skip to main | skip to sidebar
48 commenti

Nerooogle e soci promettono risparmio energetico. Mantengono?

Schermate scure per risparmare energia?


Ho ricevuto parecchie segnalazioni dell'iniziativa di Nerooogle e di altri siti analoghi, come Blackle o Black Google, che promettono di risparmiare energia usando colori scuri per le schermate di ricerca.

Il ragionamento proposto da questi siti è che i monitor consumano meno energia elettrica quando visualizzano colori scuri; dato che la pagina iniziale di Google viene visualizzata da centinaia di milioni di monitor ogni giorno e che "il passaggio ad un background nero farebbe risparmiare un totale di circa 15 (da 74 a 59) watt", se la pagina usasse colori meno avidi di energia si otterrebbe un risparmio globale di "8.3 Megawatt/ora al giorno, o circa 3000 Megawatt/ora l’anno, davvero un bella quantità di energia, per un così piccolo sforzo".

In attesa che Google recepisca l'ecosuggerimento, dicono questi siti, gli utenti possono usare Nerooogle e soci come pagina iniziale per le proprie ricerche al posto di quella standard di Google. Le ricerche passano comunque tramite Google, per cui i risultati delle interrogazioni, dicono gli organizzatori dell'iniziativa, sono identici.

Troppo bello per essere vero? Facciamo una verifica. Nerooogle linka, come fonte autorevole, un articolo di un blog che a sua volta cita questa pagina del Dipartimento per l'Energia statunitense, che afferma che i colori chiari, come il bianco, possono consumare fino al 20% in più rispetto ad altri colori.

Il problema è che i dati del Dipartimento si riferiscono ai monitor a tubo catodico (quelli profondi e ingombranti), non a quelli LCD (quelli piatti in voga attualmente). Per esempio, il mio 19 pollici LCD consuma infatti un massimo di 45W (non 74 e non 59), la maggior parte dei quali va ad alimentare le lampade della retroilluminazione, che sono accese a prescindere dal colore dell'immagine visualizzata. Stando ai dati che ho reperito, i monitor catodici sono ormai in minoranza: gli LCD costituiscono quasi il 75% dei monitor al mondo. Il consiglio è quindi applicabile soltanto a un quarto dei monitor in circolazione, e questo falsa notevolmente la stima del risparmio possibile.

Anche supponendo che la stima sia giusta, a quanto ammonta il risparmio rispetto al consumo energetico nazionale? Stando ai dati del GRTN, nel 2003 (dato più recente che sono riuscito a trovare al volo) "La richiesta complessiva di energia elettrica nel 2002 ha infatti toccato i 310,7 miliardi di kWh", vale a dire 310.000.000 di MW/h. La proposta di Neroogle farebbe (ipoteticamente) risparmiare 3000 MW/h in un anno, ossia circa un centomillesimo del fabbisogno. Nel migliore dei casi.

Si tratta, insomma, di ecologismo spicciolo che crede di risolvere i problemi con poca fatica, secondo uno schema molto comune in questo genere di comunicazione virale. L'utente si sente di aver dato il proprio contributo al risparmio, si autocompiace, ma non fa nulla di concreto. E la bufala si propaga perché "garantita" dal fatto di essere promossa dal passaparola anziché dalle autorità tradizionali.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati manualmente da un moderatore a sua discrezione: è scomodo, ma è necessario per mantenere la qualità dei commenti e tenere a bada scocciatori, spammer, troll e stupidi.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui e/o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (48)
Ma questi siti guadagnano qualcosa dalle ricerche effettuate?
Credo solo visibilità (si era parlato in uno dei post precedenti proprio di attention whoring!).

Non molto diverso dal caso di ricercatori pseudo-scientifici che cercano di essere pubblicati sulle prestigiose riviste e per farlo non esitano a truccare un pochino i risultati.

Un esempio é la ricerca sul fumo passivo: se dici che aumenta del 30% la probabilità di cancro al polmone hai ragione, però é ingannevole: in realtà si passa dallo 0,09 per mille allo 0,12 per mille. Detto così é tutt'altra cosa, o no?
...per i "dinosauri catodici" come il sottoscritto che volessero comunque risparmiare questo infinitesimo di energia (o che più in generale, per esempio per problemi di leggibilità, volessero "invertire" i colori di pagine prettamente nero-su-bianco) è possibile utilizzare la micidiale combinazione di Firefox + Greasemonkey per cambiare (in automatico) il color set di base di qualunque sito (è possibile mantenere una lista)....

...bisogna solo avere voglia di smanettare un po'...:)
Scusami ma non sono daccordo.

Se è vero che in effetti i monitor a tubo catodico risparmiano energia visualizzando colori scuri, anche se il risparmio rispetto a tutto il consumo è minimo, non vedo perché non farlo.

Lima di qua, lima di là, i consumi si riducono. Poche cose permettono di eliminare in una botta tutti i MWh che citi. Se invece ognuno facesse delle piccole limature nell'uso dell'energia di tutti i giorni alla fine i consumi si ridurrebbero, e con poca fatica.

Certo, questo non deve bloccare comunque le persone dal cercare di risparmiare sempre più energia anche con metodi più efficaci.
"Se invece ognuno facesse delle piccole limature nell'uso dell'energia di tutti i giorni alla fine i consumi si ridurrebbero, e con poca fatica."

Infatti. Però il messaggio parte da ipotesi sbagliate (cioé che tutti i monitor siano a tubo catodico) e arriva a conclusioni sbagliate (il risparmio energetico effettivo é minore, e di parecchio).

E' questo metodo dozzinale di fare informazione che é sbagliato, gonfiare i dati per sostenere una tesi, per quanto nobile, non é etico né morale.
secondo me è un tentativo, ben riuscito, di attirare gente verso il sito tramite 'viral branding' come l'ho soprannominato io, ovvero cercare in modi non etici di diffondere il proprio marchio / nome / indirizzo a destra e a manca...
Dovrei fare un po' di conti, ma cosi' a naso penso che spegnere realmente gli apparecchi elettronici anzichè lasciarli in standby sia un modo più efficiente per risparmiare energia. C'è un bell'articolo su CHIP di questo mese per chi fosse interessato...

Paolo
Tra l'altro, al contrario di quello che scrivono nella homepage di Nerooogle, io trovo estremamente stressante leggere pagine col fondo scuro e i caratteri chiari, mi pare di ricordare un vecchio studio in tal senso. Penso che l'ergonomia massima sia il vecchio "nero su grigio chiaro" delle origini del web, ve lo ricordate? ;D
Concordo pienamente, se c'è una cosa che non sopporto sono i siti con scritte bianche su sfondo nero, mi infastidiscono moltissimo. E' forse il contrasto più alto ottenibile su monitor, col risultato dopo poche righe comincio a vedere tutto a strisce abbagliate... Molto meglio il classico nero su bianco, oppure combinazioni con contrasto alto ma non troppo, come nero su fondi a colori chiari.

Quanto al risparmio energetico si otterrebbero risultati migliori rivolgendo i propri sforzi verso soluzioni più efficaci. Come usare gli elettrodomestici lo stretto necessario e in maniera intelligente, installare lampade fluorescenti compatte negli ambienti in cui si rimane per più di qualche minuto di seguito, (ora che siamo in estate) ricordarsi che i condizionatori non è necessario che siano impostati a 15°C, e così via...
Sul risparmio energetico potranno avere ragione, non so, non è il mio campo.
Ma il mio campo riguarda l'usabilità e l'accessibilità del web.
Sfondo nero e testo bianco? mmmhhh...
Lo trova poco leggibile anche chi non ha problemi di vista...
Pensare che sta cosa l'ho anche suggerita... :-/

Però non si può discutere sul fatto che la visualizzazione è più riposante con quello schema di colori: o quantomeno, uno schema diverso da quello attuale, certo ben visibile.

Le ricerche però non danno gli stessi risultati, quantomeno quelli di default. Avevo mandato una mail chiedendo quali erano i settaggi, ma non mi han mai risposto: bello fare domande! :-D
In realtà lo scopo, secondo me, è quello di attirare il maggior numero di utenti alla loro pagina di ricerca in modo di aumentare il loro guadagno nel programma adSense di Google. Toccando il tasto, di gran moda ultimamente, dei consumi energetici penso proprio che gli ideatori abbiano visto schizzare in alto i loro profitti.
1,21 gigowatt ;D
"..questo aggeggio è elettrico però ci vuole una reazione nucleare per generare 1,21 gigawatt di elettricità..."

L'ho sentita ora ;) BTT ;D
ma vogliamo magari dire che lo sfondo nero ammazza gli occhi in maniera folle?

La vista è importante e il nero come sfondo rende piu difficile la lettura
x john wayne
Detto così é tutt'altra cosa, o no?
secondo me no: dipende da quanto uno è mate-ignorante.

Comunque il numero giusto è il 33%, quindi ora che ho letto la tua precisazione sono più preoccupato di prima. Ad ogni modo mi sembra impossibile che il fumo passivo aumenti così tanto il rischio di cancro!! Se i dati che riporti sono reali, hanno fatto proprio bene a vietare di fumare nei luoghiu pubblici!
Comunque non vedo codice adsense nel codice sorgente, magari lo hanno fatto davvero per uno scopo nobile fidandosi solo della fonte autorevole americana, io non parlerei di bufala solo così per partito preso.

Paolo hai provato a contattarli?
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Vuol dire solo che se siamo centomila e non fumiamo fumo passivo 9 di noi si ammaleranno di cancro ai polmoni. Se tutti noi centomila fumiamo fumo passivo, allora 12 di noi si ammaleranno di cancro ai polmoni.

Sinceramente mi girerebbero di più se mi trovassi tra i primi 9.

Vedila così: E' un aumento di rischio di meno di quattro centesimi dell'un per cento.
aggiornamento importante e completo: http://feeds.blogo.it/~r/ecoblog/it/~3/144230973/tutta-la-verita-su-black-google
Ciao ho citato questo tuo articolo sul mio blog, se ti va mi faresti un favore ad aggiungere il mio link.Grazie e buon lavoro.
http://bachidiunblog.blogspot.com/2007/08/nerooogle-bufala-peccato.html
Visto la grande diffidenza e le numerose richieste di precisazione che la nostra iniziativa ha sollevato, cerchiamo di estendere le risposte per eliminare ogni perplessità scatenata contro il progetto NEROOOGLE.

http://www.nerooogle.com/faq.php

Ovviamente, al tempo stesso ringraziamo i nostri altrettanto numerosi sostenitori, che ci hanno supportato fin dal primo momento, credendo come noi, che non sarà una piccola iniziativa locale a salvare il mondo, ma che da qualche parte bisogna pur cominciare.

La redazione di NEROOOGLE
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alex è passato anche da me a pubblicizzare la sua difesa nei commenti (di ben due post... quasi spam), ma credo proprio d'averla smontata con 2 conti e 2 considerazioni:

http://www.troise.net/boliboop/neroogle-la-difesa-smontata/
Ho letto l'articolo, credo che sia geniale far pensare le persone che ogni giorno cercano in internet studi, informazioni e notizie.
Quindi se guardano una schermata nera, pensano al fatto che stanno usando energia. Diventano consapevoli (per un po') che le azioni hanno reazioni.
Tutta sta continua cattiveria nei confronti di utenti compiaciuti dalla piccola opera buona e poi menefreghisti mi sembra sospetta...io l'ho messo come homepage...
ora se ne parla in spagna, addirittura sul el pais link: http://www.elpais.com/articulo/internet/Google/consumo/elpeputec/20071116elpepunet_1/Tes

ma esiste un antibufala iberica?
Incredibile: Nova 24 di oggi lo dava come una notiziona nuova nuova...
Il risparmio è tanto scarso da far quasi sorridere.
Soprattutto, è deleterio per la vista il continuo cambio tra schermate con contrasti diversi. Usando Vim (editor testuale con sfondo nero) per lavoro mi accorgo che il passaggio tra questo ed altri applicativi "normali" è faticoso per la vista.

Ma la cosa più SBAGLIATA in assoluto riguardo questi siti è che funzionano da placebo per gli utenti. Il risparmio energetico spicciolo non serve a nessuno, se non ai titolari degli account AdSense che campeggiano in quelle pagine.
A questo proposito, dopo l'ennesima e-mail ricevuta in ufficio dai solerti colleghi spargibufale, ho fatto un po' di indagini "tecniche" tester alla mano, ed ho scritto un articolo sul mio blog con i risultati. Che per inciso non solo confermano che con gli LCD non serve, ma addirittura il consumo aumenta con sfondo nero...
L'articolo è questo:
http://www.ismprofessional.net/pascucci/index.php/2008/01/google-nero-per-risparmiare-si-come-no/
link breve:
http://tinyurl.com/2plmgl
Ciao.
Scusate l'ignoranza....ma... secondo logica per me il monitor consuma sempre uguale sia che abbia uno sfondo bianco che nero...l'energia non dovrebbe essere quella che ci vuole per mantenere il monitor acceso? Quindi cosa cambia se lo sfondo è nero o bianco? secondo me nessuno...quindi non capisco come tante persone credano ad una cosa simile...
Non so se fa risparmiare di+ o di-, ma io uso
neroogle.it
perche diverso, ed e piu riposante per la vista
Ma scusate, ma quello su neroogle.it non è il classico motore di ricerca che ogni webmaster può inserire nel proprio sito per ottenere compensi in denaro?! fa parte di adsense e secondo me hanno escogitato questo metodo per aumentare gli accessi e di conseguenza i guadagni.. ne è la prova che nelle ricerche compare sempre il logo di "ricerca personalizzata" tipico del motore offerto da AdSense..
Sarebbe bello e serio (più serio) leggere cosa hanno da dire anche gli autori di Nerooogle.

http://www.nerooogle.com/faq.php

Anche io mi stavo assuefacendo a questo sito (attivissimo.net), prendendo per oro colato qualsiasi cosa vi fosse scritta e rischiando di perdere in parte di senso critico.
Con tutto il rispetto per Paolo Attivissimo, che svolge un'attività più che positiva, non trovo che sia corretto parlare di "bufala" a proposito di Nerooogle, almeno sulla base delle motivazioni fornite.
Per il resto mi accodo a quanti hanno detto che anche un piccolo contributo è qualcosa.
Fin troppo facile e comodo tirarsi indietro da ogni piccola azione virtuosa con la scusa che non è nulla di decisivo.

Chiudo specificando che non sono in alcun modo legato a Nerooogle, della cui esistenza ho appreso solo stamane grazie ad una di quelle catene di S.Antonio via email che solitamente detesto.
Sarebbe bello e serio (più serio) leggere cosa hanno da dire anche gli autori di Nerooogle.

http://www.nerooogle.com/faq.php

Anche io mi stavo assuefacendo a questo sito (attivissimo.net), prendendo per oro colato qualsiasi cosa vi fosse scritta e rischiando di perdere in parte di senso critico.
Con tutto il rispetto per Paolo Attivissimo, che svolge un'attività più che positiva, non trovo che sia corretto parlare di "bufala" a proposito di Nerooogle, almeno sulla base delle motivazioni fornite.
Per il resto mi accodo a quanti hanno detto che anche un piccolo contributo è qualcosa.
Fin troppo facile e comodo tirarsi indietro da ogni piccola azione virtuosa con la scusa che non è nulla di decisivo.

Chiudo specificando che non sono in alcun modo legato a Nerooogle, della cui esistenza ho appreso solo stamane grazie ad una di quelle catene di S.Antonio via email che solitamente detesto.
Sarebbe bello e serio (più serio) leggere cosa hanno da dire anche gli autori di Nerooogle.

Infatti l'ho letto, ed è per quello che ho motivato l'articolo. Il risparmio sugli LCD è irrisorio. Cito:

Per il colore dello schermo: I monitor CRT sono molto sensibili e consumano molta più energia (il 43% di più) quando visualizzano il bianco e non il nero. I monitor LCD sono insensibili a questa differenza, e consumano pressappoco lo stesso numero di Watt.

Per la luminosità: I CRT sono abbastanza sensibili, e consumano più energia a maggiore luminosità. Gli LCD sono più sensibili e consumano in proporzione maggiore energia.

Per il contrasto: I CRT sono poco sensibili (piccolissimo risparmio energetico per un minor contrasto). Gli schermi LCD on avvertono diffrenze.



Anche io mi stavo assuefacendo a questo sito (attivissimo.net), prendendo per oro colato qualsiasi cosa vi fosse scritta e rischiando di perdere in parte di senso critico.

Perdere senso critico è comunque pericoloso e io non sono la scienza infusa, per cui fai bene a controllare sempre tutto quello che scrivo!

Ciao da Paolo.
Beh, penso che si possa scegliere una versione diversa di google anche per gusti estetici.. a me ad esempio piace particolarmente http://www.myhotweb.net/, versione italiana di http://www.thedarksideofgoogle.com/

Il logo è molto carino, e i risultati verde su grigio sono, per i miei gusti personali, gradevoli e riposanti per gli occhi.
Paolo ti ho mandato un email oggi sull'argomento perche mi è arrivata una bella catena proprio su nerooogle stamattina. Poi scopro che ne avevi gia parlato.

Vorrei aggiungere una curiosita che va contro i google neri: se provate a fare una ricerca per immagini, lo sfondo vi torna di nuovo bianco....

Questo passaggio di contrasto da nero a bianco credo sia piuttosto deleterio.... un saluto festoso a tutti!
Ciao a tutti. Vi consiglio vivamente Cooloogle. E' ben fatto, ha tanti coolegamenti utili a mail, social network, a siti di condivisione foto e video e ai giornali di tutto il mondo... oltre ad avere anche lo sfondo nero.
Inoltre è semplicissimo passare da una lingua all'altra (ognuna con un motore di ricerca settato ovviamente sulla lingua selezionata). Ciao a tutti
Io uso http://www.goog7e.com e da quello che si legge qui http://www.goog7e.com/info.htm sembra proprio che i test effettuati diano risultati di risparmio anche epr gli LCD...boh
è una cavolata, sono d'accordo con Paolo. Tra l'altro non so se ci guadagnano, un mio amico diceva che forse prendono soldi con gli adsense. Però non ne sono sicuro.
Io ho http://Goog7e.com come homepage e non capisco questo accanimento verso l'iniziativa, magari si risparmia poco e magari ci guadagnano pure ma non è che Google in bianco fa beneficienza, i risultati delle ricerche sono gli stessi identici ho provato piu' volte e i link sponsorizzati ci sono pure su Google bianco, sono la stessa cosa identica, uno bianco uno nero, col nero forse qualche watt si risparmia...quindi tutto questo accanimento nel parlarne male lo trovo assurdo.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Non è vero che i colori scuri risparmiano energia sui monitor lcd!
anzi al contrario, sui monitor lcd la visualizzazione del nero è la piu onerosa, visto che gli lcd sono sempre piu diffusi, l'utilizzo di pagine nere aumenta il consumo di energia.
Io utilizzo Giapeto per le mie ricerche:
Giapeto Project
ahem - che bordello per due sitarelli con lo sfondo nero.

Se proprio ci tenete a fare gli ecologisti in mac osx basta fare

Control+Option+Command+8 e invertite tutti i colori!

E pensare che io lo uso per girare i siti scritti bianco su nero.. ;-)

just my two cents,

s
E vero che non si risparmia con i lcd... ma quelli vecchi

Intendo dire che e stato detto piu volte che con i lcd nuovi (quelli a specchio) si risparmia.

Comunque risparmiare o no, mi piace di piu su sfondo nero ...
Ah ... io uso nerooo che ha il preview dei siti.
Pace
Facciamo due conti: supponiamo che una persona utilizzi google per un'ora al giorno, 365 giorni l'anno. E che effettivamente disponga di schermo catodico che consenta 15 W di risparmio con Nerooogle.
Significa che ogni anno risparmia 15W *1h/g *365g =5475 Wh, cioè 5,475 kWh.
Convertiti in kJoule risultano 5,476Wh *3600s/h=19710 kJ ossia circa 20 MJ. Considerando che un litro di benzina contiene circa 40 MJ di energia, e, in auto, consente di percorrere circa 20 km nella migliore delle ipotesi, significa che in un anno ha risparmiato l'equivalente dell'energia necessaria per percorrere 10 km in auto...
Inoltre, l'IEA (international energi agency) riporta nel World Energy Outlook 2006 un consumo mondiale di energia per il 2004 pari a 11204 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio (MTEP). Considerando che 1 TEP = 42 GJ e 1 MTEP = 1000000 TEP, si ha 11204 MTEP * 1000000 TEP/MTEP * 42 GJ/TEP = 470568000000 di GJ. I 20 MJ (0,02 GJ) eventualmente risparmiati sono nulla rispetto a queste cifre!
Il vero risparmio energetico richiede una revisione profonda dei nostri stili di vita (mezzi di trasporto, riscaldamento...), non si può pensare di dare un contributo sensibile ed avere la coscienza a posto semplicemente perchè si utilizza Nerooogle...
Non posso che accodarmi a chi fa notare che il risparmio si fa con le azioni di tutti i giorni, anche se piccole, ma certamente non con le briciole delle briciole...
credo che la corrente consumata per leggere la mail o il sito che avverte del motore di ricerca con sfondo nero superi abbondantemente quella risparmiata in una vita usando quel sito con un monitor che effettivamente consuma meno con sfondo nero, abbassate leggermente la luminosità del monitore e avrete un risparmio maggiore sia sugli lcd che sui ctr, oppure prendete una volta la bici invece che l'auto e risparmierete ancora di più....

una nota per l'autore...
parlare di energia richiederebbe la conoscenza delle unità di misura e del loro significato, il kW/h non esiste, esiste il kWh
Gli allocchi abboccano e loro ricevono una percentuale sui click fatti ai "siti sponsorizzati" del motore di ricerca Google.

Tanto valeva scrivere: "Se vi piace Google in nero, usate il nostro sito!". Come il "Google rosa" http://www.mypinksearch.com/
Magari non vi avrebbe fatto guadagnare di più, ma almeno sarebbe stato eticamente corretto.

Proprio loro vogliono dare il buon esempio per il risparmio energetico... Ma fatemi il piacere.