skip to main | skip to sidebar
19 commenti

Clima: la petizione anti-ecobufale di Zichichi si rivela una bufala

Scansione tratta da Qualenergia.
Questo articolo vi arriva gratuitamente e senza pubblicità grazie alle donazioni dei lettori. Se vi piace, potete farne una anche voi per incoraggiarmi a scrivere ancora. Ultimo aggiornamento: 2017/07/29 8:10.

Ai primi di luglio Il Giornale ha pubblicato una petizione (versione completa qui), anzi, un “appello della scienza”, contro le “eco-bufale” (che, parrebbe di capire, sarebbero i cambiamenti climatici di origine umana), con la partecipazione di Antonino Zichichi. Titolo: “L'inquinamento va punito come reato, ma è da ciarlatani dire che modifica il clima”. Notate il ciarlatani.

L’appello risultava sottoscritto da venti scienziati. Certo, una rondine non fa primavera e venti scienziati non sono “la scienza” nel suo complesso, anche perché nessuno di quei venti è climatologo. Ma salta fuori che alcune delle loro adesioni sono false.

Antonello Pasini, insieme a Climalteranti, ha contattato questi firmatari chiedendo se avessero davvero aderito alla petizione del Giornale e di Zichichi. I risultati sono eloquentissimi: li trovate nell’articolo di Pasini.

Se si arriva a mentire e manipolare per sostenere la propria tesi, forse la tesi è marcia.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (19)
Del resto, cosa ci si può attendere da personaggi come Zichichi e il direttore de Il Giornale?
Grazie Paolo, grazie a te ho trascorso alcuni minuti di puro divertimento leggendo l'articolo del quotidiano e i commenti dei lettori. E ne ho approfittato per rileggere qualche passo delle Zichicche.
Va da sé che le argomentazioni del prof. non meritano alcun commento...
Mi chiedo perchè non si impone al "Il Giornale" e a tutti quelli che pubblicano bufale di, una volta beccati, di pubblicare sulla prima pagina e a caratteri cubitali la scritta: "SIAMO BUFALARI".
Hahaha, fra i firmatari c'è anche Luca Mercalli, che ha addirittura condotto un programma in TV per descrivere gli effetti dei cambiamenti climatici... ma magari è un omonimo, oppure il gemello malvagio di Mercalli. :)
Il link all’articolo di Pasini porta a un Error 404 Not Found.
storia vergognosa. Spero che all'origine vi sia l'età vetusta del soggetto in questione.
Spero anch'io che l'età del soggetto abbia un peso nella questione.
D'altra parte lo ricordo quando ben 17 anni fa sosteneva in TV incurante di ogni logica che il nuovo millennio sarebbe iniziato il 1° gennaio 2000... quindi già allora dava segni di un certo distacco dal buon senso.
Davser,

puoi riprovare? L'ho provato prima ed era a posto.
@Larry

"Hahaha, fra i firmatari c'è anche Luca Mercalli, che ha addirittura condotto un programma in TV per descrivere gli effetti dei cambiamenti climatici"

Luca Mercalli è tra i firmatari della lettera di Pasini, non dell'appello di Zichichi.


Fatta questa precisazione, vorrei far notare che, tra quei 20 firmatari della petizione, solo 5 pare che abbiano risposto alla richiesta di Pasini, mentre degli altri 15 non si ha ancora nessuna notizia, per cui classificarla come bufala mi sembra ancora piuttosto prematuro.


Infine vorrei spezzare una lancia in favore di Zichichi (tra l'altro mio conterrone), perché leggendo il suo articolo per intero, francamente mi è sembrato di capire che quell'appello non sia un attacco alla scienza del clima ed ai climatologi, ma piuttosto una critica verso tutti quegli opinionisti un po' radical-chic che bazzicano continuamente in vari programmi televisivi facendo vero e proprio terrorismo mediatico, senza in realtà capirci un'acca di ciò che dicono, improvvisandosi climatologi e tuttologi, e confondendo quasi sempre l'inquinamento atmosferico con i cambiamenti climatici.

In effetti l'articolo di Zichichi poteva essere impaginato in modo diverso e con aspetto meno "tendenzioso", il che lo ha reso più vulnerabile ad errate interpretazioni, ma andando a leggere la versione originale cartacea completa, secondo me è abbastanza palese quale sia il vero oggetto dell'articolo (l'inquinamento) e a chi sia realmente indirizzato l'appello.

Con questo non voglio difendere a tutti i costi l'operato di Zichichi, che da sempre si contraddistingue per dei modi di porsi e dei pensieri tutti suoi più o meno condivisibili, ma mi sembra abbastanza ovvio che in tal caso questa sua petizione sia stata notevolmente travisata e distorta.


Adesso giù a darmi del negazionista al soldo della Exxon (e di Zichichi).
^_^
Il Giornale ha pubblicato una petizione, anzi, un “appello della scienza”, contro le “eco-bufale”

La pagina online archiviata è incompleta.
Il testo completo è qui.
Faber,

grazie del link, ho aggiornato l'articolo.
Domanda totalmente OT per webmaster e/o programmatori Android:

Dall'app gmail su Android, apro il link di archive.is postato da Faber in Firefox, leggo, poi clicco sulla freccia per tornare a gmail e nella barra degli indirizzi di Firefox mi appare per un momento l'indirizzo ikea.com/catalog ecc. senza aprirla. Poi torna a gmail come da comando.

Ieri a dire il vero ho consultato il catalogo ikea. Forse il browser tenta di aprire l'ultima pagina aperta/cercata nella cronologia, salvo poi chiudere correttamente il browser e tornare all'app di posta dal quale è stato aperto il link?

Infatti tra le tab aperte in firefox non c'è nessuna pagina ikea.com.

Bug? Curiosità tecnica? Pippa mentale degna di me?
Paolo e Faber

L'articolo linkato è completo, ma non è impaginato correttamente.

Qui il link ad una versione più aderente all'articolo cartaceo originale.
Non so se può aiutare ad allontanare un po' di ombre su questa faccenda, ma vorrei segnalare che esistono le registrazioni audio relative al convegno in cui Zichichi ha fatto circolare la petizione inquisita, disponibili direttamente sul sito del CCSEM.

In particolare, la registrazione in cui Zichichi parla proprio dell’appello in questione è ascoltabile qui.

A partire dal minuto 14, Zichichi, con simpatico accento siculo, annuncia di aver fatto circolare un “document on climate problem”, quindi ritengo sia lecito supporre che i firmatari fossero in qualche modo consapevoli del suo contenuto.
I firmatari che hanno risposto hanno fornito qualche precisazione sulla petizione firmata.
Non avevano il testo, per cui andavano un po' a memoria, ma da quel che ho capito i punti base erano:

- l'inquinamento è qualcosa di grave e va perseguito
- gli scienziati non possono essere ritenuti responsabili del non poter fornire previsioni esatte sul futuro climatico
- in climatologia serve rigore scientifico

Direi che sia difficile non essere d'accordo. E i 5 che hanno risposto alla richiesta di chiarimenti han detto che hanno firmato convinti si trattasse di qualcosa che DIFENDESSE i climatologi dalle bufale, o dalle accuse, che girano.

Il problema di quella petizione è questo: era ambigua, fortemente ambigua, e non è possibile risalire alle intenzioni di chi l'ha firmata. Che 5 persone su 20 se ne siano dissociate, anche piuttosto seccate dall'uso che è stato fatto del loro nome, la qualifica molto bene come bufala. E' naturalmente possibile che Zichichi ritenga talmente ovvio che la climatologia sia roba da ciarlatani che annunciando un "document on climate problems" ritenga scontato che qualsiasi scienziato vero la debba pensare come lui, ma questo non cambia la sostanza: è una bufala.
@ Gianni Comoretto

I punti base dell'appello dovrebbero essere gli stessi riportati nei documenti del convegno ed in particolare nelle slide 91, 92 e 93 di questo documento.

Ma come si può evincere dalle slide e dal file audio di cui parlavo nel commento #13, Zichichi mette in chiaro fin da subito quale fosse il senso di quell'appello; infatti nella slide 45 scrive "the great public is bombarded with problems concerning everyday’s life", elencando tali "problems" nelle 9 slide successive, e nella slide 51 il "Global warming", che rimanda appunto alle slide 91-93; concetto chiarito anche a voce già a partire dal minuto 8:00 del file audio, quando Zichichi, rispondendo al quesito del prof. Pierre Darriulat sul Global Warming, esprime quanto sia "completely irrational" e "anti-scientific" il problema del Climate Change, che implica la spesa di "billions of dollars" su qualcosa per cui la scienza non ha e non può avere le corrette formule matematiche, fino ad arrivare al minuto 14:35 in cui parla di "a document, to be signed by you, exactly on this topic, on the climate problem".

Quindi, secondo me, chi ha firmato quell'appello era a conoscenza del significato che aveva per Zichichi.

In ogni caso, per quanto riguarda il discorso dei "ciarlatani", a mio avviso si è trattato invece di una non corretta interpretazione da parte di Pasini e di Climalteranti, che hanno voluto trovare a tutti i costi nell'articolo de "il Giornale" un insulto diretto ai climatologi; ed è stata proprio questa loro distorta interpretazione a fuorviare quei 5 firmatari e a scatenare il polverone mediatico.

Di contro, per come leggo io l'articolo de "il Giornale" e come ho già espresso nel commento #8, appare abbastanza chiaro che quel "ciarlatani" sia invece rivolto agli opinionisti che seminano terrorismo ambientalista nei talk-show, e principalmente (come si può evincere proprio dalle prime righe dell'articolo) è stato utilizzato in risposta a quel "ciarlatani" con cui Rampini ha bollato tutti coloro che la pensano diversamente dal mainstream, nella trasmissione Otto e Mezzo della Gruber, andata in onda su La 7 lo scorso 10 Giugno.

Infatti, tra il minuto 3:30 e il 3:50, Rampini pronuncia le seguenti frasi in merito al Global Warming:

1)"Quelli che lo negano sono dei CIALTRONI, esattamente come quelli che fanno campagne contro i vaccini... oppure sono motivati da interessi economici"

2)"Viviamo in un epoca in cui qualunque CIARLATANO può dire la sua"
.

Come mai nessuno si è indignato per le invettive di Rampini, soprattutto quando paragona i cosiddetti “negazionisti del clima” agli “antivaccinisti”?... vabbè...

Poi, sempre in quella stessa trasmissione, il Rampini coadiuvato da Massini, a sostegno delle loro tesi catastrofiste, hanno sparato una sequela di inesattezze e castronerie, partendo dalle famose cantilene del Consenso del 99% degli scienziati e del Processo alla Exxon per concludere con l'Uragano Katrina (che non c'entra nulla col GW) e con l'Acidificazione degli oceani (che secondo loro provocherebbe l'intensificazione degli uragani).

Alla luce di tutto ciò, io mi sono fatto un'idea diversa rispetto a Pasini e Climalteranti su chi siano i "Ciarlatani" e i disseminatori di "Eco-bufale" a cui era rivolto l'articolo, e finora non vedo elementi sufficienti per tacciare di falsità il prof. Zichichi e classificare il suo appello come bufala, mentre ciò che vedo chiaramente è il forte alone di pregiudizio che continua ad imperversare su tutti coloro che osano mostrare un certo scetticismo in merito all'effettivo peso dei cambiamenti climatici.
@Giovanni Pracanica
Le persone firmano un appello. Con quello che c'è scritto sopra. Possono essere stati fuori sala quando Zichichi lo spiega, possono essere stati disattenti, e quindi o L'APPELLO contiene esplicitamente le affermazioni su cui Zichichi vuole un consenso, o far firmare un testo generico è al limite tra la bufala e la truffa.

L'articolo de Il Giornale di Zichichi è di fatto una bufala. Contiene un sacco di affermazioni che solo un ignorante di climatologia può fare. E non si rivolge ai commentatori esagerati, dice esplicitamente che non è possibile fare climatologia seria, che chi se ne occupa fa solo modelli assolutamente arbitrari e sulla base di quelli previsioni assolutamente inaffidabili. L'appello è scritto in modo da sostenere questa tesi, senza però enunciarla esplicitamente ed anzi potendo essere interpretata (come è stata interpretata da UN QUARTO dei firmatari) in modo opposto.

In questo l'analogia con gli antivaccinisti direi sia perfetta: persone che non hanno competenza in un campo che pontificano dicendo cose ampiamente smentite da chi se ne occupa. Anche nel campo dei vaccini esiste una minoranza esigua di ricercatori seri che fanno ricerche serie "non mainstream", contribuendo a sollevare problemi e ad evidenziare punti da chiarire. Ed esistono invece "ricercatori" con poche competenze che sostengono che tutto il "mainstream" sui vaccini sia deliberatamente manipolato e falsato per fare previsioni (ad es. sul numero di casi avversi) assolutamente inaffidabili. Zichichi si colloca tra i secondi, in un parallelo.
Ho guardato i link suggeriti da Giovanni Pracanica.

Nel file audio Zichichi annuncia che farà circolare una petizione sul problema del clima, tra una spiegazione di fisica, la risposta ad una domanda sui suoi progetti internazionali, e richieste in italiano allo staff. Nient'altro.

Nella presentazione in PDF c'è una serie di affermazioni:
- gli inquinatori van severamente puniti
- la scienza non può essere ritenuta responsabile del non poter scrivere una equazione semplice per descrivere il clima, e di poter solamente usare dei modelli.

Se non sapessi che conclusioni Zichichi tira fuori da queste affermazioni, potrei sottoscriverle immediatamente (soprattutto la prima).

Incidentalmente la seconda vale anche per la fisica delle particelle, ad esempio esistono le equazioni del Modello Standard che prevedono la particella Higgs, ma per dedurne l'esistenza da mesi di dati del LHC si utilizza un modello.
Gianni Comoretto: "...o far firmare un testo generico è al limite tra la bufala e la truffa. "

oppure sintomo di un bel po' di ingenuità, soprattutto da parte di uno scienziato. Francamente non firmerei mai un appello senza essermi informato con attenzione sul suo contenuto, la sua storia e su chi lo propone.
Gianni Comoretto e PGC

"Possono essere stati fuori sala quando Zichichi lo spiega, possono essere stati disattenti..."

"... oppure sintomo di un bel po' di ingenuità"



Ecco, non escluderei del tutto queste vostre ipotesi, perché francamente mi viene davvero difficile credere che il prof. Zichichi (pur se trascinato dall'enfasi di controbattere alle bellicose esternazioni di Rampini e agli strafalcioni di Massini) sia potuto arrivare a montar su una truffa/bufala del genere approfittando spudoratamente della buona fede dei suoi 20 colleghi.

Infatti Gianni, se ascolti attentamente quel file audio, al minuto 5:50, il prof. Darriulat rivolge una domanda a Zichichi in merito al ruolo che secondo lui dovrebbero avere gli scienziati sul problema del Global Warming (probabilmente proprio in riferimento all'appello che aveva fatto circolare quella stessa mattina), e Zichichi mi sembra esprimere in maniera piuttosto chiara la sua posizione, anche se non parla esplicitamente di "ciarlatani" e di "eco-bufale", ma comunque parla di sprechi di miliardi di dollari e di approcci totalmente irrazionali ed anti-scientifici, che è proprio ciò che ribadisce nel suo articolo quando scrive "Spendere miliardi di euro sulla base di modelli matematici con decine di parametri liberi è privo di senso."

Ora, è sacrosanto avere di che obiettare sulle idee del prof. Zichichi, anche se sinceramente non vedo tutte queste "affermazioni che solo un ignorante di climatologia può fare", come dici tu, ma in ogni caso può starci... ciò che invece secondo me non può starci è questo insistere nel volerlo accusare di raggiro o di essersi addirittura inventato tutto, architettando una bufala del genere... per cui mi sembra più verosimile pensare che siano stati alcuni di quei 20 firmatari a non aver ben compreso il contenuto di ciò che stavano sottoscrivendo.

E in ogni caso secondo me, ripeto, l'articolo de il Giornale non contiene alcun attacco esplicito ai climatologi e alla scienza del clima, anche se i titoloni possono in qualche modo dar spazio a qualche fraintendimento, ma io lo interpreto più che altro come un "accorato" invito a riflettere con maggior lucidità sulle decisioni da prendere, prima di mandare in fumo miliardi di euro, investendoli in interventi dei quali non è ancora dimostrabile l'efficacia o che potrebbero addirittura peggiorare la situazione.

Per i vaccini, di contro, l'efficacia è stata ampiamente dimostrata e rafforzata dai fatti in appena mezzo secolo; per il clima invece la strada sembra ancora molto in salita, per questo, a mio parere, il paragone non è affatto calzante ed è anzi associabile ad una sorta di terrorismo mediatico.