Cerca nel blog

2008/09/09

L’uomo-albero esiste e si è fatto operare

Nuove immagini dell'"uomo-albero": non è una bufala, le cure sono in corso


Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "mauro" e "arualb".

Ne avevo parlato in una puntata del Disinformatico radiofonico l'anno scorso: l'"uomo albero", le cui immagini piuttosto scioccanti hanno fatto il giro di Internet, non è un falso come hanno pensato in molti.

Esiste realmente: si chiama Dede Koswara, oggi ha 37 anni, vive in Indonesia a sud di Giakarta, ed è affetto dal papillomavirus umano, che in combinazione con un raro difetto genetico al sistema immunitario scatena la formazione incontrollata di escrescenze cornee, soprattutto alle estremità degli arti.

E' ora in cura da parte del dottor Anthony Gaspari, dell'Università del Maryland, ed è stato sottoposto a un primo intervento che ha rimosso da mani e piedi oltre due chili di escrescenze, permettendogli di nuovo di usare le mani e di camminare senza dolore.

Qui sopra lo vedete prima dell'intervento: il Telegraph pubblica qui un video più recente che mostra i progressi fatti da Dede e alcune foto delle sue attuali condizioni. Un esempio è qui sotto:



Il fatto che Internet sia piena di immagini-shock fabbricate e artefatte non significa che siano tutte false, anche quando hanno l'aria di essere impossibili. Qualunque fenomeno, anche il più strano, va accettato come autentico se le prove della sua esistenza sono proporzionate alla sua stranezza: affermazioni straordinarie richiedono prove straordinarie, come si suol dire, e di fronte alle prove straordinarie anche il più cinico dei cinici deve arrendersi.

Francamente, in questo caso, per il bene di Dede avrei preferito scoprire che si trattava di una messinscena fatta per raccogliere l'elemosina. Ma così va il mondo: la madre Natura tanto esaltata da una certa visione bambagiosa dell'esistenza è in realtà spesso una matrigna crudele.

14 commenti:

Mr. Tambourine ha detto...

Sapevo che era considerato una specie di divinità, tra l'altro...
Claudio.
http://ciclofrenia.wordpress.com

Emanuele Ciriachi ha detto...

...allo stesso modo della povera bambina siamese con un gemello parassitario, considerata una reincarnazione di Shiva.

Fraintendimenti del genere potrebbero accadere in ogni cultura, laddove l'istruzione sia bassa...

Lupacchiotto ha detto...

E dove la superstizione e la fede nel soprannaturale non riesce a credere alla scienza...

Davide Impegnato ha detto...

Ma perché un uomo e una donna nelle immagini? caspita, siamo sicuri non si sia fatto operare anche "là"?

Fabio Ranghiero ha detto...

E' sempre lui, nella prima foto non ha gli occhiali.

Paolo il link "foto" non mi fa vedere le foto della guarigione.... dove sbaglio?

Ciao

Paolo Attivissimo ha detto...

Clicca su Next appena sopra la foto.

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

povero ragazzo

considerate che facendo due calcoli essere vittima di questa patologica ha un indice di probabilità di uno su qualche miliardo..

Elena Brescacin ha detto...

per ovvie ragioni non posso vedere le immagini
però "uomo albero" mi fa pensare che questa persona avesse su mani e piedi dei calli formato gigante, + duri dei calli normali, che al tatto e alla vista dessero l'impressione di una corteccia di un albero.
La cosa che mi intristisce molto è che questa cosa venga dalla massa vista come un fenomeno da baraccone; una curiosità "una stranezza" e non si pensi realmente al fatto che, magari, quest'uomo vorrebbe pure esser lasciato in pace, se già c'ha dolori e disagi di suo.
"vederlo come una divinità", non ho parole.
La storia della neonata siamese me la ricordavo, in India, non so però come sia finita fatto sta che io ho un'amica così. Non è come l'uomo albero, ma una malattia, la sclerodermia, le ha reso inutilizzabili i piedi, tanto che glieli hanno amputati entrambi, e non sanno neanche se le salveranno una mano. A 23 anni. "la malattia che trasforma gli uomini in pietra" e là non puoi neanche dire "OK le protesi, OK mi rifaccio una vita", perché è degenerativa.
Di fronte a queste cose non riesco proprio a immaginare come certe persone possano trovare "curiosità da baraccone" in questi fenomeni, che di divino hanno poco.
Sarà forse che in qualche modo anche io vengo "guardata"
sabato giocavo a scacchi a una manifestazione pubblica e avevo uno stuolo di persone intorno come se stessero guardandosi lo sbarco dei marziani invece era la mia scacchiera

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

@talksina:

dillo però che avevi ancora tutti i pezzi e il tuo avversario era rimasto con 3 :)
più seriamente, che dire? probabilmente quello del "fenomeno da baraccone" è un modo, pessimo e deleterio, che ha la gente per esorcizzare la paura che viene naturale provare davanti a malattie e disabilità varie.

Elena Brescacin ha detto...

No no era ancora metà partita...poi sono abbastanza una frana a scacchi! :)
Scherzi a parte, lo so, esorcizzare le malattie e tutto il resto, ma i problemi si risolvono conoscendoli, affrontandoli, non evitando le persone e facendoci spettacolo su!
A proposito di lesioni e cortecce da albero:
ho letto in giro che esiste una pratica di modificazione corporale, che consiste nel farsi inserire sotto pelle dei dischetti di ferro che poi fanno sembrare la pelle come se avesse squame.
Ma io dico...questo uomo albero sta facendo di tutto per liberarsi da questa cosa
c'è chi se le fa apposta? va be'

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

eh ti quoto talksina

ma forse, per quanto riguarda la modificazione della pelle, il fatto che sia una scelta rende le cose diverse

in ogni caso ti parla uno che non si farebbe neanche un tatuaggio.. :)

cecii ha detto...

scusa ma allora dici che le foto che girano su internet sono artefatte?C'è una cosa,dalle foto, che non mi è chiara: con un'ampiezza del genere, come diavolo faceva a infilarsi le maniche delle maglie?da lìper quello pensavo che fosse una bufala...

cecii ha detto...

scusa ma allora dici che le foto che girano su internet sono artefatte?C'è una cosa,dalle foto, che non mi è chiara: con un'ampiezza del genere, come diavolo faceva a infilarsi le maniche delle maglie?da lìper quello pensavo che fosse una bufala...

Piccola Romana ha detto...

ciao paolo
stanno trasmettendo la storia di questo pover'uomo su discovery channel..è incredibile la natura come possa essere ben peggiore della fantasia