Cerca nel blog

2008/02/05

Antibufala: un amore di squalo

Anche gli squali hanno un cuore. Di bufala


Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "canta****o_claudio" e "antonio.zan****".

Sta circolando una presentazione Powerpoint, intitolata jdr-SHARK'SLOVE.pps, che mostra con dovizia di immagini eloquenti la storia di tale Arnold Pointer, perseguitato da uno squalo femmina che ha un debito di gratitudine con lui:

LOVE STORY
La rivista francese "Le magazine des voyages de pêche" nella sua 56th edizione ha pubblicato una notizia sorprendente: una incredibile storia d'amore.
"Arnold Pointer, un pescatore professionista dell'Australia Meridionale, ha salvato dalla morte certa un grande squalo bianco femmina rimasta impigliata nelle reti da pesca. Ora il pescatore ha un problema; dice: "Sono passati 2 anni e lei non mi lascia in pace. Mi segue ovunque vada, e così fa scappare tutti i pesci. No so più cosa fare."
E' difficile sbarazzarsi di uno squalo lungo 5 metri; non tanto perché gli squali bianchi sono una specie protetta, ma per via dell'amore reciproco nato tra Arnold e "Cindy". Arnold dice: "Quando fermo la barca, lei viene da me, si gira sul dorso e lascia che io le accarezzi la pancia e il collo, grugnisce, gira gli occhi, e muove le pinne su e giù sbattendole in acqua felice..."
INCREDIBILE!!!

Uno squalo,
Un uomo,
E un cuore grato per avermi salvato LA VITA!

L'umanità ha ancora molto da imparare
dagli animali, dalla Natura!
Ti auguro una fantastica giornata!


Secondo l'indagine antibufala di Magnaromagna e di Hoax Slayer, le foto della presentazione risalgono in realtà a un numero della rivista Africa Geographic del 2005 e non ritraggono affatto un pescatore australiano e uno squalo che gioca amorevolmente con il pescatore suddetto.

La rivista francese citata nell'appello, tuttavia, esiste (qui), e nella presentazione compare un'immagine di una pagina di rivista che racconta la storia in francese. Ho contattato la redazione della rivista per saperne di più.

Aggiornamento (2008/02/12)


La rivista ha risposto: tutti i dettagli sono qui.

8 commenti:

Luigi F. ha detto...

finchè in giro esisteranno creduloni che si bevono certe idiozie, notizie del genere continueranno ad imperversare in interbet, sui giornali, nei telegoirnali ecc. e sara peggio per tutti.

fred ha detto...

certo pero' che il servizio antibufala con la pubblicita' della mozzarella di bufala e' un po' strano

Christian Castelli ha detto...

Sarebbe un miracolo una cosa del genre credo :) Uno squalo bianco non è un delfino...

Dan ha detto...

Solo un particolare: nessuno ha notato niente di strano dove dice che lo squalo si gira sul dorso, si lascia accarezzare sulla pancia e... sul collo? Da quando uno squalo ha un collo? Cos'è, la barzelletta del serpente in crisi perchè non sa dove finisce il collo e comincia la coda..?

Isa ha detto...

A me il dubbio è venuto leggendo che un pescatore (che vive grazie al lavoro della pesca) non abbia cambiato mestiere nonostante i 2 anni di pesca zero! bah

Daniele A. Gewurz ha detto...

Se per "56th edizione" si intende il numero 56 della rivista, allora in rete se ne può leggere il sommario: http://www.voyagesdepeche.com/56.htm Lì non c'è traccia di questa "notizia", ma probabilmente nel sommario non compaiono le rubriche di curiosità, amenità, "strano ma vero" e simili.

Dan ha detto...

Quello che non capisco è perchè i sentimentaloni che lanciano questi messaggi di fratellanza si debbano inventare di queste baggianate invece di segnalare episodi ugualmente toccanti ma reali.
Oppure è l'ennesimo trucco dei malefici spammer per assicurarsi che la catena giri in rete..?

JohnWayneJr ha detto...

Se fosse vero basterebbe che il pescatore sposasse la "squala": immediatamente lei perderebbe qualunque interesse!!!

Certo, non conosco le leggi australiane sul divorzio: sarebbe quantomeno ironico se poi la squala si portasse via la barca del poveretto!!

;-P