skip to main | skip to sidebar
238 commenti (ultimi)

Biowashball, cercansi utenti per TV

Biowashball, cercansi utenti (in)soddisfatti per TV svizzera


L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Patti Chiari, un programma della TSI (Televisione svizzera di lingua italiana) mi ha chiesto di raccogliere le testimonianze di utenti soddisfatti e insoddisfatti della Biowashball di cui tanto s'è parlato ultimamente. Se volete raccontare in video la vostra esperienza, scrivetemi (paolo.attivissimo chiocciola gmail.com) oppure contattate direttamente la redazione di Patti Chiari.

La questione è di particolare interesse per la TV svizzera perché il prodotto viene reclamizzato facendo leva sull'immagine "hi-tech" e seria del paese, con una forte associazione anche grafica sul suo sito (immagine qui sopra), e se la Biowashball si rivelasse una bufala, lederebbe l'immagine del paese, cosa che gli uffici federali non apprezzerebbero.

Se la trasmissione va in porto, con test indipendenti di lavaggio e verifica delle affermazioni da parte di esperti di settore, sarà certo più difficile sostenere, come fa Beppe Grillo, che esiste una cospirazione mondiale dei giornalisti al soldo dei mercanti di detersivi. E forse per il rappresentante svizzero della Biowashball sarà meno facile eludere le richieste di spiegare esattamente come funziona questa palla.

Lascio la parola agli esperti, ma nel frattempo pongo una domanda: supponiamo che la Biowashball funzioni, come dice Grillo. Come mai viene venduta a quasi quaranta euro, considerato che il costo all'ingrosso è, a quanto sta emergendo, circa un euro e mezzo? [2009/04/05: date un'occhiata all'aggiornamento qui sotto]

Questo è infatti il prezzo FOB Ningbo, Cina (ovvero spese di spedizione escluse), offerto da una delle società cinesi che fabbrica palline identiche a quelle messe in vendita in Svizzera dalla Hao Pi Sarl (gruppo Emker SA) di Ginevra a 35 euro (più 8 euro di spese di spedizione per l'Italia).

Non ditemi che un ricarico del genere è dovuto alle onerose ricerche di mercato per trovare un nome meno comico di Clean' Ballz.

Maggiori dettagli a breve.


2008/12/04 sera: PDF di Grillo autenticato


Nei commenti qui sotto si è discusso di un documento PDF pubblicato da Beppe Grillo che riporta una dichiarazione del rivenditore svizzero secondo la quale Grillo non percepisce compensi per la segnalazione della Biowashball nei suoi spettacoli. Alcuni commentatori hanno avanzato, sempre qui sotto, dubbi sull'autenticità del documento sulla base di argomentazioni tecniche. Una verifica presso il rivenditore ha permesso di appurare che il documento è autentico e che le argomentazioni tecniche non erano sufficientemente robuste.


2009/04/05: Clean'Ballz, copia falsa


Un lettore, Davide, mi ha segnalato che secondo questo video su Youtube qualcuno ha acquistato una delle palline da un euro e mezzo che ho segnalato qui sopra e ha scoperto che la pallina è molto diversa dalla Biowashball, anche se la confezione mostra una pallina visivamente identica alla Biowashball. Se le cose stanno così, è chiaro che il mio paragone di prezzo non ha senso.

Resta la domanda fondamentale: ma la Biowashball lava davvero? I test tecnici dicono di no. Le prove fatte da inesperti sembrano dire di sì in alcuni casi. Scegliete voi di chi fidarvi: io presento i fatti.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (238)
Beppe Grillo non si scuserà mai.
Il complottismo è una questione quasi religiosa. Non si discute, si crede.
Al limite lascerà che il caso diventi freddo sul suo blog, con il tempo la gente dimentica.
Ovviamente non potra fare nulla per questa oasi di sbufalamento.
io sinceramente se sta cosa funziona non ne ho idea, e mi ricorda molto il "tubo Tucker", di buona memoria.
Una cosa sola però: quando ci hai indicato il video dove sezionavano la palletta per vederne il contenuto, in realtà quelli erano i cinesi produttori che stavano cercando di convincerci della bontà della palla originale.
Vero è che nessuno ci dice si avessero sciolto qualcosa nell'acqua ma ci mostravano come la biowashball rendesse l'acqua basica (se non ricordo male) così da renderla attiva sullo sporco.
bah, vedremo i risultati di un esperimento rigoroso
Paolo, è ovvio che i 40 euro sono dovuti per gli ANNI E ANNI E ANNI E ANNI di ricerca scientifica, chimica e biologica che sono stati necessari per costruire cotanto artefatto....
no eh?
:) :)
Per misurare il PH in maniera casalinga basta procurarsi una confezione di cartine al tornasole.
Si trovano in farmacia o in una drogheria specializzata in materiale tecnico.
Prendete quelle piu' a buon prezzo, sufficienti per vedere se l'acqua raggiunge il PH 10 (acqua basica) indicato dai produttori.
Oppure immergete la pallina in acqua pura e poi bevetela. Se l'acqua diventa davvero tanto basica, ve ne accorgete subito!!!
Io ho la biowashball!

Sull'onda di quello che scrive Grillo nel suo blog

"Se un prodotto non fa quello che dice e si chiedono soldi in cambio si chiama truffa. La società che la distribuisce in tutto il mondo in milioni di esemplari non ha processi in corso e in nessuno Stato dove è venduta la Biowashball (*) è stato chiesto il ritiro del prodotto."


Ero tentato di essere il primo a chiedere i soldi indietro. Il problema è che la palla, un effetto pulente ce l'ha per davvero, chiaramente non per merito suo, ma principalmente per merito dell'acqua e del movimento centrifugo, per cui diventa abbastanza inattaccabile dal punto di vista legale.
Mi sono messo a leggere punto per punto tutto il libretto di istruzioni (oggi pome te ne mando una scansione) e l'unica cosa che si potrebbe contestare è che viene specificato che "non dovrete più usare detersivi".

Chiaramente lavare un lenzuolo è diverso dal lavare una tuta da meccanico. Già lavando delle tovaglie è necessario usare detersivo (poco) altrimenti, nel migliore dei casi, rimangono gli aloni.

Uno dei motivi che mi ha convinto è stato proprio che gli amici che me l'hanno presentata, mi hanno specificato che "la fanno in Svizzera" (immaginare l'inca++a--ura che ho avuto quando ho letto made in Corea), per cui pur non potendo fisicamente spostarmi troppo (ma oggi ce n'è bisogno?), mi rendo disponibile.
Non sapevo che fosse il tubo Tucker, quel tubetto di allumninio con magneti che avrebbe dovuto ridurre drasticamente i consumi di combustibile
Ho trovato questo articolo su Repubblica:

http://tinyurl.com/ysb29j

Nel 2003 gli inventori (bufalatori), condannati in tribunale, avevano accumulato oltre 2 milioni e mezzo di Euro.
Grazie Gian Piero della disponibilità,

aspetto con curiosità la scansione. Per i dettagli ci accordiamo via mail.

A mio parere, la Biowashball è comunque attaccabile dal PDV legale perché non fa quello che dice di fare (raggi infrarossi eccetera).

Comunque metto la cosa nelle mani di chi è più competente di me: io mi limito a raccogliere i dati.
Non l'ho mai provata, però sono andato sul sito e ho ascoltato il filmato, è già divertente sentire la voce che dice "il bucato si fa MEDIAMENTE da 1 a 4 volte a settimana"... Sono l'unico a trovare demenziale questa definizione di "media"?
Ho trovato pure questo:

http://video.google.com/videoplay?docid=-6489623848164065163&ei=CI03Sdv5H5722wKq3eS3CA&q=biowashball
Il fatto che ne esista una identica in Cina potrebbe spiegare l'assenza di brevetto ...
La cosa che più mi lascia perplesso è il fatto che si "rigenera" al sole...
Magari funzionasse, sarebbe una manna dal cielo...forse (molto forse) qualcosa fa ma dubito riesca ad igenizzare la biancheria (ad esempio l'intimo)...io non laverei mai i vestitini di un bambino in fasce con quella palla in ogni caso comunque ^_^
Devo dire che sono abbastanza scettico sull'utilità di questa palla quindi sicuramente in questo caso Grillo ha preso un super granchio. Non capisco però perchè molte persone si aspettano che sia infallibile. Ma non è questo il punto.

Però una cosa non mi piace, questo atteggiamento nei confronti di chi si sbaglia. Questo fare di tutta l'erba un fascio (non sei d'accordo? sei complottista). Lasciamolo alle persone non intelligenti questo atteggiamento.

Penso che per migliorare non dobbiamo gettare in mare chi non capisce "secondo noi". L'unica "battaglia" valida è continuare a provare, a dimostrare, a spiegare.

Catalogare una persona come "complottista" significa, come minimo, far si che si barrichi nelle sue posizioni, nella maggior parte dei casi.

Poi capisco anche che ci si innervosisca quando si ragiona e dall'altra parte qualcuno non ascolta. Ma allora meglio fermarsi e star zitti piuttosto che chiuderlo in un recinto. Se una persona è mentalmente poco predisposta al dialogo nel recinto ci sta già, non dobbiamo mettercela noi.

Ciao
Il fatto che ne esista una identica in Cina potrebbe spiegare l'assenza di brevetto ...

in che senso?

se non ho capito male è fatta da quella azienda orientale, e semplicemente comprata e rivenduta qui
Ah...una cosa. Il ricarico abnorme praticato su tutto quello che viene lavorato in Oriente (cina & friends) è una cosa risaputa da anni e anni. Ne parlò per prima (penso) la giornalista NAOMI KLEINN nel libro NOLOGO.
Fabio,

Però una cosa non mi piace, questo atteggiamento nei confronti di chi si sbaglia.

Scusami se ti correggo: non è nei confronti di chi sbaglia. Sbagliare è umano.

E' semmai nei confronti di chi occupa una posizione mediatica di responsabilità, fa uno sbaglio, e dopo che gli è stato detto che sbaglia insiste a dire di avere ragione. E in più dice di essere vittima di un complotto.

E' Grillo ad accusare i media di essere al soldo dei detersivi. Non io.

Comunque quest'indagine non vuole essere una polemica contro Grillo. Lui è semplicemente una persona molto conosciuta che reclamizza il prodotto. Quello che conta è capire se la palla funziona o no; se non funziona, è dovere di ogni buon cittadino denunciare che non funziona, per evitare che altri buttino via una quarantina di euro.

Se funziona, è altrettanto dovere confermarlo e segnalare la buona notizia. Ma in tal caso, visto il ricarico fenomenale (oltre 20 volte il prezzo in fabbrica), sarebbe opportuno organizzarsi per fare ordini diretti dalla Cina.
sará che costa 1 euro all'ingrosso peró io lho cercata per un mese per acquistarla all'ingrosso e meno di 32 non lho trovata...


la ditta che dici non mi esce con nessuna ricerca...
http://www.google.it/search?q=Biowashball+FOB+Ningbo

e comunque il discorso del prezzo di 1 euro mi sembra un po retorico visto che indichi un produttore cinese....
Ciao Paolo sono un biologo e oltre a lavorare in un laboratorio privato svolgo, ormai da tre anni e mezzo, un tirocinio formativo in un importante laboratorio di microbiologia e virologia. Sarei contento di darti una mano per testare questo prodotto, seguendo ovviamente procedure di laboratorio basate sul metodo scientifico. Si potrebbe cosi' dimostrare in modo serio l'effetto della palla su i piu' comuni microorganismi. Io leggendo il sito sono rimasto molto perplesso riguardo la spiegazione (non scientifica) riportata. In ogni caso sarebbe facile dimostrare già un "ipotetica" variazione di pH. Fammi sapere.
Giamm,

io sono in questo momento in trattativa con una ditta cinese che le offre ai prezzi che ho citato.

Ningbo non è il nome della ditta, è il nome del porto di spedizione.
Musta, mandami una mail per contattarti, grazie.
Fatto!
Premesso il mio personale apprezzamento per Grillo, stavolta devo proprio dire che è quasi in malafede.

Nel suo spettacolo "Delirio" infatti, prende un lenzuolo bianco, lo fa calpestare coi piedi ad alcune persone, poi lo mette in lavatrice e a fine spettacolo mostra orgoglioso il lenzuolo pulito!

Ma grazie al piffero! :D

L'impronta di una scarpa ( a meno che uno non abbia appena pestato una m.... ) viene via anche a mano , bastano alcune energiche risciacquate!

Perchè invece sul lenzuolo non ci ha versato dell'olio? ^_^
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Paolo,
con molta probabilità questa palla non fa quello che dicono, e perciò dovrebbero impedirgli di fare pubblicità ingannevole.
Indipendentemente da questo però, in linea generale, non c'è nessun obbligo morale perchè un'impresa debba proporre sul mercato un oggetto con un prezzo correlato con il costo di produzione. Vendere oggetti con un margine alto non è in se una colpa. Lo scopo di ogni impresa commerciale è proprio quello di generare guadagni, massimizzando il profitto possibile.
ciao Simone
Paolo, di base condivido parecchie delle tue idee e sono abbastanza sicuro che 'sta palla non serve a un accidente.
Però attaccarsi al prezzo all'ingrosso cinese mi sa tanto di pretestuoso: se dovessimo guardare quanto ricarico c'è da noi sul "made in china", di certo la palla sarebbe l'ultima delle cose per cui scandalizzarsi.
Antonio,

come ben sai dalle nostre precedenti discussioni io non sono un denigratore di Beppe Grillo, pero' nonostante questo credo che si debba andare piu' a fondo a questa vicenda della "falsa" lettera, perche' se cosi' fosse sarebbe un atto molto grave e imperdonabile da parte sua.

Il fatto che il file pdf mostrato sia stato fatto dal "signor casaleggio" non implica la falsita' del contenuto lettera, ma semplicemente che quel file e' stato generato da "caseleggio".

Pero' a questo punto io andrei fino in fondo, la lettera mostrata e' firmata (Gérard IMBERT -
Hao Pi Marketing and Sales Manager), si potrebbe chiedere al manager in questione di confermarne o sbugiardarne il contenuto.
In tal caso si farebbe davvero chiarezza e si potrebbe bastonare pesantemente Grillo su questo punto.

PS: ho notato che in questo stesso post c'e' un altro Paolo che ha lasciato dei commenti e ci tenevo a precisare di essere un utente diverso
Dani,

il fatto che sia un malcostume diffuso applicare ricarichi stratosferici ai prodotti in arrivo dalla Cina non è una scusante. Resta un malcostume.

A mio parere, guadagnare con ricarichi di 20 volte non sarà forse illegale, ma è senz'altro immorale.

E soprattutto se abbinato a un sacco di paroloni che poi si rivelano essere solo pseudoscientifici, è uno dei classici sintomi di una truffa da parte di ciarlatani.
Ecco due produttori coreani con prodotti simili.
Se qualcuno a la palla e mi dice se ha un altro nome forse la trovo.

http://www.welloskorea.com/
http://www.superwashball.com/features.html
Mi associo con quanto detto da Dani in quest'ultimo commento e aggiungo una cosa.

Io penso che questa esperienza della Biowashball sia molto istruttiva, sia che il prodotto funzioni, sia che si tratti di una truffa.

Come ha giustamente fatto notare Grillo, sulla rete si trovano numerose testimonianze di persone che hanno acquistato la Biowashball e hanno verificato che funziona. Questo a mio parere ci insegna una cosa molto importante: per lavare il nostro bucato, nella maggior parte dei casi, non serve il detersivo, ma soprattutto non ci servono gli sbiancanti ottici presenti nella maggior parte dei detersivi.

Io da qualche anno lavo in lavatrice usando solo poco sapone di marsiglia. Sulle macchie più insidiose uso la spazzola e sapone di marsiglia prima di mettere in lavatrice.
Il risultato è che il bucato è pulito ma il bianco tenderà ad ingiallire.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Ho trovato una richiesta di brevetto forse relativa alla palla.
L' inventore e' giapponese ma non ci sono sviluppi.
http://v3.espacenet.com/publicationDetails/biblio?CC=JP&NR=10277566A&KC=A&FT=D&date=19981020&DB=&locale=
Mia moglie lavoro proprio in una ditta che si occupa di preparare le richieste di brevetto con relativa documentazione tecnica qui in Giappone.
Vedro sta sera se puo darmi una mano nella ricerca.
Antonio,

non sono assolutamente d'accordo con le tue conclusioni.
Se quella lettera non esistesse sarebbe una cosa gravissima (altro che molto scorretto!), un autogol clamoroso, qualcosa che squalificherebbe molto di piu' il personaggio Grillo di tutta sta storia delle washballs.

Io non penso che si tratti di errore di conversione di file o altri dettagli del genere, quello non e' importante. Potrebbero essere mille i motivi per cui casaleggio ha generato il pdf, ma anche questi non sarebbero un dettaglio importante.

La tua accusa secondo me sarebbe gravissima se confermata, e potresti portarla fino in fondo provando a contattare il manager in questione per chiedergli conto del contenuto.
Hai la possibilita' di spu**anarlo sul serio, fossi in te ci proverei.
"se la Biowashball si rivelasse una bufala, lederebbe l'immagine del paese, cosa che gli uffici federali non apprezzerebbero."
Ma dai Paolo, così ti sei scoperto... hai citato gli uffici federali, significa che ci sono di mezzo uomini del governo quindi è di sicuro un complotto.
Secondo me il problema va affrontato più "terra terra", a portata della casalinga di Voghera (Beppe Grillo).

Tralasciamo motivazioni scientifiche, che la scienza occidentale non arrivi a capire la genialità di quella orientale, che sia al servizio dei complotti e delle multinazionali.

Tralasciamo ph, infrarossi, "pressione" superficiale, e tutte le motivazioni scientifiche.

Il caso è UMANO: di suggestione.

Quindi prepariamo un numero appropriato (almeno 20) di lavaggi effettuati metà con la pallina e metà con solo acqua.

Chiamiamo la casalinga, Grillo e chiunque sostenga l'efficacia della palla, a distinguere i lavaggi effettuati con la palla da quelli fatti con solo acqua in un test a doppio cieco.

Basta che tutti approvino i termini del test, concordati tra le parti, e sapremo se il fenomeno "lava meglio dell'acqua" esiste veramente.

Se funziona, che si studi in laboratorio il perché, magari si riesce pure a migliorarne i risultati,
se non funziona, che Grillo chieda scusa.

La scienza spesso non ha bisogno di capire il perché di un fenomeno per sfruttarlo, purché ci sia un fenomeno da sfruttare.

Vorrei tanto vedere Grillo sottoporsi ad un tale test, sarebbe un comportamento corretto e responsabile per una persona che desideri sapere come stanno le cose, a prescindere da complotti, scienza, casalinghe e grillini.
Beh non sarà efficace contro lo sporco più ostinato, ma sarà un'ottimo regalo di Natale per il vostro gatto :)
Secondo me il problema riguardo a Grillo è che lui sostiene una sorta di "santità" di Internet perchè, dice, che se qualcuno scrive qualcosa di falso su Internet dopo 2 minuti viene smentito.

In questo caso, a quanto pare, lui ha scritto delle cavolate sul suo blog e continua a scriverle anche se viene smentito e ciò che passa è quello che ha detto lui e non la smentita, come succede con i media tradizionali.

Quindi ben venga l'informazione su Internet, ben venga il blog di Grillo che informa su cose di cui pochi parlano, però bisogna sempre ragionare con la propria testa e diffidare di quelli per cui tutto è bianco o nero, senza ammettere sfumature (o aloni sui vestiti lavati :) ).
Paolo ha scritto
ho ascoltato il filmato, è già divertente sentire la voce che dice "il bucato si fa MEDIAMENTE da 1 a 4 volte a settimana"... Sono l'unico a trovare demenziale questa definizione di "media"?

No, mediamente da 1 a 4 persone su 5 la trovano demenziale. ;)
Per quanto riguarda il prezzo ed il ricarico,

i 40 euro vengono giustificati con i costi che la ricerca ha sostenuto per sviluppare il prodotto, mi pare dicessero 10 anni di ricerca in laboratorio.

Se si scopre che in realtà è tutto ricarico, come la pagano la ricerca?
A mio parere i dati per accusare Grillo o il suo staff di falsificazione del PDF non sono sufficienti. Non per un'accusa così grave, dalla quale allo stato dei fatti mi dissocio.

Proseguite le indagini, se potete, ma andateci piano con le accuse.

Tenete presente, comunque, che questo non è un processo a Grillo, ma alla Biowashball.
L'importante è che il test venga fatto come dice Fozzillo, ovvero in condizione di doppio cieco, altrimenti si potrà sempre dire che c'è qualcosa sotto. Sarebbe bello farlo con grillo stesso presente, mabastano una decina di sostenitori della pallina magica.
Ovviamente si tratta di una sorta di "placebo della pulizia", ma va dimostrato rigorosamente.

Un'ultima cosa: può darsi che la pallina generi una modesta azione meccanica che abbia l'effetto di strofinare un po' i capi.
Scusate, ma sul prezzo al dettaglio della biowashball:

- nessuna legge impedisce di ricaricare quanto si voglia un qualsiasi prodotto che si voglia (ri)vendere, salvi casi particolari stabiliti per legge. Per cui uno può comprare ad 1 euro e rivendere a 1.000.000 e rientra tutto nella legittimità. Poi se parliamo di "moralità" ed altre amenità del genere, allora cambiamo campo che esula da sbufalamenti e simili
- non capisco, tuttavia, che giustificazione sia che il ricarico del rivenditore sia dovuto ai costi di ricerca. Semmai quelli li ha sostenuti chi ha prodotto la biowashball, non chi la compra per rivenderla (a meno che per "costi di ricerca" si intenda "ricerca di un produttore che la venda al prezzo minimo :-) )
Rado,

non voglio disperdere la discussione in troppi rivoli, ma avrai notato che quando per esempio Apple vende i propri laptop a caro prezzo, tanti si sentono buggerati e lo considerano un comportamento disonesto (del tipo "mungi la mucca finché puoi").

Se tu sapessi che fabbricare una Panda costa 500 euro e la vendono a 10.000, ti sentiresti trattato come un consumatore o come un pollo?

Il funzionamento o meno della BWB rimane l'argomento centrale, ma a mio parere anche il ricarico è un punto da ponderare.

Per obiettività, vorrei chiarire che i "costi di ricerca" citati dal rivenditore svizzero potrebbero esserci stati, senza per questo influire sul prezzo di fabbricazione (costituito da materie prime + energia + manodopera + macchinari).

Tizio (in Svizzera) potrebbe aver fatto la ricerca, spendendo, e Caio (in Cina) farebbe semplicemente la produzione derivante dalla ricerca, senza subirne gli oneri.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
La Lettera a Grillo:

Calma, la faccenda e' andata cosi', imho.

La lettera e' stata ricevuta in formato Word.
Il signor Casaleggio l'ha convertita in pdf per metterla online.

Quindi e' ovvio che nelle proprieta' del file PDF venga il suo nome come autore.

E' una procedura, la conversione da Word a PDF, che uso comunemente pure io per "bloccare" i documenti ricevuti.
Ovviamente TUTTI i pdf risultano creati da me.

Saluti
Hanmar
Scusa Paolo, ma andando per punti:

- il discorso "ricarico prodotti" è una cosa che mi "urta" parecchio perché è facile oggetto di demagogia spicciola. Tipo i fenomeni - dicasi opinionisti che opinano su argomenti di cui non sanno nulla - che sentenziano "ma come? un chilo di arance viene venduto dal produttore ad un euro e rivenduto al consumatore a 2 euro e mezzo! È una truffa! commercianti ladri! al rogo! al rogo!" ovviamente senza porsi alcuna domanda sul perché si abbiano un punto di partenza e di arrivo veri (veri non nel senso delle cifre che ho messo, assolutamente a caso), mancanza di ragionamento ed informazione che porta la Bartolini a proporre (tanto per rimanere a Mi Manda Rai Tre) la soluzione alla crisi: "vendete sotto costo".

- sul discorso "costo di ricerca" non mi convince il tuo ragionamento, sempre che l'abbia afferrato appieno. Cioè: la società svizzera di fatto "concepisce" la bwb - e qui sostiene i costi di ricerca - poi la fa costruire in cina ad un euro l'una e la rivende a 40 euro, e fin qui ci siamo. Ma a questo punto che senso ha per la società svizzera permettere alla società cinese di vendere al pubblico la bwb? Solitamente questi contratti di fornitura funzionano a regime di oligopsonio, altrimenti la società cinese in pratica... lucra sul non aver sostenuto costi di ricerca e colla compiacenza di chi li ha invece sostenuti...

Sulla lettera a Grillo, mera curiosità spicciola: ma il prenome è "Beppe" e non "Giuseppe"? Cioè mi pare un po' troppo poco professionale citare qualcuno premettendo Monsieur e poi usando il confidenziale diminutivo...
Video di un test casalingo:
http://it.youtube.com/watch?v=TQHdoGRewe4&feature=related
Riguardo alla lettera di Grillo: secondo me merita ulteriore investigazione. Non solo la questione dell'autore che è strana (Hanmar, non viene sovrascritto l'autore solo se esporti come PDF. A meno che non lo cambi volutamente, viene conservato l'autore che ha creato il documento originale), vi sono altre questioni che mi lasciano stupito. Ad esempio viene usata l'abbreviazione "Mr. Beppe Grillo", ma da quel che so la parola "Monsieur" viene abbreviata solo con "M." in lingua francese. "Mr." è l'abbreviazione di "Mister" in inglese. Se è un errore è veramente grossolano.
Per controllare sarebbe necessario telefonare all'azienda e chiedere direttamente a loro. Chi conosce il francese? :-)

Paolo, se vuoi continuiamo il discorso solo nell'altro blog. Non vorrei intasarti i commenti di cose fuori contesto.
Rado: in questo caso non è un mero soprannome ma un vero e proprio "nome d'arte" come quello di Daniele Luttazzi. In questo caso può aver senso utilizzarlo al posto del nome dell'anagrafe.
@Rado il Figo
Secondo me la tua curiosita' potrebbe avere una spiegazione molto banale.
Magari i tizi svizzeri semplicemente non sanno che Beppe sia un diminuitivo di Giuseppe e conoscono Grillo per la fama che egli ha ottenuto tramite il suo blog (beppegrillo.it).

Quindi non avrebbero usato un tono confidenziale ma semplicemente un normale tono cordiale usando quello che per loro era il suo "nome", Beppe appunto...
Cioe', anche se la palla funziona come descritto (e non e' cosi'!), questi hanno "fondato" questa ditta, hanno comprato 1.000.000 di palle dalla fabbrica cinese (o coreana, quello che e'), a 1 euro l'una, e le vendono a 40. Fine della storia.

Va bene, sara' anche legale, ma io gli sputerei in faccia comunque.

Una cosa che non avevo detto, riguardo alla tesi sostenuta da Grillo, cioe' che la palla funziona perche' 2 milioni di italiani la usano con soddisfazione: e' una tesi ridicola, perche' le dimostrazioni e le prove non si ottengoni in questo modo. Anche perche', se fosse cosi', sarebbe una prova a sfavore, visto che, va da se, 58 milioni di italiani NON la usano, o meglio, usano il detersivo, e ne sono soddisfatti. Se le prove si ottengono tramite le percentuali...
Rado,

sul tema costo di ricerca hai capito correttamente la mia congettura. Sempre per fare l'avvocato del diavolo, è possibile (improbabile, ma possibile) che il produttore cinese non rispetti un contratto d'esclusiva o che i signori della BWB siano dei filantropi e concedano al produttore cinese un contratto non esclusivo.

Tutto questo per dire che sarebbe scorretto affermare che siccome il costo di produzione è basso, non ci potrebbe essere stata vera ricerca.

Non convince neanche me, ma mi correva l'obbligo di dirlo.
@ Danilo Salvadori:

Per sicurezza ho eseguito un test su di un documento word che mi e' arrivato per email, scritto da un'altra persona.

Le proprieta' del documento word riportano il nome dell'autore originale, quelle del documento PDF ottenuto tramite "stampa" via stampante virtuale di Acrobat Pro riportano il mio nome come autore.

Il nome dell'autore originale e' scomparso.

Come del resto sapevo gia', ma ho voluto verificare lo stesso.

Saluti
Hanmar
Hanmar: ho capito. Il problema sta nel fatto che io ho provato l'esportazione, non la stampa con stampante virtuale. Questo effettivamente spiegherebbe la discrepanza...
@ Danilo:
curiosita', che procedura hai usato?

Saluti
Hanmar
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Hanmar: beh, io ho fatto in due modi. Con Word 2007 esiste l'esportazione in PDF. Con OpenOffice anche. Con entrambi viene lasciato l'autore originale.
Però ho controllato meglio e Grillo ha usato il tuo metodo perchè la creazione del PDF è indicata come eseguita con "Adobe Distiller", mentre nei PDF fatti da me viene indicato "Microsoft Word 2007" oppure "OpenOffice".
@psionic
ti correggo, i 2 milioni di persone che usano "felicemente" la BWB sono conteggiate in tutto il mondo e quindi non solo italiani.

da beppegrillo.it:
(*) 800'000 Biowashball in Europa, Svizzera, Francia, Germania, Spagna, Austria, Belgio, Italia …. 250’000 in Sudafrica Australia, Nuova Zelanda. 950'000 in Asia : Corea, Singapore, Giappone, Vietnam, ... 50'000 negli USA nel primo mese dal lancio.
Intendevo "Acrobat" non "Adobe Distiller". :-)
spesso non c'è l'esporta, ma il salva come... magari si vede dalla webmail e ti apre il pdf dentro il browser, e da lì fai un salva con nome sul desktop, oppure si usano stampanti virtuali (tipo pdf creator, free)
dipende molto da che programma usa l'intermediario

magari mi passi tu un file correttissimo e reale, io te lo converto in pdf ma sono nell'altro ufficio e uso il pc della segreteria, ah già sto pc non ha su l'ultimo openoffice, allora uso wordpad... ecco fatto qualche "giro strano" perfettamente spiegabile


insomma se il file non è cripato, non ha le protezioni PDF o non ha una chiave o firma digitale, la questione di un nome autore o altri simili dati è soggetta a mille variabili

può essere una stranezza ma può essere una banalità, non è una cosa su cui mi sentirei di trarre conclusioni
@ Antonio:
spiacente di sentire cosa ti e' accaduto.
Hai ricevuto qualche motivazione?

@ Danilo, Antonio e Otello:

In definitiva, che il nome originale rimanga o venga sostituito dipende dalla procedura e dal software usato.
Credo che quindi la faccenda possa ritenersi chiusa per questo aspetto.

Saluti
Hanmar
Grillo sostiene che nel resto del mondo la BWB sia più usata e popolare che in Italia.

Cercando su Google o su youtube però si trovano moltissimi risultati in italiano, una quantità che supera di molto altre lingue, ad eccezione dell'inglese.
Ho cercato su Google in inglese, che dà priorità ai risultati in inglese, ma dalla seconda pagina in poi non può fare a meno di mettere moltissimi risultati in italiano.
Che complotto!
Antonio,

se vuoi, spiegami in privato cosa ti è successo esattamente. Per come lo descrivi, sembra un atto di censura, ma vorrei capire meglio. Grazie.
@ Fozzillo

Ho fatto la stessa ricerca su Google.com con la keyword "biowashball" e sono arrivato fino alla 10° pagina: è vero, tanti risultati in italiano ma anche tanti in inglese, francese e tedesco. Direi un 40% italiani e un 60% stranieri.

E' chiaro che in Italia visto il tamtam scatenato da Grillo se ne parli di più su Internet ma non mi pare si possa dire sia un fenomeno "solo" italiano....
anche qui, la popolarità di vendita non è detto sia "misurabile" con i risultati google

quella che trovi è relativa alla popolarità della parola, al suo rank, quanti blog ne parlano adesso.... e al fatto che tu sei italiano
i risultati privilegiati sono anche su localizzazione geografica


quindi questo fattore non è indicativo per contestare in modo preciso qualcosa

questo per chiarezza, non vorrei diventi una lotta all'ultima virgola sulle parole di beppe grillo, su qualcosa di minore importanza che è solo un fraintendimento


esempio: se quel pdf di cui leggo è segnalato come distiller, vuol dire che arriva da un pc (o un mac più facilmente) con l'acrobat completo, che è di solito installato come stampante virtuale

ora non ho letto da dove esce la questione, ma posso ipotizzare una spiegazione molto semplice:

il sig. grillo se riceve un file di testo e vuole pubblicarlo, magari non lo fa lui perchè è poco pratico o perchè lui sta pensando ai testi e contenuti, quindi lo gira a chi si occupa delle immagini del sito, che ha già tutto installato ed è più pratico. il signore in questione se lo apre sul suo mac e ne fa un pdf
non credo che questo ipotetico intermediario si ponga problemi di dover conservare, non alterare dati sensibili nel file ecc... insomma è una semplice conversione per poi usare il file non una prova giudiziaria :)
@marti:

Hai ragione! Beh allora ancora peggio! Ero stato fin troppo ottimista.

2 milioni di persone sulla popolazione mondiale e' veramente una cifra irrisoria. Sicuramente sono di piu' le persone che, avendone la possibilita', non lavano proprio i vestiti, o non si lavano loro.

Forse hanno ragione quelli.
Adriano,
Non solo italiano, certo, ma l'Italia no è il 40% del mondo, e per risultare così vuole dire che all'estero se ne parla pochino.

Ma lasciamo parlare Google trends,
così e davvero evidente.
La ricerca per Biowashball è così bassa che raggiunge i livelli minimi per essere considerata da Google SOLO IN ITALIA.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Sul RICARICO

C'era una bella rubrica sul mensile Focus in cui venivano riportati i ricarichi stratosferici di una serie di prodotti di uso comune, anche alimentare: ricarichi ingiustificati di anche 2/300 volte il prezzo di produzione...
Non mi sembra che un ricarico di 30/40 volte su un prodotto superfluo come questo si possa giudicare "immorale"!
Altrimenti mi aspetto una serie di post sui ricarichi "immorali" dei prodotti alimentari (anche ortofrutticoli)....
E sul prezzo della Panda: mi sa che non ci siete andati troppo lontani! Infatti provate a cercare il costo di produzione delle auto da qualche parte...non lo troverete (chissà come mai).

In GENERALE
Ritengo che questo blog sia davvero utile (e mi è stato utile in passato) per le informazioni che spesso veicola ma noto che c'è sempre una tendenza a "distruggere" qualsiasi notizia o novità senza nemmeno cercare di trovare un aspetto positivo.
Caro Paolo, dovresti capire che tu hai un grosso potere sulle persone e che attraverso il tuo seguitissimo blog potresti anche far cambiare la mentalità della gente e contribuire anche (perchè no! sono un inguaribile ottimista!) a migliorare il mondo.
Nel caso specifico, mi sembra che i test (sia quello de Il Salvagente sia quello dei privati cittadini) dimostra che effettivamente i detersivi non sia proprio sta grande invenzione, che l'acqua da sola lava sufficientemente bene e che magari si può usare un 20% dei detersivi che usiamo ora: tutto questo non è degno di nota??? Non si poteva sottolineare maggiormente questo aspetto?? Pensate se da domani tutti usassero il 20% dei detersivi che usano ora quale risparmio ci potrebbe essere per le nostre tasche e per l'ambiente!

Paolo, fai un esperimento: prova ad aggiungere ad ogni post "smaschera-bufala" un aspetto positivo del tipo: "Anche se è una bufala, oggi abbiamo imparato che...."

Cerchiamo di costruire ogni tanto qualcosa da cui partire per cambiare lo status quo, non sempre e solo distruggere senza cambiare nulla.
Paolo, facendo una ricerca su Google dei "far infrared rays" generati da ceramiche ho trovato una marea di prodotti che vantano le stesse capacità della BioWash Ball. Ad esempio calzini e guanti che contengono ceramiche che generano raggi infrarossi: http://www.prolotex.com/
Oppure una società di Taiwan specializzata in produzione di ceramiche che generano raggi infrarossi: http://www.kinglungchin.com/en/showroom_3.html

Non ne sono certo ma direi che hanno a che fare con la BioWash Ball. Se googli ulteriormente trovi anche terapie mediche con t-shirt che emettono raggi infrarossi in grado di migliorare la circolazione sanguigna.
@ Adriano Cotella

Tutto sommato non è sbagliata la tua proposta, io avrei chiuso l'articolo con qualcosa del genere

"In conclusione: piuttosto di spendere 40 euro per un oggetto inutile, cercate di risparmiare la stessa cifra (e anche di più) diminuendo la quantità di detersivo utilizzato per i vostri lavaggi"
Scusate ma mi sono perso qualcosa...
Sapete cosa e' successo al blog di Antonio che non e' piu' consultabile?
Mi associo alla richiesta di chiarimenti sulla sparizione del blog di Antonio.
Addirittura sembra che il blog in questione (senzagrilliperlatesta) sia stato rimosso.
Contemporaneamente tutti i commenti di Antonio a questo articolo sono stati rimossi.

Qualcuno sa cosa e' successo?

Pur non essendo d'accordo il piu' delle volte con i contenuti e con le opinioni di Antonio, mi spiace per questa rimozione.
Spero non si tratti di censura o roba del genere, per questo mi piacerebbe avere maggiori dettagli
Se la palla emettesse "potenti" raggi infrarossi (ma che vuol dire potenti? andrebbero quantificati...) ce ne accorgeremmo subito: avvicinandosi alla palla si dovrebbe avvertire chiaramente il calore veicolato da questi raggi, allo stesso modo in cui si avverte calore stando di fronte a un fuoco acceso. L'irraggiamento è infatti uno dei 3 meccanismi di trasmissione del calore, e i suoi principi fisici sono stati scoperti nell'800. Appare più sensato pensare che la palla emetta una debole quantità di infrarossi, legati alla temperatura cui si trova, come ogni corpo dotato di temperatura diversa dallo 0 assoluto (-273 °C circa). In caso contrario, andrebbe anche spiegata la fonte energetica da cui si originano questi raggi...forse che gli inventori della palla abbiano scoperto una fonte inesauribile di energia che arriva da non si sa dove? E perchè non usare la palla anche come fonte di energia, vista questa potente emissione di infrarossi?
Diventa difficile sostenere un'affermazione del genere di fronte a principi fisici dell'800, che non lasciano spazio a teorie complottiste. O forse anche i grandi fisici dell'800 erano a servizio dei produttori di detersivi??
Sarebbe invece interessante verificare il vero significato e l'attendibilità dei certificati riportati sul sito della palla (quelli in particolare provenienti dall'istituto coreano).
Per iniziare, ho provato a scrivere a questo istituto (che esiste realmente) e attendo risposta.
non sono d'accordo con il concetto di "immoralità" del ricarico della palla. non cerchiamo di demonizzare il prodotto cinese, se vogliamo trovare tanti casi di ricarichi "immorali" basta pensare ai nostri (e non solo) tanti marchi di abbigliamento. questo non esclude il fatto che la palla sia una vera e propria truffa, però diciamocelo, abbastanza innocua. serve solo a redistribuire 40 euro togliendoli ai boccaloni e rimettendoli in circolo :)
dav: credo che i "potenti raggi infrarossi" sia in realtà un errore di traduzione della pagina web. Nella pagina inglese vengono definiti "powerful remote infrared rays". Ora, se cerchi sul web i "remote infrared rays" trovi tutta la spazzatura che indicavo prima (oltre che una fantastica "Mongolian Holy Stone" che fa le stesse cose della Washing Ball e molto di più: http://tinyurl.com/5tg22y ).
La vicenda del blog di Antonio, sparito con tutti i suoi commenti postati qui (e presumibilmente anche in tutti gli altri blog), non ha precedenti nella mia memoria.

Antonio, facci sapere eventuali sviluppi.
Scusami Danilo,

tu che hai postato pure di la' nel blog di Antonio, sai cosa e' successo?

Qui sono spariti tutti i commenti di Antonio anche agli articoli, per caso gli e' stato rimosso anche l'account?

Paolo (Attivissimo),

hai poi ricevuto risposta alla richiesta fatta ad Antonio di farti aver chiarimenti in privato sulla sua vicenda?

Grazie,
Paolo.
Paolo (non Attivissimo): no, non ne so nulla. Ho visto anche io la scomparsa del sito e sto aspettando anche io le notizie come voi.
Sì, Antonio mi ha spiegato cos'è successo, ma gli ho promesso totale riserbo.

Sarà eventualmente lui a spiegare o a dirmi in che termini parlarne.
@ Adriano Cotella

Ti quoto in pieno, sia riguardo ai discorsi sulle percentuali di ricarico (per citare un esempio: l'inchiostro delle stampanti!) sia sull'effettiva utilità dei detersivi: perchè non ribaltare la questione? Che ci dimostrino quanto i detersivi risultino più efficaci della sola acqua senza l'utilizzo di sostanze sbiancanti ed in generale senza sostanze altamente inquinanti; e, perchè no, quanto sia il ricarico praticato. Potremmo avere molte più sorprese e molte meno schifezze nelle nostre falde... meditate
Beh spero proprio che Antonio ci faccia sapere qualche dettaglio in piu' (anche tramite te, Paolo).

Ripeto, anche se spesso in totale disaccordo con lui, difendo a spada tratta la liberta' d'espressione e mi fa un po' paura l'idea che sia stato in qualche modo censurato.
Premetto di non avere mai utilizzato prodotti del genere. Per completezza di informazione ricordo però che un qualcosa di analogo viene venduto in Italia (http://www.pallalinda.it/) al prezzo di ca. 39 €, fornendo spiegazioni completamente differenti sul suo funzionamento
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Antonio,

il mistero dunque s'infittisce...
Comunque, se non vuoi/puoi dire di piu', la cosa importante che mi sembra di capire e' che almeno la rimozione del tuo blog e dei tuoi commenti sia stata una tua scelta (benche' forzata da eventi a noi ignoti).

Mi auguro di poter ripendere presto a "polemizzare" (ovvero dialogare) con te. :-)

A presto,
Paolo.
Segnalo il link alla puntata di "Mi manda Raitre"
Libretto istruzioni della Biowashball spedito.

Ne allego una copia scaricabile qui(PDF 200Kb circa).

Se qualche avvocato in ascolto trova gli estremi per richiedere il risarcimento me lo faccia sapere... io ci metto la palla!
Paolo il mio "fare di un'erba un fascio" era rivolto non a quel che dici su Grillo bensì ad una mia sensazione su alcuni interventi in questo blog che tendono a etichettare troppo i "creduloni" (o quelli che per questo blog son considerati tali). Nessuno di noi è infallibile e c'è sempre la possibilità di prendere un granchio. Ma anche due o tre.

Facciamo le nostre prove, scoviamo le bufale e cerchiamo di far si che i "creduloni" capiscano. Ma rispettiamoli. Potrebbe succedere la stessa cosa a noi in periodi delicati della nostra vita .

Per quel che riguarda Grillo ribadisco il mio concetto. Giusto continuare a sottolineare il suo errore. Da parte mia faccio quel che ho sempre fatto, quando dice qualcosa che per me è interessante e precisa lo ascolto altrimenti passo avanti. Ci sono esempi ben più negativi che vorrei "cancellare". Esempio, nell'ultimo DVD effettivamente fa calpestare le lenzuola prima di metterle in lavatrice.... ha fatto ridere pure me. E' parsa pure a me una pubblicità ma con questo non dico che non mi son goduto quasi tutto il resto dello spettacolo (oltre 2 ore).

E, visto che di Beppe Grillo o di Paolo Attivissimo ce ne son gran pochi e ripeto GRAN POCHI, li preferisco imperfetti e a volte poco umili (è più il caso di Grillo, ma chi lo segue da una vita sa che è così).
Rispondendo un po' qua e là:

- Paolo Attivissimo: be', definire filantropa una società che prima si "accusa" di operare ricarichi considerati eccessivi :-). Comunque tornando seri non mi pare che realistico che in contratti del genere la società svizzera non operi controlli tali da impedire alla cinese di vendere lo stesso prodotto a costo ridotto

- psionic: il problema qui è appura se la bwb funzia o non funzia, non a quanto viene venduta. se per te il problema è il prezzo, poi può essere una fregatura galattica, sei l'acquirente ideale di ebay (sai, vendono magliette originali della Juventus ad 1 euro!! affrettati!)

- psionic 2: non sono 2 milioni sull'intera popolazione mondiale, ma su quella parte che si può permettere di usare la lavatrice per lavarsi i panni. Presumo che da qualche parte in Africa inorridirebbero a vedere che l'acqua si usa... anche per non solo berla.



Riporto quanto scritto qui sopra: "da beppegrillo.it:
(*) 800'000 Biowashball in Europa, Svizzera, Francia, Germania, Spagna, Austria, Belgio, Italia …. 250’000 in Sudafrica Australia, Nuova Zelanda. 950'000 in Asia : Corea, Singapore, Giappone, Vietnam, ... 50'000 negli USA nel primo mese dal lancio." dal che si deduce che Svizzera, Francia, ...Italia non fanno parte dell'Europa (o che è stata messa una virgola al posto dei due punti).

- chi parla di ricarichi ingiustificati dovrebbe anche a sua giustificare la sua affermazione altrimenti si ritorna al mio esempio di prima, ovvero assenza di ragionamenti che portano alla proposta "vendete sottocosto". E come mai si parla solo di ricarichi di 300 e 400 volte e mai di quelli...dove il bene finale è venduto con aumenti tendenti all'infinito?
Ho messo anche le foto della confezione qui e qui.

Per quanto riguarda i ricarichi, sicuramente non sono illegali, ma certamente immorali... che è peggio.
A volte si rende necessario violare la legge(*), mai la morale.

(*)
Noi non possiamo in buona coscienza, obbedire alle vostre leggi ingiuste, perché la non cooperazione col male è un obbligo morale non meno della cooperazione col bene. Metteteci in prigione e noi vi ameremo ancora.
MLK
Qui di palline magiche all'ingrosso ce n'è per tutti i gusti:

http://tinyurl.com/washball

Così se quel verde-afido non vi piace, c'è anche viola, blu, arancione... tanto l'efficacia è la stessa :-D
Restando un ammiratore di Grillo vorrei segnalare di aver acquistato e più volte usato la pallina verde svizzera. Ho anche fatto delle prove, qui documentate ed il risultato è che sola acqua o palla pari sono.

http://danieleneroni.blogspot.com/2008/12/che-palle.html
@Gian Piero Biancoli

Se qualche avvocato in ascolto trova gli estremi per richiedere il risarcimento me lo faccia sapere... io ci metto la palla!

O l'ha faccia?

Scusa per la "battutaccia" ma hai letto questo articolo ?

E queste cose succedono negli Stati Uniti, che a livello della difesa del consumatore sono avanti anni luce.

Il caso "tubo Tucker" più volte citato non è proprio la stessa cosa. Non fare affidamento a questo caso.

A volte si rende necessario violare la legge(*), mai la morale.

La morale, da un pò di tempo, è diventata una parola senza senso.
Cio nonostante concordo con te.
Non sono d'accordo su una cosa: se io vendo a 100 euro una cosa che me ne costa 1, e può essere effettivamente comprata altrove a quel prezzo, non sono io l'immorale, è stupido l'acquirente.
Il mercato "equo" è quello che rimuove le condizioni di monopolio (che fanno sì che uno possa chiedere qualsiasi prezzo per un prodotto), non quello che impone ai rivenditori di rinunciare a fare il loro legittimo interesse.
A G.P. Biancoli
premetto che capisco benissimo le buone intenzioni del tuo ragionamento (per cui non voglio dire che stai dicendo quanto segue) ma ti rendi conto che fare un'affermazione del genere significa solo "ognuno faccia quel che vuole"?

Per esempio: trovo assurda la legge che impone di pagare un prezzo nella compravendita dei beni. Perché non posso disporre di qualcosa di cui ho voglia/bisogno solo perché non me lo posso permettere? Dato che è immorale tutto ciò, violo deliberatamente una legge ingiusta e rubo l'oggetto.

E come sempre: prima di sputare sentenze e dare dell'immorale a destra e manca, si dovrebbero proporre dei ragionamenti compiuti e non solo prezzo finale-prezzo iniziale.
Queste cose lasciatele ai complottari.
@Rado:

Beh, ma il mio discorso voleva solo enfatizzare che secondo me questi non hanno fatto nulla, sostanzialmente, a parte comprare palle all'ingrosso e rivenderle con un rincaro pauroso (vantando, tra l'altro e soprattutto, pregi che non hanno).

Appurato che qualche effetto (unicamente meccanico) lo produce, e' comunque una palla di plastica. Niente ricerca, niente brevetti, solo una superficie irregolare con buchini spiraleggianti.

Se qualcuno la vende a 40 euro, buon per lui, ma merita tutto il mio disprezzo, come, ad esempio, un Roberto Artigiani che vende le magnifiche console a 8 bit con 100 "fantastici" giochi dentro a 79.99 euro + SP (anche se a vedere quella televendita mi sbellico sempre dalle risate).

Per l'altro discorso, hai ragione, ma ovviamente sottointendevo popolazione mondiale "che puo' e vuole lavarsi i panni". Sono comunque un gran numero.
Ragazzi, scusate l'OT ma, altro che palle verdi; è finalmente arrivata la risposta bomba di Straker sulla farsa del telemetro!

Come era stato preannunciato, le rivelazioni sono esplosive (per i tonti che ci credono); addirittura Marcianò chiama direttamente in causa, servizi segreti, la Telecom e vari poteri occulti dei quali farebbe parte, udite, udite, pure Paolo Attivissimo.

Leggete bene l'articolo di Marcianò perché adesso la farsa del telemetro si è trasformata nella farsa dei due telemetri!

http://www.tankerenemy.com/
@Turz:
Così se quel verde-afido non vi piace, c'è anche viola, blu, arancione... tanto l'efficacia è la stessa :-D
Non sono d'accordo, secondo me quella viola funziona meglio, perche' riflette piu' vicino alla banda degli ultravioletti.
Il cui irraggiamento e' un efficace antibatterico e disinfettante.

Il bello e' che paradossalmente questa affermazione e' piu' scientifica delle panzane scritte nel sito del "produttore" (che poi produttore non e')
Scusa Paolo,

si puo' avere qualche dettaglio in piu' sull'aggiornamento del tuo articolo riguardo l'autenticazione del PDF linkato da Grillo?

Sei stato tu a contattare il manager svizzero autore della lettera e a ricevere conferma?

La vicenda di Antonio e' in qualche modo legata a questo episodio?

Grazie,
Paolo.
Paolo,

mi spiace, non ho il permesso di rivelare la fonte e non posso dire altro.
Paolo: è importante che sia stata dimostrata l'autenticità della lettera. Grazie mille. Antonio mi aveva messo un minimo la pulce nell'orecchio...
psionic ha detto...

"Se qualcuno la vende a 40 euro, buon per lui, ma merita tutto il mio disprezzo, come, ad esempio, un Roberto Artigiani che vende le magnifiche console a 8 bit con 100 "fantastici" giochi dentro a 79.99 euro + SP (anche se a vedere quella televendita mi sbellico sempre dalle risate)."

Lui vende la versione I, vero? Su Amazon la versione III è in offerta a $16.99... qualche tempo fa ho comprato un lettore di dvd da tavolo, perché me ne serviva uno 'al volo' che fosse in grado di riprodurre anche video in formato divx, ed ho preso, per una trentina di euro, un lettore della CDV (il modello precedente a quello presente qui). Compreso nel prezzo c'è un cd che contiene centinaia di giochi 8-bit (da giocare direttamente con il lettore di dvd, che possiede sul retro due ingressi per gamepad), un paio di gamepad (quasi inservibili) e due microfoni... praticamente gli stessi della console che vende Artigiani.
@ motogio
No problem, l'ho servita lì apposta per la battuta.
Non conoscevo il caso Apple, ma con una difesa del genere il querelante deve esserci andato a nozze! :-)

@ rado
si, era solo un esempio motlo enfatizzato di situazioni in cui andare contro la legge (in maniera non violenta) non significa per forza essere dalla parte del torto.
non ho trovato esempi in cui comportamenti immorali siani poi stati visti con occhio diverso dal tribunale della storia.

Sinceramente non mi interessa molto se ci siano stati dei ricarichi più o meno esagerati, quando l'ho comprata ho pensato che se effettivamente avesse mantenuto le promesse, il prezzo sarebbe valso la candela.
Quando mi sono accorto che non era made in Svizzera un po' mi è scocciato, quando mi sono accorto che le macchie restano allora mi hanno cominciato a frullare.

Dico solo che se la palla non fa quello che promette, ho diritto a farmela rimborsare, tutto il resto è contorno.
Se devo unirmi a qualche class action, lo faccio volentieri, altrimenti sentirò cosa mi dicono l'associazione consumatori e ALTROCONSUMO.
L'affermazione che all'estero qualcosa sarebbe molto più diffuso e stimato che in Italia è tipica delle bufale, delle truffe e dei cospirazionisti.
Lo dice anche Straker che le sue care scie chimiche, all'estero sono considerate reali anche dai governi, mentre in Italia siamo il fanalino di coda.

Lo dice Grillo della BWB e di altre cose e, oltre ad essere una fallacia logica (ad populum), spesso non è vero.

Ho provato a confrontare la ricerca su Google di biowashball con quella di un'altra parola "internazionale", ipod 2.1.

Solo in Italia si è cercato BWB più che ipod 2.1 (e di molto!)

Guardate da voi
Bah… ho dato un’occhiata al registro di commercio

la HAO PI S.A.R.L.
ha un capitale di 20'000 CHF, associati:
Cuanillon Paul (associato e gerente per 1'000 CHF, firma individuale)
Emker SA (associato per 19'000 CHF, senza diritto di firma)


A questo punto sono andata a vedere la Emker SA

e chi è l’amministratore? Cuanillon Paul!


Alla fine c'è sempre dietro lo stesso tizio o.O mah...
le "argomentazioni tecniche non erano sufficientemente robuste" è il discorso dell'esportazione pdf?

oh son finito in un update :O
Questa volta Beppe Grillo ha toppato alla grande. Bravo Paolo, sei il mio eroe!
@ Psionic:

Roberto Artigiani di mestiere fa il televenditore, presta la sua figura per promuovere prodotti di ogni genere. E' pagato da altri per questo e non merita alcun tipo di disprezzo, è un onesto lavoratore.

Se proprio vuoi disprezzare qualcuno (a me sinceramente la questione non tocca personalmente) fallo nei confronti di chi compra una consolle di 20 anni fa a quel prezzo, sono queste persone che creano l'opportunità di vendere tali prodotti: per ignoranza, per pigrizia, mettila come vuoi.

Ed anche per quanto riguarda la Biowashball la questione del ricarico sul costo non cambia: la discussione può essere fatta sul suo funzionamento, sulla descrizione truffaldina, su tutto quello che vuoi ma non sul prezzo, che è stabilito dal mercato e che si abbasserebbe automaticamente se gli acquirenti cominciassero a comprare dai migliori offerenti.

Finché io vendo un prodotto non necessario (mica è pane) e non obbligo nessuno a comprarlo (non è il canone Rai) posso applicare il prezzo che voglio. A seconda della mia scelta, sarà il mercato a farmi diventare ricco o indebitato fino al collo.
Paolo hai visto il link del brevetto?
Ti sembra inerente?
Se si mi attivo per reperire maggiori informazioni.
Mia moglie dice che in Giappone ci voglio massimo 8 anni per rilasciare un brevetto, per cui può vedere se quella pratica e' andata a buon fine e se non e' stata approvata per ragioni tecniche (tipo prodotto non funzionante). Direi che l' ufficio brevetti ha cestinato la richiesta perché priva di valore tecnico possiamo dire che e' una cavolata inutile.
Poi se sono fortunato e un dipendente coreano del reparto sviluppo detergenti della mia azienda (come gia detto in altri blog P&G) ha problemi al pc posso provare a chiedergli se ne sa qualcosa. Sicuramente se il prodotto e' valido la mia azienda avrebbe fatto delle ricerche e non trovo niente nei nostri network. Gia questo mi fa pensare alla bufala perché certamente una multinazionale come la mia non si farebbe scappare un prodotto cosi e al massimo se vogliamo pensarla come Grillo acquisterebbe per farla poi sparire.
Beppe mi sta deludendo.
Io la vedo dura trovare "testimoni d'accusa" sul fatto che la palla non funzioni. Inannzi tutto non si può negare che qualcuno abbia la percezione che funzioni. Poi, quelli che si sono sentiti truffati è probabile si vergognino di dirlo per la paura di fare la figura dei pirla. Se poi la palla un po' funziona è probabile che venga ritenuto sufficiente nel senso che, forse neanche il più ottimista si aspettava un bucato tanto pulito quanto il detersivo e tutti avevano messo in conto un certo deficit di efficienza.

Per quanto riguarda il prezzo della palla, indipendentemente dal suo costo industriale, il prezzo viene stabilito in relazione a quanto il consumatore è disposto a spendere per quel prodotto.

Per quanto riguarda la Svizzera, sono secoli che ricicla denaro sporco da tutto il mondo non penso sia la palla a farle fare brutta figura.
Attivissimo:
Come mai viene venduta a quasi quaranta euro, considerato che il costo all'ingrosso è, a quanto sta emergendo, circa un euro e mezzo?

Come hanno già detto altri, questo secondo me non è un argomento.

Il "prezzo giusto" di un prodotto, che non sia un bene essenziale, è quello che la gente è disposta a spendere. Se tu sei un bravo venditore riuscirai a creare interesse e aspettative intorno al tuo prodotto e a venderlo a un prezzo alto, specie se in regime di monopolio/esclusiva. Per questo la concorrenza è una cosa buona e giusta, e bene hai fatto a rivelare l'esistenza dei "cloni" cinesi.

Certo, sarebbe il colmo se Grillo, che si atteggia a paladino dei consumatori, stesse indirettamente aiutando una banda di truffatori a vendere a caro prezzo un mucchio di palline di plastica.

Quanto meno, dandogli il credito della buona fede, sarebbe stato suo compito scovare il sito cinese che le vende a prezzi stracciati e divlugarlo al pubblico, no?
Max:
Per quanto riguarda la Svizzera, sono secoli che ricicla denaro sporco da tutto il mondo non penso sia la palla a farle fare brutta figura.

Questa è da applauso. ^__^
In questo blog molti si sono indignate per il rincaro della "Palla". Altri hanno cercato di spiegare il funzionamento della "domanda/offerta".Consiglio ai primi il bellisimo libro "L'economista mascherato" di Tim Harford. Dove si spiegano, in modo semplice e con esempi concreti, le logiche del mercato.E' un' ottima base per iniziare a capire l'economia ed un aiuto concreto per comprendere le vita di tutti i giorni.PS non sono parente di Harford e non mi paga
PPS Su Grillo:
lui ha dei meriti ma deve "evolversi" e capire che il credito che si è costruito comporta delle responsabilità.La gente si fida di lui e molti cercano di approfittarne.Lui deve verificare meglio le persone ed i prodotti a cui dà visibilita....però fare delle scelte significa anche perdere parte del consenso.
La scorsa settimana se ne è occupata la trasmissione Mi manda rai 3, con tanto di esami di laboratorio e prove varie e alla fine ne è risultata una vera e propria bufala, con il signore svizzero che tentava in tutti i modi di giustificare "la sua creatura", cercando di convincere il pubblico che ci sono voluti anni per mettere a punto un prodotto tecnologico come quello... che schifo!
Perchè Biowashall vanta certificazione Koreane? semplice, perchè la ditta produttrice è Koreana.
Viene da chiedersi se i rivenditori nostrani di trento (whois sui siti per vedere chi sono, per privacy non li riporto) hanno la licenza di vendita.

http://www.wellos.co.kr/bio/sub1.htm
pseudo spiegazione sul funzionamento
http://www.wellos.co.kr/bio/sub2.htm
purificatori dell'acqua già finiti nelle inchieste di Striscia la notizia
http://www.wellos.co.kr/bio/sub3.htm

Quindi perchè la società produttrice di Biowashball non ha cause in corso? semplice: non è ben identificato il soggetto produttore, ovvero il produttore non è il rivenditore europeo (autorizzato o meno) bensì il produttore koreano. Eventuali processi se esistono vanno quindi cercati nell'organo giudiziario di quel paese.

I certificati dei prodotti
http://www.wellos.co.kr/certification/sub2.htm
http://www.wellos.co.kr/certification/sub3.htm
http://www.wellos.co.kr/certification/sub1.htm

Tenete presente un'altro aspetto:
Tutti Grillo compreso parlate delle palline contenuta nella palla come di ceramica...siete sicuri che siano ceramiche normali e non altre sostanze dalla consistenza paragonabile ad un materiale ceramico?

PS: se avete un whois per siti koreani magari scopriamo chi ha registrato il sito internet
opps, ecco i dettagli dell'azienda
http://kr100777956.trustpass.alibaba.com/aboutus.html


Company Name: WELLOSKOREA. CO LTD Authenticated and Verified
Business Type: Manufacturer
Product/Services: Laundry Ball, Laundry Washind Ball, Washing Ball, Magnetic Ball, Magnetic Laundry Ball, Wash Laundry Ball, Wash Ball
Registered Address: 1008 Kranz Techno B/D, 5442-1 Sangdaewon-dong,, Joongwon-gu, Seongnam, Gyeonggi-Do, South Korea Zip: 462-729 Authenticated and Verified
Brands: Wellos
Number of Employees: 11 - 50 People
Company Website URL: http://www
welloskorea.com
Ownership & Capital
Registered Capital: US$10 Million - US$50 Million
Ownership Type: Corporation/Limited Liability Company
Legal Representative/Business Owner: Mr. Barney Byeong-Il Kim Authenticated and Verified
Trade & Market
Main Markets: North America
Eastern Europe
Western Europe
Total Annual Sales Volume: US$10 Million - US$50 Million
Export Percentage: 81% - 90%
Total Annual Purchase Volume: US$50 Million - US$100 Million
Factory Information
Factory Size: 1,000-3,000 square meters
QA/QC: In House
No. of R&D Staff: 5 - 10 People
No. of QC Staff: 5 - 10 People
Management Certification: Others
Contract Manufacturing: OEM Service Offered Buyer Label Offered
mi permetto di far notare solamente una cosa, sempre a proposito del ricarico. ricaricare di 40 volte, o 100 o millemila un prodotto, non è sbagliato, se non, forse, eticamente. ma con l'etica, permettetemi, con ci si fodera nemmeno la gabbietta del canarino.
non si vada quindi a guardare che la ditta ci guadagna e chi compra è un "pollo" che paga quaranta per una boiata da uno, ma si vada a vedere un pochino la coerenza di chi NON pubblicizza queste palle.
ricordo ancora uno spettacolo di oltre 10 anni fa nel quale ce l'aveva su con le batterie dei cellulari che contenevano le ministilo ricaricabili, con il colluttorio che era acqua e sale e con l'acqua in bottiglia che costava uno sproposito (diceva esattamente, parafrasando uno spot "se la vedi si vede... che sei un coglione!"). ora osanna la libertà e la cosmopoliticità (si dice così?) data dalla rete, eppure pubblicizza un prodotto (tralasciamo il fatto che sia di dubbio funzionamento) citandone uno dei rivenditori che applica un ricarico del 4000%, non quelli orientali che per lo stesso prezzo te ne tirano dietro un bancale.
in parole povere, concordo che l'etica non trovi tanto spazio nel mondo degli affari, ma forse dovrebbe essere presa in considerazione da chi si erge a suo paladino.

*fnord*
@funrocker:

Hai ragione, sono stato ingiusto nei confronti dell'Artigiani, che poi a dire il vero mi sta simpatico, e poi comunque non e' lui a stabilire il prezzo. Era per fare un esempio.

Non sono d'accordo che non debbano esserci dei limiti ai prezzi o ai rincari, il vero problema e' chi o cosa stabilisce questi limiti, e come.

Perche' se non esistessero limiti (imposti, forzati, stabiliti dal mercato, le possibilita' sono molteplici), e tutto dipendesse da quanto la gente e' disposta a pagare, neppure Vanna Marchi e sua figlia sarebbero colpevoli. In fondo alle loro vittime vendevano del sale o delle creme dimagranti, a prezzo esorbitante.
Certo, questi prodotti non facevano quello che sostenevano, ma e' esattamente la stessa situazione della palla.
Mi pare che il discorso della marchi sia differente. Lei prendeva disperati, li intortava di sciocchezze, li truffava facendo leva sulla loro superstizione. Qui c'è un prodotto di dubbia (nulla?) utilità e nessuno che ti faccia un lavaggio mentale per fartelo comprare.

Però, pensare che qualcuno possa decidere per me quale sia il prezzo di un bene è aberrante. L'importante è creare il giusto flusso di informazioni. Un compratore informato è un compratore efficiente, senza bisogno di strutture che limitino rincari.
Beh certo, non e' paragonabile, ma anche in questo caso si fa leva in qualche modo su superstizioni e pregiudizi. E il prezzo e' stabilito anche in base a questo. "Possiamo chiedere piu' di quello che la gente sarebbe disposta a pagare, se facciamo leva sull'aspetto ecologico, e su quello (presunto) tecnologico, del prodotto".

Non chiedono (individualmente) migliaia di euro, e infatti non credo alla fine che questi possano essere comunque denunciati o finire in galera. Ed e' anche per questo forse che non esistono cause serie e documentate in merito. Gli utenti insoddisfatti ci saranno sicuramente, ma piu' che mandare una email dicendogli che si sentono truffati o che 40 euro per una palla di plastica sono troppi, cosa volete che facciano?

Il prezzo, a mio avviso, e' spaventosamente ben calcolato. Se fossero stati 400 euro (e potevano essere, bastava enfatizzare di piu' sul: "Ma poi non dovrete usare piu' detersivo per tutta la vita") le denunce sarebbero fioccate eccome.
Se fossero stati 4, tutto sarebbe andato per il meglio, e probabilmente quella palletta l'avrei presa pure io, tanto per provare, appurato che un qualche effetto lo produce. Pero' la ditta non si sarebbe certo arricchita in questo modo.
In fondo è già stato detto altre volte che Grillo dovrebbe imparare a documentarsi... si butta sempre a testa bassa contro qualsiasi cosa colpisca la sua attenzione, e nella foga e forse con un po' di vanità non verifica, non ricerca, non rettifica neppure. E questo va tutto a danno dell'immagine di difensore dei consumatori e dei truffati, di scoperchiatore di truffe, che si è costruito nel tempo.

Quanto al ricarico e ai rivenditori... non sono d'accordo. Oltre che immorale, ricaricando cento volte il costo di produzione diventi un altro di quelli che sfrutta i bassissimi prezzi della produzione orientale, cosa che si sta cercando di combattere.
Mentre il signore delle televendite con il videoporcagioco a 4bit, o il caro signore svizzero, non mi sento affatto di definirli innocenti: vendendo un prodotto inefficace, o un pezzo d'antiquariato come fosse una Playstation, come minimo diventi complice dei truffatori che li producono. Non credo che la difesa "Ma io questi simboli magici contro il malocchio e il calcare li vendevo soltanto" valga granchè in tribunale...
Dan:
Quanto al ricarico e ai rivenditori... non sono d'accordo. Oltre che immorale, ricaricando cento volte il costo di produzione diventi un altro di quelli che sfrutta i bassissimi prezzi della produzione orientale, cosa che si sta cercando di combattere.

Guarda che la cosa non sta in piedi. Se dici che è scandaloso guadagnare 40 euro su una pallina che alla produzione ne costa uno, d'accordo, ma non è che se invece la vendi a 2 (prezzo teoricamente più "giusto") i costi di produzione orientali calano. Ci sarà solo un maggior equilibrio nel margine di guadagno, ma i costi bassissimi di produzione al limite dello schiavismo resteranno.

Semmai, si dovrebbe ragionare in questo modo: visto che io riesco a vendere la palla magica a 40 euro, ne giro la metà ai produttori orientali che così saranno contenti anche loro. Ammettendo per assurdo di trovare un distributore talmente altruista da applicare questa filosofia "equa e solidale", salterebbe presto fuori un altro produttore cinese che te li piazza sul mercato a 10 euro, ma siccome sono producibili anche a 1 solo euro il primo li riproporrebbe a 5 e così via.

Dammi retta: l'unico modo per avere un prezzo "giusto" è una sana concorrenza. Qualsiasi prezzo imposto dall'alto sarebbe, in un modo o nell'altro, distorsivo.
Interessante questa discussione sul prezzo. Mi permetto di scrivere i miei 2 cent sull'argomento.
In realta', considerazioni morali a parte, hanno ragione sia quelli che sostengono che il prezzo debba essere fatto dal mercato, sia quelli che dicono che 40 euro per una pallina sono troppi.
Circa fino alla fine dell'Ottocento, gli economisti erano incentrati sulla cosiddetta "teoria del valore", che cercava di dare appunto una valutazione intrinseca in termini monetari dell'oggetto venduto.
La legge della domanda e dell'offerta cosi' come la intendiamo oggi (ossia: il prezzo lo fa il mercato), pur essendo la teoria predominante, e' un concetto relativamente recente.
Se quindi vediamo la faccenda dal lato dei costi di produzione della pallina, certamente piu' bassi di quaranta euro, il ricarico non e' accettabile; d'altra parte, se la vediamo dal punto di vista dei consumatori che sono disposti a pagare quella cifra per quel prodotto, il prezzo e' perfettamente giustificabile (anche se sorgono altri problemi di informazione: quanti sapevano che lo stesso prodotto poteva essere comperato da un'altra parte per molto meno?).
Il punto, Comedian, è proprio quello. Il problema reale non è che qualcuno mette in vendita la palla a 40 euro ma l'asimmetria informativa tra te e il venditore. Lui sa che si può avere per meno e tu no. Poi magari entrambi non sapete della reale validità (utilità) della palla.
Io su questa questione soprassiedo sulla parte del capire se questa è omeno una cosa funzionante, anche perchè, come l'esperienza insegna, se una cosa del genere funzionasse veramente con il semplice passaparola delle casalinghe oggi sarebbe anche a casa nostra!

Pero' rispondo alla domanda sul prezzo, in questo modo:
se io scoprissi una pillola che sostituisse la benzina o ne riducesse i consumi al 50%, secondo te (essendo un'uomo attaccato al guadagno economico) la venderei al prezzo di costo o in base alla possibilità di riduzione dei costi per gli utent finali?

Domanda retorica, no!?

Ciao, Trisy!
Se sono il monopolista della pillola la metterò in commercio ad un prezzo che sia conveniente rispetto al prodotto sostitutivo ma il più distante possibile (verso l'alto) dal suo costo.
Nel momento che il mercato recepisce la pillola e la sua tecnologia diventa riproducibile il prezzo calerà automaticamente per via della concorrenza.
se davvero hanno venduto quasi un milione di pezzi e un milione di famiglie non usa piu` detersivo (o ne usa 1/5) per me funziona gia` MEGLIO del detersivo, come i placebo funzionano meglio degli antidepressivi.

Quanto al prezzo credo che sia giustificabile con la "moda" del bio e con la bravura degli esperti di marketing: se riescono a venderlo ad un prezzo superiore 10 volte il valore reale, buon per loro; significa che l'alone "magico" che sono riusciti a creare attorno a delle palle e` efficace (dagli infrarossi alla storia di ricaricarla al sole)

io non la compro, ma da quando ho scoperto della sua esistenza mi sono posto il problema, uso meno detersivo e infilo una palla da tennis in lavatrice.
Ma la gente qui che lavoro fa?
Sono l'unico che vende per vivere?
Intendo dire:
tu puoi vendere un prodotto al prezzo che la gente è disposta a pagarlo PUNTO.Non hai altre opzioni.
Venderlo ad un prezzo più alto non è possibile, venderlo ad un prezzo più basso non ha senso.Se la gente vuole pagare le tue fotocopie colorate 100.000 dollari perchè ti chiami Andy Warohl potresti dirgli "lassa stà te se dreè fà na pirlada" (in Newyorkese significa "guarda che stai buttando via i soldi")però potresti ripensarci quando devi pagare la rata del mutuo o l'ospedale per tua figlia.
L'indignazione è giusta quando si parla di prezzi in regime di monopolio o di accordi di cartello altrimenti è utopia (almeno nel nostro sitema sociale).
Oltretutto nessuno sottolinea il valore didattico di questa pallina insomma 40 Euro per imparare a pensarci due volte prima di buttare via i soldi in pirlate mi sembra un prezzo ragionevole dato l'alto valore "educatorio"
Nel mio blog ho affrontato la seria problematica del scegliere la palla giusta, in questo post:

http://cronachedallimbecillario.splinder.com/post/19199043#19199043

Il problema è: si tratta solo di una questione di prezzo?
Come comportarsi una volta consapevoli che esistono sul mercato magiche palle lavanti, che anzichè sferette di volgare ceramica industriale hanno al loro interno frammenti di "natural mineral" o persino di finissima "porcellana?"

Ma soprattutto: come fa la palla di Grillo a pulire davvero come si deve, se una palla concorrente (la Glosion Washing Ball) è stata implementata al suo interno di un MAGNETE, senza il quale la molecola d'acqua, dalla struttura notoriamente pentagonale, non esagonalizza durante il lavaggio?

Vorrei proprio capire come fa a questo punto Grillo a pensare che la gente sia così fessa da comprare una palla lavante colma di volgare ceramica ed operante in un ambiente molecolare banalmente pentagonale, in quanto priva del magnete esagonalizzatore, quando ne esistono di accessoriate con magnete e porcellana.
Opera summa:
http://s-p-e-e-d-y-b-l-o-g.blogspot.com/2008/12/grill-abominio-fra-verit-e-bufale.html

Saluti
Ciao a tutti,
vi dico la verita che questo argomento mi sta intrippando.Purtroppo ho comprato anch'io la palla dopo aver visto lo spettacolo di Grillo (se la publicizza si vede che ci crede).
Bene dopo tutti i test fatti finora non so dirvi realmente se la palla funzioni come l'acqua o meno.Ma il discorso che mi sta facendo surfare sui web di tutto il mondo e' quello relativo al funzionamento della palla.Ebbene se avete ascoltato con attenzione la trasmissione su rai tre,il CNR non era del tutto negativa rispetto alle caratteristiche della palla (loro studiavano i materiali non hanno eseguito i test di lavaggio).Ebbene hanno riscontrato un aumento del PH di circa 0,4:non poco per della ceramica inerte.
Dopo giorni e giorni di girovagare su internet, ho trovato una serie incredibile di studi piu o meno scientifici (ma diciamo pure meno ) riguardo l'argomento delle ceramiche e della purificazione delle acque.Inoltre molte proprieta delle ceramiche derivano molto da una ricerca sui cosidetti MICRORGANISMI EFFICACI dove esiste tutta una 'scienza' sia sulla purificazione delle acque sia su un metodo per rendere piu' 'naturale' l'agricoltura.
Di test,brevetti studi etc etc. c'e' ne di che sbizzarirsi altro che rispetto a quelli che affermavano che non esiste nemmeno un brevetto (US Patent 5521131 http://www.patentstorm.us/patents/5521131/claims.html) . Sicuramente il sito svizzero della bio wash ball e' solamente un sito commerciale dove viene enfatizzato e reso banale,ma per questo ancora piu' 'interessante' alle masse,la spiegazione del suo funzionamento.
Vi giro un po di siti dove potete farvi una idea di quale giro di soldi e ricerche ci sono attualmente sull'argomento:

1)[url=http://www.embio.it/]EMBIO - Benessere in pace con la natura[/url] sito italiano sui microrganismi efficaci (spiega cosa sono...sigh)
2)[url=http://emrojapan.com/]EM Research Organization, Inc.[/url] sito ufficiale di Dr. Teruo Higa's EM Technology
3)[url=http://www.tourmalineceramic.com/product/Far-Infrared-Ceramic-Ball.html]Far Infrared Ceramic Ball[/url] sito cinese dove si trovano praticamente tutti i tipi di ceramiche con spiegazioni,certificati faq etc.etc.
4)[url=http://www.healthymagnets.com/cgi-local/SoftCart.exe/FIRinfo.htm?L+scstore+rqoe4372+1238599267]FIR Information: The usage of far-infared rays as an alternative medicine.[/url] altro sito inglese che parla in dettaglio il FIR (far infrared) e connesse applicazioni

Be per ora basta....questa e' una parte di molto materiale che c'e' su internet...
Ciao
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Ciao Paolo,
Da un primo controllo sul Brevetto che ti ho linkato risulta non approvato per precedenti richieste di brevetto.
Ne abbiamo trovate circa 60 risalenti anche al 1992.
Ora sto tentando di scoprire se una di queste e passata ma sara un lavoro mastodontico non so se riusciro a darti notizie prima di andare in vacanza.
Ma come gia detto se il brevetto qui in giappone non è passato probabilmente è una bufala.
EM = E1Miracolo?

Comunque mi sembra interessante che stiamo passando dalle ceramiche al biologico, anzi alle società di microrganismi aerobici ed anaerobici organizzate sulla simbiosi...

o.o''
Sulla questione relativa al lieve aumento di ph rilevato dal CNR, richiamata da Sandro, intervengo sforzandomi per la prima volta di essere serio su questo argomento, perchè questa volta riguarda il mio mestiere.

1) L'immersione in acqua, in stato di quiete, di panni contenenti materia biodegradabile e soprattutto "velocemente biodegradabile" (es: zuccheri in soluzione acquosa, come ad esempio marmellate) produce nel tempo un abbassamento del ph, a causa dell'attività batterica che si produce nel liquido in condizioni anaerobiche.
2)L'agitazione della soluzione (es: dentro il cestello della lavatrice) tende a ripristinare in pochi minuti il ph precedente, aumentandolo, ad es. nelle proporzioni rilevate dal CNR, a causa del trasferimento di ossigeno atmosferico alla soluzione causato dall'agitazione meccanica medesima.

Mi stupisco che i tecnici del CNR abbiano dimenticato di rilevare questo aspetto.
La wash-palla e la ceramica non c'entrano nulla con quel mezzo punto di aumento del ph, se non per aver contribuito semmai a performare l'azione meccanica di agitazione della massa acquosa.

Siamo ben distanti dal trasformare l'acqua in qualcosa di simile ad una soluzione di soda caustica (ph10) come sostengono gli stregoni della pallina.
Se fosse così, la pallina potrebbe anche sostituire, oltre che i tensioattivi, i liquidi disintasanti, tipo "l'idraulico liquido", perchè il ph10 procurerebbe un grado di corrosione vicino a quello di quei prodotti commerciali.
X ENRIX

Ciao,
mi fa piacere che finalmente si stia parlando su quale base dovrebbe funzionare la palla.
Le considerazione che hai fatto tu sono vere ma non corrispondono al test che ha eseguito il CNR.
Come gia' detto il CNR non ha eseguito prova di lavaggi ma solo sui materiali (ceramiche).
Hanno usato una palla mettendola in un contenitore con solo acqua calda e poi l'hanno agitata. Dopo tot tempo hanno verificato che il PH e' salito di 0,4 o giu' di li.
Ebbene e' logico che non si arriva al Ph dichiarato,ma il discorso e' che qualcosa la ceramica ha modificato nell'acqua.Ora lascia perdere cosa scrivono i siti che commercializzano la palla (e' logico devono venderla....guarda ad esempio i consumi dichiarati dalle case automobilistiche e poi confrontali con i dati reali),un aumento di ph di 0,4 su tutta l'acqua utilizzata nel test e poca cosa, ma se pensiamo che la palla e' a contatto con i vestiti da lavare, allora il ph in quel punto puo' essere maggiore (e sicuramente lo e) dello 0,4 rilevato su tutta l'acqua.
Ma anche qui non concentriamoci solo sul ph,serve per lavare? Parzialmente....Se leggete i link che vi ho girate scoprirete che ogni ceramica ha una sua caratteristica.
Saluti

P.S.Non prendetemi per uno che ci crede alla EM technology,ma penso che bisogna essere obbiettivi anche quando si cerca di 'smontare' una cosa che sembra illogica.
Oh, bravo Sandro! Ti quoto in pieno!

E' vero. bisogna essre OBIETTIVI di fronte anche alla più enorme delle bufale.

E un altro aspetto sottolineato nuovamente da Info è: se chi ha comprato la palla ora utilizza ono 1/5 del detersivo che utilizzava prima (perchè funziona o anche solo perchè si illude che funzioni) è una gran risultato! Ma nessuno sottolinea questo aspetto: perchè??

Vi sembra poco diminuire dell'80% l'uso dei detersivi??
letto come dici tu a me pare quasi come se dicessimo che io posso andare in giro dai vecchietti per controllare le bollette, e mentre li distraggo rubo i contanti che trovo in giro

non è che sia una buona azione perchè poi loro saranno in futuro più attenti contro malintenzionati più pericolosi, e quindi hanno imparato una cosa utile eh....

un gesto simile resta comunque un furto, al di là di potenziali effetti che dopo si causano


sarebbe meglio allora portare a conoscenza solo dell'effetto, in modo da informare senza rischi o spese
un po' come fanno i carabinieri facendo gli incontri per spiegare queste truffe


ps: ci sono davvero tizi che fanno questo giochetto delle bollette ricordatevi di dirlo ai nonni o genitori anziani...
Solo qualche precisazione tecnica.

1) Una variazione del pH di 0.4 unità nell'acqua sostanzialmente pulita è del tutto irrisoria. Sono sufficienti tracce di quasi-qualsiasi-cosa sulla ceramica per provocarla. Anche la ceramica in sè non è mai chimicamente assolutamente inerte e potrebbe contenere tracce di ossidi (es. di calcio) usati o formatisi nella preparazione, che possono innalzare il pH di quel pelo.
Per avere un tale innalzamento di pH sarebbero sufficienti 0.00001 g di ossido di calcio in un litro di acqua... un po' poco, no?

2) Non occorre scomodare la soda caustica per avere il pH di 10. Basta il normale sapone da bucato.

3) di solito (anche se non è la norma) l'ossidazione (cioè l'azione dell'ossigeno, cioè dell'aria, sia chimica che biochimica) comporta una diminuzione del pH. Ma qui le eccezioni possono essere tante.


mc
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
X Mastrocigliegia

Il CNR ha fatto varie verifiche .Purtroppo il presentatore quando ha sentito che il Ph si e' alzato ha bloccato la ricercatrice e gli ha chiesto se il Ph si alzava a 10 come scritto sul sito.Ora le prove che erano state eseguite erano varie,se non sbaglio a 20 e poi a 50 gradi con rolling (scuotimento) dopo 30 minuti,1 ora e 1h30m. Purtroppo non so in quale caso il Ph si e' alzato,bisognerebbe avere il rapporto completo del CNR.
Quindi possiamo sbizzarirci a inventarci qualsiasi cosa in un senso o nell'altro ma non lo sapremo fintanto che non avremo in mano i risultati reali del CNR.Ma d'altronde il programma e' costruito apposta cosi',altrimenti che audience avrebbe?
Quello che posso invece quasi sicuramente pensare, e' che il CNR prima di effettuare i test abbia 'lavato' la ceramica altrimenti e' logico che qualche impurita' potrebbe falsare le prove stesse del Ph.(sarebbe deludente che un istituto serio come il CNR non pensasse a cio').Inoltre in un laboratorio serio quando si eseguono delle misure non se ne esegue una sola ma una serie per minimizzare l'errore o individuare un test anomalo.
Saluti
Chissa perche' c'e' un silenzio su questo thread..
Ho attinto a nuove informazioni e,sto scoprendo, che quello che scrivono sul sito della palla non siano panzane.
La palla emmette infrarosso... tutti a dire che e impossibile: poi si aggiunge che puo emetterne solo la quantita di radiazione di un qualunque corpo riscaldato. Si e' esatto ma ci dimentichiamo di dire che esiste in commercio la ceramica (ed e' usata tantissimo) dove se riscaldata emette fir ovvero infrarosso lontano tra le 2 e 14 uM. La pallina e' riscaldata a circa 50 gradi all'interno della lavatrice e quindi puo' benissimo assorbire detto calore ed riemettelo nel solo campo delle frequenze fir.Dove sta la bufala ?
Poi passiamo alla questione ioni.Be all'interno della palla puo'(anzi sicuramente) contenere la tormalina,essa ha poteri piezoelettrici e piroelettrici ed e' ben conosciuta ed utilizza per ionizzare (attualmente c'e' una invasione di oggetti commerciali che l'utilizzano).Anche qui abbiamo calore e movimento all'interno del cestello che potrebbe far rilasciare ioni.Dove sta la bufala ?
Che poi la palla possa veramente lavare...be ancora soprassediamo.
Saluti
Dove sta la bufala ?
Che poi la palla possa veramente lavare...be ancora soprassediamo.


Ti fai la domanda e ti rispondi subito.
E' proprio quella la bufala. Per me la palla poteva anche essere piena di acido cloridrico e corrodere i vestiti messi in lavatrice.
Anche in questo caso "qualche effetto" lo provoca ma certo non lava.

Riguardo la temperatura... come 50 gradi? Non si dice di lavare a 30 gradi se no si consuma troppo e si danneggia l'ambiente? Allora e' necessaria un'ulteriore analisi. Meglio 30 gradi con detersivo o 50 senza e con la palletta (quasi inutile, ma tant'e')?

E poi perche' "sottrarre" calore all'acqua per trasmetterlo alla palla che poi lo rilascia nell'infrarosso lontano? Per "scindere" le molecole di idrogeno? Certamente no.
"E poi perche' "sottrarre" calore all'acqua per trasmetterlo alla palla che poi lo rilascia nell'infrarosso lontano? Per "scindere" le molecole di idrogeno? Certamente no."

Non proprio.L'acqua ha il massimo assorbimento proprio nella regione del fir.Le ceramiche dovrebbero servire a spezzare i cluster in modo da avere un'acqua con cluster piu piccoli.
Esiste una vastita enorme di documenti sui cluster nell'acqua e come questi siano spezzati tramite i Fir (frequenza di massimo assorbimento e' circa sui 9,8 uM)
@Sandro
"Ho attinto a nuove informazioni e,sto scoprendo, che quello che scrivono sul sito della palla non siano panzane."

Qualche fonte su queste informazioni non sarebbe male.

"Si e' esatto ma ci dimentichiamo di dire che esiste in commercio la ceramica (ed e' usata tantissimo) dove se riscaldata emette fir ovvero infrarosso lontano tra le 2 e 14 uM."

E quindi? La palla emettere IR a seconda della temperatura alla quale si trova come tutta la materia dell'universo. Più la temperatura è alta più l'emissione si sposta verso il visibile. Il problema non è che la ceramica più emettere IR, questo è innegabile. Quello che si critica è l'intensità di questa emissione e la capacità di rompere le molecole dell'acqua.

"Poi passiamo alla questione ioni.Be all'interno della palla puo'(anzi sicuramente) contenere la tormalina"

Perchè sicuramente? Potrebbe contenerle come potrebbe contenere molte altre cose. Sull'effetto piezoelettrico usato per ionizzare ci sarebbe da discutere, prima di tutto cosa verrebbe ionizzato? E poi con quale pressione verrebbe attivata la piezoelettricità? Ti ricordo poi che il problema non è quello di "ionizzare", ma di emettere solo ioni negativi.

"Le ceramiche dovrebbero servire a spezzare i cluster in modo da avere un'acqua con cluster piu piccoli."

Altrettanto interessante è la questione dei "cluster" dell'acqua. Esiste qualche articolo scientifico che dimostra l'esistenza di questi cluster?
"Più la temperatura è alta più l'emissione si sposta verso il visibile. Il problema non è che la ceramica più emettere IR, questo è innegabile. Quello che si critica è l'intensità di questa emissione e la capacità di rompere le molecole dell'acqua."

Vero per i normali materiali ma non esatto per le ceramiche.Piu'vengono riscaldate e maggiori saranno le emissioni pur rimanendo nel solo campo dei fir(cioe senza spostarsi significamente nel visibile).Il trucco e' che a quelle frequenze l'assorbimento dell'acqua e' massimo,e poiche' il salto e' quantizzato il trucco e' svelato ;).Per quel che riguarda la capacita' di rompere le molecole dell'acqua,non fare confusione col spezzare i cluster dell'acqua.I cluster si formano e si distruggono in continuazione nell'acqua .Invece vicino alle molecole insolubili (tipo il grasso) esse sono piu' stabili dando origine a cluster di dimensioni maggiori.Il fir non farebbe altro che 'movimentare' queste ricombinazioni aiutando l'acqua a pulire meglio i tessuti proprio perche' i cluster sarebbero di dimensioni 'minori'.

" Ti ricordo poi che il problema non è quello di "ionizzare", ma di emettere solo ioni negativi."

Ti sei perso questo link dove appunto sono descritti i componenti delle palle:http://www.tourmalineceramic.com/product/Far-Infrared-Ceramic-Ball.html
Ora che sai che contiene la tormalina, gia solo il calore puo' dare origine alla ionizzazione.Discorso piu' controverso ma misurabile tramite un semplice ion tester, se la tormalina produca solo ioni negativi ma contemporaneamente quelli positivi.
Ma basta che ti fai una ricerca su internet e vedi la quantita enorme di prodotti commerciali che villantano la proprieta di emettere ioni negativi dalla tormalina.Diamo dei bufalari anche la rowenta,e decine di altre case ?

"Esiste qualche articolo scientifico che dimostra l'esistenza di questi cluster?"

Se mi vuoi far cadere nel tranello della memoria dell'accqua,stai fresco.Se invece parliamo di cluster in generale be internet ne e' strapieno.Ti giro uno:(http://www.lsbu.ac.uk/water/abstrct.html#clu) certo non e' un articolo pubblicato (ma ne trovi a bizzeffe) ma spiega l'acqua e i cluster.

Il discorso principale per quello che mi riguarda,e' quello invece che nessuno ha tirato fuori questi argomenti durante la trasmissione.Magari si poteva dire che le radiazioni fir sono deboli,che la ionizzazione e trascurabile etc.etc. ma almeno si chiariva che non si stava parlando di pozioni magiche o alchimie.
Ciao
Le bwb sono un fenomeno mondiale , perlomeno europeo, nessuno sa cosa dicono in altri paesi oltre l'italia?
Vero per i normali materiali ma non esatto per le ceramiche.

Ma guarda, e io che credevo che la ceramica fosse un "normale materiale". Quindi adesso i materiali "anormali" sono due: ceramica e kriptonite.

Piu'vengono riscaldate e maggiori saranno le emissioni pur rimanendo nel solo campo dei fir
Uhm... c'è qualcosa che non mi torna. Ah sì, si chiama Fisica.
Sandro ma hai qualche nozione di fisica o di chimica? No perchè dire che tutto è spiegato poichè il santo è quantizzato, non ha alcun senso. Che salto? Tra quali orbitali? Di quali elettroni? di quali atomi? Tutta la teoria degli orbitali atomici si basa sulla quantizzazione, ma cosa c'entra con gli IR della ceramica?
Che poi scaldando la ceramica si ottengano semrpe e solo IR, permettimi ma sono notevoltemente scettico (qualche riferimento?) visto che Nerst nel 1898 costruiva la prima lampadina a barretta di ceramica incandescente e immagino che la lampadina facesse luce visibile e non luce IR.
La produzione di ioni negativi prevede una migrazione di elettroni rispetto al composto neutro, dove vanno questi elettroni se non a formare uno ione negativo e uno positivo? Non è una questione da poco che si risolve con un semplice ion test, questa è un affermazione incredibile e non è per nulla secondaria.
Come non è secondario dimostrare che con gli IR a quella intensità sia possibile scindere l'acqua.
Nessuna intenzione di portarti sulla memoria dell'acqua, i cluster nell'acqua non esistono, l'acqua si aggrega tramite legami ad idrogeno in continuo scambio. Non ha senso parlare di "diminuire le dimensioni di cluster". L'articolo citato non porta analisi, ne prove di quanto afferma, sono solo bei disegni forse è per quello che non è stato pubblicato.
Il discorso che hai usato "sono tutti truffatori" non ha molto senso, sappiamo che la pubblicità è spesso ingannevole e non dobbiamo stupirci che ci siano situazioni scientificamente impossibili in pubblicità di marche famose. Ricordo una piastra con critalli di formalina della Imetec che mi fece molto ridere.
Nel sito citato da Sandro, riguardante la tormalina, ho notato questa:

http://www.root-cn.com
/Laundry-Ball-Type-C.html

Che effeti produce? Erotici?
Prima di tutto non voglio (e anche non riesco) a rispondere a tutti perche' quello che ritengo piu' importatnte e che molte cose nella trasmissione e anche qui non sono state dette PUNTO.Io ho solo reso noto qualcosa che molti non sapevano e leggendovi,nemmeno voi.

X Psionic e Simone
"Piu'vengono riscaldate e maggiori saranno le emissioni pur rimanendo nel solo campo dei fir
Uhm... c'è qualcosa che non mi torna. Ah sì, si chiama Fisica."

Mi dispiace deluderti ma da quello che so e' cosi'.Le ceramiche hanno una stabile range di temperature mantenendo pressoche costanti le frequenze di radiazioni emesse nell'infrarosso,logico se andiamo fuori range di molto,anche loro si spostano anche nel visibile.Ma dovete fare le pulci sulle cose ovvie ? Vi do il primo link che ho trovato sui materiali ceramici che si usano per fare i riscaldatori: http://www.axu.it/doc/FHD177.pdf
Ebbene emettono fir da 50 a 450 gradi...non mi sembra male come range di temperatura.E questo e' solo un esempio di un certo tipo di ceramica ma c'e' ne sono molti con vari range di temperatura.

"Che salto? Tra quali orbitali? Di quali elettroni? di quali atomi? Tutta la teoria degli orbitali atomici si basa sulla quantizzazione, ma cosa c'entra con gli IR della ceramica?"

Chi ha parlato di tutto cio? Io ho parlato di molecole e cluster.Ho detto che i cluster di molecole possono spezzarsi. Poi il discorso dei cluster e' lungo e sinceramente si stanno scannando da anni le varie scuole di pensiero.Tanto per concludere giro un paio di link:
Water cluster =http://en.wikipedia.org/wiki/Water_cluster
Tanto per parlare di quantizzazione vedi pag 7 di questo doc :http://farmaweb.uniss.it/files/materials/pdf/33-147.pdf?PHPSESSID=a012d5f9e356d1ade3ed7783a489c376
Far-infrared absorption spectra of water=http://www.chem.yale.edu/~cas/reprints/JCP_INMs.pdf

"La produzione di ioni negativi prevede una migrazione di elettroni rispetto al composto neutro, dove vanno questi elettroni se non a formare uno ione negativo e uno positivo? Non è una questione da poco che si risolve con un semplice ion test, questa è un affermazione incredibile e non è per nulla secondaria."
Hai letto cosa ho scritto ? Bene ora ho sonno e vado a dormire ;)
Ciao
Ebbene emettono fir da 50 a 450 gradi...non mi sembra male come range di temperatura.E questo e' solo un esempio di un certo tipo di ceramica ma c'e' ne sono molti con vari range di temperatura.

Orboveggente?.... Sei tu?... :-)
@Sandro

quello di cui tu parli non era noto a molti semplicemente perchè non è noto alla comunità scientifica. tu cerchi di dimostrare che quelle sfere hanno un effetto citando a tua volta prodotti commercializzati sulle cui proprietà garantisce solo il produttore. Vediamo di capirci:
io commercializzo delle sfere che emettono IR, in Cina uno vede la mia idea e la copia dicendo che anche le sue sfere emettono IR. Secondo te il secondo prodotto è vero solo perchè lo è anche il primo e viceversa? Quello che è stato detto è che la materia può emettere IR in base alla temperatura. Che la ceramica sia il materiale con il migliore range di emissione nell'IR è decisamente discutibile se non si conosce la precisa composizione e senza esperimenti indipendenti. Durante la trasmissione erano stati fatti degli esperimenti per misurare l'emissione IR ed erano risultati negativi. Chiarito questo anche se la ceramica avesse proprietà strabilianti per l'emissione IR non si capisce come questi potrebbero scindere la molecola di idrogeno dell'acqua (anche perchè l'idrogeno è un atomo e non una molecola).
Sulla quantizzazione ho letto la slide...e cosa dovrebbe dimostrare se non che tutto è quantizzato (e non solo la ceramica)? Cosa dovrebbe dimostrare quella slide?
Sul cluster è interessante che il meglio che riesci a trovare è wikipedia, comunque è esattamente come ho detto io. Le molecole di acqua interagiscono tramite legami ad idrogeno, la scambio è estremamente veloce per poter determinare dei cluster, infatti i pochi studi che ci sono non giungono ad una risposta definitiva. Più sale la temperatura più lo scambio e veloce e meno ha senso parlare di questi cluster. Quindi riassumento:
1- Non è provato che la ceramica emetta IR in modo diverso da centinaia di altri materiali, ma anzi in trasmissione questo è stato smentito.
2- Anche se avesse un range di emissione di IR superiore (non si sa bene a cosa) questi non potrebbero scindere l'acqua (1° magia scientifica).
3- L'emissione di semplici anioni non ha senso (2° magia scientifica)
4- I cluster dell'acqua non esistono, se non intendendo dei puntuali assembramenti casuali formati da legami ad idrogeno misurati in condizioni particolari con strumenti in grado di fare una fotografia quasi istantanea del sistema. In ogni caso tutto questo non avrebbe nulla a che fare con ioni, IR e capacità pulente dell'acqua.
5- La palla è in grado di lavare quanto l'acqua normale.
Mi sembra che non ci sia molto da discutere o da chiarire. Anche il TiO2 presente nella ceramica potrebbe avere un effetto disinfettamente, ma qui non stiamo parlando di micro effetti misurati con strumentazioni iperprecise o di simulazioni teoriche molecolare. Si sta dicendo che quella palla lava secondo dei principi scientifici non verificati.
@Sandro

"Ebbene emettono fir da 50 a 450 gradi"

Nelle istruzioni della biowashball e' scritto:
"Non oltrepassare mai i 50 gradi"
ma scusa ma perchè la palla dovrebbe assorbire calore dall'acqua per emettere raggi IR per poi cedere calore ai panni (e all'acqua)?
Non è vagamente inutile? In quel senso la palla mi "danneggia" perchè assorbe del calore in più rispetto ai soli panni...
Ah per la cronaca, secondo me la palla ha una mera azione meccanica...
Paolo Attivissimo ha scritto:
Orboveggente?.... Sei tu?... :-)


E Orbo ha scritto ieri nel suo blog:
"ragazzi miei, c'è tanto da fare in questo periodo!!!"

Ma se c'e' aria di crisi e sono calati i clienti, nonostante le feste. Quando mai Orbo ha tanto da fare nel negozio?
Forse ha da fare nei blogs altrui :-)
Il mio intervento non era quello di difendere la palla se funziona o meno.Quindi smetto di rispondervi perche' e' impossibile controbattere quando mi vengono prese frasi singole e manipolate o senza leggere tutto il contesto o ancor peggio non vedere degli esempi.

Il mio era una critica su come e' stata svolta la trasmissione della palla.
1)bisogna vedere chi produce e chi distribuisce la palla (cosa ignorata)
2)Poi bisogna cercare di comprendere dal PRODUTTORE come dovrebbe funzionare la palla e quali brevetti possiede (anche qui si e' basati sul FORNITORE e non si sono cercati i brevetti che ci sono).
3)Poi devono essere fatti vari test su diverse palle in modo LOGICO se il prodotto funziona o meno.(casa fatta dal Salvagente ma non da rai tre.Comunque non ho visto il report del salvagente per sapere se veramente e' stato fatto seriamente,ma non ne dubito).
4)Conoscendo come dovrebbe funzionare la palla ,si possono indagare e fare i test sulle varie affermazioni riguardo ad essa.(Il papa della grillina ha controllato con un termometro se la palla aumentava di tempearatura...poi ha messo la palla dentro un beker e ha messo il dito per agitare la palla e misurare il Ph...si commenta da se. Cosa piu' seria il CNR dove ha fatto vari test e qualcosa ha scoperto come il fatto di aumentare il Ph cosa subito zittita dal presentatore, o dal principio battericidia.)

Tutto qui.Non mi sembra che il tutto si basi su una seria indagine sulla palla.
Saluti
Ha dimenticavo non sono orbo e non so chi e'... sono solo uno che si e rotto di vedere/sentire i mass media manipolare i dati e le persone.
Saluti
@Sandro
Dito per misurare il pH (che si scrive così per favore!!!)? Ma abbiamo visto la stessa tramissione? A me sembrava che fossero stati mostrati dei grafici nei quali il pH non variava nemmeno in caso di soluzione resa appositamente acida. Possiamo discutere sulla precisione del metodo usato (probabilmente non sufficiente a vedere la variazione di 0,4 unità di pH), ma nell'esperimento non mi sembra si sia parlato di "dita".
Non ha usato un termometro semplice, ma uno ad infrarossi ovvero un termometro che misura la temperatura senza contatto basandosi sull'emissione infrarossa del corpo. Quindi esiste una correlazione tra emissione IR e temperatura (come abbiamo detto tutti) quindi se la palla emettere IR vuol dire che deve avere una certa temperatura superiore a quella ambientale, se il termometro non misura nulla allora quella palla non emette IR più di un qualsiasi corpo a quella temperatura. Ovvio che poi scaldandola l'emissione cambia esattamente come fa qualunque corpo.
Ho la palla della discordia non per intercessione di grillo ma per regalo di mamma che l'ha comprata al mercato.
a voi tutti sembrerà strano ma si direbbe che fuzioni e non sò dire il motivo ma a me sembra che sia in ogni caso diverso da un lavaggio a sola acqua, solo che per affermarlo devo fare qualche altro esperimento.
Per il resto son sterili polemiche, che grillo parli della palla o meno non importa, grillo parla di un mare di cose e nel mare c'è di tutto. il prezzo gonfiato cina svizzera? c'è di peggio e di marche note e stranote, per questo aspetto ci vorrebbe una trattazione a parte...
"Dammi retta: l'unico modo per avere un prezzo "giusto" è una sana concorrenza. Qualsiasi prezzo imposto dall'alto sarebbe, in un modo o nell'altro, distorsivo."
Non sta in piedi? Difatti la "sana concorrenza" finora ha portato solo a una corsa al ribasso sui costi di produzione, che ovviamente porta pian piano a spostare tutte le produzioni verso i paesi con manodopera a basso costo come Cina e oriente, sudamerica, e più vicino a casa, l'est Europa. La soluzione sarebbe di NON ricaricare il 10.000% sul prodotto, ma anche di non cercare quale tra le ditte indiane ha gli operai più disperati disposti a farsi pagare 1 centesimo a maglietta cucita.

"Oltretutto nessuno sottolinea il valore didattico di questa pallina insomma 40 Euro per imparare a pensarci due volte prima di buttare via i soldi in pirlate mi sembra un prezzo ragionevole dato l'alto valore "educatorio"
Senza dubbio, ma nella vita di occasioni per essere truffati ce ne sono state e ce ne saranno a bizzeffe; non vedo perchè coglierne una in più se si può evitare. Qua siamo ai livelli della statua dell'elefantino a cui mettere la banconota sotto la proboscide per portar soldi in casa.

"Vorrei proprio capire come fa a questo punto Grillo a pensare che la gente sia così fessa da comprare una palla lavante colma di volgare ceramica ed operante in un ambiente molecolare banalmente pentagonale, in quanto priva del magnete esagonalizzatore, quando ne esistono di accessoriate con magnete e porcellana."
Va beh, se facciamo la corsa agli optional allora metto subito in vendita quella cromata psichedelica e con i led multicolori lampeggianti... quella sì che i cinesi sarebbero bravi a costruire.

"E un altro aspetto sottolineato nuovamente da Info è: se chi ha comprato la palla ora utilizza ono 1/5 del detersivo che utilizzava prima (perchè funziona o anche solo perchè si illude che funzioni) è una gran risultato!"
E' un discorso fatto più volte da Attivissimo a proposito di tante catene di Sant'Antonio stupide per "sensibilizzare" su questo e quest'altro: anche se l'argomento è nobile (come ad esempio il maltrattamento degli animali), usare falsi per promuoverlo lo squalifica, sia perchè una volta scoperto l'inganno la gente sarà portata ad ignorare o avversare attivamente l'argomento stesso, sia perchè il messaggio può essere benissimo trasmesso senza tanti sotterfugi.
X Simone
"Dito per misurare il pH (che si scrive così per favore!!!)? Ma abbiamo visto la stessa tramissione? A me sembrava che fossero stati mostrati dei grafici nei quali il pH non variava nemmeno in caso di soluzione resa appositamente acida."

Non riesco a crederci come distorci le mie parole e non conosci i fatti.Tralasciando di spiegare l'ovvio (misurare il ph con il dito ?????) diciamo che se vai sul sito di Grillipedia trovi i grafici mostrati in televisione dai Grillini.Ora non voglio dire niente ai Grilini perche' ignoravono certe cose (vedi punto 2 del mio precedente post) ma e' vero,non ha messo il dito come ricordavo ma la mano... http://www.grillipedia.org/immagini/images/Test_su_BioWashBall.pdf
Senza contare il fatto che non ha usato acqua calda e agitato costantemente con LA MANO la palla per almeno 30-60 minuti (durata lavatrice).

"quindi se la palla emettere IR vuol dire che deve avere una certa temperatura superiore a quella ambientale, se il termometro non misura nulla allora quella palla non emette IR più di un qualsiasi corpo a quella temperatura."
Ma stai scherzando ? Guarda che non e' mica una nuova forma di energia.Come vuoi che della ceramica possa aumentare autonomamente la sua temperatura.Avete guardato la distrubuzione per frequenza di irradiazione all'infrarosso per la palla ? No un semplice termometro... Nel mio campo uno strumento che potrebbe rilevare i fir si chiamerebbe analizzatore di spettro.Nel infrarosso si chiamera' come?Lascio a te il compito di trovarne il nome.

Gia che sono in vena ti giro due semplici studi sulla ionizzazione della tormalina:
http://cat.inist.fr/?aModele=afficheN&cpsidt=17542945
http://cat.inist.fr/?aModele=afficheN&cpsidt=18245717

"scindere la molecola di idrogeno dell'acqua (anche perchè l'idrogeno è un atomo e non una molecola). "
Fai continuamente confusione e,ripeti cose ovvie che avevo gia' detto precedentemente,vince che la dice per ultimo ?
Detto cio io non mi riferisco ad atomi di idrogeno ma cluster di molecole h2o ovvero acqua.E non ho detto che i fir servono per ionizzare ma per scindere questi cluster.
Saluti

P.S.Avevo detto che non rispondevo ma ora ho un po di tempo e mi rodeva troppo. :)
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Ops non e' uscito il link al dit. mano dei grillini.
www.grillipedia.org/immagini/ images/Test_su_BioWashBall.pdf
@Sandro
Io francamente credo tu mi stia prendendo in giro o almeno lo spero. Tu hai detto:

"poi ha messo la palla dentro un beker e ha messo il dito per agitare la palla e misurare il Ph"

Da questa frase io deduco che tu ritenga che sia stato usato il dito "per agitare la palla e misurare il pH". Non è un'opinione è la grammatica italiana.
Sulle analisi di pH continuo a non capire il problema: è stato appurato che il pH non cambia? Mi sembra di si. Critichi il metodo perchè non ha agitato la palla co un ora? e l'agitazione cosa dovrebbe modificare? Oltre che le soluzioni omeopatica adesso anche la palla deve seguire un passaggio di "dinamizzazione" per mostrare i suoi miracolosi effetti? Se avesse rilasciato sostanze in grado di modificare il pH questo sarebbe cambiato anche a palla ferma. Non è che il movimento conferisca proprietà miracolose alla materia, probabilmente avrebbe accellerato la diffusione delle eventuali sostanze, ma già una sola agitazione avrebbe comunque dovuto mostrare un certo cambiamento. Il pH è una scala logaritmica da 7 a 10 c'è una bella differenza di concentrazione di ioni H+, non è roba che si manifesta solo se si agita la palla. Un qualche cambiamento se doveva esserci ci sarebbe stato. In ogni caso se non ricordo male il CNR aveva fatto delle prove e aveva attestato una modificazione irrilevante del pH. Mi sembra che le critiche che muovi siano irrilevanti ai fini della verifica delle affermazioni fatte dalla ditta. Se poi vuoi eseguire analisi indipendenti libero di farlo e di agitare la palla come meglio credi e per il tempo che desideri.

"Ma stai scherzando ? Guarda che non e' mica una nuova forma di energia.Come vuoi che della ceramica possa aumentare autonomamente la sua temperatura."

Si ok mi stai prendendo in giro. Guarda che io sostengo che la palla non emetta nessun IR anomalo, sei tu quello che sta cercando di sostenere che la ceramica emetta IR speciali in un range di temperatura in grado di scindere i cluster dell'acqua. Siccome quella palla non è magica non emette pià IR di qualunque corpo a quella temperatura.
Comunque secondo me stiamo disperdendo gli argomenti su un campo più vasto di quello discusso in oggetto.
Guarda che rispondermi non richiede molto tempo, basta rispondere a queste semplici domande:
1- La washball emette IR anomali rispetto al resto della materia nota nell'universo? Si/No perchè?
2- Gli IR possono scindere la molecola di idrogeno? Si/No perchè?
3- La washball emette solo ioni negativi? Si/No perchè?
4- La palla ha un potere lavante superiore all'acqua? Si/No Perchè?
5- La palla modifica il pH dell'acqua portandolo a 10? Si/No Perchè?
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Sei grande! Ma mi sono stufato .
Non c'e' peggio sordo di chi non vuole sentire.
Ma tu sei uno degli autori del programma? Se si, il tuo atteggiamento mi convince che i test mostrati alla rai sono state fatti solo per bloccare l'acquisto della palla e fermare il probabile calo di vendita dei detersivi.(a prescindere se la palla funzioni o meno)
Per il resto non serve nemmeno risponderti,chi ha interesse potrebbe leggere i miei post precedenti (cominciati dal 7/12/08 00:46) e capire il senso del discorso .
Continua cosi',gira le parole,travisa i fatti,ignora i dati.Stai facendo un ottimo lavoro.
Saluti
Sandro ha detto:
Ebbene emettono fir da 50 a 450 gradi...non mi sembra male come range di temperatura

Ma non mi dire, la ceramica e' proprio un materiale strano

E guarda un po' a che lunghezza d'onda e' il picco della curva a 37 gradi? Si parlava di massimo assorbimento, eccetera eccetera, a 9.8um giusto?
Al di la' di quello a cui questo potrebbe servire, possiamo giungere alla conclusione che questo effetto si ottiene con QUALSIASI materiale portato a quella temperatura.
La scoperta dell'acqua calda, direi, in tutti i sensi.
Alla fiera di Milano ho trovato un volantino di un prodotto simile, la palla linda www.pallalinda.it E' praticamente uguale alla biowashball, ma il volantino dice che, oltre alla palla, nella lavatrice occorre aggiungere "...dal 10% al 30% di detersivo normalmente utilizzato..."
Lunghezze d'onda, IR, Ph, Temperature, Ioni. Sono diventati tutti scienziati qua?
Se avete dei dubbi accertatevi bene della formula "sodisfatti o rimborsati", in caso compratela e vedete se funziona o meno.
Per comprare una automobile si fanno meno pippe mentali rispetto a quelle che state facendo per 35 euro
X psionic

Psionic ci sei ?? Sei connesso ??
Il link che davo (http://www.axu.it/doc/FHD177.pdf) era riferito a dei RISCALDATORI che LAVORANO a temperature tra i 50 e i 450 gradi.L'esempio del link era riferito alla capacita delle ceramiche (in generale) di mantenere stabili i spettri di radiazione nell'infrarosso lontano anche a diversi range di Temperatura. Il cio' era motivato da potervi fornire maggiori informazioni riguardo a questa mia affermazione.
Sai cosa vuol dire esempio ?Sai che esistono moltissime ceramiche con spettro diverso a secondo dei materiali che vengono utilizzati.Non fatemi diventare pesante.
Bye

Ps A proposito in questo blog non salutate mai?
su HTTP://www.osen.it sondaggio su bwb
X DAN

"Oltretutto nessuno sottolinea il valore didattico di questa pallina insomma 40 Euro per imparare a pensarci due volte prima di buttare via i soldi in pirlate mi sembra un prezzo ragionevole dato l'alto valore "educatorio"
Senza dubbio, ma nella vita di occasioni per essere truffati ce ne sono state e ce ne saranno a bizzeffe; non vedo perchè coglierne una in più se si può evitare. Qua siamo ai livelli della statua dell'elefantino a cui mettere la banconota sotto la proboscide per portar soldi in casa.

Ovviamente il mio commento era ironico.Una truffa è una truffa, non si discute.

Per quanto riguarda il discorso sui rincari e sulla sana concorrenza, non so a chi tu stessi rispondendo, ed è un po' off topic ma ti interesserebbe sicuramente il libro di Harford che citavo prima (ri-giuro che non prendo percentuali)

X Sandro

Scusami ma non riesco a capire il tuo livore e nemmeno cosa vuoi dire.
Il punto è:
'sta pallina lava meglio del detersivo ?
Tutto il resto NON INTERESSA.
La gente paga 40 euro per non dover usare il detersivo.
Se non lava meglio del detersivo chi la vende sta truffando la gente perchè afferma il falso cercando di trarne un guadagno (questo possono farlo solo i politici! ;) )
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
x Simone

"Critichi il metodo perchè non ha agitato la palla co un ora? e l'agitazione cosa dovrebbe modificare? "

Potrei usare la tua stessa logica di 'guerra' per far finta di non capire quello che hai scritto qui sopra...va be spieghiamoci per benino come sono andate le misurazioni del ph dei grillini.
Samantha e & hanno preso un beaker,l'hanno riempito di acqua a temperatura ambiente,hanno misurato il ph con la SONDA e,dopo 100 secondi, la mano di samantha ha agitato la palla che era dentro il beaker.Poi sono seguiti altri 20 secondi di misurazione.Totale 120 secondi di misurazione a temperatura ambiente,senza rolling (fatta eccezione per pochi secondi) e contaminando l'acqua(e quindi la misura del ph) per colpa dalla mano di Samantha.
Bel test...scientificus direi..
Ma mi prendi in giro tu ? Se tu testi qualcosa devi provarla almeno nelle condizioni in cui lavora.Se e' da piu' post che parlo di piroelettricita' piezoelettricita e triboelettricità.Lo sai che sono ?Inoltre anche se il fir non dovrebbe c'entrare nulla con la modifica del ph,la vogliamo scaldare questa acqua ? La piroelettricita e' legata alla temperatura.Il cestello si muove e la palla non e' continuamente a contatto con l'acqua,le palline ruotoano si colpiscono a vicenda.Lo vogliamo simulare tutto cio per avere poi qualcosa su cui discutere seriamente? Certo tu dirai che sono solo sciocchezze: per un troglodita(si fa per dire,nessuna offesa a nessuno) inserire o meno alla presa di corrente la spina di alimentazione di un elettrodomestico, non sarebbe neccessario.Basta premere il bottono, non sa mica cosa e' la corrente elettrica ;)
Attenzione a tutti che la frase di cui sopra e' una analogia e non c'entra nulla con la nostra palla.

"..che la ceramica emetta IR speciali in un range di temperatura in grado di scindere i cluster dell'acqua"
Ma chi parla di ir anomali.Sei tu che trovi miracolosi lo spettro di ir lontani.Sono normali ir solo che emettono prevalentemente nella regione dell'infrarosso lontano e, nel nostro caso,sono emessi dalle ceramiche che sono a loro volta riscaldate dall'acqua.
In quel particolare spettro di frequenze le molecole d'acqua hanno il loro massimo assorbimento.
Questo porta a farle vibrare maggiormente e far ricombinare piu' velocemente i cluster delle mollecole di H2O .
Rispondiamo alle tue domande:
1)no
2)no
3)Non lo so.Materia controversa e studiata.Ma basterebbe avere un ion tester ma tu neghi che si possa verificare...Perche?
4)Non lo so.La sto provando e ancora ho dubbi.
5)Non lo so.Sarebbe da eseguire un test.

X Bera
Il discorso e su come hanno eseguiti i test sui canali di informazione.Se la palla funziona o no,il mio parere non e' importante e comunque chi sono io per affermarlo? Cambierebbe qualcosa? Ho comunque risposto a Simone (4)
Domani spero di avere più tempo per rispondere, solo una breve nota:

"Sono normali ir solo che emettono prevalentemente nella regione dell'infrarosso lontano e, nel nostro caso,sono emessi dalle ceramiche che sono a loro volta riscaldate dall'acqua.
In quel particolare spettro di frequenze le molecole d'acqua hanno il loro massimo assorbimento."

Quindi l'energia viene sottratta all'acqua dalle sfere che si caricano ed emettono IR che danno energia all'acqua...e dove sarebbe il vantaggio in questo circolo? Se l'acqua fornisce energia alle sfere per l'emissione degli IR allora lei stessa ha già l'energia sufficiente per smuovere i "cluster" qualunque cosa siano e qualunque effetto abbiano. Il passaggio di energia è nel migliore dei casi completamente inutile. Non possiamo giocare ad inventarci le leggi fisiche.

"i cluster delle mollecole di H2O"

Ti prego dimmi che sei Orboveggente
@Simone

Gia', con le "mollecole" potrebbe essere l'Orboveggente padovano. Mi e' venuto subito in mente il vocabolo "molleche", i granchi di laguna in periodo di muta che si mangiano nel veneto.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Certo che se sei arrivato a questi livelli,sei alla frutta.
Guarda che io non sto affermando che la palla funzioni,che i fir effettivamente svolgano qualche azione efficace,che la ionizzazione avvenga e serva a qualcosa.Ti sto presentando quello che i costruttori della palla affermano.Se fai dei test devi contestare cio'.Anche a me sembra discutibile il discorso dell'efficacia dei fir,ma sia per i costruttori delle palle sia in altri campi,ad esempio nell'utilizzo della ceramica nella costruzione di case,nei phon,nelle stufe elettriche,nelle piastre per i capelli,come tessuto per i capi di vestiario etc. etc. la tecnologia della ceramica con emissione nel fir stanno avendo successo e sono largamente usati.
Quindi il mio discorso e solo quello per cui i test eseguiti e mostrati alla rai non valgono una cicca.
Per il discorso dei fir all'interno della lavatrice:molto probabilmente l'intensita nelle frequenze dei fir all'interno della lavatrice sarebbe molto limitato senza le ceramiche (se effettivamente riescono a svolgere quello che dicono).Che poi effettivamente servano a qualcosa...fate i test e poi contestate i dati al costruttore.
Comincio a sospettare che con questa palla ci abbia a che fare la Tiotimolina Risublimata.

E' lei che fa sciogliere lo sporco ancora prima che questo venga toccato dall'acqua.

Ivo - Modena
Sandro ha detto:
Psionic ci sei ?? Sei connesso ??
Il link che davo (http://www.axu.it/doc/FHD177.pdf) era riferito a dei RISCALDATORI che LAVORANO a temperature tra i 50 e i 450 gradi.L'esempio del link era riferito alla capacita delle ceramiche (in generale) di mantenere stabili i spettri di radiazione nell'infrarosso lontano anche a diversi range di Temperatura


ma anche...
Continua cosi',gira le parole,travisa i fatti,ignora i dati.Stai facendo un ottimo lavoro.

E a questo punto mi chiedo: ma te lo stavi dicendo da solo? A parte che non si parlava di riscaldatori ne di range di temperatura da 50 a 450 gradi, in ogni caso il link che ti ho dato (e quello che hai mandato tu) dice la stessa cosa. E cioe' che la ceramica si comporta in buona approssimazione come un corpo nero. Ed emette nei fir come qualsiasi materiale che approssima piu' o meno bene (e sono la maggior parte) la radiazione di corpo nero. E non mantiene stabile un bel niente: lo spettro di radiazione e' quello previsto dalla teoria, il picco di emissione varia con la temperatura, ovviamente una parte della radiazione sara' sempre nei fir, come con qualsiasi altro materiale. Punto.

Exodus68 ha detto...
Comincio a sospettare che con questa palla ci abbia a che fare la Tiotimolina Risublimata
Acc... non e' possibile votare la reputazione degli account di blogger? Dovevo darti un +1 :-D
Tiotimolina Risublimata!!!

Porcaccia!!!
Dove la trovate?
il mio spacciatore mi racconta di averla appena esaurita tutte le volte che la chiedo.
:-)
> Exodus68 ha detto...

Peccato che Isaac non ci sia più....
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Niente da obiettare.
Il discorso che manca a tutto questo e che all'interno dei radiatori ceramici esiste una bella fonte energetica a ben piu' alta temperatura.Ed e quella che in verita trasmette la radiazione.Ti va bene ?
Nelle palle non esiste nulla di tutto cio' eppure dicono che riscaldandole emettono fir .
La palla prenderebbe energia dall'acqua e la irradierebbe nel campo del fir.Ma senza un analizzatore di spettro nel campo dell'infrarosso non lo sapremo mai.
Sembra assurdo ma diglielo a loro.
Ti e' piu' chiaro ora ?
riparlano di noi

http://zucconi.blogautore.repubblica.it/2008/12/09/le-mille-bolle-blu/
A me era chiarissimo anche prima.

E come ti sto dicendo dall'inizio, non c'e' nulla di assurdo.

Qualsiasi corpo a 50 gradi (e anche a 450) emette una certa quantita' di radiazione FIR.

Anche l'acqua stessa, e' quello il bello. Hai presente le riprese all'infrarosso delle sorgenti termali di notte? Le hanno mostrate (tra gli altri) anche a superquark.
date un occhio anche alle noci detergenti di altromercato: http://tinyurl.com/6mfmb3 . mi sembrano molto più credibili della biopalla (dal punto di vista "scientifico" oltre che da quello "etico").
Sinceramente anche a me e forse do per scontato molte cose.
Comunque perche' non guardare lo spettro di radiazione della palla ? E' forse diverso da quello che possiamo aspettarci a quella temperatura ? Io come te penso di no ma la prova non e' stata fatta.
La termografia (o anche il termometro a infrarossi) ,se ricordo bene, si basa su un sensore a larga banda nell'infrarosso che ne misura l'energia complessiva. Sicuramente l'energia e' identica ma forse lo spettro di queste palle presenta qualche anomalia. Piccola ,grande nessuna ? Verifichiamo e poi discutiamo.
Se mi permetti ti giro due link che sembrano fatti apposta per noi.
www.chimicando.it/contributi/ spettroscopia_infrarossa.pdf
e questo :fisicavolta.unipv.it/ didattica/energia/movimenti.htm

"Quindi l'energia viene sottratta all'acqua dalle sfere che si caricano ed emettono IR che danno energia all'acqua...e dove sarebbe il vantaggio in questo circolo?"

Proviamo a ipotizzare che le palline irradiano in maniera anomala nel solo campo del fir.
Pur rimanendo uguale la temperatura (e quindi l'energia totale del sistema),la maggiore radiazione nel solo campo del fir farebbe aumentare la parte relativa alle vibrazioni molecolari (sulle molecole d'acqua).
Assurdita o no finche non si usa un analizzatore di spettro sulla palla non potremo negare quello che affermano.
Ciao

P.S.Per vedere i link cancella lo spazio dopo lo /
Io penso una cosa. La palla può funzionare come non funzionare. Piò anche essere una grande bufala, però mi ha dato modo di capire che tutto quel detersivo che si utilizza per lavare gli indumenti è assolutamente troppo e inutile. Usiamo i dosatori creati da chi ci vende il prodotto...con la Biowashball il detersivo non si usa, magari se vuoi igenizzare o vuoi lavare le macchie più ostinate ne metti un cucchiaio, no un dosatore, se vuoi dare un buon odore ai panni, metti un cucchiaino di ammorbidente.E poi, sono daccordo che una tuta da meccanico non si lava con la palla, ma in quante famiglie c'è una tuta da meccanico da lavare, nella maggiorparte dei casi la cosa più sporca è la tovaglia...la pretratti col sapone di marsiglia ed ecco fatto.
Si arricchiranno prendendoci in giro? Be sono sinceramente più contento che ci prendano in giro loro facendoci risparmiare molto su detersivo ed energia (no sapone, no centrifughe a bizzeffe) e facendoci inquinare molto meno...che le multinazionali che nella loro fantastica etica stanno contribuendo alla distruzione del pianeta.
mamma mia che scannate ragazzi, scusate ma invece di assalirvi sulla valenza dei test mostrati in rai, perchè non li fate in proprio e poi li mostrate a noi comuni mortali?
per quel che vale appena avrò il tempo di porvare a fare un doppio lavaggio uno con palla e uno solo h2o vi dirò se effettivamente riscontro differenze.
in'oltre quoto Giampaolo!!! io è un'anno che uso un detersivo bio (ora ho la palla magica ma ancora non la sto usando tranne qualche esperimento) e di quel detersivo bio ne basta un tappino grande come quello di una bottiglia di acqua (quelle in plastica da 1,5 litri)...
@ Sandro
lascia perdere, tanto su questo Blog c'è gente che non verrebbe convinta nemmeno da Rubbia in persona.....alcuni vogliono solo sentirsi dire che sta benedetta palla non funziona e basta! E tra l'altro tu non stai nemmeno dicendo che funziona e la gente si inc***a lo stesso...mah...

@Gianpaolo
Sottoscrivo in pieno! Ma l'aspetto che tu hai ripreso sembra non interessare a nessuno qui....
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
@ Adriano
Già è un vero peccato...

...chissà forse se un giorno qualcuno trovasse il modo di farli volare con la fantasia, si scervellerebbero per dimostrare che qualcosa non va con la portanza, e che nelle istruzioni non si spiega come atterrare...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Salve a tutti, io ho letto questo documento che dovrebbe riguardare le ceramiche utilizzate: http://www.pat2pdf.org/patents/pat5521131.pdf

Se non mi sbaglio un qualche effetto sembrano averlo.
Avrei però un' obiezione: siccome la fabbricazione delle ceramiche "attive" avviene con l'impasto di un liquame batterico assieme ai composti delle ceramiche e successivamente il tutto è cotto tra i 700 e 1300 °C da 4 a 15 ore; credo sia indubbio che nessun micro-organismo sia in grado di sopravvivere a tali temperature (da quello che so i microorganismi termofili-estremofili arrivano a 100-120°C) perciò dopo la cottura le ceramiche sono sterili.
Mi sono chiesto allora come potevano riuscire ad avere i risultati con il composto di riferimento privo di batteri, la spiegazione che mi sono dato, nella mia ignoranza, è stata più o meno questa e cioè che la morte dei batteri presenti prima della cottura lascia delle micro bolle sulla superficie e all'interno della ceramica conferendogli una microporosità utile per l'assorbimento dei gas e degli inquinanti.
La mia domanda è: può accadere effettivamente una cosa del genere? In questo caso quindi è la struttura vulcanizzata microporosa e non qualche altro effetto pubblicizzato è il "colpevole". La cosa mi fa propendere per questa spiegazione in quanto, se non mi sbaglio nell'interpretazione delle tabelle, è proprio nell'utilizzo delle ceramiche come filtro (usate anche in polveri) che se ne vede l'evidente funzionalità. Le microporosità strutturali catturano le molecole di gas e "inquinanti" in modo tanto maggiore quanto è la superficie esposta al contatto, alla stregua del carbone attivo con gli stessi vantaggi http://www.antonio.licciulli.unile.it/Corso_Ceramici/relazioni/carbone_attivo.pdf) e anche altri dovuti alla minor suscettibilità della ceramica al degrado, all'usura e al deterioramento generale rispetto al carbone.
I tempi di esposizione, le modalità e i test presentati nel documento non sono certo paragonabii a quelli di un lavaggio in lavatrice, evidentemente inficiandone gli effetti nel caso della bwb, quindi ammesso che quello che ho pensato sulle microporosità delle ceramiche sia verò sarebbe possibile produrre un attrezzo funzionale?! Senza tirare in ballo i principi di funzionamento proposti dalla casa produttrice o da altri che pubblicizzano l'oggetto (che credo scientificamente assurdi e in gran parte falsi) ma invece basandosi sul presupposto che il mio pensiero sia corretto,forse è possibile produrre un tale oggetto, magari incrementando la quantità di ceramiche all'interno della sfera? Siccome non posso dilatare i tempi di lavaggio per attivare correttamente le ceramiche (ammesso che effettivamente funzionino come ho descritto) ne aumento la quantità presupponendo di aumentarne di conseguenza l'effetto. Per quanto riguarda le capacità meccaniche del lavaggio ho letto di test effettuati che ne aumentano anche del 20% l'efficacia usando 2 palline da tennis, notate 2 e non 1 o 3. Perciò usando 2 bwb con un quantitativo cospicuo di ceramiche che chiamerò a questo punto "filtranti" al suo interno potrei effettivamente vedere un effetto evidente, non dovuto ovviamente alle spiegazioni fornite e/o alla presenza di batteri.
Cosa ne pensate?
Spero di essere stato chiaro.
Un saluto a tutti
UdD
Mi chiedete se funziona la palla ? Purtroppo anche se non credo all’effetto placebo e alla descrizione dei possibili risultati di funzionamento dalla palla, qualche risultato migliore rispetto al lavaggio usando solo l’acqua, c’e’ stato.Le macchie le lavo sempre con il prelavaggio usando logicamente il detersivo.
Per il resto del bucato usare o non usare il detersivo o palla o solo acqua da risultati leggermente diversi ma visibili. Meglio il detersivo seguito a ruota dalla palla e poi arriva l’ acqua. Ma le differenze non sono cosi’ marcate.(attenzione che il discorso cambia se ci sono macchie difficili, la palla non serve a molto o usi il detersivo con il prelavaggio o nisba) e quindi non ho ancora una idea chiara.Devo provarla ancora un po di settimane con lavaggi di sola palla alternati a quelli con solo acqua.
A questo punto sono d’accordo con voi a dire che i detersivi si usano solo durante il prelavaggio su macchie difficili e basta.
Per il discorso su EM-Technology / batteri, mi sembra una tavanata…ma tante. Penso che le palle se hanno qualche effetto solo per via dell’effetto piro-pizoelettrico.Il discorso del FIR potrebbe essere solo un discorso di maggiore emissività’ in quella banda rispetto ad altri oggetti (tessuti/cestello).Per il discorso di rimetterli al sole per 1 ora al mese potrebbe essere che devono ricevere una dosa di infrarossi per poter ripulire le ceramiche da particelle rimaste intrappolate dopo un qualche tipo di ionizzazione dovuta all’effetto piroelettrico(esistono anche pitture che sfruttano questo principio per auto-pulirsi dallo smog). Che poi tutto questo abbia dei riscontri nel lavaggio….

Ora vi faccio io le domande dopo questo thread travagliato.
1) E’ vero o non e’ vero che i test eseguiti da Rai Tre e dalla grillina in trasmissione sono del tutto risibili e senza alcun metodo scientifico rispetto alle dichiarazioni di funzionamento data dai produttori della palla ?
2)E vero che anche il CNR pur eseguendo dei test seri, non abbia in verita’ verificato realmente come avrebbe dovuto certe proprieta’ della palla ? (ad esempio verifica del ph simulando le reali condizioni del cestello o l’emissione di ioni negativi/positivi della palla )
3)E vero che ,tranne forse per i test del Salvagente, sembra che questa sia tutta una messa in scena per far bloccare sul nascere una probabile diminuzione di vendita dei detersivi ? Se e’ vero che voglio testare un prodotto assurdo o faccio le analisi rispettando il suo principio di funzionamento o dico a priori che il prodotto e’ una tavanata galattica e non faccio nemmeno finta di farli.(non sto parlando del test di lavaggio del Salvagente)
Grazie e Ciao
Riconducendomi al mio post precedente, ammesso che le ceramiche siano filtranti, il fatto che lavano bucati poco sporchi è dovuto al fatto che tolgono dall' acqua una parte di sostanze che l'acqua stessa ha sciolto dal bucato, diminuendone la concentrazione e permettendone una ulteriore diminuzione dai capi. Siccome l'oggetto sembra essere solamente passivo, per quanto riguarda le macchie più sporche la capacità di sciogliere lo sporco della sola acqua e la sola azione meccanica del lavaggio non sono sufficienti per pulire. Manca un'azione attiva comprovata che disgreghi le molecole di sporco e grasso come fa un sapone, che risulta già essere normalmente efficace ad 1/4 della dose consigliata sull'etichetta.
Ovviamente mettere sapone e ceramiche risulta controproducente perché le seconde tendono a filtrare il sapone.
Secondo me la palla seppur minimo un effetto pulente ce l'ha e ciò perchè la ceramica e molto porosa e si riempe d'aria quando è asciutta per poi rilascialrla quando immersa in acqua. Con questo principio che non è altro che un ossigenazione dell'acqua si accelera ad esempio la depurazione delle acque reflue. Questa palla forse avrà la possibilità si smacchiare ma non di sgrassare , cioè incoporare le particelle grasse in quanto non penso che un acqua un po' più ossigenata abba anche proprietà detergenti.