Cerca nel blog

2010/05/26

Robotica sempre più affascinante

LittleDog, il robot che zampetta e salta



L'agilità dell'ultima versione di LittleDog, la versione ridotta del robot da soma BigDog, è semplicemente impressionante. Nel video qui sopra scavalca ostacoli, sale le scale e riconosce i punti più stabili d'appoggio. Non si sa se è già in grado di rintracciare Sarah Connor.

63 commenti:

alessandro ha detto...

Fighissimo, ne voglio in giro per casa XD

Anonimo ha detto...

Rimango a bocca aperta…

Luigi Rosa ha detto...

Ribadisco quel che ho scritto altrove: dovrebbero usare quella tecnologia per fare sistemi di deambulazione per invalidi. Altro che le "carrozzelle".

Per Sarah Connor, io non ne sarei cosi' sicuro.

theDRaKKaR ha detto...

era un robot! maledizione l'ho acciaccato

^___^

theDRaKKaR ha detto...

cmq hanno tagliato il pezzo dove il robot ha mandato a fanxxxx tutti e se n'è andato in un posto totalmente pianeggiante e senza ostacoli di sorta :D

Slowly ha detto...

"cmq hanno tagliato il pezzo dove il robot ha mandato a fanxxxx tutti e se n'è andato in un posto totalmente pianeggiante e senza ostacoli di sorta :D".

AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH...

m'hai fatto sdraiare, in effetti ce lo vedo, "oh ma che ***** v'ho fatto di male!!!"

:D :D :D

Pier ha detto...

In futuro forse si costruiranno arti robotici per i portatori di handicap. Sarebbe un grande progresso.

pgc ha detto...

Straordinario ma... perche' fa un po' schifo?

frankbat ha detto...

Da softwareista, UN OCEANO DI INVIDIA per quei veri geni che sono riusciti a programmare una cosina cosi'!
"cmq hanno tagliato il pezzo dove il robot ha mandato a fanxxxx tutti e se n'è andato in un posto totalmente pianeggiante e senza ostacoli di sorta :D"
sto ancora ridendo, dopo 20 minuti!!!!!

bofola ha detto...

Credo che questo sia solo(?) un prototipo dimostrativo per capire poi fin dove si può andare avanti. Avanti naturalmente per fini meno fantasiosi e più terra terra; ciò non toglie che per adesso è (sembra!) un giocattolino o poco più. Siamo ottimisti e diamo tempo al tempo e.....senza ambizione di monetizzare troppo sulle disgrazie altrui!!!!!!!!!

ValterVB ha detto...

Se vi piacciono i robottini:

Dennis Hong: My seven species of robot

Ciao
VB

NetRACE ha detto...

Io lo voglio comprare, o montare.
Si può? Non si può? Dove?

Anonimo ha detto...

Un cane robot nel 2010? Ma ci aveva già pensato qualcuno in Italia nel 1979: un cane che canta. Come tanti altri, d'altronde, che si chiamino Bobby o...

Dora ha detto...

Somiglia molto ad uno scarafaggio, però queste "macchine" mi affascinano. Chissà perché ma mi sembra che quasi abbiano un'anima!

Dora ha detto...

@accademia dei pedanti: questo non è un semplice robot che ripete gesti pre-registrati, bensì reagisce in maniera diversa a stimoli diversi

Riccardo (D.O.C.) ha detto...

Proprio stamattina ho tenuto un seminario al Politecnico di Milano sull'argomento "robotica come driver dell'informatica", e nel lungo e interessante dibattito che è seguito si è parlato molto di Big Dog e dei suoi "fratelli".
Mi permetto quindi di fare qualche osservazione.
Intanto, non sono d'accordo che sia più "impressionante" Little Dog. Soprattutto nell'ultima parte del filmato dimostrativo di Big Dog si vedono cose, tipo il trotto, che Little Dog non è in grado di fare. Ma Mark Raibert ha progettato ben altro: Petman appare, anche all'occhio inesperto, assai più impressionante, perché ha due gambe e non quattro, anche se per ora è solo un prototipo.
Ma il punto non è questo.
Il punto è che, pur essendo delle meravigliose applicazioni di varie tecnologie e di varie discipline (la controllistica in primo luogo), come robot quella macchina è veramente povera. Senza qualcuno che la telecomandi non va da nessuna parte, o quasi. Addirittura, qualcuno dei presenti ha insinuato il dubbio (legittimo) che nel suo caso non si possa neanche parlare di robot. Certamente, di "intelligenza" non ce n'è.
Se volete vedere dei veri robot, anche se inutili dal punto di vista pratico, potete guardare questi. Almeno sono divertenti, e interessano un po' meno ai militari. Purtroppo, solo un po'.

Dora ha detto...

@Luigi Rosa: http://www.bioblog.it/2006/06/04/robot-bipede-per-invalidi/2006270

Hayabusa ha detto...

"Dovrebbero usare quella tecnologia per fare sistemi di deambulazione per invalidi."

In realtà ricordo di aver visto, non troppo tempo fa, un servizio televisivo sulle "protesi bioniche", vale a dire protesi non solo estetiche ma anche "attive", che azionate da sistemi elettroidraulici, simulano (nel caso di gambe direi "sorprendentemente bene") il movimento dell'arto mancante.

In effetti su Youtube ci sono tonnellate di video che documentano i progressi in questo campo.

L'eccezionale di questo video è invece che il robot si muove da sè ed in maniera autonoma: il prossimo lander interplanetario potrà avere un autonomia e capacità di movimento tale che i "vecchi" robottini su ruote mandati su Marte, con tutto il loro carico di tecnologia, sembreranno anticaglie :D

Paolo Attivissimo ha detto...

Certamente, di "intelligenza" non ce n'è.

Capisco. Personalmente, però, non pretendo che un robot sappia parafrasare Shakespeare in sanscrito. Trovo più utile che sappia arrampicarsi sulle scale di casa per portarmi un caffè se sono a letto o intrufolarsi tra le macerie se sono sotto una casa crollata.

O scavalcare un sasso su Marte, invece di impantanarsi.

Riccardo (D.O.C.) ha detto...

Lo so. Però andarti a prendere un caffè è proprio una delle cose che Little Dog non è in grado di fare, perché non ha capacità di pianificazione autonoma delle proprie azioni.

Riccardo Russo ha detto...

bello bello bello...
Chissà dove arriveremo un giorno o l'altro...
Altro che i robottini che progetto e programmo io a scuola... hahaha

Paolo Attivissimo ha detto...

Però andarti a prendere un caffè è proprio una delle cose che Little Dog non è in grado di fare

Vero. Ma l'enorme intelligenza artificiale necessaria per farmi il caffè sarebbe inutile se non fosse in grado di spostarsi per andare in cucina. LittleDog e simili cominciano a risolvere i problemi di deambulazione. Intanto altri ricercatori progrediscono nella risoluzione dei problemi di AI. I due fronti di ricerca hanno bisogno l'uno dell'altro.

Marco ha detto...

A me sembra che riconoscere un terreno e saperlo percorrere sia comunque una forma di intelligenza, perché prevede delle scelte continue su come muoversi.

Riccardo (D.O.C.) ha detto...

Ma l'enorme intelligenza artificiale necessaria per farmi il caffè sarebbe inutile se non fosse in grado di spostarsi per andare in cucina
Guarda che il problema della navigazione in ambienti interni, anche se su livelli diversi, è risolto da un bel po' di tempo. Casomai una macchina del genere può avere utilità in campo aperto. Quelli che non sono ancora risolti sono molti altri problemi di natura prettamente informatica, come riuscire ad aprire le porte, a meno di non motorizzarle.
Comunque, io non nego affatto la validità e l'importanza di questo lavoro: dico solo che sarebbe opportuno inquadrare la notizia in modo da far capire che i limiti di questa macchinetta sono molto più stringenti di quanto non possa sembrare a prima vista, come dice molto correttamente bofola.

theDRaKKaR ha detto...

come riuscire ad aprire le porte, a meno di non motorizzarle

davvero? pensavo che non fosse un problema troppo diverso dal camminare

martinobri ha detto...

Il prossimo lo vogliamo a forma di gatto

Riccardo (D.O.C.) ha detto...

C'è, c'è...

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

Ma che schifo! Sembra uno scarafaggio gigante! Per fortuna si muove più lentamente e può essere ANNIENTATO! SCRACK! scrack scrack scrack scrack scrack! (e insisto con l'anfibio finchè ogni più piccola parte cessa di muoversi)

martinobri ha detto...

Non vorrei diventare pedante anch'io, ma più che uno scarafaggio sembra uno scarabeo

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

Bah in ogni caso, scarafaggio o scarabeo, la mia mazza da cinque Kg (tm) è in grado di risolvere il problema.

Il mulo bionico mi faceva molto meno schifo :)

martinobri ha detto...

il primo:

http://1.bp.blogspot.com/_1NfJXzPz2UA/ReXa1PBRj-I/AAAAAAAAAMQ/XrPAr2bMhB4/s320/scarafaggio.jpg


il secondo:

http://sunshine.fotoblog.it/photos/medium_0087.JPG

martinobri ha detto...

E quando appoggia le zampe in salita, mi ricorda il gesto della raganella

pgc ha detto...

mi piacera' del tutto quando avra' imparato a camminare in maniera sexy. :)

Pax ha detto...

Far out

Riccardo (D.O.C.) ha detto...

mi piacera' del tutto quando avra' imparato a camminare in maniera sexy. :)

Questa come ti sembra?

Hanmar ha detto...

Diobono, che impressione...

Incredibile la mobilita' e, non per contestare Riccardo, ma saper salire e scendere le scale e viaggiare sui terreni accidentati e/o irregolari e' una prova notevole.
Non tutto il mondo e' pianeggiante, basta venire a Venezia per rendersi conto che una carrozzella ruotata ha dei gravi limiti.

Poi una considerazione estetica. Piu' che uno scarafaggio sembra in effetti un cane.
Per la precisione un chihuahua decapitato, passato al microonde e inforcato con una maniglia. :D

Saluti
Michele

Pjt ha detto...

Da come cammina, dalla forma e dal colore, più che un cane sembra uno scarafaggio...
Invece che little dog dovevano chiamarlo little beatle: forse riuscivano anche a fargli cantare "yesterday" ;-)

lorentz ha detto...

@Riccardo D.O.C.
"Guarda che il problema della navigazione in ambienti interni, anche se su livelli diversi, è risolto da un bel po' di tempo."

Certo, per voi accademici un problema è risolto quando avete scritto il paper. Peccato che nel mondo reale un problema è risolto quando esiste almeno un prototipo che funziona e che funziona sempre (non solo in determinati casi). Per esempio, i "notebook con le ruote" che girano per la facoltà di Ingegneria dell'Università di Brescia non sono in grado di salire le scale. Anche il famoso robot antropomorfo della Honda aveva fallito nel tentativo di salire le scale (http://www.youtube.com/watch?v=ASoCJTYgYB0).

GuidoBH ha detto...

@Lorentz
Se non sbaglio Asimo della Honda, per scelta progettuale, non è dotato di alcun sensore aggiuntivo se non la visione binoculare. Il suo fallimento nel salire le scale è quindi dovuto ad errori di calcolo nel misurare l'alzata. Se fosse stato dotato di economicissimi sensori a ultrasuoni nei piedi, non avrebbe avuto il problema, ma, sempre se non sbaglio, non è stato fatto perchè in questo modo non sarebbe più stato realmente antropomorfo...

Marco ha detto...

Non mi sembra un grosso problema aprire le porte, per un robot, se questi sono in grado di maneggiare sushi e fragole...

http://www.youtube.com/watch?v=fBcfpeiM-lg&feature=related

In robotica ogni gruppo di lavoro si sta concentrando su un problema specifico. Più in là (ma non manca molto) più soluzioni verranno assemblate insieme fino a creare degli pseudo-animali o dei robot umani.

44rivax ha detto...

I robot dovrebbero svegliarsi...Sarah Connor non è detto che abbia la vita eterna. Magari quando saranno pronti lei sarà già morta.

riccardo (D.O.C.) ha detto...

@Lorentz Non so come debba interpretare questo commento.
Se è una critica alla ricerca accademica, beh, tutte le cose di cui stiamo parlando sono ben nate in ambiente accademico.
Non mi riferivo affatto ai miei robottini, che non sono fatti per e non pretendono di saper salire le scale (ma le scendono benissimo, a rotoloni :)) così come la tua automobile non è fatta per andare nelle sabbie mobili, ma ad altre ben più collaudate macchine, tipo i Pacbot.
Quanto ad Asimo, forse dovresti informarti meglio: non è vero che non sappia salire le scale, è vero che durante quella dimostrazione ha avuto un guasto. Cosa che potrebbe tranquillamente capitare a qualunque macchina e anche a un animale.
Ah, e di sensori guardate che Asimo ne ha una cifra. Compresi i sensori di pavimento, altrimenti non potrebbe stare in piedi, camminare e correre.

@Hanmar: io credo che l'impressione di grande mobilità che dà quel robot sia dovuta, almeno in parte, all'emulazione dei movimenti di un insetto, che noi non possiamo fare a meno di vedere. Ci sono altre strutture che si muovono meglio, più velocemente e con maggior sicurezza, ma che non fanno tanta impressione perché non abbiamo nella nostra mete un modello di riferimento con qui confrontarle.

GuidoBH ha detto...

@44rivax
E dov'è il problema, scusa? Verrà comunque terminata prima della nascita di suo figlio... Basta girare un po' di più la manopola del TimeRewinder.

Patafrulli ha detto...

Personalmente il filmato di Big Dog mi ha fatto a suo tempo moltissima impressione per la capacità di ripresa dopo che gli viene assestato un calcione e nella scivolata sul ghiaccio... E' evidente che in Little Dog si è lavorato anche sulla fluidità dei movimenti, ma anche il fatto che sappia migliorare dai propri errori e "imparare" è straordinario... Per una profana come me, almeno...

Io, comunque, se lo incontro per strada comincio a darmela a gambe...
;-)

riccardo (D.O.C.) ha detto...

Io, comunque, se lo incontro per strada comincio a darmela a gambe...
E fai bene, perché il solo vero interesse in macchine di questo tipo è, e sarà certamente ancora per molto tempo, di natura militare. Il che pone, in quelli che, come me, lavorano su queste cose, un forte problema di natura etica. Questo spiega il mio scarso entusiasmo per ricerche di questo genere: aggiungono poco o nulla alla carente intelligenza dei robot (che non è, come dice Paolo, la capacità di parafrasare Shakespeare in sanscrito), mentre aggiungono molto alla loro capacità di spostarsi in ambienti ostili. Esattamente quello che si richiede ad un bravo soldato: molti muscoli e poco cervello.

Denis Helicopters ha detto...

Avevate visto la versione beta di Big Dog?

http://www.youtube.com/watch?v=VXJZVZFRFJc

:D

Patafrulli ha detto...

la versione beta di Big Dog....

beh fantastica!!!!

Anonimo ha detto...

Ma gli scienziati stanno studiando un modo per aumentare il QI di un essere umano?
Fanno bene a dedicarsi all'intelligenza artificiale.....ma non vorrei che lasciassero indietro l'upgrade di quella umana.

Denis Helicopters ha detto...

"beta di Big Dog"

He he he he
quando l'ho visto mi son venute le lacrime dalle risate..

LeIntrovabili ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Per Elettra

Ma gli scienziati stanno studiando un modo per aumentare il QI di un essere umano?
Fanno bene a dedicarsi all'intelligenza artificiale.....ma non vorrei che lasciassero indietro l'upgrade di quella umana.


Ne Il secondo diario minimo, Umberto Eco narra di esperimenti di deficienza artificiale; sostiene Eco che è un continuo work in regress.

martinobri ha detto...

sostiene Eco che è un continuo work in regress.

Qualsiasi insegnante ha molti dati per sostenerlo

martinobri ha detto...

più che un cane sembra uno scarafaggio

scarabeo:
http://tinyurl.com/38qghpp

Elragno ha detto...

Sembra un ubriaco che arranca! :D
Davvero bello!

ha detto...

Anche a me più che un LittleDog semra un BigBeatle (e non parlo dei Fab Four :-))
Però mi fa tenerezza, quando cade lo vorrei aiutare...vi sembro normale?

Anonimo ha detto...

Non vorrei essere frainteso, non è una questione AI sì o AI no, né di limiti o cose simili, ma, al di là della somiglianza con uno scarafaggio o scarabeo che sia, sembra talmente "vivo" da essere ripugnante. Forse perché è "troppo" vicino alla maniera di agire/percepire (o viceversa: è uguale) di un essere vivente propriamente detto.

theDRaKKaR ha detto...

per le movenze sono ispirati a come mi muovo il lunedì mattina quando mi alzo dal letto

Walter Loggetti ha detto...

Mah...
Non so che dire...
Sicuri sicuri che sia vero?

Mi sembrano piu' reali come movimenti i mostri di Harryhousen :-P

Btw...
se me lo vedessi in casa il primo impulso sarebbe quello di calpestarlo. ;D

theDRaKKaR ha detto...

Sicuri sicuri che sia vero?

ma in che senso vero?! O_O

ValterVB ha detto...

Questo è un po' meno agile, guardate che gli succede intorno a 1'48''

Ciao
VB

theDRaKKaR ha detto...

@valter

se ci linki l'articolo ci rovino la sorpresa! :)

ValterVB ha detto...

#@*§##@*%
Non avevo letto il titolo.
Per chi non lo avesse ancora visto usate questo: questo :-)

Ciao
VB

ValterVB ha detto...

Non so se lo avete già visto, ma io sto ridendo ancora adesso link

Divertenti anche i commenti.

Ciao
VB