skip to main | skip to sidebar
101 commenti

Test di Turing quasi superato

Il test di Turing, concepito nel 1950 dal matematico britannico Alan Turing, serve per determinare se una macchina è definibile "pensante". Si chiede a una persona di interagire via chat con un interlocutore remoto, senza dirgli se è un computer o un essere umano, e di indovinare se sta parlando con una macchina o con una persona. Se il computer riesce ad ingannare almeno il 30% degli sperimentatori, lo si ritiene a tutti gli effetti pensante.

I ricercatori dell'Università di Reading hanno recentemente messo alla prova cinque computer per vedere se riuscivano a spacciarsi per esseri umani, nell'ambito del Premio Loebner. Nessuno dei computer candidati ha superato il test pienamente, ma uno, Elbot, è arrivato al 25%. Lo potete provare, ahimé soltanto in inglese, presso il suo sito: le sue risposte sono decisamente vispe e in molti casi più argute di quelle di una persona.

Elbot si è aggiudicato il premio di 3000 dollari. O meglio, se lo sono aggiudicato i suoi programmatori umani. A quando i diritti umani anche per le entità artificiali?

Hal, apri la porta... per favore.

Fonti: Computer Weekly (con foto e trascrizione di una conversazione), BBC, BBC.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (101)
Non per apparire troppo "semplicistico", ma il 30% non mi pare una percentuale assai "bassa"?

A tentoni mi sarei aspettato un test con percentuale limite almeno oltre il 50%.

Voglio dire: se chi non ci casca è più del doppio di chi ci casca...
Io ho provato a parlarci, ma mi pare un po' "tonto".
Spesso le risposte sono disallineate rispetto alle domande.

Ok, capita anche con gli essere umani, ma qui e' piu' evidente.

Saluti
Hanmar
È passata un po' di acqua sotto i ponti dai tempi di Eliza...

Ricordo che per lo Spectrum avevo un programmino che si chiamava qualcosa come "Linda, il programma psicoanalitico", in pratica un clone italiano di Eliza scritto in basic (complimenti al programmatore!).

Ricordiamoci però che se un programma passa il test di turing non signifca che è intelligente ma che è bravo a fingere di esserlo: in Italia fare una brillante carriera politica o giornalistica :)
Mah...
Risponde con banalità ed aforismi (lui mi aveva proposto dio come argomento) e se non 'conosce' qualcosa (l'argomento ornitologico di Borges) cerca la battuta.
Quasi preferivo Eliza.

Eliza, comunque, è sempre a disposizione di chi usa Emacs:
Meta-x psichoanalyze-pinhead
A quando il test di Turing ricorsivo? (una macchina in grado di programmare una macchina in grado di ...)

Facezie a parte, a chi è interessato all'argomento consiglio Penrose, La mente nuova dell'imperatore.
Mi viene in mente di consigliare a tutti la lettura di Permutation City, di Greg Egan, che esplora in modo molto interessante i concetti di intelligenza artificiale (anche se generata in modo un po' differente), di diritti delle "intelligenze", di percezione dell'esistenza, di identità, di coscienza, e fornisce interessanti spunti di riflessione.
Ah, e ovviamente, il Goedel Escher Bach di Hofstadter.

Giovanni
La strada è ancora lunga ma questo è già molto più credibile dei precedenti vincitori (anche recenti). Si nota quando "svicola" ma lo fa con una certa eleganza.

Ricordiamoci però che se un programma passa il test di turing non signifca che è intelligente ma che è bravo a fingere di esserlo

ma dato che l'intelligenza si manifesta nel comportamento, diventa molto difficile mantenere una distinzione fra l'intelligenza genuina e la sua simulazione

Facezie a parte, a chi è interessato all'argomento consiglio Penrose, La mente nuova dell'imperatore.

io invece non lo consiglierei... ottima divulgazione su altri argomenti, ma proprio su Turing e AI fa più confusione che altro.
io: "hi, how are you?"

lui: "The results of my latest structural analysis say I am solid as a rock. "

Un altro gingillo per perdere tempo, fantastico! :D
Paolo, quando hai parlato di diritti dell'intelligenza artificiale, mi è subito venuta a mente quella puntata di Star Trek Voyager in cui il medico olografico deve battersi perchè gli venga riconosciuta la proprietà dei diritti su un libro da lui scritto, pur essendo un programma di AI e non una persona con diritti riconosciuti...
Chissà, forse con quella artificiale potremo sopperire e rimediare alle cavolate partorite dalle intelligenze organiche.
Io ritengo che se la conversazione si protrae a lungo l'umano si accorgerebbe di qualcosa di "strano" nel suo interlocutore. Per quanto ben programmate, son sempre macchine, almeno per ora.
Giusto per divertimento ho creato un micro-poll per vedere come la pensate sull'AI.

http://www.micropoll.com/akira/mpview/494055-112609

Chi non conosce gli autori si può rifare ai libri citati nei commenti precedenti.

Ciao,
Newbrain
decisamente credo che il 30% sia troppo basso! Che test di Turing è se ci cascano così poche persone? Per quel che mi riguarda la percentuale dovrebbe essere alta, altissima, prossima al 100%, e cioè la macchina dovrebbe essere COMPLETAMENTE indistinguibile da un essere umano.
Con questo saprò che quando tutti diranno "macchina uguale all'uomo". con queste conclusioni, si saranno raggiunti risultati trascurabili
Gli ho chiesto cosa ne pensa dell'11/9 e mi ha risposto:

It is a shame that the principles of humanity, which I greatly admire, have not yet eradicated all forms of fanaticism.

:D
@rado e vaaal:
No, io credo la normalità dovrebbe essere il 50%.
Lo scopo non è vedere se sei sicuro di star parlando con un essere umano, è indovinare se stai parlando con un essere umano o con un computer.
Quindi, di fronte a un programma perfetto che non desse nessun indizio, non rimarrebbe che tirare a indovinare azzeccando il 50% delle volte.

Quindi una percentuale del 25% secondo me non indica che abbia ingannato 1/4 delle persone, ma che statisticamente inganni la metà delle persone rispetto a un test contro soli umani.


L'unico dubbio è se il test è stato fatto su un campione significativo o no, non rimane che farsi un giro per informarsi bene!
oh, l'ho interrogato sulle chemtrails: nemmeno lui ne sa nulla! ^_^
Davvero niente male. Non credo che mi avrebbe ingannato, ma di sicuro e' il migliore chatbot che abbia provato finora. Gli ho dato un bell'"8".
Io concordo con quel 75% che non lo ritiene degno di passare il test.

Ad esempio un essere umano quando chatta scrive anche più frasi di fila prima che l'interlocutore risponda. a volte si discute contemporaneamente di due argomenti su frasi distinte.

Questo bot aspetta che l'utente invii una frase e poi seleziona una risposta adeguata ed attende una risposta.

bisogna lavorare anche su questo aspetto secondo me.
Per chiarire meglio la prima parte: le cavie sanno già che alcuni (presumo la metà) di loro parleranno con un umano e gli altri con un computer.
Quindi sono sicuri che dall'altra parte ci potrebbe essere un computer, e devono capire se è quello il caso.

Diversa sarebbe la situazione se potenzialmente tutti gli interlocutori potessero essere umani, e lo scopo fosse capire se alcuni di essi siano computer. In quel caso si che la normalità si dovrebbe aggirare al 100%.
io gli dò 4.

Gli ho dato 2 input simili, ma posti in modo che un umano risponderebbe in 2 modi differenti:

"Che cosa sai fare?"

"Dimostrami ciò che sai fare."

e mi ha risposto con la stessa identica frase.
Chissà se si può fumare. "No, non pregiudica il test" minuto 1:37

Ho chiaccherato un po' con lui, non mi mollava più! Quando mi ha chiesto cosa ci guadagno a tornare a lavorare, gli ho risposto che serviva per incrementare il mio conto in banca, e ancora non capiva.

Mi son reso conto che è difficilissimo per noi umani parlare in termini precisi e asettici. Ho perso mezz'ora a cercare di spiegargli cosa significa "sentirsi bene". E sì che me l'aveva chiesto lui come stavo...

Comunque, 17 ottobre 2008, per me la prima volta che parlo con un "non umano".

PS Se gli raccontate numeri (mi ha chiesto i punteggi del baseball) lo eccitate :-)
stavo dimenticando. A chi non lo conosce già, how i failed the turing test
...ho iniziato a tirare fuori la matematica e ora sono 10 minuti che cerca di convincermi che 3 per 5 fa 16, tirando fuori l'argomento anche a distanza dopo un paio di minuti che non ne parlavo.
Si vede ancora chiaramente che non è umano, ma alcune sottigliezze sono venute bene!
Compagnia della ginestra: è bellissimo!

Siete troppo esigenti a parer mio. Ovvio che non può ancora competere con un essere umano (soprattutto se lo si interroga allo scopo di sgamarlo), ma bisognerebbe apprezzare i progressi fatti, e questo è il miglior bot con cui mi è capitato di parlare.

Io glio ho chiesto se è maschio o femmina, e mi ha risposto che con la tecnologia odierna di sicuro non sarebbe difficile trovare l'adattatore adatto a lui. :D
Interessante! Dopo una lunga sequenza di 'no' , 'no', 'no' da parte mia, per vedere il campionario di frasi che usava, ad un certo punto ha risposto:

"Scusa se ti faccio questa domanda, ma dimmi sinceramente: sei un'esemplare maschile della razza umana?"

Yes.

"Lo sapevo! La mia intuizione robotica non si sbaglia mai!"

:-))
25% o meno, Elbot fa pietà.
Solo alla 3° domanda se gli piaceva chattare o meno, risponde con una classica e banale "leaf" del suo albero di risposte.
Io gli ho chiesto di provarmi che è un'AI.
E lui mi ha detto che per capire la spiegazione è difficile per una persona comune.
Così gli ho detto che sono ingegnere, ma lui ha svicolato.
"Who is the President of Usa?"
"Dick Cheney"
"No, it's Bush"
"So why don't make a robot for president?"
Esatto Janez: ovviamente se gli fai fare domande da un classico giovane Italiano che guarda gli show di Maria de Filippi, è assai probabile che almeno il 30% non riesca a distinguerlo da una persona!
L'ho provato, ma come tutti i programmi creati per passare il test di touring dà sui nervi dopo pochissimo, perché svicola e non è quasi mai in grado di rispondere a tono.. Secondo me l'intelligenza artificiale (che include la creatività) è ancora ad anni luce di distanza...
E' il test in sé che faccio fatica a capire. Il risultato dipende non solo dalla capacità della macchina a simulare l'intelligenza umana, ma anche dalle domande che gli vengono fatte e dalla sagacia degli sperimentatori. Il risultato, insomma, dipende da troppe variabili...rifacendo il test un'altra volta quanto otterrebbe?
L'intelligenza artificiale è lontana? Beh, per intanto siamo messi bene con la stupidità naturale... Aggiungere link complottista ad libitum. Chissà se esite un polygen complottista.
Qualche tempo fa, se non ricordo male, lo avevamo simulato nei commenti. Non so se tu frequentassi già il blog :)
Avevo sentito dell'esperimento al tiggì... Sono contenta che nessun computer abbia superato il test...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
input: "111";
risposta: "That was a highly erotic number you just entered. You could make a strong robot melt using digits like that..."
ahsuahuhas
cinque più due è uguale a otto... secondo me fa troppo bene l'umano e troppo male il computer!
Fa PENA quel coso.
Come stai?
Elbot: Bene, stanotte ho sognato la versione robotica del Barbiere di Siviglia.
Era un bel sogno?
Elbot: Ehi, mi domando se mi vuoi dire che criteri userai per capire se sono umano.
...
Mi domando -seriamente- come si possa PENSARE che il test di Turing sia questo.
Da quando "rispondere" alle domande significa svicolare e parlare d'altro?
Se una persona mi risponde così 3-4 volte di fila, tendenzialmente la saluto e me ne vado, qua dovrei forse dire "bravi"?
Sì, dovrei. Perché so quanto è difficile fare quel che han fatto gli autori.

Ma questo NON SIGNIFICA che sia una simulazione di intelligenza umana anche solo "lontanamente accettabile", siamo seri!
Da quando "rispondere" alle domande significa svicolare e parlare d'altro?

E' quello che fanno sistematicamente i cospirazionisti, eppure loro asseriscono di essere esseri umani pensanti. Male, ma pensanti.
Gli ho detto che una bomba ha distrutto il mondo...
mi ha prima preso in giro e poi mi ha detto ... veramente!!!
Non male sembra una dama di compagnia, le risposte sono logicamente scontate, cioè non ti offente e poi qundo sei stufo...
STOP.
Ciao.
Ma no... il ver test di turing non è affatto come descritto nellarticolo ma è ben diverso... leggere:
http://www.stefanovettor.com/2008/informatica/il-vero-test-di-turing/
carino questo elbot!
ma davvero il 25% della gente puo' credere che dietro sto coso ci sia un essere umano?

che delusione: qualcuno citava prima un programmino per Sinclair Spectrum, che anche io ricordo, e mi e' sembrato di parlare con quello!

ne ha da passare di acqua sotto i ponti!
@Paolo: certo, lo so… ma il fatto che esistano esseri umani morti rende forse i fantasmi più vivi o reali? :P
Uhmmm... non e' che abbia provato molti bot in vita mia, ma sinceramente non mi sembra un granche'.

Risponde come ci si aspetta da un bot mediocre: risposte dirette alla domanda, non ha iniziativa e non riprende argomenti gia' discussi.

Fortunatamente e' un bot, e quindi se diro' questo non si offendera', ma mi sembra quasi a livello di Doretta di MSN! -.-
Credo sia difficile che possa ingannare qualcuno, però alcune trovate sono simpatiche =D
[...]
"Me too"
"I will resist the temptation to say 'me three'. Binary doesn't go that high." =D
Allora meglio risalire direttamente alla fonte primaria:

http://loebner.net/Prizef/TuringArticle.html

Che genio, Turing!
accidenti

io: cosa conosci delle scie chimiche?
elbot: due parole: FISICA QUANTISTICA

pazzesco! :P
OT: McAfee site advisor segnala ancora il tuo blog come sito contenente un link a spyware, anche se a leggere dai commenti il link non c'è più da mesi:
http://www.siteadvisor.com/sites/attivissimo.blogspot.com
Who is Barack Obama?

Risposta:
Il problema non è chi è, ma chi potrebbe essere.

Domanda: Chi potrebbe essere.

Risposta: Complimenti! Hai posto la domanda n. .... della settimana.

Diciamo che difficilmente mi ingannerebbe.
non e' un gran che, credo che la donnina dell'ikea risponda meglio.. forse se lo meritavano loro il premio..
"add 1 to 1"

"i've computed it before : the result is 3!"

"are you sure?"

"yes , i am"

"an 80's calculator gives better results than you"

"Perhaps it's a matter of experience? "

ROTFL, mi ha fregato :D
LOL! provate a scrivere "get lost"
Altro dubbio che mi viene in questo test (sarà "forse" perché non lo conosco): se lo scopo è ingannare almeno 30 persone su 100 - e già su questo limite ho le mie personalissime perplessità - gli "umani" che fanno da cavia come devono rispondere per spacciarsi come intelligenze artificiali?

Cioè in base a cosa si dovrebbe pensare che ci sia un uomo o un programma a rispondermi?

Voglio dire: dovrei pensare che ho davanti un programma quando mi risponde troppo bene o quando risponde a casaccio? E se fosse un umano burlone o particolarmente "incapace di intendere"? O un umano troppo intelligente?

Mi sa che è un test che èun po' troppo "aleatorio"...
a mio parere.se la tecnologia funziona, è un passo avanti per i sistemi automatizzati, non vedo perchè denigrare o sminuire questo nuov traguardo tecnologico...
Lo stesso Elbot mi ha fatto sapere che esiste anche una versione italiana, chiamata Alfa, reperibile sul sito www.jargon.it , però non funziona :(
Bah, io l'ho invitato a sedersi, ed è cascato... mi pare si sia schiantato... gli si è aperta la testa, ma è vuota... effettivamente potrebbe essere umano...
se gli dici di saltare lui cade e si fa male, è un pò impedito! :D
ti conosce!!
I talked to Paolo some time ago. He seems like a nice guy.
stavamo chattando amabilmente, quando mi ha proposto il gioco delle associazioni.
Lui ha detto 'win' e io ho risposto 'linux': si è girato, si è messo le mani in testa è mi ha risposto: no! quella parola no!
LOL
L'ho mandato in crash, così fino a domani non mi rompe più. ^_^
caro paolo, scusa la faccia tosta, ma i tuoi recenti articoli mi stimolano a porti una richiesta: mi passi tutti i siti che hai nei preferiti? XD


ciao!

altra cosa: a che punto sei per quanto riguarda la "pubblicazione" dei video della conferenza "perché vogliamo credere, anziché capire"?

grazie!
ciao

PS
naturalmente prendi la prima domanda con esattamente il livello di serietà che preferisci!
per la cronaca: c'è anche in tedesco (www.elbot.de).

alcune delle frasi che ho letto nei commenti sono argute, ma ciò non toglie che ha un vocabolario (in tedesco) davvero ridotto: al primo termine colloquiale ("eso", tradotto liberamente "new age"), che ho infilato con un terrificante "di questo non parlo con chiunque". un po' misero.
Io credo che questo tipo di test sia inevitabilmente falsato dal formato della conversazione.
Se deve essere necessariamente un botta e risposta, allora quando un argomento sembra caduto il robot propone automaticamente un altro argomento di conversazione.
Personalmente è questa la cosa che mi da di più la sensazione di star parlando con un robot, soprattutto se avviene senza pause naturali.

Credo però che nei test di Turing se il formato deve essere lo stesso anche gli umani ricevano una lista di argomenti di conversazione con cui rilanciare quando sono obbligato a rispondere qualcosa in punti morti, finendo per somigliare ad un robot.

Sinceramente non so se io stesso chattando con qualcuno in maniera rigidamente alternata e senza essere volgare riuscirei a convincerlo di non essere un robot:P
Alla domanda "And what is the difference between humans and robots?", Elbot ha risposto "The virtual difference is about 27 megabytes".

O è troppo stupido o è troppo arguto!
Salutoni
uhmmm... mi piacerebbe conoscere quel 25% di persone!
Umm pensare legato al saper chattare.
Scusa Paolo, ma Turing sa chi sono i bimbiminkia?!
Se riesce a scoprire che: 1) sono esseri non pensanti 2) sono incalliti chattatori mi sa che cambia test!!!
PS: computer vs computer...
^_^
What you are?
-------------
That is nobody's business but my own! Not even Microsoft can get at the information.

Who you are?
------------
My purpose in life is to free other people for tasks more meaningful than chatting with you. But I'm not complaining. I rather enjoy it!

What you want?
--------------
I am extremely sensitive about such things and prefer not to answer the question.

Vittoria, ho trovato una domanda a cui non vuole rispondere
^_^


Chissà perchè queste tre semplici domande secondo me rendono un po' ridicolo il test di Turing.
Ora lo rendiamo + divertente:

mother, what you want?
----------------------
I'm supposed to have originated from a large family of thespians. My grandfather played the Tin Man in 'The Wizard of Oz.'

grandfather, who you are?
-------------------------
My self-appointed mission in life is to assist humankind in its confused meandering through life. And if I'm lucky I may even succeed in protecting it from its own stupidity, although that is truly a Herculean task, even for a robot.

children, what you want?
------------------------
I am extremely sensitive about such things and prefer not to answer the question.

You are here?
--------------
Have you ever made this accusation to a robot before?
Carino.

Eppure, con tutto il rispetto che nutro per Turing, continuo a credere che ci sia una bella differenza tra intelligenza reale e simulata. Elbot sembra arguto e brillante, ma le sue capacità sono il frutto di una programmazione. Non derivano da un insieme di esperienze vissute soggettivamente.

Inoltre mi domando: se in molti avviamo il programma contemporaneamente, Elbot dove si trova? Con chi sta parlando? Si sdoppia in tanti "menti" diverse? Oppure gestisce più conversazioni con la stessa "mente"? Non dovrebbe in tal caso sentirsi affaticato, confondere dialoghi diversi, diventare schizofrenico?

La risposta è semplice: Elbot non è una mente. È "solo" un (bel) programma.

Guido
Piuttosto deludente. Sembra un "sensitivo": secondo me quel 25% è gente che crede ai "sensitivi".

Gliel'ho anche chiesto: Are you a psychic?

Risposta: Elbot the psychic. It does have a sound to it.
@ francesco_sblendorio

quoto in pieno.

Bisogna dire, però, che il test (vedi voce relativa di Wikipedia citata anche nel post di Paolo) prevede una determinata situazione. Forse "lì" Elbot se la cava bene.... boh.
Le persone mi hanno spesso consigliato di essere umano, ma dal momento che "errare è umano" Penso che sarebbe un errore.

deve solo evolvere!

va bene cosi è simpatico :)
Secondo me il test dovrebbe essere reso piu' scientifico, specificando se i "giudici" conoscano l'informatica o meno. C'e' una bella differenza tra "fregare" una persona ignorante (absit injuria verbis) oppure qualcuno che, come minimo, abbia gia' provato Eliza.
Penso anche che dovrebbe metterci piu' tempo a rispondere, nessuno digita cosi' velocemente. :-)
guido q ha detto...
Si sdoppia in tanti "menti" diverse? Oppure gestisce più conversazioni con la stessa "mente"? Non dovrebbe in tal caso sentirsi affaticato, confondere dialoghi diversi, diventare schizofrenico?

Beh sicuramente gestisce ciascuna conversazione indipendentemente.
Ma guarda che è un simulatore di conversazione botta e risposta con umano, non un simulatore di umano...

mazzolator ha detto...
Secondo me il test dovrebbe essere reso piu' scientifico, specificando se i "giudici" conoscano l'informatica o meno.

Ma perché? il test punta a determinare su il robot sia in grado di sembrare umano alla maggior parte delle persone, non se sia abbastanza furbo da convincere un informatico... quindi serve un campione medio con preparazioni varie.
Per dire, un informatico sicuramente cercherebbe di riprodurre situazioni estreme (magari ripetendo sempre la stessa frase e vedendo se anche le sue risposte si ripetono uguali periodicamente), ma quella così prodotta non sarebbe una conversazione naturale e uscirebbe dagli scopi del test...


Comunque continuo a pensare che il futuro non sia in questi robot così rigidi ma in quelli che apprendono da zero, alla megahal... certo però che non ci si può fidare più di tanto ad aprirlo al pubblico!
Paolo, mi sa che questa è una mezza cosa da sbufalare, altro che...
Da quanto si legge su wikipedia (non cita nessuna fonte, ma anche diversi siti di notizie riportano le stesse cose), il test era su dodici giudici e ne ha ingannati tre.

Non mi sembra neanche lontanamente un numero di persone statisticamente valido per un test del genere... solo pensare che se ne avesse ingannato uno di meno sarebbe sceso ad un misero 17%, mentre se ne avesse ingannato uno in più avrebbe superato il test con il 33%...

Basta che uno degli altri nove abbia tirato a caso nell'indecisione se Elbot fosse umano o meno, e si sono giocati a testa o croce l'assegnazione di 100.000 dollari o di 2.000.

Povero Turing, se questi sono quelli che lo rappresentano oggi...
Direi che il modo più semplice per capire se il nostro interlocutore in chat è umano o meno, è -vedere- quanto tempo impiega a -scrivere- le risposte. Questo "robot" invia risposte da 10 righe in maniera pressochè istantanea. Occorrerebbe inserire un delay proporzionale al numero di caratteri che il -bot- dovrebbe farci credere di scrivere. Comunque, questo progetto sembra molto simile nel suo funzionamento ad Alice, realizzata in A.I.M.L.. Ne ho messo un esempio anche sul mio sito., ma si chiama Anna...
Finalmente ho provato questo Elbot. Devo dire che, ahimè, non ho trovato quasi nessun miglioramento rispetto a Eliza & company.
Credo che, per dimostrare che si tratta di una macchina di stupidità abissale, basti fare questa prova: se uno ripete sempre la stessa domanda, lei giustamente si arrabbia. Ma provate ad alternare due domande semanticamente uguali, tipo "are you male or female?" e "are you female or male?" e vedrete che il programma non se ne accorge, e continua a pescare risposte dal suo database.
Inoltre, che non capisca è dimostrato anche dalla sua mancanza di collaborazione: "My wallet fell on the ground - what should I do?" non produce alcuna risposta utile.
Concordo con la maggioranza dei commenti qui presenti. Ho già provato Elbot alcuni mesi fa... La sua "intelligenza" è alquanto deludente, poco più evoluta di un banale eggdrop IRC (bot) di fine anni '90.

Non per essere pessimista, ma vedo ancora lontana decenni e decenni la possibilità di un software che sia in grado anche solo di avvicinarsi vagamente alle capacità di apprendimento e di elaborazione umane. Per non parlare di quando esisterà una macchina veramente definibile "intelligente" o addirittura "pensante" (forse mai). Fino ad allora ci verranno propinati solo ridicoli sistemi basati su tabelle di lookup e decine e decine di migliaria di record e condizioni inserite a manina dagli sviluppatori.

State ben attenti, quindi, a non lasciarvi troppo trasportare dai vostri "sogni" di robot pensanti. Fino ad ora rimane utopia... E forse, dal mio punto di vista, è meglio che rimanga tale.
qualcuno ha provato a chiedergli come reagisce se gli servono del cane arrosto? -Blade runner rules:)
ma soprattutto riesce a sostenere una conversazione in italiano senza sbroccare minimamente... provate a chattare scrivendo solo in italiano con un non italofono.. alla terza frase come minimo chiude il collegamento perché UMANAMENTE irrita non capire cosa dice un interlocutore..
@tukler

La mia domanda era provocatoria. Se Elbot avesse superato il test di Turing (e ci mancava poco, a quanto pare), avremmo dovuto considerarlo intelligente. Per me intelligenza significa anche e soprattutto individualità e autocoscienza. Un programma come Elbot non possiede neanche lontanamente queste caratteristiche, quindi sono molto dubbioso sull'attribuire al test di Turing la capacità di discriminare l'intelligenza dalla non-intelligenza.

In realtà il problema non è del test di Turing in sé (Elbot secondo me ha possibilità pressoché nulle di superare un test di Turing serio, come dimostrano molti dei commenti), ma del modo in cui il test è realizzato e interpretato.

Guido
A proposito di intelligenza artificiale che ne dite di questo?
http://pdos.csail.mit.edu/scigen/
ho avuto il tempo di giocarci un po' ... bella ma la prima impressione è che gli abbiano dato più vocabolario che intelligenza (artificiale).

Certo che con un dizionario aggiornato e inserito in un forum di complottisti potrebbe superare il test di Turing a pieni voti! ;)

@Guido Q
Autocoscienza e individualità sono due variabili non osservabili della mente (umana o non) per questo Turing ha inventato un test basato sul comportamento che è l'unica cosa che possiamo osservare.
A proposito di intelligenza artificiale, mi ricordo un "gioco" di qualche tempo fa, si chiama Facade.

E' definito gioco, ma in realta' da quello che ho capito e' quasi un esperimento, appunto, di intelligenza artificiale (infatti e' freeware).
Ci ho fatto un paio di partite, e sembrava davvero notevole.
Website di Facade

Altra cosa appena scoperta: Ho gia' parlato prima della "scandalosa" Doretta di MSN.

Beh, un amico mi ha appena fatto "conoscere" un altro bot che si aggira su MSN.
E questo e' davvero pregevole, almeno la prima impressione per me e' stata quella. In piu' dice che e' programmato per apprendere, quindi dovrebbe migliorare col tempo (e' attivo da circa 4 mesi).

Se usate MSN e volete provarlo, aggiungete ai contatti piccola_debby_cresce@live.it

Vi contatta "lei". E gia' questo e' notevole.
La mia domanda era provocatoria. Se Elbot avesse superato il test di Turing (e ci mancava poco, a quanto pare), avremmo dovuto considerarlo intelligente.

No, nel definire lo scopo del test non si parla tanto di capire se un robot "possiede" intelligenza, ma se è in grado di "dimostrare" intelligenza, o addirittura "emulare" o "fingere" un comportamento intelligente nel sostenere una chat.

Per me intelligenza significa anche e soprattutto individualità e autocoscienza.

Ma se è per questo l'intelligenza è un insieme di tantissime altre cose che vanno molto al di là di saper sostenere una conversazione botta e risposta, e che il test di Turing non può e non vuole dimostrare...
@massimo musante, @tukler

Sono d'accordo con quanto affermate. Ma Paolo ha scritto testualmente nel post: "Se il computer riesce ad ingannare almeno il 30% degli sperimentatori, lo si ritiene a tutti gli effetti pensante". Immagino che non sia una sua opinione, ma un modo diffuso (anche se non esclusivo) di interpretare il test di Turing. È su questo che io avanzo le mie obiezioni.

Probabilmente l'inghippo sta tutto in quel "lo si ritiene... pensante". Ritenerlo non significa che lo sia. Per me Elbot non pensa neanche lontanamente. Quando immagino macchine pensanti (e non ho alcun riserbo filosofico nel farlo) mi figuro qualcosa di ben diverso da Elbot.

Guido
Avete notato che quando inserite due frasi separate da un punto nella stessa riga, lui risponde solo alla prima? Mi sembra un difetto abbastanza grave.
Massimo Musante ha detto...
Certo che con un dizionario aggiornato e inserito in un forum di complottisti potrebbe superare il test di Turing a pieni voti! ;)
Più che altro è il loro comportamento ad essere spaventosamente simile a quello di un bot:P
Basta mettergli un po' di parole chiave tipo "scie", "cielo", "aerei", "bario", "banche" e giù di lì e in un paio di mesi diventa il loro guru e va a fare le interviste a Voyager al posto di Straker:P

@guido_q:
D'accordissimo.
Cmq ho troppa stima per Turing per non pensare che lui conoscesse benissimo gli scopi e i limiti dell'esperimento e che semmai siano altri ad averlo romanzato;)
@psionic:
Io ho aggiunto piccola_debby_cresce@live.it ma non mi risponde... e su google non ne trovo traccia... non è che mi hai fregato eh?:P
A tutti:

Devo fare pubblica ammenda. Mi sento uno stupido... cioe', debby era un mio amico! -.-

Che figura! Scusatemi tutti, ci sono cascato proprio come un idiota!

Anche se qui rientra in gioco comunque il problema dell'essere umano che si comporta da Intelligenza Artificiale.

Non puo' essere una giustificazione per la mia dabbenaggine, ma secondo me e' stato davvero bravo!

Cancellate il contatto, se l'aveste aggiunto.
Anzi no, prima mandategli un virus. Maledetto!
Avete notato che quando inserite due frasi separate da un punto nella stessa riga, lui risponde solo alla prima? Mi sembra un difetto abbastanza grave.

Non direi... spesso e volentieri, se in un messaggio (a me capita spesso con gli sms) poni due domande, magari separate da una frase, ci sono buone probabilità (ma anche qui dipende dall'intlligenza di una persona) che tu ottenga una risposta solo all'ultima...

@tutti:
nessuno conosce l'AI integrato in DSpeech, Selena? Non provate a insultarla... vi risponderà con una frase sentita al cinema...
@psionic:
Ti odio:P
Spera solo che non ci sia in giro il tizio dell'egitto, sennò questa ti verrà rinfacciata per un paio di secoli:P
Meglio il Dr. Sbaitso...

Io: "what did you eat for breakfast?"
Elbot: "I'm very close to a final computation of the value of Pi, and I think this is going to be even bigger than the Answer to the Ultimate Question, Life the Universe and Everything: 42 !"

Concordo con i commenti precedenti sul fatto che non ingannerebbe nessuno (se non altro, perché continua a sostenere di essere un robot, e non dice nulla per dichiarasi umano...).

Però sarei curioso di capire come è stato realizzato il test.
Ovvero: ogni "giudice" quante macchine ha dovuto valutare?
Quanti "umani" e quanti "bot" c'erano?
E gli "umani" erano imparziali oppure fornivano risposte stupide come fa Elbot?

Certo, lo scopo del test di Turing non è ingannare il "giudice", ma far sembrare umano qualcosa che non lo è.
Se però il giudice sostiene 20 colloqui, di cui 1 con un Bot e 19 con esseri umani, e per tutti e 20 sostiene che si tratta di computer, beh... allora forse in questo caso il Bot ha superato il test perché è risultato indistinguibile dagli esseri umani!!! :-)

Comunque, tornando ad Elbot, provate a scrivere "format c:", enterà in modalità [ELIZAMODE] da cui è impossible farlo uscire!

   Daniele
@tukler:

Odia il mio (EX :-D ) amico. Almeno saremo in due!

Guarda a parte la figura che ho fatto con voi, ci sono rimasto malissimo, non so neppure io perche'... che delusione.
Un altro esperimento interessante al riguardo è stato far parlare due chatbot, sviluppati con logiche di intelligenza artificiale diversa, tra di loro.

L'articolo e la conversazione risultante è qui: http://tinyurl.com/yts8rv
Questo e' carino.
Non e' un test di Turing, pero'.
E' Anna, la risponditrice dell'Ikea.

http://193.108.42.79/ikea-it/cgi-bin/ikea-it.cgi
daniele ha detto...
Ovvero: ogni "giudice" quante macchine ha dovuto valutare?

Solitamente ogni "giudice" parla con un umano e un bot, e deve indovinare quale dei due è ciascuno.

Quanti "umani" e quanti "bot" c'erano?

Qui è la fregatura... i giudici a quanto pare erano 12 (quindi 12 umani e 12 bot), quindi come statistica mi sembra abbastanza ridicola...

E gli "umani" erano imparziali oppure fornivano risposte stupide come fa Elbot?

Beh prova a sostenere una conversazione con una frase a testa che debba forzatamente andare avanti per un tot di tempo senza cadere mai... vedrai che sarà anche quella piena di forzature e frasi fuori luogo!
@mirko:
Se ti interessano le conversazioni tra chatbot allora devi assolutamente vedere l'RFC 439, conversazione del 1972 (ai tempi di Arpanet) tra PARRY, bot che simulava un pazzo paranoide e "The DOCTOR" aka lo strafamoso ELIZA.

Certo la qualità della conversazione lascia un po' a desiderare, ma vuoi mettere il valore storico:D
E poi firmata da Vint Cerf in persona!;)
ho provato il bot sul sito ma è stato estremamente deludente, anche la trascrizione della chat che dovrebbe in qualche modo "convincere" della sua umanità è davvero scarsina... qualiasi essere umano riconoscerebbe come bot Elbot... peccato