Cerca nel blog

2009/02/13

Antibufala: bicarbonato per curare il cancro

Oncologi tutti a casa: il cancro si batte col bicarbonato


L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. Vignetta di Moise, pubblicata inizialmente su AFNews e ripubblicata qui per gentile concessione dell'autore.

Su Giornalettismo.com è uscito un articolo che mi ha lasciato incredulo quando mi è stato segnalato: poi ho verificato la realtà dei fatti descritti e mi sono dovuto arrendere all'evidenza dello squallore. C'è chi sostiene che per debellare il cancro basta usare il bicarbonato e addirittura presenta in video un caso di guarigione avvenuta con questo metodo.

Certo, chi lo sostiene è Massimo Mazzucco, che non solo non è un oncologo (è un fotografo e occasionale regista) ma è noto per il suo sostegno ad altre teorie eccentriche come le scie chimiche, la negazione dello sbarco sulla Luna, l'ufologia e le teorie di complotto intorno all'11 settembre. Ne ho dimenticata qualcuna? Ah, sì: la Terra cava (noi vivremmo sulla superficie interna di una sfera che contiene l'intero universo; googlate "concezione endosferica" e piangete). Ma molta gente che s'imbatte in questo suo video non sa quale genere di idee sponsorizza il suo autore e di fronte all'impatto emotivo di una testimonianza visiva può convincersi di essere di fronte a una rivoluzione medica, soppressa dai grandi interessi delle società farmaceutiche.

Se poi viene a sapere dal video che la terapia col bicarbonato è addirittura consigliata da un medico, Tullio Simoncini, l'opera di persuasione diventa ancora più forte.

Ora, finché si vuole speculare sullo sbarco sulla Luna o sui morti dell'11 settembre o vendere film di ufologia, pazienza; ma giocare con la disperazione di chi è colpito dal cancro o di chi vede un suo familiare subire questa malattia è troppo.

Perché di gioco si tratta: un gioco squallido e pericoloso. Per fortuna è condotto dilettantescamente da chi vorrebbe far pagare agli altri il prezzo dei propri deliri. John B, il debunker di Giornalettismo.com, analizza il filmato nella versione ad alta risoluzione e scopre che sono addirittura i documenti presentati in video a sostegno della terapia del bicarbonato a sbufalare la testimone, una certa Lorna del Queensland, in Australia.

Lorna non ha affatto mollato la terapia medica convenzionale, come invece dichiara nel video, ma ha subito un intervento chirurgico denominato TURBT: la resezione transuretrale del tumore alla vescica che le era stato diagnosticato. Altro che bicarbonato. Questo dettaglio cruciale non si vede nella versione a bassa risoluzione del video, ma si legge chiaramente in quella ad alta risoluzione a 14 secondi dall'inizio:



Anche se la nostra attenzione viene sviata dalle parole evidenziate da Mazzucco, leggiamo la prima riga dattiloscritta: "...today after her TURBT last week. She tolerated the procedure well". In altre parole, si è fatta operare secondo una procedura chirurgica assolutamente tradizionale e convenzionale, di cui può non essersi accorta per via della sua natura microinvasiva (si passa dall'uretra, senza quindi aprire il paziente).

Il video si sbufala da solo, insomma: ma quanti se ne accorgerebbero, specialmente guardando la versione a bassa risoluzione, in cui le parole sono illeggibili?

E Simoncini? Condannato per omicidio colposo e truffa aggravata e radiato dall'albo per aver somministrato acqua e bicarbonato a due malati di cancro, facendo spendere 7500 euro a testa, e per aver prodotto una letale lacerazione dell'intestino a un paziente iniettando il suo cocktail nella massa tumorale. E' convinto che il cancro sia un fungo.


2009/02/15


Dai commenti alla prima stesura di quest'articolo è emerso il ruolo importantissimo di un utente medico, WeWee, nello sbufalamento della vicenda. La sua discussione con gli utenti di Luogocomune.net e Massimo Mazzucco è pubblicata qui ed è molto educativa sia sulla vicenda medica descritta, sia sul modo di comportarsi di Mazzucco quando viene colto a pubblicare una bufala.


2009/02/18


Ecco le scansioni dei documenti medici mostrati nel video di Mazzucco. Sono tratte da Luogocomune.net, rispettivamente qui e qui, e sono cliccabili per ingrandirle.





A questo punto la menzogna è purtroppo ineludibile.

231 commenti:

«Meno recenti   ‹Vecchi   201 – 231 di 231
Federica ha detto...

Dover bannare chi mette in dubbio la cura è sintomatico di quanto la cura funzioni: se avessero delle prove oggettive, invece di bannarti, te le sbatterebbero in faccia.
Ma non le hanno e possono solo bannare.

Passi il truffatore, ma chi gli va dietro queste cose non le nota? Mi cadono davvero le braccia...

Gianni Comoretto ha detto...

Su libertà di espressione, cura, ecc.
Io sostengo che investendo soldi nel mio metodo per i numeri del lotto si può guadagnare. Presento il mio metodo a congressi di matematici alternativi (quelli legati alla matematica "ufficiale" mi ridono in faccia), faccio un blog, ecc. Sto esercitando il mio diritto di libera espressione, esponendomi al rischio di venir dileggiato da chi esercita il suo.

Vendo il mio metodo in un'apposita rivista (incidentalmente, le edicole ne son piene), o intervengo in "Lotto alle otto" (c'è ancora?). Sto truffando la gente, magari in buona fede, visto che 1) gli vendo qualcosa che si sa che non può funzionare e 2) li induco a spendere un sacco di soldi in qualcosa che non funziona come dico io. (forse i truffatori suddetti non vengono perseguiti perché chi ci guadagna, in ultima analisi, è chi dovrebbe perseguire?)

Io posso decidere liberamente di giocare al lotto. Posso farlo per divertirmi, o perché penso (a torto o a ragione) che l'investimento di una cifra insignificante valga la probabilità di diventar ricco. Ma se lo faccio credendo al tipo, sto esercitando male la mia libertà: faccio qualcosa che è dimostratamente contro i miei interessi, e lo faccio perché qualcuno mi ha imbrogliato.

Se poi mi gioco la casa sui ritardatari be', l'ignoranza è oggettivamente pericolosa. Il premio Darwin esiste per questo. Occorre mettere dei paletti per impedire alla gente ignorante (lo siamo tutti, non è un insulto) di farsi male maneggiando cose che non conosce, ma si tratta di un difficilissimo equilibrio tra libertà e tutela.

SirEdward ha detto...

Basterebbe guardare l'elenco delle persone bannate nell'ultimo anno da LuogoComune per capire che razza di fogna intellettuale e rifugio per sciamannati di tutti i tipi sia realmente quel posto.

Leetah ha detto...

Mi sono seguita tutta la discussione WeWee-Mazzucco su LC.

Praticamente la logica è "Chiunque ci accusi di oscurantismo verrà oscurato!"

Che coerenza.

WeWee, aspetto il tuo sito. Continua così.

brain_use ha detto...

Rapidissima (ma molto importante) segnalazione.
WeWee ha appena aperto un blog destinato a (cito) mettere in guardia tutti da chi approfitta del dolore del prossimo:
http://medbunker.blogspot.com/

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

WeWee ti metto a disposizione, in caso di necessità, la mia limitatissima esperienza tecnica informatica

contattami se vuoi all'indirizzo e-mail presente nel mio profilo

G. Paolo Vanoli ha detto...

Per favore, anche se il video di Mazzucco non e' stato preciso nel fornire i dati, visionate questo video - qui e' un medico italiano che NON ha fatto la Chemio ed ha al contrario effettuato da solo, la terapia consigliata dal dott. T. Simoncini
http://www.curenaturalicancro.org/base_schermo_grande_testimonianza_dottore.htm
Riflettete prima di scrivere accuse, o affermazioni NON ben controllate.
Buona visione.
Il webmaster di: http://www.mednat.org

Emanuele Ciriachi ha detto...

Signor GPaolo, non è corretto dire che facciamo "accuse non controllate": la nostra accusa è che sono le affermazioni di Simoncini a non essere controllate seriamente e scientificamente, e fino a quando non saranno suffragate da sperimentazioni e modelli scientifici seri questa bizzarra ipotesi non avrà la dignità di una teoria scientifica.


Fine risposta formale, inizio risposta concreta: ma come si fa dire che il cancro è un "fungo"?!?! Perché truffatori del genere hanno ancora la libertà di diffondere le proprie menzogne?!

Emanuele Ciriachi ha detto...

SirEdward: la definizione di LuogoComune come fogna intellettuale è decisamente calzante e veritiera.

Thhh ha detto...

riesumo giusto per segnalare che WeWee ha aperto il blog da un po' di tempo ;)

http://medbunker.blogspot.com

e se potete, divulgate!

Unknown ha detto...

andrò fuori dal coro ma..
1- simoncini era un oncologo e sicuramente non aveva bisogno di soldi (anzi la sua vita è rovinata ma lui continua con successo a tenere conferenze internazionali...
2 - ci sono molte testimonianze di gente che è guarita (sia a mi manda rai3 che a striscia non sono state mostrate) vedere su you tube.
3 - perchè non è stata accolta la richiesta di sperimentazione avvovata da Simoncini?
4 - i risultati ottenuti da Simoncini sono di gran lunga superiori a qualsiasi cura tradizionale
5 - perchè considerare Striscia e MI manda rai 3 come la bocca della verità? ( ed in questo includo questo sito: informarsi su tutto prima di decidere cosa è vero e cosa è falso..non è una critica al sito..)
6 - chiedete ad un oncologo: se lei fosse malato di cancro si sottoporrebbe alla chemioterapia?
7 - Attivissimo neanche tu sei un oncologo...

brain_use ha detto...

@samuele:

Non è questione di coro.
E' questione di credibilità:
http://medbunker.blogspot.com/

Daniele Giampaoli ha detto...

Ma il bello è che credete di mettere logica e buon senso nei vostri ragionamenti. Prima di parlare bisognerebbe toccare con mano.. Tutto il resto sono solo parole!

Pablo ha detto...

Scusate, anche se la discussione è un po' vecchiotta ho appena letto questa notizia sul sito di Repubblica che sembra aprire la possibiltà di un vero ruolo anche del bicarbonato (incredibilmente somministrato pure per bocca) nella cura di certi tumori.

Non voglio certo dire che Simoncini avesse ragione, ma mi piacerebbe stimolare nuovamente la discussione e sentire i pareri autorevoli di Paolo e dei commentatori del blog.

AranciaMeccanica ha detto...

SIMONCINI AVEVA RAGIONE:

www.repubblica.it/salute/ricerca/2010/09/27/news/cancro_una_molecola_spegne_i_geni_responsabili_della_crescita_delle_cellule_cancerose-7490226/

"Una molecola disorienta il cancro". E sulle terapie si punta ora
sugli antiacidi.
È in grado - sono le conclusioni di uno studio pubblicato su Nature -
di far ignorare ai geni del tumore il loro "manuale di istruzioni
interne". Arginando così la diffusione della malattia. Ma sul fronte
della ricerca non è tutto. In Italia sono partiti i primi due trial
clinici per sostituire i chemioterapici con i farmaci per l'acidità
di stomaco.

ROMA - La ricerca guarda al tumore e continua a cercare possibili
alterazioni genetiche in grado di originare il cancro. E a pensare a
farmaci che, individuando queste modificazioni, interrompano la
malattia. L'ultima novità in questo campo arriva da Nature: un gruppo
di studiosi americani ha creato in laboratorio una molecola che,
riuscendo a far ignorare ai geni del cancro il loro 'manuale di
istruzioni interne', blocca la proliferazione delle cellule cancerose.
Ma non è tutto, sul fronte della ricerca farmacologica dall'Istituto
superiore di sanità arriva una notizia: i farmaci antiacidità, gli
inibitori della pompa protonica e persino il bicarbonato, potrebbero
sostituire la chemioterapia.

Paolo Attivissimo ha detto...

SIMONCINI AVEVA RAGIONE

OK, allora dimostrami che ci credi veramente. Mi auguro che non ti capiti, ma se ti verrà il cancro, rifiuta la medicina brutta e cattiva e fatti curare da Simoncini.

brain_use ha detto...

SIMONCINI AVEVA RAGIONE

Ma anche no...

Siccome io non sono un medico, non mi permetto di sproloquiare di medicina ma mi limito a citare:

L'ISS non sperimenta il bicarbonato. Lo hanno sperimentato due anni fa in Arizona e non ha avuto nessun effetto su nessun tipo di tumore (tranne la diminuzione del numero di metastasi in alcuni tipi di tumore) per azione sul pH. Lo studio è... questo: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19276390 e ne avevo già parlato un anno e mezzo... fa sul mio blog. Qui: http://medbunker.blogspot.com/2009/03/il-cancro-e-un-fungo_23.html

Su Repubblica si riferiscono a questo (e comunque non alla candida nè alle teorie di Simoncini).

In ogni caso l'articolo di Repubblica si riferisce a due trial di inibitori protronici che mirano ad alcalinizzare l'ambiente attorno al tumore, la candida non c'entra nulla, anzi, questo studio smentisce Simoncini (e poi è sovvenzionato dal NCI, quindi ufficialissimo, che non si dica che ci sono "cure nascoste").

Tratto da:
http://www.facebook.com/group.php?gid=186469975060#!/group.php?gid=186469975060&v=wall

Unknown ha detto...

Tanto per chiarirci:
http://medbunker.blogspot.com/2009/02/simoncini-il-cancro-e-un-fungo.html?showComment=1285681716921#c6819879306163567320

Ciao
VB

Salvo Di Grazia ha detto...

Questa storia del "Simoncini aveva ragione" è arrivata in ritardo di quasi due anni, visto che lo studio che dimostrerebbe che Simoncini aveva visto giusto è uscito a marzo 2009.

In realtà lo studio al quale si riferisce l'articolo di Repubblica non ha nulla a che vedere con la candida ed in ogni caso, pur con qualche effetto (su cavie) su metastasi di alcuni tumori, sul tumore principale non ha avuto nessun effetto. Ne avevo già parlato a suo tempo (marzo 2009) sul mio blog.

Ma la notizia merita qualche chiarimento effettivamente. Nei prossimi giorni lo farò.

Seven ha detto...

Ciao Paolo, mi è appena arriata una catena (in lingua portoghese) intitolata "CÃNCER E BICARBONATO DE SODIO- SERÁ VERDADE?"
Ti interessa il testo?

Paolo Attivissimo ha detto...

Seven,

Ti interessa il testo?

No, grazie, per ora no.

David P. ha detto...

Ora capisco perché non ti seguo più.
Capisco che quando si é controcorrente si viene subito etichettati come complottisti. Troppo facile.
Meno facile é cercare di approfondire, di comprendere meglio, di andare al di là di semplici critiche, soprattutto quando a farlo é un "Paolo Attivissimo" che di cancro non sa un bel tubo e che si permette di "etichettare" come cialtroni personaggi dei quali non conosce nemmeno a fondo le teorie.
Io ho una persona cara che ha un tumore e ne ho avuta una che é morta.
Voglio sperare che ci siano cure alternative alla chemio o alla radio che ti distruggono per poi "a volte" risollevarti a malapena.
Quindi io non mi limito a sputare su chi cerca nuove risposte, ma cerco di comprenderle, di studiarle.
Qui ci vorrebbe più umiltà e più capacità di essere "open mind" non a priori.
Arrivederci.

Vittorio ha detto...

@ David P.
Mi dispiace per i tuoi familiari, e mi dispiace che la cosa ti mini un pensiero che possa essere libero da false speranze. Io so per lavoro (li vedo ogni giorno) come sono i malati di tumore, io sento i loro discorsi, vedo ciò che sperano e ciò che provano. Purtroppo (e ti posso assicurare che nessuno è pagato da Big Pharma o quel che credono) al momento al di fuori di chemio e radio per alcuni tipi di tumore altro non c'è. Il vero problema è che tutti pensano che sia la radio o la chemio a distruggerti. Sì, in effetti sono invasive, ma se uno non le facesse starebbe ancora peggio. L'alternativa non esiste, i vari Simoncini, Hamer e simili non fanno altro che spillare soldi, non esistono le "guarigioni" fatte da queste persone. Non c'è uno straccio di prova o di cartella clinica (che non sia "guarda caso" persa nel trasloco) che dimostri una ed una sola guarigione. Anzi, questi scientemente (a mio giudizio) si approfittano di chi sta male.
Non voglio assolutamente difendere Paolo (che sa benissimo ed in maniera molto migliore di me difendersi da solo), ma da lavoratore del settore Medicina ti dico non farti menare in giro, cerca di restare freddo e ragionare come si deve senza farti spillare denaro per poi perdere comunque chi vuoi bene.

Didodebunk ha detto...

Come bisogna comportarsi di fronte ad una che dice di essersi tolta il cancro col bicarbonato ?
Che tipo di documentazioni mediche dovrei chiedergli ?

leonida ha detto...

Bicarbonato di sodio e il cancro - Al via la sperimentazione in Arizona :http://ilupidieinstein.blogspot.it/2012/05/bicarbonato-di-sodio-e-il-cancro-al-via.html#more
Bicarbonato di sodio e il cancro - Al via la sperimentazione in Arizona
By Fabio on 11.05.12 12:09 | Permalink | Comments (0)
Posted by Mark Sircus - Director on 02 May 2012 | Filed under Medicine Il Dr. Mark Pagel, membro dell’University of Arizona Cancer Center, riceverà 2 milioni di dollari come sovvenzione da parte del National Institutes of Health per studiare l'efficacia della terapia personalizzata con bicarbonato di sodio per il trattamento del cancro al seno. In altre parole, la sperimentazione clinica sull'uso di bicarbonato di sodio per via orale nei trattamenti contro il cancro al seno sta per cominciare! [1]

Paolo Attivissimo ha detto...

Leonida,

se tu avessi letto le cose che linki, avresti scoperto due cose interessanti.

La prima è che i tuoi link parlano di uso del bicarbonato come coadiuvante delle terapie anticancro standard. Non dicono che il cancro si cura con il bicarbonato. Anzi, mettono in guardia contro il sovradosaggio. Dando per buone le tue fonti: "Drinking baking soda has been proven to reduce or eliminate the spread of breast cancer to the lungs, brain and bone, but too much baking soda can also damage normal organs."

La seconda è che la sperimentazione che citi serve ad aiutare i medici a misurare l'acidità del tumore, non a sostituire col bicarbonato le cure convenzionali. Non c'è nessun accenno al cancro causato da funghi, come afferma Simoncini.

In altre parole, non c'entra nulla con il metodo Simoncini e in generale con la presunta "cura" del cancro con iniezioni di bicarbonato.

leonida ha detto...

“ha dimostrato di ridurre o eliminare la diffusione del cancro al seno, ai polmoni, cervello e ossa, ma troppo bicarbonato di sodio può anche danneggiare gli organi normali".
Premetto che i link che ho postato non sono di mia proprietà, cosciente che dal “cibo ai farmaci”, tutti gli esseri viventi animali e vegetali di questo pianeta soffrono per i “sovradosaggi”(anche l’ossigeno elemento indispensabile sovra dosato diventa tossico con risultati letali). Vedo comunque un filo apparentemente sottile dal semplice nome “Bicarbonato di sodio” che lega il “metodo Simoncini” alla sperimentazione del “Dr Mark Pagel”.
Distinti saluti

Epsilon ha detto...

leonida dixit:
"Vedo comunque un filo apparentemente sottile dal semplice nome “Bicarbonato di sodio” che lega il “metodo Simoncini” alla sperimentazione del “Dr Mark Pagel”."

Io, ad esempio, vedo un filo apparentemente sottile dal semplice nome di "Nitroglicerina" che lega la cura dell'angina pectoris con le esplosioni in cava.
Quindi?!?

Stupidocane ha detto...

Anch'io vedo un filo molto sottile che... non... non riesco... a togliere... da davanti agli occhi... MANNAGGIA ALLE RAGNATELE!!!

nuvolotta ha detto...


Sul bicarbonato che guarirebbe il cancro ne sta girando un altra

http://ilfattaccio.org/2012/10/05/il-bicarbonato-anticancro-inguaia-le-case-farmaceutiche/

http://it.ibtimes.com/articles/29464/20120513/cancro-cura-bicarbonato-di-sodio.htm

http://www.engineering.arizona.edu/news/story.php?id=429

http://it.ibtimes.com/articles/29464/20120513/cancro-cura-bicarbonato-di-sodio.htm

Amaranthium ha detto...

Se il cancro è un fungo ce famo pure du spaghi, ravioli e tagliatelle... ma per favoooore!!
Se c'è qualcosa che ho imparato sin dalle medie dai test di matematica: se qualcosa risulta troppo facile, c'è sicuramente qualcosa di sbagliato. Se fosse così semplice curare il cancro non pensate che ci sarebbero arrivati tempo fa a trovare una soluzione così economica e semplice? I pazienti potrebbero guarire in casa, bevendosi un bicchierino di bicarbonato due volte al giorno, così, come bere acqua e limone per il mal di stomaco, guarirebbero in fretta e sarebbe semplice come prendere una pastiglia per guarire il mal di testa.
Sfortunatamente, stiamo parlando di CANCRO... e lasciamo perdere il discorso del "Eh ma vogliono continuare con la chemioterapia solo per farci sborsare dei soldi"... eh ma certo, vedo che mia nonna più di 10 anni fa è riuscita a guarirci però seguendo una normale terapia... è vero che non è sempre efficace e purtroppo ancora molte, TROPPE, persone muoiono, ma ciò dipende da tanti altri fattori e non significa quindi che ci si deva affidare a metodi ritenuti infallibili solo per sentito dire, senza avere alcuna prova che effettivamente funzionino, basati su fondamenti scientifici inesistenti e senza usare un attimo il cervello.
Le persone che inventano queste teorie "miracolose", sono solo impostori che se ne approfittano della sofferenza altrui (di chi ha provato di tutto e ha perso le speranze quindi è pronto a ricorrere a qualsiasi altra soluzione per disperazione, pur di guarire) per il proprio tornaconto, non cercano di certo una via alternativa e meno invasiva per curare la gente, proprio se ne fregano, non sono dei benefattori... ed è fin troppo facile quando a rimetterci sono gli altri, quando le cose non vengono testate sulla propria pelle.

«Meno recenti ‹Vecchi   201 – 231 di 231   Nuovi› Più recenti»