Cerca nel blog

2009/08/06

Spot rumorosi di Adsense, ho attivato il bavaglio

Gli spot nel Disinformatico fanno baccano, datemi una mano a zittirli


Mi è stato segnalato che uno degli spot di Google Adsense che compare nella rotazione automatica delle pubblicità in questo blog fa partire una irritantissima musichetta quando vi passa sopra il cursore, anche senza cliccarvi.

Ho messo subito in lista nera l'inserzionista e Google dice che ci vorrà qualche ora prima che la lista aggiornata abbia effetto.

Se fra qualche ora vi compare ancora lo spot per un famoso modello di telefonino e fa ancora baccano, avvisatemi. Intanto scusate per il disturbo.

52 commenti:

Hanmar ha detto...

Spero che il gatto abbia fatto quello scempio dopo, non prima... :P :P :P

Saluti
Michele

L'economa domestica ha detto...

Sarebbe peggio durante

MaiDireAudit ha detto...

Non so se poi Big G ti leva incassi, ma visitando il blog con Firefox e Noscript la pubblicità nemmeno la scarica...anzi, io ero convinto che nemmeno ci fosse....

Smiley1081 ha detto...

Boh. Io uso AdBlock, e non ho mai visto niente...

Rodri ha detto...

Purtroppo non tutti hanno la fortuna di avere Firefox sul posto di lavoro. Ne sarei ben contento!

Barze ha detto...

Anch'io uso AdBlock e Noscript... Ma ora che mi ci penso, così facendo ti tolgo gli hit ad AdSense ed il relativo compenso? Nel tuo caso mi dispiacerebbe visto che un modo con cui tu riesci a pagarti l'attivita' che porti avanti. Ci puoi dare delucidazioni?

grazie.

ciao Angelo.

Luca da Osaka ha detto...

che culo con la mia location non mi capitano quelli spot ma roba americana se mi collego dall' ufficio e roba giapponese se mi collego da casa.

Replicante Cattivo ha detto...

Io uso No Script, ma in questa pagina ho tolto la spunta a tutto: eppure non so di cosa stiate parlando. Dove appare questa pubblicità?

Paolo Attivissimo ha detto...

così facendo ti tolgo gli hit ad AdSense ed il relativo compenso?

Credo di sì, ma non mi offendo :-)



roba giapponese se mi collego da casa

E questo è un bene? Spot di vendita di mutande usate di scolarette ti vanno bene? Dev'essere una casa interessante :-)

L'economa domestica ha detto...

Paolo, ma sei malizioso...

E comunque, dopo aver visto la pubblicità degli assorbenti di Hello Kitty, penso di averle viste tutte (ultime parole famose).

m1a2 ha detto...

Per quel che ne so, Google guadagna a click, quindi filtri o meno attivati non dovrebbero cambiar nulla. Poi il contratto con gli utenti Ad-Sense non lo conosco ma secondo me Google non può sapere se il Browser ha filtri attivati o meno. Comunque, per curiosità, qual'era questa pubblicità?

Paolo Attivissimo ha detto...

m1a2,

Se i filtri tipo Adblock sono attivati, lo spot non compare e non è cliccabile.

Google sa se il browser ha i filtri attivati, perché Adblock non richiama l'HTML dello spot.

Lo spot era per un'offerta su iPhone, ma non direttamente da Apple.

grAz ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Willy ha detto...

Magari lo sapete tutti, ma lo dico lo stesso:

Per ADblock si può impostare una whitelist di siti a cui permettere di visualizzare la pubblicità.
In questo modo si possono supportare con i clic i siti che ci interessano.


Mentre per NoScript non ho trovato il modo di abilitare gli script solo per determinati siti.

Andrea Sacchini ha detto...

Anche io uso da diverso tempo i banner AdSense di Google, ma non ho mai avuto questo problema. Anzi, ultimamente girano prevalentemente solo annunci testuali, quindi niente di fastidioso (a parte uno, piuttosto irritante per me, che fa capolino ogni tanto e che reclamizza riviste di... Forza Italia. Vabbè...). ^_^

Anonimo ha detto...

In tanti siti c'è questo problema. A me da un fastidio enorme soprattutto perché trovo questa pubblicità sui miei feed reader in google reader.
La pubblicità è sulla vendita dell'iPhone? Nella quale parte la prima suoneria di tale gadget, giusto?

Anonimo ha detto...

Beh il gatto ha ragione, perchè a me le pubblicità hanno sempre fatto... :)

Povera bestia, con le unghie non riesce bene a strappare i foglietti e ha fatto quel casino, in realtà la voleva solo usare, perchè si sa i gatti sono pulitissimi :D :D :D

Anonimo ha detto...

Comunque Javascript è disattivato fisso sui miei browsers (ovviamente uso Opera e Feriefox...)

m1a2 ha detto...

Ah, ok. Pensavo che AdBlock si limitasse a nascondere ad impedire il rendering dell'annuncio. Grazie mille!

Paolo ha detto...

Mi spiace ma io i banner pubblicitari nei siti non li sopporto, quindi Noscript e/o Adblock forever!!!

R3DKn16h7 ha detto...

La pubblicità dell'iCoso ce fa la musichetta è una gran cavolata, poi si lamentano se la gente installa adBlock?

Sinceramente la pubblicità ci sta bene perché spesso permette ai Blogger di sostentare la loro attività ma quando diventa toppa e invasiva sono favolevole ai filtri vari.

Diciamocelo qualche banner in un post ci sta ma il troppo storpia.

A questo proposito segnalo foolDNS, un servizio di DNS (appunto) che non converte gli IP delle pubblicità dannose, noiose o irrispettose della privacy dell'utente (in sostanza lavora come AdBlock ma a livello di DNS).

Svantaggio: non permette di fare una selezione dei siti cui vogliamo mostrare la pubblicità.

Vantaggii: il filtraggio della pubblicità è più etico, non occupa risorse di sistema e funziona su ogni browser.

bofola ha detto...

Uso Chrome e non vedo e non sento niente di tutto questo! Possibile?

Claudio ha detto...

ohh adesso in compenso ho trovato un annuncio che parla di emorroidi

ci sono passato sopra con il mouse ma non ho sentito alcun suono, sono molto deluso

theDRaKKaR ha detto...

mi spiegate perché usate NoScript insieme ad AdBlock?

AdBlock basta e avanza per cassare la pubblicità...

E se togliete JavaScript togliete un sacco di script necessari al funzionamento di pagine utilissime

Chi mi spiega?

Paolo ha detto...

appunto con Noscript puoi decidere su quali siti abilitare i javascript, cosa che normalmente non si potrebbe fare per cui li disabiliteresti sempre.

Ema ha detto...

Capisco applicazioni antispam e antipubblicità, ma perchè bloccare in toto javascript?
Ormai grazie anche a frameworks come Mootools, JQuery, etc, è possibile fare cose veramente belle e funzionali per i siti, ma togliendo js si torna all'html+css... E' come avere la macchina con un superstereo e non accenderlo mai per non consumare troppa benzina!! O no?

theDRaKKaR ha detto...

ok, ma i siti potenzialmente pericolosi con Firefox sono pochissimi, mi sembra come chiudersi in casa perché in una città di 3 milioni di abitanti uno ti ha derubato ieri sera..

Io navigo con AdBlock ovunque e i siti che mi avrebbero potuto potenzialmente infettare o danneggiare mediante JavaScript (o Java o Flash, ché vengono bloccati anch'essi) sono stati uno in 2 anni..

No, non condivido. La fruizione di un web evoluto passa obbligatoriamente per JavaScript, Java, Flash, Silverlight, DHTML eccetera
Con NoScript si ha una percezione parziale del web, non si ha, come direbbero gli americani una rich experience

theDRaKKaR ha detto...

@Ema

manco a farlo apposta :)

ngrtt ha detto...

@ theDRaKKaR

Personalemnte uso NoScript proprio perchè mi blocca TUTTO e risolve alla radice il problema di qualsiasi vulnerabilità per falle usabili tramite Javascript.

Poi è comodissimo perchè con due clic che sono due puoi gestire le abilitazioni degli script parziali o totali, permanenti o temporanee per ogni singolo sito.

Personalmente, noscript e qualche altra estensione, giustificano da soli l'utilizzo di ff.

theDRaKKaR ha detto...

mi blocca TUTTO e risolve alla radice il problema di qualsiasi vulnerabilità per falle usabili tramite Javascript

e non trovi un tantino radicale questa strategia? :-D

ngrtt ha detto...

Guarda, credo sia più semplice usarlo che spiegarlo:
di default mi blocca tutto, ma se visito un sito ch eritengo sicuro sicuro, con due clic posso:
- attivare tutti gli script del sito per sempre
- attivare solo alcuni script del sito per sempre
- attivare tutti gli script del sito solo per la sessione in corso
- attivare solo alcuni script del sito per la sessione in corso

così mi ritrovo con i siti che ho già visitato e che so essere sicuri, pienamente funzionanti e sbloccati, mentre vado a zonzo un po' ovunque sulla rete, anche in qualche postaccio malfamato, sapendo di avere una difesa in più.

Il mio consiglio e di provarlo studiando bene tutte le opzioni che mette a disposizione, poi de gustibus...

ngrtt ha detto...

Ops, scusate gli errori di battitura del precedente.

Chtorrian ha detto...

@ngrtt:

...perchè con due clic che sono due...

Attento ad attivare i siti tramite click a coppie di due, potresti trovare sorprese...
;D

ngrtt ha detto...

in effetti i click necessari sono proprio a copia di due, primo un destro e poi un sinistro...

Aiutooo!!! anche i programmatori di NoScript e quelli di ff sono coinvolti nel complotto delle scie comiche!

theDRaKKaR ha detto...

ho capito benissimo la tattica..

è la stessa di AdBlock: puoi dare il "via libera" ad alcuni siti, se vedi che per qualche motivo non funzionano con AdBlock

il problema è questo:
- AdBlock inibisce la pubblicità che è (al 99,99%) inutile al funzionamento della pagina
- NoScript inibisce alcune tecnologie che sono indispensabili al funzionamento della pagina, così come è stata progettata dal webmaster

Ora la mia domanda è: davvero per paura di un ipotetico pericolo si deve bloccare tout court queste tecnologie e aprirle solo in pochi e determinati siti?

Prima sparare e poi chiedere chi è?
Trovo questo modo di fare irragionevole (non tu, la soluzione). E' una soluzione troppo drastica e radicale.

Tu in altre parole non sai cosa è il web 2.0 perché navighi una sua versione censurata: sai quanti siti non hai ancora capito come sono realmente perché li amputi con NoScript?

ngrtt ha detto...

Guarda in realtà un buon 85% - 90% dei siti che navigo è sbloccato, quindi si tratta essenzialmente di una cautela per "il primo ingresso" che poi mi costa una coppia di click una tantum per sito, come ti dicevo più che altro una questione di gusti...

theDRaKKaR ha detto...

ah ho capito, fai un'analisi di ingresso

beh se hai la pazienza di farla ogni volta allora le cose son diverse

io pensavo che navigavi così, con tutte quelle tecnologie bloccate!

Claudio ha detto...

ngrtt: il tuo approccio segue un livello di sicurezza normalmente definito "paranoico".

premesso che:
- se hai un buon antivirus (consiglio avira, uno dei migliori, gratis per uso non commerciale) se finisci su siti non attendibili / se viene eseguito codice js maligno ti viene comunque bloccata l'esecuzione
- se tieni il computer aggiornato il numero di falle si riduce considerevolmente e ancor di più la probabilità di incappare in un sito che sfrutta un bug ancora non conosciuto

premesso questo c'è anche da aggiungere che poi subentra l'irrazionalità, nel senso che magari tu trai un senso di sicurezza maggiore impiegando queste precauzioni al di là della loro oggettiva efficacia - e così fa ognuno di noi, ovvero agisce secondo un'idea che si fa senza che questa venga mai verificata adeguatamente nella sua interezza

aggiungo inoltre che se sicuramente ti concentri molto sui javascript ma nel mentre dubito che tu possa adottare le stesse (grandi) precauzioni a 360° nell'uso del PC, anche perchè altrimenti più che tu ad usare lui diventa lui ad usare te. e una cosa molto importante per la sicurezza è proprio avere una visione d'insieme, perchè poco importa se ti fregano da una parte o dall'altra, il risultato comunque lo raggiungono.

in ogni caso personalmente se proprio volessi adottare una politica di sicurezza estrema adotterei un sistema molto più "easy": una macchina virtuale linux ridotta all'osso. all'accensione del computer ne viene fatta una copia che verrà usata durante la giornata; allo spegnimento questa copia verrà cancellata portandosi con sè eventuali (anche se improbabili) compromissioni o problematiche nate durante l'uso. senza dover disabilitare o attivare di volta in volta alcunchè.

ceooo

theDRaKKaR ha detto...

@claudio

poco politically correct

ma fondamentalmente concordo

per non finire a praticare quello che dice l'assioma l'unico computer sicuro è quello staccato dalla rete, a cui si aggiunge il corollario l'unico computer sicuro è quello spento :-) anche io penso che un buon antivirus è una normale attenzione verso ciò che si fa siano il miglior compromesso tra sicurezza ed usabilità

io perlomeno, nella mia modesta carriera di sistemista, pratico e faccio praticare questa pratica...

e poi se proprio si prende un virus non è mica la fine del mondo, tanto c'è il backup... c'è vero?! :-)

theDRaKKaR ha detto...

pratico e faccio praticare questa pratica...

LOL... scusate

Anonimo ha detto...

comunque è vero che il Javascript disattivato di default è l'opzione migliore...

theDRaKKaR ha detto...

Guido, tu quoque? :)

ma perché ce l'avete con il javascript

javascript è una tecnologia, non è maligna o benigna in sé

ed è fondamentale per il rendering di una moltitudine di siti evoluti

Luca da Osaka ha detto...

Paolo qualche sito SNS mi e' capitato di vederlo fra gli ad.
E quelli si che sono un covo di truffatori, prostitute, e serial Killer.

Gwilbor ha detto...

A proposito di annunci Adsense, sul tuo blog ogni tanto compare la pubblicità di un sito di aste al ribasso, e ogni volta mi ripromettevo di mandarti via mail questo articolo: La verita su Bidplaza e sulle aste al ribasso.

Non è una truffa vera e propria, e tantomeno una bufala, ma questo tipo di aste rientra a pieno titolo nella lista dei "pericoli della rete".

Paolo Attivissimo ha detto...

Gwilbor,

il tuo articolo è interessantissimo e consiglio a tutti di leggerlo.

Non so si possa considerare truffaldino in senso stretto: è un po' come il gioco del lotto, dove le probabilità di vincita sono bassissime. Secondo la tua analisi, qui sarebbero spesso addirittura zero. Ma questo dipende dal comportamento dei giocatori, non dall'azienda.

Comunque trovo diseducativi questi siti, per cui li tolgo dalle mie inserzioni Adsense. Grazie della segnalazione.

Paolo Attivissimo ha detto...

Ah, dimenticavo: correggi l'inglese di quel programma di analisi, "offerts choosed rarely" ti fa fare brutta figura.

Offers chosen rarely.

Gwilbor ha detto...

Scusami Paolo, senza volerlo ti ho indotto a pensare che quell'articolo fosse mio: in realtà quando ho scritto "mandarti questo articolo" intendevo "girarti questo articolo che ho letto". Con l'autore (Piero Tofy) non ho nessun contatto, l'articolo l'ho letto tempo fa, su usenet.

Paolo Attivissimo ha detto...

Gwilbor,

capito. Errore mio. Nessun problema.

Ema ha detto...

Bella quella delle aste al ribasso. Avevo il sentore fin dall'inizio che ci fosse qualcosa di sbagliato, ora finalmente ho capito!! E mi hai fatto risparmiare 2 euro :D

Anonimo ha detto...

@the drakkar
spesso però il Javascript viene usato per rompere i co... siddetti quando non viene usato per fare peggio... :)

ti dò questo link
Javascript deve morire

a parte il post, c'è una discussione molto interessante su Javascript... ti invito a leggerla...

Comunque non sono di quelli che cel'hanno con Javascript a priori, però è vero che come tutte le cose può venire usato male o bene, il fatto è che purtroppo più spesso che con altra roba Javascript viene usato a sproposito... tutto qua...

Francesco Jacopo Salamina ha detto...

Paolo, in che senso hai messo l'inserzionista "in lista nera"?

roberto giuliano ha detto...

altro spot non richiesto che continuamente mi assilla sullo schermo del pc
http://www.telecomitalia.it/promo/offerta-fibra?AC_EV=0859&sc_cid=DI_AFF-LIVEX_FIBRA_LANDINGULTRAINT&epi=1146;39&epi2=120630536;2014-05;3559;15530977;2;test%20antivirus&nomobi=true