Cerca nel blog

2008/12/03

Robot! Robot!

Quadrupedi e scultori insettoidi robotici


Non so voi, ma trovo decisamente inquietanti, ma al tempo stesso affascinanti, le movenze di questi due robot. Il primo, un insettoide esapode, scolpisce un volto nel polistirene espanso. I dettagli tecnici sono su Hexapodrobot.com.



Due zampe in meno, ma capace di portare 150 chili di carico su terreni accidentati e scivolosi come e forse meglio di un mulo: è BigDog, un robot militare in grado di camminare per 20 km e di riprendere l'equilibrio quando qualcuno lo urta o calcia. Maggiori info su Wired.



Fossi Sarah Connor, comincerei a correre.

57 commenti:

Slowly ha detto...

Il giorno della Singolarità Tecnologica, (se mai avverrà davvero), il tizio che tira calci al coso che cammina è il primo a essere frustato a sangue.

:D

Hanmar ha detto...

Se non fosse per il rumore da motosega che rovina l'effetto al secondo...

Io comunque comincio a correre.

O_O

Saluti
Hanmar

Iilaiel ha detto...

Dovreste vedere il rover esplorativo Scorpion (a 8 zampe) in grado di arrampicarsi su un palo. Spettacolare.

Rodri ha detto...

Ecco ci ha scolpito la faccia su Marte! :-D

Taliesin ha detto...

Almeno Sarah Connor aveva altre tre omonime nell'elenco telefonico...
Io non so in svizzera quanti Attivissimo ci sono...
sai mai che qualche complottista, sciachimista e similari decida di mandare indietro nel tempo un telemetro per prenderti le misure (con zoom ovviamente)

Ok chiedo venia, ho avuto una mattinata terribile a lavoro e non mi e' venuto fuori niente di meglio..

Gianni ha detto...

non so a voi ... ma a me quel mulo trasmette un pò di tristezza,
preso così a spintoni e mentre scivola sul ghiaccio, senza una testa o un corpo 'normali', sarà anche perchè ho visto Electroma ieri sera ...

Anonimo ha detto...

il mulo robot fa impressione!
soprattutto quando scivola

cioè a tratti sembra di vedere davvero un animale ma senza testa, oppure anche una specie di marionetta con dentro due tizi...

certo si fa prima con un mulo vero allora :P
quelli grossi sono dei bestioni inarrestabili, in montagna me ne sono trovati due sulle scale che volevano salire e ci è voluto MOLTO lavoro per fargli cambiare idea!

non so se avete presente avere due bestioni che superano un bel po' i due metri e fanno tremare il pavimento che ti guardano come dire "beh, ti levi?"

Satyricon ha detto...

è decisamente inquietante...seppur tecnologicamente incredibile! :P

Avion ha detto...

Il robot militare è roba dell'anno scorso...

Slowly ha detto...

Wall-E al mulo di latta gli fa una pippa!

:D

theDRaKKaR ha detto...

concordo con Slowly: che st*ozo quello che dà calci allo pseudomulo artificiale :)
ora fondo una lega protezione animali artificiali!!
umpf!

EmiBro ha detto...

Andatevi a vedere gli entomotteri e gli ornitotteri... E le versioni più avanzate... Quelli sono ancora più da brivido...

E*

Sara ha detto...

L'insettoide è carino ma il mulo robot non son riuscita a guardarlo, ho interrotto il filmato. mi aveva fatto lo stesso effetto quando l'avevo visto in TV. Mi manca l'aria e il battito cardiaco accelera. Credo che potrei morire se me lo trovassi davanti.

psionic ha detto...

certo si fa prima con un mulo vero allora

Beh, immagino che il fine ultimo sia quello di avere dei robot migliori, sotto diversi aspetti, agli equivalenti animali (tra cui anche gli uomini, ma quello e' gia' un passo notevolmente piu' grande!).

Migliori in resistenza (nel senso di durata, ma anche soprattutto fisica), nei "consumi" e nella "manutenzione" (cose necessarie chiaramente anche per un animale), utilizzabili in maggior numero e con piu' disinvoltura (a meno finche' non manifestino comportamenti "troppo" animali!).

Gia' adesso, riguardo all'ultimo punto, nonostante il bigdog non sia assolutamente autonomo (dal sito ho capito che viene comandato tramite un joystick) e l'unico suo comportamento indipendente e' quello di eseguire i comandi qualunque terreno si trovi di fronte, almeno a me fa comunque una certa "impressione" vederlo destreggiarsi dopo un calcio o una scivolata.

Non che pensi "poveretto", badate bene, ma e' solo una sensazione. E questo avviene unicamente perche' ha un aspetto e un comportamento (motorio) simile ad un animale.
Quindi, mi domando, se robot piu' sofisticati, in grado di fare scelte autonome piu' complesse anche se non ancora dotati di "intelligenza" nel vero senso della parola (ancora prima dell'"autocoscenza"), verrebbero davvero utilizzati con disinvoltura, e/o mandati allo sbaraglio. E se sarebbe giusto farlo

Pippolillo ha detto...

E' un fake il secondo video. Si vedono chiaramente le gambe di Aldo e Giovanni nel robot mentre Giacomo sta dicendo "potevo rimanere offeso"!

:)))

P.S. Per Paolo: forse in Svizzera non si vedono ma Aldo, Giovanni e Giacomo sono tre famosi comici italiani.

Non bastavano i missili intelligenti che ti arrivano dal cielo, ci mancavano i robot che t'inseguono!

Slowly ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
psionic ha detto...

Pippolillo, era Giovanni che faceva il signor Rezzonico! :-)

E poi, Paolo sta in svizzara, mica in Australia!
Forse piu' che "forse in svizzera non si vedono" dovevi dire "forse tu non li guardi" :-D

gg ha detto...

Guardando il video mi vien da pensare:Asimov,eri avanti anni luce con i tuoi racconti!
Speriamo che le tre leggi siano rigorose!

Slowly ha detto...

@Sara:
"L'insettoide è carino ma il mulo robot non son riuscita a guardarlo, ho interrotto il filmato. mi aveva fatto lo stesso effetto quando l'avevo visto in TV. Mi manca l'aria e il battito cardiaco accelera. Credo che potrei morire se me lo trovassi davanti."

Addirittura? :D

A me il mulo di latta piace.

Capisco però che fa impressione vedere comportamenti simil-umani in cose che non dovrebbero averne.
Ricordo ancora la prima volta che vidi One di BimBumBam e quella in cui scoprii che "hey, parla pure!" O_o
A me sto effetto lo facevano le marionette dei Thunderstrom, pure in differita di vent'anni, (ne ho 30). Proprio impressione pura, quasi paura.
Però queste macchine riempiranno le nostre strade.
Che le si faccia per noia, per utilità o soldi.

La questione finale di Psionic forse anticipa un pò troppo i tempi (oddio magari nemmeno tanto), però è decisamente affascinante.

Quantomeno 'sta lattina deambulante è più simaptica di C3PO: non parla e sta sicuramente più in piedi di Inzaghi.

:D

Lo stesso effetto di Sara mi fece Prodi il primo giorno che lo vidi: "Mi, cammina anche!" O-o

Anonimo ha detto...

Beh, immagino che il fine ultimo sia quello di avere dei robot migliori, sotto diversi aspetti, agli equivalenti animali

ma no certo era una battuta, semplicemente perchè ormai in pochi hanno idea di quanto riesca a caricare e portare in luoghi impervi un mulo!

comunque di sicuro questi robot "vanno avanti" perchè utili militarmente
ma pazienza, che poi una volta fatti si applicano dappertutto. pensa quando si potranno finalmente applicare due aiuti robot e far camminare uno che non cammina... facendo fare anche scale e sterrato

o lasciare due robo-dog in automatico che scavano e ricercano dei dispersi tra un mucchio di macerie, anche se i soccorritori non potrebbero avvicinarsi

MezzoToscano ha detto...

Una nota "leggera": qualcuno ha fatto una parodia del video del BigDog (il "mulo" meccanico), con due tizi in calzamaglia e una specie di scatolone... http://www.youtube.com/watch?v=VXJZVZFRFJc

Seriamente: BigDog ormai fa impressione, quasi non sembra più meccanico.

Sono il solo a cui il ragno scultore ha ricordato "Runaway" con Tom Selleck?

Pietro ha detto...

Lilaiel, non trovo il rover di cui parli ma mi incuriosisce tantissimo!!! Mi posti il link per favore?? Grazie grazie!

A me 'ste cose piacciono troppo, gli esoscheletri poi mi fanno impazzire...
http://it.youtube.com/watch?v=EdK2y3lphmE (questo sembra "passivo" ma ci sono prototopi anche "attivi" http://it.youtube.com/watch?v=xLdTw2dBXQw).
Ci attacco uno di questi
http://www.foxnews.com/story/0,2933,251888,00.html
e via sui tetti! :)

Ed è roba vecchia, chissà cosa c'è oggi?!?!?

Anonimo ha detto...

la parodia è bellissima! esattamente quello che intendevo che assomiglia il mulo robot, due tipi dentro un costume :D

Dan ha detto...

Ma vuoi che Paolo non conosca il signor Rezzonico? Abitava nel canton Ticino!
Comunque per me anche il mulo robot (perchè l'abiano chiamato BigDog non l'ho capito) è impressionante: andrà piano sulla neve e sulla ghiaia, forse farebbe meglio con degli zoccoli invece che piedini tondi in gomma, ma... la camminata saltellante a cerbiatto alla fine del filmato è fenomenale. Così come il suo destreggiarsi sul ghiaccio... l'unico difetto è che è un po' più delicato di un mulo in temporali e simili, e sopratutto se si ferisce non guarisce da solo. Se non hai il pezzo di ricambio ti tocca "abbatterlo" per non farlo soffrire...

"concordo con Slowly: che st*ozo quello che dà calci allo pseudomulo artificiale :)
ora fondo una lega protezione animali artificiali!!
umpf!"

Vuoi fondare il PETRA, People for Ethical Treatment of Robotic Animals..? Al momento, i robot meritano la stessa etica di un'automobile o di un assemblatore industriale, i tempi non sono ancora maturi, temo.

"A me sto effetto lo facevano le marionette dei Thunderstrom, pure in differita di vent'anni, (ne ho 30). Proprio impressione pura, quasi paura."
Chi?

Giggi ha detto...

anche a me la visione del BigDog fa un certo effetto, mi inquieta, specie quando evita di cadere.
Pero' non saprei speigare il perche' ma la sensazione e' molto interna, forse un prodotto dell'inconscio ?
Dato che altri in questo blog hanno commentato in modo simile sarebbe interessante approfondire questo comportamento psicologico, evidentemente legato a un aspetto comune della mente umana: forse vedere un comportamente umano/animale in una cosa che sappiamo (a livello conscio) essere inanimata innesca nel cervello (o nel subconscio) un'eccezione che non sappiamo gestire (si capisce che faccio lo sviluppatore sw? ;-) ) e che traduciamo con una sensazione di inquetudine piu' o meno forte.
Mi ricordo che un bel po' di anni fa vidi in tv un programma che mostrava i primi passi della cibernetica: in una scena c'era un aggeggio enorme pieno di fili, praticamente due enormi gambe, che faceva dei passi lentissimi, bilanciando l'equilibrio in modo quasi palpabile. Ricordo che mi fece comunque "un'impressione" simile a quella provata durante la visione del BigDog.

Anonimo ha detto...

credo sia la somiglianza a qualcosa che conosciamo come umano o animale

penso forse a qualche meccanismo come quello che ci permette sempre di capire se l'umano che vedo in un filmato è vero o fatto in 3d
per quanto siano perfetti e studiati, basta un errore microscopico e te ne accorgi immediatamente che è finto

usa-free ha detto...

Bah, tutti quei dollari spesi per fare cosa?

Una versione robotica di Brain_Use! o_O

Massimiliano ha detto...

Questo fenomeno in robotica viene definito Uncanny Valley. C'e` un bel po' di materiale in rete su http://www.theuncannyvalley.org/ o anche semplicemente su http://en.wikipedia.org/wiki/Uncanny_Valley
Buona lettura!

DinoBiafelli ha detto...

SCONVOLGENTE IL SECONDO!!!c'è solo un problema.. la batteria!!!

motogio ha detto...

@Giggi

Non preoccuparti, anch'io ho provato un senso di tristezza quando hanno preso a calci il povero "mulo".

Siamo esseri empatici e simpatici , anche se sono macchine si comportano come animali, per questo ci rattristiamo.

Io, quando ho visto AI-intelligenza artificiale, quasi mi metto a piangere nella scena della Fata Turchina eppure era la scena di un film con un robot e un orso di pezza parlante.

Non avevo nessun motivo logico per commuovermi, eppure.
E io ho 40 anni!

Ps mi perdoni dott. Spock.

Pietro ha detto...

A me invece esalta vedere che la scienza realizza cose che una volta erano solo sogni, che potevamo solo leggere nei libri di fantascienza, vedere nei cartoni animati o nei telefilm.

E la potenza della tecnica, per quanto spesso sia trascurabile rispetto a quella della natura, mi fa venire la pelle d'oca.

Spesso queste innovazioni nascono per uso militare, ma prima o poi entrano nelle vite di tutti i giorni, ed allora è davvero uno spettacolo (solo che ci adattiamo così in fretta da non rendercene conto).

Marco ha detto...

L'aspetto inquietante è che la ricerca più avanzata sia sempre finalizzata all'uso militare.

frankbat ha detto...

Da softwareista in campo automazione posso solo provare INVDIA. I miei complimenti ai signori che hanno programmato questa meraviglia, magari mi riuscisse di far funzionare cosi' bene i miei impianti (chimici, li' c'e' da farsi del male a sbagliare!!

Dan ha detto...

"Bah, tutti quei dollari spesi per fare cosa?
Una versione robotica di Brain_Use! o_O"

..eh?

yari.davoglio ha detto...

Ciao,
da paura. In tutti i sensi.
E' curioso come siano finanziati dalla Difesa, vero? E pensare che molte delle scoperte ed invenzioni scientifico-tecnologiche vengono fatte da enti bellici.
Motivo? Cooperazione.
Già, checché ne dicano i baluardi del capitalismo, la concorrenza è di freno allo sviluppo umano. All'interno di un'azienda c'è cooperazione e non concorrenza. Ve lo vedete un reparto della FIAT che vende i pezzi ad un altro reparto?
Quando bisogna soddisfare gli interessi di una nazione, cioè delle aziende di quel Paese, si uniscono i maggiori cervelli in ambito scientifico-tecnologico a risoluzione di problemi pratici, mentre in tempo di "pace" sono divisi da interessi aziendali, quindi concorrenti.
Queste invenzioni e queste scoperte sono grandiose. Senza il capitalismo sarebbero anche umane e verrebbero utilizzate per nobili fini della specie.

Have a nice day :)

Yari D.

usa-free ha detto...

@ Dan

conosci l'utente Brain_Use e soprattutto il suo avatar? :)

avisintini ha detto...

1. Un robot non può recare danno a un essere umano, né può permettere che, a causa del suo mancato intervento, un essere umano riceva danno.
2. Un robot deve obbedire agli ordini impartiti dagli esseri umani, purché tali ordini non contrastino con la Prima Legge.
3. Un robot deve proteggere la propria esistenza, purché questa autodifesa non contrasti con la Prima e/o la Seconda Legge.

Dan ha detto...

Ah, adesso capisco... per motivi di leggibilità e praticità lo spazio commenti lo leggo sempre in versione separata, e lì gli avatar non si vedono.

Comunque, anch'io mi sono sempre chiesto perchè in genere il settore più florido per la ricerca sia quello della difesa... forse perchè nessuno reputa inutile buttarci fior fior di fondi, qualunque sia il risultato finale? A differenza del settore della ricerca scientifica in generale, piena di professoroni che studiano materie noiose e inutili, l'esercito serve alla difesa della Madre Patria, quindi viene visto come sicuramente più utile (oppure nessun politico si sogna di tagliargli i fondi per non essere tacciato di antipatriottismo). Poi è un'ipotesi mia, eh...

Michele/ENERGIA ha detto...

Se non fosse che quando scivola sul ghiaccio si vede (parzialmente) il sotto del robot, direi quasi che è una bufala.

Osservando specialmente il presunto robot mentre sale la prima collina nel bosco sembra quasi si tratti di due persone girate una di fronte l'altra con il corpo nascosto dalla corazza superiore. Se vero, le gambe si finirebbero prima dell'ultimo tronchetto finale (quello che fisicamente tocca a terra) come se due persone camminassero su due piccolissimi trampoli.

Se Paolo dice che è un robot, lo sarà sicuramente. Oppure è un pesce d'aprile fatto a natale

yari.davoglio ha detto...

Michele/ENERGIA,

i movimenti sono troppo a scatti e ritmati con massima precisione, si vede chiaramente che è un robot. Anche nel capannone, mentre testano la macchina, si vede che gli arti sono troppo magri per essere umani :)
I test sono stati condotti, credo, studiando il comportamento meccanico nell'uomo e negli equini :)

yari.davoglio ha detto...

Dan,
sai com'è, le aziende e le nazioni fanno i propri interessi e non quelli dei lavoratori o della specie. Ecco perchè non mandano farmaci gratis laddove ce n'è bisogno... Ecco perchè non mandano cibo laddove le persone muoiono di fame... Ecco perchè nel capitalismo le guerre sono legge fondamentale: profitto.
Non è questione di buonismo o cattiveria, ma questione di sudditanza al capitale. La scienza è di parte: la parte di chi investe ed incanala le ricerche.
Immagina quali potrebbero essere gli utilizzi di questi splendidi robot in una società non dominata dal capitale.

Pisolo ha detto...

il video del Big Dog l'ho segnalato io... sono straconvinto che sia un fake. Per questo ho chiesto a Paolo.
Ma a nessuno di voi puzza di fake? Scusate finora i robot che avevo visto (ad es. quello della Honda, mica una aziendina sconosciuta) facevano cose abbastanza limitate e goffe. Ma avete visto come si tira su sul ghiaccio? e al calcio? Come fa a reagire cosi'? poi a volte va col motore della motosega, a volte coi fili e tanta roba attaccata... boh. Io penso sempre a un bel po' di Croma Key...

yari.davoglio ha detto...

Pisolo,

yari.davoglio ha detto...

Michele/ENERGIA,

i movimenti sono troppo a scatti e ritmati con massima precisione, si vede chiaramente che è un robot. Anche nel capannone, mentre testano la macchina, si vede che gli arti sono troppo magri per essere umani :)
I test sono stati condotti, credo, studiando il comportamento meccanico nell'uomo e negli equini :)

4/12/08 13:46

Anche per te do la stessa risposta. E' vero che i movimenti sono maledettamente simili a quelli umani, ma perchè i test meccanici li hanno condotti su di noi...
I cavi dei test condotti nel laboratorio (capannone) non sono cavi di movimento, ma sono dei recettori di segnale: ricevono e registrano i movimenti meccanici pre-impostati.
Non è il mio campo, vado per deduzione. :)

Pietro ha detto...

@ yari.davoglio

Non sono d'accordo, secondo me è proprio la competizione a permettere questi step tecnologici. :)

Da una parte c'è la competizione fra eserciti, superiore a quella fra aziende.
Infatti l'esercito, nel naturale "capitalismo della sopravvivenza", serve per garantire (anche) l'esistenza delle aziende.

Dall'altra, la ricerca degli eserciti si appoggia spesso se non sempre su enti o aziende private, perché la competizione capitalista fra privati permette all'esercito di avere prodotti migliori a prezzi più bassi.

Difatti trovi spesso "on the shelf" dei prodotti fatti da aziende (cioè prodotti del capitalismo) superiori a quelli usati dagli eserciti.

Pietro ha detto...

@ Pisolo

Mi associo con Yari e aggiungo che i cavi in laboratorio, dove non si sente il motore, sono anche i cavi di alimentazione. BigDog sembra ibrido. :)

Circa la strategia d'equilibrio, quella di BigDog sembra essere molto più dinamica (più appoggi veloci, che permettono di spostare velocemente la base d'appoggio sotto il baricentro) di quella di Asimo (passi lenti, non c'è mai fase di volo, potrebbe fermarsi in ogni momento in equilibrio stabile).
In laboratorio, su percorso accidentato, BigDog ad un certo punto cambia strategia d'equilibrio, e i passi somigliano di più a quelli di Asimo.

Certo che essere quadrupede aiuta BigDog, permettendogli di camminare e trottare. Il bipedismo, solo nel cammino e non nella corsa, comporta aggiustamenti molto più complessi della quadrupedia. E' molto più sofisticato (e fa venire il mal di schiena) :)

Slowly ha detto...

Non son oaffatto d'accordo sia un fake.

Al di là del fatto che è visibilmente "vero", sarebbe umanamente impossibile che due persone, per quanto preparate, raggiungano un sincronismo tale anche nel "banale" movimento della camminata.
A maggior ragione per il fatto che due persone dovrebbero essere addirittura una di fronte all'altra, (quindi una camminerebbe all'indietro), e che avanzerebbero con il busto evidentemente in una posizione cieca e innaturale; per poi reagire in maniera del tutto impossibile. Due persone in quel modo non starebbero in piedi dopo uno spintone nemmeno se le incolli al terreno.

Sul ghiaccio poi ruzzolerebbero anche da fermi, per l'umana impossibilità di raggiungere un sincronismo dei movimenti che solo le macchine possono avere.

In rete esiste un fake, una parodia di questo dove sono proprio due ragazzi a recitare la parte del mulo di latta.

Guardate cosa succede alla minima sollecitazione ai poveri tapini...

Per quanto riguarda l'equilibrio, è plausibile supporre che oltre a dei bilanceri meccanici la macchina incorpori un sensore inerziale di movimento di concezione aeronautica, in grado di rilevare anche i più piccoli degli spostamenti in "4d".
Ogni "zampa" è poi programmata per assumere una determinata posizione (per esempio per tenersi sulle ginocchia quando scivola, con contestuale movimento delle altre tre), in funzione del fatto che il sensore inerziale rileva una "imbardata" in una data direzione.

E' esattamente quello che fa l'autopilota di un aeroplano da mezzo secolo, ma anziché superfici di controllo ci sono attaccate quattro zampe meccaniche.

Solo che qui è tutto decisamente "terreno".

Pietro ha detto...

Concordo con Slowly sulla veridicità del video.

Penso che l'apparente fakeità del video sia data dall'uso di soluzioni costruttive e strategie di movimento simili a quelle del corpo umano.

Sembrano due uomini perché forse hanno studiato la gamba umana, ne hanno fatte 4 uguali, poi hanno fatto due bacini uguali (quindi economici e utili tatticamente) ed ecco che sembrano due persone piegate.

Addirittura per farlo correre hanno usato delle molle per recuperare energia.
Proprio come nel corpo umano, dove molta dell'energia spesa nel correre è recuperata elasticamente dai muscoli dei polpacci (da qui la polemica su Pistouris).

Nel "passaggio difficile" invece, che però credo sia accelerato, mi sembra del tutto artificiale nel cercare tre appoggi, spostare il baricentro e ricercare tre appoggi... pochi uomini si muovono coì bene :).

Concordo sulla dotazione di sistemi inerziali, mentre penso che un bilanciere così compatto da essere invisibile (non un'asta da equilibrista, insomma), dovrebbe essere un po' troppo pesante per far saltare il robot.
Ma è una mia totale illazione.

Slowly ha detto...

No Pietro, secondo me no.
Osserva come reagisce agli spintoni.
Delel buone zampe non bastano per stare in piedi.
Un contrappeso con comando elettromeccanico a supporto delle "zampe" secondo me c'è. Non immenso, non pesantissimo ma c'è.

Serve non tanto nelle "inciampate", dove fa tutto l'inerziale, (certo, ammesso che ci sia, ma non vedo altre soluzioni che vantino la stessa precisione e sensibilità), ma nel recupero da "derapate violente" come i calci del filmato.
Voglio dire, un contrappeso previene la caduta da shock improvvisi (quale è un calcio) poichè non potrebbe comunque stare in piedi per un occio spostamento del baricentro. Invece lo fa.
Con il semplice uso delle "zampe" non sarebbe possibile. Riuscirebbe a rialzarsi, ma cadrebbe.

Invece sta latta non cade praticamente mai.

Se io ti spingo bruscamente tu cadi. Poi ti rialzi perchè hai un apparato motorio decisamente sviluppato, però intanto cadi.
Perchè non ha un contappeso naturale, (occhio alle facili battute! :P ).
Lui probabilmente si.

Resta un mio parere.

:D

Pietro ha detto...

Magari c'è anche un contrappeso. In effetti poi nei vari spezzoni del video il robot trotta con strategie diverse. In laboratorio anche nel trotto sembra esserci una piccola fase di volo, mentre fuori mi sembra che ci sia sempre contatto con il terreno di almeno due appoggi.

Infatti nel rallenty della spinta, la spinta avviene quando BigDog appoggia sulla zampa anteriore destra e la post sx.
Immediatamente la ant sx incrocia, portandosi più a dx possibile, e la post dx divarica frontalmente. Dopo una spaccata del retrotreno e due dell'avantreno, è di nuovo stabile.
Secondo me questo dimostra che c'è almeno l'inerziale, che percepisce la spinta e il cambiamento d'assetto, mentre le zampe a terra non penso abbiano registrato niente.
Anche questa reazione anticipatoria di BigDog sembra molto umana!

Sviluppare schemi di movimento per i robot deve essere uber-interessante!

Comunque se mi spingi io non cado, ho il contrappesone di Chuck Norris ;).

Pietro ha detto...

"BigDog’s control system manages the dynamics of its behavior to keep it balanced, steer, navigate, and regulate energetics as conditions vary. Sensors for locomotion include joint position, joint force, ground contact, ground load, a laser gyroscope, and a stereo vision system."

http://www.bostondynamics.com/content/sec.php?section=BigDog

Pazzesco... :D

Slowly ha detto...

WOW.

La lattina deambulante è più sofisticata di quanto immaginavo.

Quanto costa l'accrocchio? C'è scritto da qualche parte?

Slowly ha detto...

Pietro:
"Infatti nel rallenty della spinta, la spinta avviene quando BigDog appoggia sulla zampa anteriore destra e la post sx.
Immediatamente la ant sx incrocia, portandosi più a dx possibile, e la post dx divarica frontalmente. Dopo una spaccata del retrotreno e due dell'avantreno, è di nuovo stabile."

E' vero, hai ragione. E' anche molto evidente.

In questo senso allora bisogna dargli ancora più merito.

Marco Dianti ha detto...

stupendo! Il cammello robotico l'avevo già visto, il ragno scultore mi mancava. Ho trovato anche un altro video del ragno, impressionante!

Anonimo ha detto...

Quello del ragno scultore non è proprio eccezzionale. Si tratta semplicemente di un programma che da istruzioni, attivando i movimenti necessari. Questo tipo di tecnologia lo utilizzano da anni nell'industria, solo che nelle fabbriche il "robot" non ha le fattezze di un ragno.
Il secondo invece è assolutamente impressionante, è vero che viene comandato da un joystick, ma questo vale solo per la direzione da seguire, e che probabilmente risolveranno più avanti, mentre tutti gli altri movimenti sono complessi quasi come quelli umani. Quando cerca di non cadere giù sul ghiaccio, sembra davvero che sia solo un pupazzo con due persone che nascoste, le gambe infatti si muovono in maniera naturale per cercare di riprendere equilibrio. L'unico difetto: vi immaginate delle truppe di terra che si spostano in territorio nemico con quel robot che fa tutto questo casino? La vedo dura eliminare tutto quel rumore.

Lighthousely ha detto...

Assolutamente impressionante, non oso immaginare se al secondo robot venissero montate sulla schiena due mitragliatrici...

googjoob ha detto...

sarebbe fantastico... se solo non fossero sovvenzionati dall'esercito americano (il secondo almeno, del primo non sono sicuro)!

così un giorno non lontano potremo mandare i robot a massacrare la gente e ripulirci ulteriormente la coscienza!

haarpeggio ha detto...

E per il secondo, stando al Corriere, ci siamo.
L'esercito Usa arruola il mulo-robot
(http://tinyurl.com/yf9e3cv)