Cerca nel blog

2009/05/07

Le cose che non colsi - 2009/05/07

Google pseudopirata, amanti incastrati, Topolino antibufala e altro ancora in breve


Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "stefano.t" e "name".

Nuovo articolo su Undicisettembre. Per chi segue i complottismi undicisettembrini, segnalo l'articolo di Hammer su Undicisettembre che mette in luce le lentezze delle intercettazioni degli aerei fuori rotta ancor oggi, dopo gli attentati, con un caso tratto dalla cronaca recente. Un Cessna arriva dal Canada e i caccia ci mettono un'ora a intercettarlo. E alla fine non lo abbattono.


Google è da condannare perché favorisce la pirateria? PirateBay è stata processata e condannata in Svezia perché ha facilitato il reperimento di materiale vincolato dal diritto d'autore. Ma allora perché non si processa Google per pirateria? Se lo chiede Ars Technica, visto che Google, se si cerca il nome di una serie TV, suggerisce addirittura di cercare il file di Bittorrent corrispondente per scaricare gli episodi. Ed è nato anche Thepirategoogle.com, un sito che usa le risorse di Google per cercare film e musica, praticamente tutta illegale da scaricare e/o condividere. Se questo non è facilitare la pirateria...


Wolverine piratato prima di uscire, sbanca al botteghino lo stesso. Sempre più difficile dimostrare i danni prodotti dalla pirateria. Wolverine, il nuovo film della saga degli X-Men con Hugh Jackman, era già disponibile su Internet prima dell'uscita nelle sale, in una copia di lavorazione non finita, come segnala la BBC. Un chiaro caso di complicità interna al mondo del cinema. Ma il film è arrivato primo in classifica negli Stati Uniti, con 85 milioni di dollari d'incasso nel fine settimana soltanto negli USA, che salgono a 175 milioni includendo il resto del mondo, secondo Boxofficemojo. Altre info sono presso AP. C'è chi ipotizza che la copia di lavorazione sia stata diffusa appositamente per creare clamore intorno a un film che altrimenti non avrebbe fatto notizia (e a ragione: l'ho visto, e a parte qualche scena d'azione era al di là del ridicolo).


C'è un worm per Mac. Ma è molto gracile e malfatto, per cui è improbabile che lo troviate in giro. Si chiama Tored e si comporta come i suoi cugini per Windows, rastrellando indirizzi dalle rubriche dei client di posta: i dettagli sono su The Register.


Un giornale britannico chiede scusa ai propri lettori: è stato troppo negativo e insensibile. Lo dice in un trafiletto? Nooo. Sulla fiancata degli autobus. Il giornale è il London Evening Standard; ne parla il Guardian. Se lo facessero certi giornali di cui mi occupo spesso, visto il numero di bufale che pubblicano basterebbe a malapena la fiancata di una portaerei.


Il TGCom abbocca alla bufala degli amanti focosi incastrati. E abbellisce questa leggenda metropolitana classica con fior di dettagli, attribuendola alla Gazzetta dell'Adda. Lo spiegone del CICAP è qui.


Bufale a Paperopoli. Piero M. mi segnala che su Topolino di questa settimana (n. 2789) c'è una storia intitolata "Paperinik e il Leggendario Metropolitano" che fa una gustosa parodia delle bufale e delle leggende metropolitane diffuse anche tramite i video di "Youquack".


Ladro di laptop acciuffato grazie al software di localizzazione. Newsweek racconta l'avventura di Joshua Alston, che riesce a riprendersi il laptop rubato dando alla polizia le coordinate e le foto del ladro grazie al software di localizzazione e di comando remoto che vi ha installato. Un motivo in più per avere sempre a disposizione questo genere di programma, oltre a quello normale di accedere ai propri dati da remoto.


I mitici elicotteri neri esistono. Sono cari a tante teorie di cospirazione, secondo le quali i cattivi di turno (rettiliani, Illuminati, CIA, ragionieri, fate un po' voi) sarebbero dotati di segretissimi elicotteri silenziosi che calano all'improvviso per rapire chi parla troppo e sarebbero riconoscibili per il loro tipico colore nero. Ma esistono realmente, anche se non hanno le funzioni fantascientifiche descritte dai complottisti. Non hanno neanche un pilota: è il caso, per esempio, del Boeing A160T (foto qui accanto), radiocomandato e armato pesantemente. Ne parla, con dettagli sulle caratteristiche e gli impieghi, The Register.


SIAE libera gli autori online. Per la serie "pensavo che tu fossi mio protettore ma sei mio carceriere", secondo il Sole 24 Ore la SIAE permetterà agli autori di gestirsi direttamente le opere diffuse via Web. "Finora l'autore che ha affidato le proprie opere alla gestione della Siae non può liberarle, quindi è stata sempre la Siae a dare l'autorizzazione a terzi per il loro utilizzo, facendo da intermediario. Ora, invece, con la nuova regolamentazione annunciata un autore può mettere su Internet una propria composizione anche a titolo gratuito facendo una semplice dichiarazione alla Società che in questo caso dà piena libertà all'autore senza pretendere nessun indennizzo per il proprio servizio di gestione". Bontà sua.


Le foto di Berlusconi alla festa di Noemi. Un fatterello che in un paese normale si meriterebbe al massimo un trafiletto in dodicesima pagina inchioda i media italiani: sono false le foto che mostrano Berlusconi alla festa in questione? Valutate voi guardando la pagina appositamente predisposta dal Corriere. Se volete la mia opinione di non tecnico, sono false nel senso che il volto del premier è stato come al solito ripulito digitalmente (la pelle è troppo perfetta), ma Berlusconi era effettivamente presente nella foto. Ecco fatto. Ora il paese può tornare ad occuparsi di cose un po' più serie.


E per finire. Guardate qualunque video dell'illusionista Marco Tempest. Specialmente quelli fatti usando soltanto la videocamera del telefonino. Non ve ne pentirete.

48 commenti:

Luigi Rosa ha detto...

L'Evening standard non è un semplice "giornale inglese", è un must del pomeriggio se ci si trova nella capitale!

A partire dai rivenditori (non è venduto in edicola, ma distribuito con canali propri), veri spaccati di varia umanità, per continuare con gli "strilli" sui manifesti dei baracchini e terminare con la linea editoriale, lo Standard è una cosa completamente a sé.

Una volta un venditore mi ha offerto in omaggio una radiolina con cuffiette marchiata Evening Standard; siccome ho accettato, mi ha detto "Vuoi anche una confezione di zuppa liofilizzata che regalavamo ieri?". Quella l'ho declinata. :)

Cercate "evening standard" su Flickr e fatevi due risate.

souffle ha detto...

Mi spiace, ma a me le foto di "Papi" continuano a puzzare e non solo di fondotinta. ;-)
Quanto meno, la "manona" a sei dita sulla spalla di Berlusconi è degna di un posto d'onore qui:

http://photoshopdisasters.blogspot.com/

playwords ha detto...

E da quando un paese che segue certe vicende ha cose più importanti a cui stare attento?

Se ci fossero, forse, non si creerebbero neppure le condizioni ideali per il proliferare di queste idiozie.

Buon Lavoro ;-)

psionic ha detto...

Non ho capito la manona a sei dita. Comunque tutta la faccenda mi mette una tristezza assoluta.

P.S.
Paolo, adesso ti accuseranno di essere pro-Berlusconiano. E non è la prima volta, mi pare! :-)

Feanor ha detto...

souffle, ti riferisci a questa foto?

http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/politica/festa-noemi/2.html

in effetti dopo una prima, distratta occhiata, la mano sembra "anomala", ma basta guardare bene e si vede chiaramente che le dita sono 5 :)

Rado il Figo ha detto...

Fossimo un paese serio avremmo un Ministro della Difesa ospite fisso da Biscardi?

Pablo ha detto...

non sono affatto d'accordo (a meno che il fatto a cui ti riferisci tu sia limitato solo al caso foto ritoccate o meno)

Nel merito delle frwequnetazioni del nostro premier la storia e' ben diversa; nei paesi anglosassoni sulla vita privata delle personalita' politiche ci guardano dentro con la lente d'ingrandimento (anzi li' c'e' semmai un puritanesimo esasperato) altro che...

ivan paduano ha detto...

Mi occupo da anni di fotoritocco e fotografia digitale. La qualità delle foto che possono essere reperite sulla rete non consente di dare un giudizio definitivo sull'eventuale falso fotografico. Il ritocco è stato sicuramente effettuato, ma ciò che mi fa protendere per il falso è l'incredibile mancanza di profondità della figura del premier, il fuoco non sempre compatibile rispetto alla distanza (ed agli altri soggetti fotografici), l'espressione è in effetti molto innaturale e la luce ambientale sembra del tutto estranea alla figura, in alcuni punti sembra che l'immagine del solo premier abbia una risoluzione diversa rispetto al contesto. soprattutto una di queste propone un viso estremamente arrossato dello stesso premier a mio avviso alquanto sospetto.

mattia ha detto...

In merito agli amanti focosi.
Ho ricevuto l'email da un amico della zona. A me puzzava di bufala dall'inizio alla fine. Soprattutto per la citazione dii TGcom.
Tuttavia lui mi ha risposto che gli hanno confermato l'accaduto diversi testimoni che erano al centro commerciale.

Unknown ha detto...

grazie Paolo! Non conoscevo Marco Tempest e l'ho trovato davvero molto interessante... ed innovativo!

Viggen ha detto...

La storia degli amanti incastrati gira dalle mie parti (Toscana) da almeno vent'anni, con molte variazioni sul tema e gente che giura e spergiura che era tutto vero. O i casi sono molti (e mooolto simili tra loro) o sono tutte sciocchezze. Pensa anche alla storia della ragazza che ha dovuto fare la lavanda gastrica per lo sperma di più amici ingoiato, approdata sui giornali locali, o quella dei due amanti, lei incatenata al letto e lui feritosi dopo essersi lanciato travestito da superman/spiderman/ batman da sopra un armadio, fatto anch'esso raccontato per vero dalla Nazione.

Andrea Sacchini ha detto...

visto che Google, se si cerca il nome di una serie TV, suggerisce addirittura di cercare il file di Bittorrent corrispondente per scaricare gli episodi.

Scusate l'autocitazione, ma qualcuno, un po' di tempo fa, approfittando della possibilità di personalizzare Google, ne aveva fatto una versione adatta allo scopo. :-)

Replicante Cattivo ha detto...

Sulla storia degli amanti incastrati ne hanno parlato per più di mezz'ora a "Tutto Esaurito" (Radio 105)

La cosa che avrebbe dovuto far sospettare era il gran numero di persone che diceva "è successo ANCHE dalle mie parti".
Come ha detto Viggen, anche la storia della ragazza che ha fatto felici 18 ragazzi fuori dalla discoteca ogni tanto torna.
Il bello è che la gente dice "l'ho letto sul giornale" quando in realtà gliel'ha detto un amico (che a sua volta dice di averlo letto sul giornale oppure di sapere chi è la persona)

tripponzio ha detto...

il giornale citato dal tgcom ha veramente spacciato la notizia. sul sito è possibile vedere che bisogna abbonarsi per leggerla.
perchè spendere soldi quando il tgcom poi mi dà le notizie migliori aggratis?

Viggen ha detto...

Dalle mie parti la storia della ragazza tenne invece banco per settimane sui giornali locali (noti per l'alta qualità e attendibilità): ricordo perfettamente la civetta con cui la madre della ragazza invitava il mondo intero a lasciarli in pace, ma non mi risulta che ne venisse pubblicato nome e cognome (e non credo si trattasse di deontologia).

Dalle mie parti gira anche la storiella del ferroviere che avrebbe detto all'altoparlante: E'partito il treno per Roma, chi l'ha preso l'ha preso, chi non l'ha preso l'ha preso nel... localizzata di volta in volta nella mia città o a Firenze: mio suocero mi ci trattò pure male sostenendo che la cosa era vera perché ci si era ritrovato un suo conoscente... O era suo cuggino?

Viggen ha detto...

La civetta del giornale, intendo, non l'uccello (...per la serie me lo ha detto un uccellino...)

Franci ha detto...

Quella degli amanti incastrati girava quando io facevo le elementari e chissà da quanto girava prima che arrivasse alla mia ingenua memoria...
Ho superato i 30 e gira ancora, anzi, tutti la confermano perchè l'hanno sentita anche loro. Ma un pizzico di spirito critico no?

sverx ha detto...

Lungi da me credere a quel che dice il TGCom, però tu hai erroneamente accostato l'articolo del CICAP (che parla di rapporti vaginali) e quello dell'articolo, che parla di un rapporto NON vaginale... il che non vuol dire che si possa rimanere incastrati in un rapporto di questo tipo, semplicemente l'articolo del CICAP non lo smentisce :)
Ciao! :)

Rado il Figo ha detto...

Su il mattino di Padova nel 1997 (data non casuale) andarono avanti un'intera settimana (a luglio) col proprietario di discoteche ritrovato dentro un fosso "tutto bagnato che gli mancava un rene", e come prova della veridicità veniva riportato il fatto che... il tipo non rispondeva più al telefono e non si vedeva più a casa. Alla fine rivelazione! rivelazione! era solo andato in vacanza per 7 giorni ai Caraibi.

Anche Salvo Sottile del tg5 fece un servizio sullo sposo che la notte prima delle nozze trova la sposa a letto col testimone e successiva piazzata l'indomani davanti al prete. Prove? Articolo su un giornale locale e i vecchiotti del paese che commentavano "ha fatto bene" "ha fatto male".

Non vi dico poi l'innumerevole serie di zingare pescate nei bagni dei vari supermercati della zona con pargolo appena rapito a cui stavano cambiando d'abiti. Sempre l'ineffabile mattino l'aveva riportata come accaduto nel centro commerciale dove lavorava mio fratello, a cui chiesi conferma. Che ottenni ma, a richiesta di maggiori particolari, mi disse che non era accaduto durante il suo turno. Gli chiesi quindi di chiedere ai suoi colleghi, dai quali ebbe la stessa risposta, identica risposta: il fatto era accaduto sicuramente "perché è scritto sul giornale" ma nessuno ne era testimone oculare perché "sarà accaduto in un turno dopo il mio".

Replicante Cattivo ha detto...

Il fatto è che ormai è assodato che i giornali locali spesso si inventino le notizie per riempire le proprie pagine. Spesso i giornalisti non sono professionisti, ma sono persone che lo fanno per hobby e che quindi si affidano alle parole della gente senza darci troppo peso ("se me l'ha detto il barista dove vado tutte le mattine, mi posso fidare"). In altri casi si inventano platealmente la notizia.

Vi ricordate, tempo fa, di quel pensionato sorpreso a rubare un pacco di pasta perchè con la pensione non riusciva ad arrivare a fine mese e che ha ricevuto le donazioni di cibo di tutti i suoi compaesani? Commovente, specchio dei tempi...ma falsissima!
Però i giornalisti delle "grandi testate" (come quelle che dovrebbero prendersi) hanno ripreso la notizia pari pari ed eccola portata alla ribalta nazionale.

Quella della zingara che rapisce i bambini me l'ha raccontata pure mia zia, che fa la cassiera nel supermercato dove è avvenuto. Magari a lei l'hanno raccontata le sue colleghe, alle quali l'hanno raccontata altre colleghe...ma lei ha semplicemente detto "sai cosa è successo oggi mentre ero al lavoro?"

E' come quelle mail che iniziano dicendo "ad un mio collega è successo che...": se voi la ricevete da vostro cugino, la inoltrate al vostro amico e lui la invia a suo fratello, continuerà a dire che è successo ad un suo collega.

Viggen ha detto...

Francamente non so dirvi se c'è un correttore di bozze serio (o se, semplicemente, c'è un correttore di bozze vivo) presso le redazioni locali, ma vi assicuro d'aver letto un articolo in cui si parlava di una persona deceduta in un incidente stradale salvo poi concludere il pezzo medesimo con il fatto che il poveretto se la sarebbe cavata con due mesi d'ospedale... Capisco la bravura dei medici del 118, ma non credevo arrivassero a resuscitare le persone...

Rado il Figo ha detto...

"Spesso i giornalisti non sono professionisti, ma sono persone che lo fanno per hobby e che quindi si affidano alle parole della gente senza darci troppo peso"

Il non essere professionisti non li esime dall'essere scrupolosi: anch'io da poco ho iniziato a scrivere qualcosa in una testata on line "da dilettante", ma stai certo che prima controllo sempre quello che poi sarà pubblicato. Di sicuro non m'invento le cose o mi fido del "sentito dire".

Piero ha detto...

A proposito delle foto ritoccate: non sono in grado di dare alcun giudizio da esperto, ma vorrei far notare che Berlusca in alcune foto appare stranamente alto, con il cavallo dei pantaloni ben più elevato rispetto a quello degli altri. Come se fosse su un piedistallo.

E lo è (troppo alto) anche in termini relativi: dai dati presenti sul web la Noemi è alta 1,73...

Unknown ha detto...

(e a ragione: l'ho visto... A quale ragione? :)

Domenico_T ha detto...

La storiella degli amanti incastrati me l'ha raccontata la mia ragazza un paio di mesi fa. Teatro dell'incontro sarebbe stato il centro commerciale Carrefour di Pontecagnano (Salerno). Una donna ed il suo amante si chiudono nel bagno ed hanno un rapporto anale, per essere scoperti dal marito che, una volta posati gli acquisti nel cofano, è tornato indietro insospettito dall'assenza della moglie.

Anonimo ha detto...

A me Pirategoogle non va.
Una volta cliccato la ricerca compare un bel "FORBIDDEN".
"Your client does not have permission to get URL [...]".
Alice (il mio provider) o Google stessa?

Max Senesi ha detto...

@mattia:
invece di chiedere al centro commerciale, si potrebbe provare a telefonare al 118. Li sicuramente esisterebbe un referto o un qualcosa che attesterebbe la veridicità della vicenda pur nel rispetto della privacy. Anche a me la notizia è puzzata subito di bufala DOP.

CapitanJS ha detto...

<<... l'espressione è in effetti molto innaturale e la luce ambientale sembra del tutto estranea alla figura, in alcuni punti sembra che l'immagine del solo premier abbia una risoluzione diversa rispetto al contesto. soprattutto una di queste propone un viso estremamente arrossato dello stesso premier a mio avviso alquanto sospetto...>>

Guasto agli impianti bioplasmatici? ;-)

Ufo1 ha detto...

@ Roberto
Non va perchè il client pub, ovvero colui che usa Google (www.ThePirateGoogle) per fare la ricerca è bannato giaà dal giorno successivo da Google stessa

Paolo Attivissimo ha detto...

Claudio,

sì, l'articolo del CICAP parla di un altro tipo di rapporto, ma il principio è lo stesso. L'incastro, grazie al cielo, non è fisiologicamente possibile in entrambe le modalità. Come dice l'articolo, siamo anatomicamente differenti dai cani, e di questo siamo tutti molto lieti.

Paolo Attivissimo ha detto...

Giulio,

"a ragione" nel senso che il film è veramente fatto male e non è per nulla avvincente. Molte scene sono ridicole e la trama ha più buchi delle canottiere di Trinità. Le signore saranno contente di vedere Jackman a torso nudo per quasi tutto il film, ma per il resto...


ATTENZIONE, SPOILER:


La testa mozzata che trancia la torre doveva essere spettacolare ma ha prodotto una risata generale.

E quando muore la bella, meno male che non decidono di seppellirla e che nessuno si chiede che fine ha fatto... la lasciano lì nel bosco e chi s'è visto s'è visto.

Davvero un brutto film.

Replicante Cattivo ha detto...

Paolo, allora è meglio per te che non ti guardi mai "Heroes".
Magari dopo aver visto Zackary Quinto nei panni di Spock, ti viene lo schiribizzo di guardarti il telefilm. Beh, in tal caso fermati alla prima stagione, che è bellissima.
Già nella seconda iniziano i primi scivoloni, mentre la terza è un disastro totale in termini di assurdità e stravolgimento della continuity. Ormai i pochi fans che lo seguono, lo fanno più per vedere quale altro danno sono riusciti a combinare gli sceneggiatori.

Vaaal ha detto...

[amanti incastrati] non mi sembra una leggenda metropolitana. Pochi giorni fa è successo a salerno http://gold.libero.it/vietatoleggere/6711408.html

psionic ha detto...

Non c'entra con le cose citate, ma è sempre una chicca tra le altre...

A proposito dell'affidabilità di Wikipedia ;-) :

Dilber Strip ...e dopo ditemi che non so prendermi in giro :-D

L'economa domestica ha detto...

Mmmhhh anche se ADORO Hugh Jackman ho preferito rivedere un Clint Eastwood d'annata (La trilogia del dollaro) pur di non sorbirmi lo sciroppone-sola di "Wolverine".
Ed ho capito a chi si sono ispirati per il bel faccino del supereroe.

L'economa domestica ha detto...

Psionic wrote

Non c'entra con le cose citate, ma è sempre una chicca tra le altre...

A proposito dell'affidabilità di Wikipedia ;-) :

Dilber Strip ...e dopo ditemi che non so prendermi in giro :-D
Non so se è stato trattato QUESTO argomento...

http://it.reuters.com/article/internetNews/idITMIE5460AB20090507

Francesco Graniglia ha detto...

Ma non sanno che quando Google consiglia dei termini di ricerca è tutto fatto in modo automatico in base alle altre ricerche fatte con QUASI tutte le parole da noi inserite?

JohnWayneJr ha detto...

@ vaaal:
Interessante anche questa versione: ognuno racconta una storia con lo stesso canovaccio ma in modi completamente diversi...

Si potrebbero usare queste leggende per un concorso di scrittura.

La versione di Salerno é scritta in modo più divertente di quella di Bergamo!!

Comunque se tutte queste storie fossero vere, dovrei cominciare a frequentare di più i centri commerciali...
;-P

Replicante Cattivo ha detto...

Beh, proprio perchè è successa ieri a Bergamo e oggi a Salerno fa capire che sia una leggenda metropolitana.

Tralaltro della versione di Bergamo circolava un'altra versione: in questa, la donna era una cassiera, mentre l'uomo un addetto della sicurezza. Mentre succedeva il "fattaccio" il marito di lei -col figlio- era presente nel supermercato e quindi ha assistito all'arrivo dell'ambulanza e del caricamneto dei due amanti.

Rado il Figo ha detto...

Giacché siete andati in OT, io mi sono spanciato un quarto d'ora su questo

http://www.giornalettismo.com/archives/25350/quando-il-tricolore-era-grigio/

Domenico_T ha detto...

Ragazzi, la pagina che racconta l'incastro di Salerno è del 17 marzo ed è quella che io ho sentito un paio di mesi fa (come detto nel mio post).

A parte l'impossibilità della cosa dal punto di vista fisico, quando due storie sono molto simili ma cambiano dettagli che non ne stravolgono il senso, la puzza di leggenda metropolitana è lontana un miglio.

Non è che se una storia sta su internet acquista autorevolezza ;)

INFORMARMY.com ha detto...

Concordo sul fatto che le foto di Papi continuino a puzzare...


Paolo

http://www.informarmy.com

Pablo ha detto...

Io non so se puzzino o meno, anche se mi piacerebbe che qualche esperto di fotografia e fotoritocco le studiasse un pò e ne condividesse i risultati.
E' un pò curioso il fatto che non sia già stata fatta una analisi del genere quando per casi molto più "leggeri" saltano subito fuori degli esperti a parlare di foto tarocche...

Mah, si vede che come dice il nostro Paolo è un fatterello che non interessa molto...

Sarà, ma a prescindere dal fatto specifico delle foto taroccate o meno, tutta questa storia è un pò squalliduccia,ma comunque sappiamo come vanno le cose in italia...
Molta ipocrisia e basta.

Saluti

Replicante Cattivo ha detto...

Ammesso che Berlusconi (o chi per lui) abbia detto "realizzate un fotomontaggio per far vedere che io ero a quella festa", con tutta la gente che si occupa della sua immagine pubblica...davvero pensate che avrebbero dato questo ipotetico lavoro di photoshop in mano ad una persona che non sa nemmeno scontornare una figura? E pensate davvero che avrebbero fatto passare queste immagini, se davvero si trattasse di fotomontaggi, senza pensare che nessuno se ne sarebbe accorto?

Secondo me stiamo incappando tutti nella sindrome del cospiratore pasticcione.
Per me le foto sono ritoccate nei colori e hanno subito una pulizia delle imperfezioni (come capita in TUTTE le foto ufficiali diffuse dal premier, ma come succede anche nelle foto dei matrimoni) e questo contribuisce a dare l'idea di "plasticosità", ma sono comunque reali.

Pablo ha detto...

Però mi sembra un pò superficiale ridurre tutto alla stregua di cospirazioni e robe varie.
Qui non si tratta di cospirazioni, ma di semplici (eventuali) tentativi di copertura e aiuti, magari non richiesti, forniti in soccorso del premier.
Beh, poi i dubbi che esponi non so quanto siano validi, visto che in tante situazioni specie quando c'è di mezzo la politica si arriva a negare l'evidenza di fatti (da entrambe le parti intendo, anche se il nostro premier in questo è insuperabile), figuriamoci se ci si preoccupa di eventuali sbufalamente su un fotoritocco...

Quindi in linea di principio tutto sarebbe ammissibile, anche la sindrome del cospiratore pasticcione, tanto poi basta negare con tutte le forze e tutti i mezzi...

A me personalmente ripeto non serve sapere se siano vere o meno per farmi un idea della situazione (quella per me è già chiara), ma è una semplice curiosità al pari di quella che mi porta a capire se i video dei vari sciachimisti o complottisti vari siano fasulli.

A me quelle foto sembrano particolarmente finte, molto al di là dei soliti "lifting" da photoshop che vediamo di solito nelle foto ufficiali.

Ovviamente la mia è solo un'impressione da non tecnico e, ripeto, mi piacerebbe leggerne una da un esperto.

Replicante Cattivo ha detto...

Qui non si tratta di cospirazioni, ma di semplici (eventuali) tentativi di copertura e aiuti, magari non richiesti, forniti in soccorso del premier.Siamo tutti d'accordo sul fatto che la storia delle foto è soltanto l'ennesimo tentativo di dare agli italiani qualcosa di stupido su cui discutere, anzichè pensare alle cose serie. "Cospirazione" è un termine eccessivo.

Beh, poi i dubbi che esponi non so quanto siano validi, visto che in tante situazioni specie quando c'è di mezzo la politica si arriva a negare l'evidenza di fatti (da entrambe le parti intendo, anche se il nostro premier in questo è insuperabile), figuriamoci se ci si preoccupa di eventuali sbufalamente su un fotoritocco...Ok, sul fatto che lui sia una persona dai comportamenti estremamente discutibili (il gesto del mitra alla giornalista russa) o che pecchi incredibilmente di presunzione (la telefonata al cellulare davanti alla Merkel). Lui probabilmente non si farebbe problemi a mostrare due foto attaccate con la pinzatrice, sostenendo che è una foto reale.

Ma ammettendo che lui abbia ordinato al suo staff questi fotomontaggi, che qualcuno li abbia realizzati e qualcun altro li abbia dati alla stampa...davvero è possibile che NESSUNO dello staff (persone profumatamente pagate e -probabilmente- capaci a fare il loro lavoro) non abbia detto "scusate, ma qui si vede chiaramente che è un fotomontaggio"?
E' come credere alla storia che qualcuno abbia realizzato il complotto lunare, studiandolo nei minimi particolari, e poi nessuno si sia accorto che si vedevano i riflettori nelle foto.

Al contrario, se ci sono stati ritocchi di colore e definizione (per far sparire eventuali imperfezioni del volto)...beh, non è certo un segreto. Secondo te, quando Letizia Moratti ha stampato i manifesti per farsi votare, davvero pensava che nessuno notasse la "lievissima" differenza col suo volto vero?
http://www.juzdongivaphuck.com/wp-content/uploads/2007/09/letizia-moratti-differenze.jpg

Quindi in linea di principio tutto sarebbe ammissibile, anche la sindrome del cospiratore pasticcione, tanto poi basta negare con tutte le forze e tutti i mezzi...Certo. Nessuno esclude che alla base della vicenda ci sia questo ragionamento: "diffondiamo delle foto visibilmente ritoccate, lasciamo che la gente si scanni sul fatto che siano vere o no...così intanto io mi faccio le mie cose".

A me personalmente ripeto non serve sapere se siano vere o meno per farmi un idea della situazione (quella per me è già chiara), ma è una semplice curiosità al pari di quella che mi porta a capire se i video dei vari sciachimisti o complottisti vari siano fasulli.Ma infatti si può discutere su questa vicenda principalmente per i meccanismi che sono alla base e quelli che ne possono derivare...non certo perchè ci interessa sapere se il premier era o no a quella festa! Di sicuro per noi non cambierà nulla.

A me quelle foto sembrano particolarmente finte, molto al di là dei soliti "lifting" da photoshop che vediamo di solito nelle foto ufficiali.Sono "finte" come tutte le foto che non servono a ritrarre un momento particolare, ma servono ad esaltare chi vi compare.
Può anche darsi che siano effettivamente state scattate come foto ricordo della serata,ma la loro pubblicazione non fosse prevista, ma dato il precipitare degli eventi, si è eseguito il solito ritocco, ma questa volta con molto meno tempo a disposizione.
Chissà...a te interessa? :D

Gianfranco Goria ha detto...

Lodevole la storiella anti creduloneria coi paperi. Peccato che esordisca col solito errore di dislocazione dei pinguini: stavolta sono nel "pack artico"! E non si trattava di una bufala. La redazione di Topolino non è nuova a cosucce di questo tipo (fornendomi spesso occasioni per segnalare blooper fumettistici su afNews) - di solito, minimo minimo, mettono banalmente insieme orsi polari e pinguini. Sigh. :-)

Pablo ha detto...

@Replicante

Giusto un paio di cconsiderazioni conclusive sull'argomento.

Non stiamo parlando di un evento epocale come lo sbarco sulla luna, quindi il tuo paragone mi sembra un po' eccessivo.
Se immaginiamo (per assurdo, ovviamente) che lo sbarco sulla luna sia stata preparato in studio mi pare ovvio che si sarebbe trattato di un appuntamento pianificato da tempo da mostrare al mondo intero, quindi li' avrebbe avuto MOLTA importanza una attenzione maniacale nei dettagli di un (eventuale) falso girato in studio con foto ritoccate senza imperfezioni. Ma sappiamo che cosi' non e' stato visto che poi hanno preferito andarci davvero sulla luna.

Viceversa, questa vicenda molto piu' piccola e futile, ma con possibili pesanti ripercussioni per l'immagine del premier e' stata molto piu' repentina e secondo me puo' essere verosimile che non ci sia preoccupati piu' di tanto nei fotoritocchi, e ci si sia accontentati di un risultato soddisfacente per un ossevatore comune (non avvezzo al foto-taroccaggio) ma magari non esente da impefezioni.
Ribadisco quindi che secondo me una situazione del genere (cioe' non preoccuparsi che qualcuno un po' piu' esperto dica: ma si vede che e' un fotomontaggio!!) potrebbe essere verosimile.
Ricorda che (purtroppo) viviamo in un paese dove i nostri uomini politici di tutti gli schieramenti (con l'attuale premier che detiene il primato con enorme vantaggio sul secondo...) fanno una dichiarazione agli organi di informazione e gia' il giorno dopo smentiscono ( con frasi del tipo: mai detto che...) anche in presenza di video documentati. Qui il problema di fondo e' che neanche in questi casi si va a vedere questi video e si contesta a questi signori che hanno una sfrontatezza tale nel prenderci in giro su questioni molto piu' gravi di questa. Figurati se ci si pone minimamente il problema da te sollevato, in un altro paese forse...


Poi, ripeto la mia curiosita' non e' quella di sapere se il premier era presente o no a quella festa (questo dato e' sicuro), ma se quelle foto, il cui intento era di dare una immagine "rassicurante" della presenza a quella festa, hanno in qualche modo piazzato la figura del premier in quelle immagini come qualcuno ha voluto far intendere.
Questa cosa mi interessa molto, perche serve eventualmente ad aggiungere un tassello sul cattivo costume dei nostri mezzi di informazione che non esitano a taroccare le cose che poi ci presentano per vere.