skip to main | skip to sidebar
8885 commenti (primiultimi)

11/9, “Segnali dal futuro” prosegue l’intervista

Catastrofi e complotti: "Knowing" e l'11/9, seconda parte


L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. Ultimo aggiornamento: 2010/01/16.

La Eagle Pictures ha pubblicato sul blog dedicato al film Knowing - Segnali dal futuro la seconda parte della mia intervista sul complottismo undicisettembrino. La prima parte è qui.

A corredo dell'intervista, aggiungo una schermata dei dati RADES (radar civili e militari) che mostrano istante per istante la rotta del Volo 77 che colpì il Pentagono e che secondo Giulietto Chiesa sarebbe invece "sparito dall'osservazione dei radar per 36 minuti... per 36 minuti le tracce radar sono scomparse". Scomparse? Eccole qui, con nomi e cognomi delle stazioni radar che le hanno acquisite. Il grafico qui sotto mostra il tracciato rilevato dai radar militari: l'interruzione è coperta dai radar civili.

I dati sono stati pubblicati soltanto due anni fa: forse sarebbe il caso di aggiornare un po' le tesi di complotto, altrimenti così è troppo facile.



Aggiungo anche una foto che forse pochi hanno visto: un rottame dell'aereo lanciato contro il Pentagono, sul quale si vede il logo American Airlines e si legge anche il numero di matricola, che secondo un tecnico della compagnia aerea lo identifica come un alimentatore per le luci d'emergenza di un Boeing 757.



E per finire, una chicca di quelle che Giulietto Chiesa ha epurato dal suo film Zero: David Shayler, uno dei suoi testimoni nella versione originale, quella presentata alla Festa del Cinema di Roma e che io ho visto. Shayler e Chiesa erano anche insieme alle conferenze complottiste, come Axis for Peace del 2005 (foto). Shayler è poi scomparso alla chetichella dalla scena cospirazionista ed è stato tagliato via da Zero, in perfetto stile sovietico, quando qualcuno s'è accorto che dichiarava di essere la reincarnazione di re Artù e il prossimo Messia, oltre a darsi al travestitismo, come mostra questa sua immagine recente tratta dal Daily Mail. Non che ci sia qualcosa di male. Nel travestirsi, intendo.


David Shayler, uno dei superesperti presentati da Giulietto Chiesa in Zero prima edizione.

Anzi, visto che Chiesa chiede una nuova commissione d'inchiesta, personaggi come questo suo testimone potrebbero ravvivare le sedute. Magari ne viene fuori un bel reality, perché ormai questo è il livello del complottismo undicisettembrino. Otto anni e neanche uno straccio di prova.

Ringrazio 9/11 Trash and Diamonds per la segnalazione delle foto di Shayler e Chiesa.


2009/08/21 - Thread epico di commenti, oltre quota 2100


Questo articolo ha battuto il record storico di commenti di questo blog, stracciando sia le scie chimiche sia i Maya menagramo del 2012. Come mai? Tutto è partito dalla foto di David Shayler, inizialmente con una contestazione, ma la discussione ha poi toccato religione, sessualità, informatica, esegesi biblica e cosmologia con risultati davvero pregevoli, senza mai scadere. Non capita spesso di vedere un sacerdote e una lesbica discutere pacatamente a questi livelli (ma leggete gli aggiornamenti in fondo a questo articolo prima di giudicare). Grazie a Don e a Morena, dunque, ma anche a tutti coloro che stanno contribuendo alla conversazione.

Da parte di Morena arrivano per tutti voi queste due foto, giusto per immergersi un momento idealmente tutti insieme nell'atmosfera delle vacanze. Le ho ritagliate in basso per rimuovere la data.





2009/09/10 - Quota 5000


Per festeggiare l'ormai imminente raggiungimento di quota 5000 commenti (record assoluto di questo blog, che lascia gli sciachimisti a quota 1020 circa), ecco un brindisi con l'ormai mitica Afri-Cola portatami da Puffolotti:

IMG_0360

Alla vostra salute!


2009/09/10, 22:20 - Colpo di scena nel Thread Epico


L'identità di "Morena" è stata smascherata. Se ne parla nei commenti dal 5000 in poi circa. D'accordo con "Morena", nel weekend la intervisterò telefonicamente per farvi raccontare dalla sua viva voce come sono andate le cose e le ragioni della sua falsa identità. La registrazione verrà messa online appena possibile.


2009/09/12 - Niente intervista a "Morena"


"Morena" ha cambiato idea e non vuole essere più intervistata, per le ragioni che trovate spiegate nei commenti. Peccato: sarebbe stato un gran finale per il Thread Epico.

Ecco l'altra foto del brindisi con Afri-Cola, pubblicata con il permesso di Puffolotti (quello a destra con l'espressione "falla bene questa foto o domattina troveranno i pezzi del tuo cadavere in cinque cantoni svizzeri differenti"):

R0022202


2010/01/16 - Verso quota 10.000 commenti


La discussione nei commenti prosegue inarrestabile. Blogger ogni tanto annaspa e dà errore, ma poi si riprende. Ormai il Thread Epico ha assunto vita propria ed è fine a se stesso. Ho creato un mostro.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati manualmente da un moderatore a sua discrezione: è scomodo, ma è necessario per mantenere la qualità dei commenti e tenere a bada scocciatori, spammer, troll e stupidi.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui e/o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (8885)
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
grazie, motogio.
purtroppo è difficile star dietro a tutto.
anche qui ho seguito l'evoluzione (o creazione, o intelligent design che sia) del thread a spizzichi occasionali, e ho finito per perdere il filo di quello che stava succedendo. a un certo punto ho preferito stare a guardare per quel poco che potevo, tanto non avevo nulla di significativo da dire.

comunque benritrovati :-)
una sola cosa è certa:

Il fantastico gusto di Afri-cola.
"Il fantastico gusto di Afri-cola."

È un dogma! :D
Dlin dlon... anzi din don.

Nuovo super-flame sulla Sindone.
Nuovo super-flame sulla Sindone.

Tut mir Leid, ma non ho voglia...

PS bX-dcdy2g si è fatto vivo.
E in tutto ciò...
...con 8611 siamo sul K2.
Turz, l'ho visto, ma per intervenire occorre dire cose sensate e pensate, e io fino a fine mese sono a corto di tempo (e anche di energie, i 50 si avvicinano, e non sono più quello di una volta puff puff, pant pant...)
Questo è un commento fantasma. Ogni tanto appare, ogni tanto scompare.
Che strana quiete oggi, tutti al mare?

;)
@ǚşå÷₣ŗẻễ: LOL bellissima quella di Messner!

Ma che succede a Blogger? Ricevo i commenti via mail, ma non appaiono!
Non è solo il blog di Attivissimo, è Blogger in generale!
@Turz: ho notato che i commenti fantasma appaiono solo con l'URL "showcomment" che ricevi dopo aver postato un commento, ad esempio questa.
Se apri direttamente la pagina, non appaiono.
Dev'essere un gombloddo del solito bx-inorhr, solo che stavolta non appare nessun messaggio d'errore.
Hei Shadow Blogger Helpdesk, chi bisogna contattare in questi casi?
Hei Shadow Blogger Helpdesk, chi bisogna contattare in questi casi?

Purtroppo ho visto il tuo commento solo ora :-P

Se capita di nuovo, probabilmente va segnalato in un posto come questo (trovato googlando le parole chiave "blogger comments not displaying").
@ǚşå÷₣ŗẻễ:
Ho chiamato Messner, vi manda questa foto

ROTFLizzimo!
@ǚşå÷₣ŗẻễ:
Ho chiamato Messner, vi manda questa foto

Purtuttavia non sei stato il primo :-)
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Che strana quiete oggi, tutti al mare?

;)


No, tutti ostaggi di bX-mangiapost!
@ǚşå÷₣ŗẻễ
"A questo punto seguo l'ottimo consiglio di Usa-Free e provo Virtual Keyboard"

Non avrei mai immaginato che seguissi il mio assurdo consiglio! :D


Io sono assurdo per definizione, quindi perché no?

Uhm, l'ho suonata con Virtual Keyboard e non mi è del tutto estranea. Certo, senza informazioni sul ritmo... :P Che genere è? Ti ricordi che strumento eseguiva la melodia? O era il canto?

Niente canto, e non ho idea di quale fosse lo strumento. Non ricordo nemmeno dove l'ho sentita, come ho detto, forse era la colonna sonora di uno spot. Il ritmo ho provato a renderlo con quello che tu chiami "parappamento", ma non è venuto proprio il massimo.

@Turz
Lo usi per ricordarti le cose?

No.

di quei due Si bemolle che mi son spuntati a metà del secondo pezzo non sono mica tanto sicuro

Un senso ce l'hanno, il fatto che la melodia finisca col Fa è coerente con una scala di Fa maggiore, che ha appunto il Si bemolle.


Non capisco ma mi fido! Una volta tale J.P. (per intenderci quello di Dante e dei fononi, uno che sa bene chi è il professor C.) provò a spiegarmi (in una rapida lezione di una mezz'ora) i misteri di scale e accordi, incazzandosi perché non capivo proprio niente. Non so tirare fuori da un pianoforte niente più che banali melodie di poche note.
Scusa, ma insisto: canticchiala o fischiettala e mettila su Youtube, ci sarà pur qualcuno che se la ricorda, no?
Se potete leggere questo commento è anche grazie a chi ha debellato, nelle fibre ottiche transalpine (ci saranno delle fibre ottiche transalpine?), lo scattering Brillouin e di Raman, in cui i fononi di Dante interagiscono coi fotoni di Giacobbo.
canticchiala o fischiettala e mettila su Youtube

In effetti se la fischietti puoi condividerla senza sacrificare il tuo anonimato ;-)
"lo scattering Brillouin e di Raman"

Fin qui tutto chiaro, ma i fotoni di Dante?
In effetti se la fischietti puoi condividerla senza sacrificare il tuo anonimato ;-)

Abby Sciuto mi sgamerebbe immediatamente: in base al rumore di fondo, dedurrebbe dove mi trovo, il colore dei miei occhi e se oggi ho mangiato yogurt o no a colazione. E se sì, a che gusto.
"Abby Sciuto"
Ti piacerebbe...
"se oggi ho mangiato yogurt o no a colazione. E se sì, a che gusto."
Alito pesante? :-)
Scusa, ma insisto: canticchiala o fischiettala e mettila su Youtube, ci sarà pur qualcuno che se la ricorda, no?

In effetti era una delle mie ideee originarie, ma non ho mai caricato niente su Youtube, accettano un file MP3 o devo convertirlo in un video tutto nero con solo il fischiettamento?
Intanto sottopongo l'MP3 all'attenzione dei frequentatori del Thread Epico:

http://tinyurl.com/chesarabanda
"Abby Sciuto"
Ti piacerebbe...


Ce la farebbe, che ne so, anche Marshall J. Flinkman, ma meglio Abby! :D

"se oggi ho mangiato yogurt o no a colazione. E se sì, a che gusto."
Alito pesante? :-)


Magari misura come l'alito pesante interagisce con le onde sonore e da lì deduce se erano fragole o lamponi!

Fin qui tutto chiaro, ma i fotoni di Dante?

Conoscevo uno di nome J.P., ha fatto il liceo classico, sapeva Dante a memoria, e non è un modo di dire. Poi, forse per dimostrare che poteva eccellere in qualsiasi campo, si iscrisse a Fisica, una volta nominò i "fononi" (che non sono i fotoni) e la parola mi rimase impressa. Quindi Dante e i fononi non c'entrano proprio niente, era solo per introdurre il personaggio - che se ne intendeva anche di musica. E che ha provato ad elevare le mie capacità musicali, senza molto successo, ma non era colpa sua.
"http://tinyurl.com/chesarabanda"
Sicuro che sia corretto?
Se potete leggere questo commento è anche grazie a chi ha debellato, nelle fibre ottiche transalpine (ci saranno delle fibre ottiche transalpine?),

E quelle cispadane, ci saranno?
Sicuro che sia corretto?

Non funge?
"anche Marshall J. Flinkman, ma meglio Abby! :D"
Sicuramente! Eventualmente, se proprio volessi accontentarti, ci sarebbe Garcia :-)
"Non funge?"
A me no...
a me funziona!

Potrebbe essere il riff di accompagnamento di questa?
@ué
"Non funge?"
A me no...


Prova il link diretto. Il tinyurl era per ridere.

@Camicius:
a me funziona!

Potrebbe essere il riff di accompagnamento di questa?


Controllo a casa, al lavoro non vedo Youtube.
Cambiando browser ha funzionato anche a me.
Però mi spiace, non la conosco :-(
Mi segnalano dalla regia che oggi, scritto opportunamente (7/07) e letto al contrario, fa ridere.
LOL!
Very, very LOL!
Due anni fa era BOOZ LOL.
D'altro canto, se oggi è LOL, l'otto agosto sarà BOB :-)
Ormai siamo al cazzeggio puro :-)
Ops, si può dire cazzeggio?
Puoi dire 54260557328 in esadecimale. Ma in questo thread 14424116747921 è più opportuno.

Poi c'è anche una frase completa, che non mi ricordo più cosa volesse dire:
1638665136 12237792 14 96537792
Domani mi studio la tabella, così, forse, capisco. Passo e chiudo.
Pensierino del mattino: guardate la colonna di destra "Articoli più commentati (tra gli ultimi 500 pubblicati)".

Quando gli articoli del 2010 arriveranno a 333 (mezzo diavolo), il Thread Epico sparirà dalla lista.
Ma tanto c'è sempre il link al THREAD EPICO più sotto, no?
@Camicius:
a me funziona!

Potrebbe essere il riff di accompagnamento di questa?


Possibile?!? Mi ci arrovello da aprile... e poi era la celeberrima "The Lion Sleeps Tonight" ?!? ovvero, la cercavo dovunque... e ce l'avevo in casa? (veramente ho la versione italiana di Meazzi/Ducale cantata da Henri Salvador)
Immagino che tu ti riferisca al pezzo in cui ripete "Wimoweh", giusto? In effetti il ritmo sembra simile, ci vorrebbe un modo per sentire la melodia senza il cantato (Abby e Penelope ci riuscirebbero!). Però sembra che gli "Wimoweh" seguano tutti la stessa melodia, quindi da dove spunta il cambio di melodia che mi pare di ricordare e che ho cercato di rendere nella mia pessima trascrizione musicale? Un falso ricordo creato dal mio cervallo bacato e plurischizofrenico?

Inoltre il motivo che mi gira in testa non ha parole, dove e come potrei aver sentito la melodia in questione senza parole? Azzardo: potrebbe essere stato un "mini-spot" della stessa nota azienda dolciaria che ha prodotto il video in questione?

Comunque, se è questa, Herb Alpert non c'entra uno YouTubo...
@ué
Sicuramente! Eventualmente, se proprio volessi accontentarti, ci sarebbe Garcia :-)

Che idea per uno spinoff, Abby e Penelope insieme contro il crimine! Devo assolutamente proporlo alla CBS che produce entrambe le serie! ;)
Poi c'è anche una frase completa, che non mi ricordo più cosa volesse dire:
1638665136 12237792 14 96537792


Sapevo solo 12237792, c'è anche un articolo di Paolo a riguardo! Grande Turz, con un po' di fantasia, con 10 cifre e sole 6 lettere si può fare parecchio!
Dalla pagina precedente:

3) La terza ipotesi comunque non spiega più della prima perché a qualcuno abbia mandato una kirbata di mail (ovvero una mail in stile Kirby),

Non sapevo la storia della "kirbata di mail"! Se qualcuno può spiegarmi questa parte dell'intrigo, possiamo tornare a parlare dell'Innominabile!
comunque colgo l'occasione per un numero della rubrica "L'angolo dei consigli *cinematografici* non richiesti dell'Enigmista".
L'altro giorno l'hanno finalmente dato in televisione, era un po' che volevo vederlo, l'ho registrato e l'ho visto solo ieri: sto parlando del film "Tutta la vita davanti" (tratto dal libro "Il mondo deve sapere" di Michela Murgia, che però non ho letto), con la bravissima Sabrina Ferilli nei panni della perfida direttrice di un call center.

C'è di tutto: intrighi! Platone! sangue! sesso! Heidegger! sindacalisti!

Nel film, l'oggetto inutile da vendere è un robot da cucina che si chiama Multiple, ma evidentissimo a chiunque lo conosca (magari perché ne ha subìto una "dimostrazione", come il sottoscritto!) .... che in realtà stanno alludendo ad un aspirapolvere che si chiama Kirby!
@So' L'enigmista:
Non sapevo la storia della "kirbata di mail"! Se qualcuno può spiegarmi questa parte dell'intrigo, possiamo tornare a parlare dell'Innominabile!

Eh, lo so, tutti i tuoi fake erano in ferie. Lo disse al #5466.

comunque colgo l'occasione per un numero della rubrica "L'angolo dei consigli *cinematografici* non richiesti dell'Enigmista".

A pagina 31 c'era anche l'angolo dei consigli librari non richiesti dell'Enigmista.
@So' L'enigmista
Possibile?!? Mi ci arrovello da aprile... e poi era la celeberrima "The Lion Sleeps Tonight" ?!?

Istintivamente è quello che avrei detto anch'io. La somiglianza col riff "auimmaué" c'è tutta. Però pensandoci bene non sono così sicuro. Di quella canzone sembra che ci sia una sola versione a giro (un'incisione di The Tokens), e il motivo è sempre cantato e mai suonato al flauto (o quello che è). Che si tratti di una canzone del tutto diversa? Mistero...
@Gwilbor:
"Wimoweh" è come si scriverebbe quello che tu giustamente chiami "auimmaué" (che mi sembra più napuletano che africano).

Però non capisco come il C F A possa diventare auimmaué. Quando ascolterò l'emmepitré ve lo dirò.
@Turz

Supponendo che la prima nota sia C, secondo me è
C F A C F A
C F Bb C F Bb
C F A C F A
C E G E C

è lo stesso giro armonico (nulla di originale: tonica (F) sottodominante (Bb) un po' sporca, tonica dominante (C)) della canzone del leone.
Sto cercando in giro ma può darsi che il giro provenga proprio fischiettato dalla pubblicità del kinder happy hippo. Una rapida ricerca su youtube non mi ha portato a risultati decenti, purtroppo.
Ma mi sono perso come mai si cercava questo motivo misterioso. Mea maxima culpa il non avere seguito il thread con l'attenzione necessaria, ma qualcuno può ricordarmelo (o citarmelo)?

Grazie

Andrea
@Camicius:
È un OT (anzi un OOOT) lanciato qui da So' L'enigmista, in attesa che l'Innominabile rispondesse al simpatico ultimatum del GGI6.
@ So'

http://www.youtube.com/watch?v=rTGNdVSIApA

PS cosa non si fa per arrivare a 10000
PPS ho conrtibuito anch'io a una indagine! di serie Z, è vero, ma si comincia sempre dal basso

:D
@don:

@ So'

http://www.youtube.com/watch?v=rTGNdVSIApA

PS cosa non si fa per arrivare a 10000
PPS ho conrtibuito anch'io a una indagine! di serie Z, è vero, ma si comincia sempre dal basso

:D



Per risponderti ho bisogno di un accompagnamento musicale, nello specifico quello degli Who (ma prima devi immaginare un'inquadratura di Horatio Caine che si mette gli occhiali da sole pronunciando una battuta idiota):

YEEEEEEAAAAAAHHHHHHHHHHHHHHHHHH!!!!!

SI! è quella! GRANDE don Tonino!!!!!!!
Finalmente posso chiamarla col suo nome: A Swingin'Safari di Bert Kaempfert !!!!!!!

Tra l'altro in questo modo mi hai anche chiarito il mistero di Lady Kangaroo: lei ha farfugliato un nome, io ho capito "Herb Alpert", ma forse aveva detto (o aveva voluto dire, lei non se la cava bene con i nomi stranieri, e pensare che ha una suocera australiana) Bert Kaempfert !!!

Però c'è da dire che almeno una parte di "The Lion Sleeps Tonight" ci somiglia moltissimo....
felice di esserti stato utile
...ma adesso mi spieghi come fare a sradicarmela dal cervello?

:D
felice di esserti stato utile
...ma adesso mi spieghi come fare a sradicarmela dal cervello?

:D


Lo farei se sapessi come fare! l'ho detto, è da aprile che mi ronza in testa!

Tra l'altro, nelle parole che mi sono inventato per renderla "cantabile", si parla di animali, tra cui anche di un leone. E qui abbiamo parlato di The Lion Sleeps Tonight. E la musica era A Swingin'Safari. Leoni, safari... E Safari è il browser preferito di Paolo Attivissimo. Sarà un caso? Per dirla con Elena, noi di Voyager diciamo di sì!
Eh, lo so, tutti i tuoi fake erano in ferie. Lo disse al #5466.

Mi era sfuggito. Ed è provato che la kirbata di mail veniva dall'Innominabile, o è solo un sospetto?

A pagina 31 c'era anche l'angolo dei consigli librari non richiesti dell'Enigmista.


Già! Morena mi aveva suggerito di arricchirla con allusioni erotiche (come ad esempio "letto").
Ho cercato di far tesoro dei suoi consigli e ho provato anche a farla presentare da due belle bionde ma non ha avuto successo! :)
PPS ho conrtibuito anch'io a una indagine! di serie Z, è vero, ma si comincia sempre dal basso

:D


Non credere che il mio contributo investigativo al GGI sia stato gran cosa. Su incarico di Turz ho scoperto solo un piccolo dettaglio sul nostro Maradona (senza Armando né Maradona), non particolarmente significativo per l'indagine, almeno credo.
Poi c'era un dato già in possesso del GGI, ma che Turz non poteva rivelarmi per la privacy, allora mi sono incapricciato e ho deciso di scoprirlo da solo. (Solo allora ho avuto la tessera GGI e un cappello arcobaleno in regalo in omaggio siore e siori!) In questo modo ho trovato anche un altro dato sul nostro amico, forse non rilevante nell'indagine ma che trovo succoso, anche quello però non posso rivelarlo per la privacy. Ma credimi: con gli strumenti giusti può scoprilo chiunque (infatti appena ho alluso alla cosa a Turz via email con uno dei miei soliti enigmi, ha subito capito e l'ha trovato anche lui). Credo che da quell'informazione derivi l'enigmatica (ma non per me) frase di Turz "che nell'Anno Primo dell'Era Disinformatica risiedeva a Milano".
@don:
PPS ho conrtibuito anch'io a una indagine! di serie Z, è vero, ma si comincia sempre dal basso

Grandissimo don! Invece il tuo contributo è stato importante, perché hai contribuito a far dormire finalmente sonni tranquilli a So' L'enigmista, ma anche a nuxvostor9, a Lady O, a gino.limbo, a BLACK BLACKO, ad abenobashi, a Sara & Erisha, ecc. ecc. :-)

@So' L'enigmista:
Non credere che il mio contributo investigativo al GGI sia stato gran cosa.

Non sminuire il tuo contributo, che è stato molto importante, perché scoprendo le stesse cose da una seconda o terza fonte indipendente, hai:
1) cementato le informazioni che avevamo;
2) dimostrato indirettamente (almeno a me e a te stesso) che nessuno del GGI avesse inventato tutto, perché ora nessuno di noi è unico depositario di un'informazione [sì, ho pensato anche a una tale eventualità, giacobmplottista che non sono altro, ma ora so di poterla escludere];
3) dimostrato con la pratica che trovare informazioni su una persona negli Anni Dieci è maledettamente facile.
@So' L'enigmista:
Ed è provato che la kirbata di mail veniva dall'Innominabile, o è solo un sospetto?

Se ho capito bene il puffolottese, intendeva dire che la kirbata veniva da "Morena":

Credo non fossimo ancora a quota 1000, comunque piuttosto presto mi è arrivata una "kirbata" di e-mail, per la serie "così sarebbe stato capace chiunque"

Tentativo di traduzione PF>IT: "Credo non fossimo ancora a quota 1000 commenti, comunque piuttosto presto, ben prima del 9 settembre (Giorno dello Sgamo), mi è arrivata da Morena una e-mail che sembrava scritta da un promotore della Kirby. Avendo ricevuto da 'lei' quella e-mail, chiunque sarebbe stato capace di sospettare che fosse un fake."
A me sta succedendo una cosa strana: dallo scorso autunno, ricevo, almeno una volta alla settimana, telefonate di un call center calabrese che mi offre l'abbonamento telefonico all'operatore che ho già. Che si tratti di un simpatico "scherzo" dell'innominabile?
@Elena:
A me sta succedendo una cosa strana: dallo scorso autunno, ricevo, almeno una volta alla settimana, telefonate di un call center calabrese che mi offre l'abbonamento telefonico all'operatore che ho già. Che si tratti di un simpatico "scherzo" dell'innominabile?

1) La Calabria è piena di call center (solo in un posto a caso come Rende ce ne sono almeno 3), checché ne dica Jakob può essere una non troppo improbabile casualità.
2) Mai dare il proprio numero di telefono principale a persone conosciute su Internet.
3) "Almeno una volta alla settimana" significa che ti hanno già chiamato più di 29 volte oppure è la solita esagerazione giornalistica? ;-)
Salve a tutti,
con mio dispiacere per un po' non ho avuto il tempo di intervenire su questo pantagruelico thread, vediamo di porre rimedio.
Il detective Turz si chiede perché mai Diego ha fatto quello che ha fatto.
Io mi chiedo perché non lo hanno fatto + persone. ;)
In fondo da che mondo è mondo, ed internet è internet, maschietti si sono spacciati per femminucce, prima nella antediluviane chat e poi nei forum.
Io stesso ho assistito in diretta ad un ragazzo che scansionava x poi inviare ad un povero malcapitato la foto della cugina.
E come dargli torto! Il mondo dei computer era un mondo maschile e quando si affacciava un membro del gentil sesso tutti a sgomitare (virtualmente).
Ma perché lesbica?
Beh i tempi d'oro x "travestitismo virtuale" sono passati. Ormai vi è una agguerrita presenza femminile. Ma le lesbiche ancora latitano.
Ed anche se, in fondo in fondo, credo che tutti quanti sappiamo che nella vita vera le lesbiche mediamente portano i capelli tagliati a spazzola ed i jeans, ciò non di meno siamo tutti fermi alla visione delle "lesbicone" in tacchi a spillo e minigonna.
Come dargli torto. Chi non vorrebbe fare la "lesbica" almeno x 5 minuti? ;)
Poi è anche + pratico. Può godere delle attenzioni di tutti quanti senza al tempo stesso rischiare che nasca una "storia" con qualcuno.
ué ha commentato:
"Ma come? Torna puffolottiaccident e nessuno gli da il bentornato? (anche se, come al solito, non ho capito cosa ha scritto :-))"

Ed in pieno ecumenismo gli do il bentornato!
Anzi, dirò di più, in qualche strano ed inquietante modo la sua presenza mi è persino mancata!
@Turz
Altro che esagerazione giornalistica! Mi rompono l'anima una o due volte alla settimana.
motogio ha commentato:

"Ps: parafrasando il saggio Nodens: a che serve conoscere la storia? A non commettere gli stessi errori, risponderei io; con il senno di poi ;)"

Non so perché ma ogni volta che qualcuno nomina "il saggio Nodens" mi aspetto che un tipo con una lunga barba bianca ed il bastone mi abbia hackerato l'account ed abbia postato al posto mio. ;)
esattamente: mi era arrivata una mail scritta con toni decisamente da venditori (di aspirapolveri, telefonini?)

Ne ho parlato per credo 30 secondi con Paolo (attivissimo) stesso
Nodens ha commentato:

Salve a tutti,
con mio dispiacere per un po' non ho avuto il tempo di intervenire su questo pantagruelico thread


Salve anche a te o saggio Nodens ;)
@Nodens:
Non so perché ma ogni volta che qualcuno nomina "il saggio Nodens" mi aspetto che un tipo con una lunga barba bianca ed il bastone mi abbia hackerato l'account ed abbia postato al posto mio.

Invece io sospetto che tu abbia davvero una lunga barba bianca e che le foto che si trovano in giro siano di tuo cugggino ;-)

@puffolottiaccident:
Ne ho parlato per credo 30 secondi con Paolo (attivissimo) stesso

E infatti, supponendo che tale dialogo sia avvenuto l'8 settembre, il giorno dopo è avvenuto il primo smascheramento. Sarà un caso? ;-)

Tra l'altro, guardando il commento #4458, mi sovviene che "Morena" nel suo impeto cancellatorio ha cancellato un commento, poi ripreso da Paolo, che diceva:
NN sarebbe male darsi un appuntamento una sera, almeno in sei o sette e fare 500 commenti in una sola notte per arrivare a 5000...

Cosa ci sarà stato di compromettente? Noi di Boyager pensiamo di boh.
@Elena
A me sta succedendo una cosa strana: dallo scorso autunno, ricevo, almeno una volta alla settimana, telefonate di un call center calabrese che mi offre l'abbonamento telefonico all'operatore che ho già. Che si tratti di un simpatico "scherzo" dell'innominabile?

Un call center?
Calabrese?
Che combinazione!
Che di che sentirsi... galvanizzati! :)
puffolottiaccident ha commentato:
"una sola cosa è certa:

Il fantastico gusto di Afri-cola."

Io preferisco la vanilla coke. ;P
So' L'enigmista ha commentato:

"la bravissima Sabrina Ferilli"

Nulla togliere alle grazie della Ferilli, certamente + sane di molti altri modelli proposti dai mass media, ma chiamarla bravissima non è un pochettino eccessivo?
In fondo lei interpreta sempre lo stesso personaggio (è anche arrivata a rifiutare ruoli che si allontanassero dalla sua immagine). Personaggio che tra l'altro non è che una variante della sua normale personalità.
Poi ovviamente se si pensa che la Arcuri viene spacciata per attrice...
motogio ha commentato:


"Salve anche a te o saggio Nodens ;)"

mmmh
meglio che vado in bagno a sfoltirmi la barba.
@Nodens:
Nulla togliere alle grazie della Ferilli, certamente + sane di molti altri modelli proposti dai mass media, ma chiamarla bravissima non è un pochettino eccessivo?

Effettivamente è come dire "il bellissimo Paolo Attivissimo" :-D
"Che idea per uno spinoff, Abby e Penelope insieme contro il crimine!"
LOL! Già me le immagino tutt'e due a smanettare vertiginosamente con le tastiere dei rispettivi computer e fare a gara a chi scopre prima e di più ... mi sa che si prenderebbero pure a capelli :-)
é da un po' che mi frullano un paio di idee per la testa.
Ora che la pagina delle grandi rivelazioni è passata mi sembra una buona occasione per esporle.
Mentre ci si divertiva a complottare il buon turz mi ha introdotto ai cosiddetti "alternate reality games".
Dato che mi sento molto pigro in questi giorni lascerò che la signora wikipedia en spieghi di cosa si tratta.
http://en.wikipedia.org/wiki/Alternate_reality_games
Siete tornati? Bene.
Ora io dopo aver letto di cosa si trattava ho ovviamente pensato "ma questo è fichissimo".
Forse un po' meno ovviamente ho pero pensato che + che parteciparvi sarebbe fichissimo organizzarne uno.
Dopo essermi accarezzato la barba per un po' ho dovuto ammettere che questa non è una cosa che una persona singola possa fare, posso pure avere già in mente la struttura principale della cosa, la realizzazione pratica richiede l'impegno, ed il know how, di una squadra.
Ha questo punto mi sono detto, e vi dico, quale miglior squadra creatrice di una realtà alternativa di quella che ha dipanato la realtà alternativa di Morena?
A questo punto la proposta credo sia chiara, credo che con un adeguata divisione dei compiti il carico per il singolo sarebbe perfettamente accettabile, anche se comunque non minuscolo. D'altro canto si potrebbe fare qualcosa che in Italia, almeno che io sappia, non è stato ancora fatto.
Fatemi sapere in assoluta libertà.
A dopo x la proposta + impegnativa.
"Ha questo punto mi sono detto"
Ha? Se ti vede Accademia dei pedanti...!
Parlando di cose non collegate forse non tutti sanno che Attivissimo ogni tanto ha trattato le cospirazioni sull'11 settembre.
Oggi sul sito satirico cracked.com hanno commentato la famosa dichiarazione di rosie o'donnel "the first time in history that fire has melted steel - it is physically impossible." in questo modo, "We at Cracked.com would never dare question Ms. O'Donnell's expertise in the field of metallurgy, but how does she think steel is made? Does she think we dig up chunks of it already in the shape of a car door? Has she not seen the climax of Terminator 2?".
X me è stupenda.
ué ha commentato:
"Ha? Se ti vede Accademia dei pedanti...!"

Mea culpa, mai scrivere col mal di testa.
@Nodens:
D'altro canto si potrebbe fare qualcosa che in Italia, almeno che io sappia, non è stato ancora fatto.

E che continuerà a non essere stato ancora fatto in Italia, essendo almeno i potenziali organizzatori sparsi in giro per il mondo.
Parlando di cose non collegate forse non tutti sanno che Attivissimo ogni tanto ha trattato le cospirazioni sull'11 settembre.

Certo, l'11 settembre sarebbe proprio OT ;-)
""We at Cracked.com would never dare question Ms. O'Donnell's expertise in the field of metallurgy, but how does she think steel is made? Does she think we dig up chunks of it already in the shape of a car door? Has she not seen the climax of Terminator 2?"."

ROTFL! :D

Traduzione maccheronica.

Rosie O'Donnel, in merito ai crolli degli edifici del WTC, aveva dichiarato "la prima volta che il fuoco avrebbe fuso l'acciao - è fisicamente impossibile"

"Noi di Cracked.com non oseremmo mai mettere in dubbio l'esperienza della signora O'Donnell nel campo della metallurgia, ma come pensa venga fabbricato l'acciaio?

Pensa forse che venga estratto già in pezzi a forma di portiera d'automobile?

Non ha mai visto il finale di Terminator 2?"
"avrebbe fuso l'acciao - è fisicamente impossibile"

Ok ok, mi pedantizzo da solo: ha ragione lei. Infatti l'acciao, non esistendo, non può essere fuso :D

Acciaio.Non acciao.

Ciao.
@usa-free:
La tua traduzione non è maccheronica, il senso è quello.

Acciaio.Non acciao.

Ciao.


Acciao = lega di ferro e carbonio che saluta e se ne va.
"Acciao = lega di ferro e carbonio che saluta e se ne va."
LOL!
Però potrebbe pure salutare arrivando :-)
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Però potrebbe pure salutare arrivando :-)

In italiano sì, ma in tedesco saluta solo andandosene :-)
Nodens,

Fatemi sapere in assoluta libertà.

Il problema è che ci sono ancora troppe entità sospette a piede libero.
@Gino il Camionista:
Effettivamente ci sono delle coincidenze che mi colpiscono. Anche se bisogna andarci cauti prima di addossare a persone inermi colpe che potrebbero non avere.

"Vuolsi così (o Pomì?) colà dove si puote ciò che si vuole, e più non dimandare".
"In italiano sì, ma in tedesco saluta solo andandosene :-)"
Perché, i tedeschi quando arrivano non salutano?
Salutano, solo che dicono "Hallo", non "Ciao".
Quindi in Germania si dice "ciao" uguale come in Italia?
Non uguale, copiato, né più né meno di "OK" o "kaputt".

È più diffuso (nonché più facile da scrivere) dell'equivalente germanico "Tschüß".
Però si usa solo per il commiato e solo in Germania e Austria, non in Svizzera.
"Non uguale, copiato, né più né meno di "OK" o "kaputt"."
Interessante, non lo sapevo, tra l'altro 30 anni fa avevo delle frequentazioni tedesche e non mi ricordo che mi avessero mai salutato con un "ciao". Ma 30 anni sono tanti... :-(
Trent'anni fa non avresti potuto commentare dal tuo PC un post sul blog di un debunker contro i complottisti e fuffari dell'11 settembre, dove un fake poi si è rivelato essere un manager di call center.
Non avresti potuto nemmeno lurkare quando facevo le supercazzole.
Quindi mi ricordavo bene? 30 anni fa non si usava? A quando risale?
@ué:
Quindi mi ricordavo bene? 30 anni fa non si usava? A quando risale?

Boh. Secondo me si è diffusa via via negli anni.

Piuttosto, indagando senza successo sulla diffusione di "Ciao" in Germania, guardate cosa ho trovato.
"guardate cosa ho trovato."
Ahah, l'Afri-cola di puffolottiaccident!
Sarà un caso?
Noi di...
Non è un caso nella misura in cui questo è un blog di un "italiano" all'estero, su cui quindi commentano vari italiani all'estero.
puffolottiaccident è un italiano all'estero (in particolare in Germania, dove nasce l'Afri-Cola), io sono un italiano all'estero (in particolare in Germania, dove si dice "Ciao") ed ecco che quindi non è una coincidenza pura.
Per Turz:
Strana teoria, ma affascinante.
A questo punto mi chiedo solo se il Pallone d'Oro dei mondiali stia cercando di impersonare il portiere, proprio come fece davvero il loro compagno di squadra contro il Ghana (sempre i ghanesi che ritornano, sarà un caso?).
Perché, che sta facendo Forlan?
Dèi che fatica leggere tutta 'sta roba...
Priam di tornare a lurkare per mancanza di argomenti sensati, una domanda agli esperti: mi sembra di capire abbastanza bene il puffolottese, è grave? O_o
"mi sembra di capire abbastanza bene il puffolottese, è grave? O_o"

No, anzi, ci può tornare utile un traduttore! Piuttosto, sarebbe grave se ti mettessi anche a scrivere in puffolottese, perché potreste dialogare nel thread tra voi escludendo il resto del mondo :P
"potreste dialogare nel thread tra voi escludendo il resto del mondo :P"
Già lo fanno Turz e So' l'enigmista :-)
@usa-free:
Piuttosto, sarebbe grave se ti mettessi anche a scrivere in puffolottese, perché potreste dialogare nel thread tra voi escludendo il resto del mondo :P

Dubito che lo stesso Puffolotti capisca il puffolottese (pensiero già espresso da qualcun altro ma non mi ricordo da chi).
@ué:
Già lo fanno Turz e So' l'enigmista :-)

Già, è vero. Eppure potremmo semplicemente mandarci delle e-mail. Ma così è più divertente.

Puffolotti invece non credo che lo faccia apposta, secondo me pensa di essere chiaro (e per me spesso lo è).
Prometto che non scriverò in puffolottese. E' come i romanzi di Camilleri: li capisco, ma non mi verrebbe mai in mente di parlare così. :D
eppur funziona.
In realtà da qualche parte deve per forza annidarsi il segreto dei miei favolosi superpoteri.

(tipo installarsi da soli la lavatrice o la cucina dopo averle portate sopra la testa per due piani di scale, ad esempio)

Vedo 2 approci sensati:

A) tale compendio di superpoteri è di certo prodigioso, ma l'inevitabile prezzo da pagare per ottenerli e gli effetti collaterali non li controbilancia.

B) Sarebbe bello ottenere i formidabili superpoteri di puffolottiaccident, mantenendo intatta la personalità precedente, c'è il caso che lui abbia cannato qualcosa nel processo di allenamento, chi capisse cosa, si troverebbe ad avere un compendio di superpoteri strabiliante.

Comunque qualche linea guida per chi volesse perseguirli:

1) cerca di fare da solo quante più cose possibili, prima di chiedere aiuto agli amici studia se non sia possibile evitarlo.

2) Vai a piedi piuttosto che in bicicletta, vai in bicicletta piuttosto che in macchina.

3) assumiti sempre la responsabilità delle tue azioni.

La più importante di tutte:

Il trucco per avere una vita serena non sta nel fare sempre quello che si desidera fare ma nel non fare mai quello che si desidera non fare.
Concordo su molte affermazioni tranne che sul punto 2, non applicabile se non vivi in città (o almeno in una zona ragionevolmente fornita di servizi).

Comunque sto ancora ridendo per il porcodrillo. :***D
@Lohengrin

Bè, se stessimo parlando di rompere tegole con una tibiata mi sembrerebbe bizzarro se dicessi:

37) massaggiare vigorosamente la tibia con una bottiglia di vetro per mezz'ora al giorno.

e mi sentissi rispondere:

"Non concordo col punto 37, massaggiarsi vigorosamente la tibia con una bottiglia di vetro è palloso in quanto hai entrambe le mani occupate e non puoi fare nient'altro di costruttivo nel frattempo."

Bè, amico mio, se non hai la fortuna di essere morso da un ragno radioattivo, i superpoteri vanno ottenuti con fatica.
l'allenamento da "supercretino*" serve in modo che quando ti affacci sul mondo del lavoro, ti sei lasciato la fatica alle spalle e ti godi serenamente la vita in quanto forte dei tuoi muscoli d'acciaio quello che ti arriva dal gran dio d'arabia risulta un giochetto, forse persino troppo semplice.

Questa è sostanzialmente la differenza fra chi alla fine della giornata di lavoro è ancora pieno di energia e chi dopo 3 ore sembra un minatore d'altri tempi poco prima di morire per i danni ai polmoni.

quindi

4) quanto una cosa è facile o difficile dipende da quanto sei forte o debole
@puffolottiaccident:
Il trucco per avere una vita serena non sta nel fare sempre quello che si desidera fare ma nel non fare mai quello che si desidera non fare.

Sottoscrivo!

@Lohengrin:
Concordo su molte affermazioni tranne che sul punto 2, non applicabile se non vivi in città (o almeno in una zona ragionevolmente fornita di servizi).

Infatti io e Puffolotti ce ne siamo andati in Germania, mica scemi :-)
Bè, Turz, i focolari non si radunano a caso, i motivi per cui uno vorrebbe andare a vivere in germania sono diversi dai motivi per cui uno vorrebbe andare a vivere in Olanda, o in Jamaica, o a Barcellona, o in Islanda, o in Giappone...

Poi le mie motivazioni sono altre, ero per la terza volta assurto per sbaglio e disattenzione al rango di ministro degli esteri della galassia, mi annoiavo e mi era venuta voglia di ricominciare da 0

Alla fine in Italia non ci so stare perchè è faticosissimo evitare che ti mettano in posizioni in cui la responsabilità raddoppia e lo stipendio aumenta di un caffè quotidiano...
Il diritto che viene sistematicamente calpestato in Italia è quello di accontentarsi.

Molti non se ne rendono conto perchè non vogliono provare ad accontentarsi, ma quando trovi il tuo livello di equilibrio e dici: "bene, con (diciamo ad esempio) 1200 euro al mese sono felice, non faccio troppa fatica e risparmio a dovere" Ecco che arrivano le pressioni per farti salire di livello, in cui dovrai spendere il doppio dei watts per 1250 eurozzi, e per rifiutare lo scatto devi spenderne costantemente il triplo...

Il problema è che chi sogna tale scatto in quanto il suo cervello non gli permette di coglierne appieno le implicazioni poi ti odia perchè quando lo rifiuti, poi non vanno a chiederlo a lui, e ovviamente essendo un grunt, non gli passa per la testa che lavorare al livello successivo probabilmente lo ucciderebbe... e per quanto idiota possa essere considerato dalla dirigenza, poi è come essere in trincea.

La Germania è un posto dove stai 3 secondi a mettere a posto quel tipo di personaggio, e in effetti quando alla fine fai 'sti 3 secondi di fatica poi diventi il suo eroe personale, anche se ciò è più una seccatura che altro.
P.S.
Il livello in cui si comincia a SpaKKare può essere interessante, per chi ha aspirazioni costose, in mezzo fra gli ultimi due e tale livello di solito ci sono 3-4 livelli infami in cui bisogna pigliare più ***** di berlusconi da tutte le direzioni, se non arrivi a tale livello ogni sforzo in tale direzione è nullo, e non hai facoltà di tornare indietro, non puoi chiedere nè sul posto di lavoro nè altrove di perdere livelli.
E lì è dove la vita diventa l'inferno in terra.
@puffolottiaccident:
Bè, Turz, i focolari non si radunano a caso, i motivi per cui uno vorrebbe andare a vivere in germania sono diversi dai motivi per cui uno vorrebbe andare a vivere in Olanda, o in Jamaica, o a Barcellona, o in Islanda, o in Giappone...

È vero, infatti ho diversi amici che andrebbero volentieri a Barcellona (o in Jamaica) ma non in Germania.

Poi le mie motivazioni sono altre, ero per la terza volta assurto per sbaglio e disattenzione al rango di ministro degli esteri della galassia, mi annoiavo e mi era venuta voglia di ricominciare da 0

Shhhh... non far saltare la copertura dei rettiliani! :-)

Alla fine in Italia non ci so stare perchè è faticosissimo evitare che ti mettano in posizioni in cui la responsabilità raddoppia e lo stipendio aumenta di un caffè quotidiano...

Stessa cosa. Per di più il caffè neanche mi piace :-)
@Turz

Quando il papa Giovanni Paolo #2, per non rimanere senza il matto del villaggio, han pigliato quello di Regensburg, in cui il posto di "matto del villaggio" è rimasto vacante, fra i candidati figura Jo, che oltre ad essere capace di preparare 2 kg di macedonia in un paio di minuti, fa un eccellente caffè, la cui ricetta è di dominio pubblico.

http://www.youtube.com/watch?v=mnpqg5HPNms

Lo hanno in seguito imbottigliato e lo vendono con il nome commerciale di "Afri-cola"
"Quando il papa Giovanni Paolo #2, per non rimanere senza il matto del villaggio,"
Hai omesso "morì" o, come al solito, non ci ho capito un tubo?
uè: esatto, la parola devo averla cancellata per sbaglio riordinando i paragrafi.
Capito. Me ne torno a esplivare i ratsifrani. ^___^;
"Il diritto che viene sistematicamente calpestato in Italia è quello di accontentarsi."

Mah...dipende.

Il problema è che spesso in Italia si trovano soggetti che pretendono di accontentarsi a scapito tuo.

Perché spesso chi si accontenta, in realtà non sia accontenta perché vorrebbe che il sistema girasse tutto intorno a lui.

Prima fa il filosofo:

"eh se tutti facessero come me, il mondo sarebe un posto migliore..."

"eh quando i treni arrivavano in orario... ma siamo scimmie ambiziose decisamente differenziate.."

"no, perché tu devi illuminarti... tu ti fai il culo per 3000 neuri, mentre io con 1200 vivo sereno senza sbattimenti"

"sono contento per te, ma sento che qualcosa t'inquieta"

"ehm sì... sei un pirla, lo ribadisco, però i tremila neuri sono un valore assoluto che mi solletica"

"comprendo... dunque?"

"eh, la mia cosmogonia prevederebbe l'introito dei 3000 MA facendomi il culo come gli attuali 1200..."

"eh... anche io vorrei sul balcone l'Albero della Grana..."

GRRRRR!!!!

GRRRRR!!!

"Morirai giovane per un ictus da superculo!"

"Morirai nonsoquando ma a 1200, scordati i 3000!"

GRRRRR!

GRRRRR! :D
"eh, la mia cosmogonia prevederebbe l'introito dei 3000 MA facendomi il culo come gli attuali 1200..."

Questo è uno che NON si accontenta...
Non chiede di esercitare in santa pace tale diritto, e in effetti nessuno glie lo negherebbe.

Uno che si accontenta invece viene sollecitato a sbattersi di più, perchè poche cose l'uomo sopporta meno di chi ha più successo con lo stesso sbattimento, di chi ha altrettanto successo con meno sbattimento oppure, orrore orrore, chi ha più successo con meno sbattimento.

Chi, se interrogato dice che il lavoro non gli pesa affatto o addirittura ci si diverte viene percepito come un ladro, e il pensiero di difesa del pari è che gli sta rubando qualcosa, in questo senso la giustizia sociale è impossibile.

è ai lavoratori che è difficile spiegare che il lavoratore è pagato per produrre e non per scannarsi.

Immaginiamo ad esempio la lavastoviglie.

tizio gestisce il doppio buffering senza problemi, non gli succede mai di avere qualcosa da prelavare oltre ai due carrelli, lavora con brio e il sorriso, e nessuno gli parla per tutto il giorno.

Caio non riesce a gestire il doppio buffering, è capace solo di svuotare un carrello asciugando quello che ci sta dentro, non studia le sequenze ed ogni 5 minuti qualcuno nel front end gli strilla insulti perchè una tipologia di stoviglie non è disponibile in tempo utile.

orario e paga di tizio e caio sono assolutamente identiche, eppure caio è portato a sentirsi defraudato da tizio, percepisce come un' ingiustizia il fatto che nessuno urla contro a caio, nella propria mente si convincerà che in realtà lui è più bravo in quanto mettono tizio alla lavastoviglie quando la situazione è più semplice, ma la verità è che tizio è ovviamente anche più bravo alle verdure in quanto sa come concatenare i lavori.

il desiderio di caio non è quello di far meno fatica, ma quello di vedere tizio fare tanta fatica quanta lui, romperà le palle per invertire i turni, cosa che non disturberà tizio minimamente, ed ecco che il diritto di tizio di far meno fatica grazie alla propria intelligenza superiore viene messo in dubbio.

Tizio ha acquisito i propri super-poteri perchè ha ragionato sul metodo, mentre caio ha preferito auto-commiserarsi senza escogitare niente per far meglio il proprio lavoro.

tizio ha i suoi problemi perchè, vista la sua intelligenza sarebbe perfetto per lavorare in sala (con lo stipendio da lavapiatti) ogni momento cercano di sbatterlo in sala, ed è lì che il diritto di tizio viene calpestato. quando qualcuno in sala si ammala si chiederà a tizio di prendere il suo posto, cercando di slegarlo dalla cucina

non per vantarmi ma 4/5 dell'energia che spendo in pizzeria non è per il lavoro di guidatore in sè ma per non ritrovarmi a comandare qualcosa o qualcuno.
@Lohengrin:
Capito. Me ne torno a esplivare i ratsifrani. ^___^;

Questo non è puffolottese, è supercazzolese :-)
@turz

So fare anche quella.

http://tinyurl.com/puffolottisupercazzola

è sono molto offeso in quanto è quasi geniale quanto l'originale ma è passata apparentemente inosservata.
Prometto che non scriverò in puffolottese. E' come i romanzi di Camilleri: li capisco, ma non mi verrebbe mai in mente di parlare così. :D

A me purtroppo talvolta succede. Di usare parole agrigentine, non puffolottesi: specialmente mentre sto leggendo un Camilleri o immediatamente dopo (guarda caso ho letto La caccia al tesoro proprio nel periodo giusto, dopo la caccia al callcenterista... e quella al detective pasticcere!)

No, anzi, ci può tornare utile un traduttore!

Anche Turz è un traduttore eccellente del puffolottese, e pure del solenigmistichese! Se si facesse una Cena Epica e mancasse Turz sarebbero dolori! :D
@Turz
@Nodens:
D'altro canto si potrebbe fare qualcosa che in Italia, almeno che io sappia, non è stato ancora fatto.

E che continuerà a non essere stato ancora fatto in Italia, essendo almeno i potenziali organizzatori sparsi in giro per il mondo.


Dopo il Grande Gombloddo Internazionale, il Grande ARG Internazionale?
ué:
"potreste dialogare nel thread tra voi escludendo il resto del mondo :P"
Già lo fanno Turz e So' l'enigmista :-)


Vero, e ogni volta prometto di non farlo più, e ogni volta ci ricasco! :(
@puffolottiaccident:
So fare anche quella.

http://tinyurl.com/puffolottisupercazzola

è sono molto offeso in quanto è quasi geniale quanto l'originale ma è passata apparentemente inosservata.


Effettivamente non si capisce se è puffolottese o supercazzola, purtroppo non ho seguito il thread su Borghezio e gli UFO e mi era sfuggita. Degli UFO comincio a essere stUFO.
Vero, e ogni volta prometto di non farlo più, e ogni volta ci ricasco! :(

p.s. E prometto sempre a me stesso che non userò mai più fake, e poi ci ricasco!
@So' L'enigmista:
p.s. E prometto sempre a me stesso che non userò mai più fake, e poi ci ricasco!

Sì, e magari vorresti far credere che quello sia l'ultimo fake che hai usato? ;-)
Sì, e magari vorresti far credere che quello sia l'ultimo fake che hai usato? ;-)

Solo a chi non sa fare le pulci ai fake.
Più in generale, solo a chi non sa cos'hanno in comune Homer Simpson e O.J.Simpson.







Uffa, ho scritto un enigma, ci sono ricascato!!!!!!!
Già, è vero. Eppure potremmo semplicemente mandarci delle e-mail. Ma così è più divertente.

Tra l'altro mi sovviene che sono in arretrato di parecchie mail a cui devo risponderti, o sbaglio? mi sa che devo mettermi a fare il confronto tra la posta arrivata e quella inviata per vedere a quali non ho risposto...
@So' L'enigmista:
Più in generale, solo a chi non sa cos'hanno in comune Homer Simpson e O.J.Simpson.

A parte il cognome, immagino :-)

Tra l'altro mi sovviene che sono in arretrato di parecchie mail a cui devo risponderti, o sbaglio?

Non tantissime, credo.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
A parte il cognome, immagino :-)

Certo, la cosa in comune che dico io non è il cognome né l'iniziale del middle name :)

Non tantissime, credo.

Prima o poi risponderò! Nel frattempo ti ho risposto ai bordi dell'autopista su un'altra questione che ha a che fare con la verdura.
Certo, la cosa in comune che dico io non è il cognome né l'iniziale del middle name :)

Anche se il middle name per molti è importante :-)

P.S.: Scopro solo oggi che Homer si chiama Homer J. Simpson.
Anche se il middle name per molti è importante :-)

A volte è quasi più importante del first name. Anche nel mondo di personaggi di fantasia: per esempio, Leroy Jethro Gibbs preferisce farsi chiamare Jethro, non Leroy.
Se lo fanno i personaggi di fantasia, chissà le persone reali!
;)

P.S.: Scopro solo oggi che Homer si chiama Homer J. Simpson

E che odissea per Homer scoprire cosa significava la J. !
Let your spirit soar!
E immagino che la J. non stia per Junior, quindi?
P.S. sono più di 24 ore che nessuno posta qui, che succede?
Grazie usa-free.
Se dico che non ho mai visto una puntata dei Simpson è grave?
@usa-free:
Ti ringrazio anch'io del link, ora ho imparato cosa è il peyote.
Ma come non si capisce?

http://www.youtube.com/watch?v=xsbxlXjEREI

la ho presa quasi pari pari a 1:11

"Ora, io potrei dire, con tutto il rispetto per l'astro fisica, che anche solo due cose come "Yoqne'am Illit "... "

Con la piccola differenza che a Yoqne'am ci ho effettivamente lavora... ehm, è più sincero dire che ho rotto i ******** a dei ricercatori con domande idiote, reggendo una tazza di caffè in mano... che tra l'altro proveniva dalla loro cucina.
Se dico che non ho mai visto una puntata dei Simpson è grave?

No, anzi staresti simpatica alla mia donna, che non perde occasione di ricordarmi che le fanno schifo, al pari di Futurama (però apprezza vagamente South Park...). La cosa è ironica in quanto spesso, se le capita di vedere qualche scena, coglie molte più battute e citazioni di me grazie alle sue conoscenze cinematografiche molto più vaste delle mie (Turz dice sempre che sono troppo cinefilo - a volte però più cinOfilo - ma è lei la più cinefila della coppia!).

Ciao,
Dominique
@puffolottiaccident:
http://www.youtube.com/watch?v=xsbxlXjEREI

la ho presa quasi pari pari a 1:11

"Ora, io potrei dire, con tutto il rispetto per l'astro fisica, che anche solo due cose come "Yoqne'am Illit "... "


Scusa, non avevo colto la citazione (conosco il cinema quanto Straker conosce la chimica, al contrario di certi amici miei che l'omonimo film l'hanno visto cento volte di cui tredici al contrario).

@James "Dominique" Marks:
Se questo nome è l'ennesima citazione cinematografica, ovviamente non l'ho capita.
Però si adatterebbe bene alla richiesta di Teodorani di mettere sempre nome e cognome nei commenti :-D
Se questo nome è l'ennesima citazione cinematografica

Cinematografica e letteraria, ma non voglio sembrare più colto di quello che sono: non ho letto il libro e non ho visto il film. Ma in realtà sai già la risposta.

Però si adatterebbe bene alla richiesta di Teodorani di mettere sempre nome e cognome nei commenti :-D

p.s. con le lettere ho composto "SGAMAL", coincidenza?
"se le capita di vedere qualche scena, coglie molte più battute e citazioni di me"

Anche a me è capitato di vedere ed apprezzare qualche pezzetto, ma mai per intero, non so perché.
@So' L'enigmista:
p.s. con le lettere ho composto "SGAMAL", coincidenza?

LOL! Sicuramente è una coincidenza (esisteva il verbo "sgamare" nel XIX secolo?), però è curioso come un "dirigente del servizio informativo tedesco" avesse come iniziali S.G.A.M.A.L. :-) (mettendo l'ultimo cognome arbitrariamente davanti a tutto, ma noi di Boyager facciamo questo e altro).
esisteva il verbo "sgamare" nel XIX secolo?

Sembra che l'etimologia della parola sia incerta...
Anche quella di UFO (nel senso di scrocco).
Dal link postato da Sò L'enigmista:
"ti ò scoperto o anche ò capito il tuo trucco!"

ò? Non ho? O_o
infatti, di " a ufo", conosco un'altra etimologia. Deriverebbe dalla sigla AUF (ad usum fabricae" che contrassegnava i materiali destinati alla costruzione delle grandi cattedrali, come il Duomo di Milano, esentati da dazi e gabelle. Siccome, ovviamente, c'era chi se ne approfittava, scrivendo "auf" su merci destinate al normale commercio, in dialetto milanese "a uf" ha iniziato a significare "senza pagare" e da lì è passato nell'italiano.
Ovviamente, può benissimo trattarsi di una folk etymology.
Dopo aver letto il link postato da Turz:

http://www.youtube.com/watch?v=WVKB08vdM34&feature=related

:-)
@Elena
infatti, di " a ufo", conosco un'altra etimologia. Deriverebbe dalla sigla AUF (ad usum fabricae" che contrassegnava i materiali destinati alla costruzione delle grandi cattedrali, come il Duomo di Milano, esentati da dazi e gabelle. Siccome, ovviamente, c'era chi se ne approfittava, scrivendo "auf" su merci destinate al normale commercio, in dialetto milanese "a uf" ha iniziato a significare "senza pagare" e da lì è passato nell'italiano.
Ovviamente, può benissimo trattarsi di una folk etymology.


Io conoscevo proprio l'etimologia che hai detto tu, non quella linkata da Turz.

Mi stupisce però che Giacobbo e Degan non abbiano ancora proposto ben altra etimologia :)
Qui a Verona si dice "a uffa".
Scusate, rispondo all'ultimo commento di axlman di questo thread. E allora perché rispondo qui e non lì? Lo scoprirete solo continuando a leggere :)

Ciò non toglie che segnalare i refusi "nello spirito di non sporcare,seppur marginalmente, dei post ineccepibili sul piano concettuale" ha oggettivamente poco senso, qui e su Blogger in generale.

Io mi riferivo esclusivamente agli articoli di Paolo. Colpa mia, ho scritto "post" al posto di "articoli" e tu hai pensato che mi riferissi anche ai commenti.

Oppure lo lascia lì "sporco" com'è, e alla sua "sporcizia" si aggiunge quella di commenti inutili che lo correggono e magari si aggiunge pure la "sporcizia" di ulteriori commenti di scuse ("Ops, hai ragione ho sbagliato" e similari)?

Non è sporcizia un refuso in un commento, non è sporcizia se viene segnalato, non è sporcizia un "Ops, sto diventando dislessico...", vedili come commenti ironici di alleggerimento. Perlomeno io li vedo così. E quand'anche non avessero senso, rimangono comunque dei commenti a un articolo di un blogger "di campagna", come il medesimo ama definirsi.

Secondo te i commenti a un articolo di un blogger di campagna devono essere tutti seri, logici, strettamente in-topic? Eccheppalle! :)

Anche io avevo letto cosa ne pensa Paolo sui commenti di correzione, e perciò all'epoca non ero intervenuto, ma siccome non è mai troppo tardi lo faccio adesso.
Prova a metterti nei panni di un nuovo lettore che capita qui perché è interessato all'argomento X.
Va all'articolo riguardante X e vede che ci sono commenti a decine. Probabile che pensi: "Che bello, chissà quante cose interessanti su X avranno scritto in 100 e passa commenti".


Uhm, se bazzica da un po' di tempo su Blogger e in generale su Internet, è improbabile che pensi così. Al massimo penserà "Caspita quanti commenti! vediamo se ci sono stati dei troll e se tra i commenti c'è qualcosa di interessante!" La possibilità di trovare commenti off-topic, troll e spammers è direttamente proporzionale al numero di commenti. Perché? Perché è un blog, non un simposio di astrofisica!

Poi comincia a leggerli e si accorge che prima di trovarne uno, non dico interessante riguardo X, ma almeno riguardo X, se ne deve smazzare una decina che parlano di tutt'altro, specie di correzioni ortografiche.

E solo questione di abitudine: dopo un po' interviene un meccanismo che ti fa saltare i commenti che non ti interessa leggere dopo appena una riga della loro lettura. Senza pena alcuna, e con una perdita di tempo minima. A te non succede?

"E io dovrei buttare del tempo per scrivere un commento strutturato e interessante, solo per sentirmi rispondere non nel merito ma su dove ho fatto dei veniali errori ortografici? Seee, ciao".

Vero. Ed è perciò che riformulo ufficialmente il mio commento:

"ǚşå÷₣ŗẻễ ha commentato:
"In questa si vede bene che le contrail aereodinamiche"

ARGH! :P
Commento #137 – 23/7/10 18:51 "

ora diventa:

"Complimenti axlman per il tuo commento chiaro, strutturato ed interessante. Concordo su tutto quanto hai scritto, tranne che su:

'In questa si vede bene che le contrail aereodinamiche'

ARGH! :P"
E a parte la mania correggiutrice che sta imperversando, a me sembra che, sempre più spesso e da sempre più gente, i commenti agli articoli vengano scambiati per una chat, con OT chilometrici che letteralmentre sotterrano i commenti pertinenti.

Tu vedi il bicchiere mezzo vuoto, io lo vedo mezzo pieno. Il fatto che il blog si stia trasformando (parzialmente) in una chat è l'epifenomeno di una comunità di lettori affezionati che si sta aggregando attorno a questo blog. Insomma, questo blog sta diventando uno dei più amati d'Italia. La cosa può non piacerti,ed indubbiamente ha anche delle conseguenze negative, ma se ti pare poco...

Ora, se proprio non ci si vuole mandare e-mail o andare su una vera chat, qui sul Disinformatico c'è il Thread Epico, volgarmente detto L'angolo del cazzeggio libero.

Lunga vita e prosperità al Thread Epico! ^O^

Se esce fuori un argomento interessante ma completamente OT ci vuole poco a continuarlo là, mi sembra: si va là, si lascia un commento del tipo "Qui [link] Tizio ha detto 'sta cosa interessante, e io vorrei commentarla così e cosà", si copia il permalink di tale commento, si torna all'articolo di origine dell'OT e lì si scrive qualcosa del tipo "Interessante 'sta roba, continuiamo sul Thred Epico, ti ho risposto qui [link al commento inserito sul Thread Epico]".
Almeno si prendono due piccioni con una fava: meno OT chilometrici e finalmente il Thread Epico arriva agli agognati diecimila.


A parte che ci arrivamo lisci ai 10000 e oltre, senza bisogno di apporto dagli altri thread,anche se in un tempo più lungo, ma tanto chi ci corre dietro?

E poi, nonostante la tua proposta sia sensata, è destinata a rimanere una pia illusione. È impossibile impedire l'off-topic. L'unico modo sarebbe quello di moderare i commenti e cassare quelli off-topic. Che sarebbe anche il modo più rapido e sicuro di togliersi usa-free dai cabbasisi :D
I miei 2 centesimi sulla questione. Personalmente concordo con Axlman sulla storia delle correzioni ortografiche.
Segnalare i refusi a Paolo è giusto, perchè lui può correggere l'articolo che, rispetto ai commenti, necessita di essere impeccabile a partire dall'ortografia.

Segnalare gli errori di un commento può aver senso se
- l'utente dimostra di essere davvero incapace a scrivere. E questo vale soprattutto per quegli utenti che entrano in questo blog a gamba tesa, pensando di insegnarci la verità, quando non sanno nemmeno usare la punteggiatura o scrivono frasi con 4 subordinate una nell'altra.

- sono errori la cui visione ti fa l'effetto delle unghie sulla lavagna, magari perchè toccano argomenti che ci riguardano personalmente; è il caso di Usa Free che inorridisce davanti ad "aereodinamiche", ma potrebbero starci "ingegniere" o "Star Treck"

Non so voi, ma io non mi sono mai posto il problema di chi mette l'apostrofo dove non deve o chi si mangia un accento, anche perchè io sono il primo a farlo (e non ho mai rinnegato un errore che mi è stato segnalato): quando si scrivono commenti, spesso si rileggono per modificarne la forma, per tagliare parti inutili o per rientrare nel limite dei 4096 caratteri: alla quarta volta che rileggo un commento, non ho testa di farlo una quinta volta per verificare l'ortografia.
Anche perchè fino a qualche tempo fa, mi pare che non fosse un problema per nessuno; ci siamo sempre capiti anche se qualcuno scriveva "un'altro" o "a me mi".

E siccome stiamo scrivendo commenti a un blog, e non un CV o una tesi di laurea, credo che dopo un po' si potrebbe anche soprassedere. Altrimenti si ottiene l'effetto di quele persone che, quando ci parli assieme, ti tolgono i pelucchi o i capelli dal maglione: all'inizio fa piacere, è quasi un gesto di cortesia. Alla lunga però diventa snervante, soprattutto se si è in una situazione informale dove il pelucco sul maglione non solo non dà fastidio, ma ce l'abbiamo tutti.

Io avevo uno zio che diceva sempre "a me mi" e "se io avrei". Ogni tanto noi nipoti scherzavamo con lui su questa cosa, ogni tanto dicevamo "guarda che non si dice" (e lui annuiva), ma se avessimo iniziato a correggerlo ogni volta, avremmo solo ottenuto l'effetto di indisporlo a comunicare con noi.
La mia domanda è: ha senso, nel nome della crusca, arrivare al punto in cui la gente si corregge i commenti da sola perchè teme che arrivi la bacchettata da qualcun altro?
Noi di Boyager diciamo di no.
Ecco, giusto per far capire cosa intendo

Mi hai dato un ulteriore stimolo a correggere utenti nuovi e meno nuovi che fanno errori di ortografia. Rigida selezione all'ingresso: chi non ha abbastanza senso dell'umorismo per riconoscere i propri errori, lievi o gravi non importa, non deve venire a perdere il suo tempo qui. Perfetto!


A me sa che qualcuno si sta prendendo troppo sul serio...è il caso di parlare di "selezione all'ingresso" su questo blog? A me pare che il Disinformatico, tra i suoi pregi, abbia quello di essere aperto a tutti: compresi imbecilli, ignoranti, complottisti, supponenti, fricchettoni e quant'altro...fino a quando non esagerano con i toni, c'è sempre stata con loro una forma di dialogo.

Ma ci sono anche nuovi lettori che arrivano qui in punta di piedi o dopo mesi di lurkaggio; alcuni pongono dubbi o critiche in maniera educata e civile...come si sentiranno questi se al loro primo commento viene fatta una scansione ortografica?
E' come se voi siete avete appena conosciuto delle persone nuove e una di queste, appena aprite bocca, vi dice "guarda che hai un pelucco sulla giacca...stavi dicendo?".
Che idea vi fareste di quella persona? E cosa pensereste se i suoi amici vi dicessero che non avete nemmeno il diritto di sentirvi, se non offesi, almeno a disagio davanti a questo comportamento?
Preciso che il mio ultimo intervento non è rivolto a chi ha lasciato quel commento (senno mi sarei rivolto direttamente a lui) ma a tutti quelli che pensano che un atteggiamento del genere, non solo debba risultare simpatico -e guai a pensare il contrario- ma addirittura sensato.
A quanto pare non mi sono spiegato adeguatamente, usa-free.
Non è questione di eliminare del tutto gli OT o le correzioni ortografiche agli altri commenti, e infatti ho scritto chiaramente che io contemplo senza problemi delle eccezioni: quindi non condanno la cosa in assoluto.
La questione è di non esagerare, di farlo cum grano salis. Cosa che, per inciso, mi aspetterei soprattutto dagli utenti anziani, i quali, invece e in quanto tali, pare si sentano più autorizzati allo svacco più totale e assoluto.

Poi, come hai ammesso anche tu, se qualcuno pretende che gli altri passino il loro tempo a rendere impeccabili i propri scritti, il minimo è che la persona in questione "sprechi" dieci secondi a scrivere "Concordo su tutto, ti correggo solo l'ortografia di ...", invece di sfottere solo sull'ortografia.

Infine, se mi permetti, noto una certa contraddizione nel giustificare gli OT sostenendo che questo non è un simposio di astrofisica ma solo un semplice blog, per di più di un blogger di campagna, e al contempo giustificare anche che, sistematicamente e pesantemente, vengano fatte le pulci ad ogni commento (non sui contenuti, cosa buona e giusta, bensì solo sull'ortografia).
Tu questa contraddizione proprio non la vedi?
o scrivono frasi con 4 subordinate una nell'altra.

Orpo, fui io quel desso... ;-) Agli inizi fui scambiato per un fake di Puffolotti (che per inciso faccio ancora fatica a comprendere :-)))

Credo ci debba essere una misura in tutto, anche nella correzione ortografica. Sia da parte di chi scrive, sia da parte di chi corregge. Per esempio, postando su questo blog ho imparato ad automatizzare la digitazione di perché al posto di perchè. Ma attaccarsi al concetto di "sloppy writing, sloppy thinking" per consentire l'istituzione di una Gestapo ortografica, mi sembra eccessivo.

So però una cosa. Questo blog sta assumendo sempre più la connotazione di un forum, dove i vari articoli diventano le sezioni dove commentare. Purtroppo non si può creare delle sottosezioni per poter andare off topic. Quindi, nei commenti ad un articolo, si va molto OT e quando dico molto, intendo questo mio intervento n°8765 in un thread che parlava dell'11/9.

Usare questo thread per gli OT? Ci vorrebbe un moderatore a tempo pieno che reindirizzasse tutte le discussioni OT su questo, ma la vedo dura.

In fondo trovo che sia giusto così. Io stesso adotto la tecnica dei 10000 siepi quando devo leggere qualcosa che mi interessa in una marasma di commenti che non c'entrano una cippalippa.

Altre volte invece partecipo attivamente all'OT ed alla fine, credo sia stato proprio questo clima, misto di rigore e cazzeggio, che mi ha spinto ad iscrivermi, a partecipare, a dire la mia.

Non sarà un blog di facile consultazione, ma rimane il più interessante. IMHO.
Acc, mentre scrivevo il commento è diventato il n° 8767...
Per Stupidocane

Ma attaccarsi al concetto di "sloppy writing, sloppy thinking" per consentire l'istituzione di una Gestapo ortografica, mi sembra eccessivo.

E Godwin fa capolino per la seconda volta, mi pare. Era da vari mesi che non accadeva su questa discussione.
Quoto gli interventi di Axlman e Replicante circa la pesantezza del correggere di continuo l'ortografia altrui.
Una volta, due, tre, poi basta.

E' anche per questo che mi iscrivo via mail a meno articolo rispetto a qualche tempo fa: col poco tempo che ho non posso permettermi di spulciare fra commenti pertinenti o lievemente OT (che possono essere interessanti) e correzioni ortografiche.
@ Stupidocane
Orpo, fui io quel desso... ;-)



Ah ah...ma no :D
Il mio era un esempio buttato lì. Anzi, io sono il primo ad essere particolarmente contorto in certi post. Ma questo diventa un problema solo se i commenti di un utente vanno letti almeno 5 volte prima di capirne il senso, specialmente se è un nuovo arrivato, che magari entra in questo blog vomitando saccenza e supponenza, com'è tipico dei complottisti.



Riguardo alla questione, io mi sono espresso (anche se in maniera più specifica e relativamente ad un altro argomento) in
questo commento, di cui estraggo un passaggio:
Fino a qualche mese fa, era davvero un piacere scrivere su questo blog. Si discuteva, ci si scannava, si rideva e spesso si cazzeggiava […] Oggi invece bisogna fare attenzione alle parole che si usano, pesarle, controllarle mille volte e far sì che non possano essere interpretate male...Questo non è un incentivo a "migliorare" la qualità dei post ma è un incentivo a non scriverne più.



Che poi è ciò che ha detto Axlman: un comportamento del genere è un incentivo per i troll, una trappola per i nuovi utenti ed è solo un deterrente per quelli storici, che oggi si vedono quasi costretti a modificare il loro modo di scrivere e intervenire. Anzi, l'utente storico sta arrivando al punto di chiedersi in anticipo se è il caso di scrivere o no una certa frase, avendo il timore che qualcuno possa costruirci sopra un OT inutile, come accaduto nel thread appena citato (sono nati ben due OT solo per il gusto di fare le pulci a due frasi su cui nessuno, in passato, avrebbe avuto da ridire. O su cui comunque si sarebbe discusso in maniera più leggera, senza andare a tirar fuori dati tecnici o pipponi che farebbero passare la voglia di discutere pure ad Aldo Busi)



Avete presente quelle persone che, quando parlate, vi contraddicono/correggono/commentano qualsiasi sillaba pensando di contribuire positivamente alla discussione? Quando il comportamento diventa sistematico, queste persone ottengono solo l'effetto di aumentare la tensione, svaccare qualsiasi discorso e, successivamente, essere ignorate. Il fatto è che, se glielo fate notare, il più delle volte si offendono, non ci vedono nulla di male nel loro comportamento e, anzi, si arrabbiano pure perchè sostengono che il loro operato è quasi necessario per garantire un livello di comunicazione adeguato.



E' vero che questo è un blog tecnico ed è seguito da utenti che in alcuni casi non esitano ad autodefinirsi simpaticamente "nerd". Ma è anche vero che si sono formate delle dinamiche interne per cui si possono tranquillamente trattare argomenti -non sempre frivoli- basati sullo scambio di opinioni o di differenti vedute. Perchè da un po' di tempo questa cosa non si può più fare? O meglio: perchè, per continuare a farla, bisogna compiere uno slalom tra i commenti, evitando accuratamente quelli che si rivelano delle trappole (cosa che un utente saltuario non è in grado di fare)?
Oltretutto, senza voler fare alcuni discorsi che possono sembrare "nonnismo", qui ci sono utenze attive da diversi anni: ognuno di noi commenta solo riguardo determinati argomenti, ha un certo modo di esprimersi, di scherzare… e di provocare.
Ormai, a seconda del tema, si possono quasi prevedere quali utenti interveranno e in che modo; e spesso utenti che in un thread procedono a braccetto, nell'altro si “scontrano" perchè la pensano diversamente riguardo argomenti che posso essere la religione, l'educazione, il diritto d'autore ecc...
Ma questi meccanismi sono sempre rimasti autogestiti e, tra utenti 'anziani' c'è sempre stata uguaglianza...tutti unicamente sottomessi al gran capo P.A. :)


Ora qualcuno dovrebbe dire se è giusto che un'utenza, per di più recente (sicuramente una delle più recenti tra i commentatori abituali), pretenda di trasformare questo blog in un piedistallo in cui dettare legge, diffondere cultura e redarguire il prossimo praticamente ovunque.
Qualcuno ha richiesto una cosa del genere? Ma soprattutto: qualcuno vede in questa strategia un miglioramento del clima del blog o della qualità dei post?
IMHO io ho solo visto aumentare il numero dei litigi, delle discussioni riguardo delle stupidaggini (specialmente con utenti non abituali) e in certi casi penso di aver sentito da casa mia il rumore dei vostri facepalm...

...tutte cose che esistevano già prima, ovviamente. Ma proprio per questo non è il caso di aumentarle, per di più in nome di un presunto tentativo di ripulire o migliorare la qualità dei commenti e renderli più interessanti. Tutt'altro.

Lasciamo stare la storia della "selezione all'ingresso", che è stata definita una battuta solo dopo che è stata fatta notare l'assurdità di quella sparata, ma che fino a un momento prima tutti ritenevano un'uscita verosimile in base alla personalità dell'utenza; anche perchè un utente che ha fatto della seriosità e dell'estrema precisione il suo marchio di fabbrica ,dovrebbe tenere in conto che le sue "battute" non verranno mai recepite come tali.

Per carità, ben vengano i commenti da cui tutti possiamo imparare qualcosa, ma appunto bisogna darsi un limite: sia nel modo di trattare con supponenza gli utenti che commettono degli errori, ma anche nell'ostentazione di cultura che -forse non tutti lo sanno- non sempre è un pregio, anzi è un po' come l'ostentazione dei soldi, della tecnica strumentale o della propria bellissima auto o, perchè no, della donna. In alcuni casi può risultare fastidiosa e non necessariamente per invidia. Semplicemente è di cattivo gusto.

Se proprio si vuole commentare in tutti-o-quasi i thread, trasformandoli sovente in uno scontro "io vs. qualcun’altro" oppure “eh no, l’hai detto e ora lo spieghi”, allora bisogna rendersi conto che non a tutti potrebbe piacere questo eccesso di protagonismo, soprattutto se poi -davanti a prevedibili critiche e contraddizioni- si mostra un'indisponenza e una spocchia che non si è mai vista in nessun altra utenza, fatta eccezione per i complottardi, i fuffari e i saccenti che ogni tanto fanno capolino.
Ho commentato pochissime volte in questo blog ma lo leggo tutti i giorni. Vorrei però dire la mia su quest'ultimo argomento e straquotare quello che ha scritto Replicante Cattivo. Per cominciare incollo un post scritto dall'utenza citata da Replicante:

"Assolutamente no, leggere le tue frasi con punteggiatura anarchica equivale a una tortura. Del resto sei stato tu a parlare di sostanze psicotrope..."

Cosa aveva scritto quel poveretto per meritarsi tutto questo veleno? Aveva scritto questo:

"cosa vuol dire essere "contro" facebook?come essere contro il tabacco o contro la tortura?bah,a me pare l'ennesima incontrollata sostanza psicotropa ad uso e sconsumo della classe media.già,sapete,esistono anche i poveracci ma davanti allo schermo non si vedono.in parole povere:mi pare una cagata.
se anche il pc diventasse (e lo diventerà:perchè annulla le distanze per esempio)e sostituisse il classico punto di ritrovo, già soppiantato dal bar o dalla disco parlando per assoluti;si perderebbe davvero il contatto con il prossimo.i servizi fruibili dalla rete sono già più che numerosi (superfluo annesso),che senso ha uscire di casa?basta pagare,e beh, se non paghi non ti diverti più,e non ditemi leggiti un libro o fatti una passeggiata perchè guardandomi in giro vedo la prossima generazione veramente con preoccupazione..bon; vabbè, alla fine spero di essere stato più o meno comprensibile"
Capisco che il commento non è scritto in modo impeccabile ma io ho capito il suo contenuto. Se fosse stato un commento di carrattere complottista allora ci poteva anche stare lo sberleffo ma in questo caso era solo un utente che voleva esprimere la sua opinione su un argomento. Solo perché non l'ha fatto in maniere inpeccabile non deve essere preso in giro. Mica tutti padroneggiano la lingua italiana allo stesso modo!
Il "Non ho un profilo in facebook e ne vado fiero" mi somiglia parecchio alla battuta: "Non parlo francese e ne vado fiero", la quale, detta da un abitante di una ex-colonia o ex-provincia francese ha un certo senso.

Penso che questo atteggiamento voglia significare: "mi rifiuto di assogettarmi a [il grande fratello? la moda? la ******* CIA? Boh...]"
Replicante cattivo dixit:

" Ma questi meccanismi sono sempre rimasti autogestiti e, tra utenti 'anziani' c'è sempre stata uguaglianza...tutti unicamente sottomessi al gran capo P.A. :) "

Uh? intravedo una fonte di indeterminazione, in questa stringa...
...E quando Puffolotti Accident parla di indeterminazione, non bluffa.

(ma dove le trovo?)
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Un'ultima cosa che mi è venuta in mente ora e poi la smetto perché mi sono già sfogata abbastanza :)
Voglio farvi un esempio concreto di come non saper mettere la punteggiatura al punto giusto non significhi avere scarsa cultura o pensare male. Mia sorella è laureata e sa scrivere. Mio padre qualche tempo fa ha scritto dei brevi articoli sul giornalino del suo paese. Prima di portarli in redazione li ha fatti correggere a mia sorella. La punteggiatura era meno che perfetta. Qualche sera fa al tg1 hanno trasmesso un servizio sulla tomba dei Ceausescu.Mia sorella si è stupita del fatto che c'erano persone che andavano a visitare quella tomba e io le ho detto che c'erano ancora tante persone che andavano a Predappio. Lei non sapeva quale personaggio famoso è nato lì ma mio padre si anche se non sa mettere le virgole al posto giusto.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
@ puffolottiaccident

Uh? intravedo una fonte di indeterminazione, in questa stringa...


La stessa indeterminazione secondo il quale il tuo nickname dovrebbe essere suddiviso in due sub-unità le cui iniziali sarebbero P.A. (e quindi rientrare nella definizione di gran capo da me citata).
U_U'

Il "Non ho un profilo in facebook e ne vado fiero" mi somiglia parecchio alla battuta: "Non parlo francese e ne vado fiero", la quale, detta da un abitante di una ex-colonia o ex-provincia francese ha un certo senso.


Vero. Esattamente come chi ancora oggi si "vanta" di non saper usare un cellulare o di non avere la televisione in casa (è vero che la tv trasmette tante schifezze, ma siamo sicuri che chiudere una finestra verso il mondo sia il modo migliore per comprenderlo?).
Scelte assolutamente rispettabili, ma allo stesso tempo opinabili: e come tali possono essere spunto di discussione e confronto.

Certamente il suo post è scritto in un italiano tutt'altro che impeccabile, ma il senso appare chiaro alla prima lettura (tranne che a uno).

Di sicuro il commentatore non ha offeso o insultato nessuno; e non è nemmeno venuto qui a dettare saccenza come fanno i complottisti. Ha espresso una sua opinione, al limite peccando un po'di "antimodernismo" (come ha fatto notare puffolottiaccident).
Però il suo "mi pare una c....a" e "alla fine spero di essere stato più o meno comprensibile", fanno capire che l'utente è consapevole di aver esposto un'opinione personale espressa in maniera contorta.
Volendo da qui poteva nascere una discussione, ovviamente con la speranza che l'utente non si abbandonasse al turpiloquio o alla saccenza più estrema (ma nessuno può prevederlo in anticipo).

Il fatto è che se dopo questo commento gli viene che il suo commento è "assolutamente" incomprensibile, che il suo modo di scrivere equivale ad una tortura e che potrebbe essere frutto di sostanze psicotrope (qualcuno potrebbe dire che che quest'ultimo punto era una battuta: ma come fa un'utente nuovo a capire che un post del genere è mezzo serio e mezzo faceto?) allora questo utente facilmente si sentirà in diritto di fare due cose:
- girare i tacchi, sostenendo che il Disinformatico è un circolo chiuso
- rientrare a gamba tesa, chiedendosi se era il caso di rispondere in quel modo...ed eventualmente alzare ancora di più i toni quando gli verrà risposto che lui non ha alcun diritto a risentirsi delle critiche ricevute.

In entrambi i casi, sarebbe tutto fuorchè una vittoria.
concordo sul non eccedere nella pedanteria, anche se personalmente ritengo che la proprietà nel linguaggio (e quindi anche nella scrittura) sia una realtà importante da difendere, e se c'è qualcuno che lo fa ben venga. anche perchè ignoranza nel linguaggio a volte (non sempre) è segnale di povertà nel ragionare.
lavorando molto tra i bambini e gli adolescenti sono molto preoccupato dell'ignoranza e del caos linguistico che si sta generando. Sarà colpa della scuola, della televisione, del linguaggio stringato degli sms, o dei social network, può darsi. Sarà un modo di esprimersi che caratterizza una certa età che ha bisogno di differenziarsi e di formarsi un modo di essere suo proprio. Sarà per mille altri motivi, ma intanto davvero la nostra lingua scritta rischia di diventare un far west senza regole (quella parlata va sempre un po' più per conto suo, vedi i dialetti: chi parla in dialetto scrive però in italiano).
Ma è anche vero che qui di adolescenti ce ne sono pochini pochini, mi pare :-) Inoltre anch'io sperimento che scrivere a volte di corsa su un blog non permette la perfezione del linguaggio.
a me personalmente la presenza di qualche 'tutor' qui è stata di stimolo a scrivere meglio e a controllare meglio i miei interventi. ma è meglio non esagerare.

PS personalmente mi infastidisce quando qualcuno scrive qui affermando castronerie di qualche tipo (scientifico per lo più) e viene ripreso o sbeffeggiato per i suoi errori grammaticali. scrivere male è indizio di ignoranza, ma preferirei che ci si fermasse a ribattere nel merito delle argomentazioni, non sullo stile letterario. opinione mia, ovviamente.
E Godwin fa capolino per la seconda volta, mi pare. Era da vari mesi che non accadeva su questa discussione.

Ach, zono ztato zkoperto! (Il mai troppo rimpianto Bonvi)... Io faccio parte di un controcoplotto galattico per affossare il Thread Epico, dimostrare scientificamente che la legge di Godwin è vera ed esporre così al pubblico ludibrio chi si ostina a dire il contrario. HARHARHAR! (risata grassa ma cono tono nazista)

Francamente, ogni volta che sento nominare Godwin trovo che invece che confermare la legge omonima, si ritorni a farla diventare una teoria. Finora non è mai successo che la discussione finisca urlando "ARRIFANO I TETESKI!". Tantomeno che chi fa appello al nazifascismo voglia finire la discussione.

Metodo scientifico 1, Godwin 0.

Riguardo allo sloppy writing=sloppy thinking ho già esposto tempo addietro cosa ne penso (non ricordo dove) ma lo riassumo brevemente qui: se fosse vero che chi scrive male pensa male, allora Zret pensa bene. Anzi benissimo. Ben conscio che ciò non corrisponde a verità, l'affermazione è sbagliata.

Se Einstein si cimentasse in una discussione in italiano, chi se la sentirebbe di pensare che quel personaggio non sapendo parlare un italiano corretto, probabilmente dice delle fesserie?
Alle volte, ci si trova a confrontarsi con degli ignoranti in italiano, ma che nonostante tutto hanno qualcosa di interessante da dire.

Mi piace questa OT session...
Non posso che quotare gli ultimi interventi di Replicante catttivo e Stupidocane. Hanno scritto esattamente quello che penso anch'io su quest'argomento
Puffolotti,
Penso che questo atteggiamento voglia significare: "mi rifiuto di assogettarmi a [il grande fratello? la moda? la ******* CIA? Boh...]"

Straquoto a bestia. FB può essere uno strumento piacevole e utile se si sa come usarlo. Piuttosto che dire "non ho FB e ne vado fiero" una risposta sensata sarebbe "non ho FB perché non mi serve".
Replicante?

Sposami.
@ Domenico_T

La tua concezione di scettici "allegri" va ridimensionata.
Come a significare che "allegro" non vuol dire "gaio"? :D
@Don

Bè, reverendo, mi pare si possa affermare in tutta tranquillità che qui i nativi valutano i concetti prima che la grammatica o l'ortografia, e se qualcuno viene ripreso per come scrive da "qualcuno dei soliti" non viene automaticamente annullato il concetto che esprime.

A mio avviso la canzonatura "sloppy typing, sloppy thinking" deve sempre essere preceduta da un "fra l'altro [appunto di ortografia/grammatica] d'altra parte"

Se sto riparando una presa di tensione e qualcuno mi strilla: "quella presa di corrente è collegata" ho la sensazione che ridergli dietro e canzonare "sloppy talking sloppy thinking" per poi spellare i fili coi denti non sia la risposta giusta, prima è meglio cercare di capire che concetto vuole esprimere, cioè: "in questo momento la presa di tensione su cui stai operando è percorsa da elettricità"

A quel punto si va a spegnere il contatore*, e la risposta giusta è:

"1) grazie, potresti avermi salvato la vita, 2) un appunto, quelle cose si chiamano prese di tensione, e il termine prese di corrente, per quanto sia diffuso è improprio."

Come ho già detto, mi pare che i frequentatori abituali del blog reagiscano tutti più o meno in questo modo.

*che tra l'altro mi pare si chiami "interruttore generale"
Domenico mi ricorda di quella volta che ho trovato la lampada col genio, e si è impegnato a esaudire un mio desiderio...

Il primo che ho formulato è stato: Genio, hai presente tutti gli uomini che pensano: "Se fossi una donna zomperei puffolotti? ecco, trasformali in donne."

Il genio ha obbiettato: "Non posso trasformare in donne 1 miliardo di uomini"

Allora ho riformulato: Genio, hai presente le donne che pensano "se non fossi impegnata zomperei puffolotti?" ecco, puoi far sparire i loro fidanzati/mariti.

Il genio ha obbiettato: non posso far sparire un miliardo di persone.

Stizzito gli dissi: "bè, allora trasformali in donne."

E il genio rispose: ma sono gli stessi del primo desiderio.

E li ho detto: senti, facciamo così, rendimi figo per quello che puoi coi watts a tua disposizione e provvederò coi miei mezzi.
Come a significare che "allegro" non vuol dire "gaio"? :D

Oddio, stai a vedere che adesso bisognerà arzigogolare la nomea di "scettici allegri" trasformandola in "scettici diversamente in grado di esternare l'astio".

Per non offendere gli "allegri" gli "allegrissimi" ed i "talmente allegri da sembrare gai"...
"Genio, dammi un superpotere. Fa' che io possa neutralizzare e riprogrammare qualsiasi essere o accidente che sia spinto a rompermi i cabbasisi"
In pratica vuoi dell' afri-cola, Usa Free...
@ Stupidocane Oddio, stai a vedere che adesso bisognerà arzigogolare la nomea di "scettici allegri" trasformandola in "scettici diversamente in grado di esternare l'astio".

Beh, è un po' come Robin Hood e i suoi allegri compagni...

-------

Per quanto riguarda l'ortografia spinta, devo ammettere che, da buon masochista della linguistica, apprezzo la correttezza formale, la precisione, anche le correzioni, volendo, e tutto ciò che può aiutarmi a farmi scrivere meglio; ma al tempo stesso mi rendo conto che il punto fondamntale delle discussioni che facciamo qui è raramente la grammatica. Se qualche volta, dunque, non è un problema correggere alcune cose, soprattutto termini tecnici o parti importanti per il discorso, concordo anch'io che la maggior parte delle volte gli errori di scrittura andrebbero passati più o meno sotto silenzio, in modo da non indisporre l'interlocutore.

Ecco, proprio questo è il punto. Le correzioni grammaticali indispongono (anche me, che pure ne sono attratto), perché, come qualcuno ha detto poco sopra, spostano l'attenzione dal centro del discorso a qualcosa di accessorio. Indispongono persino più dell'errore stesso.

La correzione spiccia può andare bene nel caso di personaggi con i quali è chiaramente impossibile stabilire una comunicazione sana, come i complottisti fanatici (vedasi l'ultimo personaggio che dice di essere ingegnere e poi scrive "aereospaziale", ma negli altri casi è controproducente.

In generale, ad esempio, io tendo a diventare un grammar-nazi (pussa via, Godwin) quando ho messo la parola fine ai tentativi seri di stabilire una comunicazione funzionante con chi scrive, e questo la dice lunga.

Inoltre, poi, anche se si ha a che fare con i complottisti, è generalmente meglio evitare di buttarla subito sull'ortografia: sembrerà al complottista che quello sia il nostro miglior argomento. Una pessima scelta strategica.
Arrifano i teteski! :-D

@usa-free:
Scusate, rispondo all'ultimo commento di axlman di questo thread. E allora perché rispondo qui e non lì? Lo scoprirete solo continuando a leggere :)

A me sembra comunque un malcelato tentativo di conquistare l'Everest entro il compleanno del thread :-)

@Replicante Cattivo:
Altrimenti si ottiene l'effetto di quele persone che, quando ci parli assieme, ti tolgono i pelucchi o i capelli dal maglione: all'inizio fa piacere, è quasi un gesto di cortesia. Alla lunga però diventa snervante

È vero! È proprio così, LOL!

@Stupidocane:
Finora non è mai successo che la discussione finisca urlando "ARRIFANO I TETESKI!". Tantomeno che chi fa appello al nazifascismo voglia finire la discussione.

La Legge di Godwin in realtà dice che in un thread abbastanza lungo la probabilità di nominare i nazisti (e, secondo le successive estensioni, le crociate, l'integralismo, la fantascienza, Berlusconi, ecc.) si avvicina a 1 (ovvero al 100%).

La Legge di Godwin non dice che dopo aver nominato voi-sapete-chi il thread finisce. Il Thread Epico anzi, godwinizzato fin da pagina 1, è il miglior controesempio.

se fosse vero che chi scrive male pensa male, allora Zret pensa bene. Anzi benissimo.

No no no no no.
Se chi scrive male (generalmente) pensa male, allora chi pensa bene (generalmente) scrive bene.
Il viceversa non è vero. Va' a farti tirare le orecchie da Thomas Morton :-)
Ora dico cosa ne penso io, con la solita prolissa sintesi turziana.

Premetto che questo è il blog di un traduttore, per cui per la Legge del Simile (o come si chiama) attira traduttori o in generale esperti di lingue e in particolare della lingua italiana. Gente che tipicamente bX-inorhridisce quando vede una scrittura men che (come dice Erin) inpeccabile.

È anche il blog di un razionalista e appassionato di scienza e tecnica, per cui attira appassionati di scienza e tecnica e persino scienziati e ingegneri. Gente che tipicamente bada più alla sostanza che alla forma.

Detto ciò:
1) È opera buona segnalare i refusi degli articoli, perché gli articoli sono modificabili e inoltre vengono letti anche dopo anni. Infine perché Paolo generalmente apprezza le correzioni (essendo un traduttore, un precisino benché meno pedante di altri*, e abbastanza umile da accettare di essere corretto, al contrario degli stessi altri*).

2) Personalmente apprezzo di essere corretto, perché non ho sempre ragione e non sono esente dal dire cazzate, perciò con le correzioni imparo molto.

3) Tuttavia molti non apprezzano di essere corretti, lo vedono come un attacco personale.

4) Per il caso particolare del danese, lo vedo un po' come un agguerrito difensore, che appena gli passa davanti un giocatore avversario lo falcia senza tanti problemi. Il più delle volte fa bene, ma altre volte esagera. Già il qui presente pastore tedesco è spesso cattivello, però cerca di adattare la propria cattiveria alla sensibilità/fragilità di chi ha davanti, cosa che il danese a volte non fa, rischiando di "selezionare" le persone a lui simili (o simili al coriaceo Turz), perdendo per strada però potenziali commenti interessanti di persone la cui unica colpa è quella di commettere errori ortografici.

In sintesi: bene fare correzioni, però con delicatezza a seconda di chi hai davanti.

*Parlo in prima persona plurale.
P.S.: Quotone per il saggio (come sempre) SirEdward:

Inoltre, poi, anche se si ha a che fare con i complottisti, è generalmente meglio evitare di buttarla subito sull'ortografia: sembrerà al complottista che quello sia il nostro miglior argomento. Una pessima scelta strategica.
Uff, ma perché proprio le orecchie? E' un punto delicato, guaisco e divento mordace... Una grattatina sulla panza no?
Mi collego al commento #8782 del Don.
Oggi è importante sapersi esprimere correttamente, sia a voce che per scritto; e purtroppo non si può negare che questo valore si sta perdendo, per colpa di persone che scrivono come se stessero digitando un sms.

E infatti mi sembra che se mai arrivasse su questo blog un bimbominkia che inz a scrv cm su 1sms, verrebbe bacchettato da tutti perchè:
- quei tipi di post sono davvero incomprensibili ad una prima lettura
- sebbene ci sia il limite dei 4096 caratteri a post, sono comunque sufficienti per scivere le parole per esteso. Al limite si divide il commento in due parti, come faccio spesso io.

Il fatto è che, almeno per gli utenti abituali, nessuno può arrivare a sostenere che errori ortografici o grammaticali possano essere sinonimo di ignoranza: siamo tutti adulti e vaccinati, quindi se scappa anche un "se sarebbe", sappiamo tutti che si tratta di una svista e che lo stesso utente non lo scriverebbe mai in una situazione "ufficiale".

Ad esempio nel post del Don si può notare come gran parti delle frasi inizino con la lettera minuscola; eppure non mi sentirei mai di sostenere che chi ha scritto quel commento possa essere un ignorante, perchè la forma è assolutamente impeccabile, oltre che chiara.
E se il suo commento fosse stato un commento critico (es. in un thread religioso) oppure fosse anche stato un delirio sciachimichista, andare a fargli notare gli errori sarebbe solo servito a svaccare la discussione e dargli un appoggio per eventuali rimostranze (come ha detto Siredwards).

Se la critica è civile, si discute; se la critica è incivile glielo si fa notare. Ma se si gli si fa notare l'assenza delle maiuscole (che potrebbe anche derivare da un problema logistico: es. scrivere sulla tastiera di un notebook per chi non è abituato), lui si sentirà in diritto di rientrare a gamba tesa.
Volevo commentare solo per quotare in blocco gli ultimi interventi.
Ma poi si è accesa qualche lucina nella mia buia scatola cranica, che mi porta a chiedermi: è corretto dire "quotare", o meglio optare per l'italiano "citare"? (quotare, in questo ambito, per me ha una valenza leggermente diversa e, direi, più "forte")
Un post che sia solo un "quote" di un'altro intervento, ha senso di esistere? O non rischia di essere come le correzioni ortografiche fini a sé stesse?
Per finire (OT nell'OT), la versione di Elena dell'etimologia di "a ufo" mi ha ricordato molto l'etimologia della voce dialettale "magut" (o "magüt"), che significa "muratore".