Cerca nel blog

2008/11/13

Star Trek, nuova Enterprise, anteprima a Roma, attori in Italia

JJ Abrams presenta il nuovo Star Trek a Roma il 14


Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "sbringo" e "speedbow".

Entertainment Weekly ha la prima immagine della nuova astronave Enterprise, che debutterà nel prossimo film di Star Trek, in uscita a maggio del 2009 con un cast tutto nuovo per interpretare Kirk, Spock, McCoy e tutti gli altri personaggi della Serie Classica. L'unico membro del cast originale di cui si ha conferma è Leonard Nimoy, che interpreterà Spock (è una storia complicata, e la meccanica temporale mi ha sempre dato il mal di testa).

JJ Abrams, il regista del film, sarà domani a Roma presso il Cinema Adriano alle 10:15 per presentare alcune anteprime del rilancio di una delle serie fantascientifiche più longeve e amate del piccolo e grande schermo.

Fra l'altro, Alice Krige e René Auberjonois, gli attori che hanno interpretato la Regina Borg e Odo in Star Trek, saranno a Riccione il 21-23 novembre prossimo, nell'ambito della convention di fantascienza Reunion, e posso dire con sommo piacere che sarò lì in veste di fan e di traduttore.

La Reunion, come potete vedere dal poster qui accanto, non è dedicata esclusivamente a Star Trek, ma riunisce anche i fan di altre serie, come Farscape, Spazio 1999 e Doctor Who.

Ah, e se siete fan di Doctor Who, non perdetevi Rowan Atkinson (sì, quello di Mr. Bean) nei panni del Dottore in The Curse of Fatal Death. C'è con lui una carrellata di attori famosissimi che si sono prestati per beneficenza a questa parodia affettuosa ed esilarante. E' teoricamente violazione del diritto d'autore, ma lo trovate cercando su Youtube. Non dico altro.

17 commenti:

Alessandro Cocco ha detto...

Bellissima la "nuova" Enterprise *_*

Spero solo che il film non deluda, anche se secondo me non inizia col piede giusto...

Mi riferisco al teaser presente su http://www.startrekmovie.com/, in cui si vede l'Enterprise in costruzione sulla Terra. In "Star Trek Enterprise" si vede che l'NX-01 e l'NX-02 vengono costruite nello spazio... Perchè oltre un secolo dopo la nuova Enterprise viene costruita sulla Terra? Se la tecnologia c'era già ai tempi di Archer, perchè "è sparita" ai tempi di Kirk?

Vabbè, magari è una mia sega mentale ma mi lascia un po' perplesso...

lucky141 ha detto...

un cast tutto nuovo per interpretare Kirk, Spock, McCoy e tutti gli altri personaggi della Serie Classica

OMMIODDIO!!!!!
Un remake? Un ponte ologrammi?
Ti prego, dimmi che è una bufala.
TI PREGO!!!!!!

----

Chuck Norris ha passato il test della Kobayashi Maru

Anonimo ha detto...

Mi rattrista parecchio non poter essere a Rimini. A parte questo nutro parecchie speranze sul nuovo film. Speriamo bene.

Unknown ha detto...

Quanta paura ho per l'ultimo film di Star Trek...
J.J.Abrams è il creatore di Lost e di Cloverfield, ovvero prodotti di fantascienza commerciale che niente hanno a che fare con il nome "Star Trek", mentre i due sceneggiatori che si sono occupati di inventare la storia sono reduci da "perle" cinematografiche come Mission Impossible 3 e Transformers. Argh.
Prevedo qualcosa che farà rimpiangere pure Enterprise ai fan super-critici della serie.

Rodri ha detto...

Perdermi Alice Krige non me lo perdonerò per parecchio tempo. Sigh.

Unknown ha detto...

lucky141: non è un remake. E' un prequel che si colloca tra Enterprise e la serie originale.

alexandro ha detto...

Questo film non è importantissimo di per sé, ma per il fatto che un suo grande successo potrebbe dare il via ad una nuova serie, dopo che Enterprise ha chiuso i battenti in anticipo. Da anni sogno un sequel di DS9, ambientato nel quadrante Gamma.
http://www.trekportal.it/tpforum/

Petitfrere ha detto...

Francamente non capisco: il film è ambientato all'epoca in cui Kirk e co. erano all'accademia o giù di li, quindi a un periodo anteriore la missione quinquennale.

Ergo l'Enterprise proposta è più vecchia della NCC-1701 della serie classica... ma come può essere, visto che in teoria tra la NX-01 e la NCC-1701 non ce ne dovrebbero essere altre in mezzo?

E' la stessa -1701 a cui poi faranno (hanno fatto? Anch'io odio i paradossi... "mi fanno venire il mal di testa") un lifting pre missione quinquennale?

Ma è TANTO diversa...

Giocare col passato del futuro è una operazione rischiosa, Enterprise docet (anche se non era bruttissima come serie... vabeh discorso lungo)

Lunga vita e prosperità, Enrico.

GiovBod ha detto...

>sarò lì in veste di fan e di traduttore

ma traduttore o inteprete???

;o)

Unknown ha detto...

enrico: beh, se ci mettiamo a contare i paradossi creati da Star Trek nella propria storyline lungo tutti questi anni, stiam qua tutta la vita. :-)
Il problema maggiore credo invece sarà il fatto che questo film ridisegnerà dei personaggi che erano già ben definiti all'interno dell'universo di ST, ovvero i personaggi della serie originale. Questo può terminare in due differenti risultati: o il film è perfettamente in linea con lo stile trek della serie originale e quindi fa da "ponte" per unire Ent e Tos, oppure il film è completamente diverso e quindi "riscrive" la storia originale adattandola allo stile moderno della fantascienza (alla Lost, Heroes, 4400 e simili).
Considerando chi è J.J.Abrams, credo che il risultato sarà esattamente il secondo, purtroppo.

Paolo Attivissimo ha detto...

ma traduttore o inteprete???

Interprete, come consueto, ma se avessi scritto "interprete" sarebbe stato facile fraintendere e pensare che io andassi a recitare con loro :-)

Unknown ha detto...

Perché i signori della produzione non si cercano un altro autore di fantascienza (o space opera se preferite) e lasciano riposare Star Trek in santa pace? La fantasia è diventata merce così rara?

Petitfrere ha detto...

@Massimo: non capisco invece perchè Star Trek non dovrebbe andar bene: è stata la pioniera nell'affrontare un mucchio di tematiche, da quelle razziali alla paura del diverso, dall'etica delle ricerche scientifiche alla ricerca del proprio io, spesso bene, a volte male, ma sempre con un fondo di ricerca del meglio di noi stessi, nel senso che non è mai tutto perduto (basta vedere da cosa si parte, con Cochrane che scopre la curvatura dopo la terza guerra mondiale!).

Star Trek ha sempre cercato di far "alzare lo sguardo", o per meglio dire "PER ANDARE DOVE NESSUNO E' MAI GIUNTO PRIMA" e non mi sembra affatto sbagliato mantenere attivo questo ideale.

Saluti, Enrico

alexandro ha detto...

massimo
Fantascienza ne gira parecchia, ma i vecchi trekker non ne hanno mai abbastanza e aspettano con ansia qualcosa di inedito. Abrams potrebbe essere il toccasana per il mondo trek, perché dopo 40 anni, per conquistare nuovo pubblico in modo da rendere commerciabile una nuova serie, ci vogliono dei cambiamenti, montaggi più moderni e regie più incisive per fare concorrenza ad altri prodotti.

R3DKn16h7 ha detto...

Lo aspetta da due anni, sapere che sarà lo Star Trek in versione moderna con JJ e Quinto "Sylar" (Spock) mi fa impazzire.

Certo spero sia all'altezza dei due in modo che vengano usate le nuove tecnologie nel campo della computer grafica (che dalle prime scene sembra ottimo) ma che mantenga il livello dei precedenti.

Di sicuro non rimpiangero l'Enterprise che skizza a velocità warp deformandosi in modo osceno...

Spero seguano anche altre serie, non mi stancherò mai di vederle.

Dan ha detto...

Se devo essere sincero, ho paura, tanta paura per questo nuovo film... le probabilità che esca una boiata sono insopportabilmente alte. Spero che non sia così, ma purtroppo qualcosa, forse la parte razionale che ha preso in considerazione gli elementi in ballo, mi dice che (probabilmente) andrà male.

Gino Lucrezi ha detto...

Ci vediamo alla Reunion!