Cerca nel blog

2007/07/31

Antibufala: occhio a Sonia Cabrilis

Ritorna il Bufalovirus, variante mittensis


Mi tocca tornare rapidamente su una bufala classica che ha ripreso a circolare in una nuova variante: quella del Bufalovirus mittensis, ossia del virus che in realtà non esiste ma viene annunciato con panico da un messaggio che avvisa di stare in guardia contro un particolare mittente che sarebbe l'untore in questione; strada facendo, questa bufala s'è ibridata con un'altra, quella che mette in guardia contro una presentazione Powerpoint identificata da un titolo ben preciso. Ecco il testo della versione attualmente in circolazione.

Sta circolando in internet una nuova frode....

Rubano la tua mail di Hotmail, cambiano la password ed attraverso messenger e via mailcontattano tutti i tuoi amici,ovviamente spacciandosi per te, dicendo che hai grossi problemieconomici e che hai urgente bisogno che ti facciano un prestito depositando dei soldisu uno specifico conto corrente oppure chiedono o un numero di carta di credito o cose simili(RIPETO sempre spacciandosi per te ).

Cambiando la password tu non hai modo di entrare nella mail ed avvisare i tuoi contatti.Fai circolare questa mail per evitare che qualche tuo amicocaschi in questa truffa!

E' URGENTE!!!!! Di a tutti i tuoi amici che non accettino come contatto Sonia_cabrilis di Hotmail perchè è un virus che formatta il tuo computer e se qualche tuo contatto lo accetta automaticamente vieni infettato anche tu! Copia e incolla questa mail ed inviala a tutti i tuoi contatti!

BISOGNA FARE MOOOOOLTA ATTENZIONE!! !

Come se non bastasse, potresti ricevere una mail in presentazione Power point chiamato "la vita es bella" ("la vita è bella") che apparentemente è inoffensiva ma se lo ricevi

NON APRIRLO ASSOLUTAMENTE E CANCELLALO IMMEDIATAMENTE! !!!

Se questo file venisse aperto, sul monitor ti comparirà un messaggio che dice "ora è troppo tardi, la vita non è più bella!". Subito dopo perderai tutto ciò che hai nel PC ed il mittente del messaggio avrà accesso al tuo computer al posto tuo, accesso alla mail e a tutto quanto! Questo è un nuovo virus che ha iniziato a circolare nella rete da sabato sera.

Dobbiamo fare di tutto per bloccare questo nuovo virus!

La UOL ha già confermato la sua pericolosità ed i software antivirus non possono fermarlo. Il virus è stato creato da un hacker che si autodefinisce "il padrone della vita" ed il suo obbiettivo è di distruggere i PC domestici per lottare contro la Microsoft.
per questo usa l'estensione .pps

Come descritto nell'indagine antibufala sui "virus" che allertano in merito a un particolare mittente o nome di allegato, dietro questi allarmi che periodicamente compaiono in Rete c'è il nulla, o meglio, soltanto la pigrizia di chi inoltra a tutti qualsiasi stupidaggine ricevuta. La storia del file Powerpoint risale a cinque anni fa; quella del mittente Hotmail che manda un virus indistruttibile risale al 2005.

14 commenti:

Sbronzo di Riace ha detto...

Ti ho mandato una e-mail, non aprirla altrimenti ti si fonde il processore e se la fai leggere al gatto, ti muore anche il gatto se non hai installato un antivirus specifico per gatti :-)

S* ha detto...

Povera Cesira
Lei spende un sacco di soldi per pubblicizzare la sua mozzarella di bufala, sperando che i banner vengano letti da chi sta cercando la mozzarella di bufala, e invece vengono pubblicati qui. Fate una buona azione, comprate un po' della mozzarella di bufala di Cesira e mandatela a Paolo, che può sempre usarla per la pizza :-)
S*

Valerio ha detto...

UOL si riferisce ad "Universo Online" (provider brasiliano) o è una storpiatura di AOL?

eSSSSe ha detto...

Mi permetto di postare questo appello, che e' assolutamente vero!!!


Ciao, il mio nome è Arild Ovesen.

Soffro di 54 malattie rare e mortali, cattivi risultati scolastici, eiaculazione precoce, paura di venire rapito e ucciso mediante elettroshock anale, e senso di colpa per non aver inoltrato 50 miliardi di catene di Sant’Antonio mandatemi da persone che pensano davvero che se uno le inoltra, la povera piccola bambina di 6 anni a Foligno con un tricorno in fronte non riuscirà a procurarsi abbastanza denaro per toglierlo prima che i genitori la vendano al Circo Orfei.

Prima di tutto devi mandare questa lettera a 7491 persone entro i prossimi 5 secondi, altrimenti verrai stuprato/a da un montone impazzito e poi gettato fuori da un edificio altissimo per cadere in una collina d’escrementi animali.

Se non lo farai, a causa di uno strano virus la ventola dentro il pc si metterà a girare al contrario e vi risucchierà il processore.

Dopo una serie di lampi di colore blu, dal vostro lettore cd (se avete il masterizzatore è peggio), uscirà il totem (o tantra) della buona sorte che ha già fatto il giro del mondo tre volte (e mi ha confidato di essersi rotto il c... perché vorrebbe starsene cinque minuti a casa), vi appoggerà alla pecorina sulla tastiera, indipendentemente se siete donne o uomini.

Per ogni messaggio che manderete all’indirizzo boccaloni@bocaloni.it un’associazione donerà un quarto di dollaro per comprare un nuovo aereo all’aviazione americana che servirà per tirare giù un’altra funivia in Italia.

E per ogni mail che manderete alla Microsoft o che manderà un’altra persona dopo avere ricevuto l’informazione da voi, vi verrà portata una pizza quattro stagioni a casa vostra da Bill Gates in persona.

Io all’inizio non ci credevo, poi ne ho spedite tante e dopo tre settimane, mi è arrivato addirittura un calzone farcito!!!

È del tutto vero!!! Perchè questa lettera non è come tutte quelle false, QUESTA è del tutto autentica!!! Del tutto vera.

Ecco il programma:

Mandala a 1 persona: 1 persona si incazzerà perchè gli hai mandato una stupida catena di Sant’Antonio.

Mandala a 2-5 persone: 2-5 persone si incazzeranno perchè gli hai mandato una stupida catena di Sant’Antonio.

Mandala a 5-10 persone: 5-10 persone si incazzeranno perchè gli hai mandato una stupida catena di Sant’Antonio, e forse valuteranno l’opportunità di sopprimerti.

Mandala a 10-20 persone: 10-20 persone si incazzeranno perchè gli hai mandato una stupida catena di Sant’Antonio, e faranno saltare te, la tua casa, la tua famiglia e il tuo gatto in aria.

Erode Scannabelve, un pediatra mannaro di Trieste, non spedì a nessuno questa mail: dei suoi tre figli uno cominciò a drogarsi, il secondo entrò in Forza Italia e il terzo si iscrisse a Ingegneria dei Materiali.

Turiddu Von Wasselvitz, un allenatore di farfalle da combattimento austro-siculo, si fece beffe di questa mail ad alta voce, e in quello stesso istante gli esplose la testa.

Meo Smazza, pornodivo shakespeariano, non diede alcun peso a questa mail: ignoti gli riempirono un profilattico di azoto liquido, e lui se ne accorse solo dopo averlo indossato.

Un tizio che conosco non ha diffuso questa mail e ha disimparato ad andare in bicicletta.

Se inviate questo messaggio a tutti coloro che conoscete, perderete 2 minuti, ma forse la finiranno di rompere con queste catene di Sant’Antonio!

Dan ha detto...

Carina, stavo pensando di postarla io... anche se nella versione che conoscevo io "la povera piccola bambina di 6 anni a Foligno" non aveva un 'tricorno' (?) in fronte ma un capezzolo... comunque esprime bene la frustrazione dell'utente davanti all'ennesima stupida catena assurda spedita amici o sconosciuti. A volte aggravata dall'orribile variante annidata con i trecento indirizzi che hanno Re:Re:Re:Replied...

Questo è un nuovo virus che ha iniziato a circolare nella rete da sabato sera.
Questo la dice lunga sulla sua lucidissima origine...

La UOL ha già confermato la sua pericolosità...
UOL: Ultima OnLine, notissimo e autorevole ente per quanto riguarda virus, worm, e contatto con la realtà in generale.

Exodus68 ha detto...

Qualcuno ha tra i suoi documenti una meravigliosa catena di sant'antonio ironica dove si raccontva che replicando quella mail si riuscivano a cagare monete da 500 lire? E che se trovavi un certo numero di persone che replicavano tale messaggio oltre alle monete da 500 lire si cominciavano a cag... monete da 200 per ogni subalterno e forse in seguito anche da 100 lire per i subalterni dei subalterni? Mi fece sbellicare...solo che non la trovo piu in rete.

Saluti
Ivo

Tukler ha detto...

Secondo me Paolo è il "padrone della vita" e vuole distruggere tutti i nostri PC per combattere contro la Microsoft e farci comprare a tutti un MAC.
Chiedete alla UOL per conferme!

Ale ha detto...

Spettacolari questi commenti!

Grazie Paolo, per tutto quello che fai!
Ormai sei diventato il mio punto di riferimento!

(Quoto tukler, in fondo non sarebbe male l'intento di Paolo, se davvero fosse quello...)
;)

Saluti
Ale

Davide ha detto...

Ahahah. Bellissime le catene ironiche, anche se magari si trasformano in catene di S. Antonio (lu nemico de lu demonio) anche quelle. Comunque questa di Sonia Cabrilis è già divertente di per sé, appena l'ho letta mi ha fatto sbellicare...

Grande Sonia !

elena rulli ha detto...

Grazie per quest'opera meritoria di disintossicazione dalle idiozie della rete! Povera Sonia, in lotta da sola contro Bill (Gates)... Si riprenderà mai dalla sua febbre del sabato sera?!

Samuele ha detto...

*UOL: Utonti ONline,
ho appena ricevuto la suddetta email, e sto pensando di cucinarmi il mio amico e tutti gli utonti a cui la ha spedita in CC.

Melina2811 ha detto...

Stò effettuando il solito giro per lasciare i saluti ai blog da me preferiti. Ciao da Maria

Fabiola ha detto...

A proposito di bufale "stupide" che continuano a girare, girare, girare, questa di Sonia Cabrillis mi è arrivata proprio oggi...(un anno dopo l'apertura del post)...NON MALE!
Qualcuno non si sforza mai di cercare di sapere se quel che manda è vero?!

Unknown ha detto...

Bah... non le sopporto più ste catene.. e più che altro non sopporto che siano inviate con tutti i destinatari in chiaro.. almeno si degnassero di metterli nascosti.... ora la stessa catena la ricevo in 20 copie diverse...
Oggi ne ho ricevute due di questa... ho cercato per vedere se c'era qualche riscontro su internet (non si sa mai)... e ho troato questo. Beh se non altro almeno le catene sono un ottimo strumento per misurare l'immensità delle reti sociali...