Cerca nel blog

2008/12/02

Pescati in Rete

Cose trovate in giro qua e là


La quantità di cose interessantissime che pesco online è infinitamente superiore al tempo a mia disposizione per raccontarle, per cui ogni tanto vi propongo qualche articolo di semplici segnalazioni eterogenee.

Per proseguire la storia della Biowashball e di Grillo che la reclamizza, Ticinonline segnala che Beppe Grillo non "sceglie casa" a Lugano, guarda caso dalle mie parti (coincidenza?), come annunciato inizialmente, ma un ufficio dove collocare fisicamente il suo blog caso mai scattasse qualche legge borbonica in Italia. Ehi, l'idea l'ho avuta prima io, ma pazienza.

Diventeremo vicini di casa, per cui portatemi pure le vostre Biowashball, se ne siete delusi, che gliele recapito io, visto che lui le usa e ribadisce che funzionano e anzi è tutto un complotto della Rai e dei "media (finanziati dalla loro pubblicità)". Vogliamo metterci anche la Radio Svizzera, visto che ne ha parlato nella mia trasmissione? Anche loro finanziati e corrotti? Se così fosse, Beppe, hai scelto il posto sbagliato per traslocare il blog. Boh.

The Big Picture ha pubblicato una serie straordinaria di foto del Dubai e degli Emirati Arabi, con l'incredibile grattacielo Burj Dubai, già arrivato a quota 707 metri pur non essendo ancora terminato.

A proposito di visioni incredibili, godetevi questa serie di illusioni ottiche pubblicate dal Telegraph.

Non perdetevi anche Modern Mechanix, un sito che pubblica scansioni d'epoca di riviste scientifiche, con la loro grafica inimitabile per rappresentare quello che il passato pensava sarebbe stato il futuro.

Se volete invece vedere come il passato recente ha immaginato un futuro che ora è diventato presente, guardate l'interfaccia grafica in stile Minority Report mostrata in questo video.



Ricordate i Raeliani, quelli che dicevano di aver creato il primo clone umano? Hanno provato a venire a risiedere in Svizzera, ma gli è stato negato il permesso di soggiorno per via della loro "educazione sessuale attiva" dei minori. Ops.

Per finire: John Glenn, Quincy Jones e Neil Armstrong posano per una foto con i dischi di platino di Fly me to the Moon. Nostalgia pura. Non ditemi che devo spiegare chi sono.

61 commenti:

Francesco Sblendorio ha detto...

Domanda per chi ha conoscenze legali:

Per la biowashball si può parlare di truffa? La vicenda Tubo Tucker si è conclusa anche con degli arresti: quali sono le differenze?

Exodus68 ha detto...

Paolo,ma lo sai che in quella foto di 5 anni fa assomigli un po a David Tennant?

--> http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/7/71/David_Tennant.jpg


Eccoti scoperto!

Tu sei una delle reincarnazioni del Dottore!
E' grazie al Tardis che riesci a scoprire bufale Da e IN tutto il mondo!

Ivo - Modena

lucky141 ha detto...

Non perdetevi anche Modern Mechanix, un sito che pubblica scansioni d'epoca di riviste scientifiche

O_o il paradiso dei retro-geek!
Fantastico!

...chissà che effetto farà leggere Focus tra 50 anni? :)

John Glenn, Quincy Jones e Neil Armstrong posano per una foto con i dischi di platino di Fly me to the Moon

Ok, lo scrivo io prima che lo faccia qualche complottista: questa è una chiara ammssione di colpevolezza, cantano "Fly me to the Moon" perché loro sulla luna non ci sono mai andati :D

Nicola ha detto...

Purtroppo Beppe Grillo l'abbiamo perso.
Veramente, se dice così, allora si arrampica sugli specchi.

Gyo ha detto...

La straordinaria foto del Burj Dubai è esattamente come mi raffiguravo la Torre di Babele del romanzo Acqua, Luce e Gas di Matt Ruff.
Ok, ora ho fatto il mio commento che nessuno capirà e ne sono appagato :) bye

Gwendalyne ha detto...

Se permetti un'osservazione (che magari ti avranno già fatto)... per smaltire velocemente queste chicche, non sarebbe più pratico aprire un tumblelog? Poi, se è il caso, torni ad approfondire le questioni più scottanti nel blog...

Nicola ha detto...

Ah, dimenticavo: come dice lui stesso sul blog, che mi quereli pure per il commento di prima :D

IgorB ha detto...

Biowash truffa forse no, ma quanto meno potrebbe trattarsi di pubblicità ingannevole. Sarebbe bello se una (o tutte) delle associazioni dei consumatori si mobilitassero presso il garante della pubblicità.

Pietro ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Pietro ha detto...

Grillo dice: "Ps: Io non sono pagato per fare pubblicità alla Biowashball (vedi lettera), chi lo dice mente sapendo di mentire. Si aspetti una querela. I soldi che incasserò andranno in beneficenza."

Quindi Grillo incassa soldi dicendo stupidaggini legalmente non compromettenti, e querelando chi dice che le sue stupidaggini sono compromettenti?

Rev ha detto...

Beppe Grillo... che delusione!

Silvano Cavallina ha detto...

Un grazie di cuore per il tuo lavoro! Serio preciso e documentato! Sei un grande! Diciamocelo... Grillo sta esagerando , si crede Dio ora che ha tutto questo potere!! http://kchannel.splinder.com/post/19044336/Dossier+BEPPE+GRILLO%3A+la+manip

Un pentito :-(

markogts ha detto...

Voilà un altro pentito di Beppe Grillo. Appena cancellato account su meetup e mandato messaggio di addio sul suo blog.

Peccato, era l'ultima speranza per una rinascita politica in Italia, ma se casca su queste fregnacce, non può andare molto lontano.

mastrocigliegia ha detto...

Una biowashball la voglio io!

La dò al mio cane.
Un quarto d'ora, e la riduce nei suoi costituenti elementari.

Almeno non servirà solo a chi la vende.

mc

fred84 ha detto...

circa la foto di Glenn ed Armstroong: per chi usa la home page personalizzata di google c'é una finestrella della Nasa dove ogni giorno viene proposta l'immagine del giorno e quella passó qualche settimana fa ^^

Rev ha detto...

Ma nessuno dice nulla sulla fantomatica proprietà di conservare i cibi se messa in frigorifero ?

LOL !

Fljll ha detto...

Io farei una modesta proposta a Beppe Grillo. Se è convinto che la Biowashball funzioni, perché non organizzare un esperimento in doppio cieco in cui lui sia uno dei "controllori" delle procedure a fianco, p. e., di Paolo Attivissimo o della studiosa del Crn che ha parlato a Mi manda Rai Tre o altri. Ci si mette d'accordo sulle procedure e poi si accettano i risultati.

Fljll ha detto...

Ops... correggo errore di battitura: ovviamente era Cnr (non Crn).

Rev ha detto...

un esperimento in doppio cieco mi sembra inutile.
mi ricorda quell'esperimento fatto per verificare le le preghiere aiutano la guarigione dei malati!

motogio ha detto...

Se volete invece vedere come il passato recente ha immaginato un futuro che ora è diventato presente, guardate l'interfaccia grafica in stile Minority Report mostrata in questo video.

Qualcosa di simile lo si vede anche nella serie CSI:Miami,qui utilizzato con dei display OLED.
Finzione scenica, ma forse i display sono veri.

Purtroppo guardare Minority Report, o i due video citati, mi crea sempre un gran mal di testa. Credo che continuero a scrivere le mie letterine in Word con una semplice tastiera. :(

Danilo Salvadori ha detto...

Francesco Sblendorio: non sono un esperto legale ma direi che molto probabilmente la società che vende la palla è denunciabile. Sarebbe utile sentire una delle associazioni a tutela dei consumatori a riguardo.

Grillo con una risposta simile si è sicuramente ridicolizzato. Spero fosse dettata solo dalla comprensibile rabbia per essere stato tirato in ballo da quasi tutti come "testimonial" della palla. Mi viene lo stesso commento dato da Paolo: "boh".

happy h ha detto...

Focaccia, birra, patatine... Paolo, devi fare attenzione alla tua dieta ;-)
Tienila sotto controllo con un telemetro!

R3DKn16h7 ha detto...

In svizzera siamo bravi a vendere roba inutile...

Vendiamo il cioccolato confezionato dalle marmotte con il miele e il latte della mucca milka a un prezzo superiore di dieci volte di quello normale.

Mi sembra chiaro che ci siano aziende che vendono una palla di plastica e amianto che non serve a nulla (salvo aumentare la conservazione degli alimenti nel frigorifero).

Beh... se le vendono significa che c'è gente disposta a comprarle e soprattutto gente che ne è soddisfatta... Guardiamo il lato positivo, in fondo spesso si esagera inserendo nella lavatrice detersivo, ammorbidente, profumante, sbiancante, salviettina antibatterica (un normale foglio A4 poroso), salviettina catturacolore (carta assorbente), ... Forse sono spinti da un desiderio purista e sperano che la società si abitui a lavare con acqua calda... mah

granita ha detto...

buongiorno Paolo,

perche' ti accanisci cosi' tanto su Beppe ?
Fino a prova contraria lui e' ancora l'unico che prova a sovvertire la tragica situazione politica italiana.
Non mi pare poi che ci sia il diritto d'autore sul luogo che si sceglie per l'acquisto di una casa. Anzi mi pare naturale parlare di svizzera dove la pressione fiscale e' anni luce piu' leggera della nostra e lo stile di vita piu' sobrio e politcally correct.

Sbaglio ?
grazie
Alex

IceMat "Magelykun" ha detto...

bisognerebbe dire a Straker di andare al Burj Dubai, magari così vede meglio le scie e si convince che non sono chimiche muahahahahhaaha

Fljll ha detto...

@ Rev

Per te un esperimento in doppio cieco può essere inutile perché dici: che bisogno c'è di dimostrare in modo così rigoroso qualcosa che è chiaramente una bufala?
Però se Grillo partecipasse a un esperimento come quello da me suggerito, una volta controllate e accettate le procedure, dovrebbe convenire sui risultati e non potrebbe più dire: no, io la uso e funziona.
Ricordo il caso della memoria dell'acqua. Per me è ovvio che fosse una bufala. Ma "Nature" (non gli ultimi arrivati) ha promosso un esperimento in doppio cieco per fugare ogni dubbio.

Fljll ha detto...

@ granita
(se posso rispondere alla domanda che poni a Paolo)

Non è "accanimento". E' semplicemente pensare che chi fa un'affermazione controversa dovrebbe darne le prove.
Come vedi io ho suggerito un esperimento in cui Grillo possa effettuare un controllo sulle procedure ed essere così sicuro che nessuno bari. E viceversa la stessa garanzia varrebbe per chi non crede alla palla magica.
Se l'esperimento condotto in modo rigoroso dà risultati favorevoli alla Biowashball sono pronto a ricredermi e penso che Paolo farebbe lo stesso.
Ma "io lo uso e funziona" non è una prova. Se bastasse una convinzione, anche basata sull'osservazione personale e in buona fede, allora sarebbe scienza tutto e il contrario di tutto.

Andrea Sacchini ha detto...

Sul sito ufficiale si trovano altre bellissime immagini del Burj Dubai.

Fabio ha detto...

Tra l'altro c'è il fatto che Grillo ha negato di aver comprato casa lì per aggirare il fisco italiano.
Dice che vuole prendere casa lì nel caso in Italia gli oscurino il blog, ed è pronto a ripartire con beppegrillo.eu o beppegrillo.ch...

Ma:

- I domini su citati sono già occupati
- Il blog può essere spostato su macchine residenti all'estero indipendemente dal nome di dominio, e senza comprare case da nessuna parte
- Cambiare nome di dominio o spostare il sito all'estero, per quanto possa mettere al riparo da qualche grana legale (vedi Wikipedia, vedi diversi tracker bit-torrent) non serve a nulla contro l'oscuramento. Anzi, oscurare un sito estero (e con il DNS) forse viene pure più facile.

- In ultimo. Qualcuno realmente crede a questa stronzata dell'oscuramento?

Fabio ha detto...

errata corrige per il mio commento sopra:

(e NON con il DNS)

Rev ha detto...

@Fljll

dopo quello che Grillo ha scritto non penso che cambierà opinione in pubblico,qualsiasi esperimento o prova gli venga proposta.
non si fida neanche del Cnr...

e non mi stupirei se continuasse a "pubblicizare" la washball nelle altre tappe del suo tour.

Paolo Attivissimo ha detto...

Granita,

perche' ti accanisci cosi' tanto su Beppe ?

Io non mi sto accanendo con Grillo. Anzi, mi rattrista molto vedere questi suoi comportamenti e doverli riferire (dico "doverli" perché la Biowashball è una bufala trasmessa via Internet, e io mi occupo di bufale).

Se c'è qualcuno che si sta accanendo, è proprio Grillo. E' lui che accusa Raitre, il Salvagente e nel mio piccolo anche me di essere al soldo dei magnati del detersivo. Questa è un'accusa squallida.

E' lui che dice (cito testualmente) "i detersivi... hanno i media (finanziati dalla loro pubblicità) come alleati".

Paolo Attivissimo ha detto...

Fabio,

- I domini su citati sono già occupati

Si possono sempre acquistare.


- Il blog può essere spostato su macchine residenti all'estero indipendemente dal nome di dominio, e senza comprare case da nessuna parte

Ma se non erro, secondo la legge italiana vale la residenza dell'autore. Un blog su Blogger è magari fisicamente in USA, ma in termini legali se l'autore sta in Italia, è soggetto alla legge italiana.


- Cambiare nome di dominio o spostare il sito all'estero, per quanto possa mettere al riparo da qualche grana legale (vedi Wikipedia, vedi diversi tracker bit-torrent) non serve a nulla contro l'oscuramento. Anzi, oscurare un sito estero (e con il DNS) forse viene pure più facile.

Vero. Vale poco contro l'oscuramento via DNS (ma per quello ci sono tante soluzioni), ma è utile per pararsi le spalle da contenziosi legali, che sono costosi e interminabili sia tu abbia ragione, sia che tu abbia torto.


- In ultimo. Qualcuno realmente crede a questa stronzata dell'oscuramento?

Nel senso di "credete che davvero qualcuno sarebbe così stupido da chiedere l'oscuramento di Beppegrillo.it?"?

Sì. Alla stupidità degli esseri umani, e a quella dei magistrati, non c'è limite, specialmente quando c'è di mezzo Internet.

Fabio ha detto...

@Attivissimo

Ma se non erro, secondo la legge italiana vale la residenza dell'autore. Un blog su Blogger è magari fisicamente in USA, ma in termini legali se l'autore sta in Italia, è soggetto alla legge italiana.

Bè, se è così allora spostarsi all'estero è inutile in quest'ottica.

Però poi tu dici...

è utile per pararsi le spalle da contenziosi legali

Quando dici così ti stai riferendo ad altre legislazioni.

Vero. Vale poco contro l'oscuramento via DNS

Quando ho scritto di oscuramento via DNS era un refuso. Volevo dire che, volendo adottare un oscuramento un po' più serio, probabilmente fa comodo che il sito in questione stia in reti estere con punti di accesso controllabili (pensa a quei servizi web che ospitano video e che concedono la visione su base nazionale).
Spostarsi all'estero per non essere "oscurati" non solo è inutile, è pure controproducente.

In tutto questo cambiare pure il dominio non si capisce a cosa serva.

Per questo dico che non credo affatto a Grillo, e questa sua excusatio non petita mi puzza parecchio.
Poi se la stupidità umana arriverà all'oscuramento del blog di Grillo non lo so, ma di certo lui non ha ben chiaro come rimediare.

MOnSTEr ha detto...

@Paolo Attivissimo

Q "I domini su citati sono già occupati"
A "Si possono sempre acquistare."

Oppure si può sempre costringere per vie legali i legittimi proprietari a cederli, e fargli pagare pure i danni...

http://www.apogeonline.com/webzine/2004/01/07/01/200401070101

[evil grin]

Paolo, questa non te la perdonerò mai! [:D]

Paolo Attivissimo ha detto...

Monster,

sapevo che quell'articolo mi avrebbe perseguitato in eterno, ma lo difendo ancora :-)

Comunque l'attuale intestatario di Beppegrillo.ch avrebbe grossi problemi a dimostrare l'assenza di intento confusorio, visto che si chiama (dati pubblici di Whois) Pissarello Massimo. Sta al Condominio Riazzino A, CH-6595 Riazzino, in Svizzera. Quasi quasi vado a trovarlo.

Se poi guardi il "contenuto" del sito, direi che il cybersquatting è abbastanza palese.

Riccardo ha detto...

Il fatto che molte persone abbiano usato la Biowashball e ne siano rimaste soddisfatte deve far riflettere. La conclusione, secondo me, NON è che la Biowashball abbia proprietà pulenti equivalenti a quelle di un detersivo, ma che, nella maggior parte dei casi, basterebbe solamente l'acqua per pulire il nostro bucato.

Questo è quello che andrebbe detto.

Riccardo ha detto...

Ah, mi son dimenticato di dire che i creduloni vengono sempre raggirati e sfruttati, almeno da 2008 anni (quasi 2009).

IlTremendo ha detto...

Chiarimento su www.beppegrillo.it: non è registrato al noto comico, ma ad una società che di nome fa "casaleggio e associati". Quindi anche se il blog avesse poblemi legali, non ci andrebbe di mezzo il comico genovese. A sto punto, o è una bugia, che si compri una casa in svizzera, oppure lo fa per altri fini.
Secondo: nel diritto commerciale, vengono regolati i nomi delle attività. Se un'attività locale (ad esempio una salumeria) decide di chiamarsi come un'altra già esistente, potrà chiamarsi così solamente se il loro bacino di clienti non è comune. La stessa salumeria non potrà ad esempio chiamarsi fiat, anche se la fiat non vende salumi, perché è il nome di un'azienda conosciuta a livello nazionale (ed anche di più), e avere lo stesso nome sarebbe solamente lo sfruttamento di un marchio già esistente.
Questo si collega con l'appunto fatto da monster a paolo: il problema, da quello che ho capito, va fatto risalire ad un vuoto legislativo, però chiamarsi armani è sfruttare il celebre nome di qualcun altro.
Sono d'accordo anche con le valutazioni di paolo in quell'articolo, solo che secondo il mio punto di vista rendono un quadro parziale della situazione. ed ho appena spiegato perché.

Hanmar ha detto...

Sulla "Palla pazza che strumpallazza" e i Grillini Fedeli

Se viene convocato un membro del CNR il commento standard e': Pensa, uno del CNR, chissa' perche', chissa' cosa vogliono nascondere!

Se viene convocato un "qualunque" esperto il commento standard e': Bah, un tizio qualunque, mica basta una laurea per essere esperti di qualcosa.

Se viene convocato un "Esperto grillino" il commento standard e': Chissa' cosa gli hanno promesso per cambiare casacca a quel traditore!

Saluti
Hanmar

La Mente Persa ha detto...

Non mi è piaciuta affatto la smentita di Grillo, poi attaccare in quel modo Salvagene e Mi Manda Raitre!

La Mente Persa ha detto...

ah! grazie per i links chicche

Rado il Figo ha detto...

Ehm, Tremendo, non è proprio così: pensa a "Berretta", una vende armi l'altra salumi.

motogio ha detto...

Ehm, Tremendo, non è proprio così: pensa a "Berretta", una vende armi l'altra salumi.

In aggiunta a Rado il Figo: ci sono due fabbriche Ferrari che costruiscono entrambe veicoli a quattroruote. La prima la conoscono tutti, la seconda solo i contadini.

In questi casi si tratta di ditte che hanno per nome il cognome del fondatore, pertanto si può registrare il marchio ma non il nome.

Evito i giochi di parole perchè tutte e due sono ditte serie e stimate.

Hanmar ha detto...

Comunque e' Beretta, con una T sola in entrambi i casi.

Giusto per la precisione.

Saluti
Hanmar

Paolo ha detto...

@Francesco Sblendorio

Premesso che non conosco gli sviluppi della faccenda Tucker e che non ricordo neanche benissimo i dettagli della truffa pero' posso azzardare una ipotesi sul perche' quella vicenda si sia conclusa con degli arresti.
Se ben ricordo, li' si andava ben oltre il fatto che l'oggetto venduto (il tubo magico) non facesse cio' per cui era venduto.
C'era in ballo tutto un sistema piramidale di Multi-Level-Marketing che stava alla base della truffa e costituiva anche la fonte primaria di introiti, mentre il tubo era un semplice specchio per le allodole per ingannare i potenziali venditori ben piu' che gli eventuali clienti.
Anche li e' emerso un quadro molto grave di pressioni psicologiche, minacce e in qualche caso anche violenze fisiche oltre che verbali, che si palesavano durante le "convenction di formazione" organizzate per i venditori.
Insomma, una situazione totalmente diversa, di gran lunga piu' grave a mio parere di questa della palla.
Benche' io critichi severamente Grillo su questa faccenda della palla, sono convinto che lui non sia un furfante cosi' abietto come quelli della Tucker e che anche questo paragone sia un po' forzato.


Del resto siamo in Italia, vedere dei truffatori in manette e' un evento statisticamente irrilevante (purtroppo)
In trasmissioni del tipo "mi manda rai tre" ne ho visti passare talmente tanti personaggi che anche nei casi piu' palesi di truffa andavano in trasmissione, alcuni anche con attaggiamento di sfida, e purtroppo il piu' delle volte veniva fuori che comunque la legislazione italiana consentiva a questi furbastri delle scappatoie legali.
E' una considerazione amara, ma purtroppo e' la nostra realta'...


@Fabio e Paolo Attivissimo
Non credo che Grillo faccia del vittimismo pensando che qualcuno voglia oscurare il suo blog.
Suppongo si tratti di un modo per non risentire delle limitazioni paventate dalla proposta di legge sui blog.

Paolo ha detto...

@Pietro

I soldi di cui Grillo parla quando dice che li dara' in beneficenza, dovrebbero essere quelli eventuali ricavati dalle querele.

Lui dice:
"Io non sponsorizzo, e quindi non ricevo soldi dalla ditta produttrice della palla, chi dice il contrario ricevera' una querela (con relativa richiesta di denaro)".

Pietro ha detto...

@ Paolo

Si si, questo l'avevo capito, solo che mi sono spiegato MALISSIMO...

La storia sarebbe così:
- Grillo non è pagato dalla Biowashball, ma dice che funziona.
- Chi dice che Grillo è pagato dalla Biowashball sarà querelato.
- Grillo guadagna soldi dalla querela.

Grillo non è pagato dalla Biowashball, ma fa soldi grazie alla Biowashball?

Volevo quindi criticare la presa di posizione di Grillo, che dice apposta scempiaggini eticamente scorrette ma legalmente corrette (cosa legalissima) e poi minaccia di querelare e fare soldi (bontà sua, grazie per la beneficenza, li metterà nella ONLUS EOLO?).

Paolo ha detto...

Pietro,

in effetti ti eri spiegato proprio male prima.
Pero' non e' che adesso mi sia molto chiara la critica che volevi fare.
Comunque non ti chiedo ti dettagliarla ulteriormente, magari e' solo un problema mio di comprensione.

Quello che mi viene da dire leggendo il tuo commento e' la seguente considerazione:

Grillo ha sbagliato (secondo me, ma comunque io gli concedo il beneficio della buona fede) nel promuovere questa palla nei suoi spettacoli senza capire bene se ci fosse una base dietro a questa patacca, ha perseverato nell'errore con il suo post di replica (e questo io non lo giustifico in alcun modo), pero' il Post Scriptum su cui tu hai espresso la tua critica non lo trovo fuori luogo ne' contraddittorio.

Io credo che possiamo accusarlo a ragione di essere un credulone, di aver detto scempiaggini tecniche (e ha pure perseverato nell'errore) senza che lui possa avere delle ragioni per querelarci.
Ma se noi lo accusiamo di prendere soldi da una ditta per promuovere una patacca, quando magari lui invece lo ha fatto in buona fede (cosi' almeno dice), forse allora le motivazioni per la querela possono anche sussistere.

Antonio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Pietro ha detto...

Più cerco di spiegarmi e peggio è... :)))

Grillo ha consigliato, di sua iniziativa e senza compensi, un prodotto che non funziona.

Quando il prodotto viene criticato, la credibilità del Guru è minacciata.
Questo non deve succedere, così Grillo difende se stesso (non il prodotto) minacciando di querelare (e farsi risarcire un danno) chi dice che prende dei soldi per questa pubbliictà.

Ma la critica era:
- Grillo promuove un prodotto che non funziona.
NON era:
- Grillo prende dei soldi per promuovere un prodotto che non funziona.

Questo voler subito parlare di risarcimento danni pecuniario mi fa pensare che, chissà com'è, Grillo cerchi un modo per fare soldi da questa storia.

E allora mi chiedo se nel comportamento di Grillo ci sia più ingenuità o più malizia...

Ora comincio a confondermi da solo. :)

FSM ha detto...

http://video.google.it/videoplay?docid=-6489623848164065163&ei=Dss2SbfKAor82wKFxZGmCQ&q=mi+manda+raitre+biowashball&hl=it

la puntata di mi manda raitre.

Una piccola riflessione sulla logica stringente di Grillo. "Grazie" alla Biowashball, ora molti sanno che l'acqua è sufficiente per alcuni tipi di macchia, e magari userà meno detersivo. Però chi critica la Biowashball, automaticamente è della famigerata lobby dei detersivi. Molti sul suo blog lo stanno mandando aff..

Paolo ha detto...

Pietro,

cavolo però ammetterai che non era proprio semplice estrapolare il tuo pensiero espresso in quest'ultimo commento dalla lettura di quelli da te fatti in precedenza...
:-)

Ti ringrazio comunque per la precisazione.

theDRaKKaR ha detto...

@FSM

Ci credo che lo mandano aff..erentemente quel paese.

A proposito, se mi date 40 euro a testa vi posso far scoprire che le uova non vanno conservate nel loro ripiano nel frigorifero perché luogo troppo soggetto a sbalzi termici quando si apre e chiude la porta. E' meglio conservarle in fondo al frigorifero (è la prima cosa che mi è venuta in mente ;-) ma rende l'idea)


Che roba...

theDRaKKaR ha detto...

@paolo

lo chiameremo petro.lha - per chi non capisse, è normale: è una dotta citazione dalla Storia del computer Amiga :)

Paolo ha detto...

Antonio,

innanzitutto grazie per gli aggiornamenti sul caso Tucker di cui in effetti non avevo più notizie da tempo.
Se da una parte possiamo essere soddisfatti che personaggi del genere alla fine siano chiamati a rispondere pesantemente delle loro azioni, dall'altra non si può non rattristarsi della lentezza della nostra giustizia e scandalizzarsi del fatto che alcuni reati contestati rischiano di andare in prescrizione...

Non so dire se in questa storia della palla ci siano gli estremi della truffa o meno, non è un campo a me familiare e preferisco non esprimermi in merito.
Anche qui però ribadisco la mia opinione riguardo la enorme differenza tra i 2 casi e che la gravità delle azioni e delle conseguenze del caso Tucker siano di gran lunga maggiori del caso Biowashball.
Certo che però è incredibile pensare che diverse persone abbiano sborsato ben 10 milioni per un tubo vuoto...

Riguardo l'altra questione sull'eventuale trasferimento in svizzera di Grillo, credo che tutta questa discussione sui dettagli (La Casaleggio piuttosto che Grillo, etc..) sia un falso problema.
Quello che secondo me Grillo voleva evidenziare con il trasloco oltre frontiera era la sua contromossa all'eventuale approvazione della legge "anti-blog" che si paventa in Italia e che potrebbe mettere degli ostacoli alla libera espressione di tutti i bloggers italiani.
Quali poi debbano essere i dettagli con cui concretizzare questo atto, oltre ad essere un suo problema, non sono così rilevanti se letti in quest'ottica.

Per ultimo, il tuo discorso sulla querela non mi trova in disaccordo in linea di principio (neanche d'accordo però, diciamo neutrale).
Sei liberissimo di appellarti al diritto di satira anche tu, non so bene quali siano i risvolti nel farlo, però è anche nel diritto di Grillo querelarlo se si sente diffamato e ritiene ci siano gli estremi nel farlo.
Poi sarebbe un giudice a stabilire a chi dare ragione.
Ad essere onesti non credo comunque che Grillo voglia querelare chi commenta in un blog, anchè perchè ci metterebbe una vita a farlo, ma piuttosto qualcuno che magari ha un grosso impatto mediatico (televisioni, giornali, blog di un certo seguito...), poi non saprei è un problema suo.

Comunque attenzione, un nostro ministro ha querelato una nota comica chiedendo anche 1 milione di euro di risarcimento (chissà se la salverà il diritto di satira...), quindi occhio ai tuoi milioni mi raccomando... :-)

Saluti

Pietro ha detto...

@ Paolo
Il mio istinto a voler sottilizzare sorpassa di gran lunga la mia proprietà di linguaggio... e la comunicazione può risultare già confusa quando si tratta di cose chiare, immagina quando si tratta di cose confuse. :)

@The Drakkar
Non vale fare del'umorismo tecnico! :)

Pietro ha detto...

piesse

Ma poi, perché Grillo minaccia querele a chi gli da del venduto, e nello stesso post da del venduto a chi parla contro il prodotto?

Il Salvagente dovrebbe querelarlo?

Non dico che questo dimostra che è venduto, ma dico che questo dimostra che è un... aggiungi tu un aggettivo negativo a piacere.

Paolo ha detto...

Pietro,

in teoria potresti aver ragione.
In fin dei conti anche lui lancia delle accuse senza provarle, pero' lo fa in modo molto furbo e cioe' mantenendosi sul generico infatti dice:

"Una battaglia difficile perché hanno i media (finanziati dalla loro pubblicità) come alleati".

Questa genericita' lo salvaguardia (almeno credo) da eventuali querele, anche se legandolo alla prima parte del suo discorso mi sembra evidente il legame con la trasmissione di rai3 e con il "Salvagente".
Credo che in sede legale sarebbe facile difendersi sostenendo la genericita' delle sue accuse.

Ben diverso sarebbe stato se avesse scritto espressamente "la rivista il Salvagente e' stata pagata o in qualche modo sponsorizzata dalle multinazionali dei detersivi per fare l'indagine e giungere a quelle conclusioni..."

psionic ha detto...

Beh, ma Grillo E' superficiale e generalista.

E a questo punto, mi sa che non e' una questione di carattere o di modo di fare. Probabilmente lo fa perche' cosi' puo' dire piu' o meno qualunque baggianata senza esporsi troppo.

In effetti con la palla sta prendendo una posizione un po' piu' ferma.
Peccato che sia quella sbagliata! Allora era meglio che rimanesse generalista o che facesse finta di niente come ha fatto con le precedenti cappelle.

Io non sono genovese, ma se gli dico che si sta imbelinando da solo, capira' sicuramente.

theDRaKKaR ha detto...

psionic, mi hai fatto venire i mente che la superficialità e generalità di giudizio di Grillo su molti fatti e oggetti della vita sia strategica. Come in una preveggenza ambigua e vaga, rimanere in superficie rende più difficile sbagliare.. E rende più facile azzeccarci..
Strategia però più ciarlatanesca (la strategia, non Grillo, occhio alla querela.. =) che altro..