Cerca nel blog

2007/07/10

Second Life, che vita!

Cronaca di un disperso in Second Life


Mattina. Nonostante la connessione veloce, l'interfaccia di Second Life è lentissima e mi sono perso. Ho accetttato l'invito di una guida della Nasa, ho visitato brevemente il museo dei veicoli spaziali (molto bello), e non riesco più a tornare al luogo dell'appuntamento su Orientation Island. Umiliante e sintomatico delle difficoltà di utilizzo dei mondi virtuali.

Sono riuscito a tornare su Orientation Island grazie a un paio di utenti-guida di Second Life e ad alcuni amici che sono riusciti a trovarmi. Grazie!

E' un vero pantano: arrendo, ritenterò nel pomeriggio. Scusatemi per l'involontario bidone. Nel frattempo, consolatevi con queste belle dimostrazioni di quello che si può fare in Second Life (dai concerti virtuali al balletto ai film veri e propri, i machinima). Quando funziona.

Pomeriggio. Rieccomi: con la guida di SheldonPax sono arrivato a un bel negozio virtuale (Delos Books), dove trovo un libro su Babylon 5 di una mia vecchia conoscenza e Giungla di Cemento di Charles Stross, alla cui traduzione ho partecipato di recente. Un romanzo geniale scritto da un sadico a cui piace torturare lettori e traduttori con allusioni su allusioni e giochi di parole intraducibili.

In teoria, cliccando su questo link dovreste poterci arrivare automaticamente (ma perché nell'interfaccia di SL non ci sono comandi pratici come "vai a questo posto" o "crea un URL che porti qui"? O una cronologia dei posti visitati? Sono io che non li vedo?). Vi aspetto lì fuori, accanto alla piscina sulla destra.

Grazie a Garak ho ricevuto una divisa di Star Trek in Second Life. Utile? Fin qui, no. Divertente? Sicuramente, ma anche una colossale perdita di tempo per chi ha fretta e pensa di usare Second Life per comunicare.

34 commenti:

Anonimo ha detto...

Peccato, mi sarebbe piaciuto "incontrarti" su SL.

Se ripeti l'esperimento contattami, sarò lieto, se ti serve, di darti una mano per l'organizzazione!

Antonio Vergara ha detto...

secondo te com'è possibile che sl non supporti ancora vista?

Anonimo ha detto...

Ufficialmente non lo supporta perchè vogliono essere pronti al 100%, di fatto su molti computer, aggiornando all'ultima versione i driver video, funziona.

A me, purtroppo, su vista va quasi sempre in crash, quindi lo uso quasi sempre solo su Mac.

talpazzo ha detto...

sarei venuto molto volentieri... avevo già usato 2ndLife in passato, oggi l'ho reinstallato e non voleva saperne di partire, crash su crash... e si che non ho un cesso di computer (amd 3400+, 1gb di ram, ASUS N7600GS 256Mb). Boh... mi spiace solo di non essere stato li per poterti dare una mano.

Sheldon Pax ha detto...

Paolo su Second Life? unn altro motivo per non cestinarlo ancora. Per dire la mia su come intendo io la cosa useto una sola parola: Cartoonia! In altre parole cazzeggio a 360° finché dura la connessione. Ah PAolo ti consiglio di far girare il tutto sul Core Duo di Apple, che almeno è più scalabile, non conosco il client per Linux ma wse ha tutte le feature mi sentirei di consigliarlo al posto di quello per windows che va bene per il rendering ma il refresh, dipendendo dalla gestione della memoria, va da schifo.

Vicky ha detto...

Ciao, ci siam incontrati ma a causa del fatto che io in settimana lavoro, ho dovuto scappare (ero la tipa in bianco e nero). Non è che ti connetterai la sera o il week-end per caso in futuro?

Paolo Attivissimo ha detto...

Sono in piscina (virtuale) al Delos Bookstore fino a stasera.

Andrea314 ha detto...

Ciao Paolo,
Esistono traduzioni nn ufficiali x rendere l'interfaccia di second life italianizzata:
http://www.secondlifeitalia.com/wiki/Traduzione

provato e funziona abbastanza bene...

Fabio Metitieri ha detto...

Cronache di un niubbio in SL? Patetico...
;-)

Be', come volevasi dimostrare, Attivissimo, l'altro giorno ne hai parlato senza saperne un tubo... e rimarremo per sempre con la curiosita' di sentire le tavanate che hai detto.

E si', si possono creare degli "Url" per arrivare subito in un posto, solo che si chiamano Landmark.

Per te, per Sheldon e per gli altri che si lamentano che l'ambiente e' dispersivo e non adatto a comunicare: si', se prima non imparate a usarla SL e' un po' dispersiva.

Passata la fase da niubbio, SL va benissimo per qualsiasi simulazione (per altre cose no, il Web o altri strumenti funzionano molto meglio). Ibm la usa anche per fare formazione e recruiting, oltre che per riunioni e seminari. Leggetevi questo pezzo.

Ciao, Fabio Metitieri.

Chris ha detto...

Questa mattina sono entrato, grazie all'aiuto di Paolo in diretta a RETE 3 :D, adesso sono dentro, sinceramente credevo fosse più semplice "vivere", e sopratutto non dover superare delle prove di vita, cosa che stò tentandso ancora adeso di superare, ma chiedo, devo superare le prove per giarare nei vari mondi o resto a vita sull'isoletta desolante ?? e come faccio ad andare su un altro mondo o scenario ?

Paolo Attivissimo ha detto...

>Be', come volevasi dimostrare, Attivissimo, l'altro giorno ne hai parlato senza saperne un tubo... e rimarremo per sempre con la curiosita' di sentire le tavanate che hai detto.

Come ti ho risposto già nella tua visita in Second Life, se sei venuto ad attaccar briga, lascia perdere. Non ho tempo da spendere con chi mi accusa senza neppure aver sentito cos'ho detto.

S* ha detto...

>Sono in piscina (virtuale) al Delos Bookstore fino a stasera.

Si va be', ma sei away! Ho provato a darti un calcio negli stinchi ma non ti sei svegliato :-)

Giako ha detto...

Ma come diavolo si fa ad andare in qualche posto che non sia a caso? Ad esempio per arrivare da Paolo. Ho trovato Amberaldus 215, 237, 80 (PG), ma non so come usarlo!

Fabio Metitieri ha detto...

Silvio, porta pazienza. A me ha risposto, ma e' un niubbio completo. Ha un avatar che fa piangere e ancora non ha imparato manco le cose piu' essenziali.
;-)

Attivissimo, appunto... Faccela sentire questa tua chiacchierata su SL, mettila on line, che poi ne parliamo. O, almeno, ci facciamo quattro risate.

Ciao, Fabio Metitieri.

fede ha detto...

Bravo Paolo, continua così e non badare alla misera prosopopea di fabio metitieri

Fabio Metitieri ha detto...

Certo Paolo, bene, continua cosi'.

Da un lato critica e sferza i giornalisti che scrivono senza essersi documentati e senza avere controllato cio' di cui parlano, e dall'altro pontifica in Radio su Second Life senza mai averla usata, cosi', solo per sentito dire.

E infine entraci al volo e dai appuntamento a tutti i tuoi pagatori-di-pizza (sperando che non sappiano come arrivarci), e quando ancora non hai imparato manco a muoverti, pur di fare vedere a tutti che no no, mica palle, in SL ci sei sul serio...

Spassoso, veramente.
;-)

Ah, dimenticavo: lo Slurl (o Landmark, se preferisci) che hai scritto, naturalmente, era sbagliato. Le coordinate sono sempre tre e senza decimali.

Se continui cosi' mi tocchera' aprire un blog per segnalare le bufale che scrive il Disinformatico. O Disinformato?

Ciao, Fabio Metitieri.

Paolo Attivissimo ha detto...

Fabio,

ti ho già risposto in merito e non intendo aderire al tuo trolleggio. Hai già avuto il tuo spazio per la critica. Hai già avuto anche le risposte del caso. Non ho mai detto di essere esperto di SL e i miei interventi sono stati molto chiari su questa mia situazione. Interventi che fra l'altro non hai manco sentito.

Ti ho già detto che è inutile venire qua ad attaccare briga. La tua fama ti precede da lungo tempo. Quindi non abusare dell'ospitalità e della pazienza dei lettori. Grazie.

Vicky ha detto...

Peccato che questa sera avevo da fare con la mia FirstLife, sarà per un'altra volta. Magari. Il look del mio avatar può lasciar intendere l'opposto, ma sappi che io su Second Life era la terza volta che ci andavo (il che spiega le goffe cadute dall'alto). In fretta ci si ritrova nelle zone "calde", perché se si cerca la folla, ci si arriva subito. Porcelloni gli avatar. E, onestamente, non mi interessa granché. Da pensare che chi passa tanto tempo in SL, passa per forza da quelle parti. Secondo le leggi della probabilità ovviamente.

Per dirti, stamattina era la volta più interessante di tutte (lo stalking virtuale!), ma magari la sfida di non svegliare il collega incentivava le sensazioni.

Interessante l'articolo sulla presenza di IBM su SecondLife. Questione di marketing. Per ingaggiare tecnici e scientifici, usano altri metodi. E anche la Linden: gli mandi il CV, e, se gli piaci, ti invitano a un party nella vera vita, a Brighton, o a Boston.

Fabio Metitieri ha detto...

Non e' trolleggio, Attivissimo, sai bene che io non trollo mai. Di solito faccio un po' di flame, ma in questo caso no; semplicemente, mi stai sul serio facendo ridere.

Vicky, liquidare come semplice operazione di marketing un investimento come quello dell'Ibm, di 10 milioni di dollari in due anni, con 30 isole gia' costruite in SL (e direi che siamo gia' sui 200-300 mila dollari solo con queste), con una sorta di intrametaverso interno che le voci di corridoio danno come gia' esistente, e 4.000 dipendenti censiti come attivi in Second Life... mah... il tuo mi pare un giudizio un po' affrettato.

Come quello di Attivissimo, del resto, che dopo due ore in-world conclude che e' "una colossale perdita di tempo per chi ha fretta e pensa di usare Second Life per comunicare".

Bneedetto ragazzo, Ibm, con 30 isole e 4.000 persone, dice ancora che gli ambienti 3D sta "cercando di capirli". Arrivi tu, e in due ore concludi che non servono? Complimenti.

Tutto questo rifiuto ostinato e parossistico per SL, prima descritta dai media come un giocattolo per scemi, poi come un covo di pedofili e pervertiti, e infine come scomoda e inutile mi ricorda il 1992-1994, quando i piu' sostenevano che la posta elettronica era scomoda, il Web era solo un giocattolo e tutta Internet sarebbe stata utile al massimo per i bibliotecari. E infatti...

Ciao, Fabio Metitieri.

Vicky ha detto...

Vicky, liquidare come semplice operazione di marketing un investimento come quello dell'Ibm

"Semplice operazione di marketing" è un ossimoro. Si sa che il marketing è uno degli investimenti maggiori di ogni marca! Non sminuisco il ruolo di SL ma semplicemente faccio la differenza tra il burro e la ferrovia :-P

bye

Sheldon Pax ha detto...

Fabio, scusami, ma Internet la fanno gli utenti SL o semplice web che sia.

Ciò detto, SL al momento ha grosse potenzialità che fatica ancora a sviluppare. Perchè?

Péerchè ci sono le aziende ma manca la massa che faccia recupere certe spese, al momento è una scommessa ed è importante non perdere il treno e studiare la cosa, ma è ancora un immenso teatro vuoto.

Hai ragione che in SL non si diventa pratici in poche ore, io dopo mesi che ci sto dentro devo ancora scopro scorciatoie per fare le cose e devo dire che entyrarci da un iBook G4 non aiuta, swoprattutto quando si va in zone molto affollate, ma la prima a essere indietro rispetto a SL e Sl stessa, i client non sono stabili, la connessione cade... insomma ci sono giorni che è una tortura starci dentro. IBM ha capito tutto si compra isole (che costano un sacco, vero) ne apre qualche porzione al pubblico e il resto la usa internamente all'azienda ovvio che abbia carichi minimi o comunque calcolati, ovvio che così si risparmino milioni in affitto strutture per seminari conferenze e corsi di formazione vari, ma SL vuol essere ben altro. Linden non fa solo soldi con IBM e le altre ma vuole farle anche con l'indotto dell'utente comune. Come ho detto prima io la uso per divertirmi e per incontrare gente che non riuscirei a vedere altrimenti, per sfuggire alla solita chat, ma mi rendo conto che ha grosse promesse commerciali anche solo realizzando vestiti e oggettistica per gli avatar (adidas che s'inventa le scarpe virtuali e le vende), ma al momento grossi colli di bottiglia impediscono di goderne appieno, speriamo li eliminino presto e che aggiungano la cronologia oltre ai preferiti, magari ci evitiamo un giro di menu di troppo.

Qualche mia esperienza su SL (anche quando ero proprio niubbo) la racconto sul mio blog... basta aggiungere .net al nick per arrivarci

Fabio Metitieri ha detto...

Vicky, hai capito benissimo cosa intendo. Se Ibm volesse soltanto fare marketing, avrebbe comperato 2-3 isole (come fanno tanti altri) e non 30, non starebbe cercando (e trovando) clienti per la sua Global Services, e non starebbe sviluppando un proprio software 3D.

Sheldon, io il futuro di SL non mi azzardo a predirlo.

Potrebbe crollare tutto domani per un problema tecnico, o SL potrebbe essere improvvisamente massacrata dai media perche' qualcuno riesce (finalmente, visto che il 99% dei giornalisti non aspetta che questo) a trovarvi un po' di veri pedofili. Oppure ancora, Ibm o qualcun altro potrebbe lanciare alla grande una sua soluzione, e surclassare SL.

Il futuro degli ambienti 3D in genere si', posso predirlo, e la mia idea e' sostanzialmente la stessa di Lanfranchi di Tivoli/Ibm, come riportata nel mio articolo, in chiusura.

Del resto, sui mondi 3D non di gioco sono anni che scrivo le stesse cose: dal 1997, con un articolo sull'ufficio virtuale che aveva aperto allora Echo (che e' un pezzo di Comunita' Europea), fino agli ultimi pezzi sugli insuccessi di Macromedia e Adobe.

Non capisco pero' perche' per Second Life parli di mondo vuoto. In fondo, 35 mila persone sempre connesse non sono poche, per un ambiente che e' noto solo da un anno e che richiede Pc e connessioni che saranno un po' piu' diffusi soltanto tra due o tre anni.

Certo, gli utenti non sono i quasi 8 milioni di iscritti, inoltre i numeri non saranno mai quelli del Web, non da qui a 3-5 anni, anche per la limitata capienza di un'isola, ma l'esperienza insegna che ogni volta che in SL qualcuno fa qualcosa di interessante il posto si riempie.

E come rete sociale funziona molto meglio sia dei social network tradizionali sia dei blog (ma non chiedermi perche': non lo so).

Sui problemi tecnici (e sulla difficolta' d'uso tanto lamentata dall'acuto Attivissimo)...

Qualcuno si ricorda ancora che nei primi anni '90 per spedire una mail nel Regno Unito bisognava usare un gateway e ricordarsi di digitare l'indirizzo al contrario, e che poi la mail arrivava diverse ore dopo?

Tanto per fare un esempio.

Insomma, le cose vanno valutate in prospettiva e con un po' di memoria storica. Senza troppi entusiasmi ma senza neppure preconcetti, e andandole a studiare da vicino. Di certo, il giornalismo che si e' visto finora scrivere di SL, dallo scandalismo a questi post di Attivissimo, non aiuta di certo ne' ad analizzare meglio SL ne' a spiegare a cosa e a chi SL potrebbe servire.

Ciao, Fabio Metitieri.

fabrix ha detto...

Sono incappato in un client AJAX (in beta) per Second Life. Non l'ho provato, dato che non ho un account su SL.

http://blog.katharineberry.co.uk/2007/07/02/ajaxlife/

Antoniomeopata ha detto...

A me sembre un giochino per chi ha tempo da perdere...
Lo so, lo so , ora le critiche pioveranno a iosa.
Ma scusate avete davvero bisogno di una seconda vita?
Mezzo di comunicazione? Forse è l'unica cosa di cui abbonda la nostra società, non ne vedo una grande necessità. Specie per le aziende, mi sembra più uno spreco di risorse che resto (sarà che sarò abituato alle video conferenze?).
Modo per socializzare? Sinceramente una birra virtuale non mi sembra la stessa cosa di una reale.

L'unica spiegazione che riesco a dare a questo suo "successo" è come rifugio per gente che non è soddisfatta dalla sua vita reale.

Ma ribadisco sono idee personali, ognuno è libero di pensarla come vuole e di fare del proprio tempo ciò che più gli piace...

CP ha detto...

Ciao a tutti,
volevo porre una domanda in merito proprio a Second Life. Leggendo su questo blog dell'esistenza di questo mondo parallelo ho provato ad iscrivermi ma con grande sorpresa mi appare questa scritta sibillina proprio alla fine della procedura.

"Linden Lab reserves the right to limit the number of Second Life accounts an individual may have. If you feel you've reached this message in error, please visit our support page"

Ora, così come scritto il messaggio a me pare chiaro che qualcuno ha usato il mio nome e cognome reale per iscriversi, se le cose stanno così la mia privacy nel mondo reale è andata al tal paese?

Carlo

Dan ha detto...

"Per dire la mia su come intendo io la cosa useto una sola parola: Cartoonia! In altre parole cazzeggio a 360° finché dura la connessione."
Certo questo è uno degli usi, ma molti ne hanno altri più seri, come la ricerca sul cancro di Relay for Life, eventi e presentazioni ufficiali, varie grandi attività commerciali...
"Ah PAolo ti consiglio di far girare il tutto sul Core Duo di Apple, che almeno è più scalabile, non conosco il client per Linux ma wse ha tutte le feature mi sentirei di consigliarlo al posto di quello per windows..."
A quel che ne so, il client Linux è ancora in beta, quindi dovendo scegliere consiglio senz'altro quello Mac.

"adesso sono dentro, sinceramente credevo fosse più semplice "vivere", e sopratutto non dover superare delle prove di vita, cosa che stò tentandso ancora adeso di superare, ma chiedo, devo superare le prove per giarare nei vari mondi o resto a vita sull'isoletta desolante ?? e come faccio ad andare su un altro mondo o scenario ?"
Come avatar che ha avuto a che fare con tantissimi novellini, ti posso dire che le "prova da superare" non sono prove ma tutorial, che ti consiglio di seguire fino in fondo... sia sulla Orientation che sulla Help Island, anche se non obbligatorie. Sono tutte informazioni basilari che ti torneranno molto utili dopo. Ne ho visti fin troppi che saltano impazienti dal punto di ingresso direttamente nel mondo, e poi se ne escono con "questo gioco è noioso" oppure "sono confuso, non capisco cosa fare" perchè è evidente che non sanno come fare neanche le cose più semplici. I tutorial sono stati fatti apposta, usateli!
(per spostarsi da una regione all'altra, il mezzo più pratico è il teletrasporto)

Per i principianti non anglofoni, una buona risorsa è www.secondlifeitalia.com, comunità di volontari con articoli e una wiki in italiano molto utili.

Dan ha detto...

"Ciò detto, SL al momento ha grosse potenzialità che fatica ancora a sviluppare. Perchè?

Perchè ci sono le aziende ma manca la massa che faccia recupere certe spese, al momento è una scommessa ed è importante non perdere il treno e studiare la cosa, ma è ancora un immenso teatro vuoto."

Da quel che ho visto finora, le grandi aziende che hanno successo sono quelle nate all'interno di SL stessa. Molte grandi firme come Nike hanno formato "teste di ponte" con negozi online in piena regola, ma non sono molto popolari. E' come se gli utenti non tollerassero bene queste interferenze dal "mondo esterno". Mentre qualche avatar di grande successo riesce anche a vivere dei guadagni fatti con SL (pochissimi, ovviamente).
Comunque è vero, ho sentito anch'io che IBM ha grandi progetti per SL, e molti esperimenti in corso.

"A me sembre un giochino per chi ha tempo da perdere...
Lo so, lo so , ora le critiche pioveranno a iosa.
Ma scusate avete davvero bisogno di una seconda vita?"

Nè critiche nè insulti, semplicemente il client di SL come un browser internet è uno strumento per usufruire di qualcosa. Quello che diventa è come lo usi e come lo consideri. Così come puoi fare scambio di informazioni su una ricerca congiunta sui neutrini con i tuoi colleghi australiani o cercare foto di gattini su internet, su Second Life puoi divertirti a sparare, fare scherzi e ballare, oppure contribuire alla ricerca sul cancro, fare studi sull'intelligenza artificiale o avviare un'attività commerciale. Come la First, la vita diventa quello che ne fai.

"..ho provato ad iscrivermi ma con grande sorpresa mi appare questa scritta sibillina proprio alla fine della procedura.."
Possono essere diversi casi, da un semplice IP loggato che casualmente corrisponde, a un banale caso di omonimia... Riprova in altre occasioni, oppure contatta davvero il supporto tecnico.

CP ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
CP ha detto...

Trovato l'inghippo grazie, Fastweb è la parola magica :)

Vicky ha detto...

A quel che ne so, il client Linux è ancora in beta, quindi dovendo scegliere consiglio senz'altro quello Mac.

Io ho un IBM ThinkPad X31 e il client Windows non funziona -- "si impianta" (carta grafica non supportata). Il client Linux invece funziona benissimo nonostante in alpha! Magari mi farà esplodere il computer, ma non credo :-P

Dan ha detto...

"Trovato l'inghippo grazie, Fastweb è la parola magica :)"
Basta una qualsiasi buona linea ADSL, con una banda nella media. Non so come possa andare con un modem 56k, ma non lo consiglio a nessuno: dev'essere orribile.

"Io ho un IBM ThinkPad X31 e il client Windows non funziona -- "si impianta" (carta grafica non supportata). Il client Linux invece funziona benissimo nonostante in alpha! Magari mi farà esplodere il computer, ma non credo :-P "
Buon per te se funziona. Di solito i problemi del client windows con la scheda grafica si risolvono con l'aggiornamento dei driver, coi supporti e le incompatibilità a volte è una scommessa...

edo947 ha detto...

Caro Paolo per il tuo prossimo incontro potresti usare Club Penguin che è molto più semplice e meno pesante di Second Life, se lo usi fammelo sapere ;-)
Lo trovi a http://clubpenguin.com

Dan ha detto...

A parte che quel "club penguin" si vede che è più orientato verso i bambini e non trovo molto visibile il carattere di chat solo nero (che su sfondo scuro scompare), mi sembra che non abbia tutte quelle implicazioni da metamondo che di solito vengono attribuiti a Second Life. Ma d'altronde, mi rendo conto che essendo per bambini non si sono disturbati a metterci funzioni più complesse come creazione di oggetti e script, che comunque sarebbero state troppo complesse. E' più una cosa solo per divertirsi a giocare e chattare.

Allora Paolo, ci sono novità dalle tue esperienze in Second Life? Hai fatto qualcos'altro?

Sab ha detto...

Fooooortee! Voglio provare anche io!