Cerca nel blog

2010/01/19

Bufale haitiane: aereo gratis per i medici

American Airlines non trasporta medici gratis


Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "stefifederica" e "taniucci". Grazie a tutti i lettori che hanno segnalato la notizia.

Stanno circolando in Rete, in particolare su Facebook e Twitter e via mail, segnalazioni secondo le quali la compagnia aerea American Airlines offrirebbe trasporto gratis verso Haiti a medici e infermieri. Eccone un esempio:

"American Airlines trasporta gratis ad Haiti tutti i medici e gli infermieri che lo vogliono chiamando al numero +1 212-697-.9767. Per favore copiatelo nella vostra bacheca perchè lo vedano il maggior numero di persone possibili.Grazie."

Si tratta di appelli falsi. L'American Airlines ha smentito seccamente su CNN. Il numero corrisponde a quello del consolato generale haitiano a New York. Ci sono anche altre bufale circolanti intorno al disastroso terremoto haitiano: ne trovate una compilation su Snopes e UrbanLegends. Fate attenzione anche alle richieste di donazioni di denaro: gli sciacalli e gli impostori sono già in giro. Possano marcire.

14 commenti:

Lady Lillina ha detto...

Lo avevo già segnalato come OT nella notizia riguardante l'apparizione della Madonna al Cairo e pure lì mi era stato detto che probabilmente era una bufala.

Iilaiel ha detto...

Paolo sei troppo buono con questa feccia truffaldina.
Io mi auguro di cuore che si trovino in situazioni come quella degli haitiani e non trovino NESSUNO che li aiuti. Vermi.... senza offesa agli anellidi.

frankbat ha detto...

Disgustoso anche solo pensare di sciacallare su una tragedia cosi'!
Concordo con Iilaiel, sei troppo buono. Marcire e' poco!

puffolottiaccident ha detto...

Purtroppo i politicanti si sono accapparrati i disastri, ormai la ricostruzione é la parte peggiore di un disastro.
Troppi che pensano a farsi belli nei propri paesi andando a rompere le palle a chi va a ricostruire... sono piú letali della catastrofe stessa.

puffolottiaccident ha detto...

Ah, a me che son nato in Friuli, mi hanno detto che il motivo per cui la ricostruzione in Friuli a seguito del terremoto (1976) é andata cosí spedita (I giapponesi la considerano un encomiabile esempio) perché gli intellettuali che venivano a declamare poesie, gli hidalgos in cerca di notorietá personale le ***** del daygum protex venute a farsi la foto col bambino terremotato ecc. ecc. vennero neutralizzati per ordine al momento dell´individuazione.

Penso che questa procedura andrebbe in qualche modo istituzionalizzata, in caso di disastro.

Claudio Casonato ha detto...

Possano marcire tra tormenti atroci, senza medicinali e senza acqua.
E che questo duri a lungo, tanto a lungo.

Mr Reaper ha detto...

Esseri veramente schifosi. Non ci sono giustificazioni per chi sfrutta le tragedie in questa maniera ignobile

Patafrulli ha detto...

Se posso permettermi di dare un consiglio, se volete donare fatelo solo ad associazioni conosciute.
Io l'ho fatto con Medici Senza Frontiere, per esempio.

E comunque gli auguro anche io di marcire a quei farabutti....

Domenico ha detto...

Signori, Paolo Attivissimo, adesso è troppo: i soliti spacciabufale stanno divulgando la notizia tra i creduloni che il terremoto di Haiti è stato causato dall'Haarp, ecco un esempio:
http://www.segnidalcielo.it/terremoto_Haiti_HAARP.html
La fonte di tutto sono i soliti cialtroni delle scie chimiche;
http://www.youtube.com/user/tankerenemy

vergogna, sfruttare anche la tragedia di haiti per promuovere le bufale!!!

Anonimo ha detto...

@Domenico

aggiungo questa:
http://www.boingboing.net/2010/01/18/haiti-haarp-and-cons.html

Anonimo ha detto...

Tra l'altro ricordiamo quanto centri haarp con i terremoti
http://www.cicap.org/new/stampa.php?id=273694

Secondo alcune voci presenti sulla rete, HAARP causerebbe terremoti modificando il campo magnetico terrestre (questa teoria è sostenuta anche dal sito Cospiracynews.org).[10] La cosa non ha fisicamente senso: il campo geomagnetico è generato nel nucleo terrestre, a molte migliaia di km di profondità, dove i segnali di HAARP non hanno la minima possibilità di arrivare. La più piccola tempesta geomagnetica, innescata dalle particelle del vento solare, ha energie che sono migliaia di volte quella di HAARP e questi fenomeni non hanno nessun effetto sui terremoti.
In molti siti si trova citato un brevetto del dott. Bernard J. Eastlund[11] che propone l’utilizzo di apparecchiature a onde corte per spingere parti della ionosfera a quote più alte, creando una sorta di “scudo” in grado di abbattere missili o satelliti nemici. Il brevetto è molto scarno e non contiene i dettagli necessari per capire se l’idea possa funzionare. Ma si riferisce, molto chiaramente, a densità di potenza almeno 100 mila volte maggiori di quelle prodotte da HAARP. Per poter fare una cosa del genere servirebbe quindi una potenza radio di 360 gigawatt, e quindi un migliaio di gigawatt elettrici, diverse centinaia di grosse centrali nucleari. Non sembra certo trattarsi di qualcosa di facile da nascondere. Il brevetto di Eastlund viene citato (ad esempio sul sito Luogocomune.net)[12] per sostenere che vi sono centinaia di potenziali applicazioni di HAARP come arma, ma evidentemente, anche se fosse qualcosa di più di una vaga idea, non si può applicare ad HAARP più di quanto non si possa applicare a un telefono cellulare utilizzato come cannone letale a microonde. Considerazioni analoghe si possono riferire alle preoccupazioni del fisico Richard Williams (uno degli inventori del display a cristalli liquidi), che si riferiscono non al progetto attuale, ma ad un suo ipotetico (grosso) potenziamento.[13]
Il libro sopra citato[5] avanza l’idea che HAARP possa servire a trasmettere grosse quantità di energia facendola rimbalzare sulla ionosfera, per alimentare i campi di estrazione di gas in Alaska. Sarebbe però necessario spiegare come si possa raccogliere ed utilizzare dell’energia che, una volta riflessa a terra, probabilmente è dell’ordine dei microwatt per metro quadro. Un pannello fotovoltaico illuminato dalla Luna produce più potenza.

Giako ha detto...

A me questi annunci fanno ridere, se ridere si può in queste situazioni, pensando a un dottore o a un infermiere che avessero preso un volo gratuito (come si può prendere un Ryanair per Dublino...) e si fossero presentati all'aeroporto di Haiti con la loro valigina dicendo: "ehi, sono un dottore. Dov'è l'ospedale più vicino?". Come facevo notare ai miei contatti spammatori, se gli andava bene, vista la situazione in loco, lo ritrovavano vivo senza niente addosso.
Ovviamente mi aggrego ai commenti sopra rispetto a chi specula su queste cose.

sreafea ha detto...

Scopro solo oggi che il truffatore che su Facebook si faceva passare per il nipote di Carlo Pellegatti è stato arrestato in Ottobre. Si era fatto notare per una finta raccolta fondi pro-L'Aquila e per l'apertura di un falso sito dedicato al Milan. Lo spumante è un pò sgasato ma brindo ugualmente.

Ermanno ha detto...

Confermo. Sono un fisioterapista, mi sono informato con qualche associazione di volontariato e nemmeno loro ti pagano il viaggio, né vitto né alloggio.
Insomma, beneficienza al 100%.