Cerca nel blog

2007/07/03

Congratulazioni, hai vinto un iPhone

Virus approfitta della iPhone-mania


Secure Computing avvisa di un ennesimo espediente psicologico escogitato dai malviventi della Rete: un e-mail di spam che si presenta come un annuncio di vincita di un iPhone. L'e-mail truffaldina invita il destinatario a visitare un sito che invece di ospitare dettagli sulla vincita, contiene codice ostile in grado di infettare l'utente Windows.

Il sito in questione, infatti, sfrutta oltre dieci vulnerabilità presenti in ActiveX (tecnologia disponibile soltanto sotto Windows). Per nascondere le proprie tracce, il sito redirige i visitatori di ritorno a un'altra pagina priva di codice infettante, così chi ritorna a visitare il sito per esaminarne il contenuto alla ricerca di tracce di malefatte non trova nulla.

Il codice ostile iniettato dal sito è un rootkit che trasforma il computer Windows della vittima in uno zombi, ossia in un computer che risponde di nascosto agli ordini del malfattore e dissemina spam. Essendo un rootkit, per il suo padrone è facile aggiornarlo e arricchirlo di funzioni ancora più intrusive, per esempio registrando tutto quello che viene digitato dall'utente.

La velocità con la quale i malfattori hanno approfittato dell'ennesima leva psicologica è davvero spettacolare. L'iPhone è uscito il 29 giugno negli USA, e già circola il primo spam che ne sfrutta la popolarità. Non sarà certo l'ultimo.

3 commenti:

Dan ha detto...

Non è un problema per me: so riconoscere le email false, e non mi interessa delle ultime mode tecnologiche, che siano i-Pod, blackberry, i-Phone, Robbie o che altro (oddio, magari Robbie sì...)
Come al solito queste mail sono per accalappiare gli utenti più ingenui o stupidi/avverentati nel credere alla prima mail che arriva da uno sconosciuto.

Dan ha detto...

PS: Paolo, sul mio blog ho linkato e citato un po' dei tuoi ultimi allarmi sicurezza, spero non ti dispiaccia.

Andrea ha detto...

Ciao Paolo, anche per me vale quanto detto da dan ... e anch'io spero non ti dispiaccia. Grazie mille