Cerca nel blog

2009/08/10

Faccia a faccia (virtuale) con Giulietto Chiesa

11/9, prosegue il dibattito a distanza con Chiesa


Sul blog del film Knowing - Segnali dal futuro trovate la terza parte della mia intervista sulle teorie complottiste intorno agli attentati dell'11 settembre 2001. Visto che le stesse domande sono state poste sia a me, sia a Giulietto Chiesa, ne è venuto fuori un faccia a faccia virtuale piuttosto interessante. La serie completa è disponibile qui.

Pare che sia l'unico possibile, perché finora nessuno dei guru del complottismo italiano ha voluto accettare la mia cordiale sfida a un faccia a faccia reale. Chiesa, Blondet, Mazzucco, Fracassi, Quaglia, Bosco, che c'è? Paura d'incontrare un interlocutore preparato che non si fa abbindolare? Non mangio mica nessuno. La sfida è sempre aperta: basta che ci siano pari condizioni per tutti.

50 commenti:

Rubio ha detto...

mi chiedo quanta pazienza ci voglia per passare ore e ore a ripetere (inutilmente) a dei poveri ignoranti quali sono i complottisti che continuano a dire ca**ate. io a questo punto li avrei lasciati ai loro complotti fregandomene e di quello che pensano...

Skeptic ha detto...

@Rubio

è vero, a volte la tentazione è proprio quella (forse anche per Paolo) ma in fondo lo si fa perché è giusto farlo...ed anche perché un pochino ci si diverte.

Rubio ha detto...

beh sì,me quello che ci tengo a precisare è che per quanto sia giusto non è detto che sia anche utile. infatti non ho notizie di un qualsivoglia complottista che abbia mai cambiato idea, come d'altronde viceversa. per quanto riguarda il divertirsi... devo dire che leggendo l'intervista a Chiesa quattro risate me le sono fatte. :)

Paolo Attivissimo ha detto...

non ho notizie di un qualsivoglia complottista che abbia mai cambiato idea

Io per fortuna sì. Ricevo parecchie mail di persone che erano state sedotte dalle teorie complottiste ma che hanno capito di essere state buggerate quando hanno studiato più approfonditamente i fatti traendo spunto dagli articoli e dai libri di sbufalamento.

Rubio ha detto...

io parlavo dei "pezzi grossi" e comunque la quantità di persone che cambia idea è sempre molto poca rispetto a quelli che si ostinano a credere all'impossibile

Paolo Attivissimo ha detto...

Rubio,

i "pezzi grossi" sono troppo ottusi, incompetenti, innamorati della propria idea e talvolta in semplice malafede per poter cambiare idea pubblicamente.

Oltretutto si sono compromessi troppo per potersi permettere di ritrattare.

Ma importa poco far cambiare idea a un "guru" del genere. Conta molto di più far capire come stanno le cose a chi è tentato di seguirli.

Anche perché la rabbia di chi scopre di essere stato abbindolato da un santone della sciagura è seconda sola a quella di una donna tradita :-)

Skeptic ha detto...

per i "pezzi grossi" il discorso è un po' diverso: diventa impossibile, da un certo punto in avanti, capire quanto ci credano e quanto invece ci giochino per tornaconto personale.

Prendi l'esempio di MM: secondo te crede veramente nella marea di pu....te che scrive e sostiene su LC oppure lo fa solo perchè quella è per lui una fonte di reddito?

Per la gente comune concordo, sono molti, troppi quelli che credono a qualsiasi cosa gli venga raccontata; del resto, per la mgior parte delle persone, il "credere" ha molto più fascino del "capire".

Replicante Cattivo ha detto...

@Rubio
Io forse non ero un vero e proprio complottista, ma fino a 5 anni fa ero abbastanza convinto del complotto sull 11/9 e quello lunare.
Capitando su questo blog ho iniziato a porre domande banali del tipo "e le esplosioni alle finestre? e il buco troppo piccolo del Pentagono? e i rottami?".
Dopo aver ricevuto risposte che mi hanno messo di fronte alla mia ignoranza -per il semplice fatto che io davo per scontate cose che avevo visto su blog e siti complottisti- mi sono reso conto che nessuna di quelle teorie aveva senso ed ora eccomi qui.
Però appuntio, io non ero un complottista doc, non avrei mai creduto alle scie chimiche, rettiliani e terre cave; diciamo che ero solo uno 'scettico' e come tale ancora salvabile :)

Rubio ha detto...

Quello che voglio dire è che il fenomeno del complottismo è strettamente legato alla chiamiamola "condizione socio-psicologica" della persona che la predispone a credere più o meno alle teorie complottiste. non per niente i pochi studi fatti sul fenomeno mostrati in una delle ultime puntate di superquark hanno dimostrato che:
1- persone in condizioni sociali ed economiche difficili sono più portate a credere alle teorie del complotto
2- la maggior parte delle teorie del complotto nascono intorno a fatti che hanno avuto un grande impatto emotivo (torri gemelle, la morte di diana anche l'arrivo dell'uomo sulla luna); fanno eccezione teorie come i cerchi nel grano o le scie chimiche che secondo me sono fenomeni a parte.
Quindi, a parte casi isolati la maggior parte delle persone che credono alle teorie del complotto non cambiano idea, neanche con una marea di dati a contraddirle.

Replicante Cattivo ha detto...

@ Rubio

1- persone in condizioni sociali ed economiche difficili sono più portate a credere alle teorie del complotto


Sicuro? Per me no. Oddio, è vero che una persona con una bassa istruzione o che non ha accesso a molti mezzi di informazione, è più propensa al condizionamento: e purtroppo cattive condizioni econimiche possono creare questo tipo di situazione.
Ma questo non vuol dire che solo queste persone sono propense a credere a queste teorie. Forse Giacobbo no, ma per me Ruggeri ci crede davvero alle cretinate che racconta; e lui non è un poveraccio, tantomeno un ignorante (ma ricordatevi che cultura non coincide necessariamente con intelligenza). E poi del resto è interista...

Anzi: io mi sono sempre chiesto come fanno persone come Mazzucco e Straker a campare. Me li immagino sempre davanti a internet, a guardare video e scrivere post; magari ogni tanto vanno sul balcone a guardare il cielo e poi tornano al pc...e quando lavorano questi?
Il complottismo non è un lavoro, è un hobby: quelli che vi si dedicano "a tempo pieno" probabilmente sono persone che economicamente stanno bene.

2- la maggior parte delle teorie del complotto nascono intorno a fatti che hanno avuto un grande impatto emotivo (torri gemelle, la morte di diana anche l'arrivo dell'uomo sulla luna); fanno eccezione teorie come i cerchi nel grano o le scie chimiche che secondo me sono fenomeni a parte.
Quindi, a parte casi isolati la maggior parte delle persone che credono alle teorie del complotto non cambiano idea, neanche con una marea di dati a contraddirle.


Questo è un dato di fatto. Credere al complotto è un atto di fede. Ecco perchè infatti la maggior parte dei complottisti crede a TUTTE le teorie: perchè l'idea di un governo che ammazza, nasconde, insabbia, distrugge è qualcosa che può essere applicato a 360°

Rubio ha detto...

@ replicante
è vero ci andava davanti un prevalentemente

Rubio ha detto...

per quanto riguarda Mazzucco e Giacobbo nessuno può sapere se credono o meno a quello che dicono...

Replicante Cattivo ha detto...

@ Rubio
è vero ci andava davanti un prevalentemente

Ma anche in quel caso non ne sarei sicuro (poi ovviamente, dati alla mano, sono disposto a crederci eh...). Una persona di scarsa cultura è naturalmente più propensa a farsi "infinocchiare": ma questo può capitare sia con le teorie complottiste, sia con i tg nazionali che gli raccontano che a L'Aquila la gente è soddisfatta dei lavori di ricostruzione. Insomma: sono delle menti facilmente plasmabili e modellabili.
Però il complottista è più subdolo: rispetto agli altri pensa di essere un gradino superiore, di aver scoperto qualcosa che gli altri non sanno.
In realtà sono esattamente uguali a quelli che guardano il Tg1 o Tg4: cambia solo il santone a cui hanno deciso di credere ciecamente.

Rubio ha detto...

i dati sono, come avevo detto, nella puntata si superquark del 30 luglio http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-e1206ad4-33f7-4ec0-8ec2-6913ccd8e796.html?p=0

Fede ha detto...

In realtà i complottisti veri sono pochi, però fanno molto rumore.

La maggior parte delle gente ci crede molto superficialmente, allo stesso modo di come legge l'oroscopo (ma poi mica si attiene alle sue indicazioni, legge e passa ad altro).

Magari ha dei dubbi su alcune cose ma non crede certo supinamente alle enormità professate da quei quattro invasati. Ciò non toglie che smentirli è utile perchè purtroppo, dato il "baccano" che fanno, il rischio è che sembrino la maggioranza (e la gente tende sempre a dare più credibilità alle cose se pensa siano condivise da tutti).

Per non parlare del fatto che questi poi vanno in TV quando gli pare, e quella dà ancora più autorevolezza agli occhi di molti ("se è in tv vuol dire che è un esperto e sa quello che dice, non gli lascerebbero dire delle plateali falsità in tv, qualcosa di vero ci deve essere" - riporto un commento a cui ho dovuto rispondere facendo presente che la tv italiana è un cottolengo).

Replicante Cattivo ha detto...

per quanto riguarda Mazzucco e Giacobbo nessuno può sapere se credono o meno a quello che dicono...

Anche se è una cosa brutta da dire, basterebbe vedere cosa farebbe Mazzucco se un suo parente -o lui stesso- si ammalasse di tumore: dici che gli darebbe un bel cucchiaio di bicarbonato?

Giacobbo secondo me non ci crede, racconta balle sapendo di farlo, ma quello è il suo lavoro ed è ciò che gli dà da mangiare. Grazie alle sue fanfaronate, viaggia per il mondo grazie ai soldi dei contribuenti a vedere chubacapra e piramidi aliene.
Già su Ruggeri sono più propenso a pensare che ci creda davvero, perchè lui è un bravo cantante, con una carriera di tutto rispetto: non capisco perchè alla sua età debba sputtanarsela in questo modo (come se non l'avesse già fatto con le altre sue trasmissioni) se non perchè in fondo ci crede davvero a certe cose.

Willy ha detto...

Ruggeri su TV Sorrisi e Canzoni si è definito uno scettico.
Per i 2/3 minuti che ho visto la trasmissione, mi è sembrato che durante le affermazioni degli ospiti la sua faccia assumesse un'espressione alla: « Che cavolo stai dicendo, Willis! »

Replicante Cattivo ha detto...

« Che cavolo stai dicendo, Willis! »

Veramente, data la sua somiglianza con Giorgio Faletti (in realtà intermediata da quella con Peter Gabriel) mi aspetterei più un "Minchia, signor tenente" :)

AndreaS ha detto...

Dopo avere letto l'intervista a Chiesa, mi è sorto spontaneo un dubbio: si sarà egli reso conto di aver dimostrato quanto ridicole e strampalate siano le sue "teorie"?
Subito dopo, rammentando quanto lo stesso Chiesa diceva 4/5 anni fa (esattamente le stesse cose!), mi sono dato da solo la risposta, che è, evidentemente, negativa.

Vengono riproposti sempre gli stessi passaggi illogici che molto spesso sconfinano nel surreale, ad esempio (ma è solo uno dei tanti) quando parla del Pentagono; più o meno il dialogo si svolge così:

Domanda: Secondo voi sul Pentagono non si è schiantato AA77
Risposta: No
D: Ma ci sono 55 testimoni che affermano di avere visto quell'aereo
R: C'è un filmato su Youtube realizzato da alcuni americani che hanno intervistato tutti gli abitanti della zona. Quello che emerge è che tutti hanno visto un aereo di grosse dimensioni passato bassissimo [...] un 737 o un 757 [...] un bimotore [...] un aereo bianco con una striscia azzurra, forse marrone, ma non è sicuro [...]
D: Quindi?
R: Quindi è probabile che fosse un aereo. Ma non QUELL'aereo.


No comment

AndreaS

Ema ha detto...

Una mia amica che è dell'ambiente mi ha detto che Ruggeri crede solo ad una cosa: che parlare di sta roba fa audience!!

Angelo ha detto...

@ Rubio (so che arrivo tardi, ma volevo anche io dire la mia :p)

-non ho notizie di un qualsivoglia complottista che abbia mai cambiato idea-

Eccomi. Anche io come Replicante Cattivo ero un "complottista undicisettembrino", ma poi un amico un paio di anni mi diede l'input giusto (in maniera anche abbastanza violenta dato che stavamo letteralmente litigando in un locale) e cosi' ho cominciato a documentarmi fuori dai blog e siti complottisti. Ora sto raccogliendo informazioni sull'attaco al Pentagono per un mio amico che e' ancora convinto che si trattasse di un missile. Secondo lui (del resto ne ero convinto anche io, ne ha fatti danni Chiesa...) il buco nela facciata era largo 5m. Spero di riuscire a convincerlo.

-io parlavo dei "pezzi grossi" e comunque la quantità di persone che cambia idea è sempre molto poca rispetto a quelli che si ostinano a credere all'impossibile-

Vero, o meglio vero in parte. Per quel che riguarda i "pezzi grossi" non credo che vogliano cambiare idea o meglio, non credo che gli convenga. Molti di loro ci hanno scritto libri sopra, girato film e documentari e hanno tirato su un bel gruzzolo. Immagina la reazione dei complottisti, che di solito sono incazzati col mondo intero. Orde di lettori inferociti che chiedono indietro i soldi spesi per libri, DVD lanciati contro gli autori. Che bella immagine.
Per quel che riguarda i "complottisti semplici" probabilmente hai ragione. Di solito il complottista resta sulle sue posizioni anche quando e' messo di fronte all'evidenza. Da quando seguo questo blog ne ho viste di tutti i colori. Comunque bisogna provarci.

-persone in condizioni sociali ed economiche difficili sono più portate a credere alle teorie del complotto-

Prendi le scie comiche. Ci crede Piero Pelu', che un morto di fame non e' (anche grazie al contributo del sottoscritto ai tempi dei Litfiba ^_^), cosi' come non lo sono i parlamentari che hanno fatto interrogazioni sul "fenomeno" (senza sapere di essere loro i veri fenomeni).

Buona serata a tutti e scusate per la lunghezza del commento :p

Rubio ha detto...

@Replicante
scusa ho fatto confusione tra Ruggeri e Mazzucco. Sono tutti uguali, 'sti complottisti

AndreaS ha detto...

Ancora a proposito dell'intervista a Chiesa. Un altro passaggio memorabile è quando il Chiesa parla dei terroristi che, secondo lui, sono ancora vivi. L'intervistatore chiede: scusi ma perché non va a cercarli? E lui risponde: l'abbiamo fatto, ma loro non si sono fatti trovare (!). Poi abbiamo finito i soldi e abbiamo dovuto interrompere le ricerche.

Poi la vera perla. Testuali parole:

avessimo avuto due o tre milioni di euro in più per fare il film, avremmo svolto altre indagini

LOL!

AndreaS

Kalimer ha detto...

Mi piacerebbe leggere qualche studio sul fenomeno. Qualcuno ha qualche riferimento?
Comunque è facile caderci nei tranelli del complottismo. Sfruttano la parte irrazionale di ciascuno di noi, quella sulla quale è più facile far presa. Vi ricordate la magica cura anticancro DiBella e dei complotti della "medicina ufficiale" per non riconoscerle valore? Se ne fece un gran parlare nel 1998/99 All'epoca mia madre era malata di cancro, io non ho né competenze né conoscenze mediche. Vi assicuro che lo sbandamento c'è stato, eccome se c'è stato. Poi ha prevalso la parte razionale di me. Ma qualche dubbio all'epoca mi venne.

mattia ha detto...

Paolo,

di cosa tratterà l'articolo annunciato in fondo all'intervista, previsto per fine agosto?

Paolo Attivissimo ha detto...

di cosa tratterà l'articolo annunciato in fondo all'intervista, previsto per fine agosto?

"Top. Secret." (cit.) :-)

lufo88 ha detto...

Anch'io ero rimasto colpito dalle teorie undicisettembrine perché sembravano ben strutturate. Appena sono capitato qui però ho scoperto quanto le prove presentate erano false!

"Pare che sia l'unico possibile, perché finora nessuno dei guru del complottismo italiano ha voluto accettare la mia cordiale sfida a un faccia a faccia reale"

Occhio che adesso su LC tireranno fuori quella storia di un confronto online di Paolo contro Mazzucco su un forum apposito (come se fosse territorio neutro).

Paolo Attivissimo ha detto...

Occhio che adesso su LC tireranno fuori quella storia di un confronto online di Paolo contro Mazzucco su un forum apposito (come se fosse territorio neutro).

Che la tirino pure fuori. Io resto sempre disponibile al faccia a faccia o al forum in cui scriviamo solo io e lui, senza la caciara della claque. Lo dissi tre anni fa e lo ribadisco anche adesso.

Dovranno però spiegare come farei a partecipare al confronto su Luogocomune, visto che sono stato bannato da Mazzucco. Quindi Mazzucco dovrebbe prima fare dietrofront su questa sua scelta. Sarebbe interessante. Al circo m'è sempre piaciuto il numero dei contorsionisti.

Emiliano ha detto...

Piccolo OT: su comedonchisciotte Paolo Barnard svergogna Zeitgeist (http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=6177) e viene insultato dagli utenti.

Qualcuno di voi "debunker" mi spiega che c'azzecca Barnard con disinformazione.it, comedonchisciotte ecc.?
Uno come lui perché frequenta posti del genere? Eppure
1) nega con decisione le verità alternative sul 911, finanziamenti CIA ad Al-Qaida compresi
2) nega il signoraggio
3) è antisionista, ma per niente antisemita, tant'è che cita solo fonti israeliane
4) è fortemente critico verso le multinazionali del farmaco e la malasanità, ma non nega assolutamente la validità della scienza medica

Voi che seguite queste diatribe internettiane da più tempo di me mi spiegate com'è che un giornalista serio come lui, dopo il casino legale con cui è uscito da Report, sia finito a contatto con siti smaccatamente dietrologi come disinformazione.it e comedonchisciotte? Scusate il disturbo e il fuori tema, ma è una mia curiosità (ogni tanto leggo LC e CDC per farmi due risate, ma questo articolo mi aveva colpito).

frankbat ha detto...

@Replicante Cattivo

"Giacobbo secondo me non ci crede, racconta balle sapendo di farlo, ma quello è il suo lavoro ed è ciò che gli dà da mangiare."

Non hai idea di quanto ringrazio che il mio lavoro sia basato (e pagato) su quello che so fare in campo automazione industriale, li' o SAI fare (e posso fare QUASI quello che voglio, purche' rispetti le specifiche), o sei morto.
Se fossi al posto di giacobbo, con la testa che ho, sarei morto da anni!!
Questo per dire che giacobbo mi fa semplicemente pieta'!

mastrocigliegia ha detto...

D: Quindi?
R: Quindi è probabile che fosse un aereo. Ma non QUELL'aereo.


C'è un vantaggio innegabile che i cospirazionisti hanno sui "razionali".

I cospirazionisti non sono vincolati alle pastoie della logica, della coerenza e dell'aderenza ai fatti.
Possono inventare qualsiasi cosa in qualsiasi momento, posso negare l'evidenza con la stessa tranquillità con cui si beve un bicchier d'acqua, possono dire una cosa e il suo contrario il giorno dopo.
E troveranno sempre qualcuno che vuole godere delle stesse facili ed economiche libertà.

La Luna ha due facce: quella visibile e quella nascosta. Certi complottisti ne sono l'esatto complemento, per cui non possono temere di perderla, la faccia.

mc

Skeptic ha detto...

@ema

mi sa che la tua amica è "mia cuggina" ;-)

Poorman ha detto...

> Anche se è una cosa brutta da dire, basterebbe vedere cosa farebbe Mazzucco se un suo parente -o lui stesso- si ammalasse di tumore: dici che gli darebbe un bel cucchiaio di bicarbonato?

Cucchiaio? Ma che cucchiaio, glie lo INIETTEREBBE dentro, ovviamente!

puffolottiaccident ha detto...

@Replicante cattivo.

Personalmente il mio criterio é: "mai chiedere ad un tassista se l´autobus che hai perso era l´ultimo."

Comunque tutti i sensabrettelle cambiano idea.

Un esempio é proprio nell´11/9.

Prima della guerra in afghanistan l´argomento di quelli che poi sarebbero diventati i "complottisti" era tipo: ecco, abbiamo mancato di rispetto alla vera religione e giustamente quei sant´uomini dei maomettani ci hanno giustamente puniti.

Alle penultime elezioni, dopo la vittoria di Bush su kerry c´era un sito web che raccoglieva foto di persone che reggevano biglietti con su scritto in vari modi: "Io avevo votato kerry, per favore non bombardate [la cittá in cui vivo]"

Le teorie del complotto sono venute dopo, da queste stesse persone che definivano bin laden "quello che l´america si é cercata con il suo arrogante imperialismo"

quindi gli europei che inneggiavano al successo dell´atto terroristico sono diventate i promulgatori della teoria del complotto, ergo... tutti loro hanno cambiato idea.

Olórin - Il Grigio Pellegrino ha detto...

Non so voi, ma in questo video

http://www.youtube.com/watch?v=9H1F_9EXMxc

personalmente vedo un certo parallelo, molto spassoso, con Straker e gli aerei che passano sopra la sua casa di Sanremo (nel video le scie entrano perfino dentro la casa!).

Come ha detto Rubio (10/8/09 16:28)molte teorie del complotto nascono intorno a fatti di grande impatto emotivo , le scie comiche no.
Non è che la follia di questa teoria (e dei suoi principali esponenti) possa avere origini simili a quelle che si vedono in questo video? Voi che dite?

P.S.
Scusa Paolo, ma non riesco a trattenermi dal parafrasare i dialoghi del video:
"Era il più formidabile DJ della Svizzera, un gran giornalista.
Ora si è ridotto a fare il disinformatore prezzolato come te.
Tutta colpa dei tankeroni, dei stramaledetti tankeroni! PUH!
" :D

Andrea ha detto...

complottisti, anticomplottisti, posizioni che involontariamente conducono a descrizioni parziali... la verità è che la realtà è molto, molto più complessa di quella descritta da posizioni antagoniste...

Giuliano47 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Giuliano47 ha detto...

@ Andrea.

Potresti illustrarci meglio?
Qualche dettaglio in piu' sulla realta' ci sarebbe utile, altrimenti detto cosi' e' piuttosto sul vago.
Certo, finora non si e' trattato il problema dell'accoppiamento fra locuste egiziane.

Replicante Cattivo ha detto...

@ Andrea

la verità è che la realtà è molto, molto più complessa di quella descritta da posizioni antagoniste..

E chi l'ha detto?
Questa è una delle espressioni che usano i complottisti quando ormai sono stati schiacciati da tonnellate di prove e di dati tecnici perfettamente compatibili tra di loro. A quel punto il complottista si appella al celebre "forse qualcosa di giusto c'è, ma la verità sta nel mezzo"
Non è assolutamente vero: è la VIRTU' che sta nel mezzo, perchè in quel caso si tratta di trovare un equilibrio tra due comportamenti estremi che probabilmente sono entrambi inopportuni.

Ma quando si parla di fisica o chimica, la verità sta dove deve essere. Tutto il resto è falso.

La Terra è rotonda (quasi), non è ovale per accontentare chi la vuole rotonda e chi la vuole piatta.
La Terra ruota attorno al sole, non fanno i turni per realizzare un compromesso tra le due teorie geo/eliocentriche.


I complottisti (ma anche solo gli scettici) dicono sempre che rispetto alla versione "ufficiale" c'è qualcosa di più, qualcosa che manca o che addirittura la contraddice. Ma tutto quello che per loro manca a completare il quadro, solitamente è già stato trovato, ma loro non lo sanno oppure lo ignorano volutamente.
E intanto non hanno mai tirato fuori uno straccio di prova o una teoria quantomeno compatibile con tutti gli altri dati.

Kalimer ha detto...

Dunque Andrea,
l'Uomo è stato sulla Luna?
Secondo il tuo ragionamento se la realtà è così complessa, la risposta non è nè "si", come sostengono gli "anticomplottisti", nè "no", come invece asseriscono i complottisti.
Sta in mezzo.
Allora qual è?

yos ha detto...


l'Uomo è stato sulla Luna?
...
Sta in mezzo.
Allora qual è?

Qualche giorno fa su LC hanno trovato la soluzione: hanno costruito un immenso set cinematografico sul primo asteroide di passaggio:


Re: Proposta "lunare" a Paolo Attivissimo
X doru:
vuoi vedere che ha ragione la Conforto?
Ciò spiegherebbe le rocce "lunari" e perchè ci saremmo andati solo 40 anni fa e non più.
In parole povere:
si approfitta della massima vicinanza di questi asteroidi, si manda una sonda (o anche un equipaggio, se l'asteroide passa entro le fasce di Van Allen, non so se è fisicamente possibilie) e si monta il set cinematografico (inevitabile sia in caso di sonda che di equipaggio, l'asteroide non si sarebbe potuto far passare per la Luna).
Ora non ci andiamo più sulla Luna perchè l'asteroide è troppo lontano...

Replicante Cattivo ha detto...

@ Yos

E' una battuta, vero?

Giuliano47 ha detto...

Avevo letto anch'io. Non e' una battuta. :-(

La medesima persona, di eccelsa cultura, ha gettato giu' pure questo:

"E come mai i sofisticatissimi droni mandati a bombardare i talebani d'inverno non volano perchè FA TROPPO FREDDO???!!!
E gli yankee 40 anni fa avrebbero mandato un veicolo sulla Luna dove ci sono sbalzi istantanei di temperatura di 250°?"

yos ha detto...

@ Replicante
Non è una battuta.
Sempre ammesso che il tipo che ha fatto il commento non stesse prendendo in giro gli altri.
Se vuoi posso trovare il link di LC

Anonimo ha detto...

pretendere di farsi chiamare "Giulietto" essendo al contempo credibili, è una acrobazia nella quale nessun uomo è ancora riuscito :-)

MMST ha detto...

Emiliano, rispondo brevemente al tuo OT.
Barnard è senz'altro un valido giornalista con all'attivo inchieste di alta qualità, ciò comunque è sempre convissuto con un'ideologia estremista ben marcata.
Nessun problema fino a quando non è stato vittima di una censura legale. Da quel momento in poi (quindi da un torto subito) ha iniziato la sua personale e delirante battaglia su chi è più antisistema, combattendo non i sopprusi delle ditte farmaceutiche dove ci sono ma Marco Travaglio, la Gabbanelli e Santoro.
In questa penosa gara tra chi è più antisistema volontariamente o involontariamente entri in continuità con gli ambienti complottisti.
Sottolineo solo che è vero che Barnard si è discostato dai complottisti dell'11 settembre, non è altrettanto vero che si sia discostato dai complottisti del signoraggio, ha più volte ribadito questa "truffa ai danni dell'umanità" anche se non è sceso nei dettagli. Che si sia ricreduto? non credo.

Mousse ha detto...

@yos: Questa teoria è ancora più priva di senso di quella del set cinematografico a terra per simulare lo sbarco sulla luna.

Ammettiamo che sia vero: portammo sull'asteroide 2 astronauti attori e una intera troupe... Certo, ha perfettamente senso ma... andare sulla Luna sarebbe costato infinitamente meno e sarebbe stato molto meno rischioso..

Per restare in argomento luna, il settimanale OGGI ha pubblicato un fascicolo speciale molto interessante sul quarantennale della missione Apollo 11, dedicando un paio di pagine alle teorie complottiste e ovviamente sbugiardandole punto per punto, a una prima occhiata usando come fonte l'apposita sezione del sito della NASA.

puffolottiaccident ha detto...

"Pruesiduente, luo sbuarco sulla luna è un pruodotto di studiuo, muandiamo mille mig truentasuette a vuedergli il bigliuetto"

"tu sei pazzuo, a puarte il fuatto que il mig trentasuette è un' invenzione lettueraria di clint eastwood, sue lo sbarcuo è un pruodotto di studiuo, quei macachi amerDicuani hanno l' antigravità"

Dio ha detto...

Avranno paura dei tuoi impianti bioplasmatici Paolo, che vuoi farci?

puffolottiaccident ha detto...

Ah, ci sei anche tu?