Cerca nel blog

2008/12/12

Google Zeitgeist, le parole più cercate dell’anno

Lo spirito dei tempi fotografato da Google


Come consueto alla fine di ogni anno, Google ha pubblicato i dati riassuntivi di Zeitgeist: le parole o frasi più cercate nel corso del 2008 e quelle in maggiore ascesa rispetto all'anno precedente.

In Italia, al primo posto fra le ricerche più gettonate c'è Youtube, seguito da Roma, lavoro, casa, Sardegna, uomini e donne, iPhone, istruzione, elezioni e dieta. Il balzo in avanti maggiore lo fanno (abbastanza prevedibilmente) pechino 2008, facebook, obama, ecopass, la talpa, finanziaria 2008, saviano, wiki, mutui, e cinquecento. Termini che rispecchiano abbastanza chiaramente gli interessi e soprattutto le preoccupazioni del paese.

In Svizzera, invece, le dieci parole più cercate sono un mix decisamente curioso e meno ansioso: youtube, google, video, wikipedia, netlog, facebook, wetter, swiss, sbb e meteo. Quelle più in ascesa sono, nell'ordine, facebook, iphone, netlog, anibis, youtube, wiki, maps, homegate, ubs e radio.

Si sprecheranno le pagine di interpretazione di questi dati: sono davvero utilizzabili per trarre delle conclusioni sullo stato d'animo di un paese? Difficile a dirsi: è facile prendere queste parole e assegnare loro i significati psico-socio-fumo-culturali più disparati, e bisogna tenere presente la percentuale molto differente di utenti Internet di ciascun paese rispetto alla popolazione complessiva. Un gioco decisamente più intrigante è vedere quanti di questi termini sapete riconoscere senza appunto Googlarli, per sapere se siete siete in contatto con lo "spirito dei tempi": lo Zeitgeist, appunto.

Se a livello nazionale la cosa dovrebbe essere abbastanza facile, confesso che la classifica delle parole o frasi in ascesa a livello mondiale mi lascia decisamente sconnesso: sarah palin, beijing 2008, facebook login, tuenti, heath ledger, obama, nasza klasa, wer kennt wen, euro 2008, jonas brothers. Fa riflettere il fatto che quattro termini su dieci riguardano il social networking.

28 commenti:

markogts ha detto...

Ma che senso ha cercare "google" con google?

psionic ha detto...

"Uomini e donne" al sesto posto?
Dio mio!

psionic ha detto...

beh, markogts, a mio parere non ha molto senso neppure cercare "video".

E' come cercare "documento". Il risultato sara' molto preciso ed accurato. Troverai sicuramente quello che ti interessa! :-D
Allora a questo punto non usare neppure un motore di ricerca e digita indirizzi a caso nella barra! :-D

alanparly ha detto...

@psionic

ma vogliamo parlare dell'ascesa de "la talpa"? Da brivido

Daniele A. Gewurz ha detto...

Per la Svizzera i dati sono ancora meno chiari, visto che il risultato finale privilegia per ovvi motivi le ricerche di termini inglesi o internazionali. (E gli svizzeri sono così ossessionati dalle previsioni del tempo da averle fatte entrare due volte tra i primi dieci, tra l'altro con l'unica parola tedesca?)

Janez ha detto...

@psionic e alanparly
La cosa ancora più deprimente è che se cercate "talpa" su google vengono messi prima i risultati riguardanti la pagliacciata televisiva. Solo il quarto risultato fa riferimanto all'animale.

Maximilian Hunt ha detto...

@janez: è un segno dei tempi e della cultura dell'italiano medio. Attenzione non parlo di titolo, ma di CULTURA. Mi accorgo ogni giorno che c'è una bella differenza...

Anonimo ha detto...

occhio che spesso si usa google come "indirizzo sito"

voglio andare su facebook? molti non scrivono www.facebook.it ma scrivono "facebook" nella barra
quindi ecco contate come ricerche

serve la pagina di google? scrivi "google" nella barra indirizzo o nella casella ricerca...

Robert ha detto...

@Janez: se non sbaglio google posiziona più in alto i link che vengono realmente visitati in seguito alla ricerca.

quindi se "la vera talpa" è al quarto posto, significa che le persone cercavano realmente info sul programma tv

Replicante Cattivo ha detto...

Fa riflettere il fatto che quattro termini su dieci riguardano il social networking

Il fatto è che, in questi ultimi tempi, sui SN vi è stato un martellamento mediatico non indifferente: tutti i tg parlano del "fenomeno Facebook" e molta gente che usa internet nemmeno sapeva di questo "fenomeno". O magari ne ha sentito parlare, ma non credeva fosse così in crescita.
E' un serpente che si morde la coda: il fenomeno esiste, la stampa lo esalta più del dovuto, la gente partecipa alla crescita del fenomeno.

Basti vedere come i giornalisti, ora, abbiamo scoperto l'acqua calda, scoprendo un mondo di blog e siti personali in cui -sopratutto i giovani- giocano a crearsi un identità parallela. Ovviamente questa è una cosa normalissima (finchè rimane nei limiti), ma loro utilizzano questa cosa per trarre conclusioni sociologiche di dubbio gusto.
Ad esempio non so se avete sentito di quella ragazzina di Genova che ha accoltellato il chitarrista del suo gruppo colpevole di aver suonato male...cose da pazzi! Però ecco che i giornalisti subito hanno puntato il dito su alcuni aspetti
- lei era una dark
- il suo gruppo suonava musica metal
- erano entrambi fans di Marylyn Manson (ricordiamoci che M.Manson, nel privato, coltiva le ortensie ed è una persona educatissima e civile)
E per condire il tutto, ecco un bel primo piano sul account netlog del ragazzo incriminato, dove campeggiano il logo degli Slayer (nota band di metal) e immagini di vampiri insanguinati, che per i giornalisti sono simbolo di disagio interno e personalità disturbata. Bah...

markogts ha detto...

@ Janez:of course! Talpa? Animale? Ecchellè?

Mi fa comunque pensare questa commistione tra tv e internet. Man mano che internet si diffonde, chiaramente l'utenza si abbassa qualitativamente. Se vent'anni fa navigavano solo gli smanettoni, dieci anni fa solo gli studenti universitari, oggi pian pianino arrivano anche utenti televisivi. La domanda è: come si trasformerà internet con questa nuova domanda e offerta? Spero non diventi un gigantesco DRM. Per il momento, mi pare che il vecchio (sia come media, che come politico e come impresa) stenti di brutto su internet. Speriamo solo che la rete non ne soffra.

markogts ha detto...

@ otello: si vede che la gente non usa firefox 3.0. Basta scrivere g o go e scatta subito su google.

Emanuele Ciriachi ha detto...

South Africa, fastest rising n.9: Chuck Norris.

E ho detto tutto!

alanparly ha detto...

@janez

interessante la tua controprova.. però facendo così hai fatto ancora di più salire "la talpa" in classifica! Mannaggia!

alexandro ha detto...

Ma non avranno censurato qualcosa da quelle classifiche? Con la quantità di siti per adulti che ci sono avrei pensato a qualche parola più spinta in mezzo a quelle. Non che La Talpa non sia sufficientemente oscena, neh...

otello ha ragione sulle ricerche: se si usa Chrome, che non ha una "bar" normale e un segnalibri decente, è più veloce scrivere nella barra degli indirizzi e far cercare la pagina a google.

Anonimo ha detto...

guarda, gli utenti non hanno ben chiaro che cambia tra barra ricerca e barra URL
o che cambia tra google e www.google.it


inoltre su un normale sito, il 70% arriva da explorer (di cui il 30% è la versione 6...)
su un sito più aziendale, arrivi tranquillo a 81% di explorer, di cui 45% è ancora il 6

quindi... :)

Anghelos ha detto...

Come amante della musica, la presenza dei Jonas Brothers tra i primi dieci a livello globale grida vendetta

alanparly ha detto...

@Anghelos

Hai ragione. Spammiamo la barra di ricerca di Google con "The Beatles", e ristabiliamo l'ordine mondiale.

Mazzolator ha detto...

Immagino che contino anche le combinazioni di parole.
Per cui, google puo' tratte vantaggio da "google notebook", "google video", "google maps" ecc.
Si spiega anche la presenza di video: cerchi "video divertenti", "video juventus", ecc.

Francesco ha detto...

Fa pensare il fatto che nelle ricerche non compaia qualcosa di erotico... Ma Internet non era fatto per il porno??? :D

alexandro ha detto...

@Francesco

Effettivamente. The internet is for porn. Grab your dick and double click, porn porn porn!
Avenue Q=genio puro.

Pietro ha detto...

Io istituisco una associazione per liberare Google dai Jonas Brothers =D
da questo momento spammate tre volte al giorno cercando tra Led Zeppelin, Queen, Pink Floyd, Guns'N'Roses e altra musica sera :D

Replicante Cattivo ha detto...

Beh, ma in fondo una ricerca sui Jonas Brothers non è altro che la risposta alla legittima domanda:
"chi c***o sono i Jonas Brothers?"
E magari questa domanda se la fanno proprio gli amanti dei grandi gruppi, che si chiedono chi siano questi nuovi "fenomeni del momento", dato che il pubblico che ascolta questi tizi probabilmente non ha ancora l'età per poter navigare in internet.

Al contrario, quelli che vogliono saperne di più su Beatles, Pink Floyd e Led Zeppelin, anzichè andare su google, fanno la cosa più sensata: infilano i dischi nel lettore - o sul piatto *__* - e lasciano che sia la musica a parlare. ;)

Spinea vivibile ha detto...

E' evidente che sono state epurate le parole legate al porno, XXX, Porn, Sex da sempre le più ricercate.
Tuttavia è da notare che Sarah Palin ha vinto non in base alla sua popolarità bensì grazie al porno che ha suscitato scalpore nel periodo delle elezioni.

-.-''

Spinea vivibile ha detto...

Post scrittum: il mistero è presto svelato.
-> Beatles, Pink Floyd e Led Zeppelin sono già inseriti nei segnalibri di Firefox, quindi non c'è bisogno di passare per google per trovarli.
Va anche detto che sono stupito di non trovare la parola cioccolato nell'elenco svizzero (se c'è google su google).
Molto più interessante è notare come google varchi le frontiere linguistiche approdando fra le parole più cercate anche in linguaggi non inglesi.
C'è un mondo ignoto lì fuori (fuori dal confine linguistico) che usa internet senza che ce ne rendiamo conto.

Va anche fatto un altro esempio: io utilizzo il blog come diario in cui annotare i link delle cose che mi interessano senza dover stare ogni volta a cercarle. Blog come archivio e non come fonte di denaro con la pubblicità o di informazione per mezzo di articoli di interesse per un vasto pubblico.

alexandro ha detto...

Replicante Cattivo, tu scherzi, ma io ricerche di quel tipo le faccio sul serio. Visto che da un paio di anni non si fa che parlare di Saviano con il suo Gomorra (come se la camorra fosse una novità), ho googlato "Saviano ha rotto le palle", per vedere se anche altri erano stufi della sua assidua presenza. Ed effettivamente... :-)

marcov ha detto...

il risultato più sorprendente è che nella lista ci sia un social network polacco.

Dan ha detto...

"@ otello: si vede che la gente non usa firefox 3.0. Basta scrivere g o go e scatta subito su google."
Se è per questo basta cliccare sulla casella di ricerca e premere invio: sarà come se tu avessi inviato una ricerca nulla a Google, e comparirà la sua homepage.

"Per la Svizzera i dati sono ancora meno chiari, visto che il risultato finale privilegia per ovvi motivi le ricerche di termini inglesi o internazionali."
Immagino che google abbia separato in base alla IP-locazione apparente dell'utente ricercante, e non alla lingua... anche perchè qualcuno usa software in inglese e fa ricerche per termini inglesi, e questo falserebbe i risultati.