Cerca nel blog

2010/05/15

Due illusioni ottiche magnifiche

Non crederete ai vostri occhi


Due splendide dimostrazioni dedicate a tutti quelli che dicono "l'occhio è come una macchina fotografica".


I dettagli sono qui.

Anche questa non è male:

37 commenti:

Stepan Mussorgsky ha detto...

waoooooo @_@

Nel primo caso si tratta di prova incontrovertibile di anomalia gravitaziunale! :D

Kaeel ha detto...

Molto carine :)
Hai mica qualche dettaglio anche sulla seconda?
Grazie!

K.

Unknown ha detto...

La seconda è fantastica!
In pratica ogni rombo è uguale, presenta un gradiente di colore con la parte più chiara in alto...
I rombi bianchi in alto servono solo per "dare il via" all'illusione...
...credo... ;)

LuCa

Gwilbor ha detto...

Molto meglio la seconda, la prima funziona solo sopprimendo la visione binoculare, la seconda invece non fa nient'altro che prendere una "feature" del nostro cervello e trasformarla in un bug!

Unknown ha detto...

In realtà l'occhio è una macchina fotografica, è il cervello che elabora molto più di una macchina fotografica e si lascia qualche volta ingannare.

E' la gestalt!

http://it.wikipedia.org/wiki/Psicologia_della_Gestalt

dadda

Davide ha detto...

Scusate, ma io la seconda proprio non la capisco. Cosa c'è di illusorio??? Vedo solo un rombo che viene spostato su un foglio con altri rombi disegnati, non riesco a percepire nulla di strano: a cosa devo prestare attenzione?

Pablo ha detto...

@davide

forse al fatto che le tre file di rombi hanno gradazione di colore diverso e il rombo "magico" si trasforma nel colore appropriato ad ogni spostamento.

www.iMaccanici.org ha detto...

@ Davide…
Complimenti, ho dovuto fare tutto il giro per dire "in fondo è normale", ma tu mi hai bruciato dicendolo fin dall'inizio!
:-D

Tukler ha detto...

Sono entrambi banali e facilmente spiegabili, non ci vedo niente di che...!
Nel primo il centro degli scivoli è posizionato sopra l'Arca dell'Alleanza, nel secondo sono le aure di colore dei rombi che emanano energie sottili che variano la frequenza di risonanza del rombo che viene passato.

L'economa domestica ha detto...

La prima mi fa venire in mente la salita/discesa di Ariccia.
La seconda mi ha fatto impazzire, è fantastica.

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

@tuccler

ma LOL

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

quelle come la secondo, cioè sui colori, mi affascinano sempre molto

per esempio in questa immagine i quadrati A e B sono dello stesso colore! io non ci ho creduto fino a che non ho aperto l'immagine con un programma di grafica e ho "preso" i colori di entrambi i quadrati: laconicamente il computer me li ha mostrati come lo stesso colore

ma forse era un gomblotto del mio pc contro di me...

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

anche questa è un illusione, ma funziona solo con una categoria di persone :D

Thomas Morton ha detto...

Drakkar, non riesco a vedere la barca. secondo me si tratta di un fake.

granmarfone ha detto...

Convincente la costruzione.

Occhi e macchine fotografiche: per me davvero una foto, una ripresa, vale più di mille parole; ma al contrario però.
Nel senso che una immagine, che sia vista con l'occhio o sia una foto o un video, può essere terribilmente falsa oppure dimostrare una realtà capovolta o inesistente, rendere verosimile l'impossibile o il suo contrario, disorientare, meglio di quanto possa fare un intero libro.

Per chi fosse interessato al genere e non lo conoscesse segnalo questo sito

http://www.michaelbach.de/ot/index.html

in uno degli esempi presentati vi è anche una apparizione magica: magari un parente del santone indiano che dopo avere non mangiato forse vuole non bere un caffè (è un indizio per arrivarci subito)

cip650 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
cip650 ha detto...

Qui c'è la possibilità di sovrapporre i rombi, anche se l'effetto è meno stupefacente, forse per il gradiente più contrastato.
http://is.gd/cayw2

granmarfone ha detto...

Per curiosità:
qual è la procedura per eliminare un commento?

grazie

Gian Piero Biancoli ha detto...

La seconda è una variazione (IMHO meno efficace) della celebre illusione della scacchiera già citata da Drakkar.
Per i dettagli rimando alla pagina dell'ideatore Edward H. Adelson.

Motolo ha detto...

le ombre del primo video tradiscono la struttura... certo, col senno di poi è facile trovare cosa ha fregato il nostro cervello, ma meglio tardi che mai :)

Tukler ha detto...

La prima è la vincitrice di questo concorso, dove anche le altre non sono niente male... la terza classificata soprattutto è molto particolare, la versione avanzata della ballerina rotante di qualche tempo fa!

Stepan Mussorgsky ha detto...

"Per curiosità:
qual è la procedura per eliminare un commento?

grazie"

Sotto i tuoi commenti c'è l'icona di un bidone:cliccala ed elimina! :D

Questi post sono bellissimi perché mettono a confronto le nostre facoltà percettive: ad esempio, il secondo mi impressiona meno perché mi rendo conto che il colore è sempre lo stesso ma la mia visione per accostamenti me lo fa cambiare. Nella prima il mio cervello va in pappa: io vedo discese, non c'è niente da fare! :D

Divilinux ha detto...

Anche io nel secondo non riesco a catturare l'inganno. È una malattia grave o questo bug nel cervello l'avete pure voi?
Nel caso se rimango qualche anno senza mangiare e bere (74 per la precisione) dite che questo bug scompare o rimane?

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

@dyve

ma neanche dopo che t'hanno detto di guardare i colori?

PS prova comunque a fare come lo yogi, non sia mai che hai trovato come sbarcare il lunario :D

@grammarfone (scusa se t'ho ribattezzato)

il sito che hai linkato è bellissimo, praticamente TUTTE le illusioni ottiche sono lì :)

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

perché mettono a confronto le nostre facoltà percettive

The pattern at the right is stationary – yet it seems to expand, especially if you don't look directly at it, for instance when reading this text.

Not everybody perceives this illusion, for as yet ill-understood reasons.


http://www.michaelbach.de/ot/mot_snakeAdLib/index.html

Anonimo ha detto...

@DyVe: prendi un rombo singolarmente e vedrai che non è di colore uniforme.

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

questa illusione è simile a quella delle ruote d'automobile con cerchioni e mi ha sempre affascinato, sin da piccolo

Gian_Ibanez ha detto...

a chi interessa, ho fatto una prova con paint ritagliando uno dei rombi più in basso e ponendolo in uno degli spazi bianchi in alto. il contrasto si nota parecchio ;)
http://img29.imageshack.us/img29/2659/illusione.png

granmarfone ha detto...

ho fatto una prova con paint ritagliando uno dei rombi più in basso e ponendolo in uno degli spazi bianchi in alto. il contrasto si nota parecchio

sinceramente non capisco cosa dimostri

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

sinceramente non capisco cosa dimostri

io capisco che, giustamente, il cervello continua ad essere ingannato: mettendo il rombo sempre più sopra sembrerà sempre più scuro

o no?

granmarfone ha detto...

Questo esperimento, dove tutti i rombi sono identici, dimostra il seguente effetto ottico:
un grigio medio posto su un fondo più scuro sembrerà più chiaro, posto su un fondo più chiaro sembrerà più scuro.

Lo spostamento indicato mi sembra esca dalla logica della specifica dimostrazione.

In alcuni esercizi visibili al link che avevo indicato si trovano varie dimostrazioni analoghe.

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

un grigio medio posto su un fondo più scuro sembrerà più chiaro, posto su un fondo più chiaro sembrerà più scuro.

uhm mi sa che il mio cervello è troppo facilmente ingannabile O_O

granmarfone ha detto...

Sono illusioni ed effetti ottici che ingannano in egual modo (più o meno) la percezione di tutti.

Poi c'è chi per vari motivi, professionali o no, conosce tecnica e logica dei vari effetti e osserva separando gli elementi o sfrutta questi artifici nelle arti rappresentative, nella pubblicità ecc.
Un effetto analogo: in una scenografia teatrale si rappresentano più chiare le cose lontane per aumentare il senso della distanza e della profondità - ad esempio le montagne in un paesaggio dipinto.

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

nella pittura molto suggestivo è l'uso dell'anamorfosi

granmarfone ha detto...

Anamorfosi

Qualcuno (datato) potrebbe ricordarsi di dischi 45 giri, con canzoni per bambini, in voga verso la fine degli anni ’50/inizio ’60, con il piatto stampato in anamorfosi.
La visione veniva ricostruita ponendo un prisma con molte facce o un tronco di cono rovesciato (non ricordo bene) sul perno centrale, che ruotava con il disco: la superficie riflettente permetteva di vedere il disegno.

Qualche esemplare conservato?

Poorman ha detto...

nella pittura molto suggestivo è l'uso dell'anamorfosi

Anche a teatro. Ad esempio ho visto una rappresentazione in cui facevano "stare" in un palcoscenico piuttosto piccolo una tavolata lunghissima. Ma quando uno degli attori-camerieri ha portato via dal tavolo un piatto - credo fosse un budino - si è voltato leggermente, rivelanmdo il trucco: anche il budino era anamorfico!
Dell'anamorfosi non aveva già parlato Paolo in un articolo?

Comunque continuo a non "vedere" il trucco della seconda, anche dopo aver letto i commenti sui rombi tutti uguali... la mia testa bacata continua a vederli diversi :(

Myollnir ha detto...

@Tuckler
Ma che dici? Non vedi che la struttura è chiaramente una Piramide Maya?
cfr: http://www.kuthumadierks.com/pageopen.asp?r=isis&id=125
L'energia è convogliata naturalmente verso l'alto.
Quanto al rombo, è evidente che rilascia, al passaggio, una micro-scia chimica, che altera il colore di ciò che ne viene influenzato, provocando una minipioggia minifantozziana.
Torna a studiare, và!