Cerca nel blog

2009/08/28

Windows e Mac, aggiornamenti a confronto

Debutta Mac OS Snow Leopard, in arrivo Windows 7


L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Oggi esce nei negozi la nuova versione del sistema operativo per computer Apple, denominata Snow Leopard, e il 22 ottobre uscirà la nuova edizione di Windows, chiamata semplicemente Windows 7.

In entrambi i casi non si tratta di rivoluzioni, ma di evoluzioni rispetto alle versioni precedenti; le novità ci sono, prima fra tutte l'inversione della triste tendenza a pretendere computer sempre più potenti per programmi sempre più elefantiaci, ma non si tratta di grandi balzi in avanti, per cui è facile avere incertezze su cosa fare. Aggiornarsi, spendere soldi e rischiare incompatibilità, oppure tenere quello che già si ha e funziona?

Come sempre, vale il consiglio di lasciare che siano gli altri a farsi male provando per primi le novità. Salvo che siate fanatici d'informatica, non c'è nessuna ragione impellente per aggiornarsi subito. Vi propongo una miniguida per orientarsi nelle novità dei due grandi concorrenti dell'informatica personale.


Mac OS X 10.6 Snow Leopard: più velocità senza cambiare computer


Attenti ai Mac vecchi. Questa edizione è adatta soltanto ai Mac con processore Intel: chi ha un computer Apple con processore PowerPC è tagliato fuori. Questo significa che certi computer Apple di soltanto tre anni fa potrebbero essere esclusi dall'aggiornamento.

Più velocità e snellezza a parità di computer. Gran parte delle modifiche rispetto alla versione precedente, Leopard, è dietro le quinte. Supporto migliorato per i processori multicore, modalità a 64 bit per dare alle applicazioni la possibilità di gestire più di 4 GB di RAM, sfruttamento del processore grafico per togliere carico di lavoro al processore principale e uno snellimento drastico delle applicazioni preinstallate producono una reattività sensibilmente più veloce senza dover cambiare computer. Però per ora nessuna applicazione scritta da altre case produttrici di software sfrutta queste potenzialità. Anche lo spazio occupato dal sistema operativo cala drasticamente, liberando diversi gigabyte di spazio su disco.

Compatibilità. Snow Leopard include ancora Rosetta, il "traduttore" che permette di eseguire le applicazioni scritte per le versioni PowerPC di Mac OS. Arriva il supporto per Microsoft Exchange 2007. I cambiamenti dell'interfaccia sono poco più che utili affinamenti e ritocchi (la possibilità di ordinare i file cronologicamente nella vista a colonne del Finder, per esempio), per cui chi usa già Leopard si troverà subito a proprio agio. E' presto per un quadro globale, ma stando alle prime recensioni sembra che quasi tutte le applicazioni scritte per Leopard funzionino sotto Snow Leopard senza richiedere aggiornamenti, anche se The Register segnala una lista informale di possibili applicazioni problematiche, fra le quali spicca Photoshop Elements.

Quicktime. Diventa di serie la comodissima possibilità di montare rapidamente un video usando le funzioni ritaglia-copia-incolla di Quicktime, come se il video fosse un testo. Prima si pagava a parte. I video Flash sono riproducibili senza dover installare programmi accessori. A molti piacerà la possibilità di registrare sotto forma di video quello che avviene sullo schermo e di aggiungervi annotazioni: cose che si potevano fare anche prima, ma soltanto aggiungendo programmi appositi.

Antivirus? Ma non era immune? Gli smanettoni che hanno avuto tra le mani Snow Leopard in anteprima hanno scovato una funzione non pubblicizzata da Apple: una sorta di rudimentale antivirus per quei pochi virus o cavalli di Troia che esistono per il mondo Mac.

Prezzo. Se avete già Leopard, passare a Snow Leopard costa 39 franchi (29 euro) per l'edizione con licenza per un utente, 69 franchi (49 euro) per quella con licenze per un massimo di cinque utenti domestici (non aziendali o professionali) e 13 franchi (8,95 euro) per la licenza monoutente per chi ha acquistato un Mac nuovo dopo l'8 giugno 2009.
Chi ha la versione precedente, Tiger, è legalmente tenuto ad acquistare il Mac Box Set per essere in regola con le licenze, al prezzo di 219 franchi (169 euro) per la versione monoutente o 299 franchi (229 euro) per la versione con licenze per cinque utenti domestici. Il Mac Box Set include iWork 09, la potente suite di programmi equivalenti a Microsoft Office.
Tuttavia è emerso che non c'è alcun lucchetto digitale a imporre queste regole, tanto che l'aggiornamento da 39 franchi (29 euro) s'installa senza problemi anche se non c'è preinstallato Leopard. Apple ha scelto di fidarsi dell'onestà media degli utenti invece di complicare loro la vita con sistemi di controllo delle licenze.


Windows 7: Vista ripulito, dimagrito e velocizzato


Il 22 ottobre prossimo sarà disponibile per l'acquisto Windows 7, il successore di Windows Vista. Come Snow Leopard, non si tratta di una versione radicalmente nuova, ma di un affinamento della precedente, che debuttò tre anni fa con notevole malumore fra gli utenti per la sua pesantezza, lentezza e ossessione per la sicurezza.

A differenza di Snow Leopard, Windows 7 è stato offerto in prova gratuita temporanea a tutti gli utenti di Internet; l'offerta è scaduta pochi giorni fa. Occorre attendere l'uscita della versione definitiva per vedere come sarà realmente Windows 7, ma le recensioni basate sulla versione distribuita in prova gratuita e quella usata dagli sviluppatori sono decisamente positive: il messaggio generale è che Windows 7 è Vista fatto come si deve. Ecco qualche primo accenno alle novità che ci possiamo attendere.

Compatibilità. L'obiettivo di Windows 7 è la piena compatibilità con le applicazioni e l'hardware che funzionano sotto Vista. Per i problemi più gravi c'è un Windows XP Mode (Virtual PC ricarrozzato), ma soltanto in alcune versioni di Windows 7. Spariscono invece applicazioni familiari come Calendar, Mail (Outlook Express) e Movie Maker, sostituite da equivalenti via Web o scaricabili a parte, probabilmente per evitare problemi con gli enti antitrust. Può parere assurdo che un sistema operativo moderno non venga fornito con un client di posta, ma è così, e visto l'attuale orientamento dell'informatica verso i servizi online al posto del software sul PC, la scelta potrebbe rivelarsi trainante.

Aspetto. Chi ha familiarità con Vista non avrà grandi sorprese, ma gli utenti affezionati a Windows XP troveranno un'interfaccia drasticamente differente, piena di trasparenze ed effetti. La taskbar è stata ripensata a fondo e potenziata: per esempio, far scorrere il cursore sopra un'icona di un'applicazione attiva fa apparire delle mini-anteprime delle finestre aperte di quell'applicazione, e commutare da un'applicazione a un'altra tramite la taskbar è estremamente pratico. Anche la gestione delle periferiche e delle reti è stata semplificata, e il supporto per gli schermi tattili è stato potenziato in modo da includere anche il multi-touch.

Velocità maggiore senza cambiare computer. Windows 7 ha gli stessi requisiti hardware di Windows Vista, invece di aumentarli come è sempre avvenuto in passato. Anzi, funzionerà anche su computer sui quale Vista si rifiuterebbe di lavorare, come sui netbook. Le funzioni di ricerca nei file sono state potenziate e accelerate, e stando a chi l'ha usato assiduamente ci sono mille piccoli e grandi affinamenti che lo rendono un netto passo avanti rispetto a Vista. L'avvio e la chiusura sono più veloci; il supporto per i processori multicore è migliorato

Prezzi. A differenza di Snow Leopard, e come per Vista, Windows 7 sarà disponibile in un gran numero di versioni, con prezzi e prestazioni differenti, che causeranno non poca confusione negli utenti.
Per esempio, volete la modalità Windows XP? Vi serve Windows 7 Professional o Ultimate. Ma ci saranno anche la versione Starter, la Home Basic, la Home Premium e la Enterprise. Nei negozi ci saranno però quasi sempre soltanto due versioni, la Home Premium e la Professional, e chi vorrà potrà migrare a pagamento alle altre più complete.
Per ciascuna di queste versioni ci saranno inoltre sconti, prezzi e procedure differenti per migrare da Windows XP o da Windows Vista. C'è di che perdersi.
Nell'Unione Europea, i prezzi varieranno da 119.99 euro (Home Premium upgrade) a 319 euro (Ultimate Full) per le versioni non preinstallate; il prezzo di quelle preinstallate sarà incluso nel prezzo d'acquisto del computer nuovo. Chi ha acquistato da poco un computer con Windows Vista o ha comunque una licenza di Vista può già prenotare l'upgrade, ma non da tutte le versioni di Vista; la Home Basic è esclusa.

Anche in termini strettamente tecnici l'aggiornamento è una giungla: date un'occhiata a questo grafico di come si aggiorna Windows in base a quale versione di partenza si usa e quale versione di Windows 7 si desidera.


Che fare?


La scelta di Microsoft e Apple di offrire nuove versioni "risparmiose" dei loro sistemi operativi è certamente figlia di un periodo nel quale l'economia tira poco e non ci sono molti soldi da spendere in computer nuovi se quelli attuali vanno bene, ma è comunque una boccata d'aria fresca nell'evoluzione dell'informatica e merita un plauso.

Dalla corsa al gigantismo si è passati alla ricerca dell'efficienza per spremere maggiore produttività dall'hardware esistente, e questo è un bene non solo per i nostri portafogli individuali, ma per tutto l'ambiente, perché sistemi operativi con minori pretese comportano un minor numero di computer da rottamare, con tutto quello che ne consegue.

Passato il periodo di inevitabile rodaggio, nel quale verranno a galla le incognite delle funzioni DRM (anticopia) dei nuovi sistemi operativi, il mio consiglio è di migrare a Snow Leopard e Windows 7 rispettivamente. Non solo per ottenere benefici di produttività, ma per dare un segnale socialmente rilevante alle aziende: se invece di offrirci nuovi orpelli rutilanti che non abbiamo mai chiesto ci date sostanza e ci offrite roba pratica ma poco vistosa, siamo disposti a spendere anche in tempi di crisi.

E se non volete spendere e non vi fidate del software chiuso, potete sempre provare gratuitamente le varie distribuzioni di Linux, che ogni anno diventa sempre più automatico e intuitivo da installare e configurare, anche se le incompatibilità e le magagne ci sono tuttora. Alla fine, l'importante è lavorare usando il più possibile formati standard, per non ghettizzarsi e poter comunicare e condividere i dati con chiunque.


Fonti: The Register, Gizmodo, Ars Technica, Ars Technica, Gizmodo, ExtremeTech, Microsoft.com, Apple.com.

92 commenti:

yari.davoglio ha detto...

Resto dell'idea che Windows XP sia il miglior OS di MS.

ju ha detto...

Resto dell'idea che a parte qualche caso obbligato è follia star dietro queste aziende.

Io aggiorno aggratis e i miei pc non son tagliati mai fuori.

W Ubuntu!

puffolottiaccident ha detto...

Yari Personalmente il miglior sistema operativo microsoft é Dos 6.22, su cui puoi far girare Windows 3.11

"troveranno un'interfaccia drasticamente differente, piena di trasparenze ed effetti."

Madonna.

Ju, avessi intenzione di passare metá del tempo che sto al computer a cercare di far funzionar qualcosa, o a capire in quali 3 delle 32000 stringhe di 200 files di configurazione che non so come si chiamano devo cambiare uno di 3 segni del $asso con un cancelletto...
Sarei pinguinista sfegatato.
Con la mia formazione penso che se sapessi installare ubuntu sul mio pc in meno di 6 ore, potrei farmi da solo tutti i programmi che mi servono...

Invece temo che intellettualmente parlando... é come se tu parlando di pennelli di martora in presenza un uomo privo delle mani.
Mi inchino al tuo genio ed alla tua competenza, ma evidentemente per essere un pinguinista osservante ci vuole piú cervello di quello che ho.

Massimiliano ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Paolo Attivissimo ha detto...

Massimiliano, l'ho appunto scritto: "13 franchi (8,95 euro) per la licenza monoutente per chi ha acquistato un Mac nuovo dopo l'8 giugno 2009".

iMaccanici ha detto...

Apple: non una, ma quattro marce in più!
Ju, sono contento per te, ma io mi tengo Apple e MELA tengo stretta!

Santana ha detto...

Non è certo mia intenzione scatenare il solito flame con considerazioni talebane su Windows, MacOSX e Linux; bisogna onestamente ammettere però che c'è da restare sconcertati nel vedere due aziende stracariche di soldi, come Apple e Microsoft, annunciare trionfalmente le nuove versioni dei rispettivi sistemi operativi i quali, in realtà, appena usciti sembrano già vecchi.

Fare copia incolla su un video come se si trattasse di un testo sarebbe una novità?
Su Linux, da anni, ci sono diversi programmi che fanno cose del genere; uno di questi è Avidemux2.

La GUI con trasparenze ed effetti sarebbe una novità?
KDE4 è talmente zeppa di trasparenze ed effetti da fare schifo.

Il 90% degli utenti purtroppo ha subito un vero e proprio lavaggio del cervello ed è convinto che, per far funzionare il computer ci vuole MS-Windows (uno dei peggiori SO in circolazione), per navigare in Internet ci vuole MS-Explorer (uno dei peggiori browser in assoluto) e per ascoltare musica o guardare i video ci vuole MS-Windows Media Player (uno dei peggiori player multimediali, ridicolizzato persino da analoghi programmi scritti da dilettanti).

yari.davoglio ha detto...

puffolottiaccident non lo conosco :( Purtroppo la mia "esperienza" su macchine va dal Commodore64 all'Amiga600. Poi passai su un catorcio che mi era utilissimo per la videoscrittura delle mie esperienze di laboratorio ed altre ricerche scolastiche. Ora viaggio con un catorcio che monta pezzi del 2001 e del 2004. Ovviamente è un pc ed ovviamente ho XP. E, ancor più ovviamente, sono un "ottimo" ignorante in informatica :P (A tal proposito potreste pensare: "E come fai a dire che XP è il miglior OS di MS?" ed io potrei rispondere: "E' l'OS con cui mi sono trovato meglio tra quelli MS" ^^)

yari.davoglio ha detto...

E dire che ci lavoro sul web... hihihi

juhan ha detto...

Io sto con Ju e Santana.
L'installazione di Ubuntu è facile e veloce, gli aggiornamenti anche, c'è di tutto e di più, aggtatiss!!!11
A meno di casi particolari tipo Autocad o Photoshop (ma solo per la stampa professionale) non manca niente.
Mancano solo i virus e le richieste di $oldi tutti i momenti dai vampiri M$ e Apple.

Explobot ha detto...

Ciao Paolo, riguardo Mail penso che sia da considerare l'equivalente di Outlook Express e non del più complesso Outlook, poi che non fosse più presente non me n'ero neanche accorto :-) (però vedo che si può installare Windows Live Mail che dovrebbe essere una applicazione stand-alone e non girare nel browser anche se non ne sono totalmente sicuro non avendola mai installata).

Riguardo l'upgrade gratuito a Windows 7 da parte dei computer con Vista acquistati di recente non è possibile per tutte le versioni di Windows (ad esempio non si può dalle Home Basic). Maggiori informazioni ufficiali qui.

X yary.davoglio
Resto dell'idea che il miglior s.o. [di M$] sia NT4, è morto semplicemente perchè non supportava USB, il supporto alla DirectX era fermo a una versione dell'età della pietra (e quindi niente giochi) e non si spegneva da solo :-) (evidentemente scelte commerciali), per il resto pochi fronzoli inutili, robusto come una roccia e parsimonioso di ram.

Souther ha detto...

Sul mio pc coesistono vista e ubuntu:
due sistemi operativi per fare quello che facevo con Xp -.-

yari.davoglio ha detto...

Explobot, Yari e non yary, grazie :P

OT:

Teribbbile Paolo! Sto guardando la puntata n. 2 dell'Ispettore Coliandro 2 (l'ottima creazione di Carlo Lucarelli con regia Manetti Bros.), dal titolo "Doppia rapina": be', porca vacca, Lucarelli fa dire questa frase ad uno dei rapinatori travestiti da poliziotti:
"[...] Mastro Turi se ne intende di demolizioni, e se queste le posizioniamo dove dice lui, 'sta minchia di banca la facciamo saltare in aria; peggio delle Torri Gemelle.".
Scusate, ma se anche Lucarelli sostiene la tesi complottista sull'11/09 lo seguo anch'io!!! :(((((((
(Scherzo, ovviamente.)

Giuliano ha detto...

Io di mestiere insegno Windows, non posso evitare l'aggiornamento, e credo di aver trovato un motivo per aggiornare in fretta, invece di aspettare (salvo non si voglia ricomprare il computer): il prezzo. Entro il 2009 Seven costerà di meno rispetto al 2010, meglio sbrigarsi se si vuole risparmiare (legalmente)

Domenico_T ha detto...

Io uso Windows 7 da diversi mesi avendolo scaricato gratis la Release Candidate.
Confermo tutto il bene che se ne dice. Molto più rapido di Vista, specialmente all'avvio, tempi di caricamento ridotti, comodissima barra degli strumenti in cui si possono far coesistere numerose applicazioni aperte senza perdersi e passare facilmente da un programma all'altro.

Ho avuto problemi di stabilità ogni tanto, ma suppongo siano dovuti ai driver non ancora ottimizzati ed al fatto che è una RC.

A mio avviso, un ottimo sistema operativo.

Daniele ha detto...

Tanti criticano la scelta di Microsoft di non includere nel S.O. i programmi di mail, IM e video editing (ora nel pacchetto live essentials), per me invece è una bellissima cosa. Non ho mai usato Mail in vita mia perchè veramente scarso, gmail forever. Movie maker è scarsino ma per gli editing del filmino delle vacanze va bene, solo che non l'ho mai usato quindi altro spazio libero. C'è tanta gente che non vuole chattare, quindi è inutile dargli il messenger (Ricordo che xp usicva con Windows Messenger, che non veniva sovrascritto da Msn/Live messenger e rimaneva attivo per niente, andava tolto da linea di comando).

Se uno li vuole, ci mette 10 minuti a scaricarli tutti dal web, tutti belli aggiornati, e prendi solo quello che serve :)

Vista è stato un passo falso anche se mi ci sono trovato bene tutto sommato. Windows 7 con la RTM dimostra di essere un SO maturo e veloce, che può entrare nei cuori di tutti gli XPisti.

E un consiglio da amico, amici di windows. Provatelo con mano ubuntu, è un grande s.o. che da enormi soddisfazioni senza usare linee di comando astruse (al max si copiano-incollano da internet dal fornitissimo sito della community che è una miniera d'oro).
Non volete sputtanare tutto con boot loader estranei e partizioni varie? Vi capisco, la prima volta è un dramma. Quindi installatelo con Wubi (è già incluso nel cd di ubuntu):

http://wubi-installer.org/

In pratica, fai partire sotto windows l'installazione, lui si inserisce nel boot loader di windows quindi avete un perfetto dual-boot, si installa in una cartella dove preferite (comodissimo per il backup, e non bisogna partizionare NULLA), e se volete disinstallarlo lo trovate nel pannello di controllo di windows come un qualsiasi programma windows e lo togliete in 30 secondi senza lasciare traccia. E' perfetto per provare la prima volta ubuntu senza complicarsi la vita, io lo consiglio sempre e comunque a tutti XD

Van Fanel ha detto...

Non è certo mia intenzione scatenare il solito flame con considerazioni talebane su Windows, MacOSX e Linux

Proviamoci! Magari riusciamo a sconfiggere il thread della religione :)

il 22 ottobre uscirà la nuova edizione di Windows, chiamata semplicemente Windows 7

No, scusa... non ci credo. Dopo anni e anni passati a inventare i nomi più strani, adesso se ne escono che Windows 7 si chiamerà .... Windows 7 ?!?! Che gli è preso? Hanno finalmente licenziato quello che inventava i nomi strani? (Gli anni, Millennium, XP, Vista...)

Chi ha familiarità con Vista non avrà grandi sorprese, ma gli utenti affezionati a Windows XP troveranno un'interfaccia drasticamente differente, piena di trasparenze ed effetti

Già odiavo l'interfaccia di XP.
Ma non è mica un problema: basta smanettare meno di due minuti e si riporta l'interfaccia ad un sobrio Windows 2000 (ricordo che Windows 2000 è una 5.0 e Windows XP una 5.1, come dire non c'è poi tutta quella differenza). Non sono ancora riuscito a trovare un'utilità, almeno nel lavoro di tutti i giorni, negli effetti 3d, siano essi sotto Windows o sotto Linux (non conosco il mac).

Van Fanel ha detto...

@yari.davoglio: "Doppia rapina" è da antologia! Dovrebbero replicarlo più spesso dei film con Bruce Willis!

Giovanni ha detto...

@Puffolottiaccident
facciamo così, la prima volta che decidi di passare da queste parti ti mostro come installare una debian o una ubuntu sia una cosa abbastanza banale e sicuramente alla tua portata.
Ovviamente se il PC non è una cosa strampalata, ma questo vale per tutti (non per mac OS dove il pc - giustamente - dev'essere uno dei loro)

@tutti:
con 7 vs Vista mi sa che si ripete 98 vs 98 RC: prima buttano fuori una troiata poi la correggono e tutti comparano la correzione con la troiata e non con le cose precedenti.
Alcuni PC con Vista erano al linite della truffa: venduti con 1G di RAM erano indecenti e si doveva installare subito altri 4G.

Effetti/prestazioni: anche qui vale la pubblicità che fece Apple all'uscita di W95. Sia Apple che Linux sono già stufi di avere le cose presentate ora da MSFT come novità.

Concordo con Paolo quando 'proomuove' l'idea del miglioramento delle prestazioni: è davvero un buon segnale.

Vorrei invece fare una precisazione su 'standard', che non deve significare 'il più diffuso' ma che deve significare 'quanto stabilito nei processi di standardizzazione' (in parole povere standard non significa 'a la MSFT' ma, ad esempio, W3C compliant).

Buona giornata a tutti

Giovanni

Daniele ha detto...

@ Giovanni: Come già detto, basta provare Wubi per iniziare a conoscere subito il pinguino, è facile, veloce e indolore.

Una volta che si è presa la mano con il pinguino e piace, si può reinstallare con tanto di grub e partizione per fare il salto. Se non piace e lo si vuole togliere si disinstalla e punto, almeno quando si dice "Linux non fa per me/fa schifo" lo si fa non per sentito dire :)

Per avere una visione completa del mondo dei S.O. moderni, bisogna provarli tutti e farsi una PROPRIA opinione basata sull'esperienza sul campo. Se per un apple la cosa è più dispendiosa (devi comprare un mac, punto) con linux è talmente semplice che non ha giustificazione non provarlo, al giorno d'oggi. Wubi o no (infatti anche l'install "base" è una cavolata)

Claudio ha detto...

Paolo: lasci sottointeso nell'articolo che i due sistemi operativi abbiano fatto il salto generazionale nel prossimo passato

questo è vero solo per Vista, che è un'architettura completamente diversa rispetto a XP e per la quale MS ha lasciato lì qualcosa tipo 6 miliardi di dollari in R&D (nonchè un tot di anni). allo stesso modo XP era un salto generazionale rispetto ai vecchi 95/98/ME (anche se l'architettura di fondo veniva dalla branchia NT di Windows).

nel caso di Apple il salto generazionale c'è stato solamente tra os 9 e os X, in cui si è abbandonata un'architettura sviluppata in proprio, non più sostenibile, per appoggiarsi pesantemente a darwin (che ricordo ha licenza BSD quindi chiunque ci può attingere a mani basse senza riconoscere nulla agli autori - legittimamente per carità).

ricordo inoltre che chiunque si prenda la briga di spulciare il bilancio apple scoprirà che questa spende in media in R&D per ogni major version di os X una 20ina di milioni di dollari, tant'è che difatti alcuni aspetti di sostanza tra cui i 64 bit nativi arrivano solamente nell'agosto del 2009 (quando la stessa apple promuoveva i 64 bit del g5 quanto? 4 anni fa?)...

questo solo per dire che os x è di molto sopravvalutato, e questo fa male a os x stesso in quanto alla fine apple spende meno (e quindi fa meno) di quanto potrebbe perchè tanto una volta sistemate le questioni "di facciata" l'utente medio apple è soddisfatto (quindi perchè fare di più?)...

chiedete a chi ha dovuto scrivere che so un driver per os x com'è fatto bene e com'è coerente sotto...

stell ha detto...

Tecnicamente parlando, solo OsX ha fatto un salto generazionale.
w2k, xp, vista e seven sono ancora legati al kernel del 90/91 di nt, quindi nessuno balzo generazionale.

Attendiamo fiduciosi il nuovo kernel di ms, in sviluppo da un po, di cui si narrano cose magnifiche (....)

Tolta la parte tecnica i miglioramenti sono da anni solo su sberluccicamenti vari, Antitutto e Navigazione

markogts ha detto...

Io mi tengo XP finché non trovo un motivo per passare a qualcosa di meglio. Il passaggio 98 => XP me lo ha forzato l'avvento dell'usb. Adesso con antivirus, spybot e zonealarm mi sento tranquillo e conosco molto bene quel SO.

Ubuntu: l'ho installato un paio di settimane fa e confermo: un gioco da ragazzi. Provare per credere. Qualche difficoltà a collegarsi in wireless, ma era solo questione di tempo. Adesso lo scoglio pare essere il driver per la scheda grafica, avendo un computer d'antan ci sono dei problemi con le accelerazioni 3D et similia. Viceversa, per navigare e fare l'ordinaria amministrazione, ubuntu è una scheggia. Consuma pochissime risorse, si avvia in circa 60 secondi rispetto ai cinque minuti di XP con tutto il codazzo di antivirus e teatimer, ha dei giochini fantastici (non riesco a vincere una dico una partita a forza4!), ci sono tutti i programmi che possono servire, per scrivere, fogli di calcolo ecc.

Ultima chicca: GIMP sta per avere finalmente il supporto 16 bit, previsto per il prossimo aggiornamento verso ottobre. Fatto quello, resta solo da capire bene il color management per avere una stazione di grafica professionale "potoshop-free". Già adesso comunque riesco ad aprire i RAW della mia digitale. Sto approfondendo il discorso driver di stampa.

Ripeto: provate ubuntu, è meno che un gioco da ragazzi.

Jena Plisskin ha detto...

"Proviamoci! Magari riusciamo a sconfiggere il thread della religione :) "

No vi prego, anzi vi scongiuro, no! :-) Leggo abbastanza forum "flamentosi", non aggiungete pure questo. Usate quello che più vi aggrada ed andate in pace.

Van Fanel ha detto...

@Jena: Stavo scherzando! :)

Van Fanel ha detto...

questo è vero solo per Vista, che è un'architettura completamente diversa rispetto a XP e per la quale MS ha lasciato lì qualcosa tipo 6 miliardi di dollari in R&D (nonchè un tot di anni). allo stesso modo XP era un salto generazionale rispetto ai vecchi 95/98/ME (anche se l'architettura di fondo veniva dalla branchia NT di Windows).

Appunto: XP "appariva" come salto generazionale solo al grande pubblico che non conosceva la branca (branchia?!?!?) NT, migliore ma meno nota...

Mousse ha detto...

Piccolo appunto su Snow Leopard: pur essendo a 64 bit, la modalità 64 bit viene supportata solo su alcune macchine (Xserve):
http://www.start64.com/index.php?option=com_content&task=view&id=3715&Itemid=126

Jena Plisskin ha detto...

Scherzavo anche io :-) Ma sai purtroppo il trend su internet è il flame e questo è uno degli argomenti con maggior percentuale di "legna e carbonella" :-)

ermanno ha detto...

Santana ha detto: "Fare copia incolla su un video come se si trattasse di un testo sarebbe una novità?"
No, il Mac lo faceva da piu' di 10 anni fa, sempre con QuickTime. La novita' e' che, con il 10.6, non e' piu' necessario pagare 20 euro per sbloccarne le capacita' per l'utente (cioe' se non lo fai con un programma).

Si, la "bella pensata" della Apple, ad un certo punto, e' stata quella di far pagare (anche se poco) per delle caratteristiche che avava offerto gratis fino ad allora. :-(

Ciao,
Ermanno

ermanno ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Willy ha detto...

Giovanni:
Alcuni PC con Vista erano al linite della truffa: venduti con 1G di RAM erano indecenti e si doveva installare subito altri 4G.

Io ho visto notebook con Celeron e 512MB di RAM con Vista!

Van Fanel ha detto...

Attendiamo fiduciosi il nuovo kernel di ms, in sviluppo da un po, di cui si narrano cose magnifiche (....)

Basta che non sia come il kernel HURD, il cui sviluppo è iniziato nel 1990 e che prometteva meraviglie (soprattutto avrebbe dovuto rimpiazzare il kernel Linux), ma ancora nel 2006 Stallman ammetteva che non era finito e che era pieno di problemi (Fonte, per la precisione il paragrafo è questo: qui si vede benissimo come Stallman non abbia mai "digerito" Linux, non nomina nemmeno il suo creatore, lo chiama solo "lo studente finlandese" o "lui"). Qualcuno ha mai provato HURD ?

Jena Plisskin ha detto...

Ah, dimenticavo di puntualizzare che la modalità XP di Seven è utilizzabile solo se si possiede una cpu con le istruzioni AMD-V o Intel IVT. Gli AMD dovrebbero possederle tutte, per gli Intel fate riferimento alla informazioni date sul sito Intel.

Jena Plisskin ha detto...

@Van Fanel: lo provai io tanto tempo fà. Andava in debug che era una meraviglia. Le cose poi sono andate avanti, per modo di dire, visto che hanno cambiato la tecnologia microkernel passando da Mach a L4, con scarsi successi. Fondamentalmente nemmeno la GNU Foundation sembra crederci più.

ermanno ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
ermanno ha detto...

Claudio ha detto: OS X "ha licenza BSD" e "quindi chiunque ci può attingere a mani basse".

Infatti. C'e' tutta una pletora di programmi Open Source pronti per il Mac, in piu' molti altri possono essere installati senza problemi.

Anni fa ho provato ad installare Snort e ci sono riuscito. Sul wiki di snort non c'erano le istruzioni per OS X. Ho scritto e mi hanno risposto "Come hai fatto?" "Semplice: ./configure; make; sudo make install"
I linuxari capiranno.. ;-)

Iilaiel ha detto...

@Santana

Vogliamo parlare di Compiz? Solo quest'interfaccia 3d, con richieste hardware ridottissime (funzione anche sugli eeepc), fà capire coem siano rimasti indietro Mac e Win su molte cose.

Comunque le novità annunciate per Mac e Win mi fanno veramente piacere. Era ora che si aumentassero la qualità dei prodottie il rispetto per i clienti, invece delle richieste hardware.


@Puffolottiaccident
Installati SuSe. Installazione punta e clicca, aggiornamenti automaticci, scarico e installazione programmi gestita in punta e clicca con un file manager.
Si può mettere il cervello is stand-by durante l'utilizzo.

Matz ha detto...

Si può mettere il cervello in stand-by durante l'utilizzo.

...e questo sarebbe un buon motivo per non utilizzarlo :)

santino83 ha detto...

Una cosa sola dico...

Uno dei motivi che mi spinsero a passare al mac (e a tiger) furono i miliardi di dollari spesi per creare un OS che, si e no, valeva 10 euro.. ma con "miliardi di dollari" in teoria dovrebbero darti un computer come HAL, altro che Vista.. già con i "milioni di dollari" di Apple si potrebbe fare di piu, però almeno spendono un pò di meno e fanno cmq dei lavori eccezionali

Per il resto...

Tiger era eccezionale, infatti ho saltato a piè pari Leopard (di cui non sentivo grosso bisogno) e compro ora Snow Leopard (tra l'altro, per poter usare tutti e 4 i gb di ram che ho comprato) impressionato, devo dire, dalla logica con cui esce: raffinamento e miglioramento e ottimizzazione di quello che era già ottimo fin'ora... si perchè prima si sono pompati i muscoli dei processori fino a farli diventare dei forni elettrici per il pollo con le patate, poi come nei processori hanno "scoperto" il multicore e il risparmio energetico, così pare ora i programmatori scoprono l'ottimizzazione del codice e la leggerezza delle applicazioni... alleluja, sono anni che lo ripeto ai miei amici: ma perchè prima si faceva tutto con quale kb di ram e hd (quando c'era), e ora sembra che manco i 64bit diano potenza a sufficienza?

Non capisco l'utente che ha detto che non riesce ad installare Ubuntu.. allora con Xp/Vista/Seven che fa, va dal tecnico? no perchè ubuntu saranno 4 click ed è installato (un pò come tutti gli altri os ormai), non mi pare che ci vogliano le 6 ore ventilate...

Ottimo OS Linux nelle sue forme, personalmente preferivo Fedora, giusto per aspetto grafico... Personalmente non trovo differenze sostanziali con OSX, apparte le interfacce grafiche... per qualsiasi cosa di "professionale" uso il terminale o i programmi per il porting da linux a mac osx, per tutto il resto o uso l'OS (eh si, perchè l'os serve apposta per essere usato), oppure scrivo qualche cosa io.. con make/make install mi installo tutte le cose che mi pare (se non trovo i pacchetti di installazione ovvio) e via vivo tranquillamente... in piu mi tengo un'interfaccia grafica da paura (senza fronzoli o cose inutili) progettata da geni del settore

mah dovessi stilare una classifica metterei indubbiamente al primo posto osx, e poi linux e windows... ovviamente sono di parte, e il fatto che linux sia "free" per me non aggiunge nulla al prodotto semplicemente dimostra che se le persone sanno fare il loro lavoro non servono miliardi di dollari, ma bastano idee e buona volontà. E dimostra che i soldi non fanno la felicità (degli utenti :P )

Anonimo ha detto...

Sono "teNNico" MS (mcsa - mcse), quindi nelle ore di lavoro ho sottomano il mio portatile che, povero catorcio, si è sorbito Vista, arrivando al limite dell'improduttività ( e stavo con l'interfaccia semplificata al massimo). Quando il boss mi ha proposto Seven s'è beccato una rispostaccia. Convinto dallo sventolio dell'accendino sotto il mio contratto, l'ho installato e devo dire che seven "funziona", per ora, bene. E mi sono fatto tutte le tappe del beta (fino alla CR che sto usando ora).

Poi, a casa, ho il Mac. ;)

eSSSe ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
eSSSe ha detto...

liberando diversi gigabyte di spazio su disco

forse volevi dire

liberando diversi gigabite di watt di spazio su disco

ciao

Anonimo ha detto...

ciao!
un piccolo appunto:
le versione di Seven disponibili saranno solo due: home premium ed ultimate. le altre versioni non saranno disponibili al pubblico.
home basic solo per i netbook.
business solo per le organizzazioni
starter solo per computer venduti in mercati particolari.

david ha detto...

Mi risulta che Snow Leopard abbia o potrebbe avere seri problemi con Photoshop...altro che piccole magagne!
Vedremo. Io mi tengo Vista,per ora, che con 2gb di ram va..e bene pure. Quando avrò soldi a palate magari un pensierino al Mac ce lo faccio, ma anche no!

stefano ha detto...

Riguardo la modalita' a 64 bit di Snow Leopard, e' vero che di default i Mac "casalinghi" fanno il boot a 32 bit, ma e' anche vero che "The 32-bit kernel fully supports 64-bit applications, all system libraries that 64-bit applications use are fully 64-bit, and 64-bit applications have a full 64-bit virtual address space of 16 exabytes available to them on Mac OS X. The primary benefit of a 64-bit kernel is to improve the efficiency of accessing over 32GB of RAM." (fonte: Apple).

Non Pervenuto ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Mousse ha detto...

@ermanno: non è questo il luogo adatto ma, AFAIK, OSX è distribuito con la licenza BSD. E soprattutto è assolutamente e totalmente Closed Source, esattamente come Windows.

@altri: non so, sarò sfigato ma per me "ubuntu" e la traduzione di "insulti", dati quelli che mi ci vogliono per riuscire a far funzionare tutte le periferiche...

Fine OT.

Per dare un senso al commento: il Sistema Operativo migliore è quello con cui ci si trova meglio e per cui ci sono le applicazioni che si debbono/vogliono usare e che supporta tutte le periferiche che si usano.
Il resto sono "questioni religiose".

OScar ha detto...

per tutti quelli che linux è bello e facile..

sarà ma io l'ho provato ubuntu e onestamente per un utente medio con zero voglia di smanettare linux (o almeno ubuntu per quello che posso aver provato io) è un bordello. Già solo per il fatto che l'installazione o altro è tutt'altro che semplice.
O per il fatto che l'OS non fa capire dove sei e dove puoi andare.

OS X è decenni luce avanti da quel puno di vista ed è molto meglio di windows ovviamente, tutto imho.

Usabilità this is the key. E linux per l'utente medio e rispetto agli altri OS (si anche rispetto a WIN) dal mio punto di vista non è usabile e immediato.

puffolottiaccident ha detto...

Marko dixit

Ultima chicca: GIMP sta per avere finalmente il supporto 16 bit, previsto per il prossimo aggiornamento verso ottobre. Fatto quello, resta solo da capire bene il color management per avere una stazione di grafica professionale "potoshop-free". Già adesso comunque riesco ad aprire i RAW della mia digitale. Sto approfondendo il discorso driver di stampa.

Io lavoro a 4 bits.
Non so contare fino a 16.
Il programma che uso é uscito nell´89 ed é tutt´ora l´unico che gestisca le palettes a 8 bits in modo immediato.

Siccome piú o meno so scarabocchiare dei disegnucci... quando mi presentano un nuovo programma di disegno che fa anche il miele, se non trovo entro 30 secondi nella barra dei menü un comando bistabile che leva tutti gli effetti di antialiasing, sweep, moire, edge correction ecc. ecc.
Stabilisco che non MI serve a un tubo.

Domenico_T ha detto...

La mia esperienza con Ubuntu è durata meno di 3 ore.
Se un SO deve farmi bestemmiare perché devo reperire in giro per il web righe di comando per configurarlo, beh, non fa per me.

Certo, è un'ottima occasione per imparare come funziona un SO, ma non era quello il mio obiettivo.
A me serve un SO che mi faccia fare bene quello che voglio fare.

Da questo punto di vista campo felice con Windows da sempre.

alessandro ha detto...

io ho provato ubuntu l'estate scorsa: ottimo SO, peccato che in seguito a un update automatico, al momento di riavviare mi si è disabilitata la scheda wifi...risultato? riavvia windows, cerca su internet, riavvia ubuntu, prova a smanettare un po, senza soluzione, torna a windows, disinstalla ubuntu bestemmiando perchè si è costretti a continuare a usare windows...poi ho comprato un MacBook pro e ora sono soddisfatto!

ermanno ha detto...

@mousse. La licenza e' Apple, ma e' open.
http://en.wikipedia.org/wiki/Darwin_(operating_system)
Tempo fa ho avuto uno strano errore.. per farla breve una ricerca con Google mi ha portato al sorgente dove era messo quel messaggio di errore (printf etc.. o simile. Io vengo dal Fortran) e sono riuscito a capire cosa era successo. Magra consolazione..

Non redo che ci si riesca, con Windows...

Ciao,
Ermanno

Jena Plisskin ha detto...

Perdonate la pignoleria :-) Darwin è il kernel composto da parti di BSD+Xnu ed è sotto licenza BSD. Il sottosistema grafico Quartz è invece closed. MacOS X è Darwin + Quartz ed essendo tutta la parte grafica costruita su Quartz, direi che MacOS X è closed. Se installate DarwinOS dovreste per forza installare X perdendo l'esperienza tipica di Mac.

puffolottiaccident ha detto...

Curioso, tutto d´un tratto la sensazione di essere l´unico imbecille sul pianeta che é riuscito ad avere problemi con Ubuntu si é affievolita.

D´altra parte "Franco" significa "schietto", non "disciplinato"
e schietto significa che puó mandarti affancuccu al minimo errore che commetti.

Giovanni ha detto...

allora inizio un flame :-P
Cosa significa "ubuntu"?
E' una parola sudafricana che significa:
"non so installare Debian" ;-)

Scherzi a parte:
ammetto di essere un tecnico, e di aver qualche volta taroccato il kernel di linux ma:
SuSE, debian o ubuntu di solito si installano senza problemi.
In questi casi serve dir loro ben poco
(lingua, nome utente, password, ora/giorno) e questo è alla portata di tutti.

C'è però un problema: alcuni costruttori hardware non danno documentazione dei loro prodotti (per non farseli copiare) e questo rende difficile avere i driver. Alcuni, ora, forniscono loro i driver che possono essere scaricati dai loro siti.
Di solito i problemi peggiori ci sono con alcune 'schede' wifi e con alcune 'schede' video.
Se si vuole fare una prova senza diventar matti si può usare una 'distribuzione live' di nome KNOPPIX che vi permette di avviare il PC da CD senza toccare il disco in modo da verificare che linux gestisca bene il PC. Fatta questa prova, si può insallare debian (da cui knoppix è derivata) o ubuntu (in origine derivara da knoppix).

Sulla grafica: dovendo fare un lavoro ho scoperto "scribus" e "inkscape": il secondo è favoloso per la grafica vettoriale, il primo per la composizione di oggetti complessi.
Io li ho usati sul mio mac-mini con debian ma si dovrebbero trovare anche per gli altri SO.

HURD è il tipico esempio che l'ideologia e la ricerca della pallottola d'argento non portano a nulla, oltre al fatto che con il software libero si può fare di tutto, anche prendere dolorose cantonate.
A me serve per zittire i "gnulebani": quando attaccano certe solfe li lascio perlare e poi gi mostro un PC e glli chiedo di installarmi HURD :-)

Giovanni - che il bello della libertà è poter scegliere

puffolottiaccident ha detto...

Giovanni, dolente di tirarti per la manica, ma il DSL-N che ho scaricato su tua indicazione, lo ho rovesciato su una chiavetta cruzer, e al comando cerca di aprire via command una pagina "index.htm" che non si trova fra i files del pacchetto.

La buona notizia é che al momento sto scrivendo dal pc su cui ho provato ad avviare la live SD di DSL-N

Giovanni ha detto...

@puffolotiaccident

Giovanni, dolente di tirarti per la manica, ma il DSL-N che ho scaricato su tua indicazione, lo ho rovesciato su una chiavetta cruzer, e al comando cerca di aprire via command una pagina "index.htm" che non si trova fra i files del pacchetto.

ehmm...
a che comando cerca di aprire la pagina "index.htm" ?

La buona notizia é che al momento sto scrivendo dal pc su cui ho provato ad avviare la live SD di DSL-N

Usando la DSL-N oppure usando Windows/MacOS/altro sistema ?

Giovanni

puffolottiaccident ha detto...

ohibó, al momento del doppio clic sull´unico file che appare eseguibile da Wxp

markogts ha detto...

Puffolotti, i 16 bit sono una necessità se sai cosa significa posterizzazione, riduzione del rumore, image stacking ecc ecc.

Marco Casati ha detto...

Snow Leopard è spaziale.

Safari 4 su Snow Leopard è INCREDIBILMENTE veloce, e per me che navigo tantissimo è insostituibile.

Io non passo ad altri sistemi operativi finché non esiste un'alternativa valida ad un sistema così stabile, veloce, integrato e finchè non esiste qualcosa che si avvicini ad iLife.

Poi sono dell'idea che non esista il sistema operativo migliore. Ma chi dice che i mac costano troppo capisce veramente poco di tecnologia :)

Giovanni ha detto...

@marco casati

"... Ma chi dice che i mac costano troppo capisce veramente poco di tecnologia ..."

Direi nemmeno di aritmetica, dalle mie esperienze.

@puffolottiaccident

provo a rivedere lo scarico e poi ti so dire qualcosa

Giovanni

Giovanni ha detto...

@puffolottiaccident

ho scaricato una ISO da
http://gd.tuwien.ac.at/opsys/linux/damnsmall/dsl-n/current/dsl-n-01RC4.iso
(sono 99 Mega)
Con questo file ISO dovresti fare un CD e poi usarlo per avviare il PC.
Purtroppo oggi è giornata no e non riesco a trovare il tempo per fare una prova adesso. Comunque non mollo.

Giovanni

puffolottiaccident ha detto...

markogts

Spero tu chieda piú di 115 euro/ora per disegnare, altrimenti lo spettro della fame incombe su di me.

Max-B ha detto...

Proprio perchè siamo in "un periodo nel quale l'economia tira poco e non ci sono molti soldi da spendere" vale la pena di risparmiare, oltre che sull'hardware, anche sul sofware, OS compreso. Se le licenze si acquistano regolarmente, come la legge impone, la spesa del software è in molti casi superiore a quella dell'hardware. Le principali distribuzioni Linux, fra le quali Ubuntu è certamente la realtà più nota, hanno da sempre fatto la scelta di ottimizzare il proprio sistema per poter girare su hardware vecchio. Nel caso di Linux queste scelte sono sempre state dettate dal buon senso e non da logiche di mercato finalizzate esclusivamente al profitto come nel caso di Apple e Microsoft. Per quest'ultimo motivo penso sia un grosso errore seguire le politiche di aggiornamento suggerite da queste due multinazionali.
Max-B

puffolottiaccident ha detto...

Max-B il computer non é in sé per sé una necessitá vitale,
ma per chi lo é le due caratteristiche irrinunciabili sono la leggibilitá dei prodotti e l´affidabilitá dell´archiviazione garantite.

Per "garantite" intendo che se qualcosa va male esiste qualcuno che puoi decapitare tirandogli la cravatta se nonostante la stabilitá del sistema ecc. ecc. qualcosa va storto.

Un sistema senza queste "garanzie" vale di certo meno di quello che costa.

Max-B ha detto...

@puffolottiaccident
Quindi tu pensi che se ti si corrompe un file su Microsoft Windows puoi andare alla Microsoft per tiragli le orecchie? ...e loro prontamente ti risarciscono del danno subito?

Chi ha assoluta esigenza di "affidabilità dell'archiviazione" ha senz'altro un tecnico informatico per garantirla. Una persona cioè che provvede ai backup e alla gestione dei dati. Microsoft e Apple posso garantirti al massimo un filesystem o un sistema operativo più o meno stabile ma di certo non garantisco l'integrità dei tuoi dati nel tempo.

Se parliamo della leggibilità dei dati questa può essere garantita solo utilizzando formati liberi poichè non saranno vincolati dalle scelte di mercato di chi li a creati.

Paolo Attivissimo scrive: “[...]E se non volete spendere e non vi fidate del software chiuso, potete sempre provare gratuitamente le varie distribuzioni di Linux, che ogni anno diventa sempre più automatico e intuitivo da installare e configurare, anche se le incompatibilità e le magagne ci sono tuttora.[...]“

Come sempre si cade nei soliti luoghi comuni. Della serie “…con Mac funziona sempre tutto”, “…Linux è un sistema bello ma con quanche problema”. A differenza di quanto sostiene Paolo Attivissimo non ho mai avuto problemi con Linux. Conosco persone senza la minima preparazione informatica che usano Linux senza problemi e persone che hanno delle grosse “magagne” irrisolte con MacOS e Windows.
I problemi di "incompatibilità" che riferisce genericamente Paolo Attivissimo su Linux li potete trovare sicuramente anche con MacOS. Anzi in tutta propabilità questi saranno ben più gravi poichè in alcuni casi saranno creati appositamente per scelte commerciali specifiche di Apple. Se non volete avere problemi basta verificare la compatibilità prima di acquistare nuove periferiche. Questo vale per MacOS, per Linux e, anche se in misura minore, per Windows.

Penso sia poco serio liquidare Linux dicendo genericamente che ha quanche “magagna” o delle “incompatibilità”. Forse il discorso meriterebbe un approfondimento.
Max-B

Paolo Attivissimo ha detto...

Come sempre si cade nei soliti luoghi comuni. Della serie “…con Mac funziona sempre tutto”, “…Linux è un sistema bello ma con quanche problema”. A differenza di quanto sostiene Paolo Attivissimo non ho mai avuto problemi con Linux. Conosco persone senza la minima preparazione informatica che usano Linux senza problemi e persone che hanno delle grosse “magagne” irrisolte con MacOS e Windows.

Installami una tavoletta grafica Wacom su un EeePC che ha su la sua distro Linux originale e ne parliamo.

Configurami una Ubuntu su un netbook in modo che possa gestire il PIN della SIM del modem UMTS sulla porta USB e ne parliamo.

Luoghi comuni? Queste sono le mie esperienze e quelle di amici e colleghi.

Max-B ha detto...

"Installami una tavoletta grafica Wacom su un EeePC che ha su la sua distro Linux originale e ne parliamo.
Configurami una Ubuntu su un netbook in modo che possa gestire il PIN della SIM del modem UMTS sulla porta USB e ne parliamo."

@Paolo Attivissimo:
Potrei farti un elenco di periferiche incompatibili con MacOS altrettanto esteso e in alcuni casi evidentemente voluto da Apple per imporre i propri standard o i propri prodotti.

Il mio punto di vista è che bisogna comunque verificare la compatibilità prima di acquistare nuove periferiche. Questo vale sia per Mac che per Linux.

Per questo penso che liquidare come hai fatto tu Linux sia un po' riduttivo. Incompatibilità e "magagne" sono e saranno oggettivamente presenti in qualunque OS.

Max

Anonimo ha detto...

Ma è da sempre cosi....

Tutti confrontano Apple e Microsoft... perche sono grossi, perche sono commerciali... perche paghi una licenza e quindi parti dal presupposto che tutto funzioni.... se compri una macchina e non funzioni torni al negozio e te la riparano... non conosco ancora nessuno che sia riuscito ad entrare a redmond o cupertino per protestare....

Solo perche Linux non si paga deve essere inferiore.... solo perche Loinux non ha un "padrone" significa che è un OS di "serie B".

Tutto questo quando la maggior parte dei servizi che usiamo su internet è su piattaforma linux. Circa il 90% dei server internet mondiali è Linux Based.

Ubuntu poi ha portato il sistema a livello desktop, rendendolo semplice, intuitivo e veloce.

Certo è vero c'è un prezzo da pagare... Linux per far funzionare una periferica non supportata devi fare molte ricerche su internet...

Personalmente sempre meglio che attaccare la presa USB da windows alla lavatrice e vedrsi spuntare un bel pop-up "Nuovo hardware trovato".

Non posso dire di certo di essere di parte perche nella vita faccio il sistemista Microsoft, a casa ho anche un mac e faccio parte di un Linux User Group, quindi le "soluzioni" le ho provate tutte e Linux non posso di certo dire che sia un sistema inferiore.

Ognuno ha i suoi pregi, ognuno i suoi difetti. Ma per ora non ho trovato nulla che posso fare con altri OS e che Linux non puo fare.

Certo alcune cose le fa con meno "impegno" OsX o Windows, ma molte altre con Linux faccio molto prima...

E di certo cassarlo con "è un sistema con qualche maganga" non è di certo professionale quando un sistema operativo di tale portata dovrebbe come minimo essere confrontato al pari degli altri.

Fabio Casolari.

airone76 ha detto...

Come sempre si cade nei soliti luoghi comuni. Della serie “…con Mac funziona sempre tutto”, “…Linux è un sistema bello ma con quanche problema”.

Sono d´accordo: ho installato Ubuntu su svariati computer (vecchi, vecchissimi e nuovi) e non ho mai avuto grossi problemi a parte recuperare i driver per alcune periferiche. Ma scusate: OSX è venduto solo su MAC con hardware ben definito (e quindi logicamente funzionante); quando comprate un computer con Windows normalmente vi appioppano dietro almeno due o tre CD di driver senza i quali le vostre periferiche non funzionano; quante volte assieme ad una periferica vi siete trovati in mano un CD con i driver (per Windows o MAC) da installare?

Il problema con Linux semmai è che viste le politiche commerciali odierne non è facile trovare driver per alcune periferiche e ovviamente si deve "smanettare" (ma se Windows non fosse l´OS dominante questo problema l´avrebbe lui).
A patto di avere i driver su un CD (parità di condizioni con Windows) secondo me l´installazione è molto più semplice e veloce con Linux che con Windows (che nativamente, come dimostra il "plug and pray" :-), non supporta certo molte più periferiche rispetto a Linux).
Senza i Cd dei driver quale percentuale delle vostre periferiche gestirebbe naturalmente windows?

Poi come dice Paolo Linux ha dei lati negativi, ha problemi o bugs (non lo nego), ma se andiamo nello specifico si trovano pure a Windows (ad es. fai gestire una partizione ext3 a windows senza un programma esterno...).

puffolottiaccident ha detto...

Airone, non vedo un motivo al mondo per cui nella mia vita dovrei toccare a mani nude una cosa che si chiama EXT 3.

Cosí come non mi aspetto di dovermi montare i freni o l´impianto di raffreddamento da solo su un´automobile appena acquistata, non vedo perché dovrei avere un´idea anche vaga di cosa sia un EXT3.

Non me ne frega niente di cosa impedisca di:

1)
Installare una tavoletta grafica Wacom su un EeePC che ha su la sua distro Linux originale e ne parliamo.
2)
Configurare una Ubuntu su un netbook in modo che possa gestire il PIN della SIM del modem UMTS sulla porta USB e ne parliamo.

La domanda é: si puó fare o non si puó fare?
é garantito che sul mio prossimo pc si possa fare?

Se la risposta all´ultima domanda é "no" parlar bene del sistema operativo in questione é cacca di cavallo nella sua forma piú chiara e discernibile.

Facciamo l´esempio tanto caro a bill gates: l´automobile.

Conosco gente che si é comprata automobili di 20 anni fa e passa il week end a pitturarle, limarle, ecc. ecc.

Per me non é quello lo scopo di un´automobile.

Sbaglieró, ma per me l´automobile é quella cosa che vado dal punto A al punto B senza insozzarmi le mani di olio.

Sarebbe un bel problema per me che faccio il pizzaboy con la mia propria automobile, se tutto d´un tratto si staccasse la fascetta del tubo che alimenta il radiatore.

Non ha alcuna importanza quanto siano migliori tutte le altre prestazioni, una automobile con un difetto simile, per me é un giocattolo di pannocchia.

Anonimo ha detto...

"Installami una tavoletta grafica Wacom su un EeePC che ha su la sua distro Linux originale e ne parliamo.

Configurami una Ubuntu su un netbook in modo che possa gestire il PIN della SIM del modem UMTS sulla porta USB e ne parliamo."


Questa sera alla riunione della nostra sezione del LUG abbiamo parlato di queste cose:

Su ubntu gestire il PIN della SIM non è un problema, un ragazzo ti posterà a breve come fare...

Per la tavoletta wacom ne ho una in ufficio... la installo su linux e te lo faccio sapere ovviamente sulla distribuzione che pare a me... altrimenti ti chiedo anche io di installarmi una stampante ultima generazione su os9 o una NAS iSCSI su windows 95....

Io te la installo su Linux, poi ti scrivo come si fa...

A presto.. CIAO!!!

Fabio Casolari

Paolo Attivissimo ha detto...

Zero,

Su ubntu gestire il PIN della SIM non è un problema, un ragazzo ti posterà a breve come fare...

Grazie. Preciso che è una Eeebuntu di un amico che mi ha posto il problema.


a installo su linux e te lo faccio sapere ovviamente sulla distribuzione che pare a me..

Eh, no! :-) Quello è il metodo Kobayashi Maru, non vale!

Io ho il problema concreto di mia figlia, che ha un EeePC ed è abituata e affezionata alla distro originale che conosce come le sue tasche e sarebbe davvero carino non dover fare backup e restore e migrazione di tutto da una distro a un'altra soltanto per poter usare una tavoletta grafica.

puffolottiaccident ha detto...

kobayashi maru...

non sono un esperto di seconda guerra mondiale ma suona tipo: "non c´é via d´uscita se non piego le regole a mio favore"

uhm... distro...
tavoletta grafica...

Scusa, Paolo, tua figlia che mano usa per scrivere?

Paolo Attivissimo ha detto...

Puffolotti,

sei sulla pista giusta, ma la III GM non c'entra. Invoca San Google :-)

Usa la destra.

puffolottiaccident ha detto...

Il sistema che usa puó eseguire programmi compilati per una cosa chiamata "fedora core"?

Se cosí fosse, penso che ci potrebbe essere una gabola, il concetto di "pressione" sarebbe booleano ma per il resto potrebbe funzionare.

puffolottiaccident ha detto...

Zero dixit:
"Questa sera alla riunione della nostra sezione del LUG abbiamo parlato di queste cose"

LUG... Linux Under Ground?

Uh, mi sa proprio tanto che d´ora in poi, e per andare a Bologna meglio preferire la macchina al treno.

airone76 ha detto...

Puffolotti... sono perfettamente d´accordo con te, per questo non mi piace se si considera negativo un SO solo per qualche problema "di nicchia". Inoltre se, per mantenere il paragone auto, compro una ruota su cui è scritto che è per una certa altra marca di auto, che dovrebbe andare bene anche sulla mia ma non è specificato e poi sulla mia non va e devo smanettarci accanto per farla andare, non posso lamentarmi della mia macchina! Semmai se proprio mi devo lamentare, lo faccio col produttore della ruota, che non la predispone già pronta per l´uso con la mia macchina.
L´hardware viene venduto compatibile con windows e/o con mac e pochissimo con Linux: non mi posso lamentare con linux se non ha i driver, quando sono i produttori a doverlo fornire.

Comunque io ho trovato Linux esattamente come dici tu: installato su varie macchine rapidamente (e viene facile anche partizionare il disco, cosa che con Windows è più complessa) e gli unici problemi sono stati il driver nvidia sul laptop di mia moglie (attenzione: funzionava tutto tranne gli effetti 3D quindi non era un enorme problema), la scheda audio sul mio e il lettore di impronte digitali (ho semplicemente dovuto cercare il pacchetto driver giusto).

Paolo... io con la tablet di mia moglie (una no-name strana) ho più problemi su Vista che su Ubuntu (vista cerca di usare i suoi driver invece di quelli del produttore e fa conflitto), su Ubuntu l´ho attaccata e andava tutto perfettamente. So che Wacom è una marca più grossa, però non puoi definirlo un grosso problema di Linux se una tablet specifica non funziona... se non avesse i driver per gestire le tablet in generale, allora ti darei ragione, ma problemi su un preciso hardware non possono inficiare il giudizio generale del SO.

Jena Plisskin ha detto...

"kobayashi maru...
non sono un esperto di seconda guerra mondiale"

Manco le basi ! :-) Sei stato sgamato, non sei un trekker, verrai presto assimilato, la resistenza è inutile...

puffolottiaccident ha detto...

Capitano.

Kirk reprograms the simulated Klingons to be afraid of "The Captain Kirk", arguing that he expected to build a comparable reputation.

Artigliere.
Sulu realizes it is probably a trap and refuses to cross the Neutral Zone.

Motorista
Scotty attempts to fight the Klingon ships, employing a series of unorthodox tactics [...]
He eventually loses to a staggering fleet of fifteen ships

Primo ufficiale.
Spock [...] did not take the Kobayashi Maru test while there

Il kafiro dice: Pura fantascienza.

puffolottiaccident ha detto...

Inoltre se, per mantenere il paragone auto, compro una ruota su cui è scritto che è per una certa altra marca di auto, che dovrebbe andare bene anche sulla mia ma non è specificato e poi sulla mia non va e devo smanettarci accanto per farla andare, non posso lamentarmi della mia macchina! Semmai se proprio mi devo lamentare, lo faccio col produttore della ruota, che non la predispone già pronta per l´uso con la mia macchina.
---
appunto.
---
Oh, del tipo che:
Quello che di male dico di linux non é che lo ho sentito nella sala torture personale di zio billy, lo ho sentito direttamente dai pinguinisti talebani.

puffolottiaccident ha detto...

mi stupisce grandemente il fatto che molti seguaci di linux non riescono a capire in alcun modo che QUELLO é esattamente il problema di cui si parla.

Cioé, Airone... windows ha senz´altro dei difetti, e vedo bene che gli sviluppatori di linux si adoperano per non ripetere gli errori di microsoft sulle 8.61E880953 distro di linux...

Ma ancora sono a parsecs da risolvere il problema principale,

Quello che ogni finestrista della galassia dice:

"Finché non é risolto faró solo degli svogliati tentativi di pinguinismo ogni 2-3 anni, tentativi che abbandoneró al primo problema che incontro"

Non ha la benché minima importanza di chi sia la colpa.

Per me, e penso di parlare a nome di molti finestristi, non mi interessa minimamente sapere il perché "linux" non funziona in uno schiocco di dita.

Come posso dirlo...

Me... il grande e potente puffolottiaccident... non prende in mano chiavi inglesi.

é piú chiaro, cosí?

s1m0 ha detto...

il ragazzo che ti deve postare le istruzioni per gestire il pin del modem usb su linux sono io.

Dato che ti piace dettare un po le regole, il modem però lo scelgo io.

Se è un Huawei non ci sono problemi.

vai qua https://forge.betavine.net/projects/vodafonemobilec/

scarichi il pacchetto per la tua versione e l'installi.

Se posso, un piccolo appunto.

Ho avuto l'eeepc e togli quella distro, con quel desktop a mio avviso orribile. Preferisco 100 volte una ubuntu normale. L'unica cosa bella di quella distro e che la scarichi dal sito e puoi creare una chiavetta bootabile per l'installazione, ma ubuntu 9.04 la trovo migliore. Poi se ti piace smanettare io ho cambiato netbook, ora ho un samsung nc10 con triplo boot (mac osx, win7 e ubuntu 9.04)

quello che uso piu spesso e ubuntu. A parità di pc è il più veloce.

Salut

puffolottiaccident ha detto...

L´arte della programmazione é 10 per cento scrittura di codice e 90% si divide fra:
A) convincere il cliente che l´unico linguaggio che conosci é il tramite per la soluzione ideale
B) persuadere il cliente che le soluzioni che non sai applicare non sono comunque idee positive...

airone76 ha detto...

Puffolotti...
ma allora il problema non è più di Linux o di Windows, ma dell´utente che per avere un SO decente con Windows si sbatte e con Linux vuole avere la pappa pronta :-)

markogts ha detto...

Più che altro, non mi risulta che Windows sia un sistema operativo "chiavi in mano". Almeno con xp, c'è da smanettare per garantire una certa sicurezza e trasparenza. Spybot, firewall, antivirus, browser efficienti e aggiornati, scansioni antivirus continue. Poi tutte le chiavi di registro perse per strada, le disinstallazioni abortite. Certo, se uno si illude che tutto quello che non si vede non esiste, allora Windows è fantastico. Ma la realtà è amaramente diversa.

rutto ha detto...

tutto molto bello. Ma perche' c'e' una foto di Dead Potter nell'articolo?

puffolottiaccident ha detto...

Airone... Il grande e potente puffolottiaccident non si sbatte.
Il grande e potente puffolottiaccident compra il pc giá pronto, e usa gli applicativi portabili.

Scherzi a parte... hai finalmente centrato il punto, voglio ESATTAMENTE la pappa pronta, cosa che windows mi ha sempre dato.

Senza sbattermi.
O sbattendomi il meno possibile.

puffolottiaccident ha detto...

se parli di pappa piú o meno pronta...

Windows é pasta da riscaldare un minutino,
linux é un toro inferocito che ringhia "venderó cara la pelle, amico."

Dai, non venirmi a dire che IO metto lo stesso impegno ad installare windows e linux, non sono assolutamene il tipo che si fissa su una posizione per orgoglio.

theDRaKKaR ha detto...

certo che se nei LUG son tutti str... così... :-)

Licia ha detto...

>Volevo segnalare che esiste The Linux Wacom Project per trovare i driver di installazione di quasi tutte le pen tablet Wacom in ambito Linux.

Anonimo ha detto...

win7 è davvero una roccia, gira da Dio sul mio netbook acer D150 (ho diverse licenze della ultimate originali) e sui 2 pc principali.. non che vista andasse male anzi, per chi lo usa ancora, il SP2 è raccomandato ;) stavolta si può dire che MS ha fatto centro.. ciao ragazzi W il mondo dell'informatica!! =)