Cerca nel blog

2008/11/14

Facebook, sbarca la truffa alla nigeriana

Truffa nigeriana facilitata da Facebook


Il Sydney Morning Herald segnala l'arrivo su Facebook della truffa alla nigeriana: quella in cui qualcuno si spaccia per un vostro conoscente o un'autorità che dice di conoscervi e ha bisogno di voi. L'intento è di indurvi a fidarsi di lui e così spillarvi soldi in un modo o nell'altro.

Le funzioni di Facebook sembrano offrire ai truffatori un appiglio psicologico più efficace rispetto alla truffa nella sua forma tradizionale, che è l'e-mail. L'Herald racconta il caso di una signora, Karina Wells (nella foto), che ha ricevuto un messaggio Facebook da uno dei suoi amici che le diceva di essere bloccato a Lagos, in Nigeria, e di aver bisogno di 500 dollari in prestito per un biglietto di ritorno.

La signora Wells ha intuito che qualcuno stava impersonando l'amico dall'inglese maccheronico che usava l'impostore e la cosa è finita bene, senza danno alla potenziale vittima, ma altri potrebbero non essere così attenti e sospettosi.

Il vantaggio dell'uso di Facebook per i truffatori è duplice: la fiducia che si concede automaticamente agli amici e l'assenza di filtri antispam. I truffatori prendono possesso di un account Facebook infettando il computer dell'utente con virus appositi, che registrano le digitazioni (password comprese) e le mandano ai malviventi. A questo punto i malfattori sono liberi di assumere l'identità della vittima e mandare falsi messaggi a tutti i suoi amici di Facebook.

Un'altra tecnica usata dai truffatori su Facebook è l'invio di un messaggio, proveniente da un amico, che ha titoli del tipo "t'abbiamo beccato nudo con la telecamera nascosta". Nel corpo del messaggio è incluso un link: se la vittima, comprensibilmente agitata, clicca sul link, viene portata a una pagina al di fuori di Facebook dove sembra esserci il video. Ma il video non funziona e compare la richiesta di installare un apposito aggiornamento per vedere le immagini. In realtà l'aggiornamento è un virus, secondo la più classica delle trappole psicologiche; il virus può essere usato per rubare le password e fare una nuova truffa ai danni degli amici della vittima.

21 commenti:

Luigi Rosa ha detto...

non ho capito una cosa: lo scam parte dal presupposto che qualcuno rubi l'account ad un amico o uno dica "uela' son tuo amico!"?
Nel primo caso e' assimilabile a qls furto di identita', nel secondo se uno (a) si fida di questo, (b) crede che l'amico sia in un paese sperduto, (c) segue un link strano (facebook AVVISA quando i link portano fuori) e (d) installa un software da un sito farlocco allora questa si chiama selezione naturale.

Fozzillo ha detto...

Facebook, sbatca la truffa alla nigeriana.
Sbarca o sbatca?

Andrea 'Shand' Cozzolino ha detto...

> sbatca la truffa alla nigeriana

sbatca? :P

LLP, Andrea

Sergio Gervasini ha detto...

Attento alla nota sopra il titolo: "sbatca" ... :-)

Ciao

fabrix ha detto...

Karina la signora Wells...

Paolo Attivissimo ha detto...

Refuso sistemato, grazie a tutti!

Paolo Attivissimo ha detto...

lo scam parte dal presupposto che qualcuno rubi l'account ad un amico o uno dica "uela' son tuo amico!"?

Ruba l'account, stando a quello che dice il SMH. Ho riformulato l'articolo per chiarire il meccanismo.


facebook AVVISA quando i link portano fuori

Scelta intelligente, che verrà sistematicamente ignorata dagli utenti :-)


e (d) installa un software da un sito farlocco allora questa si chiama selezione naturale.

Vero. Purtroppo, a differenza della selezione naturale biologica, chi fa le spese di questi errori è il resto della popolazione :-)

Paolo Attivissimo ha detto...

lo scam parte dal presupposto che qualcuno rubi l'account ad un amico o uno dica "uela' son tuo amico!"?

Ruba l'account, stando a quello che dice il SMH. Ho riformulato l'articolo per chiarire il meccanismo.


facebook AVVISA quando i link portano fuori

Scelta intelligente, che verrà sistematicamente ignorata dagli utenti :-)


e (d) installa un software da un sito farlocco allora questa si chiama selezione naturale.

Vero. Purtroppo, a differenza della selezione naturale biologica, chi fa le spese di questi errori è il resto della popolazione :-)

MOZ ha detto...

L'utOnto resta tale sia dentro che fuori FacciaLibro.

sgerwk ha detto...

Qualcuno avvisi quelli di 419eater.com!
Voglio vedere uno scam-baiting basato su facebook...

Luigi Rosa ha detto...

Vabbe', ma FaceBook c'entra un tubo.
Sarebbe come dire che la mail veicola lo spam, quindi la mail e' male.

La costante sono i boccaloni, ma conto quelli nemmeno gli dei...

R3DKn16h7 ha detto...

Eheh per ovviare alla stupidità umana basterebbe installare Mac o meglio ancora Linux...

Poi chiaramente per cascare a certe truffe basta essere un po' ingenui.

Vivere Cernusco ha detto...

a me avevano clonato l'account e mi sono trovato a vendere droga on-line...

Anonimo ha detto...

Ma davvero c'è chi cade in questi tranelli?
Io non darei soldi via facebook o simili nemmeno a mia madre.

Andrea Sacchini ha detto...

Paolo, vado un attimo OT: mi sa che AVG ci è cascato di nuovo, questa volta con Adobe. :-)

Melina2811 ha detto...

avo che con facebook si potesse anche fare delle truffe, ma in effetti non conosco bene questo sito. Ciao da Maria

giacom ha detto...

daccordo al 100% con Luigi Rosa :-) se mi arrivasse un mex di un amico in Nigeria, prima cosa proverei a telefonare. Seconda cosa, magari potrei esserci anche io in Nigeria (lavoro nell'Oil&Gas). Se mi arrivasse un mex che mi dice che sono nudo su internient non ci credrei perche' la mia signora non ha l'abitudine di filmarmi :-)
Che i bischeri facciano la fine dei bischeri.

Sys Req ha detto...

L'intento è di indurvi a spillarvi soldi in un modo o nell'altro.

Faccio notare, solo per l'attenzione che Paolo ha per la forma, ma quei due "vi" non vi paiono un po' ridondanti? Per carità, non per essere pignolo, immagino che Paolo avesse fretta...

Paolo Attivissimo ha detto...

Sysreq,

ho provato a sistemare la frase, effettivamente era un po' pesante. Grazie del debug.

Dan ha detto...

Oppure il più classico "Abbiamo beccato Angelina Jolie/Aguilera/J.Lo nuda con la telecamera nascosta"... funziona sempre. Un grande classico delle virus mail.

"Eheh per ovviare alla stupidità umana basterebbe installare Mac o meglio ancora Linux..."
Mi dispiace, ma questo tipo di truffe veicolate attraverso mail o FaceBook fanno appello alla credulità dell'utente: al massimo un diverso OS impedisce l'uso del keylogger, ma per il resto il problema è e rimane tra la sedia e la tastiera...

Sissy - la vispa pryntyl ha detto...

beh mi hai dato un'idea! non quella della truffa per soldi, ma per quella della foto! il mio coinquilino, facebook dipendente (io lo detesto in quanto lo ritengo la stupida moda del momento e odio le mode), nonchè boccalone come pochi, ci cascherebbe a piè pari! pagherei per vedere la sua faccia idiota davanti ad un messaggio del genere! pensa che scherzone!! hahahahah