skip to main | skip to sidebar
0 commenti

Antibufala: le verdure mutanti di Fukushima

Questo articolo era stato pubblicato inizialmente il 26/07/2013 sul sito della Rete Tre della Radiotelevisione Svizzera, dove attualmente non è più disponibile. Viene ripubblicato qui per mantenerlo a disposizione per la consultazione.

Stanno circolando sui social network e anche in alcuni siti di testate giornalistiche (ABC, Daily Mail, Yahoo Notizie, Panorama) numerose immagini che documenterebbero gli effetti dell’incidente nucleare di Fukushima sulle piante: pomodori deformi, cavolfiori giganti, rape e melanzane che sembrano mani, e altro ancora.

Ma i detective antibufala di Urban Legends hanno identificato le immagini presentate come “prove” dei danni alla natura legati al disastro di Fukushima e hanno scoperto che non solo mostrano variazioni e fenomeni che avvengono normalmente e frequentemente in natura, ma sono state scattate prima dell’incidente e quasi tutte in luoghi ben lontani dall’area colpita.

In altre parole, qualcuno ha fabbricato intenzionalmente la notizia. Un gesto sconsiderato che ha creato ulteriori paure e confusione, ma anche le persone e le testate che hanno diffuso la notizia senza verificarla sono state altrettanto imprudenti. Cercate di non fare altrettanto, anche se è facile cadere in tentazione quando una notizia corrisponde alle nostre paure e ai nostri pregiudizi.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).