellissimi Lucanus cervus, i famosi cervi volanti. E' una specie protetta nel nostro paese dato che lo sviluppo delle larve avviene dopo anni dentro legno di quercia marcescente.
Quello della foto dovrebbe essere un maschio. Si riconosce dalle "chele" che vengono usate sia contro gli altri maschi per il possesso di femmine, territorio ecc, sia contro le femmine durante l'accoppiamento (alcuni maschi troppo irruenti possono anche tranciare le femmine a metà!).

Elle ha detto...

@rob:

Lo so che senza sogni non si vive.
Lo so benissimo.

Quando è possibile realizzarli, beh, ci si può provare :-)
Altrimenti.....meglio tenerli per sè. :-)