Cerca nel blog

2009/05/15

Le cose che non colsi - 2009/05/16

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.


La classifica dei peggiori fallimenti tecnologici. Pubblicata dalla celebre rivista Time, una stroncatura per il sistema operativo dello zio Bill. Vista è al primo posto; seguono la Gateway, l'HD-DVD, l'operatore VOIP Vonage, Youtube (è popolare, ma perde soldi a badilate), l'emittente radio satellitare Sirius XM, il lettore audio-video Zune di Microsoft, la Palm, Iridium, il Segway.


Una mia recensione semiseria di Star Trek. La registrazione alla radio svizzera dovrebbe essere ascoltabile in streaming qui presso la RSI. Dico dovrebbe perché al momento non mi funziona, ma il link è quello.


Permessi fai-da-te. Sempre più spesso i fotografi dilettanti si trovano bloccati dai servizi d'ordine o da guardie private che vietano di fare foto anche in luoghi pubblici, appellandosi a leggi antiterrorismo che in realtà non prevedono nulla del genere. Allora c'è chi ha pensato di rispondere a leggi fasulle con un'autorizzazione fasulla del Department of Homeland Security. Il kit per fabbricarsela è scaricabile qui (ma vedo nei commenti che ha smesso di funzionare). Se vi interessano guide serie ai vostri diritti di fotografare in USA e Regno Unito, date un'occhiata anche qui.


La navetta Atlantis e il telescopio spaziale Hubble. Questa fotografia eccezionale di Thierry Legault mostra l'Atlantis e Hubble, in orbita intorno alla Terra, colti mentre transitano davanti al disco del sole. Le foto originali sono sul sito di Legault.



Vodafone elimina le tariffe di roaming internazionale Questo per le telefonate in 35 paesi, ma soltanto per gli utenti britannici e se si usa la rete Vodafone del paese ospite. Segno che se si vuole, si può.


DVD Jon colpisce ancora. Jon Lech Johansen, detto DVD Jon per le sue attività informatiche mirate a dare agli acquirenti onesti la libertà di fruire dei propri DVD dove e quando vogliono, senza restrizioni arbitrarie, ci riprova con DoubleTwist: un programma che semplifica il marasma di formati e codec dei file audio e video e fotografici e permette di trasferire questi file da un dispositivo all'altro (telefonini, lettori, videocamere) in modo semplice e intuitivo.


La suina fabbricata in laboratorio? Corrono voci secondo le quali il virus dell'influenza suina sarebbe stato fabbricato in laboratorio e l'OMS indagherà sul caso, e subito si pensa al complotto delle multinazionali. Bloomberg suggerisce una spiegazione meno alla Dan Brown: un errore delle procedure di laboratorio. Prima di innamorarsi della tesi spettacolare, bisogna eliminare le spiegazioni alternative banali.


La Cina ha falsificato le immagini della passeggiata spaziale? Trovate su Astroengine una dettagliata discussione in proposito. Anche il battibecco su Fark.com è ricco di spunti, per quanto rumoroso.


Che crononauta sareste? Se vi trovaste scagliati indietro nel tempo, sapreste sfruttare le vostre conoscenze scientifiche per sopravvivere o stupire i nativi? Eccovi una pratica lista di nozioni applicabili anche in epoche tecnologicamente arretrate che possono servirvi per fare un figurone. Assolutamente non può mancare nella vostra macchina del tempo.


Ingegneria tramite bombe nucleari. Se siete in vena di progetti ambiziosi, chinatevi di fronte a questo. Il testo Engineering with Nuclear Explosives, del 1964, è scaricabile presso Archive.org, testimone di un'epoca che ora pare così surreale e sconsideratamente ottimista, ma che ci ha portato sulla Luna.

62 commenti:

alberto cz ha detto...

Ahi, il link alla photolicense non funziona piu'! :(((

souffle ha detto...

Certo che andare indietro nel tempo solo per ridiffondere la teoria secondo la quale un aereo vola sepmplicemente a causa della depressione che si crea sul dorso del profilo e quindi viene praticamente risucchiata verso l'alto... beh... allora è meglio restare al presente! Quella teoria è stata "sbufalata" da almeno settant'anni, ma è davvero incredibile quanto certe idee sballate siano dure a morire.

souffle ha detto...

... e quindi l'ala... sorry

OrboVeggente ha detto...

Mah!
Quante CENTINAIA DI MILIONI di copie in più avrebbe dovuto vendere Vista, secondo voi, per essere almeno AL SECONDO POSTO di questa classifica?
Perché io non conosco nessuno che abbia Segway, oppure un HD-DVD, oppure l'operatore Voip oppure Iridium.
Ma che hanno Vista, nel bene o nel male, ne conosco ben più di qualcuno!
Eppure Vista è primo in classifica! Primo!
Ci vedo un po di ipocrisia, ma giusto un po (quello che è lungo 653 km e attraversa la pianura padana, intendo!)

Ripeto: quale era il numero di MILIONI-DI-COPIE vendute che avrebbe fatto scendere Vista almeno al secondo posto?

OrboVeggente ha detto...

ecco, ci sono cascato, lo sapevo!!
Maledizione.

Luca ha detto...

Volevo segnalare quella che mi sembra una vera e propria bufala (in cui è incappata Repubblica.it): quella della Torre Effeil nella mano!

http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/esteri/eiffel-mano/1.html

Qualcuno ne sa qualcosa?

souffle ha detto...

Peccato per il Segway, perché quell'arnese l'ho provato ed è davvero straordinario sotto tutti i punti di vista. Non si è trattato di un vero e proprio fallimento tecnologico e l'articolo di commento in fondo lo ammette. Quello che ha fregato tutta l'operazione è stata la strategia di marketing superficiale e sballata (troppo caro per il target) e l'impossibilità legale di usarlo su strada in molti paesi. Se fosse stato possible portarlo a casa con duemila Euro e girarci come col Velosolex (chi lo ricorda?), oggi ad un sacco di gente sarebbero spuntate le ruote.

souffle ha detto...

http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/esteri/eiffel-mano/1.html

---------

Peccato, questa notizia è in anticipo sui tempi. Doveva uscire intorno a ferragosto, insieme allo squalo binaco che terrorizza le spiagge dell'Adriatico, al tizio che ha trovato un nido di vipere in giardino e a quello che ha trovato un porcino con una cappella da un metro e mezzo di diametro.

suz ha detto...

Scusa Paolo, ma cosa sono i priori DVD nel trafiletto su Jon Lech Johansen? E' un refuso?

Hayabusa ha detto...

@souffle: la teoria secondo la quale un aereo vola sepmplicemente a causa della depressione che si crea sul dorso del profilo e quindi viene praticamente risucchiata verso l'alto...Quindi sono ora curioso di sapere perché un aereo vola, o meglio: perché un'ala funziona e un asse di legno inclinato no.

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

@orbo

hehehehe
sai perché vista è una suola? ti rispondo così, dopo un anno dall'uscita di Win95 quanti usavano ancora Windows 3.x? ora fatti questa domanda con XP e Vista

previsione: Xp vivrà accanto a vista ancora per moltissimo tempo, almeno fino all'uscita di Win7

Paolo Attivissimo ha detto...

i "priori" erano i "propri", grazie del debug :-)

Alberto D. Biafelli ha detto...

@souffle
Scusami souffle ma il tuo commento suona piuttosto infantile in questo blog, dici che la teoria della'ala è stata sbufalata ma nn dici ne il perchè ne quello che dovrebbe succedere in un aereo per volare. è una stupidaggine lo so ma almeno essere coerenti con il blog in cui si scrive perlomeno in queste piccole cose,no?

Massimiliano ha detto...

@OrboVeggente 16/5/09 11:15

dimentichi pero` di considerare quanti si sono ritrovati vista preinstallato sul pc senza avere possibilita` di scegliere.

Nella mia piccola esperienza, conosco solo 1 utente pienamente soddisfatto di vista. Te :-)

Replicante Cattivo ha detto...

Riguardo a Youtube, per voi quanto può durare ancora?
Ormai i canali televisivi stanno operando un rastrellamento dei loro video (però poi sono i primi a utilizzare YT per reperire immagini, fregandosene altamente dei diritti d'autore)
Ma probabilmente la mazzata più grande la sta dando la Warner, che sta facendo sparire tutti i suoi videoclip: gran parte dei visitatori di YT sono sicuramente persone che lo utilizzavano per rivedere i video musicali -visto che le varie MTV e Allmusic trasmettono sempre i soliti- o anche solo per riascoltare certe canzoni.
Ovviamente è una politica ridicola, sapendo che basta fare un click su Dailymotion per ritrovare tutto cià che Youtube cancella.
E inoltre -non è una battuta- consideriamo che YT non ha una sezione destinata ai video sexy e presenta una forte censura riguardo l'argomento. Possiamo ritenerlo giusto o sbagliato, ma di fatto, come mossa commerciale, è un autogol.

souffle ha detto...

L'asse di legno inclinata (che in aerodinamica si chiama "lastra piana") vola eccome! Non benissimo, ma vola. L'ala vola fondamentalmente a causa della "circolazione", ovvero - detta in parole poverissime - perché spinge una notevole massa d'aria verso il basso: principio di azione e reazione. In altre parole, vola anche grazie a Bernouilli (la circolazione avviene anche in base al suo principio), ma soprattutto grazie a Newton. La teoria delle molecole d'aria che devono correre più veloci sul dorso per riunirsi a quelle che scorrono sul ventre (e chi l'ha detto che si devono per forza riunire?!) e quindi creano una depressione che risucchia l'ala verso l'alto, regge da un'infinità di anni perché è semplice, intuitiva e suggestiva, ma è totalmente sballata. Non spiega, ad esempio, come faccia a volare un aereo acrobatico con un profilo simmetrico (e quindi anche con una lastra piana), né tantomeno come possa avvenire il volo rovescio. E non lo dico io o un Marcianò qualunque che si sveglia la mattina e ti spiega come va davvero il mondo, ma fior di studiosi a partire da Ludwig Prandtl, il padre della moderna aerodinamica. Per chi volesse approfondire, nel sito di Jef Raskin c'era un documento che, pur con qualche approssimazione, era chiaro e pure divertente. Dico "c'era" perché Raskin è morto e il sito(l'ho appena scoperto) non esiste più. Un motivo in più per sottolineare la volatilità del digitale rispetto alla stabilità dell'analogico. Fortunatamente per me, che ci campo sopra, la carta stampata non morirà mai... Comunque alcuni anni fa avevo tradotto l'articolo per una mia pubblicazione. Se qualcuno fosse interessato non ha che da chiederemelo e gli mando un pdf.

Gianni Comoretto ha detto...

La lista dei viaggi nel tempo mi sembra molto poco utile. Se so che un surrogato del progesterone ha formula bruta C20H26O2 senza neppure saperne la struttura, non parliamo di come sintetizzarlo, dosi, ecc. e' utile piu' o meno come sapere che la propulsione a curvatura usa il dilitio.

Idem per il profilo alare, senza conoscenze sui materiali per fare un'ala decente, l'ABC del magnetismo ma non le applicazioni pratiche, le proprieta' piezoelettriche del quarzo e si salta direttamente agli orologi elettronici.

La penicillina è una scoperta geniale, ma gli antichi greci conoscevano le prorpietà antibiotiche delle muffe. Fleming aveva in più la fortuna di essere capitato in una delle muffe più antibiotiche che esistano, e di avere tecniche di estrazione che permettevano di produrre quantità di penicillina usabili. I primi pazienti curati con la penicillina sono morti perché quella disponibile era finita, e glie la riciclavano pure dalle urine.

Alcune idee sono effettivamente utili e praticabili: la bussola, la vaccinazione (dal vaiolo) se non ti corrono dietro con i forconi, la pastorizzazione del latte. Ma ricordate la fine di Semmelweis prima di dire troppo in giro che le malattie sono causate dai germi.

Temo che un insieme di conoscenze veramente utili se si va nel passato (e non si dispone dell'attrezzatissimo tardis o di un cacciavite sonico) richiedano a loro volta una serie di abilità tecniche e pratiche che non stanno in un fogliolino. E una capacità non indifferente di persuasione, se si vuole convincere qualcuno.

L'economa domestica ha detto...

Io conosco persone a cui la storia dei batteri non è ancora entrata in testa...

L'economa domestica ha detto...

Sì, ma alla signorina della Tour Eiffel i fondamenti della sicurezza hanno mai pensato a spiegarglieli? Correre con le chiavi in mano? E perché non con le forbici?

Replicante Cattivo ha detto...

Riguardo ai viaggi nel tempo, qualunque lista è inutile. Qualunque cosa deciderete di fare, sia essa utile o dannosa per la vostra sopravvivenza, è già accaduta.
Se voi siete morti 600 anni fa, bruciati in una piazza per aver parlato della Terra rotonda oppure 1000 annifa , assassinati da contadini impauriti perchè aver tirato fuori una torcia elettrica, non esiste lista che vi possa proteggere, perchè...

"Whatever happened, happened"Ah, ma quante cose ci insegna Lost XD

souffle ha detto...

Per chi fosse interessato all'argomento: "Perché l'aereo vola", ho messo la versione italiana dell'articolo di Jef Raskin (sapete chi era, sì?) qui:

http://tinyurl.com/q3fmmg

il file da scaricare è. "effettoCoanda.pdf"

Buona lettura.

souffle ha detto...

Chiedo scusa. Dimenticavo che all'indirizzo precedente c'era già da tempo un altro articolo sull'argomento. Il file è: "portanza.pdf"

Gianni Comoretto ha detto...

@replicante.

La lista nel passato e' utile come in qualsiasi altro posto. "Whatever happened, happened" (secondo la teoria dei viaggi nel tempo autoconsistenti, alla Lifshichz, che non sappiamo se e' quella giusta), ma cio' non toglie che puo' essere accaduto in modi diversi per il povero viaggiatore (che non sappiamo chi fosse e come gli sia andata).

Non e' riuscito, evidentemente, a spiegare l'elettromagnetismo ai greci, ma magari avere una bussola o le conoscenze per fare gli antibiotici puo' aver salvato la pelle a lui e magari a qualche altro. Insomma, io me la porterei, ma non quella li'.

Hayabusa ha detto...

Uhm... purtroppo questo non è né il luogo né il momento per lanciarsi in discussioni di aerodinamica teorica.
Ho dato una velocissima occhiata al documento (non ho finito di leggerlo ma mi riprometto di farlo) ma mi pare che chi l'ha scritto (che di professione faceva l'informatico, mi pare di ricordare) sia caduto in grossolani errori che, ovviamente, vanno tutti nella direzione della teoria che vuole dimostrare.
Tanto per dire, quando parla del profilo concavo-convesso e pretende di dimostrare che, mentre il ventre ha un percorso più lungo del dorso, l'ala crei comunque portanza verso l'alto, dimentica di indicare dove si trova il punto d'attacco. Tale punto non è fisso, ma varia in funzione dell'angolo di attacco (e non è detto che sia dove solitamente ci si aspetta di trovarlo), il che fa variare anche la lunghezza dei due "percorsi". Ad un opportuno angolo di attacco quel profilo (come qualunque altro profilo, d'altro canto) fa esattamente quello che lui dice che non fa: crea portanza verso il basso.
Quando parla di profili strani che non funzionano, si dimentica che un ala funziona grazie alla viscosità dell'aria: se i filetti si staccano dall'ala, questa non funziona più (tecnicamente si chiama "stallo") per cui non si possono fare forme troppo accentuate.
Quindi, perdonatemi, direi che fino a quando non avrò il tempo di analizzare approfonditamente il documento resisterò all'impulso di buttare nel caminetto il foglio che mi han dato al Politecnico dopo aver studiato aeronautica. :-)

P.S.: Come fa un aereo a volare rovesciato? Dando sufficiente angolo di attacco (negativo, ovviamente) all'ala. Il che spiega anche perché gli aerei acrobatici hanno solitamente profili simmetrici: in tal modo l'angolo necessario ad una manovra è lo stesso sia che si voli dritti, sia che si voli rovesciati

psionic ha detto...

Come si può affermare che l'HD-DVD sia stato un fallimento? E' un formato che è stato eliminato sul nascere per ragioni concorrenziali, non è che non ha venduto. Forse, è vero, se avessero continuato a produrli, sarebbero stati un fallimento, ma di fatto il mercato di produzione (e di vendita, a parte le scorte) è stato bloccato da un giorno per l'altro.

E' quasi (quasi) come dire che un brevetto o un'invenzione sono un fallimento perché non hanno trovato un'applicazione pratica...

OrboVeggente ha detto...

Massimiliano:
Nella mia piccola esperienza, conosco solo 1 utente pienamente soddisfatto di vista. Te :-)-
-
E invece non lo sono nemmeno io :-)

Questi "scoop" della classifica e gli articoli che li riprendono e diffondono mi fanno proprio arrabbiare.
Non per ideologia preconfezionata ma perché so già che da lunedì mi arriveranno in negozio clienti a dire "ma lo sai che Vista è la bufala del decennio? Non lo compro più il computer che volevo comprare..."

T. Fulvio ha detto...

Certo che andare indietro nel tempo solo per ridiffondere la teoria secondo la quale un aereo vola sepmplicemente a causa della depressione che si crea sul dorso del profilo e quindi viene praticamente risucchiata verso l'alto... beh... allora è meglio restare al presente! Quella teoria è stata "sbufalata" da almeno settant'anni, ma è davvero incredibile quanto certe idee sballate siano dure a morire.
Commento pubblicato da Blogger souffle 16/5/09 11:11

purtroppo souflet questa teoria la si trova persino nei libri di testo ministeriali per l'ottenimento delle licenze di pilota in Italia. Ed è anche la risposta che viene ritenuta corretta nei relativi quiz.
Eppure sul sito della NASA questa è indicata come una dele 3 teorie sbagliate sul come si crea la portanza in un ala e basta leggere un manuale inglese degli anni 50 "stik and rudder" rivolto ai piloti, per trovare la corretta teoria che alla NASA chiamano della circolazione (e spiega perché anche una palla da tennis puo' creare portanza)

souffle ha detto...

Come ho già scritto, l'articolo di Raskin ha tutti i limiti di un semplice articolo divulgativo e concordo col fatto che non è questa la sede per approfondire. A me semplicemente premeva rilevare che la teoria della portanza in chiave strettamente bernulliana enunciata in quel "vademecum per i viaggi nel tempo" è una trappola per gonzi alla quale nessun serio studioso, da Prandtl a Drela, dà ormai più credito da almeno settant'anni. Solo questo. In rete ci sono decine di documenti più esaurienti, e non solo da parte di informatici (geniali, però!) prestati all'aerodinamica. Come scrivono Anderson and Eberhradt (che non sono due sprovveduti):

"The primary advantage of this description is that it is easy to understand and has been taught for many years. Because of its simplicity, it is used to describe lift in most flight training manuals. The major disadvantage is that it relies on the "principle of equal transit times" which is wrong. This description focuses on the shape of the wing and prevents one from understanding such important phenomena as inverted flight, power, ground effect, and the dependence of lift on the angle of attack of the wing."

http://tinyurl.com/y9o8ce

souffle ha detto...

Come ho già scritto, l'articolo di Raskin ha tutti i limiti di un semplice articolo divulgativo e concordo col fatto che non è questa la sede per approfondire. A me semplicemente premeva rilevare che la teoria della portanza in chiave strettamente bernulliana enunciata in quel "vademecum per i viaggi nel tempo" è una trappola per gonzi alla quale nessun serio studioso, da Prandtl a Drela, dà ormai più credito da almeno settant'anni. Solo questo. In rete ci sono decine di documenti più esaurienti, e non solo da parte di informatici (geniali, però!) prestati all'aerodinamica. Come scrivono Anderson and Eberhradt (che non sono due sprovveduti):

"The primary advantage of this description is that it is easy to understand and has been taught for many years. Because of its simplicity, it is used to describe lift in most flight training manuals. The major disadvantage is that it relies on the "principle of equal transit times" which is wrong. This description focuses on the shape of the wing and prevents one from understanding such important phenomena as inverted flight, power, ground effect, and the dependence of lift on the angle of attack of the wing."

http://tinyurl.com/y9o8ce

T. Fulvio ha detto...

Per chi fosse interessato a questo link trovate un manualetto (con esperimenti interativi) realizzato dalla NASA e rivolto a piloti e studenti.
Nella sezione LIFT, trovate anche le 3 teorie più comuni ma sbagliate, su come si forma la portanza sull'ala di un aereo.

http://www.grc.nasa.gov/WWW/K-12/airplane/short.html

souffle ha detto...

Chiedo scusa per doppio post, sorry!

@ Orsovolante:
meno male che c'è un "addetto ai lavori" che sa di cosa stiamo parlando...
Raskin infatti fa l'esempio della palla da baseball (era ammeregano, bisogna capirlo!).
P.S.: l mio nick è "Soufflé", che poi è il nome del mio meraviglioso tuxedo cat.

T. Fulvio ha detto...

@Souffle
ops chiedo scusa per la gaffe del nik ;-)

Unknown ha detto...

O.T.

Seguendo uno dei link nel tuo post di oggi (quello sull'ingegneria con ordigni nucleari) ho trovato questo link con una gustosa parodia di Star Wars

http://www.archive.org/details/StoreWars

T. Fulvio ha detto...

@hayabusa

Sono anni che discuto della cosa e mi documento. In ogni caso penso che per tagliare la testa al toro basti la NASA.
Comunque la teoria del percorso più lungo ecc.. si è diffusa in Italia qualche decina di anni fa a causa di un manualetto Mal tradotto.

Se vogliamo restare in Italia, molto bello e per di più con valore storico, il libro di Stelio Frati (famosissimo progettista di aerei unici come il Falco ecc..)intitolato l'aliante. Il libro, del 1946, è disponibile in lingua inglese e formato PDF online (legale)qui:

http://www.seqair.com/TheGlider/TheGlider.pdf

Nelle primissime pagine viene spiegato come si realizza la portanza su un ala e vi sono appunto gli esempi del cilindro rotante ecc..

souffle ha detto...

Del libro di Frati era stata fatta una ristampa anastatica alcuni anni fa dalla libreria Gatti, ma credo sia andata anche quella. Comunque a volte capita di trovarlo sulle bancarelle. L'editore originale era Hoepli.

Anonimo ha detto...

@Souffle, @Orsovolante

Da ignorante in materia: la teoria della circolazione non la conosco (tant'è che fino ad ora non avrei dubitato della teoria della depressione per creare portanza), però ricordo qualcosa sul fatto che le palline da golf hanno le caratteristiche fossette che generano vorticosità in prossimità della superficie, proprio per creare maggior portanza ed ottenere tiri più lunghi.
C'entra con la teoria della circolazione, è tutt'altro argomento, o sono completamente fuori strada?
Grazie!

Roberto Scaccia ha detto...

Beh...che VISTA e Youtube siano un fallimento TECNOLOGICO mi sembra una gran fesseria.

Paolo ma che ci pubblichi?

Voglio vedere se avrai il coraggio di fare un post sulle foto di "Papi" oppure continuiamo con le solite (e inutili) scie chimiche ;-)

T. Fulvio ha detto...

@Chtorrian

si e no.

una spiegazione la trovi qui:

http://www.tshot.it/articolo/le-palline-da-golf/4

In ogni caso, come ha già detto Souffle, esistono molti profili con il ventre più lungo del dorso. Malgrado questo, questi profili invertono la portanza (ovvero consentono il volo rovescio, quando arrivano ad angoli di incidenza negativi.

Il gioco sta tutto nell'accelerare l'aria verso il basso, con la massima efficienza e quindi con la minor resistenza.

Anche un sasso puo' creare portanza... solo che lo fa molto male :-)

otello ha detto...

quella dell'ala mi mancava proprio
approffittero per studiarci su, non mi sono mai posto il problema!

l'ingegneria nucleare .. a bombe è eccezionale

sono da poco uscito da un reattore nucleare capita giusto a fagiuolo :D

Anonimo ha detto...

@Orsovolante
Thank-you very much, ovvero: un tankerone di grazie per te (giusto per creare sospetti ai non NWO-members)!

Letto il link. Nel frattempo mi sto documentando e recuperando le nozioni smarrite di quando, nel Pleistocene, studiai fisica...
:D

TNT ha detto...

Vista è un sistema operativo semplicemente vergognoso...

souffle ha detto...

Da Mac user pleistocenico (1986, ahimè!) devo confessare che Vista non mi sembra poi così drammatico. Mi spiego; ho appena cambiato un PowerMac g5 con un MacPro dove ho montato un terzo HD dedicato solo a Winzozz. Ho installato Vista per far girare qualche programma specifico (simulatori di modelli, programmi per l'analisi dei profili alari, ecc.). Mi guardo bene dal navigarci, ma a parte ciò non l'ho trovato così drammaticamente problematico. Affamato di risorse questo sì (ma per fortuna ce ne sono a strafottere), ed anche terribilmente paranoico. Ad ogni pié sospinto mi chiede se sono sicuro di voler fare questo o quello, ma a parte queste menate mi pare che giri benino. E' pur vero che non ho quasi alcuna esperienza con "winzozzerie" precedenti, ma non mi sembra ci sia da strapparsi i capelli. Ho dovuto tribolare un po' per far funzionare il secondo monitor in cascata (mentre con Mac OS X ha funzionato subito) , ma da quel che mi dicono con Windows il "plug and pray" è sempre stato la regola, Vista o non Vista. Mi sbaglio?

yos ha detto...

Per quanto riguarda i video musicali on-line, ho trovato questo sito:

http://it.musicplayon.com/

In genere, i video, hanno una qualità maggiore sia di youtube che di Daylimotion

yos

Paolo Attivissimo ha detto...

Se qualcuno fosse interessato non ha che da chiederemelo e gli mando un pdf. -

Io, grazie!!

Intrigante questa cosa, in effetti mi sono sempre posto il problema di come funzioni aerodinamicamente il volo rovesciato, se si spiega la portanza usando soltanto il principio di Bernoulli.

souffle ha detto...

Io, grazie!!

Ciao Paolo,
l'articolo di Raskin in pdf lo puoi scaricare al link indicato più sopra. Mi ha sempre divertito il fatto che il papa del Mac fosse anche un aeromodellista. Purtroppo il sito ufficiale ha seguito la sua sorte: è scomparso. Se vuoi qualcosa di più "ortodosso" puoi seguire i links della Nasa indicati da Orsovolante.

Pax ha detto...

Ciao ragazzi vorrei segnalarvi il link di Chris Pirillo (mi sara' simpatico perche' ha il cognome italiano?) dove si adopera per spiegare perche' nessun sistema operativo e' meglio di un altro ma tutto dipende da cosa ci dobbiamo fare con quello specifico OS.
Qui possiamo trovare la sua risposta, da user e da geek: Every OS sucks!
E' interessante da vedere e da ascoltare. E' in inglese ma si capisce benissimo anche per chi ha solo una leggera infarinatura della lingua. Godibile!

Domenico_T ha detto...

Massimiliano,

Nella mia piccola esperienza, conosco solo 1 utente pienamente soddisfatto di vista. Te :-)Aggiorna il conteggio a 2. Sono soddisfatto anche io ;)

psionic ha detto...

@Roberto Scaccia:

Veramente il post sulle foto di "papi" lo ha già fatto (vedi in fondo all'articolo ), e come qualsiasi persona dotata di buon senso poteva capire (andando a vedere, ovviamente, le foto a maggiore risoluzione disponibili) non c'è nulla di strano.

Chiaramente questo trascende da tutto il resto della questione. Ma per quel che riguarda le foto, tutto OK.

Explobot ha detto...

Vista forse qualcuno a cui è piaciuto c'è: il sottoscritto; sarò una mosca bianca, ma io personalmente mi sono trovato benissimo (veloce, affidabile e funzionale sul mio portatilino) e non ne farei ameno (non sto scherzando ...), però so che molti (tutti?) si sono trovati male e la velocità con il quale è uscito Windows 7 ne è la prova (anche se a me la beta che sto provando sembra un Vista SP2 con cambiato il nome e qualcosina d'altro). Giusto per la cronaca, non voglio aprire l'ennesimo flame.

Riguardo l'offerta telefonica di Vodafone mi pare (chiedo conferma da chi sa meglio interpretare le tariffe telefoniche) che alcune offerte Tre voce e dati siano valide ovunque ci sia copertura UMTS di Tre (e quindi anche all'estero: io ho chiesto conferma di questo a un negoziante in merito a quell'ultima offerta pubblicizzata dalla tre modelle in abitino dorato, ma si sa, c'è chi è disposto a confermare qualunque cosa pur di acquisire un nuovo cliente).

Riguardo alla considerazione su di "un'epoca che ora pare così surreale e sconsideratamente ottimista, ma che ci ha portato sulla Luna" riporto una frase tratta dal libro "Microservi" di Douglas Coupland: "I progettisti dell'Apollo e gli ingegneri della Nasa di Houston e Sunnyvale sono cresciuti negli anni trenta e quaranta col mito di Buck Rogers e delle esplorazioni extraterrestri di 'Amazing Stories'. Quando questa generazione aerospaziale è cresciuta abbastanza, hanno scelto tutti di trasformare il sogno in metallo."

Roberto ha detto...

Mah, senza entrare nelle polemiche tra utilizzatori di mac, di linux e di windows io sono tra quelli che ritiene che i sistemi Microsoft hanno il pregio fondamentale di essere sistemi adatti all'uso anche di chi di informatica non solo non ne sa nulla, ma NON ne VUOLE sapere nulla.

Per fare un esempio banale, non bisogna essere esperti di meccanica per guidare un'automobile.

La stragrande maggioranza delle persone che utilizza un pc con sistema windows, conosce solo lo stretto indispensabile per accendere il pc e avviare e utilizzare i programmi che gli servono per lavoro o per svago.

A mio avviso hanno anche loro il diritto "democratico" di utilizzare un computer.
Per forza di cose un sistema operativo che deve essere di semplice utilizzo per utenti inesperti ha degli svantaggi sul piano delle prestazioni.

La differenza tra le vendite di sistemi windows e di altri sistemi come linux e Mac è dettata, tra le altre cose, soprattutto al fatto che la maggioranza delle persone non VUOLE imparare a configurare in modo ottimale il computer, figuriamoci poi imparare comandi o altre cose di questo tipo.

Fatta questa premessa, Vista è stato un fiasco per vari motivi, ma soprattutto perché non ha saputo soddisfare proprio quelle persone che utilizzano il pc sensa volerne sapere un bit di come regolarlo. Il fatto che Vista sia percepito come più complicato di XP e anche più pesante perfino dagli utenti meno esperti che esistano sulla faccia della Terra la dice lunga sul perché è un sistema che non ha avuto successo.

Roberto ha detto...

Se mi trovassi catapultato nel passato prima del medioevo ci sono solo tre cose che mi piacerebbe sapere e il modo come ottenerle:

1) Produrre la semola di grano duro
2) Costruire una trafilatrice in bronzo.
3) Il metodo di produzione della carta.

Potrei così produrre e inscatolare pastasciutta e fornire un supporto per la scrittura con secoli di anticipo... e naturalmente il fatto di diventare milionario e potente sarebbe secondario... ^_^

Domenico_T ha detto...

Io mi son ritrovato Vista installato sul portatile e mi son sempre trovato benissimo: veloce e affidabile, nessun problema.

Ho installato Windows 7 su una partizione separata e mi trovo ancora meglio.

Che dire di più.

Frablog ha detto...

Se andassi indietro nel tempo inventerei:
lo sciacquone
il termometro
il semaforo
il treno
le regole della briscola
la tabellina del nove
yesterday e fratelli d'italia

;-)

ah...e poi mi porterei dietro, invece di quel poster, un almanacco con i risultati dei maggiori eventi sportivi mondiali..

Pax ha detto...

Io inventerei il sapone! Sempre se fossi ancora in tempo! :-D

E le patatine fritte!

Iilaiel ha detto...

@Netracer

Guarda io ho lavorato su win,mac e linux.
Mac riuscirebbe a usarlo anche un cerebroleso, richiede ancora meno neuroni di win... su win devi (o quanto meno dovresti) sbatterti per manutenere antivirus, firewall e ciofeche varie.

Su linux... mmm dovresti chiedere a qualche Ubuntofilo la richiesta in neuroni per installazione e manutenzione.

Io uso un distro che mi dicono essere particolarmente fetente, Gentoo, e se è vero che per installarla devi sbatterti un po' (deo gratias è corredata da ottime guide) per la manutenzione basta dare "emerge -uD world" e "emerge clean" una volta a settimana.

Su vista: una grande occasione sprecata, imho. Alcune idee e aggiunte a livello kernel & security sono decisamente buone, il punto è che sono implementate su un gestionale veramente troppo pesante e legnoso... lasciamo perdere le retro compatibilità. Io trovo veramente folle che un persona consideri normali 2 GB ram di requisito minimo per fare un esempio. Il fatto di avere programmato in Csharp purtroppo non consente a Vista di sfruttare pienamente lo harware, il che è un peccato.... se avessero usato un linguaggio più leggero e performante avrebbero veramente tirato fuori un gioiellino.
Per quanto riguarda win 7 se prendessero il kernel di vista e lo implementassero su un sistema gestionale leggero e duttile sarebbe VERAMENTE un figata (potrei persino tenermi una partizione WIN)

Replicante Cattivo ha detto...

Io se tornassi indietro nel tempo ucciderei mio nonno, per vedere di nascosto l'effetto che fa.

XD

Viggen ha detto...

Dico la mia sull'insuccesso di Vista o, per lo meno, sul fatto che non abbia raggiunto le cifre sperate da Microsoft non tanto nella vendita di macchine nuove (con V. preinstallato, ma molti hanno fatto il downgrade) quanto nel mancato upgrade di macchine con Xp.

Innanzitutto Vista è più esoso di risorse rispetto ad Xp: ok, potenziare un pc non è particolarmente dispendioso, ma perché dovrei farlo se il pc va già bene così?
In secondo luogo le nuove features non hanno suscitato l'interesse sperato, forse perché poco o male pubblicizzate o forse perché non strategiche. Possono dirci che Vista è più sicuro di Xp, ed è pure vero, ma Microsoft diceva lo stesso di Xp a suo tempo e poi, con l'SP2, è passata dal tutto aperto al tutto chiuso dopo però che danni erano stati fatti in abbondanza. Inoltre le caratteristiche che avrebbero dovuto caratterizzare il nuovo OS a partire da un nuovo filesystem si son perse per la via e per tanti l'impressione è quella di trovarsi un Xp vestito a festa ed ingrassato di qualche chilo.
C'è poi da dire che molti utenti sono pigri e la riorganizzazione dei menù e delle funzioni ha spaventato tutti gli utenti abitudinari (da programmatore di gestionali ho utenti che, se si aggiunge una voce ad un menù o non la vedono o vi entrano pensando di accedere al programma che stava precedentemente in quella posizione e che ora è appena sotto, ma loro non si sono presi neppure la briga di leggere il testo del menù): quindi va bene l'innovazione, ma deve essere fatta in modo che possa essere digerita da tutti, e non solo dagli addetti ai lavori.
C'è poi il problema dei driver non compatibili (ok, la colpa non è di Microsoft, ma se non ti funziona più una stampante od un vecchio programma che prima funzionava, prendi e ti fai cambiare l'OS, non la stampante od il programma).
Infine c'è la questione dei netbook, dove Vista non gira o non è sufficientemente economico (e qui Microsoft ha dovuto allungare la vita ad Xp per non perdersi una fetta di mercato).

Dire che Vista sia stato un fallimento non è vero, è tuttavia innegabile che i risultati (forse credo a ragione) non sono stati in linea con le aspettative di Microsoft che, infatti, s'è affrettata a mettere in pista Seven, che probabilmente manterrà molto di Vista ma che potrà essere spacciato più agevolmente (speriamo a ragione) come un nuovo e più importante passo in avanti.

Scusate la lunghezza del post.

Riccardo

Viggen ha detto...

Dire che Vista sia stato un fallimento non è vero=Dire che Vista sia stato un fallimento è falso

Credo che così la frase sia meglio interpretabile, scusate.

Riccardo

Explobot ha detto...

X Domenico

Finalmente qualcuno che la pensa esattamente come me riguardo Vista.
Il mio notebook 12" con Vista a bordo non lo cambierei per niente al mondo. Qualcuno si lamentava dei 2 GB di requisiti minimi per la RAM, io ne avevo proprio 2, però lo usavo tranquillamente con IIS e MS Sql server che ci giravano sotto e con Visual Studio Express (purtroppo questo è il motivo essenziale per cui non posso passare a Linux). Era costato sostanzialmente meno del più economico Mac portatile di allora con il quale non avrei potuto neanche masterizzare un DVD.

X Viggen

Mi trovo in sintonia con la tua analisi.

X Iilaiel

> dovresti chiedere a qualche Ubuntofilo la
> richiesta in neuroni per installazione

Meno di 0 e lo installi in una manciata di minuti. A me non va l'ingresso microfono, la webcam in Skype, certi formati video li vedo tutti sbalati e i giochi in grafica 3D sono più lenti che su un C64.

> il punto è che sono implementate
> su un gestionale veramente troppo
> pesante e legnoso...

Gestionale? Mi spieghi a che gestionale ti riferisci?

> Il fatto di avere programmato
> in Csharp purtroppo non consente
> a Vista di sfruttare pienamente
> lo harware, il che è un peccato....
> se avessero usato un linguaggio
> più leggero e performante avrebbero
> veramente tirato fuori un gioiellino.

Intendi dire (qui cerco di interpretare il tuo italiano) che Vista sarebbe stato programmato in C# ? Chi te lo ha detto? Sai cos'è C# e l'architettura DotNet ? Se non è così mi spieghi cosa intendevi dire ?

Mi sa che hai le idee un po' confuse. In questo modo getti discredito sulla tua opinione. Non sai e non ti accorgi neanche di non sapere. Brutta cosa l'ignoranza: crea mostri.

Riguardo la fama di Vista torna a proposito anche una citazione di Arthur Schopenhauer: "L'universalità di una opinione non dimostra la sua verità." ;-)

bertog ha detto...

... mah ... noi personalemente passare da XP x64 a Vista x64 a parità di HW ci ha ridotto di 1/3 i tempi di calcolo del FEM ... oltre a tutti i problemi di sicurezza risolti da UAC ... io non me la sento proprio di considerarlo un fallimento, anzi ...

Pablo ha detto...

Lo so che e' un po' OT, ma in questo post tra gli argomenti non affrontati ci puo' stare, la bufala che il nostro premier sia sempre uscito pulito dalle inchieste giudiziarie si arricchira' tra un po' di un altra puntata, cioe' quando nel febbraio 2010 andranno in prescrizione i suoi capi d'imputazione nel processo Mills, dalla cui sentenza egli risulta un corruttore seppur non processabile grazie al lodo alfano.

Ma si sa, questi magistrati comunisti ce l'hanno con lui...

Roberto Scaccia ha detto...

@psionic

Non ci nascondiamo dietro un dito per cortesia. Dall'articolo che mi hai consigliato (e ti ringrazio) di leggere:

"Un fatterello che in un paese normale si meriterebbe al massimo un trafiletto in dodicesima pagina inchioda i media italiani: sono false le foto che mostrano Berlusconi alla festa in questione? Valutate voi guardando la pagina appositamente predisposta dal Corriere. Se volete la mia opinione di non tecnico, sono false nel senso che il volto del premier è stato come al solito ripulito digitalmente (la pelle è troppo perfetta), ma Berlusconi era effettivamente presente nella foto. Ecco fatto. Ora il paese può tornare ad occuparsi di cose un po' più serie"

Un trafiletto finale non è degno di una vicenda che ha fatto ridere tutto il mondo. Le foto possono essere vere o false, ma da uno scandagliatore delle bufale come Paolo mi aspettavo un post intero dedicato alla vicenda.

Forse siete voi che avete TROPPO buon senso!