skip to main | skip to sidebar
345 commenti (ultimi)

Sciachimisti alla disperazione: sedicente “ricercatore” ricorre a video falsificato

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Per la serie “lasciateli parlare e si renderanno ridicoli da soli”, ecco una nuova puntata. Dopo gli sbufalamenti e le figuracce rimediate nella conferenza di Novi Ligure (video) e nelle risposte tecniche del CICAP, mi sa che lo sciachimismo italiano è arrivato allo stadio terminale. Era anche ora, direte voi, così posso dedicarmi ad altri argomenti. Però nel frattempo possiamo divertirci documentando le follie dei sostenitori delle “scie chimiche”.

Dato che tutte le “prove” portate fin qui sono state smontate, si è passati infatti alla promozione della falsificazione esplicita. Il principale esponente dello sciachimismo nazionale, Rosario Marcianò (fotogramma qui sopra), noto con il nome d'arte di Straker e ospite di trasmissioni come Rebus e Voyager in qualità di presunto esperto della materia, ha pubblicato poco fa un video che dovrebbe dimostrare inequivocabilmente uno dei capisaldi di questa forma di cospirazionismo, ossia che vi sono scie rilasciate a quote troppo basse, alle quali le scie di condensazione non si possono formare, e che pertanto si tratta di scie chimiche.

Ci si potrebbe soffermare un attimo a chiedersi perché gli organizzatori di un complotto supersegreto così incredibilmente vasto e complesso dovrebbero essere così imbecilli da fare scie dove non ce ne possono essere, e quindi farsi smascherare dal primo dilettante che fa due misure in croce, ma lasciamo stare. La logica e la coerenza non sono mai stati abbondanti fra i sostenitori dell'esistenza delle scie chimiche. È questione di selezione naturale: per credere a queste scemenze non si può essere troppo svegli.

Veniamo al video. Straker sostiene di aver acquistato un binocolo con telemetro laser grazie a una colletta dei suoi sostenitori (ben 3799 euro) per misurare la distanza degli aerei “chimici”. Il video, come vedete nel fotogramma qui accanto, sembra mostrare appunto una ripresa di ciò che si vedrebbe con questo binocolo: un aereo che rilascia una scia mentre si trova, stando alle indicazioni, a 1347 m di distanza. Dunque ben al di sotto delle quote alle quali, secondo perlomeno gli sciachimisti, le scie di condensazione sono impossibili.

I seguaci esultano e parlano di “prova definitiva da tribunale”, ma c'è un piccolo problema. Il video è stato falsificato e i segni della falsificazione sono evidenti. Dilettantescamente evidenti.

Infatti basta procurarsi il manuale del binocolo in questione, per esempio da qui o qui, per scoprire che quel binocolo non è dotato di zoom. Ha un'ottica fissa da 7 ingrandimenti. Eppure il video fa una bella zoomata. Ops.

Se ne deduce che le scritte sono state realizzate a parte, forse con un software di titolazione, e aggiunte a un video ripreso con una normale videocamera dotata di zoom. Un falso fabbricato intenzionalmente, insomma, ma confezionato da un falsario incapace. A questo punto non si può più pensare alla buona fede o all'incultura di chiunque abbia partorito questa “prova definitiva da tribunale”.

Ci sono molti altri indicatori di falsificazione, ma cominciamo con questo e vediamo un po' come si giustificano stavolta i seguaci di Marcianò. Divertitevi anche voi a trovare gli altri indizi, ma non pubblicateli.

Intanto potremmo avere le scuse di Maurizio Decollanz (Rebus) e di Roberto Giacobbo (Voyager) per aver presentato questo personaggio come se fosse un'autorità seria e competente?


Prime giustificazioni


Inizia il divertimento. Lascio da parte gli insulti personali a pioggia, che già tracciano un quadro molto chiaro delle personalità dei seguaci dello sciachimismo e squalificano in partenza le loro eventuali argomentazioni concrete (notate che invece io non ho accusato Marcianò di aver realizzato un falso, ma di averlo pubblicato), Straker risponde dando una descrizione dell'apparecchiatura asseritamente usata:

Al telemetro è stata abbinata la telecamera, montata in parallelo ed in seguito le immagini sono state sincronizzate. Le immagini non possono provenire direttamente dal telemetro. Il display viene ripreso da una piccola telecamera Wireless.

Mi pare chiaro che non esiste telemetro in grado di passare direttamente le immagini che appaiono al focale e ciò era palese per me sino dall'inizio. E' per questo che al focale medesimo si può collegare una comunissima videocamera wireless con messa a fuoco manuale, in grado di riprendere ciò che vede l'operatore dall'altro oculare. Il resto viene assegnato alle riprese classiche, eseguite da una videocamera accoppiata al telemetro, solo ai fini di poter registrare le sequenze.

Le camere di ripresa sono due. Una riprende il display ed è fissa. L'altra riprende direttamente il soggetto. Infine l'immagine del display viene estrapolata in post produzione. Ripeto che ciò è stato necessario al solo scopo di riportare l'evento, ma ognuno di voi paggi di kattivix può ripetere l'esperimento come vuole, ottenendo conferme a quanto oggi riportato, ovvero le quote davvero irrisorie.

Sarebbe interessante vedere una foto di tutta quest'asserita quanto mirabile apparecchiatura, sperando che sia stata colta l'occasione per integrarvi anche un pratico cannoncino all'orgone. Comunque sia, Straker ha dunque ammesso che quelle immagini sono il risultato di una sovrapposizione, confermando la mia ipotesi iniziale, e non sono la diretta realtà. Una manipolazione che curiosamente il Marcianò non aveva descritto prima che gli fossero sollevate obiezioni. Il video, insomma, non mostra affatto quello che si vede attraverso il binocolo-telemetro, come invece era stato dato a intendere.

Stabilito questo punto, andiamo avanti con le obiezioni. Ecco una prima infornata.


Seconda obiezione. Straker afferma di essere stato in grado di mantenere un telemetro laser puntato contro un velivolo in rapido movimento, a soli 1300 metri da lui, per un tempo sufficiente ad ottenere un dato di misurazione affidabile. Ora un aereo che voli a 500 km/h, per esempio, percorre 138 metri al secondo. È possibile ottenere misure in queste condizioni? Il manuale del telemetro dice di no, e aggiunge anzi che la luce intensa può addirittura mascherare l'impulso laser:

Weather conditions that influence air transparency (rain, fog, snow, mist) reduce maximum range. Bright sunny days will reduce performance as well as IR sun radiation may cover reflected laser impulses.
[...]
Natural hand tremor decreases the accuracy of long distance ranging.


Terza obiezione. Come mai nessun altro nella zona ha notato un aereo di linea che passava sopra un centro abitato (Sanremo) a molto meno di 1300 metri di quota relativa? Oltre a essere ben visibile, avrebbe fatto un baccano indicibile. Giusto per capirci: 1347 m è la distanza dal telemetro, che non è stata misurata perpendicolarmente al terreno, per cui la quota rispetto all'osservatore dev'essere drasticamente inferiore.


Quarta obiezione. Come mai Marcianò, che sappiamo avere una telecamera con uno zoom particolarmente generoso, non riesce a zoomare maggiormente su un aereo così incredibilmente vicino a lui?


Quinta obiezione. Come mai l'immagine è così sgranata e azzurrata, proprio come se l'aereo fosse molto, molto lontano?

Giacobbo direbbe “Coincidenze? Noi di Voyager crediamo di no”.

Adesso vediamo quali altre giustificazioni vengono partorite. Ci aggiorniamo domani.


2008/11/20: nuove giustificazioni


Sembra di assistere alla classica scena dell'esploratore nelle sabbie mobili: più si agita, più sprofonda. Infatti mentre molti, anche nel censuratissimo blog di Marcianò, reclamano a questo punto di vedere una foto dell'attrezzatura utilizzata per il video e di vedere altri video in cui la ripresa è fatta senza trucchi e sovrimpressioni, Marcianò ha presentato un'altra interessante giustificazione per un paio di obiezioni, mentre non è riuscito a rispondere alle altre elencate qui sopra.

Dice che è riuscito a filmare e misurare l'aereo, benché fosse vicinissimo (a soli 1300 metri da lui), perché “Per quanto ho spesso osservato, volano a velocità inferiori al normale e spesso al limite dello stallo”, dice Marcianò. E volando piano, udite udite, farebbero meno rumore: “Inoltre non è la prima volta che si osservano velivoli bassi emettere pochissimo rumore, probabilmente proprio perché, come scrive anche Vibravito, volano alla velocità minima consentita, per non farsi notare”, dice.

Orbene, la velocità di stallo di un TU-154M senza flap estratti, come quello mostrato nel filmato, è intorno ai 300 km/h (dato tratto dall'incidente di un TU-154, Aeroflot 7425, precipitato appunto per stallo). A 300 km/h, un aereo percorre ogni secondo ben 80 metri, ossia quasi due volte la propria lunghezza. Marcianò dice di avere avuto a 1300 metri da lui un aereo che andava a 80 metri al secondo e di essere riuscito a riprenderlo per un buon minuto. Come fa un aereo a quella velocità a restare alla stessa distanza da Marcianò per un minuto? Gira in cerchio proprio intorno a casa Marciano? Suvvia, siamo seri.

Quell'aereo è in realtà a una distanza ben maggiore e a una quota nettamente superiore. Soltanto così si spiega quello che si osserva nel video: dimensioni angolari dell'aereo che non cambiano per decine di secondi e soprattutto un azzurramento marcatissimo, tipico degli oggetti ripresi da grande distanza.

Giusto per darvi un'idea, quella qui accanto è l'immagine di un'antenna (quella sul monte San Salvatore, vicino a Lugano) che si trova a circa 2670 metri dal punto di ripresa, che è il Maniero Digitale (dati Google Earth, corretti per tenere conto del dislivello verticale di 600 metri).

La parte cilindrica in cima all'antenna sta insomma al doppio della distanza asserita da Marcianò. È in parte bianca e si staglia contro il cielo, per cui è un ottimo termine di paragone. Dunque dovrebbe avere un azzurramento marcatissimo, superiore a quello dell'aereo nel video. Vedete qualche azzurramento? Appunto.

In altre parole: gli sciachimisti sono così innamorati della propria teoria che non vedono neppure l'evidenza. E pur di non vederla s'inventano scuse su scuse.

Attendiamo con curiosità il prossimo contorcimento che sarà necessario per spiegare quest'ulteriore prova di falsificazione.


2008/11/28: nuovo video, nuovo falso (con sorpresa)


È comparso un nuovo video di Marcianò. Non solo è un falso, ma emerge che anche il telemetro è una buggeratura ai danni di chi s'è fidato della colletta. I dettagli sono in questo articolo.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (345)
Mio dio come siamo caduti in basso!!!
Grazie Paolo!
Beh!
C'era da aspettarselo, in qualche modo dovrà pur giustificare a chi gli ha dato i soldi che non ha buttato 4000euri.
Ora vedremo se gli adepti riusciranno ad avere un barlume di intelligenza e a capire chi è che disinforma mentendo e inventando falsi tutti i giorni.
Sì, in effetti comincio a sentirmi sporco a furia di frequentare certi ambienti :-)

Comunque proprio quando pensi che abbiano toccato il fondo, ti stupiscono con un'altra trovata suicida.
+++++ULTIM'ORA+++++

(ANSA) Straker: "sono disorientato e scosso, mi avevano assicurato che lo zoom c'era, rivoglio i miei soldi"

Ma il rivenditore risponde: "lo zoom non si vede perchè è chimico e tende a disperdersi nell'aria, ma c'è"
C'era da aspettarselo, d'altra parte il buon straker doveva dimostrare ai propri adepti che i soldi che gli aveno dato non erano stati buttati dalla finestra.

Straker è abituato a falsificare documenti o altro ed è stato più volte preso in flagranza, alla fine il disinformatore sei tu.
La zoommataaaaaaaaa!!!!
Non ci posso credere, che sia un delirio di onnipotenza?
Tipo "Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto", film di Elio Petri, (il capo della Squadra Omicidi di Roma ammazza l'invereconda amante e semina volutamente tracce e indizi per dimostrare che è al di sopra di ogni sospetto)
uhm uhm.. 1347 metri..ossia intorno ai 3700 piedi. Altezza un pò strana per un liner . A quella quota farebbe a capocciate con gli ULM !

Certamente soltanto in decollo o in atterraggio potrebbe volare tanto basso . E "mollare " scie chimiche proprio in decollo o in atterraggio ... dai!

Ho da sempre la passione per gli aerei e ne ho fotografato tanti da decenni. Direi che questo è moooooooolto più distante di 1300 metri da chi lo ha ripreso.

Non ho nemmeno guardato il filmato originale per esserne certo di quanto dico . Puzza di tarocco lontano un miglio !
Alla fine gli si può dire quello che si vuole, ma non che sia totalmente stupido, visto che con questa storia non so quanti soldi si sia fatto ma io credo che un centinaio al mese riesca a svangarli. Io ho trovato perlomeno tre motivi per cui il video è falso, trovo potenzialmente debole l'argomentazione dello zoom: non ho mai provato a vedere con una telecamera attraverso un binocolo, ma credo che qualcosa riesca a zommarlo (dovrei farmi due calcoli ma a quest'ora non mi va).
straker
TROPPO FACILE! Al telemetro è stata abbinata la telecamera, montata in parallelo ed in seguito le immagini sono state sincronizzate.

Le immagini non possono provenire direttamente dal telemetro. Il display viene ripreso da una piccola telecamera Wireless.


Cosa significa una telecamera montata in parallelo?
Paolo dacci una spiegazione
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Che poveretti, sono rimasto scioccato a leggere i vari commenti di giubilo!!! Ma dico io come cavolo si fa a credere a queste cose, poi volevo chiedere a questo Marcianò:
Dove ha realizzato il video?? Coordinate prego. Un aereo, che mi pare sia un md 80
- 82 che vola a 1347 mt, che non sono tantissimi, non passa inosservato. Quindi??? Attendo notizie...
Scusate ragazzi ma non è che lo zoom è stato fatto dalla telecamera?Prima dello zoom si vede infatti un alone nero,classico quando un ottica esterna non combacia perfettamente con un oculare.
Quando lo zoom termina e l'angolo di visuale si riduce l'alone nero pare scompaia.
Io direi che il fatto dello zoom non regga.
Regge però tutto il resto :) bravo Paolo!
Certo che straker è incomprensibile, soprattutto quando deve mettere una pezza all'ultimo minuto.

Ha preso una telecamera, l'ha messa in parallelo (solo lui sa cosa significa), dice che il display è stato ripreso da una piccola telecamera e poi ha sincronizzato le immagini. Quali immagini? Quelle della telecamera e quelle di?
Di quale display parla? Non mi pare che quel coso abbia dei display, ad eccezione di quello che si vede dentro l'oculare, ma dentro l'oculare si vede anche l'immagine.
Quindi la piccola telecamera dovrebbe avere ripreso anche l'aereo con scia e quindi cosa c'è da sincronizzare?
Ma!, Aspettiamo e vediamo dove la fantasia di straker arriva
Mamma mia, oramai deve essere frustrante per lui. Ora però mi chiedo: perchè fa tutto ciò? perchè continua a farsi del male in questa maniera?

Grazie Paolo per l'ennesimo smascheramento del piccolo ingannatore;-)
Rosario Marcianò, ricercatore.

Di tasti dello Zoom.
Straker risponde affermando che: "Al telemetro è stata abbinata la telecamera, montata in parallelo ed in seguito le immagini sono state sincronizzate.
Le immagini non possono provenire direttamente dal telemetro. Il display viene ripreso da una piccola telecamera Wireless".

Ambasciator non porta pena ...
Certo che spacciare un video come ripreso da un binocolo e poi zoomare e' proprio da delirio...
:D
Se viene effettuato uno zoom da un'apparecchio esterno, vengono di conseguenza aumentate le dimensioni dei caratteri e dei segnali del binocolo..
Nel video, invece, lo zoom ingradisce solo l'aereo...
Magia?
Se ha ripreso il display con la telecamera, come mai quando ha zoomato l'aereo si è ingrandito e le indicazioni sono rimaste delle stesse dimensioni?
Anzi, no, di telecamere in parallelo.
straker
E' per questo che al focale medesimo si può collegare una comunissima videocamera wireless con messa a fuoco manuale, in grado di riprendere ciò che vede l'operatore dall'altro oculare. Il resto viene assegnato alle riprese classiche, eseguite da una videocamera accoppiata al telemetro, solo ai fini di poter registrare le sequenze.

Qualcuno ha capito? Cosa significa "il resto viene assegnato alle riprese classiche?" Ma nell'oculare a cui è attaccata la piccola telecamera non si vede anche l'aereo oltre che ai dati del display interno? Cosa significa "registrare le sequenze"?
Sempre più criptico
immagino si tratti di 1347 metri dal punto in cui si trova il binocolo.
non 1347 metri dal livello del mare.
Se anche quel binocolo avesse lo zoom e quindi il video fosse originale quell'aereo potrebbe essere molto più in alto sul livello del mare.
una volta toccato il fondo si può sempre comiciare a scavare, avanti di sto passo arriveranno sul lato opposto del pianeta.
Leggendo le caratteristiche del binocolo ho avuto piu' impressione dell'uso di uno strumento inadeguato. Se l'aereo fosse stato comunque ad una quota normale non avremmo potuto fare la misurazione in quanto l'intervallo di misurazione dichiarato va da 20 a 4000 metri. Le istruzioni poi, al capitolo 5.3, ci dicono che "Weather conditions that influence air transparency (rain, fog, snow, mist)
reduce maximum range. Bright sunny days will reduce performance as
well as IR sun radiation may cover reflected laser impulses." ovvero che nei giorni di sole (come sembra nel filmato) la radiazione infrarossa interferisce con la misurazione e ne riduce le capacita'.
Leggendo anche gli altri capitoli, che spiegano come usarlo e su cosa, il suo funzionamento (riflessione di un raggio laser), l'impressione e' che messo in una condizione poco favorevole, su un bersaglio fuori portata, molto semplicemente si sia comportato come una fotocamera che fallisce l'autofocus (=te ne scappa fuori uno casuale all'interno dell'intervallo utilizzabile).

Leggo poi che il campo di questo binocolo e' 5 gradi. Secondo me e' qui che bisogna soffermarsi. Se la distanza e' 1347 metri e sappiamo quanto e' grande l'aereo, allora possiamo calcolare la sua dimensione angolare a quella distanza (un po' come si fa in astronomia). Se ricordo bene come fare i calcoli (correggetemi se sbaglio) mi viene fuori che un oggetto di 70 metri (un 747) a 1300 metri di distanza ha una dimensione angolare di 3.08 gradi (la formula usata e' questa: alpha = ((pi/2)-acos((dim/2)/distanza))*2 ...si ottiene la dimesione angolare in radianti di dim alla distanza data).
Ora, 3 gradi sono equivalenti a sei lune una a fianco l'altra o al 60% del campo del binocolo. E' evidente che l'aereo (la fusoliera) non sta occupando tutto quel campo. Per quel che vedo viene occupato circa il 30% del campo (arrotondando in abbondantissimo e consapevole eccesso) il che pone la dimensione angolare dell'aereo a 1.5 gradi. 1.5 gradi sono 2650 metri di distanza.

Tutto questo senza considerare la zoomata.

Ciao
Jenner

P.S.: Spero solo di non aver toppato la formula per il calcolo della dimensione angolare... l'ho testata con le dimensioni della Luna e funzionava... ma non si sa mai! :P
Devo ammettere che certi commenti su questo blog mi sconfortano ben più di quelli che leggo sul sito di Marcianò. Lì, sappiamo tutti che c'è gente ben poco informata, infatti giù subito grida di giubilo senza che Marcianò abbia fornito coordinate, data e ora dell'avvistamento, né una spiegazione leggermente migliore della "telecamerina wireless montata in parallelo" (dunque con una mano effettuava la rilevazione, con l'altra schiacciava il pulsante dello zoom, e la telecamerina era montata talmente bene da riprendere alla perfezione un aereo ad un migliaio di metri d'altezza? E soprattutto: come può essere considerata 'prova' la SOVRAPPOSIZIONE di due immagini? Proprio da rincoglionimento totale..); ciononostante, anche le osservazioni da fan accanito che leggo di qua mi sconcertano, ancora di più, perché si suppone che siamo gente più seria di loro.
Questa mia non vuole essere solo una critica, ma anche un incoraggiamento: invece di postare commenti scomposti di due righe, cerchiamo di essere un po' più moderati ed elaborati, che ne dite? Certo, anche a me a tutta prima viene da ridere quando leggo queste cose, però credo sia necessario mantenere un certo livello e non abbassarsi alle caratteristiche del fan club (con ben pochi astanti) che si respira da quelle mefitiche parti.
@Ilklamo: se la telecamera avesse zoomato attraverso il binocolo si sarebbero zoomate anche le scritte, ma durante lo zoom iniziale restano fisse.

Poi altra piccola osservazione, il binocolo misura la distanza tra me e l'oggetto, non l'altitudine, se mi metto su una montagna da 2000 metri, e il binocolo misura 1400, l'oggetto sta a 3400......
Ah Paolo, ho scordato di scrivere che, utilizzando invece la dimensione angolare della fusoliera visibile a inizio filmato - stimata (di nuovo con abbondantissimo eccesso) in un 11.1% di campo, equivalenti a 0.55 gradi - collocano l'aereo ad una distanza di circa 7200 metri.

Scusa il doppio post.

Ciao
Jenner
itwings suggerische che i numeri e i disegni sull'oculare si dovrebbero ingrandire dopo lo zoom.
Ottimo.
Straker tanato ancora.
Speravo di giocarci un pò di più,che delusione.
Se lo zoom è fatto dalla videocamera, com'é che durante la zoomata i caratteri rimangono bellemente a fuoco?
straker
Le camere di ripresa sono due. Una riprende il display ed è fissa. L'altra riprende direttamente il soggetto. Infine l'immagine del display viene estrapolata in post produzione.

Ora è un po' più chiaro, se ho ben capito su un oculare si vede il display mentre sull'altro si vede il soggetto, la telecamera sull'oculare inquadra il display mentre un'altra inquadra il soggetto. Alla fine prende i due video e li sovrappone.
E questa sarebbe una prova? Potrebbe aver ripreso con il telemetro un oggetto a distanza di 1300mt e con la telecamera un aereo a 10km con tanto di scia, e dopo avrebbe montato il tutto, ma che prova è, è la stessa che fece con il radarnav dove fece vedere una schermata del programma e poi un aereo che passava. Bella prova!

Ma mi facci il piacere!!!.
Beh basta dare un'occhiata al manuale del telemetro per rendersi conto che anche se avesse veramente fatto la misurazione, questa sarebbe comunque completamente inaffidabile...
Questo sì che è uso criminoso della tv pubblica!
Anche se fosse come dice Straker, ammesso che sia comprensibile:

il display e l'aereo non appartengono alla stessa ripresa, sono stati montati a parte,

niente ci prova che telecamera e telemetro stessero puntando lo stesso oggetto,
l'unica prova è la sua parola.

inoltre la ripresa del display è stranamente troppo perfetta:
non è affatto mossa,
le trasparenze all'interno delle scritte sono nette, se fossero ritagliate con un croma/luma key per poterle sovrapporre al video della telecamera, avrebbero qualche difetto.

Sarà perché la telecamera è wireless!
? Appena centra l'aereo con il teletabbis (telemetro?) il contatore schizza a 1000 metri, ce lo lascia si e no 1 sec e poi lo toglie. A questo punto l'altezza è ancora ben visibile e ci rimane per un po'.

Ma come funziona? Qualcuno che ne ha uno può spiegarmi bene il funzionamento?
Stracher, sei una ciofeca con in mano una videocamera!

Io con un 7x ottico in mano sono riuscito a seguire una coppia di F/A-18 in volo, tu non riesci neanche a seguire in modo decente un MD80!
http://vimeo.com/2109555?pg=embed&sec=2109555

Beccatevi questo: prima non si vedono scie poi l'aereo scompare dietro ad un albero. A questo punto ricompare dall'altra parte (stranamente l'angolazione è diversa e l'aereo è molto più piccolo di prima). Secondo loro questa è una prova assoluta...

Perfavore, questi almeno l'asilo l'hanno fatto?
Certo che quel binocolo è proprio un bell'oggettino...
Me per entrare in argomento: non ho mica capito la faccenda della telecamera sincronizzata. Sarebbe a dire che il filmato è stato fatto sovrapponendo il solo lcd del binocolo (senza la corrispondente immagine inquadrata) ad una ripresa fatta con telecamera provvista di zoom? Se è così allora si spiega che l'immagine dell'LCD non sia stata ingrandita dallo zoom. Ok.
Ma, allora, scusate, dove si vede in questa "prova" cosa stava puntando il telemetro in quel momento? :-)
Per quei pochi che dopo questa mole di prove inconfutabili hanno ancora dei dubbi, ecco la Prova Suprema. A quale quota vola l'aereo? 1347 metri s.l.m. E cos'è successo nel 1347? Ta-daaahh

A me Striker mi fa un baffo
Il discorso del parallelo non regge, 2 flussi video, 2 immagini non sovrapponibili.
Sarebbe possibile un puntamento in serie, ma telecamera e telemetro hanno ottiche che non si amano di certo e non si vedrebbe nient'altro che uno sfocamento (come quando chi non porta occhiali se ne mette un paio di uno "molto" miope).

Hedges
Ecco appunto, circa l'aggioramento: l'altra cosa che mi veniva in mente a me, da profano che conosce la teoria (fascio di luce che colpisce il bersaglio e torna indietro, distanza calcolata in base al tempo trascorso) ma non come problemi circostanziali vengono risolti: come si fa a calcolare la distanza di un oggetto così lontano e veloce?

Me lo chiedevo da quando si cominciava a raccogliere i fondi: questi strumenti di grande precisione, per quali casi d'uso sono generalmente concepiti? E' sensato cercare di misurare l'altitudine da terra di un aereo in volo con un arnese simile?
Signori,

evitate i commenti pesanti. Bastano i fatti. Grazie.
A me sembra che persone che dubitino persino delle scie lasciate dagli aerei dovrebbero almeno chiedersi se un filmato del genere sia veramente plausibile o meno.

Sinceramente guardando sul loro sito vedo semplicemente gente che da per acquisito che si tratta di un video inconfutabile.
@R3DKn16h7:
Ogni volta che compare il simbolo del fulmine, il telemetro sta tentando una misurazione.
Subito dopo compare il risultato della misurazione: quando questa fallisce, compare "----".

Il fatto che la misurazione "riesca" in corrispondenza di una delle volte (succede anche altre volte) che l'aereo passa per il puntatore è una coincidenza, visto che aereo e display vengono da due riprese diverse.
@neurotix:
Ok non sapevo se iniziare col manuale, ma visto che hai iniziato tu proseguo:)

Oltre a quello che hai fatto notare tu, c'è scritto che misura velocità fino a 400 km/h (circa la metà della velocità di crociera di un aereo), e soprattutto che ovviamente il raggio si deve riflettere su una superficie perpendicolare alla sua direzione, sennò non torna indietro.

In poche parole, non è assolutamente adatto a misurare un aereo in volo.

Insieme al risultato infatti compare la scritta "target reflection low", che non vuol dire che l'aereo vola basso (cosa che come minimo penserà il 90% dei suoi seguaci), ma che la misurazione non è affidabile perché varia notevolmente di volta in volta.

Come dici tu, probabilmente in mezzo a chissà quanti tentativi (noi ne vediamo 7, ma lui avrà ripreso per più tempo) di misurare una cosa irraggiungibile, è capitato che beccasse un riflesso di qualche tipo e desse quel risultato.
ma come.. la polizia ha il telelaser che oltre i 500 metri è inaffidabile... e questo con un binocolo (almeno è fissato?) segue un aereo a 1347 metri dal suolo che sta procedendo a quanti kmh? :)

vabbe ma non c'è nemmeno gusto a percularlo, perchè in fondo meriterebbe il semplice oblio.. peccato non sia possibile.
Se almeno Straker ci mostrasse il video originale della telecamera "wireless" prima che l'immagine venga "estrapolata"...

In fondo non sarebbe affatto difficile falsificare pure quella...
Ed eccomi.
Allora, la tecnica descritta dal comandante _in teoria_ (dopio sottolineato, please) e' valida.
Si tratta di montare sullo stesso supporto i due strumenti (telecamera per la ripresa e telemetro per la misurazione) per poi azionare il tutto.

Ma c'e' un ma (anzi, una decina).
Primo, gli strumenti devono essere solidamente montati e fissati
Secondo, devono avere gli assi ottici perfettamente paralleli.
Terzo, non basta, devono essere anche in grado di focalizzare alla stessa distanza, condizione non necessaria ci si limita a mettere a fuoco ad una distanza fissa, ovvero se si fa in modo che gli assi ottici si incontrino SOLO (ad esempio) a 2000 metri, cosa che rende lo strumento in grado di fare misure accurate SOLO attorno ai 2000 metri
Quarto, il tutto va TARATO e VERIFICATO con misure campione, vale a dire riprendere e misurare oggetti a distanza nota.

Ora, gia' il primo punto (montaggio accoppiato) va in crisi, dato che il binocolo NON possiede (almeno dal manuale in visione) l'attacco per la vite da 1/4" (per intenderci quello presente sotto le macchine fotografiche).
Quindi o l'ha montato con lo sputo o qualcosa non quadra.

Saluti
Hanmar
ma ragazzi dai,così non si fa!come mai che i due fratelli sono caduti così in basso?!Vi dico la verità?Ora si che mi fanno un pò pena e si intuisce bene il disagio che sta provando quel pover'uomo di Rosario che si è visto svontare le sue convinzioni di anni, il brutto che ha fatto tutto da solo.
Io mi fermo qui con i commenti, secondo me è brutto sparare ad uno sopra il cesso.
Se poi straker va avanti imperterrito, mi accanisco :)
Dimenticavo.
Voi avete presente quanto ci mette un oggetto che viaggia a 500 km/h ad apparire, passarvi sopra e sparire a 1300 metri di quota?

Fatti due conti della serva (vulgo spannometro), presupponendo un campo di visuale di 120° (e quelli del video NON sono 120° altrimenti si vedrebbero degli edifici o da una parte o dall'altra), la distanza coperta e' di circa 4500m.
A 500km/h (140m/s) copre la distanza in circa 30 secondi.
Il video mostra 60 secondi di ripresa.
Tra l'altro SEMPRE mostrando il ventre dell'aereo, mai la punta o la coda come sarebbe da aspettarsi se lo stesso fosse a bassa quota e ripreso con un angolo di circa 30° dall'orizzonte.

Quindi o l'aereo e' molto lento oppure piu' in alto di quando affermato.

Ah, NON e' un MD-80, e' un TU-154M (lo si capisce della gondole motori piu' vicine alla radice dell'ala e dai massicci alloggiamenti dei carrelli subalari), la compagnia forse la Poland o la Globus, difficile a dirsi.

Saluti
Hanmar
Devo correggermi, il binocolo possiede l'attacco standard da 1/4"

http://www.newcon-optik.com/lrb4000ci.html

Ottavo item nel miscellaneous.

Saluti
Hanmar
Ieri sera ho lasciato un commento a Straker che ovviamente è stato moderato, subito dopo la prima ammissione che le immagini venivano da due telecamere diverse. Il bello che il commento non era particolarmente duro era solo: "E chi ci dice che tu non abbia filmato con una telecamera l'aereo e poi montato le immagini dove misuravi con il telemetro il trattore dietro casa tua ? MAPERFAVORE :)" ... nemmeno il senso dell'umorismo hanno :)
Abbiamo visto quest'estate le immagini del fuel-dump, e si notava chiaramente la scia che si formava esattamente a contatto con gli ugelli di scarico.
Abbiamo altresi' visto che, anche da parte degli sciachimari, le scie di condensazione cosiddette non persistenti si formano dopo la sagoma dell'aereo.
In questo video, le scie si formano BEN dopo l'aereo: non basterebbe questo per risolvere la questione?
Il principale esponente dello sciachimismo nazionale

Paolo, fa' il bravo: mettere alla berlina Straker va bene, dargli del Berlusconi è troppo. Nemmeno lui si merita un insulto così grave ;)

btw, ma perché stare qui ancora ad accapigliarsi sull'altezza?
Lo scorso luglio vidi crearsi una scia di condensa sull'ala dell'aereo con cui atterrava a CDG.
Durò fino a 10 secondi dall'atterraggio... non eravamo a 8 km d altitudine...ma la condensa avveniva.

Ultima nota: strakker ha raccimoltao 4000 euro? Sti gran ca...
Non voglio farti i conti in tasca ma se con quello che fai con questo blog compri una telecamera HD (circa stesso prezzo?), significa che strakker riesce a muovere circa le stesse forze.
Preoccupante.
Forse allora lo sciachimismo non è proprio alla frutta.... :(
Non sono un tecnico di immagini e quindi non posso pronunciarmi sull'autenticità del video.
Ma occupandomi di sperimentazioni posso pronunciarmi sulla metodologia.
Nessuno strumento è infallibile; in qualsiasi attività di sperimentazione bisogna fare più misurazioni di un evento (in statistichese si parla di ripetizioni). L'autenticità del fenomeno qui si basa su una sola misurazione e quindi non può scientificamente essere una prova.
Non entro in merito alle riprese in parallelo ecc.

Solo un paio di considerazioni dopo aver scorso il manuale del telemetro.

Se nel manuale la visione attraverso gli oculari viene raffigurata con quattro croci di registro (pag.12 NEW-LRB400CI-Manual(EN)), perchè nel filmato non ce n'é nemmeno una? Solo piú il quadratino.

Le scritte, se le confontate, non corrispondono né per posizione, né per grandezza, né per font: quelle del video sono piú centrate e su sfondo nero (potrebbe essere una opzione tipo day vision).
La scritta Ready non è minimamente uguale a quella sul pdf.

Il fulmine è piú tozzo nella figura del manuale che nel video.

Non credo che per un oggetto di cosí tanto valore non facciano l'upgrade del manuale in caso di cambi alle icone dell'ottica.

saluti.
Un'altra cosa: forse chi vive in pianura non sa bene quantificare un'altitudine di 1300 m.
Per il sottoscritto, cresciuto sotto il Resegone, la cosa è molto più intuitiva.
Guardate che 1300 sono pochi, pochissimi. Se passi sopra Lecco a quell'altitudine vai a sbattere contro le montagne! Un aereo a quella quota preoccuperebbe chiunque, sarebbe assolutamente inusuale.
Non voglio farti i conti in tasca ma se con quello che fai con questo blog compri una telecamera HD (circa stesso prezzo?), significa che strakker riesce a muovere circa le stesse forze.

Non direi. Chiarisco innanzi tutto che la mia HD non costa quella cifra spropositata, ma non è l'unica cosa acquistata con le donazioni e l'Adsense (la mia collezione di letteratura e DVD su Luna e 11/9, i viaggi per le indagini, per esempio).

Soprattutto, però, valuta che io non faccio collette mirate. Straker sì.

Inoltre io non mi rivolgo a un pubblico di invasati ossessionati dalla propria causa. Straker sì.

Poi tieni presente che è molto più facile togliere i soldi ai polli che alle persone di buon senso.

Infine, non sappiamo quanto ci abbia messo di tasca propria Marcianò.
1347m mi sembrano un po' bassini perchè nessuno se ne accorga.

Dai monti vicini dovrebbero vedere gli aerei che passano sotto di loro (e gli aerei in direzione N-S dovrebbero schivare le montagne).

Se gli aerei su Sanremo volano così bassi, assolutamente che vadano in tribunale! Mi domando come facciano a vivere in quella città. Per fortuna a Verona sono tutti altissimi.

Inoltre, per il rayleigh scattering non sembrerebbe essere a 1km.

Gli abitanti di Sanremo come fanno a non accorgersi del rumore assordante che fa un aereo a 1000m?

Non ho capito però come abbia fatto a puntare contemporanemente la telecamera e il telemetro sull'aereo.


Ma comunque, non sono il tipo da fare illazioni non richieste sul motivo di questa misurazione così strana; se non sbaglio, Straker rende disponibili a chiunque lo chieda i filmati originali non modificati.

Giovanni
Ma sì, un singolo video (manipolato!) come prova definitiva da tribunale. Alla faccia del metodo scientifico, della statistica e del buonsenso.

Cmq ribadisco, il problema complottista è fideistico, non di metodo: chi ci crede, ci vuole credere a tutti i costi.

Mah...
Ho letto che dicono che la nostra frenetica attivita' sia la prova della nostra menzogna...
...se e' una prova, che la portino in tribulale :-)
Avete notato che c'e' maggior irrascibilita' (se non offensiva) nei sostenitori delle scie che negli oppositori, e nella mia vita ho notato che solitamente e' piu' irrascibile (od offensivo) chi sa di essere nel torto che chi crede di aver ragione.

Hanno anche detto che "...L'importante è far girare il video sulla rete..."
E questo e' preoccupante perche' se riescono a girare in rete
mail tipo quella di George Arlington o dell'Ospedale Meyer da anni, anche immani sciocchezze come queste non affonderanno mai del tutto e di tanto in tanto riaffioriranno per intontire nuovi adepti.

Comunque, se lo scopo di Straker era quello di darsi ulteriore notorieta' (in bene o in male), con questo video ha fatto centro.
Del resto come si dice: che se ne parli o se ne sparli, l'importante e' che se ne parli (SIGH!)


Saluti
Ivo - Modena
Ah. se poi il comandante ha costruito veramente l'accrocchio per mettere in parallelo telecamera e telemetro, potrebbe gentilmente fotografarlo e mettelo a disposizione, possibilmente entro la mattinata?

Si sa com'e', dopo che gli abbiamo descritto il tutto e' facile farlo, pero' ci vuole il tempo ed il materiale.
Mentre se fosse gia' costruito basterebbe una bella serie di foto...

A pensar male etc etc

Saluti
Hanmar
Ho solo un commento, da completo ignorante in materia: con tutta l'apparecchiatura che ha, la migliore misurazione che gli riesce è fatta in modo così impreciso? Per tutto il video il quadratino balla a destra dell'aereo e quando finalmente misura ci si sovrappone per 1 secondo al massimo. Ripeto: sono un ignorante totale in materia, ma io avrei tentato di mantenere l'inquadratura sull'aereo ed avrei provato a fare più di una misurazione prima di vantare una "prova definitiva". Così com'è perfino se fossi uno schiachimista chiederei qualcosa di migliore prima di cantare vittoria...
Ho un paio di domande a cui non trovo risposta ma continuerò a cercare...
Senza voler entrare nel merito che per definire una "prova" certa si deve autenticare tutto con documentazioni, notaio e quant'altro...ma vabbeh.
Io vorrei sapere sepossibile dove sono state prese le immagini (chiedere coordinate da un insulso GPS da 100 euro è troppo...ma almeno una via) e verso dove era orientata la telecamera e la direzione dell'aereo (anche se non precise mi basta un punto cardinale almeno...). Ci sono queste info o tutta la "prova" è stata fatta in un regime di buonafede...?
Hanmar ha toccato un punto importante, un errore di metodo fondamentale: qualunque strumento va tarato prima di usarlo, per misure di qualunque tipo. Cercai persino di spiegarlo a Straker quando fece la prova del puntatore, in modo del tutto non polemico gli consigliai una taratura (misura distanza nota) e la misura di una distanza fuori portata. Mi rispose che non occorreva, ci si arrivava col ragionamento (molto aristotelico). Quando insistetti mi ritrovai bannato.
Il suo errore è talmente ovvio che non varrebbe la pena parlarne: monta questi marchingegni strani (videocamera/telemetro, binocolo/due videocamere) e non si pone nemmeno il problema se funzionino o meno, inizia a usarli per i suoi scopi, prova più volte e quando ottiene il risultato CHE SI ASPETTA smette e compila i suoi post esultanti.
Sconfortante.
Argh!Allora tutte le strisce bianche che vedevo nel cielo stamattina erano scie chimiche!!

Oppure sarà che abito sotto la linea di atterraggio di Malpensa?
Questa volta il filmato ha diverse cose che non quadrano per niente.

A Straker è giusto che siano poste domande ed è doveroso da parte sua dare informazioni dettagliate e rispondere BENE alle domande poste.

Ma Straker si salva in corner e risponde frettolosamente e male.

Credo che non c'è modo di fargli dire "si è un collage". Quindi, è inutile che continuate a scrivere.

Il problema verrà al prossimo collage, quando non farà uno zoom, quando dai nostri commenti avrà appreso tutti i punti che potrebbero non reggere in un montaggio. E allora sarà dura sbufalarlo.

Oltretutto, non scaldiamoci, farà il prossimo video e spero che lo vedremo in tribunale al più presto. In fondo, se fosse una bufala lo smentiscono, mentre se fosse vero salverà tutti dalla scia killer.
Ci guadagnamo sempre. Quindi, lasciate che faccia.
@Emanuele:
questi gingilli sono utilizzati da geologi :) e da architetti, cartografi (ne esistono ancore?) e geofisici, ovviamente con cognizione di causa.
Io a Strakkino gli avevo detto che non era l'apparecchio giusto, gli avevo consigliato un gingillo ben più potente ed affidabile, nonchè con un'ottica MOLTO più veratile.
Avrebbe potuto montare tutte le telecamere che voleva, mantenendo a fuoco sia l'oggetto da telemetrare che le info in sovraimpressione.
Alla fine il problema di Strakkino risulta che non è in grado di fare una registrazione attraverso l'oculare con aereo ed info nitide.
In questo modo la prova non è attendibile.
Dimostrate il contrario.
e tra l'altro è stata misurata una distanza, non una altezza.
Quindi l'aereo doveva essere molto più basso...
per favore,fatelo smettere,si sta coprendo di ridicolo.
Sta cercando di provare in tutte le salse che ha ragione ed ha fatto credere che le foto degli arnesi che ha , in realtà sono suoi.
andate a vedere qui:

http://images.google.it/images?gbv=2&hl=it&client=firefox-a&rls=org.mozilla%3Ait%3Aofficial&q=edimax+wireless+motion&btnG=Cerca+immagini

quarta foto.

ha preso quella foto e la spaccia per sua.Quando dico che certa gente fa pena...
Secondo me NeuRoTiX (oltre ad avere fatto i calcoli giusti ;) ) ha colto nel segno: un oggetto di 70m a 1347m di distanza occupa un angolo visivo di circa 3°, cioè il 60% circa dell'immagine fornita da uno strumento con un campo visivo di 5°, cosa che non accade. Ciò dimostra chiaramente che la misura fornita dallo strumento NON è la distanza dell'aereo, ma, ammettendo la buona fede di Straker, un falso risultato dello strumento.

@ Hanmar:
Non ho capito come fai ad ottenere 4500m, perchè, considerando un angolo di 120°, la corda è lunga 2013m e l'arco 2821m.
pardòn, ha preso questa immagine

http://www.edimax-it.eu/it/produce_detail.php?pd_id=26&pl1_id=8&pl2_id=35
Mah. A me piacerebbe vedere una foto di Straker che mostra personalmente il telemetro. Non che non mi fidi, ma...
Buon giorno a tutti.
Non ho ancora avuto la possibilita' di vedere il video in questione, perche' da dove mi trovo i video vengono bloccati.

Un paio di commenti sugli altri commenti.

La spiegazione di Straker sull'impossibilita' di riprendere l'immagine del binocolo con una telecamera mi sembra improbabile.

Riprendere con una telecamera attraverso un altro sistema ottico e' normale in astronomia. Si chiama tecnica della proiezione all'oculare e si usa soprattutto per i pianeti. Perche' Straker non ci riesca, mi resta un mistero.

Passando dai telescopi ai binocoli: a parte il fatto che c'e' scritto esplicitamente quello, a pag. 29 del manuale, io stesso ho effettuato foto e riprese attraverso un binocolo. Non posso postare le foto nei commenti, ma ho ripreso delle foto con un binocolino 8x21 e una compatta 35mm (ero in viaggio di nozze e ho scattato a delle foche lontane in Irlanda: in quegli anni, digitali e superzoom non se ne vedevano gran che in giro).

Sul montaggio in parallelo, si fa normalmente nelle riprese astronomiche. Quello che dice Hanmar sul parallelismo degli assi ottici non e' un must, anzi: spesso e volentieri si disassano i due sistemi per trovare una buona stella guida fuori dal campo del soggetto inquadrato. Quoto al 100% quando dice che i due sistemi vadano collimati per una data distanza, altrimenti ti ritrovi con un setup "strabico".

Infine, quando tutta questa storia del telemetro era cominciata, io pensavo (ingenuamente) che avrebbe misurato la quota delle scie, che per lo meno stanno discretamente ferme, e non direttamente degli aerei.
Per "beccare" una scia, un telemetro laser non e' il massimo (anzi, e' il minimo). Io avrei pensato ad un telemetro ottico, tipo quelli usati nella seconda guerra per misurare la quota degli aerei, appunto.
@Strakkino:Un aereo a 1400 metri di distanza risulta sicuramente più basso riferito al suolo.
Nessuno si rende conto che a quelle altezze un aereo di quel tipo fa un casino assordante?Il prossimo video puoi farci vedere tutti gli accessori che usi ed il modo in cui esegui la registrazione dal telemetro?Perchè se dici che hai usato 2 telecamere allora potevi dimostrarlo brevemente!Questo commento verrà pubblicato su tutti i blog, se lo censuri vuol dire che nascondi la verità.
Alla faccia di chi dice di essere onesto.
Vale, non ho pubblicato il tuo commento perché usi termini insultanti nei confronti di un interlocutore.

Evita, per favore. Non abbiamo bisogno di abbassarci al loro livello. Manteniamo chiara la distinzione. Grazie.
Eppure sarebbe così semplice provare la veridicità di quanto mostrato nel video: sarebbero bastate fotografie dell'armamentario, riprese originali non montate, magari due o tre prove consecutive.

Invece ci si limita a giustificarsi e a chiudersi in un colpevole silezio.

Io non so nulla delle scie chimiche, non mi interessano, ma mi incuriosiscono... certo è che di fronte ad una "prova" del genere rimango leggermente interdetto...
Ma se Straker-&-Zret fosse un'unica persona... uno psicologo che sta facendo uno studio per vedere fin dove possa arrivare la credulità e la dabbenaggine umana? (studio magari commissionato da qualche esponente politico).

Qualcuno ha preso in esame questa ipotesi?

mc
Purtroppo Carlo ha ragione, in questa maniera stiamo aiutando Straker e tutti i suoi SciaComici a diventare più furbi ...
A tutti,

possiamo evitare per favore storpiature di nomi? Fanno confusione e infantilizzano la discussione, che deve invece essere prettamente tecnica. Grazie.
Starker non poterà mai il video in tribunale, dato che sa che le scie chimiche sono una scemata ed è stato beccato più e più volte a taroccare e fabbricare "prove".

Non è scemo fino a questo punto. La prova della sua malafede sarà proprio questa: parole, tante parole, questo video farà pure il giro degli scemichisti, ma non finirà mai in tribunale, perlomeno da parte di Straker e fratello.
@ Riccardo:
Grat grat...

Peta, che di prima mattina il neurone e' ancora freddo.

Dunque:
Distanza misurata a: 1300 metri (cateto adiacente angolo)
Supponiamo sulla verticale.

Angolo dell'orizzonte (tra gli edifici) 120°

Quindi 60° x 2

B (distanza percorsa)= 2b (cateto opposto angolo)

Relazione tra i cateti: b=tga

Ergo:
b = tg60° x 1300 = 1,73 x 1300 = 2249

B = 2b = 4498 (circa 4500)

Oh, posso sempre aver sbagliato, a volte faccio di quelle castronerie... :D
Ma del resto sono un povero gneologo, mica un 'gnegnere :P

Saluti
Hanmar
Naturalmente Marcianò potrebbe documentare la propria metodologia mostrando i filmati originali, non sovrapposti, e facendo qualche foto alla sua attrezzatura.

E' quello che si fa in qualunque pubblicazione scientifica seria: si illustra il metodo e si presenta la strumentazione utilizzata, in modo da consentire ad altri di verificare la validità dell'approccio.

Sono considerazioni che gli ho inviato in un commento nel suo blog, ma ono stato prontamente censurato. Un altro fulgido esempio di correttezza e trasparenza degli sciachimisti.

E' buffo che scrivono che io ho paura del confronto faccia a faccia. Loro hanno persino paura a pubblicare i miei commenti...


Per chi commentava che regaliamo notorietà a Marcianò: certo. Lo facciamo diventare noto come un dispensatore di video falsi.
@ Dario:
io infatti parlavo di ottenere misure affidabili, quindi di avere nel centro di entrambe le ottiche lo stesso soggetto.

Altrimenti e' come al poligono mirare al proprio bersaglio e centrare quello accanto.

Per i telemetri militari, immagino ti riferisca a quelli a sovrapposizione, vero? :D

Saluti
Hanmar
@Riccardo:
Grazie per aver controllato i calcoli.

Fra l'altro ragionavo sul fatto che proprio dai calcoli della dimensione angolare posso effettuare delle misurazioni sulla distanza dell'oggetto senza scomodare un telemetro.
Riconosciuto il tipo di aereo ne conosco le dimensioni: scatto una foto e il gioco e' fatto! Misurando le dimensioni del soggetto sulla foto posso ottenerne la dimensione angolare rapportandola a quella scritta sui dati EXIF. Il resto e' una ricerca della distanza in base alla formula che ho riportato.

E' un'operazione semplice che, sciachimisti e non, possono fare direttamente col PC di casa e una fotocamera con uno zoom decente (e' ovvio che c'e' da considerare anche la componente di errore - se il soggetto e' perfettamente a fuoco si aggira sui 2/3 pixel - ma se le distanze sono prossime come affermano gli sciachimisti sara' trascurabile - si spostera' di 50 metri avanti o indietro...).
Onestamente, se pensassi di essere irrorato continuamente di veleno, un po' di misurazioni casalinghe le farei.

Ciao
Jenner
Carlo ha detto...
Oltretutto, non scaldiamoci, farà il prossimo video e spero che lo vedremo in tribunale al più presto. In fondo, se fosse una bufala lo smentiscono

In quel caso direbbe che i giudici sono servi del potere (o della CIA, dei rettiliani, del nwo...) e una loro smentita sarebbe interpretata come prova.

Più probabilmente non farà niente del genere, perché una causa (ma contro chi?) costa.
stiamo aiutando Straker e tutti i suoi SciaComici a diventare più furbi

Ben venga! Se riuscissimo ad insegnare ai vari complottisti il metodo scientifico e la correttezza metodologica, sarebbe un ottimo risultato. Ci toglieremmo un sacco di tribolazioni.

Se per "furbi" intendi che potranno comparire video falsificati meglio, non temere: non è certo finita la lista delle prove di falsificazione.

Il gioco è proprio quello: noi pubblichiamo un indizio, e loro lo giustificano con una scusa. Poi ne pubblichiamo un altro che vanifica la scusa e loro devono cambiare giustificazione. Così si rendono ridicoli da soli anche agli occhi di chi non sa nulla di scie chimiche.
Una domanda a chi si intende di aerei; quale è (circa) la velocità minima di sostentamento per un aereo di questo tipo?

Giovanni
Ciao Hanmar,
quasi. Pensavo a quelli a coincidenza. Ma il sugo e' lo stesso: un prisma, un semispecchio e un goniometro.

Tra l'altro, invece che spendere 4KEuri, Straker avrebbe potuto costruirsene uno per pochi spiccioli.

O comprarne uno su SurplusShed.
E' quello che si fa in qualunque pubblicazione scientifica seria: si illustra il metodo e si presenta la strumentazione utilizzata, in modo da consentire ad altri di verificare la validità dell'approccio.

Quoto alla stragrande.
Quando iniziai a scrivere i primi articoli mi focalizzavo solo sui risultati, e poi il professore mi correggeva l'articolo scrivendo lungamente del set-up, degli strumenti e delle procedure adottate.
A me sembrava superfluo (cavoli, pensavo, chi se ne frega di quale amplificatore abbiamo usato), poi - col tempo - ho capito quanto era importante.
Se non spieghi per filo e per segno la procedura dell'esperimento, la validità scientifica dei risultati è nulla.
Ma va' a spiegarlo a Strakker.
Giusto per rimarcare la pochezza intellettuale di certi "ricercatori"

Intanto non era sulla verticale e poi lo sappiamo tutti che se il vento non è favorevole, il suono non arriva. Inoltre non è la prima volta che si osservano velivoli bassi emettere pochissimo rumore, probabilmente proprio perché, come scrive anche Vibravito, volano alla velocità minima consentita, per non farsi notare.

By Blogger Straker, at 20 novembre, 2008 11:18

(il grassetto e' mio)

Si, e nel frattempo FISCHIETTANO indifferenti!!!

:D :D :D

Saluti
Hanmar
Ragazzi ma stiamo parlando di un ricercatore anche se indipendente ......che diamime.
Un Laureato in Architettura che ha insegnato Disegno tecnico e Chimica nelle scuole private, che poi è passato all'informatica e da qui alle scie chimiche(questo è il profilo che ho trovato in rete su http://acarsterminator.altervista.org/Straker_profile/profile_20070419.htm).
A me, quello che mi fa rabbia è che le persone si fanno prendere in giro da una persona come Marcianò (alias Straker) che probabilmente con la ricerca scientifica non ha mai avuto a che fare e che sembra non abbia assolutamente competenza in materia. Che dire poi della sincronizzazione.... Marcianò non spiega ne quale metodo ha utilizzato ne tramite quale segnale (DCF o GPS). Ho effettuato in passato sincronizzazioni tra immagini di telecamere e segnali sismici (su vulcani in attività) tramite il segnale DCF, ma dai contenuti del video di Straker non è possibile verificare se la sincronizzazione è stata effettuata correttamente oppure se, come nella miglior tradizione, è un falso. Per farla breve mancano tutte le informazioni che in campo scientifico servono a rendere ripetibile l'esperimento.
Già che ci sono lascio un messaggio anche ad Hanmar, scusami per la risposta secca sul sito geologi.it, ma pensavo che tu fossi uno scialchimista :-).
Ciao Paolo e grazie per il tuo lavoro.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Ho appena scritto questo commento all'articolo di Straker. Spero non mi venga censurato. E' una richiesta ragionevole, e, mi sembra, fornirebbe una "prova" meno opinabile. Stiamo a vedere se lo censurera' (magari lo fara' semplicemente perche' non vuole rispondere alla mia domanda):


Straker, ma non sarebbe possibile fare una misurazione collegando direttamente una telecamera all'oculare del binocolo, senza tanti altri fronzoli.

In questo modo la misura sarebbe diretta, piu' affidabile, e meno passibile di "interpretazioni". E non richiederebbe alcuna sincronizzazione o post produzione.
Hanmar ha detto...
Distanza misurata a: 1300 metri (cateto adiacente angolo)
Supponiamo sulla verticale.


No, Straker ha espicitamente detto che non era sulla verticale, per giustificare il fatto che e' riuscito a riprendere un aereo a quella quota senza troppo problemi.

Quindi in realta' l'aereo doveva essere ancora piu' basso... praticamente si stava schiantando.
Miiitico... commento pubblicato! :-D

A Straker l'ho scritto seriamente. Almeno se presenta una misurazione effettuata in quel modo, se ne puo' discutere (ovvvero capire come, dove... va bene, se... voglio essere il piu' imparziale possibile, e' stata falsificata).

Invece questa "metodologia" come segnalato da molto e soprattutto dalle affermazioni di Hanmar, non sta in piedi, quindi e' anche inutile parlarne.
@ Massimo:

No problema.

In effetti rileggendo il messagio non era proprio chiarissimo...
Del resto, essendo abituato a scrivere relazioni geologiche. :P

Saluti
Hanmar
La velocità di stallo in quota di un TU-154 è fra i 300 e 400 km/h, secondo i dati dell'incidente Aeroflot 7425 (caduto appunto per stallo). Stiamo parlando naturalmente di assetto pulito, senza flap, visto che nella ripresa di Straker è questa la configurazione.

Per ora non ho dati sulla velocità di stallo a bassa quota, ho chiesto a un po' di piloti.
Te l'ho detto Hanmar:

per non farsi notare, cercano di rendersi visibili in tutti i modi.

E' il nuovo paradosso dello sciachimismo. :)
@ Paolo: "Per ora non ho dati sulla velocità di stallo a bassa quota, ho chiesto a un po' di piloti."

dai miei studi ricordo che la velocitá di stallo dipende poco dalla quota e molto dall'angolo di attacco (cioé se l'aereo sta salendo/scendendo) in quanto la densitá dell'aria varia abbastanza "lentamente" rispetto al coefficiente di portanza alare
@ Hanmar:
Distanza misurata a: 1300 metri (cateto adiacente angolo)

Ecco dove sta l'inghippo: io ho fatto i calcoli supponendo 'a' ipotenusa e non cateto.

Quest'immagine dovrebbe chiarire la differenza fra i nostri due approcci:

Immagine

Non so quale dei due sia più corretto però!
Non so se la cosa può interessare, ma il Telegraph ha messo la strampalata teoria delle scie chimiche appena al 30mo posto nella classifica delle più note.

Forse qualcosa vorrà dire...
Vibra Vibra bau bau, aggiungiamo anche questa altra falsificazione all'elenco?
Lo sai che manipolare le interviste per far dire a una persona il contrario di quanto ha detto veramente è falsificare le prove?
lo sai che postare un articolo taroccato del Daily Mail è falsificare le prove?
Lo sai che presentare delle foto di un test di stabilità di un aereo come fusti di sostanze tossiche è falsificare le prove?
Lo sai che inventarsi una laurea è falsificare le prove?
La velocità di stallo, non dipende dalla quota dipende da altri fattori ma non dalla quota (almeno non in modo sostanziale).

Cerco di essere più preciso, la velocità di stallo indicata sullo strumento (IAS) è indipendente dalla quota è ovvio che più si va in quota e maggiore è la velocità vera rispetto all'aria.
Diciamo che grosso modo ad una quota di circa 1000mt la velocità indicata sullo strumento e quella reale (in assenza di vento) sono molto simili.

Normalmente per i jet le minum clean speed (cioè senza aver estratto i flaps, carrello e altro) sono attorno ai 200kts (circa 370km/h)

Se qualche pilota è presente e vuole correggere, se ho detto qualche castroneria, è il benvenuto.

ciao
Vorrei segnalare le simpatiche animazioni su

http://strakerenemy.blogspot.com/

con protagonisti i Marciano' Bros, Vibravito e un paio di alieni.

Ciao a tutti
-pausa-

ah paolo quel discorso sull'acqua ecc ti serviva ancora?
ho visto per caso http://www.acquabenecomune.org/

- fine pausa, riprendiamo i giochi dell'asilo -
la roba cigola....
Ma oltre a questo.. il tempo d'integrazione e' bastante a quella distanza e velocita'?
mi sebra che costi un po' poco l'orpello...
@massimo:
credo che non ci sia nessuna sincronizzazione. Il telemetro non riceve segnali di tempo, e non saprebbe neanche come utilizzarli. Le altre apparecchiature idem: l'unica sorgente di informazioni che potrebbe esserci è l'NTP dalla rete, ma dubito che straker sappia anche solo cos'è.
Peraltro, per duemila e una ragione io credo che quei numeretti che appaiono nell'immagine siano falsi: non penso che siano stati ripresi nell'oculare del telemetro. Le ragioni sono molte, e in buona parte sono già state dette.
Infine, c'è da tener presente un fattore "informazionale": una sorgente notoriamente rumorosa non può mai essere considerata affidabile. E di rumore, nel senso di balle introdotte ad arte e successivamente smascherate, quella sorgente è più che piena!
Ma ha fatto la controprova con la penna laser?
@ Riccardo:
Meno male, cominciavo a dubitare delle mie conoscenze trigonometriche... :D

Io ho presupposto che la distanza indicata nel video fosse quella minima rilevata, quindi il cateto.

Anche perche' fosse stata l'ipotenusa gli avrebbe strappato il cuoio capelluto, al comandante.

Presente il casino che fa un liner a 600 metri di distanza??? :D

Guarda qua.
http://www.youtube.com/watch?v=Wzidphcp6N8

Saluti
Hanmar
Rosario! diosanto! ma come stai messo!

Prova questo esperimento: stendi un foglio bianco abbastanza grande sul tavolo, togli le scarpe e appoggiale sopra il foglio, con una spatola prova a raschiare le suole per bene. Ora analizza con pazienza ciò che sei riuscito a grattar via. Forse, ma dico forse, qualche briciolina di onestà sotto la suola delle scarpe riesci ancora a trovarla... forse!

Gli storici "prezzolati disinformatori" ricorderanno il quote bearing... stessa cosa, LOL!
Per chi non ha vissuto quei momenti diciamo che quote bearing era il nome con cui Rosario ha battezzato un aggeggio che sarebbe dovuto essere un telemetro casereccio. Un qualcosa che qualcuno gli aveva prestato attaccato con scotch o spago alla videocamera, e un bel display che segnava una distanza che non ricordo, sempre sotto i 2000mt (aveva fatto pure un altro pasticcio dei suoi sbagliando l'unità di misura della distanza). Naturalmente nel video si vedeva solo ciò che il display avrebbe visualizzato. Nessuna immagine dell'aggeggio...


Per qusto nuovo lavoro, secondo me, applicando un poco di psicologia di base, sono proprio i due fratelli, insieme, a far pensare al falso. Infatti nei due primissi interventi, Antonio e Rosario si affrettano a mettere le mani avanti con le stesse identiche parole:
"affermeranno che è un falso"
Complimenti!

Ma la chiave di tutto è nella frase dello stesso Straker:
"affermeranno che è un falso, ma poco importa. Intanto il filmato girerà per tutto il Web ed è questo che conta."
Togliere "affermeranno che".... insomma: certo che è falso, ma non mi può fregare di meno, è altro che a me importa...

Un cosa diretta non ai fratelli disinformatori(!) a ma tutti quei ton... pardon, quegli ingenui che a loro credono:
ma avete presente come appare un aereo a quella distanza?? appare enorme!
ma avete presente che rumore può fare??
ma secondo voi quanto tempo ci mette a passarvi sopra la testa un aereo a quella quota?? un minuto come nel video??!!

Ps: chiedo scusa se ho ripetuto cose dette da altri, ma non ho ancora letto i commenti.
Secondo me stiamo/state/stanno tutti esagerando.
Ormai questa delle scie chimiche e' diventata una guerra di religione.

Credo sia abbastanza assodato Paolo che non saranno le tue (corrette) critiche e quelle degli altri debunker a convincere i Credenti delle Scie Chimiche che corrono dietro a dei fantasmi.
So che hai piu' volte spiegato che lo fai per cercare di limitare l'impatto di queste balzane idee sui media, ma, credimi, credo che corriate il rischio di sbattere inutilmente la testa contro il muro: perche' e' questo che si fa quando si tenta di discutere con chi ha dei preconcetti e non vuole toglierseli.

Purtroppo ho avuto a che fare anche di persona con persone convinte "a prescindere" e non bastano ore di discussione per farle desistere dal loro incapponimento.

Secondo me in questo spegnimento collettivo del cervello, che sembra interessare persone in apparenza normali ed intelligente, c'e' una forte componente psicologica. Ho discusso con persone che si aggrappavano alle loro convinzioni (su robe tipo Ufo, Nubiru, cerchi nel grano e appunto scie chimiche) come un naufrago si aggrappa ad una tavola di legno per non affogare.
Difenderle a spada tratta, senza dubbi e tentennamenti, diventa un obbligo morale, specie dopo una certa eta', quando, evidentemente, rimetterle in discussione significherebbe rimettere in discussione anche una fetta piu' o meno importante della propria vita.
Volevo fare una precisazione rispetto all'equazione volo a velocita' prossime allo stallo = poco rumore (motori al minimo...).
In un aereo la relazione tra potenza e velocita' (+ potenza = + velocita', e viceversa), vale solo a partire da una certa velocita' di volo, abbastanza superiore alla velocita' di stallo (circa il 30% piu' alta). Per far volare un aereo in volo orizzontale a velocita' prossime allo stallo i motori devono erogare una potenza considerevole a causa dell'elevato angolo di incidenza dell'ala che produce una notevole resistenza.
ormai non mi stupisco più di nulla...una alle mie domande mi ha risposto così:
"
ci sarebbe molto da dire al proposito di tutte le tue domande, ma non è questo il mezzo e il luogo dove discuterne, sono una ricercatrice e mi avvalgo della mia esperienza....ad ognuno la propria...
buona giornata..."
Chiedo agli esperti:mi potete mandare gli ingombri dell'aereo in video?lunghezza?larghezza alare?O meglio, si trovano i profili in rete?Dove?Grazie.
papparappappa@gmail.com
in privato o anche qui
Giggi,

credo che sia ormai chiaro che non ho alcuna ambizione di far cambiare idea agli schiachimisti incalliti.

Lo scopo, qui, è di mettere bene in luce quanto siano demenziali i loro metodi e le loro idee. Non perché lo capiscano gli sciachimisti; ma perché possano capirlo le persone comuni che, girando su Internet o notando strani volantini o interrogazioni parlamentari, si chiedono onestamente come stanno le cose.

Deve rimanere una traccia chiara delle bugie, delle manipolazioni e delle scemenze dette da coloro che si presentano come testimoni integerrimi di questo complotto.
"...dai miei studi ricordo che la velocitá di stallo dipende poco dalla quota e molto dall'angolo di attacco (cioé se l'aereo sta salendo/scendendo) in quanto la densitá dell'aria varia abbastanza "lentamente" rispetto al coefficiente di portanza alare..."

-------

Scusate non mi prende il tag del corsivo...

Si.
Non conosco mimimanete caratteristiche e specifiche di aerei russi, men che meno dei tupoloni.
Sta di fatto che ulteriori variabili sono date naturalmente da carburante e passeggeri.

(I liner russi fanno un baccano tremendo, altro che MD80 e passaggi inosservati).

((Per volare alle mimine, se esiste idiota tanto furbo da farlo, il motore non è al minimo comuqnue, a meno che non stai puntando dritto dritto il terreno...
e comuqnue ora non so sul TU154 esiste un sistema simi le all'80, in tal caso gli slat potrebbero estendersi da soli alla bisogna,e altro che motori al minimo!!!
In ogni caso biosgna dare manetta.).
A proposito, ne approfitto per un po' di pubblicita' regresso.

Presumendo che le immagini siano girate con la telecamera del comandante, ecco un interessante post (ovviamente mio) nel quale si comparano le dimensioni a video di alcuni aeromobili:
LINK

A voi le considerazioni.

Saluti
Hanmar
salve

c'è qualche geologo qua?
Una volta un Boeing volava così basso che non l'ho sentito, finché non è spuntato da dietro il palazzo dei vicini e mi ha fatto cucù.

Non si può far qualcosa per chiedere alla Rai, Radio Televisione Italiana, servizio pubblico finanziato parzialmente da una TASSA (non una canone di abbonamento volontario, ricordiamolo), di smetterla di regalare tempo, soldi e notorietà a gente che non ha alcuna autorità in nessun campo della scienza?

Perché la Rai, Radio Televisione Italiana etc. etc, si offre così volentieri a diffondere notizie false atte a far propagare tra la popolazione paura e insicurezza? Non bastavano già le notizie "vere" quanto assolutamente consuete e normali trasformate -ad arte- in emergenze? (Vedi "allarme influenza", "emergenza freddo polare in arrivo", "ondata di caldo killer").
Una domanda da ignorante di fotografia ... ho scaricato il manuale della IP Camera postata in foto dallo Sciamano Straker e ho visto che l'obbiettivo ha una focale di 6.0 mm ... secondo voi con una focale del genere è possibile mettere la camera attaccata all'oculare del telemetro e poi metterlo a fuoco ?? Insomma sul mio reflex mi pare che anche con il grandangolo la distanza minima di messa a fuoco sia intorno ai 20 cm, poi si parla di Macro Fotografia ... Insomma secondo voi è possibile avere immagini così nitide di quello che dovrebbe essere il display del telemetro ?
@mastrocigliegia che ha scritto:

Ma se Straker-&-Zret fosse un'unica persona...

Io non lo so se sono la stessa persona, ma ti posso assicurare che dallo stesso PC e collegamento si firmano indifferentemente con i due nick. Io credo che siano due persone distinte perché usano due linguaggi diversi ;-)
Non tanto perche' ce l'abbia con i sostenitori delle scie chimiche*, ma stavo facendo una considerazione: se la ripresa e' effettuata da Sanremo (IM) e l'orario e' il tardo pomeriggio (si afferma che la colorazione aranciata della fusoliera e' segno che il sole sta tramontando... a me sembra purple fringing ma tralasciamo) abbiamo quindi che, essendo la fusoliera illuminata nettamente su un lato da una sorgente luminosa che sta a Ovest, allora la traiettoria dell'aereo e' o Nord-Sud o Sud-Nord.
Perche' rilevare questo? Perche' a soli 7 km di distanza a nord di Sanremo troviamo gia' cime che superano i 1200 metri d'altezza (es. Monte Bignone 1299 metri; e andando ancora piu' a Nord si alzano ulteriormente).
A 300 km/h si fanno 5 km al minuto e quindi i tempi in cui si raggiungono o si superano le montagne sono brevi. Poi, felice di essere smentito - io non guido aerei - ma sapevo che era sconveniente (turbolenze delle masse d'aria) avvicinarsi tanto (100 metri) alle montagne.
Sono poi propenso a credere che chi non voglia farsi notare non fara' gimkane nelle vallate liguri con un aereo di linea.

Ciao
Jenner

* - mi piace proprio il problema geometrico in se.
secondo noi quello non è un filmato originale nel senso che è una "ripresa di.. una ripresa".
troppo poco tempo per organizzarsi con "l'attrezzatura complessa" che dice di aver adottato (a meno che non sapeva già che sarebbe passato da lì l'aereo criminale!)
ewwiva le scie... che ci fanno ogni tanto un pò svagare!
un abbraccio a tutti (sciachim... compresi!)
arturo che ci fai qui? e a che ti serve un geologo? :D

no , te lo chiedo perchè leggendo i commenti su tankerenemy ho potuto constatare che ormai sei passato anche tu al lato ridicolo della forza :P

Credo comunque che Hanmar sia un geologo, ma credo anche che non gli piaccia molto perdere il suo tempo...per cui regolati :P
Sta moderazione dei commenti è tanto necessaria quanto irritante :(
Straker e Zret sono senza dubbio due persone distine.
Straker (Rosario) è il nullafacente (o per meglio dire facente seghe mentali quotidiane) dei due fratelli.
Zret (Antonio) è insegnante di italiano e latino in un liceo (quest'uomo ha a che fare tutti i giorni con ragazzi di 14 e 15 anni). Una volta (almeno) è riuscito, dopo molta insistenza col preside, ad organizzare una conferenza sulle scie chimiche proprio all'interno dell'istituto scolastico!!
Giggi
Secondo me stiamo/state/stanno tutti esagerando.

Isaac Davis: "Ehi, avete sentito che i nazisti faranno una marcia nel New Jersey? Dovremmo riunirci e andare là con mattoni e mazze da baseball e proprio.. schiarirgli le idee."
Scrittore 1: "C’era un articolo satirico che li distruggeva sulla prima pagina del Times, li distruggeva!"
Isaac Davis: "Beh un articolo satrico sul Times è una cosa, ma i mattoni e le mazze da golf sarebbero un gran bell’argomento!"
Signora1: "Ma guardi, la satira veramente corrosiva è sempre meglio della forza fisica."
Isaac Davis: "Eh, ma la forza fisica va sempre meglio con i nazisti, perchè è difficile satireggiare con un tizio con le svastiche addosso."
"Una volta (almeno) è riuscito, dopo molta insistenza col preside, ad organizzare una conferenza sulle scie chimiche proprio all'interno dell'istituto scolastico!!"

E poi i disinformatori siamo noi o_O
justfrank ha detto...
Non si può far qualcosa per chiedere alla Rai, Radio Televisione Italiana, servizio pubblico finanziato parzialmente da una TASSA (non una canone di abbonamento volontario, ricordiamolo), di smetterla di regalare tempo, soldi e notorietà a gente che non ha alcuna autorità in nessun campo della scienza?

Quando ho scritto alla RAI per segnalare il mio disappunto riguardo l'ennesima puntata-farsa di Voyager, tirando anche in ballo ovviamente la questione del canone, mi ha risposto qualcosa tipo: "La ringraziamo per aver espresso la sua opinione (!), con la presente cogliamo l'occasione di ricordarle che il canone serve unicamente a finanziare progetti di carattere pubblico".

"..." (questo e' quello che ho pensato leggendo questa "risposta")

usa-free ha detto...
Sta moderazione dei commenti è tanto necessaria quanto irritante :(
Hai ragione, non la sopporto neppure io, e il fatto che alla fine anche Paolo sia stato costretto ad attivarla e' tristissimo.
Certo, lui fa, giustamente, "moderazione" e non "censura". Ma, soprattutto tra i maliziosi, come si puo' capire la differenza?

AcarSterminator ha detto...
Zret (Antonio) è insegnante di italiano e latino in un liceo (quest'uomo ha a che fare tutti i giorni con ragazzi di 14 e 15 anni). Una volta (almeno) è riuscito, dopo molta insistenza col preside, ad organizzare una conferenza sulle scie chimiche proprio all'interno dell'istituto scolastico!!
Il che e' scandaloso. Non gli dovrebbe essere permesso di insegnare. Come se un insegnante facesse politica... aspettate un momento, ma ce ne sono un sacco che lo fanno! -.-
Quoto l'irritazione dovuta alla moderazione, va detto che tuttavia risulta necessaria quando sulla rete girano degli individui al quanto inutili.

Ma per cominciare non può postare la foto del fantomatico teletabbis... ehm metro vicino a che so, la repubblica di oggi? Mostrare una foto che mostra la postazione di misurazione e il modo in cui vengono affiancate le due riprese? Cioè un filmato del genere può benissimo essere fatto anche con la telecamera della Barbie e con gli adeguati programmini...
Penso che solo il Concorde facevo più rumore di 'sto aeroplano.
Bello però il 154.
Qui sarebbe in quel "famoso" regime di "minimo" eh? Pensate quando da manetta per non stallare...

http://it.youtube.com/watch?v=aV525WWs7Eg

Quantomeno rende l'idea del suono tipico e fracassoso dei motori made in russia.
E forse, off topic, è la miglior proposta di coda a T.
psionic: nonostante disapprovi pesantemente gli insegnanti che "fanno politica", quella di organizzare una conferenza sulle scie chimiche mi sembra molto peggio.
Giustissimo quello che ha detto Dario sulle riprese in parallelo, che si fanno normalmente in astronomia. Solo che io con un binocolo attaccato a un telescopio in tanti anni non l'ho mai visto nè sentito; figuriamoci con un binocolo e una telecamera.
Non posso prendermi una giornata di ferie e star lontano dal pc tutto il giorno che guarda cosa succede...
Ora come ora non posso che confermare quanto già detto da altri, in particolare la considerazione sul regime dei motori: altro che 'motori al minimo' per 'non farsi notare', per volare a velocità basse un velivolo di quelle dimensioni deve tenere elevati angoli di attacco e i motori, se non a manetta, comunque a regime elevato. E comunque, 1300 metri di distanza dal telemetro sono ridicoli...io abito a 900 m circa di altezza, non lontano da Lecco, se velivoli di quelle dimensioni volassero a quote attorno ai 1000-1200 metri (voglio essere generoso...) praticamente li vedrei di profilo dalla mia finestra. Ci sarebbe tanto da dire...ma devo anche dire che, dopo una fase in cui mi irritavano, gli sciachimisti han cominciato ad annoiarmi. Non parlo dei Marcianò Brothers, ma dei vari seguaci...le loro reazioni sono talmente prevedibili che quasi non ho neanche bisogno di leggere i loro commenti.

Comunque, a questo punto, rinnovo una domanda che avevo già posto tempo fa: se esiste 'sto supercomplotto che coinvolge forze armate, governi, forze dell'ordine, etc., com'è che ai fratelloni è permesso continuare la loro attività senza il minimo disturbo, addirittura venendo invitati a parlare alla TV di stato?
Se è vero, come affermano gli sciachimisti, che quelli (come Santacroce) che, partiti 'credenti', sono diventati scettici, hanno subito il 'controllo mentale' (non sto inventando nulla...), com'è che i fratelloni non vengono 'prelevati' a notte fonda, stile URSS, e 'rieducati' a dovere?
Semplice logica, merce purtroppo oggigiorno sempre più rara...
che peccato non posso più commentare nel blog di marcianò

che strano eh
qualcuno ha chiamato un geologo?eccomi!Anche hanmar è uno della SETTA...
Jenner, hai inviato un'ottima considerazione aggiuntiva. Scusami se non la pubblico subito: teniamo sulle spine un po' questi sciachimisti.


Per chi (comprensibilmente) si lamenta della moderazione dei commenti: mi hanno permesso di non regalare a Straker un'altra prova di falsificazione.

E consolatevi: Straker ha bloccato completamente i commenti nell'articolo del video.
Ma questa gente è malata... Come si fa a credere a cose del genere?
Ciao Paolo, un commento velocissimo.
Ho finalmente visto il video incriminato.

Che si tratti di due immagini "sincronizzate" l'abbiamo gia' appurato, quindi l'alone blu scuro intorno alle scritte non ha molta importanza, ormai.

Altro argomento: ma quell'aereo e' praticamente simmetrico (ala destra appare lunga quanto ala sinistra) e si vede quasi esattamente da pancia sotto.
E ci rimane per un buon 40 secondi.
Straker dice che non l'ha ripreso dalla verticale e che era a meno di 2000 metri.

Tutto cio' ha due possibili spiegazioni.

1) L'aereo era a meno di 2000 metri, ma contrariamente a quanto detto Straker gli era proprio sotto, e si stava muovendo alla stessa velocita' e direzione (in bici e pedalando forte?), perche' se no prima o poi sarebbe apparso "di sghimbescio".

2) Straker era fermo e non stava riprendendo la verticale, ma contrariamente a quanto detto l'aereo era a un bel po (ma tanto) piu' di 2000 metri.
@ Paolo

Mah... da una parte sono d'accordo con te, quando dici che lasciando senza contraddittorio questi personaggi le loro idee rischiano di diffondersi più di quanto sia accettabile... d'altra parte, però, è anche vero che a nessuna persona dotata di un po' di spirito critico, di normali capacità analitiche, con un minimo bagaglio di esperienze di vita "normali" e capace di fare un ragionamento logico, a nessuna di queste persone verrà mai in mente di dar retta ai "deliri" (in senso figurato) di questi due cialtroni. Ovviamente mi diverto come un matto di fronte allo sterminato stupidario che alimentano giornalmente in quel caravanserraglio che sono i loro siti... ecco, se rimane tutto al livello di un'esibizione circense, con acrobati che volteggiano su una rete di sicurezza, clown che si picchiano con martelli di gommapiuma e sputatori di fuoco un po' brilli, beh... non c'è niente di male. Ma questi due hanno più volte oltrepassato il segno, tra minacce, offese, accuse gratuite e infondate, auguri di malattia e roba del genere... francamente mi danno fastidio e basta, e se avessi un amico avvocato e un po' di tempo da sprecare avrei già iniziato a divertirmi... quindi ti/vi leggo, ma rimango a debita distanza.
Logan,

il problema è che ci sono personaggi pubblici, come specificamente Maurizio Decollanz (conduttore di Rebus su Odeon TV) e Roberto Giacobbo (di Voyager), che invece danno credito a queste persone.

Il che significa due cose: o i suddetti sono, secondo la tua descrizione, persone prive di "spirito critico, di normali capacità analitiche" e di "un minimo bagaglio di esperienze di vita "normali"" e incapaci "di fare un ragionamento logico".

Oppure queste scemenze fanno presa anche su persone "normali".

Il senatore Brandolini è, presumo, una persona mentalmente normodotata. Idem Antonio di Pietro e vari altri politici. Idem Giulietto Chiesa. Però questo non ha impedito loro di abboccare alla storia delle scie chimiche.

Per questo trovo assolutamente affascinante il cospirazionismo. Le sue storie palesemente assurde, presentate da individui ridicoli, riescono comunque a sedurre anche persone in apparenza equilibrate, serie e razionali. E' straordinario, ed è un potere che va studiato per disinnescarlo.

Perché qui ridiamo e scherziamo, ma non dimentichiamo cosa è successo quando un intero popolo, quello tedesco, è finito preda del complottismo.
@ Paolo

I primi che hai citato, a mio parere, non sono affatto attratti dal "complotto" tout-court. Hanno esigenze che non contemplano la ricerca della verità e la trattazione scientifica di un avvenimento. Il loro scopo è quello di far salire l'audience, fare programmi di successo e che suscitino clamore, quasi a qualsiasi costo... se fai un salto sul sito di Voyager e leggi l'elenco dei titoli delle puntate degli ultimi due anni, cosa vedi? Roba da adolescenti, niente di più e niente di meglio. Una cosa a metà tra Topolino e Focus, intrattenimento che si maschera di mistero e si profuma di scientifico. Non penso che quei signori abbiano mai minimamente creduto in quello che propongono con le loro trasmissioni. Sono dei presentatori, non degli scienziati o dei dispensatori di verità.

Sulle "capacità" dei politici non sono ottimista come te. Penso che siano capaci e intelligenti come la media delle persone "normali" (forse un po' meno onesti e sinceri) e quindi hanno le stesse probabilità di "abboccare" ai complotti. Non sono di sicuro dei punti di riferimento, da questo punto di vista.

Quindi, del tutto e rigorosamente imho, non mi stupisco affatto se ci sono conduttori, giornalisti, politici, che rimangono "affascinati" da queste storie evidentemente senza capo né coda.

E non credo che tu o chiunque altro abbiate la minima possibilità di disinnescare alcunché: è una questione di fede, e quando uno crede non c'è alcuna prova che può fargli cambiare idea. L'adolescente che guarda Voyager crescendo si renderà conto di quante cretinate Giacobbo ha raccontato, ma se a rimanere affascinato dalla storia del chupacabra è un adulto... c'è poco da fare.

Io non dimentico la storia, ma credo che nel frattempo la "gente" sia diventata più egoista e quindi meno disposta a rischiare di perdere tutto per seguire i deliri del führer di turno. Ma vigilo, nel mio piccolo, e contribuisco a smontare ogni cretinata che inizia a circolare tra le persone che conosco.
Ma certo che bloccare i commenti sul blog è una cosa tremenda da parte loro. Bisogna discutere di questa PROVA, perchè se fosse davvero una prova dovrebbero essere in grado di difenderla ad ogni costo. Cioè questo dimostra solo infantilità: perché postano un video spacciato come PROVA DEFINITIVA se poi ogni commento scettico o dubitativo viene bloccato e accusato di arrampicata sui vetri?

Sono loro i primi a dubitare anche quando vedono scie "stranissime" in cielo e riescono a spiegarle sono con complotti perché mai un video di questa entità viene subito dato come vero quando una mente sana avrebbe almeno un qualche piccolissimo dubbio a proposito?

Quando si crede ciecamente a qualcosa si finisce spesso a vedere PROVE dove in realtà non ce ne sono ma in questo caso l'autore posta un VIDEO che quanto meno lascia perplessi, non vediamo una reale foto dell'apparecchio (il tizio dice che quando avrà tempo dal lavoro la farà ma mi chiedo quanto ci impieghi a farne una) e le circostanze sono sospette. Quindi o lui non è capace a pubblicare una PROVA SCIENTIFICA in modo corretto oppure il VIDEO è un falso creato sui fallimenti degli esperimenti VERI.

Potrebbe concentrare i suoi sforzi su aspetti più noti, certi e pericolosi che offre la vita contemporanea che non andare alla ricerca di misteriosi complotti con non so bene quale fine (DOMINIO GLOBALE? a che serve dominare un pianeta invivibile?)
R3DKn16h7 ha detto...

Quindi o lui non è capace a pubblicare una PROVA SCIENTIFICA in modo corretto oppure il VIDEO è un falso creato sui fallimenti degli esperimenti VERI.

Ma perché, qualcuno qui ancora dubita seriamente che stiamo parlando di prove false o falsificate, di chiacchiere basate sul nulla, di evidente e manifesta volontà di diffondere preoccupazioni e sospetti insensati e roba del genere? Ma che altro deve fare, quel poveraccio, per convincerti/vi/ci definitivamente che tutto quello che scrive e pubblica è spazzatura? Ti/vi/ci ha dato mille prove!
Squallido. Non mi vengono altri termini non offensivi nei confronti di certe persone. Ho visitato pochi istanti fa il blog di Straker (tankerenemy.com); la prima cosa che balza all'occhio è questa:
":: VIETATA LA RIPRODUZIONE NON AUTORIZZATA (AD OPERA DI DISINFORMATORI) DEI CONTENUTI DI QUESTO BLOG. I TRASGRESSORI SARANNO IDENTIFICATI E PERSEGUITI A NORMA DI LEGGE ::"
A parte il fatto che non si può stabilire a priori chi è un disinformatore, considerate che nessuno, fuorché il gestore del sito e la polizia postale possono risalire all'identità di chicchessia partendo da un nickname. Vorrei sapere di che leggi parla...
La seconda cosa ridicola è scritta in fondo alla pagina del blog, su sfondo grigio:
"Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure."
1. La censura esiste ed è prevista dalla legge, altrimenti io farei un altro lavoro e non il moderatore;
2. Sia la stampa sia, più in generale, lo scritto, è spesso soggetta ad autorizzazioni da parte di enti preposti.
3. Il gestore di un sito internet o di uno spazio personale pubblico all'interno di un sito internet, ha il diritto di moderare ogni scritto o file caricato su di esso. In taluni casi ne ha il dovere (terrorismo, pedopornografia, atti illeciti ecc...).
La cosa che fa sorridere è che il gestore del blog tankerenemy.com censura molti commenti!!! E' un suo diritto, ma che si decida però... Censura sì o censura no? :P

Be', non vorrete che ora mi metta a soffiare sul castello di carta di Straker?!? :P

Have a nice night :)ù

Yari D.
Che dire della foto comparsa nell'articolo del video di Straker, cosa mostra?
Un telemetro appoggiato ad una ip camera wireless sul divano?
Perché il telemetro NON somiglia affatto al Newcon LRB 4000 CI?
Perché quell'effetto "tendina"?
Dove è la "telecamera montata in parallelo"?
Ok, supponiamo di avere due telecamere, una perfettamente allineata col telemetro/binocolo e un'altra che inquadra il display dello stesso.

A questo punto la cosa da fare è montare i due filmati perfettamente sincronizzati (dopo aver verificato che la cosa funziona, cioè che la telecamera allineata non riprende altro rispetto a dove sta puntando il telemetro) e mostrarli, fine. Chiaro e semplice. Nessuna estrapolazione, post produzione o chissà che cosa, ché fanno sorgere brutti dubbi. Vero? :)

Per inciso:
- com'è che la scritta Ready è completamente diversa dal manuale in PDF?
- com'è che il fulmine è sensibilmente diverso? Sul manuale è decisamente più tozzo
- com'è che la scritta "Target Reflection" e la scritta "Low" sono completamente diverse dal manuale?
- com'è che il font della misurazione è completamente diverso dall'esempio riportato sul manuale; inoltre, sul manuale il valore della misura ha il lato basso allineato con la M dei metri, nel filmato no
- se telecamera e telemetro sono "allineate"/accoppiate, saranno come minimo montate su una qualche struttura, tipo un cavalletto. C'è anche suggerito a pagina 8 del PDF del manuale. Com'è che l'immagine balla così tanto?
- Dal manuale, il binocolo è provvisto anche di inclinometro e potrebbe calcolare l'altezza dell'aereo (funzionalità Cd7 del manuale), invece di misurare la "distanza". Perché non l'ha fatto? O se l'ha fatto, perché non l'ha detto?
- È plausibile fidarsi di UNA sola misurazione ottenuta dal telemetro? Come mai non è riuscito a farne più di una, se l'aereo era a bassa quota e si muoveva "lentamente"? Una volta approntata l'attrezzatura è facile ripetere l'esperienza più volte, per ogni aereo che passa a buttare chemtrails, no?
Un altro paio di cose:

1) dov'è finita la croce al centro, attorno al quadrato? Eliminata in postproduzione?

2) Ecco un altro paio di "immagini" del display del telemetro,
completamente diverse da quanto appare nel video:
http://www.buytelescopes.com/manufacturers/newcon/lrb4000ci.pdf

Possiamo tranquillamente affermare che le sovraimpressioni del video sono artifizi di postproduzione, non c'è niente di "estrapolato" dal display del telemetro. Dobbiamo fidarci ciecamente?
Da brava semi-profana(passione per le scienze in generale e un breve periodo come assistente a un fotografo) mi pongo un quesito:

1)assemblo un insieme di telemetro-binocoluto-telecamerico con telecamera wireless.
Datosi che non conosco la distanza dell'aereo sospetto da me, e che semplicemente i due strumenti hanno un punto focale che usano per "funzionare" (uno per misurare la distanza, l'altro per videoregistrare quello che ha al centro) indipendente l'uno dall'altro(ovviamente, essendo due strumenti attaccati insieme) mi chiedo: quanta è la tolleranza di tali strumenti(domanda retorica, lo sò, è bassa) a un disallineamento di, mettiamo, un grado su una distanza di 1300 e rotti metri?

Con quel poco che ricordo di trigonometria dovrebbe essere 2*(1347* cos89,5)=95 metri.
Considerato che l'aereo citato nei commenti è il TU-154, lungo 48 metri (http://it.wikipedia.org/wiki/Tupolev_Tu-154) direi che "nel mezzo" c'è abbastanza spazio per la telecamera di puntare l'aereo, e per il telemetro di puntare un piccione di passaggio.

Tralasciando anche il fatto che persino la metà di un grado fà si che, se la telecamera punta la coda dell'aereo, il telemetro non può, perchè è a 50 metri di distanza.

E no, il telemetro non è alla sinistra della videcamera, altrimenti ci sarebbero state letture quando il centro dell'inquadratura oscillava alla destra della coda.

Certo, in mancanza di dettagli sull'incredibile apparato(se fosse veramente tanto preciso, ne vorrei uno anche io per la jvc...)...
Il paragone del cospirazionismo con il nazismo (se ho saputo leggerlo correttamente) è veramente azzeccato.
...e continua imperterrito a non mostrare lo scontrino di quanto ha speso...
...e continua a mostrare foto di telemetri che si possono trovare in rete...
...se io fossi in lui a questo punto vi avrei postato come minimo un centinaio di video da pochi secondi senza audio, da farvi sentire che fracasso infernale fa un veivolo di quelle dimensioni a 1000 metri dal suolo.
Come ho già detto tempo fa, questi signori sono diventati pericolosi e la loro arma più grande al momento è l'ignoranza e l'ottusità.
Spero che qualcuno prenda un provvedimento esemplare.
Anche se qui a Venezia pggi e' festa, un saltino lo faccio volentieri.

Soprattutto se serve un geologo. E qui siamo almeno tre.

Per quanto riguarda il video ho gia0 detto quanto dovevo.
Riassumo?

Una bojata pazzesca.

Saluti
Hanmar
Mah sulla censura io li lascerei fare...si rendono ridicoli da soli alla fin fine e con le "sparate" che fanno si ridicolizzina spesso.
Io non sono ancora riuscito ad avere due dati in croce su quella ripresa...non mi hanno risposto ne sul dove,ne a che ora, ne un punto cardinale in cui era rivolto il muso dell'areo (mi basta con una semplice bussola eh...a occhio insomma)...niente di niente... sono triste :-(

Ciao!
"Per quanto ho spesso osservato, volano a velocità inferiori al normale e spesso al limite dello stallo", dice Marcianò. E volando piano, udite udite, farebbero meno rumore: "Inoltre non è la prima volta che si osservano velivoli bassi emettere pochissimo rumore, probabilmente proprio perché, come scrive anche Vibravito, volano alla velocità minima consentita, per non farsi notare", dice.

Nell'articolo Paolo ha smontato questa ricostruzione, ma ammettiamo che sia fisicamente fattibile che un aereo a velocità minima possa restare sopra una casa per un minuto abbondante: per quale motivo un aereo grande e grosso che vola a poco distanza da terra dovrebbe notarsi di meno se procede lentissimamente? Secondo me si noterebbe molto di più, visto che tutti avrebbero il tempo di osservarlo e fotografarlo con calma mentre distribuisce le sue scie chimiche.
Bah...
psionic: l'argomento del canone non regge perchè la Rai si finanzia anche tramite pubblicità e moltissime trasmissioni (come, per dirne un paio a caso AnnoZero o Report) non toccano neanche un euro del canone e sono autofinanziate tramite le pause pubblicitarie all'interno. Senza contare ovviamente che conoscerò si e no 2 persone che pagano il canone ed 1 sono io. :-D

Paolo e Logan7: se mi permettete, mi intrometto nel discorso sul complottismo. E' chiaro che certe persone sono "irrecuperabili". Però posso affermare con certezza (parlo per esperienza diretta) che il lavoro di Paolo e del Cicap è utile e necessario per recuperare tutti i dubbiosi. Moltissime cospirazioni si fondano su prove false e costruite ad arte e senza il lavoro di debunking fatto da gente come Paolo, sarebbe molto complesso certe volte distinguere la verità dall'invenzione. Non è questione di "avere capacità analitiche o spirito critico", è questione di avere fonti di informazione sicure. Una persona comune che viene raggiunta da una teoria cospirazionista, prima di scartarla e dimenticarsene, si informa. Se per informarsi incappa in un sito/persona/programma che sostiene e propaganda la teoria tramite prove false è AUTOMATICO che si troverà a credere o comunque a dubitare che quella teoria possa essere vera. Non perchè è stupido, ma perchè ha visto prove false e testimonianze fasulle. A quel punto è solo una questione di tempo: più quella persona sarà curiosa, più si informerà. Se non verrà raggiunta in tempo dal debunking finirà inevitabilmente nella schiera dei fanatici.
Ovvio che mi si può rispondere che Straker non è una fonte affidabile, ma provate a pensare al di fuori del mondo debunker: una persona comune che non conosce il sito TankerEnemy, che vede che Straker viene presentato sulla Rai e su delle Radio come esperto, può facilmente essere portato a credere a ciò che afferma senza bisogno di essere un demente. E' necessario ottenere maggiore visibilità e comunicare massima affidabilità e serietà, in modo da dimostrare di essere i veri esperti.
C'è qualche esperto di marketing che può dare una mano? :-D
Ieri notte, durante uno dei momenti di coma tra un risveglio e l'altro causato dai miei due bimbi, la mia mente e' volata nel cielo (senza produrre scie chimiche, state tranquilli...) e ho pensato Marzullamente...

Ma... Straker ha iniziato a notare/scoprire questa combutta internazionale a causa del fatto che proprio sopra casa sua volano aerei sciamisti a bassa quota...
...
...
...
...o ha solo una fortuna fottuta che proprio sopra casa sua sia passato un aereo sciachimico a bassa quota (e con il silenziatore acceso... alla Tuono Blu) da riuscire a vederne uno in azione?

Mi sa che per il dubbio di questo dilemma non ci dormiro' per qualche giorno.


Ivo - Modena
ha pubblicato una foto dell'"attrezzatura"

certo che con tutto quel popó di armamentario che si ritrova se non riesce a fare una foto piú dettagliata di 239px × 181px stá messo maluccio.

cos'é, forse teme che possiamo sbufalargli anche l'"attrezzatura"?

LOL
"Voyager - viaggio attraverso l'ignoranza"
Si potrebbe dire creduloneria ma suona così male!
Paolo,

Ti segnalo che il complotto è arrivato anche nella stampa ticinese. Nel "Diavolo" (giornale satirico ticinese) spiegano cosa sarebbero le sciechimiche e il complotto che ci starebbe dietro!!! Edizione del 14 Novembre (n. 263), pagina 5)...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Buon giorno a tutti.
Sul tankerenemy e' comparsa una immagine a corredo dell'articolo originale.
Suppongo che dovrebbe trattarsi di un esempio di quale sarebbe l'apparato usato (si vede qualcosa che sembra una telecamera wireless, attaccata a una scatola e un filo dell'alimentazione che penzola).
Il tutto e' appoggiato a un cuscino su un divano/poltrona/sedia/???

Purtroppo, la foto e' microscopica, e' praticamente in B/N e vi e' stato sovrapposto un simpatico effetto retino a righine orizzontali, giusto per aumentare la leggibilita'.

Qualcuno ha una vaga idea di cosa dovrebbe rappresentare?

Per Straker: per favore, potresti postare una foto A FUOCO, DI DIMENSIONI DECENTI e BEN ESPOSTA di tutta la tua strumentazione ASSEMBLATA e PRONTA ALL'USO?

Una foto di insieme tipo quelle a questa pagina dell'astrofilo Plinio Camaiti.
@yari.davoglio:
mica tanto ridicolo! è la prima parte dell'articolo 21 della costituzione italiana!!!
(segue poi l'elenco dei distinguo ed i rinvii alla legge ordinaria)
Ma Straker ha mai dato prova (fattura o scontrino o che ne so) di aver mai comprato il telemetro ??

Nella foto sicuramente quello che si vede nn è il telemetro ...
@Dario

a me sembra attaccato tutto alla McGyver ...
Accidenti ho appena scoperto che le "scie chimiche" ora sono anche INFIAMMABILI!!! Ovviamente è molto cauto farle uscire sulla coda di un JET che espelle residui di combustione a chissà che temperatura elevata...O magari miscelarli proprio all'iterno dei motori per "camuffare" tutto in barba alla sicurezza! Geniale...assolutamente geniale...i progettisti dei tanker sono i migliori al mondo -_-
Scusate il sarcasmo non ho resistito ma mi sembra impossibile ci si possa davvero credere a priori...
La foto dell'"apparato" e' ridicola. E poi non doveva essere un miracoloso congegno fatto di telecamere wireless, binocoli e telecamere in parallelo?!?

Ma possibile che questi "seguaci" non si rendano conto del pagliaccio che e' Straker?

Sembra che faccia di tutto per farglielo capire, e invece loro gli vanno sempre piu' dietro
Che la faccenda del telemetro finisse a falsificazioni a manetta era già chiaro nel momento stesso in cui è stato acquistato. Ecco uno scambio di battute davvero illuminante (parte da qui).

Giovanni:
personalmente sono felice che tu sia riuscito ad acquistare il telemetro; ho anche contribuito.
Quello che mi domando è: nell'ipotetico caso in cui segnalasse sempre che gli aerei sono fuori raggio, ti basterebbe come prova che la distanza è maggiore di 2500 m?


Straker:
Non se ne discute nemmeno, a meno che non dovessimo considerare di riscrivere i manuali sulle nuvole ti tipo basso: i cumuli.
Eppoi guarda che con 10 euro non hai comprato la mia fiducia. Per me sei e resti un disinformatore.


Giovanni:
@Straker
Ma scusa, allora a cosa serve spendere i soldi a comprare un telemetro, se parti già dal presupposto di ignorare quello che potrebbe rilevare?


Straker:
Non hai capito. L'ho comprato per provare quello che so già!

Il Marcianò l'ha comprato per provare quello che sa già: uno che ragiona così è logico che se le prove non le trova, se le inventa.

Che tanto, come dice sempre ’o comandante, qui:
Ciao dolcifabbro, affermeranno che è un falso, ma poco importa. Intanto il filmato girerà per tutto il Web ed è questo che conta.
Un ragionamento da puro ciarlatano stile Vanna Marchi, poche storie.

Come ha già ricordato acarsterminator, questa buffonata del telemetro è la riproposizione del mitico "quote bearing" (letteralmente "rivelatore di citazione", che "quote" in inglese, se non in quello maccheronico d’o comandante, non significa certo "quota") con cui diceva, nel Marzo 2007, di aver misurato un aereo alla quota di 2500 feet, sempre per fare l'internazionale.
Quando gli han fatto notare che 2500 feet sono circa 750 metri, Rosario ha risottotitolato il video scrivendo 2500 metri e fatto finta di niente, come nulla fosse successo, al solito, che lui è un "esperto" e la sua è scienza, non fantascemenza.

Ma dell'originale rimane traccia nell'url del post che aveva scritto a riguardo, cioè questo:

http://straker-61.blogspot.com/2007/03/tanker-quote-bearing-2500-feet.html

dove appunto si legge «tanker-quote-bearing-2500-feet».

Anche in quel caso aveva filmato un aereo e poi sovrimpresso numeri a caso, dicendo che erano misure ottenute con un accrocchio da lui inventato, che utilizzava la telecamera con collegata, tramite elastico, una penna laser.

La descrizione esatta della sua mirabolante invenzione l'aveva data su sciechimiche.org, qui (visibile solo agli iscritti):
«Ho costruito uno strumento che fa uso di una sorta di penna laser da 3 km circa, che è collegata ad un circuito che rileva il tempo di invio e ritorno del fascio puntato verso l'aereo.
Il calcolo del tempo di risposta, fornisce la quota in metri. E' ancora sperimentale, ma è abbastanza preciso. La penna è fissata con un elastico sulla videocamera e punta dove punto io.
»

Se Rosario volesse davvero essere credibile, posterebbe una belle serie di foto chiare e nitide e riprese da lui invece che copiate dal web di tutta l'attrezzatura e poi mostrerebbe come essa si comporta in condizione note, cioè riprendendo oggetti a distanza nota (soprattutto cosa succede se punta oggetti in veloce movimento e/o a distanze maggiori dei 4000 metri che costituiscono il limite di quel telemetro).

Poi si metterebbe di buzzo buono un pomeriggio e ci proporrebbe almeno una decina di questi aerei sciosi che volano praticamente rasoterra, ché a sentire lui e il fratello di aerei a quella quota sopra le loro teste ne passano a centinaia, giorno e notte, tutti i santi giorni dell'anno (ma in tutta Sanremo se ne accorgono solo loro).

Il tutto, naturalmente, ça va sans dire, senza tagli, effetti speciali, musichette di accompagnamento e sovrapposizioni di dati da più fonti non correlabili (se non prendendo per oro colato la parola di un tizio sorpreso già decine di volte a mentire, taroccare e spacciare falsi), che rendono i suoi video pura monnezza, altro che "prova da tribunale".
Ma perché al secondo 46 le indicazioni sullo schermo scompaiono con effetto dissolvenza? Lo stesso con cui è appena apparsa la scritta "not contrails"?
accipicchia a straker... non si possono mettere commenti sul suo... ehm... "sblog" ma in fondo per lui è meglio così
Ciao Paolo, scusa, una domanda OT sul funzionamneto di Blogger.

Ma come vengono registrati, ordinati e pubblicati i commenti?

Apparentemente in ordine cronologico.

Pero' sono sicuro che stamane, quando ho postato il mio ultimo commento delle 12.17, prima di quello erano mostrati nell'ordine:
Yari Davoglio 0.14
AndreaG 10.49
Ivan 10.58.

In questo momento, tra Yari Davoglio e AngreaG ci sono un sacco di altri commenti (tra l'altro, il mio e' un doppione di altri postati prima: l'avrei evitato).

Come funziona il meccanismo?
C'e' dietro un complotto, vero? ;-)
INtanto il Marcianò ha disabilitato i commenti; peccato proprio ora che ero riuscito a comporre una replica decente...

per quale motivo non si sà, probabilmente perchè una decina di persone gli ha fatto domande troppo dettagliate.... boh, vacc'a'pisc sti complottist
@Dario:
ho fatto qualche considerazione qui.
non entro nel merito della questione perchè... sinceramente non ho tempo per queste cose :D

sono pero' un esperto di videoediting e vedendo il filmato e le spiegazioni addotte, ne esco un po' perplesso.
se non ho capito male si dice che l'immagine del video è composta dalla sovrapposizione di 2 immagini, una proveniente dalla telecamera e una proveniente da una wireless cam montata sul binocolo.
Data la zoomata effettuata dalla telecamera alla quale non è seguita una analoga del binocolo, le due immagini dovrebbero mostrare lo stesso oggetto ma di dimensioni diverse.. impossibile quindi mantenere la grandezza della sovraimpressione dei numeri senza mostrare appunto 2 oggetti..

avrebbe fatto meglio a montare il video mostrando le due immagini affiancate per dimostrare che effettivamente le due immagini sono state girate nello stesso momento.

infatti se l'immagine del binocolo è stata "scorporata" perde ogni sua valenza in quanto potrebbe essere stata scorporata da qualunque target.
Ognuno crede a ciò che vede.
Ed io ho visto.

E' giusto così.
in questo video a 0:26 una foto nell'oculare del Newcon LRB 7X40 3000 Pro, molto simile a quello che dovrebbe avere Straker.
Così si vede un po' meglio.
Sai, all'Isola di Man ci sono le attrezzature...

http://www.freeimagehosting.net/image.php?1f3c19e467.jpg
In questo video a 0:26 una foto nell'oculare del Newcon LRB 7X40 3000 Pro, molto simile a quello che dovrebbe avere Straker.
In effetti le scritte somigliamo parecchio, anche se è inverosimile che Straker le abbia riprese, le sue sembrano proprio dei titoli in CG.
Io alle scie credo! Ma non ho fatto il percorso classico (o vero da inet al cielo) ma inverso. Un giorno mi stupii di vedere sopra a me una X, bella come una nuvola. Allora mi sono chiesto, perche' non ne ho mai viste, eppuro sono uno che osserva molto e tutto. Ma si le ho sempre viste, sono le scie degli aerei. Allora ancora mi sono chiesto, ma perche' queste non scompaiono come le altre? Quindi finalmente sono andato alla ricerca di come queste si creano... Mi sono quindi imbattutto nel sito spazzatura sciechimiche.org Ora pero', non e' che se uno prende il top nei motori di ricerca (soprattutto su google) raccontando oscenita' su un fatto, invalida il fatto stesso. Qui, non come nelle chiacchere, c'e' la capacita' da parte di tutti di ricordare le scie che ha sempre visto e quindi di confrontarle con quelle spuntate (per quanto mi riguarda nel 2006 a Siena) di punto in bianco. Non si puo negare che queste qui (qualsiasi cosa esse rappresentino) non sono sempre apparse, mica ho iniziato a vedere il cielo ieri? Poi si puo discutere sulle mille minchiate che dicono, ma non che siano le solite scie di condensazione aeree che siamo stati abituati a vedere sin da bambini.

Quindi il mio motto e', analizzare raziocinalmente e con mente libera da dipendenze ed interessi e continuare a porsi dubbi, non demonizzare tutto e sempre. Trisy.
.. se la preoccupazione e vedere girare quel video.. basta combatterlo alla stessa maniera.. aggiungendo la smentita direttamente durante il video o alla fine.. chi cercherà quel video rischierà seriamente di trovare quello "taroccato" ma vero :)

un po' come fanno con gli mp3 dei singoli appena usciti o con lo scambio dei titoli nei film sul p2p

:)
Il telemetro che Straker sostiene di aver comprato è un LRB 4000CI, non un 3000 Pro. Onestamente però non so le differenze tra i due modelli :)
la foto del display di un telemetro Newcon LRB 7X40 3000 Pro.
@andrea (21/11/08 ore 13:19)

@yari.davoglio:
mica tanto ridicolo! è la prima parte dell'articolo 21 della costituzione italiana!!!
(segue poi l'elenco dei distinguo ed i rinvii alla legge ordinaria)

Verissimo ANDREA, sono rispettivamente il primo ed il secondo assunto di tale articolo.
Secondo me le contraddizioni sono ridicole. E questo ne è un esempio :) E il diritto romano è pieno di assunti ridicoli per vari motivi che non sto qui ad elencare. :)

Have a nice night :)

Yari D.
@Gica

Concordo pienamente, ormai le major mettono il becco dappertutto e sono convinto che una potenza come appEL debba avere anche la sua dose di colpa.

Non a caso se devo pagarmi il sistema operativo e la musica per vedere che queste continuano a darmi problemi anzichè agevolarmi la fruizione? Quanti giochi originali mi hanno dato problemi di seriale o di attivazione?

A questo punto scelgo un sistema non blindato che mi permette si di acquistare musica online, ma che lo faccia in modo da lasciarmi completa libertà sull'acquisto.

Il grande limite di tutti i sistemi proprietari è che sono talmente blindati che limitano enormemente la libertà dell'utente onesto. Su iPhone posso mettere solo software "licenziato", la musica scaricata da Itunes la posso ascoltare solo sul mio mac.

Non si rendono conto che facendo così la pirateria aumenta inevitabilmente?
Trisy,
il cielo che vedo è quello che ho sempre visto! Per curiosità, dato che fai coincidere la comparsa delle scie "sospette" al 2006, posso chiederti quanti anni avevi in quell'anno? Giusto per curiosità, perchè io mi ricordo scie ad X e persistenti ben prima di quell'anno. Dato che credi al fatto che ci sia qualcosa di poco chiaro nelle scie degli aerei ma non credi ai Marcianò, mi sai dire cosa ci sarebbe dietro questi fenomeni che no si può spiegare con un po' di vecchia e sana fisica?
"ma non che siano le solite scie di condensazione aeree che siamo stati abituati a vedere sin da bambini."

non è che nel frattempo aerei, motori, traffico, temperature, carburanti, rotte, altitudini magari sono cambiate?
no sai, passando gli anni...

comunque guarda e riguarda, queste sono sempre le solite scie che si vedevano da bambini

in che cosa sono diverse? sono gialle? verdi? sono a forma di orsetto???
Dimenticavo di far notare che ’o comandate, non è stato solo ben poco trasparente riguardo la realizzazione della sua "prova", anzi diciamo proprio che ha volutamente fatto il furbo, che presentare quella foto indecifrabile e per di più deliberatamente rigata come esemplificazione dell'accrocchio da lui usato è una vera e propri presa per i fondelli: soprattutto è stato ben poco trasparente nei confronti dei suoi sostenitori, quelli che hanno cacciato i soldi per comprargli il giocattolo nuovo.

Infatti onestà vorrebbe che Rosario Marcianò mostrasse almeno le prove di aver acquistato esattamente quello per cui aveva chiesto i soldi. Lui stesso aveva scritto qui (il grassetto è suo):
«Ad acquisto eseguito, pubblicherò scanning della fattura.»

Dove starebbe 'sto scanning?
Qualcuno l'ha visto?
Io mi altererei un pochino ad essere preso in giro e truffato, quindi non capisco perché nessuno dei sottoscrittori gli chieda almeno conto di questa faccenda: a questo punto mi devo arrendere all'evidenza che il mondo è davvero pieno di gente che ci gode, a venire turlupinata.
@Dario: con tutti questi blog non so dove rispondere!
Riprendo il discorso sull'accoppiamento webcam-telemetro per dire che l'alone azzurro intorno alle lettere, a mio parere, potrebbe essere dovuto alla compressione, e non essere presente nell'immagine originale.
Per quanto riguarda la vignettatura, invece, ho fatto un esperimento con una telecamera Philips toUcam 740, accoppiata ad un cannocchialino come mostrato in questa foto. Il risultato, stante la fortunata combinazione delle dimensioni di oculare e obiettivo, che permette di infilarli uno nell'altro, è discreto, e la vignettatura è poca.
A proposito di questa foto, vale anche la pena di specificare che, anche se non so la lunghezza focale dell'obiettivo della toUcam, non credo che sia molto diversa da quella della macchina che straccher dice di aver usato. Il cannocchialino invece è un 7x18, quindi ha esattamente lo stesso ingrandimento del telemetro di straccher. La chiesa che si vede al centro della foto è quella dei SS. Nereo e Achilleo di Milano, e, guardandola su Google Earth, la parte superiore della cupola, che ha sezione cilindrica, ha un diametro di 10 metri. La distanza dal punto di ripresa vale, sempre secondo Google Earth, esattamente 1530m, cioè di più della asserita distanza dell'aereo di Sanremo. Se ne deduce che, con l'accrocco (o accrocchio?) usato, un aereo lungo trenta metri avrebbe dovuto occupare suppergiù un quarto della larghezza del fotogramma. E non sarebbe stato fotografabile da un sistema che mostra invece con grande nitidezza e ottimo contrasto le scritte del display? Temo che sia un'asserzione poco credibile...
axlman ha detto:
non capisco perché nessuno dei sottoscrittori gli chieda almeno conto di questa faccenda

O magari lo fanno ma lui ovviamente non pubblica i commenti.
Non saranno tutti così fessi quelli che gli hanno dato i loro soldi... no... vero?:\
Quando ho visto che il display mostrato da Straker non era simile a quello disegnato sul manuale, ho pensato che NON fosse falsificato, la differenza tra realtà e finzione è che la finzione deve essere verosimile.
Non vuole dire che il filmato sia "autentico".
La mia opinione è che quelle scritte siano create in postproduzione con software di titolazione o di grafica.
Ma è notevole che siano così somiglianti a quelle della foto del modello pro 3000 che ho trovato. Il 3000 è sicuramente molto simile, lo stesso manuale del 4000 ad un certo punto fa confusione tra i due.

Come ha fatto?
se ha accesso ad uno di questi telemetri può aver scattato una foto del display per poi ricalcarla in Photoshop.

Se non ha il telemetro deve aver trovato in rete informazioni accurate per poter riprodurre il display come è in realtà e non come è nel manuale.

E' proprio cercando queste informazioni che ho trovato il video da cui ho "estrapolato" la foto in questione, che non mi sembra comunque sufficiente allo scopo di ricalcarne le caratteristiche.

Sarebbe fantastico trovare un video di un telemetro in funzione per paragonare i tempi di reazione e il lampeggiamento delle scritte con quelli di Straker.

Visto che Straker non ha mostrato foto del telemetro (a parte quella righettata) direi che non lo possiede.

Ma allora come ha fatto a riprodurre il display in maniera così credibile? Dove ha preso le informazioni?
E' davvero così che si comporta quel display?

Mi sembra una indagine interessante da fare per capire se davvero possiede il telemetro, visto che della sua parola non ci si può fidare.
Se avesse davvero creato l'accrocchio che dice non avrebbe mancato di fotografarlo.
Inoltre tale accroccchio non potrebbe girare quel video senza un errore di lettura o una manomissione.

continuo a cercare...
Ha pubblicato la ricevuta dell'ordine, ma questo mi solleva un ulteriore dubbio:
Andando sulla pagina di vendita

http://www.opticsbestbuy.com/Newcon-LRB4000CI-Laser-Range-Finder.html

si nota che il range finder in questione ha un tale "Computer output (RS-232)".

Occorreva proprio fare il filmato farlocco?
un ulteriore dettaglio: nella immagine da lui pubblicata è nascosto(non si sà per quale motivo) il numero di ordine.

Si rende conto che è riportato nella barra del titolo?
invece di arrampicarvi sugli specchi,lo avete visto il secondo filmato? questo è fatto allineando la videocamera con il telemetro ancora dubbi? http://it.youtube.com/watch?v=LJ92uVr-epE
Attenzione!! Spruzzer ha pubblicato la fattura del telemetro!!
http://www.scribd.com/doc/8329086/Fattura-Newcon-Range-Finder

ciao a tutti!
Sovrapponendo le scritte del display di Straker con quello della foto ORIGINALE del 3000 queste non corrispondono.

E SOPRATTUTTO

Sovrapponendo il display del primo video con quello del secondo, entrambi di Straker,

dove nel primo c'era scritto "LOW" nel secondo c'è scritto "HIGH"!

QUI le immagini a confronto

LO HA MODIFICATO PER CORREGGERLO!
Ha messo un nuovo video.
Chiedo scusa a tutti quelli che lo dicevano e a cui non credevo: avete ragione, fa proprio di tutto per far vedere che è un falso...
Per quanto riguarda la fattura,
il costo dello shipping è troppo basso,

avrà ordinato qualcosa di più piccolo e leggero e falsificato l'immagine.
Ciao Paolo, scusa il cross-post, scrivo qui lo stesso commento che ho fatto su di un'altro blog.
Riguarda il secondo filamto messo in rete da Straker sulla prova-telemetro.

Il nuovo filmato e' questo.

Il commento era questo:
"Ciao a tutti,
provo a mettere il carico da 11 sul commento di Riccardo.

Stante tutto quanto detto da lui, aggiungo che nel nuovo filmato si vedono due cose diverse in due momenti diversi.

Fate caso alla ripresa della casa, al secondo 11. Guardate come sono impastate le scritte "target reflection" e "high" e, soprattutto, dove cadono relativamente al bordo del campo.

Ora confrontate le stesse scritte al secondo 16. Notate nessuna differenza?

Com'e' che e' cambiata sia la posizione relativa (queste sono piu' grandi e piu' periferiche) che la messa a fuoco?

Evidentemente, i due frame non stanno mostrando la stessa cosa.


Altra considerazione.
Nell'ipotesi che le due riprese (casa e aereo) siano state fatte con la stessa strumentazione, c'e' un'incongruenza grossa... come una casa!

L'aereo ripreso misura circa 60 pixel di lunghezza.
La casa circa 200.
La casa e' a 500 m (sbaglio l'arrotondamento, ma quel che conta e' l'ordine di grandezza).
Se la casa fosse a 2000 metri, sarebbe lunga 50 pixel, piu' o meno. Cioe' quanto l'aereo.
Alzi la mano chi e' mai salito su un A340 lungo 15 o 20 metri, forza!

Quel coso (sul modello dell'aereo ho tirato a indovinare) non puo' essere meno di 60 metri: dovrebbe sbordare abbondantemente dal campo inquadrato!"
Mi sono fatto un po' di conti su distanze, prospettive, ecc. e le ho messe sul mio blog. L'aereo all'inizio del primo filmato e' ad almeno 7 km di distanza, ad una quota di 1000-1300 metri, ed è disassata di al massimo 1000 metri rispetto all'osservatore. Ci sta puntando addosso.
Questo naturalmente se la distanza finale e' quella indicata.
Il secondo filmato contiene una interessante calibrazione, le dimensioni dell'edificio a 558 metri. Assumendo 3.5 metri per l'altezza di un piano (inclusi solai) verrebbe un campo di meno di 3 gradi (molto vignettato quindi), e circa 0.01 grado a pixel. Il tanker quadrimotore ha un'apertura alare di 22 metri. Ma se uno si fida ciecamente del "campo = 5 gradi" potrebbe sbagliare la scala del fotomontaggio.... Basterebbe il palazzo vicino avesse piani di 6 metri.
@ananka

Non se n'era reso conto, ma poichè è un assiduo lettore di Paolo e dei commenti, ti ha letto e ha provveduto. Anche il filmato in cui misura la distanza nota della casa gli è stato suggerito dai nostri commenti. Da solo non ci arrivava. Straker, hai la professionalità di un ragazzino di 12 anni, lascia perdere che è meglio.
OT Ananka del film "La mummia"?
dove nel primo c'era scritto "LOW" nel secondo c'è scritto "HIGH"!

E che dimostrerebbe? Il "low" del primo video significava che la misura era inaffidabile, l'"high" di questo che sarebbe affidabilissima.
Gliel'avevo scritto anch'io in un commento (ovviamente censurato) che attendevo di vedere un video con reflection high.
E lui l'ha preparato;)

Cmq occhio ai calcoli e ai paragoni con la casa. Sono due riprese diverse quindi lo zoom del telemetro può essere diverso.
Lo stesso vale per la grandezza delle scritte che cambia: avendo spostato tutto l'apparato, magari la telecamerina l'ha avvicinata a un po' di più all'obiettivo.

Fermo restando che il fatto stesso che abbia fatto così ridicolmente poco per dimostrare l'autenticità del video è un fortissimo indizio che non lo sia....
Il secondo filmato è realizzato meglio, come dicevo: con tutti questi commenti gli abbiamo spiegato come realizzare un vero video farlocco.
Tant'è che ci ha dato il "contentino", facendo vedere che la videocamera entra nell'obbiettivo.. ma ovviamente EVITA di farci vedere il resto del binocolo.
Abbiamo parlato di suono dell'aereo (piuttosto rumoroso a quell'altezza) e ha messo una simpatica musica di sottofondo.
Abbiamo giudicato il fatto che a quell'altezza, considerando la velocità dell'aereo è impossibile riprenderlo per tutto quel tempo dalla stessa angolazione.. e lui ci ha accontentato con meno di 10 secondi utili per dare un giudizio.

L'unica cosa PALESE è che con questo video ha dichiarato dichiarato di aver falsificato il primo. (vedi scritte sul display)
E questo può valere come prova per screditare anche quest'ultimo.