Cerca nel blog

2009/08/04

“Knowing”, promuovere un film aprendo un blog

Contenuti al posto di spot: il blog di Knowing - Segnali dal futuro


La Eagle Pictures ha avuto un'idea interessante e inconsueta per promuovere il suo film Knowing - Segnali dal futuro: visto che la pellicola con Nicolas Cage parla di un misterioso codice che preannuncia i disastri con precisione letteralmente matematica, ha creato un blog nel quale ha invitato un po' di gente che ha a che fare con misteri, catastrofi e presunti presagi e complotti.

Si spazia dall'Area 51 alla presunta morte di Paul McCartney negli anni Sessanta alle teorie sulla falsificazione degli sbarchi sulla Luna e si tocca anche l'11 settembre. Su quest'ultimo argomento è stato chiamato a parlare Giulietto Chiesa, il cui intervento è stato pubblicato in tre puntate (una, due e tre).

Segnalo in particolare la nuova perla complottista di Chiesa: l'aereo al Pentagono c'era, dice adesso. Ma come? Ha sempre detto che non c'era. Aspettate a festeggiare quest'apparente rinsavimento, perché la sua nuova teoria è che ci fosse "un missile che si trovava nascosto nella punta dell’aereo e che era stato preparato per tempo. Quindi l’aereo c’era, perché se vuoi fare una cosa la devi fare in modo intelligente [sic], ma era senza passeggeri e aveva al suo interno, magari nella fusoliera, un missile che nello spazio di poche frazioni di millesimo di secondo ha sparato apposta."

Giuro, scrive proprio così qui. E ci sono altre perle che vi lascio il dubbio piacere di scoprire, per toccare con mano quanto il cospirazionismo undicisettembrino sia già arrivato alla frutta e l'abbia saltata con gesto atletico tuffandosi direttamente nell'ammazzacaffè. Con conseguenti deliri di chiara ispirazione etilica.

Ora tocca ai debunker fare le pulci alle teorie cospirazioniste, e sono stato invitato a rispondere alcune domande sul tema dell'11/9 e indirettamente ribattere con i fatti e i dati alle fantasie da film di James Bond presentate da Giulietto Chiesa. Se la cosa v'interessa, la prima puntata è qui e i commenti sul blog di Segnali dal futuro sono aperti a chiunque.

61 commenti:

Skure ha detto...

giuliooooooooo, torna a casaaaaaa è pronta la cenaaaaaaaaaa

si freddaaaaaa sbrigatiiiiiii

dyk74 ha detto...

Quando leggo certe cose di Chiesa & friends mi viene un dubbio... il buonsenso sanno cos'e'??

Vittorio ha detto...

il cospirazionismo ha toccato il fondo da un pezzo.
come tutti sanno una volta toccato il fondo..... si inizia a scavare.
tra poco attraverseranno tutto il pianeta.

Piccola ha detto...

e comunque la locaindina è un po' troppo simile alle atmosfere di lost :-O

Roberto ha detto...

@ Vittorio

.. così sarà verificata la teoria della Terra cava

Skeptic ha detto...

Ancora giulietto? Ma quando si stancherà di sparare cxxxxte?

Sheldon Pax ha detto...

Occhio, potrebbe scoppiare una nuova moda cospirazionista: il Superenalotto!!!!

Domenico ha detto...

Voglio anche le scie chimiche! Non è giusto che la fesseria più grande non ci sia! E poi anche il 2012, non può mancare!

Miki601 ha detto...

"Quindi l’aereo c’era, perché se vuoi fare una cosa la devi fare in modo intelligente [sic]"

Scusate ma non riesco ad arrivarci: dov'è l'errore?

Paolo Attivissimo ha detto...

Miki,

non è un errore di grammatica o sintassi. E' un errore di raziocinio. L'idea di simulare uno schianto di un aereo civile dirottato usando un aereo militare travestito da aereo civile che contiene un missile che viene sparato come apripista, perché altrimenti 120 tonnellate d'aereo lanciate a 800 km/h potrebbero non farcela a sfondare una facciata di un edificio, e sperando oltretutto che nessuno dei testimoni veda il missile, si sposa con tanti aggettivi, ma di certo non con "intelligente".

John Wayne jr. ha detto...

Se nell'aereo c'era il missile, nel missile cosa c'era? Il bastone che picchiò il cane che morse il gatto che si mangiò il topo che al mercato mio padre comprò?
Tra il Chiesa e la Chiesa non si sa più a che santo votarsi!

Mike J. Lardelly ha detto...

E' un'ottima idea l'apertura di quel blog. Finalmente un forum neutro dove cospirazionisti e debunkers possono confrontarsi ad armi pari.

Anche io bramo la presenza di Marcianò e Pattera, ma probabilmente non si vuole infierire sui brandelli della loro dignità personale.

In ogni caso, commenterò!

Fozzillo ha detto...

Secondo Chiesa la prova che il missile c'era è il foro sul terzo anello.

Non ha ben chiaro cosa sia una esplosione, se il missile c'era ed è esploso, che cosa ha provocato quel foro?

E poi sta storia dei passeggeri che non c'erano ma che sono stati uccisi lo stesso magari da un'altra parte per usare un aereo camuffato da civile ma non tanto bene....

Non sarebbe stato più facile modificare l'aereo in questione e telecomandarlo sul pentagono direttamente?

Miki601 ha detto...

Grazie Paolo, cercavo proprio qualcosa nella sintassi o nella grammatica, dato che davo per scontata la carenza di contenuti sensati nella citazione di Chiesa!

Replicante Cattivo ha detto...

il cospirazionismo undicisettembrino sia già arrivato alla frutta e l'abbia saltata con gesto atletico tuffandosi direttamente nell'ammazzacaffè. Con conseguenti deliri di chiara ispirazione etilica.

Quanto mi piacerebbe crederlo, ma purtroppo non penso sia così. Le teorie possono anche essere ridicole, ma il complottismo continuerà ad esistere.
Ok, le teorie sono sempre più ridicole e incompatibili e a livello RAZIONALE diventa sempre più difficile crederci anche per uno "scettico"...che ragiona razionalmente!
Ma qui non si parla di razionalità: si parla di persone per cui anche se gli spieghi la rava e la fava, alla fine ti diranno "sì però ho ancora dei dubbi" e se non te lo dicono, lo pensano.
E' un po' come quelli che ora sostengono che Micheal Jackson sia vivo, irriconoscibile e in un luogo segreto...ma il fatto che un 50enne, imbottito di droghe e farmaci, che pesava 40 kg bagnato e che perdeva letteralmente i pezzi possa davvero essere morto è un'idea così impossibile da concepire?

Tu puoi anche prendere una di queste persone, farle ragionare e pensare di averle convertite, poi arriva il primo Ruggeri/Giacobbo di turno e ti manda a ramengo tutto il lavoro.

Siccome io abito in campagna, ti faccio un bell'esempio: hai presente quando di notte regna un silenzio magnifico, ma ad un certo punto si sente abbaiare un cane in lontananza? In pochi secondi decine di cani -compreso il tuo- stanno facendo un concerto, per la gioia di chi voleva dormire in santa pace. Poi pian piano il rumore si spegne, magari tu sei uscito un attimo a tranquillizzare il tuo cane per farlo smettere e
sembra tornata la pace...fino a quando un altro stramaledetto cane ricomincia ad abbaiare e tutti -compreso il tuo- ricominciano >:(

I complottisti sono così, il fatto che le loro teorie siano sempre più ridicole può far felici noi, ma di fatto non penso cambi nulla.

Andreas.B.Grogan ha detto...

Mike J. Lardelly ha detto...

E' un'ottima idea l'apertura di quel blog. Finalmente un forum neutro dove cospirazionisti e debunkers possono confrontarsi ad armi pari.


Perdonami se faccio l'uccello del malaugurio...ma gia' mi immagino flood di insulti e strepitii isterici gravidi di maiuscole e punti esclamativi al grido di "dalli al debunker"...

Thomas Morton ha detto...

Paolo, non ci arrivi proprio. I testimoni non potevano vedere il missile perché quello "ha sparato apposta", in "poche frazioni di millesimo di secondo".

Un tempo piccino piccino picciò.

Domenico_T ha detto...

Interessantissimo esperimento, spero che il confronto resti civile e che la moderazione sia efficace :)

juhan ha detto...

Mi sembra che ci sia la solita carenza: mancano i templari. Senza templari ogni teoria complottista è incompleta. Per fare un esempio è come scrivere codice C++ senza templates.
O viene patchato o non lo considero una cosa seria, degna di sviluppi.

Lupacchiotto ha detto...

Tra parentesi avete letto della nuova forma di complottismo? Quelli per cui Barak Obama non è nato nella Hawaii ma in Kenya...
Paolo hai avuto modo di "leggere" qualcosa?

puffolottiaccident ha detto...

Se salta fuori che barak obama é un tutsi, un falash murá o un angola.... mi ubriaco a morte.

puffolottiaccident ha detto...

un presidente degli stati uniti serbo peró sarebbe meglio.

Paolo Attivissimo ha detto...

Lupacchiotto,

ho già pubblicato un articoletto sui "birther" qualche tempo fa, a novembre 2008, ma sto lavorando a un aggiornamento. C'è da morir dal ridere: esiste una forma di complottismo ancora più idiota di quello dell'11 settembre e persino del lunacomplottismo.

La cosa divertente è che i leader dei vari complottismi sono spesso le stesse persone.

Danilo Salvadori ha detto...

Tra l'altro Segnali dal Futuro è una tavanata terrificante degna del peggior episodio di X-Files. Perfino le scene d'azione e di effetti speciali sono fatte male per i tempi in cui viviamo. Sconsiglio a chiunque di spenderci troppi soldi.

Mike J. Lardelly ha detto...

Andreas,

purtroppo avevi ragione. D'altra parte quando ci si sente in un vicolo cieco si tende a mordere, non a dialogare.

Paolo Attivissimo ha detto...

Danilo,

dove l'hai già visto? In Italia mi risulta debba ancora uscire ma in USA è già su Blu-Ray. E' quella la tua fonte?

psionic ha detto...

Beh, sparare un missile come apripista da un aereo non serve a una cippa.

La quantità di moto del sistema missile aereo è comunque la stessa. Se il missile aveva una carica esplosiva, tanto valeva metterla nell'aereo direttamente, se il missile aveva un propulsore aggiuntivo, tanto valeva metterlo nell'aereo e basta.

Ergo, quel missile sarebbe comunque assolutamente inutile.

Comunque noto con interesse come tutte le teorie complottiste iniziano con tesi assurde e poi piano piano virano verso la normalità. Come con le scie chimiche, prima gli aerei rilasciavano scie chimiche ben visibili di giorno, a 2000 metri di quota, con aerei non identificabili, in posizioni diverse che dai motori.

Adesso i militari si sono fatti furbi: Le scie chimiche sono anche invisibili, irrorano di notte, irrorano dai motori, a 10000 metri, con aerei camuffati da aerei delle varie compagnie. Che scemi sti militari, com'è che non ci hanno pensato prima?

Mike J. Lardelly ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Mike J. Lardelly ha detto...

Psionic,

a me pare il contrario.
Nel caso delle scie chimiche, prima si parlava di irrorazioni per eliminare o formare nubi (cosa tra l'altro possibile), ora Tanker Enemy crede che si tratti di nanomacchine che leggono il pensiero e producono fibre plastiche nei soggetti sensibili.

Nel caso del Pentagono, prima si parlava di missile, ora che è stato appurato incontrovertibilmente che nei pressi c'era un aereo, pur di non eliminare il missile è stata formulata l'ipotesi del missile nell'aereo...

a proposito, che fine avrà fatto il buco di "Cinque metri, ripeto CINQUE METRI di diametro"?

Lupacchiotto ha detto...

Grazie mille!
Come sempre Paolo sei un passo avanti! Anzi sei così avanti che se ti giri indietro vedi il futuro!

:)

Grazie anche per l'intervista a Chiesa, meglio che leggere i fumetti! Fantastico!

Danilo Salvadori ha detto...

Paolo, ho degli amici che gestiscono un portale italiano dedicato al cinema quindi ogni tanto riesco a recuperare film in anteprima (ovviamente in lingua originale). :-)

psionic ha detto...

@Mike J. Lardelly:

Sì sì, ma quello è un altro aspetto.

Non parlo delle motivazioni (altrettanto ridicole) ma proprio dei modi.

Prima si avanzavano ipotesi assurde sui modi di perpetrare questo "complotto", adesso si sta arrivando a dire, praticamente, che se il complotto c'è, si tenta di mascherarlo comportandosi nella maniera più "naturale" possibile.

La prima ipotesi che, finalmente, avrebbe senso, se non fosse stato detto di tutto e di più in precedenza.

Danilo Salvadori ha detto...

Tra l'altro ci speravo molto in questo film perchè Alex Proyas ha girato degli ottimi lavori cinematografici come Il Corvo o Dark City.

Danilo Salvadori ha detto...

psionic, mi intrometto un secondo nel discorso. Credo sia naturale un'evoluzione della teoria complottista. All'inizio, di fronte ad un evento come l'attentato alle due torri, le prove sono poche e le ipotesi sono tante, quindi diventa terreno fertile per un complottista.
Poi, più si scoprono prove, più è necessario, se si vuole proseguire nel vendere i propri DVD, a dover adattare le teorie ai fatti. Se qualcuno parlasse ora di "buco di 5 metri" e di "assenza di aerei" si farebbe ridere dietro pure in ambito complottista.

Infatti, al contrario, nei campi come l'ufologia, dove i debunkers non presentano prove loro stessi ma si limitano a confutare le prove esistenti, le teorie si fanno sempre più deliranti.

Replicante Cattivo ha detto...

Secondo me l'unico modo per far ammettere a un complottista di essere un caso senza speranza e' fargli questa domanda:

-Per te, quale potrebbe essere la prova che ti riuscirebbe a convincere che la teoria "ufficiale" è vera e non esiste alcun complotto?

Solitamente la risposta è "Niente e nessuno potrà farmi cambiare idea", ammettendo con la loro stessa voce che loro non credono in una teoria, ma in un dogma.

Oppure potranno chiedere prove che è impossibile fornire loro: la foto del cadavedere di Micheal Jackson, oppure una confessione filmata di tutti gli arabi i quali confermano che gli americani sono "innocenti" riguardo l'11/9.

-Ma quindi se io ti portassi la foto del cadavere di Micheal Jackson o del modulo lunare (NB: facciamo finta che non abbiano ancora scattato le foto dell'altra settimana) oppure le analisi di un campione di scia di condensazione, cambieresti idea?

- TU inizia a portarmele

-Ok, ma per un attimo fingiamo che abbiano appena fatto le foto al cadavere di Jackson per dimostrare che lui è davvero morto e le abbiano mostrate in tv. Ti convinceresti che è davvero morto?

- Potrebbe benissimo essere un manichino, del resto chi andrebbe a controllare? Saranno tutte persone pagate dal suo entourage

A quel punto, anche se con un giro di parole più lungo, il complottista ha appena dimostrato che lui ha fatto un atto di fede.

Van Fanel ha detto...

@Vittorio: No, quello è "The Core"!
@juhan: puoi sempre usare il polimorfismo. Ottimo per dissimulare un missile. Per approfondire, trasferiamoci a Rennes le Chateau...
@Mike J. Lardelly ha detto: Non erano 5 metri, ma 5 gigabyte di watt.

Smiley1081 ha detto...

Come fa ad essere cava, la terra, se e' piatta?

Comunque ho apprezzato l'intervento di 415287 ....

YourWay ha detto...

grande
OneEnergydream.blogspot.com

Smiley1081 ha detto...

Beh, come Presidente degli Stati Uniti vedrei meglio mia nipote, che e' nata negli USA, per cui puo' essere eletta, pero' e' anche livornese.

Gia me la immagino ad iniziare il Discorso sullo Stato dell'Unione esclamando "Budiulo!"

Suo fratello invece non va bene, dichiarerebbe troppe guerre...

Domenico_T ha detto...

Replicante, ti do perfettamente ragione.

La settimana scorsa una complottista chiedeva sul suo blog foto dei moduli lunari per credere all'avvenuto sbarco, sostenendo che in realtà basterebbe puntare Hubble sulla Luna bla bla bla.
Le linko le foto dell'LRO ma, toh, non vanno bene. Poco definite, non si distingue niente e che ci assicura che non siano false? Classico spostamento dei paletti.
Le ho fatto notare che 1) dovrebbero arrivare foto più definite 2) se quelli non sono i moduli lunari, allora cosa sono? 3) anche se mandassimo un astronauta a farsi fotografare accanto al modulo, direste che lo hanno mandato di nascosto in questi anni.

Ovviamente commento non pubblicato con solita chiusura del dialogo perché sono un disinformatore prezzolato bla bla bla.
Io direi, ma magari, così la smetto di uscire con 30€ nel portafogli il sabato sera.

Il complottismo non è una teoria, è una fede a cui piegare ogni prova o indizio.

Un po' come i cristiani che vedono la Madonna nelle macchie di umidità sui muri.

Elena ha detto...

Ho visto il film in anteprima. Bruttino.

Matz ha detto...

C'è un fatto positivo: Chiesa getta la maschera! Non si nasconde più dietro il suo "Noi non diamo risposte, noi poniamo solo delle domande". No qui sparano una teoria, che può essere facilmente sbufalata.

Replicante Cattivo ha detto...

@ Domenico_T

Il complottismo non è una teoria, è una fede a cui piegare ogni prova o indizio.
Un po' come i cristiani che vedono la Madonna nelle macchie di umidità sui muri.


Appunto: tu puoi prendere tutti quei fedeli, spiegare loro cos'è la pareidolia, oppure tentare di far ragionare loro sul fatto che una divinità avrebbe tutt'altro modo per dimostrare la propria esistenza che non apparire su muri vetrate (magari facendo gonfiare il portafoglio di chi fa pagare chi vuole vederle da vicino).
Ok, è vero che qui si parla di teorie e ragionamenti basati sul buon senso, mentre nel caso dell'11/9 esistono delle prove, ma facciamo finta che tu riesca a convincere qualche fedele che quella macchia è una semplice macchia.
Ti dirà timidamente "ok, ho capito" e se ne andrà fissando per terra...e il giorno dopo sarà a pregare sotto un'altra macchia di muffa, perchè la ritiene molto più somigliante alla madonna rispetto a quella di ieri.
Così funzionano i complottisti.

Riccardo ha detto...

Quindi, insomma, da tutto quello che avete detto, mi sembra di poter concludere che il complottismo è una malattia incurabile.
E pure contagiosa, aggiungerei io.
O no?

Hanmar ha detto...

poche frazioni di millesimo di secondo

Si, c'era un nanomungo che, nanocronometro alla nanomano, ha schacciato un nanobottone per sparare un nanomissile formato XXXXXXXL.

Giulietto, ma va' va'.

Saluti
Michele

Domenico_T ha detto...

Quindi, insomma, da tutto quello che avete detto, mi sembra di poter concludere che il complottismo è una malattia incurabile.
E pure contagiosa, aggiungerei io.
O no?


Direi che hai tristemente ragione, non ho letto mai di un complottista che ha ritrattato anche solo in parte.
Ne esiste qualcuno?

Mike J. Lardelly ha detto...

sì, mi pare che Vibravito abbia fatto marcia indietro. Però lui era un seguace, non un ideologo.

Domenico_T ha detto...

Uhm, mi pare che Vibravito abbia cancellato il blog e non partecipi più su Tankerenemy, ma se non sbaglio è presente ai convegni sciachimisti.

Sto facendo casino con i tempi o è sparito sul serio?

motogio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
motogio ha detto...

@ Domenico_T

Direi che hai tristemente ragione, non ho letto mai di un complottista che ha ritrattato anche solo in parte.
Ne esiste qualcuno?

Qualcuno esiste vedi Oliver Stone per il film "JFK - Un caso ancora aperto".

cito da Wiki.it

Dopo le numerose critiche, il regista Oliver Stone, in un'intervista, ha dichiarato: «Con questo film non intendo affatto dire: "guardate qui, le cose sono andate esattamente così come descritte". Mi sono, invece, soltanto limitato ad ipotizzare una ricostruzione dei fatti come avrebbe fatto un buon detective, tutto qui".»

Peccato che quando una persona guarda il film pensa che sia una storia vera e non un ipotesi :(

Il problema è che non ammette di essere in torto, ma si difende dicendo che è solo un film e per questo non è tenuto a dire la verità.

Replicante Cattivo ha detto...

@ Domenico_T

Direi che hai tristemente ragione, non ho letto mai di un complottista che ha ritrattato anche solo in parte.Ne esiste qualcuno?


Eccomi. Anche se io forse ero più uno scettico, ma in fondo ci credevo.
Quando sono approdato su questo blog anni fa, grazie al servizio antibufala, ero poco più che 20enne e davo retta ai complotti sull' 11/9 e l'allunaggio (ma poi stop!).
E infatti avevo storto il naso quando vidi che questo blog, così divertente e interessante, dava ragione alle "tesi ufficiali" anzichè smascherare questi presunti imbrogli.
E anche io esordii -ma lo feci in maniera educata- con l'abc dei complottisti: ad esempio parlando delle "esplosioni" delle finestre oppure della sparizione dei motori dell'aereo al pentagono. E nutrivo seri dubbi sul fatto che il quarto sia stato fermato dagli stessi passeggeri, anzichè essere stato abbattuto.
Mi sono state date risposte che al momento ritenevo "di circostanza", ma proseguendo la lettura dei commenti e dei post passati, ho capito quanto ero stato fesso a dar retta a qualche video di youtube o al solito dj radiofonico che parlava del sito Luogocomune.

Però credo che ai tempi non avrei mai dato retta alla storia delle scie chimiche o dei rettiliani, quindi forse non ero un complottista doc :)

markogts ha detto...

Ogni tanto i complottisti si rendono conto delle ca$$ate che dicono. Però non vengono da nessuna parte a dire "scusatemi, mi sono sbagliato". Chiudono blog, account youtube, cancellano commenti e spariscono, fischiettando.

Domenico_T ha detto...

Replicante, sono lieto della tua "conversione" alla ragione :D

Con "complottista" mi riferisco però ad uno doc, tipo un Chiesa, un Mazzucco, un Marcianò.
Insomma qualcuno che sostiene veementemente le tesi cospirazioniste per poi rendersi conto che sono fuffa.
Mi pare che una ritrattazione del genere non sia ancora successa, ma forse sono poco informato.

Replicante Cattivo ha detto...

@ Domenico_T

Ma chi ti dice che loro ci credano ancora? Magari sono i primi ad essersi resi conto che hanno diffuso fuffa, ma capisci che loro ci hanno costruito sopra un business: ritrattassero, farebbero una figura meschina davanti ai loro adepti, temendo poi essere accolti dai debunker per essere trattati come dei "poverini".
E alla fine non avrebbero più nulla.
Così invece continuerebbero a poter contare sui loro adepti, poichè la struttura del complottispo permette loro di sopravvivere a qualunque critica. E preferiscono essere considerati dei re tra gli imbecilli, che dei poverini tra la gente normale.

E' un po' come quando i politici, anzichè scusarsi per qualche magagna, come essere beccati con droga e prostitute: se si scusassero (ammettendo di aver commesso il fatto) temono di fare una figuraccia sia davanti ai loro elettori e di dare un punto a favore dell'opposizione. E allora, anche quando sanno di essere indifendibili, preferiscono rincarare la dose (come quel politico beccato a prostitute, che osò dire che i politici "sono vittime della lontananza dalla famiglia").

usa-free ha detto...

"ma era senza passeggeri e aveva al suo interno, magari nella fusoliera, un missile che nello spazio di poche frazioni di millesimo di secondo ha sparato apposta."

E perchè avrebbe dovuto spararlo? Non sarebbe stato sufficiente posizionarlo sulla punta dell'aereo, sotto il cockpit, e far sbattere direttamente aereo+missile?

Quest'uomo è sempre più suonato! O_o

Ah Giulietto, se fai tutto questo per guadagnarti il Perlone 2009, te lo puoi scordare, Straker deve bissare il successo dell'anno scorso!

Nun ce provà! ^O^

suz ha detto...

Io non amo quando i giornalisti usano le frasi fatte del tipo
"rullano i tamburi di guerra"
oppure
"sono alla frutta",
ma in questo caso l'idea che Chiesa sia saltato direttamente all'ammazzacaffè mi sta facendo morire di risate!

Pape ha detto...

AHAHA, grande Paolo. Peccato solo che se leggere Chiesa è stato molto interessante (il modo in cui distorce la realtà è favoloso) leggere il tuo intervento è stato di una noia mortale. Non è colpa tua, ma del fatto che alla fine, i dubbi che sbufali sono sempre gli stessi: i complottisti non hanno fatto passi avanti da anni, e ribadiscono all'infinito le solite tesi, al massimo con piccole variazioni che però non hanno a che fare con le obiezioni mosse dai debunker.

Sfiorando l'OT, complimenti per la collaborazione con Wired italia. Tra l'altro, sono partito incredibilmente scettico con quella copertina, ma l'articolo "complottista" era veramente interessante.

Pape

Marco ha detto...

ciao, in realtà, l'assurdità dell'aereo missilato non è nuova: fin dal 2006, Chiesa rispondeva ad un suo lettore:
Io non affermo che si è trattato di un missile. Potrebbe essere stato un aereo drone (senza pilota) caricato con un missile ad alta penetrazione.

il link completo è quahttp://www.giuliettochiesa.it/modules.php?name=Sections&op=viewarticle&artid=412

Claudio ha detto...

Ciao! Prima di tutto vorrei fare i complimenti al sito, che frequento da un po' di tempo, a Paolo e al suo lavoro giornalistico.
Riguardo all'atteggiamento dogmatico dei "complottisti" non riesco a farmene una ragione, è veramente frustrante e faticoso intavolare un discorso serio con la quasi totalità di loro, e se riesci a farlo è perché magari non sono totalmente convinti di ciò che pensano. Ultimamente ho avuto una disputa "intellettuale" con un mio amico, che peraltro ho sempre stimato per il suo acume, su 11/9, scie chimiche e complotti lunari, traendo tra l'altro gran parte del materiale per le mie ricerche dal Disinformatico. Quello che non cesserà mai di stupirmi è la completa inflessibilità di chi crede in queste cose, anche quando li poni davanti alle contraddizioni e agli elementi deboli. Piuttosto chiudono il discorso con la solita frase: "Svegliati, la realtà è questa e fai di tutto per non vederla.". A quel punto ti accorgi che il discorso si è spostato su un altro livello (o forse ci è sempre stato), quello opinionistico e politico, e quindi gli argomenti "tecnici" possono essere tranquillamente messi da parte, tanto si dimostrano potenzialmente inutili. E dire che dal punto di vista ideologico io e il mio amico abbiamo molti punti in comune (tranne il "complottismo"), questa è la parte in assoluto più divertente.
Ma non mi stupisco più di nulla. I media hanno scelto di puntare più sull'audience che sulla vera informazione, obiettiva e approfondita. Altrimenti non si spiegherebbe come mai quell'allegrone di Giacobbo si faccia chiamare "giornalista" o, peggio, divulgatore. Vi prego, smentite queste ultime mie parole.

markogts ha detto...

@ Claudio:

E dire che dal punto di vista ideologico io e il mio amico abbiamo molti punti in comune-

Guarda, sfondi una porta aperta. Con le scie chimiche ho visto scienziati pacifisti mettersi a "difendere gli aerei" (anche quelli militari) per amore della verità. Sull'11 settembre, il rumore di fondo creato dai complottisti ha sempre inquinato una sana critica all'operato dell'amministrazione Bush.

Se il tuo amico si fida di te, prova ad affrontare un argomento alla volta, fissando per bene i paletti. Ad esempio, sulle scie chimiche, basta mettersi a confrontare radiosondaggi con stime dirette delle quote, come fatto ad esempio qui. Uno può convincersi con i propri occhi. Per l'11 settembre, la faccenda è un po' più complessa, c'è una letteratura sterminata. Anche lì, piccoli passi, affrontare un argomento alla volta.

MadiC ha detto...

Carissimo Paolo, ma qui sta diventando sempre più facile il tuo compito. Questo è il cambio automatico dell'anticomplottismo! :)