Cerca nel blog

2008/02/13

Ci vediamo a Trento il 14?

Arriva Internet in famiglia? Niente panico


Il 14 febbraio alle 20.30 sarò a Trento, nell'aula magna del Liceo Classico "G. Prati", in via SS. Trinità, per un incontro pubblico dedicato al tema del rapporto fra tecnologia e famiglia: un'occasione per sfatare alcuni miti e falsi pericoli di Internet, mostrare quelli reali e le tecniche per contenerli. Se siete da quelle parti, fate un fischio a alberto.zanutto chiocciola soc.unitn.it per tutte le informazioni.


Aggiornamento


La presentazione che ho usato come base per la chiacchierata è scaricabile nel formato Powerpoint (lo so, lo so, ma Impress gira troppo piano sul mio vecchio iBook G4; mi sto attrezzando meglio).

Il file PowerPoint (24 MB) ha qualche limitazione di visualizzazione (i font e alcune immagini non sono leggibili su tutti i computer), per cui ne ho preparato rapidamente una versione PDF (66 MB).

Vorrei pubblicare il file anche in formato OpenDocument, ma l'importazione di OpenOffice.org dal PPT è un disastro. Mi spiace per gli amici che collaborano a OpenOffice.org, ma bisogna ammettere che l'interoperabilità MS Office/OOo è ancora un terno al lotto. Per cui accontentatevi di una serie di immagini zippate (4 MB).

Nel frattempo, ecco l'elenco delle risorse citate nella presentazione:


Vorrei ringraziare tutti per la partecipazione e per l'ospitalità fantastica.

24 commenti:

Dell'Atti Antonio ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Paolo Attivissimo ha detto...

ciao... volevo promuovere il mio blog aperto da poco! Se ti va possiamo scambiarci un favore: io metto un link del tuo blog sul mio e tu sul tuo! è ovvio che prima di poter accettare devi visionare il contenuto del mio sito: http://[*******].blogspot.com

Hai scelto proprio il modo peggiore per promuoverti: spammare.

Prima di fare queste figuracce, prova a leggerti un po' di galateo di Internet.

Giulio B'x ha detto...

Ciao Paolo, purtroppo non potrò essere presente a Trento (abito a Palermo), però spero che dopo l'incontro pubblicherai un articolo sull'argomento, che reputo molto interessante.
Al momento mi trovo impelagato a "sistemare" un pc per l'accesso ad internet da parte di un bambino di 10 anni (con preoccupazioni su filtri di contenuti, parental control, biblioteca di casa, ecc.) quindi sarebbe graditissimo qualche tuo consiglio su come muovermi, che software installare, utilizzare o meno il controllo genitori di Windows Vista...
Spero davvero che affronterai l'argomento anche sul blog!
In bocca al lupo per l'incontro e a presto,

Giulio Bordonaro

Jeff ha detto...

A stasera!

... nella speranza di riuscire a scappare dal lavoro dopo "solo" due ore di straordinario non pagato...

Andrea Sacchini ha detto...

> Al momento mi trovo impelagato a "sistemare" un pc per l'accesso ad internet da parte di un bambino di 10 anni

Non voglio ovviamente sostituirmi a Paolo, il quale se crede ti darà delle dritte sicuramente più utili delle mie, ma visto che anche le mie figlie (10 e 11 anni) hanno da poco cominciato a scoprire internet, ti dò brevemente qualche piccolo consiglio su come mi sono comportato io.

La prima cosa da fare è spiegare un po' come funziona e cosa è possibile farci con internet. Magari, per iniziare, puoi inserire nei segnalibri ("preferiti" se usi IE) qualcosa di utile per la scuola, tipo wikipedia, un dizionario e simili.

A mio avviso l'approccio più sbagliato è quello di riempire il pc di programmi di controllo (tipo netnanny, per intenderci) e delegare unicamente ad essi la sicurezza e la tranquillità della navigazione. Lo so, all'inizio sembrerà una scocciatura, ma il modo migliore è essere lì quando il bambino naviga, almeno all'inizio. In tal modo è possibile spiegare "in diretta" cosa succede, le cose che si possono fare e, perché no, i pericoli che si possono incontrare.

Non è una buona idea - sempre a mio avviso, si intende - cercare di eludere il pericolo, se così si può dire. Alle mie figlie capita spessissimo ad esempio, per motivi scolastici, di cercare delle immagini tramite google immagini, e, quasi altrettanto spesso, trovare immagini che con l'argomento di ricerca c'entrano ben poco. Niente di male: si è lì e si spiega che internet è purtroppo anche questo, e si danno mano a mano le dritte per imparare a conoscere il problema e, se possibile, a evitarlo. E' un po' come quando si spiega che per attraversare la strada occorre fare attenzione alle macchine. Ti immagini se, ipoteticamente, ci fosse un programma che le nasconde? La prima volta che il bambino avesse occasione di vederle rimarrebbe spiazzato. Così è internet: va spiegata.

Poi, eventualmente, in seguito, si può cominciare a usare qualcuno dei programmi di controllo.

Giorgio ha detto...

è inutile la restrizione secondo me...non so se sia violazione della privacy, ma se ti spulci la cronologia delle pagine visitate e attivi "cronologia web" di google per sapere che ricercano e che trovano, potrebbe essere una soluzione...

Anonimo ha detto...

privacy per l'ambito casa/figli non credo sia un problema
però controllare "dopo" non so quanto è utile

va prima di tutto insegnato... anche solo facendo stare li mentre si fa qualcosa

poi più che "controllato" va filtrato il grosso che può capitare... tenendo presente che probabilmente niente è infallibile e quindi insegnare bene è la prima cosa

markogts ha detto...

OT Visto l'ultima bufala nella quale sono cascati i nostri giornalisti? L'auto subacquea!

http://www.repubblica.it/2007/03/gallerie/motori/motori-rinspeed-subacquea/9.html

Il sito ufficiale della Rinspeed lo pubblica in effetti, ma leggetevi l'annuncio stampa e ditemi se può essere credibile... Non capisco il senso di tutto ciò...

http://www.rinspeed.com/pages/content/frames_e.htm

Fred ha detto...

Purtroppo causa moglie per stasera nisba pero' e' stato molto bello girare per Trento in tua compagnia, ho potuto conoscere cose di Trento che non sapevo grazi al ottimo cicerone che ci siamo procurati
Grazie Napo :)
Fred

oscar ha detto...

maddddaaaaaaaaaaaiiiiiiii


ho visto ora che eri a Trento. Io sono a 10 minuti dal prati :) Comunque non sarei potuto esserci dato che domani ho un esame e ho passato la giornata e la serata a ripetere. Però mi sarebbe piaciuto passare a farti un saluto uffa. Beh sarà per la prossima!

ciao paolo! oscar

Bicio ha detto...

accidenti! proprio il giorno di san Valentino... torna presto a Trento!!!!

Pippolillo ha detto...

Ho scaricato la presentazione in Power Point però avendo solo installato Open Office sul PC, l'importazione è pessima, mancano moltissime immagini, tutte le copertine dei libri ad esempio. Comunque complimenti per il lavoro di sintesi effettuato.

Jeff ha detto...

Grazie mille a te per la presentazione e l'estrema disponibilita' nel fare quattro chiacchere sui piu' disparati argomenti alla fine.

Spero a presto.

Logan7 ha detto...

markogts ha detto...

Rinspeed sQuba.

mah ha detto...

Riguardo al sito del Centro Culturale San Giorgio io la vedo in modo diverso...
Gli articoli presenti in esso sono talmente forzati che a mio parere l'autore vuole solo provocare una reazione nel lettore, dimostrando in questo modo la possibilità del subliminale (a livello psicologico).

Mi spiego: a chi, leggendo gli articoli, non è venuta la voglia di rispondere, di mandare una mail, di scrivere nel forum (solo per scoprire poi che è bloccato)... per spiegare che quelle sono idee talmente stupide che non andrebbero bene nemmeno se vivessimo nel medioevo?!

Quindi semplicemente scrivendo alcuni articoli ed agendo sulla psicologia delle persone l'autore del sito attua una reazione molto forte in tutte le persone, spingendole a dover dire la loro a riguardo delle idee del sito. Ditemi voi se questo non è subliminale...

Salvatore ha detto...

Ho sempre trovato molto interessanti i temi che proponi...

ci sono speranze che tu venga a fare qualcosa anche al sud italia?

Gabriyel ha detto...

ppoint diche che per visualizzare le immagini sono necessari quicktime e "un decompressore tiff (non compresso)"...???

Michele ha detto...

Ottimo intervento, è stato un piacere conoscerti di persona e fare quattro chiacchiere con te!
Spero di vederti ad aprile se farai un salto in università di scienze a Trento, ti aspettiamo mi raccomando! :)

Buon lavoro, ciao!
Michele Dalla Torre aka [.::MDT::.]
(ragazzo con la maglia bianca che è venuto anche al Pedavena)

markogts ha detto...

OT: sempre a proposito dell'auto subacquea, sembra una notizia vera. Sono sbalordito.

Hayabusa ha detto...

Carina la foto 050.jpg.... XD

Sleipnir ha detto...

Ciao Paolo,

sono un traduttore/localizzatore informatico. Visto che hai citato Scientology, spero di non esser troppo ot, citando il mio blog; dove è presente il video degli Anonymous con sottotitoli in italiano (visto che i media non ne hanno parlato e generalmente in rete non ci sono traduzioni valide, vorrei dare il mio contributo...)

Ecco il link:

http://tinyurl.com/2jcybe

Dan ha detto...

Concordo con quanto già detto: internet non è diverso dalla televisione o da qualunque altro media i bambini usino. Vale a dire, non puoi pretendere censura preventiva come certi genitori ottusi vorrebbero, per tenere i figli in un paradiso ovattato al di fuori del mondo. Ma al contrario devi essere al loro fianco, per controllare cosa fanno, arginare contenuti inadatti, spiegare contenuti difficili o particolari, e metterli in guardia dai pericoli che ignorano. Una volta che hanno imparato gli si può dare un po' più corda, ma comunque il mestiere di genitore è quello, non ci si può esimere dal ruolo di sentinella ed educatore.

Riguardo a Scientology e Centro San Giorgio per me il giudiizo è unico: sono in entrambi i casi soggetti _da rinchiudere_. Non si possono sentire persone "adulte e vaccinate" fare discorsi come quelli...

Dan ha detto...

Comunque se vi può consolare, anche a me con PowerPoint 2003 dà il messaggio d'errore "QuickTime e un decompressore TIFF sono necessari per visualizzare questa immagine". Mi viene il dubbio che sia una questione di versione del programma, o di presentazione creata con un Mac...

fabrix ha detto...

Eh si, nemmeno PowerPoint su win la apre correntamente, a meno che non ci sia installato QuickTime con qualche chilo di estensioni, cosa che non ho (e quindi non posso giurare che così funzioni)

Tra l'altro OpenOffice la importa abbastanza correttamente, confrontata a come me la apre PPT 2002. Anzi, in alcuni casi la apre anche meglio (in ppt una slide con il testo a filo-fondo pagina, probabilmente per colpa del carattere non corretto, sfora e esce dalla pagina. in OOo è corretta). L'unica sono le immaigni TIFF che anche OOo non mi apre.

Le piccole regole d'oro che nel mio piccolo ho imparato dalle mie esperienze con PowerPoint:
- se si lavora su mac e si vuole che anche gli altri vedano la presentazione:
-- niente immagini tiff (si a bmp, jpg, png (le ultime versioni, mi pare dalla 2002, supportano anche l'alfa nei png)
-- niente 'videi' in mov
-- insomma, niente "formati mac"
- evitare caratteri diversi da "arial", "times new roman" (a meno che non si 'embedda' il font nel file...
- evitare il testo entro un margine di sicurezza dal bordo schermo (anche per alcuni proiettori video che tagliano il segnale vga)
- evitare immagini di dimensioni spropositate che aumentano la pesantezza del file e costringono il pc a laboriose riscalature (ho visto che i due bellissimi sfondi nelle prime slide sono due jpg da 2mialquacosa-per-2milaquacos'altro pxel..!)

Giuro. Ho provato per ore a estrarre i Tiff originali dal ppt (teoricamente sembra possibile, in pratica non mi riesce).