Cerca nel blog

2008/02/26

Basta un LED per accecare le telecamere di sorveglianza?

Telecamere di sorveglianza, occhio alle fregature


Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "miecchi" e "superbotolo".

Si parla sempre più spesso di installare telecamere di sorveglianza lungo le vie pubbliche, e in banche e supermercati le telecamere sono da tempo una dotazione standard. Ma quando si tratta di fare investimenti per dotarsi di queste telecamere, giusto o sbagliato che sia, è meglio sincerarsi che funzionino a dovere e che non basti un aggeggio facilmente reperibile per ingannarle completamente, altrimenti saranno soldi buttati via.

Questo è infatti lo scenario proposto da un gruppo di artisti smanettoni denominato Oberwelt.de: nel loro sito spiegano (in tedesco) come sarebbe possibile, con un semplice LED a infrarossi, accecare le telecamere in modo invisibile.

Le telecamere, infatti, sono sensibili alla luce infrarossa (quella emessa dei telecomandi, per esempio) molto più di quanto lo sia l'occhio umano. Di conseguenza, un LED a infrarossi non è rilevabile a occhio nudo, ma emette un bagliore fortissimo per l'obiettivo della telecamera di sorveglianza. Il risultato, dicono quelli di Oberwelt, è quello mostrato nella foto: al posto del volto del sorvegliato compare un punto luminoso. Una sorta di censura automatica portatile.

E' ovvio che lo stesso effetto si potrebbe ottenere mettendosi in testa una lampada potente, ma la differenza importante è che il sistema a LED non dà nell'occhio (lo si può nascondere in una fascia per capelli o in un cappellino). Se tentaste di entrare in una banca indossando una lampada da minatore, probabilmente avreste delle complicazioni; mentre con un cappellino in testa, nessuno avrebbe da obiettare e nessuno sospetterebbe che state cancellando la vostra immagine dalle registrazioni delle telecamere.

E' importante sapere quanto sia facile ingannare questi sistemi di sorveglianza anche per evitare che l'illusione della sicurezza faccia commettere errori dolorosi. Una regola che purtroppo viene seguita raramente: si preferisce spendere in gadget rassicuranti senza chiedersi mai quale sia la loro vera efficacia.

Volete darmi una mano a verificare se lo scenario di Oberwelt è plausibile? Se siete smanettoni, fabbricate un illuminatore a LED infrarossi portatile, come quello mostrato nel sito di Oberwelt; se avete un sistema di telecamere di sorveglianza, mettetelo a disposizione del Disinformatico per una prova.

53 commenti:

Anonimo ha detto...

un solo dubbio, il riflesso nell'immagine presentata sembra irrealistico... per intenderci il filtro "lens-flare" di photoshop

Marco ha detto...

L'azienda per cui lavoro produce (tra l'altro) illuminatori e flash a led infrarossi per la lettura automatica delle targhe automobilistiche.

Tre noticine:
- di solito le telecamere diurne hanno un filtro che attenua l'infrarosso per moderare il cambiamento dei colori dovuti alla saturazione infrarossa del sensore dovuta ai raggi solari. Di notte questo filtro viene tolto (meccanicamente), per aumentare la sensibilita' della telecamera, che pero' effettivamente diventa vulnerabile a questi giochetti. Un esempio classico nel campo e' il riflesso troppo intenso del nostro flash sul materiale riflettente della targa, che invece di favorire l'OCR lo acceca.

- i nostri illuminatori di solito sono dotati di almeno un centinaio di led, e tirano una quarantina di metri, di notte. Per distanze cosi' ridotte come quella della foto, probabilmente un led potrebbe bastare.

- Se fate qualche prova, evitate di guardare troppo da vicino e per troppo tempo i led che usate: fanno una lucina fievole (rossiccia) nel visibile, ma la retina non e' felicissima dell'infrarosso che riceve in quantita' molto piu' elevata :-(

OrboVeggente ha detto...

ci provo!

Anna ha detto...

esiste un modo facile per fare delle prove...prendere il vostro telefonino, quello con la fotocamera, accendetela e mettere un telecomando vicino ad essa...guardate il display:)
potete usare anche la vostra fotocamera;)

usa-free ha detto...

se metti l'illuminatore a infrarossi dietro un tessuto (poniamo quello del cappellino) si vanifica l'effetto?

dyk74 ha detto...

Per provare in modo semplice basta una telecamera (con le vecchie analogiche so che funziona ma con le digitali sarebbe da provare), e un telecomando del televisore....
Metti la telecamera sul cavalletto o sul tavolo... ti metti davanti alla telecamera con il telecomando rivolto verso essa e tieni premuto un tasto (il risultato e' assicurato...io lo facevo da piccolino), se sei abbastanza vicino alla telecamera il tuo volto verra' nascosto dal fascio di infrarossi...

CIAO CIAO

Massi ha detto...

Scusate ma dovrei tenere il volto sempre rivolto alla telecamera, altrimenti questa se le do il profilo mi riprende.
Quindi in posti con + di una telecamera una la frego, ma l'altra mi riprende o sbaglio?

Iilaiel ha detto...

@massi: 3 led? :P

Comunque è smplicissimo oscurar anche i rilevatori di movimento a infrarossi, che sono i più usati nei sistemi anti-intrusione. Un vera cavolata.

Più sicuri i doppia tecnologia.

Anonimo ha detto...

ho provato ad applicare il lens-flare di photoshop accanto alla foto accanto all'articolo
confermo che secondo me è fatta con photoshop :)

Jacopo ha detto...

@ -pol- : banalmente il led satura i pixel della telecamera. E' più o meno equivalente a puntare una telecamera verso il sole e quindi avere delle lens-flare non mi sembra così impossibile.
@ usa-free : il tessuto tende a diffondere la luce (anche quella infrarossa) e quindi gli fa perdere un po' di intensità e la direzionalità. Se però la sorgente è abbastanza intensa (o il tessuto abbastanza sottile) non ci dovrebbero essere problemi. Considera anche che gran parte dei materiali che noi vediamo come "scuri" nell'infrarosso sono bianchi come la neve (almeno finché non si superano i 2 micron di lunghezza d'onda)

Anonimo ha detto...

@ -pol- : banalmente il led satura i pixel della telecamera. E' più o meno equivalente a puntare una telecamera verso il sole e quindi avere delle lens-flare non mi sembra così impossibile.

certo ma mi stupisce che esca quel tipo di lens flare, con quella sequenza di cerchi...

a occhio ne riconosco molti di filtri in photoshop, questo me ne ha dato l'impressione :)

Rudy ha detto...

@-pol-: hai dimostrato che il lens-flare di photoshop funziona bene, visto che, dal nome, dovrebbe emulare il riflesso interno delle lenti di un obiettivo.

La spiegazione semplice è che il fascio di luce infrarossa è molto concentrato e potente rispetto all'illuminazione ambientale delle foto pubblicate.

Sarebbe interessante sapere se l'abbagliamento avviene sono entro un angolo di incidenza stretto; ciò vanificherebbe l'effetto, visto che la luce sarebbe puntata proprio verso l'obiettivo solo se si tenesse la testa sempre nella posizione giusta.

andrea ha detto...

Ho provato con la webcam ed il telecomando della televisione: si vede un punto luminoso molto intenso invisibile ad occhio nudo.Con un led più potente in effetti l'effetto potrebbe essere quello della foto.

Anonimo ha detto...

@-pol-: hai dimostrato che il lens-flare di photoshop funziona bene, visto che, dal nome, dovrebbe emulare il riflesso interno delle lenti di un obiettivo.

diciamo allora che in questa immagine il filtro funziona alla perfezione, è praticamente sovrapponibile, il doppio cerchio intorno alla testa esce identico

riguardo alla direzionalità credo dipenda molto dal led
ma di solito in effetti non fanno luce molto forte solo verso avanti?
penso ai led tipo quelli delle pile

Lollodj ha detto...

Che poi è il sistema visto nel film "Inside Man" di Spike Lee. E poi uno pensa che nei film sparino solo gran cavolate...

Marco ha detto...

@ -pol-
ma di solito in effetti non fanno luce molto forte solo verso avanti?
penso ai led tipo quelli delle pile

Ce ne sono com moltissimi angoli differenti, anche ad alta potenza. Si va da meno di 4° (con pero' un sacco di spike laterali) a quasi 120° (con una bella curva di emissione lambertiana)...

Ciao!

Fozzillo ha detto...

Se avete una telecamera con "night vision" potete provare esattamente come se si trattasse di una camera da sicurezza in configurazione notturna.
Infatti in modalità "night vision" si sposta il filtro infrarossi e si abilita l'accumulazione dei fotogrammi (lunga esposizione) che comunque in condizioni di luce sufficente non si attiva.
A mio parere uno o qualche led possono oscurare la camera solo se ben puntati nella direzione dell'obiettivo, usando un filtro che diffonda la luce del led, per oscurare tutte le direzioni, bisogna dotarsi di una discreta potenza di illuminazione.
Inoltre più l'ambiente e ben illuminato, meno l'accecamento è efficace. Nel caso di ambiente illuminato da sole all'aperto credo che sia inutile.
Un altro modo di accecare le camere potrebbe essere usando un laserino montato su cavalletto puntato sull'obiettivo, credo che l'accecamento sarebbe quasi totale.

giuseppe ha detto...

tempo fa ho visto un progetto che usava l'ottica di un fucile e un laser per oscurare completamente la camera.
se lo trovo lo riposto.

Jacopo ha detto...

Volendo si può usare un laser nell'infrarosso (non proprio economici ma si trovano senza problemi in commercio) ben collimato e sparato dritto nell'obbiettivo. In questo modo il fascio si focalizzerebbe direttamente sul sensore dela telecamera bruciandogli i pixel (ok, inizio a delirare...)

giuseppe ha detto...

eccolo

timendum ha detto...

Un po' di prove con webcam e telecomandi:
Sembra che non serva a un cavolo
http://s237.photobucket.com/albums/ff314/timendum/?action=view¤t=Webcam-1204040548.png
http://s237.photobucket.com/albums/ff314/timendum/?action=view¤t=Webcam-1204040551.png
http://s237.photobucket.com/albums/ff314/timendum/?action=view¤t=Webcam-1204040553.png
http://s237.photobucket.com/albums/ff314/timendum/?action=view¤t=Webcam-1204040567.png

Nicola ha detto...

@timendum beh hai dimostrato che in effetti l'infrarosso diventa visibile. Ma quello di un telecomando e' debole, ovvio che non acceca un bel niente.

giuseppe ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
giuseppe ha detto...

ha anche il filtro infrarosso, le telecamere di sorveglianza notturne non lo hanno.

giuseppe ha detto...

ecco una prova fatta con la mia cam e un telecomando,l'ho smontata e ho tolto il filtro infrarosso
link

scattata a 50 cm di distanza dalla cam.in condizioni di luce scarsa.


questa invece scattata a circa un metro e mezzo
link

B4mb1N ha detto...

Per lavoro io ho provato tempo fa a fare detection di punti attraverso un LED del telecomando e delle webcam da pc comuni filtrate con dei negativi delle pellicole fotografiche (usati per filtrare il visibile e lasciar passare l'infrarosso) e nelle migliori condizioni (cioè con pochissima luce solare) il sistema funzionava a 40 cm di distanza e con il LED assolutamente frontale.
Quindi penso che per accecare totalmente una telecamera decente (e non una webcam da 30 euro) servano come minimo un fascio di LED (in modo da avere un angolo di luce quasi sempre perpendicolare alla telecamera) e che abbiano una potenza notevole per funzionare a distanza...
Ergo penso sia una bufala...
L'unica soluzione potrebbero essere dei LED omnidirezionali, ma esistono? Quanto costeranno? E cosa servirà per alimentarli? (Nascondere una batteria da macchina sotto il cappello è difficile!!! ^_^)

giuseppe ha detto...

si trovano facilmente facendo una ricerca su google :P quelli che ho visto io hanno un angolo di emissione di 30 gradi(non sono omnidirezioali quindi)e sono ad alta luminosità.
la batteria puoi metterla dove vuoi :P anche in tasca.basta che fai arrivare i cavetti di alimentazion ai led.

giuseppe ha detto...

"per lavoro io ho provato tempo fa a fare detection di punti attraverso un LED del telecomando"


per quello puoi usare un wiimote( il controller del nintendo wii)funziona benissimo anche a medie distanze. c'è un ricercatore che col wiimote ci ha fatto di tutto...schermi touch screen,head tracking ecc. ecc.
c'è un progetto open source su sourceforge fatto da lui.

Melina2811 ha detto...

Potrebbe essere un'idea,...

B4mb1N ha detto...

Certo 30 gradi copre un dodicesimo dell'area... quindi servirebbero già 12 LED, invece l'immagine mi pare proprio con fuoco centrale.. ergo non molto credibile.. poi fili ovunque sarebbero un pò visibili.. fermerebbero una persona con dei fili eletricci nel collo dopo 3 minuti! ^_^

Ponte Moralizzatore ha detto...

a suo tempo provai anche io l'ebbrezza di modificare una webcam eliminando il filtro per l'infrarosso.. che dire, al buio totale, anche solo col telecomando, illuminavi come con una piccola torcia. sono curioso di sapere cosa succede con i led ad alta luminosità, almeno per quelli "visibili" la differenza è notevole.


per il resto, e vado ot, paolo hai notato che il blog funziona strano? tipo che se provi a evidenziare una parte te lo fa fare solo per il primo articolo, poi passa ad evidenziare la colonna a destra, il problema è che tutti i vecchi articoli sono incliccabili, quindi no link e nessuna possibilità di accedere ai commenti (parlo di internet explorer 7)
ciaoo

Andrea

Anonimo ha detto...

nessuno ha photoshop?

prendete filtro - rendering - riflesso lente
usate quello di tipo zoom, luminosità media, e posizionatelo nello stesso punto...

Matteo Gottardi ha detto...

Tenete presente che generalmente i led IR dei telecomandi:
- hanno potenze molto basse
- trasmettono un segnale modulato (si "accendono e spengono" in continuazione), quindi la potenza media e' data dalla potenza effettiva del led diviso il tempo che questo rimane acceso
- tenendo premuto un tasto del telecomando viene spedito piu' volte il codice relativo al tasto premuto intervallato da considerevoli pause; parliamo di differenze di ordini di grandezza tra la durata del segnale e quella della pausa tra due segnali

Quindi in realta' il led rimane acceso per una frazione di tempo molto bassa. Con un illuminatore ir, anche composto da 3-4 led, i risultati cambiano notevolmente.

fminutillo ha detto...

Salve. Stiamo cercando i migliori bloggers per arricchire il nostro sito e per dare loro maggiore visibilità. Il suo Blog è molto interessante. Saremmo lieti se postasse i suoi articoli anche sul nostro sito: http://www.tincontro.it

Paolo Attivissimo ha detto...

Fminutillo, grazie, ma se leggi le mie regole di ripubblicazione vedrai che puoi già pubblicare dove vuoi un sunto degli articoli che trovi qui: basta che linki l'originale.

Melina2811 ha detto...

ciao e buona giornata da Maria, dò sempre uno sguardo ai miei blog preferiti...

Mattia ha detto...

Ho fatto la prova!!! ... al contrario!
Cioè, di fronte alla porta del mio dipartimento c'è una telecamera di sorveglianza con sopra un illuminatore IR, che serve per "illuminare" di notte nell'IR. Ecco, l'ho inquadrato con la fotocamera del cellulare e si vedeva un puntone bianco che a occhio nudo nonsi vedeva!
Magari domani faccio la prova con la fotocamera a la posto a paolo.

Fozzillo ha detto...

Ottimo Mattia,
quegli illuminatori sono di solito belli potenti, fino a 500 watt.
Fai senz'altro la prova che dici ma:

Non fissare l'illuminatore ad occhio nudo!

Tu non te ne accorgi ma la tua retina soffre come se stessi fissando un faro che se fosse di luce bianca non riusciresti a guardare.
OCCHIO!

Vicky ha detto...

Ciao,
foto prese col telefonino (una con il led acceso, l'altra spento) prima di uccidere il LED con un bel corto circuito. Il LED è alimentato con 5V e credo che usi circa 20mA di corrente.

Lunedì provo con la webcam di un collega e con un led nuovo.

Mattia ha detto...

Ho fatto una prova simile e ho mandato le foto a Paolo.
Anche con 7 led sembra che la possibilità di offuscare una telecamera sia molto bassa...

Fabrizio ha detto...

Scusate, leggendo il tutto mi è venuta in mente una cosa, il telecomando wiiremote, non è una fonte di infrarossi, è un ricevitore, la fonte è la barra sensore che ha 4 bei led a infrarossi (con anche una copertura che spero serva a proteggere la retina) orientati sul davanti, basterebbe togliere la copertura, mettersi la barra in testa e fare un sorriso ad una telecamera in nightmode. Cosi si puo verificare il risultato di notte, nelle condizioni della foto(che probabilmente è una bufala).
E' scontato che già a qualche metro di distanza il metodo perde di efficacia, basta pensare di nuovo al wiiremote, che ha un raggio di azione ridotto: 4-5 metri al massimo, poi non riesce piu a "vedere" la barra sensore.

Dan ha detto...

Se ben ricordo sono disponibili anche dei LED chiamati "laser" o ad alta intensità, che emettono fasci di luce davvero potenti: ad esempio, li ho visti usati in lampade da officina auto. Se ne esiste la versione infrarossa, può darsi che riesca ad ottenere l'effetto descritto.

Melina2811 ha detto...

non me ne intendo più di tanto ed allora evito di dire baggianate... ciao da Maria

Jacopo ha detto...

@dan: di laser a diodo nell'infrarosso ne esistono migliaia di modelli. Molti anche con potenze sufficienti a bruciare (non solo accecare) le telecamere. Il problema è che, per loro natura, producono fasci estrememente ben collimati e quindi dovresti puntarli direttamente sull'obbiettivo della telecamera.

Dan ha detto...

No, quelli che intendo sono diodi LED a emissione particolarmente intensa, che familiarmente vengono a volte chiamati "laser", quando in realtà sono LED semplici.

Endoacustica ha detto...

Non proprio..se si acquistano strumenti professionali la sensibilità è maggiore. Io ho acquistato i prodotti per il mio impianto da Endoacustica Europe e devo dire che non ho mai avuto problemi!

Maurizio Mobilio ha detto...

Salve, in effetti è vero, ho verificato di persona presso varie installazioni

Stefano Trevisan ha detto...

Ho provato ad inquadrarmi con la webcam del mio pc mentre cambiavo canale.
E' vero, si vedono gli infrarossi del telecomando che partono da quella specie di "lampadina" posizionata davanti, anche se non credo funzioni, dato che il "fascio" di infrarossi è troppo piccolo per oscurare una faccia.

Ciccio Brutto ha detto...

La videocamera sicuramente verrà oscurata ma quanto pensate di andare in giro con un led ad infrarossi sulla testa???
I militari è da tantissimo che usano gli illuminatori IR del nemico per localizzarlo, cosa pensate che farebbero le forze dell'ordine?
LE VOLPI NON SI METTONO UNA LAMPADINA SULLA TESTA....

Stupidocane ha detto...

Cicciobrutto. Le volpi, ahiloro, finiscono sotto le ruote delle auto. IR o non IR.

Hartwig ha detto...

Si parla sempre più spesso di installare telecamere di sorveglianza lungo le vie ... telecameraauto.blogspot.it

Jonathan Sav ha detto...

Ragazzi ma si possono accecare anche i sensori di movimento ir in questo modo ?

Ginevra Rossi ha detto...

DOVE SI COMPRA?