Cerca nel blog

2010/01/18

Poster creazionisti per Lugano (UPD 20100122)

Creazionisti: "La materia è un'illusione". Vero: s'illudono che il creazionismo sia una materia


Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "luca.bosc****" e "sweethingmarco".

Stamattina, al rientro dalla radio, mi è caduto l'occhio su questo poster vicino alla stazione di Lugano, e ho tirato fuori subito la mia fotocamera. Ero in auto, fermo al semaforo, per cui non ho avuto tempo di far di meglio. Gli amici mi segnalano che poster analoghi sono spuntati in altri luoghi molto frequentati della città.

Il poster dice "Darwin - una bestemmia alla scienza", mostra il classico disegno degli stadi dell'evoluzione umana, cancellato con una X e la scritta "FALSO", e sotto offre tre slogan: "L'inganno dell'evoluzione – Il Darwinismo non è una scienza – La materia è un [sic] illusione".

In basso c'è un indirizzo di un sito Web, www.lingannodellevoluzione.com.

Non ho ancora avuto tempo di riprendermi dalla crisi di risate e di scoprire chi c'è dietro e ha soldi da spendere in campagne pubblicitarie del genere, e di pensare come bisogna rispondere a una manifestazione di terrapiattismo di questo calibro. Sempre che ci sia bisogno di rispondere a chi sostiene che la materia sia un'illusione. Se nel frattempo scoprite qualcosa voi, segnalatelo nei commenti o via mail al solito topone chiocciola pobox.com. Garantisco l'anonimato a chi mi contatta privatamente.


2010/01/22


Visitando il sito citato dai poster, affissi in tutto il Canton Ticino ma non nel resto della Svizzera, risulta che pubblicizza gli scritti di Harun Yahya (foto qui accanto, tratta da Harunyahya.tv).

Wikipedia in inglese segnala che Harun Yahya è lo pseudonimo di Adnan Oktar, nato ad Ankara nel 1956, un sostenitore di spicco del creazionismo islamico. Migliaia di copie gratuite del suo libro, The Evolution Deceit (L'inganno dell'evoluzione), sono state distribuite in Turchia a partire dal 1998, accompagnate da frequenti pubblicità nei quotidiani turchi. Oktar ha anche acquistato un'inserzione nella rivista statunitense Time.

Un altro suo libro, The Atlas of Creation (L'atlante della creazione), un tomo di 800 pagine pesante più di cinque chili, è stato spedito gratuitamente in decine di migliaia di copie a scuole, ricercatori e istituti di ricerca in Europa e negli Stati Uniti. Il libro è ricco di errori e di affermazioni scientificamente sballate: in sostanza, confronta fossili con animali moderni e li dichiara identici. In realtà basta guardare le immagini per rendersi conto che sono differenti.

Adnan Oktar è qualcosa di più del solito eccentrico che autofinanzia la produzione delle proprie idee pseudoscientifiche. Negli anni scorsi, in Turchia è riuscito a far bloccare l'accesso a vari siti Web, compreso il popolare sito di blogging Wordpress.com e Google Gruppi, che Oktar ha accusato di diffamazione nei suoi confronti. Lo stesso è avvenuto per il sito di Richard Dawkins, notissimo teorico della biologia, e persino per il sito di uno dei giornali più importanti della Turchia, Vatan.

Come riferisce il Guardian britannico, Oktar è a capo di un'organizzazione altamente coordinata ma assai reticente nel rivelare le fonti della propria ampia disponibilità economica, e secondo Reuters nel 2008 è stato condannato a tre anni di carcere in Turchia per "aver creato un'organizzazione illegale per lucro personale".

Oktar dice di offrire un premio di dieci trilioni di lire turche, circa sette trilioni e mezzo di franchi (5 trilioni di euro) a chiunque gli mostri un singolo fossile che dimostri l'evoluzione. A suo dire, tutti i fossili finora scoperti mostrano che "piante, animali, umani e insetti non hanno mai subìto evoluzioni" e sono stati creati tali e quali. Eppure Oktar, per sua stessa ammissione, non ha alcuna esperienza o preparazione scientifica. Ha studiato architettura d'interni.

Chi invece di competenza ne ha, come Richard Dawkins, ha pubblicato varie critiche dell'Atlante della Creazione. Per esempio, questo articolo mostra i ripetuti, grossolani errori delle affermazioni di Oktar: non solo l'autore turco mostra animali vistosamente differenti e li dichiara identici, ma uno degli scivoloni più gustosi è quando Oktar presenta un insetto che sarebbe identico ai suoi antenati di milioni d'anni fa e mostra... un'esca da pesca, con tanto di amo visibile (foto qui accanto).

Chi volesse documentarsi sulle basi scientifiche solide e concrete dell'evoluzione e sul fatto che l'evoluzione non è in conflitto con la fede (come del resto dichiarato anche da Papa Giovanni Paolo II) ha a disposizione un buon numero di siti Internet, anche in italiano, come Pikaia.eu, L'orologiaio miope o questa del Cicap. In inglese segnalo in particolare la chiarissima FAQ dell'emittente pubblica statunitense PBS e Talkorigins.org.

La campagna pubblicitaria sul creazionismo può quindi essere un'ottima occasione per conoscere meglio i fatti che stanno dietro all'evoluzione e sfatare alcuni dei luoghi comuni che circondano una delle scoperte meglio documentate e più importanti della storia.

851 commenti:

1 – 200 di 851   Nuovi›   Più recenti»
dyk74 ha detto...

Dopo una ricerca superveloce sul web sembrerebbe "solo" la pubblicita' di un libro di un certo Harun Yahya (Pseudonimo di Adnan Oktar) avvocato negazionista e creazionista...wikipedia.
Il mio personale commento: Mah...

CIAO CIAO

lory2k ha detto...

E' una persona talmente ricca che può permettersi di regalare ad intere redazioni di giornali, agenzia di stampa e riviste, il suo libro (L'atlante della creazione) che pesa almeno 3 kg, e misura circa 30x50 cm. Ce l'ho a casa, ma non l'ho mai richiesto. Me lo ha spedito in redazione, mettendo nome e cognome, solo perchè lavoravo in una agenzia di stampa. L'ho conservato perchè è pieno di figure ed è tutto colorato (a parte i contenuti, la grafica è ben fatta ed è corredato di un Cd-Rom Video), potrebbe essere utile per far giocare qualche bambino....le traduzioni in Italiano del Corano sono curate dall'UCOII. Altro non so, però se ti può servire, il libro sta qui, ma non auguro a nessuno di doverlo mai spedire perchè costerebbe l'ira di Dio, considerato il peso...

puffolottiaccident ha detto...

http://www.novamag.it/2009/03/17/darwin-alla-turca/

I fautori della "progettazione intelligente" fanno pressioni affinché ai bambini nelle scuole venga insegnata la teoria della progettazione intelligente insieme alla teoria evoluzionistica di Darwin.

Anyway, la maturitá l´ho presa nel ´98... quindi dico senza pudore:
"fucilate tutti gli abortisti che volete, ammazzate tutti gli induisti che vi pare, per me Plutone resta un pianeta."

Detto questo... che insegnino ai bambini quel che pare meglio al turco...

Emilio ha detto...

Ciao Paolo,

ho dato un'occhiata veloce al sito. Più o meno è la solita menata antievoluzionistica in salsa, questa volta, islamica.

Ad esempio

"Non fu, tuttavia, l'antica filosofia pagana, ma la fede in Allah a giocare un ruolo determinante nella nascita e nello sviluppo della scienza moderna. La maggior parte dei precursori furono persone che credevano nell'esistenza di Allah, i quali si avvalsero dello studio della scienza per scoprire l'universo da Lui creato, per comprendere le Sue leggi e i particolari della Sua creazione. Astronomi quali Leonardo da Vinci, Copernico, Keplero e Galileo; il padre della paleontologia, Cuvier; il pioniere della botanica e della zoologia, Linneo; Isaac Newton, di cui si parla come del "più grande scienziato mai esistito", si dedicarono allo studio della scienza non solo credendo in Allah, ma sapendo anche che l'intero universo pervenne all'essere come risultato della Sua creazione. Albert Einstein, considerato il più grande genio della nostra epoca, fu un altro scienziato devoto che credette in Allah, come testimoniano le sue parole: "Non posso concepire un vero scienziato senza quella fede profonda. Tale condizione può essere espressa con una immagine: la scienza senza la religione è zoppa".1

Uno dei fondatori della fisica moderna, il fisico tedesco Max Planck ha detto che chiunque si dedichi alla scienza seriamente deve leggere la frase che campeggia sul suo tempio: "Abbi la fede". La fede è un attributo essenziale di uno scienziato."

Fai tu!

CIao

Emilio

puffolottiaccident ha detto...

"ma non auguro a nessuno di doverlo mai spedire perchè costerebbe l'ira di Dio"

Über LOL!!! questa me la segno e domani ci prendo per il boffice un mio amico egiziano.

Fabio ha detto...

Bhè dai.. sono in buona compagnia: anche al CNR... il vicepresidente... conferenze proprio su quel tema.

Fabio, l'altro.

TheKaspa ha detto...

Questa poi... che Galileo in realtà fosse musulmano mi mancava!
Bisogna riconoscere che la conservazione del pensiero filosofico si è mantenuta grazie agli Arabi, e che i più grandi matematici del medioevo sono stati musulmani, ma da qui a dire che ogni vero scienziato è seguace di Allah ce ne passa.

Per la frase Planck: in effetti lo scienziato un po' di fede la deve avere, non fosse nel fatto che le leggi fisiche siano immutabili... e in ogni caso fede e ragione non sono contrapposte a priori.

Marco Casati ha detto...

Sbaglio ma...

"LA MATERIA è UN ILLUSIONE"

l'han fatto senza apostrofo?

Katankya ha detto...

Non ce la faccio a leggerlo... continuo a cadere dalla sedia e rotolarmi per terra dalle risate....

puffolottiaccident ha detto...

TheKaspa dixit:

"e che i più grandi matematici del medioevo sono stati musulmani"

Si e no... Maimonide ad esempio era ebreo... Quello che uno dice se gli viene detto che se dice altrimenti muore... per me non conta molto... e presso i turchi occorreva avere qualcosa di estremamente interessante sulla scrivania, per potersi permettere di schivare il giuramento, quindi é piuttosto difficile dire chi fra gli studiosi turchi fosse musulmano, chi no, conta anche che le persone di prestigio nei paesi musulmani ricevono il funerale islamico indipendentemente dalla religione professata in vita.

Ma al di lá di questa precisazione é vero: i turchi amavano la cultura molto di piú dei cristiani della stessa epoca.

Anonimo ha detto...

Vogliamo parlare anche un po' di panspermia?
Così, tanto per aggiungere carne al fuoco.

TheKaspa ha detto...

Distinguiamo tra cultura e scienza. I cristiani tengono in grandissimo conto la cultura. La scienza è un'altra cosa.
Ok, va bene, ho sbagliato, ma non sono uno storico, ho scritto quello che ricordavo, in effetti avrei dovuto dire "di cultura musulmana", perchè seppure Maimonide era ebreo, la sua personale concezione della cultura includeva di fatto elementi musulmani, o sto dicendo fesserie?

Brazov ha detto...

Magari questo post significa un'...evoluzione del Disinformatico!

Non sottovaluterei gli avversari dell'evoluzionismo o quantomeno il loro numero. Probabilmente una persona su tre non crede che sia una teoria provata scientificamente.

Francesco ha detto...

Mi è bastato leggere il capitolo sulla Termodinamica per capire quante c***ate dice.

Andrea ha detto...

Finalment un abile tuttologo....a giudicare dalle sue opere sa tutto quest'uomo, perchè non credergli......

Altre sue opere includono: Il Nuovo Ordine Massonico, Massoneria e Capitalismo, La “mano segreta” in Bosnia, Dietro le quinte del terrorismo, La carta curda di Israele, Strategia nazionale per la Turchia, L’ostilità di Darwin nei confronti dei Turchi, Nazioni rovinate, Per uomini dotati di intelletto, Il miracolo nella cellula, Il miracolo nell’occhio, Il miracolo nel ragno, Il miracolo nel moscerino, Il miracolo nella formica, Il miracolo del sistema immunitario, Attraverso la ragione si scopre Allah, Atemporalità e realtà del destino, La verità della vita in questo mondo

puffolottiaccident ha detto...

@TheKaspa
No, non stai dicendo fesserie.

Forse quello che intendi dire é che nell´impero turco vigeva una certa libertá di ricerca, impensabile in Europa... Ma anche presso gli arabi.

Per metterla in parole semplici...
"Arabo" é il peggiore insulto che si possa fare ad un turco.

Anonimo ha detto...

Anche il capitolo reperti fossili non è niente male :D

E pensare che mi mancava il Tuttologo di Mai Dire TV...

Anonimo ha detto...

Oltre allo sfondone già segnalato da Paolo Attivissimo, "La materia è un illusione", nel sito web se ne legge uno di pari gravità: "Conclusione: l'evoluzione è un'inganno".

L'evoluzione è una teoria sbagliata? Per loro sicuramente: non si sono mai evoluti dallo stadio di allievi di prima elementare.

Gian Piero Biancoli ha detto...

@ TheKaspa e puffolottiaccident
"e che i più grandi matematici del medioevo sono stati musulmani"
Beh... si e si. Arabi è sinonimo di musulmani, nel 1300 più di oggi.
Maimonide era un medico, Al Khwarizmi, arabo e musulmano DOC, è il padre fondatore dell'algebra.
Del resto le cifre arabe si chiamano così per un motivo...

Salutoni

fededambri ha detto...

Il cucchiaio non esiste.

Ale ha detto...

Non potrebbe essere marketing virale per il film di prossima uscita su Darwin, "Creation", con Paul Bettany e Jennifer Connelly?

Anonimo ha detto...

Per Gian Piero Biancoli

Giustamente si chiamano cifre arabe perché dagli arabi l'Occidente le ha prese in prestito. Ma gli arabi a loro volta si sono rifatti a un matematico, Brahmagupta, vissuto a Bhinmal, nell'attuale India, fra il 598 e il 668: il quale non era né arabo, né, verosimilmente, musulmano. Non è nemmeno escluso che in precedenza altri matematici abbiano usato quel tipo di notazione comprendente lo zero, ma le loro opere non sono giunte fino a noi.

puffolottiaccident ha detto...

@Gian Piero Biancoli

Anche i cappelli di Panama si chiamano cosí per un motivo, ma non é il fatto che siano stati ideati a Panama o che vengano realizzati a Panama. In realtá vengono realizzati in Equador.

Le cifre "arabe" provengono dall´India, e sono di parecchio precedenti a maometto, sono state chiamate cosí dagli europei.

parliamo un po´di questo Abu Ja'far Muhammad ibn Musa Khwarizmi

Il tomino in questione non era arabo ma persiano... prova a chiamare "arabo" un "persiano"... se mi dici che non ha importanza allora anche Hiro Ito e Brigitte Nielsen erano arabi.

"Sotto la sua direzione furono tradotte in arabo molte delle principali opere matematiche dell'antichità."

Antichitá che significa, "ieri l´altro?" "il mese scorso?"

"Tradurre" e "Produrre" non sono sinonimi.

"Algebra" in arabo significa "mettere insieme"

Non nego l´importanza di una tale opera (e sono spiacente che 7 trattati di aritmetica Diofantei sono andati perduti... ma questa é un´altra storia...) ma non era arabo.
Quanto all´essere musulmano... piú o meno é probabile quanto che fosse cristiano un libanese morto negli anni ´80 del secondo secolo dopo cristo. Non userei la parola "improbabile" ma non ci scommetterei 10 euro contro 100.

Quindi ecco qua un´altra opera di disinformazione da catalogare insieme al creazionismo turco.

Di questo passo fra 1000 anni qualcuno come me dirá "é esistito un certo darwin che ha detto delle cose che spiegherebbero gli studi di mendel"... e si sentirá rispondere:

"Non é vero, maometto ha detto chiaramente che un figlio prende i tratti del genitore che ha avuto l´orgasmo per primo all´atto del concepimento."

(Bukhari, volume 4 paragrafo 546... dagli stessi autori di "Abu Ja'far Muhammad ibn Musa Khwarizmi era arabo e musulmano")

Ma mi sa che é questo il destino della pubblica istruzione in Europa...

Ah, fra l´altro... Maometto stesso non era arabo al 100%. Alcuni musulmani dicono che ció non inficia il messaggio, altri dicono che la parola "pallore" andrebbe per qualche motivo (ad esempio far apparire maometto arabo...) tradotta in "pulizia"

Anonimo ha detto...

Però bisogna ammettere che uan cosa giusta il manifesrto la dice, il disegnino classico che dovrebbe rappresentare l'evoluzione è effettivamente un falso visto che l'evoluzione non funziona certamente in quel modo!

Per il resto è una bella occasione per farsi 4 grasse risate!

---Alex

puffolottiaccident ha detto...

Adblues, personalmente trovo la teoria evoluzionistica di darwin Leggermente incompleta... non penso che uno che ha mangiato pomodori cotogni per tutta la vita in un posto dove ce ne sono a bizzeffe... un bel mattino si fa venir gola di ricci di mare, e lo desidera cosí tanto che suo figlio nasce con una pinza d´argento al posto della bocca.

puffolottiaccident ha detto...

Ah, ho lavorato sia con le vacche che con i pesci rossi, e lí si pratica la selezione forzata, in cui si trasmettono i caratteri convenienti all´uomo che talvolta sono addirittura all´opposto di quelli richiesti in natura... Colori sgargianti che semplificano ai pellicani il loro porco mestiere, forme che impediscono di nuotare agilmente, capacitá difensive assolutamente risibili nei confronti dei pesci di fogna ecc. ecc.

La selezione forzata funziona circa cosí: se sei "cool" ti vendiamo ad un bambino scemo, se non lo sei... sei cibo per i pellicani dello zoo.

Non c´é alcun dubbio che un eugenetista nel campo dei pesci rossi puó produrre una varietá inedita feconda e stabile, progettata a priori nell´arco della propria vita.

Tutto questo per dire che il concetto di selezione genetica non solo é dimostrato, ma é impiegato abitualmente in modo conscio e controllato.

Quindi quel lato della teoria di Darwin funziona alla perfezione senza alcun intoppo (Salvo il fatto che le uova dei pesci possono essere trasportate accidentalmente dagli uccelli da una vasca all´altra, ma questo é un altro discorso, con le vacche é piú facile perché gli unici maschi che vedono nella loro vita sono i vitelli piú giovani di 3 giorni.)

Dio ha detto...

@ Puffol: vabbé l'hai abbastanza semplificata, la teoria di Darwin si basa particolarmente sulla varianza probabilistica dei caratteri, ma non cosi tanto. Ad ogni modo, con tutti le sue imperfezioni è l'unica teoria di cui si hanno prove, in particolare in ambito microbiologico, dove grazie al breve ciclo vitale degli organismi si puo osservare che il signor darwin ci aveva preso in pieno.

A parte questo va ricordato che contrariamente alla credenza popolare la religione è stata nei secoli piuttosto aperta nei confronti del sapere e della scienza, avvenimenti come quelli di Galileo erano l'eccezione non la regola. Tolto questo usare la scienza per spiegare la fede o viceversa è come sommare mele e pere, non serve a nulla. La scienza si basa sulla dimostrazione, la fede per sua definizione è indimostrabile...
Comunque ora sono curioso, voglio leggere il megalibrone galattico di questo megalomane!

theDRaKKaR ha detto...

in questo blog si può leggere Dio che disquisisce di Darwin

inarrivabile

Anonimo ha detto...

E lo segnali a noi italiani, dove anche la più alta istituzione per la ricerca scientifica è stata colonizzata da creazionisti fin nella carica della vicepresidenza?
Roberto de Mattei - vicepresidente del CNR, appunto - ricopre tale carica dall'alto di un'esperienza decennale nel campo della storia delle religioni.
Dopo la conferenza di cui tratta l'articolo linkato, e di cui si trovano ampi riferimenti in Rete, è stato pubblicato il volume Evoluzionismo: il tramonto di una ipotesi (qui), fulgido corollario del retropensiero ascientifico, che funga da esempio e monito per ogni pubblicazione futura sul tema. Finalmente anche i darwinisti più sprovveduti saranno costretti a mettersi il cuore in pace.

Anonimo ha detto...

Secondo me fra poco arriveranno gli interventi anche di lui; anzi di loro:

http://www.youtube.com/watch?v=0h_F3vth_0c

(scusate, ma la tentazione era troppo forte!)

Rodri ha detto...

@ Lory2k

non auguro a nessuno di doverlo mai spedire perché costerebbe l'ira di Dio

...di Allah, casomai :-D

Replicante Cattivo ha detto...

In effetti poster di questo tipo sono la dimostrazione che Darwin si è sbagliato...

gfranza ha detto...

Appurato chel'evoluzione non c'è stata (lo possiamo dedurre dalla qualità dello scrivente il cartellone) ora occorre decidere chi dei pretendenti ha creato il mondo.
O lo hanno fatto tutti assieme, (magari qualcuno si è riposato il lunedi, qualcun'altro il martedi, ... e così via ...)
Mi scuso se offendo qualcuno ma il tutto mi sembra esponenzialmente ridicolo.

Giovanni

puffolottiaccident ha detto...

Rodri, ero appena riuscito a smettere di ridere!

Dio, mi pare che hai precisato con mirabile sintesi quanto ho detto nel post immediatamente precedente... Io ho usato i pesci rossi.

Comunque il punto é un´altro: la demistificazione é per definizione un ostacolo per i mistificatori, ed il concetto di "dai un pesce ad un affamato e l´indomani sará di nuovo affamato, insegnagli a pescare e ne avrai fatto un uomo libero" rompe le uova nel paniere a chi vorrebbe essere il proverbiale guercio nel paese dei ciechi.

Ció potrebbe richiedere una scelta obbligata fra

A) accettare supinamente il congelamento della ricerca

B) una risposta a tono su piú livelli.

´Sto giro la carta "Voltaire" la gioco io per primo.

http://it.wikipedia.org/wiki/Maometto_ossia_il_fanatismo

Cristina P. ha detto...

Ahhahahahah, ahhhhahahah, ahhahha, assurdo...

Be', innanzitutto noto che l'edizione italiana de L'inganno dell'evoluzione (di Harun Yahya) è introdotta dal già noto creazionista italiano Giuseppe Sermonti, che però guarda caso è un fondamentalista cattolico e non fa mistero delle sue partecipazioni ad iniziative organizzate dall'estrema destra italiana (ad esempio all'associazione Raido di Roma).
Adnan Oktar (il vero nome di Harun Yahya)sembra sia implicato in vicende legali molto pesanti (come riportato anche dal sito del CICAP) e comunque risulta un sostenitore delle teorie negazioniste nonché un acceso antisemita e pure un censore del web
Non ho però trovato il distributore commerciale italiano delle sue schifezze, i domini dei siti suoi rimandano a soggetti residenti in Turchia e negli States.
Comunque questo aveva già invaso le scuole di mezza europa con le sue pubblicazioni ignobili...
Ah, non so l'attendibilità, ma ho trovato questo: Who is Harun Yahya?

Gianni Comoretto ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Gianni Comoretto ha detto...

A me, come a Qbrick, Harun Yahya preoccupa fino ad un certo punto. In fondo non è vicedirettore di un centro di ricerca nazionale.

De Mattei, nel suo libro, sostiene il diluvio universale (depositi alluvionali in tutto il mondo depositatisi in 40 giorni), che i dinosauri fossero contemporanei dei nostri antenati, nega la datazione con i radioisotopi. Insomma, tutte le scienze che vanno in contrasto con la lettera della Bibbia sono da buttare nel cestino.

Inoltre ce l'ha a morte

con tutti gli scienziati religiosi
(in particolare cattolici), che "scendono a compromessi" con le teorie atee e materialiste come quelle di cui sopra, negando ad esempio che Adamo ed Eva fossero persone storicamente esistite.

Se uno così dirige un' Associazione Lepanto, libero di farlo. Mi preoccupa un po', come del resto Yahya, ma avercelo come direttore (ho lavorato nel CNR) mi fa proprio correre brividi per la schiena.

L'economa domestica ha detto...

A Roma circa un mesetto c'erano i manifesti di un intervento di Sermonti su questo argomento (manifesti rimossi in quanto abusivi).

Domenico ha detto...

ho verificato velocemente il sito e il tipo:cito dal sito "Con lo pseudonimo di Harun Yahya l’autore ha pubblicato diverse opere aventi per tema la politica e la religione. Una parte cospicua del suo impegno letterario tratta della visione materialista della vita e dell’impatto di tale mentalità sulla storia e sulla politica mondiali.

Lo pseudonimo è costituito dai due nomi “Harun” (Aronne) e “Yahya” (Giovanni) in devota memoria dei due Profeti che a lungo si batterono contro la miscredenza." - ritengo sia uno dei soliti santoni che si diverte a giocare con le parole e sensi delle scritture sacre sia cattoliche che islamiche.
E' evidente la struttura commerciale che è alle spalle e come sempre da poco senso alle parole pronunciate

Domenico

Grezzo ha detto...

Quel sito è un delirio, continuo a pensare che la religione, se presa così sul serio come fa questa gente, è una piaga per l'umanità intera. E non mi riferisco solo alle guerre in medioriente

Rodri ha detto...

Wow, oggi mi sono trovato questa stupidaggine formato A0 sbattuta davanti al naso, alla fermata principale del bus in centro città.

Effettivamente a guardarlo si constata proprio che c'è stata una battuta d'arresto dell'evoluzione su un filone di popolazione. La prova è la mancanza del titolo "Il miracolo del cervello" tra gli scritti del pazzoide citato nel sito...

blinktia ha detto...

La parte sul "miracolo della visione" è fenomenale...

John Stalky ha detto...

Adesso so che mi farò linciare ma vorrei ricordare una cosa: la teoria dell'evoluzione di Darwin è per l'appunto una teoria non una verità sperimentata (o qualcuno ha trovato l'anello mancante nel frattempo, per fare una battuta). Perciò dal punto di vista scientifico non è sbagliato metterla in discussione con un'altra teoria.
Ora io non ho nulla da dire sull'affidabilità del sito in questione però mi pare che qui su alcuni argomenti si abbia un atteggiamento poco scientifico, come se foste tutti degli esperti in materia con la verità già in tasca su qualsiasi campo della scienza.

Kalimer ha detto...

Si John però una teoria scientifica può essere messa in discussione da un'altra teoria scientifica, mica da un tesi religiosa.
Non è che posso negare l'esistenza della forza di gravità perché dio mi ha detto in sogno che ci sono gli spiritelli invisibili che tirano verso il basso le cose.

darkholder ha detto...

mi sembra ridicolo anche solo discuterne, ricorda un po' la campagna made in italy anti- religiolous...

terrapiattismo è un bellissimo termine che riciclerò, sappilo :D

airone76 ha detto...

Adesso so che mi farò linciare ma vorrei ricordare una cosa: la teoria dell'evoluzione di Darwin è per l'appunto una teoria non una verità sperimentata (o qualcuno ha trovato l'anello mancante nel frattempo, per fare una battuta). Perciò dal punto di vista scientifico non è sbagliato metterla in discussione con un'altra teoria.

Visto che ti sei voluto "far linciare" lo facciamo: solo per specificare che
1)l´evoluzione è un fatto e su questo non ci piove e nessuno può dire nulla visto che di prove ce ne sono miliardi
2) la "teoria" di Darwin sta nel come l´evoluzione opera nella natura, e qui ci sono si diverse teorie.

Importante non confondere l´effetto con la spiegazione, la "teoria" della gravità spiega in un modo una forza che ci tiene legati al terreno, ma nessuno si sognerebbe mai di mettere in dubbio che questa forza esista.

44rivax ha detto...

Ciao!

Una volta ho chiesto ad una persona: ma l'uomo discende dalla scimmia?
E quella persona mi ha risposto: vedendo come si comporta certa gente sembrerebbe di sì.

In ogni caso queste persone, fino a quando non imbracciano armi o altro, le lascerei stare: fanno ridere.

Una risata li seppellirà..

stefano664 ha detto...

Beh, qua nessuno vuol essere un esperto di nulla. Ma se uno si può permettere di confutare Darwin per mancanza di prove non può poi accettare senza prove la teoria creazionista, no? In ogni caso gli estremisti non riusciranno mai a capire che la verità è intermedia tra scienza e fede. Se poi la parte di scienza sia l'evoluzionismo o altro questo poco importa...

Paolo Attivissimo ha detto...

John,

la teoria dell'evoluzione di Darwin è per l'appunto una teoria non una verità sperimentata

Non è esatto. L'evoluzione moderna (basata sul lavoro di Darwin, ma non ferma ad esso) è sia una teoria, sia un fatto.

E' un fatto perché è una cosa che osserviamo concretamente nel mondo (dalle tracce fossili alla microbiologia -- le forme di vita diventano più resistenti agli antibiotici col passare del tempo, i vaccini devono cambiare periodicamente perché nascono nuovi ceppi virali, eccetera).

E' una teoria perché è la spiegazione migliore dei fatti osservati.

Per fare un esempio: le cose cadono, e questo è un fatto. La teoria gravitazionale di Newton spiega bene perché cadono. La teoria gravitazionale di Einstein lo spiega ancora meglio. La qualità delle teorie che spiegano la caduta dei corpi non inficia il fatto che i corpi cadono.

Parimenti, la teoria darwiniana non è perfetta, e l'evoluzionismo moderno l'ha migliorata enormemente, ma questo non cambia il fatto che le specie cambiano nel corso del tempo.

Rodri ha detto...

@ Stalky

Sarai comunque d'accordo sul fatto che la teoria dell'evoluzione di Darwin è e rimane la più sensata, coerente, e concreta, rispetto a qualsiasi altra teoria. Tutte le altre teorie sono fatte di nulla, soltanto un sacco di fede inutile.

Se non sei d'accordo allora ricominciamo il discorso partendo dal Flying Spaghetti Monster ;-)

Paolo Attivissimo ha detto...

la verità è intermedia tra scienza e fede

No. Se Dio dice che la Terra è piatta e la scienza dice (e dimostra) che la Terra è una sfera, non vuol dire che la Terra è una palla schiacciata.

I fatti sono i fatti. La fede si occupa del trascendente, la scienza delle cose tangibili. Cerchiamo di non far fare a ciascuna il lavoro dell'altra.

puffolottiaccident ha detto...

@Gianni Comoretto

Cosa intendi dire con "io non ci sto"? (in uno dei link che hai messo)

44rivax il fatto é che le armi e le minacce le usano abitualmente, dire che non é cosí non é molto differente dal creazionismo stesso.
In effetti c´é da aspettarsi che queste teorie prendano piede proprio perché si preferisce far finta che le coercizioni non avvengano o che siano sporadiche, spontanee e non correlate ad un piano politico.
Il problema é che basta che uno di questi psicopatici rovesci un cassonetto e tutti pronti a giurare anche l´anima. A queste condizioni penso che vedremo queste cretinate diventare il programma delle scuole elementari.

Vihai Varlog ha detto...

@John, ripetiamolo ad nauseam, nella scienza la parola teoria ha un significato diverso che nell'accezione comune di "teoria vs. pratica".

Lo status di "teoria" è quanto di meglio la descrizione di un fenomeno può aspirare a diventare.

Sono ipotesi e congetture ad essere "inferiori", proprio perché prive di una evidenza sperimentale.

stefano664 ha detto...

"No. Se Dio dice che la Terra è piatta e la scienza dice (e dimostra) che la Terra è una sfera, non vuol dire che la Terra è una palla schiacciata."

Non fraintendere. Intendo dire che se la religione dice che Dio ha creato il mondo in sette giorni, mentre la scienza dice che si è evoluto, la situazione più credibile è che Dio abbia reso le cose possibili perché le forme di vita avessero origine.

In pratica non "Dio ha creato la terra, l'uomo e le piante" ma "Dio ha FATTO IN MODO che si creassero la terra, l'uomo e le piante".

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti, segnalo che presso la mia modestissima Chiesa ho dedicato una navata a Yahia, dove si espone la sua ignoranza abissale coniugata a una mancanza del senso del ridicolo che è quasi incredibile(confonde anguille con i serpenti e mette nel suo librone creazionista la foto di un'esca per la pesca a mosca).

http://spaghettovolante.wordpress.com/category/adnan-oktar/

Metto in evidenza anche il rapporto erotico che c'è tra i complottisti italiani (vi ricordate di Santaruina?) e questo simpaticissimo turco (incarcerato, fra le altre cose, per lo stupro di gruppo di una minorenne, che poi ha ricattato tramite filmato). Trovate tutto alla Chiesa.

RAmen

Andrea B. ha detto...

Comunque è interessante leggere che, secondo questo Harun Yahya, tutti i più grandi scienziati erano musulmani ... mi ricorda un po' quando in Unione Sovietica si raccontava che tutti gli inventori erano russi...

airone76 ha detto...

@ stefano
la situazione più credibile
per un credente...
Se uno è ateo la "via di mezzo" tra la sua "religione" e la scienza coincide con la scienza stessa. Non si può sempre essere "politically correct". e soprattutto non si può confondere l´ambito della fede e della religione con quello della scienza; e questo lo dico sia come scienziato che come credente. Se il tuo medico ti dice che sei nato da uno spermatozoo e da un ovulo fecondato, mentre un santone indiano che ti ha portato un "Unicorno Petomane®" non è che la cosa più credibile è che un "Unicorno Petomane®" ha permesso ad un ovulo di fecondarti... (non intendo offendere nessuno con questa mia frase, ne religiosi, ne atei, ne cultori dell'"Unicorno Petomane®").

P.s. se becco chi ha inventato che la verità sta nel mezzo...

Paolo Attivissimo ha detto...

Stefano,

se la religione dice che Dio ha creato il mondo in sette giorni, mentre la scienza dice che si è evoluto, la situazione più credibile è che Dio abbia reso le cose possibili perché le forme di vita avessero origine.

No. Quello che tu definisci "credibile" sarebbe il compromesso minotauresco fra una credenza fra le tante del mondo e i fatti osservati.

Primo, le religioni fanno asserzioni non dimostrate su come è avvenuta la creazione. Questo è un approccio che non c'entra nulla con la scienza ed un compromesso è quindi incompatibile. Tanto vale pensare d'incrociare un elefante con una Cadillac.

Secondo, ci sono religioni che affermano miti di creazione completamente differenti da quello che citi (il mondo è sempre esistito, poggia su tartarughe, eccetera). Vorresti fare un compromesso fra tutte queste idee?

Fallo. Poi ce lo racconti.

stefano664 ha detto...

@airone: E' ovvio che il mio intervento si riferisce ad un quadro di insieme in cui sia la religione che la scianza esistono. Nel caso una delle due non esista (ovviamente vale per la religione, essendo la scienza basata su presupposti oramai inconfutabili) non c'è neppure ragione di porsi il problema.

Paolo Attivissimo ha detto...

non è che la cosa più credibile è che un "Unicorno Petomane®" ha permesso ad un ovulo di fecondarti...

Falso e blasfemo. E' acclarato che la fecondazione non è un processo random, ma avviene soltanto grazie al divino intervento dell'Unicorno Petomane.

Egli emette un Sacro Peto le cui onde d'urto scagliano il DNA maschile attraverso la parete dell'ovulo. Niente peto, niente concepimento.

Così è scritto nel Quarto Libro delle Flatulenze.

Rodri ha detto...

Fatemi un refresh al volo...

L'Unicorno Petomane® è quello del mitico Vibravito?

Paolo Attivissimo ha detto...

L'Unicorno Petomane® è quello del mitico Vibravito?

No, l'Unicorno Petomane è la Fonte della Sola Vera Mercaptanica Fede.

Vibravito si limitò a evocare empiamente il Sacro Corno quando io gli feci l'esempio "ma se io ti dicessi che ho un unicorno..." e per la sua bestemmia sarà condannato alla dannazione eterna.

John Stalky ha detto...

Boh forse quà sono l'unico che di mestiere non fà il ricercatore genetista però ripeto la mia impressione, su determinati argomenti in questo blog si "piscia un pò lungo".

@Kalimer,
L'esempio della forza di gravità tirato in ballo non sta in piedi. Rimanendo nell'analogia Il problema non è la forza di gravità (non sono ancora coì rincoglionito) ma cosa la spiega qual'è la sua causa.

@Attivissimo, airone76 e Vihai Varlog
Quello che ha scritto Paolo è (quasi) perfetto. Due conseguenze ed una postilla.
- L'evoluzione è un fatto per i batteri ma per esempio per i mammiferi e per gli animali superiori c'è qualche problema in più (o qualche prova in meno dell'effettiva evoluzione delle specie).
- Ci possono essere altre teorie che spiegano lo stesso fatto (come l'esempio fatto da Paolo sulla teoria gravitazionale) e (qui è il nocciolo della critica precedente) mi sembra un pò scontato il modo in cui viene affrontata questa possibilità dall'autore di questo blog e dalla maggioranza dei commenti scritti.
- Last una cosa è una teoria che spiega un fenomeno più o meno bene un'altra è la legge che ne descrive il comportamento. Infatti la relazione che lega il peso di un oggetto alla sua accelerazione gravitazionale non è una teoria ma una legge.

Ciao

stefano664 ha detto...

@John: Il semplice fatto che l'evoluzione esista per i batteri, dato che se ne conoscono le cause (essenzialmente errori di trascrizione del genoma che portano ad una mutazione del singolo, mutazione che, nella fattispecie, risulta utile al singolo e che quindi si riproduce nelle generazioni successive), dimostra che questo avviene anche nei mammiferi, perché i meccanismi che ci stanno dietro sono esattamente gli stessi. Se poi questo abbia dato origine allo gnu partendo da un'ameba è un discorso differente. Un conto è dimostrare che gli animali si evolvono, e perché, mentre è tutta un'altra cosa schematizzare la sequenza di evoluzione (es. topo -> scimmia -> uomo). La prima è un dato di fatto, la seconda è, appunto, una teoria, la migliore che al momento, con le basi che abbiamo, si possa realizzare.

Paolo Attivissimo ha detto...

L'evoluzione è un fatto per i batteri ma per esempio per i mammiferi e per gli animali superiori c'è qualche problema in più (o qualche prova in meno dell'effettiva evoluzione delle specie).

Quale problema? C'è una sequenza fossile e genetica ben chiara. Quella del cavallo, per esempio.

Anche i mammiferi si evolvono. Altrimenti come spieghi che non è mai stato trovato un fossile precambriano di un leprotto odierno?


Ci possono essere altre teorie che spiegano lo stesso fatto

Quali? Fai qualche esempio.

Concordo sulla postilla, ma non è pertinente all'argomento.

L'agnostico Stefano ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Fabio ha detto...

Quello è fulminato! Il Signore degli Anelli di Tolkien ha la stessa valenza storico/scientifica per quanto mi riguarda. :)

airone76 ha detto...

L'evoluzione è un fatto per i batteri

Aspetta: funziona con i batteri perchè sono le cellule dei batteri a mutare generazione dopo generazione, cioè è il dna delle cellule da cui si fomano i batteri che "muta" ed "evolve" nei batteri (disclaimer: la faccio facile e semplificata). Poichè sono le cellule che evolvono, l´evoluzione è un fatto anche per tutti quegli esseri che da cellule con all´interno un dna (eucarioti) si sviluppano e sono composti (batteri, topi, pesci, cani, uomini). E questo è un fatto.

Ci possono essere altre teorie che spiegano lo stesso fatto
Last una cosa è una teoria che spiega un fenomeno più o meno bene un'altra è la legge che ne descrive il comportamento

Questo è giusto, ma non si può estrapolare che l´evoluzione non esiste solo perchè non esiste una sola teoria o una sola legge che la descrivono. Leggi ce ne sono (quelle che regolano la trasmissione dei caratteri e la duplicazione del DNA), ma non sono così semplici a livello matematico, visto che parliamo di organismi complessi e non di un semplice pendolo. Non può esistere una legge che descrive esattamente cosa è un cane o come è fatto, ma non per questo il cane non esiste o non può essere riconosciuto e descritto.

Paolo Attivissimo ha detto...

esiste uno spazio sul tuo blog, tipo una dashboard per poter segnalare pubblicamente argomenti interessanti senza scadere nella forumizzazione?

No, ma gli off topic ben fatti come il tuo sono sempre ben accetti.

stefano664 ha detto...

@Fabio:
>>Quello è fulminato! Il Signore degli Anelli di
>>Tolkien ha la stessa valenza
>>storico/scientifica per quanto mi riguarda.

Attento nel sottovalutare il Signore dgli Anelli, perché è un libro molto più serio di quanto molti credano... :-)

L'agnostico Stefano ha detto...

Paolo, devi togliere il link relativo alla "teoria della montagna di merda". Per caso ci ho cliccato sopra dal commento e apre degli "interessanti" (sì, come no) siti per adulti.
Se invece si copia l'indirizzo e si riporta su una scheda del browser, tutto funziona regolarmente.
Tral'altro avevo testato il link con la funzione anteprima prima di postare il commento e tutto funzionava.
Chiedo scusa per il problema che ho creato.

Stefano Calzetti

Grezzo ha detto...

@ John Stalky

La scienza è sempre ben lieta di avere diverse teorie che possano spiegare determinate cose, ma quando la teoria alternativa all'evoluzione si chiama "dio ha creato tutto come lo vedete adesso in sette giorni e non ci sono cazzi da spiegare e tutti i fossili che avete trovato ve li siete costruiti da soli" mi spieghi come sia possibile prenderla in considerazione? No, spiegamelo davvero. Possiamo discutere anche per milioni di anni se dio esista o meno (non offenderti per la d minuscola, io sono ateo e non faccio favoritismi a nessun dio), ma: prove dell'evoluzione tante, prove del creazionismo zero. E qui sì, non ci sono cazzi. La teoria della gravità è comunque sempre una teoria. Per dimostrarla al 100% dovresti costruire un pianeta da zero identico alla Terra e vedere se gli effetti gravitazionali sono identici. Mi dirai che abbiamo altri pianeti come termini di paragone, per cui possiamo dedurre che l'accelerazione di un corpo in caduta dipende dalla massa del corpo celeste, ma per essere sicuri che sia sempre così dovremmo controllare tutti i pianeti dell'Universo. Ohibò, è lo stesso ragionamento dell'evoluzionismo. Ci sono innumerevoli prove della sua esistenza, ma il fatto che non abbiamo trovato tutte le prove che possono esistere non significa che sia possibile che il processo evolutivo sia una colossale cantonata. Che dio esista o meno, l'evoluzione è un fatto indiscutibile. Gli unici che lo discutono sono solo fondamentalisti religiosi, non certo scienziati. Per assurdo, per essere asolutamente sicuri, dovremmo anche prendere un pianeta diverso dal nostro sul quale si sia formata la vita e attraverso scavi scoprire se anche lì ci sono fossili simili ma sostanzialmente diversi dalle forme di vita ancora presenti. In pratica, trova

Paolo Attivissimo ha detto...

Stefano,

curiosa questa cosa che hai segnalato. Ho rimosso il commento.

A me il link funzionava correttamente cliccandovi sopra nella mail di notifica; porta invece a un sito decisamente diverso se cliccavo sul commento nel blog.

Riposto il tuo commento senza il link:

OT qui ma IT per l'argomento Giornalismo cialtrone.
Girovagando ho trovato
questo link (http://tinyurl.com/ybhpyup).
Seguendo la procedura di iscrizione al sito de "La Nazione" ho verificato l'esistenza della pagina segnalata. Purtroppo non sono riuscito a salvarla come file web in Opera e ho fatto uno screen capture. Successivamente ho fatto un capture del sito di Repubblica dove si riportava la notizia della morte di Galli.
Ho salvato le immagini nel mio spazio (http://tinyurl.com/yalfhht).
Photobucket-
Per questo mia prima indagine di verifica su una notizia ho impiegato più di mezz'ora. Non oso pensare a quanto sia il tempo impiegato da Paolo per le sue indagini.
E' comunque una conferma della "Teoria della montagna di merda" ([link rimosso a Wolfstep.cc]).
Una domanda Paolo: esiste uno spazio sul tuo blog, tipo una dashboard per poter segnalare pubblicamente argomenti interessanti senza scadere nella forumizzazione?

Stefano Calzetti"

stefano664 ha detto...

D'altro canto il fatto stesso che ci siano fossili di animali più antichi dei fossili umani è una prova tangibile che la religione una qualche cantonata l'ha presa (ovvero quella di parlare figurativamente). E quando dico più antichi intendo di milioni di anni, non di tre giorni...

Turz ha detto...

P.s. se becco chi ha inventato che la verità sta nel mezzo...

La virtù sta nel mezzo, non la verità.

Grezzo ha detto...

@_@

Ho appena letto l'articolo de La Nazione...

Avevo un commento sarcastico sulla punta della lingua, ma scherzare su una simile catastrofe mi sembra fuori luogo...

Mu ha detto...

ahaha, il sito è molto divertente.

"la teoria dell'evoluzione costituisce la base di una filosofia disonesta che ha soggiogato un gran numero di persone.". Ora aspettate a sentire la nostra.

"Tale filosofia è il "materialismo", il quale riunisce in sé una congerie di false teorie al fine di spiegare le cause e le modalità della nostra esistenza.". In effetie non credo che il darwinismo possa spiegare l'esistenza di simili stronzate

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Turz ha detto...

A me, come a Qbrick, Harun Yahya preoccupa fino ad un certo punto. In fondo non è vicedirettore di un centro di ricerca nazionale.

Sto iniziando a preoccuparmi seriamente sui criteri di scelta dei vicedirettori in Italia.

puffolottiaccident ha detto...

@Paolo Attivissimo, qualunque cosa ti abbia promesso l´Unicorno Petomane Ecumenico, Drehrt ti promette 173 volte tanto e ti permette (piú corretto dire "non ti vieta") di mantenere i riti di devozione all´Unicorno Petomane Ecumenico.
(Puoi anche non parlare di Drehrt per il resto dei tuoi giorni e negare di esserti convertito.)

Drehrt inoltre ti offre come segno divino una cassa di birra (in questa vita) come segno tangibile della sua benevolenza, ma é disposto a negoziare poiché vuole salvarti.
---
Ricordo a tutti che Drehrt vieta di infilarsi l´indice della mano sinistra nella narice destra ed il mignolo della mano destra nella narice sinistra contemporaneamente.

Chi fra i suoi fedeli dovesse farlo avrá la vita allungata di 5 anni, ritardando cosí l´accesso al meraviglioso paradiso di Drehrt. Quale punizione puó essere piú terrificante?

Mu ha detto...

dal sito una nuova perla: "Abbiamo visto come la scienza moderna, per mezzo di alcune sue branche quali la paleontologia, la biochimica e l'anatomia, riveli palesemente che tutti gli esseri viventi sono creati da Allah.". Devo essermi perso una puntata di quark

Anonimo ha detto...

A costo di ripetere un dato noto ai lettori del sito, ma evidentemente non a tutti, visto che c'è chi ci gira attorno, informo che la frase

La verità sta nel mezzo

non l'ha mai detta nessuno, né filosofo, né scienziato, né personaggio storico, almeno non seriamente.
Il concetto può avere una sua rozza applicazione allorché una fazione politica sostiene che quello è nero, e la fazione avversa bianco. Se non mentono spudoratamente entrambe, cosa frequente, c'è il caso che riferiscano mezza verità, quella che fa loro comodo, e mettendole assieme si ha un'approssimativa visione dell'intero. Non sempre, naturalmente.

Invece il detto

In medio stat virtus (la virtù sta nel mezzo)

è attribuito ad Aristotele, ma non lo ha mai scritto in quella forma. Aristotele affronta la questione in vari passi dell'Ethica nicomachaea (soprattutto capp. VI e VIII) e dei Moralia eudemia (lib. II, capp. III e V), ma questa frase non si ritrova mai, in nessuna traduzione.

Per secoli ci si è basati sul principio di autorità, ipse dixit; ma qui c'è millantata autorità: ipse numquam dixit! :-)

Stupidocane ha detto...

Io taccio....

martinobri ha detto...

Be', innanzitutto noto che l'edizione italiana de L'inganno dell'evoluzione (di Harun Yahya) è introdotta dal già noto creazionista italiano Giuseppe Sermonti, che però guarda caso è un fondamentalista cattolico

Prima che qualcuno faccia ripartire da capo il discorso sulla ipotetica e falsa condanna dell’evoluzionismo da parte del cattolicesimo: se ne è già discusso ampiamente. Vedi al link qui sotto, ai post n. 291, 292 e 293

http://tinyurl.com/y86xzjq

Per il resto... il librone ce l'ho anch'io; bellissimo per le foto

Epsilon ha detto...

@ Paolo (#51)
Ehmmmm... in realtà la terra E' una palla schiacciata
http://www.pd.astro.it/mostra/NEW/A2012ERT.HTM
:-)
Lo so che lo sai che è "schiacciata" di pochissimo; è solo per ridere

@ The Kaspa (#7) e @ Andrea B. (#56)
Penso che l'altrimenti fulminatissimo Harun abbia usato il termine "Allah" nell'accezione di Dio comune alle 3 religioni monoteiste di derivazione ebraica e quindi, stranamente, ha ragione

@ Stefano
Te lo domando in quanto hai scritto che hai approfondito l'affaire "La Nazione": non è che hanno semplicemente sbagliato a riportare il nome della persona ed hanno in realtà intervistato un altro? Gli scambi di nomi sui media sono all'ordine del giorno

So' L'enigmista ha detto...

Vibravito si limitò a evocare empiamente il Sacro Corno quando io gli feci l'esempio "ma se io ti dicessi che ho un unicorno..." e per la sua bestemmia sarà condannato alla dannazione eterna

Povero Vibravito... ormai è la barzelletta ricorrente del blog... tranne quando ritorna alla ribalta Valentin!!!

So' L'enigmista ha detto...

Ehmmmm... in realtà la terra E' una palla schiacciata
http://www.pd.astro.it/mostra/NEW/A2012ERT.HTM
:-)
Lo so che lo sai che è "schiacciata" di pochissimo; è solo per ridere


In realtà la Terra ha la forma di un geoide. Ma se consideriamo solo l'etimologia, "geoide" significa "a forma di Terra". Quindi: la Terra è a forma di Terra. E se La Palice non fosse morto...

So' L'enigmista ha detto...

@puffolottiaccident: Drehrt, Drehrt, Drehrt! Evviva evviva evviva! Più birra e Afri-Cola per tutti!

So' L'enigmista ha detto...

e in ogni caso fede e ragione non sono contrapposte a priori

Da "frasette" del genere son venute fuori diverse pagine di Epico ;)

puffolottiaccident ha detto...

Un´altra opinione é che la tecnologia non confuta l´islam in quanto... bé, questo anello manca.

http://lupodigubbio.splinder.com/post/9963972/La+matematica+non+%C3%A8+un'+opini

Evidentemente... la spada ferisce piú della lingua.

Perfettamente superfluo farsi delle risate alle spalle di questi mafiosetti, se non si intende affrontarli.
Se decidiamo che qualunque cosa dicano comunque non abbiamo il diritto di attribuirla al loro statuto allora ridiamo... finché ne abbiamo il permesso.

Epsilon ha detto...

Uh... scordavo...
Puffolottiaccident (#16) dixit:
"Per metterla in parole semplici..."
COOOOOOSA?!?!?
CONFESSA IMPOSTORE!!!!
DOVE L'HAI MESSO?!?!?
TIRA FUORI IL VERO PUFFOLOTTI!!!!!
:-)

Anonimo ha detto...

@ paolo
quella del cavallo ad esempio

Considerato che condivido sempre in pieno quello che dici, non avrei mai voluto correggerti.
Stephen Gould (non vorrei mai confondermi, sono lontano dalla mia libreria, ho letto vari libri di divulgazione evoluzionistica) in un suo libro critica fortemente l'uso della linea filetica del cavallo in quanto obsoleta e fondamentalmente sbagliata; la considera derivante da prime interpretazioni molto semplicistiche che poi si sono tramandate sui libri di scienze delle scuole senza reviosioni critiche. Un po' come le 5 glaciazioni (che così come descritte sono uno schema eccessivamente semplicistico).
Questo non inficia per nulla i concetti che esprimi, ma purtroppo le versioni più moderne delle teorie evoluzionistiche non permettono più delle letture semplicistiche della storia naturale. Questo rende le spiegazioni purtroppo più complicate e presta un po' di più il fianco alle semplificazioni creazionistiche.
Nei rari caso in cui mi è stata proposta una teoria creazionistica io ho semplicemente chiesto al mio interlocutore se sapeva perchè mai la sua macchina funzionasse, e da dove arrivasse la benzina.

Vihai Varlog ha detto...

@John, ancora no. La legge che citi[1] è PARTE della Teoria della Gravitazione Newtoniana.

La teoria è più *potente* come concetto rispetto ad una semplice legge. La teoria descrive una fenomenologia, la legge, in questo caso, solo un fenomeno specifico.


[1]... e che citi male, visto che non c'è una legge che lega il peso all'accelerazione di gravità :)

theDRaKKaR ha detto...

@Paolo A.

davvero si sente la mancanza di una dashboard, anzi un forum di discussione tra gli utenti del tuo sito

per es. è interessante anche la querelle nata dal Corriere sulla nave da crociera abominevole e cattiva che fa turismo ad Haiti mentre la gente muore e le dichiarazioni successive di passeggeri e lavoratori della stessa nave, che stavano raccogliendo cibo e fondi a destra e a manca fino all'arrivo ad Haiti

non ci sarà la libertà di stampa in Italia, secondo alcuni, però perlomeno c'è la libertà di dire cavolate a mezzo stampa...

Paolo Attivissimo ha detto...

Per il resto... il librone ce l'ho anch'io; bellissimo per le foto

Come si ordina? Te lo manda davvero gratis?

Mi è venuta un'idea... :-)

Paolo Attivissimo ha detto...

Dani,

Stephen Gould (non vorrei mai confondermi, sono lontano dalla mia libreria, ho letto vari libri di divulgazione evoluzionistica) in un suo libro critica fortemente l'uso della linea filetica del cavallo

Strano. Mi pareva che l'esempio fosse proposto proprio da lui.


io ho semplicemente chiesto al mio interlocutore se sapeva perchè mai la sua macchina funzionasse, e da dove arrivasse la benzina.

Niente male :-)

Rodri ha detto...

c'è la libertà di dire cavolate a mezzo stampa...

Quasi ovunque e quasi sempre.

theDRaKKaR ha detto...

@Stefano, Paolo A. e tutti

l'autore dell'intervista al funzionario morto è Amadore Agostini

giusto per cominciare a sottolineare responsabilità e ruoli.. sapete com'è, siamo nel paese di Pulcinella Cetrulo...

crespo ha detto...

A tutti i dipendenti dell'istituto di ricerca dove lavoro, per due volte in due anni, è arrivato, gratis, il bellissimo "Atlante della Creazione", di Harun Yahya.
E' effettivamente un librone da svariati Kg di peso, copertina rigida in tessuto (i primi arrivati erano blu, l'infornata dell'anno successivo era ossa) con incastrate delle figure di quelle da ovetto kinder, di quelle zigrinate in cui l'immagine stampata sembra muoversi a seconda dell'inclinazione con cui la guardi. Inoltre ha tutta una serie magnifica di fronzoli dorati stampati un po' a ca##o.
Il formato è immenso: più grosso di un A4, un po' meno di un A3.
Le figure a colori di fossili e animali sono stupende e, oltre a illuminanti concetti di biologia, contiene anche straordinari capitoli storico-filosofici quali:
- Il Darwinismo ed il materialismo
- il Darwinismo ed il totalitarismo
- il Darwinismo ed il terrorismo
e, incredibile ma vero, un paragrafo intitolato:
- L'islam non è la sorgente del terrorismo, bensì la sua soluzione

Io ho tutte e due le edizioni e me ne sono anche aggiudicato una su e-bay in inglese (quella in tedesco costava troppo)

dani1967 ha detto...

@paolo
Strano. Mi pareva che l'esempio fosse proposto proprio da lui

Se stasera mi ricordo do un'occhiata in libreria e poi ti do dei riferimenti più dettagliati.

Purtroppo noi qui ce la diciamo e ce la cantiamo, siamo perlopiù persone di cultura scientifica e per noi queste cose sono scontate scontate.
Sarebbe bello riuscire a trovare canali per far arrivare alle giuste orecchie certi discorsi. Sopratutto agli adolescenti; e avere la giusta calma per farlo senza troppa foga e rabbia.

So' L'enigmista ha detto...


e, incredibile ma vero, un paragrafo intitolato:
- L'islam non è la sorgente del terrorismo, bensì la sua soluzione


Perché "incredibile"? E' vero: L'islam non è la sorgente del terrorismo. Esiste terrorismo di ogni forma e colore, e non necessariament a base religiosa.

theDRaKKaR ha detto...

aggiungo, e prometto di chiudere l'OT, che, se volete contattare Agostini, la sua email dovrebbe essere amadore.agostini@lanazione.net
giacché su La Nazione cartacea c'è scritto:

In redazione:
Amadore Agostini, Sandro Bennucci, Letizia
Cini, Nicola Coccia, Paola Fichera,
Gigi Paoli, Alfredo Scanzani, Giovanni
Spano, Ilaria Ulivelli, Cosimo Zetti.
Per le e-mail:
nome.cognome@lanazione.net

crespo ha detto...

@ so' Lenigmista

Ovvio che non è "l'Islam" la fonte del terrorismo.
Però è incredibile, ma vero, che ci sia un capitolo intitolato così, se non spiace.

L'agnostico Stefano ha detto...

@theDRaKKaR
Il punto è che il forum rischierebbe di diventare un raduno per i rincoglioniti che danno addosso a Paolo per partito preso.
Non penso che Paolo abbia tempo di gestire anche questa grana, se qualcuno volesse comunque impiantarlo io mi offro fin da ora come volontario per gestirlo.
Tornando all'idea della dashboard dico che ha il vantaggo del minor lavoro di gestione per Paolo lasciandogli però il totale controllo sui contenuti.
Penso che uno spazio per le segnalazioni, uno spazio di qualità garantita da Paolo , sarebbe un bonus in più per un blog come questo, diventato ormai un riferimento per le persone curiose e intelligenti.

Stefano Calzetti

dani1967 ha detto...

@paolo
Strano. Mi pareva che l'esempio fosse proposto proprio da lui

Qui
ovvero il capitolo 11 di Bravo Brontosauro si trova quello che ricordavo. Che non è una negazione ovviamente dei meccanismi evoluzionistici, ma una fotografia più complicata degli stessi.

Domenico ha detto...

Il forum lo sconsiglio, c'è tantissima gente comune che odia Paolo perché non appoggia le bufale (si, è così): immaginate i triliardi di troll che invaderebbeo il suo forum.

Per quanto riguarda questa discussione: si tratta di scritti religiosi, è evidente, non vedo cosa ci sia da discutere o deridere, cosa vi aspettavate? Ci sono tatntissimi scritti cristiani, e anche trasmissioni, dove tentano in ogni modo di convincere la gente che dietro ad ogni cosa c'è Dio/Gesù/la Madonna, quindi o si affronta il controverso tema religioso oppure, come si è fatto finora, lo si evita su questo blog.

In ogni caso il tizio mussulmano ha fatto l'errore di scrivere il tutto con le seguenti 2 impostazioni che dovrebbero essere evitate in ogni caso:
- tirare in balllo Dio come spiegazione
- tirare in ballo accuse e tesi filosofiche

In questo modo sarebbe stato alquanto accettabile il tentativo di esporre le proprie critiche verso una teoria che non si vuole accettare

Alla fine però si fa solo pubblicità a queste persone e basta, non credo che ci siano persone disposte a scrivere dimostrazioni contrarie MIRATE di quanto afferma esattamente il tizio (dio a parte), infatti finora nessuno lo ha fatto nei suoi confronti

PS: ma poi non c'è stato alcuno sviluppo per l'apparizione della madonna al cairo? Stavo seguendo il caso con attenzione, tanto è vero che avevo lasciato anche dei dati

Paolo Attivissimo ha detto...

Domenico,

si tratta di scritti religiosi, è evidente, non vedo cosa ci sia da discutere o deridere, cosa vi aspettavate?

No, aspetta. Nel libro reclamizzato vengono fatte molte affermazioni riguardanti fatti concreti. A quelli si può e si deve rispondere. Se qualcuno dice "Dio mi ha detto che la Terra è piatta" o "Dio dice che le gravidanze umane durano fino a sette anni", è mio dovere dirgli "E' una balla". Non c'è paravento religioso che tenga. Una balla è una balla.
non credo che ci siano persone disposte a scrivere dimostrazioni contrarie MIRATE di quanto afferma esattamente il tizio (dio a parte), infatti finora nessuno lo ha fatto nei suoi confronti

Ci sono e ci devono essere, per evitare che queste ideologie becere si sostituiscano alla scienza, con tutti i danni che questo comporta. Al CNR c'è già un alto papavero creazionista, non è un segnale d'allarme sufficiente?


ma poi non c'è stato alcuno sviluppo per l'apparizione della madonna al cairo?

Che io sappia, no.

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

No ma...il messaggio non è stato capito.

Con "la materia è un'illusione" si riferiscono evidentemente alla loro materia grigia.

Ah quanti nuovi articoli interessanti, peccato stia impazzendo dietro a un bug di Windows 7 o_O

Gianni Comoretto ha detto...

@john:
Nel linguaggio scientifico la parola "teoria" indica un insieme di ragionamenti che spiega nel migliore dei modi, con ottima probabilità di essere in buona parte corretta, alcuni fatti. È qualcosa che è stata esaminata a lungo, e che ha superato le obiezioni mossegli. Non ha senso dire "è solo una teoria, una supposizione che non è ancora stata provata". Quella, nel linguaggio scientifico, è un'ipotesi, non una teoria. Definireste "una supposizione" la teoria della gravità, o la teoria dell'elettromagnetismo (su cui si basa il computer che state usando)?

Poi possono esistere teorie alternative, ma quando sono TUTTE una buona descrizione, e non ci si riesce a mettere d'accordo su qualche dettaglio (anche importante).

Ormai si sono accumulati diversi esempi di nuove specie, in natura e in animali superiori. Io conosco una zanzara (culex molestus),
evolutasi nelle metropolitane di Londra
, un topo in un'isola del Pacifico, e un pesce in un lago africano. Tutti casi di ambienti relativamente ristretti ed isolati, che han favorito una deriva genetica fino al punto in cui la specie non è più interfeconda con quella di partenza.

@puffolottiaccident Cosa intendi dire con "io non ci sto"? (in uno dei link che hai messo)
Non ritrovo la frase.

Riguardo alla "verità nel mezzo" tra scienza e fede.
Come scienziato io ragiono SOLO su cosa riesco a trovare nei dati, come potrebbe essersi formato quel che vediamo, ecc. Poi posso avere una metafisica a piacere (religiosa o puramente filosofica) sui "perché". Ma è la metafisica a doversi adattare ai fatti, non viceversa.

Comunque se dico che la realtà è come è perché Dio voleva creare l'uomo (cattolici), che le leggi della fisica non sono altro che la regolarità con cui Allah opera (islam), non sto dicendo niente che ha valore sperimentale. Visto che l'uomo esiste, qualsiasi cosa sia successa può essere vista nella prima ipotesi, e per definizione qualsiasi cosa è compatibile con la seconda. Quindi non toglie o aggiunge niente alla scienza, e quindi teniamo questi discorsi fuori dalla scienza.

SirEdward ha detto...

@ The DRaKKaR

in questo blog si può leggere Dio che disquisisce di Darwin

inarrivabile


Stra lol

@John Stalki

- L'evoluzione è un fatto per i batteri ma per esempio per i mammiferi e per gli animali superiori c'è qualche problema in più (o qualche prova in meno dell'effettiva evoluzione delle specie).

Se non dovessero bastare le spiegazioni già ottenute, una parola sola: cani

Moltissime delle razze di canim, in particolare quelle più assurde che amiamo tenere per compagnia, sono selezionate dagli uomini, cioè sono "evolute" dall'uomo.

Ma anche vacche, come ricordava Puffolotti, o maiali, o pecore (sai quelle che se non le tosi finisce che non riescono più a muoversi? ecco...) Per tacer di alberi, piante e vegetali in genere.

----------

Harun Yahya l'ho già sentito. Due anni e mezzo fa avevo avuto modo di sfogliare uno dei suoi libri. La copia era arrivata, in maniera gratuita e non sollecitata (la considerazione nei confronti del libro era nulla), ai Domenicani, e mi dissero che non era nemmeno la prima volta che capitava. La stranezza è dovuta al fatto che l'edizione del libro è chiaramente costosa. Grande, ben rilegato, materiali non certo economici, carta spessa, colori dovunque, fotografie a tutta pagina (sulla risoluzione delle immagini ci sarebbero da fare parecchi appunti, invece). Le parti di testo invece erano di una pochezza notevole: brevi, superficiali, inconcludenti, logicamente scorrette... insomma, il menu complottistico-fanatico-religioso-ignorantistico al gran completo. Ca***te scritte per qualunque ca***ne possa riuscire a crederle vere.

Le occupazioni di Yahya, comunque, sono infinite, tra i suoi libri, come non citare quello sulla massoneria e i templari (Templars and freemasons) e quello sulla termite... No, Paolo, non l'esplosivo, ma l'insetto! (The miracle of termites).

Si occupa di così tante cose che, se non fosse un imbecille di prima categoria, sarebbe un uno dei grandi geni di tutti i tempi. Peccato che invece sia proprio un imbecille. Anzi, "un'imbecille".

SirEdward ha detto...

Gianni Comoretto scrive:

Ma è la metafisica a doversi adattare ai fatti, non viceversa.

Concordo e sottoscrivo.

Due volte.

Le parole tentano di spiegare il mondo, non il mondo le parole. Se le parole sono in contrasto con la realtà, cose sbagliate.

martinobri ha detto...

Riguardo alla "verità nel mezzo" tra scienza e fede.
Come scienziato io ragiono SOLO su cosa riesco a trovare nei dati, come potrebbe essersi formato quel che vediamo, ecc. Poi posso avere una metafisica a piacere (religiosa o puramente filosofica) sui "perché". Ma è la metafisica a doversi adattare ai fatti, non viceversa.

Comunque se dico che la realtà è come è perché Dio voleva creare l'uomo (cattolici), che le leggi della fisica non sono altro che la regolarità con cui Allah opera (islam), non sto dicendo niente che ha valore sperimentale. Visto che l'uomo esiste, qualsiasi cosa sia successa può essere vista nella prima ipotesi, e per definizione qualsiasi cosa è compatibile con la seconda. Quindi non toglie o aggiunge niente alla scienza, e quindi teniamo questi discorsi fuori dalla scienza.


Sottoscrivo.

@ SirEdward
Non credo che Yahya sia un ignorante: secondo me è un propagandista molto furbo. E molto finanziato.


@ Attivissimo.
Credo che scrivendogli e fingendosi interessati si abbia qualche possibilità di farsi mandare una copia del libro. Se ti serve un alter ego posso provare io.

Anonimo ha detto...

Tanto per esattezza:

-il poster non parla di creazionismo (qualunque cosa questo termine significhi, ci sono tante accezioni differenti), ma del fatto che il darwinismo e l'evoluzionismo siano errati. Visto che nessuna teoria scientifica può essere "vera" o "falsa" quasi che fosse una singola proposizione, l'affermazione è inutile più che sbagliata;

- ridere di fronte ad una qualsiasi affermazione pseudo scientifica è operazione rischiosa: ci sono libri sulle risate generate ora dall'effetto fotovoltaico, ora dalla bomba atomica che a distanza di anni inducono -loro sì - crisi di risate;

- che la materia sia un'illusione è probabilmente una semplificazione di un concetto di fisica quantistica.

Cari saluti.

F.

Paolo Attivissimo ha detto...

Se ti serve un alter ego posso provare io.

Io pensavo a qualcosa di più grande portata. Se davvero manda gratis copie del suo costosissimo libro in tutto il mondo, dovremmo pubblicare la procedura di richiesta e invitare il maggior numero possibile di persone a seguirla.

E poi usare il libro come fermaporta o le pagine per incartare il pesce.

Così, se vuole dire delle scemenze, almeno gli costerà caro. Una sorta di tassa collettiva sulla stupidità :-)

fabio ha detto...

Se le parole sono in contrasto con la realtà, cose sbagliate.

Si e no, la questione e' un po complicata. E in questo caso bisogna capire bene cosa intendi per realta'. Questa infatti e percepibile attraverso i nostri sensi (o sturmenti che si rapportano ad essi) che di fatto sono fallibili. Infatti la scienza e' piena di paradossi derivanti da versioni monche della realta' ma cmq funzionanti per alcuni aspetti. Se quello che dici non e' come quello che vedi a volte quello che vedi potrebbe non essere cosi corretto :) .

Paolo Attivissimo ha detto...

- ridere di fronte ad una qualsiasi affermazione pseudo scientifica è operazione rischiosa

Perché potrebbe rivelarsi esatta? Tipo Nibiru, il paranormale, la fine del mondo nel 2012, i cerchi nel grano, i rapimenti alieni, la cura del cancro con il bicarbonato, l'11 settembre fatto con gli ologrammi, le scie chimiche, l'archeologia alternativa?

Correrò il rischio.

martinobri ha detto...

E poi usare il libro come fermaporta o le pagine per incartare il pesce.

Beh, però il libro vale la pena. Per le splendide illustrazioni e perchè descrive in modo chiaro la posizione di quella gente. E' sempre utile sapere cosa pensa il nemico.

Sunrise ha detto...

Basta andare sul sito citato nel manifesto, leggere la prima parte della sezione "I REPERTI FOSSILI CONFUTANO L'EVOLUZIONE" per capire che non bisogna perdere tempo con personaggi del genere e con le loro deviazioni del pensiero!!!

crespo ha detto...

Avevo già cercato un modo per richiedere i vari libri: mi piacerebbe una collezzione demenziali di Atlanti della creazione in tutte le lingue (la versione in turco mi attira assai, so che esiste quella in tedesco ed in inglese (ce lo) ed immagino si possa trovare in molte altre lingue).

Tuttavia non credo che si possa in qualche modo farne richiesta: I libroni sono stati spediti a soggetti mirati con l'evidente scopo di "convertire" qualcuno.

Certo che mandare questo libro a dei ricercatori di biologia è proprio una perdita di tempo e denaro; o forse no: Bob deMattei docet.

Viceversa si possono comprare (non ho più i siti che li vendevano) ma mi sembra che in questo modo l'effetto voluto vada a farsi benedire.

Anonimo ha detto...

"Perché potrebbe rivelarsi esatta?"

No, perché se da un lato non aggiunge nulla di costruttivo alla questione, dall'altro è generalmente una dimostrazione di arroganza (che spesso si accompagna all'impreparazione, anche se in quello specifico caso magari chi ride ha ragione).
La verità non ha bisogno di risate: e almeno nel mio campo, generalmente più sei colto più sei cauto nel deridere gli altri, proprio perché sai che cose apparentemente ridicole poi si rivelano inaspettatamente esatte.

Ciao.

F.

So' L'enigmista ha detto...

quindi o si affronta il controverso tema religioso oppure, come si è fatto finora, lo si evita su questo blog

Su questo blog non ci sarebbero thread religiosi? SICURO!?!?!?!?!?!??!?!?!??

Gwilbor ha detto...

Per chi volesse saperne di più sul darwinismo, c'è disponibile la deposizione completa del professor Padian (biologo) al processo di Harrisburg, che stabilì che l'intelligent design non aveva i requisiti per essere insegnata come teoria scientifica. È molto illuminante anche perché smonta alcuni miti che circolano spesso anche fra i darwinisti, come quello che non ci siano prove della macroevoluzione (i famosi fossili di transizione). È lunghetto, ma ideale come lettura prima di andare a letto, si trova QUI

Grezzo ha detto...

@ Francescomat

Nessuno ha mai dimostrato un teorema religioso, nessuno ha mai dimostrato proprietà soprannaturali di santi, santoni, santini, miracoli eccetera. Quindi ridere di una teoria che si basa solo su tali assunti non solo è giusto, ma quasi un obbligo.

Gwilbor ha detto...

Aggiungo inoltre questa pagina, che fa l'analisi dell'ID e dimostra come sia una teoria inconsistente. Ad esempio, c'è narrato l'episodio (sempre del processo di Harrisburg) in cui si dimostrò come i libri che divulgavano l'ID fossero praticamente gli stessi che qualche decennio prima divulgavano il creazionismo, semplicemente cambiando le parole tipo "creazionismo" con "intelligent design" tramite la funzione trova e sostituisci del word processor. Divertente vedere come gli stessi sostenitori dell'ID, col passare del tempo, spostino i paletti pur di continuare a sostenere le loro idee: prima annacquano la definizione di teoria scientifica in modo da includere la loro teoria, finendo però così per ammettere che anche l'astrologia, secondo tale definizione, sarebbe una teoria scientifica. Infine c'è chi ammette che l'ID non è una teoria, e nemmeno un qualcosa che ti dice cosa è vero, ma è solo una "svida all'evoluzione"!

Paolo Attivissimo ha detto...

è generalmente una dimostrazione di arroganza

Dipende. Se ridi e basta, sì. Ma se alla risata fai seguire una battuta fulminante che rende evidente l'assurdità della tesi avversaria, no.

Pochi minuti fa ero a Radio24 e s'è parlato di memoria dell'acqua come fondamento dell'omeopatia. L'acqua, secondo Benveniste, serbava traccia delle sostanze con le quali era venuta in contatto.

La battuta da fare, in questo caso, è "ma allora l'acqua si ricorda anche di tutte le pisciate che ci abbiamo fatto dentro?"

fabio ha detto...

quindi o si affronta il controverso tema religioso oppure, come si è fatto finora, lo si evita su questo blog
il tema religioso e' controverso in quanto fideisitico, quindi decisamente poco incline ad una discussione.
Si puo discutere di scienza, ma sulla religione c'e poco da discutere perche' alla base c'e' una scelta dell'individuo di credere o meno. Se cosi non fosse non esisterebbero piu confessioni per una stessa religione.

So' L'enigmista ha detto...

La verità non ha bisogno di risate: e almeno nel mio campo, generalmente più sei colto più sei cauto nel deridere gli altri, proprio perché sai che cose apparentemente ridicole poi si rivelano inaspettatamente esatte

Scusa ma mi devo temporaneamente ritrasformare in Gino Limbo. Quando John Newlands disse che le proprietà degli elementi si ripetevano a intervalli regolari come ottave musicali, venne deriso. Letteralmente. Gli scienziati gli sghignazzavano dietro ai convegni. Oggi sappiamo che aveva ragione. Una cosa simile accadde per Lemaitre e la questione del Big Bang (la stessa espressione "Big Bang" fu coniata da un detrattore della teoria).
Quindi, quando viene presentata una nuova teoria scientifica, è meglio andarci cauti con le risate, perché potremmo dovercele rimangiare.

In questo caso però siamo nel campo della pseudoscienza, non della scienza!
E passando ad un livello ancora superiore, quando ti dicono che nel 2012 arriveranno i Fratelli Cosmici a togliere l'inquinamento in un attimo, e la NASA sta coprendo tutto, non ti viene da ridere almeno un pochino?

Grezzo ha detto...

@ Francescomat

Un'altra cosa, mi fai UN esempio di qualcosa giudicata ridicola e poi rivelatasi inaspettatamente vera? No, giusto per capire, perchè se a ridere era il parrucchiere all'angolo che rideva di una teoria scientifica è un conto, un altro è se davvero la comunità scientifica ha deriso una teoria che presentava prove chiare ed esaustive.

So' L'enigmista ha detto...

p.s. E guardate "La Gaia Scienza", che è un gran bel programma!

So' L'enigmista ha detto...

@Grezzo: ti ho risposto io.
Leggiti i libri che ho consigliato nel thread epico: "Breve storia di quasi tutto" di Bill Bryson e "Troppo belle per il Nobel. La metà femminile della scienza" di Nicolas Witkowski.

Vuoi un esempio di scienziato celeberrimo, di cui tutti hanno sentito il nome a scuola, che ha dato un mastodontico contributo alllo sviluppo della scienza, ma che aveva la fastidiosa abitudine di denigrare qualsiasi teoria scientifica che non gli andava a genio, sebbene l'evidenza sperimentale dicesse che lui aveva torto? Eccolo, lo incontrerai in entrambi i libri: Lord Kelvin. Pensavo che il ritratto (fantasioso, beninteso) che ne dà Jim Broadbent nel film "Il giro del mondo" fosse davvero impietoso nei confronti del grande fisico... invece mi sono ricreduto: Kelvin non era ovviamente un criminale come è dipinto nel film (che è un film FANTASIOSO, lo ribadisco, è un film con Jackie Chan dopotutto!), ma di certo un simpaticone non era, e la sua mentalità era tutto tranne che aperta!

Turz ha detto...

Kelvin non era ovviamente un criminale come è dipinto nel film (che è un film FANTASIOSO, lo ribadisco, è un film con Jackie Chan dopotutto!), ma di certo un simpaticone non era, e la sua mentalità era tutto tranne che aperta!

Ad esempio era disposto a tutto pur di evitare di andare qualche grado sotto zero.

Grezzo ha detto...

@ Sò L'enigmista

Capisco il senso del tuo post, ma nella maggioranza dei casi si tratta di singoli scienziati che deridono una teoria, non l'intera comunità scientifica che non accetta prove sperimentali. Se è per questo, un premio Nobel per la chimica ha deciso di punto in bianco che la vitamina C fosse una cura per il cancro, oltre che per qualunque malattia che esista, e ha portato questa convinzione per anni senza portare uno straccio di prova.

Gian Piero Biancoli ha detto...

@ F7428476 e puffolottiaccident

Ritorno brevemente OT per rispondere a F7428476 e puffolottiaccident

E' sacrosanto che nella matematica araba c'è molto della matematica indiana (come pure di quella cinese, babilonese e greca).

E' innegabile che parte dell'al-jabr di Khuwarizmi si rifaccia (per non dire traduca) al Brahmagupta.

E' noto a tutti che le cifre arabe, tecnicamente dovrebbero chiamarsi indo-arabe.

Detto questo, ricordo che gli arabi diedero nuovo impulso e sistematicità alla matematica nel medioevo prendendo, ad esempio, la trigonometria, i cui principi provenivano dalla Grecia, e applicandogli la forma numerica indiana e aggiungendo nuove funzioni e formule.

Al-Khuwarizmi, ibn-Yunus, Alhazen, Omar Khayyam fino a Nasir Eddin testimoniano un'egemonia assoluta in campo matematico da parte dei musulmani nel medioevo.
In breve, e cito alla lettera Carl Boyer (Storia della matematica - Pag 288), "l'anno 1436 rappresenta la testimonianza che durante il medioevo i matematici più importanti scrivevano in arabo(da cui il perchè le cifre si chiamano solo "arabe") e vivevano nel mondo afro-asiatico di cultura islamica, mentre all'alba dell'età nuova i matematici più eminenti scrivevano in latino e vivevano nell'Europa cristiana."

Salutoni

Anonimo ha detto...

Gli esempi erano proprio quelli citati: l’effetto fotovoltaico (deriso perché considerato una sorta di moto perpetuo) e l’impossibilità della bomba atomica di esplodere. Ma presumo se ne possano trovare tanti altri. In fondo allo stesso Darwin chiesero se lui discendesse dalle scimmie da parte di padre o di madre. Arguti.
Si dice che le verità scientifiche attraversano tre stadi: prima sono derise; poi sono ferocemente attaccate, ed infine sono accettate come evidenti.
Difficile distinguere tra scienza e psuedoscienza: la psichiatria è una scienza? E certe derive della fisica quantistica che sembrano confinare con la religione?
Se non sbaglio Stephen Hawking finisce il suo libro dal big bang ai buchi nero sostenendo che la teoria delle supercorde non è strutturalmente diversa da quella per cui l’universo sta sopra il dorso di una tartaruga. Proprio sulla base di queste considerazioni, noto che più si è preparati e più si è tranquilli, rilassati nei confronti delle affermazioni anche bislacche che girano.
Invece è proprio dei giornalisti impreparati (o quantomeno preparati su alcune cose e non su altre) l’essere pronti a sparare a zero su tutto quello che diverge dal proprio canone.
Come fai a saltare dall'evoluzionismo alla memoria dell'acqua? Che preparazione scientifica hai?

Ultima cosa: il disegnino della scimmia che diventa pian piano uomo è una rappresentazione corretta di come funzioni l'evoluzione? E in caso negativo, sarebbe poi così assurdo tracciarci sopra una croce?
Tutto sommato...

fabio ha detto...

Sono d'accordo con l'essere cauti e non deridere. Lo faccio sempre (o almeno ci provo).
Le cose strampalate a volte sono cose che semplicemente non capiamo.
Nondimeno se per una qualche teoria o fenomeno vengono addotte prove o fatti invalidanti bisogna essere pronti a rimettersi in gioco. Una volta sciolto il nodo poi bisogna andare avanti.
Rivisitare Darwin non e' sbagliato in se. Le teorie (come i record) sono fatte per essere migliorate.
Posso anche dire che noi tutti discendiamo da umanoidi spaziali, ma devo addurre prove serie altrimenti fino a prova contraria le teorie correnti sono valide.
Sostenere oggi che la terra e' piatta significherebbe voler prendere in giro qualcuno.
Diro' di piu: quando si ha una teoria la si sottomette al giudizio del pubblico, per una revisione paritetica. Non basta pubblicare un libro e dire:" io ho ragione!".
Per questo, forme di propaganda di questo tipo non sono apprezzabili e cmq sono assai discutibili. C'e' da chiedersi il perche'. Personalmente non ho mai visto nessuno mettere manifesti per dire che le equazioni di Maxwell sono una gran menata; se qualcuno lo pensasse lo potrebbe scrivere e sottomettere alla comunita' scientifica.
Se non lo fa non da' trasparenza alla sua teoria e di conseguenza questa non va presa in considerazione; e' il tizio a farsi carico della dimostrazione e non il pubblico.

PiNuZ ha detto...

Paolo 6 un mito!!! tutte tu le trovi!! ahahah mi devo riprendere anch io dalle risate... e poi ho visitato il sito.. non ce la faccio troppo ridicolo.. le domande da porre al papa??? O.o ahahahahahahahahah...

Paolo Attivissimo ha detto...

Francescomat,

Come fai a saltare dall'evoluzionismo alla memoria dell'acqua?

Studio il caso e chiedo agli esperti prima di parlare. Conosco bene il caso della memoria dell'acqua perché lo studiai all'epoca insieme ai colleghi del Cicap.


Ultima cosa: il disegnino della scimmia che diventa pian piano uomo è una rappresentazione corretta di come funzioni l'evoluzione? E in caso negativo, sarebbe poi così assurdo tracciarci sopra una croce?

Sì. Non nascondiamoci dietro a un dito. La croce sul poster non sta a dire "questo disegno non rappresenta correttamente l'evoluzione". Vuol dire "L'evoluzione è una balla".

Turz ha detto...

Il disegno giusto comunque è questo.

puffolottiaccident ha detto...

@fabio

Chiedersi il perché...

Se ogni volta che il tuo ragionamento scarti delle ipotesi perché si scontrano con dei dogmi buonisti o politicamente corretti... allora meglio andare a pescar lucci e non perdere tempo in una cosa che sai giá di non poter fare.

Ad esempio, se il ragionamento porta a:

"In Sierra Leone sono dei miserabili in quanto son indolenti e cattivi"

E uno si blocca e dice:

"Questa la scartiamo perché il dogma dice che solo i caucasici sono per partito preso indolenti e cattivi"

Tanto vale lasciare che la nozione del turco prenda piede, visto che i dogmi buonisti son altrettanto irrazionali che i dogmi religiosi.

Jacopo ha detto...

E segnalo anche questo disegno: http://jewmanist.com/wp-content/uploads/2009/07/evolution-graffiti.jpg

[Spero abbiate un monitor abbastanza grande :P]

Anonimo ha detto...

Allora prova a studiare il caso del riscaldamento globale antropogenico e chiedere agli amici del CICAP cosa ne pensano: interessante esempio di una comunità scientifica che sostiene una teoria e di un'altra più piccola che la confuta, i cui membri sono chiamati negazionisti.

Non mi nascondo dietro a un dito, ma insegnare che le scimmie pian piano sono diventate uomini, come suggerisce il poster, è una (vera) balla.

E le conseguenze dell'esperimento EPR sull'entanglement cosmico tra gli atomi del nostro corpo e atomi che si trovano ad anni luce di distanza? Come negare a priori che abbiano un riflesso sulla c.d. memoria dell'acqua, indipendentemente dagli esperimenti di Beneviste?

Meglio le cautele di Hawking o le certezze dei tuoi fan che si divertono tanto quando ridicolizzi qualcuno (che magari se lo merita, intendiamoci)?

In definitiva, tu fai quel che vuoi perché questo è il tuo blog, però ricorda che la regola generale (per evitare di rientrare un domani nel concetto di giornalismo spazzatura è:
Numquam nega, raro adfirma, distingue frequenter (non negare mai, afferma di rado, distingui spesso).

Ciao.

F.

Grezzo ha detto...

Va bene francescomat, portaci le prove che l'evoluzione è una cantonata colossale e nessuno riderà. Perchè vedi, è l'unico modo per evitarlo, non con le parole e basta. Perchè finchè la confutazione all'evoluzione consiste in "è stato dio, allah eccetera", allora la risata è d'obbligo. Una prova tangibile, metterebbe a tacere tutti, scettici compresi.

Per chiarezza, l'uomo non discende dalla scimmia, caro il mio "preparato", se vuoi mettere i puntini sulle i la scimmia è solo uno dei rami evolutivi alla base del quale ci sono stati antenati comuni, come per tutte le specie.

Jacopo ha detto...

@Francescomat:

Ma perche' Paolo non puo' parlare di argomenti disparati mentre invece tu puoi citare celle fotovoltaiche, riscaldamento globale, MQ e bombe atomiche? : )

Ad ogni modo, quale sarebbe la tua obiezione? Mi sembra di capire: "E' rischioso ridere di pseudoscienziati e delle loro affermazioni perche' talvolta si rivelano nel giusto". Mboh, forse condivisibile, di storia della scienza non ne so molto. Ma questo si applica al caso in esame? Cioe', questo tizio fa affermazioni che hanno una qualche plausibilita'? Quali sarebbero? Perche' insomma, altrimenti qua discutiamo del sesso degli angeli.

Paolo Attivissimo ha detto...

Allora prova a studiare il caso del riscaldamento globale antropogenico e chiedere agli amici del CICAP cosa ne pensano

Perché stai palinfrascando?

Già fatto, comunque. La questione è ancora controversa. Il riscaldamento è ben documentato: l'origine antropogenica un po' meno.

insegnare che le scimmie pian piano sono diventate uomini, come suggerisce il poster, è una (vera) balla.

Infatti nessuno lo insegna seriamente in questi termini.


E le conseguenze dell'esperimento EPR sull'entanglement cosmico tra gli atomi del nostro corpo e atomi che si trovano ad anni luce di distanza?

Stai palinfrascando di nuovo.


la regola generale (per evitare di rientrare un domani nel concetto di giornalismo spazzatura è: Numquam nega, raro adfirma, distingue frequenter (non negare mai, afferma di rado, distingui spesso).

Certamente. Ma quando le prove della natura bufalina di un'affermazione sono schiaccianti (un'assistente di Benveniste fu colta a falsificare i dati), si può ridere con certezza.

martinobri ha detto...

Ad esempio era disposto a tutto pur di evitare di andare qualche grado sotto zero.

Grande!!

(scusate, non mi piace scrivere LOL)

markogts ha detto...

l’effetto fotovoltaico (deriso perché considerato una sorta di moto perpetuo)

Ehm... L'effetto fotoelettrico valse il nobel ad Einstein. Se questo significa essere derisi, voglio essere deriso anch'io.

e l’impossibilità della bomba atomica di esplodere.

Sempre Einstein scrisse nel 1939 a Rosevelt che si poteva fare una bomba che, nascosta in una nave, "avrebbe potuto far saltare l'intero porto" (!)

Francamente mi sembrano esempi deboli.

Ma presumo se ne possano trovare tanti altri.

Sì: ad esempio molti esperti sostenevano che fosse impossibile trasmettere segnali radio oltre l'orizzonte curvo con onde che si pensavano rettilinee.

Oppure i dettrattori della ferrovia, che sostenevano che fosse impossibile superare i 30 km/h pena lo schiacciamento dei polmoni dei passeggeri a causa della pressione di arresto del vento relativo.

Però non sono esempi calzanti con le "derisioni" che avvengono nel mondo scettico. Per sue motivi:

1) Gli esempi qui sopra derivano da singoli personaggi, a volte nemmeno scienziati, non dalla comunità scientifica in toto. Essa può certamente essere ottusa, ma alla fine si rassegna all'evidenza. Esemplare fu il caso del Helicobacter Pylori.

2) I casi sopraesposti non si basano su principi fondamentali. Ad esempio il ragionamento sulle onde radio non poggiava su una violazione dei principi della termodinamica, ma solo sulla sua limitata capacità di concepire gli strati ionizzati dell'atmosfera. Facciamo un caso odierno: un conto è dire che l'auto elettrica non potrà mai esistere perché le batterie esistenti non bastano, un conto è dire che non esiste la free energy. La prima affermazione sarà dimostrata falsa dal primo che si inventerà un nuovo tipo di ricarica o una nuova batteria o non so cosa (se lo sapessi, non starei qui a scrivere su un blog :-), la seconda affermazione, invece, poggia sulla violazione di un principio che è dai tempi di Leonardo da Vinci che si tenta di violare, e NESSUNO ci è mai riuscito.

Riderne, quindi, diventa abbastanza sicuro.

Si dice che le verità scientifiche attraversano tre stadi: prima sono derise; poi sono ferocemente attaccate, ed infine sono accettate come evidenti.

L'ho letta su troppi siti complottisti per passartela buona :-) Vorrei sapere chi si sia mai sognato di deridere le leggi di Newton.

faffo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
SirEdward ha detto...

@ Fabio

Si e no, la questione e' un po complicata. E in questo caso bisogna capire bene cosa intendi per realta'. Questa infatti e percepibile attraverso i nostri sensi (o sturmenti che si rapportano ad essi) che di fatto sono fallibili. Infatti la scienza e' piena di paradossi derivanti da versioni monche della realta' ma cmq funzionanti per alcuni aspetti.

Se funzionano, non sono in contrasto con la realtà. Se funzionano in parte, sono parzialmente in accordo.

@Francescomat

la memoria dell'acqua:

ripensavo alla battuta delle pisciate. E' vera. Se l'acqua "si ricorda" di quello con cui è venuta in contatto, ricordati che l'acqua che bevi viene dalla pioggia, che è prima evaporata da qualche parte, probabilmente dal mare, luogo in cui si riuniscono le peggiori schifezze che gli uomini scaricano nelle fogne.

Non mi vorrai mica dire che quando bevi acqua ti stai bevendo una soluzione omeopatica contenente il piscio del tuo vicino ci casa (per tacer del resto), vero?

Squark ha detto...

Ciao Paolo,
tanto per lanciare una piccola provocazione (da laico d.o.c.) e fare l'avvocato del Diavolo...ehm, in questo caso di Dio,
nel caso della Terra Piatta, la Bibbia potrebbe averci azzeccato:

Il Link ufficiale della NASA:
http://map.gsfc.nasa.gov/universe/uni_shape.html

Da una rapida lettura del documento, mi sembra di capire che l'affermazione: "l'Universo è piatto", per ora sarebbe positiva, (il margine d'errore è del 2%)

un altro link in inglese:
http://physicsworld.com/cws/article/news/2848

e uno in italiano
http://www.sapere.it/tca/MainApp?srvc=dcmnt&url=/tc/scuola/lezioni/Origine_universo/partedue.jsp

Se l'Universo è piatto, anche la Terra è piatta. Magari viviamo nella "Flatlandia" immaginata da Edwin Abbot e la terza dimensione è solo un'illusione.
:-D

markogts ha detto...

Allora prova a studiare il caso del riscaldamento globale antropogenico e chiedere agli amici del CICAP cosa ne pensano

Ma mi citi un articolo del CICAP che parli di riscaldamento globale? No, perché finora l'unico che collega CICAP con il riscaldamento globale è un ricercatore indipendente sanremense...

E le conseguenze dell'esperimento EPR sull'entanglement cosmico tra gli atomi del nostro corpo e atomi che si trovano ad anni luce di distanza?

Ehm, mi sa che hai bisogno di studiarti un po' la fisica quantistica come si deve. L'entaglement funziona solo con due particelle che siano "nate" insieme, à la EPR, per intenderci.

Come negare a priori che abbiano un riflesso sulla c.d. memoria dell'acqua, indipendentemente dagli esperimenti di Beneviste?

Semplice: a priori non c'è né evidenza né teoria di ciò. Quando ne troveremo evidenza, studieremo una teoria che spieghi l'evidenza (o viceversa, quando troveremo una teoria, ne cercheremo le evidenze) e avremo una teoria, a posteriori. È la scienza, bellezza. No evidenza, no party. A priori, non esiste niente. Tranne l'unicorno petomane, of course.

markogts ha detto...

Non mi vorrai mica dire che quando bevi acqua ti stai bevendo una soluzione omeopatica contenente il piscio del tuo vicino ci casa (per tacer del resto), vero?

A dire il vero, l'evaporazione, stando alle loro teorie, dovrebbe "formattare" la memoria, e anche la "sucussione" dovrebbe avere la sua importanza. Io invece mi chiedo come fa uno in farmacia ad essere sicuro di prendere un farmaco davvero omeopatico e non una boccetta di acqua qualsiasi riempita alla spina del retrobottega. Fiducia cieca nel farmacista. Lo stesso farmacista che magari vende i famigerati vaccini hehe...

markogts ha detto...

Se l'Universo è piatto, anche la Terra è piatta.

Non esattamente. La "piattezza" dell'universo è riferita alla quarta dimensione. La sfericità della Terra si limita alle care vecchie tre.

PS bello Flatlandia...

Anonimo ha detto...

Per Gian Piero Biancoli

E' sacrosanto che nella matematica araba c'è molto della matematica indiana (come pure di quella cinese, babilonese e greca).

E' innegabile che parte dell'al-jabr di Khuwarizmi si rifaccia (per non dire traduca) al Brahmagupta.

E' noto a tutti che le cifre arabe, tecnicamente dovrebbero chiamarsi indo-arabe.


E allora, scusa tanto, perché nel commento precedente avevi scritto:
«Al Khwarizmi, arabo e musulmano DOC, è il padre fondatore dell'algebra.
Del resto le cifre arabe si chiamano così per un motivo...»?
Io quello contestavo.

Sull'etnia di Al Khwarizmi puffolottiaccident ha già risposto. Io aggiungo che perfino sulla wikipedia italiana si mette in dubbio che Al Khwarizmi si fosse realmente convertito all'islam; è vero che ha lavorato per tutta la vita per un sultano islamico, e tutte le sue opere sono scritte in arabo, non in persiano.

Gian Piero Biancoli ha detto...

@ F7428476
"«Al Khwarizmi, arabo e musulmano DOC, è il padre fondatore dell'algebra.
Del resto le cifre arabe si chiamano così per un motivo...»"
Perchè è la verità. Parliamo di algoritmi e di cifre arabe perchè le abbiamo imparate dall'Aljabr, non dal Bramagupta. Perchè la lingua che parlavano i matematici, proprio nel medioevo, era l'arabo.

Io contestavo l'affermazione "e che i più grandi matematici del medioevo sono stati musulmani"Si e no... Maimonide ad esempio era ebreo

Lo stesso Al-Khuwarizmi non avanzava alcuna pretesa di originalità in relazione a tale sistema numerico di cui egli assumeva come ovvia l'origine indiana.
Ma l'Aljabr (una pietra miliare al pari degli Elementi di Euclide) è rivoluzionario rispetto alle opere di Diofanto e allo stesso Bramagupta: gli indiani, pur ricchi di intuizione e immaginazione, non sono mai arrivati al livello arabo di argomentazioni solide, presentate chiaramente dalle premesse alle conclusioni, con la cura e l'organizzazione sistematica delle trattazioni.

Ma mi rendo conto di annoiare un po' di commentatori, per cui chiudo qui.

Ciao

Anonimo ha detto...

Per Gian Piero Biancoli

Perchè è la verità. Parliamo di algoritmi e di cifre arabe perchè le abbiamo imparate dall'Aljabr, non dal Bramagupta.

Poveri indiani. Non solo si vedono scopiazzare al limite del plagio uno dei più brillanti trattati di matematica, ma a causa della prossimità geografica dell'occidente col mondo arabo, ancora oggi devono sentir parlare di cifre arabe e di algebra inventata dagli arabi.
Speriamo non facciano una guerra santa per questo: con l'aiuto della loro matematica gli indiani, e anche i pachistani, la bomba atomica l'hanno costruita. Gli arabi no. :-)

Anonimo ha detto...

Senti, piantiamola qui anche perché non voglio sostenere né il creazionismo, né l'omeopatia né altre pseudoscienze. Ho fatto qualche esempio di questioni scientifiche controverse perché mi era stato chiesto di accennare a casi in cui la comunità scientifica ha preso delle cantonate.
Volevo solo suggerire - ma a chi interessa in effetti? - che ridere di qualcosa è spesso dimostrazione di ignoranza, o di quella materia o di come funziona la testa delle persone.
Figurati che una volta ho letto sul blog di un giornalista che aveva abbandonato l'Italia, che uno dei motivi di dissapore con la terra natia era che il relativo inno parlava del Balilla, considerato da questi un accenno al ventennio fascista. Quasi che il riferimento non fosse invece al patriota genovese di qualche secolo prima.
Invece che ridere di lui, continuo a seguirlo con un certo affetto.

Cari saluti.

F.

So' L'enigmista ha detto...

Invece che ridere di lui, continuo a seguirlo con un certo affetto

Anche ora che vive nella terra delle marmotte che confezionano cioccolata!!!

So' L'enigmista ha detto...

p.s. Non dimenticare che quel bizzarro giornalista disse "sembrano un involontario ma imbarazzante richiamo al fascismo". Quel "sembrano" e "involontario" faceva capire che quel giornalista dalla faccia bioplasmatica sapeva benissimo chi fosse il vero Balilla del brano (brano peraltro scritto nel 1847 quindi ben prima del fascismo). Inoltre occhio al caveat iniziale: "e sottolineo semiseria".

So' L'enigmista ha detto...

Ah dimenticavo: abbian detto fascismo, allora diciamo anche nazismo, TRACCHETE! Legge di Godwin! Fine del thread! BWAHAHAHAHAHAHA!!!!

puffolottiaccident ha detto...

@Gian Piero Biancoli.

Eppure mi sembra che né io, né F7428476 abbiamo detto inesattezze (l´indiano si era occupato dello 0 come fattore, ma il concetto di 10, 100, 1000 lo aveva "calciato, non calpestato")

Gratta gratta, l´unica invenzione prodotta da studiosi islamici in ambito islamico. sono le sigarette, di cui sono un ghiotto consumatore.

Il fatto che si facciano attribuire il parto cesareo, l´appendicectomia, la vela triangolare, la trigonometria, i logaritmi neperiani, l´invenzione della carta "di pioppo" é il risultato di campagne di disinformazione simili a quelle di cui parla l´articolo stesso... in queste campagne (che fanno vergognare i VERI studiosi di confessione islamica) dicono 1000 cazzate, e 2 o 3 rimangono, come il calcare sui tubi.

Lo scopo é reso evidente dal vecchio slogan della Y-10: "piace alla gente che piace"

Prendiamo questo...
http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2006/01_Gennaio/14/america.shtml

guarda a caso... un turco (a metá). http://it.wikipedia.org/wiki/Hui_(popolo)

Allora dovremmo fare un bel poster, con le tre caravelle (riconoscibili dai nomi), un fumetto che esce dal cassero "sono il primo" e una bella croce sopra con scritto "FALSO"

Ma vediamola in modo creazionista... Se oggi i mattacchioni si danno arie di gran studiosi "parlando cor cortello"... che motivo c´é di pensare che in passato si comportassero diversamente?

puffolottiaccident ha detto...

Só l´enigmista: anche nella piú turpe cella di tortura del carcere di Izmir, anche se ogni essere umano sostenesse il contrario, anche se tutte le vacche, i pesci, i cani dalmata nascessero con il contrario scritto sul manto, anche se la polizia rastrellasse la gente nelle sue case... per me plutone rimane un pianeta.

So' L'enigmista ha detto...

@puffolotti: Non sei certo il solo! ;)

Vittorio ha detto...

@puffolotti
...per me plutone rimane un pianeta
Oddio, è un pelo estremista pensare che un pianeta possa essere più piccolo del nostro satellite dato anche il fatto che si comporta più come un asteroide che come un pianeta...

fabio ha detto...

@ puffolottiaccident
dove ho parlato di buonismo o dogmi buonisti?
@ SirEdward
mi riferisco per esempio al cosiddetto secondo principo della dinamica che non e' affatto sbagliato. Ma nella visione relativista va corretto, e la visione relativista stessa va contro ad alcune percezioni umane date per scontato. Quindi le parole non vanno sempre d'accordo , tantomeno l'evidenza sperimentale (che a volte cosi evidente non e')

puffolottiaccident ha detto...

Vittorio, allora potrebbe essere estremista dire che un pianeta pesa meno dell´acqua (Saturno)

Per ogni pianeta posso trovarti venti motivi per cui potrebbe essere escluso dalla lista, ma siccome nella diatriba c´era un "ipse dixit", ritengo che le argomentazioni solidali all´"ipse dixit" vadano considerate viziate.

bruttino, lo vedo per primo. ma se non si risolve il problema che ha messo un cretino integrale a dirigere il CNR...
Facendo diversamente si demolisce aspetti molto piú importanti della ricerca.

Sunrise ha detto...

OT: Scusate per risarmiare tempo, chi gentilmente mi spiega in due parole cosa si intende per "memoria dell'acqua"?

markogts ha detto...

Memoria dell'acqua: fenomeno non dimostrato che starebbe alla base dell'omeopatia. La capacità dell'acqua di conservare informazione di soluti in essa contenuti anche quando questi soluti sono ormai spariti per diluizione estrema. Es, sciolgo un grammo di sale in un litro d'acqua, poi lo diluisco con un paio di oceani (non è un'iperbole) d'acqua dolce, non ho più una singolo ione (statisticamente) di Cl- o Na+, *eppure* (se la memoria dell'acqua funziona) quell'acqua è diversa dall'acqua non addizionata di sale, e si "ricorda" che era stata salata.

E non devi ridere. :-P

Sunrise ha detto...

Grazie mille per la spiegazione! Io pensavo ad una cosa più seria tipo una propietà chimico/fisica.

Ma allora posso fare la pasta senza usare il sale? Fiducioso nella memoria dell'acqua...

SirEdward ha detto...

@ Fabio

mi riferisco per esempio al cosiddetto secondo principo della dinamica che non e' affatto sbagliato. Ma nella visione relativista va corretto, e la visione relativista stessa va contro ad alcune percezioni umane date per scontato.

Non importa che vada contro le nostre percezioni. "Funziona". Cosa significa "funziona"? Quando ho scoperto che gli orologi dei satelliti sono settati per tenere in conto la differenza di velocità del tempo tra la superficie della terra e l'orbita nella quale lavoreranno, quello significa "funziona": non è in disaccordo con la realtà, anzi! Ci saranno spiegazioni anche molto migliori, ma se la base è la ricerca di questo accordo, una teoria che "funziona meglio", anche se cancellerà quella precedente, verrà accettata senza fanatismi, incredulità, ipse dixit e tutte quelle generiche noie dettate dall'orgoglio che tutti siamo abituati a trovarci davanti tutti i giorni.

Se il nostro metro di giudizio è davvero l'accordo con la realtà, non ci potranno mai essere assolutismi o fanatismi (io "ho" la verità e tu sei blasfemo), perché nulla ha mai la sicurezza di essere l'unico modo di spiegare qualcosa.

Soprattutto, però, se qualcosa è in palese disaccordo con la realtà, cioè se la realtà dimostra positivamente di funzionare in maniera diversa dalla nostra pretesa spiegazione, quella spiegazione è sbagliata e non deve essere invocata. Un "sorry" a chiunque ne sia diventato così schiavo da farne una religione (politica, religione, scienza), ma l'idea stessa che per difendere delle ca***te altre persone debbano essere ingiustamente accusate, prese in giro, o peggio, fisicamente danneggiate, è una cosa che mi provoca rabbia.

I complottisti, ad esempio, come i fanatici religiosi, ricadono esattamente in quest'ultimo comportamento.

stecap ha detto...

Scusate l'OT, ma la campagna di riabilitazione del mondo Arabo mi ha davvero stufato. Diamo a Cesare quel che è di Cesare: per secoli hanno prodotto menti brillantissime un po' in tutti i campi del sapere, ma quel passato cozza decisamente con quella che è la situazione odierna. Ed è chiaro che la religione gioca un ruolo fondamentale (o fondamentalista =) nella questione. L'ha fatto da noi per secoli, adesso tocca a loro.

Per non dire del consolante "Gli italiani sono eredi degli antichi romani"... Cosa ne sia rimasto, dal patrimonio genetico alla concezione della Res Publica, rimane un mistero =)

Andrea ha detto...

Il vero problema dei creazionisti è: possibile che siamo soli (e non possiamo gestire la vita e la morte per conto di...)? Ma non solo siamo soli e se arriva un terremoto non aspetta che i bimbi escano da scuola.. ma c'è sopratutto questo.. il nulla che ci aspetta..: http://tinyurl.com/y935g5n

fabio ha detto...

@ SirEdward
mi ritrovo in molte cose che dici. Volevo porre l'accento su un aspetto che mi sembra venga un po' trascurato non solo da te ma in genere nei commenti.
I "fatti" e la "realta'" sono soggetti alla nostra percezione. Da soli non bastano a raggiungere la verita'.
Bisogna lavorare molto per capire se e dove le nostre esperienza sbagliano, e come correggere questi errori. E' un continuo rimbalzare fra l'astrazione intellettuale e l'osservazione.
Appellarsi ai "fatti" potrebbe portare atteggiamenti fanatici proprio come i complottisti e i fanatici religiosi o politici. Per questo il mio era un invito alla cautela nel parlare di "fatti" e "realta'"

martinobri ha detto...

ma c'è sopratutto questo.. il nulla che ci aspetta..

un'altra voce al riguardo

http://tinyurl.com/yht9kvj

SirEdward ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
SirEdward ha detto...

@ Fabio

Quello che dici è vero e lo condivido. Credo che stiamo semplicemente parlando su piani differenti. Quando parlo di guardare la realtà, intendo dire che i fanatismi, di qualunque tipo, nascono quando il punto di riferimento delle nostre idee, il giudice del vero e del falso, smette di essere esterno a noi e diventa interno.

Se il giudice, il punto di riferimento, è il mondo che mi circonda, non sarò un fanatico, perché sarà sempre possibile farmi accettare qualcosa che non pensavo esistere, o anche che quello che vedo con i miei occhi o è ingannevole; se il mio punto di riferimento è davvero esterno rispetto a me stesso, non potrò fare a meno di accettare la nuova realtà. A meno di non spostare il punto di riferimento all'interno di me stesso, cambiando il mio modo di ragionare e diventando un fanatico a mia volta.

lory2k ha detto...

A tutti i possessori del libro:
Non vi sembra che il miliardo di foto pubblicate nel libro come prova del creazionismo dimostrino proprio il contrario? La prima volta che l'ho sfogliato sono rimasto perplesso: una marea di foto dove si vede che il fossile è ben diverso dall'animale o la pianta attuale....cioè, ce ne sono pochissime dove le creature sono identiche, non trovate??? Chissà quanto gli sarà costato...cmq la mia battuta sul "costerà l'ira di Dio era bellissima!!!" Penso che per farsi mandare la pubblicazione basti inviare al tizio una e-mail di interesse (tramite il form sul sito), dicendo di essere un giornalista. Figuratevi se non sarà felice di accontentarvi (credendo di fare proseliti) e poi ormai è diventato una multinazionale anche lui, quindi non credo abbia problemi di denaro (sforna libri a quintali ogni anno). Occhio alle ire di Allah!!

Nodens ha detto...

"Albert Einstein, considerato il più grande genio della nostra epoca, fu un altro scienziato devoto che credette in Allah"

Ma non è che il tipo usa la parola Allah per definire Dio in generale dato che almeno in teoria almeno per le tre grandi religioni monoteistiche della stessa divinità si tratta?

Nodens ha detto...

Paolo Attivissimo ha commentato:

"No. Se Dio dice che la Terra è piatta e la scienza dice (e dimostra) che la Terra è una sfera, non vuol dire che la Terra è una palla schiacciata."

Per quanto mi piaccia la tua metafora antichissime reminescenze del liceo mi dicono che in effetti la terra è davvero schiacciata ai poli.

Nodens ha detto...

Fabio ha commentato:
"Quello è fulminato! Il Signore degli Anelli di Tolkien ha la stessa valenza storico/scientifica per quanto mi riguarda. :)"

Il signore degli anelli ha una valenza molto superiore.
Per Arda!

Nodens ha detto...

Stupidocane ha commentato:
"Io taccio...."

Non c'è la farai ;P

P.S. va a prendere sidro e patatine.

Nodens ha detto...

francescomat ha commentato:

"In definitiva, tu fai quel che vuoi perché questo è il tuo blog, però ricorda che la regola generale (per evitare di rientrare un domani nel concetto di giornalismo spazzatura è:
Numquam nega, raro adfirma, distingue frequenter (non negare mai, afferma di rado, distingui spesso)."

A questo punto che parli a fare?
Io preferisco chi si espone.

Nodens ha detto...

"Gratta gratta, l´unica invenzione prodotta da studiosi islamici in ambito islamico. sono le sigarette, di cui sono un ghiotto consumatore."

Ed immagino che Avicenna abbia passato la vita a giocare a campo minato!
LOL

Patricia ha detto...

Ma si vede che i soldi per lui non sono un' illusione! Sono veri, materia di diversi colori (se euro) oppure verde (se dollari) Shalom!

puffolottiaccident ha detto...

@Fabio

Ti chiedo scusa, era un´aggiunta mia (che magari ti trova discorde) e non una contestazione.

Penso che chi volesse aiutare un popolo svantaggiato a superare i propri svantaggi attraverso un metodo dovrebbe guardare in faccia tali svantaggi ignorando del tutto chi gli rinfaccia di essere un razzista.

Se il problema di un popolo é l´indolenza, dire che nessun popolo puó essere "generalmente indolente" non aiuterá tale popolo ad uscire dalla miseria.

Dare la colpa agli europei, a bush, a berlusconi, agli alieni di saturno per non dover dire: "in effetti un pochino se la sono cercata" appare pertanto il modo sbagliato di risolvere i problemi del terzo mondo.

puffolottiaccident ha detto...

@Nodens

infatti descrisse, per primo, numerosi condizioni, quali allucinazioni, incubi, insonnia, mania, melanconia, demenza, epilessia, paralisi, vertigine e tremore.

Le altre parole le conosco... ma me ne sfuggono 2: che significa "per primo"? Perché prima di leggere la tua risposta pensavo significasse: "nessuno lo ha fatto prima"

Anyway, per quanto possa sembrarmi strano che piú si va indietro nel tempo piú i "miracoli" sono grandiosi, puó essere che questo Avicenna fosse fico quanto dice wikipedia...
E che io sia prevenuto a pensare che gli vengano attribuiti dei meriti che in realtá appartennero alla scuola alessandrina. (credo che abbia a che fare con un tizio che era soprannominato, per motivi che ignoro del tutto "il macedone")

Se anche cosí fosse... Gran sventura che siamo nel 2010 e stiamo parlando di Darwin, di Buzz Aldrin e compagnia bella, e di tizi che da questo Avicenna, reale o immaginario che sia, (Quando Don Rodrigo manda i bravados a dare un po´ di classe alla storia... non é piú ben chiaro cosa sia vero e cosa no) sembrano aver imparato ben poco.

La domanda é, Nodens: il fatto che Avicenna abbia pisciato il mio portoncino di casa, da a un Adnan Oktar il diritto di dire quale fosse la religione Albert Einstein?

Il mio sospetto é che buona parte degli studiosi islamici fossero in realtá dei Dhimmi che poi le cronache hanno trasformato in pii e devoti musulmani. é un personale sospetto, costruito sulla logica: é possibile che la biografia di Avicenna sia stata contraffatta come quella di Abramo, Mosé, Gesú, Dante Alighieri, Leonardo Da Vinci, Cristoforo Colombo, Michey Mouse, l´Ape Maya, Albert Einstein...

O al contrario: se le biografie dei personaggi che ho nominato sono state contraffatte nel mondo islamico... c´é qualche motivo per assicurare che lo stesso processo non sia avvenuto per quella di Avicenna?

Ripeto, puó essere che in qualche caso non sia andata cosí, ma la seconda cosa che mi fa pensare diversamente é il back end: se hanno i libri di Avicenna a disposizione, perché non li usano?? l´unica risposta che mi viene in mente é che non li hanno a disposizione.

Scusa, ma sono tutt´ora abbastanza convinto che le frisone han 4 capezzoli...
Anche se fra le 700 che ho munto ne ho viste 3 (o 4) che ne avevano 5

Ma scendo al compromesso, anche se in realtá é una precisazione tipo: scriverla come andava scritta:

"Gratta gratta, l´unica invenzione prodotta da studiosi sicuramente islamici in ambito islamico, sono le sigarette, di cui sono un ghiotto consumatore."

E te ne do uno vero (almeno spero, che non sia una cazzata tipo Galileo maomettano, diciamo uno su cui non ci sono dubbi ragionevoli):
Rodrigo de Triana.. é il tizio che ha strillato "terra!" a ragion veduta nella spedizione del 1492 di Cristoforo Colombo

puffolottiaccident ha detto...

Ricordo che l´Islam parte dal presupposto che gli stati alterati di coscienza di maometto fossero "folgori divine"... mi sembra difficile arrivare a meno di un parsecs dalle definizioni di stati alterati di coscienza senza convincersi che maometto era in effetti niente di piú che un visionario.

Ah, tra l´altro, "La notte porta consiglio" (o piú colloquialmente: "chi va a dormire col [boffice] che prude si sveglia col dito che puzza") é di Confucio... E di sicuro questo Avicenna lo doveva sapere bene.

puffolottiaccident ha detto...

@Patricia
Come disse Moshe Dayan: "Chiuderemo un´occhio sulle sfumature grammaticali."

Layla tov.

ilTia ha detto...

@Paolo

"No. Se Dio dice che la Terra è piatta e la scienza dice (e dimostra) che la Terra è una sfera, non vuol dire che la Terra è una palla schiacciata."

Ma alle medie mi avevano detto che è proprio schiacciata ai poli e leggermente rigonfia all'equatore...;)

Juvix ha detto...

@Paolo
ti rendi conto che per leggere tutti i commenti a un tuo post ci vogliono 2 ore? Bé, a questo punto dico la mia...
Capisco l'esigenza di definire come teoria più probabile quella evoluzionistica, ma sai che non mi convince? Sarebbe come affermare che con acqua, vento e qualche milione di anni, un blocco di marmo si trasformasse da solo nella Pietà di Michelangelo. Un blocco di marmo può diventare opera d'arte, ma non per caso....

Epsilon ha detto...

@ Nodens (#177 e 178)
e, per consocenza, @ ilTia

Va beh che quando posto io nessuno mi defeca ma vorrei ricordarvi il mio commento #85...
:P

puffolottiaccident ha detto...

Parli di questo?
"Penso che l'altrimenti fulminatissimo Harun abbia usato il termine "Allah" nell'accezione di Dio comune alle 3 religioni monoteiste di derivazione ebraica e quindi, stranamente, ha ragione"

Un´ atrocitá usata per giustificare soperchierie di ogni tipo.

Il ragionamento completo del musulmano che dice questa cazzata é:

"Il TUO dio MI ha detto che ho il diritto di dominarti, quello che TI ha detto PRECEDENTEMENTE é nullificato da quello che ha detto a ME"

Il dio dei musulmani non é il dio dei cristiani o quello degli ebrei, dire questo equivale a dire che gli ebrei ed i cristiani devono sottostare al dominio islamico in quanto i loro libri hanno perso di validitá.

Mettiamola cosí:

Se un pirla viene a dirmi che il suo dio é lo stesso che invoco o bestemmio io, e mi presenta un "nuovo statuto" in cui c´é scritto che devo pagare al pirla un caffé al giorno... sta a me e non al pirla stabilire se il nuovo statuto viene dal mio dio o no.

non sono in nessuna di queste categorie (ma un paio di volte ci sono andato vicino), ma questa irriferibile ****ata del "le tre religioni adorano lo stesso dio" é un insulto a tutti coloro che sono stati uccisi e torturati in nome della religione.

E intendo dire tutti i professanti/ammazzati-da: musulmani, ebrei, cristiani, induisti, animisti, buddisti, pagani, satanisti, confuciani...

Ecco una cosa che bisognerebbe imparare ed insegnare a non ripetere.

Paolo Attivissimo ha detto...

ma sai che non mi convince? Sarebbe come affermare che con acqua, vento e qualche milione di anni, un blocco di marmo si trasformasse da solo nella Pietà di Michelangelo. Un blocco di marmo può diventare opera d'arte, ma non per caso....

E' il classico errore logico che fanno in molti. In realtà la natura contiene molti esempi di formazione spontanea di strutture complesse da strutture meno complesse. E non c'è bisogno di tirare in ballo la biochimica. Ti faccio un esempio facile facile.

Come fa l'acqua, da sola, a trasformarsi magicamente in un organizzatissimo, strutturatissimo cristallo di neve?

markogts ha detto...

Capisco l'esigenza di definire come teoria più probabile quella evoluzionistica, ma sai che non mi convince? Sarebbe come affermare che con acqua, vento e qualche milione di anni, un blocco di marmo si trasformasse da solo nella Pietà di Michelangelo. Un blocco di marmo può diventare opera d'arte, ma non per caso....

Ehm... l'evoluzione presenta due meccanismi fondamentali, riproduzione e selezione. La riproduzione è il "premio" per i geni migliori, la selezione è la "punizione" per i geni peggiori. Ti risulta che i blocchi di marmo trombino e muoiano di fame se non sono "sani"?

Turz ha detto...

@Juvix:
ti rendi conto che per leggere tutti i commenti a un tuo post ci vogliono 2 ore? Bé, a questo punto dico la mia...

Per qualche post ci vuole qualcosa in più di 2 ore.

Capisco l'esigenza di definire come teoria più probabile quella evoluzionistica, ma sai che non mi convince? Sarebbe come affermare che con acqua, vento e qualche milione di anni, un blocco di marmo si trasformasse da solo nella Pietà di Michelangelo. Un blocco di marmo può diventare opera d'arte, ma non per caso....

Se tutti gli abitanti del mondo cominciano oggi a battere contemporaneamente tasti a caso (alla velocità di un commentatore normale, non di un dattilografo professionista), entro domani sera è molto probabile che qualcuno abbia scritto "juvix pirla", "turz noioso" e/o "attivissimo".

È la legge dei grandi numeri, e nella tua obiezione il "qualche milione di anni" è determinante.

Poi non sarà la Pietà di Michelangelo, ma qualche opera d'arte il vento è capace di farla.

Turz ha detto...

Se tutti gli abitanti del mondo cominciano oggi a battere contemporaneamente tasti a caso (alla velocità di un commentatore normale, non di un dattilografo professionista), entro domani sera è molto probabile che qualcuno abbia scritto "juvix pirla", "turz noioso" e/o "attivissimo".

Invece la scritta "zret puppa" ce l'avremmo già oggi all'ora di pranzo :-)

Sunrise ha detto...

@ markogts:
"Ti risulta che i blocchi di marmo trombino e muoiano di fame se non sono "sani"? "

Grande!!! AH AH AH AH!!! Sto male!!!:-)
Sei un mito davero!!!
In effetti quella del marmo che diventa statua fa concorrenza ai cast per il grande fratello!!!!

Lupacchiotto ha detto...

"Tutte le forme di religione organizzata si somigliano dal punto di vista sociale per alcuni aspetti. Ciascuna di esse pretende di essere l'unica custode dell'autentica verità. Ciascuna pretende di pronunciarsi in quanto suprema autorità su tutte le questioni etiche. E ciascuna ha richiesto, preteso o ordinato allo Stato di sottoscrivere il suo specifico sistema di divieti. Nessuna Chiesa ha mai rinunciato alla sua rivendicazione di esercitare per diritto divino un controllo assoluto sulla vita morale dei cittadini"

Questo è stato scritto nel 1938 da Robert Heinlein ed è più attuale che mai

Anonimo ha detto...

@juvix

Ti suggerisco CALDAMENTE la lettura de "L'orologiaio cieco" che tratta in modo assai approfondito questo argomento, libro peratro divertente e di facile lettura. La tua è un'osservazione non banale che però viene brillantemente confutata.
Ti suggerisco una confutazione: gli organismi non sono affatto perfetti, malgrado li si ritenga tali. Nessun ingegnere avrebbe mai progettato la schiena di un organismo eretto come la nostra. Però noi quella abibamo perchè quello e non altri era il progetto disponibile nel nostro patrimonio genetico, che partiva da organismi a 4 zampe.

Jacopo ha detto...

OT che piu' OT non si puo': "Se tutti gli abitanti del mondo cominciano oggi a battere contemporaneamente tasti a caso (alla velocità di un commentatore normale, non di un dattilografo professionista), entro domani sera è molto probabile che qualcuno abbia scritto "juvix pirla", "turz noioso" e/o "attivissimo".

È la legge dei grandi numeri, e nella tua obiezione il "qualche milione di anni" è determinante."


No! Non e' la legge dei grandi numeri. E' un enunciato che in genere e' chiamato "paradosso di Borel".

Peraltro non esiste *la* legge dei grandi numeri. E' come dire *la* villa di Berlusconi. Esistono svariate leggi dei grandi numeri, ma parlano di convergenza secondo varie definizioni di certi tipi di variabili aleatorie a certi limiti. Non certo quello che si ritiene nel linguaggio comune.

http://dida.sns.it/dida2/cl/05-06/folde1/pdf6/download

Turz ha detto...

@Jacopo:
Peraltro non esiste *la* legge dei grandi numeri. E' come dire *la* villa di Berlusconi. Esistono svariate leggi dei grandi numeri, ma parlano di convergenza secondo varie definizioni di certi tipi di variabili aleatorie a certi limiti. Non certo quello che si ritiene nel linguaggio comune.

http://dida.sns.it/dida2/cl/05-06/folde1/pdf6/download


Scusa, volevo essere divulgativo, ma ho sottostimato la preparazione dei presenti.

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 851   Nuovi› Più recenti»