Cerca nel blog

2018/06/30

Lavori in corso, niente panico

Ultimo aggiornamento: 2018/07/06 22:45.

Se state notando che questo blog ha un aspetto differente dal solito, niente panico: ci sto lavorando. Portate pazienza.



2018/06/30 14:20


Come starete notando, ho sottoposto il blog a una dieta drastica e a un piccolo restyling per alleggerirlo. Se sentite particolarmente la mancanza di qualcuna delle sezioni della vecchia colonna di destra, ditemelo e vedo se posso ripristinarla.

Ogni suggerimento è benvenuto; leggete i commenti per vedere se una richiesta di una funzione è già stata fatta e se è fattibile.

Noterete anche che ho attivato Disqus per i commenti. Per ora è la versione gratuita; se funziona, prenderò quella a pagamento per eliminare le pubblicità. Già così, poter moderare i commenti e anche rispondervi dalla stessa schermata unica è un risparmio di tempo incredibile.

Mancano per il momento tutti i commenti vecchi; li sto importando in Disqus. Potrebbe volerci un po’ di tempo (fino a 24 ore), visto che sono alcune decine di migliaia.

Come mai questo restyling? Dopo anni di accumulo di modifiche ad hoc, il blog era diventato ingestibile e pesantissimo; la cessazione da parte di Blogspot dell’invio delle notifiche ai commenti un mese fa, senza alcuna avvisaglia di voler riprendere, è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

A imperitura memoria del vecchio aspetto del Disinformatico, ecco uno screenshot:



2018/07/04


Ho disattivato le pubblicità presenti nella versione gratuita di Disqus: erano squallidissime. Questo mi costa 108 dollari l’anno, ma ne vale la pena.

Poter editare e correggere i refusi nei miei commenti dopo averli pubblicati è una goduria.


2018/07/06 22:45


Come richiesto, il filetto verticale fra le due colonne di testo della versione per schermi grandi è ora grigio chiaro anziché rosso e i titoli degli articoli sono in nero invece che in arancione (tranne quando si visualizza una pagina di articoli; in questo caso i titoli sono arancioni perché sono link e quindi prendono il colore di default dei link e non ho tempo/competenza di cambiare questa cosa).

Ho attivato una sezione che elenca gli ultimi articoli commentati, una funzione che molti mi hanno chiesto e che c’era nella versione precedente. Il codice HTML che ho usato per attivarla è qui (grazie a chi me l’ha segnalato).

So che i commenti di Disqus compaiono solo nella versione per schermi grandi, mentre in quella per dispositivi piccoli compaiono i commenti in versione Blogger nativa; non ci posso fare niente, per quel che ne so. Se volete usare Disqus su uno smartphone, provate a visualizzare la versione per schermi grandi.

12 commenti:

lillo ha detto...

finalmente commenti disqus

roberto mangherini ha detto...

stai cambiando sistema di commenti? wow era ora xD

roberto mangherini ha detto...

nella mente dei developers vogliono stimolare il dibattito contro salvini proprio con giochi come questo. esiste un gioco per pc chiamato call of salveenee (ispirato a call of dudy della activision-blizzard) in cui salvini è un personaggio giocabile e usa una abilità chiamata "ruspa" che lancia invece muletti (evidentemente l'asset di una ruspa non ce l'hanno). il concetto è semplice, prendiamo le idee razziste di salvini(ruspa, censiamo i rom) estremizziamole e diamole in pasto al pubblico in modo che si accorgano di quanto spregevoli sono. poi se si riesce a pubblicarla sull'appstore di apple tanto meglio si ottiene visibilità aggiuntiva. è un modo un po audace di fare satira, ma è sempre satira.

"se l’app l’avesse fatta un musulmano per schiacciare le donne bianche, sarebbe stata “satira”?"
se il mussulmano è un moderato o un rapper che denuncia il razzismo contro i mussulmani, si è satira, se è un imam che ha sempre fatto dichiarazioni sulla jiad no. la satira dipende da chi la fa, dal contesto e dai modi in cui la si fa.

Tommy the Biker ha detto...

(parentesi prima di cominciare: Disqus sul Disinformatico? Grandioso!!! :D )

OK, vai col commento vero e proprio. Questa sarebbe satira...? Seh, vabbé.

Intendiamoci, si può benissimo fare un gioco satirico su certi temi: "Call of Salveenee" e "Ruspa League" sono due ottimi esempi. Certo, ci sono scene di... violenza, per così dire (uso questa parola in senso mooolto libero), ma è tutto così grottesco e caricaturale che l'intento satirico è evidentissimo.

Questo "Ruspadana", stando ai pochi video disponibili, sembra solo l'ennesimo giochino scemo creato per far parlare di sé e mettersi in saccoccia due soldini facili (anche la pessima pubblicità è pur sempre pubblicità).

La cosa che mi scoccia è che l'aver tolto il gioco dall'app store scatenerà l'effetto Streisand e si solleverà il coro di "cenzuraaah" e i vaneggiamenti sui "Poteri Forti legati alla sinistra buonista immigrazionista mondialista (e tanti altri -ista assortiti)".

Il Lupo della Luna ha detto...

Satira? No, reato. Istigazione all'odio razziale. E spero davvero che qualcuno denunci questi tre geni.

zoomx ha detto...

Ti volevo suggerire proprio disqus!

Il Lupo della Luna ha detto...

No, guarda che è comunque reato. Istigazione all'odio razziale, si chiama.

E giusto per amore di precisione, non tutte le persone di colore sono musulmane.

Pugacioff ha detto...

Finalmente disquis...

Pugacioff ha detto...

E non tutti i mussulmani sono di colore....

Pugacioff ha detto...

Per avare un sistema di videosorveglianza più sicuro, le telecamere dovrebbero stare su una rete separata e dedicata che si interfaccia alla rete di casa tramite il device che registra...

Ugo ha detto...

oh, finalmente disqus. 👍
ora, so che sembro un disco rotto, ma visto che sei in ballo, non ti sarebbe convenuto aprirti un blog gratuito su wordpress e lasciare questo vecchio in modalità "archivio"?
comunque grazie dell'impegno.

Paolo Attivissimo ha detto...

Ci ho pensato, ma sarebbe stata una migrazione doppiamente complicata.