Cerca nel blog

2007/07/24

Illusione ottica inquietante

La silhouette che inganna


Molto semplice: andate a questa pagina di Maniacworld.com e guardate con attenzione la silhouette della ballerina. All'inizio gira su se stessa in un senso. Ma se continuate a fissarla, a un certo punto cambia direzione.

L'effetto è soltanto mentale: l'animazione continua a ripetersi senza cambiare direzione nella realtà (potete controllarlo chiedendo a un amico di guardarla insieme a voi). Inquietante, vero?

70 commenti:

Felter Roberto ha detto...

io sono stato a guardarla un paio di minuti ( non è male come silhouette) ma ha continuato a girare sempre nello stesso verso. L'ho sempre detto che il mio cervello ha qualcosa...

Giako ha detto...

A me dopo una trentina di secondi gira all'incontrario... allucinante! Il bello è che se distolgo per qualche secondo lo sguardo, continua a girare all'incontrario... ARGH!

Realtebo ha detto...

hai mica a provato, da buion anti-bufala, ad aprire l'animazione in un software di quelli che gestisce le immagini animate e .... controllare?

Unknown ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
ottina ha detto...

è impressionante!!! la cosa strana è che se si distoglie lo sguardo gira sempre al contrario, però se si refresha la pagina ritorna a firare per il suo verso! siamo sicuri che non c'è il trucco?

Unknown ha detto...

Mah, a me pare girare sempre in senso orario...

Antonio Terracina ha detto...

anche per me gira sempre nello stesso verso.... mi sa che è una "bufala" ;-)

Giako ha detto...

Per realtebo: Paolo A. aveva già dato una soluzione su come verificare la "bontà" dell'esperimento, ovvero chiedere a un amico di guardare l'immagine solo quando a te pare cominciare a girare all'incontrario e fargli dire in che senso gira.

Giako ha detto...

Allora, fatto una prova con un mio collega: è proprio un'illusione ottica!

Unknown ha detto...

Infatti se si osserva per qualche secondo si mette a girare al contrario. Chiudo gli occhi per una decina di secondi la riguardo e la vedo girare nel verso iniziale.
Il cervello può essere sempre ingannato...

Unknown ha detto...

a me chiudendo un occhio gira in senso, invertendo gli occhi inverte la rotazione

La Mente Chiusa ha detto...

Non riesco ad accedere al sito (pagina non raggiungibile), ma a naso direi che si tratta di "aliasing", lo stesso fenomeno per cui nei film si vedono le ruote delle auto girare al contrario.

Per esempio, ipotizzando che questa lineetta | ruoti in senso orario, se il fotogramma viene ripreso ogni 3/4 di giro l'impressione che si ha è questa:
www.claudiotomasoni.it/files/images/alias.gif

Quando l'alias è meno marcato il cervello percepisce entrambi i versi di rotazione (e con poca concentrazione è anche possibile cambiarli a piacimento).
Ciao, ClaudioT.

MarcoB ha detto...

Il trucco e' nell'ombra, secondo me.

Coprendola, infatti, io vedo l'immagine ruotare sempre in senso orario, non so bene in base a quale principio, visto che l'assenza di chiari/scuri e di sovrapposizioni annulla la profondita'.

Dando una fugace occhiata all'ombra, invece, il mio cervello cambia immediatamente il senso di rotazione, perche' l'ombra da' all'immagine la profondita' che le mancava, e si vede chiaramente che tale ombra e' quella di un oggetto che ruota in senso antiorario (notare l'ombra del piede sollevato che passa "dietro" l'ombra dell'altro piede da destra a sinistra).

Ciao!

Marco ha detto...

ehm io non riesco a carpirla st'illusione.. per me gira sempre in senso orario dall'alto..

Michela ha detto...

> hai mica a provato...ad aprire l'animazione in un software di quelli che gestisce le immagini animate...

L'ho fatto io.
La gif animata è composta da trentaquattro singoli file, che ho salvato ad uno ad uno.
Riproducendoli manualmente in ordine cronologico, dal primo al ventesimo la sagoma ruota in senso antiorario, mentre i successivi "fotogrammi" mostrano la rotazione in senso opposto.

Inoltre, ho notato che alcuni "fotogrammi" (il primo e il diciassettesimo, sicuramente) sono tali da poter essere interpretati, a piacere, in entrambi i sensi di rotazione (come dice Claptom), in quanto manca la sporgenza del seno e la posizione del piede è ben "equilibrata".

Non si tratta di smentire niente o nessuno, siamo solo curiosi e, purtroppo, le mie incompetenze non mi permettono di andare oltre quanto osservato fin qui.

Ciao
Michela

Unknown ha detto...

Uhm... non è che il verso di riproduzione dell'immagine venga alternato a tempo con un script nella pagina?

Matteo Mazzoni ha detto...

Anch'io vedo girare la silhouette sempre nello stesso senso... Ma io, per di più, non sono mai riuscito a vedere nulla neanche negli stereogrammi... E' possibile che la mia ambliopia e il mio strabismo c'entrino qualcosa?

Unknown ha detto...

Non c'è alcun trucco: l'immagine è bidimensionale e in "realtà" la figura non ruota affatto: oscilla semplicemente tra il lato destro e quello sinistro in modo perfettamente simmetrico.

Il cervello tenta di interpretare l'immagine come tridimensionale e supplisce un senso di rotazione, in dipendenza di quale dei due emisferi cerebrali stia facendo maggiore attenzione in quel momento (inizialmente il sinistro tramite l'occhio destro, e poi il destro tramite l'occhio sinistro).

Con un minimo allenamento si può riuscire a invertire volontariamente il senso di rotazione apparente, per esempio a me riesce focalizzando un punto a lato dell'immagine e passandola alla visione periferica di uno dei due occhi.

Michela ha detto...

Mmmhhh...
Forse dovevo dire anche questo: tranne il primo, i successivi trentatre file di cui è composta l'animazione mostrano un disegno nero su bianco, con parti nere e grigie, ma soprattutto con diversi puntini sparpagliati sullo sfondo, che non so se sono stati messi a caso.

Giuliano ha detto...

Mah, ho cercato di osservare bene. Mi pare che ogni tanto la ballerina cambi il piede sul quale rotea (ho preso come riferimento le tette) ed in quel momento cambi anche il verso di rotazione.

Unknown ha detto...

Io sono riuscito a invertire e ri-invertire la rotazione :)

Sab ha detto...

a me si inverte la rotazione quando mi vanno insieme gli occhi

Sara ha detto...

Sono riuscita a fare di meglio: decido io da che parte gira! Il trucco sta nelle gambe. Quando la ballerina gira in senso orario la gamba alzata è percepita come destra, quando gira in senso antiorario la gamba alzata è percepita come sinistra. Sforzandosi un po' e concentrandosi sulle gambe si può decidere: "ok, la gamba alzata è la destra" e poi cambiare. Non è semplice, ma vi invito a provare...
Sara 1978

Giuliano ha detto...

Direi che Sara ha ragione.
Un maschietto e' portato ad osservare meglio altre fattezze che non le gambe, e cade nell'imbroglio.
Questa figura che non ha sfumature di grigio, ma e' di un sol tono di colore, puo' essere interpretata come fronte o retro, destra o sinistra.
Fermando il movimento col tasto Escape si nota bene.
Quindi basta fare come Sara.

Unknown ha detto...

Sono sempre meno convinto che si tratti di un'illusione ottica: salvando due (o più) volte il gif in locale (con nomi diversi) e scorrendo le varie immagini con un software tipo ACDSee, si può notare come randomicamente esse ruotino in una direzione o nell'altra... indipendentemente dallo sguardo che si applica (focale e direzione relativa) dal tipo di monitor utilizzato e dallo zoom in uso.

AD Blues ha detto...

Niente da fare...
Per me ruota sempre in senso orario!

Unknown ha detto...

ma non è lo stesso effetto che se guardi per esempio le ruote di una formula 1 o per esempio anke le pale di elicottero??

Rodri ha detto...

Not bad, davvero fichissimo sto effetto.

Giovanni Derosas ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Giovanni Derosas ha detto...

Ciao Anche a me ruota sempre in senso antiorario. Mi viene una curiosità: chi di voi è mancino? Io lo sono e sarebbe interessante sapere se questo "problema" percettivo sia legato all'uso differente che facciamo del cervello rispetto ai destri.

Stepan Mussorgsky ha detto...

secondo me se uno ha un occhio particolarmente dominante, interpreta sempre la rotazione in un unico senso.

Io ad esempio che sono ipermetrope e ho il sinistro dominante, la vedo sempre girare in senso orario.

Questo naturalmente a patto che l'animazione sia continua e costante e non vi siano manipolazioni sui fotogrammi

Unknown ha detto...

Spiacenti, ma dalle mie prove (empiriche) con due amici (totale: 6 occhi e tre cervelli) risulta chiaramente che è la ballerina a cambiare il senso di rotazione, non noi a d essere ingannati.

Unknown ha detto...

Ti sbagli, Tony.
Tant'è vero che io mi sono passato il tempo a trovare il modo per "fare in modo" di vederla girare in un senso piuttosto che in un altro.

Basta ignorare l'ombra, per esempio spostando la finestra e focalizzarsi sul piede perno. E immaginare che questo ruodi nel verso desiderato.

Niulai ha detto...

ho aperto il file con corel R.A.V.E. e risulta composto da 34 fotogrammi che rappresentano la ballerina in diverse pose. Scorrendoli manualmente si ha la sensazione del movimento, che si inverte se si scorrono al contrario. Non ho trovato traccia dei "disegno nero su bianco, con parti nere e grigie, ma soprattutto con diversi puntini sparpagliati sullo sfondo, che non so se sono stati messi a caso" di cui parlava Michela. Io credo si tratti davvero di un'illusione senza trucchi, infatti ciò che avete suggerito per invertire volontariamente il senso di rotazione sembra funzionare. Comunque non bisogna esagerare, pena il mal di testa! Saluti a tutti!

Carlo ha detto...

francamente, sono stato a guardarla un bel po' e l'ho vista girare sempre nello stesso verso.
in compenso ho notato che ha delle gran belle tette.

Michela ha detto...

Ciao Niulai, per aprire la gif animata io ho usato Ulead PhotoImpact, e ho ottenuto quanto sopra descritto selezionando l'opzione "Apri ogni fotogramma come un nuovo documento".

Selezionando invece "Apri ogni fotogramma come un nuovo oggetto", ottengo, invece di trentaquattro file "come disegni", una unica immagine della silhouette nera su fondo grigio, attraversata da linee bianche tratteggiate, e... i puntini di cui sopra, ancora più evidenti perchè brillanti.

Come ho detto prima, purtroppo non sono un'esperta, e ignoro l'eventuale funzione dei puntini, mi attrae solo la curiosità.

Ciao
Michela

Dan ha detto...

rewop e pochissimi altri hanno capito come funziona realmente: è tutta questione di come il cervello interpreta tridimensionalmente la silhouette. Vale a dire, non ha alcun dato per stabilire la profondità e distanza delle varie parti, la prospettiva della figuretta, quindi cerca di completare come meglio può fornendo alla mente cosciente un risultato che poi può anche essere sbagliato. Un po' come l'immagine wireframe di un cubo in prospettiva... qual'è la faccia che ti sembra sia rivolta verso di te?

Comunque è interessante anche vedere le risposte della gente a un "enigma" del genere...

Paolo Attivissimo ha detto...

in compenso ho notato che ha delle gran belle tette.

Merito della forza centrifuga.

Giuliano ha detto...

Appunto per cio' le ballerine professioniste hanno le tette piccole.
Quindi la spiegazione e' questa: quella ballerina e' una bufala.

La Mente Chiusa ha detto...

Finalmente sono riuscito a vederla.

Essendo la silouette completamente nera, è impossibile distinguere quale è la gamba alzata, se quella in primo piano o quella dietro.
Se quando la faccia della ballerina è rivolta a sinistra, il cervello percepisce la gamba alzata come in primo piano, allora il moto appare orario. Altrimenti se il cervello percepisce che la gamba alzata è quella dietro, allora il movimento appare antiorario.

Giovanni Caristi ha detto...

L'unica cosa su cui mi pare concordiamo tutti sono le tette della ballerina :-)

In ogni caso, non c'è dubbio che si tratti di un'illusione ottica. Si basa su due principi:

* il famoso "cubo di Necker, ovvero la figura bidimensionale che rappresenta un cubo in prospettiva isometrica, "fatto col fil di ferro" (wireframe): viene interpretata ambiguamente in due modi: il cervello non sa decidersi e oscilla tra le due possibili rappresentazioni. A partire dal cubo, che rappresenta la forma "pura" di quest'illusione, sono state ideate infinite variazioni anche parecchio ingegnose e scenografiche

* il fatto che una silhouette in ombra di una persona può rappresentare due differenti situazioni: quella in cui la persona "viene verso di noi" e quella in cui una persona speculare (ovvero non la stessa persona ma un "clone" ottenuto scambiando destra e sinistra) "si allontana da noi".
Ciò veniva osservato già dal grande maestro del disegno Bruce Hogart nei suoi testi divulgativi sull'arte del disegno.
Il discorso del "clone" cade, ovviamente se il corpo in questione ha una simmetria bilaterale perfetta, in quanto il corpo e il suo clone coincidono, cosa che è peraltro vera nel caso della ballerina in questione.

Nota - in senso stretto quanto detto sopra non è perfettamente vero: infatti la silhouette è "ribaltabile" solamente se l'immagine rappresenta "l'ingrandimento di un soggetto lontano ripreso con un teleobiettivo". Se infatti il soggetto è vicino, la distorsione prospettica crea l'effetto prossimità, che ingrandisce i particolari vicini, per cui, ad esempio la gamba quando si avvicina si ingrandisce e quando si allontana si rimpicciolisce. In questo caso la silhouette non è ambigua.

Le cose che hanno detto Clapton e Marco Buffa sono pertanto del tutto corrette.

In ogni caso, ci sono delle illusioni ottiche (senza trucco!) ancora più incredibili. Vi consiglio caldamente di visitare:

E-Chalk Optical Illusions

Ciao!

Giovanni Caristi ha detto...

Scusate per i refusi del precedente post, ho scritto di getto :-)

Inoltre il link che ho postato pare non funzionare: piuttosto che sistemarlo, googlate pure "e-chalk optical illusions", è sicuramente il primo risultato.

Per convincere gli ultimi riluttanti, vi invito ad osservare il fotogramma statico messo da Paolo sull'intestazione del post.

Come vedete (se vi concentrate bene), può rappresentare una ballerina "con le tette rivolte verso di noi" e la gamba sinistra più bassa, oppure una ballerina "col sedere rivolto verso di noi" e... sempre la gamba sinistra più bassa (ecco la specularità!).

Se guardate a lungo l'immagine statica, oscillerete tra le due rappresentazioni ( = "non saprete scegliere tra tette e culo").

Questo è ESATTAMENTE il principio del Cubo di Necker.

Ciao ciao

Giovanni Caristi ha detto...

Claptom: mentre scrivevo il post hai detto la stessa cosa, non ti ho copiato, eh! ;-)

BagnidiLuccaTerme ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
BagnidiLuccaTerme ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
BagnidiLuccaTerme ha detto...

ho fatto un po' di caos :) sono proprio le tette a dare l'impressione che ruoti alternativamente a dx o sx! se guardo i piedi però a me ruota sempre in senso orario.. allora l'illusione c'è davvero! forte...

Giuliano ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
passegua ha detto...

Ho guardato la sagoma per molti minuti, ma nulla: continua imperterrita a girare in una sola direzione!
Ho il cervello anormale???

JohnWayneJr ha detto...

No passegua, anche io (e roberto del primo post) non riesco a vedere la rotazione nel'altro senso. Sob!
Ieri ho dovuto smettere di fissare il monitor alla terza crisi epilettica...

Rodri ha detto...

Non saper scegliere tra tette e culo.
Adesso capisco perché mi son trovato con sta ballerina che andava un po' da una parte, un po' dall'altra, e continuavo a fissarla.

Vicky ha detto...

Ecco una spiegazione semplice, un po' grezza e al limite volgare del fenomeno:

il fotogramma 31 (credo), da due punti di vista differenti.

Giovanni Caristi ha detto...

Ottimo, vivivi :)

Avevo pensato anch'io di fare la stessa cosa, ma mi hai battuto sul tempo!

oscar ha detto...

Ragazzi a me non veniva nulla ma ho trovato un piccolo trucchetto che consiglio a quelli che la vedono girare sempre in un verso.

Sbattete gli occhi più volte. Ho notato che facendolo e sbattendoli piu volte funziona e la silhoutte gira nel verso opposto a quello iniziale. Continuate a sbattere e continuerà a cambiare.
Il perchè non lo so ma almeno a me sembra funzionare. Voi che dite?

;)

Dan ha detto...

Basta che fissiate uno dei punti di riferimento come le braccia, la gamba alzata, o anche tette e culo (e voglio vedere di che parlavate se era un ballerino...), e cerchiate di considerarlo come se fosse nell'altra visuale possibile. Per esempio la gamba alzata che per voi è davanti immaginarla dietro, la faccia invece della nuca con la coda, ecc. Se riuscite a "convincervene" cioè a considerarli davvero nell'altro modo, vedrete che la rotazione si invertirà.
"It's all in your head".

TanukiChu ha detto...

è vero :D è proprio un bell'effetto!
credo sia dovuto al trucco dei fotogrammi e di ciò che è percepito dalla retina...
un po' come quando nei film si vedono le ruote delle auto in moto girare in senso opposto!

Giovanni Caristi ha detto...

No, Vittorio, l'illusione non sta nell'animazione, ma già nei singoli frame: infatti (quasi) ogni frame è ambiguo, e rappresenta due ballerine, una rivolta in avanti e una rivolta all'indietro (vedi l'eloquente immagine di vivivi). La cosa carina è che la successione dei frame rappresenta queste due figure mentre ruotano nei due sensi opposti.
Il cervello sceglie un'interpretazione e la segue, tuttavia ogni tanto (a seguito di un "reset", quale sbattere le palpebre, distogliere lo sguardo o guardare l'ombra in basso) il cervello cambia interpretazione e comincia a seguire il moto dell'ALTRA ballerina.

Michele Liati ha detto...

io ho continuato a guardarla per qualche minuto..niente, gira sempre nello stesso senso. Sarà grave???

Alessia ha detto...

I miei hanno notato l'effetto dopo pochi secondi, ma io... niente da fare, l'ho guardata da varie distanze e angolazioni, ma gira sempre nello stesso verso! Come si spiega? Il motivo sarà lo stesso per cui non riesco a "vedere" gli stereogrammi? (Ho sentito dire che ciò può dipendere dall'astigmatismo...)

oscar ha detto...

aramis e alessia


avete provato a fare ciò che ho consigliato?

;)

Matteo Mazzoni ha detto...

@alessia: per anni mi hanno convinto di essere l'unico vedente al mondo che non riusciva a vedere nulla negli stereogrammi (vedi mio post precedente)... Puoi farmi sapere qualcosa sui difetti della vista (fra le altre cose sono pure lievemente astigmatico) che impediscono di vedere le illusioni ottiche? Puoi anche scrivere qualcosa sul mio blog, tanto i commenti ai miei post sono una vera sagra dell'OT :-)

Bricke ha detto...

Secondo me la cosa più interessante di questa illusione è "perchè qualcuno non la vede"?

Io sono uno di questi. Ho provato con e senza occhiali (sono astigmatico con un occhio ipermetrope). Ho provato a fissare punti diversi, a battere le ciclia, a fissare le tette (ovviamente) o altri punti. Nulla.
Non sono mancino.

Mi sono letto pure tutti gli altri commenti, secondo me dipende dagli occhi, ho letto che molti astigmatici non vedono l'illusione. C'è qualche astigmatico che la vede???

tcp-ip ha detto...

Io sono mancino, un po' astigmatico e abbastanza miope e riesco a vederla girare in entrambi i sensi (prevalentemente orario). Un sondaggio: quando l'avete vista per la prima volta in che senso girava?

Giovanni Caristi ha detto...

Ragazzi, credo che siate un po' fuori strada: l'illusione *NON* nasce dalla visione binoculare, ma avviene a un livello interpretativo diverso.

Uno stereogramma NON può essere visto se non con entrambi gli occhi contemporaneamente aperti, mentre vi assicuro che questa illusione funziona benissimo anche guardando la ballerina mentre si tiene un occhio chiuso.

In uno stereogramma, vengono fornite ai due occhi due immagini diverse, in modo tale che risultino essere coerenti con la visione binoculare di un oggetto tridimensionale: chi le osserva nel modo giusto "avverte" il senso di profondità, come guardando un oggetto reale.

Nel caso della ballerina, invece, non vi è tridimensionalità intrinseca, ma è il cervello che cerca di vedere la tridimensionalità in un oggetto bidimensionale (è il processo che consente l'esistenza della pittura in prospettiva e del disegno, ma anche di continuare a vedere il mondo in 3D quando lo si guarda con un occhio solo).

Dubito poi fortemente che miopia, ipermetropia o astigmatismo possano avere alcunché a che fare con la visione dell'illusione. A me mancano 3,25 gradi (miope) e l'illusione funziona benissimo anche quando non porto gli occhiali (diverso sarebbe per uno stereogramma).

Casomai, la capacità di vedere l'illusione potrebbe essere correlata alla capacità del singolo di interpretare le figure bidimensionali come oggetti tridimensionali e di orientarle correttamente nell'ipotetico spazio 3D.
Quest'abilità è più o meno spiccata a seconda delle persone.

In ogni caso, come osservato da alcuni, l'illusione contiene già un "aiutino": la silhouette è perfettamente ambigua, ma la sua ombra no! Si vede chiaramente che l'ombra della gamba sollevata passa dietro all'ombra della gamba in verticale: non potrebbe essere altrimenti, vista la curvatura del cerchio che percorre l'ombra del piede nella sua rotazione. Dunque la ballerina gira in realtà in senso antiorario.

Secondo me il metodo migliore per vedere l'inversione è questo: se inizialmente vedete la ballerina andare in senso orario, abbassate lo sguardo e guardate l'ombra, convincetevi che la ballerina va in senso antiorario, poi rialzate lentamente lo sguardo, seguendo sia l'ombra che le gambe, e quando risolleverete del tutto lo sguardo la ballerina girerà in senso antiorario.

Ciò non è comunque necessario: io riesco, concentrandomi, a "convincermi" di uno dei due versi di rotazione, ed effettuare l'inversione (quasi) a volontà. Per fare ciò cerco di:

1. sfruttare i momenti in cui la gamba sollevata è sovrapposta/nascosta dal corpo della ballerina
2. cercare di non pensare ai fotogrammi come ad un'animazione, ma di vederli "uno per uno" (spezzando il meccanismo che ci convince che una successione di fotogrammi in successione con spostamento progressivo siano un unico oggetto che si muove, il che rende possibile il cinema).

La cosa che devo ancora capire, è perché io normalmente inizialmente vedo la ballerina ruotare in senso orario.

albilevi ha detto...

Vorrei sapere chi,tra quelli che hanno scritto, ha ragione. Cioe', chi e' il forumista autorevole che conosce l' argomento e puo' spiegarlo ad un lettore come me ?
Io ho visto la donnina NUUUUDA (con l' accento siciliano, come diceva Massimo Troisi nel suo film su quell' isola siciliana, di cui non ricordo il nome) girare in senso orario, poi antiorario e poi di nuovo in senso orario, ma chi e' che mi puo' spiegare PERCHE' ? anzi, PECCHE', pronunciato con l' accento siciliano.

albilevi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Unknown ha detto...

Quando gira in un verso poggia sulla gamba destra, quando cambia verso va sulla sinistra. Curioso no?

Paolo B. ha detto...

Scusate, ma prendendo come riferimento le famose tette, il braccio alzato e' il destro. E pure la gamba alzata e' la destra.
Quando ho l'impressione che giri nel senso opposto, il braccio alzato e' il sinistro, e la gamba la sinistra.
Adesso, questo mi porterebbe a dire che sia un trucco e che l'immagine realmente cambi rotazione. Ma anche ammettendo che mi sbaglio e si tratti di un effetto ottico, invece l'osservazione sul braccio e la gamba alzati una volta destri e una volta sinistri, e' corretta.
Quindi qualcosa cambia nell'immagine, che sia il reale cambio di rotazione, o che non lo sia ma invece il cambio degli arti alzati da destro a sinistro provochi il cambio di sensazione. Perche' sono proprio il braccio e la gamba alzati che aiutano a interpretare il senso di rotazione. Provate ad alzare una gamba e vedere come vi viene piu' spontaneo muovervi.

gianpiero ha detto...

si tratta di un'illusione vera e propria! il senso a me è cambiato più di una volta.. dopo averci studiato un po mi pare di capire che il senso rotatorio cambia in base a come il cervello interpreta l'immagine.. in pratica l'immagine è disegnata in modo da potere essere intesa frontale e posteriore nello stesso momento e in qualsiasi fotogramma (comprese luci e ombre).. appena il cervello la interpreta in un modo associa subito il movimento ad un senso (orario oppure antiorario) e dato che l'immagine si muove continuamente e abbastanza velocemente il cervello tende a mantenere quella interpretazione.. per quanto riguarda il motivo per cui improvvisamente il cervello cambia l'interpretazione e di conseguenza cambia anche il verso resta un mistero.. non credo ci sia una logica in questo.. ognuno ne tragga le proprie conclusioni...

andreaechorn ha detto...

non troppo inquietante direi: qualsiasi oggetto completamente oscurato del quale si delinea soltanto il profilo esterno (è dunque soltanto forma), appare come una possibile visione dell'oggetto stesso visto da davanti oppure da dietro. tutto curiosamente normale.

Mirco ha detto...

Mah..
Se la guardi dall'alto gira in senso orario.
Se invece la guardi dal basso in senso antiorario. (e ti becchi un calcio..)